Anda di halaman 1dari 1693

CAP.

SVOLGIMENTO DEL PROCESSO

A seguito di decreto di giudizio immediato emesso il 14/2/1994 dal Giudice per le Indagini Preliminari di Palermo, su richiesta formulata dall'imputato l'11/2/1994, Contrada runo, nato a !apoli il 2/9/19"1, #eni#a tratto a giudizio, in stato di detenzione $cfr% p%#% di arresto in data 24/12/1992&, dinanzi a 'uesto (ri)unale, per rispondere dei reati di cui agli artt%11* + 41,, con le aggra#anti di cui ai commi I-. e -., e 11*+41, )is c%p%, con le aggra#anti di cui ai commi I-., -. e -I., c%p%, per a#ere, dapprima nella 'ualit/ di funzionario di P%0% e successi#amente in 'uella di 1irigente presso l'Alto Commissario per il coordinamento della lotta alla criminalit/ mafiosa ed in 'uella di 1irigente presso il 0%I%0%1%2%, contri)uito sistematicamente alle atti#it/ ed agli scopi criminali dell'associazione per delin'uere denominata 3Cosa !ostra3, in particolare fornendo ad

Pag. 1

esponenti della 3Commissione Pro#inciale3 di Palermo della stessa notizie riser#ate, riguardanti indagini ed operazioni di Polizia da s#olgere nei confronti dei medesimi e di altri appartenenti all'associazione% All'udienza del 12/4/1994, compiuto l'accertamento della regolare costituzione delle parti, si procede#a all'esame delle 'uestioni preliminari, concernenti il contenuto del fascicolo per il di)attimento, proposte dalle parti ai sensi dell'art% 491 c%p%p%% In particolare il P%4%, formula#a richiesta, cui non si oppone#a la difesa, di inserimento nel fascicolo del di)attimento di alcuni atti irripeti)ili nonch5 di alcuni atti assunti a seguito di commissione rogatoria internazionale, per mera omissione non inseriti in detto fascicolo dal G%I%P% e precisamente6

decreto di per'uisizione locale, in data 1/12/1992, presso i locali della loggia massonica 3Armando 1iaz3 di Palermo,

p%#% di per'uisizione e se'uestro nei confronti di 7a 8osa 9rancesco 4ichele, in data 2/12/1992:

p%#% di per'uisizione e se'uestro nei confronti di 4ignosi Antonino in data 2/12/1992:

decreto di se'uestro in data "*/1/199" concernente le agende di Contrada runo:

nota della 1%I%A% di Palermo in data "1/1/199" concernente il decreto di se'uestro notificato a Guido Contrada, figlio dell'imputato, e p%#% di se'uestro di n.19 agende:

decreto di se'uestro del 2;/2/199" concernente una lettera in data 2</12/1992 indirizzata a Contrada runo e relati#a )usta,

di cui alla nota n. "<12*/92 dell'1/2/199" del Carcere 4ilitare di 8oma, nonch5 agendina telefonica di Contrada trattenuta dalla direzione del medesimo carcere:

runo

pp%##% relati#i alle audizioni in data 2=/2/1994 dei testi 7ehmann Claudio e rugnetti (atiana, in sede di commissione rogatoria internazionale in 0#izzera% 7a difesa richiede#a, in#ece, l'estromissione dal fascicolo del

di)attimento dei seguenti atti6 ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa nei confronti dell'imputato e delle note relati#e all'esecuzione della stessa: p%#% di arresto a carico dell>imputato: ordinanza di proroga dei termini di custodia cautelare:

Pag. 3

richiesta di rin#io a giudizio formulata dal P%4% e decreto di fissazione dell'udienza preliminare: decreto di giudizio immediato emesso nei confronti dell'imputato% Il (ri)unale, decidendo sulle 'uestioni proposte dalle parti in ordine alla formazione del fascicolo del di)attimento, dispone#a, ai sensi degli artt% 4"1, 4"2, 4;< e 491 c%p%p%, l'inserimento nel predetto fascicolo della documentazione richiesta dal P%4%, nonch5

l'eliminazione da esso della nota della 1irezione In#estigati#a Antimafia del 24/12/199", della richiesta di rin#io a giudizio e del decreto di fissazione dell'udienza preliminare: dispone#a, altres?, che l'ordinanza di custodia cautelare in carcere, 'uella di proroga dei termini di custodia cautelare nonch5 il decreto di giudizio immediato emessi dal G%I%P% nei confronti dell'imputato fossero estromessi dal fascicolo del di)attimento e depositati in separato fascicolo nella Cancelleria del (ri)unale: rigetta#a in#ece, la richiesta di

eliminazione dal fascicolo del di)attimento del p%#% di arresto dell'imputato trattandosi di atto irripeti)ile e come tale legittimamente inserito nel predetto fascicolo ai sensi dell'art% 4"1 lett%)& c%p%p% $cfr% ordinanza (ri)unale del 12/4/1994&%

8isolte le 'uestioni preliminari il Presidente dichiara#a aperto il di)attimento e l>assistente giudiziario da#a pu))lica lettura

dell>imputazione% Il P%4% procede#a, 'uindi, alla esposizione introdutti#a dei fatti di causa, sul cui contenuto la difesa solle#a#a eccezione, che il (ri)unale rigetta#a con ordinanza emessa alla medesima udienza% In linea generale il P%4% espone#a che il procedimento a carico dell'odierno imputato prende#a le mosse dalle dichiarazioni rese da alcuni colla)oratori di giustizia $sinteticamente riferite dal P%4%& ed in particolare da uscetta (ommaso, 4utolo Gaspare, 4archese

Giuseppe, 0patola 8osario, 4annoia 4arino 9rancesco, Cancemi 0al#atore e 0ca#uzzo Pietro, i 'uali accusa#ano Contrada runo di

a#ere mantenuto, fin dal periodo in cui opera#a presso gli uffici in#estigati#i della @uestura di Palermo, sta)ili rapporti con esponenti di spicco di 3Cosa !ostra3 e di a#ere posto in essere una continuati#a condotta di age#olazione nei confronti della predetta organizzazione mafiosa, realizzata a##alendosi delle notizie a lui note per ragioni degli uffici ricoperti: espone#a che tali dichiarazioni a#e#ano tro#ato conferma di #eridicit/ in una complessa serie di riscontri di natura o)ietti#a ac'uisiti all'esito delle indagini in#estigati#e espletate:

Pag. 5

dichiara#a, altres?, che il 'uadro pro)atorio delineatosi a carico dell'imputato nel corso delle indagini preliminari si era arricchito di numerose altre ac'uisizioni di natura documentale e testimoniale confermati#e delle dichiarazioni rese dai colla)oratori di giustizia % All'udienza del 1,/4/1994 il P%4% chiede#a di potere pro#are tali fatti mediante l'ammissione dei testi e degli imputati di reato connesso, tempesti#amente indicati nella lista di cui all'art% 4,= c%I. c%p%p% sui capitolati di pro#a i#i articolati, ed altres? mediante l'ac'uisizione di #er)ali di pro#a di altro procedimento penale, tempesti#amente indicati in lista, secondo il disposto di cui all'art% 4,= c% 4 )is c%p%p%: chiede#a, infine, l'esame dell'imputato e l'ammissione dei documenti di cui all'elenco depositato % Alla medesima udienza la difesa dell'imputato richiede#a 'uali propri mezzi di pro#a l'ammissione dei testi, indicati tempesti#amente nella propria lista sulle circostanze i#i dedotte, l'ac'uisizione dei documenti indicati in apposito elenco depositato, nonch5 l'esame dell'imputato: richiede#a, altres?, ai sensi dell'art% 49" c% III. c%p%p%, in relazione ad atti#it/ integrati#a di indagine s#olta dalla Procura della 8epu))lica, l'ammissione dei testi Contrada -ittorio, !o#em)re 0il#io, 4elzi Giuseppe, Gianni Aldo, 4adia Am)erto e 0antantonio

1omenico, nonch5 l'ac'uisizione del fascicolo personale intestato al dott% G% oris Giuliano% All'udienza del 19/4/1994 il (ri)unale ammette#a l'esame di tutti i testi ed imputati di reato connesso, richiesti dal P%4% e dalla difesa nelle rispetti#e liste testimoniali $rigettando l'eccezione formulata dalla difesa in ordine all'ammissione dell'esame degli imputati di reato connesso Cancemi 0al#atore e 0ca#uzzo Pietro sul presupposto dell'asserita tardi#it/ del deposito dei #er)ali delle dichiarazioni dagli stessi rese nella fase delle indagini preliminari, effettuato dal P%4% ai sensi dell'art% 4"* c% II. c%p%p% e rigettando, altres?, l'eccezione formulata dalla difesa in ordine all'incompati)ilit/, eB art% 19< c% I. lett% d& c%p%p%, del teste ACala Giuseppe a testimoniare nell'am)ito del presente procedimento&: ammette#a, poi, l'esame dei testi richiesti dalla difesa eB art% 49" c% III. c%p%p%, rigettando l'eccezione formulata sul punto dal P%4%: ammette#a, ritenendolo assolutamente necessario, l'esame diretto dei testi Iaco#oni 7aura, runo 7uigi, 0altamacchia Aldo e 7ongo Guido le cui dichiarazioni, rese in altro procedimento e tempesti#amente indicate dal P%4% nella propria lista, #eni#ano ac'uisite al fascicolo del di)attimento $cfr% 6

trascrizione delle dichiarazioni rese in di)attimento dinanzi alla Corte

Pag. 7

di Assise di Palermo dalla sig%ra Iaco#oni 7aura il 2;/;/199" + n. 2" elenco depositato dal P%4%: trascrizione delle dichiarazioni rese in di)attimento dinanzi alla Corte di assise di Palermo da runo 7uigi,

0altamacchia Aldo e 7ongo Guido rispetti#amente in data 14/1*+ 1,/11 e 1</11/199" + n. 24 elenco depositato dal P%4%&: ammette#a l'esame dell'imputato, concordemente richiesto dalle parti e dispone#a ac'uisirsi sull'accordo delle stesse, i documenti richiesti dalla difesa all'udienza del 1,/4/1994 $e precisamente copia di atti del fascicolo personale del dott% Contrada ac'uisito presso il 4inistero dell' Interno +cfr% n. 1 elenco depositato dalla difesa copia di atti del fascicolo personale del dott% Contrada ac'uisito presso la @uestura di Palermo + cfr% n. 2 elenco depositato dalla difesa copia di atti del sottofascicolo personale del dott% Contrada ac'uisito presso il Centro Criminalpol di Palermo +cfr% n. " elenco depositato dalla difesa

fotocopia di alcuni dei rapporti di denunzia, proposte per

misure di pre#enzione ed altri atti di P%G% redatti dal dott% Contrada nei confronti di 8icco)ono 8osario, 4utolo Gaspare ed altri, nonch5 nota in data =/1*/19<" redatta dal dott% Contrada nei confronti di ontate 0tefano e documentazione inerente alla patente di guida tratta dal fascicolo intestato al predetto presso la Prefettura di Palermo +cfr%

n. 4 elenco depositato dalla difesa elenco delle operazioni di Polizia contro la criminalit/ mafiosa e trafficanti di stupefacenti s#olte dalla Criminalpol 0icilia+Dccidentale, diretta dal dott% Contrada, in colla)orazione con altri organi di Polizia, tra il 19<9 e l'inizio dell'anno 19=2 nonch5 copia del rapporto di denunzia contro Al)erti Gerlando E1" del 2=/=/19=* per i reati di associazione per delin'uere e traffico di sostanze stupefacenti + cfr% n. ; elenco depositato dalla difesa

note relati#e alle atti#it/ di istituto s#olte dal dott% Contrada

nei confronti di 8icco)ono 8osario nel periodo in cui il menzionato dott% Contrada espleta#a le funzioni di Capo di Ga)inetto dell'Alto Commissario +cfr% n. , elenco depositato dalla difesa certificati generali del Casellario Giudiziario relati#i a 4utolo Gaspare, 4archese Giuseppe, 0patola 8osario, uscetta (ommaso, 8icco)ono 8osario, 8iina 0al#atore, Pro#enzano Greco 0al#atore, ernardo, Greco 4ichele,

ontate 0tefano, Inzerillo 0al#atore, 0caglione adalamenti

0al#atore, 4icalizzi 0al#atore, Glorioso Giuseppe,

Gaetano, Graziano Angelo, 0patola Giuseppe e Ganci 8affaele, con la specifica dei periodi di detenzione sofferti dal 4utolo Gaspare negli anni dal 19=* al 19=2 + cfr%n. 2< elenco depositato dalla difesa nota della 1%I%A% del 1,/9/199" in#iata alla @uestura di Palermo + prot% n.

Pag. 9

=1*= + con la 'uale si richiede#a documentazione dell'atti#it/ espletata dal dott% Contrada in esito ad analoga richiesta formulata dalla difesa del medesimo funzionario + cfr% n. "* elenco depositato dalla difesa nota di risposta della @uestura di Palermo del 1*/1/1994 $prot% n.24;& con la 'uale 5 stata parzialmente e#asa la richiesta di cui al superiore punto mediante in#io di parte della documentazione richiesta + cfr% n. "1 elenco depositato dalla difesa&: il (ri)unale riser#a#a al prosieguo del di)attimento la decisione in ordine alle altre richieste di pro#a documentale formulate dalle parti $cfr% ordinanza emessa dal (ri)unale il 19/4/1994&% All>udienza del ,/;/1994, decidendo sulle ulteriori richieste formulate dalle parti in ordine all>ammissione dei rispetti#i mezzi di pro#a, il (ri)unale dispone#a l>ac'uisizione dei documenti richiesti dal P%4% all>udienza del 1,/4/1994 nonch5 di 'uelli richiesti dallo stesso P%4% all>udienza del ,/;/1994 $cfr% nn. 1+"+4+,+<+=+9+1*+12+ 1"+14+1;+1,+1=+19+2*+21+22+2;+2,+2<+2=+29/a e29/)+"*+"2+"=+"9+

4*+41 di cui all>elenco depositato dal P%4% all>udienza del 1,/4/1994+ e nn. 2 e " elenco documenti prodotto dal P%4% all>ud% del ,/;/1994&: dispone#a, altres?, l>ac'uisizione dei documenti richiesti dalla difesa all>udienza del 1,/4/1994 $cfr% nn. <+=+9+9)is+1*+1*)is+1"+14+1;+

1*

1<)is+1=+19+2;+2,+2=)is+2='uater+29+"2 di cui all>elenco documenti prodotto dalla difesa all>udienza del 1,/4/1994&: rigetta#a, ritenendola tardi#a, la richiesta, formulata dal P%4% all>udienza del 2=/4/1994, di ammissione dell>esame dell>imputato di reato connesso Calderone Antonino, cui si era opposta la difesa: riser#a#a all>esito dell>istruttoria di)attimentale la decisione in merito alle richieste di ac'uisizione di ulteriore documentazione formulata dalla difesa dell>imputato $cfr% ordinanza emessa dal (ri)unale in data 1,/;/1994&% !el corso del complessa ed ampia istruzione di)attimentale, protrattasi per un complessi#o numero di 1,; udienze, il (ri)unale, esita#a istanze, a #ario titolo riguardanti il tema dell'ammissione dei mezzi di pro#a, proposte dalle parti $cfr% ordinanze in data 6 22/4/1994, di rigetto della richiesta formulata dal P%4% di produzione di alcuni #er)ali di audizioni rese dinanzi alla Commissione parlamentare d'inchiesta sul fenomeno della mafia: 1</,/1994 in materia di atti#it/ integrati#a di indagine compiuta dal P%4% in epoca successi#a alla sua esposizione introdutti#a ed alla correlata formulazione delle richieste di pro#a eB art% 49" c%p%p%: 24/,/1994+ 22/</1994+ 9/9/1994+ 1,/9/1994+ 2"/9/1994+ 19/;/199; + 2"/;/199; + 2"/,/199;+ 24/</199; in materia di richieste formulate dalle parti di

Pag. 11

ammissione di nuo#e testimonianze ai sensi degli artt% 19; e 49" c% III c%p%p%: 4/1*/1994+ 9/;/199; + in tema di ammissione di ulteriori esami di imputati di reato connesso: 14/1*/1994 in materia di ac'uisizione di #er)ali oggetto di espresso richiamo e conferma in sede di compimento di atti nel corso di commissione rogatoria internazionale: 4/11/1994 a#ente ad oggetto le modalit/ di ac'uisizione di documenti non inseriti nel fascicolo del P%4%: 1*/1/199; e 24/</199; in materia di produzione e trascrizione di intercettazioni am)ientali effettuate in altri procedimenti: 22/9/199; in materia di lettura+ ac'uisizione eB artt% ;12 )is e 4"1 lett% d& c%p%p% di #er)ali di dichiarazioni rese da testi residenti all>estero in sede di commissione rogatoria internazionale&% !el corso dell>istruzione si procede#a, poi, all> ac'uisizione al fascicolo del di)attimento di ulteriore copiosissima documentazione richiesta dalle parti nel prosieguo del processo $cfr% ac'uisizioni documentali alle udienze 6 2</4/1994 + 1*/;/1994 + 1"/;/1994 + 2*/;/1994 + 2;/;/1994 + 2,/;/1994 + "1/;/1994 + 1*/,/1994 + 14/,/1994 + 1</,/1994 + 2=/,/1994 + =/</1994 + 12/</1994 + 1;/</1994 + 22/</1994 + </9/1994 + 9/9/1994 14/9/1994 + 1,/9/1994 + 2"/9/1994 + 14/1*/1994 + 1=/1*/1994 + 21/1*/1994 2;/1*/1994 + 2=/1*/1994 + 4/11/1994 + 11/11/1994 + 1,/12/1994 + 1*/1/199; 1"/1/199; +

12

2</1/199; + "/2/199; + 1</"/199; + "1/"/199; + 11/4/199; + 1=/4/199; 9/;/199; + 12/;/199; + 1,/;/199; + 19/;/199; + 2"/;/199; + 2,/;/199; + "*/;/199; 1"/,/199; + 2"/,/199; + 2</,/199; + "*/,/199; + 1/</199; + </</199; + 24/</199; "1/</199; + 19/9/199; + 22/9/199;+ 29/9/199;+ 19/1*/199;+ 2*/1*/199; e 2,/1*/199; + tutta

analiticamente annotata nell'elenco degli atti utilizza)ili per la decisione, compilato ai sensi dell'art% ;11 c%-. c%p%p%, $allegato al p%#% ud% 2,/1*/199;&% (ra l>udienza del 22/4/1994 e 'uella del 12/1*/199; si procede#a all>esame delle pro#e orali ammesse dal (ri)unale% In particolare #eni#ano assunti, in sede giudiziaria di#ersa da 'uella palermitana per particolari moti#i di sicurezza, i seguenti soggetti gi/ indicati dal P%4% nella propria lista testimoniale, nella 'ualit/ di imputati di reati in procedimenti connessi ed esaminati ai sensi dell'art% 21* c%p%p% 6 1& Marchese Gi se!!e + udienza del 22/4/1994 presso il complesso giudiziario di 8oma 8e)i))ia aula 3 2& F unGer3:

S!a"#$a R#sari# + udienza del 2</4/1994 + presso l'aula 3)unGer3 annessa alla Casa C%le di Pado#a: e udienza del

Pag. 13

1*/1*/1994 + presso il complesso giudiziario di 8oma 8e)i))ia aula 3 H unGer3: "& Ca%ce&i Sa$'a"#re + udienza del 2=/4/1994 +presso l'aula 3)unGer3 annessa alla Casa C%le di Pado#a: e udienza del 1*/1*/1994 + presso il complesso giudiziario di 8oma 8e)i))ia aula 3 H unGer3: 4& ( sce""a T#&&as# +udienza del 2;/;/1994 + presso l'aula 3)unGer3 annessa alla Casa C%le di Pado#a: ;& Sca' ))# Pie"r# +udienza del 2,/;<1994 + presso l'aula 3)unGer3 annessa alla Casa C%le di Pado#a: ,& M "#$# Gas!are + udienze </,/1994+12/</1994 e 1/,/199;+ tutte presso il complesso giudiziario di 8oma 8e)i))ia aula 3 F unGer3: <& Mari%# Ma%%#ia *ra%cesc# + udienza del 29/11/1994 presso il complesso giudiziario di 8oma 8e)i))ia aula 3 F unGer3:

!el corso del di)attimento il P%4% a#anza#a richiesta di ammissione, ai sensi degli artt% 21* e 49" c% III. c%p%p%, di altri imputati di reato connesso, frattanto determinatisi a colla)orare con la giustizia, che il (ri)unale accoglie#a procedendo ai relati#i esami di)attimentali dei seguenti soggetti6

14

1&

C#s"a Gae"a%# + udienza 1/,/199; $ammesso con ordinanza in data 9/;/199;&:

2&

Pe%%i%# Gi#acchi%# + udienza 19/,/199; $ammesso con ordinanza in data 9/;/199;&:

"&

Pirr#%e Ma ri)i# + udienza 11/</199; $ammesso con ordinanza in data 2"/,/199;&%

Ve%i'a%# esc ssi i seg e%"i "es"i+ gi, i%-ica"i -a$ P.M. %e$$a !r#!ria $is"a. 1& 2& "& 1omenico 1i Petrillo $ud%del 1*/;/1994 + ud% del 2*/9/1994&: Guido 7ongo $ud% 1*/;/1994 + ud% 14/1*/1994&: 7uigi runo $ud% 1*/;/1994 + ud% 1=/1*/1994+ ud% 21/1*/1994+

ud% 19/9/199;+ ud% 22/9/199;+ ud% 29/9/199;+ ud% 12/1*/199;&: 4& ;& ,& <& =& 9& Procopio 7a 4attina $ud% del 1"/;/1994&: Gio#anni 0iragusa $ud% del 1"/;/1994&: 9rancesco 9orleo $ud% del 1"/;/1994&: 8aimondo Cerami $ud% del 1"/;/1994&: Angelo 0inesio $ud% del 1"/;/1994&: 0anti 1onato $ud% del 1"/;/1994 + citato anche dalla difesa come proprio teste&:

Pag. 15

1*& 11&

7aura Iaco#oni #edo#a Cassar/ $ud% del 2*/;/1994&: 2rminio oso $ud% del 2*/;/1994 citato anche dalla difesa come proprio teste&:

12& 1"&

8enato Gentile $ud% del 2*/;/1994&: 7orenzo !arracci $ud% del 2*/;/1994 nuo#amente escusso come teste della difesa all>udienza del 2</1/199;&:

14& 1;& 1,&

Giuseppe Impallomeni $ud% del 2*/;/1994&: Gilda Iiino #edo#a Parisi $ud% del "1/;/1994&: 2manuele 1e 9rancesco $ud% del "1/;/1994+ teste indicato anche dalla difesa nella propria lista&:

1<& 1=& 19& 2*&

Angelo Pellegrini $ud% del "1/;/1994&: 4auro D)inu $ud% del "/,/1994&: 0a#erio 4ontal)ano $ud% 1*/,/1994&: 2manuele Giuliano $ud% 1*/,/1994 + teste indicato anche dalla difesa nella propria lista&:

21&

-ito 7azzara $ud% 1*/,/1994 + teste indicato anche dalla difesa nella propria lista&:

22& 2"& 24&

Drlando Gotelli $ud% del 14/,/1994&: -ito 1>Am)rosio $ud% del 14/,/1994&: 9rancesco Paolo Prestigiacomo $ud% del 1</,/1994&:

1,

2;& 2,& 2<& 2=& 29& "*& "1& "2& ""& "4& ";& ",& "<&

4aurizio Inzerilli $ud% del 1</,/1994&: Dronzo 1el 9ato $ud% del 1</,/1994&: 0al#atore (umino $ud% del 1</,/1994&: 4arcello Immordino $ud% 24/,/1994&: 4ario Almerighi $ud% 24/,/1994&: Clemente Gioia $ud% 2=/,/1994&: Carla 1el Ponte $ud% 2=/,/1994&: Giuseppe ACala $ud% 1/</1994&: Gerardo 1i Pas'uale $ud% =/</1994&: Charles (ripodi $ud% 12/</1994&: -incenzo Parisi $ud% 1;/</1994&: Carmine 4ancuso $ud% 2*/</1994&: Arnaldo 7a ar)era $ud% 2*/</1994 + teste indicato anche dalla difesa nella propria lista&:

"=& "9&

0al#atore Agrifoglio $ud% 22/</1994&: Arturo Cassina $ud% 9/9/1994 + teste indicato anche dalla difesa nella propria lista&:

4*&

Ignazio 1>Antone $ud% 9/9/1994+ teste indicato anche dalla difesa nella propria lista e nuo#amente escusso all>ud% del 14/</199;&:

Pag. 17

41&

1omenico 0ica $ud% 14/9/1994 + nuo#amente escusso all>ud% del 2"/,/199; giusta ordinanza del 19/;/199;&:

42&

9rancesco 4isiani $ud% 14/9/1994 + teste indicato anche dalla difesa nella propria lista&:

4"& 44& 4;& 4,& 4<& 4=&

8iccardo 4alpica $ud% 14/9/1994&: 9rancesco 1i 4aggio $ud% 1,/9/1994&: Antonio Ga#a $ud% 1,/9/1994&: 2lio 1ell>Anna $ud% 2*/9/1994&: Carmelo Canale $ud% 2</9/1994&: Antonio 1e 7uca $ud% 4/1*/1994+ teste indicato anche dalla difesa nella propria lista e nuo#amente escusso all>ud% del 2=/1*/1994 giusta ordinanza in data 12/1*/1994&:

49&

Angelo 9inocchiaro $ud% 4/1*/1994 + teste indicato anche dalla difesa nella propria lista&:

;*&

4ario 4ori $ud% 2;/1*/1994 + teste indicato anche dalla difesa nella propria lista&: 0i procede#a, 'uindi, a$$/esa&e -e$$/i&! "a"# che #eni#a

assunto nel corso di complessi#e n. 14 udienze, di cui, n.1" udienze continuati#amente dal 4/11/94 al 29/12/94 6 n. 4 udienze di esame condotto dai Pu))lici 4inisteri: n. = di esame condotto dai difensori:

1=

n. 1 udienza di domande conclusi#e poste dal (ri)unale e dalle parti: infine, a seguito delle ulteriori ac'uisizioni pro)atorie richieste dalla Pu))lica Accusa, si procede#a ad un conclusi#o esame dell'imputato ad opera delle parti che #eni#a eseguito all> udienza del 1"/1*/199; % !el corso di numerosissime udienze #eni#ano, inoltre, assunte le s!#%"a%ee -ichiara)i#%i -e$$/i&! "a"#, su richiesta dallo stesso formulata al (ri)unale $cfr% udienze 22/4/1994+ 2=/4/1994+ ,/;/1994+ 1*/;/1994+ 2,/;/1994 + 1*/,/1994+ 12/</1994 + 22/</1994 + 2*/9/1994+ 2"/9/1994+ 2</9/1994+ 12/1*/1994+ 14/2/199;+

24/"/199;+ "1/"/199;+ 11/4/199;+ 1=/4/199;+ 21/4/199;+ 1,/;/199;+ 19/;/199;+ 1/,/199;+ ,/,/199;+ 2"/,/199;+ 2=/</199;+ 29/9/199;&% -eni#ano, successi#amente, escussi i seguenti "es"i i%-ica"i -a$$a -i0esa nella propria lista6 1& 2& "& 1onato 0anti $ud% 1"/;/1994+ teste indicato anche dal P%4%&: 2rminio oso $ud% 2*/;/1994 + teste indicato anche dal P%4%&: 7orenzo !arracci $ud% 2*/;/1994 e 2</1/199; + teste indicato anche dal P%4%&: 4& 2manuele 1e 9rancesco $ud% "1/;/1994+ teste indicato anche dal P%4%&:

Pag. 19

;& ,&

-ito 7azzara $ud% 1*/,/1994 + teste indicato anche dal P%4%&: 2manuele Giuliano $ud% 1*/,/1994 + teste indicato anche dal P%4%&:

<&

9erdinando Pachino $ud% ;/9/1994+ teste indicato anche dal P%4%&:

=&

Arnaldo 7a P%4%&:

ar)era $ud% 2*/</1994 + teste indicato anche dal

9& 1*&

Arturo Cassina $ud% 9/9/1994 + teste indicato anche dal P%4%&: Ignazio 1>Antone $ud% 9/9/1994 e ud% 14/</199;+ teste indicato anche dal P%4%&:

11&

9rancesco 4isiani $ud% 14/9/1994+ teste indicato anche dal P%4%&:

12&

Antonio 1e 7uca $ud% 4/1*/1994 e 2=/1*/1994+ teste indicato anche dal P%4%&:

1"&

Angelo 9inocchiaro $ud%4/1*/1994 + teste indicato anche dal P%4%&:

14&

Gio#anni 2pifanio $ud% 2*/</1994 e ;/;/199;+ ammesso anche ai sensi dell>art% 19; c%p%p% giusta ordinanza in data 1;/</1994&:

1;& 1,&

Guido Iecca $ud% 2=/1*/1994&: Gual)erto Carducci Artemisio $ud% 21/1*/1994&:

2*

1<&

8enato 1i 9alco $ud% 21/1*/1994 nuo#amente escusso il 19/9/199;&:

1=& 19& 2*& 21& 22& 2"& 24&

Calogero Adamo $ud% 2;/1*/1994&: 4ario 4ori $ud% 2;/1*/1994+ teste indicato anche dal P%4%&: Cosimo 1i Paola $ud% 2;/1*/1994&: -ittorio -as'uez $ud% 1*/1/199;&: -incenzo oncoraglio $ud% 1*/1/199;&: 9rancesco Cipolla $ud% 1*/1/199;&: -incenzo 0peranza $escusso nella 'ualit/ di indagato di reato connesso ai sensi degli artt% 21* c%p%p% e 11*+ 41, )is c%p%, all>ud% del 1"/1/199;&:

2;& 2,& 2<& 2=& 29& "*& "1& "2& ""&

Giuseppe Crimi $ud% 1"/1/199;&: Paolo 4oscarelli $ud% 1"/1/199;&: iagio !aso $ud% 1"/1/199;&: 7uigi 1e 0ena $ud% 1</1/199;&: !ino 4endolia $ud% 1</1/199;&: Girolamo 1i 9azio $ud% 1</1/199;&: 0al#atore !al)one $ud% 2*/1/199;&: (ommaso -itagliano $ud% 2*/1/199;&: 9rancesco -alentini $ud% 2*/1/199;&:

Pag. 11

"4& ";& ",& "<& "=& "9& 4*& 41& 42& 4"& 44& 4;& 4,& 4<& 4=& 49& ;*& ;1& ;2& ;"&

9rancesco elcamino $ud% 2*/1/199;&: Calogero uscemi $ud% 2*/1/199;&: Guido Paolilli $ud% 2*/1/199;&: Corrado Catalano $ud% 2*/1/199;&: 9rancesco 9ederico $ud% 24/1/199;&: 8iccardo occia $ud% 24/1/199;&: Carlo 4ilella $ud% 24/1/199;&: 9ilippo Peritore $ud% 24/1/199;&: Guglielmo Incalza $ud% 24/1/199;&: Antonino !icchi $ud% 24/1/199;&: 9austo Gianni $ud% 2</1/199;&: 9rancesco 0irleo $ud% 2</1/199;&: Ciro 1e 7isi $ud% 2</1/199;&: Giancarlo Paoletti $ud% 2</1/199;&: Gianfranco Gramendola $ud% 2</1/199;&: 1omenico Colasante $ud% "1/1/199;&: Gianpaolo 0cillieri $ud% "1/1/199;&: Dtta#io 9iorita $ud% "1/1/199;&: Paolo 0plendore $ud% "/2/199;&: Antonio 1>Aloisio $ud% "/2/199;&:

22

;4& ;;& ;,& ;<& ;=& ;9& ,*& ,1& ,2&

9rancesco Paolo 8omano $ud% "/2/199;&: 4aria -ittoria 4inisteri $ud% "/2/199;&: 9rancesco (ortorici $ud% "/2/199;&: Corrado 0padaccini $ud% "/2/199;&: Aldo 7atino $ud% "/2/199;&: 0anto 8izzo $ud% </2/199;&: Giuseppe Curcio $ud% </2/199;&: 0al#atore Arso $ud% </2/199;&: 9rancesco Pellegrino $ud% "/1*/199; nuo#amente escusso all>ud% del </2/199; eB art% 49" c% III su richiesta del P%4%&:

,"& ,4& ,;& ,,& ,<& ,=& ,9& <*& <1& <2&

Calogero 0alamone $ud% </2/199;&: Gio#anni 4ila $ud% </2/199;&: Alessandro 4ilioni $ud% 9/2/199;&: 7uigi Alfieri $ud% 9/2/199;&: 9rancesco 4irenda $ud% 9/2/199;&: -incenzo Geraci $ud% 9/2/199;&: (ito aldi Dnorati $ud% 14/2/199;&: 4ichele 4ola $ud% 14/2/199;&: 1iego 4innella $ud% 14/2/199;&: 4ichele 0antulli $ud% 14/2/199;&:

Pag. 13

<"& <4& <;& <,& <<& <=& <9& =*& =1& =2& ="& =4& =;& =,& =<& ==& =9& 9*& 91& 92&

Antonio 0u)ranni $ud% 1,/2/199;&: 0al#atore 9erruzza $ud% 21/2/199;&: Alessandro Guadalupi $ud% 21/2/199;&: 7ucio (oma $ud% 21/2/199;&: Giuseppe 9alcone $ud% 21/2/199;&: Paolo (omeo $ud% 21/2/199;&: enito 1enotarpietro $ud% 21/2/199;&: 2fisio Puddu $ud% 21/2/199;&: 1>Allura Giorgio $ud% 21/2/199;&: 7uigi 0iracusa $ud% </"/199;&: 8osario 1i Grazia $ud% </"/199;&: Giuseppe 9iamingo $ud% </"/199;&: 8occo -entura $ud% </"/199;&: Antonino 2nia $ud% 1*/"/199;&: 2nrico Carle#aro $ud% 1*/"/199;&: Giuseppe Piazza $ud% 1*/"/199;&: Calcedonio 4arcello $ud% 1*/"/199;&: 0andro 9antini $ud% 1*/"/199;&: 2lio Pizzuti $ud% 1*/"/199;&: 4ichele Cardella $ud% 14/"/199;&:

24

9"& 94& 9;& 9,& 9<& 9=& 99&

Giuseppe 1i Gregorio $ud% 14/"/199;&: -incenzo Chia#etta $ud% 14/"/199;&: 4aria 7eotta Giuliano $ud% 1</"/199;&: Ago -iola $ud% 1</"/199;&: Gaetano 4artorana $ud% 1</"/199;&: Giuseppe !icolicchia $ud% 1</"/199;&: 9rancesco 9aranda $21/"/199;&:

1**& 8inaldo Coronas $21/"/199;&: 1*1& Gio#anni 9inazzo $21/"/199;&: 1*2& Gaetano uscemi $21/"/199;&: 1*"& Cristofaro 9ileccia $ud% 11/4/199;&: 1*4& Carlo Colmone $ud% 11/4/199;&: 1*;& Gio#anni 9errara $ud% 11/4/199;&: 1*,& 2nrico 9rasca $ud% 11/4/199;&: 1*<& 8ita artoli Costa $ud% 14/4/199;&: 1*=& Alessandro -oci $ud% 14/4/199;&: 1*9& 7orenzo 7o 4onaco $ud% 1=/4/199;&: 11*& 9ernando 4asone $ud% 21/4/199;&: 111& Am)erto Pierantoni $ud% 21/4/199;&: 112& Giuseppe Parlato $ud% 21/4/199;&:

Pag. 15

11"& Giorgio 0antantonio $ud% 2/;/199;&: 114& Al)erto 0a)atino $ud% 2/;/199;&: 11;& 9ranco 8otella $ud% 2/;/199;&: 11,& 8osal)a (erra#ecchia Cappiello $ud% ;/;/199;&: 11<& 4ario Io#ine $ud% ;/;/199;&: 11=& -ito Plantone $ud% 9/;/199;&: 119& 7uigi 8ossi $ud% 9/;/199;&: 12*& Girolamo 1i Gio#anni $ud% 12/;/199;&: 121& 8o)erto 0cotto $ud% 12/;/199;+ nuo#amente escusso all>ud% del </</199; giusta ordinanza in data 2"/,/199;&: 122& Giacomo 0alerno $ud% 12/;/199;&: 12"& Andrea 8uggeri $ud% 1,/;/199;&: 124& 7eonardo 8otondi $ud% 1,/;/199; nuo#amente escusso all>ud% dell>1/,/199;&: 12;& Antonino Caponnetto $ud% 19/;/199;&: 12,& Antonino 4eli $ud% 2"/;/199;&: 12<& Gio#anni Pollio $ud% 2"/;/199;&: 12=& 1omenico Iar)o $ud% "*/;/199;&: 129& 9rancesco -ecchio $ud% "*/;/199;&: 1"*& Giuseppe Porpora $ud% "*/;/199;&:

2,

1"1& 2nzo Portaccio $ud% "*/;/199;&: 1"2& Carmelo 2manuele $ud% 2"/,/199;&: 1""& -anni Cal#ello 4antegna Alessandro $ud% 2</,/199;&: 1"4& 0il#io !o#em)re $ud% 2</,/199;&: 1";& Ignazio 4ilillo $ud% "*/,/199;&: 1",& Giuseppe 0ci)ilia $ud% "*/,/199;&: 1"<& Alfio (ro#ato $ud% "*/,/199;&: 1"=& 7i)erato enedetti $ud% "*/,/199;&: 1"9& 9rancesco 1e iasi $ud% "*/,/199;&: 14*& 9ranco Coppi $ud% "*/,/199;&: 141& Giuseppe 4elzi $ud% </</199;&: 142& Gianfranco 9irinu $ud% </</199;&: 14"& Camillo Al)eggiani $ud% 24/</199;&: 144& Gaspare azan $ud% 19/9/199;&%

!el corso dell'istruttoria di)attimentale #eni#ano ammessi ed escussi i seguenti s#gge""i 2"es"i e- i&! "a"i -i rea"# c#%%ess#3 richies"i -a$$e !ar"i ai se%si -eg$i ar"". 195 e 493 c.III c.!.!.. 1& 4argherita Pluchino $ud% =/</1994+ ammessa con ordinanza in data 24/,/1994&:

Pag. 17

2&

Giannicola 0inisi $ud% 12/9/1994+ ammesso con ordinanza in data 9/9/1994&:

"&

Gio#anni 2pifanio $ud% 2*/</1994+ ammesso con ordinanza in data 1;/</1994&:

4&

4aria 1ell>A#a $ud% 2*/</1994+ ammessa con ordinanza in data 1;/</1994&:

;&

Alfredo Galasso $ud% 22/</1994+ ammesso con ordinanza in data 24/,/1994&:

,&

9rancesco Accordino $ud% ;/9/1994+ ammesso con ordinanza in data 22/</1994&:

<&

Giuseppe 8usso $ud% ;/9/1994+ ammesso con ordinanza in data 22/</1994&:

=&

9erdinando Pachino $ud% ;/9/1994+ ammesso con ordinanza in data 22/</1994&:

9&

9rancesco

orgese $ud% ;/9/1994+ ammesso con ordinanza in

data 22/</1994&: 1*& enito Am)erto -ella $ud% </9/1994+ ammesso con ordinanza in data 2/</1994&: 11& 7uigi 1ieli $ud% </9/1994+ ammesso con ordinanza in data 22/</1994&:

2=

12&

Antonio Pedone $ud% </9/1994+ ammesso con ordinanza in data 22/</1994&:

1"&

0al#atore (am)urello $escusso ai sensi dell>art% 21* c%p%p% all>ud% </9/1994+ ammesso con ordinanza in data 22/</1994&:

14&

8osario Caro $escusso ai sensi dell>art% 21* c%p%p% all>ud% </9/1994+ ammesso con ordinanza in data 22/</1994&:

1;&

9ederico Caro $escusso ai sensi dell>art% 21* c%p%p% all>ud% </9/1994+ ammesso con ordinanza in data 22/</1994&:

1,&

Giuseppe CalJ $escusso ai sensi dell>art% 21* c%p%p% all>ud% 14/1*/1994+ ammesso con ordinanza in data 2"/9/1994&:

1<&

Gio#anni 7ipari $escusso ai sensi dell>art% 21* c%p%p% all>ud% 14/1*/1994+ ammesso con ordinanza in data 2"/9/1994&:

1=&

Antonio 4essina $escusso ai sensi dell>art% 21* c%p%p% all>ud% 14/1*/1994+ ammesso con ordinanza in data 2"/9/1994&:

19&

Antonino Porcelli $escusso ai sensi dell>art% 21* c%p%p% all>ud% 14/1*/1994+ ammesso con ordinanza in data 2"/9/1994&:

2*&

Gaetano 0iracusa $ud% 14/1*/1994+ ammesso con ordinanza in data 2"/9/1994&:

21&

Antonio

uccoliero $ud% 1=/1*/1994+ ammesso con ordinanza

in data 12/1*/1994&:

Pag. 19

22&

runo 0e)astiani $ud% 1=/1*/1994+ ammesso con ordinanza in data 12/1*/1994&:

2"&

Arturo Prestigiacomo $ud% 24/"/199; + ammesso con ordinanza in data 29/12/1994&:

24&

Giuseppe Prestigiacomo $ud% 24/"/199; + ammesso con ordinanza in data 29/12/1994&:

2;&

9rancesco Paolo Prestigiacomo $ud% 24/"/199; + ammesso con ordinanza in data 29/12/1994&:

2,&

4onica 9isher -on PeturzCn $ud% 24/"/199; + ammessa con ordinanza in data 29/12/1994&:

2<&

Antonino 8aspanti $ud% 24/"/199; + ammesso con ordinanza in data 29/12/1994&:

2=&

4ario 0antangelo $ud% 24/"/199;+ ammesso su richiesta formulata dalla difesa alla medesima udienza&:

29&

Ignazio 0tagnitta $ud% 2=/"/199; + ammesso con ordinanza in data 29/12/1994&:

"*&

2nrico Cia#attini $ud% 2=/"/199; + ammesso con ordinanza in data 29/12/1994&:

"1&

4ichele 4essineo $escusso ai sensi dell>art% 21* c%p%p% all> ud% del 2=/"/199; + ammesso con ordinanza in data 29/12/1994&:

"*

"2&

Giacomo (rapani $ud% 2=/"/199; + ammesso con ordinanza in data 29/12/1994&:

""&

9erdinando Imposimato $gi/ indicato in lista come teste della difesa 5 stato escusso all>udienza del "1/"/199; anche ai sensi dell>art% 49" c% III c%p%p% su richiesta del P%4% accolta con ordinanza del (ri)unale in data 1,/12/1994&:

"4&

4ichele Adinolfi $ud% "1/"/199; ammesso con ordinanza in data 1,/12/1994&:

";&

Gio#anni Inguglia $ud% "1/"/199; ammesso con ordinanza in data 1,/12/1994&:

",&

Antonio 1i

ella $ud% "1/"/199; ammesso con ordinanza in

data 1,/12/1994&: "<& 7uigi 4ichele Pantaleone $ud% 2,/;/199; ammesso con ordinanza in data 19/;/199;&: "=& Gioacchino -entimiglia $ud% 2,/;/199; ammesso con ordinanza in data 19/;/199;&: "9& 4arcello Paladino $ud% "*/;/199; ammesso con ordinanza in data 19/;/199;&: 4*& Giuseppe Greco $escusso ai sensi dell>art% 21* c%p%p% all>ud% dell>1/,/199;+ ammesso con ordinanza in data 19/;/199;&:

Pag. 31

41&

Annalori Gorla Am)rosoli $ud% ,/,/199; + ammessa con ordinanza in data 19/;/199;&:

42&

Gio#anni CastrignanJ $ud% 2</,/199; + ammesso con ordinanza in data 2"/;/199;&:

4"&

9rancesco 7eonetti $ud% 2</,/199; + ammesso con ordinanza in data 2"/;/199;&:

44&

Attilio 0antini $ud% 2</,/199; + ammesso con ordinanza in data 19/;/199;&:

4;&

Angela 8uisi $ud% 1/</199;+ ammessa con ordinanza in data 2"/,/199;&:

4,&

Giuseppina 8icco)ono $ud% 1/</199;+ ammessa con ordinanza in data 2"/,/199;&:

4<&

Antonina 1a#? $ud% 1/</199;+ ammessa con ordinanza in data 2"/,/199;&:

4=& !icola 4arcenJ $ud% </</199; ammesso con ordinanza in data 19/;/199;&: 49& Pietro 0carpisi $escusso ai sensi dell>art% 21* c%p%p% all>ud% dell>11/</199;+ ammesso con ordinanza in data "*/,/199;&: ;*& -incenzo 0padaro $escusso ai sensi dell>art% 21* c%p%p% all>ud% dell>11/</199;+ ammesso con ordinanza in data "*/,/199;&:

"2

;1&

Cosimo -ernengo $escusso ai sensi dell>art% 21* c%p%p% all>ud% dell>11/</199;+ ammeso con ordinanza in data "*/,/199;&:

;2&

Piero 4attei $ud% 14/</199;+ ammesso con ordinanza in data </</199;&:

;"&

Cosimo Conti $ud% 2=/</199;+ ammesso con ordinanza in data 24/</199;&:

;4&

Carmela Pirrello $ud% 2=/</199;+ ammessa con ordinanza in data 24/</199;&:

;;&

Calogero 4usso $escusso ai sensi dell>art% 21* c%p%p% all>ud% del "1/</199;+ ammesso con ordinanze in data 22/</1994 e 24/</199;&:

;,&

Aurelio Grasso $ud% 19/9/199; + ammesso con ordinanza in data 24/</199;&:

;<&

9rancesco Pellegrino $gi/ escusso 'uale teste della difesa #eni#a nuo#amente escusso, su richiesta formulata dal P%4% eB art% 49" c% III c%p%p all>ud% del "/1*/199;&:

;=&

0al#atore

ellassai $escusso all>ud% "/1*/199; su richiesta

formulata dal P%4% eB art% 49" c% III c%p%p& % -eni#ano, altres?, effettuati i seguenti c#%0r#%"i richiesti dalle parti 6

Pag. 33

1&

confronto tra i testi 8enato Gentile e Corrado Catalano + disposto con ordinanza in data 19/;/199; #eni#a eseguito all' udienza del 2,/;/199;:

2&

confronto tra i testi Antonino 1e 7uca ed 2nrico Cia#attini + disposto con ordinanza in data 19/;/199; #eni#a eseguito all>udienza del 2"/,/199;:

"&

confronto tra i testi Antonino 1e 7uca e 1omenico 0ica + disposto ed eseguito all'udienza del 2"/,/199;:

4&

confronto tra i testi Angela 8uisi e Giuseppina 8icco)ono + disposto ed eseguito all'udienza dell'1/</199;% Con ordinanza in data 14/4/199; il (ri)unale, in conformit/

alla richiesta formulata dal P%4% all>udienza del "1/"/199;, pro##ede#a a sospendere, ai sensi degli artt% 29<+"*" e "*4 c% II c%p%p%, i termini di custodia cautelare pre#isti dall>art% "*" c%p%p%, durante il tempo di cele)razione delle udienze e di deli)erazione della sentenza di primo grado% Con ordinanza in data 19/;/199; il (ri)unale dispone#a procedersi alla trascrizione di n. " con#ersazioni telefoniche intercettate sull>utenza in uso all>imputato $analiticamente indicate dal P%4% all>ud% del 9/;/199; e che per mera dimenticanza i periti

"4

incaricati dal G%I%P% nella fase delle Indagini preliminari a#e#ano omesso di trascri#ere&, nominando all>uopo perito trascrittore il dott% 4aurizio 0ammarco, cui all>udienza del 2,/;/199; #eni#a conferito l>incarico: all>udienza del 1"/,/199; #eni#ano ac'uisite al fascicolo del di)attimento le trascrizioni depositate dal predetto perito% !el corso della cele)razione dell>udienza del 1"/,/199; l>imputato #eni#a colto da malore: il Presidente ne ordina#a l>immediato rico#ero presso il locale Dspedale Ci#ico ed il (ri)unale dispone#a l>ac'uisizione di relazioni mediche sulle condizioni di salute dell>imputato, sia presso la 1irezione del Carcere 4ilitare di Palermo sia presso il reparto di 8ianimazione dell>Dspedale do#e lo stesso era stato rico#erato $entram)e le relazioni #eni#ano ac'uisite all>udienza del 1,/,/199;&% Con ordinanza in data 21/</199; il (ri)unale dispone#a un ulteriore accertamento medico sulle condizioni di salute dell>imputato che #eni#a riferito con relazione a firma dei dott%ri 0al#atore -erga e Antonino Passa#anti, ac'uisita all>udienza del 24/</199;% All>udienza del 2=/</199; la difesa formula#a istanza di re#oca della misura cautelare della custodia in carcere applicata all>imputato, in linea principale per insussistenza di esigenze cautelari ed in linea

Pag. 35

su)ordinata in relazione alle sue condizioni di salute, depositando a tal fine istanza scritta ed all%ta relazione di consulenza psichiatrica a firma del prof% G% Cassano e del dott% A% Petracca: il P%4% esprime#a parere fa#ore#ole alla re#oca% Il (ri)unale, con ordinanza in data "1/</199;, dispone#a la re#oca della misura della custodia cautelare in carcere applicata all>imputato, per sopra##enuta insussistenza di esigenze cautelari% All>udienza del 2,/1*/199; il (ri)unale, terminata

l>ac'uisizione delle pro#e, procede#a all>indicazione degli atti utilizza)ili per la decisione ai sensi dell>art% ;11 c% - c%p%p%% All>udienza del 2"/11/199; il P%4% inizia#a ad illustrare le proprie conclusioni e continua#a in tale impegno per un complessi#o numero di #entuno udienze: 'uindi, all>udienza del 19/1/199,, conclude#a richiedendo affermarsi la responsa)ilit/ dell>imputato in ordine ai reati ascrittigli, ritenuto assor)ito nel reato piu> gra#e di cui al capo )& associazione di tipo mafioso+ 'uello meno gra#e di cui al capo a& associazione per delin'uere semplice, ed applicate tutte le circostanze aggra#anti contestate, la condanna dello stesso alla pena di anni dodici di reclusione%

",

Chiede#a, altres?, la trasmissione al proprio ufficio, per 'uanto di competenza, dei #er)ali di di)attimento di cui all>apposito elenco che #eni#a allegato al p%#% dell>udienza del 19/1/199,% 7a difesa inizia#a la illustrazione delle proprie conclusioni all>udienza del </2/199, e continua#a in tale impegno per un numero complessi#o di #entidue udienze concludendo il 29/"/199, con la richiesta di assoluzione dell>imputato da tutte le imputazioni ascrittegli Fperch5 il fatto non sussisteH% 7e successi#e udienze dell>1/4/199, + 2/4/199, +"/4/199, e 4/4/199, #eni#ano utilizzate per le repliche delle parti% All>udienza del ;/4/199, l>imputato chiede#a ed ottene#a ai sensi dell>art% ;2" c% - c%p%p%, di prendere la parola per l>ultimo inter#ento difensi#o: infine il Presidente dichiara#a chiuso il di)attimento ed il Collegio, dopo essersi riunito in camera di consiglio, alla medesima udienza , decide#a come da dispositi#o in atti, deli)erando la condanna dell>imputato alla pena di anni dieci di reclusione oltre alle pene accessorie e la trasmissione al Procuratore della 8epu))lica in sede dei #er)ali di udienza richiesti dal P%4%%

Pag. 37

CAP. II

MOTIVI DELLA DECISIONE

8itiene il (ri)unale che l>ampia e complessa istruzione di)attimentale s#olta nell>am)ito dell>odierno procedimento, nel corso del 'uale le parti hanno a#uto modo di s#olgere appieno le rispetti#e argomentazioni, a))ia consentito di per#enire, con assoluta certezza, ad un giudizio di piena colpe#olezza dell>imputato in ordine alle imputazioni ascrittegli% 7>accertamento della responsa)ilit/ dell>imputato si fonda sulle dichiarazioni accusatorie, tutte con#ergenti in ordine alla

commissione dei fatti oggetto d>imputazione, di una pluralit/ di colla)oratori di giustizia, che il (ri)unale #aluta nel loro complesso credi)ili, sia sotto il profilo intrinseco che estrinseco, ed ulteriormente corro)orate da un>imponente mole di elementi pro)atori di #aria natura, testimoniale e documentale, tratti FaliundeH, di uni#oco contenuto accusatorio ed incontrasta)ile #alore dimostrati#o%

"=

7a pluralit/ e #ariet/ delle fonti di pro#a processualmente ac'uisite impone, a giudizio del Collegio, di procedere ad una preliminare disamina dei criteri legislati#i che presiedono alla loro #alutazione ed in modo precipuo delle regole normati#e #igenti e degli orientamenti ermeneutici giurisprudenziali affermatisi in materia di Fchiamata di correoF% 7a formulazione dell>imputazione a carico dell>imputato presuppone, poi, che il (ri)unale, sempre in #ia preliminare, esamini le pro)lematiche giuridiche connesse all>esistenza dell>associazione mafiosa denominata FCosa !ostraH, con caratteristiche fattuali corrispondenti alle pre#isioni di cui alle aggra#anti contestate, p%e p% dai commi 4+;+e , dell>art% 41, )is c%p%, e della configura)ilit/ della fattispecie del concorso e#entuale nel reato associati#o al fine di #erificare la sussumi)ilit/ della condotta posta in essere dall>imputato entro l>am)ito della predetta fattispecie oggetto dell>odierna contestazione% 7a peculiare condotta di age#olazione dell>associazione criminale FCosa !ostraH realizzata dall>imputato, nel corso di un lungo arco temporale, fornendo il proprio contri)uto criminale mentre ricopri#a delicatissimi incarichi all>interno delle strutture

Pag. 39

in#estigati#e dello 0tato preposte istituzionalmente alla lotta alla criminalit/ organizzata, necessita infine di premettere, per una migliore comprensione dei fatti trattati, una )re#e sintesi dei di#ersi incarichi assunti nel tempo dall>imputato%

4*

1. II

CRITERI
DELLA

DI VAL5TA6IONE DELLA PROVA

CON PARTICOLARE IN MATERIA DI

RI*ERIMENTO AI DATI NORMATIVI VIGENTI ED AGLI ORIENTAMENTI

CORTE S5PREMA

DI

CASSA6IONE

8C9IAMATA DI CORREO DEI COLLA(ORATORI DI GI5STI6IA:

Come si e#ince dalla 8elazione al testo del nuo#o codice di procedura penale il tema della pro#a 5 risultato uno dei piu> impegnati#i nel nuo#o impianto codicistico per l>importanza che, nell>adesione ai nuo#i principi accusatori, assume la disciplina dei modi e degli strumenti di con#incimento del giudice6 ed infatti il carattere accusatorio del nuo#o ordinamento processuale non pote#a non tradursi 'uanto meno in una piu> incisi#a ingerenza delle parti nel momento di formazione della pro#a e correlati#amente anche in una maggiore attenzione normati#a alle norme che disciplinano il procedimento pro)atorio% 7a #alutazione del materiale pro)atorio offerto in #ia normale dalle stesse parti al #aglio del giudice di)attimentale $con le eccezioni relati#e ai residuali poteri di integrazione FeB officioH della pro#a+#% art% ;*< c%p%p%& impone, alla luce del nuo#o codice di procedura penale, il rispetto di una dettagliata e complessa disciplina che regola

Pag. 41

l>ac'uisizione dei di#ersi mezzi di pro#a e la loro utilizza)ilit/ ai fini della fase #alutati#a+decisionale% !orma )ase che detta i criteri per la #alutazione della pro#a, introdotta dal legislatore nelle F1isposizioni generaliH del li)ro III. dedicato alle FPro#eH, 5 l>art%192 del nuo#o c%p%p%, che pur confermando, come canone fondamentale, il fa#ore del legislatore per il !ri%ci!i# -e$ $i;er# c#%'i%ci&e%"# -e$ gi -ice impone al giudice di utilizzare solo le fonti di pro#a consentite e gli elementi di pro#a selezionati da articolate regole di ammissione, assunzione ed utilizzazione degli stessi specificate dalla legge% 1italch5 realizzando un contemperamento tra gli opposti principi della piena li)ert/ di con#incimento del giudice e 'uello della legalit/ del procedimento pro)atorio il nuo#o codice continua ad adottare come principio cardine dell>attuale ordinamento 'uello del li)ero con#incimento integrandolo, perJ, con l>o))ligo primario imposto al giudice di F dare conto nella moti#azione dei risultati ac'uisiti e dei criteri adottatiH $cfr% art% 192 comma I. c%p%p%&% 7a no#it/ peculiare del codice #igente, come e#idenziato dalla stessa 8elazione al progetto preliminare $p%,1&, consiste proprio nell>a#ere sottolineato a li#ello normati#o il racc#r-# "ra $i;er#

42

c#%'i%ci&e%"# -e$ gi -ice e- #;;$ig# -i &#"i'a)i#%e, messo ulteriormente in risalto dalla correlazione tra la norma di cui all>art% 192 c% I. e 'uella di cui all>art% ;4, lett% e& c%p%p, che richiede che la sentenza contenga, tra l>altro, l>indicazione delle pro#e poste a )ase della decisione e l>enunciazione delle ragioni per le 'uali il giudice ritiene non attendi)ili le pro#e contrarie% (ali disposizioni impongono, 'uindi, al giudice di rendere conto criticamente e razionalmente della formazione del proprio con#incimento assol#endo ad una duplice funzione di garantire una possi)ilit/ di controllo del proprio operato da parte del giudice dell>impugnazione ed un piu> diffuso controllo da parte dei consociati $funzione endo+processuale e funzione eso+processuale della

moti#azione&% 2m)lematica, a tal riguardo, de#e ritenersi la pronuncia emessa dalla 0uprema Corte sul nuo#o disposto dell>art% 192 c% I c%p%p%, SE6. 1 % 1137< DEL <=>11>91. Il disposto dell'art. 192, comma 1, cod.proc.pen. 1988 sottolinea l'attribuzione esclusiva al giudice del merito del potere di valutazione della prova e dell'obbligo di esplicitare, nel modo piu' rigoroso e completo, la motivazione posta a base della decisione

Pag. 43

adottata e devesi ritenere che si sia inteso ribadire in pieno il principio del libero convincimento, ancorandolo soltanto alla necessita' di indicazione specifica "dei risultati ac uisiti e dei criteri adottati3, al fine di e#itare che lo stesso trasmodi in uso arbitrario di tale principio. !a valutazione e la interpretazione delle deposizioni testimoniali costituiscono, pertanto, anche sotto il vigore del nuovo codice, indagine di merito che sfugge al sindacato della "assazione se non sotto il profilo del vizio di motivazione, uest'ultimo inteso come superamento del limite intrinseco alla liberta' di convincimento del giudice e il controllo di uesta "orte ha per oggetto appunto un tale eventuale superamento#. 4a perch5 la moti#azione del giudice possa assol#ere adeguatamente al proprio scopo essa de#e tenere conto di altro !ri%ci!i# cardine del nostro Drdinamento penale che 5 'uello -e$$a 'a$ "a)i#%e %i"aria -e$$e c#&!$essi'e e&erge%)e !r#cess a$i: in tal senso cfr% CASS. SE6. VI SENT. 1<=41 DEL <3>11>91 25D.1?><9>9136 $i sensi dell'art. 192 cod. proc. pen. non puo' dirsi adempiuto l'onere della motivazione ove il giudice si limiti ad una

44

mera considerazione del valore autonomo dei singoli elementi probatori, senza pervenire a uella valutazione unitaria della prova, che e' principio cardine del processo penale, perche' sintesi di tutti i canoni interpretativi dettati dalla norma stessa#. %&ella specie la "assazione ha annullato la sentenza impugnata sul rilievo che il giudice di merito aveva isolatamente considerato gli indizi a carico dell'imputato senza considerare la loro eventuale valenza

complessiva nell'ambito della successione degli eventi e del collegamento con altri imputati'. 2> pertanto necessario che il passaggio dalla fase processuale dell>ac'uisizione dell>elemento di pro#a a 'uella della #alutazione del risultato della pro#a ai fini di un giudizio di colpe#olezza o di innocenza dell>imputato sia sorretto da un prudente apprezzamento del complessi#o 'uadro dei risultati pro)atori ac'uisiti nel rispetto delle regole predisposte dal legislatore in relazione ai di#ersi elementi di pro#a % !ella #alutazione dei di#ersi &e))i -i !r#'a $ega$i

$testimonianze+ documenti + dichiarazioni pro#enienti da imputati+ indizi& do#r/ il giudice attenersi ai criteri fissati dal legislatore ma potr/ anche utilizzare 'ualsiasi elemento, anche se non disciplinato,

Pag. 45

purch5 lo stesso , non escluso espressamente dalla legge e non pregiudizie#ole della moralit/ della persona, a))ia attitudine ad assicurare l>accertamento dei fatti $cfr% art% 1=9 c%p%p% che pre#ede la possi)ilit/ di assunzione di !r#'e c.-. 8a"i!icheH, una delle piu> esplicite dimostrazioni dell>accoglimento nel nostro ordinamento del principio del li)ero con#incimento del giudice&% 7>accertamento dei fatti 5 'uindi il risultato ultimo cui, pur nel do#eroso rispetto dei criteri legali di #alutazione della pro#a, de#e tendere il giudizio penale in una analisi dei risultati pro)atori che de#e essere glo)ale e critica e non fondata su aprioristiche distinzioni tra i di#ersi tipi di pro#a ac'uisiti% Cosicch5, alla luce del nuo#o impianto codicistico, anche la tradizionale -is"i%)i#%e "ra !r#'a $#gic#7cri"ica e !r#'a s"#rica de#e essere oggetto di un piu> attento ripensamento e se per definizione con la pro#a logico+critica il fatto da pro#are 5 inferito dal giudice attra#erso un>operazione logica di carattere indutti#o da un altro fatto che non lo rappresenta direttamente e la pro#a storica $testimonianza+documento& narra e rappresenta il fatto direttamente, ciJ non significa che la pro#a c%d% storica costituisca di per s5 pro#a del fatto riferito o rappresentato, do#endo anch>essa essere sottoposta

4,

ad un rigoroso #aglio critico che consenta di per#enire ad un giudizio di attendi)ilit/ della stessa con riferimento ai canoni fissati dal legislatore agli artt% 2"= e ss% c%p%p% per le pro#e documentali e per 'uel che concerne la pro#a testimoniale attra#erso il rigoroso rispetto delle regole contemplate agli artt% 194 e ss% c%p%p% che ne indi#iduano oggetto e limiti% !el senso del superamento della tradizionale distinzione tra pro#a rappresentati#a e pro#a critica cfr% CASS. SE6. 1 SENT. <?<4< DEL 1=><7>91 25D.14><1>9136 Il giudice di merito e' libero di valutare le prove raccolte, organizzandole e dando a ciascuna di esse, come pure al loro complesso, il peso e il significato ritenuti piu' opportuni. !a relativa motivazione in cui si estrinseca tale operazione intellettuale e' insindacabile in sede di legittimita' se rispetta le regole della logica ed e' frutto di valutazione esatta ed aderente alle risultanze processuali ed ai principi generali che regolano la valutazione della prova. "io' vale anche ualora trattisi di prova cosiddetta

"indiretta". (eve infatti ritenersi superata la tradizionale distinzione tra prova rappresentativa e prova critica, fatta al fine della attribuzione di un maggiore o minore valore processuale all'una

Pag. 47

piuttosto che all'altra. &on e' contestabile, infatti, che ad alcune delle prove che rientrano nella categoria delle "indirette" o "critiche" deve riconoscersi un rilievo di attendibilita' superiore rispetto ad altre che pure rientrano fra uelle "dirette" o "rappresentative", potendo anzi valere a verificare ueste ultime. (eve pertanto riconoscersi tanto alle une uanto alle altre una identica attitudine alla dimostrazione, una volta che abbiano superato il controllo della verifica interna e trovino riscontro in ulteriori elementi che si riferiscano direttamente alla persona dell'imputato. Il giudice, uindi, nella valutazione delle prove, siano essere "dirette" o "indirette", deve comun ue accertare, alla luce di ogni altra emergenza ac uisita, la loro idoneita' o meno a dare dimostrazione della responsabilita' dell'imputato, dando poi conto dell'"iter" argomentativo da lui seguito attraverso una motivazione logicamente e giuridicamente corretta . %&ella specie la "orte ha ritenuto corretta la decisione dei giudici di merito i uali avevano ritenuto provata la responsabilita' dell'imputato sulla base di una serie di elementi indizianti valutati singolarmente e nel loro complesso'. c0r. CASS . se). I SENT. <?511 DEL 19><7>91 25D.<=><7>913

4=

)uanto al concetto di "indizio" in contrapposizione a uello di "prova", deve ritenersi superata la tradizionale distinzione tra la prova rappresentativa e uella critica che viene fatta al fine di una attribuzione di un maggiore o minore valore processuale all'una piuttosto che all'altra. &on puo' infatti contestarsi che ad alcune prove che rientrano nella categoria di uelle "indirette" o "critiche" deve riconoscersi rilievo di attendibilita' superiore rispetto ad altre che pure rientrano in uella delle "dirette" o "rappresentative" e anzi possono valere a verificare ueste ultime %come, ad esempio, tra le prime, una identificazione dattiloscopica che di per se' puo' essere decisiva, e, tra le seconde, la stessa testimonianza che deve anche essa superare il controllo della attendibilita' di colui che la rende, non potendo certo ritenersi che il testimone sia assistito da una presunzione assoluta di credibilita''. (a cio' deriva che non ha senso uella distinzione, dovendo riconoscersi alle une e alle altre identica attitudine alla dimostrazione. *eraltro, la decisione finale del giudice sulla colpevolezza dell'imputato contro il uale militino

esclusivamente prove indirette deve essere raggiunta %e dei vari passaggi dovra' fornire correttamente conto la sentenza' attraverso una serie di sillogismi che consenta la ricostruzione del fatto da

Pag. 49

provare, seguendosi il criterio detto della "congruenza narrativa" che abbia superato le due verifiche della "giustificazione esterna" e della "giustificazione interna". +ulla logicita' della motivazione va esercitato il sindacato del giudice di legittimita', sottraendosi a censure la sentenza la cui motivazione validamente resista al controllo della sua razionalita' formale e sostanziale#. In modo peculiare la 'a$ "a)i#%e -e$$@a""e%-i;i$i", -e$$a "es"i&#%ia%)a in un sistema come il nostro improntato al principio del li)ero con#incimento pone, la risoluzione di di#erse errori di

pro)lematiche connesse

all>esclusione di e#entuali

percezione, mnemonici, o##ero di propositi calunniatori o indici ri#elatori di interesse a sostenere una determinata tesi dell>accusa o della difesa da parte di un soggetto processuale che per definizione do#re))e essere estraneo rispetto ai fatti oggetto di accertamento% Prima #alutazione che si impone al giudice 5 'uindi 'uella, espressamente pre#ista dalla norma di cui all>art% 194 c% 2 c%p%p%, relati#a all>esistenza di e#entuali rapporti di parentela o interesse del testimone con le parti del processo onde sta)ilirne la sua indifferenza o meno rispetto all>esito dell>accertamento giudiziale, con il risultato

;*

che do#r/ conferirsi tanto piu> credi)ilit/ al teste 'uanto piu> lo stesso risulti disinteressato% 7a legge, poi, a garanzia dell>attendi)ilit/ del teste e della sua narrazione pone norme che gli impongono il do#ere di dire la #erit/ $oggi non piu> giuramento )ens? piu> laicamente Fimpegno di #erit/H cfr% artt% 49< e 2*< c%p%p%& sanzionando la #iolazione di tale do#ere ai sensi dell>art% "<2 c%p%% FIn tema di #alutazione della testimonianza, il sistema introdotto dal nuo#o c%p%p% 5 di separare nettamente la #alutazione della testimonianza ai fini della decisione del processo in cui 5 stata resa e la persecuzione penale del testimone che a))ia deposto il falso, attri)uendo al giudice del primo processo il solo compito di dare al P%4% notizia del reato, 'uando ne ra##isi gli indizi in sede di #alutazione complessi#a di tutto il materiale raccolto% !e consegue che la deposizione del teste falso resta parte integrante nel processo in cui 5 stata resa ed 5 pro#a in 'uesto utilizza)ile e #aluta)ile in relazione all>altro materiale pro)atorio ac'uisitoH $cfr% CA00% 02I% -I sent% n. 1,,,1 del 19/12/199*&% Ana peculiare forma di "es"i&#%ia%)a ad Futilizza)ilit/ condizionataH 5 'uella i%-ire""a disciplinata dall>art% 19; c%p%p%6

Pag. 51

uando il testimone si riferisce, per la conoscenza dei fatti, ad altre persone, il giudice, a richiesta di parte, dispone che ueste siano chiamate a deporre. Il giudice pu, disporre anche d-ufficio l-esame della persone indicate nel comma 1#. I successi#i commi III. e -II. dell>articolo citato dettano le condizioni di utilizza)ilit/ di tale forma di testimonianza 6 o#e una parte ne a))ia fatto richiesta il giudice, a pena di inutilizza)ilit/, de#e chiamare a deporre il teste di riferimento a meno che l>esame risulti impossi)ile per morte, infermit/ o irreperi)ilit/ dello stesso: non puJ essere utilizzata la testimonianza di chi si rifiuta o non 5 in grado di indicare la fonte della propria conoscenza% Il legislatore, 'uindi, pur contemplando la testimonianza indiretta come mezzo di pro#a ha introdotto una triplice condizione per assicurare un controllo su tale forma di conoscenza6 che la fonte sia indicata dalla persona soggetta ad esame: che tale fonte, o#e una parte lo richieda o lo stesso giudice ritenga di farlo d>ufficio, sia a sua #olta esaminata, sal#a impossi)ilit/: che il giudice effettui una #alutazione comparata tra le due risultanze ac'uisite% A tal proposito la giurisprudenza della 0uprema Corte ha affermato che una #olta chiamato a deporre il teste di riferimento e

;2

'uesto, e#entualmente, a))ia escluso la #eridicit/ di 'uanto riferito dal teste de relatoH ciJ non esclude che il giudice possa li)eramente #alutare le due deposizioni, riconoscendo maggior attendi)ilit/ a 'uella Fde relatoH piuttosto che a 'uella della persona alla 'uale 5 stato fatto riferimento $cfr% in tal senso CA00% sez% I n. *;,<2 del 1</2/1994 + sez% -I n. *,=<" del 9/</199" + sez% - n. *4<94 del "*/4/1991& % 7>impossi)ilit/, giudizialmente accertata, di esaminare la fonte di riferimento, per morte, infermit/ o irreperi)ilit/ della stessa, non preclude poi l>utilizza)ilit/ della testimonianza de relato# , come si e#ince dal chiaro disposto del comma III. dell>art% 19; che introduce un>eccezione al regime dell>inutilizza)ilit/ in tali ipotesi $cfr% CA00% 02I% II n. **41* del 1"/2/199" + CA00% 02I% n. **,2* del 2/4/1991& % 7a conferma da parte della fonte indicata dal teste de relato# non si pone, 'uindi, come re'uisito condizionante la utilizza)ilit/ del mezzo di pro#a essendo rimessa al giudice la #alutazione nel merito delle risultanze pro)atorie ed anche o#e il teste asseritamente referente, se imputato o indagato, si a##alga della facolt/ del silenzio, ciJ non preclude alcuna utilizza)ilit/ della fonte indiretta $cfr% in tal

Pag. 53

senso CA00% sez% I n. *"*=4 del 12/11/199*+ sez% - n. *"9*= del 2,/4/199"&% Ana #olta osser#ate le condizioni di utilizza)ilit/ poste dai commi " e < dell>articolo citato la dichiarazione de relato# al pari di 'ualsiasi altro mezzo di pro#a rappresenta nel nostro ordinamento un elemento #alorizza)ile nel complessi#o ed unitario 'uadro pro)atorio $cfr% CA00% sez% -I n. *24;4 del 2"/2/1991+ sez% I n. **9=9 del 2/4/1991 + sez% -I n. 11<1, del 21/=/199*&% A seguito della sentenza "1 Gennaio 1992 n. 24 della Corte Costituzionale che ha dichiarato l>illegittimit/ costituzionale dell>art% 19; c% I- c%p%p%, 5 ammessa anche la testimonianza indiretta degli ufficiali ed agenti di P%G% sul contenuto delle dichiarazioni loro rese da testimoni% Anche $e -ichiara)i#%i -e$$e !ar"i !ri'a"e -i'erse

-a$$@i&! "a"# rientrano, sulla )ase del codice #igente, tra i mezzi di pro#a $cfr% artt% 2*= e 2*9 c%p%p%& e ad esse si applicano le regole generali in materia di testimonianza pre#iste dagli artt% 194, 19= c% II e 499 c%p%p% ma 5 e#idente che, secondo 'uanto ri)adito dalla Corte Costituzionale con ordinanza n. 11; in data 19/"/1992 che ha fatto riferimento ad un ormai consolidato orientamento giurisprudenziale in

;4

materia, per la persona offesa dal reato, ancor piu> 'uando a))ia ac'uistato la 'ualit/ di parte ci#ile, accentuandosi il suo interesse all>esito della causa, F la sua deposizione do#r/ essere #alutata dal giudice con prudente apprezzamento e spirito critico, non potendosi essa e'uiparare puramente e semplicemente a 'uella del testimone H% In tal senso confronta CASS. SE6. 1 SENT. 1137< DEL <=>11>91 6 )uando sia difficile ottenere nel processo testimonianze dirette, per essersi i fatti svolti al di fuori della presenza altrui, il giudice puo' attingere la verita' dalle dichiarazioni del soggetto passivo il uale, per legge, riveste anche la ualita' di testimone, anche se in uesto caso maggiore deve essere lo scrupolo nella

rigorosa valutazione delle dichiarazioni del teste, della costanza ed uniformita' dell'accusa, delle circostanze e modalita' dell'accaduto e di tutto uanto possa concorrere ad assicurare il controllo della

attendibilita' delle testimonianze#. Per 'uanto concerne $e -ichiara)i#%i rese %e$ !r#cess# -a$$@i&! "a"#, anteriormente all>entrata in #igore del nuo#o codice permane#ano incertezze nell>in'uadramento dogmatico dell>istituto

Pag. 55

dell>interrogatorio dell>accusato, secondo alcuni da in'uadrare tra i mezzi di pro#a, secondo altri tra le fonti indirette di pro#a o##ero tra gli strumenti di autodifesa% Il codice #igente pur risol#endo il nodo teorico della natura dell>esame dell>imputato, reso #olontario ed anno#erato tra i mezzi di pro#a $cfr% artt%2*= e 2*9+ ;*" c%p%p%&, pre#edendo, inoltre, che nel corso del di)attimento l>imputato possa inter#enire con dichiarazioni spontanee purch5 si riferiscano all>oggetto dell>imputazione e non intralcino l>istruzione di)attimentale $cfr% art% 494 c%p%p%&, non ha risolto i pro)lemi pratici attinenti alle #alutazioni di 'uanto l>imputato a))ia affermato a seguito di esame o spontaneamente% 2d in#ero, se per un #erso l>imputato 5 il soggetto meglio informato dei fatti che costituiscono l>oggetto del processo, dall>altro 5 il soggetto processuale piu> interessato a falsare il risultato dell>accertamento e come tale, la fonte meno attendi)ile di tutte 'uelle di cui dispone il giudice% 7>imputato, inoltre, in 'uanto destinatario del diritto

costituzionale di difesa, non si impegna a dire la #erit/ e non su)isce alcuna conseguenza per a#ere, e#entualmente, affermato il falso non

;,

ricadendo sotto la comminatoria delle sanzioni penali e della disciplina processuale di cui 5 oggetto la falsa testimonianza % (utta#ia, anche se le sue dichiarazioni non potranno in alcun modo e'uipararsi a 'uelle delle altre fonti di pro#a, esse possono costituire legittimo strumento di conoscenza e di giudizio% 1epongono in fa#ore di tale tesi talune disposizioni normati#e6 l>art% 2*9 c% II che pre#ede che se la parte $e 'uindi l>imputato& rifiuta di rispondere ad una domanda ne 5 fatta menzione a #er)ale $ciJ indica o##iamente che da tale comportamento e 'uindi dall>intero esame possono trarsi elementi di pro#a&: l>art% 499 c% III come richiamato dall>art% ;*" c%II che pre#ede la possi)ilit/ di domande suggesti#e nel controesame dell>imputato $possi)ilit/ che 5 sempre finalizzata ad una #alutazione di attendi)ilit/ della dichiarazione& ed ancora l>art% ;*" c% - e -I, che pre#ede l>ac'uisi)ilit/ al fascicolo dei c%d% Fatti garantitiH che l>art% ;2, c%p%p rende utilizza)ili una #olta ac'uisiti al fascicolo ai fini della decisione% Per 'uanto concerne la !r#'a c.-. $#gic#7cri"ica il legislatore ha espressamente posto all>art% 192 c% II., con una formula mutuata dall>art% 2<29 del cod% ci#ile, la regola secondo cui Fl>esistenza di un

Pag. 57

fatto non puJ essere desunta da indizi a meno che 'uesti siano gra#i, precisi e concordantiF% 0ui criteri di #alutazione di tale tipo di pro#a si 5 spesso soffermata la girisprudenza della 0uprema Corte che appare opportuno riportare nelle sue piu> significati#e pronunce 6 CASS. SE6. 1 SENT. <3499 DEL 17><3>91 !'art. 192 comma secondo nuovo cod. proc. pen. riconosce formalmente la validita' probatoria degli indizi, uando siano gravi, precisi e concordanti. .ravi sono gli indizi consistenti, cioe' resistenti alle obiezioni e, uindi attendibili e convincenti/ precisi sono uelli non generici e non suscettibili di diversa interpretazione altrettanto o piu' verosimile, percio' non e uivoci/ concordanti sono uelli che non contrastano tra loro e piu' ancora con altri dati o elementi certi. )uando hanno ueste caratteristiche gli indizi

possono costituire prova di un fatto, se valutati nel loro complesso e in logica coordinazione#. CASS. SE6. 1 SENT. <=4=1 DEL 11><=>91 &el procedimento indiziario l'indizio singolo dev'essere sempre reale, certo e univoco per assurgere al rango di elemento probatorio/ inoltre, ai fini della prova, occorrono piu' indizi gravi,

;=

univoci e concordanti, valutati nel loro insieme unitario, ai sensi e per gli effetti di cui all'art. 192 del nuovo codice di rito, sicche' il rigoroso e obiettivo accertamento del dato ignoto deve essere lo sbocco necessitato e strettamente conseguenziario, sul piano logico0 giuridico, per dare certezza alla attribuibilita' del fatto illecito a un comportamento concludente dell'imputato/ con esclusione di ogni altra soluzione logica, in termini di e uivalenza e di alternativita', sulla base degli elementi indiziari compiutamente esaminati, e con l'indicazione dei criteri, esenti da vizi, di valutazione della prova#. CASS. SE6. 1 SENT. <?939 DEL <=><9>91 In assenza di prove dirette, il giudice 0 nel libero processo di formazione del suo convincimento 0 puo' fondare legittimamente il giudizio di responsabilita' su prove indirette %indizi' purche' dall'analisi critica delle risultanze processuali esaminate nella loro concatenazione logica si possa pervenire, per l'univocita' e convergenza delle stesse, ad una soluzione di certezza. 1ccorre, cioe', che gli elementi indiretti, giudizialmente accertati,

costituiscano la sicura premessa di un sillogismo, in forza del uale sia possibile pervenire con rigore logico ad un giudizio di certezza del fatto ignoto#.

Pag. 59

CASS. SE6. 4 SENT. <1<35 DEL 3<><1>91 .li indizi raccolti nel corso delle intercettazioni telefoniche possono costituire fonte diretta di prova della colpevolezza dell'imputato e non devono necessariamente trovare riscontro in altri elementi esterni, ualora siano2 a' gravi e cioe' consistenti e resistenti alle obiezioni e uindi attendibili e convincenti/ b' precisi e cioe' non generici e non suscettibili di diversa interpretazione altrettanto o anche piu' verosimile, percio' non e uivoci/ c' concordanti e cioe' che non contrastano tra loro e piu' ancora con altri dati o elementi certi . CASS. SE6. 1 SENT. <<19? DEL 1?><1>91 &ella valutazione delle prove, siano esse dirette o indirette, il giudice non puo' sottrarsi al dovere di accertare alla luce di ogni altra emergenza ac uisita, la loro idoneita' a dare dimostrazione della responsabilita' dell'imputato, dando poi conto dell-#iter# argomentativo seguito ai fini della formazione del convincimento raggiunto, attraverso una motivazione che, se corretta logicamente e giuridicamente, si sottrae a censure in sede di legittimita'.

,*

CASS. SE6. = SENT. <139? DEL <5><3>91 (all'art. 192, 2 comma, c.p.p. si ricava il principio in base al uale al giudice non e' precluso trarre elementi di convinzione da indizi2 vale a dire, da circostanze note non direttamente rappresentative del fatto da provare, circostanze che, se prese in considerazione, possono consentire di pervenire a conoscere l'esistenza di un fatto non noto indispensabile per la conclusione del giudizio. "on la conseguenza che, ai fini della formazione del proprio convincimento, nell'esercizio del potere discrezionale conferitogli dalla legge circa la individuazione delle fonti di prova e il controllo sulla loro attendibilita' o concludenza, il giudice del merito ha il potere0dovere di scegliere tra gli elementi probatori offerti al suo esame uelli ritenuti piu' idonei al conseguimento della %giusta' decisione, purche', ove non rappresentativi %direttamente' del fatto da provare, risultino gravi, precisi e concordanti# . CASS. SE6. 1 SENT. <3414 DEL 14><3>91 Il ricorso, da parte del giudice, a ipotesi o illazioni, ai fini della formazione e della motivazione del proprio convincimento, e' da considerare certamente vietato uando, mediante dette ipotesi o illazioni, si voglia costruire una prova positiva di colpevolezza/ non

Pag. =1

puo', invece, ritenersi vietato uando, in presenza di elementi di per se' idonei a dimostrare la colpevolezza, ne vengano dalla difesa prospettati altri di cui si assuma l'idoneita' a neutralizzare la valenza dei primi. In tal caso, infatti, il giudice %analogamente a uanto si verifica, in termini rovesciati, allorche' egli deve valutare gli indizi a carico', e' non solo facoltizzato, ma addirittura tenuto a prospettarsi uelle che possono apparire ragionevoli e plausibili ipotesi alternative atte ad escludere la detta idoneita'. +olo la

irragionevolezza e la conseguente implausibilita' di tali ipotesi, uindi, e non il semplice fatto della loro prospettazione a sostegno dell'"iter motivazionale" seguito dal giudice, puo' dare luogo a censura in sede di legittimita' . CASS. SE6. 4 SENT. <535= DEL <=><5>91 !'indizio, come circostanza di fatto nota e certa da cui possa trarsi la prova dell'esistenza di un fatto non noto %da provare', puo' essere utilizzato dal giudice solo a condizione che risponda ai canonici tre re uisiti, elaborati prevalentemente dalla dottrina e giurisprudenza %solo con il nuovo codice di procedura penale ne e' stata fornita, in tema di processo penale, una indiretta definizione legislativa 0 art. 192, comma secondo'2 certezza, univocita',

,2

concordanza +e i primi due re uisiti possono ritenersi intrinseci, nel senso che debbono essere posseduti dalla circostanza nota, dalla cognizione della uale si intende inferire la verificazione del fatto ignoto, il terzo e' sicuramente estrinseco, nel senso che la concordanza va misurata con gli altri indizi, dato che tutti debbono convergere verso lo stesso risultato euristico#. CASS. 25D.<4><1>913 !'indizio e' un fatto certo dal uale, per interferenza logica basata su regole di esperienza consolidate ed affidabili, si perviene alla dimostrazione del fatto incerto da provare secondo lo schema del cosiddetto sillogismo giudiziario. 3' possibile che da un fatto accertato sia logicamente desumibile una sola conseguenza, ma di norma il fatto indiziante e' significativo di una pluralita' di fatti non noti ed in tal caso puo' pervenirsi al superamento della relativa ambiguita' indicativa dei singoli indizi applicando la regola metodologica fissata nell'art. 192, comma secondo, cod. proc. pen.. *eraltro l'apprezzamento unitario degli indizi per la verifica della confluenza verso un'univocita' indicativa che dia la certezza logica dell'esistenza del fatto da provare, costituisce un'operazione logica SE6. 5NITE SENT. <==?1 DEL <4><=>91

Pag. =3

che presuppone la previa valutazione di ciascuno singolarmente, onde saggiarne la valenza ualitativa individuale. $c uisita la

valenza indicativa 0 sia pure di portata possibilistica e non univoca 0 di ciascun indizio deve allora passarsi al momento metodologico successivo dell'esame globale ed unitario, attraverso il uale la

relativa ambiguita' indicativa di ciascun elemento probatorio puo' risolversi, perche' nella valutazione complessiva ciascun indizio si somma e si integra con gli altri, di tal che l'insieme puo' assumere uel pregnante ed univoco significato dimostrativo che consente di ritenere conseguita la prova logica del fatto/ prova logica che non costituisce uno strumento meno ualificato rispetto alla prova diretta %o storica', uando sia conseguita con la rigorosita' metodologica che giustifica e sostanzia il principio del cosiddetto libero convincimento del giudice#. In senso conforme alle sentenze riportate cfr% anche recentemente CA00% sez% I- n. **94" del "/2/199"+ sez% I- n. *29,< del 24/"/199" + sez% I. n. **11= del 1*/1/199; + sez% I n. *1"4" del 1*/2/199;+ sez% -I n. **<", del ,/4<199;+ sez% I n. *4;*" del 2,/4/199;%

,4

(enuto conto del dato normati#o di cui all>art% 192 c% II c%p%p% e degli esposti orientamenti giurisprudenziali della 0uprema Corte puJ concludersi che la pro#a indiziaria, intesa come traccia sensi)ile che non rappresenta direttamente il fatto ignoto ma che puJ condurre ad esso attra#erso la mediazione di una regola di esperienza di tipo pro)a)ilistico, o#e corrisponda ai criteri legali della molteplicit/, gra#it/, precisione e concordanza degli elementi indiziari )en puJ essere idonea a supportare il con#incimento del giudice e non puJ essere relegata ad un grado su)ordinato di pro#a posto che il nostro sistema giuridico non pre#ede una scala predeterminata di #alori pro)atori% 0empre l> ar"ic#$# 191 c.!.!.+ ai successi#i c#&&i 3 e 4, introduce la regola di #alutazione delle dichiarazioni pro#enienti da A a""r# -i'erse ca"eg#rie -i 0ig re !r#cess a$i+ assi&i$a"e s#""# i$ !r#0i$# -e$ "ra""a&e%"# %#r&a"i'#. 13 i$ c#i&! "a"# -e$$# s"ess# 0a""# i% !r#cess# c & $a"i'# 2c0r. ar". 191 c. 3 e 197 $e"". a3B 13 33 $@i&! "a"# %e$$# s"ess# rea"# i% !r#cess# se!ara"#B $@i&! "a"# i% !r#ce-i&e%"# c#%%ess# a %#r&a -e$$@ar". 11 c.!.!.2#''er# -i i&! "a"# %e$ rea"# c#&&ess# i% c#%c#rs# #

Pag. =5

c##!era)i#%e c#% a$"ri eC ar". 11< c.!. # i% rea"i c#%%essi !er c#%c#rs# ca sa$e+ 0#r&a$e + #ccasi#%a$e # "e$e#$#gic#3B 43 $@i&! "a"# i% rea"# c#$$ega"# a A e$$# !er c i si !r#ce-e %e$ cas# !re'is"# -a$$@ar". 371 c. 1 $e"". ; 2c0r. ar". 191 c.4 e 197 $e"".;3. 7a disposizione contenuta nel comma 4. dell'art% 192 c%c%p%, che estende i criteri di #alutazione enunciati nel comma ". anche alle dichiarazioni rese da persona imputata di un reato collegato a 'uello per cui si procede nel caso pre#isto dall'art% "<1 comma 2. lettera )& c%p%p%, esige, come suo indispensa)ile presupposto, la sussistenza di un collegamento pro)atorio tra i due reati, da intendersi come un #ero e proprio rapporto di connessione pro)atoria% (ale collegamento e' ra##isa)ile non solo 'uando un unico elemento di fatto proietta la sua efficacia pro)atoria in rapporto ad una molteplicita' di illeciti penali tutti contemporaneamente da esso dipendenti per 'uanto attiene alla pro#a della loro esistenza e a 'uella della relati#a responsa)ilita', ma anche nel caso in cui gli elementi pro)atori rile#anti per l'accertamento di un reato oggetto di un di#erso procedimento o di una sua circostanza, spieghino una 'ualsiasi influenza sull'accertamento di un altro reato oggetto di un di#erso

,,

procedimento o di una sua circostanza% $cfr%CA00%0ez%An%,/12/1991, 0cala&% 3 7a pre#isione del comma 4. dell'art%192 c%p%p%, pertanto, seppure non limita alla mera comunanza totale o parziale di pro#e tra i due procedimenti, de#e comun'ue esigere una influenza diretta delle risultanze ac'uisite in altro processo sui 3fatti3 che integrano 'uello attuale, concernendo pur sempre la norma una )en definita ipotesi di connessione materiale oggetti#a%3$cfr%CA00%0ez%An%cit%&% 7a disciplina per l>assunzione dell>esame degli imputati di reati connessi o collegati 5 pre#ista dal nuo#o codice all>art% 21* c%p%p% ed alle norme da tale articolo richiamate% Le -ichiara)i#%i -ei 8c#$$a;#ra"#ri -i gi s"i)ia:+ la cui nozione 5 stata introdotta dalla legislazione premiale, prima in materia di legislazione d>emergenza contro la criminalit/ terroristica $cfr% art% 4 1%7% 1;/12/19<9 n. ,2; con#% con mod% nella 7% ,/2/19=*& e successi#amente in materia di criminalit/ mafiosa $cfr% art% 1 c% ; 1%7% 1"/;/1991 n. 1;2 con#% in 7% 12/</1991 n. 2*"&, possono essre defiinite come dichiarazioni pro#enienti da coloro che, dissociandosi dagli altri , Fsi siano adoperati per e#itare che l>atti#it/ delittuosa sia portata a conseguenze ulteriori anche aiutando concretamente

Pag. =7

l>Autorit/ di polizia o l>Autorit/ giudiziaria nella raccolta di elementi decisi#i per la ricostruzione dei fatti e per l>indi#iduazione o la cattura degli autori dei reatiH% D#e tali dichiarazioni siano riconduci)ili, soggetti#amente ed oggetti#amente, ad una delle figure processuali prima e#idenziate, de#ono essre sottoposte alla medesima disciplina #alutati#a di cui a$$@ar". 191 c. 3 c.!.!.. i% ;ase a$ A a$e $e -ichiara)i#%i -i "a$i s#gge""i . 8s#%# 'a$ "a"e %i"a&e%"e ag$i a$"ri e$e&e%"i -i !r#'a che %e c#%0er&a%# $@a""e%-i;i$i", 8. 7>introduzione di tale specifica disposizione nel nuo#o codice che, secondo le aspettati#e espresse nella stessa 8elazione al progetto preliminare, a#re))e do#uto superare le dispute tra operatori e studiosi del processo in ordine alla pro)lematica #alutazione della Fchiamata in correit/H 5 stata ispirata da una duplice esigenza 6 da un lato, sulla scia delle esperienze dei paesi in cui #ige il sistema accusatorio nel 'uale il sistema della F accomplice evidenceH 5 accompagnata dalla c%d% FcorroborationH , sancire il principio del necessario riscontro pro)atorio della chiamata di correo, peraltro gi/ anticipato dalle pronunce della 0uprema Corte in materia durante il codice pre#igente, dall>altro escludere che le dichiarazioni del

,=

chiamante in correit/ potessero 'ualificarsi FeB legeH come elementi pro)atori inutilizza)ili% 2 difatti la introduzione di una regola normati#a di #alutazione della chiamata di correo nell>am)ito delle disposizioni dedicate alle pro#e se da un lato consente di superare definiti#amente il pro)lema, teoricamente prospetta)ile nel #ecchio impianto codicistico, della s#alutazione pro)atoria di tale elemento pro)atorio, dall>altro certamente impone un impegno da parte del giudice nell>indicare nella propria moti#azione, in un 'uadro di #alutazione unitaria degli elementi ac'uisiti, le pro#e o gli indizi che corro)arono la chiamata di correo con la conseguenza che l>omesso esame degli elementi capaci di offrire riscontro alle dichiarazioni incriminanti si traduce in un difetto di moti#azione rile#a)ile anche da#anti al giudice di legittimit/ a norma dell>art% ,*, c%1 lett% e& c%p%p % -a rile#ato che le pro)lematiche tradizionalmente connesse alla #alutazione della chiamata in correit/ che, anche sotto l>impero del codice pre#igente a#e#ano dato luogo a non poche dispute in dottrina ed in giurisprudenza, non pare a))iano tro#ato una definiti#a soluzione nella disciplina espressamente dettata dall>art% 192 citato%

Pag. =9

-a tutta#ia riconosciuto che l>ela)orazione giurisprudenziale piu> recente 5 per#enuta alla formulazione di principi, peraltro autore#olmente espressi anche in sede di legittimit/ dalla Corte di Cassazione a sezioni unite, che possono ormai considerarsi FCus receptumH ed ai 'uali 5 necessario richiamarsi per l>interpretazione della norma in oggetto% Prima di procedere all>analisi del modello processuale prescelto dal legislatore del nuo#o codice puJ essere utile, al fine di trarre spunti ermeneutici in ordine all>esatta portata dell>attuale dato normati#o, effettuare una sintetica ricognizione del 'uadro normati#o e giurisprudenziale pre#igente% Il codice di rito del 19"*, a differenza di 'uello attuale, non pre#ede#a una specifica disciplina in ordine alla #alutazione pro)atoria della chiamata di correo% 7>istituto, in#ero, era sottoposto ad una disciplina che elude#a totalmente il momento della #alutazione della pro#a e face#a esclusi#o riferimento al momento dell>ac'uisizione come mezzo di pro#a% 7>art% "4= )is c%p%p% pre#% $corrispondente all>attuale art% 21* c%p%p%& pre#ede#a il cosiddetto F interrogatorio li)ero di persone

<*

imputate di reati connessiH e sta)ili#a che tali soggetti, proprio perch5 #ersa#ano in una situazione d>incapacit/ a testimoniare, ai sensi dell>art% "4= c% III c%p%p%pre#%, sal#o che fossero stati assolti in di)attimento per non a#er commesso il fatto o##ero perch5 il fatto non sussiste, pote#ano essere sentiti li)eramente sui fatti per cui si procede e, o#e occorresse, pote#a esserne ordinato

l>accompagnamento coatti#o% (ali soggetti processuali #eni#ano citati osser#ando le norme per la citazione dei testimoni ed a#e#ano facolt/ di farsi assistere da un difensore di fiducia: si applica#ano, inoltre, in 'uanto compati)ili, le disposizioni concernenti l>interrogatorio dell>imputato% Analoga di)attimentale disposizione dall>art% 4;* era, )is poi, del pre#ista c%p%p%, per la fase

che

richiama#a

espressamente la disposizione contenuta nell>art% "4= )is% 7a disciplina sopra descritta proprio perch5 a#ente per oggetto una figura processuale dalla struttura in 'ualche misura i)rida, in 'uanto connotata dalle caratteristiche dell>interrogatorio

dell>imputato e della testimonianza, a#e#a dato luogo a note#oli oscillazioni giurisprudenziali soprattutto in ordine all>efficacia da riconoscere alla chiamata in correit/%

Pag. 71

0otto tale profilo 5 possi)ile enucleare la formazione, in #igenza del #ecchio codice di rito, di due di#ersi orientamenti giurisprudenziali% Il primo, partendo dal presupposto che la chiamata in correit/ 5 una fonte di pro#a intrinsecamente sospetta, tende#a a considerare la stessa non come pro#a piena ma come semplice indizio, nel senso di Fpro)atio le#iorH% 0i riconosce#a, tutta#ia, che anche tale indizio potesse assumere dignit/ di fonte legittima di pro#a, se suffragato da ulteriori elementi idonei a conferirgli maggiore capacit/ dimostrati#a 6 siffatti elementi di riscontro do#e#ano essere non soltanto intrinseci ma anche estrinseci alla dichiarazione medesima $cfr% per tutte CA00% </12/19=<, in Giust% Pen% 19=9, III, 12<&% @uanto all>attendi)ilit/ intrinseca i principali parametri di #alutazione #eni#ano indi#iduati essenzialmente nella spontaneit/, nella costanza, nella uni#ocit/, nella coerenza logica e nella specificit/ della dichiarazione% 0otto tale profilo, inoltre, la Corte di Cassazione richiede#a una rigorosa ed attenta analisi della personalit/ del dichiarante, nonch5 delle cause che a#e#ano determinato la chiamata di correo%

<2

@uanto, poi, agli elementi estrinseci di riscontro, idonei a suffragare la cosiddetta attendi)ilit/ estrinseca si erano affermati due ulteriori indirizzi giurisprudenziali6 secondo il primo l>elemento di riscontro con#alidante pote#a a#ere anche natura soggetti#a ed essere indi#iduato anche in altra chiamata di correo o##ero in una testimonianza $cfr% CA00% ;/</19==&: secondo altro indirizzo, piu> rigoroso, l>elemento di riscontro do#e#a a#ere natura oggetti#a e #eni#a pre#alentemente indi#iduato nelle cosiddette pro#e orali e nelle ricognizioni% !ettamente contrapposto a tale orientamento era 'uello che, in#ece, ritene#a sufficiente il solo riscontro intrinseco alle dichiarazioni del coimputato: secondo tale orientamento, l>art% "4= )is del c%p%p era l>estrinsecazione di un sistema orientato a premiare colla)orazioni e a stimolare confessioni $in tal senso cfr% CA00% 22/11/19== in 8i#% Pen% 19=9, 12"=&% 0otto tale profilo si ritene#a sufficiente che la chiamata di correo fosse stata positi#amente deli)ata dal giudice alla stregua dei criteri della uni#ocit/, #erosimiglianza, reiterazione, disinteresse, in modo tale da escludere intenti calunniatori $cfr% CA00% 2</4/19=<&%

Pag. 73

Il contrasto giurisprudenziale #enne, in seguito, superato dalla pronuncia a sezioni unite della 0uprema Corte in data 1=/2/19==, nella 'uale, da un lato #enne esclusa l>esistenza di una generale presunzione di sospetto e 'uindi di inaffida)ilit/ delle dichiarazioni pro#enienti da determinati soggetti $c%d% pentiti& e dall>altro #enne affermato il principio della necessit/ di elementi estrinseci di conferma, atteso che l>efficacia pro)ante della chiamata di correo non pote#a essere desunta soltanto da elementi intrinseci% Proprio traendo spunto dal di)attito dottrinale e

giurisprudenziale s#iluppatosi sotto il #igore del #ecchio codice il legislatore del 19== ha introdotto con l>art% 192 c%p%p% c% III una regola positi#a di #alutazione destinata ad operare con riguardo alle dichiarazioni rese dai coimputati del medesimo reato o##ero di reati connessi o collegati% 7>esplicita pre#isione di tale regola di giudizio, #alutata nel complessi#o contesto della disposizione di cui all>art% 192 c%p%p%, lungi dal costituire un limite al riaffermato principio del li)ero con#incimento indica, piuttosto, il criterio argomentati#o che il giudice de#e adottare per fare assurgere le dichiarazioni di taluni

<4

soggetti processuali al rango di pro#a imponendogli a tal riguardo un piu> rigoroso impegno moti#azionale% In tal senso cfr% CASS. SE6. 1 SENT. <=991 DEL 1=><=>91 Il terzo comma dell'art. 192 cod. proc. pen. non introduce una deroga o una restrizione uantitativa allo spazio del libero

convincimento del giudice, e neppure e' volto a porre divieti di utilizzazione, ancorche' impliciti, o ad indicare una gerarchia di valore delle ac uisizioni probatorie, ma si limita unicamente a indicare il criterio argomentativo che il giudice deve seguire nel portare avanti l'operazione intellettiva di valutazione delle

dichiarazioni rese da determinati soggetti $in senso conforme, piu> recentemente, cfr% anche CA00% sez% -I n. *1<9" dell> 11/2/1994&. 1alla nuo#a disciplina della chiamata di correo si e#ince come preliminare rilie#o che alle propalazioni di detti soggetti processuali e' stato riconosciuto il 'a$#re -i !r#'a e %#% -i &er# i%-i)i# , come appare chiaro gi/ dai la#ori preparatori del codice e dal rilie#o di ordine sistematico che la disposizione in 'uestione e' inserita nel 7i)ro III dedicato alle F Pro#eH % Che tali propalazioni accusatorie siano state in'uadrate nell'am)ito della pro#a e non gia' del semplice indizio, e' dato, poi,

Pag. 75

desumere, anche e soprattutto dalla richiamata locuzione adoperata dal legislatore $3altri elementi di pro#a3& per indicare gli ulteriori elementi pro)atori richiesti per conferire attendi)ilita' alla fonte propalatoria, 'ualificata appunto come elemento di pro#a% Al contempo la pre#isione normati#a della %ecessi", -e$ c#%c#rs# -e$ risc#%"r# i%"egra"#re e c#%0er&a"i'# nell>am)ito di una #;;$iga"#ria 'a$ "a)i#%e %i"aria -e$$e ris $"a%)e !r#;a"#rie richiama, come 5 dato desumere dalla stessa relazione al progetto preliminare al codice, Fla necessit/ di circondare con maggiori cautele il ricorso ad una pro#a, come 'uella pro#eniente da chi 5 coin#olto negli stessi fatti adde)itati all>imputato ed ha comun'ue legami con lui, alla luce della sua attitudine ad ingenerare un erroneo con#incimento giudiziale F % Copiosa 5 la ela)orazione giurisprudenziale in ordine ai superiori argomenti interpretati#i che hanno rice#uto anche

l>autore#ole a#allo delle 0ezioni unite del 0upremo Collegio 6 CASS. 25D.<3><1>9<3 SE6. 5NITE SENT. <1477 DEL 1<><1>9<

<,

!e dichiarazioni rese dal coimputato del medesimo reato %o da persona imputata in un procedimento connesso, o da persona imputata nei casi di cui all'art. 451, lett. b cod. proc. pen.' hanno valore di prova, ma il giudizio di attendibilita' su di esse necessita di un riscontro esterno. &e consegue che non possono essere utilizzate da sole, ma possono essere valutate congiuntamente con ualsiasi altro elemento di prova, di confermarne l'attendibilit6. CASS. SE6. 5 SENT. <4?55 DEL <4><4>9< 25D.<1><3>9<3 !'art. 192 terzo comma del nuovo cod. proc. pen., pur attribuendo sicuramente valore di prova alle dichiarazioni rese dal coimputato del medesimo reato %come si desume dal riferimento agli altri elementi di prova contenuti nell'ultima parte del comma', esige che tali dichiarazioni vengano valutate, appunto, "unitamente agli altri elementi di prova che ne confermano l'attendibilita'"/ non e' piu' consentita, uindi, l'affermazione di responsabilita' sulla base di una chiamata di correo priva di riscontri esterni. 7ali riscontri, peraltro, possono essere di ualsiasi tipo e natura e uindi anche ualsivoglia tipo e natura, idoneo a

dichiarazioni di altri coimputati dello stesso reato %o di imputati in

Pag. 77

procedimento connesso o nel caso previsto dall'art. 451 capoverso lett. b' cod. proc. pen.'#. CASS. SE6. = SENT. <=7=< DEL 1<><5>9< 25D.1?>11>?93 !'art. 192 nuovo cod. proc. pen., esigendo che le dichiarazioni del coimputato siano valutate unitamente agli altri elementi di prova che ne confermano la validita', ha sancito il principio del necessario riscontro probatorio della chiamata di correo, escludendo cosi' che le dichiarazioni del chiamante in correita' possano ualificarsi come elementi probatori inutilizzabili. Il concetto di "valutazione unitaria", voluto dalla norma, postula l'impegno del giudice ad indicare nella motivazione del provvedimento le prove o gli indizi che corroborano la chiamata di correo. con la conseguenza che l'omesso esame degli elementi capaci di offrire un riscontro alle dichiarazioni accusatorie si traduce in un difetto di motivazione, rilevabile anche davanti al giudice di legittimit6' . CASS. SE6. 1 SENT. <9495 DEL <3><7>9< 25D.1=>1<>?93 In virtu' dell'art. 192 nuovo cod. proc. pen. il principio del necessario riscontro probatorio della chiamata di correo da un lato esclude che uesta costituisca un elemento inutilizzabile e dall'altro

<=

postula l'obbligo del giudice ad indicare le prove o gli indizi che la corroborano. 3ssa ha pertanto natura di prova, distinta dall'indizio o dalla testimonianza, utilizzabile se motivatamente valutata unitamente ad altri elementi probatori di riscontro#. CASS. SE6. = SENT. 11711 DEL 11><?>9< 25D.3<><3>9<3 !e dichiarazioni accusatorie rese dal coimputato rivestono il valore di prova e non di meri indizi, anche se necessitano di un riscontro esterno che, data l'ampiezza della formula adoperata dall'art. 192 cod. proc. pen. puo' essere condotto alla stregua di elementi e dati di ualsiasi tipo e natura#. CASS. SE6. = SENT. 11795 DEL 14><?>9< 25D.11><5>9<3 !a chiamata di correo ha valore di prova e non di mero indizio e puo' essere utilizzata, previa valutazione della sua attendibilita', congiuntamente agli altri elementi di prova idonei a confermarne l'attendibilit6#. CASS. SE6. = SENT. 1331= DEL 11>1<>9< 25D.19><3>9<3 "on la norma dell'art. 192 del nuovo codice di procedura penale il legislatore ha riconosciuto valore di prova e non di mero indizio alla chiamata in correita', stabilendo nel contempo che il

Pag. 79

giudizio di attendibilita' necessita di un riscontro esterno, costituito da altri elementi o dati probatori che lo confortino. 7tali elementi di riscontro non sono predeterminati nella loro specie o ualita' e pertanto possono essere, in via generale, di

ualsiasi natura, purche' idonei a confermare l'attendibilita' della dichiarazione accusatoria. CASS. SE6. = SENT. <1=54 DEL 19><1>91 $lla chiamata di correo, secondo il tenore dell'art. 192, comma terzo, nuovo codice di procedura penale, va riconosciuto valore di prova e non di mero indizio, come appare chiaro non solo dai lavori preparatori del codice stesso, ma anche dalla dizione letterale "altri elementi di prova". !a chiamata di correo, pertanto, puo' formare oggettivo supporto del libero convincimento del giudice, confortato da altri elementi o dati probatori che, in via generale, possono essere di ualsiasi tipo e natura, tenendosi

presente, da un conto, che la chiamata non va declassata a semplice indizio, mentre il riscontro probatorio estrinseco non occorre che abbia la consistenza di una prova autosufficiente di colpevolezza, dovendo il detto riscontro formare oggetto di giudizio complessivo assieme alla chiamata#.

