Anda di halaman 1dari 19

Campane per l'influenza A

Intervista a Teresa Forcades Monastero di San Benedetto Montserrat

Barcellona 23 Settembre 2009

testo dal video:


http://www.youtube.com/watch?v=A0JqQyl09zQ&feature=player_embedded

TC: Teresa Forcades ha corretto nei sottotitoli alcune cifre e alcuni dati citati in questa
intervista.

Una Suora dottore


Mi chiamo Teresa Forcades i Vila. Sono una suora benedettina del monastero di San
Benet de Montserrat. Però, prima di entrare nel monastero, per diversi anni ho praticato
la medicina. Sono un Medico specializzato in medicina interna, ed ho un dottorato in
Salute Pubblica dall'Università di Barcellona. La specializzazione l'ho conseguita negli
Stati Uniti, presso la State University of New York.

A proposito dell’influenza “nuova”


Ciò che chiamiamo "influenza A" la chiamiamo anche "nuova influenza" , soprattutto
in Catalogna. Questa espressione, "nuova influenza", può far pensare a molte persone
che il virus "A" dell'influenza sia un virus nuovo. Bene, questa influenza non è nuova,
in quanto virus di tipo "A", poiché i virus di tipo "A" sono parte, da anni, dei virus
dell'influenza ordinaria, quella stagionale.

Tipi di Virus influenzali


I virus dell'influenza, probabilmente tutti lo sanno, ma io comincio sempre dalle basi,
sono di tipo "A", "B" e "C". Questi sono i virus conosciuti dell'influenza che contagia
l'uomo. I virus di tipo "C", contagiano normalmente, una proporzione molto più piccola
(di persone) e (quindi) non si utilizzano per produrre i vaccini di ciascun anno. Perciò,
ogni anno, il vaccino per l'influenza stagionale è una miscela di virus di tipo "A" e di
tipo "B". La "nuova influenza", l' "influenza suina", come talvolta viene chiamata, non
è nuova per il fatto di essere del tipo "A".

Allora qualcuno potrebbe dire, che è "nuova" a causa degli antigeni del virus A-H1N1,
l' emaglutinina (H), la neuraminidase (N), che sono proteine di superficie, e può
sembrare che questo è ciò che conferisce il carattere di novità. Be', neanche questo si
può dire.
Bisogna dire che queste proteine non sono quelle che danno il carattere di novità a
questo virus, perché lo stesso gruppo, A-H1N1, fu nel virus dell'influenza del 1918,
pandemia terribile che uccise più di 20 milioni di persone in tutto il mondo.
Il virus che riapparve
Si trattò di questo tipo di virus, che continuò ad esistere nella popolazione, fino alla
metà degli anni 50. Nel 1957 sembra che scomparve da quelli che sono conosciuti
come i virus dell'influenza stagionale. Scomparse e riapparve nell'anno 1977. Questo
può essere verificato da qualunque medico o qualunque persona nel "The New England
Journal of Medicine" nel quale lo scorso mese fu pubblicato un articolo sulla storia dei
virus dell'influenza, cito "The New England Journal of Medicine" poiché è la rivista di
maggiore "impatto" in medicina, la più autorevole.
(Su questa rivista) è apparso un articolo nel quale si da per dimostrato che questo virus,
il virus A-H1N1, riapparve nel 1977 perché era stato sintetizzato di nuovo in un
laboratorio, pertanto proveniente da un laboratorio. Dico "risintetizzato", però sembra
che, ciò che fu fatto fosse riesumare il corpo di una donna Inuit, eschimese, che era
morta a causa di questa influenza nel 1918, però, chiaramente, essendo il corpo sotto il
ghiaccio, fu possibile recuperare dai tessuti il necessario per produrre nuovamente, o,
risintetizzare questo virus. Tutto ciò accadde nel 1977, stando a quanto scritto nel "The
New England Journal of Medicine" questo è un fatto provato.

Un nuovo ceppo virale


DAL 1977, si ha che il virus dell'influenza A-H1N1 è parte dell'insieme, o della
miscela, di virus dell'influenza stagionale di ciascun anno. Bene, cosa è che è nuovo
quest'anno?

Ciò che è nuovo è il ceppo virale (S-OIV). Il ceppo virale di quest'anno è un ceppo
che non si conosceva finora. Ed è questo nuovo ceppo virale, quello che fu
diagnosticato per la prima volta il 17 Aprile (2009), sembra che questa sia l'origine
della prima diagnosi, in due casi in California. Questi furono i primi casi documentati,
da quando si iniziò a parlare di un virus "nuovo". Pertanto, come ho detto, la novità è
costituita solamente dal ceppo. Questo è il primo dato scientifico.

Il secondo importante dato scientifico da tenere in conto è che da quanto è iniziato, il


17 aprile, fino al 15 settembre, che è l'ultimo giorno in cui ho letto le statistiche, sono
stati registrati, a livello mondiale, cito a memoria, potrebbe non essere il numero esatto,
ma mi posso sbagliare di poco, 137 casi di morte .
(TC 137 in Europa, 3599 a livello mondiale).

In tutto il mondo, perciò, essendo già trascorso, per i paesi dell'emisfero meridionale,
quello che si chiama l'inverno australe, con questo nuovo virus, e hanno avuto un tasso
di mortalità minore di quello che è abituale per questo periodo.

I numeri, come ho detto li cito a memoria, dal 17 aprile al 15 settembre 137 morti (TC
in europa e e 3599 in tutto il mondo) e 2600 casi di infezione. I numeri, lo ripeto, li
cito a memoria, ma non possono essere molto scorretti. E li cito perché è importante, ci
sono state moltissime dichiarazioni, ma io cito una di un membro del Comitato Etico
Medico di Francia, che si chiama J. Dupré, o per esempio del presidente di tutte le
organizzazioni dei collegi dei medici di tutta la Spagna che si chiama Rodrìguez
Sendìn, entrambi medici prestigiosi, hanno affermato che con i dati scientifici di cui
disponiamo attualmente questo nuovo virus comporta una mortalità minore di quella
del virus usuale di ogni anno, o di quelle dei virus usuali di ogni anno. Termino questa
parte scientifica con un’ultima nota che è che altre fonti accreditate della letteratura
medica ci dicono che sembra che le persone con più di 60 anni hanno già
un'immunità, per il 33%, verso questo virus. Questi sono solo dati oggettivi che è
importante tenere a mente prima di entrare una valutazione più approfondita.

Le irregolaritá
Ora, vorrei descrivere due irregolarità che hanno avuto luogo dopo la scoperta di questo
virus, di ceppo “relativamente” nuovo. Queste irregolarità, per me e per quello di
qualsiasi altro osservatore oggettivo, restano inspiegabili, e sono troppo gravi per
essere lasciate senza spiegazioni. La prima è il punto di partenza di questa giornalista
investigatrice, Jane Burgemeister, nata in Svizzera, ma di nazionalità Austriaca e
Irlandese, che venne a conoscenza di quello che sto per dirvi ora, è lei che l'ha messa
in circolazione, e chiunque può verificare che quanto sto per dire è assolutamente
accurato ed oggettivo.

