Anda di halaman 1dari 2

La picola araba presentazione con gioia pro/onda che, ormai alla vigilia della beatificazione di Maria di Ges Crocifisso,

, vedo pronta l'edizione italiana della bella biografia che ne ha scritto Amedeo Br not! "i tratta di n piccolo capolavoro, nel # ale l'avvent ra mana, cos$ movimentata, della piccola araba% appare nel contesto so&brio ma esatto della meravigliosa fiorit ra di grazie mistiche con c i 'io ha vol to ornarla! (ossiamo cos$, g idati dal noto scrittore, specialista del ) ovo *estamento, e sopratt tto di "an (aolo, seg ire l'itinerario di Mariam Bao ard+, dalle ridenti colline di Abellin, nella Galilea, all',gitto, al Libano, per poi gi ngere alla -rancia! l$, per n gioco di avvenimenti, che la giovane greco&melchita, la # ale dal paesello palestinese poteva contemplare la catena del Carmelo, gi nger. a farsi carmelitana scalza, al servizio di Maria e s lle tracce di ,lia, il profeta del f oco, cos$ venerato nella s a terra, dopo poco pi di d e anni di esperimento tra le " ore di "an Gi seppe dell'Apparizione di Marsiglia! "ar. a (a , poco lontano da Lo rdes, che nel /012, la Bao ard+ diventer. figlia di santa *eresa col nome di Maria di Ges Crocifisso, aprendosi sempre pi all'invasione di # ell'Amo&re che gi. l'aveva travolta con la s a piena! Ma non star. ferma al monastero dei (irenei! )el /023, con n min scola gr ppo di sorelle, reso ancor pi piccolo dagli orrori dell'interminabile viaggio, partir. per l'4ndia, con/ondatrice del primo monastero fondato nell'immensa regione direttamente da n Carmelo e ropeo! , sar. a Mangalore che il 5/ novembre /02/ emetter. i s oi voti in na gioia celeste, presto annebbiata dall'azione diabolica! L'anno seg ente ritorner. a (a ! Ma sar. per poco tempo! )el settembre del /026, Maritini far. ritorno alla s a terra, la *erra "anta, ispiratrice e fondatrice del Carmelo di Betlemme, dove tre anni dopo, nel /020, morir.! (er n atto di carit.! 4n seg ito ad na cad ta che fece mentre portava ac# a fresca agli operai che, sotto il sole, nel cantiere ltimavano il monastero, si fratt r7 il braccio sinistro! )on ci f n lla da fare! La cancrena la port8 in breve alla tomba! , gi bilava9 : "ono s lla via del cielo! "to per morire! "ta per compiersi il desiderio di t tta la mia vita9 vado da Ges %! * tta l'esistenza di Maria di Ges Crocifisso ; n richiamo al soprannat rale, o meglio ancora, n richiamo a Ges "ignore! la realt. che investe e permea t tta l'esistenza della : piccola araba%! 4 s oi trentatr< anni, il c i arco si apre non lontano da )azareth per concl dersi a Betlemme, sembrano riflettere al vivo il mistero del Cristo Ges, il # ale per lei ; persona viva e vera che contin amente la ispira e la g ida, la ill mina e la sostiene, nell'esperienza soavissima di! na presenza, dolorosa o ga diosa, a seconda dei casi, che ; la s a vita! " lle s e labbra, in n francese sgrammaticato e primitivo, fioriscono le espres sioni dell'innamorata dell' nico Amore, del # ale desidera la gloria, al # ale vorrebbe attirare t tti ! del # ale v ole condividere il mistero pas# ale! di morte e ris rrezione! , la s a esperienza mistica, cori meravigliosa con le ! s e estasi e le s e levitazioni, con la transverberazione, le stimmate, le bilocazioni e la penetrazione dei c ori, la profezia e il martirio dell'infl sso satanico, sar. segnata sopratt tto dalla croce! =na croce cercata e amata, per la gioia di Ges e per la Chiesa! La Chiesa9 la : sposa% e la : rosa %, come la chiamava Maria nelle s e estasi, la Chiesa dei s oi tempi terribili, la Chiesa di (io 4>, la Chiesa delle prospettive missionarie, la Chiesa dello "pirito "anto! la Chiesa che si fa viva e presente nell'esperienza dell' mile conversa carmelitana della *erra "anta, la Chiesa per la # ale ella s'immola, g stando s lla croce le pi? grandi gioie! 4nfatti Maria di Ges Crocifisso ; na creat ra di gioia! La letizia si sprigionava da lei con n effl vio che contagiava e innalzava a 'io! ,ssa ne era piena, ed avrebbe vol to com nicarla a t tti! (er far capire a t tti che ; bello amare, servire, seg ire il "ignore Ges, che ; bello soffrire per l i e per la s a Chiesa, che ; bello avere la parte pi? mile e pi osc ra! - la parte di Maria di Ges Crocifisso, la # ale, pi si vedeva oggetto delle persec zioni ineffabili dell'Amore, pi avvertiva l'esigenza intima di scomparire, di farsi mile, di servire! 'i giorno e di notte. )ella gioia di potersi dare e immolare nei lavori pi pesanti ed osc ri! "empre e dovunque sotto la presa di Ges, di cui avvertiva e godeva la compagnia, come anche nelle pi mili man& sioni sentiva in s< la Chiesa o, meglio, sentiva s< nella Chiesa e con la Chiesa, coi vescovi e coi sacerdoti, specialmente con il (apa, il s o (apa, (io 4>! La s a vita coincide col pontificato di (io 4> @/0A1&/020B, e con (io 4> vive talmente nita da far pensare ad na parti&colare grazia mistica di com nione e esperienza di presenza del (apa! ,, sperd ta nell' mile Carmelo s lla : collina di 'avide %, vivr. misticamente l'agonia e la morte del santo (ontefice, in&dicando poi il nome e lo stemma di chi gli s cceder.! 4nnamorata di Cristo e della Chiesa, dotata di na penetrazione speciale del mistero dello "pirito "anto, aperta apostolicamente a t tto il mondo, di c i porta nel c ore, con sensibilit. di : piccola sorella di t tti %, dolori, ansie e preocc pazioni, Ma&ria di Ges Crocifisso ; n richiamo all' nit. nella pace! -iglia dell'Criente, sbocciata in seno alla Chiesa cattolica bizantina, viss ta al Carmelo nell'alveo del rito latino, la : piccola araba % che sale agli onori degli altari sembra n arco di pace che strin ge Criente ed Cccidente nell'Amore del (adre e del -iglio, lo "pirito "anto, nel # ale t tti siamo : no %! La s a stessa vo cazione : missionaria %, che dalla *erra "anta l'ha portata in ,gitto, nel Libano, in -rancia, in 4ndia, per riportarla, alla f i&ne, nella *erra di Ges, per cons marvi l'oloca sto, sembra costat irla messaggera ed apostolo di

