Anda di halaman 1dari 65

Alvar Aalto (1898-1976)

Nei paesi scandinavi si svilupper


unarchitettura con caratteristiche
proprie. La produzione industriale, la
razionalit, la tecnologia, non sono pi gli
unici punti di riferimento. Ci si preoccupa
dellumanizzazione, della spontaneit, dei
valori psicologici ed ambientali, per cui
tutte le questioni attinenti allurbanistica,
alla casa, al design sono impostati in
modo meno ideologico e pi
sperimentale.
Protagonista di tale svolta
principalmente Alvar Aalto i cui esordi
avvengono nel solco del razionalismo
classico di Asplund.

Alvar Aalto, Workers club, Jyvaskyla


(1924)

Gunnar Asplund,
Esposizione di Stoccolma,
1930
Nel 1930 Aalto apprezza la svolta
razionalista di Asplund allEsposizione
di Stoccolma dedicata allartigianato, ai
prodotti della piccola industria e
allarchitettura domestica.
Nel recensirla Aalto scrisse : non si
tratta di quella composizione in pietra,
vetro e acciaio che il visitatore di
mostre funzionaliste potrebbe
attendersi, bens di una composizione
fatta di alloggi, bandiere, riflettori,
fiori, fuochi dartificio, gente allegra e
tovaglie pulite .

Sede del giornale Turun


Sanomat, Turku, 1928
Gi alla fine degli anni Venti,Aalto
aveva avuto modo di sperimentare, in
importanti edifici, la sua concezione
dello spazio. La poeticit del popolare,
la semplicit, la disinvoltura e la
naturalit disinibita con la quale tratta
gli edifici ne sono il fondamento. Ma a
tali caratteristiche vanno aggiunti il
modo funzionale, ma incline ad
unaccezione psicologica, col quale
tratta la tecnologia, sia quella della
tradizione finlandese, sia quella dei
materiali della modernit.

Biblioteca di Viipuri (19271930), distrutta nel 1940


quando Viipuri e lintera
provincia della Carelia furono
cedute allunione sovietica
Lidea compositiva della biblioteca
consiste nella disposizione su piani
diversi della sala di lettura e della
sezione prestiti, collegate con varie
scale, mentre a coronamento, sul
livello pi alto, si trova il cuore
dellorganismo con il posto di
sorveglianza

Lilluminazione priva di ombre era ottenuta attraverso 57 pozzi di luce


circolari. Il libro illuminato contemporaneamente da molte sorgenti
indirette e la pagina bianca non rflette la luce negli occhi

La sala delle conferenze modellata secondo una linea sinuosa che sorgendo dal
pavimento conforma tutto il soffitto dellambiente aperto ai lati verso la foresta. la
sintesi dello spazio aaltiano, quello che egli indagher per tutta la vita

Biblioteca di Viipuri

Esterno, corpo scala

ingresso

Sanatorio di Paimio
iniziato nel 1932
La pianta funzionale , la struttura in
cemento armato, lampia scala, il
disegno rigoroso del Sanatorio di
Paimio fecero accostare il nome di
Aalto a quello di Gropius e di Le
Corbusier.
stato definito una trappola per il
sole. Le sue ali sono disposte,
orientate e messe in relazione fra loro,
per permettere ad ogni paziente di
ricevere il sole della mattina nel letto e
di goderne in altri ambienti fino al
tramonto.

ingresso

atrio

Terrazza-solarium

scala

ristorante

Poltrona Paimio in legno di


betulla e compensato curvato

Villa Mairea 1938-1939


Nel 1935 con Mairea e Harry
Gullichson, Aalto fonda la ditta Artek
per la fabbricazione di mobili in legno
di betulla.
Con Mairea Gullichson, nel 1937
progetta il ristorante Savoy a Helsinki.
Per Mairea costruisce la villa omonima
nella tenuta dei Gullichson (la famiglia
di Mairea) dove gi esistevano le case
del padre e del nonno.
Villa Mairea contemporaneamente
unabitazione, una casa per vacanze e
un rifugio per dedicarsi allarte (mairea
era pittrice)

La casa divisa fra la zona di soggiorno


e quella dei servizi. I locali di soggiorno
sono costituiti da un unico spazio
continuo ed aperto, ma la zona pranzo
nascosta allo sguardo, lampia sala di
soggiorno suddivisa in una zona
appartata che circonda il tradizionale
camino finlandese, in posizione
elevata, e in una veranda con enormi
finestre,
Collegato al piano del soggiorno
attraverso una loggia orientata per il
bagno di sole, vi una sauna collocata
in un edificio separato. Di fronte, sul
prato, vi una piccola piscina di forma
irregolare.
Al primo piano si trovano le camere da
letto e lo studio di Mairea.

