Anda di halaman 1dari 7

ATTILIO ZANCHI QUINTET

PORTRAIT OF MINGUS


La musica di Charlie Mingus , e rimarr, nei cuori e nelle orecchie di tutti gli amanti del Jazz ed
servita a ispirare diverse generazioni di musicisti.
Mingus stato, oltre che un magnifico contrabbassista, anche un prolifico compositore,
arrangiatore, pianista e leader di diverse storiche formazioni. I suoi gruppi, che vanno dal trio fino
alla big band, hanno attraversato ed influenzato diversi periodi stilistici a partire dagli anni 50 fino
ad arrivare agli anni 70.
Senza dubbio Mingus stato, insieme a Duke Ellington, uno dei pi importanti compositori del
Novecento; nelle sue musiche si possono sentire le radici del Blues,
gli echi del Gospel, lo Swing ed il Be Bop, il Soul Jazz fino ad arrivare al Free pi furioso e alla
musica davanguardia. E per questa ragione che la sua musica pu essere quasi considerata come
un ritratto enciclopedico della storia del Jazz e pu essere suonata tuttoggi senza apparire datata,
ma fornendo anzi sempre spunti nuovi ed ispirazione.
Nasce da queste considerazioni il nostro desiderio di riproporre i brani del repertorio di Mingus
interpretandoli e rileggendoli influenzati dalle nostre singole esperienze di musicisti. Nel
programma vengono anche eseguite composizioni originali di Zanchi e Cipelli ispirate alla poetica
musicale di Mingus.
Il gruppo nasce dal sodalizio musicale pi che ventennale tra il contrabbassista Attilio Zanchi ed il
pianista Roberto Cipelli, che suonano ed hanno suonato insieme in diversi gruppi fra i quali il Paolo
Fresu Quintet, lE.S.P. trio, Sheila Jordan, Tiziana Ghiglioni.
Il sassofonista Gianni Azzali una delle nuove belle realt del Jazz Italiano, mentre il batterista
Marco Castiglioni in possesso di un ottimo swing e di una preparazione tecnica che gli pu
consentire di suonare questo difficile repertorio in modo fluido e dinamico.
Il trombettista cubano Gendrickson Mena aggiunge una voce piena di calore e di fuoco al suono del
quintetto.

Scrive il giornalista Riccardo Sgualdini:

Uno dei pi validi contrabbassisti di casa nostra ricorda le gesta musicali di uno dei suoi pi illustri
colleghi di strumento: Charlie Mingus.
Uomo difficile (imperdibile lautobiografia Peggio di un cane bastardo), compositore geniale come pochi
altri.
Mingus una delle icone di un modo di intendere il Jazz come musica in costante evoluzione, disponibile
a recepire anche gli influssi della realt. Molte delle sue composizioni racchiudono intuizioni innovative,
tuttora allavanguardia, profondamente radicate nellhumus culturale afro-americano. Dallalto della sua
lunga militanza jazzistica, Attilio Zanchi uno dei pochi in grado di avvicinarsi al complesso mondo
musicale di Mingus.


Un giorno, quando il suo corpo era gi molto indebolito da una lunga malattia, Charlie Mingus
disse a sua moglie Sue:
Sai, un corpo lho gi avuto. La prossima volta voglio essere una stella. Voglio brillare tutta la
notte.
Non sappiamo se questo suo desiderio sia stato esaudito ma di certo la sua musica continua a
brillare ed ad illuminare il mondo come una stella.






