Anda di halaman 1dari 34

21/6/2016

NON
EDIZIONI
CHIP65C02

ANUBIS WARS (PARTE II)

http://mia-fantascienza.blogspot.com | Collana JDAB

Note Legalesi.
Il webmaster 6502 & Terminetor Magnetico ha costruito un omaggio Amazing
Science Wonder Stories luglio 1929- in particolare al racconto The
menace from below di H.Vincent, assemblando un plot remix in multitrama:
con lobiettivo del racconto dintrattenere, divertire, incuriosire il
lettore.
In nessun caso sono collegate al testo o allautore, le persone,
enti, organizzazioni e quant'altro citato direttamente od indirettamente
nel testo. importante tenere presente che ogni riferimento esplicito od
implicito a fatti o persone, enti, organizzazioni, eventi, circostanze
future o presenti o passate che taluni lettori possono riconoscere od
associare del tutto casuale ed immaginario. L'ebook.pdf no-profit,
lautore non persegue nessuno scopo di lucro o profitto diffondendo
online il materiale assemblato. Il volume liberamente stampabile in
tutto od in parte, inoltre distribuibile senza alcuna limitazione
legale, purch non ne sia alterato il suo contenuto e siano rispettate le
condizioni di Copyleft(by-nc-nd)
A tale proposito ricordo che questo documento non un sito
d'informazione e nemmeno un risultato di un prodotto editoriale, l'ebook
in PDF non contiene immagini di qualit, per cui
la resa grafica
dovrebbe essere alquanto limitata. Lebook dovrebbe essere facilmente
stampabile ed intuitivamente rilegabile o spillabile in un vero libro gi
correttamente impaginato. Le immagini non dovrebbero essere coperte da
copyright, le ho trovate con google.images e le ho lasciate in RGB e
convertite in bianco e nero a 96dpi per complicare la stampa. E
possibile che altre foto reperite con google.images io le abbia
sintetizzate artificialmente mantenendo lRGB per gli scopi letterari con
diritto di citazione, oppure degradate in scala di grigio. In ogni caso
le fotografie restano di propriet dei loro legittimi proprietari bla,
bla, bla... Non "garantita al limone" la resa grafica ed il processo di
stampa di cui ogni utente ne assume la piena responsabilit.
Il webmaster non si assume la responsabilit della completezza
dellinformazioni pubblicate, dei problemi, danni di ogni genere che
eventualmente possono derivare dall'uso proprio od improprio di tale
file, dalla stampa, dall'interazione e/o download di quanto disponibile
online. Tutti i marchi, loghi, organizzazioni citati direttamente od
indirettamente sono di propriet dei loro legittimi proprietari bla, bla,
bla... tutelati a norma di legge dal diritto nazionale/internazionale,
bla, bla, bla... legalmente registrati ecc... s insomma dai!, non dite
che non avete capito!.

Testo ottimizzato per una fruizione digitale in PDF


Testo ottimizzato per la stampa in fronte retro
Testo ottimizzato anche per la stampa non in fronte

retro

Anubis Wars (parte II) stampato 21/06/2016 (v1.0) in COPYLEFT(BY-NC-ND)

http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/3.0/
6502 & Terminetor Magnetico

http://mia-fantascienza.blogspot.com

Indice
Prefazione: omaggio a Science Wonder Stories luglio 1929 ..... pag. 4

Capitolo 1-Anubis Wars (parte II) .. pag. 6


Capitolo 2-La dimostrazione .... pag. 32

Prefazione: omaggio a Science Wonder Stories, luglio 1929

Questo ebook vuole essere un omaggio alla rivista Science


Wonder Stories, luglio 1929 in particolare al racconto the
menace from below di H.Vincent

Il plot originario cos sintetizzabile: scompaiono misteriosamente


senza lasciare traccia, nellarco di pochi giorni, due convogli con i
passeggeri della metropolitana del West Side in New York. Le
autorit indagano senza trovare indizi utili, il sindaco savvale della
consulenza di un noto prestigiatore Ward Platt, per scoprire
eventuali tracce sfuggite ad ingegneri ferroviari, polizia, militari.
Una sottotrama gialla sinnesta nel plot ad alto suspance, ma il
racconto svolter quando saranno installate telecamere a circuito
chiuso nella tratta metropolitana crit ica (seguendo i suggerimenti di
Platt). Le autorit osserveranno la manifestazione di un misterioso
varco sotterraneo quadridimensionale, che sapproprier di un terzo
convoglio!. Le truppe militari (assieme a Ward Platt) entreranno nel
varco quadridimensionale per una ricogniz ione in forze, troveranno
con grande sorpresa, un denso reticolo di caverne che si
dipaneranno sotto lintero continente Nord Americano!. Questo
misterioso mondo sotterraneo (una sorta di Terra Cava), apparir

