Anda di halaman 1dari 2

Nella pellicola di fantascienza Solaris (1972), linquietante pianeta dove si materializzano i

sogni, i timori e i desideri pi nascosti degli umani si contrappone alla quotidianit essenziale e
naturale della terra. Lartificio di legare il concetto di uomo a un Preludio bachiano e lentit
misteriosa ed ostile di Solaris ad oscure sonorit elettroniche non implica un trattamento
meccanico di questi due elementi; non solo il film, ma anche la musica dimostra quanto
personalit ed interpersonalit, bene e male, mondo reale e materializzazione di realt mentali
siano inscindibili.

SOLARIS: BREVE SINOSSI


Film di fantascienza russo del 1972 scritto e diretto da Andrej Tarkovskij, basato
sullomonimo romanzo dello scrittore polacco Stanislaw Lem. Il film narra dello
psicologo Kris Kelvin viene incaricato di indagare sugli strani fenomeni che si
verificano a bordo della stazione spaziale in orbita intorno al misterioso pianeta
Solaris, scoperto un centinaio di anni prima e interamente ricoperto da un
oceano gelatinoso che si suppone essere una forma di vita. Egli trascorre la sua
ultima giornata terrestre nella casa di campagna del padre prima del suo lungo
viaggio. Giunto nellorbita di Solaris, Kris raggiunge la stazione spaziale, che
sembra deserta. Una palla da gioco, che rotola ai suoi piedi, rivela tuttavia la
presenza del dottor Snaut. Questi informa Kelvin del fatto che dei tre abitanti
della stazione orbitante, Gibarjan, Sartorius e lui, il primo, che era anche il capo
della spedizione, si tolto la vita dopo che strani fenomeni hanno cominciato a
manifestarsi. Una volta sistemato il bagaglio nella sua stanza, Kelvin raggiunge
quello che era stato lalloggio di Gibarjan. Qui rintraccia una videoregistrazione
che questultimo aveva realizzato per lui, poco prima di uccidersi. Gibarjan
avverte in questo modo lamico psicologo che se anchegli sperimenter gli
strani fenomeni che si sono manifestati allequipaggio della base spaziale, non
deve assolutamente pensare di essere pazzo. La causa di quei fenomeni da
rintracciare nel magma di Solaris, che Gibarjan dice di essere daccordo nel
sottoporre a bombardamento radioattivo. Nel successivo incontro con Sartorius,
Kelvin comprende che oltre a loro tre qualcun altro presente sulla stazione
orbitale. Ritornato alla videoregistrazione di Gibarjan, apprende che le
misteriose presenze che si aggirano intorno ad essi sono la materializzazione
dei fantasmi che abitano nella loro coscienza. Cos, subito dopo, anche al
cospetto di Kelvin appare una presenza: una giovane donna, la copia di sua
moglie Hari, morta suicida dieci anni prima