=*

CASS. SE6. 5NITE SENT. <1<4? DEL <1><1>91 !'art 192, comma 4 e 8, del "odice di procedura penale non ha svalutato sul piano probatorio le dichiarazioni rese dal coimputato di un medesimo reato o da persona imputata in un procedimento connesso e9 art. 12 "od. proc. pen. o di un reato collegato a uello per cui si procede nel caso previsto dall'art. 451, comma 2, lett.:' "od. proc. pen. perche' ha riconosciuto a tali dichiarazioni valore di prova e non di mero indizio e ha stabilito che esse debbano trovare riscontro in altri elementi o dati probatori che possono essere di ualsiasi tipo o natura#. $in senso conforme alle superiori pronunce cfr% ancora 6 CA00% sez% I sent% n. *,92< dell>11/*,/1992 + sez% I sent% n. *=",= del 24/*</1992&%

Pag. ?1

L/a""e%-i;i$i", i%"ri%seca 7 'a$ "a)i#%e

8e'uisito essenziale per la positi#a deli)azione della #alenza pro)atoria delle propalazioni accusatorie disciplinate dall'art% 192 ". comma c %p %p % e' ritenuto dalla 0uprema Corte l'accertamento in ordine alla cosiddetta Fattendi)ilita' intrinsecaH della fonte% 7a chiamata in correita' richiede, infatti, un cauto e prudente apprezzamento da parte del giudice di merito, il 'uale e' tenuto a #erificarne l'intrinseca attendi)ilita' con riferimento alla !ers#%a$i", -i chi $e es!ri&e, al gra-# -i c#%#sce%)a -e$$a &a"eria riferita, alle &#-a$i", -i es"er%a)i#%e -e$$e -ichiara)i#%i 2-e""ag$ia"e+

a!!r#0#%-i"e+ c#% ri0eri&e%"i !recisi a $ #ghi e !ers#%e %%%&, ai &#"i'i che ha%%# i%-#""# a c#$$a;#rare, ad una serie di parametri di #alutazione che, sulla )ase di una #asta casistica giurisprudenziale in materia, possono indi#iduarsi nella ge% i%i"a/+ nella s!#%"a%ei"a/+ nel -isi%"eresse+ nella c#s"a%)a e nella $#gica i%"er%a -e$ racc#%"#. Per 'uel che concerne l>analisi della personalit/ del chiamante in correit/, o#e l>indagine del giudice in#esta il campo dei colla)oratori di giustizia 5 e#idente che lungi dal poter far riferimento

=2

a supposte 'ualit/ etiche del soggetto dichiarante, che per definizione essendo autore di almeno un reato e spesso di molti gra#i delitti ha necessariamente una personalit/ poco commende#ole, l>analisi do#r/ essere incentrata sulla posizione assunta dal propalante all>interno dell>organizzazione criminale, da cui con la propria scelta di colla)orazione, ha dimostrato di #olersi dissociare% !on #i 5 du))io, infatti, che con l>a##ento della legislazione premiale lo 0tato a))ia inteso fa#orire ed incoraggiare soprattutto la dissociazione da 'uelle organizzazioni criminali che, per la loro potente struttura logistica e per la segretezza del loro operato, costituiscono una gra#issima minaccia per l>ordine pu))lico6 proprio al fine di porre in essere una significati#a opera di smantellamento di tali strutture e#ersi#e per l>apparato statuale, il contri)uto di chi all>interno di esse a))ia in passato ri#estito un ruolo di maggior spessore criminale, a causa delle relazioni instaurate con gli altri coassociati ed al li#ello delle conoscenze raggiunte, puJ piu> utilmente consentire di ricostruire in modo organico e completo le piu> segrete e micidiali dinamiche interne a tali organizzazioni criminali%

Pag. ?3

1e#e,

altres?,

prendersi

atto

che

l>istituzionalizzazione

dell>interesse del colla)orante a fruire di 'uelle misure di protezione, assistenza per s5 e per i propri familiari, possi)ilit/ di detenzione in strutture eBtra+carcerarie, riconoscimento di peculiari circostanze attenuanti ecc%% , contemplate dalla legislazione #igente proprio al fine di incoraggiare e tutelare tali forme di colla)orazione con la giustizia, de#e condurre ad una re#isione dei tradizionali criteri del disinteresse e della spontaneit/ del pentimento % In particolare il disinteresse, che non potr/ certamente essere interpretato come indifferenza rispetto ai )enefici premiali, do#r/, piuttosto, essere #alutato sotto un duplice profilo6 con riferimento all> indifferenza rispetto alla posizione processuale del chiamato in correit/ e 'uindi attra#erso l>accertamento di e#entuale presenza di moti#i di rancore, inimicizie ed in genere di moti#i di #endette e ri#alsa: con riferimento alla posizione processuale del dichiarante al momento della sua scelta colla)orati#a, per cui tanto piu' disinteressato do#ra' essere considerato il contri)uto in#estigati#o offerto, 'uanto piu' lie#e apparir/ la posizione processuale del colla)oratore in relazione agli elementi di pro#a ac'uisiti dagli in'uirenti a suo carico al momento dell'inizio della colla)orazione%

=4

0otto tale ultimo profilo, infatti, non #i 5 du))io che tanto piu> credi)ile risulter/ il propalante 'uanto piu> con la propria scelta colla)orati#a egli a))ia consentito di far luce su delitti dei 'uali gli in'uirenti ignora#ano gli autori, coin#olgendo nella responsa)ilit/ per tali reati innanzi tutto se stesso oltre che altri soggetti% -a, infatti, rile#ato che nella #asta gamma degli adeguati riscontri, normalmente #alorizzati in funzione della #alutazione della attendi)ilita' intrinseca, una do#erosa preferenza de#e essere accordata, conformemente ad un costante orientamento

giurisprudenziale, al confessato personale coin#olgimento del dichiarante nello stesso fatto+reato narrato, specie in relazione ad episodi criminosi altrimenti destinati all'impunita' % CiJ che la legislazione #igente richiede ai fini di una #alida scelta di colla)orazione con la giustizia 5 che il soggetto con le proprie dichiarazioni, de)itamente riscontrate, a))ia fornito un contri)uto concreto alle indagini, consentendo di addi#enire ad una conoscenza delle dinamiche dei delitti posti in essere dalle organizzazioni criminali ed all>identificazione dei suoi autori, non pretendendo anche come re'uisito necessario che la colla)orazione muo#a da ragioni etiche di effetti#o pentimento %

Pag. ?5

7a

determinazione

alla

colla)orazione

se

sorretta

da

moti#azioni di tipo ideale, dall>aspirazione al personale ra##edimento e da una sorta di catarsi personale e sociale, non potr/ che essere )ene accolta dalla colletti#it/ e positi#amente #alutata dal giudice ma tale dato non 5 posto dalla legge come condizione di credi)ilit/ del colla)orante% In una #isione realistica dell>HutilitarismoH del colla)oratore di giustizia di cui si 5 fatta porta#oce anche l>ela)orazione

giurisprudenziale nella materia in esame, il suo interesse a fruire di determinati )enefici, espressamente pre#isti dall>Drdinamento, non potr/ certamente essere considerato indice di mendacio% Al fine di #erificare l'attendi)ilita' intrinseca del dichiarante, la spontaneita' rappresenta senza du))io un parametro di #alutazione di note#ole importanza, intendendosi per spontanee le dichiarazioni non coartate, essendo la spontaneit/ per definizione l>opposto

dell>imposizione, e ciJ il giudice do#r/ sicuramente accertare al fine di #erificare la genuinit/ del contri)uto in#estigati#o offerto % 0empre riferimento per anche accertare a l'affida)ilita' dell'imputato come si fa

re'uisiti

temporali

'uello

dell'immediatezza: infatti #iene, normalmente riconosciuto un alto

=,

tasso di credi)ilita' alle dichiarazioni accusatorie e#entualmente rese nell>immediatezza della scelta di colla)orazione con la giustizia anche se ciJ non puJ indurre a troppo facili semplificazioni in una materia che per sua natura 5 note#olmente complessa% !on puJ, infatti, omettersi di prendere atto che spesso il colla)orante 5 portatore di conoscenze molteplici ed articolate le 'uali, sia per pro)lemi mnemonici connessi alla stratificazione nel tempo delle proprie esperienze sia per le difficolt/ spesso connesse all>impossi)ilit/ di pretendere una immediata e compiuta

articolazione espressi#a delle proprie conoscenze da parte di soggetti il cui li#ello di cultura 5 'uasi sempre note#olmente )asso, il giudice si tro#a nelle condizioni di do#ere esaminare una gradualit/ di approfondimenti della materia trattata da parte del colla)orante% (ale dato, se da un lato, impone una ricostruzione 'uanto piu> possi)ile attenta delle progressi#e fasi di esposizione del proprio sapere da parte del colla)orante e delle cause che ne hanno, e#entualmente, determinato l>e#oluzione nel tempo con peculiare accertamento dell> assenza di adattamenti manipolatori , dall>altro esclude che per il solo fatto della gradualit/ della colla)orazione nel tempo il giudice de))a rinunciare ad utilizzare tale sapere, do#endo

Pag. ?7

egli innanzi tutto attenersi al dato normati#o che gli impone di operare attra#erso la tecnica argomentati#a dei riscontri con#alidanti% Dccorre soprattutto tenere conto se nei successi#i adattamenti siano ra##isa)ili genuini ripensamenti, frutto di approfondimenti mnemonici o di piu> complete ricostruzioni della materia trattata, o##ero se si tratti di meri adeguamenti a risultanze processuali di#erse ed e#entualmente in contrasto con la #ersione offerta dal colla)orante% In conclusione la chiamata di correo non puJ essere disattesa in relazione al tempo in cui 5 stata resa, giacch5 essa non 5 soggetta a #incoli di tipo temporale che ne limitino l>apprezzamento, e come ogni altro dato di fatto, essa de#e essere sottoposta alla scrupolosa #alutazione da parte del giudice secondo le regole che presiedono alla formazione del suo li)ero con#incimento% Il giudice, inoltre, do#ra' tenere in conto la costanza delle accuse, 'uindi la reiterazione coerente durante il procedimento delle dichiarazioni e l'intrinseca forza persuasi#a delle stesse: per poter affermare l'esistenza di tale carattere )isognera' #erificare se le dichiarazioni presentino o meno una intrinseca logicita', se siano suscetti)ili di essere inserite all'interno del fatto processuale, se nella narrazione del dichiarante #i siano dati tra loro contraddittori, se #i

==

siano richiami a circostanze non recepite come fatti esterni )ens? riferi)ili a mere #alutazioni dello stesso dichiarante: a cio' il giudice giungera' mediante una #alutazione che si )asera' sulla esperienza e su regole generali della logica per #erificare la possi)ilit/ di una ricostruzione, lineare del racconto del dichiarante e aderente al senso comune% 7e dichiarazioni accusatorie, inoltre, de#ono essere articolate, dettagliate, permettendo il loro controllo grazie a fatti o)ietti#amente accerta)ili, infine de#ono essere #erosimili, cioe' non de#ono essere immediatamente considerate come false % Per 'uel che concerne il rapporto tra operazione di #erifica dell>attendi)ilit/ intrinseca e 'uella di #erifica dell>attendi)ilit/ estrinseca delle dichiarazioni del propalante 5 dato distinguere nella giurisprudenza della 0uprema Corte un orientamento leggermente differenziato che, se non incide in modo decisi#o sulla necessit/, comun'ue, di effettuare entram)i i tipi di #erifica, puJ a#ere una refluenza sulla possi)ilit/ o meno di utilizzazione parziale delle dichiarazioni dei colla)oranti6 ed infatti secondo un orientamento giurisprudenziale l>accertamento dell>attendi)ilit/ intrinseca sare))e un presupposto logico indefetti)ile per poter procedere al successi#o

Pag. ?9

accertamento dell> esistenza di riscontri con#alidanti, esame che sare))e precluso da un esito negati#o del primo accertamento: secondo altro orientamento, che pone l>accento sull>o))ligo della considerazione unitaria degli elementi pro)atori di cui alla norma in esame, l>approfondimento accertati#o riguardante l>attendi)ilit/ intrinseca non puJ essere disgiunto da 'uello riguardante

l>attendi)ilit/ estrinseca non potendo tali #alutazioni essere sottratte al criterio della congiunta analisi F sicch5 sare))e inesatto attri)uire al primo esame, se di esito incerto o contraddittorio, #alenza esclusi#a, a priori, del confronto con ulteriori elementi, proprio perch5 dal coe#o apprezzamento dell>attendi)ilit/ estrinseca potre))ero deri#are

elementi di conferma in grado di )ilanciare le risultanze del primo approccio% In tal senso spinge del resto anche il rilie#o che l>articolazione del comma III in esame mostra di indirizzarsi nella direzione di una limitazione della ri#elanza dell>esame di credi)ilit/ intrinseca, mettendo in e#idenza la sola necessit/ della #alutazione unitaria degli elementi di pro#a, ai fini dell>accertamento di attendi)ilit/: 'uello che appare, dun'ue, rafforzato e accentuato 5 l>o))ligo am)i#alente del giudice di esplorare con minuziosa puntigliosit/ tutti i dati che offrono materia di analisi e di confronto e

9*

di muo#ersi con estrema e cauta prudenza nel loro coordinato apprezzamentoH cfr% pp% 2<1+2<2 sent% CA00% "*/1/1992 n. =* conclusi#a del c%d% procedimento 4AKI 1, ac'uisita agli atti dell>odierno procedimento& % 1all>adesione al secondo degli orientamenti esposti discende la possi)ilit/ di un>adesione al concetto di Ffraziona)ilit/ della chiamata in correit/H nel senso che o#e l>attendi)ilit/ di un chiamante in correit/ #enga denegata per una parte delle sue dichiarazioni ciJ non necessariamente coin#olger/ anche le altre parti della dichiarazione che risultassero, per con#erso, confermate da riscontri esterni adeguati, Fe ciJ sulla )ase del principio che non l>attendi)ilit/ complessi#a de#e essere pro#ata, per inferirne la comunica)ilit/ per traslazione all>intero racconto, ma ogni parte di 'uesta puJ e de#e essere oggetto di #erifica, residuando, dun'ue, l>inefficacia pro)atoria di 'uelle non compro#ate o, peggio, smentite, con esclusione di reciproche inferenze totalizzantiH $cfr% p% 2=9 sent% CA00% "*/1/1992 n. =* cit%&% Per suffragare la ricostruzione effettuata dell>interpretazione giurisprudenziale del re'uisito dell>attendi)ilit/ intrinseca, appare

Pag. 91

opportuno richiamare le piu> significati#e pronunce del 0upremo Collegio nella materia trattata6 CASS. SE6. 1 SENT. <55=< DEL 1?><4>9< 25D.1?><1>9<3 !'utilizzabilita' probatoria della chiamata di correo e' subordinata all'accertamento della sua attendibilita' intrinseca ed alla sua integrazione con elementi estrinseci di riscontro e9 art. 192, terzo e uarto comma del nuovo cod. proc. pen.. (alla nuova configurazione legislativa deriva

l'irretrattabilita' della scelta secondo cui la chiamata di correo puo' costituire valida prova di colpevolezza uando e' non soltanto

attendibile %in uanto spontanea, costante, disinteressata, dettagliata e coerente' ma altresi' confermata da elementi estrinseci ad essa. 7ali riscontri, tratti dal materiale probatorio, possono desumersi sia da dati obbiettivi, uali fatti o documenti, sia da

dichiarazioni di testimoni o di coimputati o dello stesso accusato, purche' siano idonei a fare verificare "aliunde" l'attendibilit6 dell'accusa, e senza che debbano afferire direttamente al fatto0 reato#. CASS. SE6. 1 SENT. 1515? DEL 11>11>9<

92

Il procedimento in virtu' del

uale, affermata la generale

credibilita' del chiamante o del dichiarante, se ne faccia discendere il sicuro valore probatorio di tutte le relative dichiarazioni e si considerino, gli accusati, raggiunti da gravi indizi di colpevolezza, a prescindere dall'esistenza di obiettivi riscontri delle accuse, non e' corretto. In tema di valutazione della prova, la chiamata in correita' richiede un cauto e prudente apprezzamento, da parte del giudice di merito, che e' tenuto a verificare se essa sia intrinsecamente attendibile, con riferimento alla genuinita', alla spontaneita', al disinteresse, alla costanza ed alla logica interna del racconto ed, inoltre, se sia confortata da riscontri estrinseci ed obiettivi, cioe' da fatti storici che, se anche da soli non raggiungono il valore di prova autonoma della responsabilita' del chiamato in correita' %altrimenti sarebbero essi stessi sufficienti a provarne la colpevolezza', complessivamente considerati e valutati, risultino compatibili con la chiamata in correita' e di uesta rafforzativi#. CASS. SE6. 1 SENT. <4153 DEL <7><4>91 !e chiamate di correita' possono assumere valore probatorio, uando siano dotate del re uisito della attendibilita' sia sotto l'aspetto soggettivo che oggettivo. 3sse cioe' devono2 provenire da

Pag. 93

soggetti, che conoscano il vero, perche' certamente concorsero alla commissione dell'illecito, che si attribuisce all'incolpato/ essere spontanee, costanti, disinteressate %non provocate da motivi di odio o inimicizia', dettagliate e coerenti/ essere il contenuto altamente verosimile per elementi oggettivi di riscontro. 3' uindi da escludere che tale ultimo re uisito possa essere sostituito dalla cosiddetta "attendibilita' generale" del chiamante da desumersi dalla

autoincolpazione, la

uale comporterebbe per il chiamato in

correita' l'obbligo di fornire la prova dell'innocenza. Il cosiddetto riscontro, pur non dovendo presentare il valore di prova autonoma, deve infatti offrire ampie garanzie in ordine alla veridicit6. CASS. 25D.11>1<>913 In tema di prova, ai fini di una corretta valutazione della chiamata in correita' a mente del disposto dell'art. 192, comma terzo, cod. proc. pen., il giudice deve in primo luogo sciogliere il problema della credibilita' del dichiarante %confitente e accusatore' in relazione, tra l'altro, alla sua personalita', alle sue condizioni socio0 economiche e familiari, al suo passato, ai rapporti con i chiamati in correita' ed alla genesi remota e prossima della sua risoluzione alla SE6. 5NITE SENT. <1=53 DEL 11><1>93

94

confessione ed alla accusa dei coautori e complici/ in secondo luogo deve verificare l'intrinseca consistenza, e le caratteristiche delle dichiarazioni del chiamante, alla luce di criteri uali, tra gli altri, uelli della precisione, della coerenza, della costanza, della spontaneita'/ infine egli deve esaminare i riscontri cosiddetti esterni. !'esame del giudice deve esser compiuto seguendo l'indicato ordine logico perche' non si puo' procedere ad una valutazione unitaria della chiamata in correita' e degli "altri elementi di prova che ne confermano l'attendibilita'" se prima non si chiariscono gli eventuali dubbi che si addensino sulla chiamata in se', indipendentemente dagli elementi di verifica esterni ad essa#. CASS. SE6. 1 SENT. <<=?3 DEL 11><1>9= 25D.11>11>953 In tema di prova, ai fini di una corretta valutazione delle dichiarazioni rese da persona coimputata del medesimo reato o imputata in un procedimento connesso, deve trovare applicazione la regola di giudizio che comporta anzitutto la verifica della credibilita' soggettiva del dichiarante in relazione anche alla sua personalita', al suo passato e ai rapporti con le persone accusate, e cio' come premessa che deve necessariamente precedere la verifica della intrinseca consistenza del contributo reso %alla luce dei criteri della

Pag. 95

precisione, coerenza, costanza e spontaneita'' e la individuazione di significativi riscontri cosiddetti esterni#. CASS. SE6. = SENT. <<195 DEL 1=><1>95 25D.1?>11>943 3ssendo la spontaneita' e l'autonomia rispettivamente l'opposto dell'imposizione e del condizionamento, le medesime, uali elementi idonei a connotare di attendibilita' una dichiarazione accusatoria resa da un coimputato o imputato in un procedimento connesso, non possono essere negate solo in basealla conoscenza che il dichiarante abbia avuto di un analoga precedente dichiarazione di altro coimputato2 in siffatta ipotesi dovra' semplicemente accertarsi con maggior rigore che la coincidenza tra le dichiarazioni non sia meramente fittizia ed in particolare che uelle successive non siano frutto di influenze subite e non rappresentino puro allineamento alle precedenti#. $9attispecie nella 'uale ad un chiamante in correita', prima che lo stesso rendesse le sue dichiarazioni accusatorie era stata data lettura di 'uelle di altro chiamante&% CASS. SE6. = SENT. <=411 DELL@ 1><=>94 25D. 1?><1>943 In tema di chiamata di correo, il re uisito dell-intrinseca attendibilit6 della chiamata, cui deve assegnarsi la ualit6 di

premessa indefettibile perch; le accuse possano essere prese in

9,

considerazione dal giudice e poste a base della decisione, deve intendersi come credibilit6 soggettiva del chiamante, i cui indici rivelatori sono rappresentati da spontaneit6, costanza, coerenza, precisione, logica interna del racconto, mancanza di interesse diretto all-accusa, assenza di contrasto con altre ac uisizioni e di contraddizioni eclatanti o difficilmente superabili#.

Pag. 97

CASS. SE6. 1 SENT. <11<< DELL@ ?> <=>94 2C.C. <=><5>943 In tema di valutazione delle dichiarazioni accusatorie rese da cosiddetto collaborante#, ; del tutto inconferente la considerazione che costui, essendo normalmente autore di reati di una certa gravit6, miri alla fruizione di misure premiali in funzione della

collaborazione prestata, dovendo, invece, farsi riferimento ai fini della verifica della sua attendibilit6 soggettiva, ad altri parametri, uali la spontaneit6 delle dichiarazioni, la persistenza delle medesime, la puntualit6 specifica nella descrizione dei vari fatti/ elementi uesti, in presenza dei uali, resta irrilevante anche il

motivo per il uale il collaborante si ; indotto a formulare le sue accuse . CASS. SE6. 1 SENT. <131? -e$ 31><5>1995 2C.C. 14><4>19953 In tema di valutazione delle dichiarazioni accusatorie provenienti da soggetti compresi nelle categorie di cui all-art. 192 c.III e I< c.p.p., il giudice di merito ha il potere0dovere di verificare l-esistenza e la gravit6 di eventuali motivi di contrasto fra accusatori e accusati, tenendo, tuttavia, presente che l-esito positivo di un tale riscontro non pu,, di per s;, determinare come automatica e necessaria conseguenza l-inattendibilit6 delle accuse, ma deve

9=

soltanto indurre il giudice stesso ad una particolare attenzione onde stabilire, in concreto, se i motivi di contrasto accertati siano tali da dar luogo alla suddetta conseguenza# CASS. SE6.1 SENT. <1419 DEL 11>5>1991 2C.C. <1><4>913 !-attendibilit6 di un chiamante in reit6, ancorch; denegata per una parte delle sue dichiarazioni, non coinvolge necessariamente anche le altre parti, essendo compito del giudice verificare e motivare in ordine alle diversit6 delle valutazioni eseguite a proposito delle plurime parti di dichiarazioni rese da uno stesso soggetto#. CASS. SE6. 1 SENT. <451= DEL 11>11>1993 2C.C. 1?>1<>19933 !-imprecisione su un solo punto della chiamata in correit6 non ; da sola sufficiente ad escludere l-attendibilit6 del collaborante allorch;, alla luce di altri obiettivi riscontri, il giudice di merito valuti globalmente, con prudente apprezzamento, il materiale indiziario e ritenga, con adeguata motivazione, la prevalenza degli elementi che sostengono la credibilit6 dell-accusa#. CASS. Se). VI SENT. <41=1 DEL 1<><3>95 2CC.<1>11>943 In tema di chiamata in correita' e' bene ammissibile la cosiddetta "frazionabilita'", nel senso che la attendibilita' della

Pag. 99

dichiarazione accusatoria anche se denegata per una parte del racconto, non ne coinvolge necessariamente tutte le altre che reggano alla verifica giudiziale del riscontro cosi' come, per altro verso, la credibilita' ammessa per una parte dell'accusa non puo' significare attendibilita' per l'intera narrazione in modo automatico# . CASS. SE6. = SENT. <=<<1 DEL 3<><5>91 !'art. 192 cod. proc. pen. non stabilisce una presunzione di inattendibilita' delle persone indicate nei commi terzo e uarto,

perche' se agli altri elementi di prova e' affidata solo la funzione di confermare l'attendibilita' delle loro dichiarazioni accusatorie, vuol dire che tale attendibilita' non e' negata "a priori", ma che e' insufficiente e che spetta ai riscontri probatori esterni renderla piena#.

1**

L/a""e%-i;i$i", es"ri%seca 7 I risc#%"ri 7 Na" ra e 'a$ "a)i#%e.

Alla luce delle considerazioni sopra s#olte occorre con#enire che un affida)ile giudizio di credi)ilita' del colla)orante, non solo richiede un cauto e prudente apprezzamente del magistrato ed un ele#ato grado di professionalit/ ed esperienza dello stesso, ma puo' essere a##alorato solo da riscontri estrinseci% Gia' la sola possi)ilita' di #erifica costituisce per il colla)orante una remora a mentire6 egli ha tutto l'interesse a dire il #ero su circostanze #erifica)ili, perche' una #erifica negati#a s#elere))e il mendacio e lo pri#ere))e del suo potere contrattuale #erso l'Autorita' esponendo se stesso ed i sui familiari a conseguenze gra#emente pregiudizie#oli% @uindi non appare ragione#ole distinguere nettamente, atomizzandoli, un giudizio di attendi)ilita' intrinseca da un giudizio di attendi)ilita' preferi)ilmente estrinseca6 essere il unico, giudizio glo)ale di e attendi)ilita' fondarsi su de#e dati

comportamentali del dichiarante, sull'analisi strutturale del suo racconto e sulla #erifica delle informazioni fornite%

Pag. 1<1

I riscontri alla chiamata di correo de#ono a#ere 'uel grado di specificita' che consenta di delineare l'ipotesi piu' pro)a)ile sul fatto% @uesto grado di specificita' non e' determina)ile in astratto, perche' dipende da ogni singolo contesto pro)atorio% Il grado di pro)a)ilita' logica di un'ipotesi dipende dai dati informati#i disponi)ili6 #ariando tali dati, #aria il li#ello di plausi)ilita' dell'ipotesi% In definiti#a, anche per 'uanto concerne la #alutazione della chiamata in reita', occorre 'uanto piu' possi)ile e#itare di affidarsi alla mera 3fides3 nel pentito6 in#ero, i processi moderni non si fondano sulla fede, ma sulla razionalita' argomentati#a% I cosidetti elementi estrinseci di riscontro sono fatti interferenti con 'uello da pro#are, in grado di accertare la #erita' o meno della narrazione del dichiarante% (ale accertamento potra' portare ad una conferma o ad una smentita della efficacia pro)atoria delle dichiarazioni ed attra#erso tali elementi il giudice riuscir/ a conferire completezza pro)atoria alla chiamata di correo % 7a regola di giudizio enunciata dal III comma dell'art%192 c%p%p% a differenza del II comma dello stesso articolo non e' caratterizzata da

1*2

un di#ieto diretto e specifico, e 'uindi si puo' affermare che non sussistono preclusioni in ordine alla natura dei riscontri utilizza)ili: i di#ieti di utilizzazione di pro#e, infatti, de#ono essere esplicitamente pre#isti dalla legge% Dggetto della #alutazione di attendi)ilita' da riscontrare e' la complessi#a dichiarazione del coimputato relati#amente ad un determinato episodio criminoso nelle sue componenti oggetti#e e soggetti#e, e non ciascuno delle punti riferiti dal dichiarante% Con riferimento alla natura da attri)uire a tali elementi di riscontro, si puo' affermare che si tratta di fonti di pro#a da cui rica#are un argomento sulla )ase del 'uale #erificare dall>esterno la #eridicita' o meno delle dichiarazioni, senza che tali elementi de))ano necessariamente afferire al fatto+reato% Ana giurisprudenza consolidata della 0uprema Corte ritiene che gli elementi integratori possano essere anche di natura logica purche' riconduci)ili a fatti esterni alle dichiarazioni accusatorie: 'uindi nelle ipotesi di dichiarazioni d'accusa ri#olte nei confronti di piu' persone, la e#entuale confessione resa da uno di 'uesti e' da ritenere utilizza)ile ai fini di una #alutazione complessi#a dell> attendi)ilita'

Pag. 1<3

della dichiarazione ed idonea a costituire #alido elemento di riscontro nei confronti di tutti i chiamati% Gli elementi di pro#a ulteriori si caratterizzano per la loro utilizza)ilit/ ai fini della formazione della pro#a e come conferma dall'esterno alle dichiarazioni accusatorie: tali elementi de#ono collegare l'imputato al reato che gli #iene adde)itato senza assurgere a pro#a autonoma di tale collegamento% I riscontri a differenza degli indizi non de#ono essere caratterizzati necessariamente da una pluralita', 'uindi l'espressione 3altri elementi di pro#a3 de#e essere intesa in senso 'ualitati#o e non 'uantitati#o, cioe' come 'ualsiasi altro elemento di pro#a in grado di confermare l'attendi)ilita' della chiamata in accusa% Con riferimento al sindacato di legittimit/ sull'operato del giudice in sede di #alutazione pro)atoria si possono indi#iduare due ipotesi% 7a prima 5 'uella in cui il giudice attri)uisca #alore di pro#a alla chiamata senza a#er effettuato la #alutazione congiunta con i riscontri: in tal caso #iolera' l'art% 192 III comma c%p%p% !ell'ipotesi in cui in#ece do#esse procedere alla #alutazione congiunta, ma senza fornire alcuna moti#azione sull'esistenza degli

1*4

elementi di riscontro o esponesse argomenti illogici a sostegno del ritenuto carattere confermati#o, incorrera' nel #izio di moti#azione di cui all'art' ,*, I comma c%p%p% !el caso in cui il giudice non riuscisse ad raccogliere elementi di riscontro do#ra' estromettere dal materiale pro)atorio gia' ac'uisito le dichiarazioni anche se ne riconosce l'intrinseca attendi)ilita': 'uindi l'esistenza di un fatto non puo' essere dimostrata solo sulla )ase di dichiarazioni del chiamante in correita'% 1a 'uanto detto si puo' 'uindi affermare che il riscontro de#e assol#ere sempre ad una funzione i%"egra"i'a e %#% s !!$e"i'a rispetto alla dichiarazione di correo: 'uest'ultima infatti non de#e perdere in seguito alla #alutazione unitaria, la sua rile#anza e la sua capacita' dimostrati#a% Chiamata e riscontro sono indispensa)ili, nessuno dei due puo' fare a meno dell'altro, 'uindi il riscontro non potr/ da solo dimostrare il fatto per il 'uale si sta' procedendo% Per assol#ere alla funzione che gli e' stata conferita dal legislatore il riscontro do#ra' essere certo ed in grado di offrire garanzie per 'uanto riguarda l'attendi)ilita' del chiamante%

Pag. 1<5

7a ricognizione del 'uadro normati#o e giurisprudenziale in tema di chiamata di correo, con specifico riferimento ai riscontri estrinseci della attendi)ilita' del dichiarante, non sare))e completa senza un sia pur )re#e accenno alla possi)ile natura di tali elementi estrinseci di conferma% Alla stregua dei principi autore#olmente espressi dalla 0uprema Corte, in forza del principio del li)ero con#incimento il giudice ha il potere di conoscere di 'ualsiasi riscontro e di apprezzare come tale ogni elemento in grado di conferire attendi)ilita' alla dichiarazione del propalante, #alutandone li)eramente il significato e la portata sia pure nei )inari tracciati dai tradizionali criteri di razionalita' e plausi)ilita', non esclusi l'uso di consolidate massime di esperienza od il ricorso a criteri di logica indiziaria%

1*,

Risc#%"ri 7 casis"ica gi ris!r -e%)ia$e

Per 'uanto riguarda Fgli altri elementiH di riscontro estrinseci che, gio#a ripeterlo, in 'uanto non predeterminati nella specie e 'ualita', possono essere in #ia generale di 'ualsiasi tipo e natura, e' appena il caso di rile#are che la Corte di Cassazione li ha ra##isati di #olta in #olta6 3nella ricognizione di cose, nel riconoscimento fotografico, negli accertamenti di P%G%, nella riscontrata

corrispondenza in ordine ai luoghi indicati dal dichiarante3 o##ero 3nei legami esistenti tra il pre#enuto ad altri soggetti facenti parte di un medesimo sodalizio criminoso3: o##ero 3nella accertata

disponi)ilita' da parte dell'indagato degli immo)ili dettagliatamente descritti dal dichiarante 3 % 7a dichiarazione assunta a riscontro di altra a carico non de#e a#ere necessariamente portata esplicitamente accusatoria, giacche' anche un elemento a contenuto difensi#o puo' fornire argomenti e nuclei di fatto in grado di conferire conferma dell'accusa% 7a fondatezza del superiore assunto, che si )asa sul rilie#o che anche le dichiarazioni a contenuto e funzione difensi#a non si sottraggono al comune regime #alutati#o di 'ualsiasi elemento dotato

Pag. 1<7

di #alenza pro)atoria, tro#a autore#ole conforto in 'uelle pronunce della 0uprema Corte in cui, per esempio, e' stata #alorizzata, come elemento estrinseco di riscontro, 3la condotta dell'indagato che, interrogato dal G% I %P%, ha prima negato e poi ammesso di conoscere un noto esponente mafioso, i comportamenti dell>imputato sia anteriori che successi#i al reato tali da destare sospetti o inspiega)ili, le contraddizioni nelle 'uali l>accusato sia incorso, le sue dichiarazioni false e menzognere ecc%% % -a su)ito rile#ato, anche se l>argomento sar/ piu> estesamente trattato, che la 0uprema Corte ha escluso la tesi ridutti#a secondo cui il contenuto inno#ati#o dell'art% 192, ". comma c%p%p% si risol#a nel #alorizzare solo i riscontri oggetti#i o reali con esclusione, 'uindi, di $"eri#ri chia&a"e -i c#rre#. 0ulla scia di tale orientamento giurisprudenziale costituisce ormai 3Cus receptum3 il principio secondo cui non esiste alcuna plausi)ile ragione per per#enire ad una disparita' di trattamento tra elementi di riscontro reali, documentali o testimoniali in senso proprio ed altri elementi desunti dalle cosiddette chiamate plurime % (ali principi sono stati, peraltro, affermati dalla Corte di Cassazione nella gi/ citata 02!(% 0ez%I, "* gennaio 1992 n. =*, che

1*=

a#endo

definito

gran

parte

delle

posizioni

processuali

del

procedimento a carico di A)ate Gio#anni ed altri, noto come il cosiddetto primo maBiprocesso di Palermo, costituisce senz'altro un fondamentale punto di riferimento ermeneutico in tema di #alutazione della pro#a eB art% 192 c%p%p% con particolare riferimento alla chiamata di correo nello specifico settore di processi a#enti per oggetto la fattispecie associati#a di cui all'art% 41, )is c%p% e reati connessi% 7a Corte di Cassazione, infatti, approfondendo l'analisi dell'art% 192 c%p%p% ha sottolineato che non si puo' attri)uire all'articolo in 'uestione il significato di 3#alorizzare solo i riscontri oggetti#i o altrimenti detti reali della partecipazione del chiamato3 ne' tanto meno 'uello di 3rendere inutili le ulteriori chiamate di correo3% La per contro sostenuto che alla norma citata )isogna riconoscere oltre che una portata limitati#a del principio del li)ero con#incimento anche un effetto estensi#o dei poteri del giudice% 2d infatti , la Corte dopo a#er ri)adito che alle dichiarazioni rese dal coimputato o dall' imputato di reato connesso de#e essere riconosciuta la natura di pro#a rappresentati#a, se))ene caratterizzata da una 3parzialita' contenutistica3 che pertanto richiede il necessario riscontro con#alidante, ha affermato che il nuo#o codice non solo ha

Pag. 1<9

eliminato ogni residuo du))io sulla utilizza)ilita' della chiamata di correo, ma ne ha ridotto la distanza anche sul piano della concreta #aluta)ilita' dalla testimonianza, al cui li#ello di efficacia pro)atoria e' in grado di porsi con l'ausilio del riscontro con#alidante, che puo' )en essere omologo e cioe' elemento di pro#a della stessa specie dato che il legislatore ha espressamente richiesto che gli altri elementi di pro#a fossero 3aggiunti#i 3 e non 3 di specie di#ersa3% 4uo#endo proprio dal raffronto tra i commi II e III dell' art% 192 c%p%p% la 0uprema Corte ha ulteriormente precisato che mentre la significati#ita' pro)atoria degli indizi richiede i re'uisiti della gra#ita' precisione e concordanza, il terzo comma non pone ne' limiti 'uantitati#i ne' 'ualitati#i al grado significati#o della chiamata di correo, con conseguente possi)ilita' di attri)uire pieno #alore confermati#o a successi#e chiamate le 'uali #anno sicuramente a collocarsi allo stesso li#ello pro)atorio di ogni altro elemento di riscontro% @uanto poi all'uso del plurale $3altri elementi di pro#a3&, la 0uprema Corte ha precisato che esso non implica la necessita' di una pluralita' di riscontri data l'indeterminatezza dell'aggetti#o 3altri3,

11*

essendo sufficiente che un solo elemento di pro#a si aggiunga alla chiamata di correo% CASS. SE6. 1 SENT. <?99= DEL 11><=>9< 25D.15>11>?93 $i fini della valutazione della chiamata in correita', non e' necessario che gli elementi di riscontro siano obiettivi, potendo essere anche di ordine logico, come la concorrenza di gravi elementi indiziari, la sussistenza di piu' chiamate in correita' concordanti, le eventuali ritrattazioni dei collaboranti, ove se ne accerti la natura mendace#. CASS. SE6. = SENT. 1<319 DEL 13><7>9< 25D.17><1>9<3 !'accertamento dell'attendibilita' intrinseca della chiamata in correita' non puo' non essere accompagnato, a norma dell'art. 192 nuovo codice di procedura penale, da una verifica dei cosiddetti riscontri della veridicita' della chiamata stessa che potranno consistere non solo in prova di valore autonomo ma anche in argomenti di natura logica che, per la loro ine uivocita' e stretta aderenza al fatto riferito dal concorrente, ne confermino

l'attendibilita'. CASS. SE6. = SENT. 1<<1? DEL 1<><7>9< 25D.<9><3>9<3

Pag. 111

(all'art. 192, terzo comma, nuovo cod. proc. pen., che dispone che le dichiarazioni accusatorie dei coimputati sono valutate unitamente agli altri elementi di prova che ne confermano la attendibilita', si ricava con chiara evidenza che2 a' il nuovo codice ha assunto una concezione unitaria della prova che puo' articolarsi in piu' elementi, alcuni dei uali possono consistere in dichiarazioni dei coimputati/ b' non e' stata sancita l'esigenza che l'ulteriore elemento di prova debba essere di natura diversa dall'elemento che deve essere confermato, e pertanto la conferma puo' essere ricercata anche nelle dichiarazioni di altri coimputati/ c' gli elementi di conferma debbono essere idonei a costituire verifica della attendibilita' del dichiarante, piu' che costituire prova diretta dei fatti dichiarati#.

112

CASS. SE6. 1 SENT. <3499 DEL 17><3>91 In tema di chiamata di correo, l'art. 192 comma terzo nuovo cod. proc. pen. 0 applicabile anche ai procedimenti che proseguono secondo le norme anteriormente vigenti %art. 28= cpv. norme trans.' 0 attribuisce valore di prova alle dichiarazioni dell'imputato del medesimo reato o di reato connesso o collegato sul fatto altrui uando siano valutate insieme ad altri elementi di prova idonei a confermarne l'attendibilita'. 7ali dichiarazioni costituiscono elemento di prova del fatto asserito, dello stesso tipo di ogni altra prova legittima/ ma, essendone dubbia l'attendibilita', non sono validamente utilizzabili da sole, ma soltanto se valutate insieme con altri elementi esterni di riscontro della loro attendibilita'. )uesta va valutata alla luce di ualsiasi altro idoneo elemento esterno %che puo' essere costituito anche da un indizio ualificato o da un'altra chiamata di correita' convergente' non idoneo da solo a dimostrare il fatto, ma tale da contribuire a garantire l'attendibilita' della dichiarazione#.

Pag. 113

CASS. SE6. 1 SENT. <73<1 DEL <?><7>91 $i fini della valutazione degli elementi di riscontro della chiamata in correita', non esiste alcuna plausibile ragione per pervenire ad una disparita' di trattamento tra elementi di riscontro reali, documentali o testimoniali in senso proprio ed altri elementi desunti dalle cosiddette chiamate plurime, sempre che ueste ultime siano contrassegnate dalla concordanza e dall'autonomia delle fonti di delazione#. CASS. SE6. 1 SENT. <1?9= DEL 1?><5>91 2CC 19>4>913 !'art. 192, n. 4 cod.proc.pen. uando si riferisce ad "altri elementi di prova" che confermino l'attendibilita' della chiamata di correo non distingue tra i vari tipi di prova e non stabilisce graduatorie nella valenza probatoria#. CASS. SE6. 1 SENT. <=991 DEL 1=><=>91 )ualora le dichiarazioni accusatorie rese da soggetto compreso tra uelli indicati nei commi terzo e uarto dell'art. 192 cod. proc. pen. risultino positivamente riscontrate con riguardo al fatto nella sua obiettivita', cio', rafforzando la attendibilita' intrinseca del dichiarante, non puo' non proiettarsi in senso favorevole sull'ulteriore riscontro da effettuare in ordine al

114

contenuto individualizzante di dette dichiarazioni, nel senso di un meno rigoroso impegno dimostrativo#. CASS. SE6. 1 SENT. <=7?4 DEL <=><=>91 In tema di valutazione delle dichiarazioni di cui all'art. 192, comma terzo, cod. proc. pen., i riscontri esterni, non predeterminati nella specie e ualita', possono essere, in via generale, di ualsiasi tipo e natura, tratti sia da dati obiettivi, uali fatti e documenti, sia da dichiarazioni di altri soggetti, purche' siano idonei a convalidare "aliunde" l'attendibilita' dell'accusa, tenuto anche presente,

comun ue, che oggetto della valutazione di attendibilita' da riscontrare e' la complessiva dichiarazione concernente un determinato episodio criminoso, nelle sue componenti oggettive e soggettive, e non ciascuno dei particolari riferiti dal dichiarante#. CASS. SE6. 1 SENT. <4<<< DEL 1=><4>93 25D.19><1>933 !'art. 192, commi terzo e uarto, cod. proc. pen., ponendo il divieto di utilizzazione esclusiva delle dichiarazioni rese dal coimputato del medesimo reato o da persona imputata in un procedimento connesso ovvero da persona imputata nei casi di cui all'art. 45, comma secondo lett. b', e dando la possibilita' di una valutazione congiunta di tali dichiarazioni, cioe' di integrazione e di

Pag. 115

riscontro, con confermarne

ualsiasi altro elemento di prova idoneo a non stabilisce una presunzione

l'attendibilita',

d'inattendibilita' delle persone summenzionate. 3d infatti, se agli altri elementi di prova e' affidata solo la funzione di confermare l'attendibilita' delle dichiarazioni accusatorie, la stessa non e' negata a priori ma solo e' insufficiente e spetta ai riscontri probatori esterni renderla piena, anche se uesti possono essere di varia natura,

persino di carattere logico, purche' riconducibili a fatti esterni a uelle dichiarazioni#. CASS. SE6. 1 SENT. <4<<< DEL 1=><4>93 25D.19><1>93 .li altri elementi di prova richiesti dall'art. 192, terzo comma, cod. proc. pen. per suffragare il valore probatorio della chiamata di correo devono attenere precipuamente alla conferma dell'attendibilita' della stessa e possono anche non convergere, come gli indizi di cui al secondo comma del detto articolo, a fare desumere direttamente da essi la sussistenza dello specifico fatto oggetto della prova. 3' sufficiente che gli elementi di prova esterni alla dichiarazione accusatoria del chiamante in correita', di ualsiasi

tipo e natura, costituiscano una conferma indiretta che consenta di ritenere in via deduttiva attendibile la detta dichiarazione, anche

11,

riguardo a uno dei fatti complessivamente riferiti che non trovi negli atti uno specifico riscontro. !'elemento esterno atto a confermare l'attendibilita' della chiamata in correita' puo', uindi, essere

costituito anche da un indizio ualificato da un'altra chiamata in correita' convergente e deve essere non idoneo da solo a dimostrare il fatto ma tale da contribuire a garantire l'attendibilita' della dichiarazione. 3sso non deve necessariamente concernere il "thema probandum" in uanto deve valere solo a confermare "ab e9trinseco" l'attendibilita' della chiamata in correita', dopo che uesta sia stata attentamente e positivamente vagliata nell'intrinseco#. CASS. SE6. 1 SENT. <4<<< DEL 1=><4>93 25D.19><1>933 !a chiamata in correita' non puo' essere ualificata un

indizio tanto vero che e' stata autonomamente considerata dal legislatore nell'art. 192, commi terzo e uarto, cod. proc. pen.. 3ssa e' un elemento di prova, non gia' indiziaria, ma diretta che, per contribuire a fornire una prova piena, deve essere accompagnata da altri elementi di prova, di ualsiasi tipo o natura, che valgano a confermarne l'attendibilita' in relazione allo specifico fatto da provare che costituisce il contenuto della dichiarazioni accusatorie. I detti elementi confermativi possono riguardare anche circostanze

Pag. 117

marginali al fatto investigato purche' corroborativi dell'attendibilita' delle dette dichiarazioni cosicche', valutate congiuntamente a ueste ultime, diano una prova piena del fatto e della partecipazione o meno ad esso della persona cui il dichiarante si e' riferito#. 2' importante e#idenziare, ulteriormente, che $/e$e&e%"# -i risc#%"r# es"ri%sec# della chiamata di correo, secondo un orientamento ormai consolidato e pacifico nella giurisprudenza della 0uprema Corte %#% -e'e c#%sis"ere i% c#$!e'#$e))a -e$ chia&a"#+ &a i% %a !r#'a -is"i%"a -e$$a

% -a"# cer"# che+ ! r %#%

a'e%-# $a ca!aci", -i -i&#s"rare $a 'eri-ici", -e$ 0a""# #gge""# -i -i&#s"ra)i#%e+ sia " ""a'ia i-#%e# a- #00rire gara%)ie #;ie""i'e e cer"e circa $/a""e%-i;i$i", -i chi $# ha ri0eri"#. PuJ in ordine a tale punto ritenersi pacifico il principio secondo cui6 i% "e&a -i chia&a"a -i c#rre#+ se D 'er# che %#% ! E essere ri"e% "# s 00icie%"e $/accer"a&e%"# -e$$a a""e%-i;i$i", i%"ri%seca -e$$a !ar#$a -e$$/acc sa"#re e che #cc#rre a%che+ i% re$a)i#%e a$$e acc se che A es"/ $"i&# & #'e+ #!erare %a 'eri0ica es"ri%seca+ D a$"re""a%"# 'er# che $/e$e&e%"# i% -i %a risc#%"r# !r#'a %#% -e'e -e$$a

%ecessaria&e%"e

c#%sis"ere

-is"i%"a

11=

c#$!e'#$e))a -e$ chia&a"#+ !erchD ciE re%-ere;;e "es"i&#%ia%)a -e$ c#rre#.

$"r#%ea $a

Ne c#%seg e che "a$e -a"# %#% -e'e %ecessaria&e%"e c#%cer%ere i$ thema probandum, i% A a%"# ess# -e'e 'a$ere s#$# a c#%0er&are a; eC"ri%sec# $/a""e%-i;i$i", -e$$a chia&a"a i% c#rrei",+ -#!# che A es"a sia s"a"a a""e%"a&e%"e e !#si"i'a&e%"e 'eri0ica"a %e$$/i%"ri%sec# 2A a%"# a$ -ichiara"# e- a$ -ichiara%"e3% In ordine a tale punto confronta in particolare CA00% 02I% -I 22/*</1992 nr% *=14= nonch5 l> orientamento conforme

costantentemente espresso dalla 0uprema Corte nelle seguenti pronunce6 CASS. SE6. 1 SENT. 13179 DEL 1<>1<>9< 25D.15><=>9<3 Il giudizio di attendibilita' delle dichiarazioni accusatorie rese dal coimputato del medesimo reato o di persona imputata in un procedimento connesso necessitano di un riscontro esterno, la cui natura e specie non sono predeterminabili, ma la funzione di esso non puo' essere mai uella di fornire la prova della verita' del fatto da dimostrare, bensi' solo uella di dimostrare che il coimputato, in relazione a circostanze non marginali concernenti il destinatario

Pag. 119

delle dichiarazioni accusatorie, ha detto la verita'. &on puo' pertanto escludersi, in via di principio che, in presenza di date condizioni, anche una pluralita' di dichiarazioni di correi, tutte tra loro coincidenti, possano essere ritenute idonee a confermare

l'attendibilita' dell'accusa formulata dal coimputato. (eve pero' essere certo che i coimputati abbiano detto la verita' e perche' cio' possa affermarsi, appare indispensabile che il giudizio di attendibilita' intrinseca di ogni chiamata sia particolarmente severo e scrupoloso, in modo da allontanare ogni possibile dubbio di reciproche influenze e di progressivo allineamento dei dettagli originariamente divergenti di ciascuna di esse. (eve, cioe', essere garantito l'effettivo rispetto del principio, tuttora valido, che l'attendibilita' intrinseca non puo' essere desunta da altro che dalla presenza dei re uisiti del disinteresse, della spontaneita' e della costanza2 elementi, uesti ultimi, che debbono formare oggetto di analisi particolarmente accurata da parte del giudice di merito, il uale tra l'altro, deve dare conto nella motivazione, dei criteri seguiti e delle scelte adottate#. CASS. SE6. 1 SENT. 14==9 DEL <9>11>9<

12*

Il nuovo codice di procedura penale, all'art. 192 ha previsto espressamente che le dichiarazioni in correita' di un coimputato debbono essere valutate unitamente "agli altri elementi di prova". "io' significa, da un canto, che viene valorizzato nella motivazione il concetto di valutazione unitaria nel senso che debbono essere indicate non solo le prove ma anche gli indizi che servano a convalidare la chiamata/ dall'altro, tali elementi, pur dovendo essere significativi, sono normalmente del tutto inidonei a sostenere, per se stessi, la colpevolezza dell'accusato/ perche' in tal caso la prova sarebbe fondata su tali elementi e non sulla chiamata#. CASS. SE6. 1 SENT. <39<1 DEL <=><4>91 In tema di chiamata di correo, se e' vero che non puo' essere ritenuto sufficiente l'accertamento dell'attendibilita' intrinseca della parola dell'accusatore e che occorre anche, in relazione alle accuse che uest'ultimo muove, operare una verifica estrinseca, e'

altrettanto vero che l'elemento di riscontro non deve necessariamente consistere in una prova distinta della colpevolezza del chiamato, perche' cio' renderebbe ultronea la testimonianza del correo/ esso deve comun ue consistere in un dato "certo" che, pur non avendo la capacita' di dimostrare la verita' del fatto oggetto di dimostrazione,

Pag. 111

sia tuttavia idoneo ad offrire garanzie obiettive e certe circa l'attendibilita' di chi lo ha riferito. &e consegue che tale dato non deve necessariamente concernere il "thema probandum", in uanto esso deve valere solo a confermare "ab e9trinseco" l'attendibilita' delle chiamate in correita', dopo che uesta sia stata attentamente e positivamente verificata nell'intrinseco % uanto al dichiarato e al dichiarante'#. CASS. SE6. = SENT. <3459 DEL 1=><3>91 $i fini della valutazione della chiamata in correita', non occorre che i riscontri di essa 0 i uali possono anche consistere in dichiarazioni di altri chiamanti in correita' 0 raggiungano il valore di prova autonoma, altrimenti sarebbe affermazione della responsabilit6#. CASS. SE6. 1 SENT. <3335 DEL 13><3>91 I riscontri esterni della chiamata di correit6# vanno valutati reciprocamente e complessivamente nella loro essenza ontologica di elementi integratori, idonei ad offrire garanzie certe circa l'attendibilita' di colui che ha riferito il fatto oggetto di dimostrazione2 essi cioe' non devono necessariamente consistere in una prova distinta di colpevolezza del chiamato, altrimenti le uesta la base per la

122

dichiarazioni del correo perderebbero la loro efficacia probatoria, come fonte autonoma di convincimento del giudice#. CASS. SE6. = SENT. <7454 DEL 1=><=>91 25D.13><4>913 .li "altri elementi di prova", richiesti dall'art. 192 cod. proc. pen. per la conferma della credibilita' di una chiamata di correo non debbono riguardare ogni aspetto, oggettivo e soggettivo, della vicenda, poiche', in tal caso, assurgerebbero al rango di prova piena della colpevolezza dell'imputato, ma piuttosto apparire idonei a sorreggere la ragionevole convinzione che il chiamante non abbia mentito#. CASS. SE6. = SENT. <7514 DEL 1=><=>91 25D.11><5>913 !'art. 192, terzo comma, cod. proc. pen. non richiede che i riscontri estrinseci della chiamata di correo diano una dimostrazione autonoma dei fatti oggetto dell'accusa/ anzi, gli "altri elementi di prova" volti a corroborare il valore probatorio della chiamata di correo attengono precipuamente all'attendibilita' della stessa e non devono necessariamente convergere a far desumere la sussistenza dello specifico fatto oggetto della prova#. $!ella specie, la 0uprema Corte ha riconosciuto #alore di riscontro estrinseco ad una ritrattazione inattendi)ile&%

Pag. 113

CASS. SE6. 4 SENT. <95<9 DEL 1<>1<>1993 2 -. 11><5>19933 In tema di valore probatorio della chiamata in correit6 l-elemento di riscontro estrinseco della stessa non deve

necessariamente consistere in una prova distinta della colpevolezza del chiamato, perch; ci, renderebbe ultronea la testimonianza del correo, ma in un dato certo che, pur non avendo la capacit6 di dimostrare la veridicit6 del fatto oggetto di dimostrazione, sia tuttavia idoneo ad offrire garanzie obiettive e certe circa l-attendibilit6 di chi lo ha riferito. &e consegue che tale dato non deve necessariamente concernere il thema probandum# in uanto esso deve valere solo a confermare ab estrinseco# l-attendibilit6 della chiamata in correit6, dopo che uesta sia stata attentamente e positivamente verificata nell-intrinseco .

124

CASS. SE6. 1 SENT. <41== DEL 3>11>1993 $i fini dell-accertamento giudiziale della responsabilit6 dell-imputato, gli elementi di riscontro delle dichiarazioni rese dai soggetti indicati nel terzo comma dell-art. 192 c.p.p., non debbono avere l-idoneit6 a fornire, autonomamente, la dimostrazione della colpevolezza della persona accusata, poich; altrimenti si verrebbe a considerare tali dichiarazioni prive di ualsiasi rilevanza probatoria in contrasto con la succitata norma che le considera come prove sebbene incomplete# $in senso conforme cfr% anche Cass% sez% I sent% *91*; del ,/1*/199" + sez% II sent% *494< del 1</*1/94 + sez% II sent% *4=;" del 29/*4/94 + sez% -I sent% 11"4" del 1*/11/94&% CASS. SE6. = SENT. <1493 DEL 13><1>1995 25D. 1?>11>943 +e ; vero che la sola chiamata di correo non ; sufficiente per pervenire ad un giudizio di colpevolezza, ; anche vero che il riscontro probatorio estrinseco non deve avere la consistenza di una prova sufficiente di colpevolezza, essendo necessario, invece, che chiamata di correo e riscontro estrinseco si integrino reciprocamente e, soprattutto, formino oggetto di un giudizio complessivo#.

Pag. 115

Le c.-. 8chia&a"e !$ ri&e:

An profilo della chiamata in correit/ destinato pro)a)ilmente a rimanere uno dei piu> contro#ersi anche nell'am)ito del nuo#o codice di procedura penale, 5 'uello relati#o alla c%d% chiamata plurima, cio5 alla possi)ilit/ di fondare la condanna dell'imputato esclusi#amente su dichiarazioni accusatorie pro#enienti da una pluralit/ di soggetti rientranti fra 'uelli pre#isti dall'art%21* c%p%p%% 0ul punto occorre a#ere riguardo non gi/ alla "relazione al testo definitivo", che nulla dice al riguardo, 'uanto alla "relazione al progetto preliminare". In 'uesta relazione, si afferma di #oler fondare la nuo#a disciplina della materia su di una duplice serie di indicazioni6 'uelle pro#enienti dalla giurisprudenza della Corte di Cassazione, nonch5 'uelle rica#a)ili dall' "esperienza dei Paesi in cui vige il sistema accusatorio, nel quale la valutazione della accomplice evidence accompagnato dalla c.d.corroboration"(Rel.Prog. Prel. pag.61). @uanto al primo punto di riferimento, relati#o alle indicazioni pro#enienti dalla giurisprudenza, si puJ affermare che l'indirizzo piu> restritti#o in ordine alle 3chia&a"e !$ ri&eF+ anche sotto l'impero

12,

del

codice

pre#igente,

sem)ra

non

a#esse

esitazioni

nel

ricomprenderle nella categoria dei riscontri estrinseci 3purch5 ciascuna di esse sia intrinsecamente attendi)ile%%%%%e tutte risultino in concordanza fra di loro ed autonome l'una dall'altra, nel senso che i chiamati non a))iano colluso ai danni dell'accusato e non siano reciprocamente condizionati3%$cfr%Cass% Pen%;/</19==, elfiore&% 8itornando alla idoneita' con#alidante riconosciuta dalla 0uprema Corte alle successi#e chiamate di correo, #a ricordato che, secondo un costante orientamento giurisprudenziale, 'uando

sussistono piu' chiamate in correita', 3ognuna di tali chiamate mantiene il proprio carattere indiziario e do#e siano con#ergenti #erso lo stesso significato pro)atorio, ciascuna conferisce all'altra 'uell'apporto esterno di sinergia indiziaria la 'uale partecipa alla #erifica sull'attendi)ilita' estrinseca della fonte di pro#a3 $cfr% fra le altre Cass% 0ez% I 1 agosto 1991 n. =4<1 Paone ed altro, in A%n%p%p% 1992, pag% 129&% @uanto, poi, ai parametri ed ai criteri di #alutazione della reciproca attendi)ilita', nel caso di coesistenza e con#ergenza di fonti propalatorie, la 0uprema Corte ha ritenuto di #alorizzare la c#%"es" a$i"a/+ $/a "#%#&ia+ $a reci!r#ca sc#%#sce%)a+ la

Pag. 117

c#%'erge%)a almeno sostanziale tanto piu' cospicua 'uanto piu' i racconti siano ricchi di contenuti descritti#i ed in genere tutti 'uegli elementi idonei ad escludere fraudolente concertazioni ed a conferire a ciascuna chiamata i tran'uillizzanti connotati della reciproca autonomia, indipendenza ed orginalita'% !on puo' essere sottaciuto al riguardo che e#entuali discordanze su alcuni punti possono, nei congrui casi, essere addirittura attestati#e della reciproca autonomia delle #arie

propalazioni in 'uanto 3fisiologicamente assor)i)ili in 'uel margine di disarmonia normalmente presente nel raccordo tra piu' elementi rappresentati#i3 $cfr% gi/ citata Cass% 0ez% I "* gennaio 1992 n % =*&% !ella stessa sentenza n % =*/92 la 0uprema Corte ha ritenuto che in presenza di pluralita' di dichiarazioni accusatorie rese da soggetti compresi tra 'uelli indicati nei commi " e 4 dell'art% 192 c%p%p%, la e#entuale sussistenza di 3smagliature e discrasie3, anche di un certo peso, rile#a)ili tanto all'interno di dette dichiarazioni 'uanto nel confronto tra esse, non implica, di per se', il #enir meno della loro sostanziale affida)ilita' 'uando, sulla )ase di adeguata moti#azione risulti dimostrata la complessi#a con#ergenza di esse nei rispetti#i nuclei fondamentali%

12=

-a, infine, rile#ato che non possono ritenersi aprioristicamente inattendi)ili le dichiarazioni di 'uei colla)oratori di giustizia che, in relazione al tempo del loro contri)uto in#estigati#o, possano gia' essere a conoscenza di 'uelle di altri colla)oranti rese pu))liche nel corso di di)attimenti $si pensi, ad esempio, ai noti uscetta ,

Calderone, 4arino 4annoia, Contorno ed altri + cfr% sul punto CA00% 02I%I nr% *,992 del 1,/*,/1992&% 7a 0uprema Corte ha sul punto affermato il principio che la pu))licazione ufficiale di precedenti propalazioni accusatorie di altri soggetti non puo' , per cio' solo, inficiare l'attendi)ilita' di 'uelle successi#e, soprattutto 'uando in 'ueste ultime siano ra##isa)ili 3elementi di no#ita' e originalita' 3 e, comun'ue, in assenza di 3altri e compro#ati elementi che depongano nel senso del recepimento manipolatorio3 di 'uelle anteriori da parte di 'uelle posteriori% !e consegue che, neppure l'accertata conoscenza delle prime propalazioni e' di ostacolo all'accredito dell'originalita' di 'uelle successi#e, ancorche' di contenuto per lo piu' conforme, la cui autonoma pro#enienza dal )agaglio proprio del dichiarante puo' essere accertata + sul piano soggetti#o come su 'uello oggetti#o + in #ario modo, non escluso il rilie#o di ordine logico concernente 3 il

Pag. 119

radicamento dei due propalanti nella realta' criminale mafiosa, con la connessa possi)ilita' di conoscenze di prima mano3, sicche' l'e#entuale con#ergenza di dichiarazioni accusatorie rese in epoca di#ersa da parte di soggetti organicamente inseriti in sodalizi criminosi di stampo mafioso, soprattutto se con ruoli di un certo rilie#o, non autorizza, per cio' solo, il sospetto della cosiddetta 3contaminatio3 e della non autonoma origine di 'uelle successi#e% Per completare la disamina delle chiamate plurime o con#ergenti, e' opportuno ricordare che costituisce, altresi', principio consolidato 'uello secondo cui 'uando il riscontro consiste in altra chiamata di correo, non e' necessario pretendere che 'uesta a))ia gia' a#uto a sua #olta il )eneficio della con#alida a mezzo di altro elemento esterno, giacche' in tal caso si a#re))e la pro#a desiderata e non sare))e necessaria alcuna altra operazione di comparazione o di #erifica $Cass% 0ez% I n% =*/1992 cit%&% 2' appena il caso di rile#are che i criteri ermeneutici dettati in ordine all'art% 192 comma ". c%p%p% con la sentenza n%=* piu' #olte citata si inseriscono coerentemente nel solco segnato da un orientamento di gran lunga pre#alente nella giurisprudenza della

1"*

0uprema Corte fin dalle prime sentenze successi#e all'entrata in #igore del nuo#o codice di rito% 0ulla )ase di tale orientamento, si e' riconosciuta forza di #alidi elementi di riscontro anche alle chiamate cosiddette plurime o con#ergenti, a#enti cioe' identico contenuto e soggetto passi#o e si e' ritenuto che6 3una pluralita' di dichiarazioni di coimputati tutti coincidenti in ordine alla commissione del fatto oggetto

dell'imputazione, legittima, nella #alutazione unitaria degli elementi di pro#a, l'affermazione di responsa)ilita' a carico del Fchiamato in correita'F% Allorch5 piu> chiamate in correit/ siano ritenute

intrinsecamente attendi)ili, esse si integrano e si rafforzano reciprocamente ac'uistando la rile#anza pro)atoria conducente a un giudizio di certezza% 7e dichiarazioni de#ono essere indipendenti cos? da escludere che siano frutto di una concertazione o che traggano origine dalla stessa fonte di informazione% 7a molteplicit/ delle chiamate non puJ essere considerata di per s5 uno strumento di riscontro incrociato di attendi)ilit/ di ciascuna di esse, o#e non #enga #erificato con il do#uto grado di

Pag. 131

certezza che la chiamata ulteriore a))ia un contenuto meramente ripetiti#o ed anzi ricopiati#o della prima narrazione e che soprattutto #enga escluso che le accuse possano essere frutto di reciproca influenza tra i #ari chiamati in correit/ o peggio di collusioni fraudolente% In tema di chiamate plurime si 5 costantemente espressa la giurisprudenza della 0uprema Corte con le seguenti pronunce6 CASS. SE6. = SENT. <5445 DEL 13><4>9< 25D.1=>11>?93 $nche alla luce della norma di cui all'art. 192, comma terzo, del nuovo cod. di proc. pen. una pluralita' di dichiarazioni di coimputati, tutte coincidenti in ordine alla commissione del fatto oggetto dell'imputazione, legittimano, nella valutazione unitaria degli elementi di prova,l'affermazione di responsabilit6#.

1"2

CASS. SE6. 4 SENT. <?<51 DEL <1><=>9< 25D.<=><4>9<3 !'art. 192 comma terzo del nuovo codice di procedura penale, nell'annoverare tra le prove le dichiarazioni rese dal coimputato e confermate da altri elementi, non ha introdotto alcuna distinzione tra i vari elementi probatori di conferma, con la conseguenza che tra gli elementi estrinseci di riscontro di una chiamata di correo possono essere legittimamente comprese anche ulteriori chiamate in correit6#. CASS.SE6. 1 SENT. <9<<5 DEL 11><=>9< 25D.1<><1>9<3 >ra gli elementi estrinseci di riscontro di una chiamata di correo possono essere comprese ulteriori chiamate perche' l'art. 192, comma terzo del nuovo codice di proc. pen. che annovera fra le prove le dichiarazioni rese dal coimputato, non distingue tra i vari elementi probatori di conferma#$in senso totalmente conforme cfr% anche CA00% 02I% II sent% nr% ;4,; del 1</*;/1991&. CASS. SE6. = SENT. <9914 DEL 1<><7>9< 25D.11><1>9<3 In tema di chiamata in correita', la molteplicita' delle dichiarazioni accusatorie rese da piu' coimputati a carico di altro imputato e tutte coincidenti in ordine alla consumazione del fatto oggetto dell'imputazione legittima, nell'apprezzamento unitario degli

Pag. 133

elementi di prova, l'affermazione della responsabilita' dell'accusato# $in senso conforme sempre nel 199* cfr% 6 Cass% sez% III sent% 1*1,= del 1*/*</199*+ sez% -I sent% 1191; del 29/*=/9*+ sez% -I sent% 11<9; del 24/*=/9* + sez% -I sent% 1""1, del 11/1*/9* +&% CASS. SE6. 1 SENT. <11=4 DEL 1?><1>91 !a chiamata di correo e' un elemento di prova di per se' solo insufficiente e bisognoso di altri elementi di prova che ne confermino l'attendibilita'. !'elemento di riscontro, oggettivo o soggettivo, deve essere estrinseco al primo e ben puo' essere costituito da una chiamata in correita' proveniente da fonte diversa, perche' l'art. 192 cod. proc. pen., che annovera fra le prove le dichiarazioni rese dal coimputato, non distingue fra i vari elementi probatori di conferma. Il giudice, per fondare il proprio convincimento su tali elementi di prova, deve previamente procedere ad un approfondito esame della credibilita' intrinseca delle chiamate in correita' e verificare se siano state rese in modo indipendente, cosi' da escludere che siano frutto di una concertazione#.

1"4

CASS. SE6. 1 SENT. <77=7 DEL 14><7>91 In tema di valutazione delle chiamate di correita', i principi fissati dal nuovo codice di procedura penale sono riassumibili nel divieto di utilizzazione delle dichiarazioni in uanto tali e nella

possibilita' di valutazione congiunta 0 cioe' di integrazione e di riscontro 0 con ualsiasi altro elemento di prova idonea a

confermarne l'attendibilita'. &ella valutazione unitaria degli elementi di prova, una pluralita' di dichiarazioni di coimputati, tutte coincidenti in ordine alla commissione del fatto oggetto

dell'imputazione e alle sue modalita', legittima l'affermazione di responsabilit6#. CASS. SE6. 1 SENT. <?471 DEL <1><?>91 $llor uando sussistano piu' chiamate in correita',

provenienti da piu' compartecipi, ognuna di tali chiamate mantiene il proprio carattere indiziario, ed, ove siano convergenti verso lo stesso significato probatorio, ciascuna conferisce all'altra uell'apporto

esterno di sinergia indiziaria la uale partecipa alla verifica sulla attendibilita' estrinseca della fonte di prova#.

Pag. 135

CASS. SE6. 1 SENT. 11?31 DEL 1<>11>91 ?na pluralita' di dichiarazioni di imputati, tutte coincidenti in ordine alla consumazione del fatto oggetto dell'imputazione, legittima, nella valutazione unitaria degli elementi di prova, l'affermazione di responsabilita', perche' l'art. 192 comma terzo nuovo cod. proc. pen. nell'annoverare tra le prove di dichiarazioni rese dal coimputato e confortate da altri elementi probatori non ha introdotto alcuna distinzione tra gli elementi di conferma, con la conseguenza che tra gli elementi estrinseci di riscontro di una chiamata di correo possono essere legittimamente comprese anche ulteriori chiamate in correit6#. CASS. SE6. 1 SENT. <3744 DEL 17><3>91 $i fini della valutazione della prova ai sensi del comma terzo dell'art. 192 cod. proc. pen. %disposizione di immediata applicazione anche nei procedimenti che proseguono con l'osservanza delle norme vigenti anteriormente all'entrata in vigore del nuovo codice di rito, giusto uanto previsto dall'art. 28= delle disposizioni transitorie', ualora vi siano molteplici chiamate in correita', ognuna puo' costituire valido riscontro a ciascuna delle altre#.

1",

CASS. SE6. 1 SENT. <541= DEL <9><5>91 $llorche' piu' chiamate in correita' siano ritenute intrinsecamente attendibili, esse si integrano e si rafforzano reciprocamente ac uistando la rilevanza probatoria conducente a un giudizio di certezza#. CASS. SE6. 1 SENT. <5?5< DEL 15><5>91 25D.3<><1>913 !'art. 192 del vigente codice di rito, ha fissato non solo il principio della necessita' di esplicitare in modo compiuto ed adeguato le ragioni della decisione, e, pur ribadendo il principio del libero convincimento del giudice di merito, lo ha ancorato all'indicazione di alcuni criteri di valutazione dettati dalla stessa norma. In relazione alle dichiarazioni di imputati in procedimenti connessi, ha fissato il principio della loro valutazione congiunta ad altri elementi di prova, e cioe' della non utilizzabilita' della singola dichiarazione se non correlata a ualsiasi altro elemento probatorio. )uindi per attribuire valenza di prova di tale dichiarazione non e' sufficiente la pur necessaria valutazione della sua attendibilita' intrinseca, ma occorre che sia riscontrata da elementi di riscontro esterni al dichiarante. 7ali integratori possono essere di ualsiasi natura, anche logica, purche' riconducibili a fatti esterni al

Pag. 137

dichiarante, la loro correlazione logica ne rafforzi la credibilita', ne' deve consistere necessariamente in prove od indizi dirette a dimostrare la responsabilita' del chiamato in correita', poiche' altrimenti la norma perderebbe il suo significato in uanto la prova si fonderebbe su tali elementi e non sulla chiamata in correita'. )uindi anche la convergenza di piu' dichiarazioni accusatorie puo' costituire valido riscontro uando non sussiste alcuna fondata

ragione per ritenere che tale convergenza possa essere frutto di collusioni o comun ue di reciproche influenze#. CASS.SE6. 1 SENT. <?3?1 DEL 14><7>91 25D.11><=>913 "on riferimento ai limiti probatori della chiamata in correita' e delle dichiarazioni accusatorie dell'imputato di reato connesso o collegato, non puo' dirsi corretto il procedimento in virtu' del uale, affermata la generale credibilita' del chiamante o del

dichiarante, se ne faccia discendere il sicuro valore probatorio di tutte le relative dichiarazioni e si considerino, gli accusati, raggiunti da gravi indizi di colpevolezza, a prescindere dalla esistenza di obiettivi riscontri delle accuse. !a chiamata in correita' richiede un cauto, prudente apprezzamento da parte del giudice di merito, che e' tenuto a verificare se essa sia intrinsecamente attendibile, con

1"=

riferimento alla sua genuinita', alla spontaneita', al disinteresse, alla costanza ed alla logica interna del racconto ed, inoltre, se sia confortata da riscontri estrinseci od obiettivi, cioe' da fatti storici che, se anche da soli non raggiungono il valore di prova autonoma della responsabilita' del chiamato in correita' %altrimenti sarebbero 0 essi stessi 0 sufficienti a provarne la colpevolezza', complessivamente considerati e valutati, risultino compatibili con la chiamata in correita' e di uesta rafforzativi. Il giudizio di attendibilita' delle dichiarazioni accusatorie rese dal coimputato del medesimo reato o da persona imputata di reato connesso, non ha la funzione di fornire la prova della verita' del fatto che deve essere ancora dimostrato, ma solo uella di accertare che il coimputato o il dichiarante, in

relazione a circostanze non marginali riferibili al destinatario delle dichiarazioni stesse, hanno detto la verita'. $ tal fine le dichiarazioni in uestione hanno bisogno di riscontri esterni la cui natura e specie non possono essere predeterminate. &on puo' pertanto escludersi che, in presenza di certe condizioni, anche una pluralita' di dichiarazioni di correi, tutte fra loro coincidenti, possano essere ritenute idonee a confermare l'attendibilita' dell'accusa formulata da uno dei coimputati. !a sufficienza e la idoneita' delle cosiddette

Pag. 139

"chiamate di correo incrociate" debbono, pero', ritenersi subordinate all'avvenuto, rigoroso accertamento non solo della loro attendibilita' intrinseca, ma anche della coincidenza del loro contenuto e della loro autonomia, cosi' da escludere il dubbio di reciproche influenze e di successivo allineamento di dettagli in origine divergenti in ognuna di esse. (eve, dun ue, essere garantito anche l'effettivo rispetto del pur valido principio che l'attendibilita' intrinseca di una chiamata in correita' non puo' essere desunta che dal disinteresse, dalla spontaneita' e dalla costanza di essa, elementi che devono formare oggetto d'accurata analisi da parte del giudice di merito il uale e' tenuto ad indicare i criteri seguiti e le scelte fatte al riguardo#. CASS. SE6. 5 SENT. <?111 DEL 1<><7>91 25D.14><5>913 In base all'espressa formulazione dell'art. 192 cod. proc. pen. possono essere considerati come legittimi elementi di riscontro alle dichiarazioni di un coimputato non solo uelli che si pongono in un diretto rapporto probatorio con il fatto da verificare, ma anche uelli che servono a confermare la mera attendibilita' del dichiarante, costituendo tale generale principio la diretta

conseguenza dell'accoglimento, da parte del legislatore, della concezione unitaria della prova, nel suo momento valutativo.

14*

*ertanto, la convergenza di piu' dichiarazioni accusatorie implica l'esistenza di un reciproco riscontro, specie uando non sia emersa e neppure prospettata la possibilita' che uella convergenza possa

essere il risultato di fraudolente o predisposte collusioni#. CASS. SE6. = SENT. <414< DEL 1=><1>93 2CC.3<>11>913 !e dichiarazioni rese da coimputato di medesimo reato o da imputato in procedimento connesso o in reato collegato a uello per cui si procede hanno dignita' di prova, purche' trovino riscontro in altri elementi o dati probatori che possono essere di ualsiasi tipo o natura, comprese convergenti dichiarazioni di altri coimputati. %In motivazione, la +.". ha chiarito che l'art. 192 cod. proc. pen. prevede l'utilizzazione dell'elemento di prova della chiamata di correo sulla base di una complessiva valutazione logica da compiersi unitamente agli altri elementi, non nel senso che sufficienti a provare uesti ultimi siano da soli

uanto dichiarato dal correo, ovvero

ribadiscano in tutto o in parte il contenuto di tale dichiarazione in modo ripetitivo, ma nel senso che articolandosi logicamente con uest'ultimo dato caratterizzino l'attendibilita' della fonte, e possano consistere in elementi di diversa specie e natura, dotati di specificita', concretezza e certezza, sicche' anche concorrenti chiamate di correi

Pag. 141

possono essere utili allo scopo, ove risultino sostanzialmente caratterizzate dall'autonomia'#. CASS. SE6. 3 SENT. <15=9 DEL 1?><3>93 25D.1?><1>93 !e dichiarazioni accusatorie di un coimputato ac uisiscono valore probatorio unitamente ad altri elementi di prova che ne confermino l'attendibilita'. $ tal fine non e' necessaria che la conferma venga da elementi di natura diversa potendo provenire anche dalle dichiarazioni di altri coimputati#. CASS. SE6. 1 SENT. <15?3 DEL 1?><3>93 25D.17>11>913 .li elementi di riscontro della chiamata in correita' 0 che costituisce prova e non indizio 0 possono consistere in ualsiasi altro elemento di prova, comprese ulteriori chiamate in correita', di ualsiasi tipo e natura, idoneo a confermarne l'attendibilita', non essendo necessario che siano obiettivi, potendo essere anche di ordine logico %mendacio di ritrattazioni di collaboranti, concordanza di piu' elementi indiziari ecc.'#. CASS. SE6. 1 SENT. <75=1 DEL <3><?>93 25D.<7><5>933 In materia di prove, essendo ciascuna dichiarazione di coimputato "elemento di prova" ai sensi del comma terzo dell'art. 192 cod. proc. pen., ognuna di esse e' idonea a riscontrare

142

dall'esterno altra analoga dichiarazione, limitatamente, peraltro, ai punti in cui coincidono o comun ue non contrastano#. $in senso conforme cfr% ancora 6 Cass% sez% - sent% *2;4* del 4/*9/9" + sez% -I sent% *,422 dell>1/*,/94 + sez% -I sent% *2<<; del 1,/*"/9;+ sez% II sent% *4941 del ;/*4/9; +&

Pag. 143

La chia&a"a -i c#rre# F-e re$a"#F

1i fondamentale importanza e' sottolineare come l'utilizzazione pro)atoria della chiamata in reita' o correita' non e' esclusa dal fatto che il chiamante muo#a l'accusa riferendo fatti appresi da altri, rendendo in tal caso una chiamata c%d% 3de relato3% Costituisce, ormai , 3 ius receptum3 il riconoscimento della #alenza pro)atoria della chiamata in reit/ c%d% 3de relato3, cio5 'uella che consiste nella propalazione di notizie non personalmente conosciute dal chiamante ma apprese da terzi, sempre che la stessa sia sottoposta ad un rigoroso #aglio critico, nel senso di un'attenta #alutazione non solo delle dichiarazioni del chiamante, ma anche della fonte di riferimento, o#e ciJ risulti possi)ile% In tali ipotesi, 'uindi, occorre #alutare oltre l'attendi)ilit/ del dichiarante e la #eridicit/ delle sue affermazioni, anche, seppure in #ia mediata, l'affida)ilit/ e attendi)ilit/ della fonte primaria e la #eridicit/ delle notizie da essa riferite anche se ciJ non #uol significare che detto riscontro de))a necessariamente costituire, di per s5, pro#a della responsa)ilit/ del chiamato: il riscontro, in tal caso, do#r/ essere di #alenza tale da indurre sotto il profilo logico a far

144

ritenere processualmente acclarata la colpe#olezza dell'accusato in ordine alla commissione dello specifico fatto non caduto sotto la diretta percezione del dichiarante $cfr% Cass% sez% I. </4/1992 n. 41;"&% In relazione a 'uella parte del patrimonio informati#o dei colla)oratori costituito da notizie apprese da altri affiliati, protagonisti degli episodi oggetto delle informazioni fornite nel contesto di resoconti o comun'ue nel 'uadro di rapporti confidenziali riconduci)ili alla c%d% 3affectio societatis sceleris3, 5 appena il caso di rile#are che secondo un costante orientamento giurisprudenziale della 0uprema Corte anche 3la testimonianza de relato su fatti riferiti al teste dagli stessi autori o da altri puJ )en costituire fonte pro)atoria idonea a formare il con#incimento del giudice, purch5 #enga sottoposta a prudente ed attento #aglio critico3% 2> pacificamente riconosciuto dalla Giurisprudenza di

legittimit/ che le chiamate 3 de relato3 )en possano essere riscontrate da dichiarazioni pro#enienti da altri soggetti tra 'uelli pre#isti dall'art% dall'art% 192 c%p%p, sempre che, anche in tale ipotesi, sia possi)ile escludere ipotesi di collusione o di reciproco condizionamento psicologico $cfr% Cass% sez% I. n. *4,=9 del 1;/4/1992&%

Pag. 145

Il controllo demandato al giudice della fonte primaria non puJ, comun'ue, secondo un recente ed autore#ole orientamento della 0uprema Corte, superare i limiti normati#i prefissati dal legislatore all'art% 19; del #igente c%p%p in materia di testimonianza indiretta6 3 la possi)ilit/ di #alida corro)orazione reciproca fra piu> chiamate in correit/ pro#enienti da di#ersi soggetti, ai fini di cui all'art% 192 c% III. c%p%p%, opera anche nel caso in cui trattasi di chiamate fondate su conoscenza indiretta della condotta attri)uita al chiamato, dandosi luogo, in tal caso, soltanto all'o))ligo da parte del giudice, di una #erifica particolarmente accurata dell'attendi)ilit/ intrinseca delle dichiarazioni accusatorie, alla stregua del principio di ordine generale sta)ilito dal c% I. del medesimo art% 192 c%p%p% $li)ero con#incimento del giudice& e nell'osser#anza del disposto di cui all'art% 19;, richiamato dall'art% 21*, comma - c%p%p%3 $cfr% Cass% sez% I. 11/12/199" n. 11"44&% 7a stessa Corte Costituzionale si 5 espressa nel senso che 3 dalla lettura dell'art% 19; del cod% proc% pen% risulta innanzi tutto che la testimonianza indiretta 5 ammessa, purch5 il testimone indichi la persona o la fonte da cui ha appreso la notizia dei fatti oggetto dell'esame: soddisfatta 'uesta condizione pregiudiziale, 5 pre#isto che

14,

le persone+fonte de))ano essere chiamate a testimoniare in caso di richiesta di parte $sal#i i casi di morte, infermit/ ed irreperi)ilit/& ferma restando la facolt/ del giudice di disporre l'esame anche d'ufficio3 $cfr% sent% Corte Cost% "1/1/1992&% 7a citata norma prescri#e l'inutilizza)ilit/ della testimonianza indiretta solo in caso di #iolazione del disposto del I. comma e non anche del II. comma che conferisce al giudice una mera facolt/ di citare d'ufficio la fonte di riferimento in assenza di una richiesta di parte% @uindi, entro tali limiti, non sussiste alcun o))ligo

incondizionato del giudice di controllo diretto della fonte primaria delle notizie riferite: l'attenzione #a piuttusto concentrata

sull'efficacia dimostrati#a della testimonianza 3de relato3, cos? come della 3chiamata in reit/ de relato3 che ne condi#ide la disciplina normati#a: in un sistema come 'uello attuale ruotante pur sempre intorno al principio del li)ero con#incimento del giudice de#e necessariamente #alutarsi l'intrinseca idoneit/ dimostrati#a dei di#ersi tipi di pro#a e la loro #alorizza)ilit/ all'interno dell'unitario e complessi#o 'uadro pro)atorio%

Pag. 147

-a, dun'ue distinta la struttura della pro#a dalla sua efficacia, che de#e essere #alutata in concreto, nella dinamica operati#it/ della pro#a stessa all'interno dello specifico contesto processuale in cui ha preso corpo6 3do#e il con#incimento del giudice 5 li)ero, non #i puJ essere una prefissione normati#a $ed anche solo concettuale& dell'efficacia della pro#a6 #i puJ e #i de#e essere in#ece una predeterminazione legislati#a dei metodi di ac'uisizione e di #erifica dei mezzi di pro#a 3% 2 la 3chiamata in reit/ de relato3 esige una di#ersa procedura di #erifica rispetto alla chiamata in correit/, ma a metodi di #erifica di#ersi non corrisponde necessariamente una di#ersit/ di efficacia% 7a procedura di #erifica della 3chiamata de relato3 risulta piu> complessa in 'uanto #a scissa in due se'uenze logico+temporali6 prima )isogna accertare l'attendi)ilit/ intrinseca ed estrinseca delle dichiarazioni Fde relatoH, che pro#ano che la fonte di riferimento ha effetti#amente fatto 'uelle dichiarazioni, successi#amente occorre accertare l'attendi)ilit/ e #eridicit/ delle stesse, indi, puJ ritenersi pro#ata l'accusa%

14=

Il confronto con le dichiarazioni del teste di riferimento 5 un modo, non l'unico e neppure da solo sufficiente per #erificare l'assunto accusatorio% 7a 0uprema Corte ha anche affermato il principio secondo cui la 3chiamata de relato3, che esige un rigoroso controllo, puJ tro#are riscontro anche nelle dichiarazioni di un soggetto che affermi di a#er rice#uto dal chiamante la medesima confidenza: a maggior ragione possono essere assunte come #alidi elementi di riscontro ulteriori chiamate 3de relato3 che si sostanzino in confidenze rice#ute da ciascuno dei chiamanti dagli stessi autori, o#e risulti che ciascuna confidenza sia stata recepita dal destinatario in un di#erso contesto spazio+temporale, s? da garantire l'autonomia delle fonti di delazioni% (anto piu>, poi, le singole chiamate do#ranno essere considerate attendi)ili anche 3a) eBtrinseco3, 'ualora le confidenze rice#ute da ciascun colla)oratore siano antecedenti di un tempo apprezza)ile la chiamata Fde relatoH, s? da escludere l'ipotizza)ilit/ di collusioni% -a, peraltro, rile#ato che la 0%C%ha recentemente affermato il principio, che merita di essere condi#iso, secondo cui 3 i% &a"eria -i 'a$ "a)i#%e -e$$a !r#'a #ra$e+ c#s"i" i"a -a -ichiara)i#%i -i

Pag. 149

s#gge""i i&! "a"i # i%-aga"i !er $# s"ess# rea"# # !er rea"i c#%%essi i%"er!r#;a"#ria&e%"e c#$$ega"i+ %#% s#%# assi&i$a;i$i a ! re e se&!$ici -ichiara)i#%i -e re$a"# A e$$e c#% $e A a$i si ri0erisca i% #r-i%e a 0a""i # circ#s"a%)e a""i%e%"i $a 'i"a e $e a""i'i", -i %

s#-a$i)i# cri&i%#s#+ -ei A a$i i$ -ichiara%"e sia 'e% "# a c#%#sce%)a %e$$a A a$i", -i a-ere%"e+ i% !#si)i#%e -i 'er"ice+ a$ &e-esi&# s#-a$i)i#+ s!ecie A a%-# A es"# sia cara""eri))a"# -a % #r-i%a&e%"# a ;ase gerarchica+ "ra""a%-#si+ i% "a$ cas#+ -i !a"ri&#%i# c#%#sci"i'# -eri'a%"e -a %

% 0$ ss# circ#$are -i

i%0#r&a)i#%i -e$$# s"ess# ge%ere -i A e$$# che si !r#- ce+ -i reg#$a+ i% #g%i #rga%is&# ass#cia"i'#+ re$a"i'a&e%"e ai 0a""i -i i%"eresse c#& %eF2c0r.Cass.Pe%.Se).I+ 11>11>1993+ %.11344+

A$gra%a"i e- a$"ri+ i% A.N.P.P. 1994+N.1+ !ag.1?93. !5 a#re))e pregio il rilie#o secondo cui l'utilizza)ilit/ pro)atoria delle dichiarazioni accusatorie rese da un colla)oratore ed a#enti ad oggetto circostanze note al dichiarante non per sua scienza diretta, ma perch5 apprese dallo stesso autore del fatto, coimputato o imputato di reato connesso e/o collegato, si risol#ere))e in una

1;*

elusione

del

3di#ieto

di

testimonianza

sulle

dichiarazioni

dell'imputato3 pre#isto dall'art%,2 c%p%p% (ale norma testualmente dispone6 3 Le -ichiara)i#%i c#& %A e rese %e$ c#rs# -e$ !r#ce-i&e%"# -a$$/i&! "a"# # -a$$a !ers#%a s#""#!#s"a a$$e i%-agi%i %#% !#ss#%# 0#r&are #gge""# -i "es"i&#%ia%)aF. 7a 'uestione 5 stata affrontata dalla Corte di Cassazione $0ez%I, 12/11/199*, n%"*=4& e, da ultimo, dalla Corte Costituzionale $0ent%n%2"< del 1"/;/199"&% Il 0upremo Collegio nel dichiarare infondata la 'uestione di legittimit/ costituzionale dell'art%,2 c%p%p%, solle#ata 3nella parte in cui #ieta tassati#amente di ac'uisire al di)attimento le deposizioni testimoniali concernenti le dichiarazioni rese dalla persona sottoposta ad indagini anche prima del formale inizio dell'indagine3, sul rilie#o che la disposizione non #iola il principio di uguaglianza, non comporta eccesso di delega e non incide sull'o))ligo della moti#azione, ha chiarito che il di#ieto in esso contenuto non 5 affatto assoluto ed illimitato, do#endosi per contro ritenere che esso operi nei circoscritti limiti correttamente gi/ indi#iduati dalla Corte di Cassazione nella citata sentenza%

Pag. 151

7a 0%C% ha infatti chiarito che 3 il di#ieto in esame opera solo con riferimento a dichiarazioni rese nel corso del procedimento e non genericamente in pendenza del procedimento, #ale a dire esclusi#amente in ordine a dichiarazioni effettuate nella sede processuale, cio5 in occasione di un atto del procedimento% 2' solo in relazione a tale categoria di dichiarazioni, infatti, che si pone l'esigenza di garanzia consistente nel far s? che di esse faccia fede la sola documentazione scritta, con di#ieto conseguente di fonti testimoniali surrogatorie%3 $cfr%0ent% C%Cost%cit&% Alla stregua delle autore#oli interpretazioni sopracitate de#e ritenersi che nessun di#ieto di utilizza)ilit/ sussiste in relazione alle dichiarazioni accusatorie 3de relato3 a#enti ad oggetto circostanze note al dichiarante ed apprese confidenzialmente dallo stesso autore del fatto, che assumer/ poi la #este di imputato, o anche soltanto percepite de auditu, in una fase 3pre+procedimentale3 in cui sia per la 'ualit/ del soggetto che le recepisce sia per l'assenza di un o))ligo di documentazione e di rispetto di garanzie difensi#e non 5 ipotizza)ile l'operati#it/ di un di#ieto la cui ratio #a correlata esclusi#amente a dichiarazioni rese $anche spontaneamente& in occasione del

1;2

compimento di ciJ che de))a comun'ue 'ualificarsi come un $'ualsiasi& atto del procedimento%

Pag. 153

Casis"ica gi ris!r -e%)ia$e i% &a"eria -i 8chia&a"a -e re$a"#:

SE6. 1 SENT. <55=< DEL 1?><4>9< 25D.1?><1>9<3 ?na particolare esigenza di valutazione dell'attendibilita' intrinseca delle dichiarazioni accusatorie si prospetta in presenza di una chiamata "de relato" in cui va considerata anche l'affidabilita' della fonte e9traprocessuale, che, pur se espressamente indicata, non e' con certezza garantita dal chiamante#. CASS. SE6. 1 SENT. <4=?9 DEL 15><4>91 In applicazione dei criteri giurisprudenziali ora codificati nei commi terzo e uarto dell'art. 192 c.p.p., le dichiarazioni

accusatorie provenienti da taluno dei soggetti ivi indicati devono essere sottoposte, con riguardo ad ogni singola chiamata in reita' o correita' e ad ogni singolo episodio, ad un duplice controllo volto ad accertare tanto l'attendibilita' intrinseca del dichiarante uanto

l'affidabilita' "ab e9trinseco" delle accuse formulate, mediante la individuazione e a valutazione di elementi processuali esterni di verifica/ procedimento, uesto, da condurre con particolare rigore uando le dichiarazioni accusatorie siano "de relato". >ra gli elementi di possibile riscontro possono peraltro annoverarsi anche le

1;4

dichiarazioni accusatorie che provengano da altri soggetti, sempre che sia possibile escludere ipotesi di collusione o di reciproco condizionamento psicologico#. CASS. SE6. 1 SENT. <4153 DEL <7><4>91 !e dichiarazioni accusatorie aventi ad oggetto circostanze note al dichiarante non per sua scienza diretta, ma perche' apprese da terzi %testimone, coimputato o imputato di reato connesso', hanno valore di indizio, se rese da soggetto intrinsecamente attendibile. $d esse va attribuito carattere di gravita' uando trovino il necessario riscontro estrinseco in relazione alla persona incolpata ed al fatto che forma oggetto della accusa. (etto riscontro non deve necessariamente costituire prova di responsabilita', ma certamente deve pur sempre essere di valenza tale da indurre sotto il profilo logico a far ritenere processualmente acclarata la colpevolezza dell'accusato in ordine alla commissione dello specifico fatto, non caduto sotto la diretta percezione del dichiarante#. CASS. SE6. 1 SENT. <4153 DEL <7><4>91 In tema di testimonianza "de relato", il giudice ha il dovere di accertare non solo l'attendibilita' della stessa, sotto il profilo della stessa esistenza e delle modalita' di percezione da parte del

Pag. 155

dichiarante di uanto riferito, ma anche di uella alla uale si faccia riferimento, sotto l'analogo profilo della veridicita' del testimone diretto e delle modalita' di percezione da parte dello stesso del fatto oggetto della dichiarazione#. CASS. SE6. 1 SENT. <794= DEL 1<><7>91 25D.1<><5>913 In tema di testimonianza "de relato" l'obbligo %o il potere', previsto dall'art. 19= cod. proc. pen., di disporre l'esame delle persone che hanno fornito l'informazione al teste e' finalizzato alla ricerca di una convalida e all'ottenimento di un controllo a uanto riferito, posto che, in tali casi, e' oscura e incerta l'origine della conoscenza e notevolmente ridotta la possibilita' di contestazione e di controesame. $ttesa uindi la identita' di "ratio", risultano

applicabili alla testimonianza indiretta le regole e i principii stabiliti in tema di chiamata in correita' dall'art. 192 comma terzo cod. proc. pen./ e cio' specialmente uando la testimonianza sia resa da

soggetto che, ancorche' non compreso tra uelli indicati nel citato art. 192, sia comun ue imputato in altro processo e collabori con la giustizia#.

1;,

CASS. SE6. 5 SENT. <13?1 DEL 11><3>93 25D.14>11>913 $i fini della prova, la chiamata di correo "de relato" non perde, per cio' solo, la sua natura e la sua valenza, ma necessita che la sua valutazione sia compiuta con maggior rigore, dovendo essere controllata non solo con riferimento al suo autore immediato, ma anche in relazione alla fonte originaria dell'accusa, che spesso resta estranea al processo#. CASS. SE6. 5 SENT. <1541 DEL 4><9>93 2C.C. 3<><=>933 !a chiamata di correo de relato#, che esige rigoroso controllo, sia in riferimento al suo autore immediato sia in relazione alla fonte originaria dell-accusa, che spesso resta estranea al processo, pu, trovare riscontro anche nelle dichiarazioni di un soggetto che affermi di avere ricevuto dal chiamante la medesima confidenza#

Pag. 157

C#%si-era)i#%i c#%c$ si'e

Alla stregua dei principi di diritto fin 'ui ampiamente illustrati puo' conclusi#amente affermarsi che dall'art% 192 comma ". c%p%p%, secondo cui le dichiarazioni accusatorie dei coimputati sono #alutate unitamente agli altri elementi di pro#a che ne confermano l'attendi)ilita', si rica#a con chiara e#idenza che6 a& il nuo#o codice ha assunto una concezione unitaria della pro#a che puo' articolarsi in piu' elementi: )& non e' stata sancita l'esigenza che l'ulteriore elemento di pro#a de))a essere di natura di#ersa dall'elemento che de#e essere confermato, e pertanto la conferma puo' essere ricercata anche nelle dichiarazioni di altri coimputati: c& gli elementi di conferma + di 'ualsiasi tipo e natura + de))ono essere idonei a costituire #erifica dell> attendi)ilita' del dichiarante, piu' che costituire pro#a diretta dei fatti dichiarati: d& l'esigenza dei riscontri cosiddetti indi#idualizzanti non esclude che la ricerca degli stessi possa, nei congrui casi, prospettarsi in termini di meno rigoroso impegno dimostrati#o, o#e

l'attendi)ilita' del dichiarante sia stata positi#amente riscontrata

1;=

sia intrinsecamente che sulla )ase di elementi esterni ancorche' generici: e& fermo restando l'effetto preclusi#o di una conclamata intrinseca inaffida)ilita' della fonte propalatoria, o#e in#ece si tratti di 3affida)ilita' du))ia3 o##ero di affida)ilita' limitata soltanto a parti del discorso propalati#o, l'effetto pro)atorio, discendente dalla integrazione di dichiarazioni autonome, e' innega)ile, specie se specificamente cadente su 'uelle medesime parti: f& de#e essere riconosciuta piena #alenza pro)atoria alle chiamate plurime o con#ergenti $cosiddette dichiarazioni incrociate&, nella misura in cui determinano 'uella 3con#ergenza del molteplice3, che assurge a dignita' di pro#a piena, addirittura idonea a sorreggere una pronuncia di condanna% g& anche le chiamate c%d% F de relatoH, o#e sottoposte a rigoroso #aglio critico ed adeguato riscontro, possono assumere #alenza pro)atoria% Ai principi esposti in materia di #alutazione della pro#a il Collegio si atterr/ nell>esaminare il complesso materiale pro)atorio ac'uisito nell>am)ito dell>odierno procedimento%

Pag. 159

1. II

L@ASSOCIA6IONE

MA*IOSA DENOMINATA

8COSA NOSTRA:

E LA

CON*IG5RA(ILITG DELLA *ATTISPECIE DEL CONCORSO EVENT5ALE NEL REATO ASSOCIATIVO.

Prima di procedere alla trattazione nel merito delle condotte, penalmente rile#anti, poste in essere dall>odierno imputato 5 necessario, tenuto conto delle imputazioni ascrittegli, esaminare in sintesi le pro)lematiche giuridiche connesse all>indi#iduazione di un>associazione criminale sostanzialmente unitaria denominata FCosa !ostraH, sussumi)ile, da un punto di #ista giuridico, nello schema legale tipico delineato dall>art% 41, c%p%, sino al 29 0ettem)re del 19=2, e successi#amente a tale data, che indi#idua da un punto di #ista temporale il momento finale della contestazione del reato di associazione per delin'uere semplice ed al contempo 'uello iniziale dell>entrata in #igore nel nostro Drdinamento del reato associati#o di tipo mafioso, la riconduci)ilit/ degli elementi caratterizzanti la medesima organizzazione criminale entro il piu> ampio schema normati#o disciplinato dall>art% 41, )is c%p% $cfr% art% 1 7% 1" 0ettem)re 19=2 n. ,4,&%

1,*

0i tratter/, poi, di #erificare, alla luce dei piu> recenti orientamenti ermeneutici in materia, la configura)ilit/ nel nostro Drdinamento della fattispecie del concorso esterno nel predetto reato associati#o, che costituisce oggetto precipuo della contestazione mossa all>odierno imputato%

Pag. 1=1

G$i e$e&e%"i c#s"i" "i'i -e$$@ass#cia)i#%e a -e$i%A ere -i "i!# &a0i#s#.

2> noto che la finalit/ perseguita dal legislatore con la pre#isione della nuo#a fattispecie incriminatrice di cui all>art% 41, )is c%p%, sia stata 'uella di fornire al giudice uno strumento giuridico che, in un>ottica di tipizzazione dei comportamenti e delle finalit/ perseguite dall>organizzazione criminale mafiosa il piu> possi)ile aderente alla realt/ socio+criminale di tale fenomeno delin'uenziale, consentisse di perseguirlo in modo piu> efficace, in tal modo superando l>inadeguatezza del generico schema normati#o della comune associazione per delin'uere, sotto l>impero della 'uale le organizzazioni mafiose a#e#ano troppo spesso goduto, in passato, di ampi margini di impunit/% 1al punto di #ista strutturale l>associazione di tipo mafioso, non di#ersamente da 'uella per delin'uere semplice, postula l>esistenza di un #incolo sta)ile tra tre o piu> persone $Fpactum scelerisH& e di un FminimumH di organizzazione idonea al raggiungimento degli scopi perseguiti, i 'uali, mentre alla luce

1,2

dell>art% 41, c%p% sono ridutti#amente riconduci)ili alla generica finalit/ di F commettere piu> delittiH, in )ase all>art% 41, )is c%p% sono estesi ad una #ariet/ di scopi positi#amente tipizzati $cfr% Cass% sez% I 1"/,/19=<+ 29/1/19==&% 2d infatti, in #irtu> della nuo#a ed autonoma figura di reato introdotta dalla 7% n. ,4, del 19=2, l>associazione di tipo mafioso #iene 'ualificata come tale proprio in ragione dei mezzi usati e dei fini perseguiti% 0eguendo lo schema normati#o contemplato all>art% 41, )is c%p%, perch5 possa compiutamente ritenersi accertata l>esistenza di un sodalizio criminoso di stampo mafioso, sar/, dun'ue, necessario a#ere la pro#a di un accordo criminoso tra almeno tre persone $da cui la natura di reato necessariamente plurisoggetti#o del delitto in oggetto&, a carattere generale e continuati#o $da cui la natura di reato permanente&, destinato a rimanere in #ita anche dopo la

consumazione, pre#ista solo come e#entuale, di singoli fatti criminosi $c%d% autonomia del delitto F de 'uoH rispetto ai c%d% reati +fine&, #olto al perseguimento delle specifiche finalit/ pre#iste, in #ia alternati#a, dalla norma in esame e mediante il sistematico ricorso alla forza di

Pag. 1=3

intimidazione del #incolo associati#o e delle condizioni di assoggettamento ed omert/ che ne deri#ano% Il carattere permanente del #incolo associati#o e dell>apparato strutturale dell>organizzazione criminale, potenzialmente utilizza)ile in un indefinito ed imprecisato numero di fatti penalmente rile#anti, in #ista del perseguimento di un generico programma delin'uenziale $elemento discreti#o tra reati associati#i e semplice partecipazione criminosa di cui all>art% 11* c%p%&, determina per s5 stesso una lesione di 'uel precipuo )ene giuridico ra##isa)ile nell>ordine pu))lico, che si identifica nell>assetto istituzionale #igente sul 'uale poggia l>ordinata con#i#enza ci#ile, e pertanto giustifica l>inter#ento puniti#o dello 0tato indipendentemente dalla commissione di e#entuali reati+fine% 2lemento caratterizzante e specializzante della fattispecie di cui all>art% 41, )is c%p% rispetto all>associazione per delin'uere semplice, 5 certamente da ritenersi il peculiare metodo utilizzato dal sodalizio per conseguire le proprie finalit/, le 'uali, pur potendo essere in taluni casi di per s5 non penalmente rile#anti $es% ac'uisizione del controllo di atti#it/ economiche, di concessioni, di autorizzazioni ecc%&, si

1,4

con#ertono in illecite proprio per l>adozione di una peculiare metodologia, che la norma incriminatrice di cui all>art% 41, )is c%p% ha posto come elemento oggetti#o della nuo#a fattispecie penale% (ale metodo 5, 'uindi, 'ualificato non tanto in relazione alle finalit/ perseguite ma soprattutto in relazione al Fmodus operandiH dell>organizzazione criminale, che assurge ad elemento strumentale costituti#o della condotta associati#a, ed 5 proprio per la maggiore insidiosit/, insita nel metodo usato e nella conseguente maggiore pericolosit/ che da esso deri#a all>ordine pu))lico che il legislatore ha inteso reprimere con maggiore efficacia la forma associati#a di stampo mafioso $in tal senso cfr% Cass% sez% II sent% n. *;"=, del 1*/*;/1994&% Il metodo mafioso, espressamente descritto nel comma III dell>art% 41, )is c%p%, si connota, dal lato atti#o, nell>utilizzazione della forza intimidatrice nascente dal #incolo associati#o e, dal lato passi#o, in una correlazione di causa ed effetto, nella condizione di assoggettamento e di omert/ che da detta forza deri#a per il singolo, sia all>esterno che all>interno dell>associazione%

Pag. 1=5

4omento centrale del parametro descritti#o offerto dalla norma per l>indi#iduazione del F metodo mafiosoH de#e, 'uindi, ritenersi la forza di intimidazione che puJ sinteticamente ra##isarsi nella capacit/ propria di certe organizzazioni criminali di incutere timore determinando un diffuso stato di coazione psicologica $#ero e proprio stato di Fsuccu)anzaH& tale da costringere chi la su)isce a comportamenti non #oluti per timore di azioni esemplari e terri)ili, il cui #erificarsi 5 ritenuto altamente pro)a)ile per il sistematico ricorso da parte dell>associazione a forme di #iolenza% (ale capacit/ di intimidire che puJ essere espressa nei modi piu> #ari $modi diretti ed espliciti o anche impliciti o su)doli& 5 necessario che sia percepita all>esterno come possi)ilit/ concreta di ricorso a ritorsioni e rappresaglie o ad atti di coercizione fisica% F 7>a##alersi della forza intimidatrice puJ esplicarsi nel limitarsi a sfruttare l>aura di intimidazione gi/ conseguita dal sodalizio o##ero ponendo in essere nuo#i atti di #iolenza e di minaccia, purch5, in tal caso tali atti non realizzino l>effetto di per s5 soli, ma in 'uanto espressione rafforzati#a della precedente capacit/

1,,

intimidatrice gi/ conseguita dal sodalizioH $cfr% Cass% sez% -I sent% n. *1<9" dell>11/*2/1994&% 7e circostanze che, sul piano giudiziale, possono fornire la pro#a del ricorso a tale forza di intimidazione possono essere le piu> #arie ed attengono non necessariamente a comportamenti atti#i di intimidazione 'uanto anche a condizioni passi#e di timore sufficientemente diffuso% Cosicch5 puJ ritenersi sicuro sintomo della carica intimidatoria promanante da un sodalizio di tipo mafioso un numero esor)itante di testimoninze reticenti, non ragione#olmente spiega)ili se non alla luce della paura ingenerata nei testimoni dal gruppo criminale sulle cui azioni sono chiamati a deporre, tanto piu> se le omissioni e le reticenze si manifestano anche in ordine a semplici circostanze di fatto, marginali, di per s5 inidonee ad indi#iduare responsa)ilit/ soggetti#e% Come gi/ detto, i necessari ris#olti passi#i della forza di intimidazione de#ono appunto essere l>assoggettamento e l>omert/% 7>assoggettamento psicologica che induce indi#idua all>esterno lo i FstatusH soggetti di coartazione terzi rispetto

all>associazione, a sottostare ai suoi #oleri, di#enendone ad un tempo

Pag. 1=7

#ittime e complici, e che all>interno dell>organizzazione criminale si manifesta nell>impossi)ilit/ di recedere dal #incolo associati#o, inizialmente contratto con un atto di #olontaria adesione ma che successi#amente, i singoli gregari possono essere indotti a mantenere in #irtu> del timore suscitato dalla ferocia con la 'uale sono generalmente puniti tradimento ed insu)ordinazione% 7>omert/ strettamente correlata all>assoggettamento de#e ricondursi all>atteggiamento riscontra)ile nell>am)iente sociale in cui l>organizzazione mafiosa esercita la propria influenza, di reticenza, tacita conni#enza o addirittura di solidariet/ nei confronti della stessa che si manifesta nel rifiuto a colla)orare con gli organi dello 0tato ostacolandone l>inter#ento puniti#o $c%d% omert/ esterna& ma che, anche all>interno del gruppo criminale, si palesa normalmente in atteggiamenti adottati dagli adepti di cautela nel chiedere spiegazioni su determinati e#enti concernenti le dinamiche interne

dell>organizzazione criminale, nel su)ire le diretti#e ed eseguire remissi#amente i compiti assegnati dai capi, nella reticenza a di#ulgare tra gli stessi affiliati notizie rile#anti per l>organizzazione ecc% $c%d omert/ interna&%

1,=

0ul piano strettamente pro)atorio la struttura organizzati#a di un>associazione di tipo mafioso potr/ ritenersi esaurientemente dimostrata ed idonea, rispetto alle finalit/ indicate dall>art% 41, )is c%p%, 'uando essa si )asi su una forza di intimidazione

sufficientemente diffusa tale da produrre assoggettamento ed omert/ nell>am)iente sociale in cui l>organizzazione criminale opera% Particolarmente pro)lematica, in sede interpretati#a, si 5 prospettata la 'uestione relati#a all>accezione da dare al #er)o F si a##algonoH coniugato dal legislatore, nel comma III della norma in 'uestione, al presente indicati#o% 2d infatti, mentre una corrente ermeneutica ritiene sufficiente che l>associazione sia solita, o comun'ue, intenda a##alersi di tale forza di intimidazione, connotando tale elemento come una semplice modalit/ a)ituale del comportamento mafioso, che non 5 necessario si riscontri in atto, altra opinione richiede, in#ece, il compimento effetti#o ed attuale di atti di intimidazione, F 'uid plurisH rispetto alla mera esistenza del #incolo associati#o, con le di#erse conseguenze sul piano dommatico di ritenere il delitto Fde 'uoH un reato associati#o puro o##ero a struttura mista%

Pag. 1=9

1e#e

rile#arsi

che

il

piu>

recente

orientamento

giurisprudenziale sul punto, condi#iso da autore#ole dottrina, configura il delitto di cui all>art% 41, )is c%p% come reato associati#o a condotta multipla e di natura mista, per la configura)ilit/ del 'uale la realizzazione attuale e non meramente potenziale di un Fli#ello minimaleH dell>apparato strumentale mafioso costituisce elemento indefetti)ile $cfr% in tal senso Cass% sez% -I sent% n. *1<9" dell>11/*2/1994+ sez% -I sent% n. *21,4 del 2/*"/199;&% Assolutamente pacifico 5, poi , che la forza di intimidazione de))a promanare dal #incolo associati#o in 'uanto tale e che possa manifestarsi, pur in assenza di concreti atti di minaccia o #iolenza, anche in forme su)dole e di#erse $cfr% Cass% sez% I "*/1/19=; + sez% I 1"/,/19=<+ sez% II sent% n. *;"=, del 1*/*;/1994&% 0ul piano pro)atorio ciJ comporta che, una #olta accertata la rispondenza di un sodalizio criminoso al modello legale di cui all>art% 41, )is c%p% non 5 indispensa)ile pro#are che i singoli affiliati diano concreta esecuzione ad atti diretti ad intimidire essendo necessario e sufficiente dimostrare oggetti#amente il clima di intimidazione diffusa scaturente dall>associazione, del 'uale, come una sorta di F

1<*

patrimonio comuneH tutti i soci si a##antaggiano $cfr% Corte di Assise di Palermo 1,/12/19=<+ Cass% sez% I 1"/,/19=< + sez% I ,/4/19=<&% 7a #erifica processuale del metodo mafioso puJ non comprendere necessariamente la realizzazione delle finalit/ indicate nella fattispecie in esame, anche se attra#erso lo specifico Fmodus operandiH utilizzato, di regola, l>associazione si assicura la possi)ilit/ di perseguire le proprie finalit/ $cfr% Cass% sez% I 1*/4/19=<&% 7a strutturazione della norma, da un punto di #ista soggetti#o, come fattispecie con dolo c%d% specifico, comporta che la realizzazione degli e#enti pre#isti dalla norma 5 posta oltre la consumazione del reato, per la realizzazione del 'uale 5, 'uindi, sufficiente dimostrare che l>associazione si a##ale dell>apparato strumentale caratteristico, gi/ e#idenziato, semplicemente F al fine di F conseguire 'uei fini tassati#amente indicati6 commettere delitti: ac'uisire in modo diretto o indiretto la gestione o almeno il controllo di atti#it/ economiche, di concessioni, di autorizzazioni, appalti e pu)))lici ser#izi, o per realizzare profitti o #antaggi ingiusti per s5 o per altri o##ero al fine di impedire od ostacolare il li)ero esercizio del #oto o di procurare #oti a s5 o ad altri in occasione di consultazioni

Pag. 171

elettorali $tale ultima finalit/ del programma delin'uenziale dell>associazione mafiosa 5 stata introdotta dall>art% 11 )is del 1%7% = Giugno 1992 n. "*, in tema di criminalit/ mafiosa con#% con mod% nella 7% < Agosto 1992 n. ";,&% 7a pre#isione delle predette finalit/ in #ia alternati#a consente che, anche in presenza di una sola di esse, il reato possa ritenersi integrato e #ice#ersa la e#entuale compresenza di tutti gli scopi tipici non muta il carattere unitario del reato% F7e finalit/ dell>associazione di tipo mafioso hanno carattere alternati#o e non cumulati#o, anche perch5 con la pre#isione, fra gli scopi del sodalizio mafioso, del controllo di atti#it/ economiche, il legislatore ha mirato ad ampliare l>am)ito applicati#o della fattispecie, estendendolo anche al perseguimento di atti#it/ in s5 formalmente lecite% !e consegue che, pre#edendo l>art% 41, )is c%p% finalit/ associati#e non direttamente riferi)ili all>economia pu))lica, l>ordine pu))lico economico si atteggia soltanto come oggetto giuridico e#entuale del delitto in esame, il 'uale come risulta dalla ru)rica del titolo - del li)ro II del codice, in cui 5 inserito, 5 essenzialmente diretto contro l>ordine pu))lico generaleH $cfr% Cass%

1<2

sez% -I sent% n. *1<9" dell>11/*2/1994 + sez% II sent% *2;"" del 1;/*"/199;&% !on #i 5 du))io, 'uindi, che l>interesse primario protetto dalla norma in esame, per le ragioni anzidette e come si e#ince dalla sua stessa collocazione sistematica, sia 'uello dell>ordine pu))lico, ma ciJ non esclude che l>art% 41, )is c%p% protegga altri interessi e tra 'uesti, in modo direttamente connesso al primo, certamente 'uello della li)ert/ morale dei consociati a causa della diffusa compressione della li)ert/ dei consociati di autodeterminarsi che consegue alla realizzazione della forza di intimidazione del #incolo associati#o, nonch5 'uelli, protetti in #ia meramente e#entuale, dalla norma in esame, a seconda del grado di s#iluppo del suo programma associati#o, dell>interesse ad un corretto ordine economico e ad un corretto funzionamento della pu))lica amministrazione % Per 'uanto concerne l>indi#iduazione della condotta tipica di semplice partecipe all>associazione mafiosa la stessa potr/ ritenersi realizzata 'uando risulti che il soggetto, nell>am)ito

dell>organizzazione, esplichi una 'ualsiasi atti#it/ $reato a forma c%d% li)era& ancorch5 di importanza secondaria, che ridondi a #antaggio

Pag. 173

dell>associazione

considerata

nel

suo

complesso,

con

la

consape#olezza e la #olont/ di associarsi, condi#idendo le finalit/ dell>organizzazione ed allo scopo di contri)uire all>attuazione del suo programma criminoso, senza che sia necessario che il singolo persegua direttamente tali fini% 7>apporto del partecipe, 'ualun'ue ne sia il contenuto e la natura, indipendentemente dal ruolo e dai compiti s#olti o che si 5 impegnato a s#olgere per l>organizzazione, mettendo al suo ser#izio la sua disponi)ilit/, de#e risol#ersi in un contri)uto, sia pure minimo e non insignificante, arrecato alla #ita dell>organizzazione ed in #ista del perseguimento dei suoi scopi% A tal fine si rile#a che la partecipazione al reato associati#o pre#isto dall>art% 41, )is c%p% de#e essere caratterizzata, sul piano soggetti#o da 'uella che in dottrina e nella pre#alente giurisprudenza 5 chiamata Faffectio societatisH ossia dalla consape#olezza e dalla #olont/ di far parte dell>organizzazione criminosa, condi#idendone le sorti e gli scopi e, sul piano oggetti#o dall>inserimento

nell>organizzazione%

1<4

(ale inserimento )en puJ prescindere da formalit/ o riti che lo ufficializzino potendo risultare Fper facta concludentiaH attra#erso comportamenti che, sul piano sintomatico sottolineino la

partecipazione alla #ita dell>associazione $in tal senso cfr% da ultimo sent% Cass% 0ez% Anite n. 1, ;/1*/1994 e sez% I del 1"/,/19=<&% !on #i 5 du))io, 'uindi, che la condotta tipica del reato di cui si discute consista nel far parte dell>associazione, il che importa che una condotta per essere aderente al tipo pre#isto dall>art% 41, )is c%p% de#e rispecchiare un grado di compenetrazione criminale tale da potersi sostenere che egli sia sta)ilmente incardinato nella struttura organizzati#a, con determinati, non contingenti o episodici, compiti anche per settori di competenza% @uesta compenetrazione puJ essere, o##iamente, pro#ata in tanti modi e se una delle fonti di pro#a )en puJ essere la chiamata in correit/ 5 certo che la piu> pregnante fonte di pro#a 5 il ruolo s#olto dal partecipe, in altri termini sono i FfactaH i comportamenti s#olti nella e per conto dell>associazione, comportamenti che consistono nell>assol#imento di compiti fisiologici propri dell>associazione e funzionali alla sua esistenza o al suo rafforzamento%

Pag. 175

7a #erifica, in concreto, della sussistenza del Fmetodo mafiosoH come caratteristica organizzati#o+strumentale riferi)ile al gruppo criminale nel suo complesso rende sufficiente, ai fini

dell>accertamento della responsa)ilit/ dei singoli, la pro#a della sua consape#ole appartenenza al gruppo e la sua adesione al programma associati#o% FAi fini della configura)ilit/ del reato di cui all>art% 41, )is c%p% non 5 necessario che siano raggiunti effetti#amente e concretamente uno o piu> scopi alternati#amente pre#isti dalla norma incriminatrice n5, perch5 si realizzi la condizione di partecipazione dei singoli associati, 5 necessario che ciascuno utilizzi la forza d>intimidazione n5 consegua direttamente per s5 o altri il profitto o il #antaggio contrassegnato dal connotato dell>ingiustizia% 7a condotta di partecipazione puJ, infatti assumere forme e contenuti di#ersi e #aria)ili e consiste nel contri)uto, apprezza)ile e concreto sul piano causale, all>esistenza o al rafforzamento dell>associazioneH $cfr% Cass% sez% II sent% n. *;"=, del 1*/*;/1994& 8iassunti#amente, 'uindi, nel delitto di cui all>art% 41, )is c%p% mentre l>elemento materiale del reato 5 costituito dalla condotta di

1<,

partecipazione

all>associazione

mafiosa,

intendendosi

la

partecipazione come sta)ile permanenza di #incolo associati#o tra gli autori del reato, allo scopo di realizzare una serie indeterminata di atti#it/ tipiche, con le tipologie di comportamento indi#iduate dalla norma in esame, Fl>elemento soggetti#o 5 rappresentato dal dolo specifico caratterizzato dalla cosciente #olont/ di partecipare a tale associazione con il fine di realizzarne il particolare programma e con la permanente consape#olezza di ciascun associato di far parte del sodalizio criminoso e di essere disponi)ile ad adoperarsi per l>attuazione del comune programma delin'uenziale con 'ualsi#oglia condotta idonea alla conser#azione o##ero al rafforzamento della struttura associati#aH $cfr% Cass% sez% I sent% *2"4= del 2</*,/1994&% Per 'uel che concerne le circostanze aggra#anti speciali del delitto in esame, una prima aggra#ante contemplata dalla norma di cui all>art% 41, )is c%p% sussiste 'uando l>associazione 5 armata% 7>aggra#ante dell>associazione armata, pre#ista ai commi I- e - della norma in esame, sussiste F'uando i partecipanti hanno la disponi)ilit/, per il conseguimento delle finalit/ dell>associazione, di armi o materie esplodentiH%

Pag. 177

Ai fini della configura)ilit/ di tale aggra#ante 5 sufficiente che risulti accertata la disponi)ilit/ da parte dell>organizzazione di armi e materie esplodenti per il conseguimento delle finalit/

dell>associazione a nulla rile#ando l>utilizzazione effetti#a delle stesse da parte di ciascuno degli associati $cfr% Cass% sez% -I sent% n. *21,4 del 2/*"/199;&% 7>aggra#ante ricorre, infatti, anche 'uando le armi o materie esplodenti siano occultate o custodite in luogo di deposito, nella sfera di disponi)ilit/ degli associati, a prescindere dal fatto che esse siano state utilizzate o che siano utilizzate da tutti purch5 la circostanza sia dagli agenti conosciuta, o##ero ignorata per colpa o ritenuta inesistente per errore determinato da colpa $cfr% art% ;9 c% II c%p% come modificato per effetto dell>art% 1 della 7% </2/199* n. 19&% 7a pro#a di tale conoscenza o conosci)ilit/, #ertendo su fatto inerente alla sfera interiore del soggetto, puJ essere fornita anche per deduzioni logiche sulla )ase del materiale pro)atorio ac'uisito $cfr% Cass% sez% II sent% n. *;"=, del 1*/*;/1994&% 2> stato correttamente osser#ato che, 'uanto meno, per le associazioni mafiose Fc%d storicheH tale aggra#ante costituisce un

1<=

elemento

coessenziale

all>esistenza

di

tali

organizzazioni,

caratterizzate sul piano fenomenologico dall>irrinuncia)ile e costante ricorso all>uso delle armi, peraltro sempre piu> sofisticate e micidiali, #enendo a costituire, per tali realt/ criminali, tale aggra#ante una sorta di circostanza pressocch5 F necessitataH% FIn tema di partecipazione ad associazione di stampo mafioso, l>aggra#ante pre#ista dall>art% 41, )is% c% I- c%p%, 5 configura)ile a carico di ogni partecipe che sia consape#ole del possesso di armi da parte degli associati o lo ignori per colpa% Con riferimento alla sta)ile dotazione di armi dell>organizzazione mafiosa denominata FCosa !ostraH puJ ritenersi che la circostanza costituisca fatto notorio non ignora)ileH $cfr% da ultimo Cass% sez% I sent% n. *;4,, del 12/*;/199;&% 7a circostanza aggra#ante di cui al -I comma dell>articolo in esame ricorre o#e risulti che il finanziamento delle atti#it/ economiche di cui gli associati intendono assumere o mantenere il controllo pro#enga dal profitto rica#ato dai delitti commessi% Con tale disposizione il legislatore ha inteso perseguire l>e#idente finalit/ di colpire piu> efficacemente 'uei fenomeni pericolosamente diffusi di reimpiego dei profitti rica#ati da atti#it/ delittuose $traffico di

Pag. 179

stupefacenti+ se'uestri+ estorsioni ecc%%& nei settori di atti#it/ imprenditoriale lecita% (ale circostanza aggra#ante, anch>essa di natura oggetti#a, soggetta al regime di cui all>art% ;9 c% II c%p%, e che, specie se concorrente con l>altra aggra#ante dell>associazione armata, comporta una note#ole ele#azione della pena )ase pre#ista per il delitto in esame, tro#a la sua F ratioH nella peculiare pericolosit/ raggiunta da un>associazione che a))ia realizzato in tutto o almeno in parte gli scopi tipici associati#i e pertanto concretizza una piu> articolata ed incisi#a offesa agli interessi protetti dalla norma incriminatrice% Anche 'uesta aggra#ante, costituendo espressione della piu> completa realizzazione del programma criminale mafioso e, pertanto, inserendosi nella realt/ fenomenica nel momento di maggior s#iluppo della dimensione imprenditoriale di tale realt/ delin'uenziale, puJ ritenersi, cos? come 'uella prima esaminata, circostanza coessenziale alle piu> diffuse organizzazioni mafiose e tra 'ueste, certamente, all>organizzazione criminale denominata FCosa !ostraH% 1elineati sinteticamente gli elementi costituti#i del delitto in esame 5 appena il caso di accennare ai peculiari pro)lemi posti dalla

1=*

difficolt/ di raggiungimento della pro#a in relazione a tale tipo di reato% 2> stato spesso osser#ato come nell>accertare il delitto Fde 'uoH ci si tro#a dinanzi a realt/ complesse, a #eri e propri la)irinti indiziari che richiedono un approccio glo)ale e critico di Fricucitura pro)atoriaH: 5 noto che mancando, di norma, atti formali di inserimento nell>am)ito dell>organizzazione criminale, la pro#a dell>esistenza di un>associazione di tipo mafioso possa e de))a essere desunta da Ffacta concludentiaH, con l>adozione di ragionamenti logico+indutti#i e dedutti#i da cui si possa e#incere che le singole intese, dirette alla conclusione dei #ari reati, costituiscono l>espressione di un programma di delin'uenza oggetto

dell>associazione% 7a necessit/ del ricorso a pro#e logiche ed indirette non esime certo il giudice dal rigore del ragionamento da adottare per potere addi#enire ad un giudizio di certezza, tenendo conto che gli indizi da coordinare logicamente, alla luce dei criteri della molteplicit/, gra#it/, precisione e concordanza, de#ono essere interpretati nello specifico contesto territoriale in cui il fenomeno mafioso matura e si radica%

Pag. 1?1

Per 'uel che concerne l>applica)ilit/ delle norme incriminatrici di cui agli artt% 41, e 41, )is c%p%, alla fattispecie del delitto di associazione commesso nel passaggio dalla #ecchia alla nuo#a normati#a introdotta con la 7% n. ,4, del 19=2, non #i 5 du))io che, in #irtu> della norma regolatrice la successione delle leggi penali di cui all>art% 2 c%p%, l>art% 41, )is c%p%, entrato in #igore il 29 0ettem)re del 19=2, 5 applica)ile soltanto alle condotte poste in essere successi#amente a tale data% CiJ o##iamente non preclude la possi)ilit/ di prendere in considerazione le condotte poste in essere dall>associazione antecedentemente all>entrata in #igore della nuo#a norma, che pur non essendo puni)ili in forza di 'uest>ultima, possono contri)uire a ricostruire in modo piu> completo la #ita dell>associazione% D#e, nella realt/ fenomenica do#esse risultare che

un>organizzazione criminale a))ia cessato di utilizzare un proprio apparato strumentale riconduci)ile ai criteri normati#i di cui all>art% 41, )is c%p% prima del 29 0ettem)re 19=2 o##ero se prima di tale data do#esse risultare la dissociazione da tale organizzazione del singolo

