Anda di halaman 1dari 20

Orbite!

Testi consigliati:! H.D. Curtis, Orbital Mechanics for Engineering StudentsElsevier Aerospace Engineering Series, 2005!

Rappresentazione dellʼorbita!

Rappresentazione dell ʼ orbita ! •   L ʻ orbita e la posizione del satellite nell

Lʻorbita e la posizione del satellite nellʼorbita viene definita da sei parametri orbitali!

!I parametri classici di Keplero sono:"

  • - il modulo del momento angolare"

(o in alternativa il semiasse maggiore)"

  • - lʼeccentricitá "

  • - lʼascensione retta della linea dei nodi"

  • - lʼargomento del periasse"

  • - lʼinclinazione"

  • - lʼanomalia vera del satellite "

(o in alternativa lʼanomalia media M " o il tempo τ dal passaggio al perigeo)!

• Si usano in alternativa le tre coordinate cartesiane di posizione e le tre componenti di velocitá del satellite !

!Oppure coordinate geografiche di vario tipo!

Tipi di sezioni di conica!

Tipi di sezioni di conica ! E. Lorenzini ! Astrodinamica ! 3 !
Tipi di sezioni di conica ! E. Lorenzini ! Astrodinamica ! 3 !

Orbite circolari!

Ponendo e = 0 nellʼequazione dellʼorbita si ottiene lʼespressione per le orbite circolari!

h 2 r = e poiche' h = rv " = rv circ µ µ =
h 2
r =
e poiche' h = rv " = rv circ
µ
µ
=
velocita'
v circ
r
µ
# =
velocita' angolare
3
r

T =

2$

#

periodo orbitale

da cui si ottiene!

!Imponendo che il periodo orbitale sia uguale al periodo sidereo di rotazione terrestre si ottiene il raggio dellʼorbita geosincrona

r GEO =

µ 3 2 " E
µ
3
2
" E

!!

con " E = 7.292 x10 #5 rad / s

velocitá angolare siderea!

Orbite ellittiche!

!Dallʼequazione delle sezioni coniche si ha per lʼellisse:!

r p = a(1 - e)

r a = a(1 + e)

raggio del perigeo" raggio dellʼapogeo"

e

= (r a - r p )/(r a + r p )"

ae = distanza fuoco centro dellʼellisse"

l

= h 2 /µ

semi-lato retto!

Orbite ellittiche ! • ! Dall ʼ equazione delle sezioni coniche si ha per l ʼ

b = a 1 " e 2

semiasse minore!

!Lʼequazione generale delle sezioni coniche é:! r = 1 + e cos " con m la distanza del fuoco F dalla direttrice DDʼ ed e lʼeccentricitá!

em

Perigeo ed apogeo!

Ponendo θ = 0 e θ = π nellʼequazione dellʼorbita si ottengono rispettivamente i raggi di perigeo ed apogeo in funzione di e ed h!

r p

r a

h 2 / µ

=

 

1

+ e

h

2 / µ

=

 

1

" e

 

h

" >

=

 

2

r p

h

" >

=

 

2

r a

µ (1 + e ) 3 r p µ (1 " e ) 3 r a
µ
(1 + e )
3
r p
µ
(1 " e )
3
r a

!Considerando che h = r 2 dθ/dt e computando dθ/dt al perigeo e allʼapogeo si ottengono le velocitá (v p = r p dθ p /dt e v a = r a dθ a /dt) !

h µ ˙ = = 1 + e " p 2 3 r p r p
h
µ
˙
=
=
1
+ e
" p
2
3
r p
r p
h
µ
˙
=
=
1
# e
" a
2
3
r a
r a

# >

v p =

# >

v a =

µ 1 + e r p µ 1 # e r a
µ
1 + e
r p
µ
1 # e
r a

velocitá al perigeo!

velocitá allʼapogeo!

Velocitá di perigeo ed apogeo!

In alternativa si puó esprimere le velocitá di perigeo ed apogeo in termini ancora piú semplici notando che h = r p v p = r a v a , per cui!

h

  • v velocitá al perigeo!

p

=

r p

h

  • v velocitá allʼapogeo!

a

=

r a

Energia e momento angolare!

!Rivisitando lʼespressione dellʼenergia e calcolando E al perigeo dove"

v p 2 = (µ/ r p )(1 + e)$

E =

v

2

"

µ

2

r

=

2

v p

"

µ

2

r p

= "

1

µ

2

r p

(1 " e )

Utilizzando le precedenti espressioni e sostituendo r p = a(1 - e) si ottiene!

E = "

µ

  • 2 a

da cui sostituendo nell’eqn dell’ energia!

v =

2µ µ " r a
µ
"
r
a

• Sostituendo r p = a(1 - e) nel momento angolare calcolato al perigeo

e)
e)

h = r p µ(1 +

si ottiene!

h =

Energia e momento angolare ! • ! Rivisitando l ʼ espressione dell ʼ energia e calcolando

aµ(1 " e 2 )

!

