Anda di halaman 1dari 34

9

8
8

BOZZON

03
10

8
3

97

C1
+

DVD

-8

1
-ROM

1
3
+

CD

-ROM

Corso di lingua e civilt italiana per stranieri


Elementi caratterizzanti di questo corso
 0 unit tematiche che fotografano le diverse sfaccettature dellItalia contem1
poranea attraverso i cambiamenti in atto nella societ e nella cultura. A ogni
unit di lavoro in classe fa riferimento la corrispondente unit delleserciziario.
 gni unit organizzata in percorsi di apprendimento, accompagnati da fineO
stre su curiosit culturali, lessico e strategie di apprendimento.

Struttura del corso

 ezioni ricorrenti sono Il caff letterario, La lingua di: percorsi di analisi


S
dei tratti peculiari di alcuni linguaggi specialistici e Strumenti per: percorsi
guidati per la rielaborazione e la produzione di generi testuali specifici.
A fondo volume: una sezione di sintesi grammaticale e un glossario culturale.

I compiti comunicativi e quelli di analisi testuale e grammaticale mirano a


potenziare lappropriatezza della capacit discorsiva, con particolare focus su
argomentazione e negoziazione.

Caratteristiche
del corso

 mpio spazio viene dato al lavoro lessicale su sinonimia, collocazioni, variazioni


A
di registro, espressioni idiomatiche, regole di formazione.
I temi sono affrontati attraverso testi scritti, audio e video, con spunti legati ad
arte, cinema, musica e letteratura.

Le Unit

LItalia in controluce; Ritratti (di personaggi famosi e nellarte); Litaliano in movimento; Economia e lavoro; Cibo per la mente (letteratura, arte, teatro); Fratelli dItalia
(unit dItalia, nord e sud); Voce alle emozioni; La storia siamo noi; Italia-mondo
(multiculturalismo); Anima e corpo.
Il DVD-ROM contiene i test e le soluzioni di
ogni unit, e gli spezzoni video del corso.

 RISORSE
+
ONLINE

R. Bozzone Costa, M. Piantoni, E. Scaramelli, C. Ghezzi

nuovo contatto C1
Corso di lingua e civilt italiana per stranieri

Nuovo Contatto C1

 gni unit si sviluppa intorno a testi-input di vario genere e grado di formalit,


O
che costituiscono il fulcro di percorsi di comprensione, esplorazione e produzione della lingua.

30310 Bozzone Costa, Piantoni, Scaramelli, Ghezzi

58
-3
03
10

CONTATTO

888
-

Nuovo Contatto C1

In copertina: Insieme. Beau Lark/Corbis

SB
N

E NUOVO

3
0

Questo volume, sprovvisto di talloncino a fronte (o opportunamente


punzonato o altrimenti contrassegnato), da considerarsi copia di SAGGIOCAMPIONE GRATUITO, fuori commercio (vendita e altri atti di disposizione vietati:
art. 17 l.d.a.). Escluso da I.V.A. (D.P.R. 26-10-1972, n. 633, art. 2, 3 comma, lett.
d.). Esente da documento di trasporto.

Il CD-ROM contiene tutti gli


ascolti del volume.

www.loescher.it/studiareitaliano
Il portale sempre aggiornato per suggerire idee e attivit pronte da usare in classe

978-88-58-30310-8 VOLUME + DVD-ROM + CD-ROM


978-88-58-30311-5 GUIDA PER LINSEGNANTE

VERSIONE ELETTRONICA www.scuolabook.it


978-8857705873 VOLUME + CD-ROM
978-8857708201 GUIDA PER LINSEGNANTE

30310_PH1

QUesto corso costituito da:

30310
Bozzone, Piantoni, Scaramelli, Ghezzi
NUOVO CONTATTO C1
+ DVD-rom + CD-ROM

30310_PH1_Bozzone.indd 1-3

dvd-rom + cd-rom

21/02/13 16:29

10

12

14

LIECHTENSTEIN

A U S T R I

Vetta d'Italia

Passo

S V I Z Z E R A

1508 di Resia

2711

A l p i

16

U N G H E R I A

a l t ii c h e
Alpi
Car
i R e A LT O A D I G E
nic
l p 2758
C e t i n e A 4049
h e P.so di Predil
Ortles
Marmolada
i
i
on
2118
A l p 1156
3905
Bolzano
Stelvio
p
3343
m
e Spluga
p
FRIULI
L
o
iG
Bernina
l
l
Adamello
i n e lpi
iul
D o C a VENEZIA GIULIA
Sondrio
A i Penn
A
3554
L. di
ie
46 M. Bianco A l p M. Rosa Verbania Lugano L. di Alpi Orobie
T R E N T I N O Belluno
1775 i
4810
SL
Pordenone Udine
4478
Como P
4633
Trento
M. Cervino L. Maggiore
Lecco
r e a l p M. Grappa P
Gorizia
Aosta
iav
Bergamo
Varese Como
VALLE D'AOSTA Biella
Treviso e e t a
L.
L. di Vicenza
4061
Trieste
n
G. di
d'Iseo
Ve
Garda
Novara Milano
i Gr. Paradiso
Trieste
n.
Vercelli
Verona
Pia
Ad
Canavese
Brescia
Ad V E N E T O
da
Moncenisio
Lomellina
Venezia
ige
Lodi
2083 P I E M O N T E
Padova
Pavia
LOMBARDIA
Golfo
P i a n u r a
P a d a n a Rovigo
C o ll ine de l P o
d i Ve n e z i a
Torino r r a t o
Po
Cremona Mantova
Po le si ne
e
f
Piacenza Parma
Po
on
Foci
Monviso M Asti g h e Alessandria
Reggio Emilia
del Po
3841
an p p e n n i n
Re Ferrara
L
Valli di
o
Modena no
Po
A pp. Ligure
S
Comacchio
e
A
C. di
Cuneo
-ROMAGNA
U R I 1799 A p p . T t t e EMILIA
Cadibona
Ravenna
nt
osc
Ro
Argentera
435 G Genova
A
o
r i Bologna m a
Riv
-Em
A l 3297
. di
pi
i
o
Savona
l
La
Spezia
i
an
Le
Mar
n a Forl
o
va
ittime
Carrara
44
nt
l e SAN MARINO Rimini
e
Pistoia
Imperia
Massa
n
Prato
Pesaro
o
G
o
l
f
o
d
i
1654
i P
MONACO
Lucca
M. Falterona M. Fumaiolo
R i v. d
Arno
ro
Genova
1407
Ancona
u
Firenze
Pisa
ta
do t
re i

ige

Ad

sia

Oglio

i
Tic

zo

on

C R O A Z I

Ta
r

no

46

OVENIA

Is

nto
Ta
gliame

Brenta

Se

p i Ol pci cC oi d e n t a
A
zie
Al
l

O r i e n t a l i

18

B O S N I A -

en

te

44

gn

E R Z E G O V I N A

ne

Piceno

Teramo

in

Ner

bro

Om

Monti
Sibillini Ascoli
2476
M. Vettore

Rieti

ti

Sa

bi

re

ni

Tev
e

Promontorio
d. Gargano

i n

tro

as

lic
P.so d.
Scalone

La Sila
1928

Capo Bon

Golfo
di Gabs

Enna Piana di

Pian

ad

r
Isole
Maltesi

Iblei
986

12

Lampedusa

38

lab

p.

Capo Spartivento
ss

ina

Siracusa

Ragusa

Capo Passero

36

MALTA

Isole Pelagie
10

Catania

Aspromonte

Reggio Calabria

Golfo
di Catania
911 Erei Catania

Golfo
di Gela

ni

Punta Stilo

3323

Etna

lso

Ca

1847

Caltanissetta
Agrigento

rita

1287

1955

Madonie

Pelo

S I C I L I A

la

T U N I S I A

Ma

i
ebrod

Ge

ALGERIA

di

1979

Sa

l
Va

Messina

Capo Lilibeo

zara

mo

M. Pecoraro

1423

Vulcano

Trapani

G.

ler

Catanzaro

Ap

Palermo

Capo S. Vito

Pa
di

Lipari

S t r. d i M

Isole
Egadi

Vibo
Valentia

Crotone
Capo Rizzuto

ro

Stromboli

Isole Eolie
o Lipari

Ustica

Neto

CAL ABRIA

Capo Spartivento

40

Capo
Santa Maria
di Leuca

740

Cosenza

di Cagliari

Pollino

Lecce

in

te

r i d i o n a l
M e
e

Golfo di
Ta r a n t o

2248

Golfo Capo Carbonara

Piana di Taranto
Metaponto

nt

G.

P
di

BASILICATA

. S
al
e

I o
n i o

li

nto

sa

Pantelleria

30310_PH1_Bozzone.indd 4-6

Agr

1899

Capo Palinuro

Brindisi

Cile

Punta Licosa

Pen

Matera

Potenza

Cagliari

G. di
Tunisi

ano

do

Se

G. di
Salerno

T i r r e n o

Capo Bianco

36

o C
ampano

en

no

Flum

ien

ida

les

Sulcis

Capo Teulada

38

mp

Ig
Sant'Antioco

ag

M a r

1834

Ca

S. Pietro

Golfo
di Orosei

el

o
ap
iN
G . d Capri

Ischia

Gennargentu

Oristano

1236

mp

Monti del

s
Tir

M. Linas

Ca

Barbagia

SARDEGNA

p.

Nuoro

1259

Golfo
di Oristano

ip

rc

Monte Rasu

Avellino
Salerno
e

1881

Sassari
Capo Caccia

40

G. di
Olbia

1359

Monte
Limbara

Testa del Gargano

Ap

Gallura

42

1056

Tav

Ag

Punta Falcone

Golfo
olie
di Manfredonia
re
Isernia 515
Sella di Vinchiaturo
P o n Frosinone
Ma
Foggia
Latina
tino
tes 2050
A
e
Bari
M. Circeo 541
PUGLIA
p
Benevento
Caserta
p M. Volture L e M
G. di Gaeta
Isole
ur
Ponziane
679
C A M PA N I A
1326
ge
Napoli Vesuvio

Caprera

Golfo del
Asinara

Tremiti

ro

cio

B
B o c c h e d i La Maddalena
Asinara

M.

fa
oni

Pescara

L'Aquila
L. di
C Gr. Sasso d'Italia
Vico
Ap
2912
Chieti
p. e n
L A Z I O
ABRUZZO
Ab
L. di
2795
ru t r
zz
Bracciano
Li
e s a l La Maiella
Ci
ri
e
e MOLISE
oc
M.
CITT DEL VATICANO
iar
ti
M.ti della
ia
Le
Campobasso
pi
Meta
2241
ROMA
ni

s c
a n o

ian

Terni

i e n ti

hig

Grosseto
L. di
m
m Bolsena
a
Viterbo

42

rc

Giglio

Ch

Perugia
UMBRIA

M. Conero

Macerata

a
-M

M. Amiata
1738

572

Elba

Corsica

1060

Lago
Trasimeno

Metallifere

Capraia

MARCHE

Siena a n t i
Colline

Um

br

Livorno

p.

er

Capo Corso

hi

v
Te

LIGU R E

g
e l a
A r c i p

M A R

Ap

T O S C A N A Arezzo
C

Gorgona

50

100

150

chilometri

Longitudine 14Est da Greenwich

16

18

21/02/13 16:29

Rosella Bozzone Costa, Monica Piantoni, Elena Scaramelli, Chiara Ghezzi

NUOVO CONTATTO C1
Corso di lingua e civilt italiana per stranieri

LOESCHER EDITORE
Loescher Editore - Vietata la vendita e la diffusione

003_006_U0_30310_B2.indd 1

22/01/13 17.10

Loescher Editore - Torino - 2013


http://www.loescher.it

I diritti di elaborazione in qualsiasi forma o opera, di memorizzazione anche digitale su supporti di qualsiasi tipo (inclusi magnetici e ottici), di riproduzione
e di adattamento totale o parziale con qualsiasi mezzo (compresi i microfilm e le copie fotostatiche), i diritti di noleggio, di prestito e di traduzione sono
riservati per tutti i paesi. Lacquisto della presente copia dellopera non implica il trasferimento dei suddetti diritti n li esaurisce.
Le fotocopie per uso personale del lettore possono essere effettuate nei limiti del 15% di ciascun volume dietro pagamento
alla SIAE del compenso previsto dallart. 68, commi 4 e 5, della legge 22 aprile 1941 n. 633.
Le fotocopie effettuate per finalit di carattere professionale, economico o commerciale o comunque per uso diverso da quello personale
possono essere effettuate a seguito di specifica autorizzazione rilasciata da CLEARedi, Centro Licenze e Autorizzazioni per le Riproduzioni
Editoriali, Corso di Porta Romana 108, 20122 Milano, e-mail autorizzazioni@clearedi.org e sito web www.clearedi.org.
Leditore, per quanto di propria spettanza, considera rare le opere fuori dal proprio catalogo editoriale. La fotocopia dei soli esemplari esistenti nelle
biblioteche di tali opere consentita, non essendo concorrenziale allopera. Non possono considerarsi rare le opere di cui esiste, nel catalogo delleditore,
una successiva edizione, le opere presenti in cataloghi di altri editori o le opere antologiche.
Nel contratto di cessione esclusa, per biblioteche, istituti di istruzione, musei ed archivi, la facolt di cui allart. 71 - ter legge diritto dautore.
Maggiori informazioni sul nostro sito: http://www.loescher.it

