Anda di halaman 1dari 6

HOW TO MAKE A PIZZA QUALITY 'IN HOUSE To obtain a product of quality Pizza and satisfy the tastes of friends

and relatives, you must first distinguish five important stages in the production: 1. Raw materials selection To get a quality product, raw materials, must always be fresh or good condition and must have the following characteristics: * Water must be potable, not too much calcium (check the faucet hole, if it is logged the water must be boiled before being used, otherwise use it normally). * The yeast can 'be used fresh (must be purchased from time to time and check that you have a lighter and can be brittle otherwise it is better not to use it) or dry (available in bags, granular and easy storage, but it must be dissolved in water at 38 C). * The salt should be used only what has hygroscopicity, and choose only the marine environment. This property helps to achieve a longer rising. * The flour is sold at grocery stores, almost always a weak flour, then the rising times are short (2-3 hours) and the absorption of water and 50% (each kg of flour needs 5 dl of water). * Products for the topping instead are at the discretion of those who wish produce the pizza, the only recommendation, do not grind the mozzarella meat grinder, it would change the taste and hardly spinning. 2. The recipe For a good mix is as follows: - 1 l. water - 2 kg of flour - 20 g of fresh yeast (7 of the dry) - 50 g sea salt of course, the amount may be increased or decreased according to the needs, as well as the yeast must be decreased if the ambient temperature is higher than the 23-25 C (e.g. in summer). A dough according to recipe would produce 3.070 kg of dough ready enough to prepare 4 pans suitable for a bakery from home. 3. The dough To make the dough, carry two containers sufficiently capacious in which an authority in each half of the flour. Divide water in two containers where loose in a salt and in the other yeast, pour the salt solution in a container of flour and solution of yeast in the container. Stir until when the two compounds have not

become consistent, then add the two dough and end the 'kneading until the dough will be smooth, velvety and moist correctly. If you proceed you will have a kneading machine, always starting the flour, then enter the water where you have dissolved the yeast, making sure to leave 2 dl to dissolve the salt added when the mixture reaches a certain size. Avoid always put closely salt and yeast because the first prevents the second to perform its function. The dough will be ready when the tub of the machine remains perfectly clean. At this point you can proceed to cut the dough to form loaves of weight according to the desired thickness of the pizza you want have been cooked. Before proving you can put the dough in the fridge at 2-6 C to proceed to the maturation of the dough, according to the set temperature is found to be respectively 24 to 6-8 hours 4. Leavening Is to make the dough rest (in the center of the pan where It will then cooked) for about 3 hours at room temperature constant (23 C), this operation which allows yeast to produce gas they do inflate the dough. The loaf should be relaxed in the pan with the pressure of the fingers to obtain a homogeneous layer that reaches the sides of the container, the same course before laying the dough must to be oiled lightly. At this point the pasta should be coated with the tomato, where the pizza will be red, or white if the oil and left to rest for at least 1 hour prior to cooking. If the dough has been in the fridge to mature for a correct rising, after removing from refrigerator handle the dough as if it were just mixed, then rising to make respecting the same time.

5. Cooking E 'but the last operation is the most important because it allows, if properly executed, to enhance the whole quality of the product. In a home oven cooking temperature will average 250 C for a period ranging between 12-15 minutes. So it must advance set to maximum and get done at room temperature before proceeding to cooking pizza. For these reasons, the cooking must be done in two different times: * Bake for about 8-10 minutes with the dough over the tomatoes, if red, or just coated with oil. * Remove the pan from the oven, make the stuffing according to the recipe to be obtained, and then put the pan in the oven to finish cooking pasta and ingredients with the remaining time.

If you want to taste the perfume and fragrance in all its intensity, pizza must be consumed fresh from the oven.