!In conclusione lʼenergia orbitale dipende solo dal semiasse maggiore mentre il momento angolare dipende dal semiasse e dallʼeccentricitá!

!Sostituendo nellʼequazione dellʼorbita si ha anche!

1 " e

2

r = a

1 + e cos #

Orbite ellittiche!

Abbiamo giá visto le espressioni dei raggi e delle velocitá di apogeo e perigeo delle orbite ellittiche (e < 1). Qui ricordiamo che !

r p

=

h 2

1

µ

1 + e

, r a =

h 2

1

µ

1 " e

a =

r p +

r a

2

=

h 2

1

µ

1 " e

2

ed inoltre!

!Otteniamo anche unʼespressione dellʼenergia orbitale in funzione di e ed h Dallʼequazione dellʼenergia (chiamata anche vis viva) si ottiene!

E = "

µ

2 a

" >

E = "

1

µ 2

2

h 2

(

1 " e

2

)

dove abbiamo sostituito la formula del semiasse maggiore scritta sopra!

Orbite ellittiche!

Per ottenere il periodo delle orbite ellittiche possiamo usare lʼespressione della velocitá areolare !

"A =

h

per una rivoluzione completa Δt = T e ΔA = A = πab!
2

"t

T = A 2 = h

2"ab

h

=

2"

h

a 2

2 1 # e
2
1 # e

ed essendo h =

Orbite ellittiche ! •   Per ottenere il periodo delle orbite ellittiche possiamo usare l ʼ

µa(1 # e 2 )

e

2
2

b = a 1 # e

3 T = 2" a µ
3
T = 2" a
µ

terza legge di Keplero!

Orbite ellittiche!

La distanza media lungo unʼorbita del satellite dal fuoco (ovvero la media del raggio r nellʼorbita) é data da!

r 2 "

=

1

2"

2

"

$

0

r (# ) d# =

1

h 2

2"

µ

2

"

$

0

d#

1

+ e cos #

Usando la relazione h 2 = µa(1 - e 2 ) e sviluppando lʼintegrale si ottiene!

r 2 "

=

  • 1 a 1 # e

2"

(

2

$ ' 2" ) & ) = a 1 # e ( 2 %
$
'
2"
)
&
) = a
1 # e (
2
%
Orbite ellittiche ! •   La distanza media lungo un ʼ orbita del satellite dal fuoco

1 # e 2 = b

e quindi la distanza media dal fuoco é il semiasse minore!

!Poiché

r p = a(1 - e)

e

esprimere come!

r 2 " =

r a = a(1 + e) la distanza media si puó anche "

r p r a
r p r a

!

Orbite paraboliche e velocitá di fuga!

!Se lʼeccentricitá diventa e = 1 lequazione dellorbita diventa

r =

h 2

1

µ

1 + cos "

per anomalia vera θ -> 180° il raggio r tende allʼinfinito !

!Dallʼ equazione dellʼenergia ricavata prima si vede anche che per e = 1, " "

E = "

!

1

µ 2

2

h 2

(

1 " e

!

2

) = 0

!e quindi dallʼequazione della vis viva!

v

2

"

µ

2

r

= 0

" >

v =

2µ r
r

!Se un corpo é lanciato su unʼorbita parabolica (senza altri campi gravitazionali) raggiungerá lʼinfinito con velocitá finale nulla!

!Le orbite paraboliche si chiamano anche traiettorie di fuga!

Velocitá di fuga!

!La velocitá di fuga é data da!

v fuga =

2µ µ = 2 = 2v circ r r
µ
=
2
=
2v circ
r
r

con v circ la velocitá circolare dellʼorbita con raggio r!

!In altre parole, per mettere un satellite in fuga partendo da unʼorbita circolare bisogna aumentargli la velocitá del

41.4%!

 

Massa

Raggio

Velocitá

pianeta!

equat.!

di fuga

 

(km/s)!

Mercurio!

0.055!

0.382!

4.242!

Venere!

0.815!

0.949!

10.361!

Terra!

1.000!

1.000!

11.180!

Marte!

0.108!

0.533!

5.033!

Giove!

318.1!

11.21!

59.55!

Saturno!

95.22!

9.45!

35.49!

Urano!

14.55!

3.98!

21.38!

Nettuno!

17.24!

3.81!

23.78!

Luna!

0.012!

0.281!

2.310!

Orbite paraboliche!

!Lʼangolo della traiettoria di volo per una parabola (e = 1) diventa!

tan ! =

sin " 1 + cos"

! da ! cui

"

tan ! = tan 2

! > ! =

"

2

Orbite paraboliche ! • ! L ʼ angolo della traiettoria di volo per una parabola (

!In unʼorbita parabolica langolo della traiettoria é uguale alla metá dellʼanomalia vera!