Il vaccino mortale
Cosa è accaduto?
Alla fine del Gennaio 2009, quindi prima che questa influenza, la nuova influenza ,
fosse scoperta, l'impresa Baxter, un'impresa nordmericana con una filiale molto
importante in Austria, inviò, a questa filiale situata in Austria (un vaccino).

distribuì, a quattro paesi europei, la stessa Austria, la Repubblica Ceca, Slovenia e


Germania, in 16 differenti laboratori, materiale per la vaccinazione per l'influenza,
che era materiale per il vaccino che, tra Febbraio e Marzo, doveva essere distribuito
alla popolazione di questi paesi, per la vaccinazione anti-influenzale stagionale.

Questo materiale constava di 72 kg. Be', non ho calcolato quante dosi sono, ma si tratta
di migliaia e migliaia di dosi. (Quindi) questo fu distribuito, ed ora arriva il punto, per
quegli eventi casuali che capitano nella vita, che gettano luce su situazioni o piani di
cui altrimenti non avremmo mai saputo nulla. E' successo che la compagnia della
Repubblica Ceca Bio Test aveva un laboratorio che fu uno dei recettori di questo
materiale. Uno dei tecnici, di sua iniziativa, come qualcosa che gli era consentito fare,
ma che nessuno aveva richiesto, decise di fare una prova extra di sicurezza con il
materiale per vaccinazione che avevano ricevuto, prima di distribuirlo. Così, prima di
distribuire questo vaccino, quello che questo tecnico di laboratorio fece fu di inocularlo
ad alcuni animali chiamati "comadrejas" in Spagnolo, o "hurones" (donnole o furetti)
piccoli mammiferi che si utilizzano dal 1918 per testare i vaccini per l'influenza.
Inoculò a questi furetti (il vaccino) e quelli morirono tutti. Quando vide queste
morti inaspettate, perché il vaccino, inoculato ai furetti, non dovrebbe provocarne la
morte, lanciò subito l'allarme ed iniziarono a verificare cosa realmente contenesse
questo materiale inviato dalla Baxter, perché se il contenuto era un vaccino, la morte
degli animali era inspiegabile.

un cocktail di virus
Bene, queste prove, quello che dimostrarono fu che, in questo materiale, inviato dalla
casa Baxter a 16 laboratori, coesistevano due virus vivi. Uno era il virus
dell'influenza aviaria. Il virus dell'influenza aviaria è il virus che apparve nel 2005, e
che causò una grande mortalità, ma infettò poche persone. In tutto il mondo morirono,
di nuovo cito a memoria, circa 250 persone, a causa di questo virus però, delle persone
che si sa che furono infettate morì il 60%. Ciò significa che se i morti furono 250 e in
tutto il mondo gli infettati furono circa 600, qualunque sia il numero esatto. Pertanto la
mortalità di questo virus è molto alta, ma la sua infettività è minima.

Questo (virus) era miscelato con un virus dell'influenza stagionale che, come tutti
sappiamo, ha una mortalità minima, ossia inferiore allo 0.01%, inferiore all'1%, però
con una grande infettività, cioè è molto contagioso, ha una grande infettività.

Se mescoli questi due virus, e poi li distribuisci a migliaia di persone, quello che
stai facendo, è che stai massimizzando la probabilità che questi due virus si
uniscano, che si ricombinino, e che compaia un virus nuovo che sia allo stesso
tempo, molto letale e molto infettivo.

Questo è un fatto, ammesso dalla casa Baxter non hanno detto: "no, questo non è
vero... è solo ciò che dice Jane Burgemeister..." o chicchessia, "...ma quel materiale lì
non c'era..." Questo è stato riconosciuto ufficialmente dalla casa Baxter,

(TC: Hanno ammesso che la contaminazione avvenne, ma non che il materiale fosse
destinato all'uso umano. Appellandosi al diritto di riservatezza, non hanno rivelato
informazioni riguardo alla destinazione).

Che nel materiale, non in una parte, quella inviata alla Repubblica Ceca, ma in tutti i
72 kg di materiale, c'erano virus vivi dell'influenza aviaria mescolati con quella di ogni
anno (stagionale). Questo è quanto. Questo è un fatto.

È accaduto per caso?


E' possibile che ciò sia accaduto per caso?
La prima cosa che si deve dire è che ciò è estremamente improbabile. Dico questo
semplicemente perché nella scienza, la parola "impossibile" non si utilizza mai. Che
voglio dire con l'espressione "estremamente improbabile"?
Allora: questi laboratori che operano con questo tipo di virus hanno una scala di "livelli
di sicurezza biologica". Il livello di sicurezza biologica 3, è il livello massimo ed è
quello che deve essere applicato in questi laboratori.
Significa che, parlando in un contesto scientifico, la probabilità, basata sui fatti noti,
che questo sia avvenuto accidentalmente è estremamente piccola. Non solo per
questo, non solo a causa di
"come possiamo spiegare il mescolamento di due virus differenti?",
Ma anche perché il vaccino, come sappiamo, è un vaccino (in quanto) fatto con
virus attenuati. Ciò significa che è normale che nel vaccino influenzale ci siano virus
vivi, questa non è un'eccezione, però "attenuati" significa che i virus devono passare
per un trattamento di radiazione.

Questi virus, trovati in Repubblica Ceca, e in tutto il materiale della Baxter, non erano
stati attenuati. Pertanto, la possibilità che (tutto) ciò sia avvenuto per caso, be'... per
questo dico che scientificamente, o semplicemente per prudenza umana, non possiamo
dire che sia impossibile al 100%, però è importante, credo, che mettiamo in chiaro
quanto è improbabile che si tratti di un incidente, in queste circostanze. In ogni caso,
ciò è avvenuto ed è sotto investigazione.

Questa giornalista, la Burgemeister ha sporto denuncia, non solamente contro la


Baxter, ma anche contro l'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), ed anche
contro i governi di nazioni importanti, perché... sembra che con le informazioni di cui
disponiamo è molto probabile pensare che ci sia una intenzione dolosa.
Ed è questo che lei denuncia, piuttosto che pensare che si sia verificata una serie di
eventi accidentali quasi impossibile da concepire. Però, insisto, è molto importante
separare i fatti oggettivi da ciò che non è stato ancora dimostrato.

Credo che la cosa positiva, di questo video, e di questa informazione che stiamo
facendo è che raggiunga il massimo numero di persone, più sono meglio è, e che
raggiunga persone che

-ci sono persone che parlano di piani secondo i quali c'è un'elite mondiale che vuole
eliminare parte della popolazione, o anche una grande parte, che ... quando sento
queste cose dico "ma...tutto questo da dove viene? Questa è finzione (narrativa), non ho
mai sentito parlare".

So che ci sono persone che stanno studiando questo (tema) da un certo tempo, ma- io
vorrei che il mio messaggio potesse raggiungere qualcuno che di solito dice "Io di tutto
ciò non so niente, ma ho sentito che c'è stato un laboratorio che ha inviato un vaccino
contaminato che risulta (questo non lo abbiamo detto, ma è un fatto) che è uno dei
laboratori incaricati di fabbricare il vaccino influenzale quest'anno".

Be', solo questo fatto, mi permette di dire:

"Io, un vaccino di questa casa, fino a quando non sia chiarito perché è avvenuta la
contaminazione, io non lo voglio né per me, né per i miei figli e per chiunque su cui
possa avere un' influenza".

