Anda di halaman 1dari 8

Cuore Rampante

S C U D E R I A

@ M A G A Z I N E
U F F I C I A L E
D E L L A
F E R R A R I
C L U B
S A N
M A R T I N O
D I

N U M E R O

3 7

N O V E M B R E / D I C E M B R E

B A R E G G I O

2 0 1 6

Start

In pista con FDA

Una sorta di Passion Day; era da tanto che lo aspettavamo e la nostra attesa non stata delusa: obiettivo cen-

SOMMARIO:

trato da Scuderia Ferrari Club che ci ha regalato una fantastica giornata a stretto, anzi strettissimo contatto con la
squadra FDA. La giornata uggiosa non ci ha certo scoraggiati ed in tanti, anzi tantissimi siamo giunti al South Garda

Start:

e-DITORIALE

Karting di Lonato. Noi di San Martino di Bareggio, capitanati dal nostro Presidente Francesco Di Martino, abbiamo
gestito lInfo Point di Scuderia Ferrari Club: in primis Francesco e poi io, Giulia, Luigino ed Antonio accoglievamo
tutti con un sorriso, pronti a dare le informazioni necessarie. Gi dal giorno prima gli striscioni degli Scuderia Ferrari Club facevano bella mostra sulle gradinate, degna cornice rossa di quanto avveniva in pista e nel paddock; i

Member

giovanissimi ragazzi Antonio Fuoco, Giuliano Alesi e Charles Leclerc (nel mentre che componiamo il numero Charles
si aggiudicato il titolo di campione nella GP3, ndr), capitanati da Massimo Rivola, battagliavano a suon di derapate e

Vintage

sorpassi sulla pista di Lonato resa ancora pi divertente dallasfalto bagnato. Insieme a loro i ragazzi del Tony Kart
Racing Team ad inaugurare la loro partnership tecnica con Ferrari. Le sessioni di prove in pista si sono susseguite

Pitlane

con ritmo incalzante mentre passeggiando nel paddock la nostra gioia esplodeva nellincrociare i piloti Ferrari Andrea Bertolini, Marc Gen e Giancarlo Fisichella. Tra tanti campioni e talenti in erba non passata inosservata la

Ferrari Universe

Racing Food

Photo Finish

presenza dellex iridato di F1 Emerson Fittipaldi, giunto in pista per accompagnare il figlio Emerson Jr, impegnato in
questa giornata speciale con i giovanissimi. Il momento pi gradito ed emozionante stato larrivo del quattro
volte Campione del Mondo di F1, Sebastian Vettel, giunto in pista nel pomeriggio; giri veloci e poi autografi a go-go
fino ad arrivare al momento delle premiazioni per noi di SFC. Una giornata di festa insieme a tanti amici degli altri
Scuderia Ferrari Club dItalia e del resto del mondo, da Forlimpopoli a Reggio Calabria, da Berna alle Canarie, che
abbiamo rivisto molto volentieri, che ci fanno sentire membri di una grande family, capitanati dal poliedrico Mauro Apicella allinsegna sempre e solo del #liveyourferraripassion
Giusy Costantino

PAGINA

e-DITORIALE

Praticamente gi Natale...
Mentre Donald Trump vince a

modellismo presso la nostra sede, che noi qualche prezioso consiglio

sorpresa le presidenziali in Ameri-

attendiamo il 2017, anno di grandi dato da Giulia nella rubrica Racing

ca, in Italia ancora siamo combat-

festeggiamenti per la Ferrari che Food per proiettarci nellanno

tuti tra il SI ed il NO. E allora col

spegner le sue 70 candeline. Non nuovo pi vitali ed energici. A me,

Giusy Costantino,

mondiale di Formula 1 ricco di

mancheranno eventi che avranno unitamente a tutta la redazione di

caporedattore rosa

noia ormai concluso siamo prati-

risonanza mondiale e che ci prepa- Cuore Rampante e al nostro Pre-

per una rivista rosso

camente proiettati al Natale, man-

riamo a vivere con entusiasmo. sidente Francesco Di Martino non

Scuderia!