ATTILIO ZANCHI

Nato a Milano nel 1953. Inizia lo studio del contrabbasso nel 1978 dopo diverse esperienze effettuate nei pi diversi
generi musicali.
Frequenta per due anni i corsi di Jazz del Conservatorio di Milano sotto la guida di Giorgio Gaslini e per tre la scuola
Civica. Nel 1979 entra a far parte dell'"Open Form Trio" con P. Bassini e G. Prina con i quali collabora per diversi anni.
Nel 1980 ottiene una borsa di studio presso la "University of Fine Arts" di Banff (Canada) e presso il "Creative Music
Studio" di Woodstock (USA) dove perfeziona lo studio del contrabbasso con Dave Holland ed improvvisazione con
Karl Berger, George Lewis, Sam Rivers, Jimmy Giuffr, Ed Blackwell, Lee Konitz, Kenny Wheeler, Jack de Johnette e
John Abercrombie con i quali suona anche in vari concerti.
Nel 1981 suona al Woodstock Jazz Festival con Baikida Carrol, Julius Hemphill, Ed Blackwell, NanaVasconcellos,
Collin Wallcot, Dewey Redman e Howard Johnson e con la "Woodstock Workshop Orchestra". Al suo ritorno in Italia
entra a far parte del "Milan Jazz Quartet" ed inizia la collaborazione con il gruppo di Franco D'Andrea e Paolo Fresu
con il quale suona tuttora. Con questi artisti incide diversi dischi, alcuni dei quali premiati dalla critica come "migliori
dischi dell'anno" e svolge numerose tourne in tutto il mondo suonando nei Festival Jazz pi importanti in USA,
Canada, Australia, Africa, Russia e in tutta Europa. Dagli anni 80 dirige proprie formazioni quali lAttilio Zanchi
Quartet e Fourways (con John Stowell) ed infine negli anni 90, insieme a Roberto Cipelli e Gianni Cazzola, lE.S.P.
TRIO.
Contemporaneamente suona con moltissimi celebri jazzisti americani ed europei in tour, registrazioni, concerti e session
tra i quali Lee Konitz, Tony Scott, Sam Rivers, Joe Farrel, Slide Hampton, Harry Sweet Edison, Mal Waldron, Bobby
Watson, Dave Liebman, Al Cohn, Gerry Mulligan, Sal Nistico, Lew Tabackin, Jimmy Knepper, Bob Berg, Louis
Hayes, Don Cherry, Roy Hargrove, Chick Corea, Peter Erskine, John Surman, Eddie Lockjaw Davis, Pierre Favre, Phil
Woods, John Stowell, Steve Lacy, Gary Burton, Milt Jackson, Sheila Jordan, Mark Murphy, Trilock Gurtu, Nancy
King, David Linx, Tom Harrell, Garrison Fewell, George Cables, Toninho Horta e nel frattempo suona con i pi
importanti musicisti italiani. Nel corso della sua carriera ha registrato oltre 80 dischi di cui 6 con progetti a suo nome e a
svolto pi di mille concerti.
Svolge un'intensa attivit didattica in tutta Italia e all'estero; dal 97 docente al Conservatorio ( Napoli, Potenza,
Trieste, Brescia, Vicenza, Piacenza ) nei corsi di specializzazione Jazz. Ha pubblicato il metodo "Enciclopedia
Comparata degli Accordi e delle Scale" in collaborazione con Franco D'Andrea, il "Corso di Educazione all'Orecchio
Musicale" con R. Cipelli, il "Metodo pratico per l'Improvvisazione" con M. Colombo e " Walkin' bass".
Nel 2001 ha scritto e coordinato la sezione Teoria e Armonia di un corso multimediale edito dalla collana CPM
E' stato eletto "miglior contrabbassista italiano" nel referendum indetto dalla rivista "Guitar Club" nel 1992.



ATTILIO ZANCHI
DISCOGRAFIA SELEZIONATA

P. Fresu Quintet "OSTINATO" Splasch *1985
(segnalato dalla rivista americana "CADENCE" fra i migliori dischi dell'anno 1986)
O.F.T. con B. Watson "APPOINTMENT IN MILANO" Red Record *1985
(miglior disco dell'anno 1986 per le riviste "SUNDAY TIMES" e "NEW YORK TIMES")
P. Fresu Quintet (con D. Liebman) "INNER VOICES" Splasch * 1986
D'Andrea Quartet "QUARTET LIVE" Red Record *1986
(miglior disco dell'anno 1986 per la rivista "MUSICA JAZZ")
A. Zanchi & Friends "EARLY SPRINGS" Splasch *1987
P. Fresu Quintet "LIVE IN MONTPELLIER" Splasch *1990
(miglior disco dell'anno 1990 per le riviste "MUSICA JAZZ" e "MUSICA E DISCHI")
Nexus (con G. Ferries e M. Dresser) "THE PREACHER AND THE GHOST Splasch *1991
Tiziana Ghiglioni (con S. Lacy e E. Rava) "S.O.N.B." Splasch *1992
Attilio Zanchi "SOME OTHER PLACE" D.D.D. *1992
(con J.Taylor, K.Wheeler, G.Garzone, F. D'Andrea, G.Trovesi)