Ristampe
6 5 4 3 2 1 N
2018 2017 2016 2015 2014 2013
ISBN 9788858303108
L'Editore ha cercato di reperire tutte le fonti ma alcune restano sconosciute.
L'Editore porr rimedio, in caso di segnalazione, alle involontarie omissioni o errori nei riferimenti.
Nonostante la passione e la competenza delle persone coinvolte nella realizzazione
di questopera, possibile che in essa siano riscontrabili errori o imprecisioni.
Ce ne scusiamo fin dora con i lettori e ringraziamo coloro che, contribuendo
al miglioramento dellopera stessa, vorranno segnalarceli al seguente indirizzo:
Loescher Editore s.r.l.
Via Vittorio Amedeo II, 18
10121 Torino
Fax 011 5654200
clienti@loescher.it
Loescher Editore S.r.l. opera con sistema qualit
certificato CERMET n. 1679-A
secondo la norma UNI EN ISO 9001-2008

Contributi
Le unit 1, 2, 5, 6, 7, 9, 10 della Sezione esercizi sono a cura di Daniela Rota.
Coordinamento editoriale: Laura Cavaleri
Redazione: Federica Gusmeroli, Marcella De Meglio (studio zebra)
Progetto grafico e impaginazione: Eidos D. & C. - Torino
Copertina: Visualgrafika - Torino
Tavole di apertura: Matteo Pericoli, 2012
Disegni: Doriano Strologo, 2012
Ricerca iconografica: Cristina Aimone Giggio, Eugenia Testa
Richiesta diritti: Valentina Ratto, Eugenia Testa
Stampa: Sograte Litografia s.r.l. - Zona Industriale Regnano - 06012 Citt di Castello (PG)

Loescher Editore - Vietata la vendita e la diffusione

003_006_U0_30310_B2.indd 2

22/01/13 17.10

Indice

S testi

scritti

V sequenze

video

A brani

audio

Sezione esercizi

Unit 01 Italia in controluce

p. 8

Percorsi e temi

Generi testuali e abilit


Lessico/testualit
Grammatica

ripasso dei pronomi (diretti,
a
un
linguista
italiano

n

omi
in
-ismo:
patriottismo
1Visti da dentro e visti
indiretti, ci, ne)
e
ad
un
sociologo
francese:

p

arole
per
parlare
di
dati
da fuori

significati del pronome ci
individuare
diversi
punti
di
vista
statistici:
pi
di
un
quarto
unit e identit nazionale
verbi idiomatici con ci: cascarci verbi con doppio ausiliare:
Italia vista da uno straniero:
/hanno aumentato
commentare dati e cifre
punti critici e potenzialit
A

t
rasmissione
radiofonica:

i
ntrodurre il secondo termine di
2LItalia fotografata
selezionare
informazioni
paragone:
di, che, rispetto a
dallIstat
V commento di uno spot: fare

Ambiente, societ, matrimoni
confronti con il proprio Paese
e famiglie allargate
S intervista

3La psicologia degli

italiani tra stereotipi e


scienza

ragioni storiche, tipi, vizi e


pregi delle regioni

4La pubblicit

A intervista

a uno psichiatra:
derivazione (aggettivi

comprendere la descrizione del


nomi astratti) per descrivere
carattere
il carattere delle persone:
discutere: si pu parlare del
testardaggine, cordialit
carattere di un popolo?
V spot

espressioni metaforiche: far


venire i brividi
parole della pubblicit:
messaggio, slogan

plurale di nomi e aggettivi in


-co e -go, -ca e -ga

funzioni dei dimostrativi


questo/quello
imperfetto narrativo

pubblicit della Barilla in


prospettiva storica
evoluzione della famiglia
campagne di comunicazione
sociale

televisivi: analisi
ricostruire
cambiamenti sociali
A intervista al presidente
della Fondazione Pubblicit
Progresso

gioco dazzardo: dati e rischi

S articolo:

La bocca pi di tutto mi piaceva di Nadia Fusini (descrizione di una famiglia matriarcale)

Esercizi supplementari

presentare e commentare grafici e dati statistici: relazione orale sul tempo libero degli italiani
ripasso delle preposizioni temporali, nomi invariabili: pubblicit, specie

S articolo:

S saggio e slogan: analizzare caratteristiche del linguaggio pubblicitario


5La lingua della Pubblicit
V servizio TG: mania del gioco
sinonimi nel testo: patologico congiuntivo presente (ripasso)
6La mania del gioco

modi di dire con la parola


capire un progetto
gioco: far buon viso a cattivo
al giornale: scrivere una
gioco
lettera dopinione

S lettera

ripasso dei tempi del passato


sintassi del congiuntivo:
congiuntivo vs di + infinito

Unit 02 Ritratti

p. 34

Percorsi e temi

Generi testuali e abilit


Lessico/testualit
Grammatica

usi del condizionale
di

a

ggettivi
ed
espressioni
per
1Fisiognomica:
unapplicazione
per
descrivere
parti
del
volto

c
ondizionale di distanziamento
volto e carattere
smartphone
derivazione (nomi
nelle notizie di cronaca
studio dei dati caratteriali
S articolo: tracciare il profilo della
nomi con doppio plurale:
aggettivi) per descrivere
di una persona attraverso
cigli/ciglia
propria
personalit
il
carattere
delle
persone:
laspetto fisico
S articolo da blog
remissivo, mascolino
S biografia artistica di Modigliani: sinonimi nel testo (aggettivi
posizione degli aggettivi
2Amedeo Modigliani
riordinare i paragrafi del testo
di carattere): supponente,
qualificativi
biografia del pittore e scultore

p

arlare
di
un
artista
irruente

aggettivi di colore
caratteristiche della sua arte
A audioguida: comprendere la descrizione di unopera darte
3 La lingua dell Arte
A
espressioni metaforiche: con il usi del passato remoto

l
a
vita
di
un
personaggio
4Ritratto di un uomo
senno di poi
famoso:
prendere
appunti
e
passato remoto nelle biografie
non banale
scambiarsi
informazioni
passato remoto vs imperfetto
vita di Alex Zanardi
A V intervista ad A. Zanardi
vs trapassato prossimo
espressioni metaforiche: una concordanza dellindicativo:
5Ritratto della provincia S articolo: esprimere opinioni
palla al piede
sulla vita di provincia
anteriorit
italiana
S articolo: riordinare i fatti narrati connettivi testuali misti

ripasso preposizioni di luogo
provincialismo; il centro
plurale dei nomi in -cia o -gia
dellItalia e del mondo: Foligno scrivere un ritratto
S presentazione

Un amore di zitella di Andrea Vitali (fantasticherie di una zitella di provincia)


S biografia

Esercizi supplementari

di Artemisia Gentileschi; scrivere una biografia o unautobiografia


uso degli articoli con i nomi geografici: il Tevere, la Roma imperiale

Loescher Editore - Vietata la vendita e la diffusione

003_006_U0_30310_B2.indd 3

22/01/13 17.10

Indice
Unit 03 Italiano in movimento
Percorsi e temi

1Se guardiamo a fenomeni


particolari della lingua

influenza dellinglese
gergo giovanile e gestualit

p. 56

Generi testuali e abilit


a un linguista
sullitaliano contemporaneo:
sintetizzare informazioni

A intervista

Lessico/testualit
Grammatica
sinonimi nel testo: lessema,
verbi, espressioni con di/a +
stigma
infinito o infinito semplice:
segnali discorsivi del parlato
smettere di parlare, continuare
formale: dicevo prima,
a leggere, difficile capire
ebbene
ripasso dei pronomi relativi: che,
sinonimi e parole complesse:
cui
pellicola, prendere lavvio
derivazione: verbi
aggettivi relativi con funzione possessiva
in -ante/-ente, -ivo, -bile
relativi doppi: chi, chiunque
usi di proprio
parole complesse: in relazione a forme impersonali tipiche
del genere espositivo: si
connettivi concessivi: sebbene,
impersonale, passivo, verbi
pur, anche se
impersonali
derivazione con prefissi e
suffissi colti: filo-, -logo,
-fono

2La lingua dei giovani

V film

caratteristiche dello slang dei


giovani, la comunicazione
degli adolescenti

S recensione:

3Il dialetto oggi

film Benvenuti al Sud:


riconoscere la gestualit
S relazione sul dialetto oggi:
esporre in sintesi informazioni
A V canzone
discutere i pro e i contro
sull'insegnamento del dialetto

4
5Come cambia la lingua?

Un mese con Montalbano di Andrea Camilleri (indagine del commissario Montalbano)

chi lo parla e dove


suo status sociale
nuovi contesti duso

Scialla!

comprendere
trama e valutazione di un film

sinonimi nel testo: congiunto,


torpiloquio
verbo fare: farcela, fare caso

S articolo

gli italiani e il congiuntivo


prestiti dallinglese

commento:
riconoscere metafore
scrivere un articolo

Esercizi supplementari

scrivere una lettera formale (di scuse) espressioni formali


formule tipiche delle lettere formali; stile formale nel testo regolativo

6La lingua della Burocrazia

congiuntivo: revisione 4 tempi,


usi e sintassi
verbi irregolari al congiuntivo

avvisi pubblici e lettera formale: tratti caratteristici

Unit 04 Economia e lavoro


Percorsi e temi

1Mestieri e professioni
caratteristiche, difficolt,
formazione

2Vivere precariamente

contratti lavorativi e difficolt


dei precari

3Cervelli in fuga

cause e conseguenze del


fenomeno

4
5Schiavi delle
tecnologie?
effetti delleconomia digitale
dipendenza dalla tecnologia
telelavoro

6Come cambia

p. 80

Generi testuali e abilit


a guida alpina
e restauratore: prendere
appunti
la pronuncia toscana

Lessico/testualit
Grammatica
sfera semantica di mestieri
raddoppiamento fonosintattico
e professioni: manualit,
nella grafia: siccome, senn
impiego
derivazione (nomi dagente):
decoratore, gelataio
V film Circuito chiuso: fare ipotesi metafore sulla situazione
frasi relative e modi verbali
S articolo: selezionare
economica: navigare in cattive concordanza allindicativo:
acque
informazioni
posteriorit
S preghiera a san Precario:
la lingua del lavoro: assumere
verbi che reggono il congiuntivo
individuare caratteristiche
e il futuro
contratti di lavoro: a tempo
tipiche del genere
indeterminato
aggettivi e pronomi indefiniti
scrivere un acrostico
A racconto di vita di una
aggettivi con diverso significato ordini marcati: dislocazioni
futuro nel passato (condizionale
lavoratrice emigrata
a seconda della posizione
passato)
A V interviste

Laumento di Dino Buzzati (racconto da Siamo spiacenti di sul tema del lavoro)
confrontarsi sul ruolo connettivi per argomentare
particella pronominale ne: usi
della telematica
espressioni idiomatiche con ne: pronomi combinati: me ne,
S articolo di fondo: ricostruire lo
farne di cotte e di crude
ve li
concordanza: congiuntivo
schema argomentativo
presente vs passato
pro e contro del telelavoro
S articolo:

lingua delluniversit:
matricola, appello

preposizioni di, a, da

organizzazione, esami e
qualit negli atenei italiani

al direttore di
AlmaLaurea
preparare una relazione
sulluniversit nei propri Paesi

Esercizi supplementari

scrivere e recitare uno sketch teatrale


le parole delleconomia: imprenditore, tasso; modi di dire con i numeri

luniversit

A intervista

7La lingua dell' Economia

003_006_U0_30310_B2.indd 4

S testo

accademico: dispensa sul tema dei distretti industriali

Loescher Editore - Vietata la vendita e la diffusione

01/02/13 14.14

Indice
Unit 05 Cibo per la mente
Percorsi e temi

1Perch leggere, perch


scrivere

perch leggere
partecipare a un concorso
letterario di poesia

p. 104

Generi testuali e abilit


Lessico/testualit
Grammatica
parole legate al genere dei testi futuro (forma passiva)
sulla lettura
S incipit di un libro di Calvino:
regolativi: previa, salvo, pena participio presente: recante,
partecipanti
confrontarsi sui libri e sui
parole per indicare i generi
generi letterari preferiti
letterari: fantascienza, giallo
forma passiva vs attiva
S regolamento di un concorso
ripasso futuro (forma attiva e
letterario: caratteristiche tipiche
passiva)

A spot

2
3Larte contemporanea

Il poeta un unicorno Le poesie di Alda Merini

4La scienza a teatro

S quiz

vita e opere di Lucio Fontana


visita a un museo di arte
contemporanea

S biografia

di un artista:
scambiarsi informazioni
A discussione tra amici: capire
i punti di vista

parole legate allatto del


concordanza: congiuntivo
tagliare: fendente
imperfetto vs trapassato
connettivo modale come se
altri connettivi modali +
indicativo/congiuntivo: come
segnali discorsivi del parlato
parole della storia della scienza:
teorie geocentriche
sinonimi nel testo:
affabulazione, registro
interpretativo

culturale
di uno scienziato
A V backstage di Itis Galileo
A intervista a Marco Paolini
S testi dello spettacolo: recitare
S recensione dello spettacolo
S testo scientifico: il metodo scientifico sperimentale; S esperimento
La
lingua
della
S
cienza
5
g

rafici
su
Facebook
in Italia:

avverbi in -mente: significato e forme di negazione
6Stare connessi
analizzare
dati
opposti
posizione (immancabilmente,
concordanza dei tempi
Facebook in Italia
lievemente)
dellindicativo
vantaggi/svantaggi delluso di A intervista: capire pareri opposti
S articoli di opinione: annotare
 indefiniti
Internet e social network
punti pro e contro
scrivere un saggio breve su argomenti pro e contro luso dei social network
uso dellarticolo determinativo vs indeterminativo; usi e significati della preposizione su
Esercizi supplementari
vita di Galileo Galilei
Marco Paolini e il teatro di
narrazione
spettacolo teatrale

S biografia

Unit 06 Fratelli dItalia


Percorsi e temi

1Unit dItalia: ma il Sud


ci ha guadagnato?

inchiesta giornalistica sulla


storia del Mezzogiorno

2Il Risorgimento e lunit


dItalia
principali eventi storici

p. 128

Generi testuali e abilit


Lessico/testualit
Grammatica
di un libro:
sinonimi nel testo: trionfalismo, uso della punteggiatura:
comprendere le tesi dellautore
saccheggio
punto, virgola, punto e virgola,
due punti

