Anda di halaman 1dari 64

Applicativo dello Statuto

IN VIGORE DAL 9 GIUGNO 2008

Regolamento
IN VIGORE DAL 9 GIUGNO 2008

SOMMARIO
Regolamento applicativo
Titolo I
Titolo II

Titolo III

Titolo IV

Prestazione base Tutela Globale

12

Prestazione aggiuntiva Partner

21

Prestazione aggiuntiva Tutela Figli

25

Prestazione base Prima Tutela

32

Prestazione base A Quattro

39

Prestazione aggiuntiva Salute Pi

42

Prestazione aggiuntiva Salute Single

46

Prestazione aggiuntiva Professionale

49

Elenco e tariffario Grandi interventi chirurgici (allegato A)

55

REGOLAMENTO IN VIGORE DAL 9 GIUGNO 2008

Societ nazionale di mutuo soccorso Cesare Pozzo


Fondata il 1 maggio 1877

Regolamento applicativo dello Statuto della Cesare Pozzo


Il presente Regolamento applicativo, con i relativi allegati, approvato dallAssemblea nazionale dei soci
a Bolzano il 7, 8 e 9 giugno 2008, annulla e sostituisce in ogni sua parte il precedente Regolamento con
decorrenza, a tutti gli effetti, dal 9 giugno 2008.

TITOLO I
Diritti e doveri dei soci
Art. 1 Ammissione dei soci
1.1 Ammissione dei soci
Possono chiedere lammissione alla Societ, tutti i lavoratori della Repubblica italiana ovvero quelli in essa
residenti, purch abbiano compiuto let di 18 anni e non abbiano superato let di 75 anni.
Per i lavoratori italiani non residenti nel territorio della Repubblica, il domicilio equiparato alla residenza per
ogni qualsivoglia riferimento normativo a tale stato soggettivo anagrafico che sia contenuto nello Statuto, nel
Regolamento e nei titoli delle prestazioni ad esso allegati.
Per nessuna ragione o causa ha efficacia la dimora dei soci.
1.2 Domanda e quota di ammissione
Per lammissione alla Societ, laspirante socio dovr sia sottoscrivere la domanda di ammissione con relativo
impegno a pagare i contributi associativi, sia versare contestualmente la quota di iscrizione una tantum nella
misura che verr stabilita dal Consiglio di amministrazione.
1.3 Libro dei soci
Il Consiglio di amministrazione (Cda), se accetta la domanda di ammissione, iscriver il nome del nuovo socio
nel libro dei soci della Societ, dandone conferma allinteressato.
Se il Cda non accetta la domanda deve inviare allaspirante socio, entro 30 giorni dalla delibera consigliare, una
raccomandata indicandone le motivazioni; laspirante socio pu ricorrere al Collegio dei probiviri che decide con
lodo inappellabile e non impugnabile.
1.4 Decorrenza della data discrizione
La data discrizione decorre dal primo giorno del mese successivo a quello nel quale stato pagato il primo
contributo associativo anticipato; da tale data si presume di diritto la conoscenza da parte del nuovo socio delle
norme dello Statuto e del Regolamento applicativo, compresi i relativi allegati.
1.4 bis Decorrenza della data di collocazione nella prestazione aggiuntiva
La data di collocazione nella prestazione aggiuntiva decorre dal primo giorno del mese successivo a quello nel
quale stato pagato il primo contributo associativo aggiuntivo anticipato; da tale data si presume di diritto la
conoscenza delle norme della prestazione aggiuntiva prescelta.
1.5 Recesso da socio
Il socio receduto non ha diritto alla restituzione di alcun fondo sociale, eccettuato labrogato sussidio di Solidariet per i soci aventi tale diritto nellammontare maturato alla data del 31 maggio 1998. LAssemblea nazionale del
28 maggio 1998 ha deliberato che tale restituzione avvenga al compimento del sessantatreesimo anno di et del
socio, sotto le condizioni e le modalit ivi stabilite.
1.5 bis Esclusione da socio
Il socio escluso a norma dello Statuto sociale non ha diritto alla restituzione di alcun fondo sociale ivi compreso
labrogato sussidio di Solidariet, di cui al precedente punto 1.5.
1.6 Decorrenza del diritto ai sussidi e ai servizi (periodo di carenza)
Il periodo di carenza prima di acquisire il diritto ai sussidi e ai servizi indicato nei singoli articoli degli specifici
allegati al presente Regolamento.
1.7 Esclusione del diritto ai sussidi
Il diritto ai sussidi elencati nei rispettivi allegati non compete quando la causa che ha determinato la richiesta sia
conseguente a patologie o infortuni, fatti o eventi preesistenti alla data della domanda di ammissione, se inerenti
direttamente al socio, o allatto del riconoscimento per i soggetti di cui al successivo articolo 2.1. Non sono altres
riconosciuti sussidi conseguenti a:
lesioni sofferte in seguito a proprie azioni delittuose;
trasmigrazioni e trasmutazioni del nucleo dellatomo, ivi comprese radiazioni provocate dallaccelerazione
di particelle atomiche, ad esclusione di casi di infortunio legati allattivit professionale;
eventi bellici.

1.7 bis Iscrizione continuativa e ininterrotta per tre anni consecutivi.


Decorsi tre anni completi e continuativi senza interruzioni dalla data di iscrizione alla Societ, sono riconosciuti i
sussidi maturati dopo tale decorrenza ed elencati nei rispettivi allegati anche quando la causa che ha determinato la richiesta sia conseguente a patologie o infortuni preesistenti alla data della domanda di ammissione. Tale
norma si applica per i sussidi delle prestazioni base e - purch specificato nel relativo allegato - per i sussidi delle
prestazioni aggiuntive con esclusione della prestazione aggiuntiva Professionale.
1.8 Morte del socio
In caso di morte del socio i sussidi eventualmente maturati verranno liquidati agli eredi legittimi nelle misure e
nelle forme previste dal Codice civile.
I sussidi verranno liquidati agli eventuali beneficiari indicati dal socio in vita, secondo le disposizioni del Codice
civile in materia di successioni testamentaria.
Gli eredi legittimi e/o beneficiari ai quali andranno liquidati i sussidi potranno delegare, con procura autenticata
da un notaio o altra autorit competente, uno solo di loro a riscuotere lintera somma. Tale pagamento avr
effetto liberatorio ai sensi di legge nei confronti di tutti gli eredi legittimi e/o beneficiari.
1.9 Soci residenti allestero
Per i soci residenti o domiciliati allestero per motivi di lavoro, il territorio dello Stato nel quale sono residenti o
domiciliati equiparato per analogia alla Repubblica italiana. In questa fattispecie le distanze chilometriche
relative ai sussidi sono calcolate dalla residenza o dal domicilio del socio.
1.9 bis Lavoratori stranieri
Ogni lavoratore cittadino straniero - comunitario ed extracomunitario - socio della Mutua, avr diritto ai sussidi
previsti nella prestazione base e/o aggiuntiva di appartenenza a condizione che, al momento dellevento, sia
residente nella Repubblica Italiana.
Art. 2 Aventi diritto
2.1 Definizione aventi diritto
Sono aventi diritto del socio i seguenti componenti del nucleo familiare:
a) il coniuge riconosciuto tale dallo Stato italiano o la persona che vive sotto lo stesso tetto more uxorio con
il socio purch sia il socio che la persona convivente siano celibi, nubili o liberi di stato. Di tale stato more
uxorio deve essere data tassativamente comunicazione alla Societ con lettera raccomandata, producendo dichiarazione congiunta pro veritate di more uxorio e allegando un certificato di residenza di entrambi.
Il diritto ai sussidi e ai servizi del convivente more uxorio decorre 180 giorni dopo la comunicazione di cui
sopra. Alluopo fa fede la data del timbro postale della lettera raccomandata;
b) i figli e - se affidati al socio con provvedimento dellautorit giudiziaria e limitatamente al periodo di durata
dellaffido - i minori nel periodo intercorrente dal trentesimo giorno di et fino al compimento del diciottesimo anno;
c) i figli dal diciottesimo anno di et fino al compimento del venticinquesimo anno, nonch quelli con et
superiore se permanentemente inabili al lavoro e non percettori di reddito.
d) limitatamente ai sottoscrittori della prestazione aggiuntiva Tutela Figli, i figli nel periodo intercorrente dal
compimento del venticinquesimo anno fino al termine dellanno solare di compimento dei trentacinque
anni e purch siano residenti sotto lo stesso tetto del socio.
2.2 Condizioni per essere considerati aventi diritto
Gli aventi diritto di cui alle lettere c) e d) del precedente articolo 2.1 saranno considerati aventi diritto a condizione che, al momento della maturazione del sussidio, non abbiano un reddito personale superiore a quello previsto
dalle vigenti norme fiscali per essere considerati a carico e che siano stati notificati alla Societ con la presentazione della domanda di ammissione o tempestivamente con successiva denuncia.
Qualora gli aventi diritto di cui alle lettere b) e c) del precedente articolo 2.1 non convivano con il socio, in deroga
alle disposizioni generali inerenti alle prestazioni sanitarie, i sussidi relativi alle distanze chilometriche, da intendersi azzerate, non sono erogabili se si dovesse ricoverare in strutture sanitarie limitrofe al suo domicilio.
Il socio ha lobbligo di documentare, in modo inequivocabile a ogni richiesta di sussidio per lavente diritto, che
questi sia a suo carico fiscale.
2.3 Residenza e domicilio degli aventi diritto
Gli aventi diritto sono tali purch risiedano nel territorio della Repubblica italiana, fatta eccezione per i familiari di
soci cittadini della Repubblica italiana allestero per cause di lavoro.
2.4 Estinzione del rapporto con il socio e subentro degli aventi diritto
Il rapporto tra la Societ e gli aventi diritto si estingue a tutti gli effetti con il decesso del socio, con il suo recesso
ovvero con lesclusione o la decadenza da tale qualifica.
Gli aventi diritto del socio deceduto, che presentano la domanda di iscrizione alla Societ entro il termine massimo di 30 giorni dal decesso, mantengono il relativo diritto ai sussidi preesistenti allevento sino a che non maturano essi stessi il diritto alle prestazioni previste nella nuova posizione di socio, purch gli stessi sussidi preesistenti siano presenti anche nella prestazione di collocazione del nuovo socio.
In deroga a quanto previsto dallart. 1.7 gli aventi diritto del socio deceduto, nella nuova posizione di socio, mantengono il diritto ai sussidi preesistenti allevento quando la causa che ha determinato la richiesta sia conseguente a
patologie o infortuni, fatti o eventi, successivi alla data della domanda di ammissione del socio deceduto.
La suindicata domanda di iscrizione, che venga presentata per s dallavente diritto del socio deceduto di cui
allart. 2.1 lett. a), avr effetto, a norma del precedente capoverso, anche nei confronti di eventuali aventi diritto
sempre del socio deceduto di cui allart. 2.1 lett. b) che siano minori di 18 anni.

REGOLAMENTO IN VIGORE DAL 9 GIUGNO 2008

2.4 bis Iscrizione alla Societ degli aventi diritto


Gli aventi diritto del socio di cui al precedente articolo 2.1, che presentano la domanda di iscrizione alla Societ
entro il termine massimo di 30 giorni dalla perdita dei requisiti per essere considerati aventi diritto, mantengono
il relativo diritto ai sussidi preesistenti alla data di iscrizione sino a che non maturano essi stessi il diritto ai sussidi
previsti nella nuova posizione di socio, purch i sussidi preesistenti siano presenti anche nella prestazione di
collocazione del nuovo socio.
Inoltre, in deroga a quanto previsto dallarticolo 1.7, nella nuova posizione di socio mantengono il diritto ai sussidi
preesistenti alla data della domanda di iscrizione quando la causa che ha determinato la richiesta sia conseguente a patologie, infortuni, fatti o eventi, successivi alla data della domanda di iscrizione del socio originario.
2.5 Nucleo familiare con pi di un socio
Qualora nello stesso nucleo familiare vi sia pi di un socio, il diritto ai sussidi e ai servizi a favore degli aventi diritto
viene corrisposto a uno solo dei soci, seppur nella prestazione economicamente pi favorevole.
In questa fattispecie il socio non un avente diritto dellaltro in deroga ai principi generali del presente Regolamento.
Per nucleo familiare si intende il socio e tutti i propri aventi diritto specificati nellart. 2.1 del Regolamento.
Art. 3 Contributi associativi
3.1 Contributo base
Con la sottoscrizione della domanda di ammissione il socio si impegna a versare anticipatamente il contributo
annuo previsto dal gruppo di prestazione prescelta in ununica soluzione o in pi rate, secondo le disposizioni del
Consiglio di amministrazione.
Il pagamento si intende fatto anticipatamente se avviene entro e non oltre lultimo giorno del mese precedente a
quello di riferimento.
Ladesione si intende tacitamente rinnovata di anno solare in anno solare ove non intervenga revoca per iscritto
del socio da formalizzarsi - pena la sua inefficacia e/o invalidit ad ogni e qualsivoglia effetto - a mezzo raccomandata a.r. inviata alla sede della Societ entro il 30 settembre.
In particolare, in ipotesi di inefficacia e/o invalidit della revoca, il socio sar tenuto a continuare nel versamento
anticipato del contributo associativo annuo per la prestazione base prescelta secondo le disposizioni del presente regolamento; in difetto il socio sar ritenuto moroso ai sensi e per gli effetti di cui allarticolo 3.7.
3.2 Contributo aggiuntivo
Il socio, che aderisce a una o pi prestazioni aggiuntive a quella base prescelta - da intendersi tra loro strettamente connesse -, deve pagare un contributo annuo aggiuntivo a quello base, in ununica soluzione o in pi rate
anticipatamente secondo le disposizioni del Consiglio di amministrazione. Il pagamento si intende fatto anticipatamente se avviene entro e non oltre lultimo giorno del mese precedente a quello di riferimento.
Ladesione si intende tacitamente rinnovata di anno solare in anno solare ove non intervenga revoca per iscritto
del socio da formalizzarsi - pena la sua inefficacia e/o invalidit ad ogni e qualsivoglia effetto - a mezzo raccomandata a.r. inviata alla sede della Societ entro il 30 settembre.
In particolare, in ipotesi di inefficacia e/o invalidit della revoca, il socio sar tenuto a continuare nel versamento
anticipato del contributo associativo annuo per la/e prestazione/i aggiuntiva/e prescelta/e secondo le disposizioni
del presente regolamento; in difetto il socio sar ritenuto moroso ai sensi e per gli effetti di cui allarticolo 3.7.
3.3 Valori delle prestazioni erogate
I sussidi e i servizi erogati devono essere sempre deliberati o, nei casi previsti dal successivo articolo 4.7,
ratificati dallAssemblea nazionale dei soci e sono specificati nei rispettivi allegati al Regolamento applicativo
dello Statuto della Societ per ogni singolo gruppo di prestazione.
I contributi associativi potranno subire un adeguamento periodico, indicativamente su base triennale, in base
allandamento delle prestazioni, allaumento delle spese collegate ai rimborsi ed alla gestione mutualistica.
3.4 Pagamento dei contributi associativi
Il pagamento dei contributi associativi pu essere effettuato:
mediante accredito sul c/c bancario della Societ;
mediante versamento sul c/c postale della Societ;
mediante sottoscrizione di apposita delega da parte del socio, lavoratore dipendente di unazienda che abbia
sottoscritto con la Societ uno specifico accordo per la trattenuta in busta paga dei contributi associativi;
mediante altri mezzi predisposti dalla Societ comunque confacenti al riconoscimento del contributo associativo versato ai fini delle detrazioni fiscali.
3.5 Completamento dei contributi associativi annui
Il socio che nellarco dellanno richiede di cambiare prestazione, base e/o aggiuntiva, dovr continuare a pagare
i contributi associativi e manterr il diritto ai sussidi e ai servizi previsti dalla prestazione di appartenenza sino
alla data di collocazione alla nuova prestazione.
3.6 Ritardo nel pagamento dei contributi associativi
La Societ non tenuta ad avvisare i soci di eventuali ritardi nel pagamento dei contributi associativi.
3.7 Perdita dei sussidi per morosit. Esclusione da socio
Al socio, in ritardo con i pagamenti anticipati dei contributi associativi base e/o aggiuntivi per pi di trenta giorni,
non spettano:
a) tutti i sussidi - nessuno escluso - per eventi verificatisi dal primo giorno del mese in cui divenuto moroso;
b) tutti i sussidi - nessuno escluso ivi compreso labrogato sussidio di solidariet - maturati per eventi verificatisi
antecedentemente al primo giorno di morosit e, a tale data, non ancora liquidati dalla Societ, sino alla concorrenza massima dellimporto dei contributi associativi per il quale il socio risulta moroso, maggiorato degli interes-

si di mora al tasso legale corrente maturati dal primo giorno di morosit.


Se, per, il socio sana interamente - per capitale e per interessi di mora maturati - la predetta morosit entro 180
giorni, gli spetteranno:
tutti i sussidi determinati da eventi verificatisi dopo la sanatoria;
tutti i sussidi di cui al precedente comma 1 lettera b).
In ipotesi di sanatoria solo parziale della morosit entro i 180 giorni, al socio non spettano:
tutti i sussidi di cui al precedente comma 1 lettera a);
tutti i sussidi di cui al precedente comma 1 lettera b) fino alla concorrenza massima dellimporto dei contributi
associativi per il quale il socio risulta moroso, maggiorato degli interessi di mora al tasso legale corrente
maturati dal primo giorno di morosit.
In ogni caso, se la morosit - anche parziale - supera i 180 giorni, il socio decade ipso jure da tale qualifica con
ogni conseguente effetto, ivi compresa la sua esclusione dal libro dei soci; in tale ipotesi al socio non spettano:
tutti i sussidi di cui al precedente comma 1 lettera a);
tutti i sussidi di cui al precedente comma 1 lettera b) fino alla concorrenza massima dellimporto per il quale il
socio risulta moroso, vale dire dellimporto corrispondente ai contributi associativi dovuti per i 180 giorni di
morosit maggiorati degli interessi di mora maturati al tasso legale dal primo giorno di morosit.
Qualora il decesso del socio avvenga nel primo giorno di ritardo per il pagamento del contributo anticipato dei
contributi associativi, o comunque successivamente, agli eredi non spettano i sussidi eventualmente maturati dal
socio in vita salvo che avvenga il subentro nella qualit di socio ai sensi dellarticolo 2.4 secondo comma.
3.8 Conservazione delle ricevute
Tutte le ricevute dei versamenti dei contributi associativi dovranno essere conservate dal socio a comprova dei
pagamenti effettuati entro il termine di prescrizione di cinque anni.
Art. 4 Diritti e doveri del socio
4.1 Conoscenza dello Statuto e del Regolamento applicativo
Il socio deve attenersi scrupolosamente a tutte le norme e prescrizioni contenute nello Statuto sociale e nel suo
Regolamento applicativo, comprensivo degli allegati da ritenersi essenziali anche se nel tempo subiranno modifiche, nonch a tutte le delibere regolarmente assunte dagli organi statutari.
Allatto della domanda, laspirante socio si impegna a prendere conoscenza delle norme contenute nello Statuto
sociale, nel Regolamento applicativo vigente e nei relativi allegati.
4.2 Obbligo di notifica dati
Al fine di poter godere dei diritti ai sussidi e ai servizi per i loro aventi diritto, tutti i soci devono necessariamente
notificare, allatto delliscrizione, il proprio stato di famiglia e la propria residenza.
Nel caso di variazione della consistenza familiare e/o della residenza dovr prodursi idonea certificazione anagrafica, entro 60 giorni dallavvenuta variazione, pena la decadenza dal diritto ai sussidi.
La Societ si riserva il diritto di poter richiedere, in ogni circostanza, la presentazione dello stato di famiglia
anagrafico.
Nel caso in cui il socio non ottemperi allobbligo di notifica dei dati sopra menzionati, la Societ si intende esonerata da
qualsivoglia responsabilit per mancato recapito al socio inottemperante del giornale sociale e/o di ogni altra comunicazione (ivi compresa lattestazione di versamento dei contributi associativi) pertinente al rapporto associativo.
4.3 Trattamento dei dati personali (D.Lgs.196/2003)
Con la sottoscrizione della domanda di ammissione il socio, preso atto dellinformativa fornita dalla Societ ai sensi
dellart. 13 del Decreto Legislativo n. 196 del 30 giugno 2003 e successive modifiche ed integrazioni, esprime il
consenso al trattamento e alla comunicazione dei dati personali secondo quanto riportato nella stessa informativa.
Il consenso in particolare reso con riferimento alle comunicazioni della Societ nei confronti dei:
a) propri consulenti e/o soggetti esterni con specifici incarichi per conto del Sodalizio;
b) istituti bancari, postali, societ che forniscono servizi collaterali, per la gestione di incassi relativi al pagamento dei contributi associativi e pagamenti derivanti dallerogazione dei sussidi;
c) soggetti e Enti aventi finalit mutualistiche o sociali o culturali o sindacali, comunque per scopi di solidariet;
d) societ il cui capitale sia detenuto in quota parte, prevalentemente a maggioranza del sodalizio.
Il consenso pure reso con riguardo allacquisizione dei dati sensibili e di quelli connessi alla salute, necessari per
la valutazione delle domande di sussidio (diagnosi, prescrizione medica, fotocopia della cartella clinica, ecc.).
4.4 Termini di presentazione della domanda di sussidio
Tutti i sussidi vengono erogati esclusivamente per richiesta del socio o familiare erede direttamente interessato,
che deve pervenire alla Societ nel termine tassativo e perentorio di 365 giorni dalla fine dellevento che d titolo
al sussidio. In analogia con larticolo 2952 del Codice civile oltre tale termine, il diritto al sussidio si intende estinto
per decadenza maturata per tacita rinuncia da parte degli interessati.
4.4 bis Erogazione dei sussidi per eventi relativi agli aventi diritto
Spettano al socio tutti i sussidi eventualmente maturati per eventi relativi agli aventi diritto di cui allarticolo 2.1,
anche in caso di morte dellavente diritto.
Lerogazione comunque subordinata al rispetto dei termini e modalit di presentazione della domanda di sussidio di cui allarticolo 4.4.
4.5 Documentazione richiesta per la domanda di sussidio
La Societ stabilisce nel rispetto dello Statuto sociale e del Regolamento applicativo la documentazione necessaria da produrre a supporto di ciascuna domanda di sussidio.
Il socio, con la domanda di ammissione, prende coscienza che la Societ pu richiedergli tutta la documentazione,

REGOLAMENTO IN VIGORE DAL 9 GIUGNO 2008

anche antecedente la domanda di ammissione, che ritiene opportuna a conferma della validit del sussidio o servizio
richiesto, con particolare riferimento ai sussidi di natura sanitaria e giudiziaria. Tale documentazione pu essere
richiesta anche diniziativa dalla Societ agli enti competenti.
La mancata o incompleta presentazione della documentazione comporta la decadenza dal diritto al sussidio, qualora
la documentazione medesima non venga presentata entro 180 giorni dalla presentazione della domanda di sussidio.
4.6 Conformit della documentazione richiesta
Il socio allatto della richiesta di sussidio o del servizio deve allegare alla domanda tutti i documenti elencati nella
domanda di sussidio stessa per ogni singolo sussidio o servizio. Tutti i documenti allegati devono risultare aggiornati e conformi a quanto richiesto e tutta la documentazione di spesa deve essere prodotta in originale o in
fotocopia autenticata ed essere fiscalmente in regola con le vigenti disposizioni di legge. La documentazione in
fotocopia deve essere autenticata dalle sedi regionali della Societ, presa visione delloriginale, o dagli ufficiali
pubblici competenti.
Non sono ammessi documenti che presentino correzioni e/o cancellature; nellipotesi di presentazione di documenti corretti, cancellati o comunque artefatti, il socio decade dal diritto al sussidio al quale tali documenti si
riferiscono.
4.7 Sussidio indiretto per prestazioni erogate da una struttura sanitaria convenzionata
Al socio, nel caso in cui egli stesso o un suo avente diritto, si sottoponga a prestazioni sanitarie presso una struttura
sanitaria con la quale la Societ abbia sottoscritto una convenzione che preveda il pagamento diretto in tutto o in
parte delle prestazioni medesime ivi tassativamente elencate, avr diritto a un sussidio indiretto consistente nel
rimborso da parte della Societ a favore della struttura medesima, delle relative spese per le prestazioni ricevute,
limitatamente nella misura, nei termini e secondo le condizioni previste dalla convenzione pattuita.
4.8 Esclusione di responsabilit della Societ per prestazioni erogate presso strutture e/o da professionisti convenzionati.
da ritenersi esclusa ogni responsabilit anche indiretta, a qualsiasi titolo nessuno escluso, della Societ per
eventuali danni arrecati al socio e/o ai propri aventi diritto a seguito delle prestazioni (in particolare quelle sanitarie e legali) erogate presso strutture o da professionisti convenzionati con la Societ medesima.
4.9 Rimborsi in valuta estera
I rimborsi per spese sostenute allestero avverranno in Italia e in Euro, considerando il cambio medio ricavato
dalla quotazione dellUfficio italiano cambi vigente nellultima settimana delleffettuazione della prestazione.
4.10 Modifiche deliberate dal Consiglio di amministrazione
Il Cda nei casi di particolare necessit pu deliberare modifiche al Regolamento applicativo e ai suoi allegati, con
lobbligo di portare a ratifica tali modifiche alla prima Assemblea nazionale utile dei soci.

TITOLO II
Gruppi di prestazione
Art. 5 Gruppi di prestazioni
5.1 Gruppi di prestazioni base
Si intende per gruppi di prestazioni base un complesso di sussidi e servizi che approvato dallAssemblea e che
prevede il versamento di un unico contributo associativo.
5.2 Gruppi di prestazioni aggiuntive
Si intende per gruppi di prestazioni aggiuntive un complesso di sussidi e servizi aggiuntivi alle prestazioni base
che approvato dallAssemblea e che richiede un contributo associativo autonomo e suppletivo a quello corrisposto per la prestazione base.
5.3 Allegati al Regolamento applicativo
I gruppi di prestazioni base e aggiuntive sono elencati e descritti in appositi allegati al Regolamento che sono
parte integrante dello stesso.
5.4 Collocazione dei soci nelle prestazioni
Lammissione e la collocazione dei soci nelle differenti prestazioni avviene sulla base delle condizioni espressamente indicate negli allegati al Regolamento.
5.5 Permanenza e passaggi tra prestazioni
Il periodo di permanenza nelle prestazioni e il passaggio tra le stesse sono previsti e disciplinati nei relativi
allegati.
5.6 Adesione a pi prestazioni
Al socio iscritto a una prestazione base e congiuntamente a una o pi prestazioni aggiuntive, viene riconosciuto
il sussidio nella sola prestazione economicamente pi favorevole.
5.7 Eventi avvenuti allestero
La richiesta di sussidio per eventi avvenuti fuori dal territorio della Repubblica italiana deve essere corredata
dalla relativa documentazione autenticata, per forma e sostanza, dalla Ambasciata o dal Consolato italiano e
tradotta in italiano da traduttore autorizzato e riconosciuto dallAmbasciata medesima.
Il sussidio ospedaliero per i ricoveri in strutture ospedaliere allestero riconosciuto solo nei casi in cui durante il
ricovero, il ricoverato sia sottoposto a intervento chirurgico urgente e non rinviabile nel tempo.
Il sussidio riconosciuto altres per tutti i ricoveri preventivamente autorizzati dalla Societ.

TITOLO III
Disposizioni di carattere generale
Art. 6 Contributo straordinario
Il Consiglio di amministrazione pu deliberare lerogazione di contributi straordinari ai soci colpiti da eventi di
particolare gravit.
La delibera del Consiglio di amministrazione insindacabile.
Art. 7 Fondo Giuseppe De Lorenzo
Ai fini puramente solidaristici il Consiglio di amministrazione pu deliberare lerogazione di contributi a singole
persone fisiche e/o a Enti con particolare riferimento a Istituti di ricerca in campo sanitario, di beneficenza, di
volontariato, operanti sul territorio nazionale o internazionale.
Le somme devolute saranno prelevate nei limiti del bilancio annuale della Societ dal capitolo spese Fondo
Giuseppe De Lorenzo.
Le delibere del Consiglio di amministrazione sono insindacabili.
Art. 8 Associazioni collettive
Il Consiglio di amministrazione pu stipulare accordi per lassociazione collettiva di lavoratori provenienti da
aziende, mutue, cooperative, associazioni, derogando alle norme del presente regolamento sulle modalit di
ammissione a socio, sui periodi di carenza, sulla composizione delle prestazioni base e aggiuntive, salvaguardando comunque i principi del primo articolo dello Statuto sociale.
Le condizioni e le modalit di ammissione devono costituire oggetto di esplicita clausola convenzionale nel
verbale di accordo con gli enti firmatari dellassociazione collettiva.Tali accordi esplicano comunque efficacia
erga omnes.
Art. 9 Fondi integrativi sanitari
Al fine di dare pratica attuazione a quanto previsto dallarticolo 9 del Decreto legislativo 229 del 19 giugno 1999
e successive modifiche e integrazioni, la Societ pu gestire fondi integrativi sanitari.
La formazione delle delibere, dei regolamenti e delle norme applicative demandata al Consiglio di amministrazione.