1=2

affiliato, o##iamente andre))e applicato esclusi#amente il reato di cui all>art% 41, c%p%% D#e, in#ece, si #erifichi che un>associazione a))ia realizzato tutti gli estremi dell>associazione di tipo mafioso gi/ prima dell>entrata in #igore della legge n. ,4, del 19=2, con la realizzazione di un apparato strutturale, riconduci)ile ai parametri indi#iduati dalla norma di cui all>art% 41, )is c%p% $)asato sulla peculiare forza di intimidazione diffusa&, continuando a sussistere in modo, pressocch5 inalterato, anche sotto la #igenza della nuo#a normati#a, allora do#r/ applicarsi l>art% 41, )is c%p% in esso ritenendosi assor)ito il reato meno gra#e di cui all>art% 41, c%p% In tal caso ci si tro#ere))e da#anti ad una condotta criminale sostanzialmente unitaria che nel passato pote#a essere ricondotta ad un>ipotesi incriminatrice piu> ridutti#a su)% art% 41, c%p%, ma che a seguito dell>inter#ento della nuo#a figura di reato sare))e puni)ile piu> gra#emente% 0tante la natura permanente di entram)e le ipotesi di reato associati#o, semplice e di tipo mafioso, ci si tro#ere))e in presenza di

Pag. 1?3

un reato unico nella sua struttura ma progressi#o, in 'uanto di#ersamente e piu> gra#emente 'ualificato nel tempo% In tal caso l>atti#it/ delittuosa permanente nel tempo, in 'uanto lesi#a di di#erse disposizioni di legge, di cui una successi#a e piu> gra#e, determinere))e l>assor)imento del reato minore nel reato maggiore, con conseguente assor)imento della pena meno gra#e in 'uella piu> gra#e % In tal senso si 5 espressa autore#ole dottrina e la piu> recente giurisprudenza in materia6 F 7>applica)ilit/ dell>art% 41, )is c%p% si estende anche a condotte che, o)ietti#amente in'uadra)ili nelle pre#isioni di detta norma, siano state poste in essere prima della sua entrata in #igore e proseguite in epoca successi#a, senza che ciJ comporti #iolazione dell>art% 2 c%p%, non #erificandosi in tal caso il fenomeno della retroatti#it/ ma solo 'uello della naturale operati#it/ della nuo#a specificante 'ualificazione di una medesima condotta la 'uale, altrimenti, per la parte pregressa, rimarre))e autonomamente sanziona)ile, con s#antaggio dell>imputato in )ase alla piu> generica

1=4

norma incriminatrice preesistente, costituita dall>art% 41, c%p%H $cfr% Cass% 1, giugno 1992 in Giust% Pen% 199", II,& 7a tesi del frazionamento della condotta associati#a in due distinte contestazioni temporalmente correlate ai limiti di efficacia temporale delle norme, di #olta in #olta autonomamente applica)ili secondo il principio del concorso di reati, seguita nei primi anni di #igenza della nuo#a norma incriminatrice $cfr% Cass% sez% I 2=/*"/19=;+ Ass% Palermo 1,/12/19=< A))ate E altri cit%&, si risol#e in una negazione della struttura unitaria del reato associati#o ed in un ingiustificato aggra#amento del trattamento sanzionatorio, peraltro in contrasto con il principio del Fne )is in idem F sostanziale%

Pag. 1?5

L@esis"e%)a -e$$@ass#cia)i#%e &a0i#sa -e%#&i%a"a 8C#sa N#s"ra:

7>esistenza dell>associazione mafiosa denominata F Cosa !ostraH, che per numero di aderenti, disponi)ilit/ di mezzi ed efferatezza di crimini, costituisce, nell>attuale momento storico, il fenomeno criminale di gran lunga piu> pericoloso nel nostro paese, costituisce una realt/ incontro#erti)ile sul piano giudiziario a seguito della sentenza emessa dalla Corte di Cassazione il "* Gennaio 1992 nel definire il procedimento contro A))ate Gio#anni ed altri, piu> noto come primo maBi+processo $tale sentenza 5 stata ac'uisita all>odierno procedimento all>udienza del ,/;/1994+ cfr% n. "9 elenco documenti depositato dal P%4% all>udienza del 1,/4/1994: parimenti sono state ac'uisite le sentenze emesse nell>am)ito del medesimo processo in primo e secondo grado dalla Corte d>Assise e dalla Corte d>Assise di Appello di Palermo + cfr% ac'uisizioni all>udienza del ,/;/1994 + nn.2 e " elenco documenti depositato dal P%4% all>udienza del ,/;/1994&% (ale pronuncia ha acclarato che le caratteristiche

criminologiche dell>organizzazione mafiosa FCosa !ostraH sono tali da potere essere ricondotte, con assoluta certezza, gi/ da epoca

1=,

antecedente all>entrata in #igore della 7% n. ,4, del 19=2, sia nello schema del sodalizio criminoso pre#isto dall>art% 41, c%p%, sia in 'uello piu> peculiare introdotto dall>art% 41, )is c%p%% 7a suddetta pronuncia ha, infatti, reso incontesta)ile che esiste un>associazione criminale denominata F Cosa !ostraH, strutturata in maniera sostanzialmente unitaria, militarmente e #erticisticamente organizzata, articolata su )ase territoriale, entro cui esercita in maniera esausti#a e capillare un efficiente controllo, disciplinata da regole comportamentali rigidamente #incolanti per i suoi aderenti, la 'uale a##alendosi della forza di intimidazione promanante dal #incolo associati#o, opera, attra#erso l>apparato strumentale costituito dal metodo mafioso, al fine di commettere delitti, conseguire #antaggi ingiusti, porre sotto il suo controllo ogni atti#it/ economica, lecita o illecita, che assicuri ingenti profitti, con una capacit/ di infiltrazione in tutti i li#elli della societ/ che ne aumenta la potenza e, 'uindi, la pericolosit/% 7a riser#atezza e l>omert/ costituiscono elementi peculiari di 'uesta organizzazione criminale che fonda la sua capacit/ d>intimidazione ed il suo potenziale criminoso anche sulla estrema

Pag. 1?7

difficolt/ di identificarne compiutamente i suoi numerosissimi mem)ri% Per essi #ige la consegna rigorosa del silenzio intesa come di#ieto assoluto di ri#elare ad estranei fatti e circostanze che attengono all>organizzazione cui appartengono% 2d 5 stato proprio il rigido rispetto di precise e categoriche regole comportamentali, prima fra tutte 'uella dell>omert/, che ha consentito a FCosa !ostraH di sopra##i#ere impunemente per decenni, rimanendo impermea)ile alle in#estigazioni dell>Autorit/ statuale, riuscendo cos? a dilatare oltre misura la propria nefasta presenza nel paese% 7>associazione rappresenta, inoltre, un gruppo di pressione capace di influenzare direttamente o indirettamente la #ita pu))lica, capace di spostare il proprio am)ito operati#o anche al di fuori dell>originario territorio della 0icilia e di creare insediamenti di Fuomini d>onoreH nel resto d>Italia ed anche all>estero% (ale associazione, infatti, 5 strutturata ed opera come un #ero e proprio contropotere criminale operante in opposizione a 'uello dello 0tato, con rigide gerarchie e con precise regole che ne disciplinano la #ita, la cui #iolazione comporta l>applicazione di sanzioni gra#issime,

1==

comprensi#e della pena della morte troppo spesso inesora)ilmente eseguita, che ne assicurano l>effetti#it/% 2>, dun'ue, sufficiente in 'uesta sede rin#iare a tutte le ac'uisizioni ed argomentazioni risultanti nelle citate sentenze, prodotte dal P%4% nel corso del di)attimento, alle 'uali #a fatto riferimento per 'uanto riguarda struttura, regole e modalit/ di affiliazione al sodalizio% Gio#a, altres?, e#idenziare che il predetto compendio pro)atorio gi/ sottoposto al positi#o #aglio della 0uprema Corte si 5 arricchito di altre significati#e ac'uisizioni processuali acclarate in altre sentenze, parimenti dotate del crisma dell>irre#oca)ilit/ ed ac'uisite all>odierno procedimento $cfr% sentenze di I. e II. grado emesse nel procedimento contro Alfano !icolJ E altri e certificazione di cancelleria in ordine all>inter#enuto passaggio in giudicato delle stesse, ac'uisite all>udienza del 22/9/199; + sentenza emessa dal (ri)unale di Palermo sez% I. nei confronti di 1rago Gio#anni, Grippi 7eonardo e Giuliano Giuseppe ac'uisita all>udienza del ,/;/1994 e sentenza irre#oca)ile emessa dalla Corte di Appello di Palermo il 9/,/1994, nei confronti di Grippi 7eonardo e Giuliano Giuseppe, ac'uisita all>ud% del 2"/,/199;&%

Pag. 1?9

7e

numerose

ac'uisizioni,

nell>am)ito

dell>odierno

procedimento, di dichiarazioni di colla)oratori di giustizia collocati nei #ari gradi della gerarchia mafiosa e pro#enienti da di#erse realt/ territoriali della 0icilia, i 'uali dopo a#ere ammesso le proprie responsa)ilit/, hanno offerto preziose chia#i di lettura del fenomeno mafioso dis#elandone dall>interno i segreti e le dinamiche operati#e, hanno autonomamente ed ulteriormente acclarato l>esistenza

dell>organizzazione criminale FCosa !ostraH e la piena efficacia del suo micidiale apparato strumentale+organizzati#o% Appare necessario, a 'uesto punto della trattazione, introdurre un )re#e riferimento, ai criteri di #alutazione da utilizzare, ai sensi dell>art% 2"= )is c%p%p, per le sentenze irre#oca)ili oggetto di ac'uisizione di)attimentale% 0ulla )ase di tale norma, introdotta dall'art% " comma 2 del 1%7% =/,/1992 n. "*, con#% nella 7% 2/=/1992 n. ";,, le sentenze di#enute irre#oca)ili possono essere ac'uisite ai fini della pro#a di fatto in esse accertato e sono #alutate, con riferimento all'oggetto della pro#a, ai sensi dell'art% 1=< c%p%p% e, con riferimento ai criteri di #alutazione della stessa, ai sensi dell'art% 192 comma III. c%p%p%, e, 'uindi, in un

19*

contesto di #alutazione unitaria insieme agli altri elementi di pro#a ac'uisiti che ne confermino l'attendi)ilit/% 3 8atio3 della disposizione citata 5 che gli elementi conosciti#i che hanno, in ogni caso, ac'uistato l'autorit/ di cosa giudicata $non soltanto a seguito di sentenze emesse a seguito di di)attimento ma anche a seguito di giudizio a))re#iato o##ero di applicazione di pena& non #adano dispersi e possano essere posti a )ase di successi#e pronuncie giudiziali, fermo restando il principio del li)ero con#incimento del giudice $in tal senso cfr% Cass% sez% II. n. *,<;; del 1*/*,/1994&% 1a ultimo una sentenza emessa in materia, dalla 0uprema Corte, ha puntualizzato che le sentenze irre#oca)ili, indicate nell>art% 2"= )is c%p%, sono ac'uisi)ili per le risultanze di fatto che risultino dalle relati#e moti#azioni, oggetto di positi#o riscontro, nel contraddittorio delle parti, nell>am)ito del procedimento in cui #engono ac'uisite $cfr% Cass% sez% I sent% n. <2< del 29/*</199;&% 7e sentenze in 'uestione, 'uindi, nel nuo#o processo penale concorrono a fornire la pro#a dei fatti in esse accertati che, in #ia autonoma, de#ono essere accertati anche nel nuo#o giudizio% Ci si tro#a cio5, di fronte alla situazione in cui un fatto gi/ accertato in un

Pag. 191

primo procedimento #iene in esame anche nel secondo 'uale necessario presupposto del nuo#o giudizio6 la sentenza di#iene l>elemento di pro#a da cui muo#ere per dare accertato, anche nel nuo#o giudizio, il fatto in considerazione% Per 'uel che in 'uesta sede interessa l>esistenza di un>associazione di tipo mafioso denominata FCosa !ostraH, con le caratteristiche peculiari prima descritte e l>appartenenza ad essa di tutti i soggetti gi/ condannati per il delitto di associazione di tipo mafioso, 5 Fun fattoH giudizialmente accertato dalle sentenze irre#oca)ili ac'uisite ed oggetto di ampia conferma nell>am)ito dell>odierno procedimento%

192

I$ c#%c#rs# e'e%" a$e %e$ rea"# ass#cia"i'#

4olto piu> contro#erso e di)attuto, sia in dottrina che in giurisprudenza, 5 il tema della configura)ilit/ in relazione al delitto di associazione, per sua struttura necessariamente plurisoggetti#o, del concorso e#entuale da parte di soggetti terzi, e 'uindi di#ersi dai concorrenti necessari, in #irtu> della norma di cui all>art% 11* c%p%, che normalmente assol#e ad una funzione estensi#a dell>ordinamento penale rendendo puni)ili, a titolo di compartecipazione criminosa, condotte altrimenti non rientranti sotto le fattispecie di parte speciale% 0u tale tema si sono delineati di#ersi orientamenti che sinteticamente sono riconduci)ili a tre differenti indirizzi 6 1& 'uello di coloro che negano decisamente la configura)ilit/ nel nostro sistema del concorso esterno nel reato associati#o, adducendo che l>estensione ingiustificata dell>area applicati#a del reato associati#o comportere))e la #iolazione dei principi di legalit/, tassati#it/ e necessaria determinatezza delle fattispecie penali, pa#entando in concreto i rischi di un>eccessi#a dilatazione della discrezionalit/ giudiziale:

Pag. 193

2&

'uello di coloro che pur ammettendo in punto di diritto la ipotizza)ilit/ di un concorso e#entuale nei delitti associati#i, si sforzano di delimitarne l>am)ito di operati#it/ mettendo in luce anche la funzione sussidiaria, 'ualificatrice e sanzionatoria, s#olta in relazione alle condotte c%d% di F contiguit/H da altre fattispecie incriminatrici $#% fa#oreggiamento+ assistenza agli associati ecc%&:

"&

'uello di coloro che ammettono la configura)ilit/ nel nostro ordinamento del concorso esterno nel reato associati#o, sul presupposto che la disciplina dettata dagli artt% 11* e ss% c%p%, in 'uanto espressione di principi generali attinenti alla

plurisoggetti#it/ della fattispecie senza distinzione tra concorso necessario e concorso e#entuale, 5 applica)ile anche alla fattispecie del reato associati#o, #alorizzando la capacit/ di tale approccio ermeneutico di soddisfare ineludi)ili esigenze politico+criminali di difesa sociale% Particolarmente contro#ersa 5 stata, poi, la 'uestione relati#a alla peculiare configura)ilit/ del concorso e#entuale o esterno nel reato associati#o mafioso, che da ultimo ha tro#ato positi#a soluzione in una recente sentenza emessa dalle 0ezioni Anite della 0uprema

194

Corte di Cassazione che, per la fonte autore#ole da cui promana, la massima istanza regolatrice di legittimit/, e per l>ampia panoramica giurisprudenziale in essa compendiata dei di#ersi indirizzi

ermeneutici affermatisi nel tempo, non puJ non costituire necessario punto di riferimento in tale materia $cfr% Cass% 0ezioni Anite Penali sent % n. 1, del ;/1*/1994&% Preliminare alla disamina della ricostruzione dommatica della figura del concorso esterno nel reato di associazione mafiosa, che ha effettuato la Cassazione con detta sentenza, appare 'uella relati#a alla fattispecie di parte generale del concorso di persone nel reato che costituisce il fondamento dell>applica)ilit/ della figura criminale di cui all>art% 41, )is c%p% al terzo estraneo all>associazione% A tal proposito appare sufficiente richiamare che il nostro legislatore ha accolto, in tema di concorso di persone nel reato, i$ !ri%ci!i# -e$$@eA i'a$e%)a ca sa$e in forza del 'uale ogni concorrente che contri)uisce alla #erificazione dell>e#ento lo cagiona nella sua totalit/ e, pertanto, il fatto #a integralmente imputato a ciascun concorrente%

Pag. 195

Costituisce ormai FCus receptumH il principio, costantemente affermato dalla Corte di Cassazione, secondo cui il fatto commesso da piu> soggetti in concorso ha carattere unitario% 0econdo tale costante interpretazione dell>art% 11* c%p%, nel #igente Drdinamento il concorso di persone nel reato 5 concepito come una s"r "" ra %i"aria, nella 'uale confluiscono tutti gli atti dei compartecipi, sicch5 gli atti dei singoli sono, al tempo stesso loro propri e comuni agli altri, purch5 sussistano due condizioni6 una oggetti#a, nel senso che tra gli atti de#e sussistere una connessione causale rispetto all>e#ento, l>altra soggetti#a, consistente nella consape#olezza di ciascuno del collegamento finalistico dei #ari atti, ossia che il singolo #olontariamente e coscientemente apporti il suo contri)uto, materiale o soltanto psicologico, alla realizzazione dell>e#ento da tutti #oluto% In 'uesto am)ito, sal#a l>applicazione di e#entuali attenuanti e sal#o il riflesso sulla determinazione della pena, ai fini della parteciapazione criminosa restano irrile#anti6 l>importanza del contri)uto del singolo, che puJ anche consistere nella determinazione o nel rafforzamento o nell>age#olazione di uno specifico proposito

19,

criminoso di altri diretto alla realizzazione di 'uel determinato e#ento: e la fase $ideati#a, preparati#a od esecuti#a& in cui il contri)uto a))ia a#uto luogo% $cfr% Cass% pen% sez% I. 4/</19=< n. =*=4 + sez% I- 2=/1/199"&% !el concorso di persone, dun'ue, il legislatore ha adottato la "e#ria c.-. &#%is"ica+ ripudiando le #arie ed antiche figure di compartecipazione primaria, secondaria, morale, psichica, formale, di correit/, di complicit/ ecc% ed, eliminando ogni distinzione di concorso, ha in#ece, accolto i$ !ri%ci!i# -e$$@eA i'a$e%)a -e$$e ca se+ ponendo l>e#ento a carico di tutti i concorrenti, giacch5 il reato 5 di tutti e di ciascuno di 'uelli che #i presero parte, perch5 5 il risultato della comune cooperazione morale e materiale, onde la solidariet/ nel delitto importa solidariet/ nella pena% !el concorso di persone nel reato, dun'ue, il momento della realizzazione comune si compone attra#erso il con#ergere delle azioni singole #erso l>e#ento perseguito e, pertanto, si richiede che ciascun compartecipe apporti un contri)uto che faccia sua l>intera

realizzazione criminosa, fa#orendo e cio5 rendendo piu> pro)a)ile l>e#ento del reato%

Pag. 197

(ale contri)uto puJ consistere in un 'ualun'ue apporto capace di fa#orire il #erificarsi dell>e#ento, perch5 anche il semplice fa#orire l>azione, con la coscienza e #olont/ di cooperare con altri a realizzare l>e#ento, fa s? che l>altrui condotta di#enti realizzazione del proprio proposito criminoso% Assolutamente costante 5 l>affermazione della 0uprema Corte secondo cui Fl>atti#it/ del correo puJ essere rappresentata da 'ualsiasi forma di compartecipazione, da un contri)uto unitario e cosciente o da un contri)uto causale di ordine materiale o psicologico a tutte o ad alcune delle fasi di ideazione, organizzazione ed esecuzione dell>atti#it/ criminosa, onde il concorso puJ a#ersi in tutti o in 'ualcuno degli atti che, comun'ue, costituiscono contri)uti causali alla realizzazione dell>e#ento concorsualmente ideato e #olutoH $cfr% Cass% ,/"/19=*, Concutelli& % 2> stato, altres?, specificato che F la partecipazione di piu> persone ad un reato non esige imprescindi)ilmente che tutti i concorrenti esplichino una atti#it/ insostitui)ile e necessaria rispetto alla realizzazione dell>e#ento, )en potendo i di#ersi apporti eziologici

19=

atteggiarsi in termini di semplice utilit/ o di maggiore sicurezza rispetto al risultato finaleH $cfr% Cass% pen% sez% I. 2"/4/19=2 n. 4241&% Il dato caratteristico dell>elemento soggetti#o nel concorso di persone 5 pacificamente indi#iduato nella coscienza della

partecipazione altrui6 esso, infatti, consente di distinguere la fattispecie plurisoggetti#a di cui all>art% 11* c%p% dall>ipotesi di con#ergenti realizzazioni autonome del reato% 0ul piano strettamente #oliti#o si richiede che la #olont/ del soggetto faccia propria la realizzazione comune sicch5 'uesta costituisca la proiezione esterna del #olere di ciascun concorrente6 ciJ si #erifica 'uando la #olont/ del partecipe si dirige o consente ad un certo risultato esteriore con la consape#olezza di cooperare con altri a realizzarlo% Poich5 il dolo si compone di un momento conosciti#o e di uno #oliti#o, la #olont/ di cooperare al fatto costituente reato implica, dun'ue, due elementi6 1& la consape#olezza o coscienza di concorrere con altri alla realizzazione della condotta tipica: 2& la #olont/ di contri)uire con il proprio operato alla realizzazione del fatto delittuoso%

Pag. 199

Concordemente esclusa dalla Giurisprudenza 5 la necessit/ del pre#io concerto tra i partecipi F potendo l>accordo insorgere d>impro##iso nel compimento dell>azione criminosaH $CA00% pen% 11/12/19=* + sez% I 1=/1/199"&%

2**

I cri"eri !r#!#s"i -a$$e Se)i#%i 5%i"e Pe%a$i -e$$a S !re&a C#r"e c#% $a se%"e%)a % 1= -e$ 5>1<>1994.

Con tale pronuncia la Corte 0uprema di Cassazione ha inteso risol#ere il contrasto delineatosi nella giurisprudenza delle sue di#erse sezioni che, affrontando il tema della configura)ilit/ del concorso e#entuale nel reato di associazione per delin'uere di tipo mafioso, si sono sostanzialmente contrapposte in due indirizzi%

A3

I%-iri))# che ha esc$ s# $a c#%0ig ra;i$i", -e$ c#%c#rs# e'e%" a$e %e$ rea"# -i ass#cia)i#%e !er -e$i%A ere -i "i!# &a0i#s#. -a premesso che l>esclusione in oggetto attiene solo all>ipotesi

del concorso e#entuale materiale, essendo pacifico, sia in dottrina che in giurisprudenza, la compati)ilt/ del concorso morale con il reato di associazione per delin'uere di tipo mafioso, da intendersi come condotta di determinazione o comun'ue di rafforzamento della #olont/ altrui di partecipare ad un>associazione per delin'uere o##ero di promuo#erla, dirigerla o organizzarla% Dra, tale orientamento giurisprudenziale non nega in linea di principio neppure la possi)ilit/

Pag. 1<1

teorica del concorso e#entuale in relazione al reato a struttura plurisoggetti#a, ammettendolo pacificamente in relazione ad alcune figure di reato plurisoggetti#e, tra cui ad esempio la rissa, la sfida a duello, l>adulterio% CiJ che tale orientamento sostiene 5 l> incompati)ilt/ giuridica tra il concorso e#entuale materiale e la peculiare connotazione oggetti#a e soggetti#a del reato di cui all>art% 41, )is c%p% 0i argomenta, infatti, che per poter porre in essere un apporto rile#ante alla realizzazione della fattispecie criminale in oggetto, il concorrente e#entuale nel reato in 'uestione do#re))e, in ogni caso, realizzare, da un punto di #ista materiale, una condotta a#ente le caratteristiche tipiche 'ualificanti la fattispecie di cui all>art% 41, )is c%p%, o 'uantomeno con il suo comportamento contri)uire alla realizzazione della medesima, e da un punto di #ista soggetti#o, agire con la #olontaria consape#olezza che il proprio comportamento contri)uisca agli scopi della Fsocietas scelerisH: in tal modo il suo contri)uto in nulla si differenziere))e dagli elementi costituti#i la partecipazione a detto reato % affinch; una condotta sia ritenuta punibile a titolo di concorso in un determinato reato, ai sensi

2*2

dell-art. 11@ c.p., sono necessari un contributo causale 0 materiale o semplicemente morale o psichico 0 ed il dolo richiesti per il medesimo reato/ ne consegue che uando tali condizioni si siano verificate in relazione al delitto di associazione per delin uere sono integrati gli estremi della partecipazione a detta associazione, mentre allorch; le dette condizioni non si siano verificate, il fatto potr6 integrare gli estremi di altri reati, corruzione, favoreggiamento o altro, ma non uello di concorso in associazione per delin uere#' cfr% Cass% sez% I sent% n. *2"4" del "* Giugno 1994 + in senso conforme cfr% sez% I sent% n. *2"4= del 2< Giugno 1994+ sez% I sent% n. *2,99 del "* Giugno 1994+ sez% I 1= 4aggio 1994 nn. 2"42 e 2"4= + sent% n. 2,99 del ; Giugno 1994+ sez% I 19 Gennaio 19=< sent% n. 1*< e sent% n. 41= del 21 4arzo 19=9% Particolare rilie#o pone, poi, l>indirizzo ermeneutico in esame al pro)lema del dolo, sostenendo che essendo il dolo nel reato Fde 'uoH il dolo specifico consistente nella consape#olezza di ciascun associato di far parte del sodalizio con la #olont/ di realizzare i fini propri dell>associazione, o#e il soggetto esterno a#esse tale atteggiamento psichico, in nulla si differenziere))e dal dolo del partecipe, con la giuridica conseguenza dell>impossi)ilit/ di

Pag. 1<3

configurare per tale reato l>ipotesi del concorso esterno $ &el reato di associazione per delin uere di tipo mafioso non ; configurabile responsabilit6 a titolo di cosiddetto concorso esterno giacch; o il presunto concorrente esterno, nel porre in essere la condotta oggettivamente vantaggiosa per il sodalizio criminoso, ; animato anche dal dolo specifico proprio di chi voglia consapevolmente contribuire a realizzare i fini per i uali il detto sodalizio ; stato costituito ed opera, e allora egli non potr6 in alcun modo distinguersi dal partecipante a pieno titolo/ ovvero mancando in lui uel dolo specifico, la condotta favoreggiatrice o agevolatrice da lui posta in essere dovr6 essere necessariamente riguardata come strutturalmente e concettualmente distinta e separata dal reato associativo# + cfr% Cass% sez% I sent% n. *2,99 del "*/*,/1994&% !on costituire))e un limite a tale orientamento ermeneutico il dato letterale di cui all>art% 41= c%p% laddo#e introducendo la clausola di sussidiariet/ F fuori dei casi di concorso nel reatoH sem)rere))e alludere ad una generale ammissi)ilit/ nel nostro ordinamento del concorso e#entuale nel reato di cui all>art% 41, )is c%p%, in 'uanto con tale locuzione il legislatore a#re))e inteso fare riferimento al solo

2*4

concorso necessario di persone e non anche al concorso e#entuale nel medesimo% In#ero, sempre secondo il medesimo orientamento

giurisprudenziale in esame, la stessa pre#isione del reato di assistenza agli associati di cui all>art% 41= c%p% nonch5 la peculiare aggra#ante di cui all>art% "<= c% 2 c%p%, introdotta per il delitto di fa#oreggiamento dall> art% 2 della 7% 1" 0ettem)re 19=2 n. ,4,, e 'uella di cui all>art% < del 1%7% 1" 4aggio 1991 n. 1;2, con#% con modif% nella 7% 12 7uglio 1991 n. 2*", confermere))ero l>impossi)ilit/ di configurare il concorso esterno nell>associazione di tipo mafioso in 'uanto, se l>ordinamento #igente a#esse consentito il ricorso a tale ipotesi delittuosa, sare))e stato superfluo per il legislatore pre#edere autonome fattispecie incriminatrici o fattispecie aggra#anti a#enti la medesima finalit/ di sanzionare le forme di contiguit/

all>organizzazione mafiosa da parte di soggetti ad essa estranei%

(3

I%-iri))# che a&&e""e $a c#%0ig ra;i$i", -e$ c#%c#rs# e'e%" a$e &a"eria$e %e$ rea"# -i ass#cia)i#%e !er -e$i%A ere -i s"a&!# &a0i#s#.

Pag. 1<5

(ale orientamento ermeneutico, affermato da numerose pronunce della 0uprema Corte prima dell>inter#ento delle sezioni unite nella materia in oggetto, si 5 sinteticamente )asato sull>assunto che mentre le condotte di partecipazione all>associazione mafiosa de#ono essere caratterizzate, sul piano soggetti#o, dall>Faffectio societatisH, ossia dalla consape#olezza e #olont/ di far parte dell>organizzazione criminosa, condi#idendone le sorti e gli scopi, e sul piano oggetti#o, dall>inserimento strutturale nell>organizzazione, il concorso e#entuale 5 configura)ile 'uando un soggetto che non a))ia #oluto entrare a far parte della struttura logistico+gerarchica dell>organizzazione, o che non sia stato accettato o chiamato a farne parte, purtutta#ia presti all>associazione medesima un apporto, non soltanto nelle forme del concorso psicologico, idoneo al

potenziamento o##ero al mantenimento in #ita dell>organizzazione% (ale indirizzo non ha omesso di rile#are come l>inserimento nell>organizzazione del partecipe possa sussistere anche a prescindere da rituali di iniziazione o formalit/ che lo ufficializzano )en potendo risultare Fper facta concludentiaH attra#erso comportamenti che, sul piano sintomatico rile#ino la partecipazione nel senso #oluto dalla norma in esame, alla #ita dell>associazione, Fsicch5 per far parte

2*,

dell>associazione e realizzare la condotta tipica non )asta che l>agente aiuti o si atti#i a fa#ore dell>associazione 6 de#e farne parteH $cfr% Cass% sez% sez% I del 1" Giugno 19=<&% 1i contro il concorrente e#entuale, pur non realizzando una condotta intrinsecamente connaturata con la struttura del sodalizio criminoso, porre))e in essere un apporto esterno o)ietti#amente adeguato e soggetti#amente diretto a rafforzare o mantenere in #ita l>associazione criminosa, con la consape#olezza e la #olont/ di contri)uire alla realizzazione degli scopi dell>associazione a delin'uere% Pertanto il concorso non sussistere))e o#e il contri)uto fosse fornito ai singoli associati o##ero a#esse ad oggetto specifiche imprese criminose e l>agente si ponesse in posizione di indifferenza rispetto alle finalit/ proprie dell>associazione $cfr% Cass% sez% I sent% n. *29*2 del 24/*</199"&% In alcune pronunce della 0uprema Corte 5 stato posto, poi, l>accento sul carattere dell>episodicit/ del contri)uto dell>estraneo per distinguerlo da 'uello del partecipe %risponde a titolo di concorso nel reato associativo il soggetto che, estraneo alla struttura organica del sodalizio, si sia limitato anche ad occasionali prestazioni di

Pag. 1<7

singoli comportamenti aventi idoneit6 causale per il conseguimento dello scopo sociale o per il mantenimento della struttura associativa, avendo la consapevolezza dell-esistenza dell-associazione e la coscienza del contributo che ad essa arreca# cfr% Cass% sez% I sent% n. *4=*; dell>=/*1/199"+ in senso conforme sez% I 2" !o#em)re 1992 e 1= Giugno 199"&% A tale orientamento fa#ore#ole all>estensione delle disposizioni di cui agli artt% 11* e ss c%p% alla fattispecie di cui all>art% 41, )is c%p% ha aderito la pronuncia delle 0ezioni Anite della 0uprema Corte che, affermando il principio della sicura configura)ilit/ nel nostro Drdinamento del concorso esterno nell>associazione mafiosa, ha posto in e#idenza la di#ersit/ di ruoli e di atteggiamento psichico tra il partecipe all>associazione ed il concorrente e#entuale materiale, distinguendo l>azione tipica del primo da 'uella atipica del secondo% Il partecipe 5 colui che Fentra nell>associazione e ne di#enta parteH, ciJ significa che, con riferimento all>elemento materiale, perch5 una condotta possa ritenersi aderente al tipo pre#isto dall>art% 41, )is c%p% de#e rispecchiare un grado di compenetrazione del soggetto con l>organismo criminale, tale da potersi sostenere che egli, appunto, faccia parte di esso e 'uindi #i sia sta)ilmente incardinato

2*=

con determinati compiti, continui, anche per settori di competenza, e da un punto di #ista soggetti#o, che il soggetto a))ia, sia la #olont/ di fare sta)ilmente parte dell>associazione, sia la #olont/ di contri)uire alla realizzazione dei suoi fini% 7a sta)ile compenetrazione di un soggetto con l>organismo criminale mafioso potr/ essere pro#ato in s#ariati modi e se certamente Funa delle fonti di pro#a puJ essere la chiamata in correit/ a piu> #oci, 5 certo che la piu> sicura fonte di pro#a o se si #uole, il riscontro piu> pregnante dell>e#entuale chiamata in correit/ , 5 il ruolo assegnato dall>associazione al partecipe e da 'uesto s#olto% 0ono, in altri termini, i FfactaH , i comportamenti dell>associato che ne pro#eranno la sua #este di partecipe, comportamenti che, a )en #edere, consistono nell>assol#imento di compiti fisiologicamente propri dell>associazione anche se la fisiologia 5 'uella di un ente di per s5 patologico come l>associazione per delin'uere% Il partecipe si puJ dire, 5 colui senza il cui apporto 'uotidiano, o comun'ue assiduo, l>associazione non raggiunge i suoi scopi o non li raggiunge con la do#uta speditezzaH% Il concorrente e#entuale 5, in#ece, il soggetto che F non #uole far parte dell>associazione e che l>associazione non chiama a far parte

Pag. 1<9

ma al 'uale si ri#olge sia, ad esempio per colmare temporanei #uoti in un determinato ruolo, sia, soprattutto%%%% nel momento in cui la FfisiologiaH dell>associazione entra in fi)rillazione, attra#ersa una fase patologica, che per essere superata, esige il contri)uto temporaneo, limitato di un esterno%%%%Certo, anche in 'uesto caso potre))e risultare che l>associazione ha assegnato ad un associato il ruolo di aiutarla a superare i momenti patologici della sua #ita%%%%%4a resta il fatto che%%%%lo spazio proprio del concorso e#entuale materiale appare essere 'uello dell>emergenza nella #ita dell>associazione o, 'uanto meno, non lo spazio della normalit/ occupa)ile da uno degli associati%%%7a patologia, poi, puJ esigere anche un solo contri)uto, il 'uale, dun'ue, puJ, come sottolinea la dottrina fa#ore#ole alla configura)ilit/ del concorso e#entuale, essere anche episodico, estrinsecarsi, appunto, in un unico inter#ento, ch5 ciJ che conta ciJ che rile#a 5 che 'uell>unico contri)uto ser#a per consentire all>associazione di mantenersi in #ita, anche solo in un determinato settore, onde poter perseguire i propri scopiH% In coerenza con tale definizione di concorrente e#entuale segue che egli non potr/ a#ere F'uella parte del dolo che ha il partecipe e che consiste nella #olont/ di fare parte dell>associazione, nella

21*

#olont/ di porre in essere la condotta propria del partecipe, sicch5 resta del dolo, la #olont/ di contri)uire alla realizzazione dei fini dell>associazione, #olont/ che puJ )en essere propria di chi contri)uisce con azione atipica alla realizzazione della condotta tipica F% In altri termini il concorrente e#entuale, pur consape#ole di age#olare con il proprio contri)uto l>associazione, F puJ

disinteressarsi della strategia complessi#a di 'uest>ultima e degli o)ietti#i che la stessa si propone di conseguireH% In #erit/, secondo la pronuncia delle 0ezioni Anite, il concorrente e#entuale materiale puJ prestare il proprio contri)uto sia con il dolo specifico pre#isto dalla norma di cui all>art% 41, )is c%p% e 'uindi con lo scopo di realizzare il particolare programma delin'uenziale dell>associazione mafiosa, senza per 'uesto di#entare partecipe, sia con il semplice dolo generico della #olont/ e consape#olezza di apportare un contri)uto all>associazione, essendo, comun'ue, cosciente che altri fa parte dell>associazione e agisce con la #olont/ di perseguirne i fini% 0otto 'uest>ultimo profilo 5 pacifica nella piu> recente ed autore#ole dottrina la configura)ilit/ del concorso con dolo generico

Pag. 111

in un reato a dolo specifico, a condizione che un altro concorrente a))ia agito con la finalit/ richiesta dalla legge% 7a possi)ilit/ di ritenere il dolo specifico anche per il concorrente e#entuale materiale #iene desunta nella sentenza delle 0ezioni Anite dalla sicura ammissi)ilit/, generalmente affermata, sia in dottrina che in giurisprudenza, di tale tipo di dolo per il concorrente e#entuale morale nel reato associati#o% 0i sostiene cio5, che F non #i 5 nessuna ragione per ammettere, in 'uesto reato, il concorso e#entuale nella forma del concorso morale e per escluderlo nella forma del concorso materialeH e se sulla )ase della normati#a generale in materia di concorso di persone nel reato non 5 dato porre alcuna discriminazione tra il concorrente che a))ia dato un contri)uto necessario, ponendo in essere una condizione Fsine 'ua non F del reato e 'uello di chi si sia limitato a facilitare la realizzazione dello stesso, senza distinzione tra chi a))ia agito su un piano morale di determinazione o rafforzamento dell>altrui proposito criminoso e chi a))ia estrinsecato materialmente un contri)uto fisico alla realizzazione del reato, allora F necessari e age#olatori possono esserlo, sia il contri)uto morale, sia il contri)uto materiale, i 'uali 'uanto all>elemento soggetti#o, sono e non possono non essere, sullo

212

stesso piano in 'uanto entram)i manifestazioni di concorso nel medesimo reatoH% 2 cos? come si ammette che il concorrente morale nel reato di cui all>art% 41, )is c%p% possa agire con il dolo specifico, non si #ede perch5 tale forma di dolo do#re))e essere a priori esclusa per il concorrente e#entuale materiale, posto che in ogni caso entram)i i tipi di concorrente in esame, per essere tali e 'uindi distinti dal partecipe, non possono a#ere 'uella parte del dolo che consiste nella #olont/ di far parte dell>associazione% 7a sentenza in esame non disconosce le maggiori difficolt/ di distinguere, sul piano empirico, la condotta del concorrente materiale da 'uella del partecipe rispetto al concorrente morale, ed infatti mentre la partecipazione morale 5 sempre atipica e necessariamente tutta esterna all>azione tipica del partecipe, la partecipazione materiale 'uando consiste in una parte della condotta tipica 5 meno lontana da 'uesta di 'uanto non lo sia la partecipazione morale, ma F se distinguere pu, presentare delle difficolt6, ueste ultime per,,

sono tutt-altro che insuperabili perch; pur se fanno insieme un analogo tratto di strada il partecipe e il concorrente eventuale materiale, sono sul piano dell-essere, o come si dice

Pag. 113

ontologicamente, figure del tutto diverse, sicch; una volta accertato che colui che contribuisce non ; parte dell-associazione, ; ontologicamente aliud rispetto a uesta, ed ; aliud perch; non vuole esserne parte e manifesta uesta sua volont6, tra l-altro, con la

temporaneit6 dell-incarico o del contributo, le conseguenze anche in tema di dolo, sono le stesse che per il concorrente morale#. 7e 0ezioni Anite della 0uprema Corte hanno, altres?, respinto 'uell>orientamento ermeneutico gi/ esposto, secondo cui il legislatore con l>esplicita pre#isione di talune disposizioni entro cui potere facilmente ricomprendere i comportamenti dei contigui alla mafia a#re))e implicitamente escluso la possi)ilit/ di ipotizzare il concorso e#entuale dell>estraneo nel reato di associazione mafiosa come figura generale del nostro ordinamento $il riferimento normati#o 5 alle gi/ citate disposizioni di legge che hanno introdotto la speciale aggra#ante del reato di fa#oreggiamento e all>ulteriore aggra#ante introdotta con l>art% < 1%7% 1"/*;/1991 n. 1;2&% A tal proposito nella sentenza si osser#a che il concorso e#entuale materiale nel reato associati#o conser#a un proprio autonomo spazio di rile#anza penale a prescindere dal possi)ile concorso dello stesso con la responsa)ilit/ per i possi)ili reati+fine,

214

e#entualmente aggra#ati sulla )ase delle predette disposizioni di legge, commessi dall>estraneo nell>am)ito dell>organizzazione

criminale% @ualora il contri)uto richiesto all>estraneo passi attra#erso un determinato o determinati delitti, la cui commissione si configura come necessaria al perseguimento degli scopi dell>associazione e 'uindi per assicurare la #ita stessa dell>associazione non #i 5 moti#o di negare che la responsa)ilit/ per tali delitti possa concorrere con il reato di cui agli artt% 11* e 41, )is c%p%: non si #ede, infatti, perch5 si do#re))e ritenere di essere in tali casi dinanzi ad un semplice esecutore di un delitto merite#ole soltanto di un aggra#amento di pena% &on vi ; spazio, allora, per la preoccupazione, secondo la uale se si ammettesse il concorso eventuale materiale si rischierebbe di avere un semplice aggravamento di pena per il comportamento illecito che favorisse l-associazione, mentre si avrebbe una sanzione pari a uella prevista per l-associato, ualora venisse realizzato un comportamento lecito atto a contribuire alla vita associativa. Il contributo dell-esterno che si risolva in un delitto, pu,, infatti, ben essere considerato, a certe condizioni, come si ;

Pag. 115

appena detto, concorso eventuale estrinsecatosi con il delitto mentre la pretesa condotta lecita, il preteso contributo lecito, se ; condotta, se ; contributo nel senso piu- volte indicato, ; condotta atipica, come tale illecita ab origine grazie e nei limiti della funzione incriminatrice svolta dall-art. 11@ c.p. &el primo caso si ha, o si pu, avere, uindi, il delitto, nel uale si ; risolto il contributo, piu- il concorso eventuale nel reato di associazione per delin uere, nel secondo si ha soltanto il concorso#. Altro argomento, di tipo letterale+sistematico, sostenuto dall>orientamento contrario alla configura)ilit/ del concorso

e#entuale nel reato associati#o, con riferimento alla formulazione dell>art% 41= c%p% 5 stato oggetto di confutazione nella sentenza in esame% 0i 5 osser#ato, infatti, conformemente a 'uanto gi/ sostenuto da certa parte della dottrina, che nel contesto letterale dell>articolo di legge in 'uestione il legislatore ha fatto ricorso a due differenti espressioni F chiun'ue fuori dei casi di concorsoH e Fpersone che partecipano all>associazioneH, utilizzando le 'uali a#re))e mostrato di #oler necessariamente far riferimento a due realt/ differenti, e

21,

pertanto il termine di concorso non potre))e ritenersi sinonimo di concorso necessario come sostenuto dall>orientamento contrario% *are infatti, logico supporre che se il legislatore avesse voluto far riferimento, all-interno dello stesso comma, per due volte alla stessa fattispecie, avrebbe utilizzato la medesima espressione e non due diverse locuzioni. +i deve dedurre, uindi, che concorso nel reato non significhi partecipazione allo stesso, ma concorso eventuale esterno nel reato associativo/ ; da ritenersi, pertanto che il legislatore abbia inteso ammettere esplicitamente la configurabilit6 di un concorso eventuale nei confronti dell-associazione#. Alteriori argomenti a supporto di tale tesi #engono, infine, desunti anche dalla relazione ministeriale sul progetto al codice penale nel punto in cui illustrando la formulazione del predetto articolo 41= c%p%, ha dimostrato che non possono esser#i du))i sulla configura)ilit/ del concorso e#entuale, in tutte le sue forme, nel reato associati#o%

Pag. 117

C#%c$ si#%i

Alla luce dei principi generali accolti dalla giurisprudenza, con l>autore#ole a#allo della suesposta pronuncia delle 0ezioni Anite Penali della 0uprema Corte, non puJ re#ocarsi in du))io la configura)ilit/ nel nostro ordinamento della figura generale del concorso e#entuale, in tutte le sue forme sia morale che materiale, nel reato di associazione per delin'uere di tipo mafioso% Il discrimine tra la figura del partecipante e 'uella del concorrente de#e, principalmente, essere indi#iduato in un dato oggetti#o attinente alla di#ersa compenetrazione del soggetto nella struttura organizzati#a dell>associazione criminale in oggetto6 mentre il partecipe F entra a far parteH di tale struttura, ri#estendo un preciso FstatusH al suo interno, con conseguente attri)uzione di compiti tendenzialmente sta)ili e conseguente accettazione di regole di o))edienza o##ero di poteri di dare ordini agli altri adepti, il concorrente e#entuale rimane estraneo alla predetta struttura, pur assumendo atti#amente e consape#olmente un comportamento causalmente idoneo a fornire un contri)uto alla #ita dell>ente associati#o%

21=

7>esistenza di procedure ritualistiche di iniziazione non de#e essere considerato l>unico elemento da cui desumere l>attri)uzione dello FstatusH di affiliato all>organigrammma mafioso )en potendo lo stesso essere dimostrato da Ffacta concludentiaH risultando decisi#o, in#ece, il ruolo effetti#o e le modalit/ concrete di adempimento di tale ruolo all>interno della struttura mafiosa% 1a un punto di #ista soggetti#o il discrimine tra concorso e partecipazione #a, unicamente, ricercato in 'uella parte del dolo che consiste nella F#olont/ di fare parte dell>associazioneH re'uisito positi#amente necessario per il partecipe e da escludere per il concorrente e#entuale% Il concorrente e#entuale puJ agire sia con dolo specifico, sia con dolo generico ma 5 necessario che in ogni caso egli si rappresenti che la sua condotta contri)uisce causalmente al mantenimento in #ita o al rafforzamento dell>organizzazione% 7e situazioni in cui il contri)uto del terzo estraneo alla struttura dell>organizzazione mafiosa sia ri#olto a fa#orire o ad age#olare non l>associazione nel suo complesso )ens? i singoli associati, de#ono essere ricondotte sotto di#erse fattispecie incriminatrici, semprecch5 delle stesse ricorrano i relati#i re'uisiti $#% "*<+ 41=+ "<= e "<9 c%p%&

Pag. 119

7a continuit/ dell>apporto non 5 un re'uisito essenziale per l>indi#iduazione del contri)uto del concorrente e#entuale )en potendo configurarsi tale ipotesi anche con riferimento a contri)uti unici ed episodici, a condizione perJ, che anche 'uell>unico contri)uto si ri#eli funzionale al mantenimento in #ita dell>associazione, anche solo in un determinato settore, onde poter perseguire i propri scopi% en potre))e configurarsi, di contro, l>ipotesi di un concorrente esterno che dia un contri)uto continuati#o e tutta#ia rimanga e9traneus perch5 la sua condotta non presenta i contrassegni propri dell>assunzione dello status di socio% 7a ordinaria riconduci)ilit/ dell>apporto del concorrente e#entuale all>area della FpatologiaH o##ero dell> emergenza nella #ita dell>associazione, non preclude la possi)ilit/ che il contri)uto del concorrente presenti caratteristiche non dissimili da 'uello del partecipe ed anzi, che il suo contri)uto si ri#eli piu> pregnante di 'uello posto in essere dal semplice affiliato e tale da cooperare alla conser#azione stessa del sodalizio criminale, purch5 il concorrente rimanga e manifesti la propria #olont/ di rimanere estraneo allo stereotipo dell>associato mafioso%

22*

7>e'uiparazione del trattamento sanzionatorio del concorrente a 'uello del partecipe 5 conseguenziale al modello indifferenziato di responsa)ilit/ concorsuale recepito dal nostro legislatore agli artt% 11* e ss% c%p% !on #i 5 du))io che la distinzione sul piano giuridico tra partecipe e concorrente e#entuale nel reato di associazione mafiosa corrisponda ad una precisa realt/ fenomenologica, acclarata dalla prassi giudiziaria e gi/ e#idenziata nella sentenza del c%d% processo maBi 1, nella 'uale a proposito delle ipotesi di contiguit/ alla mafia si 5 osser#ato che F 'uesto 5 uno dei campi in cui piu> su)dola ed in'uietante 5 l>infiltrazione della componente mafiosa nel tessuto socialeH% Certamente il settore delle relazioni tra soggetti appartenenti al mondo della politica, dell>amministrazione, dell>imprenditoria, delle professioni, della magistratura, della finanza%%, con l>organizzazione mafiosa, o#e non si atteggi in forme di #era e propria integrazione nella predetta struttura criminale, 5 'uello che in modo piu> congeniale si presta alla riconduci)ilit/ giuridica alla figura del concorrente esterno%

Pag. 111

(ale strumento giuridico, seppure a))isogne#ole di una prudente applicazione da parte del giudice, certamente si configura di indu))ia efficacia per la repressione proprio di 'uelle forme di collusione che, tanto piu> pericolose 'uanto piu> su)dole e striscianti, appaiono maggiormente ripro#e#oli e sintomatiche dell>ele#ata capacit/ di infiltrazione della mafia nel tessuto della societ/ ci#ile e pertanto in grado di e#idenziare la potente carica e#ersi#a di tale realt/ criminale%

222

3. II

INCARIC9I CONTRADA

ISTIT56IONALI

RICOPERTI

DALL@IMP5TATO

(R5NO

(enuto conto che, come si a#r/ modo di esaminare nel merito, la condotta di age#olazione posta in essere dall>odierno imputato a #antaggio dell>organizzazione criminale FCosa !ostraH 5 stata resa possi)ile, essenzialmente, in #irtu> del flusso di notizie allo stesso note in relazione ai suoi delicati incarichi istituzionali in settori cruciali dell>apparato dello 0tato, appare opportuno ripercorrere, preliminarmente, le principali fasi della sua carriera onde poterne ricostruire cronologicamente il FcurriculumH% A tal fine #engono utilizzati per la consultazione6 la copia integrale del fascicolo personale del predetto funzionario, esistente presso il 4inistero dell>Interno+ 1ipartimento della Pu))lica 0icurezza+ 1irezione Centrale del Personale $ac'uisito all>udienza del 19/4/1994& e la copia del fascicolo personale dello stesso, esistente presso il 0er#izio per le Informazioni e la 0icurezza 1emocratica $ac'uisito all>udienza del 19/;/199;&% 1ichiarato #incitore del concorso per esami per #ice Commissario di P%0% in pro#a, indetto con decreto ministeriale dell> 1 Giugno 19;<, runo Contrada, dopo a#ere prestato ser#izio, per il

Pag. 113

periodo di pro#a, presso la @uestura di 7atina, pro#eniente dall>Istituto 0uperiore della Polizia di 0tato, con decreto del 4inistro dell>Interno, in data 24 1icem)re 19;9, #eni#a nominato -ice Commissario nel ruolo della carriera diretti#a dell>Amministrazione della P%0%% Per il periodo compreso tra il 2; 7uglio 19;9 ed il 1. Agosto 19,1, #eni#a assegnato, 'uale funzionario addetto, alla @uestura di 7atina, prima all>Afficio Politico, poi alla III. 1i#isione ed infine alla 0'uadra 4o)ile: dal 1. Agosto 19,1 al 4 !o#em)re 19,2 dirige#a il Commissariato di P%0% di 0ezze 8omano $pro#%7atina&, con la 'ualifica di Commissario aggiunto, che consegui#a il 2" Giugno 19,1% In data 1. 7uglio 19,4 #eni#a promosso alla 'ualifica di Commissario% In data 4 !o#em)re 19,2 il funzionario, #eni#a in#iato, dapprima, in missione e successi#amente, dal ;/*2/19,", con formale trasferimento, presso la @uestura di Palermo, do#e #eni#a assegnato alla locale 0'uadra 4o)ile con di#ersi incarichi6 prima 'uale 1irigente della sezione F-olanteH, poi delle sezioni Antimafia ed

224

In#estigati#a ed infine, dal 1. 0ettem)re del 19<", 'uale 1irigente della 0'uadra 4o)ile% 8imane#a nell>incarico di 1irigente della 0'uadra 4o)ile e del C%D%(% $Centro Dperati#o telecomunicazioni attualmente Afficio Controllo del territorio, o##ero di Pre#enzione Generale&, presso la @uestura di Palermo, dal 1. 0ettem)re del 19<" al 2* Dtto)re del 19<,% Con decreto in data 2</,/19<" $gi/ nominato Commissario capo di P%0 dal 1. 7uglio 19<*& #eni#a promosso alla 'ualifica di -ice @uestore Aggiunto, nel ruolo della carriera diretti#a

dell>Amminstrazione della P%0% Assume#a la 'ualifica di 1irigente di P%0% dal "*/,/19<; ed il 2* Dtto)re del 19<, #eni#a nominato 1irigente del Centro Interpro#inciale Criminalpol della 0icilia Dccidentale, rimanendo in tale incarico fino al Gennaio 19=2% Contestualmente a tale incarico, nel periodo compreso tra il 24 7uglio 19<9 ed il 1. 9e))raio 19=*, assume#a temporaneamente la direzione della 0'uadra 4o)ile di Palermo nonch5 del !ucleo di Polizia Giudiziaria presso la locale Procura della 8epu))lica, in

Pag. 115

sostituzione del -ice @uestore Aggiunto dott% Giorgio oris Giuliano, ucciso il 21 7uglio 19<9% Con decreto del Presidente del Consiglio dei 4inistri, in data 2</1/19=2, il -ice @uestore Primo 1irigente della Polizia di 0tato dott% Contrada, #eni#a trasferito nella consistenza organica istituita presso la Presidenza del Consiglio dei 4inistri ed immesso nei ruoli del 0%I%0%1%2%, con attri)uzione della 'ualifica di Colla)oratore, e con l>incarico dal 1;/"/19=2, conferitogli dal 1irettore del 0%I%0%1%2% dott% 2manuele 1e 9rancesco, di 1irettore dell>Afficio di Coordinamento dei Centri 0%I%0%1%2% della 0icilia e della 0ardegna, con sede in Palermo% 0u designazione dello stesso Prefetto 2manuele 1e 9rancesco, all>epoca nominato anche Alto Commissario per il Coordinamento della lotta contro la delin'uenza mafiosa, il dott% Contrada, tra il 0ettem)re 19=2 ed il 1icem)re 19=;, ricopri#a contemporaneamente l>incarico di Capo di Ga)inetto dell>Afficio dell>Alto Commissario, mantenendo 'uello di Coordinatore dei Centri 0%I%0%1%2% della 0icilia, lasciando solo la direzione del Coordinamento per i Centri della 0ardegna%

22,

Il 4/=/19=2 gli #eni#a conferita all>interno del 0er#izio la 'ualifica di -ice 1irettore di 1i#isione ed in data 4/1/19=", assume#a l>incarico di 1irettore del Centro Dperati#o 0peciale 0%I%0%1%2 , con sede presso la Prefettura di Palermo% In data "1 1icem)re 19=; cessa#a dalle funzioni di Capo Ga)inetto dell>Alto Comissario e con decreto del 4inistro dell>Interno, in data "1 1icem)re 19=;, #eni#a re#ocata

l>assegnazione dello stesso dalla 1irezione del Centro Dperati#o 0peciale 0%I%0%1%2 $C%D%0%0%& con sede in Palermo% 1al 1. Gennaio 19=, il funzionario #eni#a trasferito a 8oma, sempre in posizione di fuori ruolo, distaccato presso la Presidenza del Consiglio dei 4inistri, ed assegnato al III. 8eparto del 0%I%0%1%2%, con compiti non operati#i% Con decreto del Presidente del Consiglio dei 4inistri, in data 1"/=/19=;, #eni#a disposto il suo rientro nell>Amministrazione della P%0%, all>interno della 'uale con decreto ministeriale in data "/11/19=; assume#a la 'ualifica di 1irigente 0uperiore della P%0%,

contemporaneamente #eni#a collocato in posizione di fuori ruolo, per il periodo di tre anni, presso la Presidenza del Consiglio dei 4inistri, per la riassegnazione al 0%I%0%1%2%, all>interno del 'uale, in data 2"

Pag. 117

7uglio 19=;, gli #eni#a attri)uita la 'ualifica di 1irettore di 1i#isione: il suo collocamento in posizione di fuori ruolo #eni#a prorogato di altri tre anni, a decorrere dal 1"/*=/19==, con decreto in data 1;/*</19==, ed ancora fino al "1 Dtto)re 1991 con decreto in data 1*/*=/1991% All>interno del 0%I%0%1%2 il "1/;/19=< assume#a la direzione del Coordinamento dei Gruppi di 8icerca latitanti: in data =/=/19=9 #eni#a temporaneamente sospeso da tale incarico ed assegnato al 0er#izio Ispetti#o, riassumendo la direzione del Coordinamento Gruppi di ricerca a decorrere dal ,/"/199*% !el periodo 19==+199* il funzionario non consegui#a a#anzamenti di 'ualifica nell>am)ito del 0er#izio% Con decreto del Presidente della 8epu))lica, in data 2, 4arzo 1991, il dott% Contrada, gi/ 1irigente 0uperiore della Polizia di 0tato, #eni#a nominato 1irigente Generale della Polizia di 0tato, ed anche nella nuo#a 'ualifica #eni#a mantenuto nella consistenza organica istituita presso la Presidenza del Consiglio dei 4inistri % In data 1 Giugno 1991 #eni#a nominato 1irigente del Coordinamento Dperati#o dei Centri 0%I%0%1%2% del 7azio e con

22=

pro##edimento del 1irettore pro+tempore del 0er#izio, in data 14/,/1991, gli #eni#ano conferite le funzioni di -ice Capo 8eparto% Con decreto del Presidente del Consiglio dei 4inistri in data 24 Dtto)re 1991 #eni#a disposta la proroga per altri tre anni, a decorrere dal 1. !o#em)re 1991, del trasferimento del funzionario nella consistenza organica presso la Presidenza del Consiglio dei 4inistri% In data 2 Gennaio 199" il Presidente del Consiglio dei 4inistri decreta#a la cessazione del 1irettore generale della P%0% runo

Contrada, dalla posizione di fuori ruolo e ne dispone#a il rientro nell>Amministrazione di pro#enienza% Con decreto del 1;/1/199" il Capo della Polizia, ne decreta#a la sospensione cautelare o))ligatoria dal ser#izio, ai sensi dell> art% 9 comma I del 1%P%8% n.<"</19=1, a decorrere dal 1"/1/199", data in cui lo stesso rientra#a effetti#amente nei ruoli della Polizia di 0tato, dopo essere stato mantenuto fino a 'uell>epoca in posizione di fuori ruolo presso la Presidenza del Consiglio dei 4inistri%

Pag. 119

CAP. III MOTIVI DELLA DECISIONE

LE DIC9IARA6IONI DEI COLLA(ORATORI DI GI5STI6IA. ATTENDI(ILITG INTRINSECA 7 VERI*ICA DEI RISCONTRI ESTRINSECI 7 VAL5TA6IONI IN ORDINE AL CONTRI(5TO PRO(ATORIO O**ERTO.

1. III

LE DIC9IARA6IONI DI GASPARE M5TOLO.

Gi/ condannato con sentenza irre#oca)ile, emessa nell>am)ito del c%d% processo maBi+uno, contro A))ate Gio#anni ed altri, alla pena di anni tredici e mesi dieci di reclusione e lire ,*%***%*** di multa, siccome ritenuto responsa)ile dei reati di associazione per delin'uere, associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti nonch5 di detenzione a fini di spaccio di tali sostanze, Gaspare 4utolo 5 risultato, con certezza, appartenere alla famiglia mafiosa di Partanna+ 4ondello, nell>am)ito della 'uale egli 5 stato Fuomo di fiduciaH di 8osario 8icco)ono, gi/ capo+mandamento e componente della

2"*

FcommissioneH, organo posto al #ertice di FCosa !ostraH $cfr% sentenze gi/ citate, emesse nell>am)ito del maBi processo, ac'uisite alle udienze del ,/;/1994&% !ell>am)ito del predetto procedimento penale 5 stata accertata la centralit/ del suo ruolo criminale di spacciatore di sostanze stupefacenti, reperite sia in Italia che all>estero, ed in particolare 5 stato indi#iduato come uno dei principali organizzatori del traffico di droga intercorrente tra la 0icilia e la (hailandia, ruolo e#idenziato da una pluralit/ di uni#oche fonti di pro#a a suo carico $cfr% dichiarazioni di uscetta e di Contorno nonch5 confessioni di Gasparini ah Min, di 1e Caro Carlo, tutte compro#ate da

Gianfranco, di Moh

numerose intercettazioni telefoniche in atti&, emerse gi/ nell>am)ito del primo grado del predetto giudizio e, successi#amente, oggetto di ulteriore conferma a seguito delle dichiarazioni di 9rancesco 4arino 4annoia, determinatosi a colla)orare con la giustizia, durante la cele)razione del giudizio di appello dell>indicato procedimento penale% !el corso dell>odierno di)attimento, Gaspare 4utolo, ha dichiarato di essere stato affiliato all>organizzazione criminale FCosa

Pag. 131

!ostraH a far data dal 19<" $cfr% dichiarazioni rese dal 4utolo all>udienza del </,/1994&% !el periodo della propria lunga militanza in tale associazione criminale, egli ha confessato di a#ere commesso molteplici delitti, tra cui estorsioni, rapine, se'uestri di persona, atti dinamitardi, contra))ando di sigarette, traffico di stupefacenti nonch5 numerosi omicidi: egli ha dichiarato di a#ere gi/ scontato, prima della propria colla)orazione con la giustizia, circa #entun>anni di detenzione in carcere $cfr% ff% 2* e 21+ 1*, trascr% cit%&% La riferito che i suoi primi contatti con l>am)iente mafioso risali#ano ad un>epoca in cui, ancora molto gio#ane, la#ora#a alle dipendenze di tale -etrano 0al#atore, $Fuomo d>onoreH della famiglia di 0tefano ontate&, in un garage a Palermo, nella #ia 4onte 0anto,

fre'uentato da molti mala#itosi tra cui Carmelo !apoli, 0tefano 7eale ed altri% La dichiarato di essere stato detenuto, intorno al 19,4+19,;, per reati contro il patrimonio, nel carcere dell>Acciardone di Palermo, do#e a#e#a a#uto modo di conoscere molti Fuomini d>onoreH tra cui 8occo 0emilia, Gioacchino 4ansueto, Ignazio 0aputo, Gio#anni 0puchis e lo stesso 0al#atore 8iina%

2"2

1a 'uel periodo in poi, proprio il 8iina a#e#a assunto un atteggiamento di protezione nei suoi confronti6 'uando 4utolo #enne trasferito alla casa penale di Augusta il 8iina gli a#e#a consegnato un )iglietto di raccomandazione da esi)ire a tale -incenzo 1i 4aria, Fuomo d>onoreH della famiglia dell>Aditore: appena rientrato nel carcere di Palermo, grazie all>interessamento sempre del 8iina, era stato trasferito in una cella con altri Fuomini d>onoreH: ed infine, dallo stesso 8iina, al 'uale il 4utolo a#e#a riferito dei gra#i dissidi esistenti in 'uel periodo all>interno della famiglia di Partanna+ 4ondello, a#e#a rice#uto la raccomandazione di mettersi sotto la protezione di F0aroH 8icco)ono una #olta uscito dal carcere $cfr% ff% 4 e ; trascr% in atti ud% cit%&% !el periodo in cui 4utolo, fuori dal carcere, a#e#a ripreso la propria atti#it/ delin'uenziale, sempre nel settore dei reati contro il patrimonio unitamente al cognato -incenzo 1e Caro e a tale -incenzo 4arino, egli a#e#a a#uto modo di recarsi presso la )ottega di ferramenta del fratello del 8icco)ono, allo scopo di farsi segare le canne di un fucile: in tale luogo egli a#e#a incontrato F0aroH 8icco)ono che gli a#e#a chiesto spiegazione sul conto di alcuni furti perpretati nella zona di Partanna+4ondello: in tale occasione 4utolo,

Pag. 133

accatti#andosi le simpatie del 8icco)ono, gli a#e#a riferito il consiglio rice#uto da 0al#atore 8iina e della sua intenzione di non fare nulla che potesse nuocergli% 1a 'uel momento era, cos?, iniziata un>intensa fre'uentazione tra i due sfociata di l? a poco nell>iniziazione del 4utolo per iniziati#a dello stesso 8icco)ono, di cui il neo+affiliato era successi#amente di#entato uno degli uomini piu> fidati $cfr% ff% < e = trascr% cit&% !ei )re#i inter#alli di tempo in cui il 4utolo era rimasto in stato di li)ert/ a#e#a a#uto occasione di incontrarsi con il 8iina, sia a 4onreale che presso una masseria in 0%Giuseppe Nato, prestandosi anche a fargli da autista% Il 21/9/19,9, nuo#amente tratto in arresto, era riuscito a farsi trasferire presso l>Dspedale Psichiatrico Giudiziario di Pozzo di Gotto, insieme a Paolo personaggi mafiosi% Il 4utolo ha spiegato che in 'uel periodo i mafiosi erano soliti farsi dichiarare semi+infermi di mente, al fine di usufruire di sconti di pena considere#oli, grazie ai referti di alcuni medici compiacenti e lui stesso, nel caso in oggetto, grazie all>intercessione di tale Gaetano Carini, Fuomo d>onoreH della famiglia di Porta !uo#a $compare di arcellona

ontate, Ignazio Gnolfo ed altri

2"4

4ichele FCa#ataioH ed imputato per la strage di -%le 7azio&, che era molto amico del prof% 4adia, era riuscito ad ottenere una perizia che lo a#e#a riconosciuto semi+infermo di mente $cfr% ff% 12 e 1" trascr% cit%&% !el 19<", 'uando il 4utolo era uscito dal carcere, a#e#a cercato di rintracciare, per il tramite di un suo cognato, il 8icco)ono che in 'uel periodo si tro#a#a nellla zona di !apoli% 0ta)ilito il contatto, il 8icco)ono gli a#e#a affidato l>incarico di accompagnare la madre a !apoli, do#e, di l? a poco il 4utolo si era trasferito% 1opo pochi giorni di permanenza in tale citt/, in cui il colla)orante era stato inserito dal 8icco)ono nell>am)iente

delin'uenziale facente capo ai !u#oletta, il 4utolo insieme ad altre due persone, tali -accaro e Gioacchino 1i ella, era stato tratto in

arresto perch5 in possesso illegale di armi e, ristretto in carcere per circa 4* giorni dopo la condanna con rito direttissimo% All>uscita dal carcere a#e#a tro#ato ad attenderlo una F4ercedesH con a )ordo il 8icco)ono ed Angelo !u#oletta, e di l? a 'ualche giorno, era stato formalmente cele)rato il suo rito di affiliazione alla FfamigliaH facente capo al 8icco)ono, all>interno

Pag. 135

dell>a)itazione di 7orenzo !u#oletta, alla presenza di 'uest>ultimo, del 8icco)ono, di 4anuele 1>Agostino e di altri $il colla)orante ha indicato 'uale data approssimati#a della sua cerimonia di iniziazione il 7uglio 19<" cfr% f% 1= trascr% cit&% !ell>introdurre, in sede di esame da parte del P%4%, l>argomento relati#o ai rapporti tra FCosa !ostraH ed uomini appartenenti alle 9orze dell>Drdine, il 4utolo ha riferito che intorno al 19<; FCosa !ostraH, rappresentata al suo massimo #ertice dal c%d% trium#irato ontate+8iina+ adalamenti, era fermamente decisa ad e#itare che le 9orze dell>Drdine inoltrassero all>A%G% denunce a#enti ad oggetto esclusi#amente il reato di associazione per delin'uere, in 'uanto attra#erso tali denunce gra#issimi danni erano deri#ati agli uomini d>onore, esposti a continui arresti per 'ualun'ue fatto delittuoso di una certa gra#it/ che si potesse #erificare nel territorio della loro FegemoniaH mafiosa% (ali denunce rappresenta#ano, 'uindi, per FCosa !ostraH il punto piu> temuto dell>attacco alla mafia da parte delle Istituzioni ed era concorde l>opinione di e#itarle ad ogni costo $cfr% f% 1"; trascr% cit%&%

2",

1ue di#erse strategie, perJ, si erano delineate all>interno dell>organizzazione criminale per raggiungere il comune o)ietti#o6 ontate e adalamenti erano piu> propensi ad adottare una linea piu> Fmor)idaH che consiste#a nel tentare prima l>assoggettamento alle esigenze di FCosa !ostraH degli uomini dello 0tato piu> FpericolosiH per la mafia e, solo in caso di soggetti irriduci)ili, procedere alla loro eliminazione fisica: il 8iina, in#ece, si era dimostrato fa#ore#ole ad adottare una soluzione drastica di eliminazione diretta ed esemplare dei piu> temi)ili a##ersari $cfr% ff 24 e ss% + ff% 2*4 e ss% trascr% cit%&% Per 'uanto, in particolare, riguarda gli appartenenti alle 9orze dell>Drdine, erano stati indi#iduati tre o)ietti#i in Giuliano, 1e 7uca e Contrada, che essendo all>epoca ai #ertici della @uestura di Palermo, erano considerati i soggetti responsa)ili della trasmissione all>A%G dei predetti rapporti di denuncia% 7o stesso 4utolo, insieme a 4icalizzi 0al#atore, altro Fuomo d>onoreH della famiglia di Palla#icino, era stato incaricato di controllare gli spostamenti e le a)itudini dei predetti funzionari per tenersi pronti ad e#entuali azioni FdrasticheH nei loro confronti% Il 4utolo, ha, 'uindi, riferito che per il dott% Contrada, #i era stata una notizia, fatta per#enire da Angelo Graziano, Fuomo d>onoreH

Pag. 137

del

orgo, e da Galatolo Giuseppe, Fuomo d>onoreH dell>Ac'ua

0anta, secondo cui era possi)ile indi#iduarlo presso un appartamento nella #ia Guido Nung, che fre'uenta#a con una certa assiduit/, in compagnia femminile, e che gli era stato Fmesso a disposizioneH dallo stesso Graziano per il tramite di soggetti che il 4utolo non ha saputo indicare non essendogli stati riferiti $cfr% ff% 2=+"4+";+",+ 1,1 e ss + 2*= e ss%&% In un> occasione, che il colla)orante ha collocato

approsimati#amente intorno alla fine del 19<;, dopo alcuni appostamenti, il dott% Contrada era stato #isto da 4utolo e da 4icalizzi 0al#atore, intorno alle h%1<,"*, fare ingresso con una auto#ettura nel posteggio posto sul retro dell>edificio indicato dal Graziano, senza l>assistenza di uomini di scorta% In tale epoca, 'uindi, secondo il colla)orante, il dott% Contrada era ancora considerato un possi)ile o)ietti#o dell>azione cruenta della mafia che lo ritene#a un suo a##ersario e ne osser#a#a i mo#imenti prima di decidere la strategia da adottare nei suoi confronti $cfr% ff% 2= e ss trascr% cit%&% !ello stesso periodo il Graziano Angelo, come riferito dal colla)orante, seppur Fuomo d>onoreH a tutti gli effetti, non era ancora

2"=

all>attenzione degli In'uirenti, essendo riuscito a mantenere un>apparenza di costruttore FpulitoH $cfr% f% ", trascr% cit%&% !el 4aggio del 19<, 4utolo era sato, nuo#amente tratto in arresto, e nel corso della sua detenzione non a#e#a a#uto piu> modo di apprendere notizie sul conto del dott% Contrada e della sorte riser#atagli da parte del #ertice di FCosa !ostraH $cfr% f% "=+ e f%2*9&% Ascito dal carcere, in un periodo che il colla)orante ha collocato tra il 9e))raio 19=1 $data del primo permesso concessogli dal Giudice di 0or#eglianza, trascorso a Palermo& ed il 4aggio 19=1 $data in cui egli era stato ammesso al regime della semi+li)ert/& 4utolo a#e#a a#uto occasione di apprendere direttamente da 8osario 8icco)ono che Contrada era ormai passato a FdisposizioneH della mafia $cfr% ff% "9 e ss%+ 2*9 e ss trascr% cit%&% 7>occasione della ri#elazione trae#a spunto dalla circostanza che, circolando in citt/ con due macchine sporti#e di grossa cilindrata, il 4utolo a#re))e potuto im)attersi in 'ualche controllo di Polizia ed il 8icco)ono per tran'uillizzarlo gli a#e#a detto 6 Hse ti portano in )uestura non ti preoccupare, che c-; il dott. "ontrada H% A tal punto 4utolo si era mera#igliato ricordando che il dott% Contrada era stato, in passato, ritenuto un possi)ile o)ietti#o da

Pag. 139

eliminare ma il 8icco)ono gli a#e#a detto testualmente6 H non ti preoccupare, uesto ; "osa &ostra#, una persona che si mette a disposizione, anzi, se chiss6, ualche volta ti fermano, basta che vai in )uestura, chiedi subito di luiH $cfr% ff% 4* e 41 trascr% ud% cit%&% Per spiegare a 4utolo 'uanto il dott% Contrada fosse di#entato FamicoH il 8icco)ono gli a#e#a, 'uindi, raccontato che per )en tre #olte, nel corso della sua latitanza, mentre risiede#a in appartamenti siti nella zona tra la #ia 1on Drione, la #ia Guido Nung e la #ia Ammiraglio 8izzo, a Palermo, il dott% Contrada, per il tramite dell>a##%to 9ileccia, lo a#e#a a##isato in tempo in ordine ad imminenti operazioni di Polizia consentendogli di sottrarsi alla cattura $il colla)orante ha collocato tali delazioni in un arco temporale di non precisa determinazione, in epoca compresa tra gli anni 19<<+<9+=*, ma certamente precedente al 19=1 epoca in cui 4utolo era gi/ uscito dal carcere ed il 8icco)ono, che gli a#e#a raccontato il fatto, non risiede#a piu> in 'uella zona, peraltro non piu> ricompresa nel mandamento del 8icco)ono che si era ristretto a #antaggio della zona di pertinenza del mafioso 9rancesco 4adonia cfr% ff% 41+ ;<+;=+ ff% 22, e ss trascr% ud% cit%&%

24*

In tali occasioni il 8icco)ono, fortemente infastidito per essere stato costretto a lasciare tre dei suoi appartamenti, e tra 'uesti anche un attico completamente arredato nella predetta zona per il 'uale a#e#a speso cifre esose, a#e#a maturato il con#incimento che 'ualcuno del 'uartiere $egli sospetta#a di tale F!inoH Pipitone che a)ita#a in #ia Ammiraglio 8izzo& fornisse informazioni confidenziali alla Polizia sui suoi spostamenti e fu cos? che a#e#a deciso di incontrarsi con il dott% Contrada per a#ere un riscontro a tali suoi sospetti $cfr% ff% 222+22"+22;+22=+2"* trascr% cit%&% I due si erano, 'uindi, incontrati, grazie all>intermediazione dell>a##%to 9ileccia presso lo studio di 'uest>ultimo, ma il dott% Contrada si era rifiutato di fare il nome del confidente perch5 era e#idente che il 8icco)ono apprendendone l>identit/ lo a#re))e sicuramente ucciso: da tali ammissioni il 8icco)ono a#e#a capito che F'uesto contattoH con il confidente oltre al dott% Contrada lo a#e#ano anche altre persone e pertanto la fonte sfuggi#a al suo completo controllo $cfr%ff% 41 e ss + 1=4+ 1=< e ss% trascr% cit%&% !elle di#erse occasioni in cui 8icco)ono a#e#a a#uto modo di parlare del dott% Contrada con 4utolo, gli a#e#a s#elato di non essere stato lui ad a#ere i primi contatti con il dott% Contrada )ens? 0tefano

Pag. 141

ontate, che appartenendo alla componente di FCosa !ostraH che pri#ilegia#a la strategia dell> Fa##icinamentoH dei personaggi FscomodiH, a#e#a contattato il dott% Contrada, attra#erso due soggetti6 il conte Arturo Cassina, gi/ in contatto con ontate per a#ere assunto come propria persona di fiducia all>interno della propria azienda tale Gio#anni (eresi, sotto+capo della famiglia mafiosa del ontate: ed

altra persona della 'uale il colla)orante, all>udienza del </,/1994, non ha potuto fare il nome per esigenze di segreto in#estigati#o a#anzate dal P%4%, ma che in una successi#a udienza $dell>1/,/199;& ha ri#elato essere il dott% Pietro Purpi, dirigente del II. distretto di Polizia, sito nella #ia 8oma $cfr% ff% 44 e ss% 24,+24= trascr% cit%&% (ali iniziali Famichevoli contattiH del Contrada con ontate

successi#amente si erano consolidati ed estesi al 8icco)ono ed anche ad altri soggetti appartenenti a FCosa !ostraH tra i 'uali 4utolo ha citato l>Inzerillo, F (otJH 0caglione, 4ichele Greco e 0al#atore 8iina % A tal fine 4utolo ha precisato che 'uando una persona F importante H si mette Fa disposizione di "osa &ostraH, i fa#ori non puJ piu> farli soltanto a determinate persone ma sostanzialmente a##iene un suo graduale asser#imento all>intera organizzazione criminale ed a suo complessi#o #antaggio $cfr% testualmente ff% 4; e 4< trascr% ud% del

242

</,/1994 Fil Aiccobono mi dice, tramite il conte "assina ed un-altra persona, che +tefano :ontate fu il primo ad avere uesti contatti, diciamo amichevoli con il dott. "ontrada, che dopo, insomma, si sono rafforzati anche con il Aiccobono, e che, a dire del Aiccobono, anche con altre persone come Inzerillo, come 7ot, +caglione, come Bichele .reco, insomma, ed i favori li aveva fatti anche a Aiina e ad altre persone#.... # perch; uando ci sono ueste persone, diciamo importanti, che sono a disposizione di un uomo d-onore a livello di +tefano :ontate o di +aro Aiccobono o di Bichele .reco, non ; che il favore lo possono fare soltanto a uelle persone, cio; tra loro pezzi grossi%%%%H&% Il colla)orante ha riferito che il rapporto tra ontate e Cassina, piu> risalente nel tempo, si era concretizzato dopo il se'uestro del figlio del conte Cassina, uno degli imprenditori piu> importanti di Palermo, che per e#itare ulteriori azioni criminali ai danni della propria famiglia a#e#a chiesto F la protezioneH di 0tefano ontate,

F)ossH della zona in cui lo stesso Cassina a#e#a la sua #illa: a suffragare tale rapporto il Cassina a#e#a assunto nella sua azienda il (eresi detto F u pacchiuniH, che il 4utolo ha dichiarato di a#ere #isto ancora la#orare nell> azienda dei Cassina nel 19=1, e tale F2nzuccioH

Pag. 143

0utera, Fuomo d>onoreH della famiglia di Partanna+4ondello, impiegato presso l>azienda del figlio del Cassina, il 'uale a#e#a un ufficio nella zona di Cardillo: a detta del colla)orante si era trattato di assunzioni fittizie, di mera copertura, fatte a titolo di Ffa#oreH da parte dell>azienda Cassina % sapevo tassativamente che era molto bravo perch; aveva assunto uesto 3nzuccio +utera, va bene, pur non

lavorando era messo in regola come copertura, diciamo, chiss6 lo volevano mandare al confino lui poteva dire2 no io lavoroC uguale ; per .iovanni 7eresiH cfr% ff% 49 e ss +249 trascr% cit%&% Il 4utolo ha, poi, dichiarato di sapere che il conte Cassina a#e#a, a sua #olta, un rapporto con il dott% Contrada perch5 erano entram)i appartenenti a 'uella che il 4utolo ha definito Funa loggiaH F una specie di massoneria H che 5 a 4onreale, che nel corso della propria deposizione ha specificato essere l>ordine dei Ca#alieri del 0anto 0epolcro $cfr% ff% 4=+ 49 e 1;4 e ss%&% (ra gli altri specifici episodi sul conto del dott% Contrada riferiti sempre dal 8icco)ono al 4utolo 'uesti ha ricordato 6 1& un episodio #erificatosi nel periodo del !atale 19=1, 'uando 4utolo si tro#a#a semi+li)ero in licenza a Palermo, mentre i due si tro#a#ano insieme a fare i conti relati#i ai pro#enti

244

dell>associazione, 8icco)ono a#e#a detto a 4utolo che era necessario detrarre la somma di O 1;%***%*** utilizzata per fare un regalo al dott% Contrada, un>auto#ettura Alfa, da destinare ad un>amante del dott% Contrada $testualmente cfr% f% ;1 trascr% cit% Fdice che uesti 1= milioni erano serviti per farci un regalo al dott. "ontrada, che si doveva comprare una macchina, un-$lfa, ad una donna che aveva il dott. "ontrada sull>episodio cfr% anche ff% 1<4 e ss trascr% cit%&: 2& altro episodio a#ente ad oggetto un cugino di 4utolo Gaspare, tale Gaetano 0iracusa, imprenditore edile che, a detta del colla)orante, a#e#a costruito un palazzo nel periodo P<4+><;, in societ/ con lui e con il 4icalizzi 0al#atore nella #ia Ammiraglio Cagni n. 2", nella zona di Palla#icino e con il 'uale la societ/ era stata sciolta, con l>attri)uzione di due appartamenti in propriet/ al 4utolo ed al 4icalizzi, a seguito dei fatti relati#i all>omicidio Cappiello per il 'uale il 4utolo si era reso latitante% In ordine a tale episodio il colla)orante ha riferito che, nel 19=1 in occasione dei funerali della madre del 4utolo, il cugino 0iracusa lo a#e#a contattato per dirgli, molto preoccupato, che gli a#e#ano

Pag. 145

impedito di costruire un altro palazzo nella #ia Ammiraglio Cagni, costringendolo, con continue telefonate dal gra#e tenore

intimidatorio, ad a))andonare il progetto gi/ realizzato, senza rice#ere alcuna contropartita in denaro: il 4utolo lo a#e#a rassicurato dicendogli che si sare))e occupato lui di chiarire la faccenda% Parlando, 'uindi, dell>accaduto con il 8icco)ono, 4utolo a#e#a appreso da 'uest>ultimo che il cugino a#e#a denunciato in #ia confidenziale al dott%Contrada le pressioni estorsi#e su)ite da parte della mafia di Palla#icino e che a#e#a per 'uesto rischiato di essere ucciso in 'uanto Contrada, a sua #olta, a#e#a riferito l>informazione allo stesso 8icco)ono: 'uesti, solo per rispetto nei confronti di 4utolo, a#e#a e#itato di uccidere il 0iracusa al 'uale a#e#a, comun'ue, impedito di proseguire la propria atti#it/ imprenditoriale nella zona $testualmente cfr% ff% ;1 e ss% trascr% cit% + 4utolo chiede al 8icco)ono6 H +aro, ma uesto discorso che a mio cugino ci arrivano telefonate di non venire piu- ua a *allavicino ual-;Q F + 8icco)ono6 F 3- un cornutazzo, dice, tuo cugino, e non lo hanno ammazzato solo perch; ; tuo cugino...... ci disse al dott. "ontrada ca i mafiosi che ci sono a *allavicino sono dei vampiri ca ci sucano u sangu# #% f% ;" trascr% cit%&%

24,

Il 4utolo a#e#a insistito per sapere dal cugino se la circostanza delle denunce confidenziali al Contrada fosse #era, rice#endone nette smentite: solo a seguito della precisa contestazione da parte del 4utolo, che si sapeva con precisione# che l>incontro tra i due si era #erificato all>interno del Palazzo di Giustizia $tale particolare era stato ri#elato sempre dal 8icco)ono al 4utolo nel corso di un successi#o collo'uio&, il 0iracusa a#e#a fatto delle parziali ammissioni in ordine ad un suo possi)ile incontro con il dott% Contrada all>interno del Palazzo di Giustizia a#ente perJ altro oggetto non meglio specificato: tali tardi#e e necessitate ammissioni da parte del cugino a#e#ano fatto capire al 4utolo che il fatto era realmente accaduto $testualmente + 8icco)ono a 4utolo 6H dicci che ci parl, o 7ribunale H + 4utolo al 0iracusa6 F 7anino, guarda che a te ti hanno visto, cio; sanno con precisione, non lo so come, che tu ci ricisti o dott. "ontrada + 0iracusa al 4utolo6 F &o .aspare, pu, darsi che effettivamente io ci parlavo per ualche cosa lecita e ualcuno ha immaginato uestoH cfr% f% ;4 trascr cit%&% 0uccessi#amente il 4utolo a#e#a recuperato tre o 'uattro milioni del progetto fatto dal cugino che tali FCara#ellaH non gli

Pag. 147

a#e#ano corrisposto, intimandogli, perJ, di non costruire piu> nella zona di Palla#icino% Parlando, poi, del peculiare rapporto di amicizia che lo lega#a al 8icco)ono, 4utolo ha riferito che egli era l>unico componente della famiglia di Partanna+4ondello che di#ide#a con il capo anche la casa6 nel corso della comune latitanza i due a#e#ano, infatti, a)itato insieme con le rispetti#e famiglie, sia a Palermo, in #ia Ammiraglio 8izzo, che a Cinisi, a Passo di 8igano e a -illa Grazia: in 'uel periodo tra il 19<" ed il 19<,, i due in stato di latitanza, erano costretti a spostarsi continuamente da una casa ad un>altra per e#itare di essere catturati% !el 19=1, 4utolo, tornato in li)ert/ dopo il periodo di carcerazione sofferto, si era reso conto che il 8icco)ono, seppur ancora latitante, era molto piu> tran'uillo di prima e risiede#a in modo piu> sta)ile in alcuni #illini, di sua propriet/, siti a 4ondello, a Palla#icino e a 0ferraca#allo, nella zona sul mare denominata F arcarelloH % !ello stesso periodo egli, in piu> occasioni, lo a#e#a accompagnato in locali pu))lici $al ristorante F0impathR H di 4ondello + da F0ettimoH a 4onreale ecc%& a#endo modo di notare che

24=

il 8icco)ono s#olge#a i suoi traffici tran'uillamente spostandosi in giro per la citt/ con la sua auto#ettura $cfr% ff% ;= e ss%&% Ad ulteriore conferma della circostanza che, negli anni F=*, la notizia della disponi)ilit/ di Contrada era a))astanza diffusa all>interno di FCosa !ostraH, il colla)orante ha riferito altri due episodi, a#enti origine da specifici accadimenti, nel corso dei 'uali egli a#e#a a#uto l>occasione di parlare con altri appartenenti a FCosa !ostraH del dott% Contrada o 'uantomeno nel corso dei 'uali la predetta notizia era stata ritenuta patrimonio comune di conoscenza nei collo'ui con esponenti di FCosa !ostraH% 4utolo ha ricordato che nell>anno 19=2 a#e#a su)ito da parte della 0'uadra 4o)ile di Palermo, presso la propria a)itazione, una per'uisizione che per poco non a#e#a portato alla scoperta di un grosso carico di eroina, che a#e#a celato all>interno di due grosse #aligie con doppi fondi riposte nella macchina posteggiata nel garage, locale do#e, perJ, la per'uisizione non era stata estesa $cfr% ff% 211 e ss trascr% ud% </,/1994 e ff% <1 e ss% trascr% ud% 12/</1994&% Atteso il gra#e rischio corso in 'uell>occasione, 4utolo, commentando successi#amente l>accaduto con alcuni esponenti di FCosa !ostraH, ed in particolare con 'uelli che come lui erano

Pag. 149

interessati a 'uel traffico di stupefacenti $ha indicato con certezza Gaetano Carollo, Greco detto F0carpaH, 4icalizzi 0al#atore, Galatolo -incenzo e FPinoH 0a#oca& si era lamentato del fatto che il dott% Contrada non a#e#a a##isato per 'uella per'uisizione ed a#e#a appreso che il responsa)ile di 'uella operazione di Polizia non era certo stato Contrada )ens? il dott% Cassar/% A proposito di tali commenti 4utolo ha, 'uindi, precisato che certamente i personaggi mafiosi piu> importanti di alcune famiglie mafiose, in 'uell>epoca, erano a conoscenza dei rapporti che il dott%Contrada intrattene#a con FCosa !ostraH $cfr% f%<4 trascr% ud% 12/</1994&% A tal proposito de#e segnalarsi un altro episodio di cui ha riferito il colla)orante a#ente ad oggetto un collo'uio dallo stesso a#uto con Porcelli Antonino mentre entram)i si tro#a#ano detenuti presso il carcere di Palermo% 7>episodio trae#a spunto dalla colla)orazione con la giustizia, iniziata formalmente nel 19=, di 1e Caro -incenzo, cognato di 4utolo, che 'uest>ultimo ha negato essere Fuomo d>onoreH a conoscenza di notizie di rilie#o concernenti i segreti di FCosa !ostraH $cfr% ff% 12 e ss% ,4 e ss trascr% ud% 12/</1994 +&%

2;*

An giorno Porcelli Antonino, reduce da un>udienza in (ri)unale in cui a#e#a reso la propria deposizione il citato 1e Caro -incenzo, a#e#a chiamato 4utolo, ristretto nel medesimo carcere a Palermo, e collo'uiando con lui attra#erso le finestre delle rispetti#e celle che si affaccia#ano nel medesimo cortile interno del carcere, gli a#e#a detto con tono concitato, che suo cognato sta#a accusando tutti i mafiosi di essere delatori della Polizia mentre 4utolo do#e#a )en sapere che i rapporti che c>erano con Contrada non trae#ano origine da rapporti confidenziali )ens? da fa#ori che Contrada face#a all>organizzazione $testualmente 6 Ftuo cognato ci sta prendendo anche per spioni, dice, che noi eravamo confidenti di *olizia, dice, ma tu lo sai ....che uesti contatti con "ontrada erano non perch;, cio; il Aiccobono ci dava delle notizie, ma semplicemente perch; avevamo dei favoriH cfr% f% ,= trascr% ud% 12/</1994'. !el corso del suo esame di)attimentale il 4utolo ha, diffusamente, parlato delle fasi iniziali della propria colla)orazione e del momento in cui egli a#e#a a#uto modo di ri#elare, per la prima #olta, a magistrati le notizie in proprio possesso sul conto del dott% Contrada%

Pag. 151

In generale il colla)orante ha premesso di a#ere sempre saputo, fin dai primi anni della propria appartenenza a F Cosa !ostra F, delle numerose infiltrazioni che tale organizzazione a#e#a all>interno delle Istituzioni $Fsapevo che in contatto con l-ambiente mafioso non c-erano soltanto i mafiosi ma c-erano industriali, ualche

magistrato, poliziotti, avvocati, politici...#& e di essere stato, altres?, pienamente consape#ole del gra#e rischio che si corre#a di essere screditato nel riferire proprio in ordine a tali infiltrazioni $cfr% ff% 22%2" trascr% cit%&% 2> stato accertato, nel corso dell>esame di)attimentale, che il primo #er)ale di interrogatorio in cui 4utolo ha parlato a magistrati della Procura di Palermo del dott% Contrada reca la data del 2"/1*/1992 $cfr% f% ,< trascr% cit%&% 4utolo, perJ, si 5 detto certo di a#ere gi/ parlato del dott% Contrada, prima di tale #er)alizzazione, con il giudice orsellino e,

forse anche con il dott% 9alcone, nelle primissime fasi, prodromiche alla propria formale colla)orazione con la 4agistratura $cfr% ff% ,=+ <;+ <, trascr% cit%&% 0ul punto ha dichiarato che nel 0ettem)re del 1991, mentre si tro#a#a detenuto nel carcere di 0poleto, a#e#a cominciato a maturare

2;2

l>idea di colla)orare con la giustizia, da un lato per i Fpro)lemiH che lo stesso ha riferito di a#ere a#uto all>interno di FCosa !ostraH che a#e#a eliminato 'uasi tutti i suoi alleati al suo interno ed a#e#a gi/, sin dal 19=9, posto in essere un progetto per eliminare anche lui, dall>altro, perch5 a#endo appreso della #olont/ del 4inistro 4artelli di rafforzare la lotta alla mafia, a#e#a maturato l>idea che si fossero create le condizioni per interrompere i propri legami delin'uenziali e colla)orare con la giustizia $cfr% ff% << e ss trascr% ud% </,/1994 + sul punto relati#o all>eliminazione durante la detenzione di 4utolo dei piu> importanti esponenti della famiglia di Partanna+4ondello, sui dissidi che lo stesso 4utolo a#e#a a#uto sucessi#amente al 19=2 in ordine a talune sue propriet/ immo)iliari, fittizziamente intestate a personaggi di comodo, e che l>organizzazione non #olle riconoscergli a dimostrazione dell>isolamento in cui #enne a tro#arsi 4utolo dopo la soppressione per lupara )ianca del suo capo 8osario 8icco)ono nonch5 del fallito progetto di eliminazione ai sui danni e del suo successi#o trasferimento in (oscana ed in altre regioni del nord Italia do#e s#olse i propri traffici nel settore degli stupefacenti + cfr%anche dichiarazioni rese dal colla)orante all> ud% del 12/</1994 + ff% 2" e ss+ ;4 e ss% trascr% in atti&%

Pag. 153

In tale contesto moti#azionale 4utolo, nell>Dtto)re del 1991, a#e#a deciso, 'uindi, di mettersi in contatto con il giudice 9alcone, nel 'uale ripone#a la massima fiducia, in#iandogli un telegramma con il 'uale gli chiede#a di potere a#ere un collo'uio con lui% 1opo circa 4;+;* giorni, non a#endo rice#uto alcuna risposta, si era deciso a chiedere al proprio difensore, nel corso di un collo'uio in carcere, la cortesia di recarsi personalmente in #ia Arenula dal dott% 9alcone per chiedergli come mai non a#esse risposto al suo telegramma e se a#esse interesse o meno ad incontrarlo $cfr% ff% =" e ss% trascr% ud% cit%&% !el corso di un successi#o collo'uio, dopo circa 1;+2* giorni dal primo, il difensore gli a#e#a comunicato che il dott% 9alcone, che non a#e#a potuto incontrare personalmente ma che lo a#e#a chiamato al cellulare su)ito dopo a#ere rice#uto il suo messaggio lasciato alla segretaria, gli a#e#a detto di non a#ere mai rice#uto il telegramma da parte del 4utolo ma che, se egli a#esse a#uto ancora intenzione di parlargli, a#re))e do#uto lasciare traccia scritta di tale richiesta compilando l>apposito modello presso il carcere di appartenenza % Il 4utolo a#e#a, 'uindi, seguito tale indicazione ed i primi di 1icem)re dello stesso anno, e precisamente il 1, 1icem)re 1991, il

2;4

dott% 9alcone, insieme ad un>altra persona $di cui il colla)orante non ha saputo riferire l>identit/ ma che il dott%9alcone gli a#e#a detto essere persona fidata& si era recato, intorno all>ora di pranzo, presso il carcere di 0poleto per un collo'uio con lui $cfr%f f% <,+ =;+9, + trascr% ud% cit%&% !el corso del collo'uio, durato in tutto circa #enti minuti $cfr% f% << trascr% cit&, 4utolo a#e#a comunicato al dott% 9alcone la propria #olont/ di colla)orare parlando esclusi#amente con lui perch5, a#endo saputo all>interno di FCosa !ostraH che era un o)ietti#o della mafia fermamente decisa ad ucciderlo, ripone#a in lui la massima fiducia: a tal punto 9alcone gli a#e#a riferito che essendo passato ad altro incarico non a#re))e potuto interrogarlo destando in lui una sensazione di profondo sgomento $cfr%testualmente f% =, trascr% cit% allora lui tutto assieme dice 0 ma io non ti posso interrogare 0 .....a me crolla tutto il mondo addosso perch; gi6 mi ero compromesso...io ormai ero indirizzato a volere parlare con lui ed allora ci dico io 0 no non ne parliamo piu-, insomma argomento chiuso#' . Al ch5 9alcone, molto gentilmente, gli a#e#a spiegato di fare un la#oro di#erso ma che ciJ non significa#a che si disinteressasse di lui, gli a#e#a, 'uindi, proposto di metterlo in contatto con il dott%

Pag. 155

4anganelli, 4utolo, perJ, si era rifiutato dicendo di non #olerne piu> sapere di parlare con nessuno: 9alcone gli a#e#a, 'uindi, fatto il nome del dott% 1e Gennaro e, poich5 4utolo si era ricordato che, 'uando era detenuto per il maBi+processo a Palermo, a#e#a appreso di un progetto della mafia di uccidere anche 'uesto funzionario, essendo, pertanto, certo che non si tratta#a di soggetto che pote#a essere colluso con FCosa !ostraH, a#e#a accettato di a#ere un collo'uio con lui $cfr% ff% =,+=<&% 4utolo non a#e#a dato, perJ, alcuna certezza al dott% 9alcone in ordine alla realizzazione della propria intenzione di colla)orare $il discorso rimane cosD che io, per,, non ; che ci dico con certezza 2 0 si io mi metto a collaborare 0 ..& moti#ando le proprie perplessit/ con l>estrema diffidenza che nutri#a nei confronti degli am)ienti giudiziari palermitani risultandogli, con assoluta certezza, che 'uando 4arino 4annoia a#e#a iniziato a colla)orare, la notizia era giunta a FCosa !ostraH molto prima della sua ufficializzazione e che c>era un collega dello stesso 9alcone, il dott% 0ignorino, che comunica#a all>esterno tutte le notizie di rilie#o per FCosa !ostraH $4utolo ha dichiarato di a#ere ri#elato, a 'uesto punto, anche il nome di altre persone ma non si 5 detto certo di ricordare, con precisione, se nella

2;,

stessa occasione a#e#a fatto anche il nome di Contrada come di un funzionario infedele cfr% ff% <,+<<+==&% 7o stesso giorno del collo'uio con il giudice 9alcone, 4utolo ha dichiarato di essere stato trasferito presso il centro clinico di Pisa do#e, successi#amente, nel Gennaio del 1992 , si era #erificato l>incontro con il dott% 1e Gennaro% 4utolo ha dichiarato di a#ere espresso su)ito al predetto funzionario la propria reticenza a parlare con giudici palermitani per timore che le sue ri#elazioni potessero trapelare ancor prima di essere iniziate $ io ho paura che prima che io parli, che racconti uello che ritengo utile per la lotta alla mafia mi uccidono ....# il 7ribunale di *alermo era uno scolapasta# cfr% ff% == e 9* trascr% cit%&% Il dott% 1e Gennaro gli a#e#a spiegato che per i fatti riguardanti il territorio di Palermo era imprescindi)ile parlare con i giudici palermitani ma che, se egli a#esse a#uto altre notizie di rilie#o riguardanti il territorio di altre regioni, a#re))e potuto mettersi in contatto con giudici di#ersi: 4utolo gli a#e#a risposto che, a#endo #issuto in (oscana per alcuni anni, era in grado di riferire notizie utili alla giustizia riguardanti anche 'uesta zona, escludendo perJ di potere intraprendere 'ualsiasi tipo di colla)orazione fintantocch5 fosse

Pag. 157

rimasto detenuto in 'uel centro do#e erano rico#erati altri mafiosi che a#re))ero potuto insospettirsi per i collo'ui da lui a#uti prima con 9alcone ed ora anche con 1e Gennaro, egli a#re))e, 'uindi deciso di rin#iare ogni altra iniziati#a in attesa di un suo trasferimento presso l>ospedale F8izzoliH di ologna $cfr% ff% =9 e ss% trascr% </,/1994 e ff% ;9 e ss% trascr% ud% del 12/</1994%&% 0uccessi#amente 4utolo era stato dimesso dal centro clinico di Pisa e nuo#amente ristretto presso il carcere di 0poleto: soltanto un paio di giorni dopo la strage in cui era stato ucciso il dott% 9alcone egli era stato rico#erato, dopo un )re#e contatto con il dott% 1e Gennaro ed il col% 1i Petrillo che gli a#e#ano assicurato la protezione della 1%I%A, presso l>ospedale di 9irenze ed interrogato, prima dal giudice -igna e successi#amente dal dott% orsellino $cfr% ff% 92 e ss% trascr% cit%&% 4utolo ha ricostruito nel dettaglio i tre incontri a#uti con il giudice orsellino nel corso dei 'uali egli a#e#a a#uo modo di

manifestargli le serie preoccupazioni che nutri#a per e#entuali fughe di notizie sulla sua colla)orazione e le gra#i conseguenze che pote#ano deri#arne anche a carico dei propri familiari% 0oltanto dopo che il dott% orsellino gli a#e#a assicurato di assumersi totalmente la

2;=

responsa)ilit/ in ordine alla sua colla)orazione, 4utolo si era deciso a #er)alizzare le proprie dichiarazioni anche alla presenza di altri giudici palermitani% 1urante una pausa dell>ultimo interrogatorio condotto dal giudice orsellino, in una struttura protetta sita a 8oma, il #enerd? del 1< luglio 1992, 4utolo gli a#e#a riser#atamente ri#elato di essere a conoscenza di notizie in ordine ad uomini delle Istituzioni collusi con la mafia, facendogli espressamente i nomi del giudice 0ignorino e del dott% Contrada: il dott% orsellino a 'uesto punto, a#e#a insistito per

una immediata #er)alizzazione di 'uei nomi, ma 4utolo si era opposto sostenendo di #olere prima ultimare di riferire 'uanto a sua conoscenza sulle #icende delittuose interne all>organizzazione criminale FCosa !ostraH% Il dott% orsellino lo a#e#a salutato con l>impegno di ri#edersi

il luned? successi#o per la #er)alizzazione, data l>estrema delicatezza delle ri#elazioni rice#ute, ma la domenica successi#a anche orsellino era rimasto ucciso, #ittima di un>altra efferata strage consumata da F Cosa !ostraH $cfr% ff% 1*1 e 1*2 trascr% ud% </,/1994 e f% ;" trascr% ud% 12/</1994&%

Pag. 159

0u)ito dopo tale accadimento 4utolo ha dichiarato di essere rimasto scon#olto ed anche FterrorizzatoH dal fatto che era trapelata sulla stampa la notizia della sua colla)orazione mentre uno dei suoi figli era ancora detenuto in carcere% 0olo dopo 'ualche tempo, a seguito delle insistenze dei giudici palermitani ed in memoria del sacrificio del dott% orsellino, 4utolo

a#e#a deciso di proseguire la propria colla)orazione con la Giustizia $cfr% ff% 1*" e ss% trascr% cit%&%

2,*

A""e%-i;i$i", i%"ri%seca -e$ c#$$a;#ra"#re -i gi s"i)ia Gas!are M "#$#.