COME FARE UNA PIZZA DI QUALITA' IN CASA Per ottenere un prodotto Pizza di qualit e soddisfare il gusto di amici e parenti, occorre innanzitutto distinguere in 5 fasi importanti la produzione: 1. Scelta delle materie prime Per ottenere un prodotto qualitativo, le materie prime, debbono essere sempre fresche o ben conservate e debbono avere le seguenti caratteristiche: * L'acqua deve essere potabile, non troppo calcare (controllare il foro del rubinetto, se risulta incrostato l'acqua va bollita prima di essere usata, altrimenti usatela normalmente). * Il lievito puo' essere usato fresco (va acquistato di volta in volta e controllare che abbia una colorazione pi chiara possibile e sia friabile altrimenti meglio non usarlo) o secco (reperibile in bustine, granulare e di facile conservazione, ma va sciolto in acqua a 38 C). * Il sale va usato solo quello che possiede l'igroscopicit, quindi scegliere solo quello marino. Questa sua propriet aiuta ad ottenere una lievitazione pi lunga. * La farina che si trova in commercio presso i negozi di alimentari, quasi sempre una farina debole, quindi i tempi di lievitazione sono brevi (2-3 ore) e l'assorbimento di acqua del 50% ( ogni kg di farina occorrono 5 dl di acqua). * I prodotti per la farcitura invece sono a discrezione di chi vuol produrre la pizza, unica raccomandazione, non macinare la mozzarella al tritacarne, cambierebbe sapore e difficilmente filerebbe. 2. La ricetta Per un buon impasto la seguente: 1 l. di acqua 2 kg di farina 20 g di lievito fresco (7 di quello secco) 50 g di sale marino

naturalmente le quantit possono essere aumentate o diminuite secondo la necessit, come pure il lievito va diminuito se la temperatura ambiente risulta superiore ai 23-25 C (es. in estate). Un impasto ottenuto secondo la ricetta produrrebbe kg 3,070 di pasta pronta, sufficiente per preparare 4 teglie adatte ad un forno da casa. 3. L' impastazione

Per eseguire l'impasto, munirsi di due contenitori sufficientemente capienti nei quali disporrete in ogni uno la met della farina. Dividete l'acqua in due recipienti dove scioglierete in uno il sale e nell'altro il lievito; versate la soluzione salina in un contenitore di farina e la soluzione di lieviti nell'altro contenitore. Mescolate separatamente fino a quando non sono diventati due composti consistenti, quindi unite i due impasti e terminate l' impastazione solo quando la pasta risulter essere liscia, vellutata e giustamente umida. Se disporrete di una macchina impastatrice procedete, sempre iniziando dalla farina, quindi inserite l'acqua dove avrete sciolto il lievito, avendo l'accortezza di lasciarne 2 dl per sciogliere il sale che aggiungerete quando l'impasto avr raggiunto una certa consistenza. Evitare sempre di mettere a stretto contatto il sale ed il lievito perch il primo impedisce al secondo di svolgere la sua funzione. La pasta risulter essere pronta quando la vasca della macchina rimane perfettamente pulita. A questo punto si pu procedere al taglio della pasta per formare dei panetti della grammatura voluta secondo lo spessore della pizza che si vuol avere dopo la cottura. Prima di procedere alla lievitazione si pu mettere la pasta in frigo a 2-6 C per procedere alla maturazione della pasta che, secondo la temperatura impostata, risulta essere rispettivamente dalle 24 alle 6-8 ore 4. La lievitazione Consiste nel far riposare la pasta (al centro della teglia dove successivamente verr cotta) per circa 3 ore a temperatura costante (23 C), operazione questa che permette ai lieviti di produrre gas

che fanno rigonfiare l'impasto. Il panetto lievitato dovr quindi essere disteso nella teglia con la pressione delle dita fino ad ottenere uno strato omogeneo che arrivi ai lati del recipiente, naturalmente lo stesso prima di deporre la pasta dovr essere oliato leggermente. A questo punto sulla pasta va spalmato il pomodoro, se la pizza dovr essere rossa, oppure l'olio se bianca e lasciata riposare per almeno 1 ora prima di procedere alla cottura. Se la pasta stata in frigo per la maturazione, per una corretta lievitazione, dopo averla tolta dal frigo trattare la pasta come se fosse appena impastata, quindi far effettuare la lievitazione rispettando gli stessi tempi.

5. La cottura E' l'ultima operazione ma la pi importante in quanto consente, se correttamente eseguita, di esaltare tutta la qualit del prodotto. In un forno casalingo la temperatura di cottura sar mediamente di 250 C per un tempo che varia tra i 12-15 minuti. Quindi esso va preventivamente messo al massimo e fatto arrivare a temperatura prima di procedere alla cottura della pizza. Per tali motivi la cottura deve avvenire in due tempi diversi: * Cuocere per circa 8-10 minuti solo la pasta con sopra il pomodoro, se rossa, oppure solo spalmata di olio. * Ritirare la teglia dal forno, effettuare la farcitura secondo la ricetta che si vuole ottenere, quindi rimettere la teglia nel forno per ultimare la cottura della pasta e degli ingredienti con il tempo rimasto.