popolato da mostruose entit, le quali una vo lta scoperte,


ingaggeranno un combattimento con i militari. Queste orrende
entit sotterranee erano solite prendere le sembianze fisiche dei
prigionieri, spedendo lo spirito vitale delle proprie cavie, nella
quarta dimensione. Nello scontro armato, detoneranno una serie di
potenti esplosioni, le frane annienteranno quasi tutti i contendenti,
inclusi gli sfortunati passeggeri che erano imprigionati. Ward Platt
riuscir a scampare al letale crollo, infilandosi in un cunico lo, che lo
5
far emergere in Arizona!.
Come il lettore potr scoprire leggendo questo testo, la suggestione
della misteriosa scomparsa di vari mezzi di trasporto, nonch lo
scontro armato tra due forze contendenti, sono elementi ancora
presenti nel racconto, nel quale presente per il lettore una fabula
in mult i-trama breve a flusso, che tende ad imitare alcuni contenuti
di HALO generando un prequel rispetto ad Anubis Wars.

Questo ebook fa parte della co llana JDAB-Joint Direct Attack Book,


una serie di testi in PDF, composti da remix, porting in multitrama,
remake, di tutti quei racconti di Amazing Stories & Wonder Stories
& IF worlds of science fiction che sono meritevoli di una moderna
rivisitazione SciFi, a mio gusto personale!.
Saluti e buona lettura!
Chip65C02

Capitolo 1-Anubis War (parte II)

Xeon il piccolo alieno Scrapth era seduto su una sedia dentro


lHangar 18 dellArea 51 nella base segreta del Nevada, di fronte
aveva una commissione di generali che ascoltavano la sua
audizione circa alcune guerre spaziali, che la Federazione Stellare
era stata costretta a combattere!.
-I vecchi soldati non muoiono mai, semplicemente rinascono!. La
nostra struttura sociale non generalista come la razza umana.
La nostra cultura pi simile alle societ degli insetti sociali
terrestri. Abbiamo sempre avuto una specializzazione funzionale e
genetica nella nostra societ, con il tempo questa stata
potenziata, anche tramite la manipolaz ione genetica. Questo al fine
dottenere pi vantaggi, maggiore capacit dadattamento nello
spazio. I nostri addetti alla sicurezza, sono generati con lingegneria
genetica, i vincenti sono clonati: i loro geni sono copiati negli altri
addetti alla sicurezza, potenziandone le caratteristiche fisiche e
morali. Farete la conoscenza del master chief Anubis 18942, il capo
della sicurezza dellArea52- disse Xeon.
Saprirono dopo pochi attimi le porte dellHangar 18 dellArea 51.
Lenorme hangar era vuoto, ospitava ad unestremit solo un lungo
tavolo e varie sedie che accoglievano la commissione di militari.
Riecheggiarono nella struttura vuota, i pesanti e cupi passi, di un
gigante di oltre due metri e mezzo daltezza, con una possente
armatura in metallo ed un casco corazzato di dimensioni enormi.
Lelmo conteneva una sorta di visiera a specchio, lentit
sapprossim con passo sicuro e marziale, presso la commissione.
-Salve, terrestri!, io sono Master Chief Anubis SPARTAN 18942-

disse in un perfetto inglese con accento del midwest, con un timbro


di voce mo lto basso e leggermente metallico.

Il presidente della commissione ruppe timidamente il silenzioso e


reverenziale senso di meraviglia degli astanti, chiedendo -Master
Chief Anubi SPARTAN 18942, potrebbe raccontarci qualche guerra
spaziale, in cui ha partecipato?!Anubis si volt a guardare Xeon, i due si fissarono restando in
silenzio, forse comunicarono telepaticamente, poi Anubis 18942
annu restando in silenzio. Il master chief quindi, si vo lt per
rivolgersi alla commissione terrestre e rispose Affermativo
signore, la prima cosa da dire che le battaglie spaziali sono
diverse dalla vostra idea di guerra!. Ci sono soltanto due forze
militari: la flotta Stellare che un mix tra Aviazione e Marina.
Questa forza soccupa del dominio dello Spazio e di quello che voi
intendete per Cyberspazio.
Poi c la Fanteria Mobile a cui io appartengo. Quando la
Fanteria Mobile scende in campo, perch i droni non sono
sufficient i, oppure perch c da spaccare le teste degli Afophis
Covenant. In questo mattatoio, di solito la flotta Stellare assume
una funzione simile allart iglieria, mentre la Fanteria Mobile
lequivalente della vostra Aviazione, Marina, Esercito. Prima di
rinascere come Anubis 18942, io fui Anubis 1894, vi posso
raccontare qualcosa della sanguinosa battaglia su Aldebaramin,
avvenuta molti dei vostri secoli f, dove io partecipai!.
Aldebaramin un sistema stellare che ha pochi pianeti, quas i
tutti sono gassosi, cera un solo pianeta roccioso su cui piazzare
una base. Era una ghiacciaia buia e solitaria, inoltre era molto
distante dalla sua stella!. La federazione caveva messo una base

operativa, da cui partivano sonde automatiche per lesplorazione


siderale. I segnali automatici delle trasmissioni quantistiche
avrebbero dovuto essere ricevute ed elaborate proprio dalla base di
Aldebaramin. Sul planetoide la notte era buia e gelida, con
temperature di vicine allo zero assoluto. Il giorno era buio, non
cera luce, le temperature erano quasi identiche alla notte: tra
giorno e notte, non cera poi molta differenza!.
8