Il locale per la sauna e la piscina

Struttura del portico

Il volume dello studio

Il soggiorno

veranda

Padiglione della Finlandia,


Esposizione Internazionale
di Parigi del 1937

Padiglione finlandese
allEsposizione di New
York (1939)
Lo spazio interno la dominante
incontrastata. Aalto divide un
parallelepipedo rettangolare con una
parete diagonale ondulata e sostenuta
da fili in tensione. La parete si sfoglia
in piani sovrapposti a sbalzo su cui
fotografata la vita finlandese. La
natura frastagliata dei laghi si legge
nelle solette ondulate, il legno dei
boschi esibito nei listelli che
definiscono le pareti curve e negli
oggetti duso (sci, utensili, eliche per
aerei, mobili in betulla curvata)
esposti.

Baker House 1947


Nel secondo dopoguerra Aalto accetta
la cattedra di architettura presso
lInstitute of Technology del
Massachusetts dove per circa sei anni
insegner. Il suo pi importante
edificio americano la Baker House,
un dormitorio per studenti che guarda
sul fiume Charles del campus del M.I.T.
Con le sue pareti ondulate e le facciate
rivestite di mattoni grezzi si diversifica
dallo Stile Internazionale che faceva
capo a Le Corbusier, Mies, e Gropius.

Baker House
Interno di una sala comune

Municipio di Saynatsalo
(1949-1952)
La prima costruzione importante del
dopoguerra in Finlandia il municipio di
Saynatsalo . Gli edifici della decade 1950-60
si allontanano dallo Stile Internazionale
soprattutto perch rappresentano una
risposta alle particolari condizioni della
ricostruzione in Finlandia che mancava di
acciaio per le costruzioni in calcestruzzo, e di
altre materie prime.
Il mattone divenne necessariamente il
materiale dominante che Aalto valorizz.
Il municipio una delle architetture del Piano
generale che Aalto aveva progettato per la
nuova citt di Saynatsalo. di un modesto
mattone rosso, e di legno; si trova fra gli
alberi nella parte pi elevata di una zona
rocciosa e selvaggia. un tipico municipio del
Nord dove le funzioni civiche convivono con
negozi, ristoranti e altre destinazioni
amministrative.
La camera del Consiglio un volume quasi
cubico dalla copertura inclinata. Con i suoi
gradini coperti derba, la sua variazione di
profilo e i suoi materiali grezzi, aveva quasi
laria di un antico complesso di edifici
cresciuto gradualmente, pezzo dopo pezzo.

Municipio di Saynatsalo
Sulla strada principale affacciano dei
negozi (alloccorrenza trasformabili in
uffici amministrativi) al di sopra dei
quali si trova una biblioteca cui si
accede attraverso una corte
sopraelevata. Alla corte si arriva con
una scala in granito alla cui destra
lingresso del Municipio. Intorno alla
corte affacciano gli uffici comunali e
alcune sale per congressi.

Camera del Consiglio


stata definita una poesia in legno.
Sulla parete di mattoni una semplice
pianta della citt appesa accanto a
una pittura di Lger. I membri del
Consiglio siedono in una sola fila, chi
dirige ludienza occupa lo spazio
ristretto contro la parete, i cittadini
dispongono di tre file di posti a sedere.
Gli impianti di illuminazione sono
molto curati: la luce naturale vivifica la
parete di fondo, ma non raggiunge mai
il pubblico. introdotta dallalto grazie
a finestre molto ampie attraverso le
quali si scorgono le cime degli alberi e
il cielo.