co a dirlo la nostra festa preferita,

Scuderia Ferrari Club questanno resta che augurare Buone Feste e

non fosse altro perch il rosso il

ci ha regalato emozioni in pista a che sia un 2017 radioso e ricco di

colore predominante di questo

Lonato con Ferrari Driver Aca- soddisfazioni.

periodo e a noi il rosso piace!

demy; speriamo che qualche cosa

Archiviata anche la nostra gita in

gi bolla in pentola in vista

Pagani, alla ricerca di pezzi unici

dellimportantissimo

per gente pi che facoltosa, e

anno. Affrontiamo queste festivit

chiusi i battenti della mostra di

Natalizie a tavola seguendo an-

Giusy Costantino
Caporedattore

prossimo

Gianluca Zebri,
appassionato fotografo,
esperto di F1, veloce
kartista

Member

Mostra Modellismo in sede con compleanno!


Flavio Paina, un esperto

In occasione della scorsa festa

Presidente Francesco Di Martino

stro socio e sostenitore Ezio

del mondo del Cavallino


Rampante che fa invidia
alle maggiori testate

patronale, la nostra Scuderia ha

e di Flavio Paina. Le riproduzioni

Baroni. Un gruppo di Tesserati

esposto per la prima volta in

1/43 di F1 di tutte le epoche e

ha esposto presso lautosalone le

assoluto svariati modelli in scala

grandi modelli in scala 1/8 della

proprie Rosse per poi conclude-

nella nostra sede di via Novara a

collezione del nostro Segretario

re i festeggiamenti con un ricco

San Martino di Bareggio, dando il

Ettore Giubileo unite alla pista

pranzo. Dopo aver ospitato la

via alla V Mostra di modellismo

599XX per i pi piccini hanno

delegazione SFC Lombardia lo

statico nei giorni del 1 e 2 otto-

completato questa inedita e pia-

scorso luglio e dopo questa V

bre. Un capo saldo della nostra

cevole edizione della mostra che

edizione della Mostra di Modelli-

tradizione dove, per loccasione,

ha riscosso unottima partecipa-

smo la nostra sede questanno ha

oltre a svariati e prestigiosi me-

zione di pubblico, fra cui gli amici

guadagnato due piacevoli primati,

Mauro Modena, amante

morabilia, si sono potuti ammira-

di altre Scuderie lombarde. Pa-

e la cosa ci fa molto piacere

del vintage, da lui tante


perle e novit

re rari modelli di Ferrari in scala.

rallelamente

Alla prossima!

Tema principale i motori V12,

unimportante compleanno: le 80

rappresentati dagli 1/18 prove-

primavere della concessionaria

nienti dalle collezioni private del

Baroni Auto di Bareggio del no-

CUORE

RAMPANTE

si

svolto

Flavio Paina

NUMERO

Vintage

37

NOVEMBRE/DICEMBRE

PAGINA

RM Sothebys ha presentato 750 lotti nella nuova edizione invernale della celebre fiera milanese

Duemila Ruote a Milano Autoclassica


Come consuetudine, dal 25 al 27 novembre

quanto collezione comprendente ben 430

Solo alcuni esempi: Ferrari 275 GTB/6c Allu-

si disputata fra i padiglioni di Rho Fiera la

auto, 150 moto e 60 imbarcazioni, oltre che

minio, 365 GTB/4 Daytona, F40, Maserati

Milano Autoclassica: la mostra scambio di

biciclette depoca e varia oggettistica. Un

MC12 Stradale, Lancia Delta integrale Grup-

moto, vetture e oggetti depoca, sempre pi

totale di 750 lotti senza riserva, per una

po A ufficiale, e molto, molto, ma molto

incisiva nel settore di anno in anno.

Milano che per tre giorni divenuta il punto

altro.

Questanno ha ospitato la Duemila Ruote,

cardine mondiale della passione per le old

asta organizzata da RM Sothebys definita a

timer. La cosa impressionante non stata

ragion veduta la pi grande dEuropa, in

solo la quantit dei lotti, ma anche la qualit.