TITOLO IV
Struttura organizzativa della societ
Art. 10 Strutture territoriali
10.1 Articolazioni organizzative
Ai fini di migliorare il rapporto con i propri associati e stimolarne la partecipazione attiva, il Cda determina le
strutture organizzative territoriali che possono comprendere una o pi regioni o loro porzioni.
Oltre a garantire il funzionamento degli organismi assembleari previsti dallo Statuto, le strutture territoriali hanno
il compito di promuovere lo sviluppo qualitativo e quantitativo della Societ.
10.2 Assemblea regionale dei soci
LAssemblea regionale dei soci convocata una volta lanno in preparazione dellAssemblea nazionale e ogni
qualvolta il Consiglio regionale o il Consiglio di amministrazione lo ritengano utile e opportuno.
Dovr, inoltre, essere convocata entro 40 giorni dalla richiesta scritta di almeno un quinto dei soci della regione,
in una data non eccedente i 120 giorni dalla richiesta stessa.
La convocazione dellAssemblea regionale deve avvenire a mezzo avviso - contenente il giorno, lora, la localit
e lordine del giorno dei lavori - da far pubblicare sul giornale della Societ almeno 30 giorni prima della data in
cui si svolger e mediante contestuale affissione allalbo della sede regionale.
Possono partecipare allAssemblea regionale tutti i soci della regione, indipendentemente dal luogo della loro
residenza.
Il socio, impossibilitato a partecipare allAssemblea, pu farsi rappresentare da altro socio, avente diritto al voto,
mediante delega scritta; ogni socio non pu rappresentare pi di un socio.
Ogni socio che intende partecipare allAssemblea regionale deve ritirare apposita scheda di presenza, almeno
dieci giorni prima dellAssemblea, presso la sede regionale.
In prima convocazione per la validit della Assemblea ordinaria necessaria la presenza di tanti soci che ne
rappresentino almeno un terzo, mentre per la validit dellAssemblea straordinaria necessaria la presenza di
tanti soci che ne rappresentino la met. Qualora in prima convocazione non si raggiunga il quorum sopracitato,
lAssemblea in seconda convocazione, che pu essere indetta con lo stesso avviso della prima, pu essere
tenuta almeno 24 ore dopo la prima.
In seconda convocazione lAssemblea valida qualunque sia il numero dei soci partecipanti.
LAssemblea regionale elegge il Consiglio regionale e i delegati allAssemblea nazionale in base a una percentuale rapportata al numero degli iscritti in ogni regione e stabilita di volta in volta dal Consiglio di amministrazione. Tutte le delibere devono essere assunte con le maggioranze previste dallarticolo 11.2 dello Statuto e con la
maggioranza assoluta dellAssemblea ordinaria, eccettuata la nomina delle cariche sociali per le quali sufficiente la maggioranza relativa.
NellAssemblea straordinaria necessita il voto di tanti soci che rappresentino i due terzi dellAssemblea, eccettuato lo scioglimento della Societ, per il quale occorrer il voto favorevole dei quattro quinti dei soci.
Tutte le votazioni sono palesi.
Le norme organizzative per lo svolgimento delle Assemblee regionali verranno emanate tempestivamente dal
Consiglio di amministrazione.

REGOLAMENTO IN VIGORE DAL 9 GIUGNO 2008

Art. 11 Consiglio regionale


11.1 Componenti del Consiglio regionale
In ogni struttura organizzativa territoriale costituito un Consiglio regionale, il quale responsabile di tutte le
attivit sociali di fronte al Consiglio di amministrazione e ai soci.
Il numero dei componenti del Consiglio regionale verr fissato, in valori compresi tra un minimo di tre e un
massimo di nove, dal Consiglio di amministrazione per ogni singola regione, tenuto conto dello stato organizzativo della Societ nelle varie realt locali.
11.2 Elezione del Consiglio regionale
Lelezione del Consiglio regionale avviene in sede di Assemblea regionale. I nominativi devono essere scelti tra
quelli di un elenco proposto da una Commissione elettorale eletta dallAssemblea stessa, la quale tenga conto,
per quanto possibile, della rappresentativit territoriale eterogenea e delle singole autocandidature.
I componenti del Consiglio regionale rimangono in carica tre anni e possono essere rieletti.
11.3 Elezione del Presidente e del Vicepresidente regionale
Il Consiglio regionale eletto, nella sua prima riunione che deve essere tenuta prima dellAssemblea nazionale,
deve nominare tra i suoi membri il Presidente regionale e il Vicepresidente regionale.
11.4 Obbligo di partecipazione alle sedute
I componenti del Consiglio regionale hanno lobbligo di intervenire a tutte le sedute del Consiglio. Dopo tre
assenze ingiustificate, il consigliere regionale decade dalla sua carica.
11.5 Riunioni dei Consigli regionali
Il Consiglio regionale si riunisce tutte le volte che la met dei suoi componenti o il Presidente regionale lo ritenga
necessario.
Lavviso della riunione, recante lordine del giorno, deve essere recapitato a mezzo lettera almeno dieci giorni
prima della data di convocazione. In caso di urgenza, la convocazione pu essere fatta con qualsiasi mezzo
compreso lavviso telefonico almeno tre giorni prima della convocazione. Il Consiglio regionale validamente
costituito con la presenza della met pi uno dei suoi componenti e delibera a maggioranza semplice con voto
palese. Qualora su una proposta si determinasse parit di voti, prevarr la decisione del Presidente.
Le delibere del Consiglio regionale devono essere trascritte sul libro dei verbali e controfirmate dal Presidente
regionale e dal segretario della riunione appositamente nominato. Tali verbali devono poi essere inviati tempestivamente in copia alla sede nazionale, comunque entro dieci giorni dalla riunione.
11.6 Rappresentativit del Presidente regionale
Il Presidente regionale assolve le funzioni di rappresentanza della Societ nel rispetto del dettato statutario. Ha
le responsabilit penali e fiscali inerenti ai compiti derivanti dalle sue funzioni.
In sua assenza le sue funzioni vengono svolte dal Vicepresidente regionale.
11.7 Vacanza di posti nei Consigli regionali
Qualora per qualsiasi motivo rimangano vacanti uno o pi posti nel Consiglio regionale, subentreranno nellincarico coloro che saranno cooptati dallo stesso Consiglio regionale.
Art. 12 Strutture organizzative di base
12.1 Presidi territoriali (Pt) e Bacini dutenza (Bu)
La struttura di base con compiti meramente organizzativi costituita dai Pt e dai Bu. Allinterno dei Pt possono
raggrupparsi i soci di varie unit lavorative, suddivisi in Bu. I Bu possono essere di impianto, di linea, di ufficio, di
ente, di azienda o di territorio.
12.2 Conformazione territoriale
La conformazione territoriale dei Pt e dei Bu viene disposta dal Consiglio regionale che ne individua la struttura
numerica e organizzativa sulla base delle necessit del territorio interessato.Tutti i soci devono essere collocati
in un Bu della propria area regionale.
12.3 Rappresentante di Bacino di utenza
Il Consiglio regionale pu nominare e revocare un rappresentante per ogni Bu, che ha il compito di curare i
rapporti con i soci del proprio bacino, assistendoli al disbrigo delle pratiche e informandoli sugli aggiornamenti
normativi e amministrativi della Societ.
Il rappresentante ha inoltre il compito di recepire le istanze dei soci riportandole al Responsabile del Pt e di
ricercare collaboratori che possano aiutarlo nel contatto con i soci e nella ricerca di nuovi soci.
12.4 Responsabile del Presidio territoriale
Il responsabile del Pt nominato e revocato dal Consiglio regionale e ha il compito di coordinare le attivit dei Bu
presenti nel proprio presidio e convocare le riunioni tra i loro rappresentanti.
12.5 Responsabilit relative alle richieste di ammissione
Entro il giorno 20 di ogni mese i responsabili di Pt e i rappresentanti di Bu devono rimettere alla Sede regionale, personalmente o mediante invio di una raccomandata, le domande di ammissione e le eventuali deleghe dei nuovi iscritti.
Qualora non ottemperino a tali disposizioni, sono ritenuti responsabili dei danni causati ai soci e alla Societ.
12.6 Riunioni dei soci di un Bacino di utenza
La riunione dei soci di un Bu pu essere convocata dal rappresentante di propria iniziativa o per richiesta del
Consiglio regionale ovvero allorch ne faccia richiesta almeno un terzo dei soci.

Art.13 Collaboratori promotori


Per una maggiore divulgazione degli scopi e dellattivit, la Societ pu avvalersi anche di collaboratori promotori appositamente incaricati dal Presidente del Consiglio di amministrazione sentito il Cda medesimo e il Consiglio regionale di competenza.
Compiti dei collaboratori promotori sono la ricerca e il primo contatto con i potenziali soci.
Lo svolgimento delle attivit dei collaboratori coordinato dal Consiglio regionale che, rapportandosi con il
responsabile del Presidio territoriale, deve concordare il piano promozionale e i vari interventi.
Art.13 bis Comitato operativo (Co)
Viene istituito il Co, composto dai presidenti dei consigli regionali il cui compito di assicurare lattuazione a
livello territoriale delle delibere del Cda e di fornire allo stesso Cda le indicazioni e le proposte per le decisioni di
competenza.
Il Co si riunisce su convocazione del Presidente del Cda con cadenza periodica e programmata fra una
adunanza del Cda e quella successiva e comunque tutte le volte che il Presidente del Cda lo ritenga
necessario.
Art. 14 Consulta delle regioni
La Consulta delle regioni istituita con lo scopo di contribuire a determinare gli indirizzi e a elaborare le proposte
politiche della Societ. Ogni regione pu inviare alla Consulta un numero massimo di tre loro rappresentanti,
scelti tra i soci che non ricoprono la carica di consigliere di amministrazione.
La Consulta viene convocata dal Presidente del Cda tutte le volte che sar ritenuto opportuno.
La partecipazione alla Consulta pu essere allargata o riservata a tutti i Consiglieri regionali e assumere carattere
seminariale. I consiglieri di amministrazione vi partecipano di diritto.
Art. 14 bis - Conferenza delle regioni
La Conferenza delle regioni pu riunirsi su convocazione del Consiglio di Amministrazione, ogni qualvolta questultimo ritenga opportuno richiedere pareri ed indirizzi su materie di particolare rilevanza per la vita sociale, sia
riguardo allaspetto gestionale che per quanto attiene alle politiche mutualistiche.
Pu, altres, essere convocata dal Consiglio di amministrazione su richiesta scritta presentata da almeno i 2/3 dei
Presidenti regionali, e solo nellipotesi in cui sia motivata dalla non conformit delle azioni del Consiglio di
amministrazione rispetto alle linee politiche approvate dallAssemblea dei soci; la convocazione dovr essere
effettuata entro 30 (trenta) giorni dal ricevimento di detta richiesta.
Art. 15 Delegati allAssemblea nazionale
I delegati allAssemblea nazionale dei soci vengono eletti nelle rispettive Assemblee regionali, nel numero stabilito con quorum paritetico per regione dal Cda.
Ogni delegato partecipa allAssemblea nazionale quale mandatario della propria Assemblea regionale.
Art. 16 Cariche nazionali e regionali
16.1 Rinnovo delle cariche sociali
Le cariche sociali nazionali, Consiglio di amministrazione, Collegio sindacale e Collegio dei probiviri, sono rinnovate contemporaneamente ogni tre anni dallAssemblea nazionale, come previsto dallo Statuto sociale.
Nei tre mesi che precedono il rinnovo delle cariche sociali nazionali si devono rinnovare, mediante elezione, tutti
i Consigli regionali.
16.2 Esclusione dalle cariche sociali
In relazione allarticolo 8.2 dello Statuto sociale non possono ricoprire cariche sociali i soci che sono:
a) membri del Parlamento italiano ed europeo, delle Giunte regionali, provinciali e comunali, nonch i Presidenti dei Consigli sopra individuati con popolazione superiore a 25.000 abitanti;
b) eletti alle cariche esecutive di Partito a livello nazionale, regionale, provinciale o di Comuni con popolazione superiore a 25.000 abitanti;
c) eletti alle cariche esecutive sindacali a livello nazionale, regionale o di comprensori con popolazione superiore a 25.000 abitanti.
16.3 Decadenza per incompatibilit dalle cariche sociali
In relazione allarticolo 8.2 dello Statuto sociale non pu ricoprire, per incompatibilit, cariche sociali:
a) il socio i cui parenti, sino al 2 grado in linea retta e sino al 2 grado in linea collaterale, abbiano in essere
un rapporto di lavoro dipendente con la Societ o con le sue controllate, per tutto il periodo temporale in cui
sussista detto rapporto di lavoro.
Il verificarsi della presente incompatibilit determina la decadenza immediata del socio dalla carica sociale ricoperta.
Art. 17 Modalit per le elezioni alle cariche sociali nazionali
Le elezioni del Consiglio di amministrazione, del Collegio sindacale e del Collegio dei probiviri si devono effettuare con voto palese sui nomi che la Commissione elettorale, nominata dallAssemblea nazionale, proporr
allAssemblea stessa.
I delegati presenti allAssemblea possono richiedere variazioni o inserimenti di altri nominativi allelenco proposto dalla Commissione elettorale.
Tutte le proposte devono essere comunque messe in discussione e quindi votate dallAssemblea.

10

REGOLAMENTO IN VIGORE DAL 9 GIUGNO 2008

Art. 18 Dimissioni dalle cariche sociali


18.1 Dimissione del Presidente
Il Presidente del Consiglio di amministrazione non pu dimettersi prima della discussione dei bilanci consuntivi
della sua gestione.
In ogni caso sar ritenuto responsabile della gestione sociale da lui amministrata durante il periodo della carica.
18.2 Dimissione da consigliere
Il Consigliere dimissionario, cui siano affidati incarichi nellinteresse della Societ, dovr sempre rendere esatto
conto al Consiglio della gestione affidatagli.
Art. 19 Aree funzionali
19.1 Aree funzionali
Al fine di meglio gestire lattivit operativa e amministrativa della Societ, studiare ed elaborare iniziative, il Cda
pu affidare specifici incarichi a singoli consiglieri che sono posti a capo delle Aree funzionali. I settori di attivit
e le singole responsabilit sono individuati dal Cda stesso.
19.2 Gruppi tecnici di lavoro (Gtl)
Per la loro operativit i GTL sono a composizione variabile e possono essere formati da soci o consulenti esterni
scelti dal CdA. I soci che ricoprono la carica di consiglieri regionali o consiglieri di amministrazione non possono
essere inseriti nei GTL; i soci sono automaticamente esclusi dai GTL per incompatibilit dal momento in cui
vengono nominati consiglieri regionali o consiglieri di amministrazione.
In particolare per le aree di elevata importanza strategica quali lArea produzione e lArea commerciale pu
essere richiesta una consulenza e/o collaborazione anche esterna di elevata professionalit nelle materie di
competenza.
Art. 20 Comitato esecutivo
composto dal Presidente e dal Vicepresidente del Consiglio di amministrazione, dal Direttore generale e dai
responsabili delle Aree funzionali.
Costituisce lorgano collegiale esecutivo delle delibere del Consiglio di amministrazione, sulla base delle quali
impartisce le direttive alle Aree funzionali, coordinandone il lavoro e verificandone i risultati.
I poteri del Comitato esecutivo sono stabiliti con delibera del Cda, in conformit a quanto stabilito dallarticolo
2381 Codice civile; il Comitato esecutivo pertanto, risponde del proprio operato al Cda medesimo.
Le delibere dellEsecutivo devono essere annotate su appositi registri da tenersi conformemente ai libri verbali
del Cda e devono essere comunicate allo stesso Cda nella sua prima seduta successiva allassunzione delle
precitate delibere.
Art. 21 Direttore generale
I compiti del Direttore generale sono determinati dal Cda, che con apposita delibera ne stabilisce annualmente il
compenso.
Art. 22 Collegio dei probiviri
Il Collegio dei probiviri viene convocato dal suo Presidente allorch la Societ lo informer della intervenuta
notifica di un ricorso da parte di un socio.
Si aduner, tenendo conto della residenza del socio, presso la sede sociale ovvero in una localit del territorio
italiano che il Presidente riterr pi agevole per listruzione della pratica, la successiva trattazione e la discussione conclusiva.

11

PRESTAZIONE BASE

Tutela Globale

Contributo associativo annuo - Euro 228,00

Liscrizione alla prestazione base Tutela Globale pu essere richiesta da tutti coloro che, in possesso dei requisiti previsti
dallo Statuto sociale e dal Regolamento applicativo, allatto della domanda di ammissione alla Societ, abbiano compiuto il
diciottesimo anno di et e non abbiano superato il sessantacinquesimo anno. La permanenza in questa prestazione consentita fino al compimento del sessantacinquesimo anno di et. Il passaggio ad altra prestazione possibile solo dopo una
permanenza nella prestazione base Tutela Globale di almeno tre anni e avr decorrenza dal 1 gennaio per i soci che
presenteranno domanda entro il 30 settembre. I soci che compiono il 65 anno di et sono collocati nella prestazione base
Prima Tutela con decorrenza dal 1 gennaio dellanno successivo allevento. I soci posti in pensione con et inferiore al
sessantacinquesimo anno di et possono chiedere il passaggio alla prestazione base Prima Tutela con decorrenza dal 1
gennaio dellanno successivo allevento.
ALLEGATO AL REGOLAMENTO

1 - Ricovero ospedaliero, Ricovero diurno, Cure oncologiche, Talassemia, Emodialisi cronica e


Assistenza ricovero pediatrico
1.1 Ricovero ospedaliero
Al socio, nel caso in cui egli stesso o un suo avente diritto sia ricoverato in una struttura ospedaliera, dopo le
prime due notti consecutive di ricovero, spetta un sussidio giornaliero dal primo giorno fino al termine del ricovero come di seguito specificato:
a) euro 50,00 (cinquanta/00) fino al decimo giorno compreso, per il ricovero del socio sottoposto a un intervento chirurgico, parto o a seguito di infortunio; in tali casi, a partire dallundicesimo giorno, al socio spetta
un sussidio giornaliero di euro 26,00 (ventisei/00);
b) euro 65,00 (sessantacinque/00) fino al decimo giorno compreso, per il ricovero del socio, in struttura
ospedaliera distante oltre 150 Km dalla residenza o allestero e sottoposto a un intervento chirurgico, parto
o a seguito di infortunio; in tali casi, a partire dallundicesimo giorno, al socio spetta un sussidio giornaliero
di euro 35,00 (trentacinque/00);
c) euro 26,00 (ventisei/00) per il ricovero del socio, non sottoposto a un intervento chirurgico, parto o a
seguito di infortunio;
d) euro 35,00 (trentacinque/00) per il ricovero del socio, non sottoposto a un intervento chirurgico, parto o a
seguito di infortunio, in struttura ospedaliera distante oltre 150 Km dalla residenza o allestero;
e) euro 15,00 (quindici/00) per il ricovero dellavente diritto, rideterminato in euro 30,00 (trenta/00) se effettuato in struttura ospedaliera distante oltre 150 Km dalla residenza o allestero. Il sussidio spetta per un
periodo massimo di 180 giorni nellarco dellanno solare.
Il sussidio di cui al presente articolo 1.1 non spetta qualora il ricovero avvenga per cure riabilitative.
1.2 Degenze in ricovero diurno con intervento chirurgico
Al socio, nel caso in cui egli stesso o un suo avente diritto sia ricoverato in struttura ospedaliera in regime di
ricovero diurno con intervento chirurgico, anche se preceduto o seguito da un singolo pernottamento ospedaliero, spetta un sussidio forfettario come di seguito specificato:
a) euro 100,00 (cento/00) per il ricovero del socio;
b) euro 50,00 (cinquanta/00) per il ricovero dellavente diritto.
1.3 Ricovero per cure riabilitative
Al socio, nel caso in cui egli stesso o un suo avente diritto sia ricoverato in una struttura sanitaria per cure
riabilitative, dopo le prime due notti consecutive di ricovero, spetta un sussidio giornaliero dal primo giorno fino al
termine del ricovero come di seguito specificato:
a) euro 26,00 (ventisei/00) per il ricovero del socio;
b) euro 15,00 (quindici/00) per il ricovero dellavente diritto.
Il sussidio spetta per un periodo massimo di 15 giorni nellarco dellanno solare.
Il periodo massimo, nellarco dellanno solare, elevato a 180 giorni per aventi diritto di et inferiore a diciotto anni.
1.4 Cure oncologiche e della Talassemia
Al socio, nel caso in cui egli stesso o un suo avente diritto sia sottoposto ambulatorialmente o in day hospital, al
trattamento di cure radianti e/o chemioterapiche per cure oncologiche o sia sottoposto a emotrasfusioni e/o a
trattamenti ferrochelanti per la cura della talassemia, spetta un sussidio giornaliero, per ogni giorno di trattamento, come di seguito specificato:
a) euro 26,00 (ventisei/00) per il socio;
b) euro 15,00 (quindici/00) per lavente diritto.
1.5 Emodialisi cronica
Al socio, nel caso in cui egli stesso o un suo avente diritto sia sottoposto a trattamento emodialitico cronico,
spetta un sussidio giornaliero di euro 15,00 (quindici/00).
Il sussidio calcolato per ogni giorno effettivo di ricovero o di degenza in day hospital per il trattamento dialitico
con un massimo di 104 giorni nellarco dellanno solare.
Non sar, in ogni caso, sussidiabile il trattamento dialitico effettuato a domicilio.

12

REGOLAMENTO IN VIGORE DAL 9 GIUGNO 2008

1.6 Assistenza ricovero pediatrico


Al socio, in caso di ricovero di un avente diritto di et inferiore agli otto anni, dopo le prime due notti
consecutive di ricovero spetta un sussidio aggiuntivo di euro 10,00 (dieci/00) al giorno, fino a un massimo di
dieci giorni.
1.6 bis Et minima degli aventi diritto
Nel caso in cui il ricovero ospedaliero si sia reso necessario per gli aventi diritto del socio di cui alla lettera b) del
punto 2.1 del Regolamento applicativo, il limite di et fissato - in deroga alla predetta norma - con decorrenza
dal decimo giorno di et.
1.7 Periodo di carenza
Per acquisire il diritto al sussidio il periodo di carenza di 120 giorni a decorrere dalla data di iscrizione.
Il periodo di carenza ridotto a 30 giorni se il ricovero dovuto ad infortunio.

2 - Grandi interventi chirurgici


2.1 Norme e importi del sussidio
Al socio nel caso in cui egli stesso o un suo avente diritto, sia sottoposto ad un grande intervento chirurgico,
intendendo per tale ogni intervento compreso nellallegato A, spetta un sussidio fino alla concorrenza della somma indicata nellelenco e tariffario A, per il rimborso delle spese sanitarie effettivamente sostenute e documentate relative a:
a) onorari dei chirurghi, degli anestesisti e di ogni altro soggetto partecipante allintervento;
b) diritti di sala operatoria;
c) materiale di intervento, compresi i trattamenti terapeutici e gli apparecchi protesici usati durante lintervento;
d) retta di degenza;
e) assistenza medica ed infermieristica, accertamenti diagnostici, trattamenti fisioterapici e rieducativi effettuati durante il periodo di ricovero relativo allintervento subito;
f) accertamenti diagnostici, esami di laboratorio e visite specialistiche, effettuate nei 120 giorni precedenti il
ricovero per lintervento e resi necessari dallintervento stesso per un massimo di euro 1.000,00 (mille/00)
per intervento;
g) esami diagnostici strumentali, esami di laboratorio, visite specialistiche, trattamenti fisioterapici e rieducativi, acquisto e/o noleggio di apparecchi protesici e sanitari, effettuati nei 120 giorni successivi allintervento e resi necessari dallintervento stesso per un massimo di euro 1.000,00 (mille/00) per intervento;
h) prelievo di organi o parti di esso; ricoveri relativi al donatore e agli accertamenti diagnostici, assistenza
medica ed infermieristica, intervento chirurgico di espianto, cure, medicinali e rette di degenza.
i) per spese di trasporto sanitario (in Italia e allestero) o per spese di rimpatrio della salma per decesso conseguente a grande intervento chirurgico avvenuto allestero, per un massimo di euro 3.000,00 (tremila/00).
2.2 Percentuale di rimborso
Il sussidio spetta per spese effettivamente sostenute e comunque fino alla concorrenza della somma indicata
nellelenco e tariffario A, (10.000 euro per tutti gli interventi ad esclusione del trapianto dorgani che prevede un
rimborso massimo di 50.000 euro)
Il sussidio di cui al precedente punto 2.1 viene erogato alle seguenti condizioni:
a) in caso di ricovero in strutture sanitarie convenzionate, con presa in carico in forma diretta da parte della
Societ, il rimborso sar pari al 100% della spesa sostenuta.
b) nel caso in cui il socio usufruisca solo dei punti f) g) h) i), il rimborso sar pari al 100% della spesa
sostenuta.
c) In tutti gli altri casi, il rimborso sar pari al 80% della spesa sostenuta.
2.3 Assistenza ricovero ospedaliero
Al socio, nel caso in cui egli stesso o un suo avente diritto sia sottoposto a grande intervento chirurgico, a titolo
di rimborso spese, spetta un sussidio per ogni giorno di ricovero, con un massimo di dieci giorni, come di seguito
specificato:
a) euro 40,00 (quaranta/00) giornaliere per ricovero in Italia;
b) euro 60,00 (sessanta/00) giornaliere per ricovero allestero.
Qualora siano richiesti solo i rimborsi lettera f) g) h) i) di cui al precedente punto 2.1, il socio potr richiedere
lassistenza ricovero ospedaliero.
2.4 Et minima degli aventi diritto
Nel caso in cui il grande intervento chirurgico si sia reso necessario per gli aventi diritto del socio di cui alla lettera
b) del punto 2.1 del Regolamento applicativo - in deroga alla predetta norma - non si tiene conto del limite di et
fissato a 30 giorni dalla nascita.
2.5 Sussidio di ricovero ospedaliero
Qualora siano richiesti solo i rimborsi lettera f) g) h) i) di cui al precedente punto 2.1, il socio potr richiedere il
sussidio ospedaliero di cui al punto 1).
2.6 Esclusione della cumulabilit del sussidio
Qualora siano richiesti i rimborsi lettera a) b) c) d) e) di cui al precedente punto 2.1, il socio, per se stesso o per
un suo avente diritto, deve rilasciare attestazione scritta circa loperativit, o meno, di polizze integrative e/o
assicurazioni sanitarie e/o adesione a Societ di mutuo soccorso e/o Fondi sanitari, al fine del calcolo del contributo integrativo erogabile da parte della Societ, essendo esclusa, in qualsivoglia caso, la cumulabilit del
sussidio in esame - nei limiti dei citati rimborsi - con altre tutele sanitarie.
Il socio deve pertanto presentare attestazione in cui si dichiari che si tratta dellunico rimborso richiesto.
PRESTAZIONE BASE TUTELA GLOBALE

13

altres obbligatorio presentare la documentazione di spesa unicamente in originale che sar restituita successivamente con indicato, sulla ricevuta, leventuale importo sussidiato.
2.7 Periodo di carenza
Per acquisire il diritto al sussidio il periodo di carenza di 180 giorni a decorrere dalla data di iscrizione.
Il periodo di carenza ridotto a 30 giorni se il grande intervento dovuto ad infortunio.

3 - Assistenza domiciliare sanitaria per malati neoplastici terminali


3.1 Diritto al sussidio e suo importo
Al socio, ovvero ai suoi beneficiari o agli eredi legittimi, nel caso in cui egli stesso o un suo avente diritto, sia affetto
da neoplasie maligne, viene riconosciuto un sussidio fino ad un massimo di euro 2.000,00 (duemila/00) come
rimborso alle spese sostenute a domicilio per gli interventi sanitari e le cure praticate negli ultimi sei mesi di vita.
Il sussidio verr liquidato solo se tutte le spese sostenute saranno dettagliatamente documentate e in regola con
la normativa fiscale vigente e riconducibili alla patologia in atto.
3.2 Periodo di carenza
Per acquisire il diritto al sussidio il periodo di carenza di 180 giorni a decorrere dalla data di iscrizione.

4 - Assistenza domiciliare sanitaria


4.1 Sussidio assistenza domiciliare
Al socio, nel caso in cui egli stesso o un suo avente diritto sia colpito da malattie invalidanti temporanee o
permanenti e necessiti di interventi sanitari a domicilio per praticare terapia medica e/o assistenza specialistica,
infermieristica per medicazioni, mobilizzazioni, prelievi, rilievi dei parametri biologici, fisioterapia e riabilitazione,
spetta un sussidio pari al 50% delle spese sostenute fino ad un massimo - per nucleo familiare - di euro 1.000,00
(mille/00) nellanno solare.
Il sussidio verr liquidato solo se tutte le spese sostenute saranno dettagliatamente documentate e in regola con
la normativa fiscale vigente e riconducibili alla patologia in atto.
4.2 Periodo di carenza
Per acquisire il diritto al sussidio, il periodo di carenza di 180 giorni, a decorrere dalla data di iscrizione.

5 - Alta diagnostica strumentale e alta specializzazione


5.1 Diritto al sussidio e suo importo
Al socio, nel caso in cui egli stesso o un suo avente diritto effettui un esame di alta diagnostica strumentale o di
alta specializzazione, spetta - per ogni esame effettuato - un sussidio come di seguito indicato.
Il sussidio rimborsabile fino ad un massimo di euro 3.000,00 (tremila/00) nellarco dellanno solare per nucleo
famigliare.
5.1.1. Alta diagnostica strumentale
a) rimborso del 100% del contributo al Servizio sanitario nazionale (ticket);
b) rimborso del 50% della spesa sostenuta nei casi di esami effettuati in regime privato o intramurale, fino a
un rimborso massimo di euro 100,00 (cento/00);
c) per esami effettuati in strutture convenzionate in forma diretta il costo a carico del socio di euro 40,00
(quaranta/00) per esame, la parte rimanente a carico della Societ.
Ai fini del sussidio si considerano accertamenti di alta diagnostica strumentale i seguenti esami:
angiografia;
risonanza magnetica nucleare (Rmn)
scintigrafia;
tomografia ad Emissione di Positroni (Pet)
tomografia assiale computerizzata (Tac)
5.1.2. Alta specializzazione
a) rimborso del 100% del contributo al Servizio sanitario nazionale (ticket);
b) rimborso del 50% della spesa sostenuta nei casi di esami effettuati in regime privato o intramurale, fino a
un rimborso massimo di euro 40,00 (quaranta/00);
c) per esami effettuati in strutture convenzionate in forma diretta il costo a carico del socio di euro 25,00
(venticinque) per esame, la parte rimanente a carico della Societ.
Ai fini del sussidio si considerano accertamenti di alta specializzazione i seguenti esami:
ecocardio-colordoppler;
ecocardiogramma;
doppler - ecodoppler;
elettromiografia;
mammografia.
mineralometria ossea computerizzata
5.2 Esclusioni
Il sussidio non concesso per le prestazioni inerenti lOdontoiatria, lOrtodonzia, la Medicina legale, la Medicina
dello sport, la Medicina del lavoro, la Medicina estetica, il rilascio di patenti, brevetti e abilitazioni, lOmeopatia,
la Medicina olistica, la Chiropratica, la Iridiologia.
5.3 Prescrizione medica
Per la richiesta del sussidio obbligatorio allegare la prescrizione del proprio medico curante contenente la
descrizione della patologia.

14

REGOLAMENTO IN VIGORE DAL 9 GIUGNO 2008

5.4 Periodo di carenza


Per acquisire il diritto al sussidio il periodo di carenza di 120 giorni a decorrere dalla data di iscrizione.
Il periodo di carenza ridotto a 30 giorni se lesame diagnostico dovuto a infortunio.

