Anda di halaman 1dari 0

Struttura 1-volta iperstatica soggetta a cedimento vincolare

risolta con il metodo LINEA ELASTICA.




La struttura di figura soggetta al solo cedimento vincolare del carrello in C; la trave ABC ha
rigidezza flesionale costante (EI =cost.).
Risolvere la struttura con il metodo della linea elastica determinando la deformata e il diagramma
del momento flettente.

A C B

b b






Svolgimento.

Occorre rendere isostatica la struttura mettendo in evidenza una iperstatica; qui si sceglie di
eliminare il carrello in C evidenziando la corrispondente reazione vincolare che viene cos ad
avere il ruolo di iperstatica X.


A
C
X
1
x
1 1
( ) v x
2
x
2 2
( ) v x
M>0
>0

B 1 2




Sulla struttura isostaticizzata vengono indicati i sistemi di riferimento locali utilizzati sul tratto AB
(campo 1) e sul tratto BC (campo 2) nellambito del procedimento risolitivo adottato; inoltre
evidenziato il tratteggio e la convenzione ad esso associata per la definizione di momento e
curvatura positivi.

Il valore di X in soluzione quello che comporta un abbassamento verticale dellestremo C della
trave pari al cedimento assegnato.

Le espressioni del momento flettente sui due campi risultano le seguenti:

1 1 1
( ) M x X = x per
1
0 x b < <

2 2 2
( ) ( ) M x X b x = per
2
0 x b < <

Equazione della L.E. per il campo 1 (si utilizza lapice per indicare la derivata):

1 1 1 1
( ) ( ) EI v x M x = =
1
X x

Integrando (2 volte) e indicando con e le due costanti di integrazione, si ha:
1
D
2
D

2
1 1 1 1
1
( )
2
EI v x X x D = +
3
1 1 1 1 1 2
1
( )
6
EI v x X x D x D = + +

G.Novati DIS PoliMI Metodo LINEA ELASTICA per strutture IPERSTATICHE
1

Equazione della L.E. per il campo 2 :

2 2 2 2
( ) ( ) EI v x M x = =
2
( ) X b x

Integrando (2 volte) e indicando con e le due costanti di integrazione, si ha:
3
D
4
D

2
2 2 2 2 3
1
( ) ( )
2
EI v x X x bx D = + +

3 2
2 2 2 2 3 2 4
1 1
( ) ( )
6 2
EI v x X x bx D x D = + + +

Le incognite sono costituite dalle 4 costanti di integrazione e dalla
iperstatica X.
1 2 3 4
D , D , D e D

Occorre quindi scrivere 5 condizioni cinematiche; 4 di queste condizioni sono leggibili sulla
struttura isostaticizzata mentre 1 di esse rappresenta le condizione di congruenza associata alla
iperstatica X (ripristino dellappoggio C con cedimento ).


Le 4 condizioni relative alla struttura isostaticizzata sono:

1
(0) 0 0 v = =
2
D (1)

3
1
1
( ) 0 0
6
v b Xb D b D = + + =
1 2
4
D
(2)

2
(0) 0 0 v = = (3)

2
1 2 1
1
( ) (0)
2
v b v Xb D D = + =
3
(4)

La 5 condizione (condizione di congruenza associata alliperstatica X) data da:

3
2 3
1 1
( ) ( )
3
v b Xb D b D
EI
4
= + + = (3)


Facendo i conti risulta:

2
1
1
6
D X = b
2
0 D =
2
3
1
3
D X = b
4
0 D =

3
3
2
EI
X
b
=



G.Novati DIS PoliMI Metodo LINEA ELASTICA per strutture IPERSTATICHE
2
Disegno della configurazione deformata:







Il diagramma del momento flettente (riportato dalla parte delle fibre tese) il seguente:



3
3
2
EI
b









G.Novati DIS PoliMI Metodo LINEA ELASTICA per strutture IPERSTATICHE
3
Struttura 2-volta iperstatica risolta con il metodo LINEA ELASTICA.


