Anda di halaman 1dari 1

28

Trieste cronaca

IL PICCOLO MARTED 22 APRILE 2014

nato in forma sperimentale nel 2011. Poi, a fronte di tante richieste, stato implementato e oggi funziona a pieno ritmo, con 45 bambini e ragazzi che lo frequentano. il doposcuola per giovani con disturbi specifici dellapprendimento, uniniziativa per ora unica in provincia ideata dallassociazione Stelle sulla Terra insieme allAid (Associazione Italiana Dislessia) di Trieste. Racconta Ilaria Vaccher, psicologa e presidente di Stelle sulla Terra: Il doposcuola nato per rispondere alle esigenze di studenti e famiglie, perch se per il bambino e il ragazzo dislessico leggere e scrivere in modo corretto e fluente rappresenta unenorme fatica, spesso le difficolt non sono comprese da genitori e insegnanti. E il carico pi gravoso per le famiglie, perch per seguire un bambino dislessico la madre o il padre devono trasformarsi in insegnanti, assistendolo passo a passo nei compiti scolastici. La soluzione per alleggerire questa situazione quella di affidare il lavoro scolastico da portare avanti a casa a una persona estranea alla famiglia, dotando il dislessico di tutti gli strumenti compensativi necessari per affrontare al meglio i compiti. Cos facendo si ottengono molti risultati: il clima familiare migliora, ci si riappropria del ruolo di genitore, che non e non deve coincidere con quello di insegnante; e si riduce anche l'ansia di prestazione nel bambino, aumentandone l'autostima e la motivazione. Per mettere in piedi un doposcuola per ragazzi dislessici servono sia strumenti fisici sia unadeguata formazione degli operatori che li seguono. La dislessia un disturbo che interessa uno specifico dominio di abilit, lasciando intatto il funzionamento intellettivo generale. Non causata da un deficit di intelligenza n da problemi ambientali o psicologici o da deficit sensoriali o neurologici, spiega Anna Bonuomo, presidente dellAid di Trieste: Si stima che riguardi dal 3 al 4% della popolazione scolastica nella fascia della scuola primaria e secondaria di primo grado. Un numero non cos esiguo, eppure si tratta di un proble-

LA PRESIDENTE DELLAID

Diverse le modalit di apprendimento


Albert Einstein era dislessico, segnanti, che soprattutto nelle cos come Steve Jobs, Agatha scuole superiori non sono adeChristie, Walt Disney e John guatamente formati per far Lennon. Ma la dislessia non ha fronte a questo problema. impedito loro di realizzare i Spesso nelle scuole mancano propri sogni e diventare perso- le attrezzature, perch per uno ne di successo nei rispettivi studente dislessico lideale ambiti. avere a propria disposizione Eppure dice Anna Bonuo- un computer con i software mo, presidente dellAid, e compensativi adeguati, che mamma di due ragazze che per non costano poco. Labnonostante la dislessia prose- biamo sperimentato sui nostri guono con successo i loro stu- figli: anche linterazione con la di sulla dislessia ci sono an- scuola meglio lasciarla a percora tantissimi pregiudizi. sone formate in questambito. Quando ho iscritto mia figlia I genitori vengono sempre vial liceo racconta Elisabetta sti come quelli che vogliono Pietrobelli, membro di Aid e proteggere i ragazzi, invece se Stelle sulla Terra in tanti, in- a interagire con gli insegnanti segnanti inclusi, mi hanno sono operatori preparati, cochiesto perch, nonostante me facciamo con quelli del nofosse dislessica, avessimo scel- stro doposcuola, il messaggio to di farle freviene recepiquentare to in maniera ESEMPI quel genere diversa. CELEBRI di scuola, che Per i dislespresuppone sici serve un Da Einstein poi che si pro- a Steve Jobs, da Agatha piano didattiseguano gli co personalizstudi anche Christie a John Lennon. zato, spiega allUniversiVaccher: Il Bonuomo: eppure su t. Questo nogrosso rinostante ci si- questo tema ci sono schio quello ano fisici e in- ancora tanti pregiudizi dellabbandogegneri dislesno scolastico. sici e la storia Se gli argoabbia dimostrato come questi menti vengono presentati coindividui abbiano soltanto me agli altri studenti il ragazzo una diversa modalit di ap- dislessico non ce la fa, inizia a prendimento, ma possano vivere la scuola con angoscia e tranquillamente diventare dei perde motivazione e autostiveri talenti nel campo in cui ma. decidono di applicarsi. Per aiutare gli studenti diCerto a fare la differenza so- slessici, le loro famiglie e inseno gli strumenti che si metto- gnanti lassociazione Stelle sulno a disposizione degli studen- la Terra e lAid di Trieste orgati dislessici. E un adeguato sup- nizzano anche campus per i raporto a insegnanti e genitori gazzi, Formacampus per gli non guasta. Da un lato ci so- operatori, incontri formativi e no le famiglie, che spesso da- divulgativi in collaborazione vanti a una diagnosi di disles- con il Burlo, lUniversit di Trisia si trovano spiazzate: diffi- este e lUfficio scolastico regiocile comprendere le difficolt nale, sportelli rivolti a genitori, di un dislessico, ma lobiettivo ragazzi, insegnanti e tecnici. finale devessere dotarli degli Tra le ultime iniziative anche strumenti adeguati per render- un vademecum per gli inseli autonomi. Il doposcuola ser- gnanti delle scuole superiori, ve proprio a questo, racconta che sar stampato e distribuila psicologa Ilaria Vaccher: to grazie al Comune e alla ProDallaltra parte ci sono gli in- vincia. (g.b.)