Phil Woods & D'Andrea trio "ORNITOLOGY" Philology 1994
P. Fresu Quintet "JAZZ SAMPLER BLUE NOTE" EMI-Blue Note 1995
P. Fresu Quintet "NIGHT ON THE CITY" OWL *1995
Ornella Vanoni & P. Fresu Quintet "ARGILLA" CGD- East West 1997
Attilio Zanchi Fourways (& J.Stowell) "FOURWAYS" Splasch *1997
E.S.P. Trio & Modern Ensemble "CONFLUENZE" Splasch 1998
Tiziana Ghiglioni(con Konitz e Scott) MY ESSENTIAL DUKE Philology 1998
Tony Scott (con F. DAndrea Trio) "HOMMAGE TO B. HOLIDAY Philology 1998
Sheila Jordan & E.S.P. Trio " SHEILA'S BACK IN TOWN" Splasch 1999
Paolo Fresu Quintet MELOS BMG-France *2000
Rachel Gould Quartet FINALLY Philology 2002
Barbara Balzan Quartet TENDER AWAKENING TCB Montreaux 2003
Garrison Fewell Quartet (con G.Cables) RED DOOR NUMBER 11 Splasch 2003
E.S.P. Trio ECHOES Splasch 2004
Sheila Jordan, P.Fresu & E.S.P. Trio STRAIGHT AHEAD Splasch 2004
P.Fresu Quintet KOSMOPOLITES Music of Roberto Cipelli Blue Note 2005
P. Fresu Quintet P.A.R.T.E. Music of Attilio Zanchi Blue Note 2005
P. Fresu Quintet INCANTAMENTO Music of Tino Tracanna Blue Note 2006

* DISCHI SEGNALATI DALLE RIVISTE "MUSICA JAZZ" e "MUSICA DISCHI" TRA I MIGLIORI DELL'ANNO DI PUBBLICAZIONE, O
IN STAMPA ESTERA










ROBERTO CIPELLI


Si avvicina al jazz nel 1975 quando, con il chitarrista Riccardo Bianchi, fonda il "Quartetto Jazz Cremona". Ha studiato
sotto la guida di Franco D'Andrea.
Nel 1982 incontra il trombettista Paolo Fresu con il quale fonda un quintetto che ancora oggi concertisticamente attivo
dopo pi di venti anni d'intensa attivit in tutto il mondo, e unanimemente considerato dalla critica come uno dei gruppi
di jazz pi interessanti dell'ultima generazione.
Con diverse formazioni, alcune delle quali lo vedono come leader, ha al suo attivo pi di settecento concerti e oltre
cinquanta dischi.
Ha collaborato e collabora con molti tra i pi rappresentativi musicisti italiani e stranieri (tra i pi importanti Dave
Liebman, Sheila Jordan, Tom Harrell, Steve Lacy, Airto Moreira, John Abercrombie, Gianluigi Trovesi, Tiziana
Ghiglioni, Mariapia De Vito .) sia in Italia che all'estero, (Germania, Spagna, Francia, Olanda, Svezia,
Norvegia, Svizzera, Turchia, Canada, Australia, Belgio, Slovenia, Austria, Lussemburgo, Portogallo, Azzorre, Africa,
Brasile, Uruguay .) spesso partecipando a trasmissioni radiofoniche e televisive
Ha una corposa esperienza nel campo della didattica: ha insegnato presso il CPM (Centro Professione Musica) di
Milano diretto da Franco Mussida. Attualmente docente di Pianoforte Jazz presso il Seminario Jazz di Nuoro, e dal
1996 cura la cattedra di Jazz presso lIstituto Musicale "C. Monteverdi " di Cremona. Dal 2005 insegna Prassi
esecutiva, Musica dInsieme e Tecnica dellimprovvisazione presso il Conservatorio di Brescia.
Il passato prossimo Kosmopolites, disco Blue Note a nome del Paolo Fresu Quintet, interamente dedicato alla musica
di Roberto.