Non so se sono stata chiara su questo punto, perché io credo che chiarirlo qui sia molto
importante.

Le regole della pandemia sono state cambiate


Vorrei passare adesso alla seconda irregolarità, perché ce n'è un'altra, anche più
scandalosa della prima. La seconda irregolarità e la seguente: questo accadde a
febbraio, quanto ho raccontato sulla Baxter, ed ho anche detto che il 17 aprile fu
dignosticato il primo caso della nuova influenza.

Be', il giorno 29 aprile, cioè dieci giorni dopo che furono scoperti i primi due casi,
accadde che, Margareth Chan, che è il direttore generale dell' OMS,
(l'Organizzazione Mondiale della Sanità, che dipende dalle Nazioni Unite) apparve in
pubblico.

e quello che disse fu che si era in uno stato di allerta mondiale di livello 5 per la
prevenzione di una pandemia. Che significa questo?
Questo significa che, il livello 5 è un livello alto, dopo il 5 c'è solamente il 6, che
significa che già è in corso la pandemia (quindi) livello 5.
Che cosa significa pandemia?
Bene, come poterono, possiamo domandare, la signora Chan, e tutta l'Organizzazione
Mondiale della Sanità, come poterono dichiarare una pandemia?

Perché, be', non l'ho (ancora) menzionato, ma, il 29 aprile hanno detto livello 5, ed un
mese e mezzo dopo, solamente un mese e mezzo dopo, della comparsa dei primi casi,
che ebbe luogo il 17 aprile, quindi adesso parlo dell' 11 giugno,

l'11 giugno Margaret Chan dice: livello 6,

(L' 11 giugno 2009 l'OMS dichiara una pandemia livello 6, il massimo livello di allerta
sanitaria)

è in corso una pandemia mondiale del virus dell'influenza A-H1N1. Questa pandemia
globale è stata dichiarata l' 11 giugno: come ha potuto la OMS aver dichiarato una
pandemia mondiale, , se consideriamo che questo virus ha una infettività, non una
infettività... una mortalità inferiore al virus influenzale annuale? Allora come mai non
c'è una pandemia ogni anno, se è peggiore, il virus annuale, di questo “nuovo”?
Perché non dichiariamo una pandemia ogni anno?

Be', è facile.

La risposta è che nel mese di maggio di questo anno, nel mese di maggio del 2009,
la OMS ha cambiato la definizione di pandemia; passando dal concepire una
pandemia come una infezione da un'agente simultaneamente presente in differenti paesi
e allo stesso tempo con una mortalità significativa, sulla porzione della popolazione
contagiata, eliminò dalla definizione questa caratteristica della mortalità.

Pertanto così, una pandemia è ridefinita come una infezione simultanea in diversi paesi
contenente un agente infettante che esibisca qualche caratteristica di novità che per
questo motivo non ci permette di essere sicuri su che tipo di immunità sia presente nella
popolazione.

Con questa nuova definizione….

[ed è una definizione che cito dal "The British Medical Journal", per esempio, quindi
insisto, tutte le informazioni che sto fornendo, non sono della stampa alternativa, per la
quale ho il massimo rispetto, però credo che sia importante sapere che tutte queste sono
informazioni delle riviste di massimo prestigio e assolutamente "main stream" come
dicono in inglese, insospettabili di tendenziosità.

… Questa definizione modificata è di maggio di quest’anno. Se scompare il requisito di


mortalità, dalla definizione di pandemia, come ho detto, allora ci dobbiamo chiedere:

be'... cosa impedisce che ogni anno, la normale influenza sia dichiarata pandemia? E
la risposta è:
con questa definizione, niente!
Con questa definizione, ciò che stiamo vivendo adesso, questi investimenti...che
avranno poi conseguenze politiche, che è ciò a cui volevo arrivare, tutto quello che
stiamo vivendo adesso, che si giustifica per il suo carattere di eccezionalità con la
nuova definizione, di eccezionale non avrebbe niente.

Così staremmo, anno dopo anno, quanto meno per l'influenza, per non parlare di altre
malattie con le stesse caratteristiche. Uno potrebbe dire:
"aspetta un momento, non è vero che questo virus è meno infettivo, scusate... meno
letale, cioè che ha una mortalità inferiore a quello di ogni anno?"
E questo si può leggere dappertutto, tutti lo dicono, perfino il nostro ministro (della
Salute) qui (in Spagna), ammettono che sia così. Ma allora, se è così, com'è che si è
potuto dichiarare una pandemia, tenendo in mente le conseguenze politiche, che sono la
cosa più grave.

Questo è semplicemente quanto sto mettendo insieme, forse il dato nuovo che do io è
questo, ed insisto, viene dal "The British Medical Journal" che la definizione di
pandemia è stata cambiata, ma questo può verificarlo chiunque, chiedendo all'OMS
che gli invii le definizioni di pandemia per il 2008 e per il 2009, e potrà vedere che
questo cambiamento esiste. Si può anche leggere sul sito web, ecc.

Nel documento che sto diffondendo, cito anche un articolo, di un giornale


nordamericano, nel quale (gli autori) dicono che, dopo aver visitato il sito web
dell'OMS, furono loro stessi, alla pagina della OMS, che dissero:
"Guarda, qui dice che una pandemia deve avere un'alta mortalità... e qui non muore
nessuno..."
E gli venne risposto:
"Aspettate un momento..."

e cambiarono la definizione nella pagina web. Questo articolo è stato citato, e da


parte della CNN, che altrettanto poco è considerabile una fonte sospettabile (di
tendenziosità).

Questo articolo è della CNN, non arriva nemmeno da una fonte sospetta in questo caso,
per tanto come dicevo le irregolarità dell’OMS mi sembrano ancora piú gravi, perché è
obbiettivamente e ugualmente chiara e constatabile, e ci avvicina di piú alle possibili
conseguenze reali, non solamente alle intenzioni che avevano chi a fatto cio’, al che io
mi sono fermata, perché mi piace distinguere quello che posso dimostrare, da quello
che non posso. Se non quello che stá succedendo adesso Per i motivi di questa
definizione. Per finire questa parte di irregolatà,

l’emergenza nazionale sanitaria e le conseguenze politiche


l’undici di giugno è la data nella quale fu dichiarata una pandemia per il nuovo virus.
Negli stati uniti si dichiaró in quello stesso mese l’emergenza nazionale sanitaria, che
ha anche conseguenze politiche.

Questo si é potuto dichiarare negli stati uniti, avendo nel mese di giugno, negli stati
uniti, 20 casi di infezione e zero decessi. Con 20 persone documentatamente infette,
ma questo della documentazione non voglio commentarlo perché se no allungherei
troppo il discorso, ma é importante sapere che questa documentazione non é
irrecuperabile, in piú adesso gia’ si stá realizzando. è stato a giugno o a luglio che
l’OMS ha detto di non distinguere piú con verifiche di laboratorio chi ha la influenza e
chi no.

