Anda di halaman 1dari 2

BREVI APPUNTI DI PROSODIA E DI METRICA

La metrica greca di tipo quantitativo, ovvero basata sulla ritmica successione di sillabe lunghe e di
sillabe brevi secondo vari schemi stichici (riguardanti un unico verso) o strofici. Il verso tipico dei poemi
omerici lesametro, che consta di sei piedi, cio di sei misure, unit metriche, ognuna delle quali pu
essere un dattilo (piede discendente di quattro unit composto da una sillaba lunga e da due sillabe brevi)
o uno spondeo (piede discendente di quattro unit composto da due sillabe lunghe); (piede discendente di
tre unit composto da una sillaba lunga e da una sillaba breve). Di solito, il quinto piede un dattilo e
lesametro si dice dattilico; (quando il quinto piede uno spondeo, lesametro si dice spondaico).
Lesametro pu contare, perci, un minimo di dodici sillabe (il verso costituito da sei spondei: il verso si
definisce olospondaico) e un massimo di diciassette sillabe (il verso costituito da cinque dattili + un
trocheo/uno spondeo: il verso si definisce olodattilico): ogni sillaba pu essere lunga o breve.
Semplici regole fondamentali
Una vocale isolata fa sillaba;
una consonante isolata si appoggia alla vocale che segue per fare sillaba;
i gruppi di due o pi consonanti si separano.
Si dice che una sillaba aperta, se termina con una vocale;
le sillabe aperte sono brevi, se contengono una vocale breve;
le sillabe aperte sono lunghe, se contengono una vocale lunga o un dittongo.
Si dice che una sillaba chiusa, se termina con una consonante.
Le sillabe chiuse, allinizio della parola o allinterno della parola, sono sempre lunghe (lunghezza per
posizione), ai fini metrici, indipendentemente dalla quantit della vocale che contengono (anche se la loro
vocale breve).
Una vocale seguita da almeno due/due o pi consonanti costituisce sillaba chiusa, quindi lunga;
una vocale seguita da una sola consonante o da unaltra vocale costituisce sillaba aperta, quindi breve, se
contiene una vocale breve, lunga, se contiene una vocale lunga o un dittongo.
In altre parole:
E breve per natura:
una sillaba aperta, allinizio della parola o allinterno della parola, che contenga una vocale breve.
E lunga per natura:
una sillaba aperta o chiusa che contenga una vocale lunga o un dittongo.
E lunga per posizione (allungamento):
ogni sillaba aperta o chiusa che contenga una vocale breve seguita da almeno due/due o pi consonanti o
da una consonante doppia (z,x,y); (costituisce sillaba aperta ogni sillaba che contenga una vocale breve o
lunga seguita da una sola consonante o da una vocale).
IN ESTREMA SINTESI:
Sono brevi tutte le sillabe aperte che contengono una vocale breve;
sono lunghe:
1 le sillabe aperte che contengono una vocale lunga o un dittongo, purch non siano seguite da vocale o da dittongo,
2 tutte le sillabe chiuse.
Una sillaba breve pu diventare lunga per posizione, quando la vocale breve seguita da almeno due/due o pi consonanti oppure
da consonante doppia (z, x, y).

Un verso lungo come lesametro ha bisogno di pause ritmiche particolari (in fine di parola);
le principali sono

la cesura tritemimera/tritemimere o semiternaria (allinterno del piede, lo taglia)


dopo la lunga fissa del secondo piede ovvero dopo il terzo mezzo piede;

la cesura pentemimera/pentemimere o semiquinaria o maschile (allinterno del piede, lo taglia)


dopo la lunga fissa del terzo piede ovvero dopo il quinto mezzo piede;

la cesura eftemimera/eftemimere o semisettenaria (allinterno del piede, lo taglia)


dopo la lunga fissa del quarto piede ovvero dopo il settimo mezzo piede;

la cesura trocaia (secondo il terzo trocheo) o femminile (allinterno del piede, lo taglia)
appunto, dopo il terzo trocheo ovvero dopo la prima breve del terzo piede,
(che, in questo caso, sar necessariamente un dattilo che la cesura trocaica o femminile divider in un trocheo + una breve);

la dieresi bucolica (in fine di parola e di piede, separa un piede dallaltro)


dopo il quarto piede,
spesso la porzione di verso che la segue costituita da unespressione formulare.