Una brigata di 50 Anubis SPARTAN della V legione Oberon, furono


spediti in rinforzo allavamposto. Allepoca tutte le sonde che furono
lanciate dalla base di A ldebaramin, nessuna ebbe a trasmettere un
cavolo di niente!. Non serviva uno scienziato, per capire che non
era possibile che tutte le sonde si fossero guastate, o fossero finite
incidentate!. Era evidente che cera qualcosa di malvagio che stava
covando sotto quel silenzio!. Fu quella, la prima volta che
incontrammo gli Afophis Covenant!.
La base era al polo sud, la nostra astronave era una Banshee,
lequivalente di un incrociatore + nave da sbarco. Questa dopo aver
scaricato truppe e materiali, si pose in orbita polare. Dopo qualche
ciclo, perdemmo improvvisamente le comunicazioni con la nostra
nave. Il comandante della Banshee riusc per a comunicarci che
era sotto attacco di 15 navi aliene!. Poi la nostra base sul
planetoide, fu attaccata da TRE navi aliene!.
Poich il clima del planetoide era sempre stato ostile, non cera mai
stata attivit vulcanica su quella roccia gelata da cui poter estrarre
energia. Ino ltre, non cera neanche luce solare sufficiente per
creare energia, cera anche molto vento siderale, la Federazione
pens bene dinstallare nella base dAldebaramin sia un reattore

materia-antimateria, quanto un paio di reattori a fusione per


linizializzazione ed il backup dei sistemi energetici!. Noi Anubis
quindi ceravamo potuti portare una paio di cannoni stellari: ossia
due laser da qualche TeraWatt.
Inoltre avevano anche un paio di tira sassi. Pensi a due
cannoni elettromagnetici con quattro bocche da fuoco ciascuno.
Ogni bocca da fuoco, come una fionda che scaglia palle da
bowling in policeramica supermassiva da 1 tonnellata di massa, 9
sino a Mach 30, ad un rateo di una mitragliatrice!. Beh! per farla
breve, appena le due navi aliene comparvero sullorizzonte, fecero
un bel botto sotto i nostri potenti cannoni stellari!.
Alla base chiamammo il comando di flotta per avere soccorso, ma
prima di 15 dei vostri giorni, i quattro incrociatori da battaglia
classe Phenom che erano salpati per assisterci, non avrebbero
potuto raggiungerci!. La situazione era in stallo, ma sarebbe restata
cos ancora per poco!.
Noi eravamo al polo sud del planetoide, trincerat i e corazzati, non
avevamo satelliti o droni, perch gli alieni ce li distruggevano se noi
provavamo a riprenderci il dominio dello spazio!. Gli alieni per non
potevano avvicinarsi con orbite polari, perch noi avevamo i
cannoni stellari e la nostra base non era espugnabile con un solo
attacco dallo spazio!. Gli alieni allora si misero in orbita equatoriale
e geostazionaria, le 12 navi sbarcarono tutta la loro fanteria
mobile: 500 fanti pesanti Afophis Covenant con droni al seguito. Il
loro obiettivo era distruggere e/o indebolire le nostre difese antinave_spaziale, per annientarci in un attacco combinato a tenaglia,
sia da terra, quanto dallo spazio!.
impersonerai Anubis 1894 oppure Xeon, nelle prossime pagine dellebook,
sarai chiamato a prendere decisioni sul campo: Cosa fai adesso?!
Cedi la parola a Xeon che racconter come si svilupp la battaglia
stellare, quando i QUATTRO incrociatori classe Phenom si scontrarono con le
DODICI navi aliene degli Afophis Covenant; vai a pag.11
Racconti alla commissione terrestre, quale fu levoluzione della
battaglia delle Fanterie Mobili sul planetoide ghiacciato di Aldebaramin, prima
dellarrivo della Flotta Stellare; vai a pag.20

10

Lo scontro della flotta stellare.