S recensione

storica: realizzare una parole della storia: armistizio


participio passato: in funzione
telecronaca con conduttori e
connettivi avversativi e causali:
di frase relativa e temporale
inviati speciali
dal momento che, comunque
uso del passato remoto

S cronaca

S A coro del Va pensiero dal Nabucco di G. Verdi; S discorso di R. Muti


3La lingua dell' Opera lirica
4Tutta colpa di Garibaldi A V spettacolo teatrale Tutta colpa nomi di personaggi di fantasia

racconto in chiave comica


dellimbarco dei Mille

5La questione
meridionale
cause del divario socioeconomico tra Nord e Sud
fenomeno del brigantaggio

6La questione
settentrionale
chi la Lega Nord
suoi cavalli di battaglia e
proposte

di Garibaldi
scrivere una pagina di diario

e reali: Mastro Lindo, notai


aggettivi per descrivere un
testo letterario: grottesco
S dati socio-economici su Nord e parole della storia: latifondisti, frase scissa esplicita e implicita
leva obbligatoria
Sud nel 1860
uso di non che + congiuntivo/
A trasmissione radiofonica:
aggettivi legati al tema
indicativo
questione meridionale:
individuare tesi dellesperto,
malavitoso, incolto, cosiddetto
prendere appunti e sintetizzare
S manifesti

di propaganda:
desumere gli obiettivi politici
A intervista a una giornalista:
comprendere le tesi esposte

parole della Lega:


secessionismo, federalismo
espressioni con a e da:
sottratto a, separazione dal

Il Gattopardo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa

Esercizi supplementari

scrivere un articolo di giornale sul tema della Lega Nord


uso degli articoli con nomi propri di persona; nomi maschili in -a

gerundio semplice e composto:


usi e sintassi
gerundio vs participio passato
vs infinito

Loescher Editore - Vietata la vendita e la diffusione

003_006_U0_30310_B2.indd 5

22/01/13 17.10

Indice
Unit 07 Voce alle emozioni
Percorsi e temi

1Sorpresa!

sorpresa: origine biologica e


relazione con il progresso

2Tra bene e male


dilemmi morali

3Conflitti tra genitori e


figli

errori dei genitori


litigio tra padre e figlio

4
5La forza dellamicizia

Generi testuali e abilit


radiofonica
S articolo scientifico: spiegare le
informazioni principali
intervenire a una trasmissione
argomentare: siamo nati per
essere altruisti o egoisti?
S fare un test psicologico
fare ipotesi (gioco a squadre)
A V intervista a dei genitori:
selezionare informazioni
A V film Genitori & figli: ricostruire
le argomentazioni
inscenare un litigio
A trasmissione

p. 150
Lessico/testualit
sinonimi e collocazioni:
anomalia, risata fragorosa
derivazione (nomi/aggettivi
verbi): -izzare, -ificare
espressioni idiomatiche e
collocazioni: legarsela al dito
connettivi condizionali
connettivi per controbattere
espressioni colloquiali
usi di metterci / mettersi
segnali discorsivi: no?, ecco
funzioni comunicative
dellinteriezione oh!

Grammatica
pronomi combinati con si
impersonale: le si cerca
verbi causativi: fare, lasciare e
uso dei pronomi
periodo ipotetico del primo,
secondo e terzo tipo: se dicesse
la verit, lo perdonerei
verbi pronominali: farcela,
fregarsene, sentirsela

Lamica geniale di Elena Ferrante (ricordi di un intenso e complesso rapporto di amicizia)

usi del passivo e ausiliari


da radiogiornale
(essere, venire, andare)
sullamicizia: comprendere
S articolo di cronaca: rimettere in
ordine cronologico i fatti
S saggio sul bullismo: comprendere la strutturazione dei contenuti dei paragrafi
6La lingua della Psicologia
A notizie

racconti di amicizia tra uomini


e animali

Esercizi supplementari

preparare una trasmissione televisiva sul tema del bullismo


nomi femminili in -o; errori nelluso della virgola; uso dellarticolo; usi della preposizione da

Unit 08 La storia siamo noi

p. 174

Percorsi e temi

Generi testuali e abilit


Lessico/testualit
Grammatica
periodo ipotetico misto
su Venezia 1945 sinonimi nel testo: baratro,
liquefatto
loro valore e proposta di legge realizzare un quiz
S

derivazione (prefissi di

a
rticolo
di
commento:
per accorparle
esprimere accordo o disaccordo negazione): in-, a-, s-, dis-, de(destrutturazione)
scrivere storia alternativa
V

p

arole del regime: confino, usi del congiuntivo: con frase
film
Amarcord
2Fascismo e Resistenza
negativa, indefiniti, connettivi
esilio, fascio
ventennio di dittatura fascista A lezione sul fascismo: prendere
finali, per esprimere un augurio
connettivi finali: perch,
appunti
mito di Mussolini
V
affinch
documentario
sui
partigiani
partigiani
S lettera di un partigiano
V nascita della Costituzione italiana; S articoli della Costituzione italiana
La
lingua
del
D
iritto
3
V
secondarie implicite con a +
segnali discorsivi del parlato
spot
di
campagne
sociali
4Pari opportunit
A
V
infinito

p

arole
di
senso
figurato:
sesso

c
olloquio
di
lavoro
campagne sociali contro le
S
forte,
lustrare
padelle

a
rticolo
di
commento:

usi delle preposizioni per e tra
discriminazioni
sinonimi di lavorare: sgobbare
evidenziare gli elementi di
imperativo di essere e avere per
donne lavoratrici e loro tempo
ironia
esortare e dare consigli
aggettivi: solidaristico,
concordanza dei tempi del
scrivere un decalogo del buon
5Il dovere di dare una
qualificante
congiuntivo in dipendenza dal
cittadino
mano
V servizio civile
condizionale
servizio civile in Italia
S lettera al giornale e risposta:
interrogative indirette con
comprendere opinioni
congiuntivo

1Festivit storiche

V documentario

LAgnese va a morire di Renata Vigan (storie della Resistenza)

Esercizi supplementari

prendere appunti e riassumere una lezione accademica


aggettivi e pronomi indefiniti: tanto, troppo, parecchio, poco, tutto, altrettanto

Unit 09 Italia mondo


Percorsi e temi

1Quando partivamo noi


emigrazione italiana
odissea del viaggio
pregiudizi verso gli italiani

003_006_U0_30310_B2.indd 6

p. 196
Generi testuali e abilit
Nuovomondo
V fare ipotesi su trama, finale e
titolo del film Terraferma
S articolo: trovare aspetti comuni
tra lemigrazione degli italiani e
limmigrazione di oggi
V film

Lessico/testualit
sinonimi: abissale, rimesse
sfera semantica
imbarcazione: ponte,
carretta del mare
alterati con -accio: vitaccia
alterati: -ino, -etto, -one

Grammatica
concordanza dei tempi del
congiuntivo (riepilogo)

Loescher Editore - Vietata la vendita e la diffusione

22/01/13 17.10

Indice
2Radici

italiani razzisti?
tema della cittadinanza
documentario 18 Ius Soli

di Radici: capire
derivazione (nomi
aggettivi combinazione di un nome con
pi aggettivi
novit e scopo del programma
con -ale, -ile, -are, -oso, -ico)
aggettivi con funzione di nomi:
derivazione (nome
gli irregolari
aggettivi etnici): boliviano
A ricetta di un piatto etnico
parole per preparare una
ricetta
spiegare una ricetta complessa
V trailer del documusical
giustapposti: cinema-teatro
LOrchestra di Piazza Vittorio
nomi di strumenti musicali
S recensione di un progetto
composti: lo scolapasta
V spot per lintegrazione
segnali discorsivi e connettivi: posizione di anche
S sondaggio sul razzismo
appunto, tra laltro, non so
posizione di focalizzatori come
A V notizie da TG: prendere
anche: addirittura, proprio
connettivi per argomentare
appunti e scrivere un articolo

La mia casa dove sono, cap. Essere italiano per me di Igiaba Scego (difficolt a integrarsi)

S recensione

immigrazione regolare in Italia


oggi

3Ricette e suoni dal


mondo

ricetta della moussaka


storia di un progetto
multiculturale a Roma

4Nuovi italiani

6La lingua della Sociologia

S saggio

sulle seconde generazioni: associare una sintesi ai paragrafi

scrivere una relazione sul fenomeno migratorio nei propri Paesi in epoche diverse
ripasso delle preposizioni; uso della maiuscola

Esercizi supplementari

Unit 10 Corpo e anima


Percorsi e temi

Generi testuali e abilit


Lessico/testualit
parole delle competizioni
di eventi sportivi
A cronaca sportiva
sportive: semifinale, battere
aggettivi per descrivere
riportare unintervista
S articolo: capire la descrizione di
il paesaggio: impervi,
serpeggianti
strade e paesaggi

1Siamo tutti sportivi

S descrizione

Mondiali di calcio e Giro


dItalia
cronaca delle Olimpiadi 2012

2
3Religioni allitaliana

p. 222
Grammatica
discorso indiretto
ripasso dei comparativi
irregolari
congiuntivo in frasi relative con
superlativo relativo: il miglior
goal che abbia mai visto

Questa storia di Alessandro Baricco (un incontro durante la Mille Miglia)


congiuntivo indipendente: che
parole polisemiche: volta
vinca il migliore
lingua e religione: modi di dire
(mandare al diavolo, come Dio congiuntivo indipendente:
comanda)
elativo, permissivo, dubitativo
infinito sostantivato
sinonimi: inestetismo,
alienazione
derivazione (prefissi verbali):
invecchiare, ridisegnare,
abbellire
espressioni metaforiche con
congiuntivo pragmatico
ridere: ridere sotto i baffi
(dislocazione di frase
aggettivi che indicano parti del
oggettiva): che sorridere
corpo: polmonare, sanguigno
mettesse di buon umore lo
derivazione (nomi con suffisso
sapevamo
-ata): ragazzata, cretinata
S intervista a un farmacologo; S testi su agopuntura e omeopatia

grafici e dati sulla religiosit


degli italiani: fare un confronto
con il proprio Paese
S intervista a un sociologo:
inserire le domande
dati sulla chirurgia estetica
4Il corpo trasformato
V documentario Il corpo delle
ruolo dellaspetto fisico
donne: esprimere opinioni
chirurgia estetica: pro e contro
S articoli: confronto tra idee
rapporto tra bellezza e
scrivere una lettera al giornale
invecchiamento
S articolo: conversare in gruppo
5Terapie alternative: lo
S articolo: riordinare i paragrafi
yoga del sorriso

seduta di risoterapia: seguire
benessere e pratiche spirituali
istruzioni e farsi una bella risata
terapie alternative e yoga della
risata
religione in Italia
cattolici italiani e atei devoti

6La lingua della Medicina


Esercizi supplementari

realizzare unintervista e riportarla orale in un testo scritto


ripasso delluso degli articoli; indefiniti (riepilogo); prefissi dintensit; connettivi eccettuativi

Appendice

p. 247

Sezione esercizi
Sintesi grammaticale
Glossario dei riferimenti culturali

Icone
Attenzione

Task di gruppo

p.
2
p. 78
p. 155

Soluzioni della Sezione esercizi


Indice analitico degli
elementi grammaticali

* Rimando al
Glossario dei
riferimenti culturali

E 2, 3

Rimando alla Sezione


esercizi

p. 166
p. 174

SG p.95

Rimando alla Sintesi


grammaticale

Loescher Editore - Vietata la vendita e la diffusione

003_006_U0_30310_B2.indd 7

29/01/13 10.33

01
1

Italia
in controluce

In gruppi. Osservate i dati riportati nei grafici: quali


vi sorprendono di pi? Provate poi a rispondere
alle domande pensando al vostro Paese: quali
somiglianze/differenze trovate con lItalia?

Ritroviamo il Belpaese
Che cosa pensa che gli stranieri
apprezzino di pi dellItalia?

Quale considera la migliore


qualit degli italiani?
Larte di arrangiarsi

11

Le bellezze
naturali

La fantasia

Il clima

La passione

30

22

11

Lospitalit

11

La capacit di farla franca

Lallegria

67

19

La cultura

La cucina

(storia, monumenti, arte)

Che cosa la imbarazza di pi


dellessere italiano?
5

La malsanit

La solidariet

Il senso dellonore

Qual il peggior
difetto degli italiani?
3

I treni in ritardo

La gelosia

Il razzismo

11

Il deficit
pubblico

La superstizione

50

Lo scarso
senso
civico

40

La mafia

12

Il degrado
del territorio

31 Lemergenza rifiuti

11

22

8 Lindividualismo Il menefreghismo
La poca voglia di lavorare

(I dati delle pp. 8 e 10 sono tratti da Il Belpaese, dossier del Venerd di Repubblica, 29 febbraio 2008)

01 Italia in controluce

008_033_U1_30310.indd 8

Loescher Editore - Vietata la vendita e la diffusione

21/01/13 16.04

In gruppi. Le Nuove lettere persiane1 (2010) sono una


raccolta di racconti scritti da giornalisti stranieri che vivono
in Italia, di cui vi proponiamo alcuni brani. I gruppi A
leggono i testi seguenti, mentre i gruppi B leggono quelli
in Appendice (p. 248). Provate a indovinare la nazionalit
di chi ha espresso queste osservazioni e critiche e dite se
le condividete. Che cosa vi colpisce nelle differenze tra il
vostro modo di vivere e quello degli italiani?

Da

noi grasso bello. il corpo che parla, racconta del suo benessere e quindi della ricchezza, dello status sociale. Nessuno sembra preoccuparsi troppo del colesterolo e dei problemi
cardiaci conseguenti. Morire dinfarto comunque da
ricchi, sempre meglio che morire di fame. In Italia ogni
duecento metri ci sono supermercati, scintillanti di
luci e di offerte vantaggiose. Ma qua tutti ti dicono che
il grasso non glamour.

osa ti posso raccontare che non sai?