In Inghilterra questo lo fanno per esempio con una semplice visita telefonica, la persona
riferisce che ha i sintomi dell’influenza, e loro scrivono che soffre d’influenza A.
Questo é così adesso, per tanto il conto quando dicono 12.000, 13.000, casi o quello
che stanno dicendo adesso sui numeri…. é molto importante sapere come si realizza,
perché ancora una volta con i dati obbiettivi che si possono consultare nella (pagina)
web ufficiale.
L’OMS, credo, questo lo cito a memoria ma credo che fu a luglio, disse che non era
piu’ necessario studiare tutti i casi in laboratorio. Per tanto stiamo assumendo che i casi
di influenza (normale) sono tutti casi di influenza A; e facendo in alcuni Paesi (in altri
nemmeno quello), in alcuni Paesi stanno facendo prospezioni come per esempio:
abbiamo 100 e 50 sono di A, diciamo che sono tutti uguali, pero’ cosi si ha una
prospezione o una generalizzazione senza un numero sufficiente di casi reali.

OMS puó ordinare la vaccinazione obligatoria


Fino a qui le irregolaritá, adesso passerei al terzo punto che é quello delle conseguenze
politiche. Conseguenze politiche di una dichiarazione di pandemia. Bene, é semplice:
L’OMS é un’organizazione internazionale, cio’che comunica normalmente sono
raccomandazioni, si dice “ le raccomadazioni dell’OMS…. “ .
E poi ogni paese si autoregola per applicarle secondo il suo criterio, e le sue circostanze
e anche per i suoi studi interni. Questo cambió nell’anno 2005 e permise
un’eccezione proprio per il caso di pandemia.
Questo vuol dire che in caso di pandemia l’OMS non fa raccomandazioni, da
ordini. I Paesi, questo e’sempre comprovabile e verificabile, i Paesi in caso di
pandemia, una pandemia è una cosa molto seria, nella definizione antica, é una minaccia
gravissima contro la salute di tutta la popolazione e giustifica questa emergenza medica,
nella definizione antica non con quella che abbiamo adesso. Per tanto con quella che
abbiamo adesso, il titolo si é mantenuto uguale, pandemia globale, benché il contenuto é
cambiato totalmente, perché non esiste piú la mortalitá significativa, ma le conseguenze
politiche si mantengono uguali per il titolo, le leggi dicono … ”In caso di pandemia , o
le regole interne o le regolamentazioni dell’OMS nei trattati e accordi con i Paesi
membri…” per tanto a partire dal 2005 nel caso di una pandemia globale l’OMS non
fa raccomandazioni, ma ordina ai Paesi membri le misure da adottare.
È per questo stanno tentennando quelli del nostro ambito... Catalogna e lo stato
spagnolo in generale, …
”stiamo aspettando le raccomandazioni dell’OMS…”
forse si dice cosí ma non solo le stanno aspettando perche’ gli sembra corretto farlo, è
che questo é quello che dovranno accettare non come raccomandazione se non come
un’ordine nel momento in cui arrivi. Ebbene, e che cos’è questa cosa cosí terribile che
potrebbe arrivare?
È la vacinazione obbligatoria, questo per me é il punto piu’ importante, é anche
molto importante anche passare questa informazione perche’, anche se il vaccino sia di
libera o volontaria(scelta), ci siano il maggior numero di persone che conoscano le
circostanze di questo vaccino e di cio’ che stiamo raccontando,meglio é.
Perché ognuno decida consapevolmente. Ma adesso il fatto che andiamo a trattare é
differente, é la posibilitá reale di che questo vaccino si proclami, distribuisca o si
annunci come vaccino obbligatorio.
Come puó essere possibile che mi obblighino ad fare un vaccino o a accettare un
vaccino che io non desidero?

Multa o prigione?
beh il ragionamento é chiaro, se fossimo in una situazione di pandemia globale, che
insisto non si applica a questo caso, apparirebbe come un rischio il fatto che se non si
vaccinasse una persona; potrebbe pregiudicare la salute di altre persone e per tanto gli
stati sarebbero obbligati ad applicare la legge.
La legge é questa, farla applicare cosa vuol dire? Beh di solito, multa o prigione.

Multa: sembra che in Massachussets sia gia’ conosciuto il documento dove si


preparano per un possibile vaccino obbligatorio. La multa sarebbe circa 1.000 € al
giorno, o potrebbe arrivare a 1.000 € al giorno, per tanto il fatto é cosi,
“io non voglio farmi il vaccino.. ah molto bene allora in via amministrativa Arrivano
da pagare 1000€ al giorno, per ogni giorno che non fai la vaccinazione”.

Questo é un sistema, altri sistemi che stanno usando adesso, e cio’ senza che sia
obbligatorio: vi sono delle aziende che dicono ai loro dipendenti che se non fanno la
vaccinazione li licenziano. In questo momento ci sono casi aperti in diversi Paesi,
negli USA, in Inghilterra, in Francia, perche’ ci sono persone alle quali questo fatto é
stato proposto, che hanno tentando di opporsi.
e che varie ditte private dove non ci sono sindacati, negli USA per esempio, sono
arrivate a licenziare delle persone per aversi rifiutato di fare questo vaccino.

E direte, ma se ancora non c’è questo vaccino, non c´é ancora, ma quello che c’é adesso,
perché é giá in distribuzione, perché qui nel monastero la abbiamo giá, é quello della
influenza stagionale. Questo l’hanno distribuito prima, perché l’OMS ha raccomandato
di dare quello Della influenza stagionale e dopo nella maggior parte dei casi in due dosi,
quello della nuova influenza.
E adesso parleró di questo.
Per tanto cosa puó succedere a una persona che si rifiuta di fare questa vaccinazione? Se
la vaccinazione non é obbligatoria, e per il momento non lo é in nessun paese, non gli
puó succedere niente, dice di no e firma se é neccesario un documento per lui e per i
suoi figli e non la faranno e non c’é nessun problema.
Se la vaccinazione fosse obligatoria, come ho detto, multa o prigione, perché questo é
quello che si deve fare in un stato se c’è una legge, e questo si deve far compiere, perché
se no sarebbe ridicolo.

Vediamo, davanti a una multa di 1000 € al giorno, davanti alla possibilitá di andare in
prigione, uno puó dire
“va bene, non esageriamo, io ogni anno mi sono vaccinato , o io no ma mio padre si, o
conosco gente che l’ha fatto, e so che non succede nulla, lo facciamo quest’anno e non
succede niente, il solito raggiro, faranno soldi come al solito, come successe con il
papiloma, ma cosa vuoi che ti dica io non pago 1.000 € al giorno o non voglio rischiare
di andare in prigione”.
Le tre novità dell’influenza nuova
Davanti a questa possibile risposta, é importante conoscere 3 fattori che fanno si che il
vaccino dell’ influenza A, dell’ influenza di quest’ anno sia differente alla vaccinazione
annuale. Questa scusa per dire,
“ Va bene come é la vaccinazione di ogni anno Solo che quest’anno é per l’ influenza A,
la facciamo, vabbe giá ci hanno scocciato ancora una volta, i politici o chi sia, ma la
facciamo e via, non sará l’ultima.”
Tre novitá che ha questo vaccino rispetto a quello di tutti gli anni, perché questo
vaccino non sará uguale a quello di tutti gli anni.

Tre dosi di vaccino?