com nione, di nit., in Cristo e nella Chiesa! ,d ; in ,tale l ce che amiamo corttemplarla e in vocarla nell'ora provvidenziale della s a beatificazione, in n periodo nel # ale il s o Medio Criente vive la pia terribile espe & ienza di lotta e di sang e! n richiamo alla carit. che niste, alla pace che fiorisce come dono! dello "pirito, all' nit. fra&terna che nasce dove scompaiono le rivalit., gli odi e le vendette! "iamo grati al (! Br not per il dono del bel libro! ,gli, chiamato alla vita eterna, non ha pot to averlo tra mano! 4n cielo, godr. del bene che esso ; destinato a fare! Come ne han&no fatto in precedenza le opere di altri figli di "an Michele Garicoits, # ali il (! ,strate e il celebre (! B z+! Come # est ' ltimo confratello, il (! Br not, insigne biblista e profondo conoscitore dell'anima dell'Criente, ha ricamato con rara maestria il profilo della : piccola araba %, mostrandocene, nel tess to dei dati storici, lo spirito! n lteriore omaggio che la Congregazione del "! C ore di B<tharram offre a colei che riconosce, come asserisce il Br not, : seconda fondatrice %! )ella glorificazione della nostra Denerabile ; il Carmelo, sopratt tto, che es lta! (oich< Maria di Gesti' Crocifisso ; n fiore della : terra Carmeli %, fiorito # asi all'ombra della sacra Montagna di ,lia e delle origini, nella l ce della Dergine Maria, Madre e Eegina dell'Crdine, che la beata sali a venerare nel s o sant ario! na n ova gemma che s'incastona nella corona del&la Madre, della # ale ha cercato di riflettere l'amore immenso per Cristo Ges?' e il servizio della Chiesa, con l. # ale ha c stodito e contemplato con fede e amore la (arolaB con la # ale, mile Dergine che : eccelle tra i poveri % del "ignore, ha vol to essere piccola per cantare con la propria vita la magnificenza dell'amore di Col i che : g arda all' milt.!!! ed esalta i piccoli %! Eoma, F3 settembre 1983, anniversario della morte di "! *e&resa di Ges Bambino. P. "imeone della "! Famiglia Postulatore Generale O.C.D.