Pensandoci bene, a mancare da
queste parti lo spazio. Vie strette
strette, soprattutto quelle pi vecchie, che
dovrebbero essere super autostrade per sistemare la grande marea di macchine (fiammanti, sembrano tutti ricconi e catorci non
riusciamo a trovarne io e Gabriel). Case ammonticchiate in palazzi che contengono tante persone ammonticchiate in famiglie. [...]
Ho visto sulla cartina geografica che lItalia piccola piccola, sta tre volte nel mio
Paese, ho misurato con le dita, sar giusto,
se no a che servono le cartine? Per questo
gli italiani sono gli uni addosso agli altri e
sembra strano che invece di parlarsi piano,
cos vicini, urlino sempre; saranno anche un
po tanto sordi come labuelito?
(Adattato da Nuove lettere persiane,
a cura di F. Spinelli, Ediesse, Roma, 2010)

Ricomponete dei nuovi gruppi formati da


studenti del gruppo A e studenti del gruppo
B. Condividete quello che avete letto. Scrivete
un elenco degli aspetti che infastidiscono
gli stranieri che hanno scritto i testi; poi
integratelo con le vostre osservazioni.
1 il titolo un omaggio alle Lettere persiane di Montesquieu,
scrittore e filosofo francese che nel Settecento scrisse una
feroce satira dei costumi dei francesi ed europei visti da
due viaggiatori persiani

Italia in controluce 01

Loescher Editore - Vietata la vendita e la diffusione

008_033_U1_30310.indd 9

21/01/13 16.04

Percorso

Visti da dentro e visti da fuori


1a In gruppi. Osservate i dati statistici e mettete in comune le vostre conoscenze su questi temi.
caratteristiche della storia nazionale italiana
senso di unit e identit nazionale

in che modo gli italiani esprimono il loro patriottismo*


quali fattori hanno influito negativamente sullo sviluppo dellItalia

Che cos' secondo lei lunit nazionale?


Dato medio

Nord

Centro

Sud e isole

Un bene irrinunciabile

52

45

62

55

La premessa del benessere economico

12

10

15

Una realt storica che si pu modificare

22

27

16

20

La giustificazione di un sistema basato


sullassistenzialismo

10

Non sa / non risponde

Con chi sostiene che la patria sia un valore


attuale in cui identificarsi, lei

Del tutto in disaccordo

19

In disaccordo

Su che cosa si basa lidentit degli italiani?

14

37

La Chiesa cattolica

La Costituzione*

76
Daccordo
(Di cui il 24 del
tutto daccordo e
il 52 daccordo)

25

24

La lingua italiana

Lidea di patria

1b In coppia. Leggete una delle due interviste e rispondete alle domande.


Coppia A

1 Intervista al linguista
Raffaele Simone
(qui sotto)

Coppia B

2 Intervista al sociologo
francese
Marc Lazar
Appendice (pp. 248-249)

Linquieta identit dei figli di Manzoni


La nostra sar anche una repubblica fondata sul lavoro, ma a tenerla insieme, o appiccicata, ci pensa la
gomma americana, visto che siamo fra i pi accaniti consumatori al mondo di chewing gum. [] da un
5 sondaggio realizzato dalla Swg per Il Venerd, risulta che solo il 52 per cento dei suoi cittadini considera lunit nazionale un bene irrinunciabile. E a Nord
la percentuale scende al 45, per non dire che oltre un
quarto dei settentrionali la considera una realt stori-

10

01 Italia in controluce

008_033_U1_30310 - Copia.indd 10

ca modificabile. Ma a parlare di patria, elemento che 10


perturba per definizione, le cose si complicano: inattesi, 76 intervistati su cento la considerano un valore
attuale in cui identificarsi. Quale patria? Tante piccole
patrie, visto che la percentuale varia sensibilmente dal
15
Nord (66) al Centro (75) al Sud (82).
Forse non ci siamo intesi sulla parola, urge un linguista. Raffaele Simone, direttore del dipartimento
di Linguistica a RomaTre, uno dei pi influenti in

Loescher Editore - Vietata la vendita e la diffusione

06/02/13 10.17

Percorso
Europa, si occupa anche di filosofia della cultura ed
20 incline agli sconfinamenti [] Ladesione al patriottismo sar collegata al ceto e alla cultura sospetta
il professore: Da noi, cala se cresce listruzione. In
effetti, sono ben 24 i punti di differenza nellattaccamento al sacro suolo fra gli anziani e i giovani, che
25 non saranno tutti fini intellettuali, ma pi scolarizzati
dei nonni s.
Altra sorpresa: solo il 25 per cento considera un elemento della nostra identit il fatto di parlare la stessa
lingua.
30 La storia linguistica italiana una storia di separazione. Tende faticosamente verso lunificazione e un livellamento non ancora raggiunto. Non c uno standard
decente dellitaliano: laureati
che parlano una mezza lingua,
35 giornalisti che ne scrivono di
tutti i colori. Poi, la variet dei
nostri dialetti che incanta gli
studiosi unenorme ricchezza, ma anche uno straordinario
40 elemento di divisione e debolezza. E, allestero, litaliano,
per tradizione, non lo parla
quasi nessuno: una parte degli svizzeri e qualche somalo.
45 Siamo un piccolo Paese, con
una piccola lingua e una piccola storia. Non abbiamo eventi
fatali che producano un mito
di fondazione, come la presa
50 della Bastiglia o la Guerra di
Secessione: ci abbiamo provato con il Risorgimento* e la
Resistenza*, ma non reggono,
non furono eventi di massa. Non abbiamo un valore for55 te come la grandezza nazionale o la laicit in Francia,
non abbiamo glorie militari. []
Ma a tenerci insieme, oltre al chewing gum, c la Nazionale di calcio. Per 40 intervistati su cento lentit
che pi ci fa sentire italiani. Seguono pizza, Ferrari,
60 spaghetti. Ma cosa cementa davvero lidentit di un
popolo?
Preferirei poter dichiarare che il nostro orgoglio nazionale sono i master universitari o lintelligenza. Mi
accontento di dire che mi fa sentire abbastanza italia65 no la meravigliosa variet della nostra cucina. Ma poi

tutta questa variet non aiuta a unire. La Nazionale


in effetti il nostro principale movente. Non a caso
negli ultimi ventanni i politici [] si sono buttati
sullo sport. Per tenere insieme un popolo ci vuole
quello che, nel Discorso sopra lo stato presente dei 70
costumi italiani*, Leopardi, lamentandone gi allora la mancanza, definiva la societ stretta: unassociazione basata sul reciproco riconoscimento e sulla
convinzione che il bene dellaltro, quindi comune,
75
giovi anche a me.
Infatti, nel sondaggio, scarso senso civico, menefreghismo e individualismo sono indicati, stavolta quasi
allunanimit, i peggiori difetti nazionali. Da cosa dipende lincapacit di un sentire comune?
Le ragioni si trovano in un
altro libro, I promessi sposi*,
che di solito non vengono letti in questa chiave. Credo che
allepoca di Manzoni, come
nel Seicento che il romanzo
rappresenta, i tre fattori fondamentali
dellarretratezza
civica italiana fossero gi evidenti: la Chiesa, le dominazioni straniere, la mafia. Non
quella storicamente siciliana,
ma quella di origine nobile e
feudale []. Tutti insieme,
questi tre fattori non si trovano in nessun altro Paese dEuropa. LItalia, poi, non si
mai data lopportunit illuministica di distinguere i poteri
civici da quelli religiosi. debolissima: il papa qui fa cose
che non si permetterebbe in Irlanda o in Spagna. []

80

85

90

95

100

Acquiescenti con il clero ma furenti con la politica:


per oltre la met degli intervistati, i responsabili della divisione sono i partiti. Si pu leggere la mancanza di coesione come il conflitto con uno Stato che non 105
onora gli elementari diritti e bisogni dei cittadini?
Credo che in parte sia cos. I nostri sindaci, per
esempio, sembrano avere un approccio ultramondano,
in senso cattolico, ai problemi quotidiani. Trasporti,
spazzatura, servizi, insomma, il bene pubblico, non 110
sono davvero importanti. Quel che conta altrove, pi
in alto. []

(Da Paola Zanuttini, Il Belpaese, dossier del Venerd di Repubblica, 29 febbraio 2008)

1 Nellapertura dellarticolo il giornalista cita dei dati sullunit nazionale e sulla patria per mettere in evidenza
una contraddizione. Quale?
2 Quali sono, secondo Simone, gli elementi storici che spiegano la disunit italiana?
3 Che cosa manca agli italiani per essere un popolo unito?
4 Quali sono i fattori di arretratezza civica, secondo Simone?

1c Formate nuove coppie e raccontatevi quali sono le osservazioni dei due intellettuali intervistati, Simone e
Lazar, sui temi elencati nellesercizio 1a.

Italia in controluce 01

Loescher Editore - Vietata la vendita e la diffusione

008_033_U1_30310 - Copia.indd 11

11

06/02/13 10.25

Percorso

1d In coppia. Mettendo in comune quello che ricordate, attribuite le affermazioni seguenti a Simone (S) o a
Lazar (L). Poi controllate le vostre risposte riguardando i testi.
1

L a storia italiana non caratterizzata da un mito fondatore o da grandi eventi nazionali come accaduto
in Francia, cos ci che fa sentire uniti gli italiani spesso lo sport.

L Italia stata caratterizzata da uno Stato debole e da una classe politica spesso eletta sulla base del voto
di scambio (cio del voto dato non per scelta politica ma per tornaconto e vantaggio personale).

P urtroppo allestero limmagine dellItalia ancora ingiustamente collegata alla corruzione e al


pressappochismo, oppure ai marchi del lusso, ma credo che questa immagine vada superata e che il Paese
debba sviluppare altre potenzialit come quella della ricerca.

L Italia non ancora uno Stato completamente laico: la presenza della Chiesa ha storicamente influenzato
lo sviluppo del Paese, anche perch non mai esistita una chiara distinzione tra lambito civico e quello
religioso.

S ono ottimista e credo che gli italiani in fondo abbiano il senso dellidentit nazionale, cos come una
maggiore capacit di adattamento ai cambiamenti, come nel caso della globalizzazione.

 on sono molto ottimista, mi sembra che allItalia manchi ancora il riconoscimento dellimportanza del
N
bene comune e del senso civico, sui quali si basano gli Stati moderni.

Entrare nel lessico

Nomi in -ismo
1e Trova nei due testi i nomi che esprimono alcune caratteristiche della societ italiana e che corrispondono
ai significati qui sotto. Prova a indicare da quali parole derivano.

1 sentimento di amore e fedelt verso la propria patria patriottismo

(da:

2 mancanza di attenzione o indifferenza verso altre persone o verso i propri doveri


)
(da:
3 atteggiamento o concezione filosofica che considera lindividuo prioritario rispetto alla societ
(da:
)
4 intenso movimento e operosit, capacit di trasformazione e rinnovamento
)
(da:
5 tendenza a fare le cose con approssimazione e superficialit
)
(da:

Il suffisso -ismo si usa per derivare un nome comune astratto che pu indicare: un comportamento o un
atteggiamento, una caratteristica o una condizione fisica, un movimento religioso, politico o artistico,
unattivit sportiva o del tempo libero.

1f

In coppia. Derivate dalle parole seguenti dei nomi in -ismo e date una definizione del loro significato
aiutandovi con le indicazioni nel riquadro qui sopra. Se necessario, utilizzate un dizionario.

eroico

eroismo: comportamento coraggioso e valoroso

1 sociale

6 alpino

2 egoista

7 alcolista

3 islamico

8 fanatico

4 muto

9 ottimista

5 collezione

12

01 Italia in controluce

008_033_U1_30310.indd 12

10 attivo

Loescher Editore - Vietata la vendita e la diffusione

21/01/13 16.04

Percorso

Parlare di dati statistici e percentuali


1g Osserva in che modo vengono espresse le percentuali. Modifica le frasi che commentano le statistiche di
p. 10 utilizzando unespressione alternativa come negli esempi.

Solo il 52% dei suoi cittadini considera


lunit un bene irrinunciabile. Al Nord la
percentuale scende addirittura al 45 e oltre
un quarto dei settentrionali la considera una
realt storica modificabile.

Solo 52 cittadini su cento considerano lunit

[Per quanto riguarda la patria,] 76 intervistati


su cento la considerano un valore attuale.

Il 76% degli intervistati la considera un valore attuale.

Pi di un quarto / Pi del 25% la considera

1 Secondo un quarto dei cittadini italiani lidentit nazionale si basa sulla lingua.


2 Il 14% degli italiani afferma che lidentit nazionale basata sulla Chiesa cattolica.


3 Oltre la met degli italiani pensa che lunit nazionale sia un bene irrinunciabile.


4 Per il 37% dei cittadini intervistati la Costituzione alla base dellidentit nazionale.


5 Meno di un quarto degli intervistati pensa che lidentit nazionale sia fondata sullidea di patria.


6 Solo il 5% degli italiani non considera assolutamente la patria un valore attuale.


Ora formula tu alcune frasi con queste espressioni utilizzando i grafici a p. 8.

Entrare nella grammatica

Pronomi
1h In coppia. Rileggete il testo a pp. 10-11, sottolineate i pronomi diretti, indiretti e le particelle
pronominali ci e ne ed evidenziate ci a cui si riferiscono. Poi rispondete alle domande.