La prima novitá, l’ho giá detta: l’OMS raccomanda, alla maggioranza delle ditte
farmaceutiche che stanno facendo questo vaccino che esso sia fatto in due dosi. Questo
é una novitá, non credo che nessuno abbia mai sentito che un vaccino dell’influenza sia
in due dosi, normalmente si fa e basta, e l’anno seguente lo fai ancora, ma non si fa in
due dosi.
Quest’anno si fa in due dosi e come ho giá detto, in piú l’OMS raccomanda, ha giá
raccomandato, di fatto in residenze, in monasteri e in altri posti sono giá arrivati le
vaccinazioni per vaccinare tutti dall’ influenza del virus stagionale normale. Se stiamo
alle raccomandazioni del’OMS, quest’anno la persona che segua queste
raccomandazioni riceverá tre vaccini, il primo per la influenza stagionale, la prima
dose per l’ influenza A, ho anche sentito che ci sono ditte farmaceutiche che la stanno
facendo in una sola dose, ma la maggioranza hanno annunciato che sará un vaccino con
due dosi.

Per tanto la stagionale, che giá si puó fare questo mese stesso, la prima dose del vaccino
dell’ influenza A e la seconda dose. Con questo si moltiplica per tre… teoricamente si
moltiplica per tre la possibilita’ di effetti secondari delle vaccinazioni, che ne hanno.
Ma questo é solo teorico, nella prassi nessuno sa cosa puó accadere, perche non si é
mai fatto: non c’è stato mai nessuno che faccia tre dosi del virus, cioé tre iniezioni con
virus vivi .

Dell’ influenza e in piú di differenti tipi, uno dopo l’altro in mezzo a una possibile
pandemia o di una stagione di influenza. Questa é la prima novitá, questo é nuovo.

Pericolosi coadiuvanti
Seconda novita’: Riguarda i coadiuvanti. Questo l’ha denunciato il “sindacato delle
infermiere francesi”.
Il “sindacato nazionale della infermiere francesi” Ha pubblicato un documento
consultabile a chiunque Dove si parla ..non faccio troppi esempi,ne do solo uno Della
casa GLAXO SMITH KLINE, che e’ una delle farmaceutiche che producono il vaccino .
Che di fatto e’ la responsabile dello studio che si sta facendo con i bambini in spagna
Che e’ il paese pioniere nel mondo, che ha accettato che i bambini dai 6 mesi ai 17
anni, provino un vaccino sperimentale per poter osservare quali sono gli effetti
secondari e che effetti avranno.

Questa e’ la casa che promuove questo studio. Ebbene questa farmaceutica sta
utilizzando, per l’influenza A un coadiuvante che non e’ stato mai utilizzato fino ad
ora. Cio’ (è vero) in differente misura, per tutte le case che producono vaccini per
l’influenza “A”. Hanno gia’ annunciato che utilizzeranno questo tipo di coadiuvante
piu’ potente di quelli che si utilizzano normalmente per i vaccini dell’influenza
comune.

Ma che cose’ un coadiuvante?

Un coadiuvante e’ una sostanza che si aggiunge normalmente al vaccino dell’influenza .


Si aggiunge con l’obbiettivo di stimolare ed eccitare il sistema immunitario perche’
produca un risposta immunitaria superiore Questo si fa per dare al vaccino piu’
effettivita’.
Pero’,in questo caso le infermiere francesi hanno denunciato che il coadiuvante e’ 10
volte piu’ potente. Cio’ provochera’, questa almeno e’ l’intenzione di questi primi
studi, di moltiplicare per 10 la risposta immunitaria: eccitare il sistema immunitario
della persona per far produrre una risposta 10 volte superiore a quella che sarebbe
normale e comune. Questo coadiuvante sembra che mescoli polisorbitolo con
l’eccipiente o coadiuvante squalene, che e’ lo stesso che si utilizzò contro l’antrace per
i soldati impiegati nella guerra del golfo e che, ci sono vari studi che lo dimostrano,
ebbe gravi effetti secondari a danno del sistema nervoso centrale: paralisi e artriti.

Vaccinare tutto il mondo??


Lo squalene questo coadiuvante nuovo e’ pertanto la seconda novita’. Sono
coadiuvanti che non si sono mai provati fino ad ora. Le compagnie farmaceutiche si
giustificano cosi’: (lo fanno) poiche’gli hanno richiesto milioni e milioni di dosi,di fatto
miliardi, 4,6 miliardi di dosi,di questo vaccino,e cio’ che e’ stato pianificato, Per
vaccinare TUTTA la popolazione (mondiale). I paesi ricchi e tutte le case
farmaceutiche hanno annunciato che stanno donando milioni di dosi ai paesi del
terzo mondo che non potrebbero comprarla, Sicche’ il piano e’ vaccinare tutta la
popolazione mondiale .

Ebbene ,in queste circostanze le industrie farmaceutiche giustificano l’uso di


coadiuvanti finora mai utilizzati, poiche’ cosi possono utilizzare meno antigeni.
Possono risparmiare antigene, inserirendo meno antigene e piu’ coadiuvante Cioe’ a
dire: meno eccitazione naturale del sistema immunitario e piu’ eccitazione
artificiale . poter compensare la mancanza di antigene per fare i vaccini, questa e’ la
giustificazione ufficiale.

Effetti secondari conosciuti


Pero’ il caso e’ che la seconda novita’ E’ che questo coadiuvante non e’ lo stesso di
quelli annuali. E pertanto nessuno sa fino a punto questa eccitazione artificiale del
sistema immunitario possa provocare malattie autoimmunitarie . Di fatto c’e’ ne una: la
paralisi ascendente di Guillain-barre’
Che e’ conosciuta in quanto associata alla campagna del 1976 della vaccinazione dell’
influenza, Ebbe effetti solo in questo caso negli stati uniti Pero e’ una campagna simile
a quella che ora stiamo vivendo Cioe’ attraverso i sistemi di comunicazione e
dell’appoggio politico E in questa campagna sucesse che finirono per vaccinare 48
milioni di statunitensi.
Di questi 48 milioni, Vi furono…non ho i numeri davanti adesso.. Circa 3000 denunce
per la paralisi di Guillain-barre’ Cosi che questo e’ accettato come una conseguenza,
Di fatto il CDC ,cioe’ Centers for Disease Control and Prevention of the United States
(www.cdc.gov) E gia’ hanno annunciato che inevitabilmente ci saranno casi di
paralisi vaccinando a tutta la popolazione. Nonostante tutto si procedera’ lo stesso.

Insisto,dobbiamo sempre tenere a mente che questo virus influenzale e’ piu’ benigno
del virus dell’influenza abituale pertanto quando mettiamo sulla bilancia,ed e’ cio’
che hanno fatto le infermiere francesi nel loro documento, la possibilita’ di passare
alcuni giorni in casa con l’influenza, come ogni anno, di fatto meno che ogni anno, o la
possibilita’ di contrarre una paralisi ascendente [che in alcuni casi e’ recuperabile, ma in
molti casi non lo e’ e puo’ condurre alla morte] ,allora… questa informazione come
minimo deve arrivare a tutti perche’ ognuno si prenda le sue responsabilita’.