5 bis - Sussidio per esami diagnostici strumentali ed esami di laboratorio effettuati tramite Ssn (ticket)
5.1 bis Diritto al sussidio e suo importo
Al socio, nel caso in cui egli stesso o un suo avente diritto effettui esami diagnostici strumentali e/o di laboratorio
viene corrisposto, per spese documentate, un sussidio pari al 40% del contributo al Servizio sanitario nazionale
(ticket).
Per gli esami diagnostici strumentali e/o di laboratorio, il sussidio rimborsabile fino ad un massimo di euro
500,00 (cinquecento/00) nellarco dellanno solare per nucleo famigliare.
5.2 bis Deroga
In deroga allarticolo 5.6 del Regolamento Adesione a pi prestazioni, il sussidio inerente le spese sostenute in
regime privato o intermurale cumulabile con la prestazione aggiuntiva Salute Pi e/o Salute Single.
5.3 bis Esclusioni
Il sussidio non concesso per le prestazioni inerenti lOdontoiatria, lOrtodonzia, la Medicina legale, la Medicina
dello sport, la Medicina del lavoro, la Medicina estetica, il rilascio di patenti, brevetti e abilitazioni, lOmeopatia,
la Medicina olistica, la Chiropratica, la Iridiologia.
5.4 bis Presentazione della richiesta di sussidio
La richiesta di rimborso pu essere presentata con le seguenti scadenze:
a) una sola volta per anno solare
b) in qualsiasi momento dellanno purch, cumulando le spese sostenute, limporto dei ticket sia superiore a
euro 100,00 (cento/00).
Qualora sulla ricevuta del contributo al Servizio sanitario nazionale (ticket), non sia specificata la prestazione
effettuata obbligatorio allegare la prescrizione medica.
5.5 bis Periodo di carenza
Per acquisire il diritto al sussidio il periodo di carenza di 120 giorni a decorrere dalla data di iscrizione.
Il periodo di carenza ridotto a 30 giorni se lesame diagnostico dovuto a infortunio.

6 - Chirurgia oculistica
6.1 Intervento correttivo mediante laser ad eccimeri
Al socio, nel caso in cui egli stesso o un suo avente diritto effettui trattamenti laser o terapie di seguito specificate,
viene corrisposto l80% del documento fiscale comprovante lavvenuto intervento e le relative spese sostenute
(per visite specialistiche ed esami diagnostici), comunque fino a un massimo complessivo di euro 900,00 (novecento/00).
Limporto massimo del rimborso erogato una sola volta per persona, sia con intervento ad un solo occhio o ad
entrambi gli occhi, anche in tempi diversi.
Ai fini del sussidio si considerano interventi laser ad eccimeri i seguenti interventi:
laserchirurgia della cornea a scopo terapeutico per trattamento completo o trattamenti laser ad eccimeri
per miopia, astigmatismo, ipermetropia;
cheratomileusi intrastomale associata a laser;
terapia fotodinamica con verteporfine.
6.2 Periodo di carenza
Per acquisire il diritto al sussidio il periodo di carenza di 730 giorni a decorrere dalla data di iscrizione.

7 - Maternit
7.1 Diritto al sussidio e suo importo
Al socio, per se stesso o per un suo avente diritto, spetta un sussidio di euro 250,00 (duecentocinquanta/00) in
occasione di un parto, indipendentemente dallesito del parto stesso e dal numero dei figli nati.
Si ha diritto al sussidio quando il parto avviene dopo la ventiquattresima settimana di gestazione.
Tale sussidio spetta anche in caso di adozione, sia nazionale che internazionale secondo le disposizione vigenti
nella Repubblica italiana, indipendentemente dal numero di figli adottati (per singola pratica di adozione).
7.2 Assenza dal lavoro gravidanza a rischio
Al socio con rapporto di lavoro dipendente assente dal lavoro per gravidanza a rischio, superati 30 giorni continuativi, e per i giorni di assenza dal lavoro successivi al trentesimo giorno, spetta un sussidio di euro 8,00 (otto/
00) per tutta la durata della gravidanza.
Lo stato di gravidanza a rischio deve essere documentato da certificazione dellIspettorato Sanitario del lavoro
attestante linizio della gravidanza a rischio e la necessit dellassenza dal lavoro.
7.3 Periodo di carenza
Per acquisire il diritto al sussidio il periodo di carenza di 270 giorni, a decorrere dalla data di iscrizione.

8 - Malattia o infortunio extra lavoro


8.1 Diritto al sussidio e suo importo
Al socio con rapporto di lavoro dipendente assente dal lavoro per malattia o per infortunio extra-lavoro per un
periodo ininterrotto superiore a 90 giorni, spetta un sussidio forfetario di euro 80,00 (ottanta/00) per lassenza dal
novantunesimo giorno fino al centesimo giorno.
PRESTAZIONE BASE TUTELA GLOBALE

15

8.2 Assenza dal lavoro per malattia o infortunio extralavoro dopo cento giorni
Per i giorni ininterrotti di assenza dal lavoro successivi al centesimo giorno, al socio spetta in caso di malattia o
di infortunio extralavoro un sussidio di euro 8,00 (otto/00) sino alla riammissione in servizio o alleventuale diritto
al sussidio per riduzione di stipendio.
8.3 Periodo di carenza
Per acquisire il diritto al sussidio il periodo di carenza di 180 giorni a decorrere alla data di iscrizione.Tale
periodo ridotto a 30 giorni in caso di infortunio.

8 bis - Infortunio sul lavoro


8.1 bis Assenza per infortunio sul lavoro
Al socio con rapporto di lavoro dipendente assente dal lavoro per infortunio sul lavoro per un periodo ininterrotto
superiore a 90 giorni, spetta un sussidio forfetario di euro 80,00 (ottanta/00) per lassenza dal novantunesimo
giorno fino al centesimo giorno.
8.2 bis Assenza per infortunio sul lavoro dopo cento giorni
Per i giorni di assenza dal lavoro successivi al centesimo giorno, al socio spetta in caso di infortunio sul lavoro un
sussidio di euro 8,00 (otto/00) sino alla riammissione in servizio comunque per un periodo massimo non superiore a cinquanta giorni.
8.3 bis Periodo di carenza
Per acquisire il diritto al sussidio il periodo di carenza di 30 giorni a decorrere alla data di iscrizione.

9 - Riduzione di stipendio
9.1 Riduzione di stipendio base dopo il centocinquantesimo giorno
Qualora al socio con rapporto di lavoro dipendente venga applicata la riduzione dello stipendio base, degli scatti
di anzianit e della contingenza per assenza dal lavoro per malattia o infortunio extra lavoro per un periodo
superiore a 150 giorni, spetta un rimborso pari alla detrazione avuta con un sussidio massimo giornaliero di euro
16,00 (sedici/00) dal centocinquantunesimo giorno sino alla riammissione al lavoro, ovvero alla collocazione in
pensione o altro provvedimento, comunque per un periodo non superiore a 730 giorni.
Qualora al socio siano garantiti per qualsiasi previsione contrattuale o normativa recuperi economici, questi
saranno detratti interamente dal sussidio di cui al comma precedente.
Tale sussidio non spetta in caso di infortunio sul lavoro.
9.2 Riduzione di stipendio base prima del centocinquantesimo giorno
Nei casi in cui la riduzione dello stipendio base per malattia o infortunio extra lavoro intervenga prima del centocinquantesimo giorno e lo stato di malattia o infortunio extra lavoro prosegua oltre il centocinquantesimo giorno,
al socio spetta il sussidio di cui al precedente punto 9.1 nei limiti ivi previsti soltanto a decorrere dal centocinquantunesimo giorno.
Tale sussidio non spetta in caso di infortunio sul lavoro.
9.3 Documentazione
Il diritto al sussidio compete per la riduzione di stipendio base, degli scatti di anzianit e della contingenza
effettivamente subita e documentata.
9.4 Periodo di carenza
Per acquisire il diritto al sussidio il periodo di carenza di 180 giorni a decorrere dalla data iscrizione.

10 - Inabilit totale
10.1 Diritto al sussidio e suo importo
Al socio cui sia stata riconosciuta la totale inabilit fisica o mentale a carattere permanente accertata dai medici
degli Enti preposti a questo riconoscimento, tale da provocare unassoluta e permanente impossibilit a svolgere
qualsiasi lavoro, riconosciuto per una sola volta un sussidio nelle seguenti misure:
a) euro 15.500,00 (quindicimilacinquecento/00) per il socio di et inferiore a 30 anni allatto del provvedimento di riconoscimento dellinabilit totale;
b) euro 10.500,00 (diecimilacinquecento/00) per il socio di et inferiore a 40 anni allatto del provvedimento di
riconoscimento dellinabilit totale;
c) euro 5.200,00 (cinquemiladuecento/00) per il socio di et inferiore a 50 anni allatto del provvedimento di
riconoscimento dellinabilit totale;
d) euro 2.600,00 (duemilaseicento/00) per il socio di et inferiore a 60 anni allatto del provvedimento di
riconoscimento dellinabilit totale.
Lerogazione del sussidio subordinata alla effettiva cessazione da qualsiasi attivit lavorativa.
10.2 Esclusione dal sussidio
Sono esclusi dal diritto al sussidio i soci che al momento delliscrizione alla Societ risultino titolari di prestazioni
previdenziali o assistenziali liquidate per totale e permanente inabilit al lavoro, nonch coloro che siano titolari
di prestazioni pensionistiche di anzianit, vecchiaia o invalidit.
10.3 Periodo di carenza
Per acquisire il diritto al sussidio il periodo di carenza di 730 giorni a decorrere dalla data di iscrizione.
Il periodo di carenza ridotto a 30 giorni se linabilit dovuta ad infortunio.

16

REGOLAMENTO IN VIGORE DAL 9 GIUGNO 2008

11 - Decesso
11.1 Diritto al sussidio e suo importo
Nel caso di decesso del socio o di un suo avente diritto spetta, quale sostegno alla famiglia per contributo alle
spese funerarie, un sussidio nelle seguenti misure:
a) euro 25.000,00 (venticinquemila/00) nel caso in cui il socio deceduto abbia et inferiore ai 35 anni;
b) euro 15.000,00 (quindicimila/00) nel caso in cui il socio deceduto abbia et tra 35 e 59 anni, salvo leccezione prevista nel punto 11.2;
c) euro 5.000,00 (cinquemila/00) nel caso in cui il socio deceduto abbia et tra 60 e 65 anni;
d) euro 5.000,00 (cinquemila/00) per ogni avente diritto di et inferiore o uguale a 65 anni.
11.2 Eccezione
Per i soci che allatto delliscrizione hanno compiuto il 50 anno di et, e limitatamente alle iscrizioni decorrenti
dal 1 gennaio 2008, il sussidio rideterminato nella seguente misura:
a) euro 5.000,00 (cinquemila/00) nel caso in cui il socio deceduto abbia et tra 50 e 65 anni.
11.2 Periodo di carenza
Per acquisire diritto al sussidio il periodo di carenza di 180 giorni a decorrere dalla data di iscrizione.
Il periodo di carenza ridotto a 30 giorni se il decesso dovuto ad infortunio.

12 - Cumulabilit dei sussidi


I sussidi e i servizi erogati sono fra loro cumulabili ad eccezione del:
a) sussidio di gravidanza a rischio con il sussidio di riduzione di stipendio;
b) sussidio di malattia o infortunio extra lavoro con il sussidio di riduzione di stipendio;
c) sussidio di ricovero ospedaliero con il sussidio di chirurgia oculistica;
d) sussidio di alta diagnostica strumentale e alta specializzazione con il sussidio per grandi interventi chirurgici.

Documenti da allegare
1.1 Ricovero ospedaliero
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro
che pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Certificato di dimissione in originale dellUnit operativa (reparto) dellOspedale dal quale risulti la data di ingresso, quella di dimissione e la diagnosi.
3) Cartella clinica (completa di anamnesi) o relazione clinica per poter usufruire della maggiorazione del sussidio
per intervento chirurgico, parto o infortunio. (**)
4) Per i soci con meno di tre anni di iscrizione obbligatoria la cartella clinica (completa di anamnesi). (**)
5) Per ricoveri superiori a 15 giorni obbligatorio allegare la cartella clinica (completa di anamnesi, diagnosi e diario
clinico). (**)
6) Certificato di residenza, nel caso il ricovero sia avvenuto in localit oltre i 150 km dalla residenza o allestero. (*)
1.2 Degenze in ricovero diurno con intervento chirurgico
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Cartella clinica in cui sono indicati i giorni di effettivo ricovero specificatamente documentati, la diagnosi e il tipo di
intervento effettuato, con lannotazione che il ricovero avvenuto in regime di ricovero diurno o Day Surgery. (**)
1.3 Ricovero in strutture sanitarie riabilitative
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Cartella clinica dalla quale risulti la data di ingresso, quella di dimissione, il tipo di diagnosi e le terapie praticate. (**)
1.4 Cure oncologiche e della talassemia
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento
2) Certificato dellOspedale in cui sono indicate la data di inizio e quella di termine di ogni singolo periodo con
indicate tutte le date del trattamento ed il tipo di terapia praticata.
1.5 Emodialisi cronica
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento
2) Certificato dellOspedale in cui sono indicate la data di inizio e quella di termine di ogni singolo periodo con
indicate tutte le date del trattamento.
2 Grandi interventi chirurgici
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che pagano
i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun documento.
PRESTAZIONE BASE TUTELA GLOBALE

17

2) Cartella clinica completa di anamnesi e del tipo di intervento praticato. (**)


3) Documentazione analitica in originale delle spese (fattura, nota, parcella, fattura/ricevuta fiscale) contenente:
a. Indicazioni dellassistito (Socio o familiare avente diritto).
b. Indicazioni dellemittente (nome, cognome, residenza o domicilio, numero di partita Iva) con qualificazione
professionale e specialistica.
c. Data di emissione.
d. Numero e descrizione dettagliata delle prestazioni.
e. Data in cui le prestazioni sono state fornite o periodi di tempo per le prestazioni di carattere continuativo.
f . indicazioni di quietanzamento.
4) Ricevuta del ticket del Servizio sanitario nazionale.
Qualora sulla ricevuta del contributo al Servizio sanitario nazionale (ticket), non sia specificata la prestazione
effettuata obbligatorio allegare la prescrizione medica
3 Assistenza domiciliare sanitaria per malati neoplastici terminali
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2 Documentazione analitica in originale delle spese sostenute negli ultimi 6 mesi di vita del malato.
3) Certificato medico attestante la malattia neoplastica terminale.
4 Assistenza domiciliare sanitaria
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Documentazione analitica in originale delle spese (fattura, nota, parcella, fattura/ricevuta fiscale) contenente:
a. Indicazioni dellassistito (Socio o familiare avente diritto).
b. Indicazioni dellemittente (nome, cognome, residenza o domicilio, numero di partita Iva) con qualificazione
professionale e specialistica.
c. Data di emissione.
d. Numero e indicazione delle prestazioni di assistenza domiciliare sanitaria praticate.
e. Data in cui le prestazioni sono state fornite o periodi di tempo per le prestazioni di carattere continuativo.
f. Indicazioni di quietanzamento.
5 Alta diagnostica strumentale e alta specializzazione
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Documentazione analitica in originale delle spese (fattura, nota, parcella, fattura/ricevuta fiscale) contenente:
a. Indicazioni dellassistito (Socio o familiare avente diritto).
b. Indicazioni dellemittente (nome, cognome, residenza o domicilio, numero di partita Iva) con qualificazione
professionale e specialistica.
c. Data di emissione.
d. Numero e indicazione delle singole prestazioni praticate.
e. Data in cui le prestazioni sono state fornite o periodi di tempo per le prestazioni di carattere continuativo.
f. Indicazioni di quietanzamento.
3) Ricevuta del ticket del Servizio sanitario nazionale. Qualora sulla ricevuta del contributo al Servizio sanitario
nazionale (ticket), non sia specificata la prestazione effettuata obbligatorio allegare la prescrizione medica
4) Prescrizione del proprio medico curante contenente la descrizione della patologia.
5 bis Esami diagnostici strumentali ed esami di laboratorio effettuati tramite SSN
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Ricevuta del ticket del Servizio Sanitario Nazionale. Qualora sulla ricevuta del contributo al Servizio sanitario
nazionale (ticket), non sia specificata la prestazione effettuata obbligatorio allegare la prescrizione medica.
6 Chirurgia oculistica
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Cartella clinica o certificazione sanitaria del medico oculista attestante il tipo di intervento praticato e la diagnosi
della malattia che ha richiesto lintervento.
3) Documentazione analitica in originale delle spese (fattura, nota, parcella, fattura/ricevuta fiscale) contenente:
a. Indicazioni dellassistito (Socio o familiare avente diritto).
b. Indicazioni dellemittente (nome, cognome, residenza o domicilio, numero di partita Iva) con qualificazione
professionale e specialistica.
c. Data di emissione.
d. Data in cui le prestazioni sono state fornite o periodi di tempo per le prestazioni di carattere continuativo.
e. Indicazioni di quietanzamento.
4) Ricevuta del ticket del Servizio sanitario nazionale. Qualora sulla ricevuta del contributo al Servizio sanitario
nazionale (ticket), non sia specificata la prestazione effettuata obbligatorio allegare la prescrizione medica.

18

REGOLAMENTO IN VIGORE DAL 9 GIUGNO 2008

7.1 Maternit - Parto o adozione


1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Certificazione rilasciata dal medico ostetrico attestante il parto e la settimana di gestazione in cui il parto
avvenuto.
3) Certificato rilasciato dal Tribunale attestante lavvenuta adozione.
7.2 Maternit - Assenza da lavoro per gravidanza a rischio
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Certificato dellIspettorato Sanitario del Lavoro attestante linizio della gravidanza a rischio e la necessit dellassenza dal lavoro.
3) Cartella clinica o certificazione dellospedale o del medico ostetrico attestante il parto e la settimana di gestazione in cui il parto avvenuto.
8 Malattia o infortunio extra lavoro
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Certificato rilasciato dal medico dellASL competente (medico di famiglia), attestante il periodo di malattia.
3) Dichiarazione dellEnte dal quale il socio dipende attestante il periodo di assenza per malattia.
4) Fotocopia della busta paga riferita al periodo di malattia (solo per coloro che pagano i contributi associativi
tramite ccp o Rid).
8 bis Infortunio sul lavoro
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Certificato rilasciato dallINAIL attestante il periodo di infortunio.
3) Dichiarazione dellEnte dal quale il socio dipende attestante il periodo di assenza per infortunio.
4) Fotocopia della busta paga riferita al periodo di infortunio (solo per coloro che pagano i contributi associativi
tramite ccp o Rid).
9 Riduzione stipendio
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Dichiarazione mensile dellEnte dal quale il socio dipende che certifichi le giornate di malattia prima prima della
riduzione stipendio, il periodo di malattia successivo e limporto ridotto
3) Fotocopia della busta paga riferita al periodo di malattia (solo per coloro che pagano i contributi associativi
tramite ccp o R.I.D.).
10 Inabilit totale
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Dichiarazione di riconoscimento della totale inabilit fisica o mentale a carattere permanente accertata dagli Enti
preposti a questo riconoscimento (Istituti previdenziali che liquidano la pensione dinabilit, Commissioni per
linvalidit civile, ecc.).
3) Documento che attesti leffettiva cessazione da qualsiasi attivit lavorativa.
11 Decesso socio
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Certificato di decesso.
3) Certificato medico attestante la causa del decesso.
4) Copia autentica del testamento (ove esiste).
5) Atto di notoriet o dichiarazione sostitutiva di atto notorio per gli eventuali eredi legittimi in ordine alla loro
legittimazione (D.p.r. 28/12/2000 n. 45 - Art. 47 e 21).
6) Copia autenticata del decreto del giudice tutelare per limpiego delle somme spettanti agli eredi minori (rilasciato
dal Tribunale).
11 Decesso avente diritto
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Certificato di decesso.
3) Certificato originale di stato di famiglia certificante il grado di parentela con il socio.
4) Per i figli, i fratelli, le sorelle, i nipoti di et superiore ai 16 anni e fino al compimento dei 25 anni di et:
PRESTAZIONE BASE TUTELA GLOBALE

19

a. Dichiarazione sostitutiva di atto notorio, autenticato dagli Enti preposti, comprovante la mancanza di reddito
personale superiore al limite massimo previsto dalle vigenti norme fiscali per essere considerati a carico.
Documenti aggiuntivi da allegare per richiesta di sussidi riferiti ad aventi diritto
1) Certificato di stato di famiglia certificante il grado di parentela con il socio. (*)
2) Certificato di convivenza sotto lo stesso tetto del socio in caso di convivenza more-uxorio. (*)
3) Per i figli, i fratelli, le sorelle, i nipoti di et superiore ai 16 anni e fino al compimento dei 25 anni di et:
a. dichiarazione sostitutiva di atto notorio, comprovante la mancanza di reddito personale superiore al limite
massimo previsto dalle vigenti norme fiscali per essere considerati a carico. (*)
4) Per i figli, i fratelli, le sorelle, i nipoti di et superiore ai 25 anni, se permanentemente inabili al lavoro:
a. dichiarazione sostitutiva di atto notorio, comprovante la mancanza di reddito personale superiore al limite
massimo previsto dalle vigenti norme fiscali per essere considerati a carico. (*)
b. dichiarazione in originale rilasciata dagli Enti preposti a questo riconoscimento attestante linabilit permanente al lavoro.
Imposta di bollo su ricevute mediche
Ogni esemplare di fattura, nota, ricevuta, quietanza o simile documento, non soggetta ad IVA, rilasciata per un
importo pari o superiore ad euro 77,47 deve essere assoggettata ad imposta di bollo nella misura attualmente fissata
in euro 1,81 mediante applicazione di marche o bollo a punzone.
Pertanto, ai fini dellaccettazione della documentazione per il rimborso da parte della Mutua, il socio ha lobbligo di
presentazione di fatture o documenti equivalenti ricevuti regolarmente assoggettati ad imposta di bollo; comunque
la Societ non rimborsa limposta di bollo.
Dichiarazione di notoriet
Tutti i documenti segnati con (*) possono essere sostituiti con il modulo per la dichiarazione di notoriet, da autenticare presso le nostre sedi territoriali.
Traduzione dei documenti in lingua straniera
Nei casi in cui obbligatorio allegare la traduzione - secondo le modalit di cui allart.5.7 del regolamento applicativo
- di documenti scritti in lingua straniera, allegando la ricevuta fiscale, ne verr rimborsato il costo fino ad un massimo
di 30 euro per ogni sussidio richiesto.
Documentazione
La Societ pu richiedere al socio o direttamente agli enti competenti tutta la documentazione che riterr opportuna,
a conferma della validit del sussidio richiesto.
(**) Cartella clinica
Nei casi in cui obbligatorio presentare la cartella clinica, allegando la ricevuta fiscale, ne verr rimborsato il costo.

20

REGOLAMENTO IN VIGORE DAL 9 GIUGNO 2008

PRESTAZIONE AGGIUNTIVA

Partner

Contributo associativo annuo - Euro 72,00

Liscrizione alla prestazione aggiuntiva Partner pu essere richiesta da tutti i soci che allatto della domanda di adesione
risultino iscritti alla prestazione base Tutela Globale. Il diritto ai sussidi elencati nella prestazione Partner non compete quando la causa che ha determinato la richiesta sia conseguente a patologie o infortuni, fatti o eventi preesistenti alla data della
domanda di adesione, fatto salvo quanto previsto dallart. 1.7 bis del Regolamento. Ladesione alla prestazione aggiuntiva
Partner consentita fino al termine dellanno solare di compimento del sessantacinquesimo anno di et del coniuge o convivente more-uxorio.
ALLEGATO AL REGOLAMENTO

1 - Ricovero ospedaliero, Ricovero diurno, Cure oncologiche e Talassemia


1.1 Ricovero ospedaliero
Al socio, nel caso in cui il coniuge o convivente more-uxorio sia ricoverato in una struttura ospedaliera, dopo le
prime due notti consecutive di ricovero, spetta un sussidio giornaliero dal primo giorno fino al termine del ricovero come di seguito specificato:
a) euro 50,00 (cinquanta/00) fino al decimo giorno compreso, per il ricovero del coniuge o convivente more
uxorio sottoposto a un intervento chirurgico, parto o a seguito di infortunio; in tali casi, a partire dallundicesimo giorno, al socio spetta un sussidio giornaliero di euro 26,00 (ventisei/00);
b) euro 65,00 (sessantacinque/00) fino al decimo giorno compreso, per il ricovero del coniuge o convivente
more uxorio, in struttura ospedaliera distante oltre 150 Km dalla residenza o allestero e sottoposto a un
intervento chirurgico, parto o a seguito di infortunio; in tali casi, a partire dallundicesimo giorno, al coniuge
o convivente more uxorio spetta un sussidio giornaliero di euro 35,00 (trentacinque/00);
c) euro 26,00 (ventisei/00) per il ricovero del coniuge o convivente more uxorio, non sottoposto a un intervento chirurgico, parto o a seguito di infortunio;
d) euro 35,00 (trentacinque/00) per il ricovero del coniuge o convivente more uxorio, non sottoposto a un
intervento chirurgico, parto o a seguito di infortunio, in struttura ospedaliera distante oltre 150 Km dalla
residenza o allestero.
Il sussidio di cui al presente articolo 1.1 non spetta qualora il ricovero avvenga per cure riabilitative.
1.1 Degenze in ricovero diurno con intervento chirurgico
Al socio nel caso, in cui il coniuge o convivente more-uxorio sia ricoverato in struttura ospedaliera in regime di
ricovero diurno con intervento chirurgico, anche se preceduto o seguito da un singolo pernottamento ospedaliero, spetta un sussidio forfettario di euro 100,00 (cento/00).
1.2 Ricovero per cure riabilitative
Al socio, nel caso in cui il coniuge o convivente more-uxorio sia ricoverato in una struttura sanitaria per cure
riabilitative, dopo le prime due notti consecutive di ricovero, spetta un sussidio giornaliero dal primo giorno fino al
termine del ricovero di euro 26,00 (ventisei/00).
Il sussidio spetta per un periodo massimo di 15 giorni nellarco dellanno solare.
1.3 Cure oncologiche e della Talassemia
Al socio, nel caso in cui il coniuge o convivente more-uxorio sia sottoposto ambulatorialmente o in day hospital,
al trattamento di cure radianti e/o chemioterapiche per cure oncologiche o sia sottoposto a emotrasfusioni e/o a
trattamenti ferrochelanti per la cura della talassemia, spetta un sussidio giornaliero, per ogni giorno di trattamento di euro 26,00 (ventisei/00).
1.4 Periodo di carenza
Per acquisire il diritto al sussidio il periodo di carenza di 120 giorni a decorrere dalla data di collocazione nella
prestazione aggiuntiva.
Il periodo di carenza ridotto a 30 giorni se il ricovero dovuto ad infortunio.

2 - Maternit
2.1 Assenza dal lavoro gravidanza a rischio
Al socio, nel caso in cui il coniuge o convivente more-uxorio con rapporto di lavoro dipendente, assente dal
lavoro per gravidanza a rischio, superati 30 giorni continuativi e per i giorni di assenza dal lavoro successivi al
trentesimo giorno, spetta un sussidio di euro 8,00 (otto/00) per tutta la durata della gravidanza.
Lo stato di gravidanza a rischio deve essere documentato da certificazione dellIspettorato sanitario del lavoro
attestante linizio della gravidanza a rischio e la necessit dellassenza dal lavoro.
2.2 Periodo di carenza
Per acquisire il diritto al sussidio il periodo di carenza di 180 giorni, a decorrere dalla data di collocazione nella
prestazione aggiuntiva.

3 - Malattia o infortunio extra lavoro


3.1 Assenza dal lavoro per malattia o infortunio extralavoro
PRESTAZIONE AGGIUNTIVA PARTNER

21

Al socio, nel caso in cui il coniuge o convivente more-uxorio con rapporto di lavoro dipendente assente dal lavoro
per malattia o per infortunio extra-lavoro per un periodo ininterrotto superiore a 90 giorni, spetta un sussidio
forfetario di euro 80,00 (ottanta/00) per lassenza dal novantunesimo giorno fino al centesimo giorno.
3.2 Assenza dal lavoro per malattia o infortunio extralavoro dopo cento giorni
Per i giorni di assenza dal lavoro successivi al centesimo giorno, spetta in caso di malattia o di infortunio extralavoro un sussidio di euro 8,00 (otto/00) sino alla riammissione in servizio o alleventuale diritto al sussidio per
riduzione di stipendio.
Tale sussidio non spetta in caso di infortunio sul lavoro.
3.3 Periodo di carenza
Per acquisire il diritto al sussidio il periodo di carenza di 180 giorni a decorrere alla data di collocazione nella
prestazione aggiuntiva.Tale periodo ridotto a 30 giorni in caso di infortunio.

3 bis - Infortunio sul lavoro


3.1 bis Assenza per infortunio sul lavoro
Al socio, nel caso in cui il coniuge o convivente more-uxorio con rapporto di lavoro dipendente, assente dal
lavoro per infortunio sul lavoro per un periodo ininterrotto superiore a 90 giorni, spetta un sussidio forfetario di
euro 80,00 (ottanta/00) per lassenza dal novantunesimo giorno fino al centesimo giorno.
3.2 bis Assenza per infortunio sul lavoro dopo cento giorni
Per i giorni di assenza dal lavoro successivi al centesimo giorno, al socio spetta in caso di infortunio sul lavoro un
sussidio di euro 8,00 (otto/00) sino alla riammissione in servizio comunque per un periodo massimo non superiore a cinquanta giorni.
3.3 bis Periodo di carenza
Per acquisire il diritto al sussidio il periodo di carenza di 30 giorni a decorrere alla data di collocazione nella
prestazione aggiuntiva.