0in dall>inizio della formale colla)orazione con la Giustizia, a##iata nel Giugno 1992, il contri)uto in#estigati#o di Gaspare 4utolo si 5 ri#elato di straordinaria importanza perch5 pro#eniente da un soggetto, sicuramente inserito all>interno di FCosa !ostraH $essendo gi/ stato condannato, come gi/ e#idenziato, con sentenza passata in giudicato per appartenenza a tale associazione mafiosa e per #ari reati+fine commessi all>interno della stessa&, con un ruolo di rile#ante spessore criminale nell>am)ito della famiglia mafiosa di Partanna+4ondello di Palermo ed altres? collegato, attra#erso il traffico degli stupefacenti, al clan F0antapaolaH, operante nel catanese, ed anche alla camorra napoletana% Proprio in ragione della sua lunga, #entennale, militanza all>interno di FCosa !ostraH, 4utolo ha dimostrato di essere depositario di un enorme patrimonio di conoscenze, attinente a numerosissime #icende, spesso #issute in prima persona, e ad una molteplicit/ di relazioni interpersonali con altri Fuomini d>onoreH , di cui 5 stato in grado di ri#elare i ruoli e le imprese criminose, non

Pag. 1=1

trascurando di confessare, in primo luogo, le proprie responsa)ilit/ in ordine a numerosi delitti, tra cui molti omicidi $circa trenta + cfr% f% 1*< ud% cit%&, i cui autori erano rimasti ignoti agli in'uirenti% In tal modo 4utolo, dando pro#a di una scelta radicale di dissociazione da FCosa !ostraH, ha certamente aggra#ato la propria posizione processuale, infatti alla #igilia della colla)orazione, do#e#a scontare soltanto un residuo di pena di pochi anni e, pur a#endo 'ualche pendenza per reati anche gra#i $armi e droga&, non a#e#a in corso procedimenti penali per omicidio% 4utolo, pertanto, con la piena confessione in ordine alla sua diretta partecipazione a numerosi omicidi, per i 'uali non era neppure indagato, ha reso certamente piu> con#incente, su un piano logico, la sua scelta di dissociazione% !on #i 5 du))io infatti, che nella #asta gamma dei riscontri possi)ili in ordine all>attendi)ilit/ intrinseca del propalante, tale atteggiamento di piena colla)orazione con la giustizia, costituisce un importante, generale, positi#o riscontro alla sua credi)ilit/, in 'uanto sicuro indice della #olont/ del dichiarante di non tacere nulla di 'uanto a sua conoscenza, anche a costo di aggra#are la propria

2,2

posizione processuale, confessando responsa)ilit/ proprie e dei propri correi in ordine a delitti altrimenti destinati all>impunit/% Con le sue dichiarazioni, gi/ oggetto di positi#a #alutazione in altri procedimenti penali $si #eda ad esempio per tutti il procedimento penale a carico di Grippi 7eonardo ed altri, definito con sentenza irre#oca)ile, ac'uisito al presente procedimento+ #% ac'uisizioni delle relati#e sentenze alle udienze del ,/;/1994 e 2"/,/199;&, 4utolo, ha indu))iamente contri)uito, in modo organico, completo ed efficace a ricostruire le #icende e#oluti#e, le dinamiche ed i conflitti interni a FCosa !ostraH, sin dai tempi del c%d% trium#irato della prima met/ degli anni settanta e fino ad epoca recente% 7>attendi)ilit/ intrinseca del colla)orante richiede, perJ, ai fini del presente procedimento un>ulteriore #erifica, piu> specifica, con riferimento ai suoi precedenti giudiziari, al contesto narrati#o attinente i personaggi mafiosi citati, alle fasi del proprio ingresso nell>organizzazione mafiosa FCosa !ostraH, agli episodi generalmente riferiti in ordine alla propria atti#it/ criminale all>interno di tale associazione criminale ed, infine, alle fasi iniziali della propria scelta di colla)orare con la giustizia che ri#estono un peculiare interesse ai fini della trattazione in oggetto%

Pag. 1=3

0ull>atti#it/ di indagine eseguita a riscontro delle dichiarazioni del 4utolo ha, in particolare, riferito nell>am)ito del presente procedimento, all>udienza del 1=/1*/1994 $cfr% ff% 4, e ss%& il Capitano dei Cara)inieri, 7uigi runo, che ha fatto parte del centro operati#o

della 1%I%A% $1irezione In#estigati#a Antimafia& di Palermo% Il predetto teste ha riferito in ordine ai numerosi precedenti di Polizia ed ai precedenti penali che hanno contraddistinto la carriera criminale del 4utolo a far data dall>Agosto 19;=, fino ai piu> recenti carichi pendenti esistenti presso la Procura della 8epu))lica di Palermo, circostanze, peraltro, oggetto di ulteriore riscontro, in numerose e dettagliate ac'uisizioni documentali nell>am)ito

dell>odierno procedimento 6 cfr% a tal fine 6 1& scheda riepilogati#a redatta su tali punti dalla 1%I%A%, ac'uisita all>udienza del 22/9/199;: 2& certificato aggiornato del Casellario Giudiziale di 4utolo Gaspare, ac'uisito all>udienza del 1=/1*/1994: "& scheda estratta da documenti della 1irezione Centrale della Polizia Criminale, ac'uisita all>udienza del ,/;/1994% 1a tali emergenze processuali si e#ince un sicuro riscontro alle dichiarazioni rese da 4utolo Gaspare in ordine alla propria iniziale

2,4

atti#it/ criminale nel precipuo settore dei reati contro il patrimonio $furti e rapine& ed alla sua successi#a graduale estensione ai reati di natura estorsi#a, ai danneggiamenti, al porto a)usi#o di armi, alla #iolazione della disciplina degli stupefacenti, reati sintomatici dell>appartenenza a FCosa !ostraH% In data 1*/12/199* la sentenza della Corte di Assise di Appello di Palermo, in parziale riforma della sentenza emessa in primo grado, il 1,/12/19=<, dalla locale Corte di Assise, sanci#a la sua appartenenza a tale organizzazione criminale, oggetto di definiti#o accertamento con la sentenza della Cassazione in data "*/1/1992% 0uccessi#amente alla data della sua formale colla)orazione con la giustizia sono emerse, poi, a carico del 4utolo, due sentenze irre#oca)ili di condanna, emesse dall>Autorit/ Giudiziaria di 9irenze, in relazione ai reati di cessione illecita di sostanze stupefacenti, detenzione a)usi#a di armi, spendita di monete false e ricettazione e sono risultati, ancora pendenti presso la Procura della 8epu))lica di Palermo, il procedimento relati#o al duplice omicidio in danno di Inzerillo 0anto e 1i 4aggio Calogero, nonch5 'uello per associazione per delin'uere di tipo mafioso%

Pag. 1=5

!umerosi precedenti a carico del 4utolo ne attestano, coerentememente al suo racconto, la presenza nel territorio di !apoli, unitamente a 8icco)ono 8osario, nel periodo compreso tra il 19<" ed il 19<4: in particolare, il ;/"/19<", #eni#a denunciato dai Cara)inieri di !apoli per il reato di associazione per delin'uere, unitamente ad altri, tra cui il 8icco)ono, ed il </4/19<" #eni#a tratto in arresto a 4arano dai C%C% del !ucleo In#estigati#o di !apoli, per infrazione all>art% 12 della 7%142"/19;<, e processato con rito direttissimo unitamente a -accaro Antonino e 1i ella Gioacchino, con i 'uali era stato sorpreso all>interno di un appartamento, in possesso di armi e munizioni detenute illegalmente% $cfr% documentazione gi/ citata e ff% ,* e ss% deposizione cap% runo ud% del 1=/1*/1994&% 0ono stati, altres?, accertati i rapporti illeciti tra la famiglia camorristica dei !u#oletta ed i clan mafiosi facenti capo a 8icco)ono 8osario, il 'uale, nel !o#em)re del 19<2, durante il periodo del soggiorno o))ligato nel Comune di Casandrino $!apoli&, #enne sorpreso dai C%C%, nell>a)itazione dei !u#oletta $cfr% deposizione cap% runo ff% ;9 e ss% ud% cit%&% !umerosi altri precedenti a carico del colla)orante 4utolo ne attestano, poi, l>atti#it/ delin'uenziale, dal 19== in poi, nel territorio

2,,

della (oscana per reati di illegale detenzione di armi e munizioni e di spendita di monete false, in conformit/ alle dichiarazioni rese sul punto dal colla)orante% 1alla scheda relati#a ai periodi di detenzione sofferti dal 4utolo $cfr% ff% 22 e ss% scheda cit% ac'uisita all>ud% del 22/9/199;& si e#ince il tra#agliato HiterH carcerario del predetto colla)orante, dal Giugno 19,* fino alla sua definiti#a restrizione in luoghi di detenzione eBtra+carceraria, a##enuta il 2</,/1992, su disposizione della Procura Generale della 8epu))lica di Perugia, in attesa dell>applicazione del programma di protezione, cui 4utolo 5 stato ammesso, unitamente ai propri familiari, a decorrere dal 21 Agosto 1992% In particolare, dalla predetta scheda, 5 dato e#incere i di#ersi periodi in cui il 4utolo 5 stato ristretto presso la Casa Circondariale di Palermo nonch5 i suoi trasferimenti presso l>Dspedale Psichiatrico Giudiziario di arcellona Pozzo di Gotto, presso la Casa Penale di

Augusta, nonch5 la sua permanenza anche nelle carceri di Poggioreale $!apoli&, di (eramo, Pisa e 0poleto che hanno costituito oggetto di specifici riferimenti da parte del colla)orante nel corso della

Pag. 1=7

deposizione riscontro%

di)attimentale,

costituendone,

pertanto,

positi#o

In relazione ai numerosi personaggi citati dal 4utolo nel corso dell>esame di)attimentale sono stati, altres?, ac'uisiti cospicui, positi#i riscontri% Cos? 5 risultato che il -etrano 0al#atore, di cui ha parlato 4utolo con riferimento alla prima fase dei suoi rapporti con l>am)iente mala#itoso facente capo a FCosa !ostraH, 5 stato identificato per l>omonimo nato a Palermo nel 191=, oggetto di numerose denunce, esercente l>atti#it/ di carrozziere, che

effetti#amente ha gestito, sin dal 19,4, anche un esercizio pu))lico per la ri#endita di auto#etture $cfr% deposizione cap% 1=/1*/1994 ff% ;1+;2&% !apoli Carmelo 5 stato identificato per l>omonimo del 1911, effetti#amente deceduto nel 19;; nel corso di un agguato a colpi d>arma da fuoco mentre si tro#a#a all>interno di un )ar nella discesa 1ei Giudici a Palermo $cfr% deposizione cit% f%;2&% 0tefano 7eale 5 risultato anch>egli #ittima di un conflitto a fuoco, la sera del 9 Aprile 19,*, nella #ia (orino a Palermo $cfr% f% ;2 ud% cit%&% runo ud%

2,=

Il -incenzo 1i 4aria, di cui parla 4utolo come l> H uomo d>onoreH della famiglia mafiosa dell>Aditore, cui a#e#a esi)ito, una #olta trasferito al carcere di Augusta, un )iglietto di raccomandazione da parte di 8iina 0al#atore $cfr% f% 4 ud% </*,/1994&, 5 stato identificato nell>omonimo del 19*<, gi/ indicato dal pentito 7eonardo -itale come Fuomo d>onoreH, della zona di -%le 7azio, residente in una zona di Palermo u)icata in prossimit/ di #iale 7azio, do#e risiede#a, non lontano dalla zona di influenza della famiglia mafiosa dell>Aditore, e rimasto coin#olto nel 19,1 nelle indagini relati#e all>omicidio di Ca#iglia Agostino $cfr% f% ;" ud% cit% del 1=/1*/1994 deposizione runo 7uigi&% Il fratello di 8icco)ono 8osario, presso la cui )ottega di ferramenta 4utolo ha dichiarato essersi incontrato con il 8icco)ono 8osario appena dimesso dalla Casa C%le di Palermo, 5 stato identificato per 8icco)ono -incenzo, classe 19"", gi/ diffidato e sottoposto a misura di pre#enzione, il 'uale 5 risultato a#ere effetti#amente prestato atti#it/ la#orati#a nel settore della la#orazione del ferro $cfr% deposizione cap% runo ud% cit% ff% ;4 e ss%&% Altro fratello del 8icco)ono 8osario, Giuseppe, classe 192,, risultato schedato mafioso e pregiudicato per delitti contro la persona

Pag. 1=9

ed il patrimonio, gi/ sor#egliato speciale della P%0%, 5 stato effetti#amente ucciso il 2</</19,1, conformemente a 'uanto dichiarato dal 4utolo, nella #ia Castelforte di Palermo, nel corso di un agguato tipicamente mafioso $cfr% deposizione cap% runo ud% cit%

f% ;4 e scheda relati#a a 8icco)ono 8osario ac'uisita all>ud% dell>=/*</1994& % A proposito dei conflitti interni alla cosca mafiosa di Partanna+ 4ondello negli anni P,*, riferiti dal colla)orante $cfr% f% ; ud% </*,/1994&, 5 stata, altres?, riscontrata l>uccisione di tale Giacalone Giuseppe, fratello di 4atteo e Gaetano contrapposti al gruppo criminale facente capo a 8osario 8icco)ono, #erificatasi il "*/11/19,1 nella #ia Car)one in Partanna+4ondello% 2> stata, poi, positi#amente accertata la detenzione di 0al#atore 8iina, dall>=/,/19,= al 1*/,/19,9, presso la Casa C%le di ari, nonch5 l>identit/ del 7o Cascio Gioacchino, $identificato in Cascio Gioacchino&, a#ente effetti#amente la disponi)ilit/ di un>osteria in 4onreale, indicato dal colla)orante come il soggetto che fece da tramite tra lui ed il 8iina, nel periodo in cui 'uesti #enne dimesso dal carcere di ari ed il 4utolo si prestJ a fargli da autista $cfr% ff% 9 e ss% ud% </*,/1994 + deposizione cap% runo+ ud% cit% del 1=/1*/1994 f% ;,&%

2<*

2> risultato che, effetti#amente, il 4utolo, nel corso dei procedimenti penali a suo carico, per )en 'uattro #olte ottenne di essere sottoposto a perizia psichiatrica ed in particolare 5 stato #erificato che in data 22/11/19,9, egli #enne trasferito dalla locale Casa C%le all>ospedale psichiatrico giudiziario di arcellona Pozzo di Gotto da cui #enne scarcerato in data 4/4/19<" e nuo#amente trasferito nel medesimo ospedale psichiatrico il ;/2/19<= fino al 1*/"/19<=: dal 2;/</19=2 al 2"/4/19=" 5 risultato che era stato rico#erato presso l>ospedale psichiatrico giudiziario di A#ersa e successi#amente presso 'uello di 4ontelupo 9iorentino $cfr% ff% ;< e ss% depos% citata del cap% runo e scheda relati#a ai periodi di

detenzione del colla)orante ac'uisita all>udienza del 22/9/199;& % A proposito delle dichiarazioni rese da 4utolo sull>espediente, cui in 'uel periodo ricorre#ano spesso i mafiosi per ottenere dichiarazioni di semi+infermit/, funzionali a considere#oli sconti di pena, grazie alla complicit/ di medici compiacenti, 5 stato #erificato che Gaetano Carini, indicato dal colla)orante come il soggetto, molto amico del dott% 4adia, per intercessione del 'uale, egli a#e#a ottenuto una perizia medica fa#ore#ole, era soggetto effetti#amente affiliato alla famiglia mafiosa di FPorta !uo#aH, come tale gi/ indicato dal

Pag. 171

pentito -itale, tratto in arresto nel 1icem)re 19,9 per il delitto di associazione per delin'uere in relazione alla strage di -%le 7azio $cfr% deposizione cit% del cap% runo f% ;= e nota della 1%I%A%in data

24/*1/199; ac'uisita all>udienza del 22/9/199;&% Il dott% 4adia, indicato dal colla)orante, 5 stato positi#amente identificato nel prof% 4adia Aldo, nato a !apoli il 2*/</192*6 dagli accertamenti effettuati, tramite il II. 8eparto della 1irezione In#estigati#a Antimafia di 8oma, presso il 1ipartimento

dell>Amministrazione Penitenziaria, si 5 acclarato che il predetto, con 1%4% del 14/;/194=, era stato nominato medico assistente assegnato al 4anicomio Giudiziario di arcellona, o#e gi/ dall>1/1*/194;

presta#a ser#izio come medico giornaliero di prima categoria, e che con 1%4% del "/;/19;4,dopo l>assegnazione presso altri istituti penitenziari era stato, nuo#amente, trasferito con funzioni di 1irettore presso l>istituto di arcellona do#e era rimasto fino all>1/=/19<"% !el periodo in cui il prof% 4adia era stato direttore del manicomio Giudiziario di arcellona Pozzo di Gotto, 5 risultato che

nel predetto manicomio giudiziario era stato ristretto il citato Gaetano Carini, dal 2;/*=/19<* al 4/*;/19<1, data in cui era stato dimesso, per concessione della li)ert/ pro##isoria, in 'uanto riconosciuto

2<2

gra#emente ammalato: 5 stata, altres?, ac'uisita copia della relazione medica sulle condizioni di salute del detenuto Carini, redatta, in data 22/*4/19<1, su richiesta del Giudice Istruttore presso il (ri)unale di Palermo, dalla 1irezione 0anitaria del 4anicomio Giudiziario di arcellona Pozzo di Gotto, a firma del direttore, dott% 4adia e dal medico del reparto dott% 0ottile, con la 'uale #eni#a delineato un 'uadro patologico aggra#ato del predetto detenuto e ne #eni#a e#idenziata la condotta carceraria assolutamente esemplare $cfr% documentazione ac'uisita all>ud% del 22/*9/199;&% (utti i predetti riscontri, afferenti alla generale attendi)ilit/ del colla)oratore di giustizia Gaspare 4utolo, in 'uanto idonei a compro#are che lo stesso nel corso delle proprie dichiarazioni ha fatto riferimento, con do#izia di particolari e dettagli, a circostanze e soggetti realmente esistenti e positi#amente #erificati, costituiscono pro#a di un contesto generale di #eridicit/ dei fatti riferiti, alla luce del 'uale l>intero racconto del colla)orante de#e essere esaminato% Per 'uanto, in particolare, attiene alle dichiarazioni rese da 4utolo in ordine a notizie e informazioni in suo possesso riguardanti esponenti delle istituzioni, del mondo politico, e delle professioni de#e osser#arsi che, coerentemente con la sua scelta di integrale e

Pag. 173

leale colla)orazione con lo 0tato egli non ha esitato, fin dalle primissime fasi della sua dissociazione da FCosa !ostraH, a riferire 'uanto a sua conoscenza anche in ordine a tale delicato settore% In #erit/ egli, dopo a#ere premesso di a#ere appreso, fin dai primi anni della sua appartenenza a FCosa !ostraH, delle numerose infiltrazioni che tale organizzazione riusci#a ad a#ere all>interno delle Istituzioni dello 0tato e della societ/ ci#ile, ha esternato, peraltro in piena sintonia con le dichiarazioni rese sul punto, anche nell>am)ito del presente procedimento, da numerosi altri colla)oratori di giustizia $#edi dich% di (ommaso uscetta+ 9rancesco 4arino 4annoia+

0al#atore Cancemi+ 8osario 0patola&, la propria con#inzione che la trattazione di 'uesti temi a#re))e potuto esporlo al rischio di reazioni e strumentalizzazioni tali da screditarne l>attendi)ilit/ e

sostanzialmente depotenziare l>efficacia complessi#a dell>azione giudiziaria contro FCosa !ostraH% Ciononostante egli, dimostrando di ritenere prioritario il proprio intento di fornire un contri)uto efficace allo scardinamento dell>organizzazione criminosa FCosa !ostraH nei suoi punti piu> ne#ralgici, dopo le iniziali titu)anze, che attestano l>autenticit/ del tra#aglio della decisione, si 5 determinato a rendere dichiarazioni

2<4

all>A%G%, in modo organico e completo, anche in ordine a tale settore delle proprie conoscenze% 1i peculiare #alenza sono risultate, nell>am)ito dell>odierno procedimento le dichiarazioni rese da Gaspare 4utolo in ordine alle fasi prodromiche alla sua stessa scelta di formalizzare la propria colla)orazione, nel corso delle 'uali egli ha dichiarato di a#ere ri#elato in #ia confidenziale, con certezza al giudice orsellino ed

ancor prima, #erosimilmente, anche al giudice 9alcone il nome dell>odierno imputato 'uale soggetto colluso con FCosa !ostraH% Per 'uanto riguarda il collo'uio che 4utolo ha dichiarato di a#ere a#uto con il giudice 9alcone all>interno del carcere di 0poleto, si ricorda che il colla)orante ne ha indicato con precisione la data $1,/12/1991&, l>orario $intorno all>ora di pranzo& la durata $circa #enti minuti&, il contenuto $anche se si 5 detto certo di a#ere ri#elato il nome del dott% 0ignorino tra i soggetti collusi con FCosa !ostraH, e non altrettanto certo di a#ere indicato tra tali soggetti anche il nome dell>odierno imputato& ed ha aggiunto che il predetto collo'uio era a##enuto alla presenza di altro indi#iduo di cui non era stato in grado di ricordare il nome ma che il giudice 9alcone gli a#e#a assicurato essere persona di cui potersi fidare%

Pag. 175

Dr)ene, dalla documentazione ac'uisita, presso la 1irezione della Casa C%le di 0poleto, si 5 riscontrato l>effetti#o s#olgimento del collo'uio tra il giudice 9alcone ed il colla)orante 4utolo, alla data ed all>orario da 'uest>ultimo indicate, ed 5 stato altres? possi)ile per#enire alla identificazione del soggetto che in 'uella #isita al carcere accompagnJ il giudice 9alcone% 2d infatti dall>estratto del registro , rilasciato dalla Casa C%le di 0poleto, ac'uisito all>udienza del 12/</1994, si 5 #erificato che alla data del 1,/12/1991 alle h% 1","* a#e#ano fatto ingresso nel predetto Istituto penitenziario il dott% Gio#anni 9alcone ed il dott% Giannicola 0inisi, entram)i magistrati, per effettuare un collo'uio con il detenuto Gaspare 4utolo che si protrasse fino alle h% 14,1;, come si e#ince dall>annotazione relati#a all>orario di uscita dei predetti dal medesimo carcere parimenti trascritta nel registro in oggetto% 1alla documentazione ac'uisita presso la 1irezione Generale degli Affari Penali del 4inistero di Grazia e Giustizia, 5 stato possi)ile, poi, accertare che il dott% 9alcone, nella sua 'ualit/, all>epoca, di 1irettore Generale degli Affari Penali, in#iJ, in data 14/12/1991, al 1irettore Generale una del nota 1ipartimento con la 'uale

dell>Amministrazione

Penitenziaria,

2<,

comunica#a che si sare))e recato alla Casa C%le di 0poleto per procedere ad una audizione del detenuto Gaspare 4utolo, che ne a#e#a fatto formale richiesta, ed in cui lo scri#ente da#a atto di un collo'uio telefonico a#uto, allo scopo di informare pre#enti#amente della predetta audizione e rice#erne il relati#o assenso, con il Procuratore della 8epu))lica di Ci#ita#ecchia, titolare del

procedimento in relazione al 'uale il 4utolo risulta#a in 'uel momento detenuto % Con riser#ata personale, in#iata il 1</12/1991 al Capo di Ga)inetto del 4inistero di Grazia e Giustizia, a firma del dott% Gio#anni 9alcone e del dott% Giannicola 0inisi, si pro##ede#a, poi, a comunicare l>a##enuto incontro presso la Casa C%le di 0poleto con il detenuto Gaspare 4utolo e si e#idenzia#a l>opportunit/ di segnalare il caso di tale detenuto, seppur non formalmente colla)oratore di giustizia, all>Amministrazione Penitenziaria, per e#entuali pro)lemi attinenti alla sua sicurezza personale nell>am)ito dell>am)iente carcerario $cfr% note citate ac'uisite all>ud% del 12/</1994& % A seguito della compiuta identificazione, sulla )ase delle predette risultanze documentali, del dott% Giannicola 0inisi, 'uale soggetto indicato genericamente dal 4utolo come presente al suo

Pag. 177

collo'uio con il giudice 9alcone all>interno del carcere di 0poleto, lo stesso #eni#a ammesso, nell>am)ito dell>odierno di)attimento, 'uale teste, su richiesta del P%4%, ai sensi dell>art% 49" comma III. c%p%p%, con ordinanza emessa dal (ri)unale in data 9/9/1994 ed escusso all>udienza del 12/*9/1994% 7a testimonianza, particolarmente 'ualificata ed assolutamente attendi)ile, resa dal dott% 0inisi , all>epoca magistrato distaccato presso la 1irezione Generale 1egli Affari Penali, con l>incarico di 1irettore dell>ufficio -. di tale Amministrazione, ha consentito di #erificare, in modo assolutamente puntuale, le dichiarazioni rese da 4utolo in ordine al contenuto del collo'uio dallo stesso a#uto con il giudice 9alcone e soprattutto, di accertare che egli, fin da 'uel primo collo'uio assolutamente prodromico alla fase della sua formale colla)orazione con la giustizia, fece il nome dell>odierno imputato come uno dei soggetti collusi con FCosa !ostraH, consentendo, in tal modo, di accertare tale dato processuale, oltre i non sicuri ricordi manifestati dallo stesso 4utolo su tale specifico punto% Il dott% 0inisi, in particolare, ha dichiarato che nell>occasione in esame il dott% 9alcone, cos? come era solito fare in circostanze particolarmente delicate in cui preferi#a e#itare ogni possi)ile

2<=

polemica in ordine ad un>e#entuale so#rapposizione della sua azione rispetto a 'uella dell>Autorit/ Giudiziaria, gli a#e#a chiesto di accompagnarlo presso il carcere di 0poleto per incontrare il detenuto Gaspare 4utolo, che gli a#e#a a#anzato formale richiesta di collo'uio, compilando l>apposito modulo presso l>Amministrazione penitenziaria di appartenenza $cfr% ff% 4+ + ; e , ud% del 12/*9/1994&% Il teste ha dichiarato, che all>epoca non sape#a neppure chi fosse il predetto detenuto, non a#endo una specifica esperienza nel settore delle #icende criminali attinenti la mafia siciliana, e fu il dott% 9alcone, nel tragitto dall>Afficio al carcere, a )ordo dell>auto#ettura di ser#izio, ad illustrargli lo spessore criminale di tale personaggio, a lui )en noto, come sicuro componente di FCosa !ostraH, coin#olto in grossi traffici di droga $cfr% ff% ; e , ud% cit%&% 2ffettuati gli ordinari controlli all>ingresso della Casa C%le, il dott% 0inisi ha dichiarato di essersi accomodato insieme al dott% 9alcone in una saletta, do#e dopo alcuni minuti di attesa, giunse il 4utolo che cammina#a in maniera claudicante con l>ausilio di alcune stampelle% Il 4utolo, dopo 'ualche )attuta con il dott% 9alcone che lo prende#a in giro per 'uella che a lui sem)ra#a un>e#idente

Pag. 179

accentuazione di una patologia agli arti, si sedette, appoggiando al muro le stampelle e dichiarando che di l? a poco sare))e stato trasferito presso il presidio ospedaliero di Pisa, annesso al locale carcere, per accertamenti in ordine alla malattia che lo affligge#a in 'uel momento $cfr% ff% < e = ud% cit%&% 7a prima domanda che 4utolo ri#olse al dott% 9alcone, nel corso del collo'uio, durato al massimo #enti minuti + mezzora, era finalizzata a conoscere l>identit/ dello stesso 0inisi, e solo dopo che il dott% 9alcone e))e modo di tran'uillizzarlo assicurandogli che si tratta#a di un suo colla)oratore fidato, 4utolo iniziJ ad esporre i disagi che in 'uel momento #i#e#a sia all>interno della propria famiglia di sangue, i cui componenti $moglie e figlio& erano in 'uel momento detenuti, sia all>interno del proprio gruppo criminale, all>interno del 'uale egli a#e#a perso i suoi principali punti di riferimento, 'uindi comunicJ a 9alcone che, gi/ da tempo, medita#a di a##iare una colla)orazione con la Giustizia, rispetto alla 'uale recentemente si era ulteriormente determinato a#endo appreso dell>importante ruolo che 9alcone sta#a s#olgendo nell>atti#it/ anti+ mafia $cfr% ff% 9+ 21 e 22 ud% cit%&%

2=*

Il dott% 9alcone spiegJ, a 'uel punto immediatamente, che proprio nella sua attuale funzione di 1irettore Generale degli Affari Penali, non a#e#a titolo per a##iare un collo'uio in#estigati#o e 4utolo insistette nel dire che egli a#re))e potuto a##iare solo con lui un rapporto di colla)orazione, ritenenendo sia gli am)ienti giudiziari che 'uelli delle 9orze 1ell>Drdine di Palermo particolarmente inaffida)ili $cfr% ff% 1* e 22 ud% cit%&% A 'uesto punto, proprio per esemplificare i moti#i della sua diffidenza, 4utolo accennJ al dott% 0ignorino ed al dott% Contrada come soggetti, pro#enienti dai predetti am)ienti palermitani, collusi con la mafia $F a uel punto .iovanni mi ricordo che si volt, verso di me, io ero alla sua sinistra, mi guard, come guardava lui, come sapeva guardare lui le persone, e mi disse2 0 hai visto E 0 come a dirmi0 in che tipo di ambiente lavoravoQ + cfr% ff% 1* e ss% ud% cit%&% Il dott% 9alcone prosegu? nel tentati#o di spiegare a 4utolo che non pote#a a##iare con lui un rapporto di colla)orazione spiegandogli che, al piu>, pote#a fare in modo di metterlo in contatto con 'ualche appartenente alle 9orze di Polizia, di cui 4utolo si fida#a, al fine di #erificare se sussiste#ano realmente i presupposti per a##iare una sua formale colla)orazione con la giustizia, e in tal senso il teste ha

Pag. 1?1

ricordato di un accenno fatto, nel collo'uio tra il dott% 9alcone ed il detenuto, al nome del dott% Gianni 1e Gennaro: con l>assunzione di tale impegno da parte del dott% 9alcone si concluse il collo'uio con 4utolo, il 'uale manifestJ tutte le sue incertezze in ordine alla sua disponi)ilit/ a colla)orare con soggetti di#ersi dal dott% 9alcone $cfr% ff% 11+ 22 + "* + "1+ ", e "< ud% cit%&% 0uccessi#amente nel corso del tragitto di ritorno a 8oma, il dott 9alcone, su domanda dello stesso dott% 0inisi che non sape#a chi fosse il Contrada citato da 4utolo $mentre, di contro, )en sape#a chi fosse il collega 0ignorino, che a#e#a a#uto occasione di conoscere personalmente&, gli spiegJ che si tratta#a di una persona che a#e#a la#orato a Palermo presso la @uestura e presso l>Alto Commissariato Antimafia, che attualmente era addetta al 0%I%0%1%2%, e ritornJ, 'uindi, a parlargli delle difficolt/ e delle insidie incontrate nel corso del proprio la#oro a Palermo, sia nell>am)ito dell>Afficio Istruzione che, dopo, nell>am)ito della Procura della 8epu))lica $cfr% ff% 1*+ 12 e 1"+ 1< e 1= ud% cit%&% 1alla stessa auto#ettura, attra#erso il telefono cellulare, il dott% 9alcone, informJ il dott% Gianni 1e Gennaro che a#e#a urgente )isogno di parlargli: lo incontrJ, poi, il pomeriggio stesso o la mattina

2=2

successi#a, e gli comunicJla notizia della generica disponi)ilit/, ancora gra#ata da numerose riser#e, manifestata dal detenuto 4utolo a colla)orare con la Giustizia $cfr% ff% 1" e 14 ud% cit%&% 7a mattina successi#a al predetto collo'uio in carcere, il dott% 9alcone predispose una relazione sull>oggetto di 'uell>incontro con 4utolo, da in#iare al Capo di Ga)inetto, chiedendo al dott% 0inisi se ne condi#idesse il contenuto% Il dott% 0inisi, preso atto che nella relazione, dopo un riferimento ai pro)lemi familiari e di salute esposti dal 4utolo, si afferma#a in modo sintetico che, allo stato, non si ra##isa#ano elementi per ritenere che il predetto fosse disposto ad una FformaleH colla)orazione con la Giustizia, decise di firmarla ritenendo che, in effetti, non c>erano ancora in 'uella fase i presupposti per 'ualificare come FformaleH la colla)orazione che 4utolo, solo genericamente, a#e#a manifestato di #olere intraprendere, do#endo ancora tale dichiarazione d>intenti essere oggetto di positi#a #erifica da parte di organi di Polizia Giudiziaria $ credo che sia stata utilizzata una formula volutamente sintetica, perch; allo stato non si sapeva affatto n; che tipo di evoluzione avrebbe avuto il rapporto di collaborazione con .aspare Butolo n; se uesta persona poi avrebbe, in effetti,

Pag. 1?3

collaborato con la .iustizia, n; se in uel momento stesse cercando semplicemente un escamotage, un contatto con una persona autorevole per ricevere dei benefici carcerari, uindi, nell-assoluta vaghezza di uelli che sarebbero stati gli sviluppi di uesto primo contatto, si preferD dare semplicemente uesta indicazione ... anche per evitare che laddove le preoccupazioni di Butolo fossero preoccupazioni sincere, potessero portare ad esiti... infausti... se fosse trapelata, anche soltanto l-idea della collaborazione di Butolo, la vita stessa di Butolo in carcere sarebbe stata in pericolo, posto che non c-era nessuna tutela particolare nei confronti del detenuto in uel momento cfr% ff% 1;+ 1,+ 24 + 2;% ";+ ", e 41 ud% cit%&% Come puJ age#olmente rile#arsi dalle esposte risultanze di)attimentali, uni#oche, coerenti ed assolutamente inconfuta)ili, le dichiarazioni rese dal colla)orante 4utolo in ordine al collo'uio dallo stesso a#uto nel 1icem)re del 1991 con il dott% 9alcone all>interno del carcere di 0poleto, hanno tro#ato puntuale conferma, finanche nei particolari piu> minuti afferenti alle indicazioni sulla data e sulla durata del predetto collo'uio che si sono ri#elate assolutamente precise: la ricostruzione, poi, del contenuto di tale collo'uio, resa possi)ile attra#erso la testimonianza del dott% 0inisi, che il 4utolo

2=4

non era stato in grado di indi#iduare nel corso delle sue dichiarazioni di)attimentali, ma la cui identificazione 5 stata effettuata attra#erso dati documentali, ha consentito di raggiungere una pro#a piena, assolutamente disinteressata ed attendi)ile, della circostanza che il 4utolo fin da 'uel primo, preliminare, contatto con il dott% 9alcone indicJ l>odierno imputato tra i soggetti appartenenti alle Istituzioni dello 0tato collusi con la mafia% 7e ulteriori fasi, precedenti alla decisione di 4utolo di formalizzare la propria #olont/ di colla)orare con la Giustizia, hanno poi costituito oggetto di altre testimonianze, che in modo altrettanto puntuale ed attendi)ile hanno consentito di ricostruire tutti i passaggi del tra#agliato FiterH percorso dal colla)orante, indice della genuinit/ della sua scelta, per giungere alla definiti#a ed irre#oca)ile decisione di dissociarsi da FCosa !ostraH% (ra 'ueste testimonianze de#e, in primo luogo, essere presa in esame 'uella del colonnello dei Cara)inieri, 1omenico 1i Petrillo escusso all>udienza del 2*/9/1994% Il col% 1i Petrillo, in ser#izio presso la 1%I%A% dalla met/ del mese di 9e))raio del 1992, che all>interno di tale organismo ha s#olto le funzioni di responsa)ile del Centro di 8oma, ha dichiarato di a#ere

Pag. 1?5

rice#uto fin dall>assunzione di tali funzioni, da parte del 8eparto In#estigazioni Giudiziarie, l>incarico di #erificare la possi)ilit/ di una formale colla)orazione da parte del detenuto Gaspare 4utolo, in modo da assicurare riser#atezza e sicurezza all>operazione $cfr% ff% 1 e 2 ud% cit%& % In occasione del conferimento del predetto incarico, il @uestore 4icalizio, dirigente all>epoca del 8eparto In#estigazioni Giudiziarie, lo informJ del contatto che 4utolo a#e#a a#uto con il dott% 9alcone nonch5 del successi#o incontro che il detenuto a#e#a a#uto, in data 29/1/1992, con il dott% 1e Gennaro all>interno del Centro Clinico di Pisa, annesso alla locale struttura carceraria, do#e lo stesso era stato trasferito pro#eniente dal carcere di 0poleto $cfr% ff% <+=+11 e 2* ud% cit%&% Il teste ha dichiarato, altres?, di essere stato informato che, gi/ dagli inizi del mese di 9e))raio, e 'uindi ancor prima dell>assunzione del suo incarico alla 1%I%A%, la Procura di Palermo, a li#ello dei suoi #ertici, era stata informalmente tenuta al corrente dei contatti in corso con il detenuto 4utolo $cfr% ff% = e 12 ud% cit%&% Appresa la notizia della #olont/, espressamente manifestata da 4utolo, di non a#ere altri contatti con funzionari della 1%I%A%,

2=,

fintantocch5 fosse rimasto all>interno di strutture carcerarie, in 'uanto tali incontri a#re))ero certamente esposto sia il 4utolo che i suoi familiari, in 'uel periodo parimenti detenuti, a gra#issimi rischi per la propria sicurezza personale, il col% 1i Petrillo ha dichiarato di a#ere a##iato, in un primo momento, contatti con la Procura di Ci#ita#ecchia, titolare del procedimento in materia di traffico di stupefacenti per il 'uale sia 4utolo che la moglie 0antina 1e Caro erano stati tratti in arresto, al fine di indi#iduare un>occasione propizia ad un contatto diretto con 4utolo che non fosse pregiudizie#ole per la sua sicurezza e che potesse, al contempo, consentirne di #agliare l> effetti#a #olont/ di colla)orazione $cfr% ff% "+4+<+9+1*+1"+1;+1, e 22 ud% cit&% 0uccessi#amente, tra il mese di 4arzo ed Aprile del 1992, il teste a#e#a sta)ilito contatti con i familiari di 4utolo che si reca#ano ai collo'ui con lo stesso, sempre al fine di comunicare, sia pure indirettamente al predetto, senza esporlo ad inutili rischi, che l>interesse a sta)ilire un contatto diretto con lui era atti#o e che da parte della 1%I%A% #i era l>intenzione di #erificare al piu> presto la sua reale #olont/ $cfr% ff% 4+2" e 24 ud% cit&%

Pag. 1?7

7>occasione dell>incontro diretto con 4utolo si era presentata il 1,/;/1992, 'uando era stato tradotto a 7i#orno per la cele)razione di altro procedimento a suo carico per traffico di stupefacenti: in tale circostanza lo stesso col% 1i Petrillo, insieme al dott% 1e Gennaro ed al #ice+'uestore Gratteri, frattanto incaricato di colla)orare con il col% 1i Petrillo, a#e#ano a#uto un )re#e collo'uio in una stanza appartata all>interno del carcere di 7i#orno con il 4utolo, che, per la prima #olta, a#e#a manifestato in modo deciso la propria intenzione di colla)orare con la Giustizia $cfr% ff% ; e 1* ud% cit%&% 4utolo, perJ, nonostante tale chiara manifestazione di #olont/, a#e#a dichiarato di #olere rin#iare un collo'uio piu> approfondito ad altra occasione, che pote#a farsi coincidere con il suo imminente trasferimento presso l>Dspedale Ci#ile di FCareggiH a 9irenze e, poich5, non intende#a colla)orare con magistrati siciliani, a causa delle remore gi/ espresse in precedenza, era stato concordato un collo'uio con il Procuratore -igna di 9irenze, al 'uale 4utolo a#e#a detto di potere riferire in merito a taluni traffici mafiosi s#olti in (oscana $cfr% ff% ;+,+11+21+2, ud% cit%&% Il 22 Giugno, 4utolo, su richiesta dei sanitari del carcere di 0poleto, do#e frattanto era stato ritradotto, e su disposizione del

2==

1ipartimento

dell>Aministrazione

Penitenziaria,

era

stato

effetti#amente rico#erato presso l>Dspedale Ci#ile di 9irenze e poco dopo, in 'uella sede, si era #erificato il concordato collo'uio con il Procuratore -igna, il 'uale a#e#a a#uto modo di #erificare la reale #olont/ di 4utolo a colla)orare% Il successi#o 2< Giugno, 4utolo era stato trasferito, in stato di detenzione, presso una struttura eBtra+carceraria in attesa

dell>appro#azione dello speciale programma di protezione $cfr% deposizione 1i Petrillo ff% ,+2*+2; e 2, ud% cit% nonch5 concorde deposizione sul punto resa dal cap% ;*&% A seguito della trasmissione ufficiale, da parte del dott% -igna, alla Procura della 8epu))lica di Palermo del primo #er)ale di interrogatorio reso da Gaspare 4utolo, il 1. 7uglio del 1992, si era realizzato il primo contatto tra 4utolo e l>A%G% di Palermo, rappresentata dal dott% orsellino $cfr% ff% 12 e 19 dep% 1i Petrillo ud% cit%&% Il successi#o 21 7uglio, a distanza di pochi giorni dalla tragica strage in cui, tra gli altri, a#e#a perduto la #ita anche il Procuratore orsellino, diffusasi la notizia attra#erso indiscrezioni giornalistiche, runo all>ud% del 1=/1*/1994 f%

Pag. 1?9

della colla)orazione di 4utolo, si determinJ la necessit/ di un immediato trasferimento di molti familiari del colla)orante in strutture protette e, principalmente, del figlio, il 'uale si tro#a#a ancora detenuto e a causa di ciJ, a#e#a corso un gra#issimo rischio per la propria incolumit/ personale $cfr% ff% 19 e ss% ud% cit%&% 9in 'ui la testimonianza resa dal col% 1i Petrillo, la 'uale ha consentito di ricostruire le fasi che precedettero la formalizzazione della colla)orazione di 4utolo in modo assolutamente lineare, meticoloso e, soprattutto, perfettamente coincidente con le

dichiarazioni rese sul punto all>odierno di)attimento dallo stesso colla)orante, attendi)ilit/% A fronte delle plurime risultanze di)attimentali, a#enti #aria natura, documentale e testimoniale, assolutamente con#ergenti nella ricostruzione delle fasi iniziali della colla)orazione di Gaspare 4utolo e coincidenti con la #ersione resa dallo stesso, la ifesa dell>imputato ha a#anzato sospetti in ordine alla FstasiH #erificatasi tra il 1icem)re 1991 ed il 4aggio successi#o nella predetta colla)orazione: in sede di controesame del teste 0inisi, la 1ifesa ha, poi, dedotto l>incompati)ilit/ tra il contenuto del collo'uio, rafforzandone, di conseguenza, la complessi#a

29*

inter#enuto tra 4utolo ed il dott% 9alcone, siccome riferito dal predetto teste, ed il contenuto della relazione del 1</12/1991, a firma dello stesso 0inisi e del dott% 9alcone $cfr% ff% 21 e ss% ud% 12/*9/1994&: ha, 'uindi, a#anzato sospetti in ordine alla linearit/ di comportamento adottata nel caso in esame dal dott% 9alcone, alludendo ad asseriti propositi del predetto magistrato di Ftenere in 'uarantenaH il colla)orante in attesa di una sua promozione alla Procura !azionale Antimafia $cfr% ff% 2, e ss ud% cit%& ed, infine, in sede di discussione finale, non ha esitato a definire falsa la deposizione del dott% 0inisi, asseritamente funzionale ad accreditare le dichiarazioni del

colla)orante, parimenti ritenute false, alludendo in modo e#idente ad un F complottoH ai danni dell>imputato, in #irtu> del 'uale sare))e stato FutileH anticipare al 1icem)re 1991 le dichiarazioni accusatorie di 4utolo, nell>am)ito dell>odierno procedimento, a carico

dell>imputato% Dr)ene, su tali linee difensi#e, il Collegio, rile#a che il tentati#o posto in essere dalla 1ifesa di insistere nel ritenere false le dichiarazioni accusatorie rese sul conto dell>odierno imputato da 4utolo, nonostante l>ac'uisizione non di semplici riscontri )ens? di #ere e proprie Fpro#eH con#alidanti la sua deposizione in ordine alle

Pag. 191

fasi iniziali della propria colla)orazione, non pote#a che condurre, da un punto di #ista logico, alla necessaria conseguenza di coin#olgere nel giudizio di falsit/ anche 'uelle pro#e che della #eridicit/ del colla)orante costituiscono, sul punto in esame, inconfuta)ile conferma% 7a difesa non 5 stata, perJ, in grado di fornire alcuna plausi)ile giustificazione alle moti#azioni per cui un teste, come il dott% 0inisi, che il Collegio reputa altamente 'ualificato ed assolutamente disinteressato, a#re))e do#uto mentire allo scopo di accreditare la #ersione di un colla)oratore di giustizia, esponendosi con le proprie dichiarazioni, rese sotto impegno di dire la #erit/, alle conseguenze di una falsa testimonianza% 7>ipotesi appare, pertanto, del tutto indimostrata, e peraltro contraddetta da altre con#ergenti risultanze pro)atorie, cos? come infondata ed assolutamente pri#a di ogni riscontro appare la tesi difensi#a del FcomplottoH, che nella progressione delle ipotesi difensi#e formulate, si configura come 'uella piu> suggesti#a, ma al contempo, piu> inconsistente, ed in 'uanto tale si appalesa come l>estremo tentati#o posto in essere dalla difesa di contrastare inoppugna)ili risultanze pro)atorie%

292

Poche parole ritiene, poi, il (ri)unale di do#ere spendere sull>asserita scorrettezza, nel caso in esame, del comportamento assunto da parte del dott% 9alcone e ciJ per due, sostanziali, ordini di ragioni6 1& non #>5 necessit/ di FgiustificareH il comportamento di un magistrato che, per l>assoluta coerenza e l>indiscuti)ile efficacia del proprio impegno contro la criminalit/ mafiosa, ha pagato il piu> alto tri)uto a tale causa, con la perdita della sua stessa #ita: 2& in ogni caso non si #ede 'uale refluenza potre))e a#ere in ordine alla posizione dell>odierno imputato ed al giudizio di attendi)ilit/ su 4utolo, l>asserito comportamento assunto dal dott% 9alcone, posto che uni#oche risultanze di)attimentali hanno acclarato che il predetto colla)oratore di giustizia, fin dal preliminare contatto del 1icem)re del 1991, indicJ l>odierno imputato come soggetto colluso con la mafia% A tal proposito si ritiene do#eroso, comun'ue, e#idenziare che in modo assolutamente corretto il dott% 9alcone, come risulta dalle esposte emergenze documentali, pro##ide ad a#ere, per #ie ufficiali, il collo'uio richiestogli da 4utolo, informando di tale richiesta sia la Procura della 8epu))lica di Ci#ita#ecchia che il 1irettore Generale del 1ipartimento dell>Amministrazione Penitenziaria: in modo

Pag. 193

altrettanto tempesti#o e corretto, spiegJ al 4utolo, che egli non a#e#a titolo per a##iare con lui un rapporto di colla)orazione, concludendo in )re#issimo tempo 'uel collo'uio ed impegnandosi ad a##iarlo nei corretti canali istituzionali, con l>a##io di un contatto tra il detenuto e funzionari della 1%I%A% incaricati di #erificare l>effetti#a consistenza della #olont/ del 4utolo di colla)orare con la giustizia: l>opportunit/, condi#isa anche dal dott% 0inisi, di non comunicare ufficialmente la notizia di una FformaleH colla)orazione da parte di 4utolo, oltre che corrispondente ad un dato reale, non essendo disposto in 'uella fase il 4utolo ad a##iare un rapporto di colla)orazione con soggetti di#ersi dal dott% 9alcone, in cui ripone#a la massima fiducia, ed essendo, 'uindi, del tutto ancora da #erificare la sua reale #olont/ di affidarsi alla protezione dello 0tato $il che 5 compro#ato dal tra#agliato FiterH che solo, a seguito dell>atti#it/ frattanto dispiegata dai funzionari della 1%I%A%, condusse 4utolo, alla formale colla)orazione con la giustizia, solo in epoca successi#a alla strage in cui perse la #ita il dott% 9alcone ed in ogni caso, prima, con l>Autorit/ Giudiziaria di 9irenze e solo in un secondo tempo con l>Autorit/ Giudiziaria di Palermo& certamente, corrisponde#a ad un>esigenza, peraltro

e#idenziata nella relazione del 1</12/1991, di e#itare di esporre

294

4utolo, in 'uel momento detenuto, unitamente ad alcuni suoi stretti congiunti, in strutture carcerarie ordinarie, a rischi per la sua sicurezza% Certamente, nel caso in esame, era sem)rato opportuno scongiurare, anche il minimo rischio, in 'uanto a#re))e potuto #anificare un contri)uto in#estigati#o, che, se anche solamente annunciato, era apparso al dott%9alcone di estrema potenziale importanza, essendo egli )en consape#ole, attra#erso l>esperienza la#orati#a maturata a Palermo, dello spessore mafioso del soggetto in 'uestione e, 'uindi, delle enormi possi)ilit/ che una sua dissociazione a#re))e potuto offrire all>azione della 4agistratura contro FCosa !ostraH% A tutto 'uanto premesso, in ordine all>attendi)ilt/ del colla)orante in esame, de#e ancora aggiungersi che, anche le dichiarazioni dello stesso rese in ordine alla ri#elazione informale fatta al dott% orsellino, poco prima dell>uccisione del magistrato, sui rapporti illeciti esistenti tra l>odierno imputato e FCosa !ostraH hanno tro#ato puntuale conferma in plurime e concordanti risultanze di)attimentali %

Pag. 195

2>, infatti, emerso che, il dott%

orsellino, prima di essere

ucciso, e))e modo di confidare ad alcuni suoi stretti colla)oratori che 4utolo gli a#e#a informalmente riferito il nome del dott% Contrada, come soggetto colluso con FCosa !ostraH% A tal fine de#e, in primo luogo, esaminarsi la testimonianza del tenente dei C%C% Carmelo Canale, il 'uale, a#endo esercitato le funzioni di Comandante della Polizia Giudiziaria di 4arsala, dagli anni P=* al Gennaio 1992, e 'uindi anche nel periodo in cui il dott% orsellino esercitJ le funzioni di Procuratore della 8epu))lica in 'uella sede giudiziaria, e))e modo di instaurare con lo stesso un intenso rapporto di colla)orazione professionale% 2scusso all>udienza del 2</9/1994, il teste Canale ha dichiarato di ricordare, con assoluta precisione, che il #enerd? 1, 7uglio 1992 $e 'uindi tre giorni prima della strage in cui perse la #ita il dott% orsellino, ed in assoluta concordanza con 'uanto dichiarato sul punto dal colla)orante 4utolo&, alle h% 1<,"* circa, egli rice#ette al proprio apparecchio cellulare una telefonata da parte del dott% orsellino, il 'uale lo informa#a di a#ere appreso da Gaspare 4utolo, nel corso di una pausa dell>interrogatorio di 'uest>ultimo $che a 8oma sta#a conducendo insieme ad altri magistrati della Procura di

29,

Palermo& notizie confidenziali sul conto del dott% Contrada e del dott% 0ignorino $cfr% ff% ,* e ,1 ud% del 2</*9/1994&% Il medesimo teste ha, altres?, dichiarato di a#ere appreso precedentemente a tale comunicazione, sempre dal dott% orsellino,

che il dott% 9alcone lo a#e#a gi/ informato dell>intenzione manifestata da Gaspare 4utolo di iniziare a colla)orare con la Giustizia $cfr% ff% 42+ 4"+ ;= e ;9 ud% cit&% 7a circostanza relati#a all>apprensione diretta da parte del dott% orsellino della notizia confidenziale fattagli da 4utolo

relati#amente all>odierno imputato ed al dott% 0ignorino, 5 stata, poi, oggetto di ulteriori conferme nell>am)ito dell>istruzione

di)attimentale% Il dott% 0inesio Angelo, gi/ in ser#izio, tra il Gennaio 199* ed il 1icem)re del 1992, presso l>Afficio dell>Alto Commissario a 8oma e successi#amente passato nei ruoli del 0%I%0%1%2%, escusso all>udienza del 1"/;/1994, ha dichiarato di essersi presentato spontaneamente alla Procura della 8epu))lica di Palermo, nella fase delle indagini preliminari all>odierno procedimento, per spiegare le modalit/ attra#erso le 'uali, #enuto a conoscenza delle accuse, ancora non formalizzate ri#olte dal 4utolo a carico del dott% Contrada, nel corso

Pag. 197

di un collo'uio con il dott%

orsellino, in#olontariamente, era

di#enuto tramite della immediata comunicazione di tale notizia all>odierno imputato $cfr% ff% 11< e ss% ud% cit%&% Il teste ha confermato di a#ere appreso, in occasione della sua permanenza a Palermo per assistere ai funerali del compianto dott% orsellino, la medesima notizia riferita all>odierno di)attimento dal teste Canale, per essere stato informato non soltanto da 'uest>ultimo, ma anche da un magistrato, la dott%ssa Camassa, in passato sostituto procuratore alla Procura di 4arsala, uno dei piu> fidati colla)oratori del dott% orsellino% $cfr% ff% 12=+ 1"2+ 1""+149 e 1;1 ud% cit%& Appena appresa tale notizia, confermatagli da due distinte fonti, 0inesio a#e#a ritenuto opportuno comunicarla al dott% 1e 7uca, il 'uale proprio la sera precedente ai collo'ui a#uti con la dott%ssa Camassa e con il ten% Canale, lo a#e#a in#itato a cenare insieme a lui ed al dott% Contrada, nell>occasione presente a Palermo per i funerali del dott% orsellino $cfr% ff% 1"*+1"1+1"2 ud% cit%&% Il teste ha dichiarato di a#ere comunicato la notizia al dott% 1e 7uca, che ritene#a soggetto assolutamente affida)ile, al solo fine di Fmetterlo in guardiaH nei confronti del dott% Contrada: a#e#a appreso successi#amente, con serio disappunto, dallo stesso 1e 7uca che

29=

'uesti a#e#a pro##eduto ad informare tempesti#amente della cosa il diretto interessato $cfr% ff% 1"" e ss% ud% cit%&% Altro teste, citato anche dalla difesa nella propria lista, ha ulteriormente confermato la circostanza che il dott% Contrada era #enuto a conoscenza, prima del suo arresto, non soltanto delle dichiarazioni accusatorie rese sul suo conto da 4utolo ma anche di 'uelle rese da altro colla)oratore di giustizia, Giuseppe 4archese $cfr% sul punto deposizione del teste 7orenzo !arracci+ ff% 144 e ss% ud% 2*/;/1994&% 1>altra parte lo stesso imputato, nel corso del proprio esame di)attimentale all>ud% del 1;/11/1994, ha confermato di a#ere rice#uto notizia delle dichiarazioni di Gaspare 4utolo, con le modalit/ gi/ descritte dal teste 0inesio, dichiarando, altres? + come d>altronde risulta documentalmente acclarato, essendo annotato nella propria agenda personale relati#a all>anno 1992, ac'uisita all>odierno procedimento + di a#ere cenato la sera del 22/</1992 con il dott% 1e 7uca ed il dott% 0inesio, intrattenendo successi#amente con i predetti, con#ersazioni a#enti ad oggetto le dichiarazioni accusatorie rese sul suo conto da 4utolo, e di a#re inoltre tentato di ri#olgersi, in data 2< 7uglio 1992, al dott% 1e Gennaro, per a#ere conferma di tale notizia,

Pag. 199

che gli a#e#a risposto in modo molto e#asi#o $cfr% ff% 21 e ss% ud% 1;/11/1994 esame imputato ed annotazione agenda personale dello stesso relati#a all>anno 1992, se'uestrata nel corso della per'uisizione domiciliare eseguita il 24/12/1992, alla data del 2</</1992 6 F h.18,@@ (.I.$. dal dott. .. (e .ennaro0 uestione Butolo#...#cena con dott. $. (e !uca e dott. $ngelo +inesio 0 ufficio $.". 0 discusso uestione Butolo#'. 7>imputato, ha altres?, confermato, sempre in aderenza alle risultanze delle annotazioni contenute nella propria agenda personale, di a#ere intrattenuto con il direttore del 0%I%0%1%2% dell>epoca, dott% Angelo 9inocchiaro, collo'ui relati#i alla F'uestione 4utoloH $cfr% in tal senso annotazioni alle date dell>11 e del 12 !o#em)re del 1992& apprendendo, successi#amente, sempre da 'uest>ultimo, notizie piu> circostanziate sul contenuto delle accuse ri#olte non soltanto da Gaspare 4utolo nei suoi confronti ma anche dal 4archese $cfr% annotazioni agende alle date del 2"+ 2; e 2= !o#em)re del 1992& % 2scusso all>udienza del 4/1*/1994, il dott% Angelo 9inocchiaro, che ha s#olto le funzioni di 1irettore del 0%I%0%1%2% dall>Agosto del 1992 all>Agosto del 199", ha confermato che, ancor prima che #enisse inoltrata il </12/1992 la comunicazione ufficiale da parte del

"**

4inistero dell>Interno dell>indagine in corso a carico del dott% Contrada, a#e#a a#uto modo di apprendere, anche dallo stesso interessato, dell>esistenza di un>indagine giudiziaria a suo carico: il teste ha, altres?, ricordato di a#ere a#uto conferma di tale circostanza da altre fonti, dalle 'uali a#e#a appreso anche che 4utolo Gaspare era una delle fonti di accusa a carico del predetto funzionario: ha detto, in#ece, di non ricordare se a#esse rice#uto analoga conferma in ordine alle dichiarazioni di Giuseppe 4archese, limitandosi a prendere atto, su specifici rilie#i e#idenziati dal P%4% nel corso del suo esame di)attimentale, dell>esistenza di due annotazioni

nell>agenda dell>odierno imputato, rispetti#amente in data 2; e 2= !o#em)re 1992, in cui sono contenuti espressi riferimenti ai collo'ui a#uti dal dott% Contrada con lo stesso teste, in merito alle accuse formulate dai colla)oratori 4utolo e 4archese ed dei FparticolariH attinenti alle stesse $cfr% ff% 1*< e 114 ud% 4/1*/1994&% 7e risultanze, appena e#idenziate, pro#enienti da plurime fonti testimoniali ed acclarate anche da documenti pro#enienti dallo stesso imputato, secondo cui 'uesti, era #enuto a conoscenza delle accuse a suo carico, in un>epoca in cui le stesse non erano neppure state formalizzate o##ero erano ancora coperte dal segreto in#estigati#o,

Pag. 3<1

sono estremamente em)lematiche di una situazione di fatto, che nel corso della presente trattazione sar/ di #olta in #olta e#idenziata con riferimento agli specifici episodi, ma che appare opportuno anticipare fin da adesso6 l>odierno imputato, in ragione delle molteplici e particolari relazioni instaurate nel tempo con numerosissimi soggetti inseriti nelle strutture in#estigati#e dello 0tato, nonch5 in

considerazione degli stessi incarichi ricoperti nei medesimi apparati, ha a#uto occasione, nel corso della sua lunga carriera professionale e fino alle fasi preliminari dell>odierno procedimento, di essere il terminale naturale di un flusso di notizie, di interesse in#estigati#o, che egli, anche prescindendo dagli specifici incarichi, di #olta in #olta formalmente ricoperti, era in grado di conoscere, spesso rice#endole in modo assolutamente spontaneo, da numerosi soggetti che in lui a#e#ano riposto la loro fiducia% Per concludere la trattazione relati#a al profilo dell>intrinseca attendi)ilit/ e #eridicit/ delle dichiarazioni accusatorie rese nell>am)ito dell>odierno procedimento dal colla)oratore di giustizia Gaspare 4utolo, occorre precisare che la #erifica processuale finalizzata a riscontrare le sue dichiarazioni in ordine alla specifica circostanza dallo stesso riferita, secondo cui egli, fin dalle fasi

"*2

preliminari alla propria decisione di formalizzare la propria colla)orazione con la Giustizia, e))e modo di riferire, sia al dott% 9alcone che al dott% orsellino, di essere a conoscenza del rapporto

collusi#o instaurato con FCosa !ostraH dall>odierno imputato, ha dato un esito totalmente positi#o che consente di conferire al predetto colla)oratore di giustizia un peculiare riconoscimento di genuinit/ delle sue propalazioni accusatorie alla luce del 'uale possono esaminarsi gli ulteriori riscontri%

Pag. 3<3

Veri0ica -e$$@a""e%-i;i$i", es"ri%seca -e$$e -ichiara)i#%i rese -a$ c#$$a;#ra"#re -i gi s"i)ia Gas!are M "#$#.

I$ ra!!#r"# "ra 8C#sa N#s"ra: e g$i es!#%e%"i -e$$e Is"i" )i#%i. i$ c#%0r#%"# "ra - e -i'erse $i%ee s"ra"egiche a$ s # i%"er%#.

Come e#idenziato in premessa, nell>introdurre, nel corso del proprio esame di)attimentale, l>argomento relati#o ai rapporti tra FCosa !ostraH ed uomini appartenenti alle Istituzioni dello 0tato, ed in particolare alle 9orze dell>Drdine, Gaspare 4utolo, ha riferito che, intorno al 19<;, il #ertice di tale organizzazione criminale, rappresentato in 'uell>epoca ai suoi piu> alti li#elli dal trium#irato ontate+8iina+ adalamenti, $il colla)orante ha fatto riferimento a discussioni intercorse tra Gaetano adalamenti, 0tefano ontate,

0al#atore 8iina, 8osario 8icco)ono, 4ichele Greco, i rusca ed altri& si pose il pro)lema di come fronteggiare i danni che l>organizzazione a#e#a su)ito a seguito della trasmissione all>Autorit/ Giudiziaria, da parte di alcuni funzionari di P%G%, particolarmente atti#i e solerti, di

"*4

rapporti di denuncia a#enti ad oggetto il reato di associazione per delin'uere in assenza di contestazione di fatti+reato specifici% Per contrastare l>opera di tali funzionari, indi#iduati con riferimento ai #ertici della @uestura, nei dott%ri Giuliano, 1e 7uca e Contrada e per 'uanto riguarda i Cara)inieri nel cap% 8usso $cfr% ud% </,/1994 ff% 24 e ss%+ cfr% ud% 12/</1994 ff% "4 e ss%&, si delinearono, all>interno di FCosa !ostraH, due di#erse strategie, comun'ue accomunate dalla precisa intenzione di risol#ere, in ogni modo, il pro)lema dei funzionari FscomodiH , e#itando che la loro azione sfociasse in procedimenti penali a#enti ad oggetto il mero reato associati#o% 7a strategia piu> Fmor)idaH, rappresentata al massimo #ertice decisionale da 0tefano ontate e da Gaetano adalamenti, ritene#a

piu> proficuo tentare prima forme di Fa##icinamentoH dei predetti soggetti, sfruttando le proprie aderenze con gli am)ienti della politica e della societ/ ci#ile, al fine di #erificare la possi)ilit/ di un loro graduale assoggettamento ai #oleri di FCosa !ostraH e, solo in caso di soggetti irriduci)ili, procedere alla soluzione drastica della loro eliminazione fisica%

Pag. 3<5

Altra strategia, piu> estrema, rappresentata al massimo li#ello decisionale da 0al#atore 8iina, pri#ilegia#a la diretta ed esemplare eliminazione fisica di tutti i soggetti che, con la loro azione all>interno delle Istituzioni, frappone#ano ostacoli all>espansione ed al

rafforzamento di FCosa !ostraH% Con particolare riferimento all>indi#iduazione ed alla

Fsor#eglianzaH che il #ertice di FCosa !ostraH decise di effettuare nei confronti di taluni dei predetti funzionari, al fine di controllarne i mo#imenti e predisporre il supporto logistico per e#entuali azioni drastiche di eliminazione degli stessi, le conoscenze del colla)oratore di giustizia Gaspare 4utolo appaiono particolarmente rile#anti in 'uanto frutto non soltanto di notizie apprese da altri associati a FCosa !ostraH ma anche di fatti dallo stesso personalmente constatati che, nell>am)ito dell>istruzione di)attimentale, hanno tro#ato ampio e significati#o riscontro% 4utolo ha, infatti, riferito di a#ere personalmente proceduto, nel corso dell>anno 19<;, agli appostamenti effettuati per conto di FCosa !ostraH sia nei confronti del dott% Giuliano e del dott% 1e 7uca che del dott% Contrada $cfr% ff% 2< e ss% ud% </,/1994&%

"*,

Per 'uanto concerne il dott% Giuliano, ha riferito di a#ere rice#uto l>incarico direttamente dal proprio Fcapo famigliaH 8osario 8icco)ono, di controllarne i mo#imenti, insieme a 4icalizzi 0al#atore detto F(otinoH, indicato 'uale Fuomo d>onoreH della famiglia mafiosa di Partanna+Palla#icino, nonch5 fratello di 4icalizzi 4ichele, genero dello stesso 8icco)ono per a#erne sposato la figlia 4argherita $cfr% ff% "1 e ss% ud% del </,/1994&% 0econdo le dichiarazioni rese dallo stesso colla)orante, nell>occasione il 8icco)ono a#e#a prescelto lui, per effettuare i ser#izi di appostamento nei confronti del predetto funzionario proprio perch5 egli era cugino del proprietario del )ar F7uBH, sito nella #ia 1i lasi, fre'uentato dal dott% Giuliano che nei pressi a#e#a la propria a)itazione, ed anche perch5 nella stessa #ia in cui a)ita#a il dott% Giuliano, #icino ad una )ottega di cornici di tale 7a Greca, altro cugino di 4utolo, fratello del proprietario del )ar F7uBH, a nome Antonino, a#e#a un>officina di la#ori in ferro )attuto: pertanto, senza destare sospetti, 4utolo a#re))e potuto recarsi a tro#are 'uei suoi congiunti, al contempo, prendendo nota delle a)itudini del dott% Giuliano $cfr% ff% "1 e ss% ud% del </,/1994&%

Pag. 3<7

7e indagini di P%G% eseguite a riscontro di tale punto delle dichiarazioni di 4utolo hanno consentito di #erificare che, effetti#amente, nella #ia Alessio 1i Gio#anni, tra#ersa della #ia 1i lasi, e continuazione della #ia in cui a)ita#a il dott% Giuliano, 5 tuttora u)icato, al ci#ico n. 2;, il negozio di cornici di 7a Greca 0al#atore, classe 19",: il negozio di la#orazione di ferro )attuto di propriet/ di Antonino 0iracusa 5 risultato u)icato al ci#ico n. "9 della medesima #ia: il predetto Antonino 0iracusa 5 risultato cugino di 4utolo, essendo figlio di Ingrassia 7ucia, sorella della madre del colla)orante, Antonina Ingrassia $cfr% ff% ,, e ,< ud% 1=/1*/1994+ deposizione cap% 7uigi runo&% 4utolo ha, altres?, dichiarato di non a#ere potuto seguire gli s#iluppi delle decisioni dei #ertici di FCosa !ostraH rispetto alle determinazioni da adottare nei confronti del predetto funzionario, essendo stato tratto in arresto nel 4aggio 19<, ed essendo stato continuati#amente ristretto fino al 9e))raio 19=1, epoca dei primi permessi concessigli dal magistrato di sor#eglianza $circostanze acclarate documentalmente nella gi/ citata scheda riepilogati#a dei periodi di detenzione sofferti dal colla)orante nonch5 dei permessi dallo stesso fruiti + ac'uisita all>ud% del 22/9/199;& ma, ha dichiarato

"*=

di a#ere appreso che, proprio per non essere mai entrato in rapporti di collusione con gli am)ienti mafiosi, il dott% Giuliano era stato ucciso $cfr% ff% 1"2 e ss% ud% del </,/1994&% 2> risultato che, proprio all>interno del )ar F7uBH , di propriet/ di 0iracusa Gio#anni, cugino di Gaspare 4utolo, il dott% Giuliano era stato ucciso la mattina del 21 7uglio del 19<9 $+ cfr% rapporto sull>omicidio Giuliano ac'uisito all> udienza del 19/*4/1994 e testimonianza di 0iracusa Gio#anni ff% ;< e ss% ud% del 1"/;/1994& e non de#e sorprendere che dalla data dell>iniziale Fsor#eglianzaH di tale funzionario a 'uella della sua )ar)ara uccisione siano intercorsi di#ersi anni, atteso che, prima di eliminarlo fisicamente, la medesima associazione criminale a#e#a tentato inutilmente di intimidirlo, perseguendolo con gra#i minacce di morte, sicch5, 'uando l> azione professionale del predetto funzionario, al #ertice della 0'uadra 4o)ile di Palermo, a#e#a conseguito )rillanti risultati colpendo la predetta organizzazione nei suoi punti piu> strategici e #itali, era per#enuta alla decisione finale della sua uccisione% 2>, peraltro, un dato notorio, in 'uanto acclarato in numerosi procedimenti giudiziari riguardanti i c%d% Fomicidi eccellentiH, che FCosa !ostraH , una #olta emesse le proprie F sentenze di condanna a

Pag. 3<9

morteH, 5 solita attendere il momento logisticamente piu> propizio, o##ero 'uello piu> necessario, perch5 intollera)ile di#iene l>azione ai suoi danni da parte della #ittima predestinata, per eseguire le proprie sciagurate determinazioni: a ripro#a di ciJ de#e osser#arsi che, anche l>omicidio dell>ufficiale dei C%C% Giuseppe 8usso, fu eseguito il 2*/=/19<<, a distanza sempre di alcuni anni dall>originaria decisione di sottoporre a controllo anche tale funzionario% Proseguendo nella #erifica delle dichiarazioni rese da 4utolo, con riferimento agli appostamenti eseguiti nei confronti dell>altro funzionario della @uestura di Palermo, il dott% 1e 7uca, parimenti indicato dal colla)orante come possi)ile o)ietti#o, indi#iduato intorno al 19<; da parte di FCosa !ostraH, per e#entuale condizionamento o eliminazione fisica, 4utolo ha dichiarato di a#ere personalmente eseguito analoghi appostamenti nei suoi confronti, constatandone gli orari a)ituali di uscita dalla propria a)itazione, sita nei pressi dell>Dspedale di Palermo F-illa 0ofiaH $cfr% f% "" ud% del </,/1994&% 2gli ha, poi, dichiarato, di non a#ere mai appreso che il dott% 1e 7uca fosse stato Fammor)iditoH, ma ha detto che, #erosimilmente, proprio perch5, il predetto funzionario si era allontanato da Palermo

"1*

$il colla)orante non ha saputo specificare se perch5 trasferito o perch5 intimidito&, non era stato piu> ritenuto un pericolo per FCosa !ostraH $cfr% ff% "< e ss% ud% 12/</1994&% Dr)ene, 5 stato accertato che, effetti#amente, il dott% 1e 7uca, dal 2</"/19<2 fino al 19=*, ha a)itato nella #ia 8esuttana n. 111/A di Palermo, sita nelle immediate #icinanze del locale Dspedale F-illa 0ofiaH $cfr% f% ,< ud% 1=/1*/1994 + depos% cap% 7uigi runo&% 2> stato, altres?, accertato, per dichiarazione pro#eniente dallo stesso 1e 7uca che, nel periodo immediatamente successi#o all>omicidio del dott% Giuliano, fu destinatario di gra#i e reiterate minacce da parte di FCosa !ostraH e che, in epoca successi#a, #enne trasferito, su sua domanda, in altra sede molto distante da Palermo% In particolare, il dott% 1e 7uca + che nel 19<4 era stato nominato dirigente della sezione omicidi per #olont/ dello stesso dott% Contrada, in 'uel periodo dirigente della 0'uadra 4o)ile di Palermo, e che in tale incarico era rimasto fino all>inizio del 19=*, 'uando era stato nominato #ice+dirigente della 0'uadra 4o)ile diretta dal dott% Impallomeni + nel 0ettem)re del 19=* era sato destinatario di una lettera anonima, indirizzata al @uestore pro+tempore di Palermo nonch5 al Prefetto ed anche al Comandante della 7egione dei C%C%,

Pag. 311

nella 'uale si dice#a che, se non fosse stato trasferito in altra sede, a#re))e fatto la stessa fine del #ice @uestore oris Giuliano $nel

corso della deposizione di)attimentale, all>udienza del 4/1*/1994, il dott% 1e 7uca ha a#uto modo di confermare sul punto, una sua dichiarazione resa in data 2,/,/19=1 al 0ostituto Procuratore della 8epu))lica di Palermo, ac'uisita in atti cfr% f% 11 ud% cit%&% !el prosieguo della sua deposizione il teste 1e 7uca ha aggiunto che, nel periodo in esame, 'uella cui si 5 fatto riferimento non era stata l>unica minaccia che a#e#a rice#uto, essendosi #erificate Fmoltissime di ueste situazioni# $cfr% f% 11 ud% cit%& ed anche se ha sostenuto di a#ere chiesto il trasferimento da Palermo, perch5 in polemica con la propria Amministrazione che non a#e#a #oluto affidargli la dirigenza della 0'uadra 4o)ile, sta di fatto che il 2;/11/19=* il dott% 1e 7uca, su sua domanda, era stato trasferito a 4ilano, do#e era rimasto per circa due anni $cfr% f% " ud% cit%&% 2> indu))io pertanto che, secondo l>ottica dell>organizzazione criminale che lo a#e#a indi#iduato come proprio a##ersario e lo a#e#a gra#emente minacciato, una #olta #erificatosi il trasferimento del funzionario in altra sede, prescindendo dalle reali cause di tale

"12

trasferimento, FCosa !ostraH a#e#a comun'ue raggiunto il proprio o)ietti#o% Passando alla trattazione della posizione del dott% Contrada, de#e dirsi che le #icende relati#e all>azione posta in essere nei suoi confronti da FCosa !ostraH, attestano una storia )en di#ersa da 'uella dei funzionari dello 0tato cui si 5 dianzi accennato% Il colla)oratore di giustizia Gaspare 4utolo 5 colui il 'uale, in modo piu> completo rispetto agli altri colla)oratori di giustizia escussi nell>am)ito del presente procedimento, ha dimostrato di essere a conoscenza della trasformazione graduale di tale funzionario da temuto a##ersario della mafia, negli anni P,* fino alla prima met/ degli anni P<*, a soggetto colluso con la mafia, F nelle mani H dei suoi massimi esponenti% Anche in 'uesto caso le conoscenze di 4utolo sono risultate di particolare precisione e spessore pro)atorio, frutto di conoscenze in parte dirette ed in parte indirette, ma in ogni caso a#enti ad oggetto una tale #ariet/ di episodi specifici, tali da consentirne la piu> ampia #erifica processuale% Per 'uanto concerne, in particolare, l>indi#iduazione, nell>anno 19<;, del dott% Contrada come uno dei funzionari ai #ertici della

Pag. 313

@uestura di Palermo, che per l>intensit/ della propria azione anti+ mafia, era ritenuto da FCosa !ostraH uno degli o)ietti#i da FcondizionareH, piegandolo ai propri #oleri, o##ero da eliminare, 4utolo ha riferito che, proprio in 'uell>anno, egli era stato incaricato, unitamente al 4icalizzi 0al#atore, di controllarne gli spostamenti e le a)itudini% A tal fine, era per#enuta, all>interno di FCosa !ostraH una notizia da parte di Graziano Angelo, indicato dal colla)orante 'uale Fuomo d>onoreH della famiglia mafiosa del orgo e da Galatolo

Giuseppe, Fuomo d>onoreH della #ia 4ontal)o, FfamigliaH dell>Ac'ua 0anta, in )ase alla 'uale era possi)ile rintracciare il dott% Contrada nella #ia Guido Nung, do#e lo stesso con una certa assiduit/ ed in compagnia femminile, era solito fre'uentare un appartamentino che lo stesso Graziano Angelo a#e#a detto di essersi procurato di mettergli a disposizione% 4utolo ha spiegato che il Graziano, che s#olge#a insieme ai suoi fratelli l>atti#it/ di costruttore edile e nella predetta zona a#e#a costruito grandissimi palazzi, era inizialmente un Fuomo d>onoreH molto #icino al 8icco)ono, all>epoca capo del mandamento in cui era ricompresa anche la zona della FfamigliaH del orgo di cui face#a

"14

parte il Graziano, ma che successi#amente i rapporti tra i due si erano deteriorati per #ia di uno FsgarroH che il Graziano a#e#a commesso nei confronti della donna di un mafioso, tanto che era stato lo stesso 8icco)ono, in epoca successi#a, ad ucciderlo mediante

strangolamento $cfr% ff% 1,1 e ss% ud% </,/1994&% Il 4utolo ha, 'uindi, spiegato il contesto in cui tale notizia fornita dal Graziano do#e#a essere utilizzata da FCosa !ostraH 6 indi#iduare uno spostamento a)itudinario del dott% Contrada nel corso del 'uale egli fosse solo e senza adeguate difese, in prospetti#a di un e#entuale agguato ai suoi danni% La, 'uindi, riferito di essere stato incaricato di #erificare la notizia della fre'uentazione da parte del predetto funzionario dell>indicato appartamento ed ha aggiunto che in effetti, dopo alcuni appostamenti, in un>occasione, che ha indicato intorno alla fine del 19<;, egli a#e#a a#uto modo di constatare personalmente, unitamente al gi/ citato 4icalizzi 0al#atore, che il dott% Contrada era entrato, con un>auto#ettura ci#ile e senza uomini di scorta, nel posteggio posto sul retro dell>edificio della #ia Guido Nung, gi/ indicato dal Graziano%

Pag. 315

(ali passi delle dichiarazioni del colla)orante richiedono, pertanto, ai fini di una #erifica, l>analisi dei riscontri ac'uisiti, con riferimento a due distinti passaggi della sua narrazione6 1& la connotazione , nel periodo antecedente alla prima met/ degli anni P<*, del funzionario Contrada 'uale esponente di punta della @uestura di Palermo nelle indagini anti+mafia tale da giustificare la sua indi#iduazione da parte di FCosa !ostraH come o)ietti#o delle proprie strategie criminali di

Fa##icinamentoH o##ero di eliminazione fisica: 2& la fre'uentazione, nell>anno 19<;, da parte dello stesso, a)itualmente ed in compagnia femminile, di un appartamento sito nella #ia Guido Nung a Palermo, indi#iduato da Graziano Angelo%

"1,

I%-i'i- a)i#%e -i (r %# C#%"ra-a %e$ !eri#-# a%"ece-e%"e a$ 1975 c#&e #;ie""i'# -e$$e s"ra"egie cri&i%a$i -i 8C#sa N#s"ra:

!umerose risultanze, di tipo testimoniale e documentale, ac'uisite nell>am)ito dell>istruzione di)attimentale dell>odierno procedimento, hanno consentito di confermare che, nel periodo indicato da 4utolo, effetti#amente il dott% Contrada, prima come funzionario addetto alle sezioni in#estigati#a ed anti+mafia della 0'uadra 4o)ile di Palermo e, successi#amente, come dirigente della stessa 0'uadra 4o)ile, partecipJ e diresse, spesso in colla)orazione proprio con gli altri funzionari, $1e 7uca, Giuliano, 8usso& indicati dal predetto colla)orante come o)ietti#i di FCosa !ostraH, le piu> importanti indagini anti+mafia, distinguendosi per il particolare atteggiamento in#estigati#o improntato ad impegno e decisione nel perseguire i gruppi criminali, e spesso proprio con 'uel tipo di inter#ento sfociato in rapporti di denuncia per il reato di associazione per delin'uere, che tanti danni a#e#a causato alla consorteria mafiosa e che a cagione di ciJ era particolarmente temuto dalla stessa%

Pag. 317

Anche l>imputato, nel corso delle dichiarazioni rese in sede di esame di)attimentale, alle udienze del 4/11/1994 $cfr%ff% 4 e ss&, 22/11/1994 $cfr% ff% 11 e ss%& e 1"/12/1994 $ff% 4" e ss%&, ha e#idenziato le numerose indagini anti+mafia, relati#e al periodo in esame, cui egli a#e#a partecipato, spesso dando alle stesse un significati#o contri)uto% In ordine all>atti#it/ in#estigati#a nel settore anti+mafia condotta dal predetto funzionario, con precipuo riferimento al periodo in esame, hanno reso ampie e dettagliate deposizioni, tra gli altri, anche il Prefetto !ino 4endolia, gi/ #ice+dirigente della 0'uadra 4o)ile negli anni ,* e successi#amente, dal 19<" al 19<,, dirigente della Criminalpol $cfr% ud% 1</1/199; ff% "; e ss%&, il generale dell>Arma dei C%C% 9rancesco -alentini, gi/ comandante negli anni 19,4+19,< del !ucleo In#estigati#o dei C%C% a Palermo $cfr% ud% 2*/1/199; ff% "* e ss%& ed inoltre il Prefetto 2manuele 1e 9rancesco, che nel periodo compreso tra il 19,= ed il 19<" esercitJ le funzioni di -ice @uestore #icario, a capo del Ga)inetto della @uestura di Palermo $cfr% ud% "1/;/1994 ff% 11; e ss%&% 1al complesso delle ac'uisizioni pro)atorie, 5 emerso, 'uindi, che il dott% Contrada, nel 19,", da poco trasferito alla 0'uadra 4o)ile

"1=

di Palermo, a#e#a partecipato alle indagini relati#e alla c%d% Fstrage di CiaculliH $#erificatasi il "*/,/19,"&, condotte dalla 0'uadra 4o)ile diretta dal dott% Am)erto 4adia e dal !ucleo di Polizia Giudiziaria dei C%C% di Palermo $cfr% dep% !ino 4endolia ud% cit del 1</1/199;&% !el 19,9, unitamente al dott% Giuliano ed al cap% 8usso, si era occupato delle indagini, condotte congiuntamente dalla 0'uadra 4o)ile e dall>Arma dei C%C%, relati#e alla c%d% Fstrage di -%le 7azioH, #erificatasi nel 1icem)re 19,9 $cfr% deposizione teste 1e 7uca ud% 2=/1*/1994&% !el 19<*, a#e#a partecipato, unitamente al dott% Giuliano, alle indagini relati#e alla scomparsa del giornalista del 'uotidiano F7>DraH di Palermo 4auro 1e 4auro, #erosimilmente soppresso con il metodo della Flupara )iancaH il 1,/9/19<* $cfr% dep% cap% runo ud% 21/1*/1994 f% 12"+ dep% teste 1e 7uca ud% del 2=/1*/1994 + dep% 1onato 0anto ud% 1"/;/1994 ff% 1;1 e ss% + nonch5 relazioni di ser#izio e relati#o rapporto, ac'uisiti all>ud% del 1,/12/1994&% 0uccessi#amente, nel 19<1, sempre in colla)orazione con il dott% Giuliano e altri funzionari della 0'uadra 4o)ile, si era occupato delle indagini relati#e all>omicidio del Procuratore della 8epu))lica di Palermo, dott% Pietro 0caglione e del suo agente di scorta

Pag. 319

$#erificatosi il ;/;/19<1&, dando un decisi#o contri)uto, unitamente al cap% 8usso, alla conseguente operazione di arresti in flagranza per il reato di cui all>art% 41, c%p% confluita nel rapporto giudiziario c%d% F dei 114 F contro Al)anese E 11" $cfr% dep% cap% runo f% 124 ud% del

21/1*/1994+ dep% 1e 7uca Antonio ud% 2=/1*/1994 ff% =2 e ss% + dep% 1onato 0anti ud% del 1"/;/1994 ff% 1;1 e ss%+ dep% Giuseppe 0ci)ilia ud% "*/,/199; ff% 2* e ss%+ nonch5 n. ; rapporti giudiziari relati#i all>inchiesta in oggetto+ dispositi#o della sentenza+ordinanza emessa dal G%I% di Palermo in data 1,/"/19<" e dispositi#o della sentenza pronunciata dal (ri)unale di Palermo in data 29/</19<4+ ac'uisiti all>udienza del 1,/12/1994%&% !el 19<2 si era occupato, personalmente, delle indagini relati#e al se'uestro di 7uciano Cassina, figlio dell>imprenditore Arturo Cassina, a seguito del 'uale a#e#a su)ito anche un procedimento penale, a##iato su denuncia di 9rancesco 0crima, per i reati di concorso in tentata #iolenza pri#ata e lesioni personali gra#i, unitamente al dott% 1e 7uca e ai capitani dei C%C% Giuseppe 8usso e (ateo Angelo, conclusosi, al termine della formale istruzione, con dichiarazione da parte del G%I% di Palermo di non do#ersi procedere per insufficienza di indizi $cfr% dep% 2manuele 1e 9rancesco ud% del

"2*

"1/;/1994 ff% 11; e ss%: dep% -incenzo Parisi ud% 1;/</1994 ff% 4* e ss%: dep% 1e 7uca Antonio ud% 2=/1*/1994 ff% =; e ss%+ nonch5 fascicolo del procedimento penale instaurato a seguito della denuncia sporta da 0crima 9rancesco, fermato nell>Agosto del 19<2 nell>am)ito delle indagini relati#e al se'uestro Cassina + ac'uisito all>udienza del 1,/12/1994 e documentazione relati#a a tale procedimento contenuta nel fascicolo personale dell>imputato esistente presso il 4inistero 1ell>Interno, ac'uisito all>udienza del 19/4/1994&% !el 19<", unitamente ai suoi colla)oratori 1e 7uca Antonio e 1onato 0anti ed al col% 8usso ed al cap% (ateo dei C%C%, a#e#a assunto le spontanee dichiarazioni del primo pentito di mafia, 7eonardo -itale, successi#amente ucciso in data 2/12/19=4, che a#e#a delineato il primo organigramma delle famiglie mafiose di Palermo $cfr% dep% 2manuele 1e 9rancesco ud% "1/;/1994 ff% 11; e ss% + 1e 7uca Antonio ud% 2=/1*/1994 ff% =, e ss%+ dep% 1onato 0anti ud% 1"/;/1994 ff%1;1 e ss% + dep% Giuseppe 0ci)ilia ud% "*/,<199; ff% 2* e ss% + nonch5 p%#% delle spontanee dichiarazioni rese da 7eonardo -itale, redatto in data "*/"/19<" e rapporto preliminare di denuncia in#iato, in data "1/"/19<", all>A%G% dalla 0'uadra 4o)ile presso la @uestura di Palermo sulla )ase delle predette dichiarazioni, in relazione

Pag. 311

all>omicidio in pregiudizio di dell> 11/11/1994&%

ologna Giuseppe, ac'uisiti all>ud%

!el 19<;, essendo al #ertice della 0'uadra 4o)ile, a#e#a diretto le indagini relati#e all>omicidio dell>agente Cappiello e dell>omicidio del m%llo 0orino $cfr% dep% 1e 7uca Antonio ud% cit%&% Premesso che, per 'uanto concerne le indagini relati#e all>omicidio dell>agente di P%0% Cappiello sar/ riser#ata in prosieguo apposita trattazione, atteso l>ampio spazio dedicato a tale specifica indagine nell>am)ito dell>istruzione di)attimentale nonch5 il rilie#o, a fini difensi#i, attri)uito alla stessa dall>imputato, appare opportuno, in 'uesta parte della moti#azione approfondire l>atti#it/ dispiegata dal dott% Contrada in relazione all>operazione che condusse al predetto rapporto c%d% Fdei 114H% 7a rile#anza pro)atoria di tale indagine risiede in un duplice ordine di ragioni6 1& tale operazione di Polizia Giudiziaria, tra le piu> importanti tra 'uelle condotte nel periodo in esame, 5 'uella piu> em)lematicamente rappresentati#a del tipo di Finter#ento forteH confluito in un rapporto di denuncia per il solo reato associati#o, indicato dal colla)oratore di giustizia Gaspare

"22

4utolo come 'uello piu> osteggiato da FCosa !ostraH, ed 5 la specifica ragione della decisione, adottata dal #ertice di tale organizzazione criminale, di tenere Fsotto sor#eglianzaH il dott% Contrada, tra gli altri , in 'uanto ritenuto nemico temi)ile: 2& l>atteggiamento adottato dal dott% Contrada in tale occasione si 5 ri#elato diametralmente opposto a 'uello dal medesimo assunto in altro periodo, 'uando, negli anni P=*, egli assunse comportamenti improntati a particolare cautela e )ene#olenza #erso i mafiosi $#edi #icenda Gentile + #icenda -anni Cal#ello 4antegna + #icenda Gio#anni Gam)ino ecc%%& ed in particolare 'uando #enne estromesso, insieme ai suoi piu> fidati colla)oratori, da un>importante operazione di Polizia,

predisposta dal @uestore di Palermo, dott% -incenzo Immordino in piena intesa con il Procuratore della 8epu))lica dott% Gaetano Costa $operazione Fcaserma 7ungaroH&, argomenti dei 'uali si tratter/ nel prosieguo% 7>operazione di Polizia Giudiziaria, denominata Fdei 114H, che a#e#a preceduto l>inoltro di cin'ue rapporti all>Autorit/ Giudiziaria nei confronti del gruppi di mafia emergenti degli anni P<*, con la contestazione del reato di associazione per delin'uere, era stata decisa

Pag. 313

nel corso di una riunione, s#oltasi a Palermo, all>indomani dell>omicidio del Procuratore 0caglione, presieduta dal 4inistro dell>Interno, cui a#e#ano partecipato i #ertici della Polizia e dei Cara)inieri% (ale azione, deli)erata come risposta da parte delle 9orze dell>Drdine al predetto gra#e fatto di sangue, #erificatosi il ;/;/19<1, primo di una lunga serie di delitti consumati ai danni di magistrati siciliani, era consistita in un>operazione di arresti in flagranza per il predetto reato associati#o, sul presupposto della natura permanente di tale reato% Come confermato dallo stesso imputato in sede di esame di)attimentale, nel corso della citata riunione, lo stesso dott% Contrada, che all>epoca dirige#a la sezione anti+mafia della 0'uadra 4o)ile di Palermo, unitamente al cap% dei C%C% Giuseppe 8usso, era stato incaricato, in )re#issimo tempo, di redigere un elenco, con allegata raccolta di dati, dei maggiori esponenti mafiosi, ritenuti piu> atti#i e pericolosi nel palermitano, che erano stati tratti in arresto% Il primo rapporto inoltrato all>A%G%, in data ,/,/19<1, intestato ad Al)anese Giuseppe E ,;, era stato firmato dall>allora dirigente della 0'uadra 4o)ile, dott% !ino 4endolia, dal ten col dei C%C% Gino

"24

Porto nonch5 da tutti gli uffciiali dell>Arma e dai funzionari della @uestura di Palermo che ad essa a#e#ano cooperato, tra i 'uali oltre al dott% Contrada anche il cap%Giuseppe 8usso ed il dott% oris Giuliano% 7o s#iluppo delle indagini successi#e, coordinate e dirette dal col% dei C%C% Carlo Al)erto 1alla Chiesa, all>epoca comandante della 7egione dei C%C% di Palermo e dal @uestore dott% 9erdinando 7i 1onni, a#e#a consentito di ampliare il numero dei denunciati e di inoltrare all>Autorit/ Giudiziaria, 'uali ulteriori seguiti al primo rapporto di denuncia, i successi#i rapporti rispetti#amente in data 1;/</19<1+ 2*/9/19<1+ 2,/1*/19<1 e 2*/12/19<1% I gruppi mafiosi di maggior spessore criminale indi#iduati nei predetti rapporti face#ano capo alle famiglie mafiose degli Al)anese, degli Al)erti, dei adalamenti, dei ontate, dei 9idanzati , dei Greco ed altri% In data 1,/"/19<" il G%I% presso il (ri)unale di Palermo a#e#a emesso sentenza+ordinanza di rin#io a giudizio nel procedimento contro Al)anese Giuseppe E 11" ed altri, ignoti, dichiarando non do#ersi procedere, per non a#er commesso il fatto, nei confronti di sei denunciati, e, per insufficienza di pro#e, nei confronti di altri trenta denunciati%

Pag. 315

!onostante, poi le numerose pronunce di assoluzione seguite alla cele)razione del di)attimento di primo grado $cfr% dispositi#o sentenza del (ri)unale di Palermo cit%&, tale azione, finalizzata all>indi#iduazione, alla denuncia ed all>arresto in flagranza per il reato associati#o sul presupposto della natura permanente di esso, dei piu> grossi esponenti mafiosi operanti in 'uel tempo, ha ri#elato la sua utilit/ e#idenziando la tempesti#it/ e l>ampiezza della risposta da parte delle 9orze dell>Drdine dinanzi al gra#issimo omicidio, che, per la prima #olta in 0icilia, a#e#a colpito un magistrato% In conclusione, la specifica disamina delle emergenze testimoniali e documentali citate, ha consentito di confermare 'uanto riferito da Gaspare 4utolo in ordine al ruolo di prima linea s#olto dal dott% Contrada nel periodo antecedente al 19<; nelle indagini anti+ mafia, tale da giustificare l>indi#iduazione dello stesso 'uale o)ietti#o dell>azione di FCosa !ostraH che proprio nel corso di 'uell>anno decise di controllarne i mo#imenti per #erificarne la possi)ilit/ di Fa##icinamentoH o##ero di eliminazione fisica%

"2,

*reA e%"a)i#%e -a !ar"e -e$ -#"". C#%"ra-a -i % a!!ar"a&e%"# i% 'ia G i-# H %g.

!umerose risultanze testimoniali e documentali, confermate dalle dichiarazioni rese dallo stesso imputato, hanno consentito di accertare la circostanza della fre'uentazione da parte dell>odierno imputato di un palazzo sito nella #ia Guido Nung, consentendo di confermare, anche in ordine a tale punto, l>attendi)ilit/ del colla)oratore di giustizia Gaspare 4utolo% Come gi/ accennato, le dichiarazioni del predetto sul punto in esame sono frutto di conoscenze di #aria natura, in parte indirette $5 da Angelo Graziano e da altri Fuomini d>onoreH all>interno di FCosa !ostraH che 4utolo apprende della fre'uentazione dell>appartamento da parte dell>imputato e dell>interessamento del Graziano medesimo per FprocurareH l>appartamento a Contrada& ed in parte dirette $a#endo dichiarato 4utolo di a#ere constatato personalmente in un>occasione che l>imputato si era recato in 'uell>appartamento&% Il teste Guido 7ongo, escusso all>udienza del 14/1*/1994, ha riferito in merito all>atti#it/ di P%G%, eseguita nella fase delle indagini

Pag. 317

preliminari, per per#enire all>indi#iduazione dell>appartamento indicato dal colla)orante% La dichiarato che, sulla )ase delle descrizioni fornite da Gaspare 4utolo, gli ufficiali di P%G% incaricati di tale indagine, erano giunti all>indi#iduazione dell>edificio sito al ci#ico n. 12 della predetta #ia Guido Nung, rice#endo successi#amente conferma, in )ase alle dichiarazioni rese dal portiere, -ito 7azzara, della fre'uentazione del suddetto sta)ile da parte dell>odierno imputato: dai dati catastali relati#i al palazzo in esame #enne, altres?, accertato che la propriet/ dell>area sulla 'uale insiste#a il palazzo era di tale -anni Camillo 1e Gregorio, suocero di Gual)erto Artemisio Carducci, che a#e#a costruito l>immo)ile $cfr% ff% ,9 e ss% ud% cit%&% 2scusso all>udienza del 1*/,/1994, -ito 7azzara, che ha s#olto l>atti#it/ di portiere nello sta)ile di #ia Guido Nung n. 12 per circa dieci anni, dal 19,9 al 19<9, ha confermato di a#ere #isto, piu> #olte, il dott% Contrada, in compagnia femminile, fre'uentare lo sta)ile in 'uestione, recandosi, alternati#amente, nei due mini+appartamenti, siti al K-I. piano $attico& del palazzo in 'uestione, rispetti#amente locati al dott% 8enato 1i 9alco ed al dott% 1omenico 0ignorino, soggetti fra loro in )uoni rapporti di amicizia: ha ricordato, altres?, che

"2=

l>appartamento locato al dott% 1i 9alco era di propriet/ della sig%ra 1e 7isi mentre 'uello preso in affitto dal dott% 0ignorino,

successi#amente passato nella disponi)ilit/ del dott%% Camillo Al)eggiani, era di propriet/ del costruttore del palazzo Carducci Gual)erto Artemisio $cfr% deposizione resa da -ito 7azzara all>udienza del 1*/,/1994+ ff% 12< e ss% + da integrare, per le parti oggetto di contestazione, con le dichiarazioni rese dal medesimo teste alla P%G% in data 1* e 1; 1icem)re 1992, ac'uisite agli atti&% Il 7azzara, ha confermato anche un particolare, che in occasione dell>appostamento descritto da Gaspare 4utolo, costitu? oggetto di specifica e diretta osser#azione, e cio5 che, il dott% Contrada era solito accedere al predetto sta)ile dalla zona parcheggio, munita di apposito cancello, sita sul retro del palazzo, che consenti#a di raggiungere il #ano ascensore attra#erso un ingresso secondario% Il teste Gual)erto Carducci Artemisio, escusso all>udienza del 21/1*/1994, ha confermato talune circostanze, in parte gi/ acclarate dalle precedenti deposizioni testimoniali, e cio5 di essere stato il costruttore dello sta)ile in esame, insistente su terreno cedutogli in permuta dal suocero 1e Gregorio: di a#ere locato al sig% 8enato 1i 9alco, tra il 19,< ed il 19<*, un mini +appartamento di sua propriet/

Pag. 319

sito al piano attico, successi#amente #enduto alla sig%ra 1e 7isi: di a#ere locato, in epoca compresa tra gli anni 19<1 e 19<", altro mini+ appartamento, sito al medesimo piano attico di 'uello del sig% 1i 9alco, al dott% 0ignorino il 'uale a#e#a continuato a fre'uentare l>appartamento anche 'uando, successi#amente, intorno al 19<,, era stato locato al dott% Camillo Al)eggiani% Il teste 8enato 1i 9alco, escusso all>udienza del 21/1*/1994, ha dichiarato di a#ere condotto in locazione, nel 19,=, l>appartamentino sito al K-I. piano, scala A, dello sta)ile in oggetto mantenendolo in affitto fino al 19=<, anno in cui lo a#e#a ac'uistato% La ricordato che il piccolo appartamento adiacente al suo era stato, in un primo tempo, preso in affitto dal sig% Carlo Arcoleo, amico del dott% Al)eggiani il 'uale, su)ito dopo l>Arcoleo lo a#e#a affittato per un )re#e periodo, succedendogli nella locazione il dott% 0ignorino che, dopo un periodo di circa due+tre anni in cui lo a#e#a a)itato sta)ilmente, lo a#e#a lasciato nuo#amente all>Al)eggiani % La dichiarato il 1i 9alco, confermando sul punto le dichiarazioni del teste Carducci, che comun'ue il dott% 0ignorino a#e#a conitnuato a fre'uentare, sia pur saltuariamente, l>appartamento

""*

in oggetto anche durante la locazione successi#a del dott% Al)eggiani e fino agli anni =*% Per 'uanto riguarda il dott% Contrada, ha precisato di a#erlo conosciuto per il tramite del dott% 0ignorino e di esserne di#entato amico: ha dichiarato, confermando sul punto 'uanto gi/ emerso dalla dichiarazione resa dal portiere dello sta)ile, che il dott% Contrada, a#e#a la materiale disponi)ilit/ di entram)i gli appartamenti, precisando che il gruppo di amici composto da lui , dal dott% 0ignorino, dal dott% Al)eggiani e dal dott% Contrada, all>occorrenza, pote#a a#ere la disponi)ilit/ di ciascuno degli appartamenti in 'uestione essendo stata concordata l>a)itudine di tenere le rispetti#e chia#i in ognuno degli appartamenti% La, altres?, dichiarato che il dott% Contrada a#e#a continuato a fre'uentare i suddetti appartamenti anche nel periodo in cui uno dei due, dopo l>affitto al dott% 0ignorino, era stato locato dal dott% Al)eggiani% Il dott% Camillo Al)eggiani, nel corso della sua deposizione di)attimentale all>udienza del 24/</199;, ha confermato sia il suo personale, piu> che #entennale, rapporto di amicizia con il dott%

Pag. 331

Contrada, sia la condi#isione di tale rapporto di amicizia con i sig%ri 8enato 1i 9alco, 1omenico 0ignorino e Carlo Arcoleo% La confermato, altres?, di a#ere preso in affitto l>appartamento di propriet/ dell>ing% Carducci negli anni P<* e di a#erlo mantenuto per un lungo periodo, fino a circa tredici o 'uattordici anni fa $e 'uindi fino al 19=1+19=2&% La affermato di a#ere dato la materiale disponi)ilit/ dell>appartamento in 'uestione a di#ersi amici e tra 'uesti anche al dott% Contrada, al 'uale a#e#a consegnato le chia#i e che a#e#a anche partecipato alle spese condominiali e di gestione dello stesso $cfr% ud% 24/</199; ff% 1* e 2*&% La dichiarato, confermando sul punto 'uanto gi/ dichiarato dal teste 1i 9alco, che effetti#amente il gruppo di amici in 'uestione a#e#a la disponi)ilit/ di entram)i gli appartamenti siti al piano attico, essendo in#alsa l>a)itudine di custodire in ognuno dei due appartamenti le chia#i dell>altro% 1alla documentazione reperi)ile, concernente la gestione del condominio di #ia Guido Nung n. 12, ac'uisita all>udienza del ,/;/1994 $cfr% n. 2; elenco doc% depositato dal P%4%&, 5 stato possi)ile accertare che effetti#amente il sig% 1i 9alco ed il sig% Al)eggiani

""2

hanno condotto in locazione gli appartamenti siti al K-I. piano della scala A& dello sta)ile in oggetto, rispetti#amente agli interni n. "9 $propriet/ 1e 7isi& e n."= $propriet/ Carducci& fino alla prima met/ degli anni =* $cfr% prospetto ac'ua relati#o all>anno 19<<, nonch5 'uadri riassunti#i delle 'uote condominiali relati#e a 4aggio 19=*+ Dtto)re 19=*+ Aprile 19=1+ 1icem)re 19=1+ Aprile 19=2 e prospetto consumo ac'ua relati#o al mese di 4arzo 19=;&: dalla lista dei condomini relati#a alla con#ocazione dell>assem)lea condominiale per il giorno 2</11/1992, si e#ince che in 'uell>epoca il sig% 1i 9alco risulta#a essere di#entato proprietario dell>appartamento sito

all>interno n. "9% !el corso del proprio esame di)attimentale $cfr% udienze =/11/1994+ ff% " e ss% 1;/11/1994+ff% da ,9 a <" e 29/12/1994 ff% 2; e ss%& l>imputato ha ammesso di a#ere effetti#amente fre'uentato, tal#olta anche in compagnia femminile, lo sta)ile in 'uestione sin dalla fine del 19<4 inizio 19<; e, certamente fino al 19=*: ha dichiarato di essersi recato, tal#olta, presso l>appartamento del 1i 9alco anche in epoca successi#a% La, altres?, confermato di a#ere fre'uentato entram)i gli appartamenti in 'uestione ed inizialmente, con maggiore assiduit/

Pag. 333

'uello in affitto al dott% 0ignorino, confermando, altres?, il rapporto di amicizia con tutti i soggetti che a#e#ano a#uto disponi)ilit/ di entram)i gli appartamenti% La, infine, confermato il proprio intenso rapporto di amicizia con il dott% Al)eggiani, ammettendo di a#ere spontaneamente corrisposto a 'uest>ultimo, nel periodo della sua formale locazione dell>appartamento di #ia Nung, talune somme a titolo di contri)uzione alle spese di gestione dell>appartamento di cui anch>egli frui#a $cfr% ff% "" e ss% ud% =/11/1994&% In conclusione le illustrate risultanze di)attimentali hanno confermato, in modo inconfuta)ile, che effetti#amente l>odierno imputato sin dalla fine del 19<4 + inizio 19<;, e 'uindi in epoca perfettamente compati)ile con le dichiarazioni rese sul punto dal colla)oratore di giustizia Gaspare 4utolo, ha fre'uentato lo sta)ile sito al ci#ico n. 12 della #ia Guido Nung, anche in compagnia femminile, usufruendo alternati#amente degli appartamenti, entram)i siti al K-I. piano, formalmente locati al sig% 1i 9alco ed al dott% 0ignorino e successi#amente al dott% Al)eggiani% 7a fre'uentazione dello sta)ile da parte del dott% Contrada non era stata sporadica, atteso che, come 5 stato dichiarato dal teste

""4

Al)eggiani e come confermato dallo stesso imputato, egli, e#idententemente in ragione dell>uso che ne face#a, a#e#a ritenuto di contri)uire alle spese condominiali e di gestione dell>appartamento locato all>Al)eggiani% 7a positi#a #erifica della fre'uentazione da parte dell>odierno imputato dello sta)ile di #ia Nung, oltre a costituire il riscontro all>episodio del personale appostamento eseguito dal 4utolo, costituisce, al contempo, conferma della #eridicit/ di 'uanto affermato dal Graziano, che, per primo, secondo il racconto del predetto colla)orante, a#e#a comunicato tale notizia all>interno di FCosa !ostraH% 1alle risultanze ac'uisite 5 emerso, innanzi tutto, che il Graziano era nelle condizioni di conoscere tale notizia essendo stato accertato che, proprio nella #ia Guido Nung, ai ci#ici nn. 1 e <, a#e#a costruito due palazzi, ed inoltre, che uno dei suoi fratelli, a nome Ignazio, fre'uenta#a assiduamente proprio lo sta)ile al ci#ico n. 12 perch5 fidanzato con la figlia di 1a#? 9rancesco, che a)ita#a in 'uello stesso sta)ile $cfr% le concordi testimonianze sul punto rese da -ito 7azzara e da Guido 7ongo&%

Pag. 335

!essun du))io, inoltre, puJ sussistere in ordine alla circostanza che tale notizia, do#esse essere utilizzata da FCosa !ostraH per studiare i mo#imenti a)itudinari del dott% Contrada, in 'uel momento storico indi#iduato come potenziale o)ietti#o della propria azione criminale% Per 'uanto riguarda il ruolo s#olto dal Graziano nel procurare all>imputato l>appartamento occorre rile#are che, secondo il racconto di 4utolo, il suddetto costruttore a#e#a riferito di essersi interessato in precedenza F per mettere a disposizione# del dott% Contrada un appartamento di #ia Guido Nung, senza precisare, perJ, attra#erso 'uali tramiti ciJ sare))e a##enuto $cfr% ff% 2=+"4+", ud% </,/1994+ ff% 2 e ss% ud% 12/</1994&% Anche 9rancesco 4arino 4annoia ha riferito di a#ere assistito personalmente, intorno al 19<4, ad un collo'uio, intercorso tra il 8icco)ono ed il Graziano, nel corso del 'uale 'uest>ultimo, parimenti indicato come costruttore mafioso appartenente alla FfamigliaH di orgo -ecchio, a#e#a dichiarato6 mi sono procurato per trovare una casa a "ontrada# $cfr% ff% = e ss% =2 e =" ud% del 29/11/1994&% Dr)ene, a tale proposito, occorre sottolineare che sul punto le dichiarazioni di 4utolo e di 4arino 4annoia sono concordi ed

"",

uni#oche perch5 attri)uiscono la medesima notizia allo stesso soggetto $l>interessamento del Graziano&: entram)i riferiscono, poi, espressioni che per la loro genericit/ non sono riferi)ili a comportamenti precisi e concreti, infatti frasi come mi sono procurato per trovare una casa# o l-interessamento# di cui parla 4utolo non sono ricollega)ili ad azioni determinate e definite sul piano pratico tali da consentire un age#ole riscontro% In#ero l>estrema genericit/ del termine Fmettere a disposizioneH non consente di sta)ilire con adeguata precisione il tipo di disponi)ilit/, giuridica o materiale, cui il Graziano a))ia inteso fare riferimento e peraltro, come e#idenziato, il 4utolo ha fatto cenno ad alcuni tramiti non meglio identificati, attra#erso i 'uali il Graziano a#re))e realizzato la sua intermediazione, circostanza che ri#ela l>inconducenza di indagini finalizzate a #erificare l>e#entuale esistenza di titoli idonei a sta)ilire un collegamento giuridico diretto tra il Graziano ed il dott% Contrada% 8ile#asi, inoltre, che non #i 5 contrasto, come sostiene in#ece la difesa, tra le dichiarazioni del 4utolo e l>atti#it/ in#estigati#a s#olta dall>imputato nei confronti del Graziano %

Pag. 337

2d infatti la data Fdell>interessamentoH da parte del Graziano de#e farsi risalire intorno al 19<4, a#uto riguardo alle concordi dichiarazioni sul punto di 4utolo e 4annoia% Dra, in tale epoca, in totale aderenza a 'uanto sostenuto da 4utolo, il Graziano, seppur affiliato a FCosa !ostraH, mantene#a ancora un>apparenza di Fcostruttore pulitoH non essendo ancora noto agli In'uirenti come mafioso $cfr% f%f% ", e ss% ud% </,/1994&% 1alla documentazione ac'uisita all>odierno procedimento tale dato ha tro#ato ampio riscontro% 8isulta, infatti, che la personalit/ criminale del Graziano si era e#idenziata soltanto nel corso del 19<; inoltrato allor'uando era stato tratto in arresto per un tentati#o di estorsione in danno del costruttore 2manuele Al)anese% 2d infatti, in data 2;/</19<;, era stato redatto, dal !ucleo In#estigati#o dei C%C% di Palermo, il rapporto giudiziario preliminare di denuncia, in stato di arresto del Graziano, unitamente a Cocuzza 0al#atore: a tale rapporto a#e#a fatto seguito un rapporto di denuncia della 0'uadra 4o)ile in data 2/=/19<;, per i reati di associazione per delin'uere, tentati#o di estorsione, danneggiamento mediante uso di materiale esplodente, a carico del Graziano insieme a Ciriminna

""=

0al#atore, Galatolo Giuseppe ed altri, nonch5 un successi#o rapporto in data 19/11/19<; per associazione per delin'uere ed omicidio in pregiudizio di Caramola 0al#atore, Pedone Antonino e 7a Corte 7orenzo: in data 1,/12/19<;, era stata redatta la segnalazione, a firma del dott% Contrada, all>epoca dirigente della 0'uadra 4o)ile, per l>e#entuale sottoposizione del Graziano a misura di pre#enzione, proposta che #enne successi#amente inoltrata, alla Procura della 8epu))lica, dal @uestore 4igliorini, in data ,/2/19<,% In particolare proprio dal contesto di tale proposta per irrogazione di misura di pre#enzione si ha modo di leggere che solo recentemente, attraverso un complesso lavoro compiuto dalla + uadra Bobile, ; stato possibile appurare, in maniera certa l-appartenenza del nominato in oggetto a uesto gruppo di mafia, composto da pericolosi e spregiudicati malviventi e capeggiato dal noto boss. "iriminna +alvatore...# % !5 puJ trascurarsi di e#idenziare che, l> interessamento da parte della 0'uadra 4o)ile di Palermo, nei confronti dei fratelli Graziano, era stato originato da uno spunto in#estigati#o spontaneamente offerto da una delle #ittime dell>azione cruenta della mafia, 7a Corte 7orenzo, il 'uale a#e#a lasciato alla madre, prima di essere ucciso, un foglio con i nominati#i di coloro

Pag. 339

che, in caso di azioni #iolente ai suoi danni, a#re))e do#uto ritenere responsa)ili: la donna, dopo l>uccisione del figlio, a#e#a consegnato il suddetto appunto personalmente al dott% oris Giuliano $cfr%

documentazione ac'uisita alle udienze dell>11/11/1994 + 19/;/199; e 19/1*/199;+ nonch5 deposizioni rese dai testi runo 7uigi+ ud%

1=/1*/1994 ff% ,4 e ss% e Giuseppe Crimi+ ud% 1"/1/199; ff% 9, e ss%&% 1a tutto 'uanto premesso si desume age#olmente che l>atti#it/ di ser#izio dispiegata dall>odierno imputato nei confronti del Graziano, 'uale emersa dalle suddette risultanze pro)atorie, collocata cronologicamente in epoca successi#a all>asserito FinteressamentoH del Graziano, originata da uno spunto in#estigati#o pro#eniente da una delle #ittime di mafia, preceduta da un rapporto di denuncia in stato di arresto del predetto, redatto dal !ucleo In#estigati#o dei C%C%, non si pone affatto in contrasto con 'uanto riferito dal colla)oratore di giustizia Gaspare 4utolo% Per completezza espositi#a de#e dirsi che il Graziano, scarcerato per decorrenza dei termini della custodia pre#enti#a il 12/;/19<<, contestualmente alla data di emissione della sentenza nei suoi confronti da parte della II. sez% della Corte di Assise di Palermo, in epoca immediatamente successi#a, e precisamente il 22/,/19<<, 5

"4*

stato, #erosimilmente, soppresso per Flupara )iancaH, come si e#ince dalla telefonata anonima per#enuta al 11", che in 'uella data ne segnala#a la scomparsa $cfr% informati#a dei C%C% in data =/1*/1994+ ac'uisita all>udienza del 14/1*/1994+& nonch5 dallo stesso fascicolo per 4isure di Pre#enzione relati#o al Graziano $ac'uisito all>ud% dell>11/11/1994& dal 'uale si e#ince che il procedimento per l>irrogazione della misura di pre#enzione nei suoi confronti, cele)rato nella contumacia del pre#enuto stante la sua irreperi)ilit/, non essendo mai tale stato di irreperi)ilit/ re#ocato, non ha consentito mai di eseguire la misura disposta $moti#o per cui, anche la richiesta a#anzata dalla difesa dell>imputato di assumere la testimonianza del Graziano, ai sensi dell>art% 19; c%p%p, accolta da (ri)unale con ordinanza in data 2"/9/1994, 5 risultata non realizza)ile, circostanza, che, per 'uanto si 5 gi/ a#uto modo di dire nella trattazione in diritto della presente moti#azione non preclude l>utilizza)ilit/ delle dichiarazioni rese Fde relatoH dal 4utolo e dal 4annoia&% Per concludere in ordine alla #erifica del ruolo s#olto da Graziano Angelo nell>indi#iduazione dell>appartamento di #ia Nung de#e, rile#arsi che, in ogni caso, la notizia della disponi)ilit/ materiale da parte dello stesso imputato, non di uno )ens? di due

Pag. 341

appartamenti in uno sta)ile di #ia Guido Nung dell>indicato sta)ile, 5 risultata #era% Per tutto 'uanto premesso, ritiene il (ri)unale, che le #erifiche in ordine alle dichiarazioni del colla)oratore di Giustizia Gaspare 4utolo, sui punti fin 'ui in esame, a))iano dato esito

complessi#amente positi#o%

"42

I$ !assaggi# -i (r %# C#%"ra-a %e$$a 8-is!#%i;i$i",: -i C#sa N#s"ra.

4utolo

Gaspare,

proseguendo

nella

propria

deposizione

di)attimentale, ha specificato che dopo la data del suo personale appostamento per #erificare la fre'uentazione da parte del dott% Contrada dell>appartamento di #ia Nung, collocata cronologicamente intorno alla fine del 19<;, non a#e#a piu> appreso altre notizie sul conto dello stesso: ha ricordato che, ristretto presso la locale Casa C%le dell>Acciardone, dal 4aggio del 19<,, anche all>interno del carcere, non a#e#a a#uto modo di parlare con nessun detenuto della situazione del dott% Contrada, non essendosene #erificata l>occasione% (ale circostanza 5 stata confermata da altri due colla)oratori di giustizia escussi all>odierno di)attimento, 0al#atore Cancemi e uscetta (ommaso, i 'uali hanno condi#iso con il 4utolo un periodo di comune detenzione all>interno del predetto carcere $come effetti#amente risulta dalla scheda redatta dal 8aggruppamento Dperati#o 0peciale dei Cara)inieri, in data ;/</1994, ac'uisita all>udienza dell>=/</1994& e hanno escluso di a#ere parlato, sia tra loro che con 4utolo, del dott% Contrada, nel periodo della

Pag. 343

codetenzione all>Acciardone $+ cfr% 4utolo ud% </,/1994 ff% "= e ss%+ uscetta ud% 2;/;/1994 ff% ;= e <,+ Cancemi ud% 2=/4/1994 f% 14=&% Peraltro tale dato appare, logicamente coerente, con la #igenza anche all>interno di FCosa !ostraH della regola dell>omert/, la 'uale necessariamente comporta, come gi/ e#idenziato nella parte generale della presente trattazione e come, peraltro, 5 stato ulteriormente acclarato da altri colla)oratori di giustizia escussi all>odierno di)attimento $cfr% dichiarazioni rese sul punto da6 4arino 4annoia 9rancesco all>ud% del 29/11<1994+ 4archese Giuseppe ud% 22/4/1994 f% 11+ 0ca#uzzo Pietro ud% 2,/;/1994 f% 1"& che i suoi adepti e#itano da F)uoni uomini d>onoreH di porre domande o chiedere spiegazioni agli altri associati, con la conseguenza che la circolazione delle notizie, all>interno dell>organizzazione mafiosa, normalmente,

a##iene solo 'uando se ne presenta una particolare occasione o ragione di diffusione% 4utolo ha, 'uindi, proseguito nelle proprie dichiarazioni, affermando che nel periodo in cui si era recato per la prima #olta a Palermo dal carcere di (eramo, do#e era stato nel frattempo trasferito, in occasione dei permessi concessigli dal 4agistrato di 0or#eglianza, inizialmente per fare #isita in ospedale alla madre gra#emente

"44

ammalata $il 4utolo ha collocato con precisione la data del primo permesso il ;/2/19=1& e successi#amente, in occasione dei funerali della stessa poco dopo deceduta, a#e#a ripreso i contatti diretti con il proprio capo+famiglia, 8osario 8icco)ono, che a#e#a fre'uentato con assiduit/ nel corso dei permessi fruiti a Palermo, culminati, nel 4aggio del 19=1, nella sua ammissione al regime della semi+li)ert/% (ali dati cronologici, in 'uanto ancorati al ricordo da parte del colla)orante di fatti specifici, hanno effetti#amente potuto tro#are puntuale riscontro6 5 risultato, infatti, dalla scheda gi/ citata, riepilogati#a dei permessi e periodi di li)ert/ fruiti dal detenuto 4utolo che egli, effetti#amente, in data ;/2/19=1, era uscito dalla Casa C%le di (eramo per un permesso di gg% 4 concessogli dal 4agistrato di 0or#eglianza del (ri)unale di Pescara, per recarsi a Palermo presso la propria a)itazione: a#e#a usufruito, poi, di altri due permessi, rispetti#amente di di gg% , e gg%1*, a decorrere dal 2=/4/19=1 e dal 1;/;/19=1, ed infine in data 2,/;/19=1 era stato ammesso al regime di semi+li)ert/, continuando a fruire di numerosi permessi per recarsi a Palermo, con cadenza mensile, lungo tutto l>arco del 19=1 $cfr% permessi utilizzati nei mesi di 7uglio+Agosto+

Pag. 345

0ettem)re+Dtto)re+!o#em)re e 1icem)re& e fino al Gennaio 19=2 $il "/2/19=2 #eni#a nuo#amente arrestato a Catania&% !el periodo compreso tra il primo permesso fruito da 4utolo a Palermo e la data della sua ammissione al regime della semi+li)ert/, che 5 'uindi possi)ile sta)ilire, con assoluta certezza, tra il 9e))raio ed il 4aggio 19=1, 4utolo ha dichiarato di a#ere iniziato ad apprendere, direttamente dal proprio capo+famiglia 8osario

8icco)ono, che il dott% Contrada era ormai Fa disposizione di Cosa !ostraH% 7>occasione della ri#elazione trae#a spunto da una circostanza precisa% 4utolo, non appena rientrato a Palermo in occasione dei suoi permessi, ripresi i legami delin'uenziali con il proprio gruppo di mafia nel settore del traffico degli stupefacenti, si era procurato auto#etture di grossa cilindrata con le 'uali a#e#a ripreso a circolare in citt/ $in particolare ha dichiarato di a#ere ac'uistato una 9errari ed una G( 24** + cfr% f%1= ud% 12/</1994 + si noti a tal proposito che il teste Adamo Calogero, concessionario a Palermo, di automo)ili Alfa, ha ricordato che 4utolo Gaspare ac'uistJ proprio presso la propria ditta un>auto#ettura G( Alfa 8omeo, e che 4utolo, pur dichiarando

"4,

di conoscere l>Adamo, neppure a#e#a ricordato di a#ere ac'uistato presso di lui delle auto#etture + cfr% dep% resa dal teste Adamo all>ud% 2;/1*/1994 f% "2+ e dep% 4utolo ud% 12/</1994 f% 4;&% 4utolo a#e#a esposto al proprio FcapoH 8icco)ono le sue preoccupazioni in ordine a 'ualche e#entuale controllo di Polizia, a causa della sua circolazione in citt/ a )ordo di 'uelle #istose auto#etture ed il 8icco)ono gli a#e#a detto Fsenti, se ti portano in )uestura, non ti preoccupare, che c-; il dott. "ontrada#$f% 4* ud% </,/1994+ nel prosieguo della deposizione il 4utolo ha dichiarato esplicitamente che, comun'ue l>e#enienza di un suo fermo da parte delle 9orze 1ell>Drdine, poi, non si era #erificata + sul punto #% ff% 1;=%1;9 ud% </,/1994& . 4utolo, 'uindi, ha dichiarato di essersi mera#igliato nell>apprendere tale notizia, perch5 ricorda#a che, per 'uanto a sua conoscenza, fino all>epoca che a#e#a preceduto il suo arresto del 4aggio 19<,, il dott% Contrada era considerato un a##ersario di FCosa !ostraH ed anzi un possi)ile o)ietti#o da eliminare $anche il colla)oratore di giustizia (ommaso uscetta ha dichiarato di a#ere

a#uto anologo comportamento di stupore 'uando, anch>egli a#e#a a#uto modo di apprendere, dallo stesso 8icco)ono, in epoca di poco

Pag. 347

antecedente a 'uella indicata da 4utolo, che il dott% Contrada era di#entata persona FdisponibileH& % Per tale moti#o il 8icco)ono a#e#a ritenuto di approfondire con lui tale discorso, spiegandogli che il dott% Contrada era di#entato F"osa &ostra#, una F persona che si mette a disposizione H, e che in piu> di una occasione gli a#e#a dato pro#a di tale disponi)ilit/: a tal proposito a#e#a riferito a 4utolo la #icenda delle tre FsoffiateH rice#ute dal 8icco)ono da parte di Contrada, consentendogli di sfuggire alla cattura% !el corso di successi#i discorsi, a#uti dal 4utolo sempre con il 8icco)ono, 'uest>ultimo a#e#a precisato, ulteriormente, il tipo di rapporto dallo stesso instaurato con il dott% Contrada, facendo riferimento all>episodio relati#o alla destinazione di una somma di denaro per fare Fun regaloH al dott% Contrada, che Fdoveva comprare una macchina $lfa, ad una donna che aveva#, nonch5 al ruolo s#olto da Contrada nell>episodio che a#e#a coin#olto il cugino dello stesso 4utolo, Gaetano 0iracusa $tutti episodi che saranno oggetto di specifico approfondimento&% Dltre a far riferimento ad alcuni episodi specifici, sintomatici del passaggio del dott% Contrada nella Fdisponi)ilit/ di Cosa !ostraH,

"4=

8icco)ono a#e#a anche ri#elato al 4utolo l>origine del rapporto collusi#o del dott% Contrada nonch5 le fasi della sua successi#a e#oluzione6 gli a#e#a detto che il Contrada, inizialmente, non a#e#a intrapreso con lui tale rapporto, )ens? a#e#a a#uto Fcontatti amichevoliH con 0tefano ontate, attra#erso l>imprenditore Cassina e il dott% Purpi: successi#amente i contatti si erano rafforzati proprio con lo stesso 8icco)ono e, sempre a dire di 'uest>ultimo, si era estesi ad altri personaggi indicati in Inzerillo, (otJ 0caglione, 4ichele Greco ed anche 8iina, nonch5 ad altri esponenti di rilie#o di FCosa !ostraH ai 'uali il dott% Contrada a#e#a a#uto modo di prestare i propri Ffa#oriH $cfr% ff%44+ 4; ud% </,/1994&% Dccorre su)ito dire che tutti i passaggi di tale e#oluzione, sinteticamente delineati dal 8icco)ono al 4utolo, e su)ito riferiti da 'uesto nell>esordio della sua deposizione di)attimentale concernente la specifica posizione dell>imputato, hanno tro#ato ampia conferma nel corso dell>istruzione , come si a#r/ modo di s#iluppare analiticamente, non soltanto in altre fonti propalatorie ma anche in risultanze di tipo testimoniale e documentale, tal#olta totalmente autonome dalle prime%

Pag. 349

Al fine esclusi#o di tracciare un 'uadro riassunti#o dei riscontri ac'uisiti sulle predette dichiarazioni di 4utolo de#e anticiparsi che 6

1&

in

ordine

all>iniziale

instaurarsi

dei

rapporti

collusi#i

dell>odierno imputato con 0tefano

ontate, attra#erso il

Cassina e il Purpi, sono emerse significati#e con#ergenze pro)atorie, su specifici punti, pro#enienti dai colla)oratori di giustizia Cancemi 0al#atore, 9rancesco 4arino 4annoia, Gioacchino Pennino nonch5 rile#anti conferme tratte da risultanze documentali e testimoniali e dalle stesse

dichiarazioni dell>imputato ri#elatesi, in piu> punti, mendaci:

2&

sull>esistenza di un rapporto Fpri#ilegiatoH tra l>odierno imputato ed il F)ossH mafioso 8osario 8icco)ono sono emerse ampie con#ergenze con le dichiarazioni rese dai colla)oratori di giustizia (ommaso uscetta, 0al#atore Cancemi, 9rancesco

4arino 4annoia, 8osario 0patola e 4aurizio Pirrone nonch5 numerose altre risultanze di natura testimoniale e documentale, che saranno oggetto di specifica trattazione:

";*

"&

sull>estensione dei Ffa#oriH a 4ichele Greco e 0al#atore 8iina, e 'uindi sull>assoggettamento dell>imputato anche al fronte piu> spietato di FCosa !ostraH rappresentato dal gruppo dei FCorleonesiH, sono state ac'uisite a riscontro le dichiarazioni del colla)oratore di giustizia Giuseppe 4archese, fonte totalmente autonoma dal 8icco)ono e che significati#amente ha collocato lo specifico episodio della FsoffiataH di Contrada al 8iina, mentre 'uesti si tro#a#a nella #illa di orgo 4olara, in

un>epoca perfettamente compati)ile con 'uella in cui 4utolo apprese dal 8icco)ono la notizia dei Ffa#oriH fatti da Contrada anche a 8iina:

4&

infine sui Ffa#oritismiH nei confronti dell>Inzerillo sono state ac'uisite le risultanze pro)atorie, su 'uella che per comodit/ espositi#a si indica come F#icenda GentileH, acclarata da pro#e documentali e testimoniali totalmente autonome dalla fonte propalatoria in esame%

Pag. 351

L@i%i)ia$e i%s"a rarsi -ei ra!!#r"i c#$$ si'i -e$$@i&! "a"# c#% S"e0a%# (#%"a"e+ a""ra'ers# Ar" r# Cassi%a e Pie"r# P r!i.