Nessuna responsabilità legale


E c’e’ ora l’ultima novita’,la terza, rispetto al vaccino abituale. La terza novita’ e’che
le compagnie farmaceutiche…. proprio perche’ gli e’ stato richiesto, presuntamente
(questo e’ il linguaggio) …. che realizzino questo sforzo straordinario…. tale quantita’
di dosi in un tempo record, allora, stanno forzando gli accordi.
Per esempio negli gli stati uniti…
… e’ gia’ ufficiale che sia stato firmato, questo accordo per risultare esenti da
qualunque responsabilita’legale nel caso in cui questo vaccino abbia effetti
secondari negativi o inclusa la morte.
Negli stati uniti,la Segreteria della Salute, Sibelius, ha gia’ firmato un documento
dove risultano esenti, cioe’ con una immunita’ politica.
Non sara’ possibile chiedere responsabilita’, ne chiedere ricompense: ne ai politici
implicati, ne alle compagnie farmaceutiche.

Questa e’ una terza novita’ che credo che sia molto significativa gia’ che la salute e la
vita non la compra il denaro, pero’ se la compagnia farmaceutica o la persona
responsabile non e’... o posto in altri termini e’ disponibile a compensare
economicamente, si puo’ prendere come una garanzia, che non si prevedono valanghe
di denunce.

Se ci si assicura gia’ con un documento obiettivo,chiaro,consultabile e pubblico


che non sara’ possibile denunciarli vuol dire che ci stanno ritirando una garanzia
ovvia nella fiducia che questo vaccino realmente non provochi effetti secondari.

Ricapitolando
Come riflessione direi per riassumere, cio’ che ho detto fino ad ora e’:

Si, cio’ che e’ successo con la casa Baxter e con questi vaccini contaminati.. Che e’
dimostrato che fu cosi’..e che erano contaminati. Non sappiamo perche’ o come si
contaminarono.
Pero’ che erano contaminati si, lo sappiamo oggettivamente . Se non si fosse scoperta
casualmente questa contaminazione, e questo ricordiamolo fu nel febbraio del 2009,
oggi avremmo questa pandemia spaventosa che ci stanno annunciando senza una base
reale di questa pandemia.

Se ne sta parlando senza una base reale e oggettiva, ma se in febbraio non si fosse
scoperto casualmente per (merito di) questo ricercatore o tecnico di laboratorio ceco,
che fece il test che non era obbligato a fare , oggi avremmo (realmente) questa
pandemia che si sta annunciando. Allora, sapendo cio’ e sapendo cio’ che abbiamo
commentato Di come sono le legislazioni dalla OMS e delle irregolarità... Per esempio
cio’ che successe in febbraio (2009).

Come’ che la stampa internazionale non ha parlato del fatto?


Come’ che i politici non hanno parlato del fatto? Il fatto non ha avuto eco né politico né
mediatico.
Di questo ci dobbiamo domandare di come sia possibile.
Allora, tenendo conto di cio’ e tenendo in conto che la pandemia sarebbe scoppiata se
questo non si fosse casualmente scoperto. credo che sia molto importante affermare che
il pericolo reale che questi vaccini, che sono in procinto di arrivare, siano contaminati.

Che possano essere contaminati e che si possa applicare una legislazione coercitiva
nel momento in cui.... sapendo o tenendo conto che sia possibile che siano
contaminati, nonostante tutto,si possa applicare una legislazione coercitiva che faccia
si che tutta la popolazione sia obbligata o che si obblighi per legge a vaccinarsi.

Credo che questo sia un rischio che non si possa minimizzare, che non si deve
minimizzare. In qualunque caso il panico no, perche’ il panico non aiuta per niente anzi
al contrario, pero’ una cosa e’non promuovere ne avere, ne esprimere panico e una
cosa e’ lasciar perdere il passare un’informazione o in questo caso una riflessione che
puo’ essere importante. perche’ siamo ancora in tempo (settembre 2009) per reagire e
per questo credo che questa iniziativa e’ molto importante. Pertanto: non minimizzare .
Questo e’ solamente un rischio e per tanto io non posso dire con sicurezza che che i
vaccini saranno contaminati, io non lo so,.. ne ho fatti ne le ho analizzate [ tra l’altro
perche’non sara’ cosi facile poter ottenere questi vaccini per analizzarli in forma
indipendente] se sará possibile tenteremo di analizzarli o aiutare qualcuno, ma io non
conosco nessuno che abbia potuto farlo
.

L’influenza non muta in una stagione


Che accadrebbe, nel caso in cui ora iniziasse a morire più gente, o come è stato
annunciato, vale a dire che arrivi una seconda ondata o si verifichi una mutazione? Su
questo, è molto importante sapere che sono 70 anni che il virus dell'influenza A non
muta (durante una stagione).
Quindi, come è (possibile) che si stia annunciando una mutazione questo anno, in
questo breve periodo, se, non si ha notizia che il virus sia mutato in un periodo di 70
anni? Intendo dire che
per 70 anni non c'è mai stata un'influenza che sia arrivata in due ondate, con virus
differenti.
Perciò questa, sarebbe un'eccezione. Però, mettiamo il caso che comincino a morire
molte persone a causa dell'influenza, o con sintomi compatibili con l'influenza,
allora sarebbe (ancora) più importante rifiutare la vaccinazione, e ciò per due
motivi:
Primo perché se questo virus comincia a comportare una maggiore mortalità, è perché
non è lo stesso! In quanto sarà mutato, anche se è una possibilità che è in disaccordo
con i dati che abbiamo finora. Se è mutato, il vaccino è inutile. Il vaccino che si sta
fabbricando ora (è inutile).
Questo è il motivo per cui ogni anno si fabbrica un diverso vaccino anti-influenzale,
perché se si verifica una mutazione, bisogna fare un vaccino adattato alla mutazione.

Pertanto, se non muore una frazione importante della popolazione (infettata), non
è il caso di vaccinarsi perché, come ho detto, il rischio è molto alto e superiore al
beneficio. Se (al contrario) si registra un'alta mortalità per questa influenza, o per
sintomi compatibili, allora, questa sorpresa si potrebbe attribuire solamente a due
cause:
1. la prima è che il virus è mutato, e quindi il vaccino non serve;
2. la seconda, che sia un altro virus, o altri virus, e perciò il vaccino, di nuovo, non
serve.
3. Inoltre potrebbe essere il vaccino stesso il vettore di trasmissione di questi
nuovi virus, considerando quanto è accaduto con la casa Baxter a Febbraio.