Risolvere la struttura di figura con il
metodo della linea elastica; la trave ABC ha
rigidezza flesionale costante (EI =cost.).
p
b b
A B
C
p
A B
C
X
Y


Occorre rendere isostatica la struttura
mettendo in evidenza due iperstatiche
(la struttura isostaticizzata non deve essere
labile).
Un modo possibile in cui operare quello
descritto in figura: si rimuovono i due
carrelli e si evidenziano le corrispondenti
reazioni vincolari che vengono cos ad
avere il ruolo di iperstatiche (indicate con
X e Y ).
Indicati con
B
v e gli spostamenti verticali dei punti B e C, il valore delle iperstatiche X e Y in
soluzione si determina soddisfacendo le seguenti due condizioni di congruenza:
C
v

( , , ) 0
( , , ) 0
B B
C C
v v p X Y
v v p X Y
= =

= =



Con queste due equazioni si tiene conto della presenza dei due carrelli in B e C nella struttura
originaria.
Se si disponesse delle espressioni esplicite di ( , , )
B B
v v p X Y = e di , che
forniscono gli spostamenti come funzioni lineari dei carichi, le incognite X e Y verrebbero trovate
risolvendo un sistema di due equazioni.
( , , )
C C
v v p X Y =
Non conoscendo le espressioni di
B
v e in funzione dei carichi, si procede come segue secondo il
C
v
metodo della linea elastica. Con questo metodo si mobilitano delle incognite aggiuntive
rappresentate dalle 4 costanti che emergono durante il processo di integrazione dellequazione della
linea elastica sui tratti AB e BC; siccome risulta possibile scrivere 4 condizioni cinematiche
(riguardanti lo spost. trasversale e la sua derivata prima) relative alla struttura isostaticizzata, si
realizza il bilancio tra incognite ed equazioni.

Nella figura sottostante si evidenziano le ascisse
1
x e
2
x sui due tratti di trave (campo 1 e
campo 2 ), gli spostamenti trasversali e , i momenti assunti come positivi (quelli
che tendono le fibre dalla parte del tratteggio) e le curvature positive:
1 1
( ) v x
2 2
( ) v x


p
A
B
C
X Y
1
x
1 1
( ) v x
2
x
2 2
( ) v x
M>0
>0







G.Novati DIS PoliMI Metodo LINEA ELASTICA per strutture IPERSTATICHE
4
Le espressioni del momento flettente sulle due aste sono le seguenti:

2
1 1 1
3
( ) ( ) ( 2 )
2
M x pb X Y x Xb Yb pb = + + per
1
0 x b < <

2 2
1
2 2 2
( ) ( ) ( )
2 2
px
M x pb Y x Yb = + +
pb
per
2
0 x b < <

Equazione della L.E. per il campo 1 (si utilizza lapice per indicare la derivata):
1 1 1 1
( ) ( ) EI v x M x = =
2
1
3
( ) ( 2
2
) pb X Y x Xb Yb pb +
Integrando (2 volte) e indicando con e le due costanti di integrazione, si ha:
1
D
2
D

2 2
1 1 1 1 1
1 3
( ) ( ) ( 2 )
2 2
EI v x X Y pb x Xb Yb pb x D = + + +
3 2 2
1 1 1 1 1 1 2
1 1 3
( ) ( ) ( 2 )
6 2 2
EI v x X Y pb x Xb Yb pb x D x D = + + + +

Equazione della L.E. per il campo 2 :
2 2 2 2
( ) ( ) EI v x M x = =
2 2
1
2
( ) (
2 2
)
px p
pb Y x Yb +
b

Integrando (2 volte) e indicando con e le due costanti di integrazione, si ha:
3
D
4
D

3 2
2 2
2 2 2 2 3
1
( ) ( ) ( )
6 2 2
px pb
EI v x x pb Y x Y b D = +
4 2
3 2 2
2 2 2 2 3 2 4
1 1
( ) ( ) ( )
24 6 2 2
px pb
EI v x x pb Y x Y b D x D = + + +

Le incognite sono costituite dalle 4 costanti di integrazione e dalle
2 iperstatiche X e Y .
1 2 3 4
D , D , D e D
Occorre quindi scrivere 6 condizioni cinematiche; 4 di queste condizioni sono leggibili sulla
struttura isostaticizzata mentre 2 di esse rappresentano le condizioni di congruenza associata alle
iperstatiche X e Y (ripristino dei vincoli di appoggio in B e in C).