Proseguendo nella analitica esposizione dei riscontri ac'uisiti sulle dichiarazioni di Gaspare 4utolo si passa, 'uindi, ad esaminare il punto relati#o all>iniziale instaurarsi del rapporto collusi#o

dell>odierno imputato con 0tefano ontate, per il mezzo di Cassina e Purpi e#idenziando, in primo luogo, che 4utolo non 5 stato in grado di precisare esattamente 'uando tale iniziale contatto si sia #erificato% Dccorre a tal fine puntualizzare che, mentre 4utolo 5 stato estremamente preciso nell>indicare il periodo dei suoi collo'ui con il 8icco)ono a#enti ad oggetto Contrada, potendolo ancorare a fatti specifici dal colla)orante #issuti in prima persona $i permessi fruiti, la malattia della madre i funerali della stessa&, ha chiaramente detto che le proprie informazioni sulle #icende relati#e al dott% Contrada hanno registrato un #uoto di conoscenze nel periodo compreso tra la fine del 19<;, data approssimati#a del suo appostamento per controllare i mo#imenti del funzionario, in 'uell>epoca ancora o)ietti#o delle strategie di FCosa !ostraH, ed il 9e))raio 19=1, in cui a#e#a a#uto modo di apprendere dal 8icco)ono dell>inter#enuto passaggio del

";2

funzionario criminale%

nella

disponi)ilit/

della

predetta

organizzazione

La precisato che il 8icco)ono non a#e#a determinato cronologicamente, nei discorsi che a#e#a a#uto con lui, il periodo dell>iniziale contatto di FCosa !ostraH con Contrada n5 'uello in cui i singoli episodi riferiti si erano #erificati, pertanto, in ordine a tali dati sussistono margini di approssimazione, do#endo tali fatti

orientati#amente collocarsi, sulla )ase delle sole dichiarazioni di 4utolo, in un periodo compreso tra il 19<, $intorno alla fine del 19<; 4utolo esegue l>appostamento di Contrada& ed il 19=1 $anno in cui egli riprende i diretti contatti con il 8icco)ono a Palermo&, fatta sal#a la possi)ilit/ per ogni singolo episodio di ancorarne il riferimento cronologico ad altri dati, e#entualmente, riferiti dal colla)orante o emergenti FaliundeH% 2> estremamente significati#o anticipare che, il #uoto di conoscenze del 4utolo sulle #icende riguardanti l>e#oluzione cronologica del rapporto tra l>odierno imputato e FCosa !ostraH nel periodo anzidetto, giustificato dal lungo periodo di carcerazione dallo stesso sofferto, 5 stato colmato attra#erso le informazioni apprese e riferite all>odierno di)attimento da altri colla)oratori di giustizia $#%

Pag. 353

Cancemi e 4annoia& i 'uali consentendo di anticipare al 19<, l>epoca degli Finiziali amichevoliH contatti $cos? il 4utolo li ha espressamente definiti + #% f% 4;& tra l>odierno imputato e 0tefano ontate, hanno

permesso, da un lato di riscontrare le dichiarazioni di 4utolo, ed al contempo di #erificarne l>autonomia, in 'uanto connotate da specifici ed originali particolari che ne hanno integrato le conoscenze% 2> indicati#o rile#are, ad ulteriore conferma della generale logicit/ del racconto offerto da 4utolo, che mentre egli nell>anno 19<;, da appena due anni formalmente inserito nella famiglia mafiosa facente capo al 8icco)ono, #eni#a utilizzato dalla stessa per un ruolo esecuti#o di FappostamentoH nei confronti di alcuni o)ietti#i da 'uesta indi#iduati, nel 19=1, essendosi accresciuto il suo ruolo criminale ed essendosi approfondito il proprio personale rapporto di fiducia con il proprio Fcapo+famigliaH 8icco)ono, a#e#a appreso direttamente da 'uesti notizie di estremo rilie#o per FCosa !ostraH afferenti ai legami strategici dalla stessa instaurati con un uomo delle Istituzioni collocato ai #ertici degli apparati in#estigati#i palermitani% Altro dato sintomatico della linearit/ e logicit/ complessi#a delle dichiarazioni di 4utolo risiede, poi, nel fatto che proprio 0tefano ontate, uno dei piu> FprestigiosiH rappresentanti della Flinea

";4

mor)idaH delineatasi all>interno di FCosa !ostraH nell>am)ito delle strategie da adottare nei confronti dei funzionari FscomodiH, 5 stato indicato dal 8icco)ono come il soggetto che, effetti#amente era riuscito ad a#ere un>iniziale Famiche#ole contattoH con l>odierno imputato, sfruttando due intermediari facenti parte dello stesso mondo fre'uentato da Contrada% 2d infatti mentre il Cassina era in 'uegli anni a Palermo uno dei piu> noti ed influenti imprenditori, con solidi legami nel mondo politico+istituzionale, il Purpi era un collega di la#oro dell>imputato% 2> di tutta e#idenza che la #erifica processuale inerente all>iniziale instaurarsi dei rapporti tra l>odierno imputato ed il ontate, richiede, come passaggio logicamente imprescindi)ile e pregiudiziale, l>accertamento dell>esistenza di autonomi rapporti tra il ontate, rispetti#amente con Cassina e Purpi, nonch5 l>esistenza di diretti rapporti tra l>odierno imputato e Cassina e Purpi, funzionali all>instaurarsi del prodromico rapporto ontate+Contrada%

Pag. 355

I ra!!#r"i (#%"a"e7Cassi%a7C#%"ra-a

Primo dato, 'uindi, da #erificare, con riferimento all>indicato intermediario Cassina 5 l>esistenza di rapporti tra 'uesti ed il ontate, tali da giustificare il ricorso a lui, come Fpersona affida)ileH e, successi#amente, 'uello dell>esistenza di personali rapporti tra il Contrada ed il Cassina, prescelto dall>organizzazione criminale per la sua azione di Fa##icinamentoH% 7e notizie riferite da 4utolo sul punto in esame #ertono sulle seguenti circostanze6 1& l>esistenza di un rapporto ontate+Cassina piu> risalente nel

tempo, a##alorato da un rapporto di FfiduciaH nonch5 di la#oro tra l>imprenditore Cassina e Gio#anni (eresi detto F u pacchiuniH, al contempo Fuomo d>onoreH della famiglia di 0anta 4aria 1i Gesu>, con il ruolo di sotto+capo dello stesso ontate $4utolo ha dichiarato che 'uando #enne tratto in arresto nel 19<, sape#a gi/ dell>esistenza del rapporto tra ontate e Cassina nonch5 dell>a##enuta assunzione del (eresi, e che nel 19=1, 'uando a#e#a fatto ritorno a Palermo, a#e#a

";,

constatato che 'uesti era ancora impiegato del Cassina + #% ff% 49 e 2,* ud% </,/1994&: 2& la connotazione del rapporto ontate+Cassina come tipico

rapporto di Fprotezione mafiosaH originato da una richiesta che il Cassina a#e#a ri#olto in tal senso al ontate, a seguito del

se'uestro del figlio 7uciano, giustificato dal fatto che il Cassina risiede#a in una #illa nella zona sottoposta all>influenza mafiosa del ontate: "& il consolidamento di tale legame tra il ontate ed il Cassina

attra#erso alcuni rapporti di la#oro di natura Ffittizia F esistenti tra le imprese del Cassina e Fuomini di Cosa !ostraH tra cui il predetto (eresi e tale 0utera F2nzuccioH, indicato 'uale Fuomo d>onoreH della famiglia mafiosa di appartenenza del 4utolo, di Partanna+4ondello $cfr% ff% 44+ 49 e ss ud% </,/1994+ ff% 4< e ss ud% del 12/</1994&% I riscontri ac'uisiti sulle predette circostanze hanno consentito di #erificare che 0tefano ontate, nato il 2"/4/19"=, gi/ residente a

Palermo in #ia -illagrazia n.1;1, coniugato con 4argherita (eresi, appartenente ad una famiglia con numerosi pregiudicati mafiosi $il padre 9rancesco Paolo detto FPaolinoH nonch5 il fratello Gio#anni&

Pag. 357

era collegato da #incoli di affinit/ alle famiglie mafiose oltre che dei (eresi anche dei Citarda, dei -itale e dei 1i Gregorio% 0chedato sin dai primi anni P<* come mafioso, coin#olto nel processo c%d% Fdei 114H, gi/ soggiornante o))ligato e con numerosi precedenti a carico che ne attestano il ruolo di eB capo della famiglia mafiosa di F0anta 4aria 1el Gesu>H della zona di -illagrazia, gi/ capeggiata dal padre 9rancesco Paolo, ruolo confermato dalle dichiarazioni rese dal primo pentito di mafia 7eonardo -itale, 5 rimasto #ittima, il 2"/4/19=1, di un tipico agguato mafioso, raggiunto da numerosi colpi di mitra MalashniGo# e di fucile cal% 12 caricato a lupara, seguito a distanza di pochi giorni, l>11/;/19=1, da altro omicidio in pregiudizio di un suo uomo di fiducia 0al#atore Inzerillo% Proprio l>omicidio del ontate, indice della rottura degli

e'uili)ri mafiosi tra i di#ersi gruppi criminali operanti a Palermo, a#e#a dato inizio a 'uella cruenta successione di delitti meglio nota come la Fguerra di mafiaH degli anni P=*, ricostruita, attra#erso il contri)uto dei primi colla)oratori di giustizia, nell>am)ito del c%d% maBi+ processo 1 $cfr% fascicolo del procedimento penale a carico di ignoti relati#o all>omicidio di 0tefano ontate e copia fascicolo

pregiudicati intestato al predetto esistente presso gli archi#i della

";=

0'uadra 4o)ile di Palermo+ ac'uisiti all>ud% del 19/;/199; nonch5 tomo n. 1* ff% 1;1< e ss% sentenza di primo grado emessa nel procedimento penale c%d% 4aBi 1, gi/ citata& % (eresi detto Fu pacchiuniH 5 stato identificato per (eresi Gio#anni, di Gio#anni e di 8izzuto 4argherita, nato a Palermo il 2*/</19"2, cognato di ontate 0tefano, gi/ coin#olto nel primo maBi processo in 'uanto indicato 'uale Fuomo d>onoreH della FfamigliaH di 0anta 4aria del Gesu> dal pentito 0al#atore Contorno% 7uciano Cassina, figlio di Arturo Cassina, #enne se'uestrato alle h%1"%1* del 1,/=/19<2, nella #ia Principe dell>angolo con #ia 4iraglia% 7a #illa di residenza dei Cassina si tro#a#a in una zona di Palermo ricompresa nel mandamento in cui il ontate esercita#a la elmonte, all>altezza

propria influenza mafiosa $cfr% dep% cap% runo ud% 1=/1*/1994&% Il predetto (eresi 5 risultato essere dipendente, sin dal 19,<, della ditta FCostruzioni 0tradali 2dili CassinaH con la 'ualifica di capo+operaio, e nel periodo 19<;+19=4 ha la#orato presso la F7esca 7a#ori 2dili 0tradali s%p%aH, costituita nel 19,* e successi#amente denominata F9arsuraH, a#ente sede in #ia (urrisi n. "=, altra impresa collegata al gruppo imprenditoriale Cassina $ed infatti da un #er)ale

Pag. 359

di assem)lea del Giugno 19=1, redatto per l>appro#azione del )ilancio relati#o al 19=*, 5 emersa la presenza di entram)i i figli di Arturo Cassina, Giulio e 7uciano, e 'uest>ultimo dal 19=" ne 5 stato il rappresentante legale&+ cfr% deposizione cap% 7uigi 1=/1*/1994 e ff% 24 e ss ud% 12/1*/199;% 0utera F2nzuccioH 5 stato identificato per 0utera -incenzo, classe 19;2, anch>egli assunto, in data 1"/4/19=1, dalla predetta F7esca 7a#ori 2dili s%p%a%H $cfr% ud% 12/1*/199; cit%&% 0ono, altres?, stati accertati elementi a riscontro della natura FfittiziaH dei predetti rapporti di la#oro% !el corso delle indagini di Polizia Giudiziaria eseguite sul punto in esame, riferite al di)attimento dal cap% runo, 5 stata runo f% <; ud%

ac'uisita tutta la documentazione reperi)ile presso gli uffici della predetta societ/ dei Cassina, per il periodo compreso tra il 19<; ed il 19=4, nell>am)ito della 'uale solo 'uella relati#a ai li)ri +paga, do#e ogni dipendente firma#a per rice#uta l>a##enuta consegna delle proprie competenze, si 5 ri#elata idonea ad attestare l>effetti#a presenza dei dipendenti al la#oro risultando, di contro, nel registro presenze solo l>annotazione di una FPH senza alcuna firma del dipendente%

",*

1alla consultazione della suddetta documentazione, con riferimento a (eresi Gio#anni, nel periodo compreso tra il 19<; ed il 19=4, 5 stato possi)ile e#incere che, il predetto, pur risultando presente al la#oro $annotazione lettera FPH nel foglio presenze dell>Afficio Personale della ditta&, in moltissimi casi, non firma#a personalmente al momento della corresponsione delle competenze, risultando, il piu> delle #olte, apposta la firma nei li)ri+paga di altro dipendente della societ/, (eresi Carlo, cugino del (eresi Gio#anni $cfr% ud% 12/1*/199; cit%&% Per 'uanto riguarda 0utera -incenzo, altro colla)oratore di giustizia escusso nell>am)ito dell>odierno procedimento, 4aurizio Pirrone, molto #icino al 0utera e suo FsocioH nella gestione del traffico di stupefacenti, dal 19<9 al 19=2, ha confermato di a#ere appreso dallo stesso 0utera che era, solo formalmente, dipendente della F7escaH mentre in realt/ si tratta#a di un rapporto di natura FfittiziaH, come lo stesso Pirrone ha dichiarato di a#ere constatato personalmente $F percepiva lo stipendio regolarmente dalla !esca, ma io che lo fre uentavo giornalmente non l-ho mai visto andare a lavorare...... uando con il passare dei mesi entrammo un po' piu- in confidenza, scherzava e diceva2 ; una seccatura arrivare fino ui

Pag. 3=1

agli uffici della !esca a prendere lo stipendio, devo cercare di farmelo mandare a casa#. cfr% dich% rese dal Pirrone all>ud% dell>11/</199; che saranno oggetto di specifica disamina nel prosieguo della trattazione&% Il Pirrone a#e#a anche constatato, accompagnando il 0utera a prele#are gli stipendi, che gli uffici della 7esca erano posti, di fronte al Palazzo di Giustizia di Palermo, particolare confermato dagli accertamenti di P%G% riferiti dal teste 7uigi 19/9/199;&% 7>esito positi#o della #erifica concernente il rapporto di la#oro esistente con imprese del gruppo Cassina, sia per il (eresi che per il 0utera, nonch5 la rile#ata assenza del (eresi al momento della corresponsione degli stipendi, sintomatico di un atteggiamento di disinteresse all>impiego, significati#amente coincidente con il comportamento di fastidio lamentato dallo stesso 0utera al Pirrone per do#er ritirare le proprie )uste+paga, e con 'uant>altro da tale altro colla)orante constatato personalmente, consentono di ritenere riscontrata l>esistenza di un rapporto di la#oro dei predetti Fuomini d>onoreH con il Cassina di natura fittizia, il che 5 indice runo $cfr% f% 4= ud%

",2

ine'ui#oca)ile di assunzioni di mero fa#ore concesse o mantenute dal predetto imprenditore% (ale tipo di rapporto, che 5 uno dei piu> tipici in cui, normalmente, si realizza la FcompiacenzaH tra imprenditori e FCosa !ostraH, nel caso in esame dimostra l>assunto dell>esistenza di una FprotezioneH del Cassina da parte del gruppo mafioso facente capo ai ontate, giustifica)ile, sul piano logico, da una precisa richiesta finalizzata ad e#itare ulteriori azioni criminali a danni del suddetto imprenditore, #ittima del gra#e episodio delittuoso del se'uestro del figlio, ascri#i)ile a matrice mafiosa% A ciJ si aggiunga che, anche il colla)oratore di giustizia 9rancesco 4arino 4annoia, a sua #olta Fuomo d>onoreH della famiglia mafiosa di 0anta 4aria 1i Gesu>, molto #icino a 0tefano ontate, ha dichiarato di essere stato a conoscenza, fin da epoca antecedente alla propria formale affiliazione $risalente al 19<;&, dell>esistenza di una particolare intimit/ fra il Cassina ed il ontate,

ed infatti, 'uando si era #erificato il se'uestro del figlio di Cassina, che era stato opera del 8iina, il ontate, all>epoca ristretto in carcere, and, su tutte le furie# $cfr% ud% 29/11/1994 ff% 9* e ss% 0i rile#a che la detenzione del ontate nel periodo in esame 5 stata riscontrata

Pag. 3=3

attra#erso gli atti di cui al citato fascicolo personale del predetto, da cui si e#ince che, egli, imputato nel noto processo dei F114H, arrestato in data 2"/</19<1, in esecuzione dell>ordine di cattura emesso dalla locale Procura della 8epu))lica, siccome imputato di associazione per delin'uere aggra#ata, era stato scarcerato il 1,/"/19<", per concessione della li)ert/ pro##isoria&% 4arino 4annoia ha, altres?, affermato di sapere che tra Cassina, ontate ed il (eresi, detto Fu pacchiuniH #i erano Frapporti di stima e fiduciaH e di a#ere personalmente assistito, intorno al 19<9, ad un collo'uio, nel F)aglioH ontate, tra lo stesso ontate ed il (eresi

a#ente ad oggetto il dott% Contrada ed in particolare l>argomento di alcuni appuntamenti da fissare, per il tramite del Cassina, con il Contrada $cfr% ff% 1*+14+9" ud% del 29/11/1994&% 7a circostanza che 4arino 4annoia, uomo appartenente alla stessa famiglia del ontate, a))ia dimostrato di essere a conoscenza ontate ed il Cassina risali#a ad

che l>Hamiche#oleH rapporto tra il

un>epoca addirittura antecedente al se'uestro del figlio del Cassina, #erificatosi nel 19<2, $dato, peraltro, coerente con l>assunzione del (eresi da parte dell>impresa Cassina fin dal 19,<&, a differenza di 4utolo, il 'uale, sulla )ase delle proprie conoscenze, ha collocato nel

",4

periodo del #erificarsi di tale fatto delittuoso l>inizio del rapporto di FprotezioneH tra il ontate ed il Cassina, lungi dal configurarsi 'uale contraddizione tra le due fonti propalatorie, in 'uanto da un lato spiega)ile con il piu> stretto rapporto esistente tra il 4annoia ed il ontate e dall>altro non contrastante, sul piano logico, con la piu> intensa caratterizzazione di tale rapporto a seguito del se'uestro Cassina come tipico rapporto di Fprotezione mafiosaH , consente di affermare che proprio la rile#ata discrasia tra le conoscenze dei due colla)oranti, in ordine a tale episodio, ne attesta, inconfuta)ilmente, la reciproca autonomia, in piena aderenza ai canoni ermeneutici piu> #olte espressi dalla 0uprema Corte in materia $come si 5 a#uto modo di rile#are nella premessa della presente trattazione+ in particolare sul punto #% Cass% sez% I "* gennaio 1992 n. =* cit%&% 1i grande rilie#o appare, anche alla luce della predetta considerazione, la circostanza che il 4annoia a))ia riferito un episodio, di cui 5 stato testimone diretto, relati#o ad un collo'uio intercorso tra il ontate ed il (eresi relati#o all>organizzazione di

incontri con il Contrada per il mezzo del Cassina% (ale episodio, che #ede il 4annoia nel ruolo di casuale ascoltatore di un collo'uio intercorso tra altri Fuomini d>onoreH, e

Pag. 3=5

'uindi non teste Fde relatoH in senso tecnico, in 'uanto non destinatario nel caso in esame di confidenze a lui fatte da altri, )ens? testimone diretto di un accadimento a##enuto in sua presenza, 5 di estrema rile#anza sul piano pro)atorio perch5 consente di riscontrare, in modo assolutamente preciso, le dichiarazioni rese da 4utolo, non soltanto in ordine all>esistenza del rapporto ontate+ (eresi +Cassina, ma anche in ordine al rapporto Contrada+Cassina+ ontate, certamente gi/ esistente, sulla )ase delle dichiarazioni riferite dal 4annoia, nel 19<9% -a ora esaminato, in modo piu> analitico, il rapporto Contrada+ Cassina% !el fare riferimento all>esistenza di autonomi rapporti tra Arturo Cassina e l>odierno imputato, Gaspare 4utolo ha dichiarato di essere a conoscenza della comune appartenenza dei due ad una congregazione che egli ha definito F una specie di massoneria...una loggia l6 a Bonreale....una specie di consacrazioneH che nel corso della sua deposizione si 5 a#uto modo di chiarire essere l>Drdine dei Ca#alieri del 0anto 0epolcroH $cfr% ff% 4=+49+1;4 e ss% ud% del </,/1994&%

",,

In particolare ha dichiarato di non sapere esattamente in cosa consistesse tale Drdine, ma di a#ere appreso, 'ualche notizia in merito ad esso, sia dal 8icco)ono che, nel periodo in cui era stato ristretto in carcere all>Acciardone, tra il 19<, ed il 19<=, da tale Agostino Coppola, che a#e#a fatto il seminarista a 4onreale e che in 'uel paese conosce#a tutti% 4utolo ha, 'uindi, specificato che inizialmente, fin dal 19<,, prima ancora di essere arrestato, a#e#a appreso che il Cassina face#a parte di tale Drdine insieme a personaggi Fimportantissimi# che F hanno i punti nevralgici cio; i punti piu- importanti della citt6H , e successi#amente, in un>epoca che il colla)orante non 5 stato in grado di specificare, a#e#a saputo che #i era iscritto anche il dott% Contrada $cfr% ff% 1;; e ss% ud% cit%&% 7>appartenenza sia del Cassina che dell>odierno imputato al predetto Drdine ca#alleresco 5 un dato che 5 stato ac'uisito all>odierno processo attra#erso risultanze documentali,

successi#amente confermate da di#erse deposizioni testimoniali nonch5 dalle stesse dichiarazioni dei diretti interessati, Contrada e Cassina%

Pag. 3=7

In particolare risulta, documentalmente, che l>odierno imputato 5 stato formalmente ammesso a tale Drdine, con la 'ualifica di Commendatore, il 22/11/19=2 e che Arturo Cassina, ne face#a parte fin dal </2/19;1, ac'uisendo la 'ualifica di Ca#aliere di Gran Croce, e ricoprendo, dall>anno di istituzione della 7uogotenenza in 0icilia nel 19=*, il ruolo, prima di Consigliere dell>Drdine, poi di 1elegato 4agistrale per la 0icilia e dal 19=2 'uello di 7uogotenente per la 0icilia che a#e#a mantenuto fino al 19=9, anno in cui gli era su)entrato in tale carica 'uale reggente, 4ons% 0al#atore Cassisa, gi/ Gran Priore della 7uogotenenza per la 0icilia: durante la luogotenenza del Cassina risulta essere stato 0egretario dell>Drdine Gaetano 1>Agostino, iscritto con la 'ualifica di Commendatore con placca fin dal 2,/</19,1 $cfr% Annuari della 7uogotenenza per la 0icilia dell> Drdine 2'uestre del 0anto 0epolcro con relati#o elenco degli iscritti + ac'uisiti all>ud% del ,/;/1994, nonch5 atti di cui al fascicolo dell>imputato esistente presso il 4inistero dell>Interno ac'uisito all>ud% del 19/4/1994 e copia elenco degli iscritti all>Drdine, con annotate le date di iscrizione, ac'uisita all>ud% del ,/;/1994&% 2> del tutto o##io che n5 l>imputato n5 il Cassina a#re))ero potuto negare tale emergenza n5, d>altra parte alcun interesse

",=

a#re))ero a#uto a negarla atteso che l>iscrizione, in 'uanto tale, al predetto Drdine ca#alleresco, a#ente scopi istituzionali di

)eneficienza ed assistenza nonch5 di sostegno alle opere caritati#e, culturali e sociali della Chiesa Cattolica, certamente condi#isa anche da eminenti personalit/ di indiscuti)ile prestigio non 5 idonea a configurare alcun tipo di illecito% CiJ che importa, in#ece, nell>am)ito dell>odierno processo 5 che sia l>imputato che il Cassina hanno negato Fin totoH l>esistenza di rapporti di natura personale o pri#ata tra loro, sia in epoca antecedente che contestuale al periodo della comune iscrizione a tale Drdine: in particolare l>imputato ha, anche, fornito una #ersione della propria decisione di iscri#ersi al 0anto 0epolcro tale da escludere 'ualsiasi iniziati#a da parte del Cassina o di personaggi a lui direttamente collega)ili% 2> e#idente la rile#anza di tale posizione difensi#a

dell>imputato, a fronte delle con#ergenti dichiarazioni rese dai colla)oranti 4utolo e 4annoia, secondo i 'uali, il rapporto tra Contrada e Cassina, funzionale all>instaurarsi del rapporto ontate+

Contrada, era certamente gi/ )en saldo nel 19=2, data che segna l>adesione all>Drdine del 0anto 0epolcro da parte dell>imputato $ed

Pag. 3=9

infatti si rammenta che 4annoia gi/ nel 19<9 assiste al collo'uio tra ontate e (eresi finalizzato a concordare appuntamenti con il dott% Contrada per il mezzo del Cassina e 4utolo nel 19=1 apprende dal 8icco)ono che i rapporti instaurati&% Dr)ene le risultanze di)attimentali hanno consentito di accertare che la #ersione offerta dall>imputato sia in ordine al proprio ingresso al predetto Drdine sia alla natura del rapporto intrattenuto con il Cassina, in 'uanto smentita da numerose risultanze di tipo testimoniale e documentale, si 5 ri#elata mendace% Con riferimento alla propria decisione di far parte dell>Drdine dei Ca#alieri del 0anto 0epolcro l>imputato ha sostenuto di a#ere semplicemente desiderato di ottenere l>onorificienza relati#a a tale Drdine solo per fregiarsi di un diploma e di una croce di Ca#aliere da portare sull-uniforme#, essendo a conoscenza che molte illustri personalit/ a Palermo erano insignite di tale onorificienza, tutta#ia ha negato di a#ere nutrito una particolare am)izione o di essersi atti#ato per ottenerla a#endo dichiarato che l>iniziati#a in tal senso era stata assunta da un suo colla)oratore, il 4%llo Procopio 7a 4attina, che per tanti anni era stato il capo della s'uadra politica speciale dell>Afficio ontate+Cassina +Contrada sono gi/ stati

"<*

Politico della @uestura di Palermo e che, successi#amente, era passato al 0%I%0%1%2, addetto per un )re#e periodo, prima del suo collocamento in pensione, al Coordinamento dei Centri della 0icilia e della 0ardegna diretto dallo stesso Contrada% In un periodo che l>imputato ha collocato all>inizio

dell>assunzione da parte sua del predetto incarico al 0I012, $e 'uindi nel 4arzo 19=2&, ha dichiarato di essersi incontrato nell>androne della @uestura di Palermo con il 4%llo 7a 4attina che, di sua iniziati#a, gli a#e#a proposto di iscri#ersi al 0anto 0epolcro, indicandogli i documenti $certificato di matrimonio cattolico+ di )attesimo+ di cresima ed altro& che a#re))e do#uto presentare per potere ottenere l>ammissione, offrendosi anche, e#entualmente, di o##iare alle difficolt/ palesate dal Contrada nel reperire tali documenti essendo originario di !apoli% 1opo tale incontro, ha proseguito l>imputato, non si era piu> interessato della cosa, ma in epoca successi#a al 0ettem)re 19=2, 'uando a#e#a gi/ assunto l>incarico di Capo di Ga)inetto presso l>Afficio dell>Alto Commissario, il 7a 4attina insieme al dott% 1>Agostino, a lui noto come colla)oratore del Commendatore Cassina e segretario della 7uogotenenza dell>Drdine del 0anto 0epolcro, si

Pag. 371

erano recati presso il suo ufficio a -illa SithaGer e gli a#e#ano consegnato una pergamena, che era l>onorificienza di Ca#aliere dell>Drdine $cfr% ff% da <1 a <4 ud% 11/11/1994&% In ordine ai rapporti con il Cassina ha dichiarato, in modo categorico, di non a#erne mai a#uto di natura personale o pri#ata, n5 con il predetto, n5 in 'ualche modo riconduci)ili alla sua impresa $cfr% ff <; e ss% ud% 11/11/1994&% La sostenuto di a#ere #isto il Cassina per la prima #olta, in un periodo compreso tra il 19,< ed il 19<", nel corso di alcuni rice#imenti che si s#olge#ano al Circolo Afficiali della 7egione dei C%C% di Palermo, senza a#ere a#uto particolari occasioni di collo'ui con lui% La aggiunto di a#ere a#uto, per moti#i di ufficio, contatti con il Cassina in occasione del se'uestro del figlio $particolare gi/ emerso dalle risultanze esaminate& e successi#amente a tale periodo, ad eccezione di 'ualche incontro casuale nell>anticamera del Prefetto 1e 9rancesco, di non a#ere piu> a#uto Frapporti di nessun genere con "assina, n; con la sua impresaH % La precisato 6 &; il "assina ha mai chiesto nulla a me, di nessun genere, anche perch; credo che non avesse motivo di

"<2

chiedere. "assina aveva negli anni passati aderenze altissime in tutti gli ambienti di *alermo e uindi credo che avesse poca necessit6 di chiedere ualcosa a me. "omun ue, posso assicurare, posso

affermare di non avere mai chiesto nulla a "assina, di non avere avuto con lui rapporti di amicizia o personali e posso anche affermare che lui non mi ha chiesto nulla#. In ordine ai suoi rapporti con il dott% Gaetano 1>Agostino ha assunto che, a parte l>occasione in cui 'uesti si era recato a consegnargli la pergamena di iscrizione al 0anto 0epolcro, unitamente al 7a 4attina, e ad eccezione di 'ualche incontro casuale nel corso di cerimonie militari, egli non a#e#a a#uto mai nessun rapporto personale# con lui , F non mi ha mai chiesto nulla n; io ho chiesto nulla a lui#. 2scusso all>udienza del 1"/;/1994, il teste Procopio 7a 4attina ha dichiarato di essere stato dirigente della 0'uadra Politica della @uestura di Palermo dal 1949 al 19=1, e di essere stato nominato Ca#aliere al merito dell>Drdine del 0anto 0epolcro nell>anno 19=*, a seguito del ser#izio d>ordine espletato, 'uale comandante della scorta del Cardinale 4assimo 9urstem)erg, in #isita in 0icilia $circostanza acclarata dalla documentazione ac'uisita e gi/ citata, da cui si e#ince

Pag. 373

che il predetto 5 stato, effetti#amente, ammesso il </2/19=* all>Drdine con la 'ualifica di Ca#aliere&% La dichiarato di non essere a conoscenza delle precise modalit/ mediante le 'uali il dott% Contrada a#e#a aderito al medesimo Drdine ca#alleresco, escludendo, in modo categorico, di a#ergli mai offerto di far#i parte $cfr% f% 21 ud% cit%&% La negato di essere stato anche solo tramite dell>in#ito, e#entualmente, ri#olto in tal senso da altri al Contrada ed altres?, di a#ere assunto 'ualsiasi iniziati#a per age#olarne l>ingresso all>Drdine in oggetto $cfr% ff% 22+2< ud% cit%&% La escluso, con altrettanta precisione di ricordi, di a#ere materialmente consegnato al dott% Contrada sia la pergamena che il distinti#o di appartenenza a tale Drdine ed ha sostenuto il suo assunto con un>argomentazione di tipo logico6 non a#endo mai ri#estito la carica di Consigliere dell>Drdine non era legittimato al conferimento dell>onorificienza in oggetto $cfr% ff% 22+49 ud% cit%&% La, parimenti, escluso di a#ere assistito alla materiale consegna a Contrada dell>onorificienza da parte di altri soggetti $cfr% f% 22&% La dichiarato di ricordare, con precisione, di a#ere a#uto un collo'uio con il dott% Contrada in occasione di un incontro casuale

"<4

#erificatosi nei locali della @uestura nel 19=*, in epoca prossima al proprio ingresso all>Drdine, nel corso del 'uale fu il dott% Contrada a ri#olgersi a lui per sapere 'uale fosse la documentazione da presentare per potere entrare a far parte del 0anto 0epolcro $cfr% ff% 2"+4;+;1+;; ud% cit%&% !on ha escluso di potere a#ere a#uto altri collo'ui con il Contrada a#enti il medesimo oggetto e pur affermando di conoscere )ene il dott% 1>Agostino, cerimoniere dell>Drdine nonch5 dipendente dell>impresa Cassina per la 'uale cura#a le relazioni pu))liche, ha escluso di a#erlo mai accompagnato presso l>ufficio del doott% Contrada per consegnargli la pergamena $cfr% ff% 24+2;+2<+49 e ;* ud% cit%&% Il teste Arturo Cassina ha dichiarato di a#ere ricoperto la carica di 7uogotenente per la 0icilia dell>Drdine dei Ca#alieri del 0anto 0epolcro fino all>epoca in cui a#e#a presentato le proprie dimissioni per essere stato coin#olto nel processo c%d% Fsugli appaltiH $cfr% ff% 12 e "" ud% 9/9/1994&% La sostenuto di a#ere Fun vago ricordoH del rapporto di conoscenza con il dott% Contrada, il cui inizio ha, comun'ue, collocato intorno agli anni 19<2+19<", in occasione delle indagini

Pag. 375

relati#e al se'uestro del figlio ed ha aggiunto di non a#ere piu> a#uto opportunit/ di incontrarsi con lui fino a 'uando gli sare))e stato FraccomandatoH da 'ualcuno, che non 5 stato in grado di identificare, per fare ingresso all>Drdine del 0anto 0epolcro $ff% 2 e " ud% cit&% 0ul punto ha, reiteratamente, dichiarato di non a#ere ricordo preciso n5 delle modalit/ di ingresso del dott% Contrada a tale Drdine n5 degli e#entuali intermediari che ne a#re))ero sollecitato l>iscrizione, si 5 preoccupato perJ di escludere in modo assoluto di a#ere assunto un ruolo di iniziati#a, n5 diretto n5 per interposta persona, per sollecitarne l>iscrizione $cfr% ff% "+4+22 ud% cit%&% 0u specifica domanda, ha dichiarato di a#ere conosciuto il 4%llo della P%0% Procopio 7a 4attina, che ha affermato essere )uon amico del suo dipendente dott% 1>Agostino, ma, nonostante le sollecitazioni dei ricordi su tale punto, non ha in alcun modo ricollegato a tale persona l>iniziati#a dell>ingresso del Contrada all>ordine del 0anto 0epolcro $cfr% ff% 1;+1,+1=+22&% La escluso, categoricamente, di a#ere mai conosciuto 0tefano ontate, di a#erlo mai #isto e persino di sapere chi fosse $mai sentito, mai visto, nemmeno da lontano# cfr% f% 1, e 1< ud% cit%&%

"<,

La escluso, altres?, in modo altrettanto categorico, di a#ere mai a#uto collo'ui con il dott% Contrada a#enti ad oggetto 'uestioni di interesse del proprio gruppo imprenditoriale ed anche di a#ere mai mandato il dott% 1>Agostino dal dott% Contrada per parlare di 'uestioni attinenti ai propri affari $cfr% ff% 19 e 2* ud% cit%&% La dichiarato di non a#ere ricordo se tale 0utera fosse stato proprio dipendente, mentre ha #agamente ricordato il nominati#o del (eresi come 'uello di un suo possi)ile dipendente, ritenendo di do#er precisare che, in ogni caso, si sare))e trattato di un dipendente come tutti gli altri#e non di persona di sua particolare fiducia $cfr% ff% 24+2; e 2< ud% cit%&% Il teste 7orenzo 7o 4onaco, attualmente Cancelliere della 7uogotenenza della 0icilia $terza carica dell>Drdine del 0anto 0epolcro& ed iscritto al 0anto 0epolcro sin dal 19=*, ha dichiarato che nel 19=2, epoca dell>iscrizione del dott% Contrada, ricopri#a la carica di Cerimoniere ed ha precisato che, in )ase alla prassi #igente in 'uel periodo, per essere iscritti, era necessaria una proposta da parte di un iscritto a li#ello locale $proponente +presentatore& nonch5 l>inoltro della documentazione necessaria attestante la piena adesione alla religione cattolica $normalmente presentata dal diretto interessato

Pag. 377

unitamente ad una dichiarazione di impegno di partecipazione all>atti#it/ dell>Drdine& ed infine l>appro#azione dell>ammissione a li#ello di Commissione di 7uogotenenza e la nomina ufficiale a 8oma $cfr% ff% 1 e ss% ud% 1=/4/199;&% La precisato che per ogni insignito esiste un fascicolo che si istruisce all>atto dell>ammissione contenente anche i dati relati#i al soggetto proponente ed il cui originale do#re))e rin#enirsi presso il Gran 4agistero a 8oma, mentre una copia do#re))e restare a li#ello locale% La dichiarato che scopi istituzionali esclusi#i dell>Drdine sono 'uelli di partecipare alle cerimonie religiose, ai ritiri spirituali, alla raccolta dei fondi per sostenere la diffusione in (erra 0anta delle iniziati#e della Chiesa Cattolica % Per 'uanto riguarda il dott% Contrada ha dichiarato che, nonostante insignito dell>ordine, non a#e#a partecipato n5 alla cerimonia di in#estitura presso il 1uomo di 4onreale, n5 ad altre cerimonie religiose dell>Drdine n5 a#e#a contri)uito mai con il #ersamento di fondi agli scopi dell>Drdine $tali particolari sono stati parzialmente confermati dal teste 7a 4attina, dal teste Paolo 0plendore e dallo stesso imputato&%

"<=

La dichiarato che non gli risulta chi fosse stato il proponente per l>iscrizione all>Drdine del dott% Contrada ed ha affermato che, n5 l>originale n5 la copia del fascicolo personale riguardante il dott% Contrada erano stati reperiti, nonostante l>inoltro di una richiesta in tal senso a 8oma e nonostante le ricerche in sede locale $il (ri)unale ha dato incarico al teste di approfondire tali ricerche, presso gli archi#i locali dell>Drdine, ma nessun esito risulta essere stato in#iato + cfr% f% 1< ud% 1=/4/199; cit%& % Il teste Paolo 0plendore, citato dalla difesa, transitato nei ruoli del 0I012 dal 19=2 ed addetto 'uale coordinatore alla 0egreteria dell>Afficio dell>Alto Commissario per tutto il tempo in cui il dott% Contrada ha s#olto l>incarico di Capo di Ga)inetto del medesimo Afficio, ha dichiarato di essere a conoscenza del fatto che due persone proponevano# al dott% Contrada di essere nominato Ca#aliere dell>Drdine del 0anto 0epolcro e 'uesti effetti#amente #i si era iscritto $cfr% ff%1 e ss% ud% del "/2/199;&% 2gli ha affermato che una di tale persone era il segretario del Conte Cassina, dott% 1>Agostino e l>altra il 4%llo Procopio 7a 4attina, ma specificando meglio il contenuto di tali sue conoscenze, il teste ha a#uto modo di chiarire che, mentre il dott% 1>Agostino, nel

Pag. 379

corso di alcuni collo'ui, cui egli a#e#a a#uto e))e modo di assistere personalmente, tra il predetto ed il dott% Contrada, presso gli uffici dell>Alto Commissario, Finsisteva H per l>iscrizione al 0anto 0epolcro del dott% Contrada, il 4%llo 7a 4attina si limita#a a scherzare sull>argomento dicendo frasi del tipo Finsomma...va b; prendiamo uesto cavalierato....cosD insommaH $cfr% ff% <" e <4 ud% cit%&% Il teste ha, altres?, precisato che, in ogni caso, nel periodo in cui era stato addetto alla 0egreteria di Ga)inetto, egli non a#e#a a#uto mai modo di #edere contestualmente presenti il 1>Agostino ed il 7a 4attina, parlare con il dott% Contrada $cfr% f% =; ud% cit%&% A tali dichiarazioni gi/ di per s5 estremamente significati#e, ai fini di una smentita dell> assunto dell>imputato, il teste ha aggiunto alcuni particolari che hanno consentito di ri#elare appieno la natura mendace, del suddetto assunto del 1ott% Contrada, consentendo di effettuare importanza% 2d infatti il teste ha riferito di a#ere passato alcune telefonate in ufficio al dott% Contrada da parte del Conte Cassina e di a#ere, altres?, constatato piu> #olte la presenza del dott% 1>Agostino nell> ufficio del dott% Contrada, ricollegando la maggior fre'uenza di tali #isite al approfondimenti in#estigati#i ri#elatisi di decisi#a

"=*

perfezionamento di una pratica relati#a all>affitto di alcuni locali in #ia (haon 1e 8e#el, gi/ sede dell>emittente (2720(A8, di propriet/ della famiglia Cassina $cfr% ff% 29+"*+ << ud% cit%&% Il teste ha precisato che, in realt/, la pratica, il cui perfezionamento egli ha collocato intorno al 19=", era di pertinenza del Capo di Ga)inetto della Prefettura in 'uanto i predetti locali do#e#ano essere destinati ad alcuni uffici amministrati#i della Prefettura di Palermo, che necessita#a di ulteriori strutture, a seguito dell>alloggiamento, al I. piano di -illa ShitaGer, dell>Afficio dell>Alto Commissario $cfr% ff% 29+"*+;<+;=+;9+<" ud% cit%&% 0ul punto il teste ha a#uto modo di specificare che al momento della sua costituzione $0ettem)re 19=2& l>Afficio dell>Alto

Commissario, affidato alla direzione del Prefetto 1e 9rancesco $contestualmente 1irettore del 0%I%0%1%2%&, era stato u)icato nei locali del I. piano di -illa SithaGer, sede della Prefettura di Palermo, in 'uell>epoca diretta dallo stesso Prefetto 1e 9rancesco $fino al 4arzo 19=; in cui gli su)entrJ il Prefetto Commissario&% In 'uel periodo le due strutture della Prefettura e dell>Alto Commissario, seppure facenti capo alla medesima persona, a#e#ano occia a capo dell>Alto

Pag. 3?1

apparati )urocratici differenziati, di#ersi capi di Ga)inetto e sedi parzialmente di#ise, essendo gli uffici della Prefettura alloggiati al piano superiore della stessa #illa Shitacher $cfr% ff% 2+ 1< e ss% ;9 ud% cit%&% Alle predette risultanze testimoniali de#ono aggiungersene altre, di natura documentale, ac'uisite processualmente, alcune delle 'uali, di indiscuti)ile rilie#o pro)atorio, in 'uanto pro#enienti dallo stesso imputato% 2d infatti dalle annotazioni contenute nelle stesse agende dell>imputato, se'uestrate nell>am)ito dell>odierno procedimento, 5 possi)ile e#incere le tracce documentali di numerosi contatti a#uti dallo stesso sia con il Cassina che con il 1>Agostino% 1ieci annotazioni, comprese nel periodo 19=2/19=;, riguardano in modo piu> diretto il Cassina6 a%%#"a)i#%e i% -a"a 14>9>19?1 $#% agenda copertina marrone in tela&6 Ftelefonato Arturo Cassina per riferire ingresso uomini Poggio 8idente% Chiesto alla 9inanza se erano finanzieriH:

"=2

a%%#"a)i#%e i% -a"a 11>9>19?1

$#% agenda copertina marrone in tela&6 F eB (elestar+ Cassina con -% Prefetto 4azzocco E dr%

4arcellino per #isita localiH: a%%#"a)i#%e i% -a"a 1=>1>19?3. FComm% 1>Agostino+ Cassina+ 'ui per 'uestioni attinenti impresaH: a%%#"a)i#%e i% -a"a 14>3>19?3 . Ftel%to a Arturo Cassina $incarico Prefetto 'uestione gare , appalti&H: a%%#"a)i#%e i% -a"a 1<>4>19?3. 8tel% to Cassina per comunicazione circa pigioni locali PrefetturaH: a%%#"a)i#%e i% -a"a 11>4>19?3. a%%#"a)i#%e i% -a"a 13>5>19?3. F ;=9"<1 Cassina F: F Comm% 1>Agostino T Cassina ore 1*H: a%%#"a)i#%e i% -a"a 1<>=>19?3. F 1>Agostino $Cassina& porter/ una lettera per 0%2%H: a%%#"a)i#%e i% -a"a 3<>1>19?5. F $tel%to& Comm% 1>Agostino

$Cassina&H: a%%#"a)i#%e i% -a"a 1>1>19?5. F Comm% 1>Agostino $Cassina&H%

Pag. 3?3

-i sono ,poi, altre annotazioni, comprese tra il 19=" ed il 19==, che riguardano in modo piu> specifico il 1>Agostino $in una, fra parentesi, #i 5 anche il nome del Cassina&6 a%%#"a)i#%e i% -a"a 15>?>19?3. a%%#"a)i#%e i% -a"a 19>1>19?4. a%%#"a)i#%e i% -a"a 11>9>19?4. F 1>Agostino $Cassina& + 'ui+H: F Comm% 1>Agostino + 'ui+H: F Comm% 1>AgostinoH:

a%%#"a)i#%e i% -a"a 15>11>19?5. F Comm% 1>Agostino + 'ui+H: a%%#"a)i#%e i% -a"a 1?>11>19?5. F Comm% 1>Agostino H: a%%#"a)i#%e i% -a"a 7>11>19??. Fore 1= + 2d% Giada+ Piazza Princ% Camporeale+ dr% 1>Agostino H% 2> e#idente che l>annotazione, fatta dallo stesso imputato nelle proprie agende, di tanti fre'uenti contatti, telefonici e personali, sia con il Cassina che con il 1>Agostino, e spesso per 'uestioni attinenti alle imprese del Cassina, gi/ di per s5 costituisce inconfuta)ile smentita alle dichiarazioni rese dall>imputato sulla natura e sulla collocazione temporale dei suoi rapporti con i predetti, confermate anche dal Cassina che, dal canto suo, come gi/ e#idenziato, ha negato categoricamente rapporti con il Contrada di natura personale o##ero

"=4

attinenti ai propri interessi imprenditoriali, sia diretti che per interposizione del 1>Agostino% 7a smentita dei due soggetti interessati risulta difficilmente credi)ile in 'uanto la emergenza documentale in oggetto 5, totalmente coerente con 'uanto dichiarato nel corso della propria deposizione dal teste 0plendore, il 'uale pur essendo un teste citato dalla difesa, e per sua stessa ammissione legato al dott% Contrada da uno stretto rapporto di amicizia oltrecch5 di natura professionale $Contrada lo #olle come suo colla)oratore non soltanto per tutto il periodo della sua permanenza all>Alto Commissario ma anche in altre successi#e occasioni, durante la permanenza al 0I012 a 8oma cfr% ff% "1 e ss% "< e ss% ; e ss% ud% del "/2/199;&, e 'uindi certamente non interessato a fornire #ersioni contrarie all>imputato, ha affermato di a#ere assistito personalmente, sia a contatti telefonici tra il Contrada ed il Cassina che a contatti diretti tra lo stesso ed il 1>Agostino% !on #i 5 du))io, 'uindi, che entram)i gli interessati, Contrada e Cassina, hanno mentito sulla natura dei propri rapporti% 4a ad ulteriore e definiti#a conferma di tale affermazione de#e aggiungersi che, grazie al riferimento fatto dallo stesso teste 0plendore alla specifica pratica dell>affitto dei locali di #ia (haon 1e

Pag. 3?5

8e#el, ufficialmente di competenza della Prefettura di Palermo, ma di cui Contrada a#e#a a#uto comun'ue modo di occuparsi

informalmente secondo le stesse dichiarazioni rese da 0plendore, 5 stato possi)ile ac'uisire la pratica relati#a al contratto di locazione dell>immo)ile in oggetto, ed attra#erso l>analisi comparati#a tra tale documentazione ed alcune annotazioni contenute nelle agende dell>imputato 5 stato possi)ile ricostruire, fin nei minimi dettagli, il tipo di interessamento che l>imputato ha a#uto in ordine a tale specifica #icenda, riguardante il gruppo imprenditoriale Cassina $la circostanza, peraltro, appare tanto piu> rile#ante in 'uanto, in modo specifico, nel corso delle proprie dichiarazioni all>udienza del 29/9/199;, l>imputato ha negato di essersi interessato a tale pratica, alludendo soltanto ad un possi)ile accenno che di tale 'uestione a))ia potuto fargli il Prefetto 1e 9rancesco& % 1alla documentazione ac'uisita 5 stato possi)ile rile#are che, in data 2"/9/19=2, una commissione formata dal dott% Pietro 4assocco, -ice Prefetto+ 1irigente 0uperiore, dal dott% Pier Giulio 4arcellino, Primo 1irigente, e dal dott% Giuseppe Altorio, Primo 1irigente, essendosi posta la necessit/ di trasferire, dai locali di -illa SithaGer ad altro immo)ile, alcuni ser#izi della Prefettura di Palermo

"=,

a seguito dell>istituzione dell>Alto Commissario, a#e#a #isionato tre sta)ili per i 'uali la Prefettura, pre#ie ricerche di mercato, a#e#a rice#uto, nelle #ie )re#i, offerte di locazione6 si tratta#a di uno sta)ile di propriet/ dell>I%!%A%, di uno sta)ile di propriet/ dell>2%!%P%A%4% e di un terzo sta)ile, di propriet/ della ditta Cassina, gi/ di propriet/ dell>editrice F(2720(A8H, u)icato in #ia (haon 1e 8e#el $cfr% appunto in data 2"/9/19=2 a firma dei predetti 4assocco, 4arcellino ed Altorio+ contenuto nel fascicolo esistente presso gli archi#i della Prefettura di Palermo+ ac'uisito all>ud% del 19/1*/199;&% !el documento in esame, esclusa l>idoneit/ dei primi due locali menzionati al fine delle prospettate esigenze, si dichiara#a di do#er soffermare l>attenzione sull>immo)ile di propriet/ dei Cassina, per l>a##io di concrete trattati#e, presentandosi nel complesso adeguato alle esigenze in oggetto e non necessitando di note#oli opere di ristrutturazione% Dr)ene dalla consultazione dell>agenda personale del dott% Contrada alle date del 22/9/19=2 e 2"/9/19=2 $e 'uindi il giorno precedente e lo stesso giorno in cui la predetta Commissione, incaricata della pratica, a#e#a #isionato i tre sta)ili menzionati, senza in alcun modo dare atto della presenza del dott% Contrada nel corso

Pag. 3?7

del sopralluogo in data 2"/9/=2& risulta che il dott% Contrada, per due #olte consecuti#e, si era recato personalmente a prendere #isione , esclusi#amente, dei locali dell>immo)ile di propriet/ dei Cassina eB (elestar $cfr% a%%#"a)i#%e i% -a"a 11>9>19?1. HeB (elestar+Cassina con #% Prefetto 4assocco e dr% 4arcellino per #isita localiH % a%%#"a)i#%e i% -a"a 13>9>19?1. F ore 1< eB (elestar #isita locali con funzionario 4inistero%%H%&% 0empre dalla documentazione ac'uisita, risulta che il contratto di locazione in oggetto #enne stipulato, in data 24/2/19=4, per un canone annuo di lire 1"; milioni $che per l>epoca cui si riferisce 5 certamente da ritenere una cifra considere#ole& % 1al momento della #isione dei locali a 'uello della stipula del contratto definiti#o risulta che la pratica in esame ha a#uto un FiterH particolarmente celere% Il giorno successi#o al sopralluogo, in data 24/9/19=2, la eB (elestar, in#ia#a una lettera di conferma all>appro#azione del contratto per un canone annuo, con#enuto in lire 12* milioni e con l>impegno a consegnare i locali tempesti#amente% In data 2;/9/19=2 la Prefettura richiede#a all>Afficio A%(%2%, il parere di congruit/ sul predetto canone di locazione, che #eni#a

"==

rilasciato il successi#o 29/9/19=2, con nota di trasmissione n. 11;*" del "*/9/19=2 ed all%ta relazione tecnica% Il 2/1*/19=2 la Prefettura richiede#a al 4inistero 1ell>Interno l>autorizzazione ad occupare i locali nelle more del perfezionamento della procedura% Il 1"/1*/19=2 la (elestar richiede#a al 0indaco l>autorizzazione ad eseguire alcuni la#ori di ristrutturazione nell>edificio di #ia (haon 1e 8e#el, non pre#isti nell>offerta di locazione, per adeguarlo alle esigenze funzionali ai ser#izi da installar#i, che la societ/ locatrice si impegna#a ad eseguire a proprie cure e spese# con missi#a in data 12/11/19=2% Con telegramma del 14/1*/19=2 il 4inistero autorizza#a il rapporto locati#o in oggetto% In data 1/12/19=2 a##eni#a l>immissione in possesso nei medesimi locali e con nota del 22/1/19=" la Prefettura, che a#e#a prescelto l>immo)ile della ditta Cassina rispetto agli altri #isionati F non necessitando di notevoli opere di ristrutturazioneH, richiede#a all>A%(%2 parere sulla re#isione del canone di locazione,

originariamente determinato in lire 12* milioni, in 'uello di 1;* milioni, a causa dell>esecuzione di la#ori di riadattamento%

Pag. 3?9

Il 21/2/19=" l>A%(%2%, con nota n. =9", rilascia#a il richiesto parere, rideterminando il canone in lire 1"; milioni% Il 2;/2/19=" la Prefettura richiede#a al 4inistero dell>Interno parere sullo schema di contratto di locazione, contenente la cifra del canone annuo rideterminata dall>A%(%2% e con telegramma in data 9/4/19=" richiede#a l>autorizzazione al prele#amento, su fondi in genere Conta)ilit/ 0peciale, della somma di lire 4; milioni in fa#ore della societ/ proprietaria dei locali in oggetto% Con telegramma del 1,/4/19=" $recante il tim)ro di protocollo in entrata in data 2*/4/19="& il 4inistero concede#a la richiesta autorizzazione% Dr)ene, nella pagina dell>agenda del dott% Contrada, proprio alla data del 2*/4/19=", corrispondente a 'uella del tim)ro di entrata del predetto telegramma, risulta l>annotazione F (el%to Cassina per comunicazione circa pigioni locali PrefetturaH% Il dott% Contrada, 'uindi, lo stesso giorno che l>atto #enne protocollato, si era preoccupato di a##isare il Cassina del )uon esito dell>autorizzazione ministeriale al #ersamento dei 4; milioni, e senza che, tale sollecito interessamento, potesse in alcun modo essere giustificato dal ruolo da lui formalmente ricoperto in 'uel momento%

"9*

tal

proposito,

'uanto

gi/

e#idenziato

sull>iter

eccezionalmente rapido a#uto da tale pratica, sintomatico del fatto che era )en seguita, de#e aggiungersi che il soggetto che, da un punto di #ista )urocratico, a#re))e do#uto occuparsene, e cio5 il Capo di Ga)inetto della Prefettura dell>epoca, dott% Corrado 0padaccini, escusso all>ud% del "/2/199;, ha dichiarato di non a#ere mai saputo nulla della pratica in 'uestione $cfr% ff% 1"" e ss% ud% cit%&% 7>esame delle risultanze relati#e a tale specifica pratica ha consentito, 'uindi, di accertare in modo incontro#erti)ile che 6 1& nel periodo corrispondente al perfezionamento della stessa, l>odierno imputato a#e#a intensificato i propri incontri diretti con il dott% 1>Agostino $addetto alle pu))liche relazioni dell>impresa Cassina& ed a#e#a a#uto contatti telefonici con il Cassina: 2& egli non a#e#a alcun titolo, almeno ufficialmente, per occuparsene, #isto che l>istruzione della stessa era di competenza della Prefettura, amministrati#amente del tutto autonoma dagli uffici dell>Alto Commissario, ciononostante il soggetto che formalmente a#re))e do#uto essere in#estito della pratica $il dott% 0padaccini& non era stato neppure informato

Pag. 391

della

stessa,

mentre

l>imputato,

a#e#a

presenziato

al

sopralluogo ufficiale dei locali dell>immo)ile della sola ditta Cassina ed anche ad uno in data precedente a 'uesto: "& la procedura adottata per la scelta dei locali da affittare era stata una procedura informale $a trattati#a pri#ata& affidata all>ampia discrezionalit/ di chi a#e#a a#uto modo di occuparsi della pratica: 4& nel corso della procedura era stata a##iata una pratica di re#isione del canone di locazione, molto rapidamente iniziata e conclusa, giustificata da la#ori di ristrutturazione che in origine non erano stati pre#isti, anzi proprio l>esclusione di note#oli opere da eseguire era stata una delle ragioni della scelta dei suddetti locali rispetto agli altri selezionati: ;& Contrada a#e#a seguito la pratica, fin da un>epoca in cui non era neppure ancora iscritto all>Drdine del 0anto 0epolcro $il 22/9/19=2 5 la data del primo sopralluogo eseguito

personalmente dal Contrada nell>immo)ile dei Cassina ed il 22/11/19=2 egli si iscri#e#a al predetto Drdine&, ed anche in epoca successi#a pro##ede#a a tenerne informato, con peculiare sollecitudine, il Cassina%

"92

7>assunto sostenuto dalla difesa dell>imputato, in sede di discussione finale, secondo cui i contatti relati#i a tale periodo, tra il Contrada, il Cassina ed il suo intermediario 1>Agostino, emersi dalle annotazioni delle sue agende, sare))ero giustificati da rapporti d>ufficio attinenti al rilascio dei certificati anti+mafia per i 'uali era competente l>Afficio dell>Alto Commissario, appare inconducente sotto di#ersi profili% 7a stessa fre'uenza dei predetti contatti e la loro estensione anche in un periodo successi#o all>incarico di Capo Ga)inetto presso l>Alto Commissario, ricoperto dall>imputato, rendono incongruente l>assunto: la precisa corrispondenza, poi, registrata in piu> punti, tra talune di tali annotazioni e le fasi di s#olgimento della specifica pratica esaminata per l>affitto dei locali di #ia (haon 1e 8e#el, consentono di escludere che possa essersi trattato di mere coincidenze e certamente che, in tali casi, l>imputato possa essersi occupato di certificazione anti+mafia: a ciJ si aggiunga che il teste 0plendore ha dichiarato che, nel periodo in cui egli a#e#a ricoperto l>incarico di coordinatore della 0egreteria di Ga)inetto dell>Afficio dell>Alto Commissario, coincidente con 'uello della permanenza dell>imputato nelle funzioni di Capo Ga)inetto del medesimo ufficio, l>incom)enza

Pag. 393

riguardante il rilascio dei certificati anti+mafia era stata trasferita alla Prefettura e, 'uindi, neppure sotto 'uesto profilo l>inter#ento del Contrada in fa#ore del Cassina o del suo intermediario pote#a formalmente giustificarsi $cfr% depos% 0plendore f% ;9 ud% "/2/199;&% 1all>insieme delle risultanze relati#e ai rapporti Contrada+ Cassina emerge, in#ece, che le #ersioni offerte dall>imputato sia in ordine alla genesi della propria iscrizione all>Drdine del 0anto 0epolcro, sia alla natura dei propri rapporti con il Cassina sono risultate mendaci, poich5 ampiamente smentite dalle risultanze ac'uisite% Come si 5 a#uto modo di e#idenziare, il teste 7a 4attina, colla)oratore dell>imputato, il 'uale nel corso della propria deposizione di)attimentale ha, piu> #olte, ri#olto attestati di stima nei suoi confronti e#idenziando un>ottima predisposizione #erso di lui $cfr% ff% "= e 4< ud% del 1"/;/1994&, ha smentito categoricamente, adducendo precisione di ricordi sui relati#i punti, sia di a#ere assunto 'ualsiasi iniziati#a in ordine all>iscrizione del dott% Contrada al 0anto 0epolcro, sia di essersi in 'ualche modo atti#ato per fa#orirla, ed anche di essersi recato insieme al dott% 1>Agostino a consegnare la pergamena al dott% Contrada presso l>Afficio dell>Alto Commissario%

"94

Anzi ha dichiarato che nel 19=*, era stato l>imputato ad atti#arsi nei suoi confronti chiedendogli 'uali fossero i documenti necessari per iscri#ersi al predetto Drdine% 7>asserita intermediazione del 7a 4attina 'uale proponente+ presentatore nella pratica relati#a all>iscrizione dell>imputato, oltre a non emergere da alcun documento $che teoricamente sare))e do#uto essere reperi)ile& non 5 neanche emersa dalla deposizione del teste Cassina che non 5 riuscito a ricordarlo tra i soggetti che gli a#re))ero FraccomandatoH l>imputato in relazione alla sua iscrizione% 7a deposizione del teste 0plendore, lungi dal costituire smentita alla predetta testimonianza del 7a 4attina , ne ha offerto conferma su piu> punti6 lo 0plendore, infatti, ha negato di a#ere mai assistito alla contestuale presenza del 7a 4attina e del 1>Agostino nel corso di collo'ui con il Contrada presso gli Affici dell>Alto Commissario ed ha attri)uito un ruolo di particolare insistenza al 1>Agostino, e non al 7a 4attina, nel sollecitare l>iscrizione al 0anto 0epolcro dell>imputato, ruolo che 5 stato negato da 'uest>ultimo% !onostante sia emerso l>interesse dell>imputato per la sua iscrizione a tale Drdine e'uestre, 5 pacifico che egli non condi#ide#a nessuno degli scopi istituzionali di tale ente non a#endo mai

Pag. 395

partecipato n5 a cerimonie religiose n5 alle contri)uzioni periodiche caritati#e pre#iste per i suoi adepti% A tal proposito de#e e#idenziarsi l>assoluta am)iguit/ del ruolo attri)uito dallo stesso Cassina a 'uella che lui stesso, nel corso della propria deposizione ha definito FraccomandazioneH necessaria per essere iscritti a tale Drdine% 2gli, infatti, ha dichiarato che la prassi della

FraccomandazioneH per essere ammessi al 0anto 0epolcro era molto diffusa poich5 si tratta#a di un>onorificienza molto am)ita e per 'uesto molte personalit/ si ri#olge#ano direttamente a lui per a#erla: d>altra parte ha affermato che dall>iscrizione non deri#a#a altro che l>attri)uzione di un distinti#o, di una pergamena, nonch5 l>o))ligo di contri)uzione al fine di sostenere le iniziati#e cattoliche in (erra 0anta e l>o))ligo di partecipazione alle messe periodiche, escludendo che dall>iscrizione potessero deri#are #incoli di solidariet/ di 'ualsi#oglia genere tra i suoi appartenenti $cfr% ff% 1+24+2=+29 ud% 9/9/1994&% 8ichiesto di dire 'uali fossero i criteri in )ase ai 'uali #eni#ano selezionati i Ca#alieri ha testualmente risposto6 F essere cattolici

"9,

praticanti, essere persone per bene, essere disposti a versare un ualche contributo da mandare in 7erra +anta# $cfr% f% 14 ud% cit%&% 9atto rile#are al teste che tali criteri, cos? ampi da non consentire una selezione significati#a, si pongono in contrasto con l>esigenza di richiedere una raccomandazione per essere ammessi al predetto Drdine, non 5 stato in grado di dare in alcun modo giustificazione alla propria contraddizione% In un appunto in data 29/12/1992, firmato e depositato personalmente dall>eB capo della Polizia, Prefetto -incenzo Parisi, all>udienza del 1;/</1994, in cui si d/ atto di un>indagine conosciti#a sull>Drdine 2'uestre del 0anto 0epolcro, condotta dalla 1irezione Centrale di Pre#enzione eB A%C%I%G%D%0, si ha modo di leggere6 # *er la +icilia, a *alermo !uogotenente per la +icilia 1ccidentale ; dall-$prile 1988 l-$rcivescovo +alvatore "assisa, gi6 a capo della diocesi di Bonreale, il uale ha preso il posto del dimissionario %e chiacchierato' "av. del !av. "onte $rturo "assina...$ll-inizio del 1988, in relazione alle vicende connesse all-assassinio a *alermo dell-e9 +indaco .iuseppe Insalaco e dell-agente di *.+. &atale Bondo, la stampa nazionale si occup, dell-imprenditore siciliano conte $rturo "assina, in particolare nella

Pag. 397

sua veste di !uogotenente dell-1rdine 3 uestre del +anto +epolcro di .erusalemme. $mpio risalto venne dato ai nomi di politici, magistrati, imprenditori, alti funzionari dello +tato, ?fficiali dell-$rma ed intellettuali che avevano ricevuto a *alermo le insegne dell-1rdine. +econdo, poi, un Finterrogazione parlamentare

presentata dal radicale 7eodori, il "onte $rturo "assina, incriminato insieme ad e9 sindaci per atti relativi alla commistione tra affari, politica e mafia, si sarebbe servito di uesta rete di

relazioni e di comune affiliazione all-1rdine per costruire, espandere e rafforzare il suo potere finanziario0imprenditoriale. 3ffettivamente nei confronti del "onte "assina esiste richiesta del *.B. di *alermo per rinvio a giudizio, in concorso con uattro e9 sindaci, il genero ed e9 assessori, per falso in bilancio, frode in pubbliche forniture, truffa aggravata continuata, interesse privato in atti d-ufficio e omissione di atti d-ufficio... !e accuse...e le polemiche di cui si ; fatto cenno sopra, non possono coinvolgere l-1rdine 3 uestre come tale, che ha finalit6 prettamente spirituali.....li in uietanti fatti di *alermo hanno chiamato in causa singoli, seppur autorevoli personaggi, come il "assina, i strumentalizzare uali hanno cercato subdolamente di e relazioni derivanti

conoscenze

"9=

dall-associazionismo per fini diversi da uelli perseguiti dall-1rdine 3 uestre e, comun ue, per ac uisire ed ampliare poteri e privilegi, costituendo una forza in uinante sugli apparati pubblici # 7o stesso Prefetto Parisi, nel corso della sua deposizione all>udienza del 1;/</1994, ha dichiarato di non potere escludere che per la 0icilia, possono esser#i stati all>interno dell>Drdine in oggetto fenomeni, anche cospicui, di de#ianza% !ell>am)ito dell>odierno procedimento, in relazione ad altra specifica #icenda che sar/ oggetto di piu> approfondita trattazione, 5 stato ac'uisito il rapporto giudiziario relati#o all>omicidio dell>eB 0indaco di Palermo Giuseppe Insalaco, redatto in data 22/4/19== dalla 0'uadra 4o)ile di Palermo, nel 'uale si d/ ampio risalto ai riferimenti fatti dallo stesso Insalaco al sistema degli appalti pu))lici, prerogati#a 'uasi esclusi#a a Palermo del gruppo imprenditoriale Cassina ed in particolare sul costante regime di proroga in cui #ersa#a il sistema degli appalti, sempre in fa#ore del predetto gruppo, facente parte di una sorta di comitato d-affari# a#ente 'uali propri referenti, in sede politica, uomini come 7ima, Gioia e Ciancimino% !el medesimo contesto si fa riferimento al ruolo di potere occulto esercitato dai Cassina, in particolare attra#erso il tramite dell>adesione

Pag. 399

all>Drdine dei Ca#alieri del 0anto 0epolcro di taluni uomini, tutti facenti parte di una sorta di sistema politico+affaristico+mafioso dominante a Palermo $#% ff% 2* e ss% rapporto citato ac'uisito all>ud% del 1*/,/1994&% A ciJ si aggiunga che, come si a#r/ modo di approfondire, proprio in relazione a tale rapporto giudiziario, gi/ nel 19== l>odierno imputato, ponendo in essere un comportamento di natura

intimidatoria, nei confronti dell>estensore del rapporto in oggetto, il dott% 0a#erio 4ontal)ano, che a#e#a e#idenziato nella )ozza iniziale di rapporto, successi#amente modificata dal suo superiore, la sua iscrizione al 0anto 0epolcro ed i suoi collegamenti am)igui con il Conte Cassina, a#e#a dimostrato di #olere in ogni modo dissimulare la #era natura dei propri rapporti con il Cassina% 1>altra parte analoga dissimulazione l>imputato ha tentato di porre in essere, proprio con l>a#allo dello stesso Cassina, nell>am)ito del presente procedimento, ma tale tentati#o, come gi/ e#idenziato, a seguito delle esposte risultanze 5 risultato fallito% I comportamenti am)igui e menzogneri posti in essere dall>imputato e dal Cassina dimostrano il comune tentati#o di nascondere l>esistenza di un rapporto sottostante di natura illecita, su

4**

cui hanno concordemente riferito i colla)oranti 4utolo e 4annoia, prodromico all>instaurarsi dei contatti dell>imputato con FCosa !ostraH% Alle dichiarazioni dei predetti colla)oranti de#ono, poi, aggiungersi 'uelle di 0al#atore Cancemi, il 'uale ha riferito in merito a specifiche #icende concernenti Ffa#oriH fatti dall>imputato al ontate, cos? consentendo di completare il 'uadro dei rapporti tra l>imputato ed il mafioso ontate%

Pag. 4<1

I$ ra!!#r"# (#%"a"e7P r!i7C#%"ra-a

0in dalle dichiarazioni rese nel corso della sua prima deposizione di)attimentale, il colla)orante 4utolo ha dichiarato di a#ere appreso, nel 19=1 dal 8icco)ono, che l>iniziale contatto tra il dott% Contrada ed il ontate era a##enuto oltre all>intermediazione del Cassina anche attra#erso 'uella di un-altra persona# della 'uale, perJ, in 'uel momento, non pote#a fare il nome perch5 il P%4% a#e#a prospettato preclusioni deri#anti da esigenze di segreto in#estigati#o $cfr% ff% 4; ud% </,/1994&% 2d in effetti, come si e#ince dal processo #er)ale relati#o all>interrogatorio reso, in data ,/,/1994, dal dott% Pietro Purpi alla Procura della 8epu))lica di Palermo, emerge che il predetto a 'uella data era indagato, con la contestazione del reato di concorso in associazione per delin'uere di tipo mafioso, sulla )ase delle dichiarazioni accusatorie rese nei suoi confronti oltre che da 4utolo anche dal colla)orante 4arino 4annoia $cfr% p%#% interrogatorio ac'uisito all>ud% del 2"/,/199;, sul presupposto dell>irripeti)ilit/ dell>atto, essendo frattanto il Purpi deceduto& %

4*2

All>udienza dell>1/,/199; 4utolo, essendo #enute meno le iniziali esigenze prospettate dalla Procura, ha potuto, piu> diffusamente, parlare delle notizie in suo possesso sul conto del dott% Purpi% La dichiarato che, gi/ nel periodo antecedente al proprio arresto, tra il 19<4 ed il 19<,, egli a#e#a a#uto modo di constatare personalmente l>esistenza di rapporti diretti tra il ontate ed il dott%

Purpi, dirigente del I. 1istretto di P%0% della #ia 8oma $cfr% ff% " e ss% ud% dell>1/,/199;&% In numerosissime occasioni, ne ha indicato orientati#amente circa trenta, egli a#e#a a#uto modo di assistere alle #isite che il dott% Purpi face#a al ontate, recandosi personalmente presso la sua #illa% La precisato che, poich5 si tro#a#a spesso, inseme ad altri Fuomini d>onoreH, nel giardino antistante il #illino di ontate, era

stato presente all>arri#o in auto del dott% Purpi il 'uale, di solito, anticipa#a le sue #isite con una telefonata% In 'uelle occasioni a#e#a notato che i due si si saluta#ano Famichevolmente# e che si intrattene#ano, appartandosi, a parlare tra loro%

Pag. 4<3

1ai discorsi a#uti dal 4utolo con 8osario 8icco)ono, 9ranco Adelfio $dallo stesso indicato 'uale F uomo d>onoreH della famiglia mafiosa di -illa Grazia& e 4ichele 4icalizzi $genero del 8icco)ono&, il colla)orante ha dichiarato di a#ere appreso che il contenuto dei collo'ui che intercorre#ano tra il ontate ed il dott% Purpi concerne#a Fi favori# che 'uest>ultimo, nella sua 'ualit/ di dirigente del Commissariato di P%0%, era in grado di dispensare a #antaggio di molti appartenenti all>organizzazione mafiosa FCosa !ostraH, risultando essere persona a disposizione# della medesima associazione criminale% 0oltanto nel 19=1, recandosi a Palermo in occasione dei citati permessi concessigli dal 4agistrato di 0or#eglianza, a#e#a a#uto modo di apprendere dal 8icco)ono, ed anche da 0al#atore 4icalizzi, che il Purpi, cos? come il Cassina, a#e#a fatto da intermediario nei rapporti tra ontate e Contrada% 0ulla notizia ri#elata all>odierno di)attimento da 4utolo circa la disponibilit6# del dott% Purpi nei confronti del>organizazione criminale FCosa !ostraH, frutto di sue conoscenze in parte dirette ed in parte indirette, l>istruzione di)attimentale ha consentito di ac'uisire ampi riscontri%

4*4

1i particolare rilie#o a tal fine appare 'uanto dichiarato dal colla)oratore di giustizia 4arino 4annoia, che per essere stato F uomo d>onoreH proprio della famiglia mafiosa del ontate, 5 stato in

grado, non soltanto di confermare l>esistenza del rapporto collusi#o del dott% Purpi ri#elato da 4utolo, ma anche di aggiungere taluni particolari nuo#i, che oltre a compro#are ulteriormente l>autonomia delle due fonti propalatrici in esame $che 5 gi/ stata e#idenziata in relazione all>epoca dell>iniziale instaurarsi del rapporto ontate+

Cassina&, sono stati oggetto di conferma, sulla )ase di autonomi e rile#anti riscontri% In ordine al dott% Purpi il colla)orante 4arino 4annoia ha riferito che sin da 'uando a#e#a fatto ingresso in FCosa !ostraH a#e#a sentito parlare del predetto funzionario di Polizia come di una persona nella piena disponibilit6# dell> intera FfamigliaH ed in particolare di ontate, del Citarda, dell>Al)anese e soprattutto di Girolamo (eresi il 'uale, di#ersi anni prima, gli a#re))e regalato un appartamento nello stesso sta)ile do#e a)ita#ano alcuni componenti della famiglia Al)anese e dagli stessi costruito $cfr% ff% "4 e ss% ud% del 29/11/1994%& % 0empre con riferimento al dott% Purpi, il 4annoia ha ricordato di a#ere appreso da ontate Gio#anni, fratello del ontate 0tefano,

Pag. 4<5

mentre era con lui detenuto nel carcere di Palermo, intorno alla fine del 19=2 inizio del 19=", che nel corso di una per'uisizione eseguita all>interno dell>a)itazione di tale Innocenzo Pasta, le 9orze dell>Drdine a#e#ano ritro#ato una lettera molto compromettente in cui si face#ano di#ersi nomi oltre 'uello del dott% Purpi e che era stata fatta a#ere al Pasta da ontate Gio#anni nel periodo della sua

detenzione allo scopo di contattare di#ersi personaggi che a#re))ero do#uto interessarsi di una simulazione di malattia in fa#ore dello stesso ontate $cfr% ff% "4 e ss% trascr% cit%&% Dr)ene le dichiarazioni del 4annoia, oltre ad essere pienamente aderenti alle dichiarazioni del 4utolo, anche con riferimento all>epoca dell>ac'uisizione delle notizie sul conto del dott% Purpi da parte dei due colla)oranti, sono state a loro #olta oggetto di specifica conferma% 2d infatti 5 stato ac'uisito un riscontro documentale, di indu))ia #alenza pro)atoria, sulle circostanze riferite dal 4annoia con riferimento ai collo'ui da lui a#uti con Gio#anni ontate% 2> stato possi)ile, cos?, #erificare che la per'uisizione domiciliare cui ha fatto riferimento il 4annoia, presso l>a)itazione di Innocenzo Pasta, era stata eseguita dai C%C% della Compagnia di

4*,

Piazza -erdi, 7egione di Palermo, in data "/2/19=", e che a seguito della stessa era stata, effetti#amente, se'uestrata una lettera manoscritta, intestata F"arissimo 3nzoH e firmata F.iovanniH, nel contesto della 'uale, lo scri#ente dopo a#ere esposto la propria impellente esigenza di risultare seriamente malato, al fine di e#itare di essere trasferito in altro carcere $F uesta ; l-ultima possibilit6 perch; me ne debbo andare dall-Infermeria poich; non ci posso piu- stare se no mi vanno a sbattere chiss6 dove#' indica#a al destinatario della lettera di contattare taluni soggetti in relazione alla propria esposta esigenza, facendo il nome, tra altri, anche del dott% Purpi $cfr% p%#% di per'uisizione domiciliare presso l>a)itazione di Pasta Innocenzo+ f% 14+ e lettera manoscritta +f% 2"+ della documentazione ac'uisita all>ud% del 19/;/199;&% Per 'uanto concerne, poi, le dichiarazioni rese dal 4annoia con riferimento all>appartamento del Purpi sito nel palazzo, costruito dagli Al)anese, 5 stato accertato che (eresi F4immoH si identifica in (eresi Girolamo, classe 19",, scomparso nel 19=1 #erosimilmente con il metodo della Flupara )iancaH, gi/ coniugato con Gio#anna Citarda, figlia di 4atteo Citarda: 5 stato piu> #olte segnalato come facente parte della mafia di -illagrazia+9alsomiele, capeggiata da 0tefano

Pag. 4<7

ontate, con il 'uale a#e#a, oltre al rapporto di affinit/, anche un rapporto di comunanza di interessi nell>am)ito dell>azienda FCentral Gas s%p%a%H $cfr% dep% cap% runo f% 4< ud% 19/9/199;&% 0ignificati#e conferme in ordine ai contatti tra il dott% Purpi ed il Girolamo (eresi proprio con riferimento al palazzo descritto dal 4annoia, sono emerse dalle stesse dichiarazioni rese, in sede di interrogatorio dal dott% Purpi, il 'uale ha dichiarato di a#ere a#uto modo di conoscere 0tefano ontate, intorno agli anni successi#i al

19,,, perch5 lo stesso fre'uenta#a l>appartamento della famiglia Citarda, sito nel portone adiacente alla propria a)itazione, in 'uanto una delle figlie era fidanzata, a 'uel tempo, con Gio#anni ontate: ha aggiunto che nello stesso palazzo a)ita#a anche 4immo (eresi, che parimenti e))e modo di conoscere, ed anche che, nello stesso edificio in cui era sita la sua a)itazione, risiede#a Pino Al)anese, cognato del (eresi% 2gli ha aggiunto di essere al corrente che 0tefano ontate,

risiede#a in una zona che rientra#a nella sfera di competenza territoriale del I. 1istretto di Polizia, da lui diretto, circostanza che de#e essere collegata, da un punto di #ista logico, alla notizia, concordemente riferita dal 4utolo e dal 4annoia, che lo stesso

4*=

dispensasse Ffa#oriH al

ontate e ad altri Fuomini d>onoreH proprio

nella zona di influenza mafiosa del predetto ontate% La ammesso di a#ere a#uto rapporti di saluto con il ontate ed anche di a#ere, in 'ualche occasione, effettuato con lui 'ualche consumazione in un )ar della #ia 8oma, pur ammettendo di essere a conoscenza che il ontate era esponente di rilie#o di una famiglia

mafiosa palermitana: ha cos? giustificato il suo comportamento, 'uanto meno insolito per un funzionario di Polizia6 F Io che il :ontate fosse mafioso l-ho sempre saputo %anche uando lo incontravo sotto casa' cosD come lo sapeva tutta *alermo, per averlo appreso dai giornali e dalla voce del popolo e in )uestura/...&on ; che io potevo non salutarlo...mi facevo sparareC#. Con riferimento al dott% Purpi Pietro, altro colla)orante di giustizia, Gioacchino Pennino, ha reso dichiarazioni che riscontrano, ulteriormente, le dichiarazioni sul punto di 4utolo e 4annoia, e che sono, peraltro, fondate su esperienze personali #issute direttamente dallo stesso colla)orante% 2gli ha dichiarato di a#ere conosciuto, fin dal 19<;, il dott% Purpi 'uale dirigente del I. 1istretto di Polizia, a#ente sede in uno sta)ile di #ia 8oma, al ci#ico n. 111, in cui erano u)icati anche i

Pag. 4<9

locali del la)oratorio di analisi gestito dal Pennino dal 19," e fino al 199" $cfr% ff% 2* e ss% ud% 19/,/199;&% Il dott% Purpi era di#entato suo assiduo cliente e spesso, stante la #icinanza dei rispetti#i luoghi di la#oro, si reca#ano in un )ar della #ia 8oma per effettuare insieme 'ualche consumazione% In una di 'ueste occasioni, intorno alla met/ degli anni P<* e #erosimilmimente in epoca antecedente alla propria affiliazione a FCosa !ostraH $risalente al 19<<&, il Pennino a#e#a #isto transitare sulla #ia 8oma, a )ordo di una macchina 0tefano Fgrande caloreH ri#olge#a saluti nella loro direzione% 2ssendo in compagnia di un appartenente alle 9orze dell>Drdine e conoscendo lo spessore mafioso del ontate, il Pennino a#e#a e#itato di ricam)iare il saluto ma, con sua grande sorpresa, a#e#a notato che il dott% Purpi risponde#a al saluto di ontate ontate, che con

gesticolando con altrettanto calore e ri#olgendosi a lui con le seguenti frasi 6 non lo conosce E 0 guardi ; +tefano :ontate, un mio grande amico, un grande uomo d-onore# $cfr% f% 22 ud% cit%&% Il Pennino, pur negando al dott% Purpi il proprio rapporto di conoscenza con ontate, a#e#a rile#ato Fl>anomaliaH del suo

comportamento e della sua affermazione, che gli erano rimasti

41*

impressi nella memoria e che a#e#a ritenuto rile#ante riferire all>A%G% a seguito della propria colla)orazione% In altra occasione, sempre casualmente, il Pennino ha dichiarato di a#ere incontrato il dott% Purpi seduto ad un ta#olo di un noto ristorante di Palermo insieme a -ito Ciancimino e di a#ere appreso successi#amente dallo stesso Purpi che anche il Ciancimino era un suo grande amicoH con il 'uale si #anta#a di essere particolarmente #icino anche dopo le note #icende giudiziarie che hanno coin#olto tale personaggio $ff% =" e =4 ud% cit%&% Il Pennino, sulla cui attendi)ilit/ generale si a#r/ modo di trattare con riferimento alla parte specificatamente dedicata a tale colla)orante, nel corso della propria deposizione di)attimentale ha a#uto modo di chiarire in piu> occasioni che, fatta eccezione per gli Fuomini d>onoreH della propria famiglia mafiosa di appartenenza $FfamigliaH di rancaccio&, a causa della riser#atezza della propria

affiliazione a FCosa !ostraH, egli a#e#a a#uto rare occasioni di presentazioni formali di altri Fuomini d>onoreH, ed anche che in ragione di tale particolare tipo di Faffiliazione riser#ataH egli, raramente, era stato destinatario di ri#elazioni dirette da parte di altri Fuomini d>onoreH, situazione che spiega come nella maggior parte dei

Pag. 411

casi egli ha dimostrato di essere in grado di riferire circostanze, sicuramente utili anche se parziali, solo per a#ere a#uto occasione, come nel caso in esame, di #i#erle per esperienza diretta% 7e risultanze, fin 'ui, esaminate consentono di ritenere riscontrata la dichiarazione resa da 4utolo in ordine all>esistenza di un rapporto tra il Purpi ed il ontate, funzionale all>intermediazione

del Purpi tra ontate e l>odierno imputato% 0ull>esistenza, poi, di rapporti tra Purpi e Contrada, di rilie#o appaiono le dichiarazioni rese dagli stessi interessati, che pur non potendo negare tale realt/, atteso il proprio rapporto d>ufficio nell>am)ito della P%0% a Palermo, hanno tentato di ridimensionarne l>intensit/ , sia con riferimento all>esistenza di contatti diretti sia con riferimento al tempo del loro #erificarsi, ma, il tentati#o posto in essere ha tro#ato smentite, risultando non #eritiero e, pertanto, confermando ulteriormente le dichiarazioni accusatorie rese da 4utolo% 0ul punto, appare rile#ante e#idenziare che la Corte 0uprema della Cassazione, anche a 0ezioni Anite, ha a#uto modo di affermare piu> #olte che l>e#entuale accertamento della circostanza che l>imputato, lungi dal limitarsi per ragioni di difesa a negare il #ero,

412

a))ia deli)eratamente fatto ricorso alla menzogna, puJ costituire ulteriore elemento di pro#a utilizza)ile nel contesto complessi#o degli altri elementi di pro#a a suo carico $cfr% in tal senso Cass% 0ez% Anite 21 Dtto)re 1992 e Cass% sez% II. 22 4aggio 199; n. ;=42&% Alle udienze dell>1/,/199; $ff% 1*; e ss%& e del 1"/1*/199; l>imputato ha dichiarato di a#ere conosciuto il dott% Purpi fin dal proprio arri#o a Palermo, nel 19,2, 'uando egli era gi/ in ser#izio presso la 0'uadra 4o)ile, do#e erano rimsti entram)i addetti sino al 19<1, anno in cui il Purpi a#e#a lasciato la 0'uadra 4o)ile per andare prima al I. 1istretto di Polizia nella #ia 8oma ed in seguito, intorno al 19<<, al 1istretto di Polizia di #ia 7i)ert/, fino all>epoca del proprio collocamento in pensione% La dichiarato che, dopo il trasferimento del dott% Purpi dalla 0'uadra 4o)ile, egli a#e#a a#uto rarissime occasioni di incontro con lui, e comun'ue solo in relazione a riunioni di la#oro, negando decisamente di essere mai andato a tro#arlo nel periodo in cui dirige#a il I. 1istretto di Polizia, ed affermando, di essere andato, al massimo due o tre #olte, a tro#arlo presso il 1istretto di #ia 7i)ert/, e 'ualche #olta $non ha precisato in che periodo& nella sua casa di campagna a Castellana%

Pag. 413

4entre all>udienza dell>1/,/199; ha dichiarato di a#ere a#uto rapporti personali con il dott% Purpi nel periodo compreso tra il 19,2 ed il 19<1 $a suo dire coincidente con il passaggio del Purpi al I. 1istretto&, aggiungendo che F dal 1951 in poi ; passato un periodo di tempo piuttosto lungo, in cui raramente incontravo il dott. *urpi , all>udienza conclusi#a del proprio esame di)attimentale, in data 1"/1*/199;, ha collocato cronologicamente il periodo dei suoi piu> fre'uenti rapporti con il Purpi, tra il 19<" ed il 19<, $data in cui secondo le dichiarazioni del dott% Purpi 'uesti era gi/ stato trasferito al I. 1istretto&% Il dott% Purpi, dal canto suo, ha affermato di a#ere conosciuto il dott% Contrada nel periodo della comune appartenenza alla 0'uadra 4o)ile di Palermo, nel corso del 'uale non a#e#a#no molte occasioni di contatti per moti#i di la#oro, occupandosi di materie di#erse, il Contrada addetto alle sezioni #olante, in#estigati#a ed antimafia e lui alla sezione reati contro il patrimonio, ha confermato di a#ere a#uto 'ualche #olta come proprio ospite il dott% Contrada nella propria a)itazione a Castellana $senza specificare 'uando& ed ha sostenuto che, comun'ue, nel periodo in cui egli era stato trasferito al I. 1istretto di Polizia, collocato all>incirca tra il 19<; ed il 19=4, pur

414

essendo rimasto Fin buoni rapporti# con Contrada a#e#a mantenuto con lui solo rapporti di Fsaluto#. Dra, non #i 5 du))io che, l>imputato, nei di#ersi passaggi delle proprie dichiarazioni 5 entrato in contraddizione con s5 stesso affermando, in un primo momento che dal 19<1 in poi i propri rapporti con il Purpi erano di#entati sporadici ed indi#iduando, solo in un momento successi#o, proprio nell>arco temporale compreso tra il 19<" ed il 19<,, 'uello dei suoi piu> intensi rapporti con il dott% Purpi: ma le sue dichiarazioni, oltre ad essere #iziate da una contraddizione interna, sono risultate contrastanti anche con 'uelle rese dallo stesso Purpi, secondo il 'uale, nel periodo della propria permanenza al I. 1istretto, che egli ha di#ersamente collocato rispetto all>imputato tra il 19<; ed il 19=4, i propri rapporti con il collega si sare))ero ridotti a meri rapporti di saluto% Dr)ene, al di l/ delle e#idenziate contraddizioni di per s5 gi/ sintomatiche del mendacio, da altre emergenze di natura documentale, e precisamente dalle stesse annotazioni contenute nelle agende se'uestrate al dott% Contrada, 5 stato possi)ile #erificare che proprio nel 19<,, anno secondo cui, sulla )ase delle dichiarazioni rese dal Cancemi, riscontrate dal 4annoia, sare))ero a##enuti i primi

Pag. 415

preliminari contatti tra l>odierno imputato e FCosa !ostraH, risultano annotati i piu> fre'uenti contatti tra lui ed il Purpi, indi#iduato da 4utolo 'uale intermediario dell>iniziale rapporto ontate+ Contrada

$cfr% annotazioni alle seguenti date6 1< Mar)# 197= 6 (a dr. *urpi IG (istretto + 19 A!ri$e 197= . *urpi# + 5 Gi g%# 197=. dr. *urpi# + 19 Gi g%# 197= . # $uguri *urpi# e 1 L g$i# 197= + pagina accanto+ 6 *urpi#& ma anche negli anni successi#i, 19777197?7 1979719?< 719?1 $tra 'ueste una in particolare alla data del 14 4arzo 19=1 registra altra #isita da parte del dott% Contrada dal dott% Purpi al 1istretto& + 19?3719?4719?5 fino al 19?? molteplici annotazioni nelle agende dell>imputato contengono riferimenti al dott% Purpi% !on #i 5 du))io, 'uindi, che tali dati documentali $annotati dallo stesso imputato in un>epoca in cui egli non a#re))e potuto neppure immaginare che il proprio rapporto personale con il collega Purpi a#re))e potuto destare du))i di sorta sulla propria condotta& a#endo consentito di ancorare a date certe i contatti tra i due, permettendo, altres?, di e#idenziarne la permanenza in un #asto arco temporale e con una maggiore intensit/ nell>anno 19<,, oltre ad a#ere costituito un> e#idente smentita alle dichiarazioni rese dai diretti

41,

interessati, tra di loro contraddittorie e dal tenore chiaramente ridutti#o, hanno consentito di riscontrare anche in ordine al punto in esame le dichiarazioni rese da Gaspare 4utolo% In conclusione la dinamica, descritta da 4utolo, della strategia di Fa##icinamentoH del dott% Contrada da parte dell>organizzazione criminale FCosa !ostraH attra#erso, 0tefano ontate, uno dei

personaggi mafiosi con maggiori addentellati nel mondo politico+ istituzionale, nonch5 rappresentante al suo interno della linea fa#ore#ole all>Hammor)idimentoH dei propri a##ersari, nel caso di specie resa possi)ile dall>esistenza di due soggetti, il Conte Arturo Cassina ed il dott% Purpi, in ottimi rapporti con il ontate e a loro

#olta legati da rapporti personali con l>odierno imputato, ha tro#ato a seguito dell>istruzione di)attimentale, per tutte le ragioni esposte, la piu> ampia conferma%

Pag. 417

I$ ra!!#r"# C#%"ra-a7Ricc#;#%#

7>analisi del rapporto instauratosi tra l>odierno imputato ed il mafioso 8osario 8icco)ono, assume una particolare rile#anza, non soltanto perch5 il 8icco)ono 5 la principale, anche se non esclusi#a, fonte delle conoscenze riferite da Gaspare 4utolo, ma anche perch5 molteplici risultanze, ac'uisite nell>am)ito dell>odierno processo, che si a#r/ modo di esaminare nel prosieguo della trattazione, hanno e#idenziato proprio tale rapporto, come uno dei piu> intensi, nell>am)ito del collegamento di natura collusi#a gradualmente instauratosi tra FCosa !ostraH e l>imputato% 8isulta, pertanto, utile in relazione a di#ersi punti della presente disamina, tracciare un 'uadro preliminare della personalit/

delin'uenziale del 8icco)ono e delle sue #icissitudini giudiziarie% Il ruolo mafioso s#olto all>interno di FCosa !ostraH dal 8icco)ono 5 stato ampiamente acclarato nel processo, gi/ piu> #olte citato, denominato 4aBi 1, nell>am)ito del 'uale, sulla )ase delle concordi dichiarazioni rese dai colla)oratori di giustizia (ommaso uscetta, 0al#atore Contorno e 0tefano Calzetta, gli 5 stata riconosciuta la 'ualit/ di FcapoH della famiglia mafiosa di Partanna+

41=

4ondello nonch5 di componente, dal 19<;, della FCommissioneH di FCosa !ostraH $cfr% ff% ,"2< e ss% tomo n. "4 sentenza di primo grado 4aBi 1+ cit%&% In modo particolare ne 5 stato e#idenziato il coin#olgimento, insieme a 4utolo, $indi#iduato a sua #olta come suo braccio destro#&, ai fratelli 4icalizzi, al catanese all>orientale Moh enedetto 0antapaola e

aG Min, in un ampio e redditizio traffico di

sostanze stupefacenti, acclarato dalle dichiarazioni rese da 9rancesco Gasparini, dallo stesso Moh aG Min e da numerose intercettazioni

telefoniche, compro#anti il coin#olgimento nel predetto traffico anche del gruppo mafioso catanese dei 0antapaola% Proprio l>accumulazione di ingenti capitali pro#enienti

dall>atti#it/ criminosa di cui si 5 parlato, impose al 8icco)ono ed al suo gruppo la necessit/ di riciclare tale enorme massa finanziaria, confluita in molte societ/, nel settore dell>edilizia, facenti capo allo stesso 8icco)ono $#% FCalcestruzzi Arenella s%r%l%H+ FC%I%C%A% s%r%l F ecc%&% !ello stesso processo maBi+1 si 5 a#uto, altres?, modo di tracciare la storia dell>in#oluzione delle fortune del 8icco)ono, all>interno di FCosa !ostraH, a seguito delle tortuose #icende della

Pag. 419

Fguerra di mafiaH degli anni P=*, descri#endone l>originario a##icinamento alle posizioni FmoderateH di 0tefano ontate ed il suo successi#o passaggio all>alleanza con il gruppo piu> spietato e sanguinario dei FCorleonesiH, in fa#ore del 'uale, dopo alcune titu)anze, egli si schierJ nel corso della guerra di mafia che prese l>a##io proprio con l>omicidio di 0tefano ontate e dei suoi piu> fidati alleati% 0intomi del declino definiti#o del 8icco)ono all>interno di FCosa !ostraH, sono stati ritenuti il duplice omicidio in danno di 1omenico Cannella e Gio#anni 9iliano, a##enuto il "* !o#em)re del 19=2 all>interno del )ar 0ingapore, luogo a)ituale di incontro dei componenti della famiglia mafiosa del 8icco)ono, nonch5 l>omicidio, a##enuto il 1. 1icem)re del 19=2, di 2rnesto attaglia, suocero di

0al#atore 4icalizzi, fratello di 4ichele, genero del 8icco)ono% Condannato in primo grado al massimo della pena detenti#a, oltre alla pena pecuniaria, in relazione ai reati di associazione per delin'uere di tipo mafioso, associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, e di concorso in numerosi omicidi, nel corso del giudizio di appello, la sua posizione 5 stata stralciata essendo emersi seri du))i sulla sua esistenza in #ita, confortati dalle

42*

dichiarazioni

rese

da

9rancesco

4arino

4annoia,

frattanto

determinatosi a colla)orare con la giustizia, il 'uale ha riferito in ordine alla soppressione dello stesso con il metodo della Flupara )iancaH% I numerosissimi precedenti giudiziari e di Polizia a suo carico, desumi)ili dalla documentazione ac'uisita nell>am)ito dell>odierno procedimento, hanno consentito di accertare che il 8icco)ono, gi/ proposto fin dal 19,2 per l>applicazione di misura di pre#enzione, 5 stato in seguito, piu> #olte, sottoposto a procedimenti per tale tipo di misura% In particolare, il 2; Dtto)re del 19<2, finita di espiare la misura di pre#enzione del soggiorno o))ligato inflittagli dal (ri)unale di Palermo, aggra#ata dalla locale Corte d>Appello in data ,/;/19,=, il 8icco)ono si allontanJ dalla sede di soggiorno dell>Asinara, asseritamente alla #olta di Casandrino $pro#% !apoli&, do#e il pre#enuto all>epoca a#e#a fissato la propria residenza anagrafica, e da 'uel momento si rese irreperi)ile fino alla data della sua presumi)ile morte, risalente ai primi di 1icem)re del 19=2, 'uando scompar#e, contestualmente ad altri Fuomini d>onoreH a lui particolarmente #icini, tra cui 7auricella 0al#atore e 7auricella Giuseppe, rispetti#amente

Pag. 411

genero e consuocero dello stesso $cfr%ff% 14 e ss% scheda )iografica relati#a al 8icco)ono, redatta dal I. 8eparto Dperati#o 0peciale dei C%C%+ ac'uisita all>ud% dell>=/</1994&% (utte le ricerche effettuate per addi#enire alla sua cattura od alla sua indi#iduazione, in relazione a pro##edimenti restritti#i o##ero relati#i a sottoposizione a misure di pre#enzione, sono risultate, dal 19<4 in poi, del tutto infruttuose% 2d, infatti, sia il mandato di cattura n. 1=</<" 8%G% emesso dall>Afficio Istruzione del (ri)unale di !apoli, in data 24/;/19<4, sia l>ordinanza di custodia precauzionale emessa nei suoi confronti dal (ri)unale di 0%4aria Capua -etere il ;/12/19<;, che la misura di pre#enzione inflittagli dal medesimo (ri)unale in data 21/"/19<<, non hanno mai a#uto esecuzione $cfr% atti contenuti nel fascicolo personale del 8icco)ono esistente presso la @uestura di Palermo + ac'uisito all>ud% del 1=/1*/1994+ e scheda )iografica relati#a al 8icco)ono, redatta dal I. 8eparto Dperati#o 0peciale dei C%C%+ ac'uisita all>ud% dell>=/</1994&% 7e successi#e #icende giudiziarie hanno confermato, oltre l>irrogazione nei suoi confronti di altre misure di pre#enzione, mai eseguite, anche l>emissione di numerose denunce a suo carico, tutte in

422

stato di irreperi)ilit/, da parte di di#erse autorit/ giudiziarie, per gra#issimi reati $associazione per delin'uere di tipo mafioso, #iolenza pri#ata, attentati dinamitardi, estorsioni, traffico di sostanze stupefacenti ed omicidi& nonch5 l>emissione a suo carico di alcuni mandati di cattura , sulla )ase dei 'uali, per lunghi periodi, egli rimase anche tecnicamente in stato di latitanza $cfr% doc% cit%&% In particolare tra il 19<; ed il 19<< egli 5 stato latitante, sia in relazione all>ordine di cattura n. 1*=/<; emesso, il ;/</19<;, dalla Procura della 8epu))lica di Palermo, per associazione per delin'uere nell'am)ito del procedimento instaurato a seguito dell'omicidio dell'Agente di P%0% Gaetano Cappiello, che in relazione al mandato n. "*,/<; emesso, per gli stessi fatti, dall>Afficio Istruzione, ed anche per il mandato di cattura, n. "*/<;, emesso nei suoi confronti dal (ri)unale di 0anta 4aria Capua -etere, pro##edimenti che erano stati re#ocati rispetti#amente in data 2* Aprile 19<< $i primi due& e 21 4arzo 19<< $l>ulimo citato&% In data 2"/4/19=* era stato colpito da ordine di carcerazione n.419/19=*, emesso dalla Procura della 8epu))lica di Palermo in relazione alla sua condanna alla pena definiti#a di anni 'uattro di reclusione e O "**%*** di multa inflittagli dalla Corte di Assise

Pag. 413

d>Appello di Palermo il 1*/,/19<,, confermata dalla 0uprema Corte di Cassazione il 12/</19<9, in relazione ai reati di associazione per delin'uere e plurime estorsioni: anche tale pro##edimento restritti#o era rimasto ineseguito, cos? come il successi#o mandato di cattura n. 1<*/19=2 emesso il 2,/</19=2 e tutti 'uelli seguenti, che, per essere stati emessi in un>epoca successi#a a 'uella della sua scomparsa, appaiono ai fini della presente trattazione di scarsa rile#anza $cfr% oltre alla documentazione gi/ citata anche il certificato del Casellario Giudiziale del 8icco)ono + ac'uisito all>ud% del 19/4/1994&% !el corso della propria deposizione di)attimentale il

colla)orante 4utolo ha riferito di a#ere appreso dal 8icco)ono che il dott% Contrada, passato nella Fdisponi)ilit/ di Cosa !ostraH, gli a#e#a dato pro#e dirette della sua FamiciziaH consentendogli di sfuggire per )en tre #olte alla cattura, informandolo tempesti#amente di operazioni di Polizia% A tale conoscenza Fde relatoH 4utolo ha aggiunto un dato, frutto della propria esperienza diretta 6 mentre nel periodo compreso tra il 19<" ed il 19<, $prima del suo arresto& sia lui che il 8icco)ono, in stato di latitanza, erano costretti a spostarsi continuamente da una casa all>altra per e#itare di essere catturati $ha fatto riferimento anche

424

ad alcune case che, in 'uel periodo, Angelo Graziano mette#a a disposizione del 8icco)ono nella zona di #ia Ammiraglio 8izzo&: nel 19=1, tornato a Palermo, a#e#a a#uto modo di constatare che, effetti#amente, il 8icco)ono, seppur ancora latitante, era molto piutran uillo di prima#, risiede#a piu> sta)ilmente in alcuni #illini di sua propriet/, siti a 4ondello, Palla#icino, e a 0ferraca#allo, nella zona di mare denominata F arcarelloH, ed in piu> occasioni, egli stesso a#e#a constatato che il 8icco)ono circola#a tran'uillamente per la citt/ con la propria auto#ettura, s#olge#a i suoi traffici illeciti e fre'uenta#a locali pu))lici $cfr% ff ;" e ss ud% </,/1994&% Con riferimento alle delazioni del dott% Contrada che a#e#ano consentito al 8icco)ono di sfuggire alla cattura, 4utolo ha appreso da costui che, mentre risiede#a in alcuni appartamenti siti nella zona di Palermo compresa tra le #ie Ammiraglio 8izzo, 1on Drione e Guido Nung $ed in particolare in un attico lussuosamente arredato sito proprio nella predetta #ia&, il dott% Contrada, lo a#e#a a##isato in tempo, attra#erso l>a##%to 9ileccia, di operazioni di ricerca che, per 'uanto lo stesso 8icco)ono a#e#a ritenuto, trae#ano spunto da notizie di tipo confidenziale, rice#ute dalla Polizia $in particolare egli

Pag. 415

sospetta#a di tale F!inoH Pipitone residente nella #ia Ammiraglio 8izzo&% 1i tali sospetti il 8icco)ono a#e#a rice#uto in 'ualche modo conferma, da parte del dott% Contrada, nel corso del collo'uio a#uto con lui, su sua esplicita richiesta, presso lo studio del citato legale, in 'uanto il funzionario di Polizia, pur rifiutandosi di fare il nome del confidente, pa#entando azioni cruente ai suoi danni da parte del 8icco)ono, a#e#a ammesso che il contatto confidenziale non era sotto il suo completo controllo $F l-aveva lui, ma ce l-avevano altre persone# cfr% ff% 41 e ss% 1=4 e 1=< e ss% ud% </,/1994&% In ordine alla collocazione cronologica delle delazioni, si 5 gi/ a#uto modo di dire che, il 8icco)ono non a#e#a precisato a 4utolo l>esatto periodo in cui esse erano a##enute, ma che 5 stato lo stesso 4utolo, sulla )ase di ragionamenti di tipo dedutti#o, a ritenere che esse si erano #erificate tra gli anni 19<<+19<=+19<9+19=*, ma certamente prima del 19=1, epoca in cui il 4utolo, uscito dal carcere, a#e#a constatato che il 8icco)ono non risiede#a piu> in 'uella zona, che peraltro non era piu> neppure ricompresa nel suo FmandamentoH, ristretto, proprio in 'uel periodo, a #antaggio del capo mafioso 9rancesco 4adonia $cfr% ff% 41+;<+;=+22, e ss% ud% cit%&%

42,

Dccorre su)ito dire che, nel periodo orientati#amente indicato da 4utolo, in )ase alla ricostruzione gi/ effettuata delle #icende giudiziarie relati#e al 8icco)ono, risulta che il predetto era stato latitante fino all>Aprile 19<< e nuo#amente dall>Aprile 19=*, ma che comun'ue, in tutto il periodo in 'uestione egli si era reso sempre irreperi)ile, sottraendosi sistematicamente all>esecuzione di

pro##edimenti giudiziari emessi nei suoi confronti, ed in particolare alla misura di pre#enzione che ne a#re))e comportato

l>allontanamento dalla 0icilia e l>immediato trasferimento a Porto (orres, indi#iduato come luogo del soggiorno o))ligato, risultando, altres? che, gi/ da epoca antecedente all>emissione nei suoi confronti dell>ordine di carcerazione dell>Aprile 19=* il 8icco)ono era, ufficialmente, inserito nel ollettino !azionale delle 8icerche $cfr% gli atti di cui al fascicolo personale permanente del 8icco)ono+ ac'uisito all>ud% del 1=/1*/1994 + ed in particolare la nota in#iata in data 11/1/19=* dalla locale 0'uadra 4o)ile al G%I% di Palermo in cui 5 dato leggere F il Aiccobono, in atto ; irreperibile ed inserito nel bollettino nazionale delle ricerche, per notifica della misura di prevenzione della sorveglianza speciale della *.+. con obbligo di soggiorno a *orto 7orres, in data 4H11H1955 dalla )uestura di "aserta#&%

Pag. 417

2> di tutta e#idenza, 'uindi, che per tutto il periodo in esame, indipendentemente dalla circostanza che il 8icco)ono fosse da un punto di #ista tecnico+giuridico FlatitanteH o##ero Firreperi)ileH, a#e#a, comun'ue, un>imprescindi)ile interesse a sfuggire ai controlli di Polizia che, in ogni caso, ne a#re))ero comportato l>allontamento dal luogo della propria egemonia criminale, che, come 5 noto, costituisce il piu> gra#e danno che possa su)ire un F)ossH mafioso% 2 d>altra parte, sia 4utolo, che 4annoia e uscetta, Fuomini

d>onoreH che per ragioni attinenti alle dinamiche interne di FCosa !ostraH, a#e#ano a#uto i piu> intensi rapporti con il 8icco)ono, escussi nel presente procedimento, hanno concordemente parlato, nel corso delle rispetti#e deposizioni, del 8icco)ono sempre come FlatitanteH anche con riferimento a periodi in cui 'uesti, certamente, era Firreperi)ileH, dimostrando che all>interno di FCosa !ostraH tale distinzione non a#e#a alcuna importanza, contando soltanto la necessit/ per il mafioso di sottrarsi alle ricerche di Polizia e di rimanere li)ero nel proprio territorio% A tal proposito, si rile#a, infatti, che, secondo 4utolo, 8icco)ono Fdal 1954 in poi fu sempre latitante# $cfr% ud% </,/1994 ff% 4" e ;9&: 4arino 4annoia, con riferimento precipuo agli anni 19<= e

42=

19<9 $nei 'uali il 8icco)ono era tecnicamente irreperi)ile& ha parlato della latitanza# di 8icco)ono $cfr% f% 1< ud% 29/11/1994&: uscetta

(ommaso, ha parlato in piu> punti della propria deposizione della Flatitanza disin#oltaH che non soltanto il 8icco)ono ma anche altri mafiosi conduce#ano a Palermo, ed ha riferito uno specifico episodio di una #isita rice#uta in carcere dallo stesso 8icco)ono durante la sua latitanza#, che puJ essere collocata tra il 4aggio 19<, e l>Agosto 19<< $per una parte di tale periodo, dall>Aprile 19<<, il 8icco)ono era Firreperi)ileH + cfr% dep% uscetta ud% 2;/;/1994 ff% <+ =+ 1<+1=+19 e ,2 + tale episodio descritto da uscetta ha tro#ato puntuale riscontro

nelle dichiarazioni rese da 4utolo, in 'uel periodo detenuto insieme al uscetta nel carcere dell>Acciardone % cfr%f% ," ud% </,/1994 e ff% 1* e ss% ud% 12/</1994&% Ad ulteriore e definiti#a conferma che tale formale distinzione tra FlatitanzaH ed Firreperi)ilit/H del 8icco)ono non era rile#ante neppure per gli stessi appartenenti alle 9orze 1ell>Drdine si segnala che in alcuni atti contenuti nel fascicolo personale del 8icco)ono, gi/ citato, si usano i due termini in modo tecnicamente improprio $a titolo esemplificati#o cfr% p%#% di #ane ricerche redatto dalla s'uadra 4o)ile di Palermo, in data </=/19<;, nel 'uale si definisce il 8icco)ono

Pag. 419

irreperibile# mentre lo stesso era in realt/ latitante + ed al contrario nella nota di trasmissione alla 0'uadra 4o)ile, in data =/1*/19<=, di p%#% di #ane ricerche del 8icco)ono, redatta dal Commissariato di P%0% di 4ondello, si specifica significando che il soprascritto Aiccobono Aosario ; latitante# mentre in realt/ lo stesso era, a 'uella data, tecnicamente irreperi)ile&% CiJ posto, proseguendo nell>analisi dei riscontri ac'uisiti alle dichiarazioni rese da 4utolo, sui punti sopra e#idenziati, de#e dirsi che la riferita fre'uenza del 8icco)ono nelle zone di #ia Ammiraglio 8izzo, #ia 1on Drione, #ia Guido Nung, nel periodo delle riferite delazioni da parte dell>odierno imputato, ha tro#ato plurime conferme, non soltanto da parte di altri colla)oratori di giustizia $#% 4annoia e Pirrone&, ma anche in altre fonti, di natura testimoniale e documentale% Il colla)oratore di giustizia 4arino 4annoia, ha riferito che negli anni P<*, periodo in cui egli fre'uenta#a 8icco)ono 8osario, condi#idendo con il suo gruppo di mafia il compimento di s#ariate imprese criminali $ha fatto riferimento a tal proposito al periodo in cui lui stesso era latitante, che 5 con certezza colloca)ile tra il 19<4 ed il 19=*&, il predetto trascorre#a la propria latitanza, pre#alentemente,

4"*

nella zona di #ia Ammiraglio 8izzo, ricompresa nel proprio mandamento, precisando in particolare che proprio in una tra#ersa di tale #ia, nelle #icinanze della Concessionaria Alfa di FAdamoH, a#e#a una casa% 2gli 5 stato in grado di riferire, anche, che in un>epoca che, in modo approssimati#o, ha collocato intorno agli anni 19<=+19<9, il 8icco)ono a#e#a diradato le proprie fre'uenze nella predetta zona, ac'uistando un terreno in zona di -illagrazia, do#e si era fatto costruire un>altra casa, , che, secondo 'uanto riferito dallo stesso 4annoia, era la stessa in cui, successi#amente nel 19=1, si era #erificato il c%d% F)litzH di -illagrazia $cfr% ff% 1, +1<+;9+ 1*4 e ss% ud% 29/11/1994&% 0econdo 4annoia tale #illa, intestata formalmente alla cognata del 8icco)ono, era gi/ stata comprata da -ernengo Pietro $non si 5 detto certo dell>intestazione formale a tale soggetto della casa&, 'uando si era #erificato il predetto F)litzH, che a#e#a condotto all>arresto di molti uomini della famiglia mafiosa di 0anta 4aria di Gesu>% 7a circostanza relati#a all>intestazione di tale #illa a -erace (eresa, cognata del 8icco)ono e del suo successi#o passaggio di propriet/ a -ernengo 8uggero, cugino di -ernengo Pietro, 5 stata

Pag. 431

oggetto di accertamento nell>am)ito del c%d% processo 4aBi 1, o#e 5 detto che, a seguito dell>operazione di Polizia, #erificatasi il 19/1*/19=1, $di particolare interesse per la ricostruzione dei collegamenti tra le di#erse famiglie di mafia&, erano stati tratti in arresto, tra gli altri, 7o Iacono Pietro e Pullar/ Gio#an attista

$reggenti della famiglia di 0anta 4aria di Gesu>, a seguito dell>uccisione di 0tefano ontate&, Profeta 0al#atore, -ernengo

8uggero, Gam)ino Giuseppe, Arso Giuseppe, Pietro 9ascella, 7o -erde Gio#anni , tutti Fuomini d>onoreH della famiglia di 0anta 4aria di Gesu> $cfr% ff% 1"1, e ss% tomo n. 9 processo 4aBi 1 cit%&% 2> stato accertato, sulla )ase delle dichiarazioni rese all>odierno di)attimento dal citato Adamo, concessionario di automo)ili FAlfa 8omeoH e F9errariH a Palermo dal 19,2 in poi, che proprio nella #ia Ammiraglio 8izzo, egli a#e#a una concessionaria F9errariH e che molti Fuomini d>onoreH, tra cui lo stesso 8icco)ono, il 4utolo, il ontate ed il 4annoia, a#e#ano ac'uistato presso di lui, tra gli anni <*+=*, lussuose macchine $cfr% ud% del 2;/1*/1994 ff% 94 e ss%&% Il colla)oratore di giustizia 4aurizio Pirrone, soggetto che, come si a#r/ modo di approfondire nella parte della moti#azione che riguarda in modo specifico le sue dichiarazioni, ha s#olto i propri

4"2

traffici illeciti nel settore degli stupefacenti, a partire dal 19<9, unitamente ad alcuni uomini della famiglia mafiosa del 8icco)ono, tra cui il gi/ citato -incenzo 0utera, e gli stessi fratelli 4icalizzi, ha dichiarato di a#ere approfondito il proprio legame di fre'uentazione proprio con 'uesti ultimi e con le rispetti#e famiglie, entrando cos? in diretto contatto, anche con le figlie del 8icco)ono, 4argherita, sposata con 4icalizzi 4ichele, e Giuseppina, sposata con 0al#atore 7auricella, partecipando anche alle rispetti#e cerimonie nuziali $cfr% ff% ;* e ss% ud% 11/</199;&% Proprio dalle stesse figlie del 8icco)ono a#e#a appreso che il padre, in 'uel periodo $19<9&, non a)ita#a sta)ilmente nella )ella #illa sita nella zona di Castelforte, tra Partanna e Palla#icino, do#e a#e#a a#uto modo di incontrarlo in precedenza, )ens? in un attico di un palazzo sito nella #ia Guido Nung $cfr% ff% ;2 + ;"+ =" e ss% ud% cit%+ 111 e ss%&% Al riguardo 4argherita 8icco)ono, la sorella Giuseppina ed anche la sig%ra -itamia, moglie del 8icco)ono, che il Pirrone a#e#a fre'uentato nella casa di 4icalizzi 4ichele dopo il suo matrimonio con 4argherita 8icco)ono, gli a#e#ano confidato che nell'a)itazione di #ia Nung #i era un particolare accorgimento che consenti#a di

Pag. 433

fuggire dal retro senza essere scoperti, in caso di necessit/ $una doppia porta con scala posteriore& e che, in ogni caso, sia il 8icco)ono che il genero erano )en protetti e non nutri#ano particolari preoccupazioni nei confronti degli appartenenti alla Polizia che, a loro dire, era sufficiente pagare per essere lasciati tran'uilli $cfr% f% ,2 ud% cit%&% 1agli accertamenti di P%G% eseguiti su 'ueste circostanze, i cui esiti sono stati riferiti all>udienza del 19/9/199;, dal cap% 7uigi runo, 5 emerso che effetti#amente 8osario 8icco)ono a#e#a a#uto la disponi)ilit/ di due #ille nella zona di Partanna+4ondello, una u)icata, in zona Partanna+4ondello, in #ia Panzini ai ci#ici nn. 1 e ", intestata al genero 0al#atore 7auricella, ed altra sita nella #ia Castelforte al ci#ico n. 1;;, do#e per un periodo la famiglia 8icco)ono a#e#a a)itato $cfr% ff% ;" e ss% ud% cit%&% 2> stato, altres?, accertato, dalla consultazione di alcuni atti di Polizia Giudiziaria, contenuti nel fascicolo del 8icco)ono, che nella #ia Guido Nung, al ci#ico n. 1, piano -I., do#e a)ita#a la moglie del 8icco)ono, -itamia 8osalia, dal 7uglio del 19=* in poi, erano state effettuate alcune ricerche del 8icco)ono, e che proprio dal portone di tale palazzo, il 8icco)ono era uscito tenendo al )raccio la figlia

4"4

4argherita, il giorno delle sue nozze cele)rate il 2;/2/19=*, come compro#ato anche da una foto estratta dall>al)um fotografico relati#o al predetto matrimonio, in cui 4argherita 8icco)ono 5 ritratta mentre esce, al )raccio del padre, dal ci#ico n. 1, #isi)ile nella foto, corrispondente all>ingresso del portone di #ia Guido Nung n. 1 $cfr% deposizione 1irezione runo ud% cit% ff% ;" e ;4 + e scheda redatta dalla In#estigati#a Antimafia+ ac'uisita all>udienza del

1,/12/1994&% 1alla consultazione di tutti gli atti di P%G% concernenti le ricerche del 8icco)ono, estratti dal fascicolo personale del 8icco)ono $ac'uisito all>ud% del 1=/1*/1994&, 5 stato possi)ile e#incere, in modo piu> specifico, che, tra il il 7uglio 19<; e l>Aprile 19=*, tutte le ricerche del 8icco)ono erano state eseguite nella zona di Partanna+ 4ondello ed in modo piu> ricorrente nella #ia Castelforte ai n. ci#ici 1;; e 1;<, presso la residenza anagrafica di 'uest>ultimo $cfr%n. 2 pp%##% di #ane ricerche redatti in data ,/</19<;, dalla locale s'uadra 4o)ile e dal !ucleo In#estigati#o dei C%C%, a seguito di ordine di cattura n. 1*2/<; emesso dalla Procura della 8epu))lica di Palermo in data ;/</19<;+ p%#% di #ane ricerche redatto in data </=/19<;, dalla locale 0'uadra 4o)ile, a seguito del mandato di cattura n. "*,/<;

Pag. 435

emesso dal G%I% di Palermo+ p%#% di #ane ricerche redatto in data </2/19<<, dalla locale 0'uadra 4o)ile+ pp%##% di #ane ricerche redatti da dipendenti del Commissariato di P%0% di 4ondello, nella cui giurisdizione era ricompresa la zona di residenza anagrafica del 8icco)ono, rispetti#amente alle date </1*/19<=+ 29/,/19<9+

1*/1*/19<9+ "1/1*/19<9+29/4/19=*&% 1al 7uglio del 19=* in poi, in#ece, le ricerche del 8icco)ono, frattanto colpito dall>ordine di carcerazione del 2"/4/19=*, trasmesso agli Affici di Polizia in data ;/</19=* $cfr% tele+fono ac'uisito in atti in data ;/</19=*&, erano state eseguite nella zona di #ia Guido Nung, #ia Ammiraglio 8izzo, #ia 1on Drione, 0ferraca#allo, tutte indicate come zone che il 8icco)ono era Fsolito fre uentareH, con ciJ facendo chiaro riferimento all>ac'uisizione di fonti di natura confidenziale, che proprio in 'uelle zone a#e#ano consentito di indi#iduare il 8icco)ono $cfr% n. 2 pp%##% di #ane ricerche eseguiti in data </</19=* e </=/19=*, proprio al domicilio di #ia Guido Nung n. 1 piano -I+ n. 2 relazioni di ser#izio in data 1=/12/19=* e 19/12/19=*, concernenti ricerche del 8icco)ono effettuate anche nelle zone di #ia Guido Nung e di #ia Ammiraglio 8izzo, e nelle 'uali si indica, l> auto#ettura, FAlfetta 2***H grigio metallizzata tg% PA ;<1;<4, come macchina

4",

#erosimilmente utilizzata dal 8icco)ono, ad ulteriore ripro#a dell>esistenza di notizie di natura confidenziale concernenti il 8icco)ono+ n. 4 relazioni di ser#izio, redatte dalla 0'uadra 4o)ile, relati#e al mese di 0ettem)re 19=1, rispetti#amente alle date 1</9/19=1+21/9/19=1+2"/9/19=1+24/9/19=1+ e n. 2 relazioni di ser#izio, redatte dalla locale 0'uadra 4o)ile, in data 9/1*/19=1+ 2,/1*/19=1& % Ad ulteriore e definiti#a conferma, della circostanza che, solo nel 19=*, a seguito di una notizia confidenziale per#enuta fin dai primi di Gennaio del 19=*, era stato possi)ile nei mesi successi#i, nel periodo della dirigenza della 0'uadra 4o)ile di Palermo da parte del dott% Giuseppe Impallomeni, indi#iduare la presenza del 8icco)ono nello sta)ile di #ia Guido Nung n. 1, piano -I., 5 stata ac'uisita la testimonianza del teste Gianfranco 9irinu% @uesto teste, citato dalla difesa, nel corso della deposizione all>udienza del </<199;, casualmente, parlando delle per'uisizioni eseguite insieme al dott% Gentile, ha a#uto modo di ricostruire le fasi di una specifica operazione di Polizia, eseguita all>incirca nel periodo compreso tra il 9e))raio ed il Giugno 19=*, che per poco non a#e#a consentito di per#enire alla cattura del 8icco)ono, indi#iduato

Pag. 437

proprio nell>appartamento di #ia Guido Nung, n. 1, al piano attico, da do#e il ricercato era riuscito a fuggire $cfr% ff% 9< e ss% ud% cit%&% 1a poco addetto alla 0'uadra 4o)ile $nel Gennaio 19=*& il teste 9irinu ha dichiarato di a#ere rice#uto informalmente la notizia della presenza in un appartamento di #ia Nung di 8osario 8icco)ono che ogni mattina #eni#a prele#ato a )ordo di un>auto#ettura da due soggetti, uno dei 'uali era il noto FGillerH 0al#atore Cucuzza% In particolare la notizia face#a riferimento ad un>auto#ettura FAlfaH utilizzata dal 8icco)ono e che da accertamenti cartolari era stato possi)ile ricollegare al predetto, in 'uanto intestata al di lui cognato Antonino Giunta% Il dott% Gentile, all>epoca funzionario preposto alla dirigenza della sezione catturandi, a#e#a predisposto un ser#izio di

appostamento, per #erificare l>attendi)ilit/ della notizia, che a#e#a a#uto esito negati#o% Pensando che si trattasse di una notizia infondata, erano state sospese le ricerche su 'uell>o)ietti#o, ma dopo 'ualche tempo il 9irinu era stato con#ocato dal dott% Impallomeni per partecipare ad un>operazione di Polizia, finalizzata alla cattura del 8icco)ono,

4"=

unitamente al dott% Gentile e ad una decina di uomini, proprio nella predetta #ia Guido Nung% !ell>occasione, alle cin'ue del mattino, dopo un primo tentati#o di suonare al campanello dell>appartamento, sito in uno sta)ile della #ia Guido Nung $di cui il teste non 5 stato in grado di ricordare con precisione il numero ci#ico& , al piano attico, era stato richiesto l>inter#ento dei #igili del fuoco per forzare la porta, ed una #olta entrati, gli ufficiali operanti a#e#ano #erificato che all>interno dell>appartamento si tro#a#ano, effetti#amente, la moglie e la figlia del 8icco)ono, all>epoca fidanzata con il 7auricella% Il teste ha dichiarato di a#ere personalmente constatato che il letto della camera nuziale sem)ra#a da poco rifatto, e che a#e#a ritenuto che il 8icco)ono fosse riuscito a fuggire nelle more dell>inter#ento da parte dei #igili del fuoco% !ell>occasione il teste ha dichiarato di non a#ere firmato alcuna relazione di ser#izio ed ha precisato che il #er)ale in atti del </</19=* recante la firma propria e 'uella del m%llo uscemi Gaetano, non a#e#a nulla a che #edere con

'uella operazione, afferendo ad una ricerca di FroutineH del 8icco)ono a seguito di un pro##edimento emesso dall>A%G%

Pag. 439

7a predetta testimonianza, assume un particolare #alore pro)atorio per di#ersi moti#i6 pro#eniente da fonte, citata dalle stessa difesa, ha consentito di #erificare che gi/ dal Gennaio 19=*, periodo in cui ancora il dott% Contrada regge#a interinalmente la 0'uadra 4o)ile di Palermo, circola#ano nell>am)iente della 0'uadra 4o)ile di Palermo, notizie di natura confidenziale sul conto del 8icco)ono, che lo indica#ano fre'uentare la zona di #ia Guido Nung di Palermo: che solo a seguito di tale operazione, eseguita nel periodo della dirigenza del dott% Impallomeni, era stato possi)ile per le 9orze di Polizia, per#enire all>indi#iduazione dell>appartamento effetti#amente a)itato dalla famiglia 8icco)ono, sito al ci#ico n.1 della #ia Guido Nung, indirizzo che solo a decorrere dal 7uglio 19=* era stato indicato in atti di Polizia come possi)ile recapito del 8icco)ono% 8ile#asi che l>appartamento in oggetto corrisponde esattamente alle caratteristiche riferite dal colla)orante Pirrone il 'uale a#e#a appreso, direttamente dai congiunti dello stesso 8icco)ono che, 'uesti, nel 19<9, a)ita#a proprio in un attico dotato di uno stratagemma che consenti#a di poter fuggire in caso di )isogno% 7a circostanza che la Polizia si a##ale#a di confidenti della zona di Partanna+4ondello, ed in particolare che proprio con

44*

riferimento a tale zona, sia l>imputato che altri appartenenti alla 0'uadra 4o)ile, dispone#ano di fonti confidenziali, 5 stata confermata dallo stesso imputato il 'uale ha dichiarato F a *artanna0 Bondello avevo, ho avuto, come hanno avuto anche altri appartenenti della + uadra Bobile, principalmente sotto0ufficiali, o appuntati anziani, dei confidenti# $cfr% f% 2< ud% =/11/1994 cfr% anche f% 2< ud% 1,/12/1994&. 7a circostanza che il 8icco)ono conduce#a a Palermo una latitanza piuttosto tran'uilla, oltre ad essere stata confermata, come gi/ e#idenziato, dal colla)orante Pirrone $che lo a#e#a appreso direttamente dai familiari del 8icco)ono i 'uali, sia pur

genericamente, gli a#e#ano riferito che lo stesso gode#a di protezioni negli am)ienti di Polizia& e dal uscetta $che, come si a#r/ modo di

approfondire, ha riferito sulla sicurezza che dimostra#a il 8icco)ono di potere e#itare, proprio grazie all>aiuto del dott% Contrada, controlli di Polizia nella zona di sua pertinenza+ cfr% ud% 2;/;<1994& 5 stata confermata anche da 4arino 4annoia $il 'uale ha dichiarato che il 8icco)ono, tra tutti i latitanti mafiosi a Palermo, era 'uelloHpiuspavaldo# cfr% ff% 1= e ss% ud% 29/11/1994&%

Pag. 441

(ale circostanza ha, poi, tro#ato ulteriori e particolarmente significati#e conferme in fonti processuali di natura testimoniale% Il teste Calogero Adamo, concessionario di auto#etture, presso il 'uale sin dal 19,4 il 8icco)ono si era rifornito a)itualmente, ha dichiarato che da tale epoca fino al 19=1, egli a#e#a constatato che il 8icco)ono si presenta#a normalmente presso i locali della propria azienda per effettuare i propri pagamenti con denaro contante $che a#e#a l>a)itudine di inserire tra le pagine di un giornale& e sempre lo stesso teste a#e#a a#uto modo di #ederlo circolare nella zona di Partanna+4ondello, do#e anche lui risiede#a, per effettuare i suoi ac'uisti presso comuni ri#enditori $cfr% ff% 24+2;+"9 e ss%+ ;< ud% 2;/1*/1994&% Il teste 1e 7uca, citato anche dalla difesa e per sua stessa ammissione funzionario di Polizia particolarmente #icino al dott% Contrada, ha a#uto modo di riferire un episodio particolarmente sintomatico della sicurezza ostentata dal 8icco)ono, nel corso della propria latitanza 6 ha ricordato un episodio #erificatosi, a ca#allo degli anni 19<,+19<< $epoca nella 'uale il 8icco)ono era certamente latitante& in cui lo a#e#a incontrato all>interno di una pizzeria, sita a 4ondello, poco distante dal locale Commissariato di P%0%,

442

dichiarando che nell>occasione non era riuscito a catturarlo perch5 impedito dalla presenza dei propri )am)ini e della moglie $cfr% ff% 1,2 e 1," ud% 2=/1*/1994& % A proposito delle ricerche del 8icco)ono, il piu> importante latitante della zona, effettuate dal Commissariato di P%0% di 4ondello, territorialmente competente, il dott% Carlo 4ilella, dirigente di tale Commissariato dal 19<< al 19=*, per sua stessa ammissione legato da stretti rapporti di amicizia con l>imputato $sin dal 19,2 e mantenuti per tutto il periodo della sua permanenza presso il predetto Commissariato& ha dichiarato che gli uomini addetti a tale Afficio di zona #eni#ano mandati a ricercare il 8icco)ono presso il suo domicilio ufficiale, sito nella #ia Castelforte, do#e si sape#a che risiede#a la sua famiglia $particolare, peraltro, ampiamente acclarato negli atti di Polizia gi/ citati&: il teste ha sul punto testualmente affermato6 faccio presente, facevamo le indagini come ogni "ommissariato, generiche.....perch; se avessimo avuto una soffiata, chiamiamola cosD, che si trovasse in un determinato posto, ma noi avremmo immediatamente avvertito la )uestura, ecc.., perch; non ; che potevamo andare con le nostre forze, pochissime forze...la nostra era un-attivit6 generica di ricerca# $cfr% ff% 114 e ss% ud% 24/1/199;&.