4 - Riduzione di stipendio
4.1 Riduzione di stipendio base dopo il centocinquantesimo giorno
Al socio, nel caso in cui il coniuge o convivente more-uxorio con rapporto di lavoro dipendente, venga applicata
la riduzione dello stipendio base, degli scatti di anzianit e della contingenza per assenza dal lavoro per malattia
o infortunio extra lavoro per un periodo superiore a 150 giorni, spetta un rimborso pari alla detrazione avuta con
un sussidio massimo giornaliero di euro 16,00 (sedici/00) dal centocinquantunesimo giorno sino alla riammissione al lavoro, ovvero alla collocazione in pensione o altro provvedimento, comunque per un periodo non superiore a 730 giorni.
Qualora al socio siano garantiti per qualsiasi previsione contrattuale o normativa recuperi economici, questi
saranno detratti interamente dal sussidio di cui al comma precedente. Tale sussidio non spetta in caso di infortunio sul lavoro.
4.2 Riduzione di stipendio base prima del centocinquantesimo giorno
Nei casi in cui la riduzione dello stipendio base per malattia o infortunio extra lavoro intervenga prima del centocinquantesimo giorno e lo stato di malattia o infortunio extra lavoro prosegua oltre il centocinquantesimo giorno,
al socio spetta il sussidio di cui al precedente punto 4.1 nei limiti ivi previsti soltanto a decorrere dal centocinquantunesimo giorno.
Tale sussidio non spetta in caso di infortunio sul lavoro.
4.3 Documentazione
Il diritto al sussidio compete per la riduzione di stipendio base, degli scatti di anzianit e della contingenza
effettivamente subita e documentata.
4.4 Periodo di carenza
Per acquisire il diritto al sussidio il periodo di carenza di 180 giorni a decorrere dalla data di collocazione nella
prestazione aggiuntiva.

5 - Inabilit totale
5.1 Diritto al sussidio e suo importo
Al socio, nel caso in cui al coniuge o convivente more-uxorio sia stata riconosciuta la totale inabilit fisica o
mentale a carattere permanente accertata dai medici degli Enti preposti a questo riconoscimento, tale da provocare unassoluta e permanente impossibilit a svolgere qualsiasi lavoro, riconosciuto per una sola volta un
sussidio nelle seguenti misure:
a) euro 15.500,00 (quindicimilacinquecento/00) per il coniuge o convivente more uxorio di et inferiore a 30
anni allatto del provvedimento di riconoscimento dellinabilit totale;
b) euro 10.500,00 (diecimilacinquecento/00) per il coniuge o convivente more uxorio di et inferiore a 40 anni
allatto del provvedimento di riconoscimento dellinabilit totale;
c) euro 5.200,00 (cinquemiladuecento/00) per il coniuge o convivente more uxorio di et inferiore a 50 anni
allatto del provvedimento di riconoscimento dellinabilit totale;
d) euro 2.600,00 (duemilaseicento/00) per il coniuge o convivente more uxorio di et inferiore a 60 anni
allatto del provvedimento di riconoscimento dellinabilit totale.
Lerogazione del sussidio subordinata alla effettiva cessazione da qualsiasi attivit lavorativa.

22

REGOLAMENTO IN VIGORE DAL 9 GIUGNO 2008

5.2 Esclusione dal sussidio


escluso dal diritto al sussidio il coniuge o convivente more-uxorio che al momento delliscrizione alla Societ
risulti titolari di prestazioni previdenziali o assistenziali liquidate per totale e permanente inabilit al lavoro, nonch coloro che siano titolari di prestazioni pensionistiche di anzianit, vecchiaia o invalidit.
5.3 Periodo di carenza
Per acquisire il diritto al sussidio il periodo di carenza di 730 giorni a decorrere dalla data di collocazione nella
prestazione aggiuntiva.
Il periodo di carenza ridotto a 30 giorni se linabilit dovuta ad infortunio.

6 - Decesso
6.1 Sussidio e suo importo
Al socio, nel caso di decesso del coniuge o convivente more-uxorio spetta, quale sostegno alla famiglia per
contributo alle spese funerarie, un sussidio nelle seguenti misure:
a) euro 25.000,00 (venticinquemila/00) nel caso in cui il coniuge o convivente more-uxorio deceduto abbia
et inferiore ai 35 anni;
b) euro 15.000,00 (quindicimila/00) nel caso in cui il coniuge o convivente more-uxorio deceduto abbia et tra
35 e 59 anni, salvo leccezione prevista nel punto 6.2.
6.2 Eccezione
Per i soci, con coniuge o convivente more-uxorio che allatto di adesione alla Partner ha compiuto il 50 anno di
et, e limitatamente alle adesioni alla prestazione decorrenti dal 1 gennaio 2008, il sussidio rideterminato nella
seguente misura:
a) euro 5.000,00 (cinquemila/00) nel caso in cui il coniuge o convivente more-uxorio deceduto abbia et tra
50 e 59 anni.
6.3 Periodo di carenza
Per acquisire diritto al sussidio il periodo di carenza di 180 giorni a decorrere dalla data di collocazione nella
prestazione aggiuntiva.
Il periodo di carenza ridotto a 30 giorni se il decesso dovuto ad infortunio.

7 - Cumulabilit dei sussidi


I sussidi e i servizi erogati sono fra loro cumulabili ad eccezione del:
a) sussidio di gravidanza a rischio con il sussidio di riduzione di stipendio;
b) sussidio di malattia o infortunio extra lavoro con il sussidio di riduzione di stipendio.
Documenti da allegare
1.1 Ricovero ospedaliero
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Certificato di dimissione in originale dellUnit operativa (reparto) dellOspedale dal quale risulti la data di ingresso, quella di dimissione e la diagnosi.
3) Cartella clinica (completa di anamnesi) o relazione clinica per poter usufruire della maggiorazione del sussidio
per intervento chirurgico, parto o infortunio. (**)
4) Per i soci con meno di tre anni di adesione alla prestazione aggiuntiva obbligatoria la cartella clinica (completa
di anamnesi). (**)
5) Per ricoveri superiori a 15 giorni obbligatorio allegare la cartella clinica (completa di anamnesi, diagnosi e diario
clinico). (**)
6) Certificato di residenza, nel caso il ricovero sia avvenuto in localit oltre i 150 km dalla residenza o allestero (*)
1.2 Degenze in ricovero diurno con intervento chirurgico
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Cartella clinica in cui sono indicati i giorni di effettivo ricovero specificatamente documentati, la diagnosi e il tipo di
intervento effettuato, con lannotazione che il ricovero avvenuto in regime di ricovero diurno o Day Surgery. (**)
1.3 Ricovero in strutture sanitarie riabilitative
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Cartella clinica dalla quale risulti la data di ingresso, quella di dimissione, il tipo di diagnosi (per patologie cardiache, respiratorie o neurologiche) e le terapie praticate. (**)
1.4 Cure oncologiche e della talassemia
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Certificato dellOspedale in cui sono indicate la data di inizio e quella di termine di ogni singolo periodo con
indicate tutte le date del trattamento ed il tipo di terapia praticata.
PRESTAZIONE AGGIUNTIVA PARTNER

23

2 Maternit - Assenza da lavoro per gravidanza a rischio


1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che pagano
i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun documento.
2) Certificato dellIspettorato Sanitario del Lavoro attestante linizio della gravidanza a rischio e la necessit dellassenza dal lavoro.
3) Cartella clinica o certificazione dellospedale o del medico ostetrico attestante il parto e la settimana di gestazione
in cui il parto avvenuto.
3 Malattia o infortunio extra lavoro
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Certificato rilasciato dal medico dellASL competente (medico di famiglia), attestante il periodo di malattia.
3) Dichiarazione dellEnte dal quale il coniuge o convivente del socio dipende attestante il periodo di assenza per
malattia.
4) Fotocopia della busta paga riferita al periodo di malattia (solo per coloro che pagano i contributi associativi tramite
ccp o R.I.D.).
3 bis Infortunio sul lavoro
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento
2) Certificato rilasciato dallINAIL attestante il periodo di infortunio.
3) Dichiarazione dellEnte dal quale il coniuge o convivente del socio dipende attestante il periodo di assenza per
infortunio.
4) Fotocopia della busta paga riferita al periodo di infortunio (solo per coloro che pagano i contributi associativi
tramite ccp o R.I.D.).
4 Riduzione stipendio
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Dichiarazione mensile dellEnte dal quale il coniuge o convivente del socio dipende che certifichi le giornate di
malattia prima della riduzione stipendio, il periodo di malattia successivo e limporto ridotto
3) Fotocopia della busta paga riferita al periodo di malattia (solo per coloro che pagano i contributi associativi tramite
ccp o R.I.D.).
5 Inabilit totale
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Dichiarazione di riconoscimento della totale inabilit fisica o mentale a carattere permanente accertata dagli Enti
preposti a questo riconoscimento (Istituti previdenziali che liquidano la pensione dinabilit, Commissioni per
linvalidit civile, ecc.).
6 Decesso coniuge o convivente more uxorio
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Certificato di decesso.
3) Certificato medico attestante la causa del decesso.
4) Certificato originale di stato di famiglia certificante il grado di parentela con il socio.
5) Documento che attesti leffettiva cessazione da qualsiasi attivit lavorativa
Documenti aggiuntivi da allegare per ogni richiesta di sussidio
1) Certificato di stato di famiglia certificante il grado di parentela con il socio. (*)
2) Certificato di convivenza sotto lo stesso tetto del socio in caso di convivenza more-uxorio. (*)
Dichiarazione di notoriet
Tutti i documenti segnati con (*) possono essere sostituiti con il modulo per la dichiarazione di notoriet, da autenticare presso le nostre sedi territoriali.
Traduzione dei documenti in lingua straniera
Nei casi in cui obbligatorio allegare la traduzione - secondo le modalit di cui allart.5.7 del regolamento applicativo
- di documenti scritti in lingua straniera, allegando la ricevuta fiscale, ne verr rimborsato il costo fino ad un massimo
di 30 euro per ogni sussidio richiesto.
Documentazione
La Societ pu richiedere al socio o direttamente agli enti competenti tutta la documentazione che riterr opportuna,
a conferma della validit del sussidio richiesto.
(**) Cartella clinica
Nei casi in cui obbligatorio presentare la cartella clinica, allegando la ricevuta fiscale, ne verr rimborsato il costo.

24

REGOLAMENTO IN VIGORE DAL 9 GIUGNO 2008

PRESTAZIONE AGGIUNTIVA

Tutela Figli

Contributo associativo annuo per ciascun figlio/a - Euro 84,00

Liscrizione alla prestazione aggiuntiva Tutela Figli pu essere richiesta da tutti coloro che allatto della domanda di adesione
risultino iscritti alla prestazione base Tutela Globale.
Ladesione alla prestazione aggiuntiva Tutela Figli consentita per ogni figlio/a avente unet compresa dai venticinque anni
compiuti fino al termine dellanno solare di compimento del trentacinquesimo anno di et, a condizione che sia a carico fiscale
del socio e sia residente sotto lo stesso tetto del socio.
Nel caso di adesione entro 30 giorni dal compimento del 25 anno di et del figlio/a non si considerano le carenze previste nei
singoli sussidi. Nel caso di adesione successiva a 30 giorni dal compimento del 25 anno di et del figlio/a si applicano le
carenze previste nei singoli sussidi e inoltre, il diritto ai sussidi elencati nella prestazione aggiuntiva Tutela Figli, non compete
quando la causa che ha determinato la richiesta sia conseguente a patologie o infortuni, fatti o eventi preesistenti alla data
della domanda di adesione alla prestazione aggiuntiva Tutela Figli fatto salvo quanto previsto dallart. 1.7 bis del Regolamento. Nel caso in cui il figlio/a perda i requisiti (carico fiscale e/o residenza sotto lo stesso tetto del socio) ladesione alla
prestazione aggiuntiva Figli comunque consentita fino al termine dellanno solare.

ALLEGATO AL REGOLAMENTO

1 - Ricovero ospedaliero, Ricovero diurno, Cure oncologiche, Talassemia, Emodialisi cronica


1.1 Ricovero ospedaliero
Al socio, nel caso in cui il proprio figlio/a avente diritto sia ricoverato in una struttura ospedaliera, dopo le prime
due notti consecutive di ricovero, spetta un sussidio giornaliero dal primo giorno fino al termine del ricovero di
euro 15,00 (quindici/00), rideterminato in euro 30,00 (trenta/00) se effettuato in struttura ospedaliera distante
oltre 150 Km dalla residenza o allestero. Il sussidio spetta per un periodo massimo di 180 giorni nellarco dellanno solare.
Il sussidio di cui al presente articolo 1.1 non spetta qualora il ricovero avvenga per cure riabilitative.
1.2 Degenze in ricovero diurno con intervento chirurgico
Al socio, nel caso in cui il proprio figlio/a avente diritto sia ricoverato in struttura ospedaliera in regime di ricovero
diurno con intervento chirurgico, anche se preceduto o seguito da un singolo pernottamento ospedaliero, spetta
un sussidio forfettario di euro 50,00 (cinquanta/00).
1.3 Ricovero per cure riabilitative
Al socio, nel caso in cui il proprio figlio/a avente diritto sia ricoverato in una struttura sanitaria per cure riabilitative, dopo le prime due notti consecutive di ricovero, spetta un sussidio giornaliero dal primo giorno fino al termine
del ricovero di euro 15,00 (quindici/00).
Il sussidio spetta per un periodo massimo di 15 giorni nellarco dellanno solare.
1.4 Cure oncologiche e della Talassemia
Al socio, nel caso in cui il proprio figlio/a avente diritto sia sottoposto ambulatoriamente o in day hospital, al
trattamento di cure radianti e/o chemioterapiche per cure oncologiche o sia sottoposto a emotrasfusioni e/o a
trattamenti ferrochelanti per la cura della talassemia, spetta un sussidio giornaliero, per ogni giorno di trattamento, di euro 15,00 (quindici/00).
1.5 Emodialisi cronica
Al socio, nel caso il proprio figlio/a avente diritto sia sottoposto a trattamento emodialitico cronico, spetta un
sussidio giornaliero di euro 15,00 (quindici/00). Il sussidio calcolato per ogni giorno effettivo di ricovero o di
degenza in day hospital per il trattamento dialitico con un massimo di 104 giorni nellarco dellanno solare. Non
sar, in ogni caso, sussidiabile il trattamento dialitico effettuato a domicilio.
1.6 Periodo di carenza
Per acquisire il diritto al sussidio il periodo di carenza di 120 giorni a decorrere dalla data di collocazione nella
prestazione aggiuntiva. Il periodo di carenza ridotto a 30 giorni se il ricovero dovuto ad infortunio.

2 - Grandi interventi chirurgici


2.1 Norme e importi del sussidio
Al socio nel caso in cui il proprio figlio/a avente diritto, sia sottoposto ad un grande intervento chirurgico, intendendo per tale ogni intervento compreso nellallegato A, spetta un sussidio fino alla concorrenza della somma
indicata nellelenco e tariffario A, per il rimborso delle spese sanitarie effettivamente sostenute e documentate
relative a:
a) onorari dei chirurghi, degli anestesisti e di ogni altro soggetto partecipante allintervento;
b) diritti di sala operatoria;
c) materiale di intervento, compresi i trattamenti terapeutici e gli apparecchi protesici usati durante lintervento;
d) retta di degenza;
e) assistenza medica ed infermieristica, accertamenti diagnostici, trattamenti fisioterapici e rieducativi effetPRESTAZIONE AGGIUNTIVA TUTELA FIGLI

25

tuati durante il periodo di ricovero relativo allintervento subito;


f) accertamenti diagnostici, esami di laboratorio e visite specialistiche, effettuate nei 120 giorni precedenti il
ricovero per lintervento e resi necessari dallintervento stesso per un massimo di euro 1.000,00 (mille/00)
per intervento;
g) esami diagnostici strumentali, esami di laboratorio, visite specialistiche, trattamenti fisioterapici e rieducativi, acquisto e/o noleggio di apparecchi protesici e sanitari, effettuati nei 120 giorni successivi allintervento e resi necessari dallintervento stesso per un massimo di euro 1.000,00 (mille/00) per intervento;
h) prelievo di organi o parti di esso; ricoveri relativi al donatore e agli accertamenti diagnostici, assistenza
medica ed infermieristica, intervento chirurgico di espianto, cure, medicinali e rette di degenza.
i) per spese di trasporto sanitario (in Italia e allestero) o per spese di rimpatrio della salma per decesso
conseguente a grande intervento chirurgico avvenuto allestero, per un massimo di euro 3.000,00 (tremila/00).
2.2 Percentuale di rimborso
Il sussidio spetta per spese effettivamente sostenute e comunque fino alla concorrenza della somma indicata
nellelenco e tariffario A, (10.000 euro per tutti gli interventi ad esclusione del trapianto dorgani che prevede un
rimborso massimo di 50.000 euro)
Il sussidio di cui al precedente punto 2.1 viene erogato alle seguenti condizioni:
d) in caso di ricovero in strutture sanitarie convenzionate, con presa in carico in forma diretta da parte della
Societ, il rimborso sar pari al 100% della spesa sostenuta.
e) nel caso in cui il socio usufruisca solo dei punti f) g) h) i), il rimborso sar pari al 100% della spesa
sostenuta.
f) In tutti gli altri casi, il rimborso sar pari al 80% della spesa sostenuta.
2.3 Assistenza ricovero ospedaliero
Al socio, nel caso in cui il proprio figlio/a avente diritto, sia sottoposto a grande intervento chirurgico, a titolo di
rimborso spese, spetta un sussidio per ogni giorno di ricovero, con un massimo di dieci giorni, come di seguito
specificato:
a) euro 40,00 (quaranta/00) giornaliere per ricovero in Italia;
b) euro 60,00 (sessanta/00) giornaliere per ricovero allestero.
Qualora siano richiesti solo i rimborsi lettera f) g) h) i) di cui al precedente punto 2.1, il socio potr richiedere
lassistenza ricovero ospedaliero.
2.4 Sussidio di ricovero ospedaliero
Qualora siano richiesti solo i rimborsi lettera f ) g) h) di cui al precedente punto 2.1, il socio ha diritto inoltre a
richiedere il sussidio ospedaliero di cui al punto 1).
2.5 Esclusione della cumulabilit del sussidio
Qualora siano richiesti i rimborsi lettera a) b) c) d) e) di cui al precedente punto 2.1, il socio, per se stesso o per
un suo avente diritto, deve rilasciare attestazione scritta circa loperativit, o meno, di polizze integrative e/o
assicurazioni sanitarie e/o adesione a Societ di mutuo soccorso e/o Fondi sanitari, al fine del calcolo del contributo integrativo erogabile da parte della Societ, essendo esclusa, in qualsivoglia caso, la cumulabilit del
sussidio in esame - nei limiti dei citati rimborsi - con altre tutele sanitarie.
Il socio deve pertanto presentare attestazione in cui si dichiari che si tratta dellunico rimborso richiesto.
altres obbligatorio presentare la documentazione di spesa unicamente in originale che sar restituita successivamente con indicato, sulla ricevuta, leventuale importo sussidiato.
2.6 Periodo di carenza
Per acquisire il diritto al sussidio il periodo di carenza di 180 giorni a decorrere dalla data di iscrizione.
Il periodo di carenza ridotto a 30 giorni se il grande intervento dovuto ad infortunio.

3 - Assistenza domiciliare sanitaria per malati neoplastici terminali


3.1 Diritto al sussidio e suo importo
Al socio, nel caso in cui il proprio figlio/a avente diritto sia affetto da neoplasie maligne, viene riconosciuto un
sussidio fino ad un massimo di euro 2.000,00 (duemila/00) come rimborso alle spese sostenute a domicilio per gli
interventi sanitari e le cure praticate negli ultimi sei mesi di vita. Il sussidio verr liquidato solo se tutte le spese
sostenute saranno dettagliatamente documentate e in regola con la normativa fiscale vigente e riconducibili alla
patologia in atto.
3.2 Periodo di carenza
Per acquisire il diritto al sussidio il periodo di carenza di 180 giorni a decorrere dalla data di collocazione nella
prestazione aggiuntiva.

4 - Assistenza domiciliare sanitaria


4.1 Sussidio assistenza domiciliare
Al socio, nel caso in cui il proprio figlio/a avente diritto sia colpito da malattie invalidanti temporanee o permanenti e necessiti di interventi sanitari a domicilio per praticare terapia medica e/o assistenza specialistica, infermieristica per medicazioni, mobilizzazioni, prelievi, rilievi dei parametri biologici, spetta un sussidio di euro 10,00
(dieci/00) allora e per un massimo di cento ore nellanno solare. Il sussidio verr liquidato solo se tutte le spese
sostenute saranno dettagliatamente documentate e in regola con la normativa fiscale vigente e riconducibili alla
patologia in atto.

26

REGOLAMENTO IN VIGORE DAL 9 GIUGNO 2008

4.2 Periodo di carenza


Per acquisire il diritto al sussidio, il periodo di carenza di 180 giorni a decorrere dalla data di collocazione nella
prestazione aggiuntiva.

5 - Alta diagnostica strumentale e alta specializzazione


5.1 Diritto al sussidio e suo importo
Al socio, nel caso in cui il proprio figlio/a avente diritto effettui un esame di alta diagnostica strumentale o di alta
specializzazione, spetta - per ogni esame effettuato - un sussidio come di seguito indicato.
Il sussidio rimborsabile fino ad un massimo di euro 3.000,00 (tremila/00) nellarco dellanno solare per nucleo
famigliare.
5.1.1. Alta diagnostica strumentale
a) rimborso del 100% del contributo al Servizio sanitario nazionale (ticket);
b) rimborso del 50% della spesa sostenuta nei casi di esami effettuati in regime privato o intramurale, fino a
un rimborso massimo di euro 100,00 (cento/00);
c) per esami effettuati in strutture convenzionate in forma diretta il costo a carico del socio di euro 40,00
(quaranta/00) per esame, la parte rimanente a carico della Societ.
Ai fini del sussidio si considerano accertamenti di alta diagnostica strumentale i seguenti esami:
angiografia;
risonanza magnetica nucleare (Rmn)
scintigrafia;
tomografia ad Emissione di Positroni (Pet)
tomografia assiale computerizzata (Tac)
5.1.2. Alta specializzazione
a) rimborso del 100% del contributo al Servizio sanitario nazionale (ticket);
b) rimborso del 50% della spesa sostenuta nei casi di esami effettuati in regime privato o intramurale, fino a
un rimborso massimo di euro 40,00 (quaranta/00);
c) per esami effettuati in strutture convenzionate in forma diretta il costo a carico del socio di euro 25,00
(venticinque/00) per esame, la parte rimanente a carico della Societ.
Ai fini del sussidio si considerano accertamenti di alta specializzazione i seguenti esami:
ecocardio-colordoppler;
ecocardiogramma;
doppler - ecodoppler;
elettromiografia;
mammografia.
mineralometria ossea computerizzata
5.2 Esclusioni
il sussidio non concesso per le prestazioni inerenti lOdontoiatria, lOrtodonzia, la Medicina legale, la Medicina
dello sport, la Medicina del lavoro, la Medicina estetica, il rilascio di patenti, brevetti e abilitazioni, lOmeopatia,
la Medicina olistica, la Chiropratica, la Iridiologia.
5.3 Prescrizione medica
Per la richiesta del sussidio obbligatorio allegare la prescrizione del proprio medico curante contenente la
descrizione della patologia.
5.4 Periodo di carenza
Per acquisire il diritto al sussidio il periodo di carenza di 120 giorni a decorrere dalla data di iscrizione.
Il periodo di carenza ridotto a 30 giorni se lesame diagnostico dovuto a infortunio.

5 bis - Sussidio per esami diagnostici strumentali ed esami di laboratorio effettuati tramite Ssn (ticket)
5.1 bis Diritto al sussidio e suo importo
Al socio, nel caso in cui il proprio figlio/a avente diritto effettui esami diagnostici strumentali e/o di laboratorio
viene corrisposto, per spese documentate, un sussidio pari al 40% del contributo al Servizio sanitario nazionale
(ticket).
Per gli esami diagnostici strumentali e/o di laboratorio, il sussidio rimborsabile fino ad un massimo di euro
500,00 (cinquecento/00) nellarco dellanno solare per nucleo famigliare.
5.2 bis Deroga
In deroga allarticolo 5.6 del Regolamento Adesione a pi prestazioni, il sussidio cumulabile con la prestazione aggiuntiva Salute pi e/o Salute single.
5.3 bis Esclusioni
Il sussidio non concesso per le prestazioni inerenti lOdontoiatria, lOrtodonzia, la Medicina legale, la Medicina
dello sport, la Medicina del lavoro, la Medicina estetica, il rilascio di patenti, brevetti e abilitazioni, lOmeopatia,
la Medicina olistica, la Chiropratica, la Iridiologia.
PRESTAZIONE AGGIUNTIVA TUTELA FIGLI

27

5.4 bis Presentazione della richiesta di sussidio


La richiesta di rimborso pu essere presentata con le seguenti scadenze:
c) una sola volta per anno solare
d) in qualsiasi momento dellanno purch, cumulando le spese sostenute, limporto dei ticket sia superiore a
100,00 euro (cento/00).
Qualora sulla ricevuta del contributo al Servizio sanitario nazionale (ticket), non sia specificata la prestazione
effettuata obbligatorio allegare la prescrizione medica.
5.5 bis Periodo di carenza
Per acquisire il diritto al sussidio il periodo di carenza di 120 giorni a decorrere dalla data di iscrizione.
Il periodo di carenza ridotto a 30 giorni se lesame diagnostico dovuto a infortunio.

6 - Chirurgia oculistica
6.1 Intervento correttivo mediante laser ad eccimeri
Al socio, nel caso in cui il proprio figlio/a avente diritto effettui trattamenti laser o terapie di seguito specificate,
viene corrisposto l80% del documento fiscale comprovante lavvenuto intervento e le relative spese sostenute
(per visite specialistiche ed esami diagnostici), comunque fino a un massimo complessivo di euro 900,00 (novecento/00).
Limporto massimo del rimborso erogato una sola volta per persona, sia con intervento ad un solo occhio o ad
entrambi gli occhi, anche in tempi diversi.
Ai fini del sussidio si considerano interventi laser ad eccimeri i seguenti interventi:
laserchirurgia della cornea a scopo terapeutico per trattamento completo o trattamenti laser ad eccimeri per
miopia, astigmatismo, ipermetropia;
cheratomileusi intrastomale associata a laser;
terapia fotodinamica con verteporfine.
6.2 Periodo di carenza
Per acquisire il diritto al sussidio il periodo di carenza di 730 giorni a decorrere dalla data di collocazione nella
prestazione aggiuntiva.

7 - Maternit
7.1 Diritto al sussidio e suo importo
Al socio, per la propria figlia avente diritto, spetta un sussidio di euro 250,00 (duecentocinquanta/00) in occasione
di un parto, indipendentemente dallesito del parto stesso e dal numero dei figli nati.
Si ha diritto al sussidio quando il parto avviene dopo la ventiquattresima settimana di gestazione.
Tale sussidio spetta anche in caso di adozione, sia nazionale che internazionale secondo le disposizione vigenti
nella Repubblica italiana, indipendentemente dal numero di figli adottati (per singola pratica di adozione).
7.2 Periodo di carenza
Per acquisire il diritto al sussidio il periodo di carenza di 365 giorni, a decorrere dalla data di iscrizione alla
presente prestazione aggiuntiva.

8 - Decesso
8.1 Diritto al sussidio e suo importo
Al socio, nel caso di decesso del proprio figlio/a avente diritto, spetta, quale sostegno alla famiglia per contributo
alle spese funerarie, un sussidio di euro 5.000,00 (cinquemila/00).
8.2. Eredi legittimi
Il sussidio di decesso del proprio figlio/a verr liquidato direttamente al socio.
8.3 Periodo di carenza
Per acquisire diritto al sussidio il periodo di carenza di 180 giorni a decorrere dalla data di collocazione nella
prestazione aggiuntiva. Il periodo di carenza ridotto a 30 giorni se il decesso dovuto ad infortunio.

9 - Cumulabilit dei sussidi


I sussidi e i servizi erogati sono fra loro cumulabili ad eccezione del:
a) sussidio di ricovero ospedaliero con il sussidio di chirurgia oculistica;
b) sussidio di alta diagnostica strumentale e alta specializzazione con il sussidio per grandi interventi
chirurgici.