1 A quale nome si riferisce il pronome la alla riga 12?


2 Che valore ha il ne nellespressione idiomatica ne scrivono di tutti i colori (rr. 35-36)?
Conosci altre espressioni dello stesso tipo?
3 A che cosa si riferisce il -ne alla riga 71?
4 Confronta la frase Allestero litaliano non lo parla quasi nessuno (rr. 41-43) con la frase
Allestero quasi nessuno parla litaliano. Perch, secondo te, lautore ha usato questa costruzione
tipica del parlato?
E1

Italia in controluce 01

Loescher Editore - Vietata la vendita e la diffusione

008_033_U1_30310 - Copia.indd 13

13

06/02/13 10.18

Percorso

Significati di ci
1i

Analizza le frasi e per ciascuna indica il valore della particella ci scegliendo tra quelli elencati.

CI

a locativo (Lavoro a Roma, ma non ci ho mai abitato)


b esistenziale con il verbo essere (c, ci sono)
c pronome dimostrativo neutro (= a ci, a questo)
d pronome diretto 1a pers. plur. (= noi)
e pronome indiretto 1a pers. plur. (= a noi)
f pronome reciproco 1a pers. plur. (ci parliamo)
g pronome riflessivo utilizzato con si impersonale (ci si alza)
h verbi idiomatici (volerci, tenerci ecc.)

1 A tenerla insieme (
2 Forse non (

) ci pensa la gomma americana.

) ci siamo intesi sulla parola.

3 Non abbiamo eventi fatali che producano un mito di fondazione: (


) ci abbiamo provato con il
Risorgimento e la Resistenza, ma non (
) ci hanno lasciato valori forti e condivisi.
4 Ma a (
) tenerci insieme, oltre al chewing gum, c la Nazionale di calcio. Per 40 intervistati su
cento lentit che pi (
) ci fa sentire italiani.
5 Per tenere insieme un popolo (
6 come se non (
molti italiani.

1l

) ci vuole quello che Leopardi definiva la societ stretta.

) ci si accorgesse che la prima sensibilit a essere colpita proprio quella di

Correggi gli errori ed elimina le ripetizioni nelle frasi utilizzando la particella ci.

Molti si preoccupano del dissesto idrogeologico solo quando c unalluvione, ma bisogna pensare a
questo prima e si deve impegnarsi per far rispettare le regole.

bisogna pensarci prima e ci si deve impegnare per far rispettare le regole.
1 I disservizi nelle grandi citt che pi danno fastidio a noi sono i ritardi nei trasporti, perch gli
autobus non sono mai in orario e non si pu mai contare sugli autobus.



2 Molti italiani pensano che non si deve arrendersi: la corruzione pu essere sconfitta con laiuto di
tutti, ma bisogna credere a questo e diffondere la cultura della legalit.



3 Vorremmo coinvolgere di pi i nostri concittadini nelle decisioni che riguardano la citt: abbiamo
provato a coinvolgerli organizzando delle assemblee di quartiere ma non hanno funzionato perch i
cittadini non venivano mai a queste assemblee.



4 Abbiamo cercato di migliorare il rapporto con i politici locali, ma non siamo riusciti a fare questo
perch non davano mai retta a noi.



E3

14

01 Italia in controluce

008_033_U1_30310 - Copia.indd 14

Loescher Editore - Vietata la vendita e la diffusione

06/02/13 10.19

Percorso

LItalia fotografata dallIstat


2a In coppia. State per ascoltare una trasmissione radiofonica in cui un giornalista presenta lAnnuario

dellIstat*, lIstituto nazionale di statistica, che fotografa ogni anno la situazione dellItalia e dei principali
fenomeni ambientali, demografici, sociali ed economici. Ecco una lista di
temi trattati dallAnnuario: quali saranno, secondo voi, quelli pi rilevanti?
laumento dei prezzi delle abitazioni
linsicurezza creata dalla crisi economica
le modalit di risparmio e investimento delle famiglie
la crescita del lavoro femminile
i dati sulloccupazione giovanile
linvivibilit delle citt italiane
la crisi demografica e linvecchiamento della popolazione
la crescita del web, soprattutto in campo culturale
laumento del commercio elettronico
la diminuzione dei matrimoni religiosi

2b mp3

T1 Ascolta lintervista e verifica le tue ipotesi. Quali sono, secondo il


giornalista, i dati pi significativi? Sottolineali nellelenco dellesercizio 2a.
Quali altri aspetti vengono illustrati nel servizio radiofonico?

2c

mp3 T2 Riascolta la seconda parte del servizio e completa le informazioni relative ai matrimoni.

1 Numero di matrimoni allanno: anni Settanta


2 Matrimoni religiosi: in passato

; oggi meno di
; oggi

3 Perch i matrimoni religiosi sono diminuiti?


4 I matrimoni

sono diventati la

nelle

5 Come cambiata la famiglia italiana? Quali sono le espressioni che vengono usate per descrivere le famiglie?

2d

Matrimoni In gruppi. Guardate il video in cui una sociologa commenta uno spot pubblicitario rivolto
alla famiglia allargata e rispondete alle domande. Fate un confronto con la situazione nel vostro Paese
riflettendo su matrimoni religiosi/civili, convivenze e famiglie allargate.

1 Quali sono state le reazioni a questo spot? La famiglia allargata accettata da tutti nella societ italiana?
2 Osserva le immagini dei matrimoni: che differenze ci sono?
3 Considerato che in Italia il divorzio viene concesso tre anni dopo la separazione ufficiale, vi pare possibile che
il signore nello spot abbia avuto tre mogli? Perch, allora, tutte vengono chiamate con questo appellativo?
E 2, 4, 5

Italia in controluce 01

Loescher Editore - Vietata la vendita e la diffusione

008_033_U1_30310.indd 15

15

21/01/13 16.05

Percorso

La psicologia degli italiani tra stereotipi e scienza

Italia un Paese di regioni, province, campanili, il Paese del particolare, dove le diversit locali si sono cristallizzate nel corso dei
secoli, dando vita ad altrettanti luoghi comuni sul carattere degli
abitanti. Una quipe di studiosi, guidata dallo psichiatra e criminologo
Vincenzo Maria Mastronardi1, ha cercato di ricostruire, utilizzando gli
strumenti della psicologia, della storia e della sociologia, tali diversit tipologiche per delineare i contorni dei caratteri psicologici
propri delle regioni italiane, raccontando fascino e stereotipi dei
vari tipi di italiani del Centro-Sud e del Centro-Nord.

3a Prima di ascoltare la presentazione dei due curiosi volumi, rispondi alle domande. Puoi raccogliere qualche

idea guardando alcune sequenze del film Benvenuti al Nord*. Ti consigliamo la parte sul primo giorno di
Mattia a Milano (da 30 a 40).

1 Quali regioni italiane sono considerate del Nord, del Sud e del Centro?
2 Che cosa conosci delle differenze di caratteri e stili di vita tra il Nord e il Sud dellItalia? Secondo te, che cosa
determina le differenze di carattere e di abitudini?

3b mp3

T3 Ascolta lintervista al professor Mastronardi e associa a ogni regione alcune caratteristiche


attribuite ai suoi abitanti. Puoi annotare accanto a ciascuna regione altre caratteristiche.

Sardegna

a chiusi, poco comunicativi

Liguria

b parsimoniosi, attaccati alla terra e al lavoro

Trentino Alto Adige

c scettici, ironici, spacconi, astuti

Piemonte

d riservati, testardi

Lombardia

e laboriosi, sempre di fretta, scontenti

Emilia Romagna

f tirchi

Campania

g furbi, allegri, superstiziosi

Lazio

h rigorosi, discreti, efficienti

Puglia

i positivi, allegri, cordiali

1 V. M. Mastronardi, Psicologia degli italiani del Centro-Nord. Tipi, vizi, pregi e difetti e Psicologia degli italiani del Centro-Sud. Tipi, vizi, pregi e
difetti, Centro Scientifico Editore, 2007

16

01 Italia in controluce

008_033_U1_30310.indd 16

Loescher Editore - Vietata la vendita e la diffusione

21/01/13 16.05

Percorso

3c

mp3 T3 Riascolta e rispondi alle domande.

1 Quali sono le ragioni storiche che spiegano il carattere dei sardi?


2 Perch, secondo Mastronardi, i liguri sono diventati tirchi?
3 Quali sono i difetti dei lombardi e degli abitanti del Nord Italia?
4 Che cosa spiega il carattere dei pugliesi?
5 Quanto tempo ci voluto per realizzare questo progetto? Su che cosa si sono basati Mastronardi e i suoi
collaboratori?
E6

Entrare nel lessico

Descrivere una persona


3d In coppia. Qui sotto trovate un elenco di aggettivi che si riferiscono alle caratteristiche citate dal professor
Mastronardi nellintervista. Individuate i nomi astratti derivati da questi aggettivi utilizzando uno dei
suffissi indicati nel riquadro.

riservato / testardo / permaloso / diffidente / tirchio / simpatico / discreto


efficiente / laborioso / scontento / allegro / cordiale / furbo / sfrontato / scettico
aggettivi nomi astratti
-eria, -zione, -ia, -ezza, -aggine, -ismo, -it, -enza, -izia
Verificate di conoscerne il significato e dividete gli aggettivi in due gruppi a seconda che queste
caratteristiche siano per voi positive o negative. Se volete, aggiungete agli insiemi altri termini utili
per descrivere il carattere di una persona.

Italia in controluce 01

Loescher Editore - Vietata la vendita e la diffusione

008_033_U1_30310.indd 17

17

21/01/13 16.05

Percorso

3e Indica quattro caratteristiche per descrivere:


i tuoi connazionali
gli abitanti della tua citt/regione
il/la tuo/a migliore amico/a
la persona che pi detesti
te stesso
e come vorresti essere!
In gruppi di nazionalit diverse confrontatevi sui nomi che avete scelto.

3f

In gruppi. Leggete questa discussione tratta da un blog. Che cosa ne pensate? Secondo voi, si pu parlare
del carattere di un popolo o i popoli sono fatti di tante persone diverse tra loro e quindi non si pu
generalizzare? Cercare di descrivere un popolo, una citt, un Paese porta inevitabilmente a creare degli
stereotipi e dei pregiudizi oppure pu servire a capire meglio le persone? Confrontatevi sugli stereotipi
che caratterizzano il vostro Paese e dite quali sono quelli in cui non vi riconoscete affatto.

Ieri ho sentito unintervista alla radio dove un professore diceva che i romani
channo le sette ossessioni capitali, io sono di Roma ma non ho capito cosa
sono qualcuno lo sa? Diceva pure che siamo scettici e pieni di ironia, sar...
Sissi25

Life87

Sissi25

Chiedi

18

Molti dicono che i romani, vivendo in un posto cos influenzato dalla storia,
(Roma caput mundi si dice in latino, no?) hanno sviluppato un rapporto di
amore-odio con il potere, dello Stato ma anche della Chiesa, perch nei secoli hanno imparato a diffidare dei potenti o di chi professava un credo religioso
solo per mantenere il potere politico. Quindi sono scettici, hanno paura delle
fregature, della cosiddetta sla (cio la truffa, linganno), si fidano poco degli
altri e si difendono con lironia
Sulle ossessioni capitali so che c uno studioso (credo si chiami Compagno)
che aveva scritto un libro sui romani e diceva che i laziali, oltre alla sla, hanno
queste ossessioni: la rumorosit (cio sono caciaroni), il calcio, la citt di Milano (e il complesso di superiorit dei milanesi), il cellulare (cio lesibizionismo),
la raccomandazione (cio il nepotismo: Conosco ergo sum) e le tasse (che
trovano sempre alte e che non vorrebbero mai pagare).
Grazie della risposta, per che pizza! Ma ci sono ancora tutti sti stereotipi sui
romani? Non se ne pu pi, ci siamo sopportati per anni i clich sul romanaccio
e il So dde Roma dei film di Sordi e di Verdone Basta!! Io non mi riconosco
affatto in questa descrizione e nemmeno ci riconosco i miei amici, sono solo
stupidi luoghi comuni, pregiudizi Ma chi lha detto che non vogliamo pagare
le tasse? Siamo tutti uguali e tutti diversi, come nel resto del mondo

Rispondi

01 Italia in controluce

008_033_U1_30310.indd 18

Scopri

Loescher Editore - Vietata la vendita e la diffusione

21/01/13 16.06

Percorso

La pubblicit
4a Henry Ford, celebre industriale americano
e fondatore dellomonima casa
automobilistica, diceva che La pubblicit
lanima del commercio. Tu che cosa
ne pensi? Leggi queste citazioni sul tema
e confrontati con un compagno. Quale
affermazione ti convince di pi e perch?

La democrazia
in pericolo? Lo sapremo
dopo la pubblicit.
(Ellekappa)

Le promesse,
le grandi promesse,
sono lanima della pubblicit.
(Samuel Johnson)

La pubblicit
il commercio dellanima.
(Marcello Marchesi)
Non mimporta
di come parlino di me,
basta che ne parlino.
(George Micheal Cohan)

La pubblicit si pu descrivere
come la scienza di fermare
lintelligenza umana per il tempo
necessario a spillarle quattrini.
(Stephen Leacock)

Anche Dio crede nella pubblicit,


infatti ha messo campane
in ognuna delle sue chiese.
(Sacha Guitry)

4b

La maggior parte
della pubblicit non fa
tanto appello alla ragione
quanto allemozione.
(Erich Fromm)

Pubblicit 1 In gruppi. Ecco quattro spot televisivi della pasta Barilla* girati in diversi periodi che
vanno dagli anni Ottanta fino al 2009. Guardateli e discutete.

Che tipo di persone e situazioni rappresentano gli spot?


Qual limmagine del prodotto che vogliono trasmettere? cambiata nel tempo?
Che cosa vi colpisce di pi negli spot (le immagini, la musica, i personaggi ecc.)?

1985, diretto da Fellini

1987

1999

2009, con Mina

Italia in controluce 01

Loescher Editore - Vietata la vendita e la diffusione

008_033_U1_30310.indd 19

19

21/01/13 16.06

Percorso

4c Leggi il testo e inserisci al suo interno le descrizioni degli spot mancanti.