11

I quattro incrociatori da battaglia di classe Phenom ebbero a


raggiungere il sistema di Aldebaramin, solo dopo 15 dei giorni
terrestri. Sia durante lavvicinamento al sistema stellare, quanto in
fase di decelerazione delle astronavi, non provenne dalla base
dAldebaramin alcuna comunicazione radio, o messaggio di soccorso
od aggiornamento tattico sulla lotta contro le misteriose forze
aliene nemiche.
Questo poteva voler dire solo tre contesti tattici:
i difensori della base di Aldebaramin erano tutti morti, delle
forze aliene ostili controllavano le strutture di quello che rimaneva
della base di Aldebaramin, forse cerano in orbita geostazionaria
dietro la faccia del planetoide, le ostili navi aliene, pronte ad
attaccare il contingente della flotta stellare che era giunto in
soccorso. De facto poteva esserci il rischio di una trappola nemica,
pronta a scattare!.
I difensori della base dAldebaramin avevano subito seri
danni ai loro apparat i di comunicaz ione e non potevano
comunicare. Probabilmente in questo caso, avrebbero avuto
urgente bisogno dassistenza militare e tecnica, dato che
resistevano da soli, da lungo tempo, contro soverchianti forze
nemiche ostili.

I difensori della base di Aldebaramin erano tutti morti ed i


nemici ostili erano gi fuggit i, senza lasciare indizi o tracce. In
questo caso, i nemici probabilmente gi stavano preparando un
nuovo attacco a qualche altro avamposto stellare, oppure i nemici
si stavano organizzando per sferrare un massiccio attacco alla
Federazione dei Pianeti, sfruttando le informazioni che potevano
aver estratto dalla base dAldebaramin!.
impersonerai il comandante di flotta Sempron, nelle prossime pagine
dellebook, sarai chiamato a prendere decisioni sul campo: Cosa fai adesso?!
Rilasci tutti i siluri spaziali (droni-bombe ad antimateria, dotati di
intelligenza artificiale) per andare in avanscoperta e/o attaccare eventuali
nemici; vai a pag.17
Avanzi con la tua flotta, cambiando orbita e verificando cosa c
intorno al planetoide, preparandoti alla battaglia con i soli raggi laser; vai a
pag.14

12

13

La battaglia dAldebaramin, un disastro per la flotta Stellare.


Nonostante le vistose proteste dei comandanti degli altri tre
incrociatori di classe Phenom, che ripudiarono energicamente la mia
tattica di battaglia, poi i comandanti per senso del dovere, si
conformarono ai miei ordini, che risultarono sbagliat i!.

14

Dietro il lato scuro del planetoide cera ancora tutta la flotta nemica
che era pronta ad attaccarci!. Cerano DODICI navi aliene, con
potenzialit e minacce sconosciute, contro QUATTRO delle nostre.
Appena i vascelli raggiunsero i punti per fare fuoco, si scaten un
possente conflitto con armi laser!.
Silenziosi, invisibili, i raggi laser scaricavano enormi quant it
denergia che colpivano il plasma che ricopriva come protezione, gli
scafi delle navi. Nonostante il mio ordine di far fuoco impegnando
tutte le batterie di bordo, la superiorit numerica nemica era
schiacciante!. Dopo pochi attimi dallingaggio nemico, esplosero due
navi aliene, ma deton anche un vascello della mia formaz ione ed
una mia astronave fu gravemente danneggiata, tanto che
sallontan dalla battaglia, per non esplodere!.
Per pochi attimi, la parte oscura del planetoide fu illuminata a
giorno dalle silenziose detonazioni delle tre navi, che si spensero
nel tempo di un gigantesco flash!.

Purtroppo il fuoco delle armi laser delle residue DIECI navi aliene si
concentr rapidamente sulle mie restanti DUE unit della flotta
stellare. In pochi secondi, esplosero nel mortale silenzio altre TRE
navi aliene a cui seguirono entrambe le mie DUE navi (inclusa la
mia nave comando) della flotta stellare.
Le restanti OTTO navi aliene, si mossero rapidamente per dare la
caccia allincrociatore classe Phenom che tentava disperatamente di
sottrarsi lentamente dallingaggio nemico. Anche il quarto
incrociatore fu facilmente raggiunto dalla flotta aliena nemica, fu
annientato senza piet, in un silenzioso letale lampo!.
Ammesso che ci fossero stati ancora superstiti alla base sud-polare
di Aldebaramin, le mie errate scelte tattiche non poterono portare
alcun aiuto agli eventuali res istenti, in lotta sul planetoide!.
Continua a pag.32

15

16

La battaglia dAldebaramin, un successo per la flotta Stellare.


Avevo dato lordine di rilasciare tutti i siluri spaziali, ce nerano 5
per ogni nave, quindi dispiegai un totale di 20 siluri spaziali.
Questi piccoli gioielli tecno logici erano dei mini reattori ad antimateria dotati dintelligenza artificiale che o ltre ad essere
comandabili in remoto come droni, erano programmabili per
obiettivi oppure erano autonomi ed una vo lta lanciat i, potevano
svolgere in modalit cerca & distruggi, ogni eventuale minaccia, per 17
ammorbidire i nemici prima dingaggiarli in uno scontro diretto. I
mezzi potevano zig-zagare rapidamente, emettere fasci di raggi
laser e microonde, impulsi EMP e soprattutto trasformarsi in mortali
bombe ad anti-materia da migliaia di Megatoni!.