28

REGOLAMENTO IN VIGORE DAL 9 GIUGNO 2008

Documenti da allegare
1.1 Ricovero ospedaliero
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Certificato di dimissione in originale dellUnit operativa (reparto) dellOspedale dal quale risulti la data di ingresso, quella di dimissione e la diagnosi.
3) Per i soci con meno di tre anni di adesione alla prestazione obbligatoria la cartella clinica (completa di anamnesi). (**)
4) Per ricoveri superiori a 15 giorni obbligatorio allegare la cartella clinica (completa di anamnesi, diagnosi e diario
clinico). (**)
5) Certificato di residenza, nel caso il ricovero sia avvenuto in localit oltre i 150 km dalla residenza o allestero (*).
1.2 Degenze in ricovero diurno con intervento chirurgico
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Cartella clinica in cui sono indicati i giorni di effettivo ricovero specificatamente documentati, la diagnosi e il tipo di
intervento effettuato, con lannotazione che il ricovero avvenuto in regime di ricovero diurno o Day Surgery. (**)
1.3 Ricovero in strutture sanitarie riabilitative
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Cartella clinica dalla quale risulti la data di ingresso, quella di dimissione, il tipo di diagnosi (per patologie cardiache, respiratorie o neurologiche) e le terapie praticate. (**)
1.4 Cure oncologiche e della talassemia
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Certificato dellOspedale in cui sono indicate la data di inizio e quella di termine di ogni singolo periodo con
indicate tutte le date del trattamento ed il tipo di terapia praticata.
1.5 Emodialisi cronica
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Certificato dellOspedale in cui sono indicate la data di inizio e quella di termine di ogni singolo periodo con
indicate tutte le date del trattamento.
2 Grandi interventi chirurgici
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Cartella clinica completa di anamnesi e del tipo di intervento praticato. (**)
3) Documentazione analitica in originale delle spese (fattura, nota, parcella, fattura/ricevuta fiscale) contenente:
a. Indicazioni dellassistito (Socio o familiare avente diritto)
b. Indicazioni dellemittente (nome, cognome, residenza o domicilio, numero di partita IVA) con qualificazione
professionale e specialistica
c. Data di emissione
d. Numero e descrizione dettagliata delle prestazioni
e. Data in cui le prestazioni sono state fornite o periodi di tempo per le prestazioni di carattere continuativo
f. Indicazioni di quietanzamento
4) Ricevuta del ticket del Servizio sanitario nazionale. Qualora sulla ricevuta del contributo al Servizio sanitario
nazionale (ticket), non sia specificata la prestazione effettuata obbligatorio allegare la prescrizione medica
3 Assistenza domiciliare sanitaria per malati neoplastici terminali
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Documentazione analitica in originale delle spese sostenute negli ultimi 6 mesi di vita del malato.
3) Certificato medico attestante la malattia neoplastica terminale.
4 Assistenza domiciliare sanitaria
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
PRESTAZIONE AGGIUNTIVA TUTELA FIGLI

29

2) Documentazione analitica in originale delle spese (fattura, nota, parcella, fattura/ricevuta fiscale) contenente:
a. Indicazioni dellassistito (Socio o familiare avente diritto).
b. Indicazioni dellemittente (nome, cognome, residenza o domicilio, numero di partita Iva) con qualificazione
professionale e specialistica.
c. Data di emissione.
d. Numero e indicazione delle prestazioni di assistenza domiciliare sanitaria praticate.
e. Data in cui le prestazioni sono state fornite o periodi di tempo per le prestazioni di carattere continuativo.
f. Indicazioni di quietanzamento.
5 Alta diagnostica strumentale e alta specializzazione
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Documentazione analitica in originale delle spese (fattura, nota, parcella, fattura/ricevuta fiscale) contenente:
a. Indicazioni dellassistito (figlio/a)Indicazioni dellemittente (nome, cognome, residenza o domicilio, numero di
partita Iva) con qualificazione professionale e specialistica.
b. Data di emissione.
c. Numero e indicazione delle singole prestazioni praticate.
d. Data in cui le prestazioni sono state fornite o periodi di tempo per le prestazioni di carattere continuativo.
e. Indicazioni di quietanzamento.
3) Ricevuta del ticket del Servizio sanitario nazionale. Qualora sulla ricevuta del contributo al Servizio sanitario
nazionale (ticket), non sia specificata la prestazione effettuata obbligatorio allegare la prescrizione medica
4) Prescrizione del proprio medico curante contenente la descrizione della patologia.
5 bis Esami diagnostici strumentali ed esami di laboratorio effettuati tramite Servizio sanitario nazionale
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che pagano
i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun documento.
2) Ricevuta del ticket del Servizio sanitario nazionale. Qualora sulla ricevuta del contributo al Servizio sanitario
nazionale (ticket), non sia specificata la prestazione effettuata obbligatorio allegare la prescrizione medica
6 Chirurgia oculistica
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Cartella clinica o certificazione sanitaria del medico oculista attestante il tipo di intervento praticato e la diagnosi
della malattia che ha richiesto lintervento.
3) Documentazione analitica in originale delle spese (fattura, nota, parcella, fattura/ricevuta fiscale) contenente:
a. Indicazioni dellassistito (figlio/a)
b. Indicazioni dellemittente (nome, cognome, residenza o domicilio, numero di partita Iva) con qualificazione
professionale e specialistica.
c. Data di emissione.
d. Data in cui le prestazioni sono state fornite o periodi di tempo per le prestazioni di carattere continuativo.
e. Indicazioni di quietanzamento.
4) Ricevuta del ticket del Servizio sanitario nazionale. Qualora sulla ricevuta del contributo al Servizio sanitario
nazionale (ticket), non sia specificata la prestazione effettuata obbligatorio allegare la prescrizione medica
7.1 Maternit - Parto o adozione
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Certificazione rilasciata dal medico ostetrico attestante il parto e la settimana di gestazione in cui il parto
avvenuto.
3) Certificato rilasciato dal Tribunale attestante lavvenuta adozione.
8 Decesso
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Certificato di decesso.
3) Certificato originale di stato di famiglia certificante il grado di parentela con il socio.
4) Per i figli, i fratelli, le sorelle, i nipoti di et superiore ai 16 anni e fino al compimento dei 25 anni di et:
a. Dichiarazione sostitutiva di atto notorio, autenticato dagli Enti preposti, comprovante la mancanza di reddito
personale superiore al limite massimo previsto dalle vigenti norme fiscali per essere considerati a carico.
Documenti aggiuntivi da allegare ad ogni pratica
1) Certificato di stato di famiglia certificante il grado di parentela con il socio. (*)
2) Dichiarazione sostitutiva di atto notorio, comprovante la mancanza di reddito personale superiore al limite massimo previsto dalle vigenti norme fiscali per essere considerati a carico.(*)

30

REGOLAMENTO IN VIGORE DAL 9 GIUGNO 2008

Imposta di bollo su ricevute mediche


Ogni esemplare di fattura, nota, ricevuta, quietanza o simile documento, non soggetta ad IVA, rilasciata per un
importo pari o superiore ad euro 77,47 deve essere assoggettata ad imposta di bollo nella misura attualmente
fissata in euro 1,81 mediante applicazione di marche o bollo a punzone.
Pertanto, ai fini dellaccettazione della documentazione per il rimborso da parte della Mutua, il socio ha lobbligo
di presentazione di fatture o documenti equivalenti ricevuti regolarmente assoggettati ad imposta di bollo; comunque la Societ non rimborsa limposta di bollo.
Dichiarazione di notoriet
Tutti i documenti segnati con (*) possono essere sostituiti con il modulo per la dichiarazione di notoriet, da
autenticare presso le nostre sedi territoriali.
Traduzione dei documenti in lingua straniera
Nei casi in cui obbligatorio allegare la traduzione - secondo le modalit di cui allart.5.7 del regolamento
applicativo - di documenti scritti in lingua straniera, allegando la ricevuta fiscale, ne verr rimborsato il costo fino
ad un massimo di 30 euro per ogni sussidio richiesto.
Documentazione
La Societ pu richiedere al socio o direttamente agli enti competenti tutta la documentazione che riterr opportuna, a conferma della validit del sussidio richiesto.
(**) Cartella clinica
Nei casi in cui obbligatorio presentare la cartella clinica, allegando la ricevuta fiscale, ne verr rimborsato il
costo.

PRESTAZIONE AGGIUNTIVA TUTELA FIGLI

31

PRESTAZIONE BASE

Prima Tutela

Contributo associativo annuo - Euro 162,00

Liscrizione alla prestazione base Prima Tutela pu essere richiesta da tutti coloro che, in possesso dei requisiti previsti dallo
Statuto sociale e dal Regolamento applicativo, allatto della domanda di ammissione alla Societ, abbiano compiuto il diciottesimo anno di et e non abbiano superato il settantacinquesimo anno di et. Il passaggio ad altra prestazione possibile solo
dopo una permanenza nella prestazione base Prima Tutela di almeno tre anni e avr decorrenza dal 1 gennaio per i soci che
presenteranno domanda entro il 30 settembre.
ALLEGATO AL REGOLAMENTO

1 - Ricovero ospedaliero, Ricovero diurno, Cure oncologiche e Talassemia


1.1 Ricovero ospedaliero
Al socio, nel caso in cui egli stesso o un suo avente diritto sia ricoverato in una struttura ospedaliera, dopo le
prime due notti consecutive di ricovero, spetta un sussidio giornaliero dal primo giorno fino al termine del ricovero come di seguito specificato:
a) euro 13,00 (tredici/00) per il ricovero del socio;
b) euro 13,00 (tredici/00) per il ricovero dellavente diritto.
Il sussidio spetta per un periodo massimo di 100 giorni nellanno solare sia per il socio che per ogni suo avente
diritto.
Il sussidio di cui al presente articolo 1.1 non spetta qualora il ricovero avvenga per cure riabilitative.
1.2 Degenze in ricovero diurno con intervento chirurgico
Al socio, nel caso in cui egli stesso o un suo avente diritto sia ricoverato in struttura ospedaliera in regime di
ricovero diurno con intervento chirurgico, anche se preceduto o seguito da un singolo pernottamento ospedaliero, spetta un sussidio forfettario come di seguito specificato:
a) euro 60,00 (sessanta/00) per il ricovero del socio;
b) euro 60,00 (sessanta/00) per il ricovero dellavente diritto.
1.3 Ricovero per cure riabilitative
Al socio, nel caso in cui egli stesso o un suo avente diritto sia ricoverato in una struttura sanitaria per cure
riabilitative, dopo le prime due notti consecutive di ricovero, spetta un sussidio giornaliero dal primo giorno fino al
termine del ricovero come di seguito specificato:
a) euro 13,00 (tredici/00) per il ricovero del socio;
b) euro 13,00 (tredici/00) per il ricovero dellavente diritto.
Il sussidio spetta per un periodo massimo di 15 giorni nellarco dellanno solare.
Il periodo massimo, nellarco dellanno solare, elevato a 180 giorni per aventi diritto di et inferiore a diciotto anni.
1.4 Cure oncologiche e della talassemia
Al socio, nel caso in cui egli stesso o un suo avente diritto sia sottoposto ambulatorialmente o in day hospital, al
trattamento di cure radianti e/o chemioterapiche per cure oncologiche o sia sottoposto a emotrasfusioni e/o a
trattamenti ferrochelanti per la cura della talassemia, spetta un sussidio giornaliero, per ogni giorno di trattamento, come di seguito specificato:
a) euro 13,00 (tredici/00) per il socio;
b) euro 13,00 (tredici/00) per lavente diritto.
1.4 bis - Et minima degli aventi diritto
Nel caso in cui il ricovero ospedaliero si sia reso necessario per gli aventi diritto del socio di cui alla lettera b) del
punto 2.1 del Regolamento applicativo, il limite di et fissato - in deroga alla predetta norma - con decorrenza
dal decimo giorno di et.
1.5 Periodo di carenza
Per acquisire il diritto al sussidio il periodo di carenza di 120 giorni a decorrere dalla data di iscrizione.
Il periodo di carenza ridotto a 30 giorni se il ricovero dovuto ad infortunio.

2 - Grandi interventi chirurgici


2.1 Norme e importi del sussidio
Al socio nel caso in cui il proprio figlio/a avente diritto, sia sottoposto ad un grande intervento chirurgico, intendendo
per tale ogni intervento compreso nellallegato A, spetta un sussidio fino alla concorrenza della somma indicata
nellelenco e tariffario A, per il rimborso delle spese sanitarie effettivamente sostenute e documentate relative a:
a) onorari dei chirurghi, degli anestesisti e di ogni altro soggetto partecipante allintervento;
b) diritti di sala operatoria;
c) materiale di intervento, compresi i trattamenti terapeutici e gli apparecchi protesici usati durante lintervento;
d) retta di degenza;
e) assistenza medica ed infermieristica, accertamenti diagnostici, trattamenti fisioterapici e rieducativi effettuati durante il periodo di ricovero relativo allintervento subito;
f) accertamenti diagnostici, esami di laboratorio e visite specialistiche, effettuate nei 120 giorni precedenti il
ricovero per lintervento e resi necessari dallintervento stesso per un massimo di euro 1.000,00 (mille/00)
per intervento;
g) esami diagnostici strumentali, esami di laboratorio, visite specialistiche, trattamenti fisioterapici e rieduca-

32

REGOLAMENTO IN VIGORE DAL 9 GIUGNO 2008

tivi, acquisto e/o noleggio di apparecchi protesici e sanitari, effettuati nei 120 giorni successivi allintervento e resi necessari dallintervento stesso per un massimo di euro 1.000,00 (mille/00) per intervento;
h) prelievo di organi o parti di esso; ricoveri relativi al donatore e agli accertamenti diagnostici, assistenza
medica ed infermieristica, intervento chirurgico di espianto, cure, medicinali e rette di degenza.
i) per spese di trasporto sanitario (in Italia e allestero) o per spese di rimpatrio della salma per decesso conseguente a grande intervento chirurgico avvenuto allestero, per un massimo di euro 3.000,00 (tremila/00).
2.2 Percentuale di rimborso
Il sussidio spetta per spese effettivamente sostenute e comunque fino alla concorrenza della somma indicata
nellelenco e tariffario A, (10.000 euro per tutti gli interventi ad esclusione del trapianto dorgani che prevede un
rimborso massimo di 50.000 euro)
Il sussidio di cui al precedente punto 2.1 viene erogato alle seguenti condizioni:
g) in caso di ricovero in strutture sanitarie convenzionate, con presa in carico in forma diretta da parte della
Societ, il rimborso sar pari al 100% della spesa sostenuta.
h) nel caso in cui il socio usufruisca solo dei punti f), g), h), i), il rimborso sar pari al 100% della spesa
sostenuta.
i) In tutti gli altri casi, il rimborso sar pari al 80% della spesa sostenuta.
2.3 Assistenza ricovero ospedaliero
Al socio, nel caso in cui il proprio figlio/a avente diritto, sia sottoposto a grande intervento chirurgico, a titolo di rimborso
spese, spetta un sussidio per ogni giorno di ricovero, con un massimo di dieci giorni, come di seguito specificato:
a) euro 20,00 (quaranta/00) giornaliere per ricovero in Italia;
b) euro 40,00 (sessanta/00) giornaliere per ricovero allestero.
Qualora siano richiesti solo i rimborsi lettera f), g), h), i) di cui al precedente punto 2.1, il socio potr richiedere
lassistenza ricovero ospedaliero.
2.4 Et minima degli aventi diritto
Nel caso in cui il grande intervento chirurgico si sia reso necessario per gli aventi diritto del socio di cui alla lettera
b) del punto 2.1 del Regolamento applicativo - in deroga alla predetta norma - non si tiene conto del limite di et
fissato a 30 giorni dalla nascita.
2.5 Sussidio di ricovero ospedaliero
Qualora siano richiesti solo i rimborsi lettera f), g), h), i) di cui al precedente punto 2.1, il socio potr richiedere il
sussidio ospedaliero di cui al punto 1).
2.6 Esclusione della cumulabilit del sussidio
Qualora siano richiesti i rimborsi lettera a), b), c), d), e) di cui al precedente punto 2.1, il socio, per se stesso o per
un suo avente diritto, deve rilasciare attestazione scritta circa loperativit, o meno, di polizze integrative e/o
assicurazioni sanitarie e/o adesione a Societ di mutuo soccorso e/o Fondi sanitari, al fine del calcolo del contributo integrativo erogabile da parte della Societ, essendo esclusa, in qualsivoglia caso, la cumulabilit del
sussidio in esame - nei limiti dei citati rimborsi - con altre tutele sanitarie.
Il socio deve pertanto presentare attestazione in cui si dichiari che si tratta dellunico rimborso richiesto.
altres obbligatorio presentare la documentazione di spesa unicamente in originale che sar restituita successivamente con indicato, sulla ricevuta, leventuale importo sussidiato.
2.7 Periodo di carenza
Per acquisire il diritto al sussidio il periodo di carenza di 180 giorni a decorrere dalla data di iscrizione.
Il periodo di carenza ridotto a 30 giorni se il grande intervento dovuto ad infortunio.

3 - Assistenza domiciliare sanitaria per malati neoplastici terminali


3.1 Diritto al sussidio e suo importo
Al socio, ovvero ai suoi beneficiari o agli eredi legittimi, nel caso in cui egli stesso o un suo avente diritto, sia
affetto da neoplasie maligne, viene riconosciuto un sussidio fino ad un massimo di euro 1.000,00 (mille/00) come
rimborso alle spese sostenute a domicilio per gli interventi sanitari e le cure praticate negli ultimi sei mesi di vita.
Il sussidio verr liquidato solo se tutte le spese sostenute saranno dettagliatamente documentate e in regola con
la normativa fiscale vigente e riconducibili alla patologia in atto.
3.2 Periodo di carenza
Per acquisire il diritto al sussidio il periodo di carenza di 180 giorni a decorrere dalla data di iscrizione.

4 - Assistenza domiciliare sanitaria


4.1 Sussidio assistenza domiciliare
Al socio, nel caso in cui egli stesso o un suo avente diritto sia colpito da malattie invalidanti temporanee o
permanenti e necessiti di interventi sanitari a domicilio per praticare terapia medica e/o assistenza specialistica,
infermieristica per medicazioni, mobilizzazioni, prelievi, rilievi dei parametri biologici, fisioterapia e riabilitazione,
spetta un sussidio pari al 50% delle spese sostenute fino ad un massimo - per nucleo familiare - di euro 1.000,00
(mille/00) nellanno solare.
Il sussidio verr liquidato solo se tutte le spese sostenute saranno dettagliatamente documentate e in regola con
la normativa fiscale vigente e riconducibili alla patologia in atto.
4.2 Periodo di carenza
Per acquisire il diritto al sussidio il periodo di carenza di 180 giorni, a decorrere dalla data di iscrizione.
PRESTAZIONE BASE PRIMA TUTELA

33

5 - Visite specialistiche
5.1 Diritto al sussidio e suo importo
Al socio, nel caso in cui egli stesso o un suo avente diritto effettui una visita specialistica, viene corrisposto per
ogni visita un sussidio pari al:
a) 40% del contributo al Servizio sanitario nazionale (ticket);
b) 50% della spesa sostenuta nei casi di visite in regime privato o intramurale, fino a un rimborso massimo di
euro 30,00 (trenta/00) per ciascuna visita e comunque nel limite di due visite per anno solare per ogni
singola specializzazione sia per il socio che per ciascun avente diritto. Tale limite elevato a quattro nella
specializzazione di Ostetricia e Ginecologia.
Il sussidio non concesso per le prestazioni inerenti lOdontoiatria, lOrtodonzia, la Medicina legale, la Medicina
dello sport, la Medicina del lavoro, la Medicina estetica, il rilascio di patenti, brevetti e abilitazioni.
Sono inoltre escluse e quindi non riconosciute le visite specialistiche effettuate da soggetti non in possesso di
laurea in Medicina e Chirurgia.
5.2 Deroga
In deroga allarticolo 5.6 del Regolamento Doppia iscrizione del socio, il sussidio cumulabile con la prestazione aggiuntiva Salute Pi e/o Salute Single.
5.3 Periodo di carenza
Per acquisire il diritto al sussidio il periodo di carenza di 120 giorni a decorrere dalla data di iscrizione.

6 - Alta diagnostica strumentale e alta specializzazione


6.1 Diritto al sussidio e suo importo
Al socio, nel caso in cui egli stesso o un suo avente diritto effettui un esame di alta diagnostica strumentale o di
alta specializzazione, spetta - per ogni esame effettuato - un sussidio come di seguito indicato.
Il sussidio rimborsabile fino ad un massimo di euro 3.000,00 (tremila/00) nellarco dellanno solare per nucleo
famigliare.
6.1.1. Alta diagnostica strumentale
a) rimborso del 100% del contributo al Servizio sanitario nazionale (ticket);
b) rimborso del 50% della spesa sostenuta nei casi di esami effettuati in regime privato o intramurale, fino a
un rimborso massimo di euro 100,00 (cento/00);
c) per esami effettuati in strutture convenzionate in forma diretta il costo a carico del socio di euro 40,00
(quaranta/00) per esame, la parte rimanente a carico della Societ.
Ai fini del sussidio si considerano accertamenti di alta diagnostica strumentale i seguenti esami:
angiografia;
risonanza magnetica nucleare (Rmn)
scintigrafia;
tomografia ad Emissione di Positroni (Pet)
tomografia assiale computerizzata (Tac)
6.1.2. Alta specializzazione
a) rimborso del 100% del contributo al Servizio sanitario nazionale (ticket);
b) rimborso del 50% della spesa sostenuta nei casi di esami effettuati in regime privato o intramurale, fino a
un rimborso massimo di euro 40,00 (quaranta/00);
c) per esami effettuati in strutture convenzionate in forma diretta il costo a carico del socio di euro 25,00
(venticinque/00) per esame, la parte rimanente a carico della Societ.
Ai fini del sussidio si considerano accertamenti di alta specializzazione i seguenti esami:
ecocardio-colordoppler;
ecocardiogramma;
doppler - ecodoppler;
elettromiografia;
mammografia.
mineralometria ossea computerizzata
6.2 Esclusioni
il sussidio non concesso per le prestazioni inerenti lOdontoiatria, lOrtodonzia, la Medicina legale, la Medicina
dello sport, la Medicina del lavoro, la Medicina estetica, il rilascio di patenti, brevetti e abilitazioni, lOmeopatia,
la Medicina olistica, la Chiropratica, la Iridiologia.
6.3 Prescrizione medica
Per la richiesta del sussidio obbligatorio allegare la prescrizione del proprio medico curante contenente la
descrizione della patologia.
6.4 Periodo di carenza
Per acquisire il diritto al sussidio il periodo di carenza di 120 giorni a decorrere dalla data di iscrizione.
Il periodo di carenza ridotto a 30 giorni se lesame diagnostico dovuto a infortunio.

6 bis - Sussidio per esami diagnostici strumentali ed esami di laboratorio effettuati tramite Ssn (ticket)
6.1 bis Diritto al sussidio e suo importo
Al socio, nel caso in cui egli stesso o un suo avente diritto effettui esami diagnostici strumentali e/o di labora-

34

REGOLAMENTO IN VIGORE DAL 9 GIUGNO 2008

torio viene corrisposto, per spese documentate, un sussidio pari al 40% del contributo al Servizio sanitario
nazionale (ticket).
6.2 bis Deroga
In deroga allarticolo 5.6 del Regolamento Adesioni a pi prestazioni, il sussidio cumulabile con la prestazione
aggiuntiva Salute Pi e/o Salute Single.
6.3 bis Esclusioni
Il sussidio non concesso per le prestazioni inerenti lOdontoiatria, lOrtodonzia, la Medicina legale, la Medicina
dello sport, la Medicina del lavoro, la Medicina estetica, il rilascio di patenti, brevetti e abilitazioni, lOmeopatia,
la Medicina olistica, la Chiropratica, la Iridiologia.
6.4 bis Presentazione della richiesta di sussidio
La richiesta di rimborso pu essere presentata con le seguenti scadenze:
a) una sola volta per anno solare;
b) in qualsiasi momento dellanno purch, cumulando le spese sostenute, limporto dei ticket sia superiore a
euro 100 (cento/00).
Qualora sulla ricevuta del contributo al Servizio sanitario nazionale (ticket), non sia specificata la prestazione
effettuata obbligatorio allegare la prescrizione medica.
6.5 bis Periodo di carenza
Per acquisire il diritto al sussidio il periodo di carenza di 120 giorni a decorrere dalla data di iscrizione.

6 ter - Limite massimo sussidiabile per le visite specialistiche, esami diagnostici ed esami di laboratorio
6.1 ter Massimale annuo
I sussidi previsti ai precedenti punti 5) e 6 bis) si intendono concessi per spese documentate sostenute dal socio
fino ad un massimo di euro 500,00 (cinquecento/00) nellarco dellanno solare per nucleo familiare.

7 - Trasporto infermi
7.1 Diritto al sussidio e suo importo
Il socio ha diritto a un sussidio di euro 30,00 (trenta/00) per il trasporto di se stesso o di un avente diritto con
mezzo sanitario.
Il sussidio sar concesso per un massimo di numero 2 volte nellanno solare e previa presentazione di documentazione in regola con la normativa fiscale vigente.
7.2 Periodo di carenza
Per acquisire diritto al sussidio il periodo di carenza di 120 giorni a decorrere dalla data di iscrizione.
Il periodo di carenza ridotto a 30 giorni se il trasporto dovuto ad infortunio.

8 - Cicli di terapie
8.1 Diritto al sussidio e suo importo
Al socio, nel caso in cui egli stesso o un suo avente diritto necessiti di cicli di cure riabilitative a seguito di
infortunio o di ricovero ospedaliero con intervento chirurgico, riconosciuto un sussidio - sia per rimborso del
ticket dovuto al Servizio sanitario nazionale che per spese effettuate in regime di solvenza - fino ad un massimo
di euro 40,00 (quaranta/00) per ogni ciclo effettuato.
I cicli di terapie devono essere effettuati entro 365 giorni dallinfortunio o dal ricovero ospedaliero con intervento
chirurgico.
Il sussidio viene corrisposto una sola volta per ogni infortunio o ricovero con intervento chirurgico, con un massimo di tre cicli nellanno solare.
8.2 Periodo di carenza
Per acquisire il diritto al sussidio il periodo di carenza di 120 giorni a decorrere dalla data di iscrizione.
Tale periodo ridotto a 30 giorni in caso di infortunio.

9 - Teleassistenza
9.1 Diritto al sussidio e suo importo
Al socio, nel caso in cui egli stesso o un suo avente diritto sia in condizione di non autosufficienza accertata da
dichiarazione medica o che la stessa documenti una situazione di inadeguata assistenza nellarco della giornata,
concessa un sussidio pari al 50% della spesa sostenuta per lacquisto o per il noleggio di unapparecchiatura
capace di fornire un servizio di teleassistenza, comunque fino ad un massimo - per nucleo familiare - di euro
100,00 (cento/00) nellanno solare.
Il sussidio verr liquidato solo se la spesa sostenuta sar dettagliatamente documentata e in regola con la
normativa fiscale vigente e riconducibile alla situazione di non autosufficienza o inadeguata assistenza in atto.
9.2 Periodo di carenza
Per acquisire il diritto allapparecchio, il periodo di carenza di 180 giorni a decorrere dalla data di iscrizione.

10 - Cumulabilit dei sussidi


I sussidi e i servizi erogati sono fra loro cumulabili ad eccezione del:
a) sussidio di assistenza domiciliare con il sussidio di assistenza sanitaria per malati neoplastici terminali;
b) il sussidio per alta diagnostica strumentale e alta specializzazione con il sussidio per grandi interventi
chirurgici.
PRESTAZIONE BASE PRIMA TUTELA

35

Documenti da allegare (Prima tutela)


1.1 Ricovero ospedaliero
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che pagano
i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun documento.
2) Certificato di dimissione in originale dellUnit operativa (reparto) dellOspedale dal quale risulti la data di ingresso, quella di dimissione e la diagnosi.
3) Per i soci con meno di tre anni di iscrizione obbligatoria la cartella clinica (completa di anamnesi). (**)
4) Per ricoveri superiori a 15 giorni obbligatorio allegare la cartella clinica (completa di anamnesi, diagnosi e diario
clinico). (**)
1.2 Degenze in ricovero diurno con intervento chirurgico
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che pagano
i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun documento.
2) Cartella clinica in cui sono indicati i giorni di effettivo ricovero specificatamente documentati, la diagnosi e il tipo di
intervento effettuato, con lannotazione che il ricovero avvenuto in regime di ricovero diurno o Day Surgery. (**)
1.3 Ricovero in strutture sanitarie riabilitative
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che pagano
i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun documento.
2) Cartella clinica dalla quale risulti la data di ingresso, quella di dimissione, il tipo di diagnosi e le terapie praticate. (**)
1.4 Cure oncologiche e della talassemia
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che pagano
i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun documento.
2) Certificato dellOspedale in cui sono indicate la data di inizio e quella di termine di ogni singolo periodo con
indicate tutte le date del trattamento ed il tipo di terapia praticata.
2 Grandi interventi chirurgici
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che pagano
i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun documento.
2) Cartella clinica completa di anamnesi e del tipo di intervento praticato. (**)
3) Documentazione analitica in originale delle spese (fattura, nota, parcella, fattura/ricevuta fiscale) contenente:
a. Indicazioni dellassistito (Socio o familiare avente diritto).
b. Indicazioni dellemittente (nome, cognome, residenza o domicilio, numero di partita Iva) con qualificazione
professionale e specialistica.
c. Data di emissione.
d. Numero e descrizione dettagliata delle prestazioni.
e. Data in cui le prestazioni sono state fornite o periodi di tempo per le prestazioni di carattere continuativo.
f . Indicazioni di quietanzamento.
4) Ricevuta del ticket del Servizio sanitario nazionale. Qualora sulla ricevuta del contributo al Servizio sanitario
nazionale (ticket), non sia specificata la prestazione effettuata obbligatorio allegare la prescrizione medica
3 Assistenza domiciliare sanitaria per malati neoplastici terminali
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che pagano
i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun documento.
2) Documentazione analitica in originale delle spese sostenute negli ultimi 6 mesi di vita del malato.
3) Certificato medico attestante la malattia neoplastica terminale.
4) Certificato di decesso.
4 Assistenza domiciliare sanitaria
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che pagano
i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun documento.
2) Documentazione analitica in originale delle spese (fattura, nota, parcella, fattura/ricevuta fiscale) contenente:
a. Indicazioni dellassistito (Socio o familiare avente diritto).
b. Indicazioni dellemittente (nome, cognome, residenza o domicilio, numero di partita Iva) con qualificazione
professionale e specialistica.
c. Data di emissione.
d. Numero e indicazione delle prestazioni di assistenza domiciliare sanitaria praticate.
e. Data in cui le prestazioni sono state fornite o periodi di tempo per le prestazioni di carattere continuativo.
f. Indicazioni di quietanzamento.
5 Visite specialistiche
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che pagano
i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun documento.
2) Documentazione analitica in originale delle spese (fattura, nota, parcella, fattura/ricevuta fiscale) contenente:
a. Indicazioni dellassistito (Socio o familiare avente diritto).
b. Indicazioni dellemittente (nome, cognome, residenza o domicilio, numero di partita Iva) con qualificazione
professionale e specialistica.
c. Data di emissione.
d. Numero e descrizione dettagliata delle prestazioni.
e. Data in cui le prestazioni sono state fornite o periodi di tempo per le prestazioni di carattere continuativo.