Il bambino porta a pranzo lallenatore di basket americano senza avvertire la mamma.


Il pap non presente e gli sguardi dintesa e ammiccamenti tra la mamma e lallenatore danno alla storia
un sapore di questo solo linizio.

In un altro spot di quegli anni il padre


partiva in aereo per lavoro e una volta in
volo si ritrovava in tasca un pezzetto di pasta
che i bambini gli avevano infilato di nascosto
perch si ricordasse di loro.

Le moderne coppie spesso sono costrette per lavoro


a vivere distanti, in citt lontane. Lei a Roma e lui a
Londra. Quello che li unisce un pc e un piatto di farfalle,
perch anche lontano ci si pu sentire a casa, basta cuocere della pasta Barilla.

Luomo intanto si trasformato da dilettante casalingo che


sfida la moglie tra i fornelli a cuoco esperto della Barilla e prepara il pesto con tanta passione perch sta pensando alle persone
che ama. Il pesto pronto permetter finalmente alluomo di portare
in tavola le sue bavette al pesto.

Una bimba cinese dallaria un po sperduta e spaventata arriva allaeroporto accompagnata da una hostess.
Una coppia la sta aspettando per portarla con s a casa dove la nonna e i nuovi fratelli laccolgono con un fumante piatto di pasta.

Come cambia lItalia:

Barilla fa lezioni di sociologia

10

15

20

25

Lo slogan Dove c Barilla c casa uno di quelli che abbiamo sentito tutti. E forse lo abbiamo criticato, sbeffeggiato, insieme agli spot, per il condensato di luoghi comuni e
musiche che vogliono farci sognare. Ma forse proprio per
questo che le campagne pubblicitarie dellazienda parmense
hanno tanto successo; in ogni caso ci aiutano a ricostruire i
cambiamenti intercorsi nella nostra societ, soprattutto negli
ultimi quarantanni.
A partire dagli anni 70 e in particolar modo dagli anni 80,
gli spot della Barilla presentano una serie di episodi legati al
senso della famiglia e ai buoni sentimenti. Tra i pi famosi ricordiamo certamente quello della bambina con il K-way giallo
che perdeva lo scuolabus per tornare a casa da scuola: lungo
il tragitto trovava un gattino tutto bagnato e infreddolito e decideva di prenderlo con s. (1)
La famiglia rappresentata in questi spot una famiglia moderna, lontana da quelle vecchie tavolate dove era riunita tutta
la famiglia allargata: il nuovo nido familiare ospita solo un
piccolo cucciolo, al massimo due (rigorosamente un maschio
e una femmina, specchio dei genitori e prototipo della famiglia felice). Questa era del resto la realt familiare presente
allinterno della societ: la donna emancipata era entrata a
pieno regime nel mondo del lavoro e aveva meno tempo per la
famiglia e per la gestione dei figli, bench rimanesse il fulcro
della vita familiare ( lei che rientra prima per pranzo, lui che
parte per lavoro).
Gli anni 90 vedono una forte espansione del processo di
globalizzazione, con una conseguente internazionalizzazione
delle relazioni economiche e interpersonali. Barilla porta uno

stravolgimento del concetto di famiglia che da tradizionale diviene internazionale, e che vede laggiungersi di nuove figure
esterne.
Lo spot del 1992 infatti allinsegna di una grande e importante tematica: ladozione internazionale. (2)
Nel 1993 Barilla affronta invece, seppur in maniera ancora
allusiva, il tema del divorzio e per la prima volta si allontana
dallo stereotipo di famiglia perfetta. (3)
Se verso il 2000 la globalizzazione porta le persone a muoversi e ad andare lontano da casa, a inserirsi in nuove culture
e realt sociali, questo non significa per Barilla perdere le proprie origini e abitudini. (4)
Nel 2005 Laura Pausini, cantante italiana di fama mondiale,
a diventare sponsor della pasta Barilla, con uno spot dedicato
alle donne, alle loro aspirazioni, alla loro voglia di fare carriera,
di emergere. (5)
Ma anche nelle pubblicit che Barilla ha trasmesso negli ultimi
anni, in particolare in quelle realizzate con Mina*, continua a
esserci un eco del passato, soprattutto nel ruolo centrale della
donna in cucina. La mamma, seppur impegnata nel lavoro,
attenta alla cura dei figli e della casa; tornata a essere la
regina dei fornelli, delle cene per gli amici e si rivolge a Barilla
perch sa di utilizzare un prodotto di qualit.
Chiudiamo con una piccola nota interculturale: Barilla ben
pubblicizzata anche allestero, ma lo slogan Dove c Barilla
c casa diverso: negli Stati Uniti la Barilla conosciuta
come The choice of Italy [trad. La scelta dellItalia], mentre
in francese ne viene utilizzato uno simile, Les ptes prfres
des Italiens [trad. La pasta preferita degli italiani].

30

35

40

45

50

55

(Adattato da http://adverspoof.wordpress.com/2010/01/11)

20

01 Italia in controluce

008_033_U1_30310.indd 20

Loescher Editore - Vietata la vendita e la diffusione

21/01/13 16.06

Percorso

4d Rileggi il testo e ricostruisci i cambiamenti avvenuti nella famiglia italiana dagli anni Settanta a oggi.

Perch, secondo te, gli slogan utilizzati in altri Paesi sono diversi dallo slogan italiano Dove c Barilla c
casa? A che cosa puntano questi slogan?

4e In piccoli gruppi. Svolgete le attivit 1 e 2. Poi confrontatevi sulle domande proposte.


1 Trovate nel testo le espressioni metaforiche riferite
alla famiglia e ai ruoli famigliari.



mp3

2 T4
Pubblicit 2 Rivedete o riascoltate il quarto
spot e annotate quanto viene detto della famiglia.



Discussione:
Che cosa condividete delle affermazioni sulla famiglia?
Che ruolo ha la famiglia nel vostro Paese?
Come sono articolati i ruoli famigliari?

Entrare nella grammatica

Aggettivi e pronomi dimostrativi


4f

Trova nel testo tutti gli esempi di pronomi e aggettivi dimostrativi (questo/quello) e sottolinea
le parti del testo a cui si riferiscono.
1 Quali sono aggettivi e quali pronomi?
2 In quali casi questo o quello potrebbero essere sostituiti da ci?
3 Che funzione ha il dimostrativo in quelle vecchie tavolate (r. 17)? Da che cosa potrebbe essere
sostituito?

4g Completa le frasi come nellesempio.


Ricorda che la desinenza dellaggettivo quello cambia seguendo le regole duso dell

Non hai mai sentito Dove c Barilla c casa? Ma dai, uno di quegli slogan (slogan) che abbiamo
sentito tutti!
1 Hai letto Il barone rampante? Come no!
dimenticare!

(libro) che non puoi

2 
Ti piace il cioccolato? Mmm,
non mi faccia bene!
3 Non sai chi Pavarotti?

(cosa) che mangerei sempre, peccato


(artista) che conoscono tutti!

4 Sei stato sul Ponte Vecchio? No,


assolutamente vedere se potessi fare un viaggio in Italia.
5 Hai mai mangiato il crescione? No,
assaggiare quando verr a Bologna!
6 Mi manca tantissimo Paolo,

(monumento) che vorrei


(specialit) mi piacerebbe

(amico) che vorresti avere sempre con te.


E7

Italia in controluce 01

Loescher Editore - Vietata la vendita e la diffusione

008_033_U1_30310.indd 21

21

21/01/13 16.06

Percorso

Imperfetto narrativo
4h Osserva i verbi usati nel testo a p. 20 e rispondi alle domande.
Tra i pi famosi ricordiamo certamente quello della bambina con il K-way giallo che perdeva
lo scuolabus per tornare a casa da scuola: lungo il tragitto trovava un gattino tutto bagnato e
infreddolito e decideva di prenderlo con s. In un altro spot di quegli anni il padre partiva in
aereo per lavoro e una volta in volo si ritrovava in tasca un pezzetto di pasta che i bambini gli
avevano infilato di nascosto perch si ricordasse di loro.

1 Viene usato limperfetto a perch viene descritta una situazione al passato.



b perch le azioni si ripetono pi volte in modo abituale.

c per rallentare il tempo della narrazione.
2 Quali tempi verbali potrebbero sostituire limperfetto?
3 Perch lultimo verbo usato al trapassato prossimo?

Limperfetto narrativo sostituisce un tempo perfettivo (passato prossimo o passato remoto) per
drammatizzare la narrazione allungando la durata delle azioni che diventano quasi delle immagini
davanti agli occhi del lettore/ascoltatore (effetto fotogramma). usato soprattutto nelle cronache
giornalistiche.

4i

Completa il resoconto dellincidente con limperfetto e il trapassato prossimo. Da dove, secondo


te, comincia leffetto fotogramma? Quali verbi potrebbero essere sostituiti dal passato
prossimo?

INCIDENTE STRADALE AD ACQUAMORTA, FERITO UN MOTOCICLISTA


Incidente stradale ieri sera ad Acquamorta: un pescatore che (1)
(rientrare) a casa in sella alla sua Vespa si scontrato frontalmente con un autoveicolo che (2)
(scendere) verso il porticciolo. Le cause sono ancora da accertare: il conducente della Vespa, che (3)
(finire, appena) di lavorare, dopo essere uscito dal porto (4)
(perdere) improvvisamente il controllo della moto e (5)
(sbandare) urtando la fiancata dellautoveicolo. Nellurto
(6)
(cadere) a terra sanguinante, ma veniva immediatamente soccorso dai Carabinieri che lo
(7)
(trasportare) al vicino ospedale. Le condizioni del ferito fortunatamente non sono gravi.
(Adattato da www.cronacaflegrea.it)
E 9, 10a

4l

Stai per ascoltare unintervista al presidente della Fondazione


Pubblicit Progresso, la quale promuove campagne di
comunicazione su temi di pubblico interesse. Quali tra queste
campagne potrebbe avere realizzato questa organizzazione?
Giustifica le tue risposte. Esiste questo tipo di pubblicit nel
tuo Paese? Che campagne sono state fatte?










22

contro levasione fiscale


per combattere lAids
per unalimentazione sana dei bambini
per la tutela dei disabili
a favore del cibo biologico
per vietare luso dei motorini ai minorenni
a favore degli anziani
per promuovere il volontariato
per la donazione di sangue
per ottenere degli ospedali pi efficienti
per la tutela del patrimonio artistico

01 Italia in controluce

008_033_U1_30310.indd 22

Loescher Editore - Vietata la vendita e la diffusione

21/01/13 16.06

Percorso

4m mp3

T5 Ora ascolta lintervista e segna quali delle campagne

elencate nellesercizio precedente vengono menzionate.


Aggiungi le altre campagne di cui si parla e scegli le risposte
corrette.
Altre campagne Pubblicit Progresso:

1 La Fondazione Pubblicit Progresso nasce


a da un gruppo di creativi, registi e designer.
b come associazione di volontariato.
c per iniziativa dello Stato.
2 La campagna sullacqua e il dissesto idrogeologico mostra
a lalluvione del Po nel 1977.
b le alluvioni nel Sud Italia.
c le recenti alluvioni di Genova.
3 La campagna sulla donazione degli organi
a  particolarmente difficile perch un tema di moda e deve
coinvolgere molti media.
b  complicata perch nessuno vuole pensare alla propria
morte.
c  stata la pi difficile perch ha avuto un feedback negativo.
4 Per il successo di una campagna importante
a scioccare il pubblico con immagini forti che facciano riflettere.
b non usare solo immagini forti ma anche stimolare lironia e lazione.
c far riflettere usando lironia ma con campagne oggettive, non solo emotive.

4n

mp3 T5 Riascolta lintervista e rispondi.

1 Perch la campagna sulle alluvioni fa venire i brividi?


2 Secondo Contri, come bisogna affrontare il tema della donazione di organi? Perch sar una campagna cross
mediale e che cosa sar chiesto a Facebook?


3 Che cosa contribuisce al successo di una campagna di comunicazione sociale? Che cos la culture action?

Entrare nel lessico

Espressioni metaforiche
4o In coppia. Nellintervista vengono usate alcune espressioni metaforiche. Provate a spiegarne il significato;
se avete difficolt aiutatevi con le spiegazioni nel riquadro. Provate poi a scrivere una frase come
esempio di ciascuna espressione.

agire su un elemento per ottenere ci che si desidera / essere memorabile, influenzare il proprio tempo
aiutare / colpire emotivamente / provocare paura, angoscia
1 fare epoca
2 far venire i brividi
3 dare una mano
4 dare/essere un pugno nello stomaco
5 fare leva (su qualcosa)

Italia in controluce 01

Loescher Editore - Vietata la vendita e la diffusione

008_033_U1_30310.indd 23

23

21/01/13 16.07

Percorso

La lingua della

Pubblicit

5a In coppia. Prima di
leggere, osservate
gli slogan delle
pubblicit qui
a fianco: che
caratteristiche
linguistiche
presentano?

5b Leggi il testo che descrive alcuni aspetti del linguaggio pubblicitario. Prova a capire a che tipo di prodotto
si riferiscono gli slogan. Poi confrontati con un compagno.