Orbite iperboliche!

Se e > 1 lʼequazione dellʼorbita descrive unʼiperbola. Il sistema ha due rami simmetrici ma uno solo é occupato dal satellite in orbita!

r =

h 2

  • 1 r -> per cosθ = -1/e da cui si definisce" θ , che é lʼanomalia vera dellʼasintoto !

µ

1 + e cos "

" # = cos $1 ($1 / e)

-

>

sin " # =

e 2 $ 1 e
e 2 $ 1
e

!Lʼanomalia vera del satellite varia fra " -θ < θ < θ mentre per θ > θ il punto descrive il ramo vuoto dellʼiperbole!

!Il perigeo giace sulla linea degli absidi del ramo occupato mentre lʼapogeo é nella posizione simmetrica del ramo vuoto!

!Il

punto C nel mezzo é il

dellʼiperbole!

centro

Orbite iperboliche!

Gli asintoti dellʼiperbole si intersecano al punto C formando lʼangolo acuto con la linea degli absidi β = 180° - θ per cui

cos ! = 1 / e

!

!Lʼangolo fra gli asintoti δ = 180° - 2β si chiama lʼangolo di rotazione perché é lʼangolo di cui gira un satellite che si avvicina al corpo di attrazione seguendo lʼorbita iperbolica !

sin " = sin '

2

% 180° # 2$ * ( = sin(90° # $ ) = cos $ =

&

2

)

1

e

# >

" = 2 sin #1 (1 / e )

!Le distanze di perigeo ed apogeo sono date da

r p

=

h 2

1

µ

1 + e

,

r a =

h 2

1

µ

1 " e

!!

!Notare che la distanza di apogeo é negativa per lʼiperbola che vuol dire che lʼapogeo é alla destra del fuoco F!

Orbite iperboliche!

La distanza fra il perigeo e lʼapogeo é 2a = -r a - r p per cui!

2 a = "

h 2 #

1

$ % 1 " e

µ

+

1

&

1 + e ' (

" >

a =

h 2

1

µ

e 2 " 1

!Da cui sostituendo nellʼequazione dellʼorbita si ottiene!

e 2 " 1

r = a

1 + e cos #

e per θ = 0 e θ = 180° si ottengono!

r p = a(e " 1), r a = " a(e + 1)

notare che sono simili a quelle dellʼellisse rimpiazzando a con -a!

!Il semiasse minore che é la distanza verticale dal perigeo allʼasintoto é dato da!

Orbite iperboliche ! •   La distanza fra il perigeo e l ʼ apogeo é 2a

b = a e 2 " 1

Orbite iperboliche!

La distanza Δ fra lʼasintoto e la linea parallela che passa per il fuoco F si chiama il raggio di puntamento. Dalla figura dellʼiperbole si ottiene!

! =

(

r p + a ) sin ! = ae sin ! = ae

e 2 " 1 e
e 2 " 1
e

= ae sin " #

= ae

Orbite iperboliche ! •   La distanza Δ fra l ʼ asintoto e la linea parallela

1 " cos 2 " # = ae

Orbite iperboliche ! •   La distanza Δ fra l ʼ asintoto e la linea parallela

1 " 1 / e 2 = a

Orbite iperboliche ! •   La distanza Δ fra l ʼ asintoto e la linea parallela

e 2 " 1 = b

!Lʼenergia si ottiene dalle formule ricavate per le orbite ellittiche !

E = "

1

µ 2

2

h 2

(

1 "

e

2

)

a =

h 2

1

µ

e 2

" 1

E =

µ

2 a

>

0

e sostituendo!

si ottiene!

Orbite iperboliche!

!Dallʼespressione completa dellʼenergia (vis viva) si ottiene !

v

2

µ

µ

 

"

=

  • 2 2 a

r

e per r " > # v # =

µ a
µ
a

v si chiama lʼeccesso di velocitá iperbolica! Sempre dalla vis viva si ottiene sostituendo la velocitá di fuga!

v fuga =

2µ r
r

v

2

2

v

2

"

2

µ

1

2

1

2

1

2

2

v =

2

v fuga

2

v "

!

=

! ! > !

+

r Lʼequazione mostra che lʼeccesso iperbolico rappresenta lʼeccesso di energia cinetica in aggiunta allʼenergia (di fuga) necessaria per scappare dal centro di attrazione!

Si defisce inoltre lʼenergia caratteristica

2

C 3 = v "

che é una misura

dellʼenergia necessaria per unʼinserzione in orbita interplanetaria!

Inserzione orbitale!

La forma dell’orbita dopo un’ inserzione orbitale dipende dal rapporto fra la velocitá di inserzione V
La forma dell’orbita dopo
un’ inserzione orbitale
dipende dal rapporto fra la
velocitá di inserzione V i e
la velocitá circolare V c al
punto di inserzione!