Anda di halaman 1dari 32

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA

FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA


CORSO DI LAUREA IN
TECNICHE DI RADIOLOGIA MEDICA PER IMMAGINI E RADIOTERAPIA Anno Accademico 2005/2006

La Diffusione RM nella patologia encefalica


Relatore Laureando

Dr. P. Floridi
Servizio di Neuroradilogia Az. Osp. Perugia Dir. Dr.P. Pelliccioli

Alessandro Ligi
Presidente del Corso di Laurea Prof. Renato Palumbo

La diffusione indica il moto caotico e disordinato delle molecole di acqua nei tessuti biologici Lacqua rappresenta il 70% in volume dei tessuti biologici Lacqua riveste un ruolo importante nellequlibrio osmotico dei tessuti, nel trasporto degli enzimi e dei substrati metabolici

Diffusione
Isotropica: espressione di movimenti caotici che avvengono in un fluido omogeneo Anisotropica: condizionata dalla struttura del tessuto e tiene conto di ostacoli biologici

Diffusione anisotropica(direzionale): e cellule nervose, le fibre mieliniche, rapprentano una barriera al movimento dellacqua

Diffusione
La misura della mobilit dell'acqua pu risultare un valido strumento per descrivere la struttura dei tessuti su scala microscopica, ben oltre la capacit di risoluzione delle usuali metodiche di imaging

Diffusion RM
produce immagini che dipendono dai

movimenti microscopici delle molecole di acqua importante strumento diagnostico nella pratica clinica

ecnica di StejskalTanner : seq. spin-echo combinata con due gradienti di diffusione

Il diverso lvello di pesatura in diffusione si ottiene modificando il valore di b-value Alto valore di b alta attenuazione del segnale di diffusione

= 42Mhz/Tesla (cost. g.magn.) G= gradiente di diffusione = durata di applicaz. G = tempo tra due impulsi G

La diffusione dellacqua in presenza di un gradiente di sfasamento causa attenuazione del segnale RM

Tecnica
Immagini isotropiche
- Immagini pesate in diffusione(DWI)

Immagini anisotropiche
- Tensore di diffusione (DTI) - Trattografia (FT)

MR GE 1,5 Tesla Gradienti 20mT/m Seq. DWI Single-Shot SE EPI TR=6000, TE=80 30, 6 mm, 24 Fov, 24 sec B 0-1000sec/mm2

b=0

b=500

b=1000

b=1500

ADC (Apparent Diffusion Coefficient)


Sono ottenute acquisendo due DWI a bvalue differenti (0 e 1000) contengono una precisa informazione quantitativa relativa ai processi diffusivi appaiono come il negativo delle DWI non risentono di alcuna pesatura T2

ADC (Coefficienti di Diffusione Apparente)

ADC riflette lorganizzazione strutturale del tessuto

Aumento della diffusione con laumentare del valore di b value

Applicazioni Cliniche
Ischemia cerebrale acuta Tumori cerebrali Infezioni Traumi Malattie demielinizzanti

Ischemia acuta
3 ore 3 giorni

differenziazione lesione acuta da croniche

differenziazione lesione acuta da croniche

Epidermoide

Cisti aracnoidale

GBM

ascesso

Tecnica
Immagini isotropiche - immagini pesate in diffusione(DWI) Immagini anisotropiche - tensore di diffusione(DTI) - Trattografia(FT)

Tensore di diffusione
descrizione completa dei processi diffusivi in mezzi anisotropi acquisizione di un minimo di 6 DWI pesate in diffusione lungo direzioni diverse e di unimmagine a bvalue nullo. consente di superare i limiti di direzionalit di DWI e mappe ADC

Tensore di diffusione
Indici di diffusione anisotropa sono lAnisotropia Frazionaria (FA) Il naturale sostituto di una mappa ADC pu essere rappresentato da una mappa di Traccia (Trattografia)

Fascio cortico-spinale

possibili alterazioni delle fibre nervose realizzabili nelle lesioni neoplastiche

deviate

infiltrate

edematose

distrutte

Neoplasia benigna: i fasci cortico-spinali sono deviati dal tumore

Astrocitoma: le fibre nervose sono infiltrate dal tumore

Conclusioni
DWI mappe ADC indici di diffusione anisotropa Trattrografia
forniscono un potente mezzo di indagine per i processi di diffusione microscopica dellacqua a livello del tessuto nervoso

Conclusioni
La diffusion RM una metodica di studio speciale che rappresenta un approccio complementare allo studio di Imaging convenzionale

Conclusioni
Possono essere rivelate alterazioni patologiche non facilmente evidenziabili con altre tecniche diagnostiche di base. E possibile evidenziare precocemente alcune patologie, fra cui lischemia iperacuta, quando il danno non ancora strutturale ma solamente funzionale

Conclusioni
Il limite rappresentato dalla necessit di avere apparecchiature ad alto campo e gradienti di almeno 20mT/m

Conclusioni
TSRM
Necessarie conoscenze dei principi chimico-fisici alla base del fenomeno Conoscenza e riconoscimento della patologia del sistema nervoso Valutazione tecnica del risultato ottenuto