Pag. 443

Infine, a proposito dei matrimoni delle figlie del 8icco)ono sempre il colla)orante Pirrone, dopo a#ere indicato i luoghi delle rispetti#e cele)razioni religiose e dei rice#imenti $entram)i effettuati presso la Cappella interna all>Istituto F8oos#eltH all>Addaura ed all> Lotel FIagarellaH& ha dichiarato che erano state cerimonie affollatissime di in#itati, all>incirca 'uattrocento per ogni matrimonio, e che il 8icco)ono era stato presente ad entram)e, in modo assiduo alle cerimonie religiose, ed in modo piu> fugace ai relati#i trattenimenti $cfr% ff% ,* e ss+ =, e ss%%ud% 11/</199;&% Gli accertamenti di P%G% eseguiti su tali punti hanno consentito di #erificare che sia il matrimonio tra 4argherita 8icco)ono e 4ichele 4icalizzi , a##enuto il 2;/2/19=*, che 'uello tra Giuseppina 8icco)ono e 0al#atore 7auricella, a##enuto il </1*/19=1 , erano stati cele)rati nella chiesa di 0% 4aria 0antissima dell>Addaura, presso l>Istituto F8oosUeltH dei Padri -ocazionisti, ed i rispetti#i )anchetti erano stati tenuti presso l>Lotel 3Iagarella 0ea Palace3 di 0% 9la#ia $cfr% dep% cap% runo f% 4= ud%19/9/199;&% 7a stessa 8icco)ono Giuseppina, escussa all>udienza

dell>1/</199;, ha confermato in modo puntuale le circostanze riferite dal Pirrone in ordine ai luoghi in cui si erano s#olti il suo matrimonio

444

e 'uello della sorella 4argherita, esaminando analiticamente anche le fotografie relati#e ai predetti matrimoni, nelle 'uali era piu> #olte ritratto il padre, presente ad entram)e le cerimonie $cfr% fotografie sottoposte a se'uestro ed ac'uisite, in duplicato, all>ud% dell>1/</199; + depos% 8icco)ono Giuseppina ud% 1/</199; ff% 42 e ss%&% Dr)ene dal complesso delle risultanze esaminate 5 stato possi)ile accertare che, per tutto il periodo orientati#amente indicato da 4utolo, 19<<+19=*, il 8icco)ono era riuscito a sottrarsi sistematicamente alle ricerche di Polizia ed effetti#amente a#e#a a)itato nella zona di Palermo indicata da 4utolo $tra le #ie Ammiraglio 8izzo, #ia 1on Drione, #ia Guido Nung&: proprio in tale zona, in tale periodo, a#e#a trascorso, pre#alentemente, la propria FlatitanzaH che era stata molto Fdisin#oltaH e resa particolarmente #isi)ile dall>a)itudine del 8icco)ono di circolare in citt/ con auto#etture FAlfaH di grossa cilindrata $sia la notizia confidenziale rice#uta da 9irinu nel Gennaio del 19=*, sia nelle relazioni citate del 19=* si e#idenzia tale particolare, peraltro confermato anche dal teste Adamo&: in un periodo colloca)ile tra il 19<= ed il 19<9, egli a#e#a diradato la propria fre'uenza nella zona $#% 4annoia6 costruzione #illa a -illagrazia& ma certamente in un periodo successi#o, compreso

Pag. 445

tra il 19<9 ed il 19=* $cfr%dichiarazioni Pirrone + deposizione 9irinu +foto matrimonio di 4argherita 8icco)ono del 2;/2/19=*&, #i a#e#a fatto sta)ilmente ritorno, in particolare a)itando, proprio in un attico, sito nella #ia Guido Nung, indicato da 4utolo, e risultato u)icato al ci#ico n.1, a distanza di soli duecento metri da 'uello, proprio nello stesso periodo, piu> assiduamente fre'uentato dall>imputato al ci#ico n.12 $cfr% accertamento in ordine alla distanza esistente tra i due sta)ili riferito dal cap% runo ud% 22/9/199; f% 2=&% !onostante l>accertata presenza di fonti confidenziali sul conto del 8icco)ono, che ne segnala#ano la presenza proprio nella zona indicata $alcune delle 'uali per ammissione dello stesso imputato a#enti referenti di#ersi da lui&, il 8icco)ono era riuscito sempre a sottrarsi alle ricerche di Polizia e solo nel 19=*, in un periodo in cui la dirigenza della 0'uadra 4o)ile era stata affidata dal @uestore -incenzo Immordino al dott% Impallomeni, su)ito dopo il periodo della reggenza interinale della 0'uadra 4o)ile da parte del dott% Contrada, era stata indi#iduata con certezza l>a)itazione del 8icco)ono nello sta)ile di #ia Nung, dal 'uale il predetto, nel corso di un>operazione di Polizia diretta dall>Impallomeni, a#e#a rischiato seriamente di essere catturato%

44,

(utti i dati ac'uisiti, per la loro pluralit/, uni#ocit/ dimostrati#a e conducenza pro)atoria, confermano le dichiarazioni rese da 4utolo sul punto in esame% Dccorre accertare, ora, 'uale fosse, nel periodo anzidetto, l'effetti#a possi)ilit/ dell>imputato di conoscere le notizie concernenti le ricerche del 8icco)ono, in relazione ai propri incarichi istituzionali o in ragione delle proprie relazioni personali con soggetti inseriti negli apparati in#estigati#i della @uestura di Palermo% A tal proposito si de#e ricordare $#% cap% su incarichi istituzionali& che nel periodo compreso tra il 19<< ed il 19=*, l>imputato a#e#a diretto il Centro Criminalpol della 0icilia Dccidentale, uno dei due organismi di P%G% operanti nell>am)ito della @uestura di Palermo, e nel lasso di tempo compreso tra il 24 7uglio 19<9 ed il 1. 9e))raio 19=*, egli a#e#a assunto anche, contemporaneamente, la direzione dell>altro organismo di P%G% della @uestura, la 0'uadra 4o)ile, gi/ diretta dal dott% Giuliano% Per ammissione pro#eniente da molti testi citati dalla difesa, in tutto il periodo in cui il dott% Contrada era stato alla Criminalpol, sia nel periodo della dirigenza della 0'uadra 4o)ile da parte di oris

Giuliano, che dopo, durante la dirigenza Impallomeni, era stato

Pag. 447

constantemente informato, sia per ragione del proprio incarico, sia per gli assidui contatti mantenuti con molti funzionari addetti alla 0'uadra 4o)ile, dell>atti#it/ di P%G% s#olta da 'uesto organismo% Con particolare riferimento al periodo della dirigenza Giuliano si e#idenziano le seguenti testimonianze% Il teste Girolamo 9azio, escusso all>udienza del 1</1/199;, ha dichiarato che, anche 'uando a#e#a assunto la dirigenza della Criminalpol, il dott% Contrada era rimasto il punto di riferimento per tutti i funzionari della 0'uadra 4o)ile che spesso anda#ano a tro#arlo, ed ha testualmente affermato, parlando F uotidianamente# con lui di pro)lemi di criminalit/ organizzata mafiosa e rice#endone i consigli operati#i $cfr% ud% cit% ff% ;; e ss&% I testi Antonio 1e 7uca e -incenzo oncoraglio hanno

concordemente riferito che il dott% Contrada a#e#a l>a)itudine di scendere ogni sera dagli uffici della Criminalpol per recarsi in 'uelli della 0'uadra 4o)ile, siti al piano inferiore, per trattenersi a parlare del la#oro in corso con i funzionari della 0'uadra 4o)ile, che lo informavano di tutto# $cfr% dep% 1e 7uca ud% 2=/1*/1994 ff% 11"%114+11; e dep% oncoraglio ud% 1*/1/199; + ff% << e ss% e 1*4&%

44=

Il teste -incenzo 0peranza ha dichiarato che il dott% Contrada era ritenuto il punto di riferimento assoluto per tutto 'uello che riguarda#a l>atti#it/ anti+mafia ed anche 'uando Giuliano gli era su)entrato nella direzione della 0'uadra 4o)ile, i funzionari della 0'uadra 4o)ile, specialmente nei primi tempi, a#e#ano continuato a ri#olgersi a Contrada come se lui fosse stato ancora il dirigente $cfr% ff% 12+ ,2 e ss% ud% 1"/1/199; di identico tenore anche le testimonianze rese dai testi 9ilippo Peritore + ud% 24/1/199; f%14" e Guglielmo Incalza + ud% 24/1/199; ff 19=+199&% Il teste 1omenico Colasante, con riferimento al periodo della dirigenza della Criminalpol da parte del dott% Contrada ha testualmente dichiarato H uando si trattava di fare ualsiasi servizio, sia su latitanti, anche ricerca di prove materiali di reati, c-era una perfetta collaborazione tra il personale dell-?fficio della + uadra Bobile e uello della "riminalpol# %cfr% ud% "1/ 1/199; ff% = e 9&% 7o stesso imputato, nel corso delle dichiarazioni rese alle udienze del 1"/12/1994 e del 12/</1994, ha lungamente parlato del rapporto di intensa colla)orazione, anche sul piano operati#o, esistente tra Criminalpol e 0'uadra 4o)ile nel periodo della dirigenza di 'uest>ultima struttura da parte del dott% Giuliano $affermando

Pag. 449

testualmente che in tale periodo egli era informato di tutto& ed ha ammesso che nel periodo della dirigenza Impallomeni era #enuto a crearsi nei confronti di 'uesto dirigente un clima di ostilit/ per cui #i era la tendenza da parte del personale della 0'uadra 4o)ile, in tale periodo, a continuare a far capo a lui come punto di riferimento $cfr% ud% cit% ff% 21 e ss%&% Il dott% Impallomeni, escusso all>udienza del 2*/;/1994, su)entrato nel 9e))raio del 19=* al dott% Contrada nella dirigenza della 0'uadra 4o)ile, dopo il periodo della contestuale dirigenza da parte di 'uest>ultimo dei due organismi di P%G% della @uestura di Palermo, ha testualmente riferito, con nitidezza di ricordi in ordine alle a)itudini degli addetti alla 0'uadra 4o)ile F alle volte parlavano, salivano dal dott. "ontrada a riferire prima di riferire a me, li vedevo io che scendevano da lD e, poi, riferivano a me/ per loro...i vecchi funzionari della + uadra Bobile, il punto di riferimento era il dott. "ontrada, non ero certo io# $cfr% ud% cit% ff% 214 e 21;&% 7o stesso Impallomeni, nel corso della sua deposizione di)attimentale ha stigmatizzato tale comportamento degli uomini della 0'uadra 4o)ile facendone oggetto di specifici rilie#i nel

4;*

contesto di una relazione di ser#izio che reca la data del 1;/4/19=*, ac'uisita in atti, che sar/ oggetto di specifica trattazione a proposito della c%d% #icenda Gentile% $cfr% dep% Impallomeni ud% cit% f% 2"1 e relazione Impallomeni ac'uisita all>udienza del ,/;/1994&% Il teste Antonio 1e 7uca, che ha dichiarato di a#ere personalmente accettato Fmal volentieri# la #ice+dirigenza della 0'uadra 4o)ile diretta dal dott% Impallomeni, in 'uanto all>epoca aspira#a lui stesso alla carica di dirigente, affermando, altres?, di a#ere #issuto come una gra#e ingiustizia la nomina al posto suo di Impallomeni, ha riferito che in 'uel periodo Contrada continua#a ad essere punto di riferimento pri#ilegiato per tutti gli appartenenti alla 0'uadra 4o)ile, che non accetta#ano la dirigenza di Impallomeni perch5 ritenuto estraneo alla realt/ siciliana ed alla struttura in#estigati#a palermitana $cfr% ud% 2=/1*/1994 + ff% " e ss%&% Il teste Corrado Catalano ha, ulteriormente, ri)adito che F il dott. Impallomeni non venne accolto da tutto il personale in maniera benevola# perch5 essenzialmente estraneo all>am)iente palermitano e ritenuto non adeguatamente preparato ad affrontare tale realt/ $cfr% ud% 2*/1/199; ff% 21" e ss%&%

Pag. 451

Il teste Dtta#io 9iorita, con particolare riferimento al periodo della dirigenza Impallomeni ha riferito dell>ostilit/ manifestata da tutto il personale della 0'uadra 4o)ile nei confronti del dott% Impallomeni, ed in modo particolare che il dott% -as'uez, il dott% 1e 7uca ed il dott% Incalza, Fnon volevano lavorare con lui# perch5 non lo ritene#ano all>altezza della situazione non a#endo alcuna conoscenza del fenomeno mafioso a Palermo: ha, anche, specificato che nel periodo della dirigenza Impallomeni, a#e#ano continuato a far parte della sezione Catturandi, unitamente al dott% Gentile, due uomini della #ecchia s'uadra catturandi, iagio !aso ed il 4%llo Gaetano

uscemi $cfr% ud% "1/1/199; ff% 92 e 1*"&% Come si 5 a#uto modo di rile#are il nome di Gaetano uscemi

risulta, insieme a 'uello di Gianfranco 9irinu, tra i firmatari di un #er)ale di #ane ricerche proprio del 8icco)ono, in data </</19=*, ma che, secondo 'uanto specificato dallo stesso 9irinu, non attiene all>operazione di Polizia che a#e#a consentito di indi#iduare il 8icco)ono nello sta)ile di #ia Guido Nung n. 1% Il m%llo uscemi, che per propria ammissione 5 stato uno dei

piu> fedeli colla)oratori dell>odierno imputato $escusso all>udienza del 21/"/199; ha dichiarato che lui personalmente ed anche altri

4;2

funzionari Fsali#ano sempre a consultarsi con il dott% Contrada F+ #% f% 12= ud% cit& ha mantenuto un forte legame con lo stesso anche durante tutte le fasi di s#olgimento dell>odierno di)attimento come 5 accalarato, dalle relazioni di ser#izio, redatte da personale della 1%I%A%, ac'uisite all>udienza del 1</"/199;, che ne hanno rile#ato la costante presenza in aula nel corso delle udienze del processo% 7a compro#ata esistenza di un rapporto pri#ilegiato tra Contrada e )uona parte dei funzionari dell>originario apparato della 0'uadra 4o)ile di Palermo, dallo stesso colti#ato anche durante tutto il periodo in cui era stato dirigente della Criminalpol, coincidente per concorde dichiarazione dei colla)oratori di giustizia escussi nell>odierno procedimento con 'uello dell>a##enuto passaggio del dott% Contrada nella Fdisponi)ilit/ di Cosa !ostraH, indu))iamente, consenti#a al predetto di #enire a conoscenza della maggior parte delle operazioni di P%G%, e certamente di 'uelle piu> importanti, sia pre#enti#amente che 'uando le stesse erano in corso, e se anche tale possi)ilit/ non puJ ritenersi assoluta al fine di Fgarantire F la latitanza del 8icco)ono 5 certo che ne ha costituito un prezioso ausilio, se, come 5 pacifico, il 8icco)ono 5 riuscito sempre a sfuggire alle operazioni finalizzate alla sua cattura pur continuando a s#olgere a

Pag. 453

Palermo, proprio nel periodo compreso tra il 19<< ed i primi anni P=* , una FlatitanzaH piuttosto tran'uilla % (ale circostanza che di per s5, costituisce confutazione alla tesi addotta dalla difesa secondo cui, lasciata la 0'uadra 4o)ile, il dott% Contrada non a#re))e piu> potuto essere a conoscenza delle operazioni di Polizia finalizzate alla cattura del 8icco)ono, contri)uisce a rafforzare ulteriormente l>attendi)ilit/ del colla)orante 4utolo% !on puJ trascurarsi di esaminare che il soggetto indicato dal 8icco)ono a 4utolo, 'uale intermediario rispetto al dott% Contrada, nell>occasione del collo'uio da lui preteso perch5 infastidito dall>esistenza di fonti confidenziali che ne segnala#ano la presenza nella zona indicata e che il predetto funzionario di Polizia non dimostra#a di controllare adeguatamente, l>a##%to Cristoforo 9ileccia, escusso all>udienza dell>11/4/199;, ha negato la circostanza% !el corso delle proprie dichiarazioni 4utolo non si 5 limitato a dire che, in 'uell>occasione il legale in 'uestione a#e#a fatto da intermediario tra 8icco)ono ed il dott% Contrada, ma ha sostenuto che egli s#olge#a tale funzione a)itualmente, aggiungendo che , pur non essendo il legale di 8icco)ono, l>a##%to 9ileccia gli era amico, come

4;4

egli stesso a#e#a constatato personalmente #edendoli insieme parlare tra loro piu> #olte, affermando, altres?, di essere al corrente che lo stesso era amico, anche, di altri personaggi mafiosi, tra i 'uali ha indicato 0al#atore Inzerillo e 0al#atore 1i 4aggio $cfr% ff% 222 e ss% ud% </,/1994 e ff% ; e ss% ud% 12/</1994&% !el corso dell>udienza del </,/1994 il P%4% ha fatto presente che nei confronti del predetto legale erano in corso indagini, ma non a#endo precisato per 'uale reato la Procura della 8epu))lica sta#a procedendo, non ha consentito al (ri)unale di #alutare l>esistenza di e#entuali ipotesi di collegamento tra tali indagini e l>odierno procedimento, ai fini delle preclusioni di cui all>art% 19< c%p%p% $cfr% f% 1=4 ud% </,/1994&% !on #i 5 du))io, perJ, che pur essendo stata assunta nelle forme della testimonianza, la deposizione dell>a##%to 9ileccia, citato 'uale teste della difesa, appare #iziata da uno specifico interesse a confutare le dichiarazioni di 4utolo, particolarmente gra#i nei suoi confronti ed afferenti aspetti piu> ampi rispetto al punto in esame% Pur prescindendo da 'ualsiasi giudizio in ordine

all>attendi)ilit/ del colla)orante con specifico riferimento alla posizione del soggetto in 'uestione, che sar/ e#entualmente materia

Pag. 455

di approfondimento in altre sedi, il (ri)unale non puJ non tenere conto dell>esistenza o)ietti#a di tale personale interesse che ine#ita)ilmente compromette la serenit/ di tale teste rispetto alle dichiarazioni accusatorie di 4utolo % All>esclusi#o fine di #alutare l>attendi)ilt/ di 'uanto riferito da 4utolo con specifico riguardo all>odierno imputato, non puJ trascurarsi di rile#are che in altra occasione, che sar/ oggetto di approfondimento in un successi#o capitolo della presente trattazione, 5 emerso , per ammissione concorde di numerosi testi e dello stesso a##%to 9ileccia $cfr% ud% 11/4/199; ff% 2" e ss%&, che egli a#e#a fatto da intermediario in relazione ad alcune lamentele che il F)ossH mafioso 0al#atore Inzerillo a#e#a fatto per#enire proprio al dott% Contrada, perch5 infastidito da numerose per'uisizioni domiciliari eseguite presso la propria a)itazione nel periodo della sua latitanza 'uando la dirigenza della 0'uadra 4o)ile era gi/ stata assunta dal dott% Impallomeni% Per i moti#i anzidetti e per tale indiretto riferimento, parzialmente confermati#o di 'uanto riferito da 4utolo, il (ri)unale non ritiene che la smentita dell>episodio in esame da parte del

4;,

predetto teste, tenuto conto degli altri riscontri ac'uisiti, possa essere ritenuta idonea a confutare l>attendi)ilit/ del colla)orante%

Pag. 457

L@e!is#-i# -e$ c#s"r ""#re Gae"a%# Sirag sa+ c gi%# -i M "#$#.

Altro episodio riferito da 4utolo 5 'uello che riguarda il cugino, l>imprenditore edile Gaetano 0iracusa, che in occasione di uno dei primi permessi fruiti dal 4utolo a Palermo, per i funerali della madre, nel 19=1, si era ri#olto a lui, preoccupato per le continue telefonate dal contenuto intimidatorio, che lo a#e#ano costretto ad a))andonare il progetto per la costruzione di un altro palazzo nella #ia Ammiraglio Cagni, senza rice#ere in cam)io alcuna contropartita $F uesto cugino mio, tutto preoccupato, mi dice 2 sai, .aspare, io ho ricevuto delle telefonate, io ua a *allavicino non posso venire piu-, io dovevo costruire dice, ua davanti, cio; verso la via $mmiraglio "agni, piu- avanti, gi6 avevo fatto il progetto dice.*ensa che il progetto, lD, che l-ho dato e nemmeno mi hanno dato i soldi uelli che ho speso per fare il progetto.... sono preoccupato di ueste telefonate che ho ricevuto dicendomi che appena metto piede a *allavicino verr, ucciso# cfr% ff% ;1 e ss% ud% </,/1994'% 4utolo ha precisato che, in epoca precedente, nel periodo compreso tra il 19<4 ed il 19<;, lui stesso e 4icalizzi 0al#atore

4;=

a#e#ano costituito una societ/ di fatto con il 0iragusa per la costruzione di un palazzo nella #ia Ammiraglio Cagni n. 2", ma che nel 19<;, a seguito della denuncia per i fatti relati#i all>omicidio dell>agente di P%0% Gaetano Cappiello, che a#e#ano costretto sia 4utolo che il 4icalizzi alla latitanza, si era sta)ilito di sciogliere 'uella societ/, concordando come contropartita per lui e 4icalizzi l'attri)uzione di due appartamenti da parte del 0iragusa% 4utolo ha precisato che fintantocch5 'uella societ/ era rimasta in #ita, il cugino, essendo sotto la sua diretta FprotezioneH e cointeressato con lui, non a#e#a rice#uto alcuna richiesta estorsi#a, ma 'uando la societ/ era #enuta meno e , per di piu>, egli era stato ristretto in carcere per un lungo periodo, non pote#a escludere che le richieste di FpizzoH potessero essere state ri#olte al cugino, non essendo sufficiente 'uel rapporto di parentela ad e#itare 'uella inesora)ile prassi $cfr% ud% </,/1994 ff% ;1 e ss% e ud% 12/</1994 ff% ;2 e ss%&% A seguito del collo'uio a#uto con il 0iracusa nel 19=1, 4utolo a#e#a deciso di ri#olgersi al 8icco)ono per a#ere chiarimenti su 'uella situazione, apprendendo dal proprio capo + famiglia che il cugino a#e#a FosatoH infrangere la legge dell>omert/, denunciando sia

Pag. 459

pur in modo confidenziale al dott% Contrada, che su)ito lo a#e#a riferito al 8icco)ono, le pressioni estorsi#e su)ite da parte della mafia di Palla#icino% Il 8icco)ono a#e#a aggiunto che in 'uell>occasione l>imprenditore 0iragusa non era stato eliminato, come a#re))e meritato, solo per una forma di FrispettoH a 4utolo, in 'uanto suo parente, ma che da 'uel momento gli era stato ini)ito di s#olgere 'ualsiasi atti#it/ nella zona di Palla#icino% 0uccessi#amente 4utolo si era ri#olto al cugino per sapere se a#e#a #eramente fatto 'uelle confidenze al dott% Contrada, ma il 0iragusa a#e#a negato decisamente l>episodio, sostenendo di non a#erne mai parlato con il dott%Contrada% !el tentati#o di difendere l>operato del cugino, 4utolo a#e#a nuo#amente parlato con 8icco)ono della 'uestione, riferendogli le nette smentite opposte dal 0iragusa, ma il 8icco)ono, in 'uell>occasione a#e#a aggiunto un particolare idoneo a far comprendere al 0iragusa che la notizia in possesso di FCosa !ostraH era precisa e circostanziata, tanto che si conosce#a anche il luogo in cui era a##enuto l>incontro tra il 0iragusa ed il dott% Contrada6 F no, dicci, invece, che ci parl, o 7ribunale .

4,*

2d in effetti, 'uando 4utolo a#e#a riferito tale circostanza al cugino, 'uesti era stato costretto ad ammettere che, effetti#amente, a#e#a parlato con Contrada in (ri)unale, ma che il loro collo'uio a#e#a a#uto un altro oggetto, non meglio specificato, che sicuramente 'ualcuno a#e#a male interpretato% 1a tali tardi#e ammissioni fatte dal cugino in ordine ad un contatto con il dott% Contrada, in un primo tempo decisamente negato, 4utolo a#e#a tratto la conferma che la notizia rice#uta dal 8icco)ono era #era e per tale moti#o, pur rassicurando il cugino che gli a#re))e fatto recuperare tre milioni, tre milioni e mezzo per 'uel progetto che a#e#a fatto e che i 3Cara#ella3 non gli a#e#ano pagato, gli a#e#a ini)ito di costruire nella zona di Palla#icino% In ordine a tale episodio sono state ac'uisite conferme deri#anti dalle indagini eseguite dalla 1%I%A, dalla documentazione allegata in atti e dalle stesse parziali ammissioni emerse dalla deposizione del 0iragusa% 1alle indagini di P%G%, riferite all>odierno di)attimento dal cap% runo, 5 emerso che Gaetano 0iragusa, figlio di Ingrassia 7ucia, sorella della madre del 4utolo, era stato, fino al 19<9, titolare di una ditta indi#iduale, con sede in #ia Cuccia, che opera#a nel settore

Pag. 4=1

dell>edilizia, in societ/ di fatto con tale 0al#atore 7a 4antia, deceduto nel 19<=% (ra la fine del 19<= ed il 19<9 la predetta societ/ era stata dichiarata fallita, con sentenza del (ri)unale di Palermo $cfr% ff% <= e ss% ud% 1=/1*/1994&% 2' emerso, altres?, che la predetta societ/ di fatto 0iracusa+7a 4antia, a#e#a ac'uistato il "1 Agosto del 19<" da arone 1omenico un terreno su cui era stato costruito l>edificio sito in #ia Ammiraglio Cagni al numero ci#ico 2" $A+ +e C&% 2' emerso, inoltre, da una nota di trascrizione del 19=4, che riguarda la curatela della predetta societ/, che uno degli appartamenti siti nel predetto edificio era stato trasferito in propriet/ a 8affaela 1i Cristina, suocera di Gaspare 4utolo% 1alla documentazione ac'uisita all>udienza del 1,/12/1994, riguardante l>atti#it/ edilizia s#olta da Gaetano 0iragusa, che ha consentito di confermare le circostanze riferite dal cap% runo $cfr% arone+

copia atto di #endita del terreno da parte del sig% 1omenico

autorizzazione municipale, in data 14/12/19<", alla realizzazione dell>edificio in #ia Ammiraglio Cagni a Palla#icino + rapporto tecnico per l>a)ita)ilit/ rilasciato dalla ripartizione ur)anistica Polizia 2dilizia e successi#a autorizzazione rilasciata dal 0indaco di Palermo+

4,2

atto di transazione, rogato in data 1"/12/19=", tra la curatela del fallimento della societ/ di fatto 0iragusa+7a 4antia e 1i Cristina 8affaela& 5 stato possi)ile #erificare che in data 19/</19<9 era stato emesso dall>Assessorato all'2dilizia Pri#ata del 4unicipio di Palermo, sulla )ase dell'istanza n. "<"4/2*4 del 21+9+19<, / 19+1+ 19<=, presentata dal socio di fatto del 0iragusa, 7a 4antia 0al#atore, atto di concessione, n. 2*9<, rilasciato a Cara#ello 1omenico, Gaspare e Giuseppe, per la costruzione di un palazzo nell>area di cui al fg% di mappa n. 19 part% n. <;1, sita in #ia Ammiraglio Cagni% I Cara#ello ritenuti dagli in'uirenti affiliati alla cosca di Partanna+ 0%7orenzo sulla )ase di accertamenti eseguiti, a#e#ano gestito l>impresa di costruzioni FCara#ello s%r%l%H fino al 19=;/19=,, anno in cui erano decaduti dalla licenza perch5 segnalati per mafia $cfr% dep% cap runo f% =" ud%1=/1*/1994&% Gaetano 0iragusa, escusso all>udienza del 14/1*/1994 su richiesta a#anzata dalla difesa ai sensi dell>art% 19; c%p%p%, ha confermato di a#ere s#olto l>atti#it/ di costruttore edile fino al 19<9, data del proprio fallimento, ammettendo di essere stato in societ/ di fatto con il cugino Gaspare 4utolo e con 0al#atore 4icalizzi, per la costruzione del palazzo a Palla#icino, u)icato al n. 2" della #ia

Pag. 4=3

Ammiraglio Cagni e di a#ere sciolto la predetta societ/ con l>attri)uzione in propriet/ di due appartamenti ai suddetti 4utolo e 4icalizzi $cfr% ud% cit% ff% 44+4;+ 4,+4<+4=+49+;*+,4&% La dichiarato che, nel periodo in cui sta#a costruendo in #ia Ammiraglio Cagni, gli era stato proposto l>ac'uisto di un terreno, sito nella medesima zona, su cui insiste#a una #illa che si sare))e do#uta demolire% !ell>occasione egli si era ri#olto all>ing% 1>Amico per la predisposizione di due progetti che successi#amente a#e#a do#uto #endere a tali costruttori Cara#ella a causa della situazione pre+ fallimentare in cui #ersa#a la sua azienda: a#e#a, perJ, rice#uto solo a distanza di anni $tre+'uattro dall>ultimazione dei la#ori di costruzione del palazzo di #ia Ammiraglio Cagni& dai Cara#ella il pagamento dei progetti rice#endo la somma di circa due milioni $cfr% ud% cit% ff% ,* e ss%&% La sostenuto di a#ere risolto la suddetta 'uestione da solo trattando direttamente con i predetti costruttori pur ammettendo di a#erne parlato con il cugino 4utolo $cfr% ud% cit% da f% ,* a ,"&% La ammesso, inoltre, che a#e#a incontrato il cugino in occasione dei funerali della madre offrendogli il posto per la sepoltura nella tom)a di sua propriet/ $cfr% ff% ,4+,;& e che si era recato in (ri)unale a causa di due #ertenze giudiziarie che lo a#e#ano

4,4

coin#olto6 una risalente al 19,; per una non meglio specificata azione legale che lo riguarda#a ed altra in relazione alla procedura fallimentare a suo carico $cfr% ff% ,,+,<+,= ud% cit%&% La negato, poi, di a#ere mai rice#uto, nel corso della propria atti#it/ di costruttore edile, richieste di natura estorsi#a e di a#erne parlato con il cugino Gaspare 4utolo $cfr% ff% ;<+;= ud% cit& escludendo, altres?, di a#ere mai conosciuto il dott% Contrada che a#e#a #isto per la prima #olta in occasione dei ser#izi tele#isi#i riguardanti l>odierno processo $cfr% ff% ;<+;=&% 1al complesso delle risultanze esposte 5 emerso che l>episodio riferito da 4utolo 5 confermato con riguardo all>occasione ed al periodo del collo'uio a#uto con il cugino $i funerali della madre&, alla costruzione, da parte di 'uest'ultimo, di un palazzo in societ/ con il 4utolo ed il 4icalizzi, che a#e#ano rice#uto in cam)io, al momento dello scioglimento della societ/ di fatto, la propriet/ di due appartamenti e alla successi#a predisposizione da parte del 0iragusa del progetto di un palazzo che poi era stato realizzato dai costruttori Cara#ello, indiziati mafiosi della zona di Partanna, i 'uali a#e#ano corrisposto al predetto il pagamento di una somma di denaro solo a distanza di alcuni anni%

Pag. 4=5

0i rile#a, in particolare, che la data indicata dal 0iragusa come 'uella in cui a#e#a ottenuto dai Cara#ello il pagamento dei progetti, tre+'uattro anni dopo l>ultimazione dei la#ori dell'edificio di #ia Ammiraglio Cagni, corrisponde esattamente a 'uella del collo'uio a#uto con 4utolo in occasione dei funerali della madre: ed infatti, dal rapporto tecnico per l>a)ita)ilit/ del fa))ricato sito in #ia Ammiraglio Cagni n. 2" ac'uisito in atti e gi/ citato, si e#ince che i la#ori erano stati ultimati nel 0ettem)re del 19<< mentre il collo'uio con 4utolo era a##enuto nei primi mesi del 19=1% (ale corrispondenza cronologica, a#uto riguardo al lungo periodo di tempo trascorso da tali fatti, lungi dal considerarsi una mera coincidenza, costituisce, in#ece, una puntuale conferma del racconto del colla)orante% Il teste 0iragusa ha confermato tutte le dichiarazioni del colla)orante, ma ha negato di a#ere mai rice#uto, nel corso della propria atti#it/ di costruttore a Palermo, richieste estorsi#e e 'uindi di a#ere mai parlato con il cugino n5 tanto meno con il dott%Contrada di tali pro)lemi% (utta#ia la circostanza riferita di non a#ere mai rice#uto richieste estorsi#e che proprio nel settore dell'edilizia costituiscono

4,,

una delle prassi piu> diffuse della 3atti#it/3 mafiosa, non 5 aderente alla realt/% 1'altra parte l'ammissione di a#er parlato col cugino 4utolo della 'uestione relati#a al progetto di un palazzo e di a#erne ottenuto il pagamento dai Cara#ello a distanza di anni, conferma che il 0iragusa era stato effetti#amente costretto ad a))andonare il progetto e che solo dopo a#erne parlato al 4utolo era riuscito ad ottenere il pagamento, grazie proprio all'intercessione dispiegata da 4utolo in suo fa#ore% 2' sintomatico anche il tono della risposta data dal 0iragusa a proposito delle richieste estorsi#e, tipico del

comportamento mafioso 6 3 no di uesto non ne so parlare non lo so, non conosco nessuno3, negando cos? decisamente non solo le richieste medesime, ma soprattutto la loro logica conseguenza6 l'esigenza di parlarne con il Contrada e a#endo gi/ negato al cugino di a#ere infranto la legge dell'omert/ denunciando ad un poliziotto, sia pure confidenzialmente, le minacce rice#ute, non pote#a poi ammettere tale circostanza% 1a 'uanto sopra esposto si e#ince che la smentita del 0iragusa di una parte del racconto del 4utolo + mentre per il resto le

Pag. 4=7

dichiarazioni del colla)orante sono state confermate + non puJ essere ritenuta attendi)ile% 7a difesa, in sede di discussione finale, ha ritenuto di rile#are un insana)ile contrasto tra le lamentele ri#olte dal 0iragusa a 4utolo nel 19=1 in ordine al F#amprirismoH $pressioni estorsi#e& su)ito da parte della mafia di Partanna e la circostanza che a 'uella data nessuna pressione estorsi#a egli a#re))e potuto su)ire essendo gi/ inter#enuta la dichiarazione di fallimento% A tale proposito occorre osser#are che nel riferire il contenuto del discorso a#uto con il cugino nel 19=1, in occasione dei funerali della madre, 4utolo dichiara che il predetto gli riferisce un antefatto relati#o alla propria intenzione di costruire un altro palazzo nella #ia Ammiraglio Cagni per il 'uale a#e#a gi/ predisposto il relati#o progetto, ed 5 a tale momento che sono riconduci)ili le richieste estorsi#e che costringeranno il 0iragusa all'a))andono del progetto medesimo $notisi che i Cara#ello ottengono nel 19<9 l'atto di concessione sulla )ase di un progetto presentato in precedenza dal socio del 0iragusa con istanza che reca l'indicazione del periodo 19<, + 19<=& e che si riferiscono, 'uindi, necessariamente ad un momento temporalmente antecedente al fallimento del 0iragusa% 4utolo

4,=

riferisce, poi, che la lamentela del cugino riguarda#a l'esistenza di un pro)lema di recupero di denaro dai Cara#ello per il progetto gi/ predisposto e la preoccupazione per le telefonate dal contenuto minatorio, e non estorsi#o, che continua#a a rice#ere $3 ho ricevuto delle telefonate ... che appena metto piede a *allavicino verr, ucciso 3 cfr% ff%;2+;" ud%</,/94&% 1'altra parte 4utolo $#% f% "<& non riferisce mai di a#ere appreso dal cugino di a#ere rice#uto richieste estorsi#e 6 tale particolare gli #iene precisato dal 8icco)ono il 'uale, sol perch5 sollecitato sul punto dal 4utolo, gli a#e#a ri#elato che il cugino a#e#a denunciato al dott%Contrada la pressione estorsi#a su)ita e che lui grazie all'immediata comunicazione rice#uta di tale fatto dal dott%Contrada, era riuscito a #enirne tempesti#amente a conoscenza: l'estrema gra#it/ della #iolazione della legge dell'omert/ commessa dal 0iragusa do#e#a comportare, secondo l'ottica mafiosa, come conseguenza necessaria l'eliminazione fisica: tale sanzione era stata e#itata solo per 3rispetto3 a 4utolo, ma era stato ini)ito al 0iragusa di continuare a costruire nella zona di influenza mafiosa della famiglia di Partanna%

Pag. 4=9

(ale ricostruzione fornita da 4utolo sull>accaduto, oltre che perfettamente coerente sul piano logico appare anche pienamente aderente ai riscontri o)ietti#i ac'uisiti e, pertanto, l'o)iezione di un insana)ile contrasto rile#ato dalla 1ifesa sulle lamentele ri#olte dal 0iragusa al 4utolo nel 19=1 relati#e alle pressioni estorsi#e su)ite dalla mafia di Partanna come pressioni attuali non risulta fondata% Il suddetto episodio, per la sua stessa genesi ed e#oluzione interna, risulta, inoltre, assolutamente incompati)ile con ogni ipotesi di millanteria da parte del 8icco)ono% @uesti, infatti, in relazione al collo'uio a#uto con 4utolo, non assume alcuna iniziati#a nel riferire il tipo di condotta posto in essere dall>odierno imputato, ma al contrario la ri#elazione trae spunto da un>iniziati#a assunta dal 0iragusa e dalla conseguenziale richiesta di spiegazione da parte di 4utolo che impone al 8icco)ono di palesare come egli sia #enuto a conoscenza delle confidenziali denunce da parte del 0iragusa, ri#elando nell>occasione un particolare $l>incontro nei locali del (ri)unale con il dott% Contrada& che costringe il 0iragusa a fare parziali ammissioni al 4utolo confermati#e della fondatezza della notizia in possesso del 8icco)ono%

4<*

(ale episodio dimostra che nel 19=1 i rapporti tra 8icco)ono e Contrada erano pienamente instaurati%

Pag. 471

L@e!is#-i# -e$$@acA is"# F-i %@a "#'e"" ra A$0a -a -es"i%are a%a -#%%a -e$ -#"". C#%"ra-aF.

(ale episodio #iene collocato dal colla)orante in un preciso momento storico, il periodo delle festi#it/ natalizie del 19=1, ed in tale caso l>occasione della ri#elazione fatta dal 8icco)ono a 4utolo trae spunto dalla circostanza che i due si tro#ano insieme a fare i conti relati#i ai pro#enti dei traffici illeciti della propria organizzazione criminale $&elle festivit6 di fine anno del 1981....ero semi0libero, in licenza a *alermo...mentre con Aiccobono facevamo dei conti, di traffici, di soldi che erano entrati....delle festivit6.. ; una cosa usuale per tutte le famiglie che si raccolgono i soldi perch; si fanno dei regali cfr% ud% </,<1994 ff% ;1 e ss% e 1<4 e ss%+ ud% 12/</1994 ff% < e ss%&% 8icco)ono palesa a 4utolo la necessit/ di calcolare nei conti una somma di 'uindici milioni, da destinare ad un regalo per il dott% Contrada, un>auto#ettura Alfa, per un>amante del funzionario $ toglie 1= milioni perch; dice che uesti erano serviti ..per farci

diciamo un regalo al dott. "ontrada, che si doveva comprare una macchina, un-$lfa, a una donna che aveva il dott. "ontrada# %%%%

4<2

non ; che glieli ha dati a lui, cio;, hanno servito a lui per comprarci un-$lfa a una donna che era in rapporti con il dott. "ontrada cfr% f% ;1 e 1<< e ss% ud% </,<1994& % 7a notizia riferita appare rile#ante ai fini di un giudizio sul tipo di condotte poste in essere dall>imputato nell>am)ito del proprio rapporto di natura collusi#a con Cosa !ostra, ma si presenta carente di dettagli% A tal proposito 4utolo spiega di non a#ere chiesto ulteriori spiegazioni al 8icco)ono su tale FregaloH per la duplice ragione di non essersi minimamente sorpreso ad apprenderla, essendo gi/ stato messo al corrente della Fdisponi)ilit/H del funzionario, ritenendo, pertanto, assolutamente normale che l>organizzazione ricam)iasse con 'ualche regalo i suoi fa#ori ed anche perch5, trattandosi di somma irrisoria a confronto dei pro#enti gestiti dalla FfamigliaH in relazione ai traffici di droga, non a#e#a a##ertito la necessit/ di chiedere ulteriori spiegazioni $Fse era un discorso che lui mi portava la somma di un miliardo, io ci potevo dire 0 b; sto miliardoE ma trattandosi di una somma di uindici milioni... b; insommaC.... uindici milioni non sono niente davanti ad un trafficante di droga, sono niente# cfr. ff. 155 e ss. ud. 5HIH1998'

Pag. 473

I dati desumi)ili dalle dichiarazioni riferite sono6 1& la precisa collocazione cronologica del periodo in cui si s#olse il collo'uio tra 4utolo e 8icco)ono: 2& la destinazione di una somma di lire 1; milioni $non si sa attra#erso 'uali canali& al dott% Contrada: "& l>utilizzazione di tale somma di denaro $non 5 chiaro dalla struttura grammaticale della frase riferita dal colla)orante, se gi/ a##enuta o ancora da #erificarsi& per l>ac'uisto di un>auto#ettura di marca FAlfaH per un>amante del funzionario, di cui non #iene riferito neppure il nome % In ordine alla data del collo'uio tra 4utolo e 8icco)ono, l>ac'uisizione della scheda relati#a ai permessi fruiti nel periodo di semi+li)ert/ dal colla)orante ha consentito di accertare che, egli, effetti#amente, a decorrere dal 24/12/19=1, a#e#a ottenuto una licenza di gg% 1* per recarsi a Palermo $cfr% scheda gi/ citata ac'uisita all>ud% del 22/9/199;&% 7a ricerca dei canali attra#erso i 'uali la somma in oggetto era per#enuta al dott% Contrada, posto che il 8icco)ono non gliela a#e#a consegnata direttamente e neppure a#e#a comunicato al 4utolo le

4<4

modalit/ attra#erso le 'uali si era realizzata la destinazione della somma al fine indicato, ha comportato insormonta)ili difficolt/% 2d infatti una ricerca )asata direttamente sull>intestazione formale di una macchina FAlfaH ad una donna non era possi)ile, atteso che di tale donna il 8icco)ono non a#e#a riferito a 4utolo le generalit/ e che, parimenti, una ricerca finalizzata all>indi#iduazione di auto#etture FAlfaH formalmente intestate al dott% Contrada non sare))e stata conducente rispetto al tenore delle dichiarazioni rese dal colla)orante perch5 in contrasto logico con la destinazione del regalo ad una donna, legata da una relazione eBtra+coniugale con l>odierno imputato% 1>altra parte 5 pacifica ac'uisizione processuale, sulla )ase di 'uanto gi/ esposto, che il dott% Contrada a#esse amicizie femminili, come risulta dalle annotazioni delle sue agende e da 'uanto riferito dal Contrada medesimo e da tutti i testi che hanno riferito in ordine alla fre'uentazione dell>appartamento di #ia FGuido NungH

espressamente definito dall>ingegnere Gual)erto Carducci Artemisio F una garVonniereH $cfr% ud% 21/1*/1994 cit%& CiJ posto, l>unico accertamento effettua)ile, in ordine a tale episodio, sulla )ase degli scarni particolari riferiti dal 8icco)ono a

Pag. 475

4utolo, pote#a essere diretto all>indi#iduazione di un concessionario di auto#etture Alfa, ricollega)ile al 8icco)ono ed al Contrada, o##ero ad entram)i, ed in caso di esito positi#o, a#re))e do#uto controllarsi la riconduci)ilit/ di un ac'uisto di un>auto#ettura FAlfaH ad una donna, legata da un rapporto di natura personale o sentimentale al dott% Contrada% 7>indi#iduazione del concessionario di auto#etture FAlfaH non si 5 ri#elata di particolare difficolt/, atteso che nei primi anni =* a Palermo erano titolari di concessionarie FAlfaH solo le ditte F Adamo Automo)iliH e F azan W 9erruzzaH e che solo il titolare della prima, Calogero Adamo, 5 risultato collegato contemporaneamente sia al 8icco)ono che all>odierno imputato% Il titolare della F azan+9erruzzaH, Gaspare azan, escusso

all>udienza del 19/9/199;, ha dichiarato di non conoscere neppure l>odierno imputato% 1i di#erso tenore le dichiarazioni rese dal concessionario Adamo, di cui sono stati accertati $anche grazie alle sue stesse dichiarazioni& i diretti rapporti con l>imputato ed anche con 8icco)ono e molti altri Fuomini d>onoreH a 'uesto particolarmente #icini: 5 pure emersa come gi/ e#idenziato la circostanza che

4<,

l>Adamo era titolare anche della concessionaria F 9errariH $riferita da 4annoia e confermata dall>Adamo&, a#ente sede nella #ia Ammiraglio 8izzo, zona limitrofa alla #ia Nung, che a#uto riguardo alle plurime e concordanti risultanze gi/ esaminate, era zona fre'uentata, dalla met/ degli anni P<* ai primi anni =*, contestualmente sia dal 8icco)ono che dal dott% Contrada % 2scusso all>udienza del 2;/1*/1994 , Adamo Calogero ha anno#erato tra i suoi migliori clienti nel periodo compreso tra gli anni P<*+>=* 0tefano ontate, 8osario 8icco)ono, Gaspare 4utolo e

4arino 4annoia 9rancesco $cfr% ff% 2 e ss% ud% cit%&: ha definito 0tefano ontate, suo FottimoH cliente, a)ile guidatore e grande

intenditore di macchine, interessato all>ac'uisto di auto #eloci e particolarmente costose, cui egli affida#a in pro#a per primo le piu> )elle macchine che arri#a#ano a Palermo $cfr% ud% 2;/1*/1994 ff% 42 e 4" ud% cit% + tale particolare ha tro#ato conferma documentale nel fascicolo relati#o all>omicidio di 0tefano ontate+ ac'uisito all>ud%

del 19/;/199;+ nel 'uale risulta una richiesta ri#olta all>A%G%, in data 14/;/19=1, da Calogero Adamo, nella 'ualit/ di legale rappresentante della FAdamo Automo)ili s%r%l%H, per la restituzione dell>auto#ettura FGiulietta 2*** Alfa 8omeoH, con targa di pro#a PA =94, sulla 'uale

Pag. 477

#iaggia#a 0tefano

ontate al momento della sua uccisione&% La

parlato di 8osario 8icco)ono non soltanto come di uno dei suoi piu> assidui ed antichi clienti ma anche come di persona che, a)itando nel suo stesso 'uartiere $Adamo ha a)itato sin dal 19,4 in una #illa a 4ondello&, a#e#a modo di incontrare, spesso, anche presso i comuni ri#enditori della zona% 0i 5 gi/ riferito che il teste ha dichiarato di a#ere sempre #isto circolare normalmente il 8icco)ono in citt/, anche nei periodi in cui gli 5 stato fatto notare che il predetto risulta#a latitante, ed ha affermato che nei medesimi periodi si presenta#a personalmente presso i locali della sua azienda per trattare direttamente con lui gli ac'uisti di auto#etture $sin dagli anni P,* e fino agli inizi degli anni P=*& e pagando sempre con denaro contante $cfr% ff% 24+2;+"9+4*+41+;< ud% cit&% La, poi, ricordato che anche Gaspare 4utolo a#e#a ac'uistato presso di lui un>auto#ettura G( Alfa 8omeo $f% "2& e che 4arino 4annoia, tra il 19<= ed il 19=*, a#e#a ac'uistato un>auto#ettura F9errariH (ur)o ed anche altre costose macchine $cfr% ff% 44+4; ud% cit%&% Il teste ha elencato tra i suoi clienti piu> assidui anche il dott% Camillo Al)eggiani, appassionato di auto#etture FAlfaH e proprietario di )arche, una delle 'uali in societ/ con un suo colla)oratore ed ha aggiunto che, per la particolare natura

4<=

dei loro rapporti, era uno dei clienti che tratta#a direttamente con lui i suoi ac'uisti $cfr% ff% "2 e 4, ud% cit%&% Con riferimento ai propri precedenti penali e di Polizia il teste ha ammesso di a#ere riportato in passato una condanna per porto illegale di pistola con matricola a)rasa, di a#ere a#uto re#ocata una licenza per collezioni d>armi dal @uestore e successi#amente di essere stato destinatario di un pro##edimento di di#ieto di detenzione di armi, anche se ha tentato di minimizzare il significato di tali precedenti a suo carico $cfr% ff% 4= e ss%: ;1+;2 ud% cit%&% 0ul peculiare rapporto di F#icinanzaH esistente tra l'Adamo e FCosa !ostraH hanno riferito, nell>am)ito dell>odierno procedimento, due colla)oratori di giustizia, 9rancesco 4arino 4annoia e 4aurizio Pirrone% Il primo ha dichiarato di essere al corrente che il proprio capo+ famiglia, 0tefano ontate, era suo assiduo cliente $tene#a a lungo le

sue auto, senza a#erle intestate con la targa pro#a& e che, in generale , chi nell>am)iente di FCosa !ostraH predilige#a il tipo di auto#etture FAlfa 8omeoH face#a da F7illoH Adamo i suoi ac'uisti $con tale diminuti#o F7illoHera conosciuto all>interno di FCosa !ostraH cfr% ff% 21 e ss% + 1*, e ss%ud% 29/11/1994&% La aggiunto di essere

Pag. 479

personalmente a conoscenza del particolare rapporto di FfiduciaH che #i era tra tale soggetto e molti uomini d>onore, ed a tal proposito ha raccontato di una cena a##enuta presso un locale in Piazza 4arina a Palermo cui a#e#a partecipato pur essendo all>epoca latitante, insieme a FPippoH CalJ, parimenti latitante, a 0tefano ontate, (ommaso

0padaro, 0al#atore Inzerillo, !unzio 7a 4attina, !icola Greco, FPeppuccioH 7ucchese ed altri, ed alla 'uale a#e#a partecipato anche F7illoH Adamo che con tutti i predetti era in Fottimi rapportiH% La specificato che il predetto si presta#a, inoltre, ad intestazioni di )eni fittizi in fa#ore di uomini di FCosa !ostraH ed ha citato l>esempio di un grosso FRachtH di altura che Gio#anni ontate, fratello di 0tefano, e Girolamo (eresi a#e#ano fatto intestare a lui% 4aurizio Pirrone, che a#e#a iniziato le proprie esperienze la#orati#e dopo a#ere conseguito il diploma e prima di intraprendere traffici illeciti di stupefacenti, proprio nel settore della ri#endita di automo)ili, ha sostenuto di a#ere a#uto in tale am)iente i primi contatti con esponenti della mala#ita palermitana $cfr% ud% 11/</199;&% Con riferimento alle proprie conoscenze nel settore dei concessionari d>auto a Palermo, ha dichiarato di a#ere intrattenuto rapporti illeciti per traffico di cocaina anche con Gio#anni Adamo, figlio di Calogero

4=*

Adamo, che conosce#a solo di fama e sape#a che era fornitore di auto FAlfa 8omeoH di grossa cilindrata, ela)orate e tal#olta anche )lindate a 0tefano ontate e agli uomini del suo gruppo $ff% 42 e ss% ud% cit%&%

Proprio con Gio#anni Adamo a#e#a a#uto una Fdisa##enturaH a seguito di un de)ito del predetto nei suoi confronti e del ronzini per una partita di droga che non a#e#a potuto pagare ed in cam)io della 'uale a#e#a offerto loro in garanzia dei gioielli sottratti al padre $cfr% ff% 4" e ss%+ ,< e ss% ud% cit%&% Per giustificare al genitore la dazione di 'uei gioielli $tra cui una grossa catena d>oro di circa gr%2;*& Gio#anni Adamo tra#isando la realt/ dei fatti gli a#e#a riferito che i gioielli gli erano stati estorti dal Pirrone e dal ronzini% Per risol#ere la 'uestione Adamo Calogero a#e#a allora richiesto l>inter#ento di persone molto #icine a 0tefano 9idanzati, ed in particolare di F4immo (eresiH $una delle #ittime della guerra di mafia degli anni P=*, di cui si 5 gi/ a#uto modo di parlare in precedenza come uomo particolarmente #icino anche a 0tefano ontate, suo Fconsigliere nell>am)ito della famiglia ronzini

mafiosa di 0% 4aria del Gesu>&, con cui il Pirrone ed il

a#e#ano a#uto Fmolte difficolt/H nel per#enire ad un chiarimento, non #olendo 'uesti accettare tanto facilmente la spiegazione che, essendo Gio#anni Adamo non un semplice consumatore )ens? a sua #olta un

Pag. 4?1

piccolo trafficante, in realt/ era rimasto loro de)itore per una fornitura di cocaina% Il colla)orante ha aggiunto che prima del chiarimento con il (eresi, sia lui che il ronzini erano sfuggiti ad un agguato preordinato ai loro danni dallo stesso Gio#anni Adamo che, come a#e#ano appreso dallo stesso (eresi, si era ri#olto al padre per ottenere l>inter#ento di tale 9ranco detto F cagnuledduH mala#itoso di Pietraperzia, autista di 0tefano ontate, per dare loro Funa punizioneH $cfr% ff% ,= e ss%&% (ali plurime e con#ergenti dichiarazioni in ordine alla natura del rapporto instauratosi tra Adamo Calogero e FprestigiosiH esponenti di FCosa !ostraH, a#uto anche riguardo alle stesse ammissioni fatte dal predetto nel corso della sua deposizione, sono ulteriormente a##alorate dalla circostanza che, nel periodo in cui numerosi Fuomini d>onoreH si ri#olge#ano a lui per i loro lussuosi ac'uisti di auto#etture, a Palermo #i era un>altra concessionaria FAlfa 8omeoH, la gi/ citata F azan W 9erruzzaH e, come affermato dallo stesso Adamo, anche una FmiriadeH di agenzie di ri#enditori autorizzati alla #endita di tale tipo di auto $cfr% ff% ;9 e ss% ud% 2;/1*/1994&%

4=2

Pertanto la predilezione di tale concessionario da parte di tanti esponenti di rilie#o di 3Cosa !ostra3 non puJ essere ritenuta una mera coincidenza% Per 'uanto riguarda i rapporti con l>odierno imputato, l'Adamo ha dichiarato di a#erlo conosciuto molto )ene, non riuscendo perJ a risalire all>epoca dell>inizio di tale rapporto di conoscenza che ha, comun'ue, circoscritto all>am)ito dell>atti#it/ istituzionale s#olta dal predetto $cfr% ff% 2++"+4 ud% cit%&% Al fine di indi#iduare il momento iniziale e la genesi del rapporto di conoscenza tra Adamo Calogero e l>imputato, la difesa ha prodotto un certificato dell> FAutomo)il Clu) d>ItaliaH, dal 'uale 5 risultato che il 9/=/19,; era stata trascritta la scrittura pri#ata relati#a al trasferimento di propriet/ di un auto#eicolo da Drlando Giuseppe a runo Contrada, a mezzo del procuratore Adamo Calogero $cfr% doc% ac'uisito all>ud% del 2;/1*/1994& ed ha, altres?, prodotto un rapporto giudiziario, a firma del dott% Contrada, in data 2"/=/19<;, relati#o ad un patito tentati#o di estorsione ed attentato dinamitardo ai danni di Adamo Calogero $ac'uisito all>ud% del 2;/1*/1994&% 1i fronte a tali risultanze Adamo Calogero ha dichiarato di non a#ere conser#ato ricordo del lontano ac'uisto di auto effettuato presso

Pag. 4?3

di lui dal dott% Contrada $il che appare pienamente plausi)ile atteso il lungo tempo trascorso e di nessuna rile#anza ai fini in esame& mentre ha ricordato come possi)ile la presenza presso la propria #illa a 4ondello, del dott% Contrada, tra i funzionari di Polizia che si erano occupati della #icenda giudiziaria di cui al citato rapporto% A tal proposito l>Adamo ha categoricamente escluso di a#ere manifestato al dott% Contrada o ad altri, sospetti in ordine ai possi)ili autori dell>attentato ai suoi danni $circostanza che emerge

ine'ui#oca)ilmente dal tenore letterale del predetto rapporto+ cfr% f% " doc% cit%& ed inoltre, pur a#endo ammesso di a#ere su)ito prima di 'uell>attentato alla #illa di 4ondello, altro attentato mediante incendio, presso la sede della concessionaria F9errariH sita in #ia Ammiraglio 8izzo, ha tenuto a precisare di non a#ere mai pagato somme a titolo di estorsione, affermando testualmente 6 Fio pagavo soltanto...era una consuetudine la riparazione, lo sconto nella macchina, che si ; mai concepito uesto fatto di estorsioneE BaiC non era concepito da me anche perch; dissi20 ma che siamo in un altro mondoE# $cfr% ff% 1; e 4< ud% cit%&. 7a #icenda giudiziaria e#idenziata dalla difesa, utile ad indi#iduare una delle prime occasioni di conoscenza tra il dott%

4=4

Contrada e l>Adamo, appare di scarsa rile#anza al fine di spiegare il tipo di rapporto instauratosi tra i predetti dopo tale #icenda, che di per s5 si colloca in un periodo in cui Contrada era ancora ritenuto un nemico di FCosa !ostraH e l>Adamo era preso di mira come una delle sue #ittime% 4olto significati#a appare, in#ece, tale #icenda al fine di spiegare l>origine del rapporto di F#icinanzaH instauratosi tra l>Adamo e FCosa !ostraH reso ancora piu> elo'uente dal tenore delle risposte, prima riportate, rese dall>Adamo in ordine alle richieste estorsi#e ai suoi danni, improntate al piu> tipico dei comportamenti omertosi% (ornando a parlare della natura dei rapporti intrattenuti con il dott% Contrada, Adamo Calogero ha testualmente affermato 6 F rapporti cosD, se avevo bisogno di ualcosa, con tanto di rispetto ci andavo e se era nelle sue possibilit6 me lo faceva#%cfr% f% 11 ud% cit%&% 8ichiesto di riferire 'uali fossero state le occasioni di incontro o di richieste di fa#ori, il teste ha dichiarato di essersi recato una sola #olta presso l>ufficio del dott% Contrada in @uestura nell'imminenza di un #iaggio per far FtimbrareH il proprio passaporto $cfr% ff% ;2 e ss% ud% cit%&%

Pag. 4?5

0u tale episodio ha testualmente dichiarato 6 F una volta mi ; capitato che mi trovavo all-aeroporto, dovevo partire con la mia famiglia 2 passaporto non bollato e come faccioE Bacchina, subito "ontrada. In uell-occasione ebbi motivo di avvicinarlo e gli dissi 0 mi trovo in ueste condizioni ho i biglietti e non posso

partire.....infatti l-aereo per Aoma l-ho perduto abbiamo dovuto prendere il successivo ...e mi fece timbrare il passaporto regolarmente, non fece altro# $cfr% f% < ud% cit%&% 0ulla natura dei rapporti con Calogero Adamo, l>imputato, pur dichiarando di a#erlo conosciuto sin dai primi anni del suo arri#o a Palermo, ha negato l>esistenza di relazioni personali o di fre'uentazione $F io ricordo che dai primi anni che sono arrivato a *alermo, dagli anni FI@...lo vedevo ogni tanto venire alla + uadra Bobile, aveva rapporti che poi si andarono anche, come dire, un po' stringendo maggiormente uando divent, il suocero di un magistrato che era molto vicino a noi della *olizia....il dott. +ignorino. Io non ho mai avuto un particolare rapporto con uesto signore $damo, ci comprai una trentina di anni fa una macchina...non ci sono stati rapporti di fre uentazione e di amicizia personale# cfr% ff% 149 +1;* udienza del 4/11/1994&%

4=,

In ordine all>episodio del passaporto, riferito dall'Adamo, l>imputato, nel corso del proprio esame, ha dichiarato di non a#ere conser#ato alcun ricordo del suo personale interessamento per tale pratica: in #ia meramente dedutti#a, sulla )ase di 'uanto riferito dallo stesso Adamo, ne ha sminuito la rile#anza ad un semplice inter#ento per l>applicazione di una marca annuale, che l>Adamo a#re))e potuto ac'uistare ed annullare anche presso un 'ualsiasi Afficio Postale $cfr% ud% cit% ff% da 14; a 1;1&% Il P%4% ha proceduto, 'uindi, a contestargli che da due fogli di registro consegna passaporti $ac'uisiti all>udienza stessa dell>esame, in data 4/11/1994& risulta#ano le seguenti annotazioni6 alla data del 24 Aprile 19<;, in corrispondenza del nominati#o $damo "alogero# l>indicazione F 3pifani app. *.+. per il dott. "ontrada#: alla data del 12 Gennaio 19<, in corrispondenza del medesimo nominati#o $damo "alogero# l>indicazione per il dott. "ontrada 0 Jarbo#. 0i 5 rile#ato, inoltre, che nella sua agenda personale alla data del 1*/=/19<, risulta#a l>annotazione F<ia delle Aose nG 12 $damo#.

Pag. 4?7

A fronte di tali emergenze documentali l>imputato ha dichiarato che, gli appuntati 2pifani e Iar)o erano stati, #erosimilmente, incaricati da lui di ritirare il passaporto del sig% Adamo, il 'uale do#e#a essersi ri#olto a lui per un sollecito nel rilascio del passaporto: ha ricordato che l>indirizzo indicato nell>agenda corrisponde a 'uello della #illa dell>Adamo, ma non ha saputo indicare il moti#o di 'uella #isita nella sua a)itazione% 1a tali risultanze emerge, ine'ui#oca)ilmente, che, anche 'uesta #olta $cos? come gi/ a##enuto per Cassina e Purpi&, l>imputato ha inizialmente tentato di offrire una #ersione ridutti#a del rapporto instaurato con tale soggetto e solo dopo essere stato posto dinanzi ad emergenze di natura documentale dal contenuto inoppugna)ile che attestano un suo diretto interessamento per due anni consecuti#i per age#olare l>Adamo nel rilascio di pratiche relati#e al passaporto $e non ad una semplice apposizione di tassa go#ernati#a& ed una sua #isita nell'a)itazione del predetto, ha tentato di offrire spiegazioni lacunose e poco con#incenti, sostenendo che tali contatti erano, comun'ue, da ricollegare alla #icenda dell>attentato su)ito

dall>Adamo, 'uando risulta Fper ta)ulasH che la #isita presso la #illa dell>Adamo a 4ondello, 5 annotata ad un anno di distanza dalla data

4==

del rapporto redatto da Contrada sul patito attentato, e 'uindi nulla puJ a#ere a che fare con tale accadimento $cfr% dichiarazioni rese dall>imputato all>ud% del 2*/12/1994&% Ancora una #olta il tentati#o di ridimensionamento, smentito da circostanze di natura documentale, compiuto dall>imputato in ordine ad un rapporto con un soggetto F#icinoH a FCosa !ostraH e peraltro in modo particolare ai F)ossH ontate e 8icco)ono, non 5 spiega)ile se

non con l'intento di dissimulare il proprio personale a##icinamento a 'uei due mafiosi indicati da 4utolo e dagli altri colla)oratori di giustizia come 'uelli a lui piu> #icini% 1>altra parte Adamo Calogero, oltre ad essere risultato dalle emergenze di)attimentali, soggetto F#icinoH a F Cosa !ostraH, 5 risultato legato, anche da rapporti di affinit/ ed amicizia, anche ad altri soggetti $0ignorino e Al)eggiani& a loro #olta legati da sta)ili ed intensi rapporti di amicizia con l>imputato, il che rende ancora piu> in#erosimile la sua affermazione di non a#ere mai a#uto con tale soggetto rapporti di natura eBtra+professionale% 9in 'ui la ricerca dei riscontri alle dichiarazioni rese da 4utolo, sul punto in esame, ha consentito di per#enire a risultati positi#i in ordine a due circostanze6 il periodo del collo'uio con 8icco)ono e

Pag. 4?9

l>indi#iduazione del concessionario d>auto FAlfa 8omeoH in contatto sia con 8icco)ono che con Contrada% 4olto piu> difficile si 5 presentata la ricerca dei riscontri in ordine al punto riguardante l'ac'uisto di un>auto FAlfaH presso la FAdamo Automo)iliH, riconduci)ile ad una donna legata all>odierno imputato% Il metodo di indagine seguito a tal fine, come riferito dal cap% runo nel corso delle sue deposizioni alle udienze del 1=/1*/1994, del 21/1*/1994 e del 12/1*/199;, 5 stato 'uello di una #erifica parallela tra i nominati#i femminili di ac'uirenti d>auto risultanti dai registri delle #endite relati#i agli anni 19=*+19=2 $con riferimento, per eccesso, alla data del collo'uio a#uto da 4utolo con il 8icco)ono&, rin#enuti presso la FAdamo Automi)iliH, ed i nominati#i femminili annotati nelle agende del dott% Contrada% (ale accertamento ha consentito di per#enire alla selezione dei seguenti ac'uisti6 1& 'uello relati#o ad una FGiulietta Alfa 8omeo1,**H ac'uistata dalla societ/ FIdeal Caff5 0tagnittaH, tra cui figura come socio Ignazio 0tagnitta, coniugato con (arantino 4aria !unzia, il cui

49*

nominati#o risulta annotato nelle agende in oggetto $cfr% ff% 1*, e ss% ud% cit%&: 2& 'uello relati#o ad una auto#ettura FAlfa 0udH ac'uistata da 4onica 9isher, il cui nominati#o parimenti risulta dalle agende dell>imputato $cfr% ff% 1*9 e ss% ud% cit%&: "& 'uello relati#o ad una auto#ettura FGiulietta Alfa 8omeo 1,**H ac'uistata a nome di Ingoglia Antonina 2lena, annotato nelle predette agende $cfr% dep% cap% runo ud% del 12/1*/199;&% Dccorre su)ito dire che il primo degli ac'uisti e#idenziati, sulla )ase delle risultanze di)attimentali, 5 risultato del tutto estraneo all>accertamento in oggetto, e ciJ in relazione alle dichiarazioni ac'uisite in ordine alle modalit/ dei pagamenti, al soggetto che tali pagamenti ha effettuato, alla natura dei rapporti instaurati

dall>imputato con la famiglia 0tagnitta $sul punto cfr% dep% runo ud% 1=/1*/1994 ff% 1*< e ss% ud% 21/1*/1994 ff% << e ss%+ Ignazio 0tagnitta+ ud% 2=/"/199; ff% 1 e ss%+ Adamo Calogero ud% 2;/1*/1994 ff% <+=+22 + esame imputato ud% 1;/11/1994 ff% ,; e ss%&% 1i maggior interesse sono risultate le emergenze riguardanti gli altri due ac'uisti ed in modo particolare, 'uello della sig% ra 4onica

Pag. 491

-on Poturzin 9isher, residente a 4erano, domiciliata da molti anni a Palermo% 1alle indagini eseguite dalla 1%I%A%, riferite dal cap% runo, 5

emerso che la predetta ac'uistJ l>auto#ettura FAlfa 0udH targata olzano, con fattura rilasciata in data 24 Giugno 19=2, dalla concessionaria di Adamo Calogero, con #ersamento per cassa di O1%"=<%*** in data 2</;/19=2, con successi#o pagamento della somma di O2%"1;%*** il 1;/,/19=2, con effetti $che non 5 stato possi)ile reperire&, e con saldo di O 4%"99%***, per cassa, in data 22/,/19=2 $cfr% ff% 1*9 e ss% ud% 1=/1*/1994+ ff% ,= e ss% ud% 21/1*/1994&% 2> emerso che la sig%ra 9isher, pro#eniente da 4erano nel 19,;, ha la#orato a Palermo, per molti anni, come direttore di agenzia turistica e presso il #illaggio turistico FCitt/ 1el 4areH di (errasini, negli anni 19<;+19<,: 5 stata dipendente della Cooperati#a F(our (re GolfiH, con sede a Palermo nella #ia 4ariano 0ta)ile n. 21", negli anni compresi tra il 19=* ed il 19=;, anno in cui la stessa risulta essere stata dipendente anche dell>agenzia -iaggi FCoop% -acanze s%r%l%H, con sede a Palermo%

492

7>auto#ettura FAlfa 0ud F tg% olzano ""91;,, di colore giallo che 5 'uella ac'uistata dalla 9isher presso la ditta di Adamo Calogero, 5 stata oggetto di una relazione redatta dai C%C% di 0ciacca, che l>=/"/19=9, riferirono di a#ere notato circolare in paese,a )ordo proprio di tale auto#ettura, una donna )ionda alla guida, e sul sedile posteriore, il noto mafioso 0al#atore 1i Ganci6 in 'uel periodo la 9isher a#e#a chiesto di assumere la direzione tecnica di un>agenzia turistica, la F4aratur s%r%l% di 0ciacca, che dal 1991 ha come amministratore unico, 1i Ganci 9a)rizio, figlio del 1i Ganci 0al#atore% 1a recenti indagini eseguite nell>am)ito dell>operazione di Polizia c%d% FGolden 4arGetH 5 emersa l>esistenza recente di rapporti tra la sig%ra 9isher ed il dott% Al)eggiani% 1alla lettura delle agende del dott% Contrada 5 risultato che il nome della sig%ra 9isher 5 annotato, piu> #olte, in un arco temporale compreso tra il 19<, ed il 1991% Alla data del 11>9>197= risulta l>annotazione6 F (el% 9isher 4%H Alla data del 1=>9>197= risulta l>annotazione6 F (elef% 9isher (errasini%H Alla data del 14>5>1979 risulta l>annotazione6 F 9isher h%1*%H

Pag. 493

Alla data del 15>1>19?1 risulta l>annotazione6 F (elefonare Cottone+ 9isher 4%+ Al)eggianiH ed altri nomita#i% Alla data dell> 1>4>19?1 risulta l>annotazione6 F (elefonare 9isher + -ara $o -ana poco comprensi)ile+ l>imputato non ha saputo dare spiegazioni sull>annotazione n5 sul moti#o della telefonata + cfr% f% ,1 ud% del 1;/11/1994&H% Alla data del =>1>19?1 risulta l>annotazione 6 F9isher Comm% to P%0% -astoH $l>imputato ha ricollegato l>annotazione ad un furto di un carico di mo)ili su)ito dalla 9isher, per il cui ritro#amento egli si interessJ+ cfr% ff% ," e ss% ud% 1;/11/1994& Alla data del 1?>=>19?? risulta l>annotazione6 F da Camillo a 4ondello, incontrati 4onica 9isher e suo fratello con la moglieH % Alla data dell> 11>11>1991 risulta l>annotazione6 F Al 8agno 1>oro, #ia 0illa, pranzo con 4%9isher e G% 4oll+ fotografiaH% In particolare nella ru)rica telefonica dell>imputato, ac'uisita all>udienza del 19/;/199; $#% ru)rica con copertina #erde& , risultano annotati, in corrispondenza del nominati#o della 9isher, due numeri telefonici con due indicazioni6 Berano# e Aoma#. !el corso dell>esame condotto dal P%4%, all>udienza del 1;/11/1994, l>imputato nel riferire in ordine ai rapporti con la predetta

494

9isher, ha dichiarato di a#erla conosciuta all>inizio degli anni P<*, #erosimilmente presentatagli dal dott% Camillo Al)eggiani $sul punto non si 5 detto sicuro ed ha indicato come altra possi)ile occasione della conoscenza una rapina eseguita, tra gli anni <"+<4, ai danni del -illaggio turistico FCitt/ del 4areH, do#e la 9isher la#ora#a&: ha, comun'ue, affermato che la signora era molto amica del dott% Al)eggiani, nella cui #illa l'a#e#a 'uasi sempre incontrata tal#olta anche in compagnia del fratello o del suo con#i#ente% La riferito di essersi recato a pranzo con la 9isher ed una sua amica, 'ualche anno fa a 8oma% In tale circostanza era stata la 9isher a chiamarlo ed egli si era sorpreso del fatto che la stessa a#esse il suo recapito telefonico a 8oma: a#e#a ritenuto che glielo a#esse fornito il dott% Al)eggiani: fatto rile#are all>imputato che nella sua ru)rica personale risulta#ano annotati due recapiti telefonici della sig%ra 9isher, uno a 8oma ed uno a 4erano, ha risposto di non a#ere a#uto con la stessa contatti telefonici $F telefonate, non credo che abbia avuto con la sig. ra >isher# cfr% ff% ;< e ss%&% Contestate le altre risultanze di cui alle sue agende ha aggiunto6 Fl-ho vista ualche volta, le ho telefonato, comun ue vorrei precisare che i miei rapporti con la sig.ra Bonica >isher erano rapporti di

Pag. 495

amicizia, neppure molto stretta, era un-amicizia che avevo con lei perch; la sig.ra era amica del dott. $lbeggiani, non ho avuto molto confidenza con lei# $cfr% f% ,2 ud% cit%&% In sede di esame condotto dalla difesa, all>udienza del 2"/12/1994, ha ri)adito che il proprio rapporto con la 9isher era stato di semplice conoscenza, neppure di amicizia, e che i suoi contatti con 'uesta donna erano stati soltanto sporadici ed occasionali, negando di essersi mai interessato dell>ac'uisto della auto#ettura in oggetto, dichiarando di non sapere neppure che la 9isher a#esse tale macchina $cfr% f% 1= ud% cit%&% Il teste Adamo Calogero, posto dinanzi alle risultanze delle indagini riferite dal cap% runo, mentre ha ricordato con precisione

l>ac'uisto effettuato presso la propria azienda dal sig% 0tagnitta e le relati#e modalit/ di pagamento, ha dichiarato di non conser#are alcun ricordo del coe#o ac'uisto fatto dalla sig%ra 9isher $cfr% ff% <+=+9+1*+ 22+29 ud% 2;/1*/1994&% 2scussa all>udienza del 24/"/199; $cfr% ff% 1, e ss%&, 4onica 9isher -on PoturzCn, ha dichiarato di essersi trasferita da oltre #enti anni in 0icilia, do#e ha sempre la#orato nel settore del turismo% La affermato di conoscere il dott% runo Contrada, ma non 5 stata in

grado di precisare n5 l>epoca, n5 l'occasione della conoscenza, che

49,

comun'ue ha ricondotto all>am)ito di atti#it/ istituzionale s#olta dal medesimo funzionario $ha accennato a possi)ili pro)lemi a#uti per il rinno#o del foglio di soggiorno, in 'uanto cittadina straniera, riconducendoli con approssimazione al 19<<+ cfr% ff% 1,+22+2" ud% cit%&% La testualmente affermato 6 io ho visto il dott. "ontrada sempre ed unicamente in occasione di disbrigo pratiche in )uestura2 se poi una volta o due ci siamo incontrati casualmente in strada, uesto succede, insomma#%cfr% f% "1 ud% cit%&% La assunto che nel corso di un casuale incontro, a##enuto nella #ia 7i)ert/ a Palermo, era stato il dott% Contrada a darle il suo recapito telefonico romano e che in altra occasione gli a#e#a telefonato ed a#e#a pranzato a 8oma con lui insieme ad un>amica $cfr% ff% "4+"; ud% cit%&% La dichiarato di a#ere ac'uistato l>auto#ettura in oggetto, con i pro#enti della propria atti#it/ la#orati#a, facendo ricorso ad un prestito presso due amici6 1i 9alco 8enato e 1omenico 4arcianJ, rice#endo dagli stessi due assegni, rispetti#amente di un milione e mezzo e due milioni, il cui importo a#re))e pro##eduto a restituire dopo due mesi: ha affermato che il dis)rigo della pratica relati#a a tale ac'uisto era stato curato dal proprio con#i#ente 4ario 0antangelo $cfr% ff% 2"+ 2,+2<+"* ud% cit%&%

Pag. 497

In ordine ai rapporti con il dott% Camillo Al)eggiani, ha affermato di conoscerlo ma non 5 stata in grado di ricordare occasioni di incontro presso la sua #illa con il dott% Contrada, ed in ordine al sig% 8enato 1i 9alco ha chiarito di essere stata sua )uona amica sin dai primi anni P<* e di essersi recata molto spesso presso la sua a)itazione in #ia Guido Nung, do#e, non ha escluso, di a#ere incontrato FcasualmenteH anche il dott% Contrada $cfr% ff% 4* e ss% su specifiche domande ri#olte dal (ri)unale& % Alla medesima udienza del 24/"/199;, la difesa a#anza#a richiesta, accolta dal (ri)unale, di ammissione del teste 4ario 0antangelo, che risulta#a presente nei locali del (ri)unale, per a#ere accompagnato la sig%ra 9isher% 2scusso nel corso della stessa udienza il teste conferma#a le dichiarazioni rese dalla propria con#i#ente, con riferimento alle occasioni della conoscenza con l>imputato $Fl-ho conosciuto in circostanze occasionali, esclusivamente, diciamo, per motivi di permessi di soggiorno della mia compagna o ualche volta

incontrati, diciamo occasionalmente per la strada# cfr% ff% 44+4; ud% cit.' ma ne colloca#a cronologicamente l>inizio in un periodo di#erso e cio5 nel 19<9, epoca dell>a##io della propria relazione sentimentale

49=

con la sig%ra 9isher% La sostenuto di a#ere curato personalmente il dis)rigo della pratica relati#o all>ac'uisto dell>auto#ettura FAlfa F affermando di a#ere #ersato per il pagamento una somma in contante di circa 'uattro milioni $pro#ento dell>atti#it/ la#orati#a della signora 9isher& ed il resto con due assegni, rispetti#amente di un milione e mezzo e di due milioni, dati in prestito dal 1i 9alco e da un>altro amico, #erosimilmente tale F!icoH $cfr% ff% 4< e ss%&% La confermato le fre'uentazioni della casa del 1i 9alco insieme alla sig%ra 9isher% 2scusso all>udienza del 19/9/199; $cfr% ff% 14 e ss%& 8enato 1i 9alco ha dichiarato di conoscere la sig%ra 9isher, sin dagli anni P<*: ha confermato di a#erle fatto un prestito, risalente a molti anni fa $non 5 riuscito ad essere piu> preciso sul punto& di circa un milione e mezzo+ due milioni di lire, affermando testualmente F; stato molti anni fa, uindi, non ricordo, per, posso documentarlo, perch; posso andare a prenderlo nel blocchetto degli assegni# ed alla domanda del P%4% che gli chiede#a se fosse in grado di indi#iduare la matrice dell>assegno ha risposto con sicurezza6 F si senz-altro# % (ale sicurezza 5 stata smentita da successi#i accertamenti6 infatti il cap% runo all>udienza del 12/1*/199; ha dichiarato di a#ere

Pag. 499

preso contatti con il 1i 9alco il 'uale gli a#e#a comunicato di non a#ere le matrici degli assegni% Dr)ene, tale risultanza ingenera du))i su 'uanto

categoricamente affermato dal teste 1i 9alco che, se #eramente a#esse potuto documentare il proprio prestito con la matrice dell>assegno, a#re))e 'uanto meno do#uto #erificarne il possesso prima della sua deposizione, a##enuta dopo 'uella del 4arcenJ con il 'uale a#e#a parlato, prima delle reciproche audizioni, dell>oggetto delle stesse $cfr% ud%</</199; ff% <2 e ss%&% Il cap% runo ha riferito, poi, che la )anca, presso la 'uale il 1i 9alco a#e#a il proprio conto corrente, ed a cui si 5 ri#olto per rintracciare la pro#a dell>assegno enmesso da 1i 9alco, non 5 stata in grado di risalire alla documentazione atteso il lungo lasso di tempo trascorso% 7e dichiarazioni rese dal teste !icola 4arcenJ all>udienza del </</199;, non hanno confermato la #ersione offerta dalla 9isher% La dichiarato di non a#ere mai fatto alcun prestito personale alla sig%ra 9isher, e di a#erne fatti, in#ece, in anni di#ersi, al sig% 0antangelo, Fper provvedere alle necessit6 della sua famiglia# e non per l>ac'uisto di un>auto: gli a#e#a dato due assegni, dell>importo

;**

ciascuno non inferiore al mezzo milione e non superiore al milione e mezzo ed in ogni caso con riferimento ad un>epoca $circa dieci anni fa& che non coincide con 'uella dell>ac'uisto dell>auto% 1al complesso delle esposte risultanze sono emersi molti du))i sulle #ersioni offerte dall>imputato e dalla sig%ra 9isher% Innanzi tutto le dichiarazioni rese dall>imputato e da 4onica 9isher in ordine alla natura dei loro rapporti appaiono sotto di#ersi aspetti poco con#incenti6 esse di#ergono in ordine all>epoca $sia pur approssimati#amente indicata dagli stessi& ed all>occasione

dell>iniziale conoscenza $presentazione da parte dell>Al)eggiani o rapina ai danni della FCitt/ del 4areH per l>imputato+ dis)rigo pratiche per il foglio di soggiorno per la 9isher&: in ordine alle possi)ilit/ di incontri che secondo l>imputato sare))ero per lo piu> a##enuti nella #illa dell>Al)eggiani, di cui la 9isher non ha, in#ece, conser#ato neppure un ricordo, mentre l>imputato non ha

minimamente fatto cenno alle possi)ilit/ di incontro, ammesse dalla 9isher, nell>a)itazione del 1i 9alco in #ia Guido Nung: in ordine al modo in cui la 9isher era #enuta a conoscenza del recapito telefonico romano del dott% Contrada, che 'uest>ultimo si mera#iglia#a che fosse

Pag. 5<1

in possesso della donna, la 'uale ha dichiarato in#ece di a#erlo rice#uto direttamente da lui% 0oprattutto entram)i hanno cercato di fornire una #ersione che e#idenziasse una superficialit/ ed occasionalit/ di incontri, che non si concilia affatto con l>annotazione nella ru)rica telefonica

dell>imputato di )en due recapiti telefonici della donna $uno dei 'uali di 4erano& e con tutte le altre indicazioni contenute nelle sue agende che riguardano la 9isher e che attestano la prosecuzione del rapporto per un arco temporale molto esteso $dal 19<, al 1991&% 1alla data della prima annotazione sul conto della 9isher contenuta nell>agenda dell>imputato $19<,& si desume con certezza che la conoscenza tra il dott% Contrada e la 9isher, risali#a ad un>epoca antecedente all>instaurarsi della relazione sentimentale fra il 0antangelo e la 9isher $19<9&% Pertanto il 0antangelo nulla pote#a sapere sull'inizio della conoscenza fra i due% Appare poi una coincidenza, 'uanto meno singolare, che uno dei due soggetti indicati dalla 9isher come l>amico da cui a#e#a rice#uto una parte del prestito per l>ac'uisto dell>auto in esame sia proprio 8enato 1i 9alco, amico del dott% Contrada ed affittuario di

;*2

uno dei due appartamenti dallo stesso imputato fre'uentato e che la 9isher ha, parimenti, ammesso di a#ere fre'uentato% 8imangono du))i sull>attendi)ilit/ di 'uanto dichiarato dalla 9isher in ordine alla pro#enienza del denaro utilizzato per l>ac'uisto dell>auto, posto che la #ersione del doppio prestito di denaro 5 rimasta non pro#ata% Comun'ue sul punto in esame 5 emerso 'uanto segue6 1& la corrispondenza approssimati#a tra la data del primo acconto dato per l'ac'uisto dell' 3Alfa 0ud3 $4aggio 19=2& e la data del collo'uio inter#enuto tra 8icco)ono e 4utolo $1icem)re 19=1&: al riguardo si 5 gi/ detto che dalle dichiarazioni rese dal collo)orante non 5 stato age#ole comprendere se l>ac'uisto fosse gi/ stato fatto all>epoca del collo'uio o fosse ancora da fare: 2& la marca dell>auto corrisponde a 'uella appresa da 4utolo, FAlfaH, ac'uistata presso il concessionario Calogero Adamo, risultato al contempo collegato sia all>imputato che al 8icco)ono, nonch5 uomo di fiducia di FCosa !ostraH: "& l>intestazione dell>auto ad una donna che risulta essere in rapporti diretti e di una certa intensit/ con l>imputato, per un

Pag. 5<3

lungo arco temporale, dal 19<, al 1991, e sulla cui reale natura i diretti interessati sono stati molto reticenti: 4& le occasioni di fre'uentazione tra i due, anche attra#erso alcuni comuni amici $Al)eggiani e 1i 9alco& ed anche presso l>appartamento di #ia Guido Nung% !on risulta, in#ece, corrispondenza tra la somma che, secondo 'uanto riferito da 8icco)ono, 'uesti a#re))e fatto a#ere al dott% Contrada $1; milioni&, ed il prezzo dell>auto#ettura presa in esame $circa = milioni&% 1alle piu> recenti indagini eseguite dalla 1%I%A% 5 emerso un altro ac'uisto di auto#ettura, di interesse al fine in esame% 0i tratta dell>ac'uisto di un>auto#ettura FAlfa 8omeo Giulietta 1,**H, in data 1</,/19=2, da parte della sig%ra Ingoglia Antonina 2lena, coniugata Conciauro, presso la FAdamo Automo)iliH, per un prezzo di O12%***%***, pagata in due soluzioni molto ra##icinate nel tempo 6 O;%***%*** in data 14/,/19=2 e O <%***%*** in data 22/,/19=2 $sul punto cfr% dep% Cap% runo ud% 12/1*/199; ff% 1= e ss%&% !el corso dell>esame reso, all>udienza del 1"/1*/199;, l>imputato ha accennato ad una conoscenza con tale signora assai risalente nel tempo e, comun'ue, molto superficiale $F ho conosciuto

;*4

uesta signora circa venticin ue anni fa all-inizio del F5@, poi c-; stato un lungo periodo di tempo che non l-ho piu- vista, poi l-ho rincontrata per combinazione in via Auggero +ettimo, e

nell-occasione mi disse che si era sposata con il sig. .iovanni "onciauro, che ; titolare di negozi di calzature a *alermo# %cfr. ff. I50I8 ud. cit.'% La ricordato, poi, 'ualche altro incontro casuale con la stessa insieme al marito e 'ualche ac'uisto di calzature fatto presso i loro negozi% 1alla ru)rica telefonica dell>imputato risulta

l>annotazione relati#a al numero telefonico della predetta sig%ra Ingoglia 2lena $cfr% ru)rica con copertina #erde ac'uisita all>ud% del 19/;/199;& e dall>esame dell> agenda del 19=2 5 emersa, alla data del 9>=>19?1, un>annotazione del seguente tenore letterale6 F (el%to Adamo per auto ConciauroH% (ale annotazione, che precede di pochi giorni l>ac'uisto dell>auto in oggetto da parte della sig% Ingoglia+Conciauro $del 1</,/19=2&, consente di sta)ilire un sicuro collegamento tra l>ac'uisto dell>auto, il dott% Contrada, la sig%ra Conciauro ed il ri#enditore d>auto Calogero Adamo% 0ul punto l'imputato non ha fornito alcuna spiegazione ed anche in 'uesto caso ha offerto una #ersione ridutti#a dei propri

Pag. 5<5

rapporti con la Ingoglia dimostrando di a#ere moti#o di negare la #era natura di tali rapporti% Dccorre soffermarsi su un>ipotesi, che la difesa ha appena accennato nel corso della discussione finale, ma che de#e essere presa in esame ai fini di una sua confutazione, secondo cui alcuni ac'uisti $19=*+19=2&, riconduci)ili al 8icco)ono, corrispondenti nel loro ammontare alla somma di poco piu> di 1; milioni, potre))ero costituire la pro#a di una truffa da parte del 8icco)ono ai danni di 4utolo, essendo plausi)ile che egli a))ia prele#ato la somma in oggetto dai conti della associazione, dicendo di destinarli ad un regalo, ma in realt/ effettuando con la stessa degli ac'uisti personali% 0ugli ac'uisti in oggetto il cap% runo ha riferito alle udienze

del 1=/1*/1994 $ff% 1*; e ss%& e del 21/1*/1994 $cfr% ff% 1,1 e ss%& precisando che si 5 trattato dell>ac'uisto di una auto#ettura Golf, effettuato nel Giugno 19=1, per la somma di lire 1* milioni, con intestazione a nome di 8osalia -itamia, moglie del 8icco)ono: e dell>ac'uisto di un>auto#ettura 9IA( 12<, effettuato nel !o#em)re del 19=1, per la somma di lire ; milioni e mezzo, con intestazione a 4argherita Greco, madre del 8icco)ono, entram)i effettuati con pagamento per cassa%

;*,

In ordine a tali ac'uisti, Adamo Calogero, ha rile#ato che in 'uesti casi, cos? come in tutte le altre numerose #olte in cui il 8icco)ono a#e#a ac'uistato macchine presso la sua azienda, era stato lo stesso 8icco)ono ad effettuare i pagamenti e, come sempre, con denaro contante: la circostanza , poi, che i tipi di auto#ettura in 'uestione $Golf e 9IA(& non fossero tra 'uelli che egli tratta#a come concessionario 5 stata spiegata dal teste come un particolare fa#ore fatto al 8icco)ono che a#e#a, e#identemente, espresso il desiderio di ac'uistare proprio 'uel tipo di auto#etture, che l>Adamo

nell>occasione a#e#a prele#ato presso altro ri#enditore con margini di guadagno irrisori per lui% $cfr% ff% 1,+1<+1=+2"+24+2;+"9 e ss% ;< ud% del 2;/1*/1994&% 7a circostanza, pertanto, che 'uei due ac'uisti, ricompresi nel )re#e periodo esaminato dal cap% runo, a))ia e#idenziato la

corrispondenza della somma indicata da 4utolo con 'uella degli ac'uisti fatti dal 8icco)ono, che non riguarda#ano comun'ue auto#etture Alfa 8omeo, non puJ che essere ritenuta una mera coincidenza% 8icco)ono ac'uista#a a)itualmente dal ri#enditore Adamo Calogero auto#etture, lussuose e di grossa cilindrata, e non a#e#a

Pag. 5<7

certo )isogno di mentire al proprio uomo piu> fidato, Gaspare 4utolo, al fine di decurtare dai conti dell>organizzazione la somma di 1; milioni per ac'uistare due utilitarie da intestare alla madre ed alla moglie% Peraltro che la somma in 'uestione fosse da##ero irrisoria rispetto ai traffici gestiti dalla FfamigliaH del 8icco)ono, specialmente nel settore degli stupefacenti, 5 circostanza che 4utolo ha dichiarato espressamente e, non #i 5 du))io che, come gi/ riferito, essa ha costituito oggetto di ampio e specifico approfondimento nell>am)ito del processo 4aBi1, tanto da non potere dare adito a du))i di sorta sul punto% Inoltre la tesi della difesa di un inganno perpetrato da 8icco)ono nei confronti del 4utolo non 5 aderente alla realt/ perch5 non tiene conto dei rapporti strettamente gerarchici che esistono all'interno di una 3famiglia3 mafiosa per cui il capo non de#e giustificarsi con un 3uomo d'onore3 anche se a lui #icino% 2 comun'ue 5 contro ogni logica credere che il 8icco)ono a))ia potuto aggiungere alla sua mendace giustificazione il nome di Contrada se 'uesti non a#esse a#uto rapporti di collusione con la 3famiglia3 di Partanna, di#ersamente non sare))e stato minimamente credi)ile da parte del

;*=

4utolo che un regalo era stato offerto ad una persona estranea all'organizzazione e per di piu> appartenente alle 9orze dell'Drdine% 0ulla )ase di tutte le risultanze ac'uisite de#e concludersi che dalla complessa istruttoria espletata, sul punto in esame, 5 stato possi)ile e#idenziare i seguenti dati o)ietti#i6 1& la precisa corrispondenza tra la data del collo'uio riferito da 4utolo ed il periodo di permesso dallo stesso fruito a Palermo: 2& l>indi#iduazione di un concessionario d>auto FAlfa 8omeoH a Palermo, Adamo Calogero, a#ente tutti i re'uisiti soggetti#i corrispondenti al #enditore d>auto di fiducia presso il 'uale effettuare l>ac'uisto riferito dal colla)orante: "& gli stretti rapporti di Adamo Calogero, con molti Fuomini d>onoreH, ed in particolare con 0tefano ontate e 8osario

8icco)ono #erso i 'uali attua#a un trattamento di particolare attenzione e cortesia con riferimento alla sua atti#it/ di concessionario: inoltre la sua compiacenza nei confronti di Fuomini di Cosa !ostraH manifestatasi anche come

disponi)ilit/ ad intestazioni di comodo in loro fa#ore che esor)itando dalla sua atti#it/ dimostra un singolare

atteggiamento di rispetto e deferenza $sul punto de#ono

Pag. 5<9

segnalarsi le numerose intestazioni di auto al sig% Adamo, ai suoi familiari ed alle sue societ/, e#idenziate dalle indagini condotte dal cap% runo cfr% ff% 22 e ss% ud% 12/1*/199;&: 4& i )uoni rapporti esistenti tra Calogero Adamo e l>odierno imputato, tali da giustificare, al di l/ delle #ersioni offerte dagli interessati ri#elatesi parziali e reticenti, reciproci fa#ori e fre'uentazioni $#edi interessamento di Contrada per pratiche rilascio passaporto ad Adamo + inter#ento di Contrada presso Adamo per ac'uisto auto Ingoglia+ #isita presso la #illa dell>Adamo annotata nell>agenda dell>imputato&: ;& le fre'uentazioni femminili da parte dell'imputato e

l'effettuazione di taluni ac'uisti di auto#etture 3Alfa3 presso il concessionario Adamo Calogero da parte di donne legate da rapporti personali al dott% Contrada $9isher + Ingoglia&% I suddetti fatti oggetti#i e riscontrati, pur non essendo stati sufficienti alla sicura identificazione della destinataria dell'

auto#ettura 3Alfa3, costituiscono elementi indiretti di concordanza con il racconto, in#ero poco dettagliato, del 4utolo sull>episodio in oggetto%

;1*

Pag. 511

G$i e!is#-i re$a"i'i a A a%"# a!!res# -a$ c#$$a;#ra%"e -a a$"ri 8 #&i%i -@#%#re: i% #r-i%e a$ ra!!#r"# c#$$ si'# "ra $@#-ier%# i&! "a"# e 8C#sa N#s"ra: 2e!is#-i# A%"#%i%# P#rce$$i e e!is#-i# re$a"i'# a$$a !erA isi)i#%e eseg i"a !ress# $@a;i"a)i#%e -i Gas!are M "#$#3

0i 5 gi/ anticipato in premessa, che nel corso della sua deposizione Gaspare 4utolo ha riferito di a#ere a#uto conferma da altri associati a FCosa !ostraH del rapporto instaurato dall>odierno imputato con la predetta organizzazione criminale% 7>episodio relati#o ad Antonino Porcelli trae spunto dalla colla)orazione con la giustizia da parte di -incenzo 1e Caro, cognato di 4utolo, a suo dire non affiliato a FCosa !ostraH, ma escusso in numerosi processi contro appartenenti a tale organizzazione% 2gli ha riferito che un giorno Antonino Porcelli tornando da un>udienza, durante la 'uale a#e#a assistito ad una deposizione di)attimentale di -incenzo 1e Caro, nel carcere dell>Acciardone di Palermo $do#e si tro#a#a detenuto insieme a 4utolo, anche se in celle

;12

di#erse& gli si era ri#olto in modo molto concitato parlando dalla finestra della cella% Il collo'uio a#e#a a#uto ad oggetto le Finfamanti accuseH che il 1e Caro a#e#a ri#olto a molti mafiosi, definendoli delatori della Polizia e a tal proposito, in una sorta di sfogo, il Porcelli a#e#a detto a 4utolo F tuo cognato ci sta prendendo anche per spioni, dice che noi eravamo confidenti di *olizia, dice, ma tu lo sai... che uesti contatti con "ontrada erano non perch; , cio; il Aiccobono ci dava delle notizie, ma semplicemente perch; avevamo dei favori cfr% f% ,= trascr% ud% 12/</1994&% 7>episodio in esame ac'uista una particolare importanza perch5 fornisce, al 4utolo, da fonte di#ersa dal 8icco)ono, la conferma della diffusione nell>am)ito di FCosa !ostraH della notizia della piena disponi)ilit/ dell>odierno imputato a #antaggio dell>organizzazione criminale% 2> stato accertato che -incenzo 1e Caro, fratello di 0antina 1e Caro, coniugata con Gaspare 4utolo, dal 19=, ha intrapreso un rapporto di colla)orazione con la giustizia $risultano #er)ali dallo stesso resi in data 1</9/19=,+2=/</19=, e 4/=/19=, + cfr% riferimenti

Pag. 513

contenuti nelle schede gi/ citate ac'uisite alle udienze dell>=/</1994 e 22/9/199;&% All>udienza del 14/1*/1994, su richiesta formulata dalla difesa ai sensi dell>art% 19; c%p%p%, accolta dal (ri)unale con ordinanza in data 2"/9/1994, Antonino Porcelli 5 stato escusso con le forme di cui all>art% 21* c%p%p%, risultando condannato, con sentenza passata in giudicato, alla pena di anni undici di reclusione, per il reato di associazione per delin'uere di tipo mafioso, nell>am)ito del procedimento denominato 4aBi )is $cfr% ff% "1 e "2 ud% cit%&% Il Porcelli ha dichiarato di essere stato, continuati#amente, ristretto in carcere dal 19=; al 199", data della sua scarcerazione per espiazione pena: ha genericamente riferito di essere stato oggetto di molteplici denunce e proposte di misure di pre#enzione per una delle 'uali in particolare, nel corso del 19<4, era stata emessa un'ordinanza di custodia precauzionale nei suoi confronti, unitamente a 8osario 8icco)ono, Gaspare 4utolo, (roia 1omenico ed altri $cfr% ff% "1+"2+ ""+"4+"; ud% cit%&% La riferito di pro#enire dalla )orgata palermitana di Partanna+4ondello, ma di a#ere conosciuto 4utolo solo, nel 19=;, in occasione della comune detenzione presso il carcere

dell>Acciardone di Palermo do#e erano stati ristretti nello stesso

;14

)raccio ma non nella stessa cella $cfr% ff% ",+"<&% A seguito delle contestazioni da parte del P%4%, ha ammesso di a#ere assistito all>udienza di)attimentale, nell>am)ito del procedimento a suo carico 4aBi )is, nel corso della 'uale il 1e Caro -incenzo a#e#a reso le sue dichiarazioni accusatorie, anche se nella prima parte della propria deposizione a#e#a negato, persino, di a#ere mai saputo che il 1e Caro fosse un colla)oratore di giustizia negando, al contempo, di a#ere mai parlato con 4utolo delle accuse del 1e Caro e del dott% Contrada $cfr% ff% "9 e 42&% 8ichiesto di dire 'uali fossero stati i suoi coimputati, accusati di associazione a delin'uere, ha detto di non essere mai stato FassociatoH con altri soggetti $Fnon ero associato con nessuno# cfr. f. 48' % Alla specifica domanda finalizzata a sapere se il 1e Caro a#esse mai ri#olto a lui o al 8icco)ono l>accusa di essere delatori della Polizia $Fs)irriH&, ha risposto testualmente6 Fmai, per me non l-ha mai detto# $cfr% f% 4"&% 1alle dichiarazioni rese al di)attimento da Antonino Porcelli 5 stato possi)ile e#incere alcuni riscontri alle dichiarazioni rese da Gaspare 4utolo sull>episodio in esame% 2d infatti il Porcelli ha ammesso6

Pag. 515

1&

di essere stato codetenuto con Gaspare 4utolo, dal 19=; in poi, presso il carcere dell>Acciardone in celle di#erse ed in periodo contestuale alla cele)razione del di)attimento del procedimento a suo carico $dalla scheda relati#a ai periodi di detenzione di Gaspare 4utolo risulta che egli fu ristretto, presso la locale Casa C%le, tra il fe))raio 19=, ed il 19==, ad eccezione di 'ualche )re#e inter#allo&:

2&

di a#ere, effetti#amente, assistito ad un>udienza nell>am)ito del predetto procedimento, nel corso della 'uale a#e#a reso la sua deposizione -incenzo 1e Caro:

"&

di a#ere a suo carico precedenti che ne attestano l>appartenenza al gruppo delin'uenziale di Partanna+4ondello% 1i scarso rilie#o appare la circostanza dedotta dalla difesa, al

fine di incrinare l>attendi)ilit/ del racconto del colla)orante, secondo la 'uale, essendoci la possi)ilit/ per i due codetenuti di incontrarsi durante l>ora di aria all>interno del carcere, non a#re))ero a#uto alcun moti#o di comunicare attra#erso le finestre delle rispetti#e celle% 0i rile#a che 4utolo, nel riferire l>episodio in esame, ha fatto espresso riferimento ad un particolare stato di agitazione in cui #ersa#a il Porcelli, indignato di a#ere appreso 'uelle accuse Fdi

;1,

s)irroH pronunciate dal 1e Caro, nel corso del procedimento a suo carico , accusa tra le piu> gra#i che puJ essere ri#olta ad un Fuomo d>onoreH secondo le regole di FCosa !ostraH $dato peraltro elo'uentemente emerso dalla risposta data dallo stesso Porcelli alla domanda ri#oltagli sul punto& e che pote#a )en giustificare il )isogno di un confronto immediato con 4utolo, attra#erso le finestre delle rispetti#e celle, senza do#er necessariamente aspettare il momento della condi#isione dell>aria% A fronte dei positi#i riscontri emersi alle dichiarazioni rese da Gaspare 4utolo, pro#enienti anche dallo stesso Porcelli, 5 appena il caso di rile#are che la negazione da parte di 'uest>ultimo del contenuto del collo'uio intrattenuto con 4utolo, non puJ a#ere alcuna rile#anza al fine di una smentita del colla)orante% 0i osser#a a tal proposito che il Porcelli, gi/ condannato con sentenza passata in giudicato per il reato di associazione mafiosa, ha negato, persino, di essere mai stato associato con i soggetti condannati nell>am)ito del medesimo procedimento% !ella sua accertata 'ualit/ di Fuomo d>onoreH, certamente non a#re))e mai potuto a##alorare le accuse di un colla)oratore di giustizia e si 5 limitato a fare ammissioni su dati accerta)ili

Pag. 517

o)ietti#amente e della cui rile#anza egli non era neppure in grado di rendersi conto% !el tentati#o di screditare 4utolo 5 giunto, persino, a negare di a#erlo mai conosciuto prima del periodo della comune detenzione, pur a#endo #issuto nella stessa )orgata e nonostante i precedenti giudiziari in comune% La negato di a#ere mai appreso della colla)orazione con la giustizia da parte di Gaspare 4utolo, smentendosi in modo totale su)ito dopo% (enuto conto delle superiori osser#azioni, ritiene il (ri)unale che anche l> episodio del collo'uio con il Porcelli a#ente ad oggetto l>odierno imputato, riferito da Gaspare 4utolo, sia stato integrato da riscontri, o)ietti#i e certi pro#enienti FaliundeH, idonei a confermarne l>estrinseca attendi)ilit/% 4utolo ha, poi, ricordato altro episodio, a suo dire #erificatosi nel 19=2, em)lematico del fatto che in 'uel periodo, la notizia del ruolo s#olto dall>odierno imputato per FCosa !ostraH, era di#enuta ormai patrimonio di conoscenza da parte di molti esponenti mafiosi% In 'uesto caso l>occasione della discussione a#ente ad oggetto il dott% Contrada trae#a spunto da una per'uisizione domiciliare su)ita dallo stesso 4utolo, che per un mero caso non a#e#a consentito agli uomini della 0'uadra 4o)ile di rin#enire una grossa partita di eroina,

;1=

che il 4utolo a#e#a a#uto l>accortezza di celare nel porta)agagli della propria macchina, posteggiata nel garage, locale al 'uale la per'uisizione non era stata estesa $cfr% ff% 211 e ss% ud% </,/1994 + ff% <1 e ss% ud% 12/</1994&% 4utolo, si era ri#olto, 'uindi, agli associati mafiosi che gesti#ano con lui 'uei traffici di droga, e a#e#a chiesto spiegazioni del moti#o per cui il dott% Contrada non fosse inter#enuto per a##isarli in tempo di 'uell>operazione di Polizia che a#e#a fatto correre il gra#e rischio della scoperta di 'uella note#ole partita di droga% A#e#a appreso, 'uindi, $ha fatto riferimento a collo'ui inter#enuti con piu> soggetti, tra i 'uali ha indicato con certezza6 0al#atore 4icalizzi, Gaetano Carollo, Greco detto F0carpaH, Galatolo -incenzo e FPinoH 0a#oca& che in 'uell>occasione nessun rimpro#ero pote#a essere mosso al dott% Contrada, perch5 il responsa)ile di 'uell>operazione non era lui )ens? il dott% Cassar/ o 'ualche altro, che non era FraggiungibileH da parte dell>organizzazione criminale % (ale collo'uio, oltre a ri#elare il grado di diffusione del ruolo s#olto per conto dell>organizzazione criminale dal dott% Contrada, ri#ela, altres?, la piena consape#olezza del fatto che altri funzionari, ed in 'uesto caso il dott% Cassar/, erano ritenuti dagli uomini di mafia

Pag. 519

incorrutti)ili ed adotta#ano metodi di la#oro finalizzati ad ostacolare gli inter#enti de#ianti da parte anche di soggetti interni alle strutture in#estigati#e palermitane $'uesto argomento sar/ oggetto di specifica trattazione allor'uando, nel prosieguo, sar/ affrontato l>argomento relati#o ai rapporti esistenti tra l>odierno imputato ed il dott% !inni Cassar/&% 1all>episodio in esame puJ trarsi un>altra considerazione 6 il fatto che l>odierno imputato non ricoprisse piu> incarichi presso la 0'uadra 4o)ile di Palermo non era considerato all>interno di FCosa !ostraH un moti#o di per s5 preclusi#o degli inter#enti in suo fa#ore da parte dello stesso% 2d infatti 4utolo, in 'uesto caso, ha fatto riferimento ad un>epoca precisa, il 19=2, periodo in cui era notorio che l> imputato non ricopri#a piu> incarichi presso la 0'uadra 4o)ile di Palermo: ciononostante, 4utolo non apprende che il dott% Contrada, non era potuto inter#enire perch5 ormai passato ad altro incarico, ma )ens? perch5 ostacolato dalla gestione diretta dell>operazione da parte di funzionari incorrutti)ili% Passando all>analisi dei riscontri ac'uisiti sullo specifico episodio riferito da 4utolo, si rile#a preliminarmente che in sede di

;2*

controesame del colla)orante, la difesa ha esplicitamente e#idenziato 'uella che ritene#a essere una contraddizione del suo racconto affermando testualmente6 nel 1982, guardi che "assar6 non c-era# $cfr% f% 21" ud% </,/1994&% 7a documentazione ac'uisita ha consentito di accertare che il 22/4/19=2, personale della 0'uadra 4o)ile, a#e#a effettuato una per'uisizione domiciliare presso l>a)itazione di Gaspare 4utolo, ai sensi dell>art% 41 del (%A%7%P%0%, che a#e#a dato esito negati#o $cfr% p%#% di per'uisizione domiciliare e p%#% di se'uestro di carte e appunti #ari rin#enuti nell>occasione, ac'uisiti all>udienza del "*/,/199;&% 1alla lettura del p%#% di se'uestro ac'uisito risulta che il firmatario piu> alto in grado che a#e#a diretto 'uella operazione era il dott% Giuseppe 4ontana e che l'autore della nota di trasmissione dei predetti #er)ali all>A%G% era stato proprio il dott% !inni Cassar/, facente funzioni di dirigente della 0'uadra 4o)ile% (ali dati, hanno poi rice#uto ulteriore conferma, essendo stata ac'uisita anche la nota rilasciata dalla @uestura di Palermo in data 9/"/199;, riepilogati#a degli incarichi ricoperti dal dott% Antonino Cassar/, nell>am)ito della 0'uadra 4o)ile di Palermo $cfr% ac'uisizione all>ud% del 22/9/199;&, da cui risulta che il predetto

Pag. 511

funzionario era stato trasferito, pro#eniente dalla @uestura di (rapani, presso la locale @uestura, in data "/;/19=*, ed assegnato alla 0'uadra 4o)ile con incarico di funzionario addetto alla sezione omicidi% 1al prospetto dell>organigramma della 0'uadra 4o)ile, relati#o all>anno 19=1, si e#ince, anche, che il dott% Cassar/ era il funzionario piu> anziano addetto alla 0'uadra 4o)ile dopo il dott% Ignazio 1>Antone, il 'uale, gi/ dall>Aprile del 19=1, a#e#a assunto la direzione di fatto della 0'uadra 4o)ile, a seguito del trasferimento del dott% Giuseppe Impallomeni da Palermo, ri#estendo in seguito il ruolo effetti#o di dirigente, che a#e#a mantenuto fino all>Aprile del 19=; $sul punto cfr% dep% 1>Antone ff% "=+;=e ss% 1;4 ud% 14/</199;&% CiJ spiega perch5 nel 4aggio del 19=2, firmatario della nota 'uale dirigente Ff%f%H risulti il dott% Antonino Cassar/, il 'uale essendo il funzionario piu> anziano addetto in 'uell>epoca alla 0'uadra 4o)ile di Palermo, sostitui#a in 'uel momento, per 'ualche temporanea assenza, il dott% 1>Antone nell>incarico di dirigente% 7e riferite ac'uisizioni documentali hanno consentito di per#enire ad una #erifica, o)ietti#a ed estrinseca, alle dichiarazioni rese dal colla)orante Gaspare 4utolo con riferimento a tale episodio%

;22

Pag. 513

Le "esi -i0e%si'e !r#s!e""a"e -a$$@i&! "a"#.