Le 4 condizioni relative alla struttura isostaticizzata sono:

1
(0) 0 0 v = =
2
D
1
D
(1)

1
(0) 0 0 v = = (2)

3
1 2
b 7
( ) (0) ( 2 5 )
6 2
v b v X Y pb D = + =
4
(3)

2
1 2
( ) (0) ( 3 2 )
2
b
v b v X Y pb D = + =
3
(4)

G.Novati DIS PoliMI Metodo LINEA ELASTICA per strutture IPERSTATICHE
5
Le due condizioni di congruenza associate alle iperstatiche sono le seguenti:


G.Novati DIS PoliMI Metodo LINEA ELASTICA per strutture IPERSTATICHE
6
4
D

2
(0) 0 0 v = = (5)

2
2 3
( ) 0 (8 3 )
24
b
v b D Y pb = = (6)

Tenendo conto delle (5) e (6), le equazioni (3) e (4) danno luogo al seguente sistema nelle incognite
X e Y:

4 10 7 0
12 36 24 0
X Y pb
X Y pb
+ =

+ =



Risolvendo si ha:
19
28
X pb =
3
7
Y p = b
e quindi
3
3
56
pb
D = .

Le equazioni della deformata delle due aste sono quindi le seguenti:

3 2
1 1 1 1
( ) ( )
56
pb
v x x b x
EI
= ;
4 3 2 2 3
2 2 2 2 2 2
( ) (7 16 6 3 )
168
p
v x x bx b x b x
EI
= + + .

Disegno della configurazione deformata:










Struttura 1-volta iperstatica soggetta a solo carico termico
(variaz. di temperatura lineare lungo laltezza della trave)

Risoluzione con il metodo della Linea Elastica

Dati:
trave a sezione rettangolare;

G.Novati DIS PoliMI Metodo LINEA ELASTICA per strutture IPERSTATICHE
7
T =variazione (in aumento) della temperatura;
=coefficiente di dilatazione termica;
h =altezza della trave (altezza della sez. rettang.);
=modulo di elasticit; E
I =momento dinerzia della sezione;
=rigidezza lesionale (costante lungo lasse). EI

Convenzione per momento flettente e curvatura:
momento positivo quando tende le fibre dalla parte
del tratteggio; curvatura positiva quando si allungano
le fibre dalla parte del tratteggio.

Scelta dellincognita iperstatica: si sceglie la reazione del carrello come iperstatica X.

Espressione del momento flettente: ( ) ( ) M x X x =
Curvatura elastica:
( ) ( )
( )
el
M x X x
x
EI EI


= =

;
curvatura termica:
2 2
( ) , con
t t t
T T
x
h h



= = = ;
curvatura totale:
( )
( ) ( )
tot el t t
X x
x x
EI

= + =

;
relazione tra curvatura totale ( )
tot
x e derivata seconda dello spostamento trasversale : ( ) v x
( ) ( )
tot
v x x = [ il segno dovuto alla scelta del sistema di riferimento , ( ) x v x ] .

Dunque lequazione della linea elastica la seguente:

( )
( )
t
X x
v x
EI

= +

.
Integrando si ha:

2
1
1
( ) ( )
2
t
X
v x x x x C
EI
= + + ;
3 2 2
1 2
1 1 1
( ) ( )
6 2 2
t
X
v x x x x C x C
EI
= + + +
=
.

Le 3 condizioni cinematiche da imporre sono le seguenti [ la (3) rappresenta la condizione di
congruenza associata alliperstatica X ]:

(1) C ; (2) v (0) 0 v =
1
0 (0) 0 = ;
2
0 C =
(3) ( ) 0 v =
3 3 2
1 1 1
( ) 0
6 2 2
t
X
EI
+ =
3
2
t
EI
X =

.

Quindi liperstatica risulta pari a:
3 3 2
2 2
t
EI T
X
h
EI


= =

.

T
T
+

T
T
+

X
( ) v x
x