Anda di halaman 1dari 2

Al professore Gaetano Giaquinta Nasce, vero, dentro noi la domanda: inizia un nuovo viaggio che ci porter lontano, verso

o un cristallino mare o una sperduta landa. Cresce e matura questo spirito gitano. Avanti amici, partiamo dal villaggio! Su, presto, dobbiamo andar lontano! Sono il vostro condottiero che vi porter alla risposta, non quella banale, ma quella pi nascosta; e cos, insieme, arriveremo al Vero. Andiamo per i sentieri della foresta come il selvaggio, evitando le larghe strade, dritte e tutte uguali, costruite dalluomo bianco che ha lo spirito malvagio. Cos facendo ci accorgiamo di avere le ali, e, volando, ci dirigiamo verso lorizzonte, sotto di noi, osservando, mondi sensazionali. Di un viaggio la cosa interessante non larrivo, e nemmeno la partenza; ti pu sembrare strano, ma la percorrenza della strada, lesser ambulante. Stanchi, ci dissetiamo alla fonte: c' uno strano signore, un vecchio indovino; state attenti, incontrerete un monte. La vetta alta, e tra noi nessun alpino, dobbiamo avanzare, ma i sentieri sono tanti, noi, furbi, scegliamo la via che minimizza il cammino. Bravi, bene, stiamo procedendo celermente, ma c una velocit che non possiamo superare, che solo la luce pu uguagliare: ecco perch lInglese mente. LInglese quel signore dei contanti, quello della mela che gli caduta in testa, che immersa era nelle particelle vaganti,

che urtano in maniera tanto lesta, che, poverino, disse :Simultanea linterazione, speriamo che ci resta. Linterazione ha sempre un ritardo e bisogna considerare la scala locale, mai, in grande, quella globale, per trattarlo con un occhio di riguardo. Per far ci, consideriamo un'altra dimensione, quella del tempo, non dellattimino, i parametri indipendenti e le loro velocit: ecco la configurazione. Ma attenzione che non ci sia qualche buchino. Bisogna rispettare la topologia, per cui la geometria un caso piccino. La nostra ricerca sta per terminare. Siamo a caccia di invarianti e di simmetrie interessanti. Tutto il resto da buttare. Grazie professore, per la filosofia, per averci insegnato cos tanto, per la fisica teorica che la fisica pi bella che ci sia. Che sia stato nostro insegnante per noi un vanto; speriamo di non deluderla mai, grazie, grazie tanto.

Giuseppe Corinella