36

REGOLAMENTO IN VIGORE DAL 9 GIUGNO 2008

f . Indicazioni di quietanzamento.
3) Ricevuta del ticket del Servizio sanitario nazionale. Qualora sulla ricevuta del contributo al Servizio sanitario
nazionale (ticket), non sia specificata la prestazione effettuata obbligatorio allegare la prescrizione medica.
6 Alta diagnostica strumentale e alta specializzazione
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Documentazione analitica in originale delle spese (fattura, nota, parcella, fattura/ricevuta fiscale) contenente:
a. Indicazioni dellassistito (Socio o familiare avente diritto).
b. Indicazioni dellemittente (nome, cognome, residenza o domicilio, numero di partita Iva) con qualificazione
professionale e specialistica.
c. Data di emissione.
d. Numero e indicazione delle singole prestazioni praticate.
e. Data in cui le prestazioni sono state fornite o periodi di tempo per le prestazioni di carattere continuativo.
f . Indicazioni di quietanzamento.
3) Ricevuta del ticket del Servizio sanitario nazionale. Qualora sulla ricevuta del contributo al Servizio sanitario
nazionale (ticket), non sia specificata la prestazione effettuata obbligatorio allegare la prescrizione medica
4) Prescrizione del proprio medico curante contenente la descrizione della patologia.
6 bis - Esami diagnostici strumentali. Esami di laboratorio (ticket)
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Ricevuta del ticket del Servizio sanitario nazionale. Qualora sulla ricevuta del contributo al Servizio sanitario
nazionale (ticket), non sia specificata la prestazione effettuata obbligatorio allegare la prescrizione medica
7 Trasporto infermi
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Documentazione analitica in originale delle spese (fattura, nota, parcella, fattura/ricevuta fiscale) contenente:
a. Indicazioni dellassistito (Socio o familiare avente diritto).
b. Indicazioni dellemittente (nome, cognome, residenza o domicilio,numero di partita Iva) con qualificazione
professionale e specialistica.
c. Data di emissione.
d. Numero e descrizione dettagliata delle prestazioni.
e. Data in cui le prestazioni sono state fornite o periodi di tempo per le prestazioni di carattere continuativo.
f. Indicazioni di quietanzamento.
8 Cicli di terapie
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Documentazione analitica in originale delle spese (fattura, nota, parcella, fattura/ricevuta fiscale) contenente:
a. Indicazioni dellassistito (Socio o familiare avente diritto).
b. Indicazioni dellemittente (nome, cognome, residenza o domicilio, numero di partita Iva) con qualificazione
professionale e specialistica.
c. Data di emissione.
d. Numero e descrizione dettagliata delle prestazioni.
e. Data in cui le prestazioni sono state fornite o periodi di tempo per le prestazioni di carattere continuativo.
f . Indicazioni di quietanzamento.
3) Ricevuta del ticket del Servizio sanitario nazionale. Qualora sulla ricevuta del contributo al Servizio sanitario
nazionale (ticket), non sia specificata la prestazione effettuata obbligatorio allegare la prescrizione medica.
9 Teleassistenza
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Dichiarazione medica attestante lo stato di necessit di teleassistenza.
3) Documento comprovante il versamento della cauzione.
4) Richiesta di attivazione del servizio (moduli specifici).
Documenti aggiuntivi da allegare per richiesta di sussidi riferiti ad aventi diritto
1) Certificato di stato di famiglia certificante il grado di parentela con il socio. (*)
2) Certificato di convivenza sotto lo stesso tetto del socio in caso di convivenza more-uxorio. (*)
3) Per i figli, i fratelli, le sorelle, i nipoti di et superiore ai 16 anni e fino al compimento dei 25 anni di et:
a. dichiarazione sostitutiva di atto notorio, comprovante la mancanza di reddito personale superiore al limite
massimo previsto dalle vigenti norme fiscali per essere considerati a carico. (*)
4) Per i figli, i fratelli, le sorelle, i nipoti di et superiore ai 25 anni, se permanentemente inabili al lavoro:
a. dichiarazione sostitutiva di atto notorio, comprovante la mancanza di reddito personale superiore al limite
PRESTAZIONE BASE PRIMA TUTELA

37

massimo previsto dalle vigenti norme fiscali per essere considerati a carico. (*)
b. dichiarazione in originale rilasciata dagli Enti preposti a questo riconoscimento attestante linabilit permanente al lavoro.
Imposta di bollo su ricevute mediche
Ogni esemplare di fattura, nota, ricevuta, quietanza o simile documento, non soggetta ad IVA, rilasciata per un
importo pari osuperiore ad euro 77,47 deve essere assoggettata ad imposta di bollo nella misura attualmente fissata
in euro 1,81 mediante applicazione di marche o bollo a punzone.
Pertanto, ai fini dellaccettazione della documentazione per il rimborso da parte della Mutua, il socio ha lobbligo di
presentazione di fatture o documenti equivalenti ricevuti regolarmente assoggettati ad imposta di bollo; comunque la
Societ non rimborsa limposta di bollo.
Dichiarazione di notoriet
Tutti i documenti segnati con (*) possono essere sostituiti con il modulo per la dichiarazione di notoriet, da autenticare presso le nostre sedi territoriali.
Traduzione dei documenti in lingua straniera
Nei casi in cui obbligatorio allegare la traduzione - secondo le modalit di cui allart.5.7 del regolamento applicativo
- di documenti scritti in lingua straniera, allegando la ricevuta fiscale, ne verr rimborsato il costo fino ad un massimo
di 30 euro per ogni sussidio richiesto.
Documentazione
La Societ pu richiedere al socio o direttamente agli enti competenti tutta la documentazione che riterr opportuna,
a conferma della validit del sussidio richiesto.
(**) Cartella clinica
Nei casi in cui obbligatorio presentare la cartella clinica, allegando la ricevuta fiscale, ne verr rimborsato il costo.

38

REGOLAMENTO IN VIGORE DAL 9 GIUGNO 2008

PRESTAZIONE BASE

A Quattro

Contributo associativo annuo - Euro 120,00

Liscrizione alla prestazione base A Quattro riservata ai soli soci ivi collocati alla data del 31 dicembre 2002. consentito al
socio il passaggio solo alla prestazione base Prima Tutela, che avr decorrenza dal primo gennaio per i soci che presenteranno domanda entro il 30 settembre.
ALLEGATO AL REGOLAMENTO

1 - Ricovero ospedaliero, Cure oncologiche e Talassemia


1.1 Ricovero ospedaliero
Al socio, nel caso in cui egli stesso o un suo avente diritto sia ricoverato in una struttura ospedaliera, dopo le
prime due notti consecutive di ricovero, spetta un sussidio giornaliero dal primo giorno fino al termine del ricovero come di seguito specificato:
a) euro 13,00 (tredici/00) per il ricovero del socio;
b) euro 13,00 (tredici/00) per il ricovero dellavente diritto.
Il sussidio spetta per un periodo massimo di 180 giorni nellanno solare sia per il socio che per ogni suo avente diritto.
1.2 Cure oncologiche e della talassemia
Al socio, nel caso in cui egli stesso o un suo avente diritto sia sottoposto ambulatorialmente o in day hospital, al
trattamento di cure radianti e/o chemioterapiche per cure oncologiche o sia sottoposto a emotrasfusioni e/o a
trattamenti ferrochelanti per la cura della talassemia, spetta un sussidio giornaliero, per ogni giorno di trattamento, come di seguito specificato:
a) euro 13,00 (tredici/00) per il socio;
b) euro 13,00 (tredici/00) per lavente diritto.
1.3 Et minima degli aventi diritto
Nel caso in cui il ricovero ospedaliero si sia reso necessario per gli aventi diritto del socio di cui alla lettera b) del
punto 2.1 del Regolamento applicativo, il limite di et fissato in deroga alla predetta norma con decorrenza
dal decimo giorno di et.

2 - Grandi interventi chirurgici


2.1 Norme e importi del sussidio
Al socio nel caso in cui il proprio figlio/a avente diritto, sia sottoposto ad un grande intervento chirurgico, intendendo per tale ogni intervento compreso nellallegato A, spetta un sussidio fino alla concorrenza della somma
indicata nellelenco e tariffario A, per il rimborso delle spese sanitarie effettivamente sostenute e documentate
relative a:
a) onorari dei chirurghi, degli anestesisti e di ogni altro soggetto partecipante allintervento;
b) diritti di sala operatoria;
c) materiale di intervento, compresi i trattamenti terapeutici e gli apparecchi protesici usati durante lintervento;
d) retta di degenza;
e) assistenza medica ed infermieristica, accertamenti diagnostici, trattamenti fisioterapici e rieducativi effettuati durante il periodo di ricovero relativo allintervento subito;
f) accertamenti diagnostici, esami di laboratorio e visite specialistiche, effettuate nei 120 giorni precedenti il
ricovero per lintervento e resi necessari dallintervento stesso per un massimo di euro 1.000,00 (mille/00)
per intervento;
g) esami diagnostici strumentali, esami di laboratorio, visite specialistiche, trattamenti fisioterapici e rieducativi, acquisto e/o noleggio di apparecchi protesici e sanitari, effettuati nei 120 giorni successivi allintervento e resi necessari dallintervento stesso per un massimo di euro 1.000,00 (mille/00) per intervento;
h) prelievo di organi o parti di esso; ricoveri relativi al donatore e agli accertamenti diagnostici, assistenza
medica ed infermieristica, intervento chirurgico di espianto, cure, medicinali e rette di degenza.
i) per spese di trasporto sanitario (in Italia e allestero) o per spese di rimpatrio della salma per decesso conseguente a grande intervento chirurgico avvenuto allestero, per un massimo di euro 3.000,00 (tremila/00).
2.2 Percentuale di rimborso
Il sussidio spetta per spese effettivamente sostenute e comunque fino alla concorrenza della somma indicata
nellelenco e tariffario A, (10.000 euro per tutti gli interventi ad esclusione del trapianto dorgani che prevede un
rimborso massimo di 50.000 euro)
Il sussidio di cui al precedente punto 2.1 viene erogato alle seguenti condizioni:
a) in caso di ricovero in strutture sanitarie convenzionate, con presa in carico in forma diretta da parte della
Societ, il rimborso sar pari al 100% della spesa sostenuta.
b) nel caso in cui il socio usufruisca solo dei punti f) g) h) i), il rimborso sar pari al 100% della spesa
sostenuta.
c) In tutti gli altri casi, il rimborso sar pari al 80% della spesa sostenuta.
PRESTAZIONE BASE A QUATTRO

39

2.3 Assistenza ricovero ospedaliero


Al socio, nel caso in cui il proprio figlio/a avente diritto, sia sottoposto a grande intervento chirurgico, a titolo di
rimborso spese, spetta un sussidio per ogni giorno di ricovero, con un massimo di dieci giorni, come di seguito
specificato:
a) euro 20,00 (quaranta/00) giornaliere per ricovero in Italia;
b) euro 40,00 (sessanta/00) giornaliere per ricovero allestero.
Qualora siano richiesti solo i rimborsi lettera f), g), h), i) di cui al precedente punto 2.1, il socio potr richiedere
lassistenza ricovero ospedaliero.
2.4 Et minima degli aventi diritto
Nel caso in cui il grande intervento chirurgico si sia reso necessario per gli aventi diritto del socio di cui alla lettera
b) del punto 2.1 del Regolamento applicativo - in deroga alla predetta norma - non si tiene conto del limite di et
fissato a 30 giorni dalla nascita.
2.5 Sussidio di ricovero ospedaliero
Qualora siano richiesti solo i rimborsi lettera f), g), h), i) di cui al precedente punto 2.1, il socio potr richiedere il
sussidio ospedaliero di cui al punto 1).
2.6 Esclusione della cumulabilit del sussidio
Qualora siano richiesti i rimborsi lettera a), b), c), d), e) di cui al precedente punto 2.1, il socio, per se stesso o per
un suo avente diritto, deve rilasciare attestazione scritta circa loperativit, o meno, di polizze integrative e/o
assicurazioni sanitarie e/o adesione a Societ di mutuo soccorso e/o Fondi sanitari, al fine del calcolo del contributo integrativo erogabile da parte della Societ, essendo esclusa, in qualsivoglia caso, la cumulabilit del
sussidio in esame - nei limiti dei citati rimborsi - con altre tutele sanitarie.
Il socio deve pertanto presentare attestazione in cui si dichiari che si tratta dellunico rimborso richiesto.
altres obbligatorio presentare la documentazione di spesa unicamente in originale che sar restituita successivamente con indicato, sulla ricevuta, leventuale importo sussidiato.
2.7 Periodo di carenza
Per acquisire il diritto al sussidio il periodo di carenza di 180 giorni a decorrere dalla data di iscrizione.
Il periodo di carenza ridotto a 30 giorni se il grande intervento dovuto ad infortunio.

3 - Decesso
3.1 Diritto al sussidio e suo importo
Nel caso di decesso del socio o di un suo avente diritto spetta, quale sostegno alla famiglia per contributo alle
spese funerarie, un sussidio nelle seguenti misure:
a) euro 1.000,00 (mille/00) nel caso di decesso del socio;
b) euro 500,00 (cinquecento/00) nel caso di decesso di un suo avente diritto.

Documenti da allegare
1.1 Ricovero ospedaliero
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Certificato di dimissione in originale dellUnit operativa (reparto) dellOspedale dal quale risulti la data di ingresso, quella di dimissione e la diagnosi.
3) Per ricoveri superiori a 15 giorni obbligatorio allegare la cartella clinica (completa di anamnesi, diagnosi e diario
clinico). (**)
1.2 Cure oncologiche e della talassemia
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Certificato dellOspedale in cui sono indicate la data di inizio e quella di termine di ogni singolo periodo con
indicate tutte le date del trattamento ed il tipo di terapia praticata.
2 Grandi interventi chirurgici
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Cartella clinica completa di anamnesi e del tipo di intervento praticato. (**)
3) Documentazione analitica in originale delle spese (fattura, nota, parcella, fattura/ricevuta fiscale) contenente:
a. Indicazioni dellassistito (Socio o familiare avente diritto).
b. Indicazioni dellemittente (nome, cognome, residenza o domicilio, numero di partita Iva) con qualificazione professionale e specialistica.
c. Data di emissione.
d. Numero e descrizione dettagliata delle prestazioni.

40

REGOLAMENTO IN VIGORE DAL 9 GIUGNO 2008

e. Data in cui le prestazioni sono state fornite o periodi di tempo per le prestazioni di carattere continuativo.
f . Indicazioni di quietanzamento.
4) Ricevuta del ticket del Servizio sanitario nazionale. Qualora sulla ricevuta del contributo al Servizio sanitario
nazionale (ticket), non sia specificata la prestazione effettuata obbligatorio allegare la prescrizione medica
3 Decesso socio
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Certificato di decesso.
3) Certificato medico attestante la causa del decesso.
4) Copia autentica del testamento (ove esiste).
5) Atto di notoriet o dichiarazione sostitutiva di atto notorio per gli eventuali eredi legittimi in ordine alla loro
legittimazione (D.p.r. 28/12/2000 n. 45 - Art. 47 e 21).
6) Copia autenticata del decreto del giudice tutelare per limpiego delle somme spettanti agli eredi minori (rilasciato
dal Tribunale).
3 Decesso avente diritto
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Certificato di decesso.
3) Certificato originale di stato di famiglia certificante il grado di parentela con il socio.
4) Per i figli, i fratelli, le sorelle, i nipoti di et superiore ai 16 anni e fino al compimento dei 25 anni di et:
a. Dichiarazione sostitutiva di atto notorio, autenticato dagli Enti preposti, comprovante la mancanza di reddito
personale superiore al limite massimo previsto dalle vigenti norme fiscali per essere considerati a carico.
Documenti aggiuntivi da allegare per richiesta di sussidi riferiti ad aventi diritto
1) Certificato di stato di famiglia certificante il grado di parentela con il socio. (*)
2) Certificato di convivenza sotto lo stesso tetto del socio in caso di convivenza more-uxorio. (*)
3) Per i figli, i fratelli, le sorelle, i nipoti di et superiore ai 16 anni e fino al compimento dei 25 anni di et:
a. dichiarazione sostitutiva di atto notorio, comprovante la mancanza di reddito personale superiore al limite
massimo previsto dalle vigenti norme fiscali per essere considerati a carico. (*)
4) Per i figli, i fratelli, le sorelle, i nipoti di et superiore ai 25 anni, se permanentemente inabili al lavoro:
a. dichiarazione sostitutiva di atto notorio, comprovante la mancanza di reddito personale superiore al limite
massimo previsto dalle vigenti norme fiscali per essere considerati a carico. (*)
b. dichiarazione in originale rilasciata dagli Enti preposti a questo riconoscimento attestante linabilit permanente al lavoro.
Imposta di bollo su ricevute mediche
Ogni esemplare di fattura, nota, ricevuta, quietanza o simile documento, non soggetta ad IVA, rilasciata per un
importo pari o superiore ad euro 77,47 deve essere assoggettata ad imposta di bollo nella misura attualmente
fissata in euro 1,81 mediante applicazione di marche o bollo a punzone. Pertanto, ai fini dellaccettazione della
documentazione per il rimborso da parte della Mutua, il socio ha lobbligo di presentazione di fatture o documenti
equivalenti ricevuti regolarmente assoggettati ad imposta di bollo; comunque la Societ non rimborsa limposta
di bollo.
Dichiarazione di notoriet
Tutti i documenti segnati con (*) possono essere sostituiti con il modulo per la dichiarazione di notoriet, da
autenticare presso le nostre sedi territoriali.
Traduzione dei documenti in lingua straniera
Nei casi in cui obbligatorio allegare la traduzione - secondo le modalit di cui allart.5.7 del regolamento
applicativo - di documenti scritti in lingua straniera, allegando la ricevuta fiscale, ne verr rimborsato il costo fino
ad un massimo di 30 euro per ogni sussidio richiesto.
Documentazione
La Societ pu richiedere al socio o direttamente agli enti competenti tutta la documentazione che riterr opportuna, a conferma della validit del sussidio richiesto.
(**) Cartella clinica
Nei casi in cui obbligatorio presentare la cartella clinica, allegando la ricevuta fiscale, ne verr rimborsato il
costo.

PRESTAZIONE BASE A QUATTRO

41

PRESTAZIONE AGGIUNTIVA

Salute Pi

Contributo associativo annuo - Euro 204,00

Liscrizione alla prestazione aggiuntiva Salute Pi pu essere richiesta da tutti i soci che allatto della domanda di adesione risultino
iscritti ad una Prestazione base. Leventuale passaggio alla prestazione aggiuntiva Salute Single possibile solo per i soci single
(senza familiari aventi diritto) e avr decorrenza dal primo gennaio per i soci che presentano domanda entro il 30 settembre.
ALLEGATO AL REGOLAMENTO

1 - Integrazione dei sussidi


1.1 Al socio, per se stesso o per un suo avente diritto, riconosciuto un sussidio per le spese sostenute in
relazione a:
a) visite specialistiche, esami diagnostici strumentali, esami di laboratorio;
b) acquisto lenti per occhiali o lenti a contatto;
c) acquisto presidi sanitari o protesi.
1.2 I sussidi di cui al precedente punto si intendono concessi per spese documentate e secondo i massimali
stabiliti nel tariffario allegato.
1.3 Per i nuclei familiari con pi soci aderenti alla prestazione Salute Pi, i sussidi e servizi per gli aventi diritto
spettano a uno solo dei soci (art. 2.5 del Regolamento).

2 - Visite specialistiche - Esami diagnostici strumentali - Esami di laboratorio


2.1 Sono rimborsabili le spese sostenute dal socio o da un suo avente diritto, per visite specialistiche, esami
diagnostici strumentali, esami di laboratorio effettuati presso il Servizio sanitario nazionale e presso le strutture
sanitarie private con le modalit stabilite nel tariffario allegato.
2.2 Il sussidio non concesso per le prestazioni inerenti lOdontoiatria, lOrtodonzia, la Medicina legale, la Medicina
dello sport, la Medicina del lavoro, la Medicina estetica, il rilascio di patenti, brevetti e abilitazioni, lOmeopatia, la
Medicina olistica, la Chiropratica, la Iridiologia e comunque in generale tutte le terapie. Sono inoltre escluse e quindi
non riconosciute le visite specialistiche effettuate da soggetti non in possesso di laurea in Medicina e Chirurgia.
2.3 Per i soci collocati nella prestazione base Tutela globale e Prima Tutela non concesso, nella presente
prestazione aggiuntiva, il sussidio per i seguenti esami diagnostici:
angiografia;
risonanza magnetica nucleare (Rmn)
scintigrafia;
tomografia ad Emissione di Positroni (Pet)
tomografia assiale computerizzata (Tac)
ecocardio-colordoppler;
ecocardiogramma;
doppler - ecodoppler;
elettromiografia;
mammografia.
mineralometria ossea computerizzata

3 - Lenti per occhiali


3.1 Sono rimborsabili le spese sostenute dal socio, o da un suo avente diritto, per lacquisto di due lenti per
occhiali da vista o due lenti a contatto con le modalit stabilite nel tariffario allegato.
3.2 Il rimborso viene concesso solo a seguito di prescrizione da parte del medico specialista o dellottico optometrista che indichi la patologia e il difetto visivo per i quali si rende necessario luso degli occhiali o lenti a contatto.
Non sono riconosciute le prescrizioni che non siano strettamente riconducibili a motivazioni patologiche o funzionali dellapparato visivo. La prescrizione del medico o dellottico optometrista verr valutata, con giudizio insindacabile, dalla Commissione medica della Societ.
3.3 Il sussidio non concesso per lenti a contatto usa e getta.
3.4 Il sussidio spetta non pi di una volta ogni quattro anni solari fatto salvo quando previsto dal successivo
articolo 3.5.
3.5 Il sussidio spetta comunque non pi di una volta nellanno solare per gli aventi diritto con et inferiore a 12
anni e non pi di una volta ogni due anni solari in tutti gli altri casi.
Successivamente alla prima volta il contributo spetta a condizione, accertata dal medico specialista o dallottico
optometrista, che sia intervenuta una variazione dello stato dellapparato visivo pari o superiore a mezza diottria.

4 - Acquisto protesi o presidi sanitari


4.1 Sono rimborsabili le spese sostenute dal socio o da un suo avente diritto per il ripristino della funzionalit
fisica, per correzione di menomazioni fisiche, per lacquisto di protesi o per presidi sanitari fino alla concorrenza
stabilita nel tariffario allegato.
4.2 La necessit di presidi sanitari o di protesi dovr essere certificata da prescrizione medica che ne documenti

42

REGOLAMENTO IN VIGORE DAL 9 GIUGNO 2008

anche la patologia per cui si rende necessario luso.


4.3 Sono escluse dal rimborso le spese per le eventuali parti aggiuntive, le riparazioni, le pile per il funzionamento, i materiali duso.
Sono parimenti escluse le protesi per odontoiatria, ortodonzia, e comunque ogni forma di protesi di tipo odontoiatrico e di tipo estetico.

5 - Periodo di carenza
5.1 Per acquisire il diritto ai sussidi, il periodo di carenza di 120 giorni a decorrere dalla data di collocazione
nella prestazione aggiuntiva.
Per le protesi acustiche il periodo di carenza elevato a 730 giorni decorrente sempre a norma del precedente
capoverso.
Fermo restando quanto specificato nel primo capoverso in merito al periodo di carenza, il sussidio per le lenti per
occhiali comunque non spetta per il primo anno solare di adesione.

6 - Documentazione a corredo della richiesta di sussidio o servizio


6.1 Tutta la documentazione di spesa deve essere prodotta in originale o in fotocopia ed essere fiscalmente in
regola con le vigenti disposizioni di legge.
La documentazione in fotocopia deve essere autenticata dalle Sedi regionali della Societ, previa visione delloriginale, o dagli ufficiali pubblici competenti.
La documentazione non verr restituita.
6.2 Le richieste di sussidio devono presentare regolare documento di spesa (fattura, fattura/ricevuta fiscale,
nota, parcella) contenente:
a) indicazioni dellassistito (socio o familiare avente diritto);
b) indicazioni dellemittente (nome, cognome, residenza o domicilio, numero di partita Iva) con qualifica
professionale;
c) data di emissione;
d) numero e descrizione dettagliata delle prestazioni. Le fatture relative alla fornitura di occhiali devono
riportare limporto delle lenti separatamente da quello della montatura;
e) indicazioni di quietanza.
6.3 Ad ogni richiesta di sussidio per esami diagnostici strumentali, esami di laboratorio, acquisto presidi sanitari
o protesi, in regime privato e/o intramurale obbligatorio allegare la prescrizione medica.
Qualora sulla ricevuta del contributo al Servizio sanitario nazionale (ticket) non sia specificata la prestazione
effettuata, obbligatorio allegare la prescrizione medica.

7 - Termine della presentazione della richiesta di sussidio


7.1 La richiesta di sussidio pu essere presentata con le seguenti scadenze:
a) una sola volta per anno solare
b) in qualsiasi momento dellanno purch, cumulando le spese sostenute, limporto delle ricevute (ticket e/o
fatture) sia superiore a euro 100 (cento/00).

Tariffario della Prestazione aggiuntiva Salute Pi


I sussidi contenuti nel presente allegato si intendono concessi per spese documentate sostenute dal socio per se
stesso e per i suoi aventi diritto con un massimo di euro 500,00 (cinquecento/00) nellarco dellanno solare.
Nel caso di pi soci facenti parte dello stesso nucleo familiare aderenti alla prestazione Salute pi, fermo restando quanto disposto al punto 1.3, tale limite massimo elevato a euro 1.000,00 (mille/00).
Per le nuove adesioni alla prestazione con data di collocazione rientrante nel secondo semestre dellanno solare,
il massimale annuo diventa euro 250,00 (duecentocinquanta/00), il sottomassimale degli Esami diagnostici strumentali diventa euro 125,00 (centoventicinque/00), quello degli esami di laboratorio di euro 100,00 (cento/00) e
per le protesi e presidi sanitari di euro 75,00 (settantacinque/00).

Visite specialistiche
Viene corrisposto il 60% del contributo al Servizio sanitario nazionale (ticket).
Nei casi di visite specialistiche effettuate in regime privato e/o intramurale, viene corrisposto il 50% della spesa
fino a un massimo di euro 40,00 (quaranta/00) per ciascuna visita e comunque nel limite di due visite per anno
solare per ogni singola specializzazione sia per il socio che per ciascun avente diritto. Tale limite di visite annue
elevato a quattro nella specializzazione di Ostetricia e Ginecologia.

Esami diagnostici strumentali


Viene corrisposto il 60% del contributo al Servizio sanitario nazionale (ticket), oppure il 50% delle spese sostenute nei casi di esami di diagnostica strumentale effettuati in regime privato o intramurale. Il tutto sar comunque
rimborsabile fino a un massimo complessivo di euro 250,00 (duecentocinquanta/00) nellanno solare.

Esami di laboratorio
Viene corrisposto il 60% del contributo al Servizio sanitario nazionale (ticket), oppure, il 50% delle spese sostenute nei casi di esami di laboratorio effettuati in regime privato o intramurale.
Il tutto sar comunque rimborsabile fino a un massimo complessivo di euro 200,00 (duecento/00) nellanno
solare.
PRESTAZIONE AGGIUNTIVA SALUTE PI

43

Protesi e presidi sanitari


Viene corrisposto il 50% del documento fiscale con un massimo di euro 150,00 (centocinquanta/00) nellanno
solare, per i presidi sanitari e le protesi a seguito elencati:
a) apparecchi ortopedici per arto inferiore: docce, stecche, staffe, divaricatori, tutori per caviglia, tutori per
gamba, tutori per ginocchia, tutori per anca;
b) apparecchi ortopedici per arto superiore: docce, tutori;
c) apparecchi ortopedici per il tronco: corsetti, busti, reggispalle, collari, minerve;
d) protesi di arto inferiore tradizionale o modulare, funzionali ad energia corporea;
e) protesi di arto superiore: estetiche di tipo tradizionale o modulare, funzionali ad energia corporea;
f ) presidi per la deambulazione: stampelle, tripode, quadripode, stabilizzatore per statica in postura eretta,
stabilizzatore per statica in postura supina;
g) presidi per la mobilit: carrozzina pieghevole con manubrio di spinta per prevalente uso interno, carrozzina
pieghevole con telaio stabilizzato, carrozzina di transito;
h) protesi acustiche;
i) protesi per laringectomizzati: cannula tracheale in plastica o metallo, due nellanno solare;
l) protesi fisiognomiche: protesi mammaria esterna, provvisoria o definitiva;
m) protesi oculare;
n) plantari.

Lenti per occhiali


Viene corrisposto il 50% del documento fiscale fino a un massimo di euro 100,00 (cento/00) per ogni coppia di
lenti per occhiali oppure per ogni coppia di lenti a contatto.
Documenti da allegare
Visite mediche specialistiche, Esami diagnostici strumentali, Esami di laboratorio
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Documentazione analitica in originale delle spese (fattura, nota, parcella, fattura/ricevuta fiscale) contenente:
a. Indicazioni dellassistito (Socio o familiare avente diritto).
b. Indicazioni dellemittente (nome, cognome, residenza o domicilio, numero di partita Iva) con qualificazione
professionale e specialistica.
c. Data di emissione.
d. Numero e descrizione dettagliata delle prestazioni.
e. Data in cui le prestazioni sono state fornite o periodi di tempo per le prestazioni di carattere continuativo.
f. Indicazioni di quietanzamento.
3) Ricevuta del ticket del Servizio sanitario nazionale. Qualora sulla ricevuta del contributo al Servizio sanitario
nazionale (ticket), non sia specificata la prestazione effettuata obbligatorio allegare la prescrizione medica
4) Prescrizione del proprio medico curante contenente la descrizione della patologia.
Acquisto lenti per occhiali e/o lenti a contatto, Protesi o presidi sanitari
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Documentazione analitica in originale delle spese (fattura, nota, parcella, fattura/ricevuta fi scale) contenente:
a. Indicazioni dellassistito (Socio o familiare avente diritto).
b. Indicazioni dellemittente (nome, cognome, residenza o domicilio, numero di partita Iva) con qualificazione
professionale e specialistica.
c. Data di emissione.
d. Numero e descrizione dettagliata delle prestazioni.
e. Data in cui le prestazioni sono state fornite o periodi di tempo per le prestazioni di carattere continuativo.
f. Indicazioni di quietanzamento.
g. Le fatture relative alla fornitura di occhiali devono riportare limporto delle lenti separatamente da quello della
montatura.
3) Ricevuta del ticket del Servizio sanitario nazionale.
4) Certificato di prescrizione del medico specialista o dellottico optometrista che indichi la patologia (per la richiesta
di lenti necessario che sia indicato anche il difetto visivo).
5) Per protesi o presidi sanitari necessario allegare la prescrizione del proprio medico curante contenente la
descrizione della patologia.
Documenti aggiuntivi da allegare per richiesta di sussidi riferiti ad aventi diritto
1) Certificato di stato di famiglia certificante il grado di parentela con il socio. (*)
2) Certificato di convivenza sotto lo stesso tetto del socio in caso di convivenza more-uxorio. (*)
3) Per i figli, i fratelli, le sorelle, i nipoti di et superiore ai 16 anni e fino al compimento dei 25 anni di et:
a. dichiarazione sostitutiva di atto notorio, comprovante la mancanza di reddito personale superiore al limite
massimo previsto dalle vigenti norme fiscali per essere considerati a carico. (*)
4) Per i figli, i fratelli, le sorelle, i nipoti di et superiore ai 25 anni, se permanentemente inabili al lavoro:
a. dichiarazione sostitutiva di atto notorio, comprovante la mancanza di reddito personale superiore al limite
massimo previsto dalle vigenti norme fiscali per essere considerati a carico. (*)

44

REGOLAMENTO IN VIGORE DAL 9 GIUGNO 2008

b. dichiarazione in originale rilasciata dagli Enti preposti a questo riconoscimento attestante linabilit permanente al lavoro.
Imposta di bollo su ricevute mediche
Ogni esemplare di fattura, nota, ricevuta, quietanza o simile documento, non soggetta ad IVA, rilasciata per un
importo pari o superiore ad euro 77,47 deve essere assoggettata ad imposta di bollo nella misura attualmente fissata
in euro 1,81 mediante applicazione di marche o bollo a punzone.
Pertanto, ai fini dellaccettazione della documentazione per il rimborso da parte della Mutua, il socio ha lobbligo di
presentazione di fatture o documenti equivalenti ricevuti regolarmente assoggettati ad imposta di bollo; comunque la
Societ non rimborsa limposta di bollo.
Dichiarazione di notoriet
Tutti i documenti segnati con (*) possono essere sostituiti con il modulo per la dichiarazione di notoriet, da autenticare presso le nostre sedi territoriali.
Documentazione
La Societ pu richiedere al socio o direttamente agli enti competenti tutta la documentazione che riterr opportuna,
a conferma della validit del sussidio richiesto.