10

15

20

25

30

Per ottenere particolari effetti espressivi, il linguaggio pubblicitario ricorre spesso alluso di esotismi che
godono di un certo prestigio in quanto fanno moderno (No Martini, no party); talvolta riprende invece
un modo di parlare colloquiale (Chi ha naso sceglie
Dreher), oppure utilizza frasi fatte ed espressioni stereotipate (Falqui, basta la parola!) o, ancora, gioca sulla
polisemia della lingua (Peroni, la tua bionda naturale
dal 1846).
Rispetto alla lingua comune, il linguaggio pubblicitario utilizza ogni possibilit della lingua senza restrizioni e con grande creativit. Ad esempio ricorre
frequentemente ai prefissi, in particolare agli elativi
(super-, ultra-, extra-, arci-, iper-). Fondendo e riducendo la parte finale di una parola con liniziale della successiva, si ottengono quelle che Migliorini ha definito le
parole macedonia, che uniscono in modo arbitrario
pezzi di parole diverse: si pensi a digestimola (da digestione + stimola) o ultimoda (da ultima + moda);
o ancora cotecotto (un cotechino precotto). La creazione dei neologismi si basa spesso sul meccanismo della
composizione (ad esempio nellunione di un verbo e un
sostantivo come lammazzasete o il salvaroma); in altri
casi vengono costruiti nuovi vocaboli per derivazione
da modelli gi presenti nella lingua italiana (amarevoli,
cioccolatarsi, permanentata) oppure su giochi di parole
(Vi voliamo bene, Alitalia). A volte il neologismo subisce
una transvalorizzazione semantica, in quanto assume
un nuovo significato e finisce per designare un certo
prodotto: cos Buond non pi una forma di saluto ma
una merenda e Bacio un cioccolatino.
Il linguaggio pubblicitario influenza la lingua comune anche con specifici fenomeni morfo-sintattici,
come luso dellaggettivo in funzione avverbiale (fissa

morbido, lava pulito) oppure le comparazioni senza


secondo termine di paragone (Ariel lava pi pulito;
Hag ti tratta meglio).
Per rendere pi incisivo e memorabile lo slogan si
ricorre abbondantemente alle figure retoriche, soprattutto a rime e assonanze (lamarissimo / che fa benissimo; Il metano / ti d una mano; O cos / o Pom; Pi lo
mandi gi / e pi ti tira su); anche le allitterazioni (ripetizioni di suoni uguali o simili in una stessa parola o
in una frase) possono risultare piacevoli, orecchiabili,
facilmente memorizzabili e ripetibili (Fiesta ti tenta tre
volte tanto). Molto diffuse sono anche lonomatopea
(Cin, cin Cinzano) e la similitudine per paragonare
i prodotti, o i loro effetti, a oggetti o funzioni ricchi di
prestigio, di successo, di riconosciuta validit (Con Super Colgate il tuo alito fresco come un fiore; Nuovo?
No, lavato con Perlana). Frequente anche la metafora,
figura retorica che consiste nel trasferire a un oggetto
il nome o la qualit propria di un altro (Una schiarita
nel raffreddore: Deltarinolo; Metti un tigre nel motore).
Meno frequente della metafora e della similitudine la
metonimia (o antonomasia), ovvero il trasferimento di
significati con la sostituzione di una parola a unaltra
(Non si dice Sambuca si dice Molinari, dove il nome
della marca sostituisce quello del prodotto). Ma la figura retorica pi frequentemente usata nel linguaggio
pubblicitario liperbole (lamarissimo che fa benissimo; la cucina pi amata dagli italiani), affiancata a
volte dalluso di ossimori, ad esempio con aggettivi (la
merendina Fiesta un piccolo grandolce).
Il linguaggio pubblicitario utilizza, dunque, molti
espedienti linguistici con estrema libert morfologica,
sintattica, stilistica ed per questo stesso motivo un linguaggio innovativo.

35

40

45

50

55

60

65

(Adattato da http://web.tiscalinet.it/a_fianda/it/)

24

01 Italia in controluce

008_033_U1_30310.indd 24

Loescher Editore - Vietata la vendita e la diffusione

21/01/13 16.07

Percorso

5c Rileggi il testo e controlla di avere capito il significato delle parole in grassetto. Riscrivi le diverse figure
retoriche nel riquadro accanto alla loro definizione.

metonimia / metafora / similitudine / ossimoro / allitterazione / onomatopea / iperbole


1 
ripetizione di una lettera, di una sillaba o pi in generale di un suono allinizio di parole
successive (Sono solo sotto il sole)
2 
parola che riproduce il suono associato a un oggetto a cui si vuole fare riferimento
(fruscio, gracchiare)

paragone tra due termini (persone, oggetti, situazioni, sentimenti) ( caduto come un

sasso)
sostituzione di un termine con un altro per creare unimmagine espressiva (Mi scoppia

la testa)
5 
sostituzione di una parola con unaltra che abbia con la prima una certa relazione
(il contenitore per il contenuto: bere un bicchiere)
6

esagerazione, per eccesso o per difetto, nella descrizione della realt (Mi piace da morire)

accostamento di due termini di senso contrario o comunque in forte antitesi tra loro
(illustre sconosciuta)

5d Indica quale fenomeno linguistico o quale figura retorica, tra quelli evidenziati nel testo, sono presenti
negli slogan seguenti.

Two gust is megl che one (gelati)


Pi lo mandi gi, pi ti tira su! (caff)
Testanera. Colori brillanti e durevoli come diamanti (tintura per capelli)
Svizzero? No, Novi (cioccolato)
Rotoloni Regina: non finiscono mai!! (carta assorbente)
Zucchetti Delfi. Anche lacqua ha il suo abito da sera (articoli per la casa / rubinetteria)
Pagine Gialle Il giallo con tutte le soluzioni (elenco telefonico commerciale)
Pic Indolor La siringa niente male
Le sardomobili non godono il sole. Splende chi Vespa (ciclomotori)
(sardomobili: automobili = scatole di sardine)
10 Per le donne il calcio di rigore (integratore alimentare con calcio)
1
2
3
4
5
6
7
8
9

Prepariamo una campagna pubblicitaria

5e In gruppi. Utilizzando tutto quello che avete imparato finora sulla pubblicit, progettate:
che cosa che volete pubblicizzare: potete fare una campagna commerciale (per un motorino, una crema di

bellezza, un prodotto alimentare ecc.) oppure scegliere un aspetto problematico della societ contemporanea e
realizzare una campagna sociale (per esempio tutelare i minori dalla pubblicit sul gioco dazzardo);
programmate i supporti per gli interventi pubblicitari (volantini, cartelloni, giornali, spot radio-televisivi, spot su
Internet);
pensate a quali caratteristiche del prodotto o del tema volete far emergere;
individuate leffetto che volete ottenere dal destinatario e le emozioni che volete suscitare (desiderio di sentirsi
alla moda / di prendersi cura di s, competitivit, compassione ecc.);
inventate
uno slogan utilizzando uno o pi dei dispositivi linguistici illustrati a p. 24, scegliendo eventualmente

anche delle immagini che lo accompagneranno.


Presentate il vostro progetto alla classe: il lavoro pi bello sar premiato.

Italia in controluce 01

Loescher Editore - Vietata la vendita e la diffusione

008_033_U1_30310.indd 25

25

21/01/13 16.07

Percorso

La mania del gioco


6a Osserva le immagini e confrontati con un compagno.



6b

Quali tipi di gioco conosci?


Quali ti piace fare o ti capita di fare?
Nel tuo Paese ci sono gli stessi giochi?
Quali sono pi popolari?

Gioco dazzardo Ti proponiamo un breve video


sul tema del gioco dazzardo* tratto da un servizio del
TG. Guardalo e confrontati con la classe.

1 Che cosa presenta il servizio televisivo?


2 Che cos il gioco compulsivo?

6c Leggi il testo e rispondi alle domande.

I pericoli del
gioco dazzardo
ve li spieghiamo...
giocando
I numeri non li sopporto pi. La matematica che mi
perseguita, cantava Jovanotti. E quanti di noi la cantano ancora oggi. Forse perch pensiamo che la matematica sia un insieme noioso di operazioni da imparare
5 a memoria, senza che se ne comprenda la ragione
Ma a trasformare la matematica in un gioco ma
anche in un utile strumento capace di renderci
consapevoli e vigili nella vita di tutti i giorni
ci hanno pensato un fisico, Diego Rizzuto, e un
10 matematico, Paolo Canova, che hanno dato vita
al progetto Fate il nostro gioco: Si tratta di un
progetto ideato per le scuole medie inferiori e superiori,
le Asl*, i comuni e chiunque voglia ascoltarci. Proprio
giocando, vogliamo far capire che alla base del gioco

26

01 Italia in controluce

008_033_U1_30310.indd 26

dazzardo c la matematica e in particolare il calcolo 15


delle probabilit che ha a che vedere con il nostro quotidiano molto pi di quanto si pensi.
Il primo passo qual ?
Per prima cosa, durante la nostra conferenza, sfatiamo il mito dei numeri ritardatari: al gioco del lotto, ad 20
esempio, quando un numero diventa centenario, cio
non esce da moltissimo tempo, in genere tutti puntano
su quel numero. In realt, facendo cos, si ignora una
cosa importante: ogni volta che si estrae un numero, la
probabilit che esca quel numero sempre la stessa. 25
Tutti dicono che ovvio, ma se poi si vanno a guardare
i dati, si vede che nel 2005, quando per 182 estrazioni il
53 su Venezia non usc, il numero di persone che punt

Loescher Editore - Vietata la vendita e la diffusione

21/01/13 16.08

Percorso

su quel numero aument notevolmente.


30 Secondo passo: come fate a far comprendere che
la reale probabilit di vincita bassissima?
Abbiamo inventato il gioco dei 10 eventi. Mettiamo a
confronto 10 episodi considerati pressoch impossibili
da tutti con la probabilit di vincita al Superenalotto.
35 Quando si vede che matematicamente pi probabile
che un asteroide distrugga la terra o che una persona
muoia in un incidente aereo prima di fare 6 al Superenalotto, si capisce che la possibilit di vincere davvero
bassa.
40 Un altro gioco che usate?
Sempre per far capire come sia difficile vincere, abbiamo costruito un grosso metro cubo di coriandoli: per
vincere cio fare 6 al Superenalotto il concorrente
deve prendere una moneta e fare 6 volte testa; poi si
45 deve immergere bendato nel cubo e prendere lunico
coriandolo rosso che c! La probabilit che ci accada
uguale a quella di vincere al Superenalotto!
Terzo passo: qual il margine di guadagno del
banco?
50 Il giocatore deve sapere che alla lunga perde sempre,
che comunque fa il gioco del banco. C un solo gioco equo ed la tombola organizzata da una zia onesta,

perch in quel caso il banco raccoglie i soldi e li ripartisce in premi. Ovviamente un banco che propone un
gioco per fini di lucro tiene una percentuale per s: si
va dalla roulette che tiene una percentuale del 2,7% alla
cinquina del lotto che ne tiene il 90%. Questo significa
che se anche dovessi vincere una volta, alla lunga ci
che hai vinto lo lasci al banco.
Perch lo fate?
Ci che vogliamo difendere il gioco consapevole. Tu,
quando bevi, sai che, se esageri, puoi ammazzarti e ammazzare. E lo sai anche perch c molta informazione a
riguardo. E per il gioco dazzardo? Non c nulla di tutto questo, anzi. Quanti sono i volti noti che si prestano
per pubblicizzarlo? Inoltre nessuno sa che il gioco pu
diventare una malattia che provoca morti. E i danni
li subisce anche lo Stato, perch il gioco sta creando
un danno sociale enorme. Motivo per il quale ci sono
molte Asl che stanno promuovendo il gioco sostenibile.
Anche noi collaboriamo con le Asl: mentre noi parliamo
dellaspetto matematico, loro affrontano il tema sociale
e psicologico.
Quanti giocatori patologici esistono oggi in Italia?
I giocatori si distinguono in giocatori sociali, non malati, e in giocatori malati. Questi ultimi sono 700mila,
secondo una stima ottimistica. Ma bisogna sapere che
ce ne sono moltissimi che sono a rischio, se considerate
che nel 2009 gli italiani hanno speso in gioco dazzardo
54,4 miliardi di euro (il 14,4% in pi del 2008) e quasi 7
miliardi in pi nel 2010. E secondo uno studio del Cnr*
molti sono giovani e giovanissimi

55

60

65

70

75

80

(Adattato da www.agoravox.it)

1 A chi si rivolge il progetto di Paolo Canova e Diego Rizzuto?


2 Qual lobiettivo del progetto?
3 Con quali giochi cercano di spiegare che la probabilit di vincere quasi nulla?
4 Quanto guadagna il banco, cio chi organizza i giochi?
5 Perch, secondo gli intervistati, il problema del gioco molto grave?

Entrare nel lessico

Sinonimi
6d Trova nel testo i sinonimi che corrispondono alle seguenti parole o espressioni (date nella forma di base).
(rr. 1-34)

(rr. 54-77)

1 vita di tutti i giorni

5 per guadagnare

2 dimostrare la falsit di qualcosa

6 persona famosa

3 evidente, chiaro

7 anomalo, malato 

4 quasi

8 calcolo 

Italia in controluce 01

Loescher Editore - Vietata la vendita e la diffusione

008_033_U1_30310.indd 27

27

21/01/13 16.08

Percorso

Modi di dire con gioco


In italiano, come in molte altre lingue, con la parola gioco si creano molti modi dire basati sui significati di
questo termine: attivit fatte per divertimento o svago, facili, non reali, a volte basate sulla competizione.

6e Verifica di conoscere queste espressioni: prova a fare ipotesi sul loro significato; se non sei sicuro puoi
utilizzare le espressioni nel riquadro.

1
2
3
4

5
6
7
8

prendersi gioco di qualcuno


stare al gioco
essere in gioco
essere un gioco da ragazzi

fare il gioco di qualcuno


far buon viso a cattivo gioco
mettersi in gioco
fare il doppio gioco

burlarsi di qualcuno accettare una finzione, una situazione, uno scherzo


essere coinvolti in qualcosa, arrischiare essere molto facile agire vantaggiosamente per qualcuno
accettare una cosa spiacevole impegnarsi, rischiare tradire fingendo con due parti avverse

6f

Utilizza le espressioni dellesercizio 6e (coniugando adeguatamente i verbi se necessario) per completare


le frasi seguenti.
1 La riforma delluniversit molto importante:
2 Lingegnere che hanno arrestato ieri
industria informatica.

il futuro del Paese.