I VENTI droni-siluro spaziali detectarono rapidamente le DODICI


navi spaziali aliene, le quali aprirono il fuoco, ma i droni-siluro
erano picco li, difficili da inquadrare e soprattutto agilissimi e
rapidissimi, in pochi attimi esplosero tutti e venti i droni-siluro,
facendo detonare SETTE navi spaziali nemiche e danneggiandole
altre DUE.
Un silenzioso ed intenso brillamento di luce, come unenorme flash,
deton dietro il planetoide, illuminando a giorno per qualche

secondo, tutta la superficie del planetoide, che po i torn ad essere


ricoperta dal buio quasi perenne.
I miei QUATTRO incrociatori da battaglia classe Phenom erano a
tiro e fecero fuoco al massimo della loro potenza, ingaggiarono
senza piet le restanti TRE+DUE astronavi nemiche!. Esplosero
quasi istantaneamente altri DUE natanti nemici, proprio quei due
vascelli che erano stati precedentemente danneggiati dai dronisiluro. Accadde quindi, in un solo istante, che nella prima silenziosa 18
salva, il nemico perse altre due navi, andando cos in inferiorit
numerica, restando con un rapporto di forza di TRE contro
QUATTRO.
La battaglia continu silenziosa, istantanea e mortale, quando
allimprovviso esplosero altre due navi: una era aliena, laltra era
della mia flotta!. Fu una grave perdita, dentro in unintensa
esplosione di luce come di un gigantesco Flash, lincrociatore da
battaglia Phenom 4c fu annientato, assieme al suo ristretto
equipaggio!. Il rapporto di forza era sceso: DUE navi aliene ostili
contro TRE della mia flotta stellare.
- Annientate quei bastardi senza piet!, questo un ordine!.
Raccoglieremo informazioni su di loro, dai rottami delle battaglie
avvenute sulla superficie del planetoide!- urlai furioso alla radio.
Dobbiamo vendicare la morte della Phenom 4c- poi aggiunsi
rimarcando con ira, gli ordini Voglio veder bruciare quei bastardi!,
fuoco!, malediz ione!, fuoco!, fuoco!Esplose silenziosamente dopo pochi attimi una seconda nave aliena
in un intenso flash, mentre una delle mie astronavi, co munic
laconicamente che era costretta ad allontanarsi dalla battaglia,
avendo subito danni ingenti.
Lultima astronave nemica non accenn a tentare la fuga, incass
qualche altro colpo, mentre i suoi raggi laser persero rapidamente
defficacia, poi allimprovviso esplose silenziosa in un gigantesco
brillamento di luce!.
Continua a pag.32

19

Le valutazioni tattiche del Master Commander.

20

La picco la sonda che era stata lanciata dalla base sud-polare


dAldebaramin aveva rivelato (pochi secondi prima desplodere) che
i nemici erano 500 elementi, alt i 6 metri circa, armati sino ai denti,
con parecchi droni al seguito. Le truppe nemiche erano in
movimento sul planetoide, verso la base della Federazione!.
Le valutazioni tattiche dellI.A. erano le seguenti:
Cera il 50% di probabilit che lattacco di terra alle istallazioni
della base dAldebaramin avvenisse con una manovra a tenaglia. Si
stimava 300 fanti da una direttrice, 150 da unaltra direzione con
fuoco dinfilata, con una riserva mobile nemica di 50 fanti. In
questo caso, i nemici avrebbero mirato anche a costruire una
trappola per ingaggiare la flotta Stellare, una volta conquistata la
nostra base. I loro obiettivi principali probabilmente sarebbero stati
i nostri cannoni stellari, mentre le fonti denergia sarebbero state
risparmiate, per poterle riutilizzare con i loro equipaggiamenti
alieni, contro le nostre navi stellari!.
Cera anche il 50% di probabilit che lattacco di terra alle
istallazioni della base dAldebaramin avvenisse con una manovra
daccerchiamento. Si stimavano 4 o 5 potenziali direzioni dattacco
con 125-100 fanti nemici e nessuna riserva nemica. In questo caso,