Una proposta
Quindi le mie riflessioni mi portano a queste conclusioni, e ora vorrei concludere con
una proposta. La proposta è molto chiara. Da una parte è: mantenere la calma, questo
è fondamentale. Mantenere la calma, prendere le precauzioni abituali per non
infettarsi, precauzioni di buon senso, e non vaccinarsi. Non vaccinarsi questo anno
perché ci sono tutte queste circostanze. Questa è la mia raccomandazione, ma è anche
la raccomandazione di molte persone di "seny" come diciamo in catalano,
- Di buon senso -
Di buon senso. Ci sono molte persone che dicono la stessa cosa, molti medici, un'intera
associazione, molte infermiere coraggiose, ecc.
Questa è la prima parte. Poi c'è la seconda parte, di non cui abbiamo potuto sentir
parlare tanto intorno. Ed è questa, che io conosco grazie a questa piattaforma che
stiamo... è dove credo che caricheremo... Posso dirlo ora? Perché ho cominciato, la
scorsa settimana in Catalogna, un'iniziativa chiamata Catalunya Religio punto cat
(catalunyareligio.cat) e si tratta di una pagina web, dove le foto non appaiarono ancora
perché è molto recente.
Ma mi è stato chiesto di collaborare un po'. Così, questa settimana carico il link al
documento di cui sto parlando, (UNA RIFLESSIONE E UNA PROPOSTA
RIGUARDO AL VIRUS A/H1N1,
http://www.catalunyareligio.cat/documents/tforcades/italianoInfluenzaAForcades.pdf )

Questo documento, vi darò anche questo documento… così penso che sarà
accessibile… farà parte di questa pagina (web). Quindi io chiedo, con questo
documento, e adesso con questo video… chiedo di attivare, con carattere d'urgenza
tutte le risorse civili dei cittadini, e le risorse legali, per evitare due cose nel nostro
paese (Spagna).

La prima: che non si possa obbligare nessuno, in questo paese, a ricevere un


vaccino che non desidera ricevere.
E la seconda: che coloro che, liberamente, desiderano prendere il vaccino, siano
privati... voglio dire, per evitare che chiunque liberamente desideri prendere il
vaccino sia privato del suo diritto a chiedere la responsabilità o ad essere
compensato economicamente nel caso che il vaccino gli causi una grave infermità
o la morte.

Una nota sugli esperti


Per ultima cosa, forse, una nota personale che riguarda questo insieme di "esperti".
Sempre di più, il mondo sembra ruotare attorno agli esperti.

(sembra) che (per) una persona che non sia un medico, che non sia un dottore in salute
pubblica, o che non abbia credenziali, o che riconosce a se stessa di non avere
sufficienti informazioni per valutare criticamente questa massa di informazioni che
vengono da tutte le parti, può sembrare che sia difficile (capire)... a meno che si tratti
di un giornalista investigativo… o di persone che si sono preparate per anni per fare
questo.

Che cosa accade alle persone che sono professionisti della salute? Bene, che essi, a
differenza di me, in questo senso il mio caso è different…

…il loro lavoro dipende da quanto loro siano in accordo con quanto la professione nel
suo insieme sta dicendo, o dal non distanziarsi molto da ciò. Può costare molto. Se
stessi praticando la medicina all'ospedale, come ho fatto per diversi anni, non so se
starei qui, adesso, a parlare. Io so che la competenza e l'istruzione ce l'ho, ma il mio
lavoro, la mia vita quotidiana, ed il mio contesto non dipendono da quanto la mia
comunità medica, di Barcellona o della mio paese, considerino ció che sto dicendo
corretto o meno.
Cioè, io non ho da temere questa cosa, e questo lo dico solamente per indicare che può
essere un fattore, per alcuni professionisti della salute, che stanno pensando le stesse
cose che ho detto, o che si stanno chiedendo (le stesse cose) ma dicono:
"fino a quando non sono sicuro al 100%, non mi prendo il rischio di fare queste
domande".

Ciononostante, detto questo, devo dire che ci sono molti professionisti della salute nel
nostro paese che, forse non tutto quello che ho detto, per esempio non l'aspetto politico
non l'hanno toccato tanto, però che i dati scientifici li maneggiano alla perfezione, e li
hanno resi pubblici, anche con più dati di quelli che io ho fornito. In questo senso, è
molto importante sapere che non è niente di eccezionale, in questo senso.

Non abbiate timore


Vorrei ora dire una cosa sulla "paura". Bene, l'influenza A, conosciuta fino ad oggi, non
dobbiamo temerla in assoluto, perché, l'ho detto molte volte, ma lo dirò ancora una
volta, (dai) dati oggettivi, (rileviamo che) comporta una mortalità inferiore a quella
dell'influenza stagionale.

Non ho ancora menzionato questo fatto, ma la mortalità dell'influenza di ogni anno, in


Europa, negli anni buoni, perché l'influenza non è la stessa ogni anno, alcuni anni è più
severa, altri meno severa, così i dati ufficiali del centro per le malattie, o il centro
regolatore, a livello europeo, il centro che raccoglie questi dati a livello eruropeo, che
sarebbe CDC negli Stati Uniti, mentre in europa si chiama E, da europa, ECDC.
(European Centre for Disease Prevention and Control) I dati di questo centro sono:
negli anni buoni dell'influenza, ci sono 40.000 persone che muoiono per
complicazioni associate o derivate direttamente dall'influenza.

40.000 in una stagione influenzale. Questo negli anni buoni. Negli anni cattivi, il
numero di persone che questa ECDC, questa agenzia ufficiale, registra è 220.000
morti.

Questo è importante saperlo, perché quando uno dice: "120 persone sono morte!" Be',
aspettiamo, perché se le contiamo una ad una, se ogni anno, normalmente, nell'anno
migliore, muoiono 40000 persone, e negli anni cattivi 220000, se li contiamo uno ad
uno, propaghiamo un panico che è assolutamente ingiustificato. Quindi è molto
importante che, temere, o provare panico, per l'influenza A che sta circolando ora, non
si deve fare assolutamente, considerando i dati oggettivi che ho citato. Ciononostante,
in tutto quello che ho detto ci sono molti elementi che possono generare paura, o che
possono causare angoscia, o una reale preoccupazione. Io credo che questa angoscia, o
reale preoccupazione, sia positivo averla, non sia positivo che nasconda l'azione
politica, perché proprio di ciò si tratta.

Siamo ancora in tempo, nessuno ha dichiarato che siamo in un'emergenza nazionale,


nessuno potrebbe farlo con i dati che abbiamo, ciò sarebbe impossibile. Adesso
abbiamo l'opportunità per agire ad un livello politico, per poter assicurarci, nel nostro
paese, le due cose che ho detto prima: che nessuno possa essere costretto a ricevere un
vaccino che non desidera, e che chi, liberamente, lo desidera, e lo riceve, non sia
privato del suo diritto, a richiedere la responsabilità politica, e a ricevere
compensazione economica.

Esiste un complotto?
Solo un'altra nota, se volete che dica qualcosa riguardo a questa cosa di cui si parla,
che io non ho intenzione di trattare direttamente, però, beh, questa ipotesi che sembra
presente…. che ci sia una sorta di complotto:
"ma dove sta questo (complotto) realmente? perché la OMS ha fatto tutto ciò?"
A queste domande non rispondo, perché non posso rispondere.

Però, posso fare una piccola nota, Allora, da quando conosciamo la storia dell'umanità,
ci sono stati gruppi che desideravano dominare il mondo. Questa non è una novità! Non
possiamo arrivare, nel XXI secolo e dire:
"ah, c'è un gruppo che vuole dominare il mondo!"

Mi dispiace ma, questa non è una novità, è "più vecchio che il mondo", come diciamo
in catalano. Dai Romani, e se vogliamo andare più lontano, gli Incas, e tutti gli imperi
conosciuti, con buone intenzioni, l'intenzione di chi dice:
"il mondo è una cosa caotica, che non si riesce a controllare, controlliamolo noi”

, chiunque indichi questo "noi",


“per aiutare l'umanità, per fare veramente un mondo nel quale le cose, almeno
vengano incontro alla vita della gente."