Casa di Alvar Aalto a


Muuratsalo (1953)
La casa di Aalto sul lago a Muuratsalo
anchessa, come il Municipio di
Saynatsalo, unarchitettura a corte e
allo stesso tempo aperta verso precisi
punti del paesaggio. La dialettica
chiuso/aperto che ne presiede
l'ideazione forse anche un ricordo
dei borghi italiani visitati con la moglie
Aino, improvvisamente scomparsa nel
1949.
Un altro referente pu essere
considerata la casa careliana (della
regione finlandese della Carelia) che
presenta un tipo di aggregazione
rurale composta da abitazioni, granai e
recinti sparpagliati.

Chiesa delle Tre Croci,


Imatra (1956-1959)
Tra il 1950 e il 1976 Aalto elabora uno
straordinario numero di edifici e
progetti anche in luoghi molto lontani
come lOregon e la Persia. Tuttavia, la
maggior parte dei suoi edifici (scuole,
biblioteche, chiese, residenze
universit e piani urbanistici) furono
realizzati in Finlandia e in altri paesi
scandinavi. Ogni edificio era
caratterizzato da una risposta specifica
alle aspirazioni della committenza, ai
comportamenti degli abitanti del luogo
e alla configurazione del sito.
Nonostante ci, cerano temi e forme
tipiche ascrivibili allinterpretazione
del progettista.
Le forme sinuose, tipiche del
linguaggio aaltiano, ricorrono nella
chiesa di Vuoksenniska presso Imatra.

Curve irregolari si compenetrano in pianta e in sezione.


La forma a ventaglio connessa a un rettangolo
una delle configurazioni ricorrenti.

Assicelle e feritoie scompongono la luce su superfici bianche e levigate

Biblioteca Seinajoki (1960-65)


La forma a ventaglio connessa a un
rettangolo una delle
configurazioni ricorrenti.

Centro culturale, Wolfsburg (1958)


Pianta

particolare della copertura

La forma a ventaglio connessa a un


rettangolo una delle configurazioni
ricorrenti.

Particolare dei pilastri

biblioteca

Edificio per appartamenti ,


Hansaviertel, Berlino
(1954-57)

Interno di un appartamento

atrio

Chiesa di Riola (1965)


La chiesa di S. Maria Assunta di Riola
sullAppennino emiliano fu
commissionata nel 1966, ma
solamente nel 1976, quattro mesi
dopo la morte di Aalto, sar aperto il
cantiere, chiuso due anni dopo, senza
la costruzione del campanile che verr
eretto solo nel 1994. La nave
rovesciata , come viene definita la
chiesa, presenta tre unit funzionali :
la navata, l'altare ed il battistero.
La struttura formata da sei archi di
calcestruzzo armato, asimmetrici per
dimensioni e curvature e collegati da
una trave trasversale.

Forme prismatiche come rocce


Chiesa, Senajoki (1951-56)

Finlandiatalo (1967-75)
Una delle ultime opere di Aalto la
casa Finlandia, grande auditorium con
annessa sala congressi che sorge lungo
il lago di Helsinki. L'aveva progettata in
un insieme urbano di grandi
attrezzature che non pot vedere
finito e che fu terminato con interventi
di altri architetti.
La casa Finlandia ha un esterno simile
a un grande iceberg in marmo bianco
ma ha interni fluidi, delicati, luminosi,
e sereni.

Interni

Libreria accademica,
Helsinki (1965-69)

Opera, Essen (1959)

Opera, Essen (1959)

Opera, Essen

Universit di tecnologia,
Helsinki (1949-66)
NellUniversit di Tecnologia di
Helsinki, la forma a ventaglio appare
in una delle sue pi audaci
realizzazioni. Il sito irregolare,
leggermente in pendenza, delimitato
su due lati da autostrade. Aalto fa
dellaula magna il centro del gruppo di
edifici collocandola in una posizione
preminente e plasmandola in un
volume cuneiforme. Tale volume
anche un teatro allaperto. La luce
penetra attraverso lalzata dei gradoni
per poi essere riflessa verso il basso
nelle sale di lettura sottostanti, per
mezzo di bocchettoni curvi.

Aula magna copertura

Corridoio di accesso alle aule

atrio