gli obiettivi principali delle forze aliene ostili, sarebbero stati sia i
cannoni stellari, quanto le nostre fonti denergia. La distruzione
delle difese avrebbe comportato in ogni caso lopportunit di fare
dei prigionieri, studiare le nostre istallazioni militari e poi fuggire via
con la flotta nemica, senza lasciare traccia. Da questazione di
ricognizione in forze, probabilmente le forze aliene nemiche
avrebbero potuto continuare a progettare 1)altri attacchi simili,
oppure 2)un invasione massiva contro la Federazione dei Pianet i.
La buona notizia era che gli alieni ostili pensavano di saper gi
parecchio della nostra tecnologia, ma avevano sbagliato i loro
conti!. Evidentemente avevano distrutto e studiato le sonde
automatiche lanciate dalla base di A ldebaramin, ma la loro
valutazione sulle nostre capacit di difesa erano state errate!.
Nellattacco avevano incautamente perso TRE vascelli, inoltre gli
alieni non sapevano dellesistenza di una brigata di 50 Anubis
SPARTAN e delle tattiche ed equipaggiamenti!.
La cattiva notizia era che cera da spaccare tante teste, circa
10 aggressor per 1 difensore. Inoltre prima di 30 cicli (15 giorni
terrestri), non avremmo potuto avere soccorsi dalla flotta stellare!.
impersonerai Master Commander Anubis SPARTAN 872 in questa pagina
dellebook, devi adesso prendere una decisione sul campo: Cosa fai adesso?!
Imposti una difesa attiva, mobile, a lungo raggio, organizzata per sostenere
un attacco nemico da due direzioni; vai a pag.23
Imposti una difesa statica, a breve raggio, organizzando due cinture di difesa
per sostenere un attacco contemporaneo da 4 o 5 direzioni; vai a pag.26
Invii in ricognizione due Anubis SPARTAN per raccogliere pi informazioni
(sulle direzioni di movimento nemiche, armi, equipaggiamenti, tattiche),
ingaggiando con piccole schermaglie e/o prendendo qualche prigioniero, per
scegliere con pi acume quale difesa impostare alla base di Aldebaramin; vai a
pag.29

21

22

Lannientamento degli Anubis SPARTAN.


La miglior difesa lattacco! ma in questo caso allontanarsi dal
sicuro ombrello ant i-nave_spaziale che i miei cannoni stellari
garantivano, per avviluppare una difesa attiva a lungo raggio, di
movimento, ingaggiando le forze nemiche in rapide e violente
scorribande distruggi e scappa, fu una scelta errata e suicida!. Il
territorio non aveva concealment: non cerano monti, valli, passi,
non cerano foreste, non cerano citt!. Cera solo unimperturbabile
23
distesa di ghiaccio piatta, monotona, con pochissime montagne
assai basse.
Ebbi a sguarnire la base che invece doveva essere difesa in
forze!. Fu un errore allontanare le mie truppe perch i miei Anubis
SPARTAN finirono per essere esposti sulla piana gelata priva di
nascondigli, al pesante e letale bombardamento delle forze aliene
che erano in orbita geostazionaria equatoriale!.

La maggioranza dei miei Anubis SPARTAN furono annientati dal


bombardamento delle navi aliene nemiche!. Molti SPARTAN feriti ed
appiedat i, lottarono sino alla fine facendosi esplodere. Alcuni loro
malgrado, furono fatti prigionieri e sotto tremende torture che
terminarono con una morte orribile, rivelarono le caratteristiche
delle armature SPARTAN, nonch tutti i dettagli operativi degli
equipaggiamenti ancora disponibili alle mie res idue forze di terra.
Le truppe nemiche avendo estratto nuove informazioni sulle mie
concrete capacit, si riorganizzarono tatticamente in tanti
distaccamenti che confluirono in modo inarrestabile verso la mia
base. I nemici avevano formazioni meno dense numericamente,

rispetto alle prime co lonne nemiche, ma in ogni caso il nuovo e


diverso dispiegamento tattico di ogni distaccamento alieno, era
sempre composto da forze soverchiant i per i miei pochi Anubis
SPARTAN. Le linee di difesa tardive che avevo organizzato, finirono
tutte per essere infrante, costringendomi ad arretrare, per non
essere annientato dallavanzata nemica!.
Nonostante le mie forze residue si fossero sempre raggruppate in
modo efficiente ed efficace, restando sotto lombrello dei miei 24
cannoni siderali, accadde linevitabile prima o poi!. Tutte le mie
forze finirono per essere ingaggiate in un grosso attacco frontale!.
Questo se fosse andato a segno, avrebbe annientato i miei cannoni
siderali e non cera pi spazio per arretrare: dovetti ingaggiare il
nemico, consapevole di non avere alcuna riserva da gettare in
battaglia!.

Contemporaneamente lattacco principale era anche un diversivo,


perch tardivamente scoprii che vari manipoli di nemici, composti
da mezzi pi rapidi e leggeri, vio larono lesile difesa di 2 soli Anubis
SPARTAN che ero stato costretto a dispiegare nella mia base!. Fu
cos che le forze aliene nemiche, riuscirono a danneggiare
definitivamente i miei cannoni siderali!. Una vo lta disabilitati questi
fondamentali sistemi di difesa, le navi spaziali aliene cambiarono
orbita, in pochi minuti, con accurati e letali co lpi dart iglieria al
plasma, distrussero tutte le mie forze di terra!. Fu poi facile per gli
Afophis Covenant rastrellare, impossessandosi della base!.
Tutto era perso sul planetoide di Aldebaramin per la Federazione!
Continua a pag.32

25

La dura resistenza degli Anubis SPARTAN.