e alcune particolarit:
correptio in iato/abbreviamento in iato =
(vocalis ante vocalem corripitur/vocalis ante vocalem brevis est)
la vocale lunga o il dittongo di una sillaba aperta in fine di parola seguita da parola che inizia per vocale,
di norma, si abbrevia. Il fenomeno non si verifica in arsi/tempo forte, cio se sulla prima vocale lunga o
dittongo cade lictus (= accento) metrico.

correptio Attica/abbreviamento attico =

(tipica/tipico del dialetto attico - si riscontra soprattutto nella commedia attica e, in minor misura, nella tragedia - piuttosto rara in Omero)

il gruppo consonantico muta (dentale, gutturale, labiale) + liquida, talvolta, non si separa, ma si
appoggia interamente alla vocale che segue, lasciando aperta la sillaba che precede, la quale, se contiene
una vocale breve, risulta, pertanto, breve.
_________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

correptio Attica/abbreviamento attico =

(tipica/tipico del dialetto attico - si riscontra soprattutto nella commedia attica e, in minor misura, nella tragedia - piuttosto rara in Omero)

fenomeno per il quale la vocale in positio debilis/posizione debole resta tale (breve):
se una vocale breve seguita da muta (dentale, gutturale, labiale) + liquida, la sillaba non sempre si
allunga (positio debilis/posizione debole).
In Omero, le vocali brevi seguite dal gruppo consonantico muta (dentale, gutturale, labiale) +
liquida sono sillabe lunghe.
Altri allungamenti metrici:
prima legge di Schulze =
quando corrisponde allarsi/quando si trova in tempo forte, in una serie di sillabe brevi, si allunga, in
genere, la terzultima sillaba;
seconda legge di Schulze =
quando corrisponde alla tesi/quando si trova in tempo debole, si allunga la vocale breve della sillaba
compresa tra due sillabe lunghe;
in cesura (tritemimera, soprattutto pentemimera, eftemimera), si allunga la vocale breve;
alcune consonanti semplici, (per esempio le liquide e le nasali), quando sono iniziali di parola, possono
produrre, nella vocale della sillaba che le precede, allungamento per posizione, derivando foneticamente
da sl, sm, sn, sr, Fr.
Qualche termine tecnico
Arsi = per i Latini, il tempo forte, contraddistinto dalla sublatio vocis; per il prevalere delluso latino, il
termine si esteso anche alla metrica greca, che propriamente indicava il tempo forte con qsij dal
battere il piede (tiqnai tn pda).
Tesi = per i Latini, il tempo debole, contraddistinto dalla positio vocis; per il prevalere delluso latino,
il termine si esteso anche alla metrica greca, che propriamente indicava il tempo debole con rsij
dallalzare il piede (arein tn pda).
Sinizesi la pronuncia di due vocali (appartenenti a una sola parola) in una sola emissione di fiato =
talvolta due vocali contigue o una vocale e un dittongo si congiungono a formare ununica sillaba. Il
fenomeno si chiama sinizesi, se si verifica allinterno della parola; sinecfonesi (molto pi rara), se si
verifica fra vocale finale e vocale iniziale della parola successiva. Tipica sinizesi quella del gruppo ew. In
questo caso, metricamente, due sillabe valgono per una.
Dieresi la pronuncia degli elementi di un dittongo come due sillabe distinte. In questo caso,
metricamente, una sillaba vale per due.
Elisione = le vocali a, e, o in fine di parola si eliminano davanti alla vocale iniziale della parola che
segue. Anche i dittonghi ai e oi possono elidersi. Segno dellelisione lapostrofo.
Non si elidono mai t, ti, ti, pr, per, cri, mcri e le parole che iniziano per u.
Iato = contrario dellelisione (scontro di vocali o di dittonghi in sillaba finale e iniziale).
Aferesi (anche detta elisione inversa) = consiste nelleliminazione della vocale iniziale della parola
successiva a una parola che termina in vocale lunga.
Sono rigorosamente rispettate due leggi:
1 non si trova mai la fine di parola dopo il terzo piede, vale a dire che
si evita rigorosamente di spezzare il verso in due met;
2 non si trova mai la fine di parola/ in genere evitata la cesura dopo il quarto trocheo
(ponte o zeugma di Hermann).