Anda di halaman 1dari 9

Centro studi Hermeneia

Dispense di lingua Greca

Dispense di lingua
greca I
Analisi, costruzione e
traduzione di un testo greco

Centro studi Hermeneia

Centro studi Hermeneia

Dispense di lingua Greca

Sommario
Esempio di traduzione di un testo greco. .......................................................................................................... 3
Lettura: Prime gesta di Zeus .......................................................................................................................... 3
Analisi e costruzione del testo ....................................................................................................................... 3
Traduzione ..................................................................................................................................................... 9

Centro studi Hermeneia

Dispense di lingua Greca

Esempio di traduzione di un testo greco.


Per tradurre un testo greco, cos come qualsiasi testo antico, necessario seguire una serie di
regole: dopo una lettura integrale, necessario dividere il testo in periodi; ogni periodo va
analizzato grazie allindividuazione dei verbi e, in seguito, dei soggetti. Allanalisi del periodo deve
seguire lanalisi logica delle singole frasi, poi la costruzione, cio il porre il testo antico nellordine
SVO, tipico delle lingue romanze. Solo dopo questi accorgimenti si accede al vocabolario per
cercare i significati.
Qui si propone lanalisi guidata di un testo relativamente semplice: la prima sezione del
secondo capitolo de La Biblioteca dello pseudo-Apollodoro. Il testo stato preso da
http://www.perseus.tufts.edu.

Lettura: Prime gesta di Zeus


, ,
, ,
. .
,
, .
, ,
.
,
.
, ,
.

Analisi e costruzione del testo


Innanzitutto necessario leggere il testo per intero;
Passiamo alla lettura della prima frase, di cui sottolineiamo i verbi in giallo e il\i soggetto\i in
verde:
, ,
, ,
. .
3

Centro studi Hermeneia

Dispense di lingua Greca

A ogni verbo -o costruzione verbale- corrisponde una frase, dallanalisi dei verbi dipende la
costruzione della frase:

- : III pers. singolare dellaoristo indicativo passivo, da . Verbo della


subordinata temporale introdotta da ;

- : III pers. singolare del presente indicativo attivo da . Verbo della


principale;

- : III pers. singolare del presente indicativo attivo da . Verbo della subordinata
relativa introdotta da ;

- : infinito aoristo attivo da . Verbo retto da (non costituisce una


frase a s);

- : participio aoristo passivo, nominativo maschile singolare, da .


Verbo della subordinata implicita al participio che potr tradurre al gerundio perch il
participio concorda col soggetto della frase;

- : III pers. singolare del presente indicativo attivo da . Verbo della subordinata
relativa introdotta dal pronome relativo ;

- : III pers. singolare aoristo indicativo attivo da . Verbo della subordinata


relativa introdotta da .

- : III pers. singolare aoristo indicativo attivo da . Verbo della subordinata


relativa introdotta da .
Abbiamo, dunque, una subordinata temporale, la principale e alcune subordinate relative.
Ricostruisco il testo, lasciando la struttura del periodo intatta, ma ordinando la frase semplice
sellordine SVO, nel fare questo far lanalisi logica del periodo:

- subordinata temporale
congiunzione- soggetto- pred. verb.- predicativo del soggetto;

- frase principale
pred. verb.- compl. ogg.- compl. specif.- compl. predicativo delloggetto;

- , subordinata relativa
sogg.- pred. verb.- compl. di termine- compl. oggetto

(subordinata relativa)

compl. dagente- sogg.- pred. verb.- avverbio- pred. verb.- compl. ogg.- avverbio- compl.
ogg.;

- subordinata relativa
4

Centro studi Hermeneia

Dispense di lingua Greca

compl. ogg.- pred. verb.;

- subordinata relativa
compl. compagnia- sogg.- compl. ogg.- compl. moto a luogo.
Soltanto adesso, dopo aver fatto analisi e costruzione, con lausilio del vocabolario, traduco:

- dopo che Zeus fu diventato adulto, (divenuto adulto);


- ottenne (traduco col passato remoto il verbo, bench sia presente) come Meti, la figlia di
Oceano, come complice (ottenne la complicit della figlia di Oceano, Meti);

- la quale diede da bere a Crono una pozione;


- essendo costretto dalla quale vomitava dapprima la pietra e infine i figli (grazie alla quale
era costretto a vomitare dapprima la pietra e poi i figli);

- che aveva ingoiato:


- con costoro Zeus intraprese la guerra contro Crono e i titani.
Divenuto adulto, Zeus ottenne la complicit della figlia di Oceano, Meti la quale diede da bere
a Crono una pozione grazie alla quale egli era costretto a vomitare dapprima la pietra e poi i figli
che aveva ingoiato; con costoro Zeus intraprese la guerra contro Crono e i Titani.

Passiamo alla lettura della seconda frase, di cui sottolineiamo i verbi in giallo e il\i soggetto\i in
verde:
,
:
. ,
, .
A ogni verbo -o costruzione verbale- corrisponde una frase, dallanalisi dei verbi dipende la
costruzione della frase:

- : participio presente deponente, genitivo maschile plurale da . Verbo del


genitivo assoluto;

- : III pers. aoristo indicativo attivo da . Verbo della frase principale;


- : participio aoristo passivo, accusativo maschile plurale da
. Participio sostantivato (non costituisce una frase a s);

- : III pers. singolare presente congiuntivo attivo da . Verbo della subordinata ipotetica,
marcata dalla presenza di ;

- : participio presente attivo, accusativo femminile singolare da .


Participio sostantivato (non costituisce frase a s);
5

Centro studi Hermeneia

Dispense di lingua Greca

- : participio aoristo attivo, nominativo maschile singolare da . Verbo


della subordinata relativa implicita al participio;

- : III pers. sing., indicativo aoristo attivo da . Verbo della coordinata alla principale,
coordinata per asindeto;

- : III pers. singolare, indicativo presente attivo da . Verbo della coordinata


introdotta da .