Con precipuo riferimento al colla)oratore di giustizia Gaspare 4utolo l>imputato, sin dalle sue prime dichiarazioni nell>am)ito dell>odierno procedimento, ha prospettato due principali linee difensi#e, tra loro alternati#e% !on ha escluso la )uona fede di 4utolo nell>accusarlo, $in tal caso do#re))e ritenersi che a mentire sia stato il 8icco)ono, che a#re))e millantato un rapporto con lui inesistente + tesi difensi#a della millanteria& ma ha comun'ue precisato che 4utolo a#re))e a#uto ottimi moti#i per calunniarlo in 'uanto nel corso della propria atti#it/ di in#estigatore lo a#e#a perseguito in modo particolarmente efficace $tesi della calunnia per #endetta& 6 F pu, darsi che Butolo, anche, parli in buona fede, perch; uesti signori della mafia...anche tra di loro si tradivano, non si dicevano la verit6, si colpivano alle spalle, millantavano, uindi non ; da escludere che abbia raccolto delle voci e le abbia , poi, in buona fede riferite, io non credo mai al pentito che riferisce le cose per vendicarsi, anche se lui ne avrebbe

;24

tutti i motivi, perch; io veramente ho avuto da investigatore la mano molto pesante per lui# $cfr% ff% 9,+9< ud% 12/</1994&% A proposito dei suoi rapporti con 8icco)ono ha decisamente negato 'ualsiasi tipo di contatto diretto $ mai visto, mai conosciuto#', sia pure ai soli fini di un rapporto di natura confidenziale, ed ha dichiarato che 'uesti era uno dei mafiosi che, unitamente agli uomini della sua cosca, a#e#a perseguito di piu> nel corso della propria carriera, principalmente negli anni 19<4+19<;+ 19<, nei 'uali si era pre#alentemente occupato della famiglia di Partanna+4ondello: ha indicato come principale esempio della propria Fper#icacia in#estigati#aH l>indagine relati#a all>omicidio dell>agente di P%0% Gaetano Cappiello $cfr% ff% = e ss% ud% 2"/,/199;+ ff 12" e ss% ud% 2=/</199;% ff% 1, e ss% ud% =/11/1994&% All>udienza del 1,/12/1994 ha sostenuto che nessun

funzionario di Polizia a Palermo ha s#olto indagini su 8icco)ono con maggior impegno di 'uanto egli a))ia fatto6 Fnel corso di uesta mia attivit6 di *olizia non c-; stata nessun- altra famiglia di mafia che ; stata perseguita come io ho perseguito la famiglia di *artanna0 Bondello# e ciJ per due essenziali ordini di ragioni6

Pag. 515

1&

il maggior numero di confidenti o F'uasi confidentiH che ha ammesso di a#ere a#uto nella zona:

2&

la personalizzazione del suo impegno in#estigati#o a causa dell>omicidio di Gaetano Cappiello, gio#ane agente di Polizia al 'uale era particolarmente affezionato% (utte le predette dichiarazioni do#ranno essere singolarmente

esaminate% In ordine alla prospettata tesi secondo cui le dichiarazioni accusatorie di Gaspare 4utolo potre))ero tro#are giustificazione nella millanteria da parte del 8icco)ono #a detto che numerosi argomenti, desumi)ili da 'uanto 5 gi/ stato oggetto di accertamento, consentono di escluderne la fondatezza% Dsser#asi innanzi tutto che i riscontri esterni ac'uisiti in relazione alle dichiarazioni rese da Gaspare 4utolo gi/ di per s5 sono una garanzia sia della #erit/ di 'uanto ha riferito, che

dell>attendi)ilit/ della sua fonte, essendo emerso che la maggior parte delle notizie in suo possesso pro#eni#ano dal 8icco)ono% Il rapporto di particolare fiducia e stretta colla)orazione esistente tra 4utolo e 8icco)ono, che si pone in netto contrasto logico con ogni ipotesi di millanteria nei suoi confronti, oltre ad

;2,

essere stato affermato dal colla)orante all>odierno procedimento, ha gi/ costituito oggetto di ampio accertamento nell>am)ito del gi/ citato processo 4aBi 1, concluso con sentenza passata in giudicato% 2, d>altra parte, che 4utolo fosse realmente il F)raccio destroH di 8icco)ono, o##ero uno dei suoi uomini piu> fidati, 5 circostanza nota allo stesso imputato che ne ha fatto esplicito accenno nel corso di una delle sue dichiarazioni $cfr% f% 1" ud% 12/1*/1994&% Inoltre la genesi e l>occasionalit/ delle notizie apprese da 4utolo consentono di escludere che il 8icco)ono a))ia inteso #antarsi di un inesistente rapporto con il dott% Contrada6 ed infatti 8icco)ono riferisce la notizia dell>a##enuto passaggio del funzionario nella disponi)ilit/ di FCosa !ostraH solo in relazione a specifiche situazioni che ne giustificano la comunicazione ed in ogni caso non ri#endica a s5 il merito dell>instaurazione iniziale di tale rapporto di natura collusi#a% Infatti riferisce a 4utolo, fin dai loro primi dialoghi su tale argomento, che 5 stato 0tefano ontate ad a##iare l> Hamiche#oleH

iniziale contatto con il dott% Contrada attra#erso il funzionario di Polizia Purpi e l>imprenditore Cassina, soggetti ri#elatisi ontate che

effetti#amente #icini per le ragioni gi/ esposte sia al all>imputato%

Pag. 517

Dr)ene, se da##ero 8icco)ono a#esse #oluto #antarsi con il 4utolo non a#re))e riconosciuto ad altro uomo d>onore il FmeritoH di a#ere Fa##icinatoH Contrada, azione che dal punto di #ista della predetta organizzazione criminale, de#e ritenersi sia stata di particolare pregio a#endo consentito di piegare alle sue strategie un funzionario di grande li#ello, gi/ ritenuto un temuto a##ersario da FCosa !ostraH% !on puJ, poi trascurarsi di considerare che nello specifico episodio relati#o al 0iracusa, cugino di 4utolo, il 8icco)ono non a#e#a alcunch5 di cui #antarsi e che non era stato lui a prendere l>iniziati#a della ri#elazione concernente l>imputato )ens? era stato piu> #olte sollecitato a fornire sull>accaduto spiegazioni, che hanno tro#ato riscontro in elementi esterni% 1e#e ancora aggiungersi che i riferiti episodi concernenti il dialogo con Antonino Porcelli e 'uello con gli altri soggetti cointeressati con 4utolo nel traffico della partita di droga, per caso sfuggita alla per'usizione domiciliare eseguita presso la sua a)itazione, oltre agli altri argomenti gi/ dedotti, consentono di escludere definiti#amente la fondatezza della tesi difensi#a della millanteria% Infatti in tali casi 4utolo a#e#a appreso da plurime fonti, tutte identifica)ili in esponenti di spicco di FCosa

;2=

!ostraH che il ruolo s#olto dall>imputato era 'uello di Fdisponi)ilit/H nei confronti dell>organizzazione nel suo complesso e non soltanto in fa#ore del 8icco)ono% 7'imputato 5 sempre stato deciso nel negare in modo assoluto ogni forma di rapporto con il 8icco)ono, sia pure di natura confidenziale% Al riguardo si osser#a che tal genere di rapporto, seppur in molti casi di am)igua interpretazione, era certamente ampiamente diffuso, e sotto certi aspetti necessitato, nel periodo in cui l>imputato a#e#a s#olto la propria atti#it/ a Palermo $antecedente all>affermarsi del c%d% FpentitismoH, come fenomeno generalizzato e sottoposto a regolamentazione giuridica&% 0u tale punto lo stesso Prefetto -incenzo Parisi, gi/ capo della Polizia e 1irettore del 0%I%0%1%2%, ha affermato, nel corso della propria deposizione all>odierno di)attimento, che prima che si realizzasse a li#ello normati#o l>istituto giuridico del FpentitismoH le modalit/ di ac'uisizione delle informazioni utili per operare erano legate essenzialmente al rapporto, tal#olta e'ui#oco e di apparente contiguit/, che si instaura#a tra operatori della Polizia giudiziaria ed elementi inseriti nel mondo criminale $confidenti&% 7>e'ui#ocit/ del rapporto consiste#a spesso nel fatto che l>operatore di Polizia

Pag. 519

afferma#a di a#ere ac'uisito una sua fonte in am)iente criminale e la stessa fonte, dal canto suo, sostene#a di a#ere FcontattatoH in termini negati#i l>operatore di Polizia% F !on era possi)ile ac'uisire informazioni in am)ienti cos? ermetici come 'uelli mafiosi senza in 'ualche modo Fincontrare pezzi di mafiaH $cfr% dep% Parisi ff% 2+"+4 ud% 1;/</1994&% 7o stesso imputato, in una parte delle proprie dichiarazioni, ha ammesso il decisi#o #alore in#estigati#o dei c%d% confidenti di Polizia negli anni <*+=*, prima dell>esplosione del pentitismo come fenomeno generalizzato e, sul punto, ha testualmente affermato6 la maggior parte dei nostri risultati investigativi e non parlo soltanto delle grosse operazioni, ma parlo anche degli elementi da porre a sostegno di una misura di prevenzione, di un soggiorno obbligato, erano notizie confidenziali, ci venivano date da confidenti che noi avevamo in tutte le zone, in tutti i uartieri di *alermo e che erano legati a uesto o a uello della + uadra Bobile, non erano

patrimonio collettivo della + uadra Bobile, erano patrimonio dei singoli poliziotti ed il valore del funzionario e del sottoufficiale, in modo particolare, era in relazione al numero di confidenti che aveva....il valore del poliziotto era in relazione al numero dei

;"*

confidenti ed allo spessore dei confidenti che aveva# ....# era un rapporto difficile, credo che adesso si sia molto attenuato perch; ricorrere a confidenti ; un fatto, non dico eliminato nell-ambito dell-attivit6 di *olizia, ma molto attenuato, allora era una delle armi, forse la piu- importante, non ce ne erano altre# $cfr% ff% 142 e 14" ud% 4/11/1994+ f% <= ud% 1"/12/1994&% @uando perJ descri#e il proprio rapporto con tali fonti di ac'uisizione delle notizie di interesse in#estigati#o ed in particolare con i FconfidentiH della zona di Partanna+4ondello, affermazioni% 2d, infatti, all>udienza dell>=/11/1994, dopo a#ere ammesso di a#ere a#uto nella zona di Partanna+4ondello, cos? come altri appartenenti alla 0'uadra 4o)ile, confidenti che gli consenti#ano di a#ere notizie su 8osario 8icco)ono e sugli uomini a lui #icini, ha affermato testualmente6 so che ; stato detto che Aosario Aiccobono era mio confidente, in uesto momento io affermo, nella maniera piuassoluta, senza nessuna tema di smentita, Aosario Aiccobono, non ; stato mai mio confidente.....per uanto riguarda me, non ho avuto un rapporto di uesto genere, anche perch; io sin dal primo momento, in cui ho cominciato ad occuparmi di mafia, ho escluso sempre, ho modifica la categoricit/ delle predette

Pag. 531

rifiutato sempre di avere un rapporto....con gli esponenti di rilievo, di capi famiglia... uindi le mie notizie sulle famiglie di mafia le attingevo da coloro che erano ai margini, mezze figure, che erano con un piede dentro ed un piede fuori nelle famiglie di mafia %cfr% ff% 2< e ss% ud% =/11/1994&% Ad un>udienza successi#a ha ulteriormente ri)adito di a#ere attinto notizie, in particolare sulla famiglia di Partanna+4ondello, da uasi0 confidenti H $cfr% ud% 1,/12/1994 f% 2,&. 1alle riferite dichiarazioni dell>imputato emerge la

contraddizione in cui egli 5 incorso6 ed in#ero 'uando parla in generale del fenomeno dei FconfidentiH non ha difficolt/ ad ammettere che nell>epoca in cui ha s#olto le proprie funzioni di P%G% a Palermo tale strumento in#estigati#o era il piu> importante ed addirittura l>unico da##ero efficace per le 9orze dell>Drdine, aggiungendo che il #alore di un poliziotto si misura#a dal numero e dallo FspessoreH dei propri confidenti: 'uando, in#ece, #uole allontanare da s5 anche la prospetti#a di un 'ualsiasi rapporto di natura FconfidenzialeH con il 8icco)ono arri#a a sostenere di a#ere sempre fatto nel corso della propria carriera la scelta di non instaurare rapporti di tal natura con uomini di mafia di un certo spessore

;"2

delin'uenziale, giungendo a teorizzare la figura del F'uasi +confidenteH $una mezza figura& come 'uella cui era solito ri#olgersi per apprendere notizie di interesse in#estigati#o% (ale contraddizione 5 sintomatica della difficolt/ in cui l>imputato 5 #enuto a tro#arsi nel tentati#o di fornire spiegazioni lineari ai propri comportamenti% 1>altra parte l>intreccio di relazioni esistenti tra 8icco)ono e taluni soggetti, ri#elatisi nel corso dell>istruzione di)attimentale al contempo in stretto e diretto collegamento con l>imputato hanno posto il predetto dinanzi alla necessit/ di mentire o di contraddirsi% 2m)lematico in tal senso appare il rapporto instaurato dal dott% Camillo Al)eggiani, contestualmente, sia con 8icco)ono che con l>odierno imputato% !el corso delle sue dichiarazioni all>udienza dell>=/11/1994, l>imputato ha accennato all>ipotesi che proprio l>amicizia che a#e#a con il dott% Al)eggiani, al contempo medico della famiglia di 8osario 8icco)ono, Fpotesse a#ere contri)uito note#olmenteH, o addirittura FdeterminatoH la diffusione delle #oci che poi erano state alla )ase delle dichiarazioni accusatorie rese nei suoi confronti, nel 19=4, da (ommaso uscetta%

Pag. 533

In #erit/ tale tesi, nel corso del procedimento a##iatosi sulla )ase delle sole dichiarazioni del uscetta nel 19=4, non 5 stata

direttamente sostenuta dall>imputato, )ens? da un suo collega, il dott% Ignazio 1>Antone, suo stretto colla)oratore ed amico %l>imputato lo ha ammesso a seguito del rilie#o fatto sul punto dal P%4% io non parlai del dott. $lbeggiani, non volli metterlo in mezzo, anche se, poi, seppi che un mio collega, interrogato su uesta vicenda.....il dott. (-$ntone fece una dichiarazione che metteva in risalto uesto mio rapporto di amicizia con $lbeggiani, che a sua volta era il medico di famiglia di Aiccobono# cfr. f. =@ ud. cit.'. Il dato emerge dalla lettura della richiesta di archi#iazione emessa, in data 19/2/19=;, nell>am)ito di 'uel procedimento, do#e 5 testualmente scritto6 Fil (-$ntone, poi, a conoscenza del fatto che il dott. "ontrada soleva fre uentare tale dott. $lbeggiani0 medico condotto di *artanna0Bondello, prendendo talvolta ospitalit6 sulla sua barca, e che uest-ultimo era medico della famiglia del Aiccobono, in via d-ipotesi avanzava il sospetto che il boss# per farsi bello#, millantasse l-amicizia con il funzionario di *olizia sfruttando transitivamente# l-amicizia intercorrente tra uest-ultimo ed il suo medico#%cfr. f. 4 richiesta cit. ac uisita all-ud. del 19H1@H199='.

;"4

(ale tesi difensi#a $della doppia millanteria& prospettata, in #ia di mera ipotesi, nel 19=4, da un collega molto #icino all>imputato, allorch5 pote#a apparire funzionale a spiegare la genesi delle dichiarazioni rese da un unico colla)oratore di giustizia, 5 stata dallo stesso imputato messa in om)ra nell>am)ito dell>odierno

procedimento, nel 'uale non 5 apparsa piu> congrua a dare contezza della pluralit/ di fonti accusatorie a suo carico% 4a il tipo di rapporto esistente tra il dott% Al)eggiani e l>imputato, da un lato, e 'uello esistente tra il dott% Al)eggiani e 8icco)ono dall>altro merita, comun'ue, un approfondimento in 'uesta sede% 2d infatti per ammissione del dott% Contrada e del dott% Al)eggiani il loro 5 stato un rapporto di amicizia particolarmente intenso, protrattosi per circa #enti anni, come 5 d>altra parte dimostrato dalle numerosissime annotazioni nelle agende

dell>imputato che attestano l>assiduit/ di contatti% 0i 5 gi/ detto delle reciproche dichiarazioni sulla disponi)ilit/ dell>appartamento dell>Al)eggiani di #ia Guido Nung da parte dell>imputato che, proprio nel periodo in cui l>appartamento era

Pag. 535

condotto in locazione dall>Al)eggiani, lo a#e#a fre'uentato con maggior assiduit/, contri)uendo alle relati#e spese di gestione% 7>Al)eggiani ha dichiarato che il dott% Contrada era stato, piu> #olte, ospite nella sua )arca e che la loro amicizia era nota nel 'uartiere di Partanna+Palla#icino, in cui il teste s#olge#a la propria atti#it/ la#orati#a $cfr% ff% ,+ 1, ud% 24/</199;&% 7o stesso imputato, che ha affermato di a#ere ac'uisito l>amicizia con l>Al)eggiani attra#erso il dott% 0ignorino Fsuo grande amicoH, pur deprecando lo FstileH dell>Al)eggiani di #antare in pu))lico la propria amicizia sia con 0ignorino che con lui, ha tentato di ridimensionarne la natura ad un rapporto Festi#oH $Fi rapporti tra me ed il dott. $lbeggiani erano principalmente rapporti estivi, e di mare. +iccome lui ha avuto sempre un-imbarcazione...lui mi invitava a fare delle passeggiate, un paio di volte per lo meno ogni estate/ altre volte siamo andati in giro anche ...con pescherecci, di amici suoi, pescatori di Bondello e mi trattenevo a parlare con lui nella sua villa# cfr% f% 44 ud% =/11/1994&% Pertanto 5 pacifico che il rapporto di amicizia tra i due era di dominio pu))lico e proprio nel 'uartiere in cui il 8icco)ono esercita#a la propria influenza mafiosa%

;",

7>Al)eggiani ha dichiarato, poi, di a#ere conosciuto il 8icco)ono fin da 'uando era ragazzo, e di essere poi di#entato il medico curante dei suoi familiari, senza soluzione di continuit/, in tale rapporto di natura professionale% 0ia l>imputato che l>Al)eggiani hanno sostenuto che il rapporto professionale di medico concerne#a i familiari del 8icco)ono e non 'uest>ultimo% A prescindere dalla considerazione che tale ultima circostanza non appare di decisi#o rilie#o, #a e#idenziato che due testi, citati dalla difesa, nel corso del di)attimento, hanno affermato che in realt/ l>Al)eggiani era medico personale anche del 8icco)ono% Il dott% Carlo 4ilella, gi/ dirigente del Commissariato di P%0% a 4ondello dal 19<< al 19=*, ha dichiarato di a#ere appreso con sua Fgrande meravigliaH, direttamente dal dott% Al)eggiani, che il 8icco)ono era stato Fun suo assistitoH $cfr% ff% 129 e 1"* ud% 24/1/199;&% 7o stesso dott% 1>Antone, all>udienza del 14/</199;, ha testualmente affermato sul dott% Al)eggiani 6 medico condotto, credo di *artanna0Bondello...era anche medico personale di Aiccobono# circostanza che ha dichiarato di a#ere appreso, per certo,

Pag. 537

dal dott% Contrada, ma anche da altre fonti $cfr% ff% =< e 149 ud% 14/</199;&% !el prosieguo delle sue dichiarazioni l>imputato ha fatto delle esplicite affermazioni sul fatto che 'uesto doppio rapporto dell>Al)eggiani, indu))iamente, pote#a prestarsi ad

un>indi#iduazione del 8icco)ono, per tanti anni resosi latitante, ma che lui a#e#a e#itato di sfruttare 'uesto canale per per#enire alla cattura del 8icco)ono 6 Fnon ho mai pensato di sfruttare l-amicizia, con "amillo $lbeggiani, per arrivare a Aosario Aiccobono2 avrei potuto anche farlo, se avessi avuto meno scrupoli e forse ci sarei riuscito#%cfr% f% ;" ud% =/11/1994&% In un solo caso l>imputato ha ammesso che il dott% Al)eggiani gli a#e#a riferito notizie concernenti il 8icco)ono, e precisamente nell>occasione della sua scomparsa% La dichiarato di a#ere rice#uto tempesti#a comunicazione dal dott% Al)eggiani del fatto che, nella notte tra l>1 ed il 2 1icem)re del 19=2, 'uesti era stato chiamato dai familiari del 8icco)ono, la moglie e le figlie, che si erano fatte tro#are #estite a lutto, a#endo rice#uto la notizia certa della uccisione, seguita alla scomparsa contestuale del 8icco)ono e del genero 0al#atore 7auricella%

;"=

Affermando tale circostanza l>imputato non ritene#a di esporsi ad alcuna significati#a ammissione, essendosi limitato a rice#ere dall>Al)eggiani solo la notizia concernente il 8icco)ono nel momento conclusi#o della sua stessa esistenza e risultando, peraltro, tale circostanza documentata in un appunto a sua firma, ac'uisito in atti, in cui alla data del "/12/19=2, egli riferi#a la notizia della scomparsa per Flupara )iancaH del 8icco)ono e dei suoi uomini piu> fidati, facendo riferimento a fondati indizi in suo possesso $cfr% appunto in data "/12/19=2 ac'uisito all>udienza del "1/;/1994&% 4a tale fatto certo, ed apparentemente non compromettente, 5 stato in#ece negato reiteratamente e con decisione dall>Al)eggiani, il 'uale, non pote#a essere a conoscenza delle ac'uisizioni

di)attimentali e del contenuto glo)ale delle dichiarazioni rese dall>imputato% (ale negazione non 5 spiega)ile se non con l'intenzione da parte dell'Al)eggiani di nascondere la #era natura dei rapporti esistenti tra lui, l>imputato ed il 8icco)ono $cfr% ff%24 e 2< ud% 24/</199;&% !on puJ, poi, infine omettersi di rile#are che lo stesso imputato, nel corso delle sue dichiarazioni, ha do#uto ammettere l>allentamento delle ricerche del 8icco)ono nel territorio di Palermo

Pag. 539

giustificandosi con il fatto che da notizie confidenziali in suo possesso, il predetto risulta#a essersi sta)ilito nel napoletano ed in 'uella zona, a 4arano, tra il 19=* ed il 19=2 egli a#e#a mandato i suoi uomini per ricercarlo $cfr% ff% ;, e ss% ud% =/11/1994&% Dr)ene dai gi/ citati atti contenuti nel fascicolo personale del 8icco)ono 5 stato possi)ile e#incere che la presenza del 8icco)ono nel napoletano #a ricondotta, in collegamento con il clan dei !u#oletta, ai primi anni P<*, mentre a ca#allo dei primi anni P=*, concordi risultanze, pro#enienti da piu> fonti, ed anche da soggetti #icini allo stesso imputato $#edi testimonianza Adamo&, hanno e#idenziato che il 8icco)ono circola#a tran'uillamente nella citt/ di Palermo, nella stessa zona fre'uentata dall>imputato ed in collegamento con #ari soggetti, tutti a loro #olta legati al dott% Contrada $#edi Adamo+ Al)eggiani+0ignorino, anche di 'uest>ultimo, infatti, come sar/ esaminato in seguito, il colla)orante Pennino ha appreso gli stretti rapporti esistenti con 8icco)ono&% 1i nessun rilie#o appare al fine di e#incerne il suo impegno in#estigati#o a carico del 8icco)ono appare la circostanza e#idenziata dall>imputato secondo cui, 'uando era addetto all>Afficio dell>Alto Commissario per il coordinamento della lotta contro la delin'uenza

;4*

mafiosa, a#e#a segnalato al Prefetto 1e 9rancesco e 'uesti, a sua #olta alla 4agistratura ed alle 9orze di Polizia, l>opportunit/ di indagini parimoniali e fiscali sulle societ/ facenti capo al 8icco)ono in 'uanto risulta dagli stessi documenti citati dall>imputato ed ac'uisiti in atti che tali sollecitazioni erano state fatte in un periodo in cui $1icem)re 19=2& l>imputato a#e#a gi/ ac'uisito con certezza la noizia dell>a##enuta scomparsa e #erosimile soppressione del mafioso 8icco)ono $cfr% documenti ac'uisiti all>udienza del "1/;/1994&% (utti gli elementi e#idenziati rafforzano, ulteriormente, l>attendi)ilit/ di Gaspare 4utolo e consentono di escludere ogni fondamento alle prospettate tesi difensi#e% An ultimo riferimento de#e essere fatto alla #icenda giudiziaria relati#a all>omicido Cappiello, addotta dall>imputato come principale esempio della per#icacia nella sua azione nei confronti del gruppo di mafia facente capo al 8icco)ono e, conseguentemente, come principale causa della #olont/ di #endetta che a#re))e ispirato le dichiarazioni di Gaspare 4utolo nei suoi confronti% 1e#e su)ito rile#arsi che il gra#issimo fatto in 'uestione si #erificJ il 27uglio del 19<; e che le indagini conseguenti, condotte dalla 0'uadra 4o)ile di Palermo, sotto la direzione di runo

Pag. 541

Contrada, all>epoca dirigente del predetto organismo di P%G%, #ennero riferite all>A%G% con rapporto preliminare di denuncia del 4/</19<; e con rapporto definiti#o dell' =/9/19<; $cfr% doc% n. 2* prod% dal P%4% + ac'uisito all>udienza del ,/;/1994&% 7>omicidio #enne consumato nella )orgata di Palla#icino, dinanzi alla Chiesa di 00% 4aria Consolatrice, e trasse origine da un tentati#o di estorsione, che si protrae#a da circa due anni, in danno dell>industriale Angelo 8andazzo, titolare di uno sta)ilimento di materiale fotografico, con sede nella #ia Castelforte% 7a sera del 2/</19<;, #enne predisposto un ser#izio di appostamento, nel tentati#o di sorprendere gli ignoti malfattori che a#e#ano concordato telefonicamente, con il predetto industriale un appuntamento per la consegna del denaro% Il 8andazzo si presentJ all>appuntamento a )ordo della propria macchina, dentro la 'uale a#e#a preso posto, nascosto nella parte posteriore, l>agente di P%0% Gaetano Cappiello, mentre altro personale della 0'uadra 4o)ile, con #arie forme di copertura, presidia#a la zona% @uando due indi#idui, con il #olto parzialmente coperto, si a##icinarono al 8andazzo, l>agente Cappiello usc? dallo sportello posteriore dell>auto#ettura nel tentati#o di sorpenderli, ma fu

;42

immediatamente raggiunto da alcuni colpi esplosigli contro da uno dei due malfattori, che lo ferirono mortalmente, mentre altri colpi ferirono gra#emente il 8andazzo% !onostante il tentati#o di inseguimento da parte di alcuni agenti presenti in zona, i due riuscirono a darsi alla fuga, mentre #eni#a tratto in arresto solo l>indi#iduo, poi identificato in 4icalizzi 4ichele, che durante l>azione criminale a#e#a s#olto la funzione di FpaloH% A seguito delle indagini s#olte, la P%G% procede#a alla denuncia di 4icalizzi 4ichele e 1a#? 0al#atore, in stato di detenzione, e di uffa Antonino, 8icco)ono 8osario, 4utolo Gaspare e 4icalizzi 0al#atore, in stato di latitanza, tutti in ordine ai reati di 6 associazione per delin'uere, omicidio in pregiudizio dell>agente Cappiello, tentato omicidio e tentata estorsione in danno di Angelo 8andazzo, tentato omicidio in pregiudizio della guardia di P%0% 1e connessi reati in armi% Il Procuratore della 8epu))lica emette#a in data ;/</19<; ordine di cattura nei confronti di tutti gli imputati cui contesta#a il reato di associazione per delin'uere e soltanto a 4icalizzi 4ichele, 1a#? 0al#atore e uffa Antonino il concorso nei reati di tentata iasio nonch5 per i

Pag. 543

estorsione aggra#ata in pregiudizio di 8andazzo Angelo, omicidio aggra#ato in persona della Guardia di P%0% Cappiello, tentato omicidio aggra#ato in pregiudizio di 8andazzo Angelo, tentato omicidio aggra#ato in pregiudizio della Guardia di P%0% 1e iasio ernardo e

porto e detenzione illegali di armi da fuoco lunghe e corte% 1opo a#ere s#olto alcuni atti istruttori il Procuratore della 8epu))lica richiede#a al Giudice Istruttore, in sede, di procedere con il rito formale nei confronti di tutti gli imputati contestando ai predetti con mandato di cattura i reati cos? come specificati nell'ordine di cattura% Il Giudice Istruttore emette#a i relati#i mandati di cattura in data 4 agosto 19<; $#% sentenza emessa dalla Corte di Assise di Palermo, 0ez% I, in data 2* aprile 19<<& ed a conclusione della formale istruzione rin#ia#a a giudizio della Corte di Assise di Palermo tutti gli imputati $ uffa e 8icco)ono in stato di latitanza, gli altri in stato di detenzione& per i reati loro rispetti#amente ascritti nell'ordine di cattura del ;/</19<; e nel mandato di cattura del 4/=/19<; ed il uffa anche per i reati di furto pluriaggra#ato in concorso con ignoti, in danno della societ/ 2(!A , di ricettazione del passaporto rilasciato ad A))iali Adriana e di falsit/ materiale in autorizzazione

amministrati#a contestati con separato mandato di cattura%

;44

7a sentenza di primo grado, pronunciata dalla Corte di Assise di Palermo sez% I, in data 2*/4/19<<, dopo una complessa istruzione di)attimentale nel corso della 'uale erano stati eseguiti anche un>ispezione dei luoghi ed altri accertamenti tecnici, si concluse con l>assoluzione di tutti gli imputati dall>accusa di associazione per delin'uere, per insufficienza di pro#e, e con la condanna di uffa

Antonino, 1a#? 0al#atore e 4icalizzi 4ichele, in ordine a tutti i reati loro contestati di omicidio aggra#ato, duplice tentato omicidio aggra#ato, tentatata estorsione aggra#ata, detenzione e porto illegali di armi, alle pene rispetti#amente di trenta, #enticin'ue e #entidue anni di reclusione $cfr% sentenza citata inserita in doc% n. 2* prod% P%4% + ac'uisito all>udienza del ,/;/1994&% A seguito del successi#o giudizio di appello, la Corte di Assise di Appello di Palermo sez% I, con sentenza del ,/1*/19<9, pronuncia#a sentenza di assoluzione nei confronti di 4icalizzi 4ichele, 1a#? 0al#atore e uffa Antonino, per insufficienza di pro#e, in ordine a

tutti i piu> gra#i reati per cui a#e#ano riportato condanna in primo grado, confermando nel resto la sentenza di primo grado% 0olo in seguito ad un nuo#o giudizio di appello $sentenza in data 24/;/19=;&, su rin#io della 0uprema Corte, che in accoglimento

Pag. 545

parziale del ricorso del P%G%, a#e#a annullato la sentenza impugnata nei confronti di 1a#? 0al#atore, 4icalizzi 4ichele e uffa Antonino, #eni#a confermata la condanna nei confronti dei tre predetti, gi/ pronunciata con la sentenza di primo grado emessa il 2*/4/19<< $cfr% doc% n. 21 prod% P%4% ac'uisito all>ud% del ,/;/1994&% 7a ricostruzione di tale #icenda giudiziaria 5 utile ad e#idenziare come il procedimento penale che si era concluso con la definiti#a condanna per i gra#issimi fatti in 'uestione solo ai danni di 1a#? 0al#atore, 4icalizzi 4ichele e uffa Antonino, era stata

particolarmente tra#agliata a ripro#a della difficolt/ di lettura del 'uadro pro)atorio delineatosi a carico dei soggetti denunciati% 4a ciJ che piu> conta rile#are, al fine in esame, 5 che nel corso del descritto procedimento, le accuse piu> gra#i $omicidio e tentato omicidio& a carico di 8osario 8icco)ono e Gaspare 4utolo erano cadute al primissimo #aglio compiuto dal Procuratore della 8epu))lica, tanto 5 #ero che il suddetto magistrato re'uirente a#e#a contestato con l'ordine di cattura del ;/</19<; $emesso il giorno successi#o alla ricezione del rapporto preliminare di denuncia del 4/</19<; + #% sentenza citata+& i reati piu> gra#i soltanto a 4icalizzi 4ichele, 1a#? 0al#atore e uffa Antonino e la stessa decisione a#e#a

;4,

adottato il G%I% con il mandato di cattura del 4/=/19<; $#% sentenza citata&% 7a residuale accusa di associazione per delin'uere $4icalizzi 4ichele, 1a#? 0al#atore, uffa Antonino, 8icco)ono 8osario,

4utolo Gaspare e 4icalizzi 0al#atore erano imputati del delitto di cui all'art%41, c%p% per essersi associati tra loro e con ignoti allo scopo di commettere piu> delitti contro il patrimonio + in Palermo il 2/</19<;&, non ritenuta sufficientemente pro#ata gi/ dal giudice di primo grado, con pronuncia successi#amente confermata nel corso di altre fasi del giudizio, a#e#a condotto all>assoluzione di tutti i soggetti denunciati% Con ciJ non si #uole mettere in du))io l'effetti#a #olont/ e determinazione da parte degli in'uirenti di indi#iduare i responsa)ili del gra#e fatto di sangue che a#e#a colpito proprio un esponenente della locale 0'uadra 4o)ile, cos? come non puJ mettersi in du))io la circostanza, acclarata da molti testi nell>odierno procedimento, che il dott% Contrada, nell>occasione, a#e#a assunto personalmente la direzione delle indagini, peraltro eseguite in un periodo, che secondo le stesse dichiarazioni rese da Gaspare 4utolo, egli era ancora un funzionario di Polizia ineccepi)ile $il rapporto conclusi#o di denuncia risale, come gi/ e#idenziato al 0ettem)re del 19<;&%

Pag. 547

CiJ che perJ emerge con assoluta certezza 5 che, comun'ue, 'uel procedimento si era concluso sin dalle sue primissime fasi con una soluzione giudiziaria che per 8osario 8icco)ono e Gaspare 4utolo era stata totalmente fa#ore#ole, il che preclude ogni possi)ilit/ di odierna rilettura di tale #icenda come causa della falsit/ delle accuse di Gaspare 4utolo nei confronti dell>odierno imputato, asseritamente ispirate da moti#i di #endetta% A ciJ si aggiunga che anche nell>ottica degli Fuomini d>onoreH ed in particolare di 'uelli piu> #icini alla cosca mafiosa coin#olta nell>episodio delittuoso in oggetto, il fatto accaduto era stato ritenuto di particolare gra#it/ 6 l>omicidio di un agente di P%0%, non era certo uno di 'uei fatti per i 'uali neppure FCosa !ostraH pote#a pretendere l>impunit/% CiJ si e#ince in modo esplicito dalle dichiarazioni rese all>odierno procedimento da Gaspare 4utolo e da 9rancesco 4arino 4annoia, i 'uali hanno concordemente riferito sul punto, ri#elando come all>interno del gruppo di mafia in 'uestione i fatti accaduti erano ritenuti F evidentiH e Fmolto graviH $cfr% dich% 4utolo ud% </,/1994 ff% 21, e ss%e 4annoia ud% 29/11/1994 ff% 2" e ss%&%

;4=

4arino 4annoia ha anche e#idenziato un particolare, che ha tro#ato puntuale conferma documentale, secondo cui ciJ di cui il gruppo di mafia si lamenta#a nell>accaduto, non era tanto l>azione da parte delle 9orze di Polizia, )ens? la specifica circostanza che taluni parenti degli stessi denunciati, a#e#ano Fparlato di piu- F di 'uel che do#e#ano, indirizzando le indagini proprio su 8osario 8icco)ono $cfr% ud% cit% ff% 2" e 24&% 2d in effetti dalla lettura della sentenza di primo grado, relati#a all>omicidio Cappiello, si e#ince come le dichiarazioni rese nella fase delle indagini da uffa Ignazia 8osalia e da uffa Pietro,

rispetti#amente sorella e fratello di

uffa Antonino, nonch5 da 1a#?

9rancesco, fratello di 1a#? 0al#atore, $i 'uali in sede di)attimentale si erano a##alsi della facolt/ di non rispondere&, si erano ri#elate determinanti per accertare le responsa)ilit/ di taluni imputati ed in particolare per indi#iduare la presenza nella casa dei uffa in epoca

precedente ai gra#i fatti denunciati proprio di 8osario 8icco)ono e Gaspare 4utolo $cfr% ff% 1* e ss%+ 21 e ss% sent% di primo grado cit%&% 4utolo era riuscito a dimostrare la sua totale estraneit/ all>omicidio in oggetto perch5 in 'uel giorno era rico#erato presso

Pag. 549

una Casa di Cura palermitana do#e a#e#a su)ito un inter#ento chirurgico $cfr% f% 2** ud% </,/1994&% 7>estraneit/ di 4utolo all>episodio delittuoso in oggetto e la conclusione della #icenda giudiziaria con la totale assenza di FdanniH per lo stesso 4utolo e per il 8icco)ono, il 'uale per tutto il periodo in cui fu ricercato per tali fatti era rimasto sempre latitante, non consentono alcuna utilizzazione di tale #icenda al fine difensi#o della enunciata tesi della Fcalunnia per #endettaH% Che il tentati#o di utilizzazione di tale #icenda nell>am)ito dell>odierno procedimento sia stato ispirato esclusi#amente dal fine difensi#o di incrinare l>attendi)ilit/ di 4utolo, si e#ince, ancor con maggiore e#idenza da un episodio, che in s5 potre))e apparire poco rile#ante, ma che 5 idoneo ad indicare la precisa #olont/ da parte dell>imputato di rin#enire specifici fatti commessi nel corso della propria atti#it/ professionale ai danni del colla)orante, tali da e#idenziare il proprio FeccessoH in#estigati#o ai suoi danni e conseguentemente la ragione scatenante della #olont/ di #endetta da parte di 4utolo% 2d infatti, nel corso dell>esame reso all>udienza dell>=/11/1994, l>imputato ha introdotto, sia pur con il )eneficio del du))io $ha detto

;;*

di non ricordare con precisione se si trattasse di 4utolo o di 4icalizzi&, l>argomento della sua particolare animosit/ nei confronti del 4utolo, che si sare))e tradotta al momento del suo arresto con un gesto inusuale per lui, ma em)lematico del proprio sentimento di esasperazione, con la rottura di un 'uadro raffigurante il Cappiello, in testa all>arrestato $cfr% f% ,* ud% cit&% (ale argomento difensi#o 5 stato sostenuto da alcuni testi, citati dalla difesa $per tutti si cita l>em)lematica deposizione sul punto resa da Paolo 4oscarelli all>ud% del 1"/1/199; ff% 14, e 14<&, ma ha ri#elato tutta la sua inconsistenza pro)atoria grazie alla deposizione di altri testi, sempre citati dalla difesa, i 'uali dichiarando di a#ere personalmente assistito all>episodio in oggetto e dimostrando di a#ere precisione e nitidezza di ricordi hanno concordemente chiarito che il gesto di #iolenza posto in essere dal dott% Contrada non a#e#a a#uto come destinatario Gaspare 4utolo, )ens? 4icalizzi 0al#atore $cfr% testimonianze rese sul punto da -incenzo oncoraglio ud% 1*/1<199; ff% 1*9+11*+ -incenzo 0peranza ud% 1"/1/199; ff% 2*+;;+;,: 9rancesco elcamino ud% 2*/1/199; f% 1"<&% Altri FeccessiH nel tentati#o di a##alorare la tesi difensi#a dell>imputato sono , poi, stati posti in essere, da alcuni testi citati

Pag. 551

dalla difesa, sempre in ordine alle indagini condotte a seguito dell>omicidio Cappiello, nel riferire sulla predisposizione di particolari strutture logistiche preposte alla ricerca degli uomini della cosca del 8icco)ono% Premesso che all>epoca in 'uestione non esiste#a nell>am)ito della 0'uadra 4o)ile palermitana un>autonoma sezione catturandi, istituita solo negli anni =* con l>a##ento della dirigenza del dott% Impallomeni che per la prima #olta a#e#a nominato a capo di una nuo#a ed autonoma sezione catturandi un funzionario responsa)ile, negli anni P<*, in#ece, l>atti#it/ di in#estigazione finalizzata alla cattura dei latitanti era s#olta da una s'uadra, costituita all>interno della sezione in#estigati#a, che a#e#a il compito precipuo, attesa la scarsa disponi)ilit/ di mezzi e di uomini, di effettuare le ricerche dei latitanti in esecuzione dei pro##edimenti giudiziari emessi dall>A% G%, essendo affidata all>iniziati#a delle altre sezioni della 0'uadra 4o)ile la ricerca dei latitanti responsa)ili dei reati di specifica spettanza $cfr% sul punto testimonianze rese da 6 0anti 1onato ud% 1"/;/1994 ff% 1=4 e ss%+ iagio !aso + ud% 1"/1/199; ff% 1<1 e ss% Dtta#io 9iorita ud%

"1/1/199; ff% 9;+ =2+ 11*+ 0al#atore !al)one ud% 2*/1/199; ff% 2< e ss%% Giuseppe Impallomeni ud% 2*/;/1994 ff% 21, e ss%&% 0econdo

;;2

alcune testimonianze, rese sempre da testi citati dalla difesa, 5 stato possi)ile accertare che all>epoca in 'uestione la sezione in#estigati#a della 0'uadra 4o)ile conta#a in tutto una decina di elementi, i 'uali si occupa#ano, al contempo del la#oro in#estigati#o e dell>atti#it/ di ricerca latitanti $cfr% per tutti dep% resa 2fisio Puddu f% 1"" ud% 21/2/199;&% Dr)ene alcuni testi, nel riferire in ordine al potenziamento delle strutture preposte alla cattura dei latitanti a seguito dell>omicidio Cappiello, non hanno esitato ad eccedere nel ricordare sia il numero degli elementi addetti al compito precipuo della ricerca di 8icco)ono e dei suoi uomini, sia in ordine al lasso di tempo in cui ciJ si era #erificato realmente% 2d infatti il teste 1omenico Colasante, ha riferito che, oltre alla s'uadra catturandi composta da cin'ue+sei uomini, nel periodo delle indagini per l>omicidio Cappiello, erano state istituite due speciali s'uadrette, al comando di due sottufficiali, ognuna delle 'uali composta da cin'ue+sei uomini, che opera#ano, contemporaneamente alla s'uadra catturandi, e a tempo pieno, per la ricerca di 8osario 8icco)ono e dei suoi uomini $cfr% ud% "1/1/199; ff% 19+2*+",+"<+"=: si segnala che lo stesso teste ha dichiarato di essersi occupato solo occasionalmente di ricerca latitanti essendo stato addetto alla sez%

Pag. 553

omicidi della s'uadra mo)ile+cfr% ff% 21 e ss%&% Il teste Gaetano uscemi, escusso all>udienza del 21/"/199;, $per il 'uale si 5 gi/ a#uto modo di e#idenziare il peculiare rapporto di #icinanza esistente con l>imputato& ha dichiarato che ognuna delle speciali s'uadrette era composta da circa 'uattro uomini ciascuna, ma richiesto di specificare se 'uesto personale coincidesse con 'uello della preesistente s'uadra catturandi, non 5 stato in grado di ricordare di 'uante unit/ era stato in realt/ potenziato il personale preposto nel periodo in esame alla cattura dei latitanti $cfr% ff% 114 e ss% ud% cit%&% Altri testi, sempre citati dalla difesa% mostrando di a#ere piu> precisi ricordi sul punto in esame, hanno chiarito che, nell>immediatezza dell>omicidio

Cappiello, erano state effetti#amente istituite su disposizione del dirigente dell>epoca dott% runo Contrada due pattuglie, cui erano

state addette complessi#amente 'uattro+cin'ue persone, con il compito di gra#itare nella zona di Partanna+4ondello+

Palla#icino%0ferraca#allo, nel tentati#o di rintracciare gli uomini del gruppo mafioso facente capo al 8icco)ono: il personale che compone#a tali s'uadrette, per la 'uasi totalit/, coincide#a con 'uello della sezione catturandi, la 'uale, in aggiunta al normale carico di la#oro, si dedica#a con maggiore interesse a perlustrare le suddette

;;4

zone: 'uando $Aprile e 4aggio 19<,& si erano #erificate le operazioni che a#e#ano condotto all>arresto di 4icalizzi e di 4utolo, le due pattuglie non erano piu> operanti, ed in ogni caso nessuno degli o)ietti#i segnalati era stato catturato ad opera delle due speciali pattuglie $cfr% dep% resa da Dtta#io 9iorita ud% "1/1/199; ff% =4 e ss% 11; e ss%+ dep% resa da 0al#atore !al)one ud% 2*/1/199; ff% 2" e ss%&% 1a 'uanto esposto consegue che le due s'uadrette operarono per un )re#e periodo, che l>organizzazione delle stesse non si tradusse in un sostanziale potenziamento di organico e che i risultati raggiunti furono, praticamente, nulli% Per 'uanto concerne, poi, l> operazione che condusse il 1< Aprile del 19<,, alla cattura di 4icalizzi 0al#atore, all>interno del ristorante di 4ondello FGam)ero 8ossoH, $4utolo riusc? nell>occorso a fuggire&, 5 emerso che la notizia confidenziale che a#e#a consentito di indi#iduare la presenza degli uomini del 8icco)ono in 'uel locale, era stata rice#uta personalmente dal dott% Antonino 1e 7uca%, all>epoca dirigente della sezione omicidi, il 'uale ha dichiarato di a#ere informato il dott% Contrada della notizia 'uando i ser#izi di appostamento erano gi/ stati a##iati e che in particolare la cattura di Gaspare 4utolo a##enuta il 29/;/19<, a seguito di un inseguimento e

Pag. 555

di un conflitto a fuoco, era stata opera pressocch5 esclusi#a sempre del dott% 1e 7uca che a#e#a a#uto un ruolo di assoluto protagonista nella #icenda ed a#e#a a##isato il dirigente della 0'uadra 4o)ile dell>arresto solo ad operazione conclusa $cfr% dep% 1e 7uca ud% 2=/1*/1994 ff% 9" e ss% 1*, e ss%+&% Ad ulteriore conferma di tali risultanze, con particolare riferimento allo specifico episodio dell>arresto di Gaspare 4utolo 5 stato possi)ile, altres?, accertare che il dott% Contrada, firmatario del rapporto di denuncia a suo carico, nella sua 'ualit/ di dirigente della 0'uadra 4o)ile, non a#e#a firmato nessuno degli allegati al rapporto, il che dimostra che non ne era stato il diretto protagonista $cfr%dep% 7uigi runo f% 114 ud% 21/1*/1994 + fascicolo personale Gaspare

4utolo ac'uisito all>ud% del ,/;/1994&% (ali ultime operazioni, se))ene condotte nel periodo della dirigenza della 0'uadra 4o)ile da parte del dott% Contrada, in 'uanto originate da notizie di natura confidenziale rice#ute per sua stessa affermazione dal dott% 1e 7uca, che di 'uelle operazioni era stato il piu> diretto protagonista, non appaiono idonee a giustificare i pretesi sentimenti di #endetta da parte del colla)orante nei confronti dell>odierno imputato, a#endo a#uto, semmai, il 4utolo maggiori

;;,

moti#i di risentimento nei confronti del dott% 1e 7uca, che non 5 stato mai oggetto delle sue accuse% 1e#e infine rile#arsi che l>imputato ha tentato di utilizzare a scopi difensi#i anche la circostanza che a#e#a firmato il rapporto di denuncia per estorsioni, danneggiamento ed altro a carico di 4utolo del 2 Agosto 19<, a seguito del 'uale #enne instaurato un procedimento penale che comportJ la pronuncia ai suoi danni di una condanna definiti#a alla pena di no#e anni di reclusione $cfr% sentenze di I. e II. grado ac'uisite all>ud% del 19/1*/199;&% A tale proposito si rile#a che 4utolo nel corso della sua lunga 3carriera criminale3 5 stato oggetto di s#ariati tipi di denunce pro#enienti da di#ersi soggetti $cfr% scheda relati#a a 4utolo + gi/ piu> #olte citata& a seguito delle 'uali ha su)ito condanne a pene detenti#e per circa #enti anni 6 non si comprende, pertanto, il senso di una #endetta, attuata a distanza di moltissimi anni dai fatti denunciati, nei confronti proprio dell'imputato% 7a 1ifesa, in sede di controesame del 4utolo, si 5 soffermata sulle singole posizioni di magistrati, chiamati in causa dal colla)orante $che non coincidono con 'uelle di tutti i giudici che si occuparono della predetta #icenda giudiziaria e che non hanno

Pag. 557

certamente coin#olto tutti i giudici che nei confronti del colla)orante emisero )en piu> gra#i sentenze +#% sent% 4aBi 1&, 'uasi ad e#idenziare che l>archi#iazione dei relati#i procedimenti a loro carico comportasse automaticamente l>inattendi)ilit/ delle sue accuse% Al riguardo osser#a il (ri)unale che ogni singola accusa de#e sempre essere #alutata criticamente in relazione agli specifici riscontri ac'uisiti nell'am)ito del procedimento penale in cui 5 stata formulata% Infine #a rile#ato che il peculiare tra#aglio che ha preceduto la decisione di Gaspare 4utolo di formalizzare la propria colla)orazione con la giustizia, gi/ emerso nella parte iniziale della presente trattazione si pone in contraddizione logica con una #olont/ di lucida #endetta che presuppone l'esistenza di un piano preordinato finalizzato alla deposizione calunniosa% In conclusione da 'uanto sopra esposto 5 emerso che l'accusa di collusione mossa all'imputato non 5 stata dettata n5 da millanteria del 8icco)ono n5 dallo spirito di #endetta del 4utolo% Pertanto, al di l/ della attendi)ilit/ intrinseca di 4utolo di cui gi/ s'5 detto, la molteplicit/ e la #ariet/ dei riscontri esterni ac'uisiti in ordine alle specifiche propalazioni costituiscono piena e positi#a

;;=

#erifica

del

re'uisito

dell'attendi)ilit/

estrinseca

delle

sue

dichiarazioni in riferimento all'imputato%

Pag. 559

1. III

LE DIC9IARA6IONI DI *RANCESCO MARINO MANNOIA

7a colla)orazione di 9rancesco 4arino 4annoia con l>Autorit/ Giudiziaria inizia nel mese di Dtto)re del 19=9, dopo che era gi/ stata pronunciata nei suoi confronti la condanna in primo grado, per i reati di cui agli artt% 41,+41, )is c%p%+ <1, <4, e <; 7% n. ,=;/<;, nell>am)ito del c%d% primo maBi+processo contro A))ate Gio#anni ed altri% 7>appartenenza, infatti, del predetto al sodalizio criminoso FCosa !ostraH ed il suo ruolo di particolare a)ilit/ e preparazione tecnica nel settore della raffinazione dell>eroina e del traffico della stessa, successi#amente confermato e riconosciuto dallo stesso dichiarante, erano gi/ emersi, con estrema chiarezza, sulla )ase delle dichiarazioni rese a suo carico nell>am)ito del giudizio di primo grado del summenzionato processo, dai pentiti di mafia6 (ommaso uscetta, 0al#atore Contorno e Antonino Calderone% 7a colla)orazione di 9rancesco 4arino 4annoia con l>Autorit/ Giudiziaria 5 stata su)ito caratterizzata dall>immediata percezione da parte degli organi in'uirenti dell>eccezionalit/ del contri)uto offerto

;,*

dal predetto proprio perch5 pro#eniente, per la prima #olta dopo la stagione del FpentimentoH degli Fuomini d>onoreH appartenenti alle famiglie di mafia cosiddette perdenti, da un soggetto schierato con le famiglie affermatesi all>esito della cruenta guerra di mafia che a#e#a scon#olto la 0icilia nei primi anni ottanta% !ell>am)ito dell>odierno procedimento il 4annoia ha

dichiarato di a#ere cominciato a gra#itare in am)ienti mafiosi fin dal 19<* e di essere stato affiliato formalmente a FCosa !ostraH nella FfamigliaH di 0anta 4aria 1i Gesu> nella prima#era del 19<; $cfr% f% ,< ud% del 29/11/1994&% (enuto conto del lungo periodo di permanenza del colla)orante all>interno dell>organizzazione mafiosa, il suo patrimonio di conoscenze si 5 ri#elato particolarmente ricco ed inoltre di peculiare rile#anza essendo stato dapprima HsoldatoH di ontate 0tefano $uno

dei capi storici di FCosa !ostraH sin dall>inizio degli anni settanta nonch5 capo della famiglia mafiosa di 0% 4aria di Gesu> di cui 4annoia face#a parte con un ruolo di particolare fiducia essendo in diretto collegamento con il capo + #% f% 1; e ," trascr% ud% 29/11/1994& e successi#amente inserito a pieno titolo per molti anni nei traffici di stupefacenti gestiti dalle famiglie mafiose c%d% FcorleonesiH% 7e

Pag. 5=1

informazioni rese sin dall>inizio da tale colla)orante si sono ri#elate anche per 'uesto di straordinario rilie#o consentendo di ottenere importanti conferme di 'uanto era gi/ stato ac'uisito sulla struttura e sulle regole di FCosa !ostraH dai primi pentiti di mafia, ma con un significati#o aggiornamento della mappa delle FfamiglieH e dei FmandamentiH di Palermo ed un prezioso nuo#o contri)uto su personaggi di ogni li#ello del crimine organizzato siciliano nonch5 su numerosi delitti commessi dall>organizzazione ed in particolare sulla ricostruzione di circa un decennio di traffici di eroina tra la 0icilia e gli 0tati Aniti d>America% 0econdo 'uanto lo stesso colla)orante ha a#uto modo di chiarire, anche nell>am)ito dell>odierno procedimento, la storia del suo FpentimentoH 5 stata caratterizzata da una tormentata e#oluzione che per ragioni di#erse solo in epoca recente 5 per#enuta ad una colla)orazione integrale e senza piu> riser#e con l>Autorit/ Giudiziaria $cfr% ff% da " a < trascr% ud% 29/11/1994&% La spiegato che 'uando nel 19=9 a#e#a iniziato la propria colla)orazione con la Giustizia, si era limitato ad autoaccusarsi di appartenenza

all>associazione criminale FCosa !ostraH nonch5 di reati in materia di armi e traffico di stupefacenti% In tale fase, pur a#endo

;,2

spontaneamente maturato per ragioni personali la scelta della dissociazione da FCosa !ostraH, deli)eratamente a#e#a deciso di non affrontare il delicato tema delle accuse nei confronti di soggetti appartenenti alle Istituzioni collusi con la mafia per una certa sfiducia nei confronti dello 0tato italiano che non gli sem)ra#a approntare alcuna efficace politica go#ernati#a di lotta alla mafia n5 tantomeno di tutela dei colla)oranti e dei loro familiari: nel contempo a#e#a deciso di non confessare le proprie responsa)ilit/ in ordine agli omicidi commessi, per ragioni esclusi#amente personali, do#ute alla difficolt/ di affrontare 'uesto aspetto della propria antecedente condotta di #ita con la propria con#i#ente e con la figlia a#uta da 'uest>ultima $cfr% testualmente F non mi sono sentito in uel momento della mia collaborazione di andare oltre i racconti che, certamente, avrebbero investito l-autorit6 dello +tato o comun ue rappresentanti dello +tato di diversi livelli, compreso anche la collusione tra "osa &ostra# ed ambienti politici....inoltre non mi accusai di avere commesso omicidi per una uestione che non aveva niente a che vedere con lo +tato, ma una uestione personale nei confronti della mia famiglia, ..mi riferisco alla mia donna e a mia figlia..... dichiarando che avevo raffinato eroina, ero un trafficante di

Pag. 5=3

stupefacenti. &on me la sentivo di continuare con il mio racconto, andando anche su fatti molto piu- sanguinari, uelli degli omicidi, perch; avevo molta paura di fronteggiare.....diciamo di affrontare uesta realt6 insieme ai miei familiari# $cfr%ff%4 e ; trascr% cit%' non volevo presentarmi agli occhi di mia figlia e di mia moglie come uno che ha ammazzato una ventina di persone# cfr% f%4, trascr% cit%'% 0olo dopo alcuni anni mentre si tro#a#a negli A%0%A% do#e #ige#a una legislazione a tutela dei colla)oranti, a#e#a riflettuto sul programma di protezione che a#re))e potuto garantire sicurezza alla propria famiglia o#e si fosse deciso a confessare in modo completo le proprie responsa)ilit/% 2d, infatti, il Procuratore degli 0tati Aniti che do#e#a presentarlo al processo da cele)rare in 'uel paese ed ammetterlo al programma di tutela, a#e#a percepito che egli a#e#a commesso crimini che anda#ano al di l/ del traffico degli stupefacenti e ciJ a#e#a intuito da una precisa dichiarazione resa nel 19=9 al dott% 9alcone laddo#e a#e#a affermato6 F anch-io non sono uno stinco di santo, anch-io ho commesso gli atroci crimini di cui vergognarmi, e non escludo che, spontaneamente, uando vedr, una piena volont6 politica governativa nel perseguire crimini di "osa &ostra# io, spontaneamente, far, dichiarazioni# %cfr% f% , trascr% cit%& % 2ra stato,

;,4

'uindi, raggiunto intorno al Gennaio 199" un accordo tra le Autorit/ americane e 4annoia in )ase al 'uale se a#esse confessato tutte le proprie responsa)ilit/ il Go#erno lo a#re))e ammesso al programma di sicurezza $cfr% ff ", e ss% trascr% ud% cit%&% In tale contesto si era #erificata la Fs#oltaH nella colla)orazione di 9rancesco 4arino 4annoia che a#e#a confessato senza altre remore tutti i delitti commessi ammettendo le proprie responsa)ilit/ anche in ordine a tutti gli omicidi cui a#e#a partecipato, informando prima tramite i propri legali l>Autorit/ Giudiziaria palermitana, cos? rinunciando anche alle garanzie procedurali di Finutilizza)ilit/H nei propri confronti delle sue confessioni pre#iste dal trattato di mutua assistenza giudiziaria fra l>Italia e gli A%0%A% 7a circostanza che, nonostante tale scelta, non a#esse detto 'uanto a sua conoscenza sull>odierno imputato nel corso

dell>interrogatorio reso negli A%0%A nell>Aprile del 199" ai 4agistrati siciliani, che in 'uel paese erano andati ad interrogarlo sui c%d% omicidi politici $l>interrogatorio e))e ad oggetto l>omicidio 7ima, le #icende concernenti l>Dn%le Andreotti ed altri episodi di collusione tra politici e FCosa !ostraH cfr% ff% "9 e ss trascr% ud% 29/11/1994&, 5 stata spiegata dal colla)orante con ragioni del tutto contingenti afferenti

Pag. 5=5

alle particolari condizioni di stanchezza e FstressH in cui si era tro#ato 'uando era stato affrontato, nel corso di 'uell>interrogatorio, l>argomento riguardante il dott% Contrada% La, infatti, sostenuto di essere stato sottoposto, in 'uella occasione, ad un lunghissimo ed estenuante interrogatorio, protrattosi fino a tarda notte, nel corso del 'uale la domanda su Contrada gli era stata ri#olta 'uando era oramai molto stanco e proprio per e#itare un>ulteriore insosteni)ile prosecuzione di 'uell>interrogatorio era stato estremamente e#asi#o $cfr% f% 4* e ss% ud% cit%&% !el corso di un successi#o interrogatorio reso in data 2< Gennaio 1994 ai magistrati della Procura della 8epu))lica di Palermo, in sede di rogatoria in A%0%A%, $l>unico reso negli A%0%A% a magistrati italiani dopo 'uello citato dell>Aprile 199"&, a#ente ad oggetto alcuni omicidi da lui confessati, 4annoia a#e#a a#uto modo, 'uasi incidentalmente, dopo a#ere parlato del proprio coin#olgimento nel tentato omicidio di certo 7o Piccolo e della #icenda relati#a al dott% 0peranza in 'uanto strettamente connessa a 'uel fatto delittuoso, di fare riferimento al dott% Contrada 'uale Faltro funzionario di PoliziaH in rapporti con esponenti di FCosa !ostraH $cfr% ff% 24 e ss% 42 e ss% trascr% ud% 29/11/1994&%

;,,

!el corso del suo esame di)attimentale, in modo piu> specifico e completo, ha, 'uindi, riferito le di#erse occasioni in cui , durante la propria militanza all>interno di FCosa !ostraH, a#e#a sentito dialogare di#ersi Fuomini d>onoreH sul conto del dott% Contrada, che ha dichiarato di non a#ere mai conosciuto personalmente $cfr% ff% = e ss% e ;< trascr% cit% in atti&% Ana prima #olta, intorno ai primi anni P<* in particolare l>anno 19<4, egli a#e#a assistito ad un collo'uio tra esponenti mafiosi nel corso del 'uale il costruttore Graziano Angelo, indicato dal colla)orante come uomo d>onoreH della famiglia mafiosa di orgo -ecchio, a#e#a riferito a 8icco)ono 8osario e a Giaconia runo Contrada $cos?

0tefano di a#ere FprocuratoH una casa al dott%

testualmente Fil .raziano rivolgendosi al Aiccobono ed al .iaconia dice2 mi sono procurato per trovare una casa, ho procurato una casa al dott. "ontrada# 0 cfr% ff% = e ss% =2 e =" trascr% cit%&% La spiegato che in 'uell>epoca era solito accompagnarsi ad Angelo Graziano, 0tefano Giaconia, 8osario 8icco)ono e 0al#atore 9ederico per concordare le modalit/ esecuti#e di comuni imprese criminali, e li incontra#a spesso in una casa in #ia Ammiraglio 8izzo che il Giaconia a#e#a ac'uistato dal Graziano: ha precisato di non conoscere personalmente il dott% Contrada di cui, all>epoca del

Pag. 5=7

collo'uio riferito, a#e#a sentito parlare soltanto come di un funzionario della @uestura di Palermo% La, 'uindi, riferito che intorno agli anni <;+<, $ha detto espressamente di non potere essere preciso sulla collocazione cronologica dei fatti riferiti + cfr% f% 9; +;2 trascr% ud cit%& a#e#a sentito parlare il 8icco)ono ed il Giaconia del dott% Contrada in termini positi#i $cfr% ff% 9 e 9; e ss trascr% cit%&% !on ha saputo ricordare il contenuto di tali collo'ui ma dal modo F)onarioH in cui i due ne parla#ano a#e#a tratto il con#incimento che Contrada non era considerato un pericolo per l>organizzazione% La poi dichiarato che a seguito dell>arresto del Giaconia + nel frattempo era stato affiliato formalmente a FCosa !ostraH + a#e#a rice#uto l>incarico di recarsi insieme a 0al#atore 9ederico e a Carmelo Coppolino $uomini appartenenti come lui al gruppo ristretto dei soldati alle dirette dipendenze del capo 0tefano ontate& a fare #isita al Giaconia, presso il carcere di A#ersa, con lo scopo di contattare il medico che lo a#e#a in cura per ottenere una simulazione di malattia nella sua cartella clinica $cfr% ff% 9 e ss% trascr% cit%&% 7>incontro era a##enuto in un periodo in cui 4annoia era latitante, all>incirca nel 19<,, alcuni mesi dopo l>arresto del Giaconia che era a##enuto all>aeroporto di !apoli $cfr% ff% ;4+ 1** e ss% trascr% cit& secondo i ricordi non certi sul

;,=

punto del colla)orante, in tale occasione il Giaconia, andando su tutte le furie, a#e#a riferito che a farlo arrestare Fera stato il Aiccobono avendo passato la notizia a "ontrada# $cfr% ff%9 e 1* trascr% ud% cit%&% In sede di domande ri#oltegli dal (ri)unale il colla)orante, approfondendo l>argomento, ha precisato di potere meglio ricordare le parole pronunciate dal Giaconia in 'uella occasione e ciJ perch5 le circostanze dallo stesso riferite a carico del 8icco)ono erano apparse agli Fuomini d>onoreH che le a#e#ano ascoltate di tale gra#it/ che a#e#ano deciso di riferirle al proprio capo 0tefano ontate% La, cos?,

testualmente riferito 'uanto appreso dal Giaconia con riferimento al suo arresto F uesto regalo me lo fece sicuramente...il Aosario Aiccobono.. ed il .iaconia manifestava una situazione nei confronti del Aiccobono, innanzitutto diceva che suo padre era un carabiniere, dice iddu ave troppa confidenza con "ontrada, ; un confidente di "ontrada# %cfr. f. 1@2 trascr. ud. cit.'. 0u precise e reiterate domande ri#oltegli dal (ri)unale, il 4annoia ha risposto che il Giaconia in 'uell>occasione a#e#a detto esplicitamente che a farlo arrestare era stato il 8icco)ono $cfr% ff% 1*1 e 1*"&: il (ri)unale ha posto, 'uindi, una precisa ulteriore domanda per sapere se il collegamento tra la delazione del 8icco)ono riferita dal Giaconia e la asserita confidenza

Pag. 5=9

rice#uta dal dott% Contrada in ordine allo specifico episodio dell>arresto del Giaconia era frutto di un procedimento logico dedutti#o di coloro che a#e#ano ascoltato le parole testuali del Giaconia o##ero se 'uest>ultimo a#e#a detto anche testualmente che la notizia del suo arresto era stata comunicata al 8icco)ono dal dott% Contrada: a tale domanda il colla)orante ha risposto nei seguenti termini 6 H .iaconia ci fece uesto accenno nel senso che Aiccobono, era confidente, era troppo intimo con "ontrada, dice ; confidente di iddu# $cfr% f% 1*" trascr% ud% cit%&% @uando 4annoia e gli altri uomini d>onore che a#e#ano assistito a 'uello sfogo del Giaconia erano andati a riferirlo al capo 0tefano ontate, 'uesti a#e#a mostrato grande mera#iglia,

esclamando ; un pazzo da catena uesto .iaconia F $cfr% f% 1* trascr% cit%&% Poco tempo dopo la sua scarcerazione, Giaconia era stato eliminato mediante strangolamento dallo stesso ontate insieme a

8icco)ono e ad altri Fuomini d>onoreH, sia per le gra#i accuse che a#e#a ri#olto nell>occasione riferita al 8icco)ono, sia per la sua eccessi#a intraprendenza all>interno dell>organizzazione criminale ricollega)ile alla sua determinazione di di#entare il rappresentante

;<*

della famiglia mafiosa di Palermo centro $cfr% ff%1*+ <9 e 1*" trascr% ud% cit%&% Il colla)orante ha poi dichiarato di a#ere assistito casualmente intorno all>anno 19<9, durante una sua #isita alla #illa del ontate, ad un collo'uio tra Gio#anni (eresi, detto Fu pacchiuniH consigliere all>epoca della famiglia di 0anta 4aria di Gesu>, e lo stesso 0tefano ontate nel corso del 'uale i due a#e#ano parlato del dott% Contrada e del conte Cassina con riferimento ad appuntamenti e riunioni da fissare nei giorni a seguire: in particolare il ontate a#e#a detto al

(eresi di chiedere al conte Cassina di organizzare un incontro con Contrada, cui a#re))ero do#uto partecipare, oltre allo stesso ontate

ed al dott% Contrada, anche il Cassina ed il (eresi $cfr% ff% 1*+14 e 9" trascr% cit%&% La precisato che nell>occasione non era inter#enuto con domande ritenendo che l>argomento in 'uestione non fosse di sua FcompetenzaH e che in ogni caso non lo riguardasse $cfr% f% 14 trascr% cit%&% La chiarito che, sin dal suo ingresso in FCosa !ostraH, era a conoscenza della particolare intimit/ che lega#a il Cassina al ontate ed al Gio#anni (eresi e che a#e#a appreso anche prima della sua affiliazione, fin dai tempi del se'uestro del figlio del conte Cassina, che il ontate era gi/ legato al conte Cassina tanto che in occasione di

Pag. 571

'uel se'uestro #erificatosi ad opera di 0al#atore 8iina in un periodo in cui il ontate era ristretto in carcere, 'uesti era andato su tutte le

furie $cfr% ff% 9*+91+92 trascr% cit%&% Il colla)orante ha, 'uindi, riferito un>altra circostanza nel corso della 'uale egli a#e#a a#uto occasione di apprendere dell>esistenza di rapporti tra ontate e Contrada% In un periodo che ha indicato intorno al 19<9+19=* $precisando perJ di non a#ere ricordi precisi in ordine a tale collocazione cronologica potendosi s)agliare Fanche di 'ualche annoH& a#e#a appreso direttamente dal ontate che 'uesti a#e#a ottenuto la patente per

interessamento del dott% Contrada $cfr% ff%1*+ ;= e <" trascr% cit%&% !ello stesso periodo a#e#a appreso ancora dallo stesso ontate di un altro interessamento del dott% Contrada per la patente di altro personaggio di FCosa !ostraH tale Greco FPin5H, Fuomo d>onoreH di Ciaculli, al 'uale la patente era stata consegnata direttamente a casa, secondo il ricordo del colla)orante o dallo stesso ontate o dal (eresi o##ero da entram)i $cfr% ff% 1*+11+;= ud% cit%&% La aggiunto che alla fine del 19=2 ricollegando i suoi ricordi alla scomparsa per Flupara )iancaH del 8icco)ono, tro#andosi detenuto insieme a Pietro 7o Iacono presso la nona sezione dell>Acciardone di Palermo e diffusasi all>interno del carcere la notizia dell>uccisione di 8icco)ono, a#e#a

;<2

sentito 7o Iacono dire la seguente frase F uel disonesto di Aosario Aiccobono... iddu nappi a fari arrestare, avia ragione +tefano .iaconia a dire che era confidente, non solo in ottimi rapporti con "ontrada, ma bensD confidente H $cfr% ff% 12+1"+94 e 1*; trascr% cit%&% La spiegato che dai discorsi a#uti con il 7o Iacono a seguito di tale esclamazione a#e#a a#uto modo di capire che 'uel con#incimento trae#a spunto dal collegamento che il predetto a#e#a fatto tra le affermazioni del Giaconia sul conto del 8icco)ono, che

e#identemente a#e#a appreso, ed anche da una sua personale esperienza all>interno di FCosa !ostraH con riferimento al suo arresto attri)uito ad una presunta delazione del 8icco)ono: ed infatti nel c%d% F)litz di -illagraziaH dell>Dtto)re del 19=1 il 7o Iacono era stato tratto in arresto insieme a molti uomini della FfamigliaH di 0tefano ontate e della FfamigliaH di -illagrazia, appartenente al medesimo mandamento del ontate, mentre nessun uomo della famiglia del

8icco)ono era stato coin#olto in 'uell>operazione: ciJ a#e#a destato il sospetto di una delazione del 8icco)ono alla Polizia a##alorato dalla circostanza che il predetto conosce#a )ene 'uella #illa che era stata in precedenza di sua propriet/ $tramite intestazione fittizia ad una sua cognata& e successi#amente #enduta a Pietro -ernengo $cfr% f%

Pag. 573

1*4 trascr% cit%&% In tal modo il 7o Iacono sem)ra#a riferirsi ad un rapporto tra Contrada e 8icco)ono di reciproco scam)io in cui il 8icco)ono a#re))e rice#uto da Contrada dei fa#ori ma 'uest>ultimo in cam)io a#re))e rice#uto da 8icco)ono una mano di aiuto# $cfr% ff% 1*; e 1*, trascr% cit%&% Il colla)orante ha chiarito che, ancor prima di apprendere dal 7o Iacono tali sospetti sul conto del 8icco)ono, a#e#a sentito lo stesso ontate andare in escandescenze nei confronti del 8icco)ono

dicendo frasi del tipo aveva ragione uel disonesto del .iaconia nei confronti del Aiccobono # $cfr% f% 94 trascr% cit%&% (ali esclamazioni si erano #erificate in un momento in cui i rapporti tra i due Fuomini d>onoreH, per antagonismi interni a FCosa !ostraH, si erano incrinati e ciJ era a##enuto intorno agli anni 19<9+19=* $cfr% f% 1"+<4+<;+=* e ss% trascr% cit%&% A seguito di precisa domanda ri#oltagli nel corso del suo esame di)attimentale il 4annoia ha dichiarato di essere a conoscenza del rapporto di denuncia redatto dallo stesso dott% Contrada nei confronti del gruppo mafioso facente capo al 8icco)ono per i fatti attinenti all>omicidio dell>agente di P%0% Cappiello $cfr% f 2" trascr% cit%&% Al

;<4

riguardo ha riferito di a#ere #issuto da #icino i fatti essendo in 'uel periodo strettamente legato al gruppo del 8icco)ono con cui a#e#a eseguito numerosi delitti $cfr% ff% 1; + 2" e ss% trascr% cit%&% La detto, infatti, del tentati#o organizzato da 'uel gruppo per far fuggire il genero del 8icco)ono 4ichele 4icalizzi e della fuga negli 0tati Aniti del uffa che prima si era rifugiato per un certo periodo in una casa

#icino Cinisi $cfr% ff% 2"+ << e ss%trascr% ud% cit%&% In ordine alle indagini sull>omicidio Cappiello ha ricordato che gli uomini del gruppo del 8icco)ono all>interno di FCosa !ostraH si lamenta#ano del fatto che alcuni parenti degli stessi indagati a#e#ano in 'ualche modo parlato piu> del do#uto indirizzando proprio su 8osario 8icco)ono le indagini $cfr% ff% 24 e <= trascr% cit%&% !el corso delle sue dichiarazioni di)attimentali il colla)orante ha, infine, riferito su alcuni episodi non riguardanti la posizione dell>odierno imputato, )ens? 'uella di alcuni suoi colleghi e precisamente il dott% 0peranza ed il dott% Purpi% A proposito del dott% 0peranza, si 5 gi/ detto che il 4annoia a#e#a parlato sul suo conto nel corso dell>interrogatorio reso nel Gennaio del 1994 ai magistrati italiani in A%0%A% a#ente ad oggetto alcuni omicidi da lui confessati%

Pag. 575

8iferendo del tentato omicidio in pregiudizio di un ragazzo, tale 7o Piccolo, che a#e#a osato commettere alcune rapine ai danni della pompa di )enzina di propriet/ del padre dello stesso 4annoia, ha dichiarato che in 'uell>occasione la #ittima designata era riuscita a sfuggire all>agguato perch5 in macchina con lui c>era un agente della sezione anti+rapine che insieme al 7o Piccolo a#e#a risposto al fuoco degli aggressori consentendogli di dileguarsi $cfr% 2= e ss% trascr% ud% cit%&% 4annoia a#e#a saputo successi#amente dallo stesso ontate

l>identit/ dell>uomo #icino al 7o Piccolo nel corso dell> agguato, apprendendo che si tratta#a di un agente della s'uadra del dott% 0peranza, in ottimi rapporti con ontate $cfr% f% 29 trasc% cit%&% In

effetti, a#e#a potuto constatare l>esistenza di ottimi rapporti tra il ontate ed il dott% 0peranza $che comun'ue ha dichiarato di non a#ere mai conosciuto personalmente& con riguardo ad una #icenda accadutagli direttamente $cfr% ff% "* e ss% e ,, trascr% cit%&% 2d infatti, in un periodo della sua latitanza $protrattasi dal 19<4 al 19=*& in cui a#e#a a)itato in una casa in affitto a Ciaculli con i genitori, a#e#a fatto la FcortesiaH ad alcuni ragazzi di occultare in 'uella casa alcune partite di sigarette di contra))ando% @uando i ragazzi erano tornati per ritirare il carico di sigarette erano stati seguiti da militari della

;<,

Guardia di 9inanza, e#identemente sulle loro tracce, che a#e#ano fatto irruzione nella casa del 4annoia, eseguendo#i una per'uisizione nel corso della 'uale erano state tro#ate e se'uestrate oltre le sigarette anche alcuni gioielli di pro#enienza illecita, che, poco tempo prima, il 4annoia a#e#a ac'uistato insieme al -ernengo ed al 1e 0imone e che a#e#a nascosto nell> a)itazione% !ell>occasione unitamente ai gioielli i militari operanti a#e#ano se'uestrato anche un orologio marca F8D72KH che perJ non face#a parte del materiale di pro#enienza illecita in 'uanto il 4annoia lo a#e#a regolarmente ac'uistato presso un concessionario autorizzato alla #endita $tale F4atrangaH&% 0uccessi#amente il 4annoia a#e#a informato il ontate dell>accaduto e 'uesti gli a#e#a detto che si

sare))e interessato della #icenda direttamente con il dott% 0peranza: contemporaneamente il 4annoia ed il -ernengo a#e#ano incaricato l>a##%to Castorina di seguire la #icenda% Il ontate, poco tempo dopo, a#e#a a##isato il 4annoia che, essendosi #erificata in 'uei giorni una rapina ai danni del concessionario da cui pro#eni#a l>orologio F8D72KH in se'uestro, corre#a il rischio di essere ritenuto responsa)ile di 'uella rapina% PerJ, dopo 'ualche giorno

dall>a##enuta per'uisizione il 4annoia a#e#a ritro#ato in casa la

Pag. 577

rice#uta di ac'uisto dell>orologio che ne attesta#a la legittima pro#enienza% Il ontate gli a#e#a, 'uindi, suggerito, per fare apparire piu> genuino il ritro#amento del documento, di riporre la rice#uta di ac'uisto dell>orologio dentro un cassetto di un mo)ile dell>ingresso della sua casa, do#e di l? a poco sare))e stata tro#ata da alcuni agenti di Polizia che sare))ero stati in#iati appositamente con il pretesto di eseguire una seconda per'uisizione% I fatti successi#amente si erano #erificati proprio come ontate gli a#e#a detto6 gli agenti di P%0% erano tornati e la rice#uta di ac'uisto dell>orologio era stata, effetti#amente, scoperta come se si fosse trattato di un ritro#amento casuale% Alla fine anche i gioielli erano stati restituiti al 4annoia, nonostante la loro pro#enienza certamente illecita perch5 in 'uella occasione i #ari rappresentanti di gioielli e gioielleri che in 'uel periodo a#e#ano su)ito furti, chiamati in @uestura al fine di effettuare i riconoscimenti, non ne a#e#ano effettuato alcuno essendo stati intimiditi% Il dott% 0peranza per il suo interessamento a#e#a chiesto in regalo, attra#erso l>a##%to Castorina, un anello con )rillanti per la moglie da ac'uistare appositamente in un negozio in fondo alla #ia 8oma%

;<=

In ordine al dott% Purpi il colla)orante ha riferito che, sin da 'uando egli era stato affiliato a FCosa !ostraH, a#e#a sentito parlare del predetto funzionario di Polizia come di una persona nella piena disponi)ilit/ dell>intera FfamigliaH ed in particolare di ontate, del

Citarda, dell>Al)anese e soprattutto di Girolamo (eresi il 'uale, di#ersi anni prima, gli a#e#a regalato un appartamento nello stesso sta)ile do#e a)ita#ano alcuni mem)ri della famiglia Al)anese e dagli stessi costruito $cfr% ff% "4 e ss% trascr% cit%&% 0empre con riferimento al dott% Purpi il 4annoia ha ricordato di a#ere appreso da ontate

Gio#anni, mentre erano entram)i detenuti nel carcere di Palermo intorno alla fine del 19=2 inizio del 19=", che nel corso di una per'uisizione eseguita all>interno dell>a)itazione di tale Innocenzo Pasta le 9orze dell>Drdine a#e#ano ritro#ato una lettera molto compromettente in cui si face#ano di#ersi nomi oltre 'uello del dott% Purpi e che era stata in#iata al Pasta da ontate Gio#anni nel periodo della sua detenzione, allo scopo di contattare di#ersi personaggi che a#re))ero do#uto interessarsi di una simulazione di malattia in suo fa#ore $cfr% ff% "4 e ss% trascr% cit%&%

Pag. 579

A""e%-i;i$i", i%"ri%seca -e$ c#$$a;#ra"#re -i gi s"i)ia *ra%cesc# Mari%# Ma%%#ia.

7>importanza della colla)orazione di 9rancesco 4arino 4annoia con la Giustizia ha gi/ tro#ato un primo e positi#o riscontro da parte della 0uprema Corte nella citata sentenza n. =* del 1992 conclusi#a del primo maBi+processo% 1eterminatosi alla colla)orazione nelle more del giudizio di appello di 'uel procedimento, il 4annoia iniziando le sue ri#elazioni, ha, non soltanto ammesso le proprie responsa)ilit/, ma ha pure effettuato molte e circostanziate chiamate in correit/ nei confronti degli altri coimputati% (ali ac'uisizioni hanno rice#uto positi#a #alutazione sia per la do#izia di particolari negli episodi riferiti suscetti)ili di adeguato riscontro pro)atorio sia per lo stesso li#ello del colla)orante che a#endo fatto parte dell>organizzazione per un lungo lasso di tempo mantenendo contatti e rapporti improntati a reciproca affida)ilit/ con gli altri associati ha consentito di far luce su numerosissimi episodi delittuosi, permettendo anche di aggiornare le conoscenze ac'uisite

;=*

sulla struttura organizzati#a dell>associazione mafiosa e sulle sue regole% 7a ponderosit/ e la complessit/ delle sue ri#elazioni, la ricchezza dei dettagli riferiti e la sua attendi)ilit/ hanno indotto i giudici di legittimit/ ad affermare che Fil Barino Bannoia ha fornito all-$utorit6 .iudiziaria una collaborazione ampia e, talvolta addirittura essenziale, per la ricostruzione dei fatti e l-accertamento delle responsabilit6 di moltissimi associati# $cfr% ff% 11"4 e ss% sent% cit&% All>esito del primo maBi processo il 4annoia ha riportato condanna definiti#a alla pena di otto anni di reclusione e O 4*%***%*** di multa, e, come conseguenza giuridica del giudizio positi#o formulato dalla 0uprema Corte sulla sua attendi)ilit/, gli 5 stata riconosciuta la diminuente di cui all>art% = 1%7% 1" 4aggio 1991 n. 1;2 con#% in 7% 12 7uglio 1991 n. 2*" pre#ista per coloro che dissociandosi dagli altri si adoperano per e#itare che l>atti#it/ delittuosa sia portata a conseguenze ulteriori, concretamente aiutando l>Autorit/ di Polizia o l>Autorit/ Giudiziaria nella raccolta di elementi decisi#i per la ricostruzione dei fatti e per la indi#iduazione o la cattura dei colpe#oli%

Pag. 5?1

7>appartenenza del 4annoia all>associazione mafiosa FCosa !ostraH e la sua complessi#a attendi)ilit/ nel riferire notizie apprese all>interno di tale organizzazione, non possono, pertanto, essere messe in du))io: peraltro, la piu> tragica conferma della credi)ilit/ delle sue dichiarazioni accusatorie e della loro note#ole pericolosit/ per l>organizzazione mafiosa 5 costituita dal )ar)aro assassinio della madre, della zia e della sorella del dichiarante, commesso il 2" !o#em)re 19=9, seguito a )re#e distanza dall>omicidio di altro suo congiunto% 7a fonte in esame risulta, dun'ue, caratterizzata da un ele#ato grado di attendi)ilit/ confermato nei successi#i procedimenti in cui il colla)orante ha reso le sue dichiarazioni, alcuni dei 'uali gi/ conclusi con sentenza passata in giudicato sono stati ac'uisiti all>odierno procedimento $cfr% sent% contro Alfano ed altri ac'uisita all>ud% del 22/9/199; + sentenza nei confronti di 1rago ed altri ac'uisita all>ud% del ,/;/1994&% !el prosieguo della sua colla)orazione con la Giustizia 4arino 4annoia ha a#uto modo di mostrare il tra#aglio che ha caratterizzato l>e#oluzione del proprio rapporto di totale affidamento all>Autorit/ 0tatuale6 in una prima fase, ha #oluto essenzialmente realizzare la

;=2

propria

personale

scelta

di

dissociazione

dall>organizzazione

criminale FCosa !ostraH $gi/ resa irre#ersi)ile dalle dichiarazioni confluite nell>am)ito del primo maBi processo& con la confessione della propria appartenenza a tale associazione e dei molti crimini, soprattutto nel settore del traffico degli stupefacenti, commessi insieme ad altri coimputati: successi#amente ha ammesso la propria iniziale reticenza nel riferire in ordine a due settori particolari delle proprie conoscenze e responsa)ilit/ e cio5 'uello riguardante i fenomeni di collusione tra soggetti appartenenti alle Istituzioni o al mondo della politica e FCosa !ostraH e l> altro attinente agli omicidi nei 'uali era stato personalmente coin#olto nel corso della propria carriera criminale% Con riferimento all>am)ito delle proprie responsa)ilit/ in ordine ai fatti di sangue si 5 gi/ detto che il colla)orante ha addotto esitazioni riguardanti un piano esclusi#amente personale a#endo temuto che la confessione di tali atroci delitti a#re))e potuto causargli la ripro#azione da parte dei suoi piu> stretti familiari con la conseguente perdita di tali affetti% Per 'uanto riguarda poi l>iniziale reticenza ad affrontare lo specifico tema dei fenomeni di collusione coin#olgenti esponenti dello 0tato, si 5 gi/ a#uto modo di e#idenziare

Pag. 5?3

come 'uesta titu)anza non 5 stata manifestata soltanto dal 4annoia, ma 5 stata condi#isa da tutti i c%d% pentiti storici, che hanno concordemente palesato il con#incimento che le ri#elazioni in ordine a tale delicato settore dei rapporti instaurati da FCosa !ostraH a#re))ero rischiato di tra#olgere in un generale giudizio di inattendi)ilit/ le loro complessi#e dichiarazioni $cfr% per tutti dichiarazioni rese sul punto da (ommaso 4utolo&% 1>altra parte non puJ trascurarsi di e#idenziare che molti di 'uesti colla)oratori, che come il 4annoia hanno su)ito tragiche ritorsioni da parte di FCosa !ostraH in danno dei loro piu> stretti congiunti, hanno denunciato i ritardi con i 'uali lo 0tato italiano a#e#a pro##eduto ad approntare adeguati strumenti normati#i di tutela dei colla)oratori di giustizia e dei loro familiari% 2d in effetti la storia della e#oluzione della nostra legislazione in tema di pentiti di mafia 5 una storia piuttosto recente, spesso cadenzata dalla ricorrenza di tragiche FemergenzeH che hanno contri)uito ad accellerarne i ritmi di realizzazione% !on puJ non ricordarsi che una prima s#olta sensi)ile sul piano legislati#o si e))e a seguito dell>omicidio del giudice 7i#atino, uscetta e da Gaspare

;=4

a##enuto ad Agrigento il 21 0ettem)re 199*, 'uando dalla magistratura siciliana $ed in modo speciale dai compianti Gio#anni 9alcone e Paolo orsellino& si le#J una #i#ace protesta per

l>inefficienza della risposta dello 0tato nei confronti della mafia che continua#a a dare pro#e tangi)ili del proprio potere% 0olo con il 1%7% 1; Gennaio 1991 n. =, poi con#% nella 7% 1; 4arzo 1991 n. =2, fu introdotta un>organica disciplina della protezione dei colla)oratori di giustizia e dei testimoni nei processi di mafia e con il successi#o 1%7% 1" 4aggio 1991 n. 1;2, con#% nella 7% 12 7uglio 1991 n. 2*", fu inserita nella legislazione la prima fattispecie premiale per i FdissociatiH dalle organizzazioni mafiose $cfr% il gi/ citato art% = della predetta legge&% !on #i 5 du))io, poi, che l>impulso piu> forte all>azione da parte dello 0tato di contrasto al fenomeno mafioso si 5 realizzato soltanto a seguito del compimento delle tragiche stragi in cui persero la #ita, tra gli altri, i giudici 9alcone e orsellino: tali

e#enti gra#issimi da un lato hanno segnato il momento piu> alto della strategia di attacco di FCosa !ostraH allo 0tato e alla societ/ ci#ile, dall>altro hanno segnato una s#olta decisi#a nell>intensificazione dell>opera di predisposizione di adeguati strumenti normati#i cui ha fatto seguito, significati#amente, una diffusione generalizzata del

Pag. 5?5

fenomeno della dissociazione all>interno delle organizzazioni mafiose% 2d infatti dopo la strage di Capaci, 5 stato emanato il 1%7% = Giugno 1992 n. "*,, con#ertito con modificazioni nella legge < Agosto 1992 n. ";, $su)ito dopo la strage di #ia 1>Amelio& con il 'uale sono stati introdotti, accanto ad inasprimenti dei trattamenti sanzionatori per gli imputati di associazione mafiosa, ulteriori )enefici per i colla)oratori di giustizia $#% l>estensione delle possi)ilit/ di ammissione a forme di detenzione eBtra+carceraria, l>istituzione del 0er#izio Centrale di Protezione+ la pre#isione della possi)ilit/ per il colla)orante di essere autorizzato al cam)iamento delle generalit/, anche se tale ultima disposizione 5 stata resa operati#a solo nel 4arzo del 199" a seguito dell>emanazione del 1%P%8% 29 4arzo 199" n.119&% Pertanto puJ affermarsi che in tale settore l>inter#ento legislati#o ha scontato gra#i ritardi e che solo di recente 5 stata introdotta un> organica disciplina legislati#a% CiJ premesso sullo stato della legislazione, #a osser#ato che il rapporto di reciproca fiducia tra colla)orante e Autorit/ statuale ac'uista una peculiare rile#anza nel settore che ci occupa perch5 a seguito della sua dissociazione il pentito di mafia 5 un soggetto

;=,

Fcondannato a morteH dall>organizzazione criminale da cui 5 fuorisciuto, e per ciJ stesso costretto a #i#ere per sempre nella clandestinit/ insieme ai propri familiari: per tale moti#o il rischio di una perdita di credi)ilit/ #iene dal predetto #issuto con maggiore in'uietudine ed angoscia% CiJ spiega perch5, proprio nell>affrontare il delicato settore dei rapporti collusi#i con FCosa !ostraH molti colla)oratori di giustizia hanno palesato iniziali reticenze, tal#olta adducendo anche moti#azioni apparenti, e in#ece, 'uando l>azione statuale di contrasto a tale organizzazione criminale 5 stata resa piu> incisi#a con l>introduzione nell>ordinamento di adeguati strumenti normati#i molti colla)oratori in epoca recente hanno deciso di estendere la propria colla)orazione a tutti i settori delle proprie conoscenze per#enendo ad una colla)orazione integrale e senza piu> riser#e con l>Autorit/ Giudiziaria% Pertanto tale e#oluzione nella colla)orazione dei colla)oranti non puJ essere, di per s5, ritenuta indice di inaffida)ilit/, sia perch5 fondata su una situazione di o)ietti#a rile#anza, sia perch5 il criterio normati#o principale che de#e presiedere alla #alutazione delle loro dichiarazioni resta sempre 'uello della necessaria ac'uisizione dei riscontri in un giudizio di #alutazione glo)ale degli elementi pro)atori

Pag. 5?7

$#% art% 192 c%p%p% su cui si 5 ampiamente a#uto modo di soffermarsi nella parte iniziale della presente trattazione&% Per 'uanto concerne in particolare la storia dell>e#oluzione graduale della colla)orazione del pentito 4annoia de#e dirsi che le moti#azioni generali, #alide anche per gli altri colla)oratori di giustizia, hanno ine#ita)ilmente ac'uistato una speciale rile#anza nel suo caso particolare, tenuto conto delle #endette tras#ersali che FCosa !ostraH 5 riuscita a realizzare ai suoi danni% 7>esistenza, poi, di un tormento interiore nella decisione di confessare i piu> atroci crimini commessi 5 stata palesata da 'uelle parziali ammissioni fatte fin dall>inizio della sua colla)orazione al giudice 9alcone nel 19=9% 2gli, infatti, a#e#a lasciato intuire agli in'uirenti l>esistenza di piu> gra#i responsa)ilit/ da parte sua rispetto a 'uelle inizialmente confessate ammettendo di non essere uno stinco di santo# e di a#ere commesso atroci criminiH di cui #ergognarsi% CiJ ha consentito alcuni anni dopo alle Autorit/ statunitensi di intuire la portata delle informazioni che il 4annoia sare))e stato in grado di fornire e di pretenderne una colla)orazione totale% !on appare casuale che la Fs#oltaH nella sua colla)orazione si sia determinata negli 0tati Aniti, do#e era in #igore un trattamento

;==

normati#o di protezione dei colla)oranti che pone#a come condizione per l>inserimento del suddetto F nel programma di sicurezzaH la confessione di tutti i fatti+reato commessi% 4esso dinanzi ad una concreta prospetti#a di una #ita sicura per s5 e per i propri familiari, 4annoia riusc? a superare le remore iniziali confessando tutti i delitti commessi ed iniziando a dis#elare anche 'uanto a sua conoscenza in ordine ai fenomeni collusi#i% !5 5 di poco rilie#o la circostanza che il 4annoia a))ia rinunciato alle garanzie di Finutilizza)ilit/H contro di lui delle sue confessioni, pre#iste in suo fa#ore dal trattato di mutua assistenza giudiziaria tra l>Italia e gli A%0%A, cos? dando pro#a della massima trasparenza nella sua determinazione alla piu> ampia colla)orazione% A 'uesto punto, al fine di un giudizio piu> specifico di attendi)ilit/ del colla)orante con riferimento alle dichiarazioni rese nei confronti dell>odierno imputato, occorre procedere alla analisi delle di#erse occasioni in cui egli ha a#uto modo di ri#elare 'uanto a sua conoscenza% Il 4annoia ha precisato che durante il primo interrogatorio reso dinanzi all>Autorit/ Giudiziaria italiana nell>Aprile del 199" non a#e#a detto 'uanto a sua conoscenza sull>odierno imputato

Pag. 5?9

giustificandosi con la sua #olont/ di non prolungare ulteriormente un interrogatorio che era stato particolarmente lungo ed estenuante e che a#e#a compromesso la propria capacit/ di ricostruzione mnemonica delle proprie conoscenze in termini di Flucidit/H% !el corso dell>istruzione di)attimentale 5 stato possi)ile ac'uisire copia $omissata per esigenze di segreto in#estigati#o attinenti altri procedimenti& del p%#% di interrogatorio reso il giorno " Aprile del 199", da 4arino 4annoia, presso l>A%0% AttorneR>s Dffice del 1istretto 4eridionale di !eU XorG, nell>am)ito della

commissione rogatoria internazionale, autorizzata in relazione al procedimento penale n.1;;</1992 della Procura della 8epu))lica di Palermo, concernente l>omicidio di 0al#atore 7ima $cfr%pagine 1+19 e 2* del predetto interrogatorio ac'uisite all>udienza del 22/9/199; giusta ordinanza in data 19/;/199;&% Dra dalla lettura delle pagine del predetto #er)ale 5 emerso che l>interrogatorio in 'uestione a#e#a a#uto inizio alle h% 1* del " Aprile 199" ed era stato concluso alle h% 1,** del 4 Aprile 199"% !el corso di tale interrogatorio protrattosi per 'uindici ore consecuti#e erano state #er)alizzate complessi#amente n.2* pagine e la domanda concernente l>odierno imputato risulta essere stata #er)alizzata nella parte finale del foglio n. 1=, seguito dal

;9*

foglio n. 19 comprendente ulteriori domande e dal foglio conclusi#o n.2* contenente poche righe e le sottoscrizioni finali% 7a risposta data dal colla)orante alla domanda riguardante l>odierno imputato, era stata del seguente tenore letterale F (i "ontrada non ricordo praticamente nulla che possa avere interesse processuale. "on tanti nomi di poliziotti potrei anche confondermi#. 1a tali risultanze si e#ince che l>Autorit/ Giudiziaria italiana, recatasi per la prima #olta in A%0%A% ad interrogare il 4annoia nell>am)ito di una rogatoria internazionale concernente l>omicidio 7ima, posta per la prima #olta dinanzi ad una Fpreziosa occasioneH di a#ere dal 4annoia un contri)uto in#estigati#o su #icende in ordine alle 'uali a#e#a inizialmente manifestato la propria reticenza, lo a#e#a sottoposto ad un esame estenuante sia per il numero di ore di esecuzione dell>atto istruttorio che per l>ampio raggio dei fatti su cui il colla)orante era stato interrogato $la stessa domanda in ordine al dott% Contrada ed altre successi#e + #% omicidio 8eina + #er)alizzate in 'uel contesto, appaiono esulare dallo specifico oggetto di indagine oggetto della rogatoria&% Alla specifica domanda concernente l>odierno imputato il 4annoia a#e#a risposto con una frase con cui face#a riferimento ad una difficolt/ mnemonica di ricostruzione delle

Pag. 591

proprie conoscenze e ad una possi)ilit/ di errore rispetto a #icende concernenti altri poliziotti $Fnon ricordoH + Fpotrei anche

confondermiH&% Al riguardo #a rile#ato che nel medesimo contesto narrati#o allorch5 il colla)orante a#e#a dichiarato di non a#ere alcuna conoscenza nella materia trattata a#e#a in#ece usato una frase dal differente tenore letterale $F&on so nulla circa gli esecutori materiali dell-omicidio di Bichele Aeina##% f% 19'. Pertanto, la risposta fornita dal colla)orante con riferimento all>odierno imputato, appare sintomatica di una sua precisa scelta di non approfondire l>argomento proposto, non per carenza di informazioni sul punto, )ens? per difficolt/ di lucida messa a fuoco dei propri ricordi sullo specifico oggetto, difficolt/ aggra#ata dalla possi)ilit/, espressamente dedotta dal dichiarante, di potersi FconfondereH in relazione ad altre posizioni riguardanti poliziotti% 2d in effetti, gi/ dal successi#o interrogatorio reso sempre negli A%0%A% a magistrati della Procura della 8epu))lica di Palermo, nel Gennaio del 1994, il 4annoia a#e#a riferito di altri poliziotti $#% dott% -incenzo 0peranza& ed in 'uel contesto, che pure non riguarda#a in modo specifico la posizione dell> imputato, #ertendo sugli omicidi confessati dal colla)orante, a#e#a a#uto modo di ricollegare i propri

;92

ricordi sul conto del dott% 0peranza ad uno preciso fatto delittuoso in cui era stato coin#olto $tentato omicidio 7o Piccolo&, e, 'uindi, al dott% Contrada, 'uale altro funzionario di Polizia in rapporti con esponenti di FCosa !ostraH% !el corso dell>udienza di)attimentale del 29/11/1994 il 4annoia ha approfondito la trattazione della posizione dell>odierno imputato, integrando le proprie informazioni anche con riferimento al dott% 0peranza ed al dott% Purpi, altro poliziotto accusato dal 4annoia di collusione con FCosa !ostraH% Dr)ene, la ricostruzione della progressi#a esposizione da parte del 4annoia delle notizie in suo possesso sull> imputato, caratterizzata da approfondimenti mnemonici e da successi#i sforzi di chiarezza nella ricostruzione delle proprie conoscenze, non legittima di per s5 un giudizio di inaffida)ilit/ della fonte o un sospetto di adattamento manipolatorio delle sue dichiarazioni% (ale sforzo di chiarezza da parte del 4annoia appare tanto piu> genuino o#e si consideri che il colla)orante dal momento della sua scelta di totale colla)orazione con la Giustizia a 'uello in cui 5 stato escusso nell>am)ito dell>odierno procedimento ha a#uto )en poche occasioni di contatti con l>A%G% italiana a#endo risieduto per lunghi periodi

Pag. 593

negli A%0%A, e che, nel corso di 'uei pochi interrogatori 5 stato sottoposto ad una serie di domande concernenti argomenti impegnati#i e disparati, spesso cronologicamente collocati in epoche lontane nel tempo, in condizioni che, o)ietti#amente, non appaiono funzionali ad una serena ricostruzione delle proprie conoscenze $#% interrogatorio dell>Aprile del 199"&% Con 'uesto non si #uole omettere di rile#are che il dato relati#o alla successione nel tempo delle dichiarazioni del 4annoia impone di #alutare con maggiore prudenza le sue dichiarazioni al fine di #erificare se le notizie in suo possesso siano state frutto di pedisse'ui adeguamenti ad altre risultanze processuali o##ero se lo stesso a))ia introdotto con le proprie dichiarazioni particolari o episodi nuo#i idonei a ri#elarne l>autonomia rispetto ad altre fonti e la attendi)ilit/ rispetto a riscontri di natura estrinseca% 2d in#ero non puJ sostenersi, a#uto riguardo alla normati#a attualmente #igente in materia di #alutazione della chiamata di correo, gi/ oggetto di ampia trattazione anche con riferimento agli orientamenti costantemente espressi dalla 0uprema Corte, che una dichiarazione, seppur tardi#a, #enga considerata Ftam'uam non essetH non essendo#i alcuna disposizione che consenta di precludere la

;94

#alutazione della Fchiamata di correoH in relazione al tempo in cui essa #iene resa% 2 d>altra parte la preesistenza di altre chiamate in correit/ in ordine ai medesimi soggetti, non comporta che le successi#e chiamate #engano inutilizzate, do#endo, al contrario, le stesse essere sottoposte al #aglio del giudice onde #erificarne l>autonoma rile#anza pro)atoria% @uesto principio 5 stato piu> #olte enunciato dalla 0uprema Corte ed, in modo particolare nei confronti dello stesso 4annoia, nel corso del procedimento del 4aBi 1, 'uando i difensori prospettarono espressamente la tesi dell>inutilizza)ilit/ di tale fonte di pro#a sul presupposto che il 4annoia a#e#a certamente a#uto modo di conoscere le dichiarazioni rese dagli altri colla)oratori di giustizia, a#endo assistito alle udienze di 'uel di)attimento che lo #ede#a nella posizione di imputato% !onostante l>ac'uisizione di tale certezza, la Corte di Assise di Appello di Palermo, successi#amente confortata dalla decisione della 0uprema Corte, rigettJ l>eccezione non attri)uendo decisi#a portata Fs'ualificanteH al dato della pregressa conoscenza dei fatti oggetto delle altre fonti di pro#a, sostenendo che la prospettazione difensi#a

Pag. 595

non tene#a conto del principio, accolto nel nostro Drdinamento come prioritario, Fdella necessit6 del riscontro processuale, il uale

procede non soltanto da una verifica intrinseca del livello di credibilt6 ma soprattutto dal raffronto logico e storico dei dati provenienti da fonti diverse#%cfr% ff% <1, e ss% #ol% III. sent%cit& . Pertanto il (ri)unale non ritiene che la scelta iniziale del 4annoia di una gradualit/ nelle sue propalazioni, riguardante anche l> odierno imputato, possa inde)olire l> attendi)ilit/ intrinseca del colla)orante, peraltro gi/ oggetto di plurimi accertamenti giudiziari dotati del crisma dell> irre#oca)ilit/%

;9,

Veri0ica -e$$@a""e%-i;i$i", es"ri%seca -e$$e -ichiara)i#%i rese -a *ra%cesc# Mari%# Ma%%#ia.

Come si 5 gi/ detto il contri)uto pro)atorio reso da 9rancesco 4arino 4annoia nell>am)ito dell>odierno procedimento ac'uista una speciale rile#anza in ragione del fatto che nel periodo compreso tra la seconda met/ degli anni P<* ed i primi anni P=* egli, pur essendo affiliato alla famiglia di 0%4aria di Gesu>, capeggiata da 0tefano ontate, a#e#a a#uto al contempo assidui contatti con il gruppo di mafia facente capo a 8icco)ono 8osario con il 'uale a#e#a commesso s#ariati crimini, che sono stati oggetto delle sue confessioni% (ale sua collocazione all>interno degli schieramenti mafiosi operanti nella citt/ di Palermo, nell>epoca indicata, gli ha consentito di #enire a conoscenza principalmente attra#erso i predetti ontate e

8icco)ono, due Fuomini d>onoreH che anche il colla)orante Gaspare 4utolo ha indicato come maggiormente #icini all> imputato, di notizie rile#anti in ordine ai personali contatti esistenti tra i predetti F)ossH mafiosi e il predetto imputato%

Pag. 597

!ella parte della moti#azione riguardante le dichiarazioni di Gaspare 4utolo, si 5 gi/ a#uto modo in piu> occasioni di mettere in luce l>importanza delle singole dichiarazioni rese dal 4annoia ad integrazione delle notizie rese da Gaspare 4utolo, e#idenziando come su ogni particolare riferito il 4annoia sia stato in grado di aggiungere particolari nuo#i che, oltre ad attestarne la completa autonomia rispetto alla precedente fonte propalatoria, hanno rice#uto positi#a #erifica in riscontri esterni, spesso di natura documentale, consentendo in tal modo di escludere radicalmente ogni forma di pedisse'uo adeguamento alle precedenti dichiarazioni% 8ichiamando solo per sintesi si ricorder/ )re#emente che nel riferire sui contatti esistenti tra ontate+(eresi+Cassina il 4annoia 5

stato in grado di indicare l> inizio di tali rapporti collocandolo temporalmente in un periodo di#erso da 'uello conosciuto da 4utolo6 ciJ ha tro#ato positi#a conferma nella data di assunzione del (eresi da parte della ditta Cassina: nel riferire sui contatti ontate+Purpi ha

fatto riferimento ad alcuni particolari, totalmente ignoti al 4utolo, che hanno tro#ato riscontro, tal#olta, anche in emergenze di natura documentale $#edi disponi)ilit/ da parte del dott% Purpi di un appartamento nel palazzo costruito dagli Al)anese e fre'uentato dai

;9=

ontate e dai (eresi nonch5 collo'ui con

ontate Gio#anni e lettera

da 'uest>ultimo in#iata a Innocenzo Pasta, contenente il nominati#o del Purpi tra i soggetti da contattare al fine di ottenere una simulazione di malattia in suo fa#ore&: nel parlare dei contatti di Adamo Calogero con FCosa !ostraH ha riferito particolari su incontri specifici, cui a#e#a a#uto modo di assistere personalmente, non a conoscenza di 4utolo: nel riferire sulla Flatitanza disin#oltaH del 8icco)ono e sui luoghi dallo stesso fre'uentati $zona #ia Ammiraglio 8izzo& ha consentito di colmare i #uoti di conoscenze dirette da parte di 4utolo, corrispondenti al periodo della sua carcerazione: ha riferito della costruzione da parte del 8icco)ono di una #illa nella zona di -illagrazia, la cui intestazione ad una sua parente ha tro#ato positi#a #erifica: ha dichiarato di a#ere personalmente assistito al collo'uio inter#enuto tra il 8icco)ono ed Angelo Graziano, collocato cronologicamene inorno al 19<4, nel corso del 'uale lo stesso Graziano a#e#a parlato in ordine alla disponi)ilit/ di un appartamento nella #ia Guido Nung che a#e#a procurato al dott% Contrada $mentre per 4uolo si tratta#a di circostanza appresa Fde relatoH dal 8icco)ono&: nel riferire sui collo'ui inter#enuti tra 0tefano ontate e (eresi, in ordine agli appuntamenti da fissare per il tramite del Conte

Pag. 599

Arturo Cassina con il dott% Contrada, ha dimostrato di a#ere una conoscenza diretta di tale fatto $collocato cronologicamente nel 19<9 in un>epoca in cui il 4utolo era ristretto in carcere& assolutamente casuale, ma proprio per 'uesto di decisi#o rilie#o in 'uanto non configura)ile come conoscenza Fde relatoH in senso tecnico: in ordine agli e#enti successi#i all>omicidio Cappiello ha dimostrato di essere a conoscenza di numerosi episodi che hanno consentito di attestarne l>effetti#a #icinanza al gruppo di mafia del 8icco)ono, facendo riferimento anche ad alcuni particolari che hanno tro#ato riscontro documentale $#edi decisi#e testimonianze rese alla Polizia dai parenti di alcuni denunciati6 uffa e 1a#?&% !el riferire, sugli specifici Ffa#oriH, a sua conoscenza, fatti dal dott% Contrada ad Fuomini d>onoreH, ha parlato di due episodi6 l>inter#ento dell> imputato in fa#ore di 0tefano ontate nella pratica

relati#a alla patente e 'uello relati#o alla consegna della patente a tale FPin5H Greco, Fuomo d>onoreH di Ciaculli, sempre per interessamento del dott% Contrada, fatti totalmente ignoti al 4utolo% Per 'uanto riguarda il primo dei due episodi riferiti, come si a#r/ modo di #edere nel trattare la parte della moti#azione riguardante il colla)orante 0al#atore Cancemi, anche 'uesto colla)oratore di

,**

giustizia ha riferito, in epoca antecedente ed in modo piu> completo rispetto a 4annoia, su tale fatto, per cui l> esame di 'uanto dichiarato da 'uest>ultimo in termini di riscontro alle dichiarazioni del Cancemi, sar/ rin#iato per e#itare ripetizioni e per una piu> completa conoscenza della materia alla parte della trattazione relati#a alle dichiarazioni del Cancemi% Dccorre, in#ece, in 'uesta sede procedere all>analisi dei riscontri ac'uisiti sulla pratica della patente concernente FPin5H Greco, su cui, in modo esclusi#o ha riferito il 4annoia, nell>am)ito dell>odierno procedimento%

Pag. =<1

I%"eressa&e%"# -e$ -#"". C#%"ra-a %e$$a !ra"ica re$a"i'a a$$a !a"e%"e -i 8Pi%D: Grec#.

In ordine a tale fatto il 4annoia ha dichiarato di a#ere appreso direttamente dal suo capo+famiglia 0tefano ontate intorno al 19<9+

19=* che il dott% Contrada si era interessato della patente di altro personaggio di FCosa !ostraH, tale FPin5H Greco, Fuomo d>onoreH di Ciaculli, che era stata poi materialmente consegnata dal ontate

stesso o dal Girolamo (eresi all>interessato $Fl-ultima notizia che io apprendo dal :ontate ; che :ontate ottiene la patente e che l-interessamento ; avvenuto da parte del dott. "ontrada e che non ; solo la sua patente, io credo di ricordare, ma non vorrei fare errore, che il :ontate stesso insieme al .irolamo 7eresi, o comun ue,o :ontate o .irolamo 7eresi, si sono premurati per il piacere di portarla loro stessi, di propria mano, la patente ad un altro personaggio di "osa &ostra#2 io credo di ricordare, ma ovviamente sono passati tanti anni, di ricordare che uella persona si chiamasse *in; .reco, un uomo d-onore di "iaculli# ...Pin5 Greco era conosciuto da ContradaQ uesto non lo so#...In 'uale anno Contrada

,*2

si occupJ di procurargliela Q F 19590198@ ecco, attorno a uegli anni non ricordo l-anno esatto# %cfr% ff% 1* e 11+ ;= e ss% ud% 29/11/1994&% !el corso dell>istruzione di)attimentale 5 stata ac'uisita la seguente documentazione $cfr% doc% prodotta dal P%4% all>ud% del 1,/;/199; + inserita nel fascicolo del di)attimento con ordinanza del (ri)unale in data 9/;/199;&6 1& copie del fascicolo a FsecondaH e del fascicolo misure di pre#enzione di Greco Giuseppe, fu Giuseppe, classe 192;, esistenti presso la @uestura di Palermo: 2& fascicoli in originale, rilasciati dalla Prefettura e dalla @uestura di Palermo, riguardanti la pratica della patente di guida del predetto Giuseppe Greco% 1a tale documentazione risulta che Giuseppe Greco 5 soggetto indiziato di appartenenza alla mafia, gi/ denunciato in data 22/1/194< dai C%C% di rancaccio di Palermo, in stato di irreperi)ilit/, per

concorso in omicidio ed associazione per delin'uere: condannato in data ,/;/19;2 dal Pretore di Palermo per espatrio clandestino, diffidato con pro##edimento della locale @uestura in data 9/9/19," perch5 ritenuto soggetto socialmente pericoloso e di am)igua condotta morale e ci#ile, successi#amente sottoposto ad un primo

Pag. =<3

procedimento per misure di pre#enzione conclusosi con pronuncia di incompetenza% Al riguardo #a osser#ato che il Greco formalmente si era trasferito a ologna do#e dal 2/4/19,; risulta#a a#ere fissato la

propria residenza anagrafica presso il fratello consanguineo Gio#anni, ma a#e#a piu> fre'uentemente dimorato a Palermo presso l> a)itazione di una sorella sita in #ia Ciaculli n. 2<< e l? si era occupato della colti#azione di fondi: in effetti in data 1*/2/19<2 era stato controllato ad un posto di )locco della P%0% a Palermo insieme al cugino Greco 4ichele conducente e proprietario del mezzo, presso la cui a)itazione di #ia Croce#erde dichiara#a di essere ospite% 1a tali fatti era sorto il fondato sospetto che il cam)io di residenza a ologna fosse stato effettuato per sottrarsi alla proposta di sottoposizione alla sor#eglianza speciale della P%0% pendente nei suoi confronti e successi#amente respinta per incompetenza territoriale% 2> fratello del piu> noto esponente mafioso Greco 0al#atore detto FCiaschitedduH, deceduto a 0an Nos5 $distretto di -alenza + -enezuela& nel 19=*, durante la latitanza indicato dai pentiti Calderone, uscetta e da

Giuseppe 1i Cristina tra i piu> importanti esponenti di FCosa !ostraH: 5 cugino dei noti fratelli Greco 4ichele e Greco 0al#atore, residenti a Croce#erde Giardini, rispetti#amente intesi Fil papa H ed il F senatore

,*4

H: ed 5 cugino anche di Greco 0al#atore fu Pietro, detto Fl>ingegnereH, latitante per oltre #ent> anni% Il 9/"/19== 5 stato emesso nei suoi confronti dall>Afficio Istruzione di Palermo mandato di cattura n. <1/== 8%4%C% per i reati di associazione per delin'uere $art% 41, c%p%& e di associazione di tipo mafioso $art% 41, )is c%p%&, essendo stato indicato dal pentito di mafia Antonino Calderone come Fcapo decinaH della famiglia mafiosa di Ciaculli $in relazione a tale procedimento denominato FmaBi 'uaterH, attualmente ancora pendente, risulta che il predetto tratto in arresto ed associato alla Casa C%le di 8oma+8e)i))ia in data 1/4/19== ha ottenuto la concessione degli arresti domiciliari&% Il 1"/2/19=9 5 stata a#anzata nei suoi confronti dalla Procura della 8epu))lica di Palermo proposta di sottoposizione alla misura della sor#egliannza speciale della P%0% irrogatagli con decreto n. 19/19=9 del (ri)unale di Palermo del 22/11/19=9 $cfr% nota redatta dal Centro Criminalpol di Palermo in data 2*/1*/19<2+ nota informati#a in data 2</1/19<" in#iata dalla locale @uestura al I. 1istretto di Polizia + rapporto informati#o redatto dalla @uestura di Palermo in data 19/"/19=4+ nota n. 9*/1*4, redatta dalla @uestura di Palermo+ proposta per 4%di P% in data 1"/2/19=9+ decreto n.19/19=9 8%4%P%&%

Pag. =<5

1alla documentazione concernente la pratica relati#a alla patente di guida del Greco Giuseppe, risulta che a seguito del pro##edimento di diffida emesso in data 9/9/19," dal @uestore di Palermo, con decreto n.,94 dell> 11/"/19<2 dal Prefetto di Palermo era stata disposta la sospensione a tempo indeterminato della #alidit/ della patente di guida automo)ilistica n% 294" cat% FCH $gi/ rilasciatagli in data </12/19,*&% 7>11/1*/19<2 il predetto decreto era stato notificato al Greco presso gli Affici del Commissariato di P%0% F ologninaH di ologna, che con nota n.",44 in pari data a#e#a

trasmesso alla Prefettura di Palermo la patente ritirata all> interessato% @uesti con istanza, recante la data 2* Agosto 19<9, inoltrata alla @uestura di Palermo $do#e per#eni#a l>11/12/19<9 + cfr% tim)ro di posta in entrata& a#e#a richiesto la restituzione della patente di guida gi/ sospesagli con il decreto n. ,94 del Prefetto di Palermo, sul rilie#o che tale documento gli era necessario per attendere alla colti#azione dei propri fondi% A##iata l> istruzione della pratica, l>Afficio 4isure

Pre#enzione della @uestura, con nota in#iata in data 12/12/19<9 mediante fono n.9*/;2,1 4%P% richiede#a che si accertasse se il diffidato e indiziato mafioso in oggetto s#olge#a l>atti#it/ di

,*,

colti#atore nei propri fondi e se il richiesto documento fosse utilizza)ile per la predetta atti#it/, $Fpregasi far conoscere se uanto asserito prevenuto risponde a vero nonch; se richiesto documento guida sia utilizzabile in relazione attivit6 svolta0rimanesi in attesa cortese riscontro0 )uestore 3pifanio#'. Il I. distretto di Polizia, territorialmente competente, con nota di risposta del 2=/12/19<9 a firma del dott% 9aranda, trasmessa con fonogramma alla locale @uestura, segnala#a6 Hrisulta effettivamente svolgere attivit6 di coltivatore diretto0 ; proprietario unitamente ai fratelli di nG4= tumuli terreno coltivato ad agrumi, ubicato nei fondi (ragotta0 Aampante e Aampontello0territorio di "iaculli0 trovasi in uesto

capoluogo da oltre due mesi e si fermer6 fino ad $prile al fine provvedere raccolta agrumi che bisettimanalmente trasporta al locale mercato ortofrutticolo0 (ocumento guida richiesto dal .reco .iuseppe potrebbe agevolarlo attivit6 svolta nonch; per spostarsi piu- celermente nei succittati fondi#. Con nota del 2" Gennaio 19=* a firma del @uestore dott% -incenzo Immordino si trasmette#a per competenza al Prefetto l>istanza con la 'uale il Greco a#e#a richiesto la restituzione della patente ed, al contempo, si esprime#a parere decisamente contrario alla restituzione6 F+i comunica che il .reco,

Pag. =<7

diffidato e9 art. 1 !. 19=IH1824 ed indiziato di appartenenza alla mafia, ; ritenuto capace di abusare del chiesto documento di guida. *ertanto, uesto ufficio, esprime parere contrario alla restituzione della patente di guida. Il predetto svolge l-attivit6 di coltivatore diretto#. Con decreto n. 4;**" emesso dal Prefetto di Palermo in data 2,/4/199* #eni#a disposta la re#oca della patente di guida del Greco a seguito dell>applicazione nei suoi confronti della misura della sor#eglianza speciale della P%0% Con nota del 1;/"/199;, con la 'uale 5 stata trasmessa alla locale Procura della 8epu))lica la documentazione relati#a alla pratica della patente di guida in esame, l>estensore dott% Piero 4attei comunica#a che la patente del Greco Giuseppe, ritiratagli dal Commissariato di P%0% F ologninaH e trasmessa alla locale Prefettura, pur do#endo tro#arsi nel fascicolo intestato al predetto esistente presso la Prefettura di Palermo non era stata rin#enuta agli atti $cfr% deposizione Piero 4attei ud% 14/</199; ff% 1< e ss%&% Dr)ene dalla consultazione della documentazione in atti e dalla deposizione resa dal teste 4attei, emergono talune anomalie riguardanti la pratica in esame%

,*=

Innanzi tutto la patente, sospesa nel 19<2 e ritirata materialmente al Greco presso il Commissariato di P%0% F ologninaH 5 stata trasmessa unitamente alla nota dell>11/1*/19<2 alla Prefettura di Palermo, come si e#ince dal contenuto della nota in oggetto nonch5 dalla traccia di una graffetta arrugginita, chiaramente #isi)ile nel retro dell>originale del decreto di sospensione notificato al pre#enuto, che #erosimilmente trattene#a la patente ritirata al Greco% Ciononostante il documento non 5 stato rin#enuto agli atti della Prefettura% 7>istanza a firma di Greco Giuseppe, tendente ad ottenere la restituzione della patente, era stata inoltrata anzicch5 alla competente Prefettura alla locale @uestura do#e per#eni#a l>11/12/19<9 $a 'uesta data il dott% Contrada ricopri#a il doppio incarico di dirigente della locale 0'uadra 4o)ile e della Criminalpol&: lo stesso imputato, ha rile#ato tale anomalia nel destinatario dell>istanza nel corso delle spontanee dichiarazioni rese all>ud% del 1</,/199; f% 112: con eccezionale tempesti#it/, il giorno successi#o a 'uello di arri#o della predetta istanza negli uffici della @uestura, l>Afficio 4isure di Pre#enzione a##alendosi di un fonogramma $mezzo celere di trasmissione del messaggio& richiede#a informazioni sull>atti#it/ s#olta dal Greco ottenendo altrettanto celere risposta da parte del I.