Così, in modo che non ci sia un Hitler qui, e un'altra cosa lì. E oggi, ormai è da molto
tempo, che si dice che ci sia un eccesso di popolazione.

Beh, se la cosa stesse così, anche se accettiamo questo tipo di ipotesi, io credo che la
paura non sia giustificata da questa traiettoria storica. Bisogna prendere coscienza (del
fatto) che questo è già accaduto, in precedenza nella storia, ci sono state persone che,
irresponsabilmente, hanno generato guerre mondiali, e che, queste persone, le potevano
prevenire con azioni politiche, ma non lo abbiamo fatto.

Siamo nel XXI secolo, il genere umano è lo stesso, con la sua estrema bontà, e nessuna
di queste cospirazioni potrà sconfiggere, questa che chimiamo la bontà umana, perciò è
impossibile controllare il mondo. Ma che ci siano persone che ci provino, nella storia
ci sono sempre state, e non mi sorprende pensare alla possibilità che questo abbia
qualcosa a che fare con questo tipo di azione. A me pare che la spettacolarità di parlare
di complotto internazionale, genocidio mondiale, nasconda l'altro lato.

Io credo che sia un po' controproducente, intendo, ora mi piacerebbe non averlo detto,
solamente perché credo che quanto ho detto all'inizio, che è tutto ciò che ho scritto nel
documento, è più che sufficiente, perché una persona, in grado di e intenzionata a
prendersi la responsabilità politica delle proprie azioni, possa dire: "Bene, ce n'è
abbastanza, so cosa devo fare." Beh, è chiaro che ciascuno fa quello che desidera,
però, come minimo, è un'informazione digeribile, oggettiva, e sufficientemente, beh,
no, assolutamente fondamentale. Mentre, se ci occupiamo di questa, quasi fobia, perché
c'è una componente fobica, nel dire: "vogliono dominarci, c'è un gruppo che vuole
possedere l'intera umanità!"

Due esempi di democrazia dalla Spagna


Brrrrr, ci perdiamo, ed insisto, non dico che non possa essere, però, non mi interessa
toccarlo, perché, credo che stiamo su qualcosa di più serio, che è che questa possibilità,
che entro poche settimane, entro un mese, prima che arrivino questi vaccini, realmente,
si possa fare un tipo di azione civile.
Forse, fatemi finire con questo, che questi gruppi, che si preoccupano dei diritti umani,
e della qualità delle nostre democrazie, perché, parliamo di democrazie ma, quando si
tratta di metterla in pratica…
… come è successo qui in Catalogna, quasi un anno fa, c'era una iniziativa legislativa
popolare, beh, la Spagna è il paese dell' Unione Europea, nel quale c'è la più alta
percentuale di coltivazioni transgeniche. E la maggior parte, circa l'80%
... e lo cito a memoria, potrebbe non essere esatto, ma non sono distante (dal vero)… è
situata in Catalogna.

Perciò, la "pagesia" catalana (i contadini catalani) ebbe questa iniziativa, di


promuovere un'iniziativa legislativa popolare, per proporre che si discutesse in
parlamento se deve essere così. Per esempio, in Catalogna, i transgenici non stanno in
tutta la Spagna, non si indica se gli alimenti, i prodotti, che stanno nei supermercati,
contengono o no transgenici. E questa era uno, tra tanti, un progetto, che si proponeva.
Il minimo, stando alle regole della nostra democrazia, per proporre un'azione
legislativa, un'iniziativa legislativa popolare sono 50.000 firme. Ed è un gran lavoro
collezionare 50000 firme. Bene, furono raccolte, o raccogliemmo, in quanto anch'io
partecipai, 102.000 firme. Nonostante ciò, il parlamento catalano ha detto che non
lo discute.
Questo è di quest'anno, appena passato.
E' un esempio, di quello che voglio dire quando parlo del "monitoraggio della qualità
delle nostre democrazie": che non diventino "democrazie formali".

Opporsi alle manipolazioni del potere


Ma nell'ora della verità, questo si verifica: che c'è un tipo di pratica politica che
assomiglia più ad una dittatura, che ad una democrazia reale. Ah, si, questo è ciò
che volevo dire: coloro che monitorano, le diverse persone e gruppi, e i gruppi di
giuristi, e i gruppi di persone per i diritti umani, ma non quelli ufficiali, che sono...
tutti questi gruppi commentarono, riassunsero o evidenziarono in diversi documenti
come qualcosa di eccezionale, ciò che avvenne in Spagna quando Aznar, ...quello di
Madrid
… l'attentato di Madrid... l'11 marzo 2004
Quando ci fu l'attentato di Madrid, ci fu un cambio politico, il Partito Popolare (PP)
perse, e il Partito Socialista (PSOE) vinse.

Questo, questa risposta popolare avvenne contro il tentativo, da parte di coloro che al
momento stavano al potere, di dare una versione ufficiale di quanto accaduto
approfittando di un momento di panico, e questo era (un tentativo di) imitare ciò che
era accaduto negli Stati Uniti, che, pure, partendo da un attentato terroristico, riguardo
al quale si può discutere delle cause e degli autori, ci sono molte teorie, però ciò che è
sicuro è che causò il panico nella popolazione, e si utilizzò questo panico per ridurre le
libertà politiche. Qui, questo non accadde.

E questo, come dico, è stato considerato da tutti i gruppi internazionali, dicendo, come
fosse un esempio, che nello stato spagnolo, ciò che avvenne, fu una mobilitazione
spontanea di persone, con sufficiente forza da scendere nelle strade, che è molto
oggigiorno, e bloccare, quello che fu un manipolare questa situazione per sfruttarla.

Stavano appunto discutendo di uno stato di emergenza o qualunque cosa fosse, per
giustificare questa riduzione delle libertà politiche. Perciò, bene, lo abbiamo fatto
una volta, e può esser fatto, se ci mobilitiamo, anche questa volta.
un servizio di Alicia Ninou e judith Abadias Barcellona,
23 settembre 2009

Trascrizione: Amalia, Alish e gripeArtificial Traduzione e sottotitoli: Marta Cobos


(gripeArtificial)
Correzione della traduzione: Marina e Paula Hernandez

TERESA FORCADES I VILA


Laurea in medicina dall'Università di Barcellona Specializzazione in Medicina Interna
alla New York State University
PHD in Salute Pubblica dall'Università di Barcellona
Laurea in Teologia dalla Harvard University
Monaca benedettina nel monastero di Saint Benet in Montserrat, Barcellona.

TC: Teresa Forcades ha corretto nei sottotitoli alcune delle cifre e dei dati citati in
questa intervista.

Un ringraziamento speciale a Victoria Conesa Reyes Miro Eva Gutierrez Abbiamo


realizzato questa intervista con l'intento esclusivo di diffondere tutte queste
informazioni al maggior numero di persone, in modo che le persone possano decidere in
base al loro libero arbitrio.

Disponibile su: www.timefortruth.es www.vimeo.com/ALISH www.youtube/1ALISH

Traduzione Italiana completa e commenti su :


http://corvide.blogspot.com/