A questo punto costruisco la frase, lasciando la struttura del periodo intatta, ma ricostruendo le frasi
semplici nellordine SVO:

genitivo assoluto
pred. verb- soggetto- compl. di tempo continuato;

frase principale
soggetto- compl. termine- compl. ogg;

- subordinata ipotetica
compl. oggetto- pred. verb.- compl. predicativo delloggetto;

-
soggetto- pred. verb.- compl. oggetto + apposizione- compl. specif.- pred. verb.- compl.
ogg.;

- ,
, coordinata alla principale
sogg.- avverbio- pred. verb.- complementi di termine- complementi oggetto.

Solo a questo punto traduco:

combattendo costoro per dieci anni


Gea predisse a Zeus la vittoria
Se avesse avuto coloro che erano stati confinati nel Tartaro come alleati
Egli, avendo ucciso Campe che era la loro custode, ruppe le catene
I Ciclopi, allora, diedero a Zeus il tuono e il fulmine, a Plutone lelmo e a Posidone il
tridente.

Dopo che costoro ebbero combattuto per dieci anni, Gea predisse a Zeus che avrebbe vinto se
avesse ottenuto lalleanza di coloro che erano stati confinati nel Tartaro; allora, dopo aver ucciso
6

Centro studi Hermeneia

Dispense di lingua Greca

Campe, la custode dei Ciclopi, ruppe le (loro) catene e i Ciclopi diedero (in dono) a Zeus il tuono e
il fulmine, a Plutone lelmo e a Posidone il tridente.

Passiamo alla lettura della terza frase, di cui sottolineiamo i verbi in giallo e il\i soggetto\i in verde:
,
.

A ogni verbo -o costruzione verbale- corrisponde una frase, dallanalisi dei verbi dipende la
costruzione della frase:

- : participio aoristo passivo, nominativo maschile plurale da . Verbo della


subordinata implicita al participio;

- : III pers. plurale indicativo presente attivo da . Verbo della principale;


- : participio aoristo attivo, nominativo maschile plurale da . Verbo
della subordinata implicita al participio;

- : III pers. plurale, aoristo indicativo attivo da . Verbo della coordinata


alla principale.
A questo punto costruisco la frase, lasciando la struttura del periodo intatta, ma ricostruendo le frasi
semplici nellordine SVO:

- subordinata implicita al participio


soggetto- compl. causa efficiente- pred. verb.;

- principale
pred. verb.- compl ogg. (il verbo regge il genitivo);

- subordinata implicita al participio


pred. verb.- compl. ogg.- compl. stato in luogo;

- coordinata alla principale, introdotta da


pred. verb.- compl. predicativo delloggetto- compl. ogg.

Solo a questo punto traduco:

costoro armati da queste cose


sconfissero i Titani
e, avendoli imprigionati nel Tartaro
posero come (loro) sentinelle i Centimani.

Costoro, cos armati, sconfissero i Titani e, avendoli imprigionati nel Tartaro, li posero sotto il
controllo dei Centimani.
7

Centro studi Hermeneia

Dispense di lingua Greca

Passiamo alla lettura dellultima frase, di cui sottolineiamo i verbi in giallo e il\i soggetto\i in
verde:
, ,
.

A ogni verbo -o costruzione verbale- corrisponde una frase, dallanalisi dei verbi dipende la
costruzione della frase:

- : III pers. plurale, indicativo presente medio-passivo da . Verbo


della frase principale;

- : III pers. singolare, indicativo presente attivo da . Verbo della coordinata


alla principale.
A questo punto costruisco la frase, mantenendo la struttura del periodo intatta, ma ponendo i
costituenti della frase semplice nellordine in cui tradurr in italiano:

- frase principale
sogg.- pred. verb.- compl. di argomento;

- ,
coordinata alla principale, introdotta da
sogg.- pred. verb.- compl. ogg.- compl. stato in luogo.

A questo punto traduco:

- costoro si disputarono a sorte il potere


- e Zeus ottenne il dominio sul cielo, Posidone quello sul mare e Plutone quello sullAde.
Quindi:
Costoro si disputarono a sorte il potere e Zeus ottenne il dominio sul cielo, Posidone quello
sul mare e Plutone quello sullAde.

Centro studi Hermeneia

Dispense di lingua Greca

Traduzione
Divenuto adulto, Zeus ottenne la complicit della figlia di Oceano, Meti la quale diede da
bere a Crono una pozione grazie alla quale egli era costretto a vomitare dapprima la pietra1 e poi i
figli che aveva ingoiato; con costoro Zeus intraprese la guerra contro Crono e i Titani.
Dopo che costoro ebbero combattuto per dieci anni, Gea predisse a Zeus che avrebbe vinto
se avesse ottenuto lalleanza di coloro che erano stati confinati nel Tartaro; allora, dopo aver
ucciso Campe, la custode dei Ciclopi,egli ruppe le (loro) catene e i Ciclopi diedero (in dono) a
Zeus il tuono e il fulmine, a Plutone lelmo e a Posidone il tridente.
Costoro, cos armati, sconfissero i Titani e, avendoli imprigionati nel Tartaro, li posero
sotto il controllo dei Centimani.
Costoro si disputarono a sorte il potere e Zeus ottenne il dominio sul cielo, Posidone quello
sul mare e Plutone quello sullAde.

Si ricorda che Crono mangiava i figli che Gea gli partoriva. Gea, moglie di Crono, per impedire al marito di divorare
Zeus, lultimo figlio che lei aveva partorito, aveva dato a Crono, al posto del bambino, una pietra.