Unimmagine simbolica della dislessia (Ian Hooton - Science Photo Library - Corbis)

Alunni dislessici Arriva in aiuto il primo doposcuola


bre a maggio dice Vaccher -. I ragazzi sono suddivisi per gruppi omogenei det, con un operatore ogni tre, al massimo quattro studenti. A seguirli un team di educatori e psicologi specializzati nei disturbi specifici dellapprendimento, che oltre alla dislessia includono la disgrafia, la disortografia e la discalculia. Ogni studente ha a disposizione un computer dotato di software specifici, che fungono da strumento compensativo:

Avviato in via sperimentale da due associazioni per rispondere alle esigenze delle famiglie, frequentato oggi da 45 ragazzi
ma che in Italia ancora poco noto e che famiglie e scuola non sempre sono in grado di affrontare in modo efficace. Il doposcuola ideato dalle due associazioni, aperto ai bambini della quarta e quinta classe della scuola primaria, ai ragazzi dii scuole medie e superiori e anche agli universitari, mira a sviluppare nei ragazzi un sempre maggior grado di autonomia. Ci troviamo uno o due pomeriggi a settimana per due ore, da ottosono software di sintesi vocale, che leggono i testi, perch per un ragazzo dislessico la maggiore difficolt proprio quella di accesso ai testi da studiare. A questi programmi si affianca la creazione di mappe concettuali, che con laiuto della memoria visiva, con colori, immagini e parole chiave, servono per organizzare lo studio e rielaborare il materiale. Per informazioni info@ stellesullaterra.org. Giulia Basso