Pag. =<9

1istretto di Polizia che riconosce#a l>utilit/ del documento richiesto dal Greco in ordine al moti#o prospettato nella sua istanza% !onostante tale segnalazione, sostanzialmente fa#ore#ole alla restituzione, il @uestore -incenzo Immordino $#edi annotazione manoscritta in calce al promemoria intestato a Greco Giuseppe 6 sentito dirigente Bobile/ sentito il dir. Bisure di *rev.H& redige#a personalmente la nota manoscritta in data 1< Gennaio 19=* $recante la data del 2" gennaio 19=* nella #ersione dattiloscritta& esprimendo parere decisamente contrario alla restituzione della patente e, pur dando atto che il Greco s#olge#a l>atti#it/ di colti#atore, ritene#a che lo stesso potesse a)usare del documento richiesto% A seguito di tale parere, il Prefetto appone#a alla nota originale del @uestore Immordino, protocollata il 2=/1/19=*, la dicitura6 FAttiH con data 29/1/19=* significando che nessun pro##edimento #i era da emettere atteso il parere contrario espresso dal @uestore e sussistendo agli atti un precedente pro##edimento di sospensione della patente di guida $cfr% sul punto dep% 4attei ff 2" e ss&% Giuseppe Greco, escusso all>udienza dell>1/,/199; ai sensi degli artt% 19; e 21* c%p%p% giusta ordinanza del (ri)unale in data 9/;/199;, dichiara#a di a#ere effetti#amente restituito la patente di

,1*

guida presso il Commissariato di P%0% di

ologna do#e gli era stato

notificato il pro##edimento di sospensione $cfr% f% <4 ud% 1/,/199;&% La ricordato di a#ere successi#amente $non 5 riuscito ad essere preciso nella collocazione cronologica dei fatti& presentato una domanda per ottenere la restituzione della patente, ma ha detto di non ricordare se si era recato personalmente presso 'ualche ufficio per presentarla, anche se ha fatto riferimento a tale FPinoH 8omano $indicato solo come conoscente, Fragazzo educatoH, successi#amente ucciso in America& come soggetto che gli a#e#a portato la domanda gi/ predisposta da firmare $cfr% ff% <4+<;+<,+<<+<=+=;+1*1&% La, altres?, dichiarato di a#ere dopo poco tempo rice#uto effetti#amente la stessa patente che gli era stata ritirata nel 19<2 affermando di essere assolutamente sicuro del fatto che si tratta#a del medesimo documento $F ho fatto la domanda, mi hanno restituito la patente...ma io la patente l-ho avuta per pochi giorni e la stracciai, perch; ne sentivo tante come se, non era regolare, come se avessi commesso....non lo so, la stracciai, non guidai con uella patente che mi hanno restituito, tutto ua#....ero convinto che era irregolare# 2ra la stessa patente che le a#e#ano ritiratoQ F+i, si, ua non mi posso sbagliare# .... non falsa, era la mia# ... me l-ha ritirata la

Pag. =11

)uestura, la patente and, a finire in *refettura, non lo so com-; la prassi, per competenze, mi pare semplice# ff% <;+ <,+<<+=;+92 ud% cit&% !on ha saputo dire se si era recato personalmente a ritirare il documento o se 'ualcuno glielo a#e#a portato a casa $1omanda6 F $nd, lei a ritirare la patente...o ualcuno gliela port, a casaE# 0 8isposta 6 Fse debbo dire la verit6, non mi ricordo#cfr% f% <9 ud% cit%'. La ammesso una conoscenza superficiale con 0tefano ontate

$1omanda6 F !ei ha conosciuto +tefano :ontateE# 8isposta6 Fio ricordo di si, ma non ci ho preso mai un caff; assieme# cfr% f% <9 ud% cit%& e poi ha aggiunto di non sapere se il FPinoH 8omano citato si era ri#olto a 'ualcuno per fargli ottenere la patente assumendo di non sapere nulla di un interessamento da parte di 0tefano ontate

$1omanda6 F !ei sa se *ino Aomano si ; rivolto a ualcuno per la sua patenteE# 8isposta6 Fche io sappia no, si parl, solo di presentare la domanda# + 1omanda6 F!ei sa per caso +tefano :ontate si ; interessato per la pratica della sua patenteE0 8isposta 6 Fno, no, assolutamente, no, non so niente#0 1omanda2 +a di eventuali rapporti tra *ino Aomano e +tefano :ontateE+ 8isposta6 F&o di sapere non so niente# 0 1omanda6 F *ino Aomano non le disse come

,12

avrebbe fatto per farle ottenere la patente Q 8isposta6 F non, non si ebbe uesto discorso, si diceva solo 0la presentiamo0 cfr% ff% =* + =,+ =< ud% cit%' CiJ posto, osser#a il Collegio che dalle esposte risultanze sono emersi numerosi elementi di conferma delle dichiarazioni rese dal colla)orante 4arino 4annoia% 2d in#ero nel periodo indicato dal colla)orante $4annoia ha indicato approssimati#amente il periodo 19<9+19=*: la domanda del Greco finalizzata ad ottenere la restituzione 5 del 2*/=/19<9 per#enuta in @uestura l>11/12/19<9: il parere negati#o espresso dal @uestore Immordino 5 del 2"/1/19=*: il Greco ha dichiarato di a#ere rice#uto la patente poco tempo dopo la presentazione della domanda& Giuseppe Greco a#e#a ottenuto effetti#amente la materiale restituzione della patente che a#e#a consegnato al Commissariato di P%0% di ologna

nell> Dtto)re del 19<9 e che nonostante fosse stata trasmessa alla locale Prefettura non 5 stata mai rin#enuta agli atti% 1ato il parere negati#o espresso dal @uestore Immordino, il procedimento a##iato dal Greco tramite un intermediario per la restituzione della patente non a#e#a a#uto esito positi#o cosicch5 la restituzione della patente al predetto era do#uta a##enire in modo illecito% 7>interessato ha

Pag. =13

ammesso con assoluta certezza sul punto di a#ere rice#uto $non ha saputo indicare solo chi gliela consegnJ& la stessa patente che gli era stata ritirata e che essendo consape#ole dell> Firregolarit/H della restituzione a#e#a deciso di strapparla dopo pochi giorni% Il Greco, pur sapendo che la patente si tro#a#a per competenza in Prefettura, a#e#a indirizzato l>istanza per ottenerne la restituzione in modo anomalo presso gli uffici della @uestura% 7a domanda era per#enuta nell> anzidetto Afficio l>11/12/19<9 'uando era ancora @uestore in carica il dr% Gio#anni 2pifanio $cfr% fonogramma gi/ citato in data 12/12/19<9, in cui si legge il nome del @uestore F2pifanioH e dep% 2pifanio il 'uale ha dichiarato di essere rimasto @uestore a Palermo fino al 1,/12/19<9+ cfr% ud% ;/;/199; ff% 1< e ss%&, che per sua stessa ammissione nutri#a la massima stima per Contrada e che era stato il principale fautore della sua nomina a dirigente della 0'uadra 4o)ile su)ito dopo l>omicidio di 2*/</1994 ff% "= e ss%&% Con una singolare analogia rispetto alla pratica relati#a al rilascio della patente a 0tefano ontate, che si a#r/ modo di oris Giuliano $cfr% dep% 2pifanio ud%

apprezzare meglio 'uando sar/ piu> analiticamente affrontato tale argomento, ma che, come si 5 gi/ anticipato 5 stato indicato non

,14

soltanto dal 4annoia ma anche dal Cancemi come un altro dei Ffa#oriH cui si era prestato il dott% Contrada, la pratica era stata a##iata con un>istanza fondata sulla presunta necessit/ del documento di guida per ragioni di la#oro ed anche in 'uesto caso gli uffici della @uestura a#e#ano dato a##io con rara celerit/ ad un>istruttoria che sem)ra#a preludere ad un esito fa#ore#ole% 0enonch5, 'uando la pratica per la patente del Greco, a differenza di 'uanto era a##enuto in precedenza per la pratica ontate, era giunta al @uestore il dr%

2pifanio non era piu> in carica ed era stato sostituito dal 'uestore -incenzo Immordino, che per ammissione dello stesso imputato non a#e#a con lui un rapporto improntato a reciproca stima% (utta#ia nel corso del procedimento a##iato all>interno della @uestura, per la pratica Greco, il dott% Contrada era stato interpellato, nella sua 'ualit/ di dirigente della 0'uadra 4o)ile, dal @uestore Immordino $dalla documentazione non si rile#a il tipo di parere espresso + se negati#o o positi#o+ dall>imputato in ordine alla restituzione della patente in esame&% 2> singolare, perJ, che il @uestore a))ia ritenuto di redigere personalmente il parere negati#o da inoltrare alla Prefettura, nonostante l>istruttoria a##iata all>interno della @uestura a#esse

Pag. =15

accertato, in sintonia con 'uanto prospettato nell>istanza dal Greco, che 'uesti a#e#a necessit/ del documento richiesto in relazione ad esigenze la#orati#e, che pur si presenta#ano di natura precaria $cfr% fonogramma cit% in data 2=/12/19<9 in cui si d/ atto che il Greco sare))e rimasto a Palermo fino al mese di Aprile&% 1a#anti all>ostacolo del parere di Immordino, che a#e#a impedito al Greco di ottenere per #ie regolari la restituzione della patente sulla stessa falsariga dell>istruttoria che, in#ece, a#e#a consentito al ontate di ottenerla, l>unica possi)ilit/ era 'uella di

ricorrere alla sottrazione materiale del documento giacente presso gli atti della Prefettura% 8itiene il Collegio che tra tale illecita sottrazione ed il pregresso a##iamento della pratica con rara celerit/ presso gli Affici della @uestura #i sia una certa connessione, o#e si consideri che, secondo 'uanto dichiarato dal teste Piero 4attei $che ha prestato ser#izio presso la Prefettura di Palermo dal 19=; al 199* e nuo#amente dal gennaio 199" ad oggi& il personale di Polizia ha, normalmente, accesso agli archi#i esistenti presso l>Afficio patenti della Prefettura e che solo in tempi recenti, 5 stata instaurata la prassi

,1,

di formalizzare una richiesta scritta per la consultazione, di cui rimane traccia agli atti $cfr% ud% 1;/"/199;&% Altrettanto singolare appare la circostanza che Greco Giuseppe, nel 19<=, era riuscito ad ottenere il rilascio del passaporto con una procedura anch> essa celere ed anomala% 1agli atti rin#enuti nel fascicolo permanente della @uestura intestato a Greco Giuseppe, risulta la seguente successione cronologica nella pratica in oggetto6 1& in data 14/"/19<= il 1irigente della 1i#isione Polizia Amministrati#a della @uestura di Palermo richiede#a al 1irigente dell>Afficio 4isure di Pre#enzione un parere circa l>opportunit/ di aderire alla richiesta di rilascio del passaporto a#anzata dal Greco Giuseppe: 2& il giorno successi#o, il 1;/"/19<=, con nota n. 9*/;2,1 si risponde#a alla richiesta di informazioni comunicando

esclusi#amente che il nominato in oggetto risulta#a diffidato ed indiziato di appartenenza alla mafia, ma non si esprime#a alcun parere: "& il giorno dopo ancora, il 1,/"/19<=, la @uestura rilascia#a il passaporto n. C =;,*19, #alido per cin'ue anni per tutti i paesi

Pag. =17

$come si e#ince dalla nota della @uestura di Palermo, in data 1=/"/19<=, categ% 22% /<<, intestata al Greco Giuseppe, indirizzata a #ari uffici&% An> altra anomalia in tale pratica 5 desumi)ile, infine, dal registro di consegne passaporti, do#e alla data del 1,/"/19<=, in corrispondenza del nominati#o del Greco Giuseppe non risulta apposta alcuna firma per consegna n5 alcuna annotazione riguardante la persona che a#e#a ritirato il documento, a differenza di tutti gli altri nominati#i inclusi nel medesimo foglio, accanto ai 'uali #i 5 una firma corrispondente $cfr% all%to n. 2 copia del registro attestante la consegna di passaporto a Greco Giuseppe + ac'uisita all>ud% del 22/9/199;&% Come gi/ messo in e#idenza, Greco Giuseppe, che 5 soggetto imputato di associazione mafiosa, si 5 dimostrato molto reticente nel rispondere alle domande relati#e al suo rapporto con 0tefano ontate, ai soggetti interessati dal 8omano per ottenere la restituzione della patente, ai soggetti che materialmente gliela consegnarono, cos? come 5 stato reticente ed e#asi#o nel rispondere alle domande che il P%4% gli ha ri#olto in merito alla pratica del rilascio del passaporto, collocandola erroneamente in epoca successi#a alla morte in

,1=

-enezuela del fratello 0al#atore FCiaschitedduH, in realt/ a##enuta nel 19=*, due anni dopo rispetto alla data del rilascio del passaporto $cfr% ff% =1 e ss% ud% 1/,/199;&% 1e#e, poi, rile#arsi che il soggetto per il 'uale tale interessamento era stato realizzato 5 cugino di Greco 4ichele, detto F il papaH e di Greco 0al#atore, detto Fil senatoreH $cfr% rapporto informati#o redatto dalla @uestura di Palermo in data 19/"/19=4&: soggetti che altro colla)oratore di giustizia, 4archese Giuseppe, di cui si tratter/ nel prosieguo, ha indicato in stretto contatto con l>odierno imputato $cfr% ud% 22/4/1994&% !on #a, infine, sottaciuto che anche Gaspare 4utolo nell>indicare gli Fuomini d>onoreH che a#e#ano rice#uto fa#ori dall>odierno imputato ha citato proprio Greco 4ichele $cfr% f% 4; ud% </,/1994 e f% ;* ud% 12/</1994&% 1a 'uanto sopra detto consegue che le dichiarazioni di 4arino 4annoia hanno tro#ato adeguato riscontro Fa) eBtrinsecoH nelle risultanze processuali esaminate che hanno dimostrato l> esistenza di anomalie nelle pratiche relati#e alla patente di guida ed al passaporto del Greco, sintomatiche di FinteressamentiH nei suoi confronti pro#enienti dagli Affici della @uestura di Palermo o#e opera#a, con funzioni di dirigente l>imputato ed hanno tro#ato ulteriori conferme

Pag. =19

indirette nelle citate dichiarazioni rese dai colla)oratori di giusizia 4utolo e 4archese%

,2*

Le -ichiara)i#%i rese -a *ra%cesc# Mari%# Ma%%#ia s $ -#"". P r!i e s $ -#"". S!era%)a.

Dccorre esaminare i riscontri ac'uisiti alle dichiarazioni rese dal 4annoia in relazione ad alcuni colleghi del dott% Contrada6 il dott% Purpi ed il dott% 0peranza% (ali dichiarazioni, se anche non rile#ano direttamente ai fini della posizione dell>imputato, appaiono importanti sotto di#ersi profili6

1&

le dichiarazioni rese per la prima #olta dal 4annoia sull>imputato nel Gennaio del 1994 in A%0%A% erano risultate in stretto collegamento con le dichiarazioni rese dal colla)orante su un fatto+reato, il tentato omicidio del 7o Piccolo, che gli a#e#a consentito di ricordare il connesso ruolo s#olto dal dott% 0peranza ed in conseguenza 'uello s#olto dall>odierno imputato:

Pag. =11

2&

la #erifica dei riscontri ac'uisiti alle dichiarazioni rese dal 4annoia a carico dei predetti funzionari di Polizia,

indiscuti)ilmente rile#a ai fini della sua generale attendi)ilit/:

"&

il 4annoia chiamando in causa altri funzionari di Polizia, di#ersi dall>attuale imputato, ha consentito di rile#are sia l> infondatezza di ogni ipotesi difensi#a )asata su propositi indi#iduali di #endetta da parte del 4annoia nei confronti del dott% Contrada che della tesi facente generico riferimento a Fprospettati complottiH che, non coin#olgendo il solo imputato ma anche altri soggetti e 'uindi o)ietti#i plurimi ed indiscriminati, e#idenziere))e ancor di piu> la sua totale inconsistenza% Per 'uanto riguarda le dichiarazioni rese da 4annoia sul conto

del dott% Purpi si 5 gi/ a#uto modo di rile#arne la con#ergenza rispetto alle dichiarazioni gi/ rese da 4utolo sul conto di tale funzionario di polizia ed, altres?, di apprezzarne gli elementi di no#it/ rispetto ai fatti riferiti da 4utolo: 5 gi/ stato e#idenziato come le conoscenze in possesso del 4annoia su tale funzionario di Polizia, pro#enienti da fonti di#erse, sono state suffragate da plurimi autonomi riscontri,

,22

anche di natura documentale: pertanto, su tali punti si rin#ia alla parte della trattazione gi/ s#olta% In 'uesta sede de#e, in#ece, esaminarsi, l>attendi)ilit/ estrinseca del 4annoia con riferimento alle dichiarazioni rese sul dott% 0peranza% Il 4annoia ha dichiarato di non a#ere mai conosciuto il dott% 0peranza, ma di a#ere appreso dal ottimi rapporti con lui% 7>occasione della ri#elazione a#e#a a#uto origine da un episodio delittuoso ai danni di tale 7o Piccolo, cui a#e#a partecipato lo stesso 4annoia, perch5 il predetto gio#ane, che a#e#a un>officina di riparazione di gomme di auto, a#e#a osato commettere alcune rapine proprio ai danni della pompa di )enzina gestita dal padre del colla)orante% !ella circostanza la #ittima designata era riuscita a sfuggire all>agguato mortale perch5 all>interno dell> auto#ettura #i era un>altra persona che a#e#a risposto al fuoco degli aggressori: successi#amente il ontate a#e#a ri#elato al colla)orante che 'uella ontate che tale poliziotto era in

persona era un agente di Polizia dell>anti+rapina addetto alla s'uadra del dott% 0peranza e che era stato proprio 'uest>ultimo a riferirlo al

Pag. =13

ontate, che a#e#a aggiunto anche di essere Fin ottimi rapportiH con il predetto funzionario $cfr% ff% f% 2= e ss% ud% cit%&% Il 4annoia ha dichiarato di a#ere constatato personalmente l>esistenza di 'uesti ottimi rapporti in relazione alla per'uisizione domiciliare eseguita dalla Guardia di 9inanza nell> a)itazione dei suoi genitori a Ciaculli cui era seguito il se'uestro delle sigarette di contra))ando, dei gioielli di pro#enienza illecita e dell>orologio F8oleBH la cui legittima pro#enienza era stata dimostrata con l>espediente della doppia per'uisizione eseguita dalla Polizia concordata tra ontate ed il dott% 0peranza $cfr% ff% "* e ,, ud% cit%&% 1alla documentazione ac'uisita 5 emerso che il 2, Agosto 19<, era stato commesso il tentato omicidio in danno di 7o Piccolo 8osario, saldatore meccanico, contro il 'uale erano stati esplosi #ari colpi di arma da fuoco mentre 'uesti si tro#a#a, all>interno della propria auto#ettura A112, in compagnia dell>agente di P%0% Gennaro 0olito, addetto alla sezione anti+rapine della 0'uadra 4o)ile di Palermo: il 7o Piccolo a seguito del procedimento penale a##iato su di#ersi episodi delittuosi connessi al tentato omicidio ai suoi danni era stato a sua #olta condannato ad una gra#e pena, di#enuta esecuti#a, per i reati di associazione per delin'uere, tentata rapina ed

,24

omicidio in pregiudizio di Chiaramonte 9rancesco Paolo $cfr% copia sentenza emessa dalla corte di Assise di Palermo sez% II., in data =/11/19<=, nei confronti di Ignazio 0calia ed altri + con pro#a dell>inter#enuta irre#oca)ilit/ della sentenza+ ac'uisita all>ud% del 22/9/199; + atti del fascicolo relati#o al proc% penale a carico di 0calia Ignazio E1, ac'uisiti all>ud% del 19/;/199;&% Il dott% -incenzo 0peranza, escusso all>udienza del 1"/1/199; nella 'ualit/ di indagato di reato connesso in relazione al reato di concorso esterno in associazione mafiosa, ha dichiarato di essere stato assegnato alla @uestura di Palermo sin dal 19,9 e di a#ere diretto tra la fine di 1icem)re del 19<2 ed il 9e))raio 19<= la sezione 8apine della locale 0'uadra 4o)ile% La ricordato l>episodio del tentato omicidio ai danni del 7o Piccolo a##enuto mentre 'uesti si tro#a#a in compagnia dell>agente 0olito che era stato in rapporto di natura FconfidenzialeH con il predetto rapinatore aggiungendo di non a#ere mai saputo che il 7o Piccolo a#e#a accusato l>agente 0olito di a#ere commesso alcune rapine insieme a lui $cfr% ff% da "2 a 41 + <* e <1 ud% 1"/1/199;&% 1agli atti contenuti nel fascicolo relati#o al procedimento contro 0calia Ignazio ed altri, risulta che alla medesima udienza

Pag. =15

di)attimentale in cui a#e#a reso la sua testimonianza il dott% 0peranza, su)ito dopo la sua deposizione, a#e#a chiesto di prendere la parola il 7o Piccolo, il 'uale a#e#a dichiarato6 Fil dott. +peranza ha affermato che io facevo delle confidenze alla guardia +olito, ma il dott. +peranza non ha detto che il +olito ed io, uesta ; la verit6, abbiamo partecipato insieme a delle rapine#%cfr% p%#% di udienza di)attimentale in data 19/1*/19<=&% In ordine all>episodio relati#o al se'uestro di ta)acchi e gioielli 5 risultato che, effetti#amente, in data 2* !o#em)re 19<,, la 1". legione della Guardia di 9inanza, a#e#a eseguito una per'uisizione domiciliare presso l>a)itazione di 7eonarda Costantino, residente in #ia 9onte 8ampante $Ciaculli& procedendo al se'uestro di un note#ole 'uantitati#o di ta)acchi la#orati esteri di contra))ando e di numerosi gioielli tra cui un orologio F8oleBH d>oro contenuto in una scatola con )ollino della ditta F4atrangaH $cfr% p%#% di per'uisizione e se'uestro +f% 4 fascicolo relati#o al proc% pen% a carico di Costantino 7eonarda e 4arino 4annoia 8osario+ genitori del colla)orante+ e Giuliano 0al#atore + ac'uisito all>ud% del 1"/1/199;& % !el corso

dell>operazione condotta dalla G%di 9% era inter#enuto l> a##%to Giuseppe Castorina che per tutto il procedimento a#e#a esplicato il

,2,

mandato di difensore dei coniugi 4annoia $cfr% rapporto penale preliminare redatto dalla G%di 9% ed istanze difensi#e contenute nel citato fascicolo processuale&% 2> stato, altres?, ac'uisito il #er)ale di consegna dei preziosi se'uestrati, per la prosecuzione delle indagini sulla pro#enienza degli oggetti se'uestrati presso l>a)itazione di Costantino 7eonarda $cfr% p%#% in data 21/11/19<,&% Il riscontro certamente piu> significati#o 5 costituito dal rapporto giudiziario, redatto dalla @uestura di Palermo in data 9 1icem)re 19<, firmato personalmente dal dott% 0peranza, nel contesto del 'uale si d/ atto che nel corso di un-ulteriore per uisizione ; stato rinvenuto il certificato di garanzia dell-orologio d-oro marca Aole9# sul uale ; scritta la data di ac uisto

4@HIH195I e la firma di personale addetto alla vendita/ pertanto l-orologio si ritiene legittimamente ac uistato#. 2>, altres?, confermato, come si e#ince dalla sentenza+ordinanza emessa dal G%I% presso il (ri)unale di Palermo in data 21/</19=* che tutti i gioielli se'uestrati erano stati restituiti ai coniugi 4annoia non essendo stata ac'uisita alcuna pro#a della loro pro#enienza delittuosa con il conseguente proscioglimento dei predetti in relazione al reato di ricettazione%

Pag. =17

In ordine a 'uanto contenuto nel rapporto a sua firma ed in relazione alla seconda per'uisizione eseguita nell>a)itazione dei coniugi 4annoia, il dott% -incenzo 0peranza non ha saputo dare contezza del fatto che la per'uisizione non risulta documentata in un #er)ale allegato agli atti nonostante sia stata indicata nel predetto rapporto: egli ha allora ipotizzato che la suddetta per'uisizione potesse essere stata eseguita F o su sollecitazione dell-avvocato o di ualche altro familiare, sar6 stato detto ritengo, c-; uesto orologio e lecitamente ac uistato, c-; una ricevuta, uindi avr, certamente mandato a prendere uesta ricevuta...# $cfr% ff% da 41 a ;4+ da <1 a <; ud% cit%&% Dra, non si comprende perch5 il difensore o i familiari del 4annoia non pote#ano recarsi per consegnare la rice#uta di ac'uisto presso gli uffici di polizia e perch5 il dirigente della sezione rapine a#e#a deciso di disporre una seconda per'uisizione al solo fine di recuperare una rice#uta che pote#a chiedere agli interessati di consegnare% A ciJ aggiungasi l>anomalia dell>assenza del p%#% di per'uisizione, rile#ata dallo stesso dott% 0peranza $F mi meraviglio che non ci sia#'%

,2=

Dsser#a il (ri)unale che il racconto offerto dal 4annoia oltre ad a#ere tro#ato riscontri esterni di indiscuti)ile rile#anza e precisione si 5 ri#elato estremamente logico e conseguente perch5 solo se si ritiene che la seconda per'uisizione sia stata in effetti preordinata per fare apparire il ritro#amento della rice#uta piu> genuino, al fine di ottenere la restituzione dell>orologio, cos? come riferito dal colla)orante, si puJ spiegare il moti#o di 'uella anomala per'uisizione non documentata in alcun #er)ale% In ordine a tale episodio la difesa, ha rile#ato 'uale incongruenza nel racconto del colla)orante la circostanza che la restituzione dei preziosi era a##enuta in un>epoca in cui il dott% 0peranza non era piu> in ser#izio alla sezione anti+rapine, e pertanto, nessun interessamento a#re))e potuto dispiegare per far ottenere ai 4annoia 'uei gioielli% -a rile#ato che nelle dichiarazioni rese dal 4annoia l>interessamento del dott% 0peranza 5 posto in diretto collegamento con l>espediente della doppia+per'uisizione, eseguita da parte di agenti della 0'uadra 4o)ile, che come si 5 #isto ha tro#ato puntuale conferma, e certamente in 'uel periodo il dott% 0peranza era dirigente della sezione rapine risultando anche l>estensore del rapporto

Pag. =19

giudiziario relati#o all>episodio delittuoso in esame: per 'uel che concerne, in#ece, la restituzione dell>intera partita di gioielli in se'uestro, di pro#enienza illecita, il colla)orante ha fatto esplicito riferimento alle intimidazioni esercitate nei confronti dei

commercianti che a#re))ero do#uto effettuare il riconoscimento della pro#enienza furti#a gioielli $cfr% f% "2 ud% 29/11/1994&, pertanto, l>asserita contraddizione non appare sussistere nelle dichiarazioni del 4annoia% 0ulla )ase dei riscontri ac'uisiti ritiene il (ri)unale che la generale attendi)ilit/ del 4annoia risulti ulteriormente acclarata e rafforzata% (ra le notizie riferite dal 4annoia, #e ne sono alcune, che per la loro estrema genericit/, che ne preclude in radice ogni possi)ilit/ di riscontro, o per essere risultate frutto di mere #alutazioni fatte da altri soggetti non possono a#ere alcuna utilizzazione a fini processuali% !ella parte iniziale, espositi#a delle dichiarazioni rese all>odierno di)attimento dal 4annoia, si 5 accennato al fatto che il colla)orante ha dichiarato di a#ere sentito parlare il 8icco)ono ed il Giaconia FbonariamenteH del dott% Contrada%

,"*

Il 4annoia ha precisato meglio tale episodio nella parte della sua deposizione relati#a alle domande poste dal (ri)unale $cfr% ff% 9, e ss% ud% cit%&, nel corso della 'uale, ha chiarito anche un e'ui#oco insorto nella prima parte delle sue dichiarazioni precisando che il riferimento agli incontri Fda creare# con il dott% Contrada a#e#a esclusi#a attinenza ai collo'ui tra il ontate ed il (eresi e non anche a 'uelli ra il 8icco)ono ed il Giaconia $cfr% f% 9=&% Il 4annoia ha detto poi di non essere in grado, in alcun modo, di circostanziare i collo'ui tra il 8icco)ono ed il Giaconia cui a#e#a assistito, n5 in ordine al loro contenuto n5 in relazione alla loro esatta collocazione nel tempo% 0ussistendo tale incertezza di ricordi, nessun #alore puJ attri)uirsi ad un>aggetti#azione $Fparlare in termini )onariH& che, in assenza di riferimenti ai contenuti dei collo'ui intercorsi tra il 8icco)ono ed il Giaconia impedisce di effettuare 'ualsiasi #erifica e puJ far ritenere che la #alutazione fatta dal colla)orante in termini di atteggiamenti interpretazione% Per 'uel che concerne, poi, l>episodio #erificatosi durante la detenzione del Giaconia, si 5 gi/ a#uto modo di mettere in luce come 4annoia a))ia chiarito nel corso della sua deposizione che l>accusa )ene#oli sia stata frutto di una sua errata

Pag. =31

ri#olta dal Giaconia al 8icco)ono di essere stato responsa)ile del suo arresto era un sospetto che egli nutri#a cos? come il con#incimento che il 8icco)ono a#esse potuto passare la notizia al dott% Contrada, al fine di trarlo in arresto, era il frutto di un ulteriore ragionamento di tipo dedutti#o effettuato del Giaconia% Dra il fatto che l>arresto di 0tefano Giaconia era a##enuto ad opera del !ucleo In#estigati#o dei Cara)inieri di !apoli il 1*/,/19<; $cfr% rapporto giudiziario di denuncia del "*/,/19<;+ ac'uisito all>ud% del 19/1*/199;&, non e#idenzia la falsit/ di 'uanto dichiarato dal 4annoia, cos? come sostenuto dalla difesa, ma fa ritenere infondati i sospetti palesati dal predetto Giaconia al 4annoia e agli altri soggetti che con lui erano andati a tro#arlo al carcere di A#ersa, perch5 non 5 assolutamente concepi)ile che il Contrada, peraltro in 'uel periodo indicato ancora dal 4utolo come a##ersario di FCosa !ostraH, a))ia potuto fornire al 8icco)ono una notizia utile ad un arresto del Giaconia in realt/ eseguito dall>Arma dei C%C%% 4a la conferma che i sospetti del Giaconia fossero assolutamente infondati pro#iene non soltanto dalle dichiarazioni rese dal 4annoia che ha riferito del proprio stupore e di 'uello degli altri, ma anche dalle dichiarazioni sul

,"2

punto dello stesso 0tefano .iaconia#cfr% f% 1* ud% cit%'%

ontate $F; un pazzo da catena uesto

4a l> ulteriore conferma che 'uelle accuse, nel momento in cui erano state manifestate dal Giaconia, erano state ritenute totalmente infondate ed anche di estrema gra#it/ all>interno dell>organizzazione mafiosa, 5 dimostrata dal fatto che il Giaconia anche per 'ueste, era stato ucciso, su)ito dopo la sua scarcerazione $cfr% dich% 4annoia ff% 1*+<9 e 1*" ud% cit% e rapporto giudiziario n. 1;41/"" in data 24/11/19<, dal !ucleo In#estigati#o C%C%, relati#o a di#ersi delitti tra cui l>omicidio di Giaconia 0tefano, rin#enuto ucciso in data 2,/9/19<,, in C%da F0a#onaH comune di Carini $PA&+ ac'uisito all>ud% del "1/</199;& % I sospetti a#anzati dal Giaconia sono stati successi#amente ri#alutati da 7o Iacono Pietro e da ontate 0tefano% Il 4annoia ha

chiaramente riferito che, 'uando a#e#a sentito dire al ontate frasi del tipo F forse, forse, aveva ragione uel disonesto del .iaconia nei confronti del Aiccobono#, si era gi/ #erificata un>incrinatura nei rapporti tra il ontate ed il 8icco)ono a causa di antagonismi interni agli schieramenti mafiosi, il che giustifica il risentimento del ontate e l>uso strumentale di 'uella accusa del Giaconia che lo stesso

Pag. =33

ontate, nell>immediatezza del suo #erificarsi, a#e#a ritenuto del tutto infondata% Allo stesso modo 7o Nacono Pietro 'uando il 8icco)ono era gi/ stato #ittima della guerra di mafia dei primi anni F=*, dopo la sua scomparsa Fper lupara )iancaH, a#e#a reso edotto il 4annoia del suo risentimento nei confronti del predetto a#anzando il sospetto postumo che il Giaconia a#esse potuto a#ere ragione ad accusare il 8icco)ono di essere un confidente della Polizia, collegando tale con#incimento ad un ulteriore piu> recente sospetto, e cio5 che il 8icco)ono a#esse potuto colla)orare con le 9orze di Polizia nell>operazione del c%d% F)litzH di -illagrazia del 19=1% In relazione a 'uanto riferito dal 7o Iacono al 4annoia, #a precisato che i sospetti a#anzati dal Giaconia circa un FtradimentoH del 8icco)ono 'uale presunto autore di FsoffiateH alla polizia, anche dopo 'uanto dichiarato dal teste della difesa Corrado Catalano che ha affermato che 'uella operazione era scattata a seguito di una notizia confidenziale, di cui non ha ritenuto di dis#elare la fonte, possono essere considerati una presunzione del 7o Iacono% In realt/ si tratta di una semplice supposizione del predetto che si era limitato ad immaginare che le cose fossero andate in un certo

,"4

modo ed in tal senso a#e#a dato la sua interpretazione del c%d% F)litzH di -illagrazia% Parimenti anche 'uanto riferito dal ontate al 4annoia,

peraltro con espressione du)itati#a $Fforse, forse%%%H& de#e ritenersi frutto di considerazioni personali, non ancorate a dati reali o a conoscenze oggetti#e ma piuttosto scaturenti da una fase di incrinatura dei suoi rapporti con il 8icco)ono% 0upposizioni e considerazioni personali formulate da altri soggetti che non appaiono in alcun modo utilizza)ili ai fini di un giudizio in termini di certezza sulle #icende in esame% CiJ che rile#a nel caso in oggetto ai fini di un positi#o giudizio sull>attendi)ilit/ e genuinit/ della fone propalatoria 5 che le notizie apprese dal 4annoia sul conto dell>odierno imputato, proprio perch5 dallo stesso riportate fedelmente all>odierno di)attimento, hanno consentito a 'uesto Collegio di discernere 'uelle fondate su fatti reali da 'uelle fondate su meri sospetti formulati da altri soggetti che al 4annoia li a#e#ano comunicati% Alla luce di tutte le considerazioni s#olte ritiene il Collegio che il contri)uto offerto, nell>am)ito dell>odierno procedimento, da parte del colla)oratore di giustizia 9rancesco 4arino 4annoia, sia risultato

Pag. =35

suffragato da una positi#a #erifica sia sotto l>aspetto dell>attendi)ilit/ intrinseca che di 'uella estrinseca%

,",

3. III

LE DIC9IARA6IONI DI SALVATORE CANCEMI

Cancemi 0al#atore, nato a Palermo il 19/"/1942, ha dichiarato di a#ere iniziato a colla)orare con la Giustizia nel 7uglio del 199", epoca in cui, ponendo fine alla sua latitanza, si 5 spontaneamente costituito presso una caserma dei C%C% di Palermo $cfr% ff%2, e "* trascr% in atti dell'udienza del 2=/4/1994&% 0i 5 auto+accusato di appartenenza all'organizzazione mafiosa denominata 3Cosa !ostra3 nella 'uale a#e#a fatto ingresso all>inizio del 19<, militando nella 3famiglia di Porta !uo#a3% All'interno di tale famiglia mafiosa dal 19=" a#e#a ricoperto la carica di 3 capo decina3 e successi#amente dopo l'arresto del proprio 3capo mandamento3 CalJ Giuseppe detto 3 Pippo3 a##enuto nel 4arzo del 19=;, 'uella di 3reggente3 del 3mandamento3 ed in tale 'ualit/ a#e#a partecipato alle riunioni della 3Commissione Pro#inciale3 di Palermo di 3 Cosa !ostra3, massimo organo deli)erati#o della predetta associazione criminale $cfr% ff % 1* + 14 + 1< trascr% cit%&% !el corso della sua deposizione il Cancemi ha specificato che la sua formale affiliazione, come 5 consuetudine all'interno di 3 Cosa !ostra3, era stata preceduta da un periodo di 3 osser#azione3 delle sue

Pag. =37

3capacit/3 criminali, durante il 'uale a#e#a commesso di#ersi delitti nell'interesse dell'organizzazione, tra cui anche omicidi dei 'uali si 5 autoaccusato, oltre a ri#elarne gli altri partecipi e le dinamiche esecuti#e alla Procura della 8epu))lica di Palermo $cfr% ff% = e ss%trascr% in atti udienza del 2=/4/1994&% In tale periodo era stato particolarmente legato a due 3uomini d'onore3 6 Ganci 8affaele, potente 3capo+mandamento3 del 'uartiere 3!oce3 nonch5 componente della 3 Commissione3, e 4angano -ittorio, 3 uomo d'onore3 della famiglia mafiosa di 3Porta !uo#a3, che a#e#a proposto la sua formale affiliazione a 3 Cosa !ostra3 e che s#olge#a traffici tra 4ilano e Palermo% La aggiunto che era stato legato al Ganci da un'amicizia profonda e di #ecchia data indicandolo come la persona 3 piu> intima e fedele3 a 8iina 0al#atore e Pro#enzano ernardo% La 'uindi

descritto dettagliatamente la cerimonia del suo ingresso a 3Cosa !ostra3 $secondo il 3rituale3 consueto di tale organizzazione del giuramento sull'immagine sacra& ed ha indicato tra i soggetti presenti alla sua 3 iniziazione 36 il gi/ citato 4angano -ittorio, 3Pippo3 CalJ nella sua 'ualit/ di capo+mandamento, 7ipari Gio#anni, !icola 4ilano e (ommaso 0padaro $cfr% f% = trascr% cit&% Poco tempo dopo la

,"=

sua affiliazione $circa 'uattro, cin'ue mesi dopo& era stato tratto in arresto $nel 4aggio 19<,& per a#ere commesso una rapina ai danni di una ditta di carne, nei pressi di Partanna+4ondello, in concorso con 4utolo Gaspare, ed era rimasto detenuto per circa due anni nel carcere dell'Acciardone di Palermo da do#e era stato successi#amente trasferito nel carcere di Campo)asso $cfr% ff% 1* e 11 + ;1 e ss% + =, trascr% cit&% 1urante la sua detenzione al carcere dell'Acciardone a#e#a fre'uentato molti 3uomini d'onore3 ed in particolare 6 uscetta

(ommaso, Gerlando Al)erti, 9rancesco 0crima e Iaccheroni Giuseppe, tutti 3 uomini d'onore3 della sua famiglia nonch5 Contorno 0al#atore della famiglia mafiosa della 3Guadagna3, ricompresa nel mandamento di cui era capo all'epoca il noto 0tefano ontate% La

dichiarato che, giunto in 'uel carcere, era stato assegnato alla nona sezione ma dopo poco, a causa di un piccolo pro)lema di salute e per l'intercessione di Gerlando Al)erti, era riuscito ad essere trasferito in infermeria, da do#e, nonostante fosse poi guarito, non era stato piu> dimesso fino al suo trasferimento a Campo)asso per l'interessamento di uscetta (ommaso che pur essendo un semplice 3soldato3 della

famiglia di 3Porta !uo#a3 era tutta#ia un personaggio che gode#a di

Pag. =39

enorme prestigio personale e che all'epoca domina#a incontrastato all'interno dell'Acciardone $3perch; :uscetta, a uell'epoca,

comandava lui all'infermeria, aveva uasi tutte le guardie carcerarie nelle sue mani, ci faceva fare uello che voleva" cfr% ff% 12 e 1" trascr% cit%&% !el corso della sua deposizione il colla)orante ha descritto il rapporto di particolare fiducia che lo lega#a al suo capo+mandamento 3 Pippo3 CalJ che, oltre a conferirgli, nel 19=", la carica di capo+ decina, lo utilizza#a sempre per incarichi di particolare segretezza 'uale 'uello di accompagnarlo alle riunioni della 3Commssione3 cui lo stesso partecipa#a $a tal proposito ha ricordato, a mero titolo esemplificati#o, che una #olta, nel 4aggio+Giugno dell'anno 19=", a#e#a accompagnato il CalJ ad una di 'ueste riunioni a 0an Giuseppe Nato, cui erano presenti, tra gli altri, rusca ernardo, 8iina 0al#atore, 4ichele Greco, 9rancesco Intile, 3!en53 Geraci, il #ecchio 9rancesco 4adonia, 4otisi 4atteo, 3Pippo3 Gam)ino e Ganci 8affaele: o##iamente ha precisato di non a#ere partecipato alla riunione, che si era s#olta solo tra i predetti capi+mandamento e di non essere stato neppure messo al corrente dell'oggetto della discussione: a#e#a soltanto constatato che il piu> gra#e fatto di sangue #erificatosi, da un

,4*

punto di #ista cronologico, dopo tale riunione era stata la strage in cui a#e#a perso la #ita il giudice 8occo Chinnici $cfr% ff 14 + 1; e 1, trascr% cit%&% La spiegato i moti#i che, dopo una lunga militanza all'interno di FCosa !ostraH, lo hanno indotto a colla)orare con la giustizia, determinandolo a confessare gra#issimi fatti criminosi, tra cui la sua partecipazione alla c%d% 3 strage di Capaci3 ed all'omicidio dell'on%le 7ima, in relazione al 'uale egli era gi/ stato colpito da pro##edimento restritti#o $la sua latitanza all'epoca della sua costituzione ai C%C% dipende#a proprio da tale pro##edimento + cfr% ff% 4< e ss tracr% cit%&% La dichiarato che, gi/ da tempo, non condi#ide#a le degenerazioni di 'uella che ha definito la 3dittatura3 imposta all'interno di 3 Cosa !ostra3 da 8iina 0al#atore e ernardo Pro#enzano ai 'uali, perJ, era impensa)ile opporsi, pena la morte $cfr% f% ," trascr% cit&% La citato taluni episodi delittuosi, sintomatici dell' 3im)ar)arimento3 di 3Cosa !ostra3, che a#e#ano coin#olto donne e )am)ini in gra#i fatti di sangue6 l'uccisione della moglie di ontate Gio#anni, Citarda:

l'uccisione delle donne appartenenti alla famiglia di 4arino 4annoia 9rancesco, l'uccisione di un )am)ino, nipote di 0a#oca Giuseppe a rancaccio $cfr% ff 19 e ss% trascr% cit%&% La, poi, riferito che, poco

Pag. =41

prima della sua definiti#a decisione di consegnarsi alla giustizia, dopo un incontro con il Pro#enzano cui a#e#a partecipato insieme a tale 7a ar)era $sotto+capo della famiglia di occadifalco& ed a Ganci

8affaele, si era sentito ri#olgere da 'uest'ultimo una frase che gli a#e#a fatto comprendere che la sua #ita era in serio pericolo6 " se ti mandano a ualche appuntamento, non andare in nessun postoC " $cfr% f% 19 trascr% cit&% 7'anzidetto incontro si era #erificato poco dopo l'arresto del 8iina e nel corso dello stesso il Pro#enzano a#e#a formulato la proposta di se'uestrare il capitano 3Altimo3, ritenuto il principale responsa)ile dell'arresto del 8iina, suscitando sorpresa e reazioni di disappunto tra i presenti $cfr% ff% 19 e 2, e ss% trascr% cit&% 0uccessi#amente a tale incontro si era #erificato l'arresto di Ganci 8affaele e poco dopo Cancemi a#e#a rice#uto da tale Greco Carlo $indicato 'uale sotto+capo della famiglia della 3Guadagna3 il cui capo era Pietro Aglieri& un )iglietto con il 'uale #eni#a in#itato a recarsi ad un appuntamento alle sei e #enti del mattino di fronte al negozio 3(rionfante3 di Palermo: memore dell'a##ertimento ri#oltogli dal Ganci, a#e#a preso il )iglietto e lo a#e#a consegnato poco dopo ai Cara)inieri di una stazione territoriale di Palermo ai 'uali ponendo

,42

fine alla sua latitanza si era costituito, passando, poco dopo, sotto la protezione dei C%C% del 8%D%0 $cfr% ff%"* e ss trascr% cit%& % Prima di riferire le notizie in suo possesso sui rapporti tra 3Cosa !ostra3 ed esponenti delle Istituzioni il Cancemi nel corso del suo esame di)attimentale ha precisato che gi/ all'epoca delle

colla)orazioni dei pentiti

uscetta (ommaso e Contorno 0al#atore

l'organizzazione 3 Cosa !ostra3 era #enuta a conoscenza della notizia della loro dissociazione 'ualche tempo prima della pu))lica emissione dei pro##edimenti giudiziari che dalle loro dichiarazioni erano scaturiti% In particolare la diffusione della notizia della colla)orazione del uscetta a#e#a destato, come riferitogli dal CalJ, enorme

preoccupazione in 3Cosa !ostra3 e precipuamente all'interno della 3famiglia3 di Porta !uo#a di cui il uscetta a#e#a fatto parte perch5 il predetto era ritenuto grande conoscitore di molti segreti e, 'uindi, il suo pentimento rappresenta#a un e#ento potentemente desta)ilizzante per l'organizzazione: da 'ui la decisione ritorsi#a ed ad un tempo esemplare dell' 3eliminazione fisica3 di tutti i parenti del uscetta

adottata dalla 3Commissione3 ed affidata per l'aspetto esecuti#o allo stesso CalJ in 'uanto suo capo+mandamento $cfr% ff% 21 e ss% trascr%

Pag. =43

cit%&% A#e#a appreso anticipatamente anche la notizia della colla)orazione del Contorno $dal CalJ e 'uesta #olta anche da Ganci 8affaele& e come gi/ per uscetta, era #enuto a conoscenza del fatto

che la 3Commissione3 a#e#a deciso una reazione contro i parenti del pentito $cfr% ff 2" e ss% trascr% cit%&% La, poi, dichiarato di a#ere partecipato ad alcuni incontri alla presenza del 8iina e, successi#amente all' arresto di 'uest'ultimo a##enuto nel Gennaio del 199", a due incontri con il Pro#enzano, durante i 'uali ciascuno dei due capi a#e#a illustrato le strategie di sterminio e di auto+tutela da adottare di fronte al fenomeno del 3pentitismo3 6 " Aiina diceva sempre di ammazzare tutti i parenti dei pentiti/ addirittura una volta gli ho sentito dire personalmente che si dovevano ammazzare i parenti fino al ventesimo grado cominciando dai bambini di sei anni.....con l'arresto di Aiina, loro uesta strategia l'hanno modificata, se cosD posso dire, nel senso che hanno smesso di ammazzare i parenti dei pentiti ma hanno cercato ed hanno trovato degli agganci politici, per fare annullare uesta legge sui

collaboratori di giustizia" ritenuta il " vero male" che ha colpito ""osa &ostra" $cfr% ff% 24 + 2; e 2, trascr% cit%&%

,44

La, 'uindi, riferito in ordine ad un altro episodio, a sua conoscenza, sintomatico del fatto che 3uomini d'onore3 di note#ole rilie#o gode#ano di fonti pri#ilegiate all'interno della @uestura di Palermo6 ha ricordato che, 7ucchese Giuseppe, fino al suo arresto spietato capo del mandamento di rancaccio e componente della

3Commissione3, gli a#e#a ri#elato, pur senza fare il nome della fonte, che un poliziotto lo a#e#a informato su come si erano s#olti i fatti a seguito dei 'uali era deceduto in @uestura 4arino 0al#atore, tratto in arresto perch5 sospettato dell'omicidio 4ontana $cfr%ff% "2 e ss% trascr% cit%&% La spiegato che, mentre prima dell>uccisione di ontate ed

Inzerillo, all'interno di 3Cosa !ostra3 #i era una maggiore circolazione delle notizie riguardanti le fonti informati#e pro#enienti dalle Istituzioni, successi#amente con l'a##ento dei 3corleonesi3, si erano imposte regole di maggiore segretezza ritenute essenziali alla permanenza in #ita della stessa organizzazione criminale 3Cosa !ostra3: pote#a accadere allora che i capi mettessero al corrente gli altri 3uomini d'onore3 delle notizie apprese, ma senza s#elarne la fonte tranne in alcuni rarissimi casi a propri fidatissimi adepti $cfr% ff ", e ss% trascr% cit%&% La precisato che, fino al periodo anzidetto, in cui erano ancora in #ita capi come ontate, Inzerillo e 8icco)ono, il

Pag. =45

proprio capo mandamento 3Pippo3 CalJ a#e#a adottato una politica di mantenimento di )uoni rapporti sia con i #ecchi 3esponenti3 di 3Cosa !ostra3 sia con 'uelli emergenti facenti capo al 8iina aggiungendo in particolare che nel periodo in cui il CalJ a#e#a #issuto pre#alentamente a 8oma, dagli ultimi anni P<* fino al suo arresto, era stato in diretto contatto con una FdecinaH della famiglia del stanziatasi in 'uella citt/ $cfr% ff% "9 e ss% trascr% cit%&% Passando a trattare delle notizie in suo possesso sul conto dell'odierno imputato, il Cancemi ha riferito di a#ere appreso che il dott% Contrada era " persona molto vicina" a 0tefano 8osario 8icco)ono $cfr% ff% 41 e ss% trascr% cit%&% La dichiarato di a#ere rice#uto tale informazione dal 19<, in poi direttamente da 7ipari Gio#anni, suo capo+decina e ontate ed a ontate

successi#amente sotto+capo della famiglia di Porta !uo#a, nonch5 direttamente da 3Pippo3 CalJ, proprio capo+mandamento, e da altri soggetti appartenenti a 3Cosa !ostra3 attesa la diffusione che tale notizia a#e#a #ia #ia assunto all'interno dell'organizzazione criminale in 'uestione $" era come dire pane e pasta in "osa &ostra che il "ontrada era nelle mani di "osa &ostra" + #% ff% 4; + 4,+ <1 trascr% cit%&%

,4,

La dichiarato di a#ere parlato dell'argomento, genericamente, una prima #olta con il 7ipari nel corso di un collo'uio s#oltosi in P%le 1anisinni nei pressi di Piazza Indipendenza a Palermo: in 'uell'occasione a#e#a parlato della propria patente di guida ritiratagli nel 19<1 a seguito di una misura di pre#enzione irrogatagli ed a#e#a manifestato il desiderio di ria#erla: era tornato sull'argomento piu> specificatamente sia con il 7ipari che con il CalJ nel 19<9 'uando era stato scarcerato $la data della scarcerazione 5 stata cronologicamente collocata dal colla)orante nell'Agosto 19<9 + f% =< trascr% cit&% In tale periodo il 7ipari gli a#e#a confidato che il dott% Contrada si era interessato di fare a#ere la patente ed il porto d'armi a 0tefano ontate e la notizia gli era stata confermata dal CalJ, che gli a#e#a anche detto che il dott% Contrada era un poliziotto corrotto molto #icino a 0tefano ontate ed a 8osario 8icco)ono% 7a frase testuale che il CalJ gli a#e#a riferito era la seguente6 3 stu sbirru ; unu chi mancia, unu chi l'avi nne manu +aro Aiccobono e +tefano :ontate ": al riguardo il Cancemi ha spiegato che con l'espressione 3a#ere nelle mani3, nel linguaggio in uso nell'am)iente mala#itoso dallo stesso fre'uentato, si intende che un soggetto ha reso fa#ori nell'interesse di 3Cosa !ostra3 rice#endone in cam)io #antaggi di #ario genere, non escluso di tipo

Pag. =47

economico $cfr% ff% 42 e 4" trascr% cit%&: in particolare a#e#a appreso che il 8icco)ono a#e#a rice#uto da parte del dott% Contrada informazioni in ordine a mandati di cattura ed altre notizie di interesse per l'organizzazione+ cfr% ff% 12< e ss% trascr% cit%&% 0uccessi#amente nel 19=* anche Iaccheroni Giuseppe, 3uomo d'onore3 della famiglia di Porta !uo#a, a dire del Cancemi deceduto nel corso di un incidente stradale nel 19=2, gli a#e#a riferito che 3 c'erano altri poliziotti che erano della stessa cordata del dott. "ontrada", cio5 che come lui mangia#ano, erano informatori, a#e#ano rapporti con 3Cosa !ostra3 $#% ff% 44 e 4; trascr% cit%&: i nomi di tali poliziotti, riferiti dallo Iaccheroni al Cancemi, non ri#elati da 'uest'ultimo nel corso dell'udienza del 2=/4/1994 in 'uanto coperti da segreto in#estigati#o, sono stati indicati dal colla)orante nel corso di una sua successi#a audizione all'udienza del 1*/1*/1994, essendo frattanto #enute meno le esigenze di carattere in#estigati#o a#anzate dal P%4%% All'udienza del 1*/1*/1994, il Cancemi ha potuto trattare 'uindi piu> diffusamente l'episodio riguardante le confidenze rice#ute da Iaccheroni Giuseppe6 ha ricordato che nei primi mesi del 19=* mentre a )ordo di un'auto#ettura insieme allo Iaccheroni percorre#a

,4=

il Corso -ittorio 2manuele a Palermo in direzione mare, a#e#a incrociato un'auto#ettura, con le insegne di istituto, con un poliziotto a )ordo che procede#a lentamente a causa del traffico nella direzione opposta: il Cancemi ha ricordato che si tratta#a di una persona con i )affi, gli occhiali e pochi capelli, che egli non a#e#a mai #isto prima di 'uella occasione e che lo Iaccheroni gli a#e#a detto essere 1'Antone Ignazio "della stessa cordata di "ontrada" uno che " "osa &ostra lo aveva pure nelle mani " $cfr% ff% ,= e ss trascr% ud% del 1*/1*/1994&% 0empre nello stesso periodo anche 7ipari Gio#anni, parlandogli del dott% Contrada, gli a#e#a confermato il nome del dott% 1'Antone come personaggio che ""osa &ostra usava" cos? come face#a per Contrada $cfr% f% <1 trascr% ud% cit%&% Alla medesima udienza il Cancemi ha 'uindi fatto i nomi di altri poliziotti che sape#a che erano collusi con la mafia, $tali Arnone, Grilletto, Patti+ cfr% ff% =9 e ss% trascr% cit%: trattasi di posizioni che non hanno alcun rilie#o ai fini dell'indagine oggetto dell'odierno procedimento costituendo

patrimonio pro)atorio di altre inchieste condotte dalla Procura della 8epu))lica&% La, poi, dichiarato di a#ere appreso da 7ipari Gio#anni che adalamenti Gaetano, all'epoca capo della 3Commissione3, era

Pag. =49

stato messo al corrente dei rapporti di Contrada con

ontate e

8icco)ono chiarendo che tale comunicazione al capo era necessaria perch5 la notizia di e#entuali contatti tra 3uomini d'onore3 e poliziotti, non preceduta da congrue spiegazioni, a#re))e potuto ingenerare il terri)ile sospetto di una colla)orazione con le 9orze di Polizia per la 'uale 5 pre#ista all'interno di 3Cosa !ostra3 la pena capitale $cfr% ff% 4; e 4, + 111 e 112 trascr% ud% 2=/4/1994&% 7a circostanza che, su tale specifico punto, la fonte del Cancemi sia stata il 7ipari Gio#anni 5 stata riferita dal colla)orante nel corso del suo esame di)attimentale mentre in precedenza si era limitato a dire di essere genericamente a conoscenza che il adalamenti sape#a dei rapporti che Contrada intrattene#a con ontate e 8icco)ono $+ cfr% ff% 11; e ss trascr% cit%&: il (ri)unale, con ordinanza emessa all'udienza del 2=/4/1994, ha rigettato la richiesta difensi#a di ac'uisizione al fascicolo del di)attimento di parte dell'interrogatorio reso dal Cancemi al P%4% in data 22/"/1994 sul presupposto di un asserito contrasto con le dichiarazioni rese al di)attimento, non ra##isando, nel caso di specie, la sussistenza degli estremi della contestazione in senso tecnico%

,;*

Il Cancemi ha chiarito che all'epoca in cui era stato messo al corrente di tali notizie sul conto del dott% Contrada sape#a degli alti incarichi dallo stesso ricoperti all'interno della @uestura di Palermo e ricorda#a di a#ere gi/ a#uto modo di conoscerlo personalmente in occasione del suo arresto per rapina $episodio gi/ citato&: nella circostanza era stato condotto presso gli uffici della locale 0'uadra 4o)ile, do#e a#e#a conosciuto sia il dott% Contrada che il dott% Giuliano $cfr% f% 4, e ;; trascr% ud% 2=/4/1994&% La, inoltre, precisato che fino all'epoca dell'uccisione di ontate 0tefano e della scomparsa 3per lupara )ianca3 di 8icco)ono 8osario il dott% Contrada era nelle loro mani e che successi#amente a tali fatti gli e'uili)ri mafiosi all'interno di 3Cosa !ostra3 erano mutati e con l'a##ento al potere dei 3corleonesi3 era stato 8iina a prendere tutti gli 3agganci3 con gli uomini delle Istituzioni prima intrattenuti dai #ecchi capi: ciJ sia pure in forma generica a#e#a appreso direttamente, nel corso di s#ariate occasioni in cui sia il Ganci 8affaele che il iondino, Fuomo d'onoreH molto #icino al 8iina, gli a#e#ano detto che i poliziotti a#e#ano a##isato il 8iina di mettersi da parte a causa di particolari operazioni dirette alla sua ricerca $" u zu- 7otuccio si misi da parte perch;, ci ficiru sapiri, ca c'; rivugghiu di sbirri" + cfr% ff% <, e ss% trascr% cit%&%

Pag. =51

!el corso del controesame la difesa ha sottolineato in piu> occasioni la circostanza che il Cancemi pur a#endo appreso la notizia che Contrada si era interessato per fare a#ere la patente ed il porto d'armi a 0tefano ontate non a#e#a chiesto nulla per risol#ere il

proprio pro)lema riguardante la patente ritiratagli fin dal 19<1 e a#e#a continuato a guidare la macchina in assenza di tale documento autorizzati#o: sul punto il Cancemi ha spiegato che nel periodo in cui egli a#e#a appreso tale notizia $dopo l' Agosto 19<9& era ancora un semplice 3soldato3 all'interno dell'organizzazione 3 Cosa !ostra3 per cui, non pensando di potersi e'uiparare a capi come ontate o

8icco)ono, a#e#a ritenuto opportuno non chiedere nulla per s5 $cfr% ff 1*=+ 1"* e 1"1 trascr% ud% del 2=/4/1994&% Il colla)orante si 5 detto, piu> #olte, assolutamente certo della fondatezza delle notizie apprese sul conto dell'odierno imputato, atteso il peculiare rapporto di fiducia che lo lega#a sia al proprio capo+mandamento 3 Pippo3 CalJ, sia al 7ipari Gio#anni, capo+decina e sotto+capo della sua stessa 3famiglia3, principali fonti per il Cancemi di tali notizie $cfr% ff ,, e ss%+ <*+ 1*9 + 11* trascr% ud% 2=/4/1994&%

,;2

Pag. =53

A""e%-i;i$i", i%"ri%seca -e$ c#$$a;#ra"#re -i gi s"i)ia Sa$'a"#re Ca%ce&i.

In ordine alle notizie riferite dal Cancemi, afferenti in modo piu> specifico alla sua generale attendi)ilit/, ha deposto, nell>am)ito dell>odierno procedimento, il teste 4auro D)inu, Comandante del I. 8eparto In#estigati#o, presso il 8%D%0% dei Cara)inieri di 8oma, che si 5 occupato di coordinare l>atti#it/ in#estigati#a di riscontro alle dichiarazioni rese dal colla)orante% In ordine ai precedenti penali del Cancemi risulta a suo carico una sola condanna definiti#a alla pena di anni sette di reclusione e O <**%*** di multa in relazione ai reati di rapina e connessi reati in armi $cfr% sentenza emessa in data 19/9/19<< dalla locale Corte di Appello+ un anno di tale pena 5 stato condonato in data 14/1*/19=1+ cfr% f% 1* dep% D)inu ud% "/,/1994&% A seguito della sua colla)orazione con la Giustizia il Cancemi ha riportato una condanna alla pena di anni sette di reclusione e O% 4*%***%*** di multa perch5 ritenuto colpe#ole di traffico di sostanze stupefacenti, emessa il 21 Gennaio 1994 dal (ri)unale di Palermo nel

,;4

procedimento penale a carico di Pietro Aglieri ed altri, nel corso del 'uale il Cancemi ha confessato i fatti per i 'uali 5 stato condannato $cfr% ff% 1* e ,, ud% cit%&% 8ecentemente ha riportato altre due condanne, una per associazione per delin'uere di tipo mafioso nell>am)ito del procedimento denominato 4aBi+ter e 'uella relati#a all>omicidio dell>eurodeputato 7ima, in ordine al 'uale 5 stato ammesso al rito a))re#iato $cfr% ff% 44 e ss% ud% cit%&% Gi/ indicato da numerosi altri colla)oratori di giustizia come appartenente a FCosa !ostraH, con un ruolo di rilie#o $capo+decina& all>interno della famiglia mafiosa di FPorta !uo#aH, il Cancemi $gi/ colpito dal pro##edimento restritti#o emesso dal G%I%P% di Palermo in data 2*/1*/1992 in relazione all>omicidio 7ima& il 22 7uglio 199" si era costituito spontaneamente presso una caserma dei C%C% di Palermo manifestando immediatamente la propria #olont/ di colla)orare con la giustizia $cfr% ff% = e 4< ud% del "/,/1994&% A seguito di tale scelta a#e#a confessato di a#ere assunto il ruolo di reggente del FmandamentoH di Porta !uo#a in sostituzione del capo Giuseppe CalJ Fuomo d>onoreH di ele#ato spessore criminale, tratto in arresto nel 19=; e tuttora detenuto $cfr% f% 9 dep% D)inu cit%&%

Pag. =55

!el corso della sua colla)orazione ha confessato numerosi delitti per molti dei 'uali non era neppure sospettato, ma soprattutto 5 stato in grado di fornire, in 'uanto componente di primo piano della struttura organizzati#a di FCosa !ostraH, elementi di conoscenza nuo#i ed originali dell>attuale ordinamento dell' organizzazione criminale aggiornando le notizie in possesso degli in'uirenti sulla recente composizione di numerose famiglie mafiose palermitane e di altre pro#incie della 0icilia: ha contri)uito in maniera determinante all>indi#iduazione dei responsa)ili della strage di Capaci di cui si 5 al contempo autoaccusato, fornendo indicazioni precise sulle modalit/ esecuti#e e sui ruoli s#olti dai propri correi $cfr% ff% 9 e ,; ud% cit%&% !el 1994, grazie al suo contri)uto in#estigati#o, 5 stato possi)ile rin#enire, in pro#incia di 7ugano, un contenitore, sotterrato circa dieci anni orsono dallo stesso Cancemi e da tale Antonino 8otolo, con due milioni di dollari statunitensi, pro#ento di un traffico di stupefacenti condotto ed organizzato principalmente da 0al#atore 8iina $cfr% ff% "9 e ss% 49 e ss% ud% cit%& 2' risultato che il Cancemi in data 22/;/19<, era stato tratto in arresto a seguito di un rapporto redatto dalla Polizia di 0tato in flagranza del reato di rapina, commesso in concorso con ignoti,

,;,

rimanendo detenuto fino al 19/,/19<= presso la locale Casa Circondariale con rico#ero presso la I-. sezione+Infermeria+ di tale carcere dal ;/,/19<, al 19/,/19<=, data del suo trasferimento ad altro carcere $cfr%dep% D)inu ff% 1< e ss% + scheda depositata all>udienza dell>=/</1994 gi/ cit%&% 2> stato, altres?, accertato che in detto periodo, per 'ualche lasso di tempo, era stato detenuto insieme ai citati uscetta (ommaso, Al)erti Gerlando, 9rancesco 0crima e Iaccheroni Giuseppe Cesare% Il colla)oratore di giustizia Gaspare 4utolo che ha dichiarato di a#ere conosciuto il Cancemi intorno al 19<"+19<4, in un periodo in cui 'uesti la#ora#a con -ittorio 4angano, proprietario di una stalla, ha confessato che la rapina per la 'uale il Cancemi era stato tratto in arresto nel 19<,, era stata organizzata anche da lui, dal 4angano e da 4icalizzi 0al#atore, ma in 'uell>occasione 4utolo era riuscito a sfuggire all>arresto $cfr%dichiarazioni 4utolo ff% 2"< e ss% ud% </,/1994&% 0ui personaggi mafiosi citati dal Cancemi 5 necessario, innanzi tutto, soffermarsi su coloro che sono stati indicati dal colla)orante come le principali fonti delle sue conoscenze sul conto dell>odierno imputato, e tra 'uesti, in modo particolare su Giuseppe CalJ,

Pag. =57

esponente di spicco di FCosa !ostraH, capo FmandamentoH di Porta !uo#a, resosi latitante a seguito del mandato di cattura emesso nei suoi confronti nel 19=4 dall>Afficio Istruzione di Palermo e successi#amente tratto in arresto nel 4arzo del 19=; $cfr% ff%1"+14+ e ", dep% D)inu ud% cit%&% Il note#ole ruolo s#olto da tale personaggio all>interno di FCosa !ostraH , gi/ emerso nell>am)ito del c%d% primo 4aBi processo, 5 stato suffragato da numerose condanne a suo carico, molte delle 'uali gi/ definiti#e, emesse da di#erse autorit/ giudiziarie6 in data 2,/1*/19=9 5 stato condannato dalla Corte di Appello di 8oma, alla pena di anni 12 di reclusione per #iolazione alla disciplina degli stupefacenti: la Corte di Assise di Palermo $proc%maBi 1& lo ha condannato alla pena di 2" anni di reclusione in ordine al reato di associazione per delin'uere ed associazione finalizzata al traffico di stupefacenti: la Corte di Assise di Appello di 9irenze, in data 14/"/1992, lo ha condannato alla pena, gi/ definiti#a, dell>ergastolo, per strage continuata in concorso, )anda armata ed attentato per finalit/ terroristiche $cfr% dep% D)inu ff% 1" e ss%&% Gi/ raggiunto da gra#i accuse, a seguito delle propalazioni di -itale 7eonardo, 5 stato concordemente indicato dal uscetta e dal Contorno come mem)ro

della FCommissioneH di FCosa !ostraH e uno dei personaggi di

,;=

maggior spicco della c%d% Fmafia #incenteH nonch5 uno degli alleati piu> importanti dei corleonesi a seguito della guerra di mafia dei primi anni P=* $cfr% ff% 4294 e ss% tomo 2" sentenza primo grado 4aBi1 gi/ cit%&% 1opo essere uscito indenne dal processo scaturito dalle ri#elazioni del -itale, il CalJ a#e#a cominciato a gra#itare sul territorio di 8oma, mantenendo tutta#ia strettissimi legami con Palermo e con FCosa !ostraH ed ac'uisendo note#oli disponi)ilit/ finanziarie% Gio#anni 7ipari, anch>egli condannato ad una gra#e pena definiti#a in ordine ai reati di associazione mafiosa e associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, nell>am)ito del primo maBi processo, 5 stato indicato dal colla)oratore uscetta (ommaso,

'uale Fuomo d>onoreH e #ice+capo della FfamigliaH di Porta !uo#a: tali dichiarazioni hanno rice#uto conferma in 'uelle rese da 0al#atore Contorno e da Anselmo 0al#atore, che lo hanno segnalato come uno dei principali fornitori di droga nel 'uartiere Iisa+1anisinni o#e a#e#a costruito anche un immo)ile e che fre'uenta#a assiduamente per i suoi traffici che gli a#e#ano consentito di accumulare un ingente patrimonio nonostante l>assenza di atti#it/ la#orati#e idonee a

Pag. =59

giustificare i suoi guadagni $cfr% ff% ;,4, + tomo "* sent% primo grado maBi 1 cit% e dep% D)inu f% 14 ud% cit& % 0ia il CalJ che il 7ipari, citati nell>am)ito dell>odierno procedimento su richiesta della difesa ai sensi degli artt% 19; e 21* c%p%p%, all>udienza del 14/1*/1994 si sono a##alsi della facolt/ di non rispondere% Iaccheroni Giuseppe Cesare, classe ;/"/19;*, 5 stato ristretto presso la locale Casa C%le per di#ersi periodi tra il ,/"/19<, ed il 2/2/19<= durante i 'uali 5 stato spesso rico#erato presso la sezione infermeria, contestualmente al Cancemi: da una nota informati#a in#iata dalla sez% di P%G% dei C%C% al (ri)unale in data =/1*/1994 5 risultato che il predetto 5 deceduto l>=/</19=2 a seguito di incidente stradale $cfr% dep% D)inu f% 19 ud% cit+ scheda ac'uisita all>ud% dell>=/</1994 e informati#a ac'uisita all>ud% del 14/1*/1994&% (ra i personaggi mafiosi a lui piu> #icini, il Cancemi ha citato Ganci 8affaele, pluripregiudicato, tratto in arresto nel 199", raggiunto da un>ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa nei suoi confronti dal G%I%P% presso il (ri)unale di Palermo per associazione di tipo mafioso e da un>ordinanza emessa dal G%I%P% presso il (ri)unale di Caltanissetta, in 'uanto indicato 'uale Fcapo mandamento della

,,*

!oceH ed uno degli esecutori materiali della strage di Capaci $cfr% dep% D)inu ff%1; e 1, ud% cit% + certificato Casellario Giudiziale ac'uisito all>udienza del 19/4/1994&% (ra i soggetti presenti alla cerimonia della sua affiliazione, Cancemi ha citato 4angano -ittorio, soggetto indicato da piu> colla)oratori di giustizia, come appartenente alla famiglia mafiosa di FPorta !uo#aH, che ha s#olto la propria atti#it/ criminale tra la 0icilia e la 7om)ardia: 5 stato gi/ condannato, con sentenze definiti#e, per associazione per delin'uere di tipo mafioso e traffico di sostanze stupefacenti $nell>am)ito del c%d% processo 0patola e nel proceso maBi 1+ cfr% ff% ;=*; tomo "1 sent% maBi 1 e ff% 11 e ss% dep% D)inu ud% cit%&% Anche !icola 4ilano e (ommaso 0padaro, parimenti indicati dal Cancemi come presenti alla sua affiliazione, gi/ condannati nell>am)ito del primo maBi processo a gra#issime pene, sono stati concordemente indicati da plurime fonti pro)atorie come affiliati a FCosa !ostraH con ruoli di rilie#o all>interno della famiglia mafiosa di FPorta !uo#aH $cfr% ff% ;9,, tomo n. "2 e ff% ,;"4 tomo n. "; sent% maBi 1 cit% + dep% D)inu f% 1; ud% cit%&% iondino 0al#atore, descritto dal Cancemi come uomo di fiducia di 0al#atore 8iina, 5 recentemente emerso all>attenzione

Pag. ==1

dell>Autorit/ Giudiziaria, essendo stato tratto in arresto unitamente allo stesso 8iina, il 1; Gennaio del 199": raggiunto da ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa il ,/"/199" dal G%I%P% di Palermo, per il reato di associazione mafiosa, 5 indicato come capo decina della FfamigliaH di 0an 7orenzo, reggente del mandamento per conto di Gam)ino Giacomo Giuseppe, nonch5 persona di particolare fiducia di 0al#atore 8iina nel corso della sua latitanza% Il Cancemi ha ricordato l>episodio di 7ucchese Giuseppe, che a#e#a appreso da un poliziotto i particolari relati#i all>uccisione in @uestura del 4arino 0al#atore tratto in arresto perch5 sospettato dell>omicidio 4ontana $sul punto cfr% dep% D)inu ff% "" e ss% ud% cit%& come caso sintomatico del fatto che Fuomini d>onoreH di note#ole spessore criminale dispone#ano di fonti pri#ilegiate all>interno della @uestura di Palermo% Anche il Cancemi, cos? come 4utolo, ha dichiarato che le notizie relati#e alla colla)orazione con la giustizia di alcuni esponenti di FCosa !ostraH $4utolo ha parlato del 4annoia, Cancemi del Contorno e del uscetta& erano riuscite a trapelare

all>esterno prima che fossero rese pu))liche, e ciJ grazie ad infiltrati di cui FCosa !ostraH dispone#a all>interno delle Istituzioni ed ha descritto, per a#ere partecipato ad alcune riunioni alla presenza dei

,,2

piu> spietati esponenti corleonesi, il 8iina ed il Pro#enzano, la strategia di sterminio deli)erata da FCosa !ostraH ai danni di tutti i parenti dei colla)oratori di giustizia, compresi donne e )am)ini% La citato a tal proposito l>uccisione di alcuni parenti del uscetta ed il

triplice omicidio in pregiudizio delle parenti del 4annoia, come casi spietati di #endette tras#ersali $cfr% dep% D)inu ff% 24 e ss% ud% cit%&% La dichiarato di a#ere ritenuto intollera)ile la scelta di indi#iduare come o)ietti#i dell>azione criminale di FCosa !ostraH anche donne e )am)ini, fatto prima impensa)ile per le regole FstoricheH che #ige#ano all>interno di tale organizzazione, e tra tali episodi ha citato 'uello dell>omicidio della moglie del ontate

Gio#anni, Citarda 9rancesca, #erificatosi il 2= settem)re 19== a Palermo e 'uello di 0a#oca Andrea $cl% 2</"/19=<& rimasto ucciso a soli 'uattro anni a colpi d>arma da fuoco, insieme al padre Giuseppe il 2, 7uglio 1991 nella #ia Pecori Giraldi a Palermo $cfr% dep% D)inu ff% 2" e ss%ud% cit& % Proprio tali FeccessiH nella strategia di sterminio, imposta da 'uella che egli ha definito Fla dittaturaH di 8iina e Pro#enzano, sare))ero stati alla )ase della propria scelta di colla)orazione con la giustizia, le cui moti#azioni il Cancemi ha ampiamente esposto, con do#izia di particolari% La spiegato di a#ere

Pag. ==3

manifestato al Pro#enzano il proprio dissenso in relazione alla decisione di uccidere il capitano FAltimoH, ritenuto uno dei principali artefici dell>arresto del 8iina, ma tale sua posizione di FmoderazioneH, #erosimilmente, a#e#a comportato la decisione della sua stessa eliminazione fisica, sulla 'uale era stato messo sull'a##iso da Ganci 8affaele, a lui particolarmente legato da un rapporto di amicizia trentennale% @uando anche 'uest>ultimo soggetto era stato tratto in arresto, #enuto meno all>interno di FCosa !ostraH uno dei suoi principali punti di riferimento, egli a#e#a ritenuto che il proprio isolamento fosse ormai irre#ersi)ile e a#e#a deciso di consegnarsi alla Giustizia% 7a lunga militanza del Cancemi all>interno di FCosa !ostraH, attra#erso la progressione nella gerarchia dell>organigramma mafioso, da semplice FsoldatoH a componente della FCommissioneH, organo diretti#o del sodalizio e la sua #icinanza ad Fuomini d>onoreH di compro#ato spessore criminale, ne e#idenziano indiscuti)ilmente la capacit/ di dis#elare i piu> rile#anti segreti dell>organizzazione criminale di cui ha fatto parte, come 5, d>altra parte, dimostrato dalla 'ualit/ delle notizie dallo stesso ri#elate agli In'uirenti%

,,4

7a sua scelta di confessare il proprio ruolo di primo piano all>interno della FCommissioneH e le proprie responsa)ilit/ in ordine a gra#issimi fatti di sangue con la conseguenza di accettare le ine#ita)ili condanne conseguenti a tali confessioni ne mettono in luce la seriet/ della scelta compiuta % I riferimenti precisi, fatti nel corso della sua deposizione, a circostanze e persone, appaiono sintomatici della sua generale credi)ilit/% (utte le predette risultanze appaiono, nel loro complesso, idonee ai fini di un positi#o giudizio circa la sua attendi)ilit/ intrinseca%

Pag. ==5

Veri0ica -e$$@a""e%-i;i$i", es"ri%seca -e$$e -ichiara)i#%i rese -a$ c#$$a;#ra"#re -i gi s"i)ia Sa$'a"#re Ca%ce&i.

7e dichiarazioni rese dal Cancemi nellPam)ito dell>odierno procedimento appaiono rile#anti sotto di#ersi profili6 1& il Cancemi ha dichiarato, cos? come Gaspare 4utolo e 9rancesco 4arino 4annoia, di essere a conoscenza del fatto che l>odierno imputato era nelle mani di "osa &ostra#: 2& ha appreso tale notizia da piu> fonti, nessuna delle 'uali coincidente con 'uelle indicate dagli altri colla)oratori di giustizia, e tutte di particolare spicco all>interno dello schieramento mafioso, a lui legate da forti #incoli di reciproca fiducia come Giuseppe CalJ e 7ipari Gio#anni, rispetti#amente capo e sotto+capo della propria famiglia di appartenenza: "& in assoluta con#ergenza con 'uanto riferito da Gaspare 4utolo e 9rancesco 4arino 4annoia, ha indicato in 0tefano ontate e 8osario 8icco)ono i soggetti, ai 'uali l>imputato era stato particolarmente #icino nel suo rapporto collusi#o con FCosa !ostraH:

,,,

4&

con originalit/ rispetto alle altre fonti propalatorie ha anticipato al 19<, le prime generiche notizie di una #icinanza dell>imputato a FCosa !ostraH ed ha indicato specifiche condotte di fa#ore poste in essere dallo stesso nei confronti di 0tefano ontate collocandole in un periodo successi#o

all>Agosto 19<9: ;& ha descritto il progressi#o processo di FappropriazioneH da parte dei corleonesi delle relazioni con soggetti appartenenti alle Istituzioni che con precipuo riferimento all> imputato ha tro#ato conferma nelle dichiarazioni rese da altro colla)oratore di giustizia Giuseppe 4archese come si a#r/ modo di esaminare in seguito: ,& ha accusato anche altri poliziotti di collusione $con significati#e con#ergenze rispetto ad altre emergenze pro)atorie che saranno esaminate nel prosieguo& e, come ammesso dallo stesso imputato $il 'uale ha dichiarato di non essersi mai interessato nel corso della propria carriera professionale di tale soggetto+ che all>epoca in cui egli fu dirigente della 0'uadra 4o)ile, era noto solo come rapinatore + cfr% ud% 12/1*/1994 e 1,/12/1994&

Pag. ==7

non ha alcun moti#o, neppure apparente, di personale #endetta nei suoi confronti: <& fin dall>inizio della sua colla)orazione 5 stato affidato ai C%C% ed in particolare al 8%D%0%, organismo di P%G% differente da 'uello che ha gestito i preliminari contatti e le in#estigazioni a seguito della colla)orazione di Gaspare 4utolo $1%I%A%&% Passando all'esame analitico delle dichiarazioni del

colla)orante, #a osser#ato che in ordine ai rapporti esistenti tra l> imputato ed esponenti di FCosa !ostraH egli ha dichiarato di a#ere appreso che il dott. "ontrada era una persona molto vicina a +tefano :ontate e Aosario Aicobono#$cfr% f% 41 ud% cit%&% La ricordato di a#ere rice#uto la prima, generica, notizia di un rapporto di F#icinanzaH del dott% Contrada con tali soggetti, nel 19<,, prima del proprio arresto, a##enuto nel 4aggio di 'uell>anno% (ale notizia gli era stata casualmente comunicata da 7ipari Gio#anni, sotto+capo della propria famiglia, in occasione di un pro)lema personale manifestato dal Cancemi con riferimento alla propria patente di guida Fsiamo risaliti a uesto discorso tramite che si parlava di me, che io non avevo la patente di guida, si parlava come potere fare di avere la patente io, che me l-avevano ritirata nel 1951, tramite una misura di

,,=

prevenzione che mi avevano dato/ mi trovavo a *iazzale (anisinni, nei pressi di *iazza Indipendenza, che conversavo con lui e lui mi parlava del dott. "ontrada# %cfr% ff% 41 e 42 ud% cit%&% @uando era uscito dal carcere dopo il mese di Agosto del 19<9 a#e#a a#uto modo di tornare a parlare di tale argomento in modo piu> specifico sia con il 7ipari che con FPippoH CalJ, rispetti#amente suoi capo+famiglia e capo+mandamento, i 'uali non soltanto gli a#e#ano confermato la generica notizia della F#icinanzaH del dott% Contrada all>organizzazione mafiosa, ma gli a#e#ano comunicato che il predetto si era interessato per far a#ere la patente ed il porto d>armi a 0tefano ontate6 F uando, poi, sono uscito dal carcere, nel 1959,

siamo ritornati sull-argomento.....!ipari.. mi ha detto espressamente che il dott. "ontrada si aveva interessato tramite il suo interessamento, ci aveva fatto prendere la patente di guida a +tefano :ontate ed il porto d-armi....io uesto l-ho saputo poi, ne ho avuto occasione di parlarne anche con "al,, ed il "al, mi ha detto pure che era vero, perch; era molto vicino a +tefano :ontate e a Aosario Aiccobono# %cfr% ff% 42+4" ud% cit%& 7a circostanza che nel 19<, il Cancemi a#esse la patente sospesa 5 stata positi#amente riscontrata, essendo stato accertato che

Pag. ==9

la sospensione della patente del Cancemi, rilasciatagli nel 19,* dalla Prefettura di Palermo, era stata disposta con decreto prefettizio del 1"/11/19<1, mai re#ocato, e che solo nel 0ettem)re del 19==, dopo un nuo#o esame teorico+ pratico il Cancemi a#e#a ottenuto una nuo#a patente $cfr% ff% ",+,2 e ss% deposizione D)inu ud% cit%&% 2> gi/ stato messo in e#idenza come il P%le 1anisinni fosse il luogo a)itualmente fre'uentato dal 7ipari Gio#anni per l>esercizio dei propri traffici di droga $#% riferimenti alla sentenza del primo maBi processo& ed 5 stato, altres?, anticipato che il Cancemi pur esponendo al 7ipari i propri pro)lemi per la patente, neppure in seguito, 'uando a#e#a saputo dell>interessamento di Contrada per la patente del ontate, a#e#a ritenuto di chiedere per s5, semplice soldato della famiglia di FPorta !uo#aH, l>inter#ento del predetto funzionario% 0econdo 'uanto appreso dal Cancemi, dopo l>Agosto del 19<9, gli specifici inter#enti del dott% Contrada in fa#ore di FCosa !ostraH, erano stati, 'uindi, 'uelli finalizzati a far ottenere la patente ed il porto d>armi a 0tefano ontate%

,<*

I%"eressa&e%"# -e$ -#"". C#%"ra-a !er $a !a"e%"e -i S"e0a%# (#%"a"e.

1e#e e#idenziarsi che un primo riscontro alle dichiarazioni del Cancemi in ordine a tale specifico interessamento 5 costituito dalle affermazioni di analogo contenuto riferite da 9rancesco 4arino 4annoia all>udienza del 29/11/1994 nel corso della 'uale il colla)orante ha sostenuto di a#ere appreso nel periodo compreso tra il 19<9 ed il 19=* direttamente da 0tefano ontate che a#e#a a#uto la

patente per l'interessamento del dott% Contrada $cfr% ff% 1*+;= e <" ud% cit%&% (ale conferma appare di specifico #alore in 'uanto 5 pro#eniente da fonte di#ersa da 'uelle indicate dal Cancemi ed 5 stata riferita al 4annoia proprio dal soggetto che di 'uell>interessamento era stato il diretto )eneficiario% -a, inoltre, osser#ato che significati#i riscontri alle predette dichiarazioni sono emersi su un piano o)ietti#o dall>esame della documentazione $ac'uisita nel corso dell>istruzione di)attimentale& concernente la patente di guida del ontate%

Pag. =71

1alla lettura comparata dei di#ersi atti contenuti nel fascicolo cat% II. relati#o a 0tefano ontate, esistente presso la @uestura di

Palermo $ac'uisito all>udienza del 1,/12/1994& e dai fascicoli esistenti presso la Prefettura $copia della documentazione trasmessa dalla Prefettura 5 stata ac'uisita all>udienza del ,/;/1994+ cfr% doc% n. 1; produzione P%4%+ successi#amente 5 stato ac'uisito, all>udienza del 12/;/199;, il fascicolo originale della pratica relati#a alla patente di guida del ontate& 5 stato possi)ile ricostruire tutti i passaggi della pratica in oggetto% 0tefano ontate, gi/ in possesso di patente per auto#eicoli di

I.gr%, rilasciata dal Prefetto di Palermo in data 1=/;/19;,, ottene#a il 2*/2/19,* una patente cat% C n. 4=" #ale#ole fino al 2*/2/19,; la cui #alidit/ #eni#a confermata fino al 2</2/19<* e successi#amente fino al 19/4/19<;% In data 21/"/19<* $con pro##edimento depositato il 2;/"/19<*& il (ri)unale di Palermo sez% I. penale dispone#a la sottoposizione di 0tefano ontate alla misura di pre#enzione della sor#eglianza

speciale della P%0%, con o))ligo di soggiorno nel comune di 0uzzara pro#% 4anto#a, per la durata di anni cin'ue $successi#amente

,<2

trasferito a @ualiano in pro#% di !apoli ed infine a Cannara in pro#% di Perugia& % Con nota del 1"/4/19<* la @uestura comunica#a alla Prefettura, per i pro##edimenti di competenza, l>emissione del predetto decreto a carico del pre#enuto ed il Prefetto di Palermo $dott% 8a#alli& con decreto n.4;2, dell>=/;/19<* dispone#a la re#oca della patente cat% C ad uso pri#ato, gi/ rilasciata al ontate% In data "*/4/19<; 0tefano Campi ontate #eni#a arrestato in localit/

isenzio, in (oscana, per contra##enzione al soggiorno

o))ligato e nell>occasione era tro#ato dalla Polizia stradale in possesso di una patente n. =4" #idimata per gli anni 19<"+19<4 e 19<;, che era risultata falsa non essendo mai stata rilasciata dalla Prefettura di Palermo $#% proc% penale a carico di 0tefano presso la sez% penale della Pretura unificata di 9irenze&% Altimata l>espiazione della misura di pre#enzione, il 2=/2/19<<, 0tefano ontate a#anza#a istanza al Prefetto di Palermo per la ontate

concessione di una nuo#a patente di guida e#idenziando la necessit/ di detto documento per esigenze di tipo la#orati#o $Fper svolgere l-attivit6 lavorativa in uanto come proprietario terriero di

appezzamenti dislocati in varie localit6 ; costretto a spostarsi per

Pag. =73

sorvegliare il lavoro dei propri dipendenti#'. Con nota del 1"/12/19<< il Prefetto di Palermo $dott% Grasso& chiede#a al @uestore se i fatti per i 'uali il ontate era stato sottoposto alla misura di

pre#enzione fossero gli stessi per i 'uali egli era stato assolto con sentenza della Corte d>Appello di Palermo del 22/12/19<,. In data 1,/1/19<= il @uestore $dott% 2pifanio& risponde#a che la sentenza assolutoria della Corte d>Appello si riferi#a a fatti emersi in epoca successi#a rispetto a 'uelli oggetto di #alutazione per l>applicazione al ontate del soggiorno o))ligato% Con successi#a nota, n. 4;*24 del "/4/19<=, il Prefetto $dott% 1i Gio#anni& richiede#a al @uestore un parere per l>e#entuale rilascio di un nuo#o documento di guida al ontate formulando il 'uesito nei seguenti termini6 Fpoich; il :ontate ; diffidato, si prega di fare conoscere l-avviso della +.<. in ordine alla richiesta, precisando, in particolare, se sussistano motivi ostativi o se l-interessato abbia dato concreti segni di ravvedimento#. In data 24/4/19<= dalla @uestura parti#a una nota con la 'uale si richiede#a al I. 1istretto di Polizia, 'uanto segue6 F+i prega far conoscere l-attivit6 lavorativa svolta in atto dal :ontate e se in relazione a tale attivit6 il documento richiesto costituisca per lo stesso mezzo indispensabile di lavoro#.

,<4

Con nota successi#a dell>1/,/19<= il 1irigente del I. 1istretto di Polizia $dott% 9%9aranda& comunica#a che ontate risulta#a

colti#atore diretto e produttore di agrumi e che conduce#a personalmente l>azienda di sua propriet/ ed i fondi della moglie e delle sorelle e che per la sua atti#it/, atteso che i terreni erano u)icati in #arie localit/, a#e#a necessit/ di spostarsi, sicch5 F la patente richiesta dal :ontate, appare un mezzo necessario di lavoro per lo stesso#. Il @uestore $dott% 2pifanio& risponde#a alla richiesta di parere a#anzata dalla Prefettura il "/4/19<= con la nota del 29/</19<= n. 9*/1*1<* 1i#% 4%P% nella 'uale, pur precisando che il ontate era

indiziato mafioso e pur richiamando la precedente nota della @uestura del 1,/1/19<=, si limita#a a recepire le informazioni assunte dal I. 1istretto di Polizia, concludendo con il seguente parere non si esclude che lo stesso, in relazione alla sua attivit6, possa avere bisogno dell-invocato documento di abilitazione alla guida#. 0ull>originale della predetta nota, che risulta protocollata in data " Agosto 19<=, il Prefetto 1i Gio#anni, annota#a, il 2 Agosto 19<=, un pro##edimento di suo pugno $il Prefetto ha riconosciuto come propria la grafia della predetta annotazione all>udienza del

Pag. =75

12/;/199; +f%;& del seguente tenore6 F +i, in via di esperimento. Aichiedere nuove informazioni fra sei mesi#. 0olo in data 11/</19<9 $e 'uindi non dopo i sei mesi pre#isti ma )en 'uasi un anno dopo& il Prefetto 1i Gio#anni in#ia#a al @uestore una richiesta di aggiornate informazioni sul conto del ontate al 'uale la patente era stata rilasciata solo in #ia di esperimento% In data "*/</19<9 la @uestura chiede#a, pertanto, al I. 1istretto di Polizia di fornire un aggiornato rapporto informati#o sul conto del ontate a partire dal Giugno 19<=% In risposta alla predetta nota il 1irigente del I. 1istretto di Polizia in data 12/9/19<9 segnala#a all>ufficio richiedente che, essendo stati di recente esperiti accertamenti da parte della 0'uadra 4o)ile, era soprattutto a 'uest>ultima che anda#ano richieste notizie piu- particolareggiate sulle sue eventuali attivit6 illecite o mafiose#. 7>Afficio 4isure di Pre#enzione della @uestura si ri#olge#a, pertanto, alla sez% Anti+mafia della 0'uadra 4o)ile, alla 'uale chiede#a, con nota del 24/9/19<9 di fornire aggiornato rapporto informati#o sul conto di ontate $n%)% in

calce alla nota in oggetto, rin#enuta nel fascicolo generale della @uestura, 5 annotata a mano la seguente dicitura6 29/"/19=* F+ollecitare Bobile#+ in calce alla copia rin#enuta agli atti del

,<,

fascicolo della 0'uadra 4o)ile 5 annotata la seguente dicitura6 F(r. "rimi# che all>epoca era il dirigente della sezione anti+mafia&% In data "/4/19=*, lo stesso Afficio 4isure di Pre#enzione in#ia#a una nota di sollecito alla sez% anti+mafia della 0'uadra 4o)ile, o#e 5 possi)ile leggere l>annotazione del nome Fdr% IncalzaH, all>epoca dirigente della sezione in#estigati#a+criminalit/ organizzata% Il 2/9/19=* l>Afficio 4isure di Pre#enzione della @uestura sollecita#a ancora una #olta la sez% antimafia a fornire una risposta alla richiesta del 24/9/19<9 ed inoltre, chiede#a un parere in merito all>e#entuale sospensione della patente di guida del ontate anche in considerazione dell>allora recente arresto del fratello Gio#anni ontate per associazione per delin'uere finalizzata al traffico di stupefacenti, concludendo cos? 6 F+i rimane in attesa di urgente riscontro# %n%)% nella nota contenuta nel fascicolo della 4o)ile #i 5 la dicitura a mano6 (r. Incalza# con sigla indecifra)ile e poi fascicolo a me# con sigla di#ersa parimenti indecifra)ile&% Con nota in data =/9/19=* a firma del dott% 1e 7uca, all>epoca #ice+dirigente della s'uadra 4o)ile, si esprime#a parere fa#ore#ole alla sospensione della patente del ontate: tutta#ia la predetta

autorizzazione alla guida rilasciata in #ia di esperimento il 2 Agosto

Pag. =77

del 19<=, non gli fu mai piu> sospesa fino alla data della sua morte, a##enuta il 2" aprile 19=1% 1alla lettura dei predetti documenti, integrati dalle deposizioni di)attimentali dei testi escussi in ordine a tale pratica, possono trarsi alcune importanti osser#azioni% Primo dato certo che occorre e#idenziare 5 che 0tefano ontate non a#re))e potuto ottenere il rilascio della patente e ciJ non soltanto in relazione alla sua 'ualit/ di diffidato mafioso ma perch5 #i era in atti la pro#a di un reato dallo stesso commesso $#iolazione al soggiorno o))ligato&, perpetrato attra#erso l>uso di un documento a)ilitati#o alla guida, risultato falso% 2d infatti, come si e#ince dagli atti esistenti sia nel fascicolo cat% II. della @uestura di Palermo che in 'uello della Prefettura, il ontate in data 29/4/19<; in un>epoca in cui risulta#a dimorante o))ligato nel comune di Cannara $pro#% Perugia&, era stato sorpreso e tratto in arresto sull>autostrada del 0ole, nei pressi del Comune di 0candicci $9irenze&, a )ordo di un>auto#ettura FPorscheH intestata al proprio fratello Gio#anni in compagnia del mafioso 0caglione 0al#atore: nell>occasione il ontate era stato tro#ato in possesso di

una patente di guida, Cat% C n. =4" a lui intestata in cui risulta#a

,<=

apposta la dicitura FduplicatoH $rilasciato il 4/1/19<1 dalla Prefettura di Palermo e #idimata per gli anni 19<"+<4 e <;& che il 1istaccamento della Polizia 0tradale di Campi+ isenzio a#e#a trasmesso per

accertamenti sia alla Prefettura che alla @uestura di Palermo: tale patente, contrariamente a 'uanto si legge#a sulla stessa non era stata rilasciata dalla Prefettura di Palermo e per tale moti#o era stato a##iato un procedimento penale per falso presso la sezione penale della Pretura unificata di 9irenze a carico del ontate $cfr% nota

relati#a a Frisultanze agli atti di 'uesta 1i#isione Polizia Criminale sul conto di 0tefano ontateH redatta dalla @uestura di Palermo in

data 2</"/19=*+ nota n. <;<,1 4inistero dell>Interno del 24/12/19<<+ nota della Prefettura di Palermo del 1,/=/19<< in#iata alla Pretura di 9irenze+ nota in#iata in data ,/,/19<; alla @uestura di Palermo+ copia con all%ta la copia della patente ritirata al ontate+ nota n. <;/,1 del

"*/4/19<; con dicitura in calce Fla patente 5 falsaH&% Il dott% Carmelo 2manuele, che 5 stato addetto

ininterrottamente per circa sedici anni all>Afficio 4isure di Pre#enzione della @uestura di Palermo, prima come funzionario e poi come dirigente, escusso all>udienza del 2"/,/199; ha dichiarato che se il richiedente era un indiziato mafioso do#e#a #alutarsi la

Pag. =79

possi)ilit/ di un a)uso della patente da parte dello stesso e se si fosse profilata una tale e#entualit/ il parere a#re))e do#uto essere negati#o: solo se la condotta dell>indiziato mafioso non a#esse dato adito ad alcun sospetto allora la patente di guida si sare))e potuta rilasciare $cfr% ff% 22+ ;, e ss% ud% cit%&% 2> e#idente che nel caso in esame non #'era una mera ipotesi di un possi)ile a)uso della patente di guida da parte del ontate )ens? la certezza di un a)uso gi/ perpetrato essendo stata gi/ realizzata una specifica condotta penalmente rile#ante% 4a 0tefano ontate, al 'uale la patente era stata re#ocata gi/ in data =/;/19<*, a seguito dell>irrogazione nei suoi confronti della misura di pre#enzione, non intende#a rinunciare al pri#ilegio di guidare le potenti auto#etture di cui era appassionato $cfr% dep% Adamo Calogero& e, cos?, nel 19<<, formula#a istanza per il rilascio di una nuo#a patente di guida prospettando la necessit/ del documento per esigenze connesse alla propria atti#it/ la#orati#a% 2> stato accertato che in tale occasione il ontate per ottenere il )uon esito di tale istanza si era ri#olto all>on%le Gioacchino -entimiglia che a sua #olta si era ri#olto al Prefetto di Palermo dell>epoca, dott% Aurelio Grasso% @uest>ultimo, escusso all>udienza del 19/9/199;, ha riconosciuto come proprio l>appunto manoscritto su

,=*

)iglietto intestato FIl Prefetto di PalermoH recante la scritta F ontate 0tefano, Dn%le -entimigliaH $rin#enuto nel fascicolo della Prefettura& ed ha affermato che l>appunto si riferi#a ad una segnalazione fattagli dall>Dn%le -entimiglia, all>epoca #ice Presidente della 8egione 0iciliana, per fare ottenere la patente al ontate: tale segnalazione 5

stata riconosciuta dallo stesso -entimiglia nel corso della sua deposizione all>udienza del 2,/;/199;% 7>inter#ento si era sostanziato in una richiesta di informazioni $cfr% nota Prefettura in data 1"/12/19<<&, inoltrata alla locale @uestura con la 'uale si richiede#a di precisare se i fatti per i 'uali l>interessato era stato assolto con sentenza della Corte 1>Appello di Palermo del 22/12/19<, $particolare e#idenziato nella propria istanza dal ontate& erano gli stessi per i 'uali era stata applicata al richiedente la misura di pre#enzione% 7a risposta preclusi#a, trasmessa dalla @uestura in data 1,/1/19<=, a#e#a impedito a tale interessamento di a#ere altro corso, e peraltro, nello stesso mese di Gennaio del 19<= il Prefetto Grasso a#e#a lasciato l>incarico ed era su)entrato al suo posto il Prefetto 1i Gio#anni $cfr% dep% Grasso ud% 19/9/199; ff% 1 e ss%&% 7>esito di tale interessamento, )loccato da un parere preclusi#o pro#eniente dagli uffici della @uestura, era certamente idoneo a far

Pag. =?1

comprendere che ai fini di un )uon esito dell>istanza le #alutazioni espresse dagli uffici della @uestura a#e#ano un peso determinante% Il "/4/19<= il nuo#o Prefetto Girolamo 1i Gio#anni richiede#a informazioni alla @uestura in relazione all>istanza pendente del ontate: tale richiesta, secondo 'uanto dichiarato dallo stesso Prefetto 1i Gio#anni all>udienza del 12/;/199;, era stata predisposta sul modello ordinario per le richieste di tal tipo $cfr% ff% 2 e ss% ud% cit%&% In tale nota si chiede#a di precisare, in particolare, se sussiste#ano moti#i ostati#i al rilascio o##ero se l>interessato a#esse dato concreti segni di ra##edimento% Il Prefetto, 'uindi, affidandosi, come di consueto, alle piu> approfondite ed aggiornate notizie in possesso degli uffici in#estigati#i della @uestura, trattandosi di un soggetto che #eni#a appunto indicato come Fdiffidato ed indiziato di appartenenza alla mafiaH, pone#a due precisi 'uesiti, #olti ad accertare6 1& l>esistenza di motivi ostativi# al rilascio della nuo#a patente richiesta dall>interessato: 2& l>e#entuale esistenza di concreti segni di ravvedimento# da parte del diffidato%

,=2

A 'uesti due 'uesiti la @uestura a#re))e do#uto rispondere e non #>5 du))io che il ontate, essendo stato tratto in arresto due anni prima nella flagranza della contra##enzione all>o))ligo di soggiorno in compagnia di altro soggetto indiziato mafioso e con una patente contraffatta, non soltanto a#e#a posto in essere una condotta del tutto opposta a 'uella richiesta di positi#o ra##edimento, ma in modo specifico a#e#a dato pro#a di a)usare del documento a)ilitati#o alla guida% !onostante ciJ, negli uffici della @uestura era maturata in#ece una soluzione per a##iare la pratica del ontate #erso una

conclusione palesemente elusi#a degli specifici 'uesiti posti dalla Prefettura% 2d infatti, con la nota citata del 24/4/19<= si era a##iata un>istruttoria finalizzata ad accertare non l>esistenza di moti#i ostati#i o di concreti segni di ra##edimento, che a#re))e condotto direttamente ed ine#ita)ilmente ad un esito negati#o per il ontate,

)ens?, in assoluta conformit/ con 'uanto asserito dallo stesso ontate nella sua istanza del 19<<, si era richiesto al I. 1istretto di Polizia, territorialmente competente, di Ffar conoscere l-attivit6 lavorativa svolta in atto dal :ontate, e se, in relazione a tale attivit6, il

Pag. =?3

documento richiesto costituisca per lo stesso mezzo indispensabile di lavoro#. Con nota in data 1/,/19<=, a firma del dirigente dott% 9aranda, il I. 1istretto di Polizia accerta#a che il ontate era colti#atore diretto e produttore di agrumi, che conduce#a personalmente l>azienda agricola di sua propriet/, 'uelle della moglie e delle sorelle e che per occuparsi della conduzione dei fondi a#e#a necessit/ di spostarsi: conclude#a affermando che F la patente richiesta dal :ontate, appare un mezzo necessario di lavoro per lo stesso#. Pertanto il I. 1istretto di Polizia, in#estito del predetto accertamento, si era limitato a rispondere al 'uesito posto con la nota della @uestura del 24/4/19<=, senza a#ere contezza degli specifici 'uesiti posti dalla Prefettura sul conto del ontate e, peraltro, il dott%9rancesco 9aranda, escusso all>udienza del 21/"/199;, ha tenuto a precisare che, mentre nella richiesta di informazioni trasmessa al proprio ufficio si chiede#a di #erificare se la patente fosse Fmezzo indispensa)ileH di la#oro, egli con la nota in oggetto si era limitato a configurarlo come Fmezzo necessarioH $cfr% f%1* ud% cit%&% !el corso della sua deposizione di)attimentale il dott% 9aranda ha dichiarato di non conser#are ricordo di un interessamento del dott%

,=4

Contrada per tale pratica $F che io ricordi, no. .uardi io non ricordavo neanche che avevo trattato della patente#cfr% f% 1; ud% cit%& e solo nel prosieguo ha ritenuto, in #ia meramente dedutti#a, di potere escludere tale interessamento% Dsser#a il (ri)unale che un altro momento decisi#o nella pratica in esame, oltre a 'uello gi/ segnalato che a#e#a dato l'a##io all>istruzione interna agli uffici della @uestura, sulla falsariga di 'uanto asserito dallo stesso ontate nella sua istanza, 5 'uello della

risposta che era stata data con la nota del 29/</19<= alla richiesta di parere formulata dalla Prefettura in data "/4/19<=% 2d infatti, in tale nota $a firma del @uestore dott% G% 2pifanio&, lungi dal fare riferimento a Fmoti#i ostati#iH o##ero a F concreti segni di ra##edimentoH, era stato dato un decisi#o rilie#o alle recenti informazioni assunte# dalle 'uali era risultato che il ontate era

Fproprietario di diversi appezzamenti di terreno coltivati ...che conduceva direttamenteH e si era dato il seguente parere Fnon si esclude che lo stesso, in relazione alla sua attivit6, possa avere bisogno dell-invocato documento di abilitazione alla guida#. 2' chiaro che tale parere, palesemente elusi#o dei 'uesiti posti dalla Prefettura, 5 sostanzialmente fa#ore#ole al rilascio del

Pag. =?5

documento richiesto% 2d infatti il pro##edimento conseguenziale, annotato personalmente dal Prefetto $dott% 1i Gio#anni& alla data del 2 Agosto, 5 positi#o, se))ene il rilascio della nuo#a patente al ontate, formalmente, era a##enuto Fin #ia di esperimentoH, su)ordinato ad una richiesta di Fnuo#e informazioniH da inoltrare entro sei mesi $anche se, come si 5 gi/ anticipato, le stesse furono richieste solo, dopo 'uasi un anno&% 2> rile#ante osser#are che nel documento originale, ac'uisito nel fascicolo della Prefettura, la conclusione adottata dalla @uestura F &on si esclude che lo stesso, in relazione alla sua attivit6 lavorativa, possa avere bisogno dell-invocato documento di abilitazione alla guida#, 5 interamente sottolineato con matita )leu, il che e#idenzia in modo indiscuti)ile che 'uella conclusione era stata ritenuta autorizzati#a della scelta adottata e determinante a tal fine% Il @uestore 2pifanio nel corso del proprio esame di)attimentale all>udienza del ;/;/199;, pur affermando che in caso di soggetti indiziati mafiosi normalmente #a #alutata la possi)ilit/ di un a)uso del documento a)ilitati#o alla guida $cfr% f% 4, ud% cit%&, ha dichiarato che, nel caso di specie, non ricorda#a se si era posto il pro)lema della possi)ilit/ di un a)uso ed in ogni caso, #erosimilmimente, si era

,=,

limitato ad aderire a 'uella indicazione riguardante la necessit/ per il ontate della patente per moti#i di la#oro fatta dai suoi colla)oratori, facendo 'uindi proprio un giudizio altrui $cfr% ff% da "; a 49 ud% ;/;/199;&% 2scusso all>udienza del 12/;/199;, il teste Girolamo 1i Gio#anni ha ammesso che con la nota del 29/</19<= la @uestura a#e#a omesso di rispondere ai 'uesiti specifici posti dalla Prefettura con la richiesta di informazioni del "/4/19<=: non 5 stato in grado, perJ, di ricordare il moti#o per cui non era stato richiesto un piu> congruo parere ed ha rile#ato che la data di emissione del pro##edimento di rilascio $2 Agosto& risulta antecedente alla data di protocollazione dello stesso documento $" Agosto& precisando che, pro)a)ilmente, come a##eni#a per tutte le pratiche Fdi un certo rilie#oH, la nota era stata direttamente sottoposta alla sua attenzione: ha affermato che nel caso in esame a#e#a ritenuto di adottare immediatamente la decisione anzicch5 incaricare un funzionario della pratica, come a##eni#a per prassi: non 5 stato in grado di ricordare come mai le nuo#e informazioni erano state richieste solo dopo 'uasi un anno e non dopo i sei mesi di esperimento pre#isti $cfr% ff% ; e ss%+ ", ud% cit%&%

Pag. =?7

1a 'uesto primo esame della pratica in oggetto possono immediatamente e#idenziarsi talune sorprendenti analogie con 'uella gi/ esaminata della patente di Greco Giuseppe, che appaiono tanto piu> sintomatiche o#e si consideri che secondo il colla)oratore di giustizia 4arino 4annoia, anche per 'uesta pratica #i era stato, cos? come per il ontate, l>interessamento del dott% Contrada% 7>istanza firmata dal Greco $ma che per sua stessa ammissione altri a#e#ano predisposto per lui& per ottenere la restituzione della patente a#e#a prospettato, analogamente a 'uella del ontate, la

necessit/ del documento a)ilitati#o alla guida per esigenze connesse all>atti#it/ di colti#atore diretto dei propri fondi: la pratica era stata a##iata con un FiterH identico a 'uello della patente ontate6 la

@uestura con fonogramma del 12/12/19<9 a#e#a chiesto al I. 1istretto di Polizia se l>atti#it/ la#orati#a s#olta dal Greco potesse giustificare l>utilit/ del documento richiesto e il I. 1istretto a#e#a risposto in termini analoghi, sostanzialmente fa#ore#oli al rilascio% 4a il @uestore Immordino, esaminata la pratica e nonostante l>esito dell>istruttoria compiuta negli uffici della @uestura, a#e#a espresso con la nota del 2"/1/19=* un parere di tenore assolutamente ine'ui#oca)ile decisamente contrario al rilascio ; indiziato di

,==

appartenenza alla mafia, ; ritenuto capace di abusare del chiesto documento di guida.., pertanto uesto ufficio esprime parere

contrario alla restituzione della patente di guida . !on #i 5 du))io che tale parere decisamente ostati#o a#e#a impedito la restituzione della patente al Greco per le #ie regolari e ciJ era a##enuto nonostante che i moti#i ostati#i per il rilascio della patente del Greco fossero )en minori rispetto a 'uelli per il rilascio della patente al ontate sia in relazione ai precedenti ed allo spessore mafioso dei due personaggi sia soprattutto per la specifica pro#a a carico del ontate di un precedente gra#e a)uso del documento

a)ilitati#o alla guida% CiJ nonostante il ontate era riuscito ad ottenere la patente e

proprio in un periodo $19<=& assolutamente compati)ile con la data in cui sia Cancemi che 4annoia a#e#ano appreso la notizia dell>a##enuto interessamento da parte del dott% Contrada per fargli ottenere la patente $19<9+19=*& ed in un contesto in cui il dott% Contrada, dirigente della Criminalpol, era il funzionario di maggior rilie#o all>interno della @uestura, 'uel Fpunto di riferimentoH da molti testi indicato ed i cui FconsigliH e FsuggerimentiH erano sempre ascoltati, il funzionario che piu> di ogni altro gode#a la stima e la

Pag. =?9

fiducia del Prefetto 1i Gio#anni e del @uestore 2pifanio $come i predetti testi hanno dichiarato nel corso delle loro rispetti#e deposizioni di)attimentali&% 4a 'uel che 5 ancora piu> gra#e, 5 che dall>esame della pratica in 'uestione 5 emersa una circostanza, assolutamente autonoma rispetto alle dichiarazioni rese dai colla)oranti, che 5 idonea ad a##alorare, ulteriormente, il palese fa#oritismo di cui era stato )eneficiario il ontate il 'uale, non soltanto era riuscito ad a#ere una patente che non a#re))e potuto ottenere, ma a#e#a mantenuto il possesso del medesimo documento, a causa di una significati#a FinerziaH degli uffici della @uestura, fino al momento della sua uccisione a##enuta circa tre anni dopo il rilascio Fin #ia pro##isoriaH del documento a)ilitati#o alla guida% 2d infatti, esaminando il prosieguo della pratica si ha modo di notare che, con la nota dell>11/</19<9 a firma del dott% 1i Gio#anni la Prefettura richiede#a alla @uestura di Ffornire aggiornate

informazioni sul conto del sig. +tefano :ontate, al uale, in data 2H8H1958, era stata concessa la patente in via di esperimento#: la @uestura, a sua #olta, con la nota del "*/</19<9 si ri#olge#a al I. 1istretto di Polizia per a#ere un aggiornato rapporto informati#o sul

,9*

conto del nominato in oggetto, ma 'uesta #olta il dott% 9aranda, con nota del 12/9/19<9, risponde#a che la 0'uadra 4o)ile che a#e#a in corso accertamenti sui ontate + in particolare face#a riferimento all> ac'uisto di un fondo per circa mezzo miliardo da parte dei predetti + a#re))e potuto fornire F notizie piu- particolareggiate sulle eventuali attivit6 illecite o mafiose# del ontate $a margine della nota del

12/9/19<9 si legge alla data del 2" 0ettem)re l>annotazione manoscritta girare la richiesta alla + uadra Bobile, sez. $nti0 mafia#&% -eni#a, 'uindi, inoltrata, il 24/9/19<9 la richiesta di rapporto informati#o alla 0'uadra 4o)ile+ sez% antimafia con assegnazione della pratica al dott% Crimi all>epoca dirigente della sez% anti+mafia $come puJ leggersi dall>annotazione in calce alla nota in oggetto&% -a osser#ato che la risposta a tale richiesta 5 stata redatta dalla 0'uadra 4o)ile soltanto un anno dopo $=/9/19=*& e non 5 stata mai ufficialmente trasmessa alla Prefettura fino alla data dell>omicidio del ontate che era stato ucciso proprio mentre si tro#a#a a )ordo di un>auto#ettura FGiulietta 2***H in possesso della patente di guida regolarmente custodita all>interno del proprio portafogli $cfr% fascicolo del proc% penale a carico di ignoti, relati#o all>omicidio del ontate+ ac'uisito all>udienza del 19/;/199;&%

Pag. =91

A 'uesto punto occorre esaminare cosa accadde allorch5 la richiesta di informazioni giunse alla sezione anti+mafia della 0'uadra 4o)ile, la cui dirigenza, proprio in 'uel periodo, era stata assunta F ad interimH dal dott% Contrada% !el corso del di)attimento 5 stato escusso il dott% Giuseppe Crimi, per accertare 'uale esito e))e 'uella richiesta di informazioni sul conto del ontate% Alla domanda ri#olta dal Presidente se si fosse occupato della patente del ontate, e se conser#asse ricordo di tale pratica, il teste ha risposto6 Fmi ricordo il fatto# $cfr% f% 124 ud% 1"/1/199;&% All>ulteriore domanda ri#olta dalla difesa per sapere cosa successe 'uando per#enne la richiesta di informazioni, che indagini furono fatte e che risposte furono date, il teste ha risposto 6H Io mi ricordo una cosa semplicemente di richiesta per uesta patente e di uesto personaggio che la

uesta patente da concedere o da sospendere ci ;

pervenuta in un momento piuttosto critico per noi, all-indomani dell-uccisione del dott. .iuliano, e come pocanzi avevo chiarito, ci occupammo subito delle indagini che aveva svolto il dott. .iuliano, fra ueste c-era l-indagine che riguardava :ontate .iovanni, per cui abbiamo in uel momento preso in attenzione il gruppo dei :ontate

,92

come indagini. )uindi

uesta informativa non l-abbiamo fornita

perch; non volevamo mandare nessun segnale, n; negativo al personaggio perch; stavamo facendo indagini sul gruppo

:ontate#$cfr% ff% 12; e 12, ud%