GIANNI AZZALI

Sui palcoscenici da quando aveva 15 anni, il sassofonista, ha suonato e fatto esperienza nei pi svariati contesti, allievo
di Giuseppe Parmigiani, si diploma in clarinetto e frequenta, grazie a borse di studio, vari seminari e stages in Italia e
all'estero (ricordiamo il periodo con Jerry Bergonzi a Boston nel 95/96).
Ha collaborato con numerosi jazzisti (Bassini, Manzi, Di Castri, Cifarelli, Leveratto...); ha militato in varie big band
(con Natalie Cole a Campione d'Italia, a Pavia con Tullio De Piscopo e Gianni Basso, dall'81 con la Sugar-Kitty Band);
ha inciso come "outsider" in diverse situazioni jazz e di musica leggera; suona regolarmente nel gruppo della cantante
gospel Key Foster e con la spagnola Anna Luna; del 99 la mini-tourne negli Emirati Arabi con la cantante americana
Gwen Perry.
Ha suonato in contesti classici ("Rapsody in Blue", "Un americano a Parigi", "Omaggio a Bernstein", "Omaggio a
Gershwin"); per due anni stato in tourne con il musical "Eppy, l'uomo che costru il mito dei Beatles".
Insegna da 20 anni sax, flauto e clarinetto, Ear Training e Musica d'Assieme, prima al C.M.T.L. poi all'Accademia della
Musica di Piacenza.
Incide nel 99 "Ritratto di Oca" con il Trio Mosaico.
Nel 2001 consegue a pieni voti il Diploma di Jazz al Conservatorio "A. Boito" di Parma.
Dal 2003 insegna Ear Training al Conservatorio "G. Nicolini di Piacenza"












MARCO CASTIGLIONI

Diplomato nel 91 presso il Conservatorio di Como sotto la guida del M Ben Omar, ha vinto, con il gruppo Naqquara, il
primo premio al concorso internazionale giovani musicisti di Stresa ed al concorso nazionale per percussionisti di
Bovino (Fg).
Musicista attivo, sia come percussionista (Percussion Staff), ma, principalmente come batterista. Ha partecipato a
svariati tours di musica leggera e pop ed inoltre, avendo ricoperto, per lungo tempo, il ruolo di prima batteria presso
lorchestra RAI di Milano, apparso in numerosi programmi televisivi.
Negli ultimi anni lamore per la musica jazz ha prevalso su tutti gli altri generi musicali. Da qu sono nate partecipazioni
ad importanti festivals, quali Clusone, Rocella, Bologna, Ivrea, Lugano, Ascona, Le Mans, Berlino, Amburgo, Parigi,
Dresda, collaboraborando con artisti come, Steve Potts, Gunter Sommer, Paula West Daniel Mille, John Stowell, Rob
Sudduth, Bill Ramsey, Dan Barret, Alex Schulz, Renato Sellani, Gianni Basso Paolo Tomelleri, Laura Fedele, Emilio
Soana, Ettore Righello, Lino Patruno, Carlo Bagnoli, Marco Gotti, Sandro Gibellini, Emanuele Cisi
Ha partecipato a diversi programmi televisivi, tra i quali: Tuttifrutti TSI 89 Stasera mi butto RAI2 92 Dove
sono i Pirenei? RAI3 94-95 Viva lItalia RAI1 95 Pronto sala giochi RAI2 95-96 LItalia racconta RAI2 96
Ci vediamo in TV RAI2 97-98 Alle due su Rai uno RAI1 99-2000 Premio Barocco RAI1 2001 Oscar della TV
RAI1 2001 Paolo Limiti Show 03
Ha svolto una intense attivit didattica come docente del corso di Batteria presso C.r.a.m.s. Lecco dal 1984 al1994 , al
Conservatorio di Lugano dal1994 al 1997. Attualmente insegna presso laCivica Scuola di Musica Desio e presso lo
Swiss Music Center Lugano.