si apre il cantiere

Via Fonderia, lavori sotterranei poi la nuova area pedonale Venerd i riti in Risiera. Si commemora anche la strage nazista di via Ghega
Partono oggi i lavori per il risanamento delle condotte gas in ghisa grigia presenti sul territorio comunale, nelle vie Foschiatti e Fonderia. L'intervento si reso urgente per il rischio riscontrato dallAutorit per lEnergia elettrica e il gas di perdite nella rete del gas. I lavori consistono nella sostituzione della rete e nella contemporanea messa a norma delle derivazioni dutenza. Per evitare un successivo intervento nella stessa area, contestualmente al risanamento delle condotte gas, verranno eseguiti anche lavori di sostituzione delle condotte e derivazioni idriche. (per essere aggiornati in tempo reale sui cantieri in corso in varie zone cittadine, sono consultabili i 2 canali web infocantieri sul sito di AcegasAps e infomobilit sulla rete civica del Comune di Trieste, nella sezione Mobilit e Traffico). La pedonalizzazione di via Foschiatti, nel tratto tra piazza Ospedale e via Fonderia, rientra tra i primi interventi del Piano del Traffico previsti gi per il mese prossimo. Gli interventi sul tratto tra piazza Ospedale e via Fonderia sono stati spostati a ottobre, cos da poter garantire il pieno utilizzo della nuova area pedonale durante la bella stagione. Il cantiere comincer oggi dalla via Foschiatti (tratto tra via Maiolica e via Fonderia). I lavori su questo tratto avranno una durata di 10 giorni, mentre quelli sulla via Fonderia verranno suddivisi in due lotti per una durata complessiva di circa 60 giorni. Il termine dei lavori nel loro complesso perci previsto entro fine giugno. Verr interdetto il traffico veicolare su tutte le vie interessate, compatibilmente con lavanzare delle rispettive fasi; ove possibile sar garantito laccesso ai frontisti diretti alle propriet laterali mediante listituzione di appositi provvedimenti temporanei in linea di viabilit. Il settantesimo anniversario della strage di via Ghega caratterizza le cerimonie in ricordo delle vittime della Seconda guerra mondiale e della Liberazione. Domani alle 10.30, una corona dalloro sar deposta congiuntamente da Comune e Provincia in via Ghega, in prossimit del Conservatorio Tartini, per ricordare i 70 anni dalla strage di via Ghega. Sempre domani, alle ore 17 nella sala Tartini dellomonimo conservatorio musicale di via Ghega 12, sar rappresentato il testo di Roberto Spazzali La sentenza stata eseguita immediatamente. Oratorio civile per voci e strumenti. Questiniziativa, che celebra il 70 anniversario delleccidio nazista di via Ghega, realizzata in collaborazione tra Comune di Trieste, Provincia, Istituto regionale per la storia del movimento di Liberazione nel Friuli Venezia Giulia, Conservatorio di musica Tartini e Bonawentura. Nellambito delle cerimonie per il 69 anniversario della Li-

Liberazione, partono le cerimonie


(alle spalle del Municipio) alle 8.30. Nel pomeriggio di gioved alle 15.45, in via Pindemonte, sul monumento che ricorda Alma Vivoda, si svolger la cerimonia organizzata dal Comune di Muggia e sar presente anche un rappresentante del Comune di Trieste. Infine venerd 25 aprile, anniversario della Liberazione, alle 11, alla Risiera di San Sabba si terr la solenne cerimonia, con la deposizione di corone dalloro e la celebrazione dei riti religiosi: cattolico, ebraico, evangelico, serbo-ortodosso e greco-ortodosso. Da venerd 25 aprile e fino al 2 giugno, con orario 9-19, nella sala delle commemorazioni della Risiera di San Sabba, sar visitabile la mostra virtuale-istallazione Adriana Filippi, pittrice partigianache propone 144 opere (disegni, pastelli e oli) eseguiti dal vero, nel tempo e sul luogo dellazione della Resistenza sulla Risalta in Piemonte, resi visibili in formato digitale.

La Risiera di San Sabba, dove venerd si terr la cerimonia solenne

berazione, invece gioved saranno deposte congiuntamente da Provincia e Comune di Trieste corone dalloro al Cippo della Resistenza nel Parco della Rimembranza, al Monumento ai Caduti in via dellIstria, sulla lapide ai Caduti antinazisti del 44

in via Massimo DAzeglio, sulla targa che in strada di Guardiella 25 ricorda i Caduti italiani e sloveni di San Giovanni, e sul cippo che al Poligono di Villa Opicina ricorda i fucilati dal tribunale speciale. La delegazione congiunta, partir da piazza Piccola