Avevo dispiegato le mie truppe di Anubis SPARTAN in due perimetri
di forma quadrata, in cui la seconda linea era ovviamente inscritta
allinterno. Davanti alla prima linea di difesa cerano dispiegate
mine laser, alimentate dalla base ed altre ostruzioni temibili che
esplodevano al contatto. Questa acuta disposizione mi aveva
permesso di creare anche una riserva di Anubis SPARTAN, una
forza di movimento, che o ltre a tamponare le falle e gli attacchi,
26
potesse dispiegare alloccorrenza una terza linea mobile di difesa.

Larea dei perimetri difensivi disponevano della protezione


dellombrello dei miei cannoni siderali, cos le mie truppe non
furono mai esposte al tiro dartiglieria pesante delle astronavi
nemiche, le quali non potevano avventurarsi nellarea presidiata dai
miei cannoni siderali!.
Ondata, dopo ondata, dopo ondata, gli Anubis SPARTAN
respingevano gli assalti degli Afophis Covenant i quali perdevano
gradualmente forze e slancio, logorandosi sulle mie difese. Mine
laser alimentate dal reattore anti-materia che ammorbidivano i
primi assalti, poi i due tirasassi a quattro canne, erano stati
smontati per operare con due canne, per cui dimezzando il rateo di
fuoco, raddoppiai le mie postazioni di difesa come torri ai vert ici del
perimetro. Anche io perdevo truppe, ma i morti erano usati come
nuove mine, per non cedere know how e tecnologia al nemico sugli
equipaggiamenti SPARTAN, per cui il kill rate dei miei Anubis era
molto alto persino da morti!. Inoltre, avevo spazio e tempo da
cedere al nemico, per cui quando il perimetro di difesa diventava
troppo ampio per le mie forze, mi limitavo a far ripiegare la prima
linea di difesa in un nuovo quadrato inscritto dentro alla seconda
linea di difesa, la quale diventava automaticamente prima linea!.

Indubbiamente gli Afophis Covenant gradualmente savvicinavano


alla base, ma entro 15gg io avrei avuto dei soccorsi dalla Flotta
Stellare e questo gli Afophis non lo sapevano!. Inoltre costrinsi gli
alieni a subire perdite pesanti, le loro forze si stavano logorando,
anche emotivamente!.

27

Era chiaro come il sole, nel buio gelido di quel planetoide, in quelle
battaglie cruente e letali, gli Afophis Covenant avevano il terrore dei
miei Anubis SPARTAN. Lo si capiva da co me il nemico combatteva:
da come andavano allattacco i Covenants, da come prontamente
fuggivano senza curarsi troppo di coprire la ritirata. Lo si capiva
anche dalla poca lucidit che dimostravano in battaglia, dalla
violenza del loro fuoco di soppressione che consumava loro molta
energia ed era nervoso, maldestro, poco accurato, rispetto al nostro
contro-fuoco di soppressione che era fermo, chirurgico ed
implacabile!.
Quando piovvero pesanti colpi di cannoni laser sulle truppe degli
Afophis Covenant e poi fui contattato dal comandante di flotta
Sempron, capii che la vittoria ormai era nostra!. Rastrellammo
armi, corazze, cadaveri degli Afophis Covenant e gli portammo a
bordo degli incrociatori da battaglia per avere Intel. La base fu
minata ed abbandonata. Se e quando gli Afophis Covenant fossero
tornati, lintero planetoide sarebbe stato sbricio lato. Tornarono
dopo pochi anni, lo capimmo dallanomala emissione di Raggi X che
provenne da Aldebaramin!. Cera stato un bel botto su quel sistema
stellare!
Continua a pag.32

28

Le memorie di Anubis SPARTAN 1894.


Il timbro di voce di Master Chief Anubis 18942 dentro lhangar 18
nellArea51 fu pi cupo, le frasi improvvisamente divennero
semplici, corte, intervallate da lunghe pause. Gli aggettivi, i verbi
erano quasi sempre gli stessi, con frequenti ripetizioni, la tonalit
della voce era pi metallica. La sua esposizione parve che
provenisse da unentit con una cultura inferiore, rispetto a quella
che aveva gi espresso Anubis 18942 nelle conversazioni
29
precedenti.
Tutti i membri della commissione ebbero la percezione che
Master Chief Anubis 18942 si fosse trasfigurato silenziosamente in
unaltra ent it: questo semin perplessit e timore, dato che non
era noto agli astanti, chi si celasse in realt dietro a quellelmo
metallico!.
Quel gigante di 2.5metri, con un vigoroso aspetto marziale,
dentro ad una corazza iper-tecnologica, quasi invulnerabile, mentre
ricordava gli accadiment i di Anubis 1894 ebbe una persistente
crepa emotiva nella sua voce. Anubis narrava dallhangar 18 del
Nevada, ma era come se non fosse l: la mente e gli occhi di Anubis
erano ancora sul campo di battaglia di A ldebaramin!. La storia delle
dinamiche di guerra erano descritte con asciutti termini militari, ma
trasudavano di coraggio e paura, pena e forza, tristezza mescolata
ad unira mai sopita, un dolore mai vendicato!.

