Anda di halaman 1dari 3

La Russia e le sue sanzioni

Con l'inizio della crisi ucraina e il mancato riconoscimento


della Russia sul paese si ebbero una serie di effetti
internazionali come la presa della Crimea da parte della
Russia e l'inizio di violenze nel Donbas. A queste prese di
forza l'Europa e l'Occidente scelsero di iniziare una serie
di sanzioni contro la Russia con l'intento di farle cambiare
idea queste sanzioni andavano a coprire una serie di campi
che avevano l'intento di indebolire la Russia iniziando
dalle interdizioni per certe persone e andando avanti con il
fermo sulle importazioni di tecnologia e armi normale
che a queste ci sono anche altre sanzioni che non stiamo
qua a discutere. Da parte della Russia si vide una contro
risposta con un innalzarsi di bandi contro i beni alimentai
delle sanzioni che avevano imposto le sanzioni. Ad una
prima visione si pu vedere da parte russa un
indebolimento della propria economia ma sicuramente non
a causa delle sanzioni occidentali che non colpiscono i
grandi settori di esportazione Russa ma a causa di un
indebolimento del prezzo del petrolio sceso da un target
minimo di 120 dollari a un prezzo di massimo 50 dollari
portando una diminuzione dei bilanci Russi. Le sanzioni
Europee pi che altro hanno sicuramente aiutato la Russia
a crescere da un punto di vista economico spingendola
senza il suo volere ad aumentare la produzione di quei beni
che prima si importavano dal EU , ma anche cercando di
organizzasi verso altri mercati internazionali.

Come si pu vedere dalla nostra immagine le esportazioni russe verso l'Europa non sono le
stesse sulle quali sono andate a battere anche le sanzioni Europee in quanto non si hanno
sanzioni su gas , minerali, ma sicuramente le sanzioni russe hanno colpito in pieno in
quanto il 7 % delle esportazioni EU sono colpite dalle sanzioni Russe.
Dal punto di vista Europeo le sanzioni hanno indebolito in modo principale i paesi del est
Europa e quelli mediterranei in quanto sono quei paesi che pi degli altri hanno una
economia agricola. In un primo momento sicuramente il peso delle sanzioni su questi paesi
non si e visto ma con il passare del tempo si e iniziato a sentire un peso sul bilancio del
paese e sul economia a causa di chiusura di fabbriche e una riduzione del bilancio del
paese.

Come si pu vedere dal grafico di sopra una serie di paesi hanno perso milioni di dollari a
causa delle sanzioni che secondo le stime europee nel lungo periodo porteranno ad una
perdita di quasi 2 milioni di posti di lavoro in Europa. Alla fine del discorsero si pu
osservare che queste sanzioni alla fine non hanno colpito in particolar modo la Russia ma
L'EUROPA e sicuramente la situazione Ucraina dal inizio della crisi e soltanto peggiorata
senza arrivare alla soluzione che l'ucraina sperava . Sicuramente nel breve e medio periodo
non si vedr un grande cambiamento di questi e neanche una loro entrata nella nato oppure
in Europa non soltanto per i problemi interni al paese ma anche a causa della sua posizione
troppo attaccata alla Russia. Un ulteriore problema e sicuramente il brutto periodo tramite
il quale sta passando l'Europa con i vari problemi economici causati dalla crisi, le ondate
migratorie che fanno rifiorire gli episodi di razzismo e per non dimenticare la BREXIT che
ha messo in serio dubbio il futuro europeo.