, lavorava come spia per una grande

3 I ladri sono entrati dalla finestra: la tapparella era alzata ed entrare

4 Diceva di essere single e che lavrebbe sposato: in realt era gi sposata e

lui.

5 Mi hanno messo a lavorare in un ufficio che non mi piace affatto, ma devo


non ho alternative.

6 Gianni se l presa per lo scherzo di ieri: non sa davvero

7 Per migliorare la situazione non basta discuterne: bisogna


attivamente.

, partecipare

8 Stai attento: il tuo collega vuole metterti in cattiva luce con il capo perch geloso, ma se tu lavori poco e
male
.

Entrare nella grammatica

Congiuntivo presente
6g In coppia. Trovate nel testo a pp. 26-27 almeno un esempio per ciascun uso del congiuntivo
presente. Trascrivete nella tabella i verbi o le espressioni che richiedono il congiuntivo e
provate ad aggiungerne altri della stessa categoria.

Con verbi
dopinione

28

Con espressioni
che indicano
incertezza

01 Italia in controluce

008_033_U1_30310.indd 28

Con una frase


comparativa

Con alcuni
connettivi

Con un pronome
indefinito

Loescher Editore - Vietata la vendita e la diffusione

21/01/13 16.08

Percorso

6h Trasforma le frasi iniziando con lespressione o il verbo tra parentesi. Fai tutte le modifiche
necessarie.

1 Molti giochi sono proibiti ai minorenni, ma spesso non c un controllo rigoroso dellet dei
giocatori. (Nonostante)


2 Il gioco dazzardo pu essere praticato con consapevolezza e responsabilit. (Non sono convinto che)


3 Le macchine mangiasoldi non devono essere messe nei negozi e nei bar alla portata di tutti.
(Ritengo che)


4 Ci sono molti drammi legati al gioco dazzardo, lo Stato fa ben poco per risolvere il problema.
(Sebbene)


5 La percentuale italiana di giocatori dazzardo in linea con le medie europee. (Mi sembra che)


6 Si perdono molti soldi prima di riuscire a vincere una sola volta. ( probabile che)


7 Molti anziani giocano perch non riescono ad arrivare alla fine del mese. (Credo che)


8 Chi vince almeno una volta, fa fatica a smettere di giocare. (Chiunque)


E 10b, 10c

Lettera al giornale
6i

Leggi la sintesi di un articolo sugli spot televisivi e la lettera al giornale sulla pubblicit per i giochi
dazzardo. Immagina di essere un lettore / una lettrice del giornale e scrivi una lettera per esprimere
la tua opinione: puoi sostenere la lettera di Matilde oppure difendere il diritto di pubblicizzare il gioco.

tirato
i
r
i
a
R
t
o
o sp

a dei mo
ampagn
c
la
a
s
e
osp
zava il
stata s
pubbliciz
e
h
c
to
di un
i Sta
storiella
nopoli d
la
n
o
c
rsi
gale
moziona
gioco le
ece di e
v
in
,
o
e
c
h
c
una eragazzo
scita con
u
a
im
r
ap
appunper la su
al primo
a
v
a
r
a
p
manpre
chinetta
tanea, si
c
a
m
a
n
con u
tamento
e
to cinqu
giasoldi.
nno scrit
a
h
,
a
iz
n
il
g
a
sensib
La camp
vrebbe
o
d

i,
c
r
nta
a inve e
parlame
iochi, m
g
i
e
d
io
isedurisch
zare sul
nosa e d
n
a
d
,
a
c
quivo
appare e
cativa.

Caro Direttore,
sono contenta che abbiano ritirato lo spot della Rai, era scandaloso!
Credo si debba essere molto pi severi sulla pubblicit del gioco dazzardo: leggo sempre pi spesso inserzioni che invitano le persone a
buttare i soldi, in questo periodo in cui tutti stiamo tirando la cinghia,
in cui si dice siano in calo i consumi di generi primari.
Se i giocatori fossero ricchi perdigiorno non mimporterebbe, ma purtroppo sono molte le casalinghe, i pensionati, i giovani disoccupati che
sindebitano, si rovinano anche solo con le macchinette che ci sono
nelle tabaccherie o nei bar.
La pubblicit sul gioco dazzardo mi sembra davvero immorale, soprattutto quando i giochi sono gestiti dallo Stato; io credo che andrebbe proibita
Matilde

Italia in controluce 01

Loescher Editore - Vietata la vendita e la diffusione

008_033_U1_30310.indd 29

29

21/01/13 16.08

Percorso

La bocca pi di tutto
mi piaceva
di Nadia Fusini*
7a
Mine vaganti Guardate il video tratto dal film Mine vaganti
di Ferzan zpetek. Nella prima sequenza la nonna parla con il nipote
del pastificio che ha fondato quandera giovane e che ora appartiene
alla famiglia. La nonna ha capito che il nipote non ha il coraggio di
dire che non vuole continuare lattivit e lo rimprovera. Che cosa
gli dice? Qual leffetto di questa conversazione con la nonna? Che
cosa esprimono le espressioni sul volto dei famigliari nella seconda
sequenza?
7b In particolari momenti della nostra vita, alcune persone della famiglia possono essere

delle presenze forti e significative. C qualcuno, nella tua famiglia, che per te stato
particolarmente importante? Come lo/la descriveresti?

7c Leggi il testo e rispondi alle domande.

10

15

20

25

30

Io stessa non lho conosciuta la nonna. Ma ne ho sempre sentito parlare, fin da quando ho memoria
di parole che mi venissero rivolte. Per, si sa com coi ricordi, non si mai sicuri. E soprattutto nella
famiglia della mamma, perch nei racconti suoi e delle sorelle la realt sembrava sfumare in un tempo
mitico. Era come se le storie che raccontavano non fossero fatti veri, ma leggende, cose inventate che
non erano vere, magari se lerano soltanto sognate, o a loro piaceva immaginarsele cos.
Della loro mamma, cio di mia nonna, ad esempio, dicevano che era stata una donna di leggendaria bellezza e avvenenza e bont. Alle leggende contribuiva, credo, in gran parte il suo nome, Isola, che
faceva pensare a una terra che si fosse staccata dal continente e galleggiasse libera da vincoli in mare
aperto. Le figlie difatti la nonna le aveva tutte lasciate morendo da giovane, e quelle ancora adesso si
tenevano strette, come dopo uno spavento uno stormo duccelli.
Per la loro diversa natura e a seconda delle diverse occasioni che da adulte le riunivano, a me che
le osservavo pareva che le sorelle componessero un continente frastagliato, con promontori e insenature e istmi, ma tutte regioni dello stesso mondo Non si separavano che temporaneamente, e anche
allora rimanevano ben tese e evidenti le lingue di terra che le stringevano intorno al corpo centrale del
loro universo. Nel quale ospitavano, ma come stranieri, i loro mariti i quali, poverini, non sapevano
che sposando una delle sorelle avrebbero in realt iniziato un viaggio che li avrebbe sciolti dal luogo
fisico in cui erano cresciuti, e volenti o nolenti trascinati alla scoperta di un nuovo mondo, che si sarebbe loro imposto come lunico perch chi entrava nel mondo delle sette sorelle non ne sarebbe pi
uscito, tanto vasta e complessa era la sua geografia.
Anche per il babbo fu cos; anzi, per lui che non aveva famiglia, se non gli zii Rinaldo e Orlando e
la zia Gilda, sopravvissuti e presenti al contrario dei loro genitori e degli altri fratelli, che erano tutti
fantasmi; per lui che era senza famiglia fu pi facile che per gli altri mariti cadere nella rete delle sorelle. Al centro della quale stava la pi grande in tutti i sensi, per statura e corporatura e per anni, la
zia Clorinda. Lei era la montagna centrale, o meglio laltopiano da cui digradavano monti e colline pi
basse, regioni verdeggianti e pendii gentili, boschi cupi e piane dombra. Margherita, la pi giovane,
somigliava a un fiume; come un torrente scorreva leggera, chiacchierina e veloce; Stefania invece

01 Italia in controluce

008_033_U1_30310.indd 30

Loescher Editore - Vietata la vendita e la diffusione

29/01/13 10.03

Percorso

30

35

era una grotta cupa dombra; Giovannina una roccia, dura, scontrosa, ma non minacciosa, n invalicabile,
volendo la si poteva scalare Io dal suo seno fui anche nutrita, e a volte ora che ero pi grande guardandola
pensavo che strano che da un corpo tanto magro, arido e ossuto esca del latte caldo, non ci potevo credere.
Quanto a Marina, la mamma, era una valle appartata, a volte sorridente, a volte cupa, a seconda che il sole del
cuore brillasse o andasse in eclisse.
La nonna, ripeto, non lho mai conosciuta, ma cera un ritratto di lei che stava appeso nella sala grande
sopra il camino. Veramente il quadro non era un granch: laveva fatto un pittore di l, forse un suo spasimante,
e il quadro stesso sembrava spasimasse. Voglio dire che pareva grondasse un amore infelice per quella figura
che stava eretta nel centro. Ma gi dallatteggiamento altero, imponente, spirava la fierezza solitaria e indipendente della nonna che il nome confermava. Isola, isola perch era scomparsa? Avrei tanto voluto conoscerla,
ispirarmi a lei, come aveva fatto la mamma, che sera impregnata della sua splendida energia di donna isolata
nella propria distanza.
(Da N. Fusini, La bocca pi di tutto mi piaceva, Donzelli, Roma, 1996)

1

2
3
4
5

Qual la metafora con la quale viene descritta la nonna


materna? Perch?
Come hanno reagito le figlie alla morte di Isola?
Come vengono descritte le sorelle? E i loro mariti?
Com la famiglia del padre della protagonista?
Che cosa sorprende la protagonista, pensando alla zia
Giovannina?
6 Chi ha dipinto il ritratto della nonna?
7 Che sensazioni hai provato leggendo la descrizione di questa
famiglia? Pensi che ti sarebbe piaciuta una famiglia cos unita e
matriarcale?

7d Nelle metafore usate nel testo sono citati molti elementi del paesaggio.

Ritrova quelli corrispondenti alle definizioni riportate sotto.


Se non riesci a trovarli, utilizza le parole nel riquadro in fondo alla pagina.
1 tratto di costa montuosa che si protende nel mare

2 rientranza della costa


3 striscia di terra tra due mari che congiunge due continenti
4 regione pianeggiante sopra i 300 metri di altitudine
5 terreno in pendenza
6 piccolo corso dacqua di montagna

7e Oltre alla nonna, la protagonista del romanzo descrive cinque delle sette sorelle usando per ciascuna
una metafora geografica. Sottolineale nel testo e trascrivi le parole-chiave delle descrizioni.
1 Clorinda:
2 Margherita: 
3 Stefania: 
4 Giovannina: 
5 Marina: 

7f

In piccoli gruppi. Scegliete due delle sorelle descritte nel romanzo e provate a immaginare il loro
aspetto, il loro carattere, le loro storie di vita. Poi formate nuovi gruppi con studenti che abbiano
descritto la stessa persona e confrontate le caratteristiche che le avete attribuito.

pendio / promontorio / torrente / istmo / insenatura / altopiano

Italia in controluce 01

Loescher Editore - Vietata la vendita e la diffusione

008_033_U1_30310.indd 31

31

21/01/13 16.08

Presentare
Scrivere
e commentare
un articolo
dati
di statistici
giornale
Dividetevi in due gruppi e preparate una relazione
orale sul tema Il tempo degli italiani.
Il gruppo A utilizzer delle statistiche che riguardano
la composizione della giornata e le principali attivit
culturali (grafici 1 e 2), mentre il gruppo B analizzer i
dati sul tempo libero e lo sport in Appendice (p. 249).
Poi ciascuno presenter alla classe i dati pi importanti
commentandoli.

Documenti di riferimento nellUnit:


1 Intervista a Raffaele Simone: L'inquieta identit
dei figli di Manzoni (pp. 10-11)
2 LItalia fotografata dallIstat (p. 15)

Preparazione
1 Osservate i dati statistici che avete a disposizione. Confrontatevi brevemente sul contenuto dei grafici e
sui dati che pi vi colpiscono.

2 Preparate una scaletta con i dati che volete illustrare.

Presentazione
3 Formulate le frasi che vi sembrano utili per presentare i dati al resto della classe.
Utilizzate i suggerimenti indicati in Parole per....

4 Alla luce delle vostre conoscenze dellItalia e degli italiani, commentate alcuni dati, in particolare
riguardo a questi argomenti:

gruppo A: le differenze tra i ruoli di uomini e donne nellorganizzazione dei tempi della giornata, sia per gli

occupati sia per gli studenti; le attivit culturali preferite dagli italiani; il peso della musica;
gruppo B: differenze nellorganizzazione del tempo libero tra occupati e studenti; differenze tra uomini

Gruppo A

e donne; la pratica sportiva in Italia (anche in relazione allet e al genere).

Grafico 1. Composizione percentuale delle 24 ore di un giorno medio settimanale della popolazione

di 15 anni e pi per condizione e sesso. Anno 2008-2009


100%
90%
80%

7,1

6,9

6,9

6,2

24,3

20,6

16,7

13,4

5,1

15,2

(= tempo per dormire,


mangiare, lavarsi ecc.)

26,1

20,1

Istruzione formazione

4,9

70%
60%

19,3

19,2

50%

Lavoro famigliare

30%
47,1

47,9

45,0

44,8

Maschi

Femmine

Maschi

Femmine

10%
0%

Studenti

32

01 Italia in controluce

008_033_U1_30310.indd 32

Tempo fisiologico

Lavoro

40%
20%

Legenda

Tempo libero
Spostamenti

Occupati

Loescher Editore - Vietata la vendita e la diffusione

21/01/13 16.09