Anda di halaman 1dari 3

Antenne telefonia mobile sul tetto

condominiale, vantaggi e svantaggi.


0
01 mar 2013
23/10/2002, antenne sui tetti, antenne telefonia mobile, cassazione sentenza n. 3865/1993,
Condominio, decreto legislativo n. 198/2002, decreto ministeriale n. 381/1998, delibera
assembleare, enova sentenza n. 1385 del 12/!/2006, lastrico solare, locazione "er installazione di
stazione radio telefonia mobile cellulare, maggioranza ric#iesta, n. 12663$, natura di innovazione,
%&C&''()*+, terrazze e lastrici solari, )ribunale di ,ilano, unanimit-
di Domoblog
*ntenne telefonia mobile sul tetto condominiale,
vantaggi e svantaggi.
.a telefonia cellulare si basa essenzialmente sulla trasmissione aerea ed il segnale deve essere
raggiungibile in ogni "unto del territorio, senza discontinuit-, in modo da evitare le cosiddette zone
d/ombra, c#e causano interruzioni e cadute di c#iamata, con smacco degli utenti c#e ovviamente
selezionano il loro gestore anc#e in base alla 0co"ertura1 delle aree in cui abitano e lavorano.
2er 3uesto motivo, nelle citt-, i gestori telefonici c#iedono ai "ro"rietari dei "alazzi "i4 alti ed ai
condomini la "ossibilit- di installare sul tetto le "ro"rie a""arecc#iature ri"etitrici.
'ono "referiti i tetti "iani "oic#5 "ermettono ai tecnici della manutenzione un "i4 agevole accesso e
consentono di insatllare meglio le a""arecc#iature.
* fronte di ci6 le com"agnie "agano un 0*ffitto1 dell/area e rimborsano il consumo di corrente
elettrica.
'e il "ro"rietario 7 unico, i "roblemi sono solo di ti"o amministrativo, in 3uanto in base al decreto
legislativo n. 198/2002 l/installazione deve essere autorizzata dal Comune 8o""ure dalla 2rovincia
o dalla 9egione, secondo la zona di com"etenza$, "revio accertamento da "arte della ris"ettiva
agenzia Regionale Arpa e nel ris"etto dei limiti delle emissioni elettromagnetic#e.
.e o""osizioni maggiori a tale utilizzo dei tetti, in genere "arte comune condominiale, sono 3uelle
estetic#e 8effettivamente in genere dalla strada si vedono s"untare e detur"ano l/arc#itettura del
"alazzo$ 3uelle della "reoccu"azione "er la salute a causa della "ro"agazione delle onde
elettromagnetic#e e 3uelle legali dovute ad un uso delle "arti comuni diverso da 3uello "er cui sono
state destinate.
)ralasciando le 3uestioni estetic#e, di ti"o soggettivo e difficilmente valutabili, le "reoccu"azioni
"er i danni alla salute, con le conseguenti o""osizioni, "ossono "rovenire dagli stessi condomini
o""ure dagli abitanti dei "alazzi vicini
li abitanti dei "alazzi vicini "ossono "er6 o""orsi solo se l/autorizzazione comunale rilasciata alla
com"agnia telefonica non risulta regolare o se l/im"ianto su"era i limiti di emissioni
elettromagnetic#e "revisti dal decreto ministeriale n. 81/1998 e dalla legge n. !/2001.
.a misurazione delle emissioni 7 di esclusiva com"etenza , *genzia 9egionale 2rotezione
*mbientale, *r"a di com"etenza.
'e il )etto 7 condominiale "er il diritto di ogni condomino ad o""orsi non vi 5 una norma s"ecifica
giuris"rudenziale in 3uanto la Corte di cassazione con la sentenza n. 3865/1993, commentata
dall"Anaci, #a stabilito c#e "er l/installazione sul tetto del "alazzo 8"arte comune$ occorre il
consenso di tutti i condomini ai sensi dell/articolo 1108 del Codice civile, in 3uanto si tratta di una
0servitu1 nei confronti della com"agnia telefonica.
0Per il disposto dellart. 1108, terzo comma, c.c., applicabile anche al condominio di edifici per il
rinvio contenuto nellart. 1139 alle norme sulla comunione, la costituzione di una servita sulle parti
comuni delledificio richiede il consenso unanime di tutti i condomini. Pertanto, in mancanza di
un tale consenso non valida la deliberazione adottata dallassemblea dei condomini, che abbia
approvato i lavori eseguiti, su autorizzazione dellamministratore, dalla Sip, di posa di un cavo
telefonico sulledificio condominiale, in guisa da creare una situazione di fatto corrispondente ad