PRESTAZIONE AGGIUNTIVA SALUTE PI

45

PRESTAZIONE AGGIUNTIVA

Salute Single

Contributo associativo annuo - Euro 96,00

Liscrizione alla prestazione aggiuntiva Salute Single pu essere richiesta da tutti i soci che allatto della domanda di adesione
risultino iscritti ad una Prestazione base. Liscrizione alla prestazione aggiuntiva Salute Single pu essere richiesta da tutti
coloro che allatto della domanda sono single (senza familiari aventi diritto).
Leventuale passaggio alla prestazione aggiuntiva Salute Pi avr decorrenza dal primo gennaio per i soci che presentano
domanda entro il 30 settembre.

ALLEGATO AL REGOLAMENTO

1 - Integrazione dei sussidi


1.1 Al socio, riconosciuto un sussidio per le spese sostenute in relazione a:
a) visite specialistiche, esami diagnostici strumentali, esami di laboratorio;
b) acquisto lenti per occhiali o lenti a contatto;
c) acquisto presidi sanitari o protesi.
1.2 I sussidi di cui al precedente punto si intendono concessi per spese documentate e secondo i massimali
stabiliti nel tariffario allegato.

2 - Visite specialistiche - Esami diagnostici strumentali - Esami di laboratorio


2.1 Sono rimborsabili le spese sostenute dal socio, per visite specialistiche, esami diagnostici strumentali, esami
di laboratorio effettuati presso il Servizio sanitario nazionale e presso le strutture sanitarie private con le modalit
stabilite nel tariffario allegato.
2.2 Il sussidio non concesso per le prestazioni inerenti lOdontoiatria, lOrtodonzia, la Medicina legale, la Medicina dello sport, la Medicina del lavoro, la Medicina estetica, il rilascio di patenti, brevetti e abilitazioni, lOmeopatia, la Medicina olistica, la Chiropratica, la Iridiologia e comunque in generale tutte le terapie.
Sono inoltre escluse e quindi non riconosciute le visite specialistiche effettuate da soggetti non in possesso di
laurea in Medicina e Chirurgia.
2.3 Per i soci collocati nella prestazione base Tutela Globale e Prima Tutela non concesso, nella presente
prestazione aggiuntiva, il sussidio per i seguenti esami diagnostici:
angiografia;
risonanza magnetica nucleare (Rmn)
scintigrafia;
tomografia ad Emissione di Positroni (Pet)
tomografia assiale computerizzata (Tac)
ecocardio-colordoppler;
ecocardiogramma;
doppler - ecodoppler;
elettromiografia;
mammografia.
mineralometria ossea computerizzata

3 - Lenti per occhiali


3.1 Sono rimborsabili le spese sostenute dal socio, per lacquisto di due lenti per occhiali da vista o due lenti a
contatto con le modalit stabilite nel tariffario allegato.
3.2 Il rimborso viene concesso solo a seguito di prescrizione da parte del medico specialista o dellottico optometrista che indichi la patologia e il difetto visivo per i quali si rende necessario luso degli occhiali o lenti a contatto.
Non sono riconosciute le prescrizioni che non siano strettamente riconducibili a motivazioni patologiche o funzionali dellapparato visivo. La prescrizione del medico o dellottico optometrista verr valutata, con giudizio insindacabile, dalla Commissione medica della Societ.
3.3 Il sussidio non concesso per lenti a contatto usa e getta.
3.4 Il sussidio spetta non pi di una volta ogni quattro anni solari fatto salvo quando previsto dal successivo
articolo 3.5.
3.5 Il sussidio spetta comunque non pi di una volta ogni due anni solari.
Successivamente alla prima volta il contributo spetta a condizione, accertata dal medico specialista o dallottico
optometrista, che sia intervenuta una variazione dello stato dellapparato visivo pari o superiore a mezza diottria.

4 - Acquisto protesi o presidi sanitari


4.1 Sono rimborsabili le spese sostenute dal socio per il ripristino della funzionalit fisica, per correzione di
menomazioni fisiche, per lacquisto di protesi o per presidi sanitari fino alla concorrenza stabilita nel tariffario
allegato.
4.2 La necessit di presidi sanitari o di protesi dovr essere certificata da prescrizione medica che ne documenti
anche la patologia per cui si rende necessario luso.

46

REGOLAMENTO IN VIGORE DAL 9 GIUGNO 2008

4.3 Sono escluse dal rimborso le spese per le eventuali parti aggiuntive, le riparazioni, le pile per il funzionamento, i materiali duso.
Sono parimenti escluse le protesi per odontoiatria, ortodonzia, e comunque ogni forma di protesi di tipo odontoiatrico e di tipo estetico.

5 - Periodo di carenza
5.1 Per acquisire il diritto ai sussidi, il periodo di carenza di 120 giorni a decorrere dalla data di collocazione
nella prestazione aggiuntiva.
Per le protesi acustiche il periodo di carenza elevato a 730 giorni decorrente sempre a norma del precedente
capoverso.
Fermo restando quanto specificato nel primo capoverso in merito al periodo di carenza, il sussidio per le lenti per
occhiali comunque non spetta per il primo anno solare di adesione.

6 - Documentazione a corredo della richiesta di sussidio o servizio


6.1 Tutta la documentazione di spesa deve essere prodotta in originale o in fotocopia ed essere fiscalmente in
regola con le vigenti disposizioni di legge.
La documentazione in fotocopia deve essere autenticata dalle Sedi regionali della Societ, previa visione delloriginale, o dagli ufficiali pubblici competenti.
La documentazione non verr restituita.
6.2 Le richieste di sussidio devono presentare regolare documento di spesa (fattura, fattura/ricevuta fiscale,
nota, parcella) contenente:
a) indicazioni dellassistito (socio);
b) indicazioni dellemittente (nome, cognome, residenza o domicilio, numero di partita Iva) con qualifica
professionale;
c) data di emissione;
d) numero e descrizione dettagliata delle prestazioni. Le fatture relative alla fornitura di occhiali devono riportare limporto delle lenti separatamente da quello della montatura;
e) indicazioni di quietanza.
6.3 Ad ogni richiesta di sussidio per esami diagnostici strumentali, esami di laboratorio, acquisto presidi sanitari
o protesi, in regime privato e/o intramurale obbligatorio allegare la prescrizione medica.
Qualora sulla ricevuta del contributo al Servizio sanitario nazionale (ticket) non sia specificata la prestazione
effettuata, obbligatorio allegare la prescrizione medica.

7 - Termine della presentazione della richiesta di sussidio


7.1 La richiesta di sussidio pu essere presentata con le seguenti scadenze:
c) una sola volta per anno solare
d) in qualsiasi momento dellanno purch, cumulando le spese sostenute, limporto delle ricevute (ticket e/o
fatture) sia superiore a euro 100,00 (cento/00).

Tariffario della Prestazione aggiuntiva Salute single


I sussidi contenuti nel presente allegato si intendono concessi per spese documentate sostenute dal socio con un
massimo di euro 300,00 (trecento/00) nellarco dellanno solare.
Per le nuove adesioni alla prestazione con data di collocazione compresa nel secondo semestre dellanno solare,
il massimale annuo diventa euro 150,00 (centocinquanta/00), il sottomassimale degli Esami diagnostici strumentali diventa euro 125,00 (centoventicinque/00), quello degli esami di laboratorio di euro 100 (cento/00) e per le
protesi e presidi sanitari di euro 75 (settantacinque/00).

Visite specialistiche
Viene corrisposto il 60% del contributo al Servizio sanitario nazionale (ticket).
Nei casi di visite specialistiche effettuate in regime privato e/o intramurale, viene corrisposto il 50% della spesa
fino a un massimo di euro 40,00 (quaranta/00) per ciascuna visita e comunque nel limite di due visite per anno
solare per ogni singola specializzazione. Tale limite di visite annue elevato a quattro nella specializzazione di
Ostetricia e Ginecologia.

Esami diagnostici strumentali


Viene corrisposto il 60% del contributo al Servizio sanitario nazionale (ticket), oppure il 50% delle spese sostenute nei casi di esami di diagnostica strumentale effettuati in regime privato o intramurale. Il tutto sar comunque
rimborsabile fino a un massimo complessivo di euro 250,00 (duecentocinquanta/00) nellanno solare.

Esami di laboratorio
Viene corrisposto il 60% del contributo al Servizio sanitario nazionale (ticket), oppure, il 50% delle spese sostenute nei casi di esami di laboratorio effettuati in regime privato o intramurale.
Il tutto sar comunque rimborsabile fino a un massimo complessivo di euro 200,00 (duecento/00) nellanno
solare.

Protesi e presidi sanitari


Viene corrisposto il 50% del documento fiscale con un massimo di euro 150,00 (centocinquanta/00) nellanno
PRESTAZIONE AGGIUNTIVA SALUTE SINGLE

47

solare, per i presidi sanitari e le protesi a seguito elencati:


a) apparecchi ortopedici per arto inferiore: docce, stecche, staffe, divaricatori, tutori per caviglia, tutori per
gamba, tutori per ginocchia, tutori per anca;
b) apparecchi ortopedici per arto superiore: docce, tutori;
c) apparecchi ortopedici per il tronco: corsetti, busti, reggispalle, collari, minerve;
d) protesi di arto inferiore tradizionale o modulare, funzionali ad energia corporea;
e) protesi di arto superiore: estetiche di tipo tradizionale o modulare, funzionali ad energia corporea;
f ) presidi per la deambulazione: stampelle, tripode, quadripode, stabilizzatore per statica in postura eretta,
stabilizzatore per statica in postura supina;
g) presidi per la mobilit: carrozzina pieghevole con manubrio di spinta per prevalente uso interno, carrozzina
pieghevole con telaio stabilizzato, carrozzina di transito;
h) protesi acustiche;
i) protesi per laringectomizzati: cannula tracheale in plastica o metallo, due nellanno solare;
l) protesi fisiognomiche: protesi mammaria esterna, provvisoria o definitiva;
m) protesi oculare;
n) plantari.

Lenti per occhiali


Viene corrisposto il 50% del documento fiscale fino a un massimo di euro 100,00 (cento/00) per ogni coppia di
lenti per occhiali oppure per ogni coppia di lenti a contatto.

Documenti da allegare
Visite mediche specialistiche, Esami diagnostici strumentali, Esami di laboratorio
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun documento.
2) Documentazione analitica in originale delle spese (fattura, nota, parcella, fattura/ricevuta fiscale) contenente:
a. Indicazioni dellassistito (Socio o familiare avente diritto).
b. Indicazioni dellemittente (nome, cognome, residenza o domicilio, numero di partita Iva) con qualificazione professionale e specialistica.
c. Data di emissione.
d. Numero e descrizione dettagliata delle prestazioni.
e. Data in cui le prestazioni sono state fornite o periodi di tempo per le prestazioni di carattere continuativo.
f. Indicazioni di quietanzamento.
3) Ricevuta del ticket del Servizio sanitario nazionale. Qualora sulla ricevuta del contributo al Servizio sanitario
nazionale (ticket), non sia specificata la prestazione effettuata obbligatorio allegare la prescrizione medica.
4) Prescrizione del proprio medico curante contenente la descrizione della patologia.
Acquisto lenti per occhiali e/o lenti a contatto, Protesi o presidi sanitari
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che pagano
i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun documento.
2) Documentazione analitica in originale delle spese (fattura, nota, parcella, fattura/ricevuta fiscale) contenente:
a Indicazioni dellassistito (Socio o familiare avente diritto).
b. Indicazioni dellemittente (nome, cognome, residenza o domicilio, numero di partita Iva) con qualificazione professionale e specialistica.
c. Data di emissione.
d. Numero e descrizione dettagliata delle prestazioni.
e. Data in cui le prestazioni sono state fornite o periodi di tempo per le prestazioni di carattere continuativo.
f. Indicazioni di quietanzamento.
g. Le fatture relative alla fornitura di occhiali devono riportare limporto delle lenti separatamente da
quello della montatura
3) Ricevuta del ticket del Servizio sanitario nazionale. Qualora sulla ricevuta del contributo al Servizio sanitario
nazionale (ticket), non sia specificata la prestazione effettuata obbligatorio allegare la prescrizione medica
4) Certificato di prescrizione del medico specialista o dellottico optometrista che indichi la patologia (per la richiesta
di lenti necessario che sia indicato anche il difetto visivo).
5) Per protesi o presidi sanitari necessario allegare la prescrizione del proprio medico curante contenente la
descrizione della patologia.
Imposta di bollo su ricevute mediche
Ogni esemplare di fattura, nota, ricevuta, quietanza o simile documento, non soggetta ad IVA, rilasciata per un
importo pari o superiore ad euro 77,47 deve essere assoggettata ad imposta di bollo nella misura attualmente fissata
in euro 1,81 mediante applicazione di marche o bollo a punzone.
Pertanto, ai fini dellaccettazione della documentazione per il rimborso da parte della Mutua, il socio ha lobbligo di
presentazione di fatture o documenti equivalenti ricevuti regolarmente assoggettati ad imposta di bollo; comunque la
Societ non rimborsa limposta di bollo.
Documentazione
La Societ pu richiedere al socio o direttamente agli enti competenti tutta la documentazione che riterr opportuna,
a conferma della validit del sussidio richiesto.

48

REGOLAMENTO IN VIGORE DAL 9 GIUGNO 2008

PRESTAZIONE AGGIUNTIVA

Professionale

Contributo associativo annuo - Euro 12,00

(La prestazione viene concessa a titolo gratuito come da delibera del Cda )
Liscrizione alla prestazione aggiuntiva Professionale pu essere richiesta da tutti coloro che allatto della domanda risultino
iscritti ad una prestazione base. La prestazione aggiuntiva Professionale per fatti, azioni e omissioni compiuti fuori dal territorio dello Stato italiano spetta con un massimale di rimborso pari a euro 10.000,00 (diecimila/00) per evento.
ALLEGATO AL REGOLAMENTO

1 - Sospensione con privazione dello stipendio


1.1 Diritto al sussidio e suo importo
Il socio sospeso dal servizio e dallo stipendio, per cause derivati dallespletamento del servizio stesso, ha diritto
a un sussidio giornaliero di euro 60,00 (sessanta/00) per ogni giorno di sospensione, documentalmente provato.
1.2 Sospensione sussidiabile
Le sospensioni sussidiabili sono solo quelle dipendenti da provvedimenti disciplinari intervenuti a seguito di
accidentali infrazioni di leggi o regolamenti di servizio, cio involontariamente accadute nel disimpegno delle
proprie mansioni.
Le sospensioni di carattere puramente disciplinare e quelle derivanti dalla mancata presentazione in servizio o
temporanea assenza dallo stesso, non sono sussidiabili.

2 - Revisione o sospensione della patente


2.1 Diritto al sussidio e suo importo
Il socio lavoratore dipendente, titolare della patente A e/o B, ha diritto ad un sussidio pari all80% del documento
fiscale comprovante leffettiva spesa sostenuta fino ad un massimo di euro 2.000,00 (duemila/00) quando gli
venga disposta la revisione (ai sensi dellart. 128 Codice della Strada) - anche per lintervenuta perdita totale del
punteggio (a norma dellart. 126 bis comma 6) - o la sospensione (ai sensi dellart. 129) della patente di guida a
seguito di violazioni del Codice della Strada di cui almeno una commessa per cause inerenti lattivit lavorativa,
durante lorario di lavoro riconosciuto e mentre era alla guida di un veicolo dellAzienda da cui dipende o dalla
stessa autorizzato, e debba sostenere nuovamente lesame di idoneit per la patente di guida (come regolato
dallart. 116) o debba sottoporsi a visita medica presso la Commissione medica locale (di cui allart. 119 IV
comma).
2.2 Lavoratori dipendenti titolari della patente speciale C, D, C+E, D+E
Un sussidio dello stesso valore di cui al punto 2.1 compete anche al socio lavoratore dipendente, che sia titolare
di patente di guida di categoria C oppure D oppure C+E oppure D+E e che se ne serva ai fini dellespletamento
delle proprie mansioni lavorative, quando gli venga disposta la revisione (ai sensi dellart. 128 Codice della
Strada) - anche per lintervenuta perdita totale del punteggio (a norma dellart. 126 bis comma 6) - o la sospensione (ai sensi dellart. 129) della patente di guida a seguito di violazioni del Codice della Strada e debba sostenere
nuovamente lesame di idoneit per la patente di guida (come regolato dallart. 116) o debba sottoporsi a visita
medica presso la Commissione medica locale (di cui allart. 119 IV comma).
2.3 Lavoratori autonomi
Un sussidio dello stesso valore di cui al punto 2.1 compete anche al socio lavoratore autonomo al quale venga
disposta la revisione (ai sensi dellart. 128 Codice della Strada) - anche per lintervenuta perdita totale del punteggio (a norma dellart. 126 bis comma 6) - o la sospensione (ai sensi dellart. 129) della patente di guida esclusivamente a seguito di violazioni per cause inerenti lespletamento della propria prestazione professionale e durante
le ore di tale prestazione.
2.4 Esclusione dal diritto ai sussidi
ll diritto al sussidio non spetta al socio se, anche in conseguenza della sospensione o revisione, venga disposta
la revoca della patente di guida ai sensi dellart.130 Codice della Strada.

3 - Corsi di recupero punti


3.1 Diritto al sussidio e suo importo
Il socio lavoratore dipendente, titolare della patente A e/o B, ha diritto ad un sussidio pari al 80% del documento
fiscale comprovante leffettiva spesa sostenuta per partecipare agli appositi corsi di recupero fino ad un massimo
di euro 500,00 (cinquecento/00) quando subisca una decurtazione del punteggio della patente di guida nella
misura di almeno dieci punti, a seguito di violazioni al Codice della Strada di cui almeno una commessa per
cause inerenti lattivit lavorativa, durante lorario di lavoro riconosciuto e mentre era alla guida di un veicolo
dellAzienda da cui dipende o dalla stessa autorizzato.
3.2 Lavoratori dipendenti titolari della patente speciale C, D, C+E, D+E
Un sussidio dello stesso valore di cui al precedente punto 3.1. compete anche al socio lavoratore dipendente,
che sia titolare della patente di guida di categoria C oppure D oppure C+E oppure D+E e che se ne serva ai fini
dellespletamento delle proprie mansioni lavorative, quando subisca una decurtazione del punteggio della patente di guida nella misura di almeno dieci punti, a seguito di violazioni al Codice della Strada.
PRESTAZIONE AGGIUNTIVA PROFESSIONALE

49

3.3 Lavoratori autonomi


Un sussidio dello stesso valore di cui al precedente punto 3.1. compete anche al socio lavoratore autonomo
quando subisca una decurtazione del punteggio della patente di guida nella misura di almeno dieci punti, esclusivamente a seguito di violazioni al Codice della Strada per cause inerenti lespletamento della propria prestazione professionale e durante le ore di tale prestazione.
3.4 Periodo massimo
Il sussidio spetta al socio comunque non pi di una volta ogni due anni solari.
3.5 Esclusione dal diritto ai sussidi
ll diritto al sussidio non spetta al socio se, anche in conseguenza della sospensione o revisione, venga disposta
la revoca della patente di guida ai sensi dellart.130 Codice della Strada.

4 - Privazione dello stipendio a seguito di revisione o sospensione della patente di guida


4.1 Diritto al sussidio e suo importo
Nel caso in cui al socio lavoratore dipendente, titolare della patente A e/o B, venga disposta la revisione - anche
per lintervenuta perdita totale del punteggio - o la sospensione della patente di guida, a seguito di infrazioni al
Codice della Strada, di cui almeno una commessa per cause inerenti lattivit lavorativa, durante lorario di
lavoro riconosciuto e mentre era alla guida di un veicolo dellAzienda da cui dipende o dalla stessa autorizzato e
intervenga anche la sospensione dallo stipendio e dal servizio, il socio acquisisce il diritto ad un sussidio di euro
40,00 (quaranta/00) a partire dal primo giorno fino a quando non sar rientrato in qualsiasi posizione lavorativa o
in possesso della patente di guida.
4.2 Lavoratori dipendenti titolari della patente speciale C, D, C+E, D+E
Un sussidio dello stesso valore di cui al precedente punto 4.1 compete anche al socio lavoratore dipendente, che
sia titolare della patente di categoria C oppure D oppure C+E oppure D+E e che se ne serva ai fini dellespletamento delle proprie mansioni lavorative, quando gli venga disposta la revisione - anche per lintervenuta perdita
totale del punteggio - o la sospensione della patente di guida, a seguito di infrazioni al Codice della Strada.
4.3 Lavoratori autonomi
Un sussidio dello stesso valore di cui al precedente punto 4.1 compete anche al socio lavoratore autonomo al
quale venga disposta la revisione - anche per lintervenuta perdita totale del punteggio - o la sospensione della
patente di guida, esclusivamente a seguito di violazioni al Codice della Strada per cause inerenti lespletamento
della propria prestazione professionale e durante le ore di tale prestazione.
4.4 Periodo massimo
Il sussidio spetta al socio comunque per un periodo massimo di novanta giorni per ogni anno solare.
4.5 Esclusione dal diritto ai sussidi
ll diritto al sussidio non spetta al socio se, anche in conseguenza della sospensione o revisione, venga disposta
la revoca della patente di guida ai sensi dellart.130 Codice della Strada.

4 bis - Norme comuni agli articoli 2, 3 e 4


I sussidi per Revisione o sospensione della patente (articolo 2), Corsi di recupero punti (articolo 3), Privazione dello stipendio a seguito di revisione o sospensione della patente di guida (articolo 4), spettano al socio solo
se titolare di patente di guida in corso di validit nel territorio della Repubblica italiana alla data in cui sia commessa ciascuna violazione del Codice della Strada.
Nel caso in cui la patente di guida sia stata rilasciata al socio da autorit diversa da quella della Repubblica
italiana, al socio spettano i sussidi per Revisione o sospensione della patente (articolo 2), Corsi di recupero
punti (articolo 3), Privazione dello stipendio a seguito di revisione o sospensione della patente di guida (articolo
4), solo se detta patente sia stata equiparata - secondo le disposizioni vigenti nella Repubblica italiana, allatto in
cui sia commessa ciascuna violazione del Codice della Strada - alla tipologia di una o pi patenti richiamate nei
singoli predetti articoli.
Tali sussidi non spettano al socio per violazioni alle norme che regolano la circolazione stradale compiuti fuori dal
territorio dello Stato italiano.

5 - Sospensione o ritiro di speciale licenza o abilitazione professionale


5.1 Diritto al sussidio per la sospensione o il ritiro di speciale licenza o abilitazione professionale e suo importo
Il socio lavoratore dipendente, che per tipologia di lavoro debba possedere speciale licenza o abilitazione professionale (ad esempio: di guida, di porto darmi, ecc.) ha diritto ad un sussidio pari all80% del documento fiscale
comprovante leffettiva spesa sostenuta fino ad un massimo di euro 2.000,00 (duemila/00) qualora si veda sospesa
o ritirata la predetta speciale licenza o abilitazione professionale per cause colpose inerenti lattivit lavorativa
durante lorario di lavoro riconosciuto e debba essere sottoposto a ulteriori accertamenti per appurarne lidoneit.
5.2 Conseguenza della sospensione o del ritiro di speciale licenza o abilitazione professionale
Nellipotesi di cui al precedente articolo 5.1 e qualora intervenga anche la sospensione dal servizio e dallo
stipendio, il socio acquisisce il diritto ad un sussidio di euro 35,00 (trentacinque/00) a partire dal primo giorno fino
a quando non sar rientrato in qualsiasi posizione lavorativa o in possesso della propria licenza o abilitazione
professionale.
5.3 Periodo massimo
Il sussidio di cui al precedente art. 5.2 spetta al socio lavoratore dipendente comunque per un periodo massimo
di novanta giorni per ogni anno solare.

50

REGOLAMENTO IN VIGORE DAL 9 GIUGNO 2008

5.4 Esclusione dal diritto ai sussidi


I sussidi di cui ai precedenti art. 5.1 e 5.2 non spetta al socio lavoratore autonomo.

6 - Conseguenza di sospensione della licenza comunale per lesercizio singolo del servizio taxi
6.1 Diritto al sussidio per ritiro della licenza comunale e suo importo
Nel caso in cui al socio venga disposta la sospensione della licenza comunale per lesercizio singolo del servizio
taxi di cui titolare, per cause colpose inerenti lespletamento del proprio servizio durante le ore dei propri turni
di lavoro e per tutto il periodo della sospensione non percepisca alcun corrispettivo, il socio acquisisce il diritto ad
un sussidio di euro 31,00 (trentuno/ 00) a partire dal primo giorno fino a quando non sar rientrato in possesso
della licenza.
6.2 Esclusione dal diritto ai sussidi
Il sussidio non spetta al socio nel caso in cui:
sia sostituito temporaneamente alla guida del taxi;
gli venga disposta la revoca della licenza o nel caso di decadenza della stessa;
nel caso di esercizio in forma associata del servizio taxi.
6.3 Periodo massimo
In ogni caso il sussidio compete per un periodo massimo di 90 giorni per evento.

7 - Tutela legale
7.1 Diritto alla tutela legale
Il socio ha diritto alla tutela legale e al rimborso di eventuali spese peritali dalla iniziale fase processuale e per
tutti i gradi di giudizio per ogni procedimento giudiziario, purch il fatto che lha determinato sia inerente allattivit espletata dal socio, non rivesta carattere doloso e sia avvenuto durante le ore di servizio e/o nellespletamento del proprio lavoro.
7.2 Tutela penale per il socio imputato
Nel caso di procedimenti penali al socio spetta la tutela legale se sia imputato per fatti, azioni e/o omissioni
colpose e non dolose, compiuti comunque in servizio e/o per motivi di lavoro.
Per le imputazioni, in cui si presume ex lege il dolo dellindagato (ad esempio furto, appropriazione indebita,
ingiurie), il socio avr lonere di anticipare le spese giudiziarie che potranno essergli rimborsate solo se, a termine
giudizio con sentenza passata in giudicato, sar assolto con le seguenti formule:
a) per non aver commesso il fatto;
b) perch il fatto non sussiste;
c) perch il fatto non costituisce reato.
Nellipotesi di reati dolosi, il diritto al sussidio pertanto escluso nellipotesi limputato si avvalga:
a) dei termini di prescrizione;
b) di eccezioni procedurali.
Il diritto al sussidio escluso per i procedimenti penali iniziati a seguito di querela proposta dal socio.
Qualora il socio, invece, sia contestualmente il querelante e il querelato, il sussidio sar erogato solo al termine
del giudizio e sempre che sussistano tutte le condizioni previste dal presente articolo.
7.2 bis Tutela penale per il socio persona offesa a seguito di lesioni gravi e/o gravissime
Al socio spetta la tutela legale nei procedimenti penali ove sia persona offesa per lesioni personali gravi e/o gravissime - da intendersi secondo le norme del codice penale - subite a seguito di fatti, colposi o dolosi, e/o omissioni
imputabili a terzi soggetti, avvenuti nellorario di lavoro e per motivi attinenti allespletamento del servizio.
7.2 ter Tutela penale per il socio persona offesa a seguito di lesioni lievi
Al socio spetta, altres, la tutela legale nei procedimenti penali ove sia persona offesa per lesioni personali lievi
subite a seguito di fatti dolosi (es. aggressioni, violenze, ecc) imputabili a terzi soggetti nellorario di lavoro e per
motivi attinenti allespletamento del servizio, purch
a) la malattia o linacapacit ad attendere alle ordinarie occupazioni che ne derivi abbia durata superiore a
20 giorni;
b) i primi 10 giorni di malattia siano certificati dal referto del pronto soccorso.
7.3 Tutela civile e amministrativa
Il socio, per avere diritto alla tutela legale nel caso di procedimenti civili e amministrativi, deve essere parte nel
giudizio per responsabilit contrattuali involontarie e inerenti soltanto alla sua attivit lavorativa, esclusa ogni
responsabilit di qualsiasi altra natura e derivazione volontaria; il sussidio pertanto riconosciuto esclusivamente per azioni od omissioni dipendenti, derivate e connesse con la sua attivit lavorativa.
Il diritto al sussidio altres escluso qualora si tratti di vertenza concernente i rapporti di lavoro subordinato.
La tutela legale concessa al socio unicamente nei casi di evidente denegato suo diritto o di assoluta incertezza
per lesito del giudizio.
Tali valutazioni sono conferite alla Societ sentito il parere del Legale di Sede, e sono insindacabili.
7.4 Obblighi di informativa
Il socio che intenda avvalersi del diritto di assistenza legale, in caso di sinistri, ove sia implicata o meno la sua
responsabilit, deve assolutamente informare immediatamente e non oltre i 120 giorni dalla pendenza del giudizio civile o amministrativo e per quanto concerne il giudizio penale dalla notifica dellinformazione di garanzia da
parte dellAutorit giudiziaria o organi preposti (esempio Pubblico Ministero, Cancelleria) la sede nazionale della
PRESTAZIONE AGGIUNTIVA PROFESSIONALE

51

Societ, facendo contemporaneamente pervenire un rapporto dettagliato sullincidente occorsogli e fotocopia


degli atti notificati.
Lomissione da parte del socio di quanto sopra, tassativamente prescritto, implica la sua rinuncia al diritto del
sussidio per la tutela legale.
7.5 Soci pensionati
Il diritto alla tutela legale per fatti avvenuti mentre il socio si trovava in attivit di servizio sussiste anche nel caso
di suo pensionamento.
7.6 Modalit per la tutela legale
Il Sodalizio provvede alla tutela legale del socio tramite il proprio Avvocato di sede.
Detto professionista, ove per ragioni di luogo e di distanza sia nellimpossibilit di recarsi presso lAutorit giudiziaria competente per la tutela del socio, si avvarr di corrispondenti, scelti dal socio esclusivamente nellelenco
predisposto dalla Societ. Un eventuale collegio di difesa, nelle fattispecie penali, deve essere preventivamente
autorizzato dal Legale di Sede e pu essere concesso soltanto per imputazioni che precedano un giudizio di
particolare difficolt processuale e/o giuridica.
Nelleventualit il socio preferisse un legale di sua esclusiva fiducia, la Societ al passaggio in giudicato della
sentenza emessa o del decreto di archiviazione, non potr rimborsare al socio stesso che limporto minimo
tariffario legislativamente previsto per la prestazione effettuata dai professionisti tecnico-legali con esclusione
delle spese, diritti e onorari di trasferta.
La presentazione del ricorso in Appello o in Cassazione concessa al socio, ma subordinata al nulla osta della
Societ, sentito il parere del Legale di Sede sulla sua fondatezza.