Non era una bella storia da raccontare. E non cera mo lto da dire.
Anubis SPARTAN 1894 era un combattente. Non cerano poeti o
scienziat i tra gli Anubis SPARTAN. Nessun Anubis SPARTAN avrebbe
mai composto un romanzo, scoperto una stella od inventato un
nuovo apparato. Ma nonostante questo, gli Anubis SPARTAN
conoscevano il valore della vita e rispettavano il valore della pace.

Gli Anubis SPARTAN erano forgiati con Onore, Amicizia, Lealt,


Onest, Sacrificio, Coraggio, Altruismo, Tenacia, Rispetto per
lOrdine e forte senso di Giustizia. Qualit morali indispensabili per
Proteggere, Servire, Obbedire la comunit a cui ogni Anubis
apparteneva.
Anubis SPARTAN 1894 sera battuto sul campo di Aldebaramin
sino allultimo respiro. Allinizio aveva pianificato, poi sera adattato,
poi aveva improvvisato. In guerra, specie contro un nemico
30
sconosciuto, tecnologicamente avanzato, i piani non vanno mai
come piacerebbero. Il marziale gigante, ultim la sua narrazione
quasi fosse fisicamente provato dal ricordo. Concluse dicendo che
cerano solo due entit che comprendevano gli Anubis SPARTAN. Gli
Anubis SPARTAN e gli Afophis Covenant.

Cos tanto diversi per quanto simili: nessuno dei due mollava mai in
battaglia!. Nessuna grazia sarebbe mai stata concessa, nessuna
grazia sarebbe mai stata chiesta!.

Continua a pag.32

31

La dimostrazione.
Il presidente della commissione dellArea51 chiese ad Anubis
SPARTAN 18942 se questi poteva fornire alla commissione, una
descrizione dettagliata degli Afophis Covenant e delle loro armi.
Anubis si volt a guardare Xeon, i due si fissarono restando in
silenzio, forse comunicarono telepaticamente, poi Anubis 18942
annu restando in silenzio.
32

Il master chief, quindi si vo lt per rivolgersi alla commissione


terrestre e rispose Negativo! signore, vi spaventereste
inutilmente. Quello che posso dirvi che sono nati su un pianeta di
grande massa, sono alti 6mt. Sulla Terra sembrerebbero giganti
agili, invulnerabili, invincibili. Ma sono tuttaltro!. In battaglia
temono noi Anubis SPARTAN. Gli Afophis Covenant non sono
particolarmente svegli e furbi, ma compensano la loro minore
reattivit sul campo di battaglia, con implacabilit e tenacia, che voi
sulla Terra, non avete mai visto!.Il presidente della commissione dellArea51 chiese ad Anubis
SPARTAN 18942 se poteva fornire una dimostrazione del suo
equipaggiamento tecnologico. Anubis si volt ancora una volta
verso Xeon, i due si fissarono restando in silenzio, forse
comunicarono telepaticamente, poi Anubis 18942 annu restando in
silenzio.

Il master chief si volt di nuovo per rivolgersi alla commissione


terrestre e rispose Affermativo signore!, posso dirvi che noi
Anubis quando siamo in battaglia, come tutti gli esseri viventi

siamo sotto intenso stress. Tuttavia, in battaglia la nostra mente


diventa pi tersa e logica. Le nostre reazioni, i nostri riflessi, sono
accelerati, diventiamo iper-reattivi. Siamo poi stati potenziati e
migliorati geneticamente proprio per assolvere a questa funzione
nella societ Scrapth: Proteggere, Servire, Obbedire. Posso solo
mostrarvi limpiego tattico del mio gladio!NellHangar 18 entr un carro armato M1 Abrams, scese rapido il
guidatore che se la diede a gambe levate, abbandonando il mezzo 33
in mezzo al desolato hangar. Anubis estrasse il suo gladio e con la
mano sinistra afferr la bocca da fuoco del tank, scagli con
estrema rapidit tre fendent i sul cannone, il quale fu tagliato di
netto in tre parti, come fosse stato un fuscello secco, spezzato da
un bambino!.
Poi Anubis si mise di fronte al tank e con la mano sinistra sollev a
45 gradi il carro armato senza alcuna diffico lt, poi la lama del
gladio scomparve per trasformarsi in una intensa luce di color
bianco. Il gigante infilz il tank nella parte ventrale, cominci a
tagliare la struttura con il gladio fiammeggiante, applicando una
pressione decisa, rapida e priva di diffico lt!.
Poi con un balzo felino dinaspettata agilit, Anubis salt sulla
torretta continuando a stendere il suo taglio longitudinale. Nel giro
di un minuto il carro armato M1 Abrams era stato tagliato a met
dal frontale al posteriore. Anubis SPARTAN 18942 gli diede un calcio
e le due esatte met del tank, caddero pesantemente ai lati.

34