GENDRICKSON MENA

Nato il 31 Maggio 1973 a La Habana (Cuba),si diploma Professore di Tromba,Strumentista ed Arrangiatore alla
Escuela Provincial de Musica Amadeo Roldan dellAvana(Cuba) nel 1992 (corrispondente al Conservatorio
Italiano).Dopo il diploma,partecipa al Plaza Latin Jazz Festival di Cuba nelle edizioni 1990 e 1991.Nel 1994 entra a
far parte dellOrchestra Sonora Caribegna,diretta dal padre Pedro Mena,in qualit di trombettista,tastierista ed
arrangiatore ed inizia a lavorare in locali importanti della citt come il Cabaret Internazionale Tropicana e Cabaret
Parisien,riscutendo notevole successo.Contemporaneamente comincia ad insegnare al Conservatorio Paulita
Concepcion.Nello stesso anno entra a far parte dellOrchestra Sinfonica di Cuba.Con lOrchestra Sonora Caribegna un
disco e partecipa anche ad alcuni programmi televisivi e radiofonici.Nel Luglio 1995 in Italia al festival Cuba 95 di
Rimini.Partecipa inoltre a tre edizioni del Festival Latinoamericano a Milano,Viareggio e Jesolo.Nel 1996 registra un
disco con il cantautore italiano Ivan Graziani,produttore del disco Salsa sopra la neve.Nel 1997 partecipa al Festival
Internazionale Evento Suono, al Teatro Rossini di Pesaro.Dal luglio 1997 allAgosto 1998 suona con lOrchestra
Cubanisima diretta da Ernestico Rodriguez,percussionista di Pino Daniele,Raf e jovanotti.Collabora con diversi artisti
come Marcelo Simplemente(Duck Record),Rulo y su Combo Latino in Alegria(Duck Record) e la loca Band in
Compilation(Saludos Amigos).E arrangiatore di quasi tutti i brani del primo disco del cantautore cubano Mariano
Mena(ex NG La Banda) del settembre 1999 con leticheta Saludos Amigos.Collabora con alcune orchestre latine tra cui
Rodolfo Guerra y su Sincopa latina,Orlando Watussi Orchestra,Orchestra la Cubana e Havana mambo.Dal 1998 entra a
far parte del quartetto di latin jazz del batterista cubano Julio Barreto come trombettista e tastierista.Sempre nel 1998
diventa elemento integrante del gruppo latin jazz The Cuban Power del sassofonista cubano Tony
Martinez,partecipando a vari jazz festival europei.Nel luglio dello stesso anno,partecipa al Festival Jazz di Montreux
condividendo il palcoscenico con musicisti di livello internazionale come il pianista Gonzalo Rubalcaba,il batterista
Julio Barreto ed il percussionista Miguel Anga Diaz.Nello stesso mese registrano a zurigo il cd Maferefun per
leticheta americana Blue Jackel .Nel marzo 1999 al Festival Jazz di Burghausen (Germania) viene invitato a suonare
dalla straordinaria cantante americana Chaka Khan.Nellottobre 1999 al Festival Internacional Seixaljazz(Portogallo)
e al World Music Festival Verden I Norden-Oslo(Norvegia).In aprile 2000 allInternational Jazz Festival April Jazz-
Helsinki(Finlandia) e nel giugno 2000 al Festival Jazz Baltica Salzau(germania).Infine nel luglio 2000 al North Sea
Jazz Festival in Olanda.Nellstesso anno da vita al suo progetto Gendrickson Mena& The New Cuban
Experience,formazione di sette elementi.Il repertorio formato da brani di sua composizione,basati su armonie e
ritmiche che spaziano dal latin jazz e afro-cubano,con contaminazioni funky e fusion,ballate tipicamente swing e
bossa.Limpatto della formazione dal vivo forte,con pezzi dallaggressivita ritmica notevole,ma anche con ballad che
sanno toccare il cuore. Nellestate 2001 ha collaborato con Vinicio Capossela,per tutta la tourne estiva italiana del
Album Canzoni a Manovella suonando anche a Umbria Jazz con ospite Marc Ribot Y los Cubanos Postizos.Nel 2002
partecipa alla Tourne europea con David Murray e nellestate 2003 in tour itinerante nelle maggiori localit turistiche
con RDS(Radio Dimensione suono).Nel 2003 Esce il suo primo progetto discografico,dal titolo Asi son mis
sentimientos. Nel 2004 suona con il suo progetto nei pi rinomati locali del genere di Milano e dintorni (Blue
note,Scimmie,Osteria del jazz,etc.),continuando a collaborare con diversi progetti musicali,registrando due CD con i
fratelli LoGreco, con Raffaella Arzani(Slow Burn), cura produzione musicale ed arrangiamenti nel primo disco latin
jazz del batterista-percussionista cubano Calixto Oviedo. Nello stesso anno, cura il secondo progetto discografico di
musica cubana del cantante Mariano Enriquez Mena y su Eyeife , in qualit di produttore musicale,arrangiatore,pianista
e trombettista. Esce nel novembre 2005 un doppio,prodotto dalla casa discografica Galletti-Boston di Faenza. Sempre
nel 2005 collabora con diverse situazioni in Italia ed in Europa.