una servit di passaggio di conduttura di cavo telefonico, suscettibile di far maturare con il tempo
lusucapione di tale diritto.
,olto intense sono le "reoccu"azioni "er la salute da "arte dei condomini in cui si discute di
inserire un "ur redditizio im"ianto radi "er telefonia mobile sul tetto.
(n realt- il modo di "ro"agazione delle onde #a la forma di un imbuto "er cui il cam"o magnetico
sotto l/ antenna 7 inferiore a 3uello c#e si #a di fronte. .e onde si "ro"agano allargandosi e
"erdono molta della loro energia in funzione della distanza con un degrado logaritmico, "er cui
vicino e di fronte all/ antenna la "otenza emessa 7 notevole, mentre ad una distanza do""ia, la
"otenza non sar- la met- bens: molto inferiore "ari a 1/! e cos: via.
Ci6 considerato 7 "ragmaticamente meglio 8o meno "eggio$ avere l/ antenna sul tetto del "ro"rio
"alazzo c#e su 3uello del "alazzo di fronte.
(n 3uesto modo il condominio incassa circa 10.000 ; annui da ogni com"agnia 8in genere almeno 2
o 3$ c#e vanno a diminuire fortemente le s"ese condominiali da "agare e con tutta "robabilit- si
im"edisce ai condominii vicini di inserire sul tetto im"ianti c#e ci danneggerebberoforse di "i4 con
le emissioni e non ci darebbero un utile.
9inunciando alle antenne sul tetto ci si "otrebbe trovare nella condizione c#e accetti "ro"rio il
condominio di fronte.
2er 3uanto concerne la modalit- con cui il condominio deve deliberare l/eventuale installazione
delle antenne "er cellulari sul tetto, essa "are essere, alla luce della 'entenza di Cassazione
3865/1993, 83ui commentata dall"Anaci#, 3uella della totalit- dei consensi.
)uttavia il tribunale di ,onza, con sentenza del 1.3.2000 #a stabilito c#e occorre la sola
maggioranza 3ualificata dei "arteci"anti al condominio ra""resentanti due terzi del valore
millesimale dell/edificio.
*l contrario il 2retore di <ologna nel 1999 aveva sos"eso in via d/urgenza e bloccato i lavori di
installazione di un impianto di telefonia mobile sull/assunto c#e l/incertezza sugli effetti a lungo
termine delle onde elettromagnetic#e com"orta una svalutazione del valore di mercato di un edificio
condominale.
* favore della unanimit- dei consensi il )ribunale di ,ilano= 1Ne consegue che laddove
linstallazione di una stazione radio base, che si possa qualificare innovazione, determini una
riduzione quantitativa dellutilizzazione e del godimento anche di un solo condomino di una parte
del bene condominiale, ovvero una modifica di destinazione funzionale della stessa
trasformazione di tale parte in unit! produttiva destinata a servire attivit! industriale e
commerciale estranea al carattere residenziale delledificio" la relativa determinazione
assembleare non potr! dirsi consentita con le maggioranze di cui allart. ##$% c.c. ma soltanto con
lunanimit! dei consensi dei condomini, in difetto della quale la delibera dovr! considerarsi nulla.
v. Tribunale di Milano, 23/10/2002,n. 12663 # .1
>i "ari avviso sembra essere il )ribunale di enova, con la sentenza n. 18$ del 12/%/200! con la
3uale dic#iara nulla la delibera adottata a maggioranza.
2eraltro tale innovazione 7 adottabile dall/assemblea condominiale solo con l/unanimit- dei
consensi anc#e in 3uanto "roduttiva di una diminuzione del valore di mercato dell/intero stabile
condominiale e delle singole unit- c#e lo com"ongono= 0si tratta infatti di atto di disposizione
dellimmobile comune che, non realizzando vantaggi alla collettivit! condominiale e ai singoli
condomini determinando al contrario un danno economico rilevante quale il deprezzamento" pu&
dirsi lesivo del diritto di propriet! comune ed esclusiva degli stessi 'v. Pretura (ologna, ordinanza
#)*+*#,,,, -rib (ologna ordinanze . marzo / ). giugno )001".
>iverso 7 il caso delle antenne televise c#e sono "roduttive di un vantagio diretto "er i singoli
condomini in 3uanto in tal modo "ossono godere del servizio televisivo.
Come si vede l/argomento 7 molto controverso= resta da vedere 3uali saranno i nuovi orientamenti
con la "rossima entrata in vigore della nuova legge