8 - Stato di arresto, detenzione domiciliare o reclusione


8.1 Diritto al sussidio e suo importo
Il socio in stato di arresto, di detenzione domiciliare o di reclusione per cause dipendenti dal servizio ha diritto a
un sussidio di euro 60,00 (sessanta/00) giornaliere per tutta la durata della pena, purch ricorrano tutte le condizioni normative inerenti al diritto alla tutela legale.
8.2 Diritto a sussidi per aventi diritto del socio in stato di arresto o detenzione domiciliare o reclusione
Il socio in stato di arresto, detenzione domiciliare o reclusione conserva il diritto ai sussidi previsti dal Regolamento interno per i suoi aventi diritto.

9 - Pena pecuniaria
9.1 Conversione della pena detentiva in pena pecuniaria
Nel caso il socio abbia ottenuto la conversione della pena da detentiva in pecuniaria, la Societ rimborser
integralmente lammenda o la multa, purch sia comminata con sentenza emessa da autorit giudiziaria della
Repubblica Italiana e inerente ai reati previsti dallart. 7.2 primo comma.

10 - Periodo di carenza
10.1 Termini
Per acquisire il diritto ai sussidi e servizi di cui ai precedenti punti 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9 il periodo di carenza di
30 giorni a decorrere dalla data di iscrizione.

11 - Non cumulabilit dei sussidi


11.1 Esclusioni
Non sono cumulabili tra loro i seguenti sussidi:
a) sussidio di Sospensione con privazione dello stipendio;
b) sussidio di Stato di arresto, detenzione domiciliare o reclusione;
c) sussidio di Conversione della pena detentiva in pena pecuniaria;
d) sussidio di Privazione dello stipendio a seguito di revisione o sospensione della patente di guida;
e) sussidio di Conseguenza di sospensione della licenza comunale per lesercizio singolo del servizio taxi.

52

REGOLAMENTO IN VIGORE DAL 9 GIUGNO 2008

Documenti da allegare
1 - Sospensione con privazione dello stipendio
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessario allegare nessun
documento.
2) Lettera di giustificazioni del socio allEnte di appartenenza o resoconto scritto dei fatti, da inviare alla Mutua, da
parte del socio.
3) Copia del documento dellEnte di appartenenza dal quale risulti il motivo di sospensione.
4) Dichiarazione dellEnte di appartenenza che certifichi il periodo nel quale stata effettuata la sospensione.
5) Attestazione dellEnte di appartenenza che il dipendente, durante il periodo di sospensione della patente, non ha
svolto altre mansioni.
2 - Revisione o sospensione della patente
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Lettera di giustificazioni del socio allEnte di appartenenza o resoconto scritto dei fatti, da inviare alla Mutua, da
parte del socio.
3) Dichiarazione dellEnte di appartenenza attestante che il mezzo che guidava il socio al momento dellincidente
era di propriet dellEnte stesso e lincidente avvenuto durante il periodo lavorativo.
4) Copia (autenticata) del Decreto emesso dalla prefettura della provincia o provvedimento dellUfficio provinciale
della Motorizzazione Civile dove risulta essere subordinato alla revisione dellesame di guida teorica e pratica.
5) Documento rilasciato dallUfficio della motorizzazione provinciale dal quale risulta essere stato sottoposto ad
esame indipendentemente dallesito ottenuto.
6) Verbale dellAutorit di Pubblica Sicurezza di consegna e ritiro della patente.
7) Verbale di contestazione della violazione e/o altro provvedimento dal quale risulti la sanzione accessoria del ritiro
punti.
8) Documentazione fiscale, in originale ed analitica, delle spese sostenute.
3 - Corsi di recupero punti
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Lettera di giustificazioni del socio allEnte di appartenenza o resoconto scritto dei fatti, da inviare alla Mutua, da
parte del socio.
3) Dichiarazione dellEnte di appartenenza attestante che il mezzo che guidava il socio al momento del fatto era di
propriet dellEnte stesso ed avvenuto durante il periodo lavorativo.
4) Verbale di contestazione della violazione e/o altro provvedimento dal quale risulti la sanzione accessoria del ritiro
punti.
5) Documentazione fiscale, in originale ed analitica, delle spese sostenute per il corso di recupero punti.
4 - Privazione dello stipendio a seguito di revisione o sospensione della patente di guida
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Lettera di giustificazioni del socio allEnte di appartenenza o resoconto scritto dei fatti, da inviare alla Mutua, da
parte del socio.
3) Dichiarazione dellEnte di appartenenza attestante che il mezzo che guidava il socio al momento dellincidente
era di propriet dellEnte stesso e lincidente avvenuto durante il periodo lavorativo.
4) Dichiarazione dellEnte di appartenenza attestante il periodo di sospensione dal servizio con privazione dello
stipendio.
5) Attestazione dellEnte di appartenenza che il dipendente, durante il periodo di sospensione della patente, non ha
svolto altre mansioni.
6) Verbale dellAutorit di Pubblica Sicurezza di consegna e ritiro della patente.
7) Verbale di contestazione della violazione e/o altro provvedimento dal quale risulti la sanzione accessoria del ritiro
punti.
5 - Sospensione o ritiro di speciale licenza o abilitazione professionale
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Lettera di giustificazioni del socio allEnte di appartenenza o resoconto scritto dei fatti, da inviare alla Mutua, da
parte del socio.
3) Documentazione attestante il ritiro di speciale licenza o abilitazione professionale.
4) Dichiarazione dellEnte di appartenenza attestante il periodo di sospensione dal servizio con privazione dello
stipendio.
5) Attestazione dellEnte di appartenenza che il dipendente, durante il periodo di sospensione della patente, non ha
svolto altre mansioni.
6) Documentazione fiscale, in originale ed analitica, delle spese sostenute.
PRESTAZIONE AGGIUNTIVA PROFESSIONALE

53

6 - Conseguenza di sospensione della licenza comunale per lesercizio singolo del servizio taxi
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Lettera di giustificazioni del socio allEnte di appartenenza o resoconto scritto dei fatti, da inviare alla Mutua, da
parte del socio.
3) Dichiarazione dellEnte di appartenenza attestante il mezzo che il socio al momento della sospensione alla guida
di un mezzo abilitato al servizio pubblico che guidava il socio al momento della sospensione della licenza era di
propriet dellEnte stesso e la sospensione avvenuta durante il periodo lavorativo.
4) Dichiarazione dellEnte di appartenenza attestante il periodo di sospensione dal servizio con privazione dello
stipendio.
5) Verbale dellAutorit comunale di sospensione della licenza.
7 - Tutela legale
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Lettera di giustificazioni del socio allEnte di appartenenza o resoconto scritto dei fatti, da inviare alla Mutua, da
parte del socio.
3) Copia del primo atto introduttivo del giudizio o del primo atto attraverso il quale il socio venga a conoscenza di
essere sottoposto, come indagato, a procedimento penale.
4) Copia della nomina dellAvvocato di difesa.
5) Copia della sentenza passata in giudicato che attesti assoluzione con formula piena, o condanna a reato colposo,
per i reati di cui allarticolo 7.2 II comma del Regolamento.
8 - Stato di arresto, detenzione domiciliare o reclusione
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Lettera di giustificazioni del socio allEnte di appartenenza o resoconto scritto dei fatti, da inviare alla Mutua, da
parte del socio.
3) Dichiarazione della Direzione del carcere dalla quale risulti il periodo di detenzione ovvero provvedimento dellAutorit dal quale risulti il periodo di detenzione domiciliare.
4) Copia del provvedimento dellAutorit giudiziaria dal quale risulti il motivo dello stato di arresto, di detenzione
domiciliare o di reclusione.
9 - Pena pecuniaria
1) Fotocopia della busta paga o del c/c postale, riferita al periodo precedente la richiesta di sussidio. Per coloro che
pagano i contributi associativi mediante rimessa interbancaria diretta (R.I.D.) non necessita allegare nessun
documento.
2) Lettera di giustificazioni del socio allEnte di appartenenza o resoconto scritto dei fatti, da inviare alla Mutua, da
parte del socio.
3) Copia della sentenza passata in giudicato attestante la conversione della pena da detentiva in pecuniaria.
Documentazione
La Societ pu richiedere al socio o direttamente agli enti competenti tutta la documentazione che riterr opportuna,
a conferma della validit del sussidio richiesto.

54

REGOLAMENTO IN VIGORE DAL 9 GIUGNO 2008

ALLEGATO A

Grandi interventi chirurgici


Elenco e tariffario
Per tutti gli interventi in elenco spetta un rimborso massimo di 10.000 euro per ricoveri effettuati in strutture sanitarie convenzionate,
strutture pubbliche, private o in libera professione, ad esclusione del trapianto dorgani (codice M01) che prevede un rimborso massimo
di 50.000 euro, per spese sanitarie effettivamente sostenute e documentate, secondo le norme previste dal regolamento delle singole
prestazioni base.
CHIRURGIA GENERALE
Collo
A46 Fistole e cisti congenite del collo, asportazione di
A55 Fistola esofago-tracheale, intervento per
A01 Paratiroidectomia totale
A02 Tiroidectomia totale, qualsiasi via di accesso
A04 Tiroidectomia totale per neoplasie maligne con svuotamento latero-cervicale bilaterale
A05 Tiroidectomia totale per neoplasie maligne con svuotamento latero-cervicale monolaterale
A97 Decompressione orbitopatia tiroidea
A56 Tiroidectomia parziale solo per patologia nepolastica maligna
A87 Linfoadenectomia monolaterale e/o bilaterale (come unico intervento)
A88 Tracheostomia con tracheotomia
Mammella
A48 Quadrantectomia con linfoadenectomie associate (anche in ricoveri diversi)
A89 Quadrantectomia per neoplasie maligne
A49 Ricostruzione mammaria postmastectomia radicale o semplice per cancro, comprensivo di protesi
A06 Mastectomia radicale, qualsiasi tecnica, con linfoadenectomie associate
A57 Mastectomia semplice totale con eventuali linfoadenectomie
A58 Rimozione ed eventuale sostituzione di protesi mammaria precedentemente impiantata dopo mastectomia per cancro, comprensivo di
protesi
Esofago
A07 Diverticoli nellesofago cervicale, intervento per
A08 Diverticoli nellesofago toracico, intervento per
A09 Esofagectomia totale con esofagoplastica, in un tempo, con linfoadenectomia
A10 Esofago cervicale, resezione con esofagostomia
A59 Esofago, resezione parziale con esofagostomia
A11 Esofago-gastrectomia totale per via toracolaparotomica ed eventuale linfoadenectomia
A12 Esofagogastroplastica, esofagodigiunoplastica, esofagocolonplastica, sostitutiva o palliativa
A14 Atresia esofagea, trattamento completo
A15 Megaesofago, intervento per
A60 Megaesofago, reintervento per
A61 Varici esofagee, intervento transtoracico o addominale
Stomaco - duodeno
A16 Dumping syndrome, interventi di riconversione per
A17 Gastrectomia totale con linfoadenectomia
A62 Gastrectomia parziale, con eventuale linfoadenectomia
A50 Resezione gastroduodenale
A63 Resezione gastroduodenale per UPPO
A18 Fistola gastro-digiuno-colica, intervento per
A90 Ernia iatale, interventi per via laparoscopica
Intestino: digiuno - ileo - colon - retto - ano
A51 Morbo di Crohn, resezione intestinale per
A19 By-pass gastrointestinali e intestinali per patologie maligne
A64 By-pass intestinali per il trattamento dellobesit patologica
A91 Resezione anse intestinali con anastomosi
A92 Laparatomia esplorativa per neoplasie in operabili
A93 Laparatomia esplorativa per stadizione linfoadenopatie
A20 Colectomie totali con eventuale stomia
A65 Confezionamento di ano artificiale, come unico intervento
A22 Emicolectomia dx
A23 Emicolectomia sx ed eventuale colostomia (Hartmann e altre)
A24 Megacolon, intervento per
A66 Megacolon, colostomia per
A67 Colectomia segmentaria con eventuale stomia
A69 Procto-colectomia totale
ELENCO TARIFFARIO GRANDI INTERVENTI CHIRURGICI

55

A26
A27
A52
A28
A70
A71
A72
A73

Resezione anteriore retto-colica compresa linfoadenectomia ed eventuale stomia


Retto, amputazione del, per neoplasia dellano con linfoadenectomia inguinale bilaterale
Reinterventi addominali, di qualunque tipo, per ripetizioni di neoplasie comprese nel presente elenco
Amputazione addomino-perineale sec. Miles, trattamento completo
Ano preternaturale, chiusura, ricostruzione continuit
Atresia dellano: abbassamento addomino-perineale
Occlusione intestinale del neonato (qualunque tipo di intervento)
Piloro, stenosi congenita del

Peritoneo
A29 Tumore retroperitoneale, exeresi di
A86 Omentectomia per neoplasie maligne
Fegato e vie biliari
A30 Anastomosi porto-cava o spleno-renale mesenterica-cava
A31 Deconnessione azygos-portale per via addominale
A32 Resezioni epatiche maggiori
A33 Resezioni epatiche minori
A53 Ascessi epatici, cisti epatiche di qualsiasi natura, angiomi cavernosi, intervento chirurgico per
A74 Colecistostomia per neoplasie non resecabili
A75 Coledoco-epatico-digiuno-duodenostomia con o senza colecistectomia
A76 Coledoco-epatico-digiunostomia con o senza colecistectomia
A77 Coledoco-epatico-duodenostomia con o senza colecistectomia
Pancreas - Milza
A35 Derivazione pancreatico-Wirsung digestive
A36 Cefaloduodenopancreasectomia compresa eventuale linfoadenectomia
A37 Neoplasie del pancreas endocrino, interventi per
A38 Pancreatectomia sinistra compresa splenectomia ed eventuale linfoadenectomia
A39 Pancreatectomia totale con eventuale linfoadenectomia
A94 Pancreasectomia sinistra senza splenectomia
A40 Pancreatite acuta, intervento demolitivo
A41 Interventi per fi stole pancreatiche conseguenti ad altri interventi
A42 Splenectomia
Oro
A78
A95
A96
A79
A80
A81
A82
A83
A84
A98
A44
A45

- maxillo - facciale
Massiccio facciale, intervento demolitivo per neoplasie maligne con svuotamento dellorbita
Massiccio facciale, intervento per malformazioni della mandibola e della mascella
Condilectomia con condiroplastica
Labbro e guancia, intervento di asportazione di neoplasie maligne con svuotamento della loggia sottomascellare
Lingua e pavimento orale, intervento di asportazione di neoplasie maligne con svuotamento latero-cervicale
Lingua, pavimento orale, ghiandole sottomascellari, intervento di asportazione di neoplasie maligne con svuotamento latero-cervicale
Mandibola, resezione per neoplasie maligne con svuotamento latero-cervicale mono o bilaterale
Mascellare superiore, resezione per neoplasie maligne con svuotamento latero-cervicale mono o bilaterale
Parotidectomia totale
Tumori misti ghiandole salivari, asportazione completa della ghiandola
Maxillo-facciale, interventi di ricostruzione conseguenti a traumi (con esclusione fratture ossa nasali)
Labiopalatoschisi, intervento correttivo

CHIRURGIA TORACO - POLMONARE


B20 Toractomia o torascopia esplorative per biopsia
B01 Resezione segmentaria polmonare tipica
B02 Resezione segmentaria polmonare atipica
B15 Cisti polmonari, asportazione di
B03 Lobectomia, intervento di
B16 Bilobectomia, intervento di
B04 Resezione bronchiale con reimpianto
B05 Pneumonectomia, intervento di
B06 Pleuro-pneumonectomia, intervento di
B07 Fistole esofago-bronchiali, intervento per
B17 Fistole del moncone bronchiale dopo exeresi, intervento per
B08 Pleurectomia per neoplasia maligna della pleura
B21 Decorticazione pleurica
B10 Coste e sterno, interventi per neoplasie maligne
B22 Fratture costali esternali, osteosintesi
B11 Trachea, resezione e plastica per neoplasie maligne
B13 Timectomia
B18 Enfisema bolloso, trattamento chirurgico di
B23 Bolle enfisematose, resezione chirurgica

56

REGOLAMENTO IN VIGORE DAL 9 GIUGNO 2008

B14
B24
B25
B19

Mediastino, interventi per tumori e cisti del


Ernia diaframmatici
Frenoplicatio per relaxatio diaframmatici
Linfoadenectomia mediastinica

CHIRURGIA CARDIOVASCOLARE
C16 Correzione chirurgica malformazioni congenite cardiache e dei grossi vasi
C18 Cardiochirurgia in C.E.C.
C19 Aneurismi aorta toracica e/o addominale, interventi per
C20 Aneurismi arterie viscerali e tronchi sovraortici, interventi per
C21 Aneurismi aorta addominale e tronchi sovraortici, intervento con posizionamento endovascolare di protesi
C22 By-pass aorto-iliaco o aorto-femorale, femoro-tibiale, femoro-femorale, femoro-popliteo, axillo-femorale
C23 By-pass aorto-renale o aorto-mesenterico con eventuale TEA
C24 By-pass aorto-anonima, aorto-carotideo, carotido-succlavio
C25 Tromboendoarteriectomia di carotide e vasi epiaortici (by-pass, patch, embolectomia, trapianto)
C11 By-pass aorto-coronarico singolo
C12 Rivascolarizzazione miocardia, qualsiasi metodica
C28 Angioplastica coronaria percutanea con eventuale applicazione di stents
C33 Angioplastica ed eventuale applicazione di stent in qualsiasi distretto arterioso periferico
C13 Sostituzione valvolare singola
C14 Sostituzione valvolare multipla
C15 Valvuloplastica cardiochirurgica
C30 Commissurotomia per stenosi mitralica
C31 Sezione e legatura del dotto arterioso di Botallo
C34 Difetto interatriale, correzione percutanea
C35 Ablazione transcatetere vie elettriche anomale (CARTO)
C32 Pericardiectomia
GINECOLOGIA
D01 Eviscerazione pelvica
D10 Isterectomia radicale con linfoadenectomia
D11 Isterectomia totale semplice con eventuale annessiectomia mono-bilaterale, qualunque via
D12 Tumori maligni vaginali, intervento radicale per, con e senza linfoadenectomia
D07 Vulvectomia allargata con linfoadenectomia inguinale e pelvica, intervento di
D08 Fistole uretero-vaginali, vescicovaginali, rettovaginali, intervento per
D13 Localizzazioni endometriosiche addomino-pelviche-annessiali, intervento chirurgico demolitivo mono-bilaterale per via laparotomica
D14 Aplasia della vagina, ricostruzione per
D15 Annessiectomia bilaterale
NEUROCHIRURGIA
E01 Neoplasie endocraniche o aneurismi, asportazione di
E02 Neoplasie endorachidee, asportazione di, cordotomie, radicotomie
E03 Tumori orbitali, asportazione di
E04 Cranioplastica
E05 Craniotomia per lesioni traumatiche intracerebrali per via endocranica
E25 Craniotomia per ematoma extradurale
E06 Craniotomia per tumori cerebellari, anche basali
E26 Craniotomia a scopo decompressivo/esplorativo
E32 Trapanazione cranica per PIC e/o drenaggio ventricolare
E07 Ernia del disco dorsale, intervento per via trans-toracica
E08 Ernia del disco per via anteriore con artrodesi intersomatica
E10 Deviazione liquorale diretta e indiretta, intervento di
E11 Epilessia focale, intervento per
E12 Traumi vertebro-midollari, intervento per via anteriore o posteriore
E14 Tumori della base cranica, intervento per via transorale
E16 Ipofisi, intervento per neoplasie per via transfenoidale
E17 Cerniera atlanto occipitale, intervento per malformazioni
E18 Tumori intramidollari, extramidollari, intradurali, intervento di laminectomia per
E19 Neurotomia retrogasseriana, sezione intracranica di altri nervi
E20 Ascesso o ematoma intracranico, intervento per
E21 Mielomeningocele, intervento per
E27 Encefalomeningocele, intervento per
E28 Craniostenosi
E22 Talamotomia pallidotomia ed altri interventi similari
E23 Fistole artero-venose terapia chirurgica diretta
E29 Malformazione aneurismatica o angiomatosa intracranica, terapia chirurgica diretta
E30 Malformazioni e/o fistole vascolari cerebrali, embolizzazione e/o Gamma-Knife
E31 Tumori endocranici, embolizzazione e/o Gamma-Knife

ELENCO TARIFFARIO GRANDI INTERVENTI CHIRURGICI

57

ORTOPEDIA
Interventi cruenti di chirurgia ortopedica
F02 Artroprotesi anca, totale
F19 Rimozione protesi totale di anca
F20 Rimozione e reimpianto di protesi totale di anca
F03 Artroprotesi spalla, totale
F04 Artroprotesi ginocchio
F01 Artroprotesi gomito, totale
F21 Artoprotesi totale di polso
F22 Artoprotesi totale di caviglia
F05 Scoliosi, intervento per
F23 Emimelia, intervento per (trattamento completo)
F06 Tumori ossei e forme pseudotumorali grandi segmenti o articolazioni, asportazione di
F10 Tumori ossei e forme pseudotumorali della colonna vertebrale, asportazione di
F11 Metastasi ossee, svuotamento ed armatura con sintesi e cemento
F07 Emipelvectomia interne con salvataggio dellarto
F09 Amputazione di grandi segmenti di arti
F12 Artrodesi vertebrale
F13 Piede torto congenito, correzione chirurgica parti molli e/o ossee (massimale)
F14 Pott, intervento focale con o senza artrodesi vertebrale
F15 Reimpianti di arto o suo segmento, escluso dita
F16 Uncoforaminotomia o vertebrotomia, trattamento completo
F17 Interventi per allungamento arti
F18 Asportazione di neoplasie maligne dei muscoli
F24 Melanoma cutaneo, svuotamento inguino-iliaco-otturatorio, ascellare ecc.
F25 Frattura piatto tibiale, osteosintesi con placca
F26 Frattura di femore, osteosintesi
F27 Frattura di bacino, fissazione e/o osteosintesi
OTORINOLARINGOIATRIA
Orecchio
G01 Atresia auris congenita
G02 Antroatticotomia con trapanazione del labirinto
G03 Timpanoplastica superiore al primo tipo
G04 Neurinoma dellottavo paio di nervi cranici
G05 Tumori maligni dellorecchio, asportazione di
G08 Mastoidectomia radicale
G12 Otosclerosi, intervento completo
G13 Impianto coclearie
Laringe e faringe
G09 Laringectomia totale o parziale con o senza svuotamento laterocervicale monolaterale
G10 Laringectomia totale o parziale con svuotamento laterocervicale bilaterale
G11 Laringofaringectomia totale
UROLOGIA
Rene e surrene
H01 Tumori renali, nefrectomia allargata, con e senza surrenectomia
H16 Nefrectomia semplice
H22 Espianto di rene trapiantato
H02 Nefroureterectomia radicale con linfoadenectomia pi eventuale surrenectomia, intervento di
H03 Nefroureterectomia radicale pi trattamento trombocavale ed eventuale surrenectomia
H04 Surrenectomia
H17 Tumore di Wilms, asportazione
Uretere
H05 Ureteroileoanastomosi mono-bilaterale
H18 Ureteroenteroplastiche con tasche continenti, mono-bilaterale, intervento di
H19 Neovescica continente ortotopica
Vescica
H07 Cistectomia totale compresa linfoadenectomia e prostatovesciculectomia o ureteroannessiectomia con ileo o colobladder
H20 Cistectomia parziale con ureterocistoneostomia
H08 Cistectomia totale compresa linfoadenectomia e prostatovesciculectomia o ureteroannessiectomia con neovescica rettale compresa
H09 Cistectomia totale compresa linfoadenectomia e prostatovesciculectomia o ureteroannessiectomia con ureterosigmostomia o ureterocutaneostomia
H10 Estrofi a vescicale (trattamento completo)
Prostata
H11 Prostatectomia radicale con linfoadenectomie

58

REGOLAMENTO IN VIGORE DAL 9 GIUGNO 2008

Uretra
H12 Ipospadia e epispadia, trattamento completo con plastica
Apparato genitale maschile
H13 Pene, amputazione totale con linfoadenectomia
H21 Pene, amputazione totale con creazione di neovagina
H14 Orchiectomia mono-bilaterale
OCULISTICA
I01 Trapianto corneale a tutto spessore
I02 Enucleazione globo oculare con impianto di protesi
I03 Osteo-odontocheratoprotesi (per tutte le fasi)
GRANDI USTIONI
L01 Grandi ustioni - trattamento chirurgico per
TRAPIANTO DI ORGANI
M01 Trapianto di cuore, polmoni, fegato, pancreas, grandi segmenti addominali, reni
M02 Trapianto di midollo osseo (compreso autotrapianto)
M03 Omotrapianto ed autotrapianto di cellule staminali per affezioni ematologiche
M04 Prelievo organi per omotrapianto
M05 Prelievo midollo osseo per omotrapianto

euro

50.000

MALATTIE RARE
M06 Malattie classificate RARE (come previsto da D.M. della Sanit 18 maggio 2001 n. 279) interventi conseguenti o correttivi di tali
malattie

Prospetti riepilogativi

PROSPETTI RIEPILOGATIVI

59

60

REGOLAMENTO IN VIGORE DAL 9 GIUGNO 2008

PROSPETTI RIEPILOGATIVI

61

62

REGOLAMENTO IN VIGORE DAL 9 GIUGNO 2008

PROSPETTI RIEPILOGATIVI

63

Presenti in tutta Italia


ABRUZZO
65124 PESCARA
Via Grotte del Cavallone, 11
Tel. 085/4212152 - Fax 085/4226442
E-mail: abruzzo@mutuacesarepozzo.it

LIGURIA
16122 GENOVA
Via E. De Amicis, 6/2
Tel. 010/5702787 - Fax 010/5452134
E-mail: liguria@mutuacesarepozzo.it

SICILIA
90133 PALERMO
Via Torino, 27/D
Tel. 091/6167012 - Fax 091/6177524
E-mail: sicilia@mutuacesarepozzo.it

BASILICATA
85100 POTENZA
Viale Unicef
c/o Centro Comm. Galassia
Tel. 0971/58791 - Fax 0971/58914
E-mail: basilicata@mutuacesarepozzo.it

LOMBARDIA
20125 MILANO
Viale Lunigiana, 19
Tel. 02/66989923 - Fax 02/669899928
E-mail: lombardia@mutuacesarepozzo.it

TOSCANA
50123 FIRENZE
Via degli Orti Oricellari, 34
Tel. 055/211806 - Fax 055/296981
E-mail: toscana@mutuacesarepozzo.it

MARCHE
60125 ANCONA
Via G. Marconi, 227
Tel. 071/43437 - Fax 071/2149015
E-mail: marche@mutuacesarepozzo.it

TRENTINO ALTO ADIGE


39100 BOLZANO
Piazza Verdi, 15 int. 4
Tel. 0471/300189 - Fax 0471/309589
E-mail: trentino@mutuacesarepozzo.it

MOLISE
86100 CAMPOBASSO
Via Garibaldi, 67/69
Tel. 0874/482004 - Fax 0874/494098
E-mail: molise@mutuacesarepozzo.it

UMBRIA
06034 FOLIGNO
Via Nazario Sauro, 4/B
Tel. 0742/342086 - Fax 0742/349043
E-mail: umbria@mutuacesarepozzo.it

PIEMONTE VAL DAOSTA


10128 TORINO
Via Sacchi, 2 bis
Tel. 011/545651 - 011/5579272
Fax 011/5189449
E-mail: piemonte@mutuacesarepozzo.it

VENETO
30171 MESTRE VENEZIA
Via Dante, 106
Tel.041/926751 - Fax 041/5387659
E-mail: veneto@mutuacesarepozzo.it

CAMPANIA
80142 NAPOLI
Via Enrico Cosenz, 13
Tel. 081/261568 - Fax 081/289535
E-mail: campania@mutuacesarepozzo.it
EMILIA ROMAGNA
40121 BOLOGNA
Via Boldrini, 18/2
Tel. 051/6390850 - Fax 051/6393659
E-mail: emilia@mutuacesarepozzo.it
FRIULI VENEZIA GIULIA
34133 TRIESTE
Via Giustiniano, 8
Tel. 040/367811 - Fax 040/3726001
E-mail: friuli@mutuacesarepozzo.it
LAZIO
00184 ROMA
Via Cavour, 47
Tel. 06/47886742 - 06/4815887
Fax 06/47886743
E-mail: lazio@mutuacesarepozzo.it

PUGLIA
70123 BARI
Via Beata Elia
di San Clemente, 223
Tel. e Fax 080/5211661
Tel.080/5243662 - Fax 080/5730206
E-mail: puglia@mutuacesarepozzo.it
SARDEGNA
07100 SASSARI - Corso Vico, 2
Tel. 079/236394 - Fax 079/2010241
E-mail: sardegna@mutuacesarepozzo.it

Societ nazionale
di mutuo soccorso
Cesare Pozzo
Sede centrale

Via San Gregorio, 48 - 20124 Milano


Tel. 02 66726.1
Fax 02 66726.313
informazioni@mutuacesarepozzo.it
www.mutuacesarepozzo.it
C.Fiscale: 80074030158

64

REGOLAMENTO IN VIGORE DAL 9 GIUGNO 2008

Regolamento-(giugno 2008)Settembre 08

CALABRIA
89127 REGGIO CALABRIA
Via Caprera, 8
Tel. 0965/331960 - Fax 0965/814305
E-mail: calabria@mutuacesarepozzo.it