Vintage

Mauro Modena

orologeria. Sedendosi, si affonda incastrati

curarci che sia tutto a posto, sapendo che

nei sedili Recaro, con una posizione delle

dopo quella curva ci aspetta un immenso

gambe totalmente orizzontali. Sembra di

rettilineo. Dopo la curva scaliamo dalla quar-

Non basterebbero tre pagine per descriver-

essere seduti per terra, mentre dagli spec-

ta alla terza, acceleriamo, e li, proprio li

ne solamente la genesi; e altrettante per

chietti laterali sono imponenti in larghezza.

oltre i 4000, un sibilo posteriore spegne il

comprendere tutta la storia della leggendaria

Giriamo la chiave e premiamo il magico

fuoco alle castagne: la macchina non scop-

Ferrari F40, una delle pi belle mai uscite

pulsantino

immediatamente

pietta pi, ma urla e fischia! Laccelerazione

dagli stabilimenti di via Abetone. Tuttavia

sentiamo uno sferragliare meccanico che fa

spaziale e schiacciati contro i sedili ci rendia-

riteniamo doveroso fornire almeno un assag-

da sottofondo ad un borbottio infernale, con

mo conto che il retrotreno sta cominciando

gio di quello che effettivamente su strada

tanti piccoli scoppiettii, nemmeno avessimo

ad andare dalla parte opposta dello sterzo.

questa straordinaria otto cilindri. Nata dalla

dietro una pentola di castagne sul fuoco. La

Deceleriamo prima che sia troppo tardi.

288 GTO Evoluzione, vettura di transizione

sensazione quella. Innestiamo la prima e

Spaventati riprendiamo la guida, molto alle-

fra 288 GTO e F40, celebr il quarantesimo

percepiamo leccessiva resistenza di una

gra ma stando altrettanto attenti e lF40

compleanno della Casa, aggiudicandosi il

frizione ultrasportiva. Il borbottio, dapprima

diventa impegnativa almeno il doppio di

primato di vettura pi estrema di tutto il

diventa rumore cupo, per poi armonizzarsi

quando sotto i 3500 non lavoravano le turbi-

listino automobilistico. Un gioiello che oggi

man mano che i giri si fanno pi alti. Sorpre-

ne. Le reazioni sono raddoppiate e non si

pu valere sino ad un milione e duecentomi-

sa delle sorprese, mentre avanziamo con le

fatica per nulla in curva a trovarci in testaco-

la Euro. Motore tremila a otto cilindri a V

marce, scopriamo che la vettura guidabilis-

da in caso di decelerata, scalata o accelera-

con due turbocompressori IHI capace di

sima, e grazie al suo otto cilindri ha una

zione inappropriata. La temperatura interna

erogare 478 cavalli a 7000 giri; 324 Km/H e

magnifica coppia. Un poco faticosa, dallo

un forno crematorio, ed i materiali non

la sua accelerazione di 4.1 secondi per passa-

sterzo durissimo e ultra diretto, ma eccezio-

aiutano di certo. Una spia si accesa da

re da 0 a 100. La vettura si presenta bassissi-

nalmente agile. Mentre viaggiamo stiamo

poco e ci viene detto che in quel caso la

ma, le prestazioni sono esasperate ed una

sempre attenti ad ogni curva allingombro;

macchina sta dando un consiglio: fermarsi

buona aderenza dobbligo, oltre alla por-

nelle salite il motore muore un poco, ma

visto che le marmitte sono troppo calde.

tanza aerodinamica; considerando che fu la

raggiunti i 4000 giri ha una sorprendente

Una volta fermatisi a motore ancora acceso

versione stradale di una vettura progettata

ripresa. Le curve scivolano senza problemi

cerchiamo di aprire la portiera, priva di ogni

per le competizioni, la linea risulta essere fin

sotto di noi, sembra di stare sui binari, il

fronzolo elettrico, ma non trovando la mani-

troppo bella. Ulteriori chicche sono le

motore canta, e le marmitte si fanno sempre

glia deduciamo che la sua funzione adempi-

prese daria sulle fiancate, sul cofano, gli

pi calde, donandole quel sound inimitabile.

ta da una corda rossa semi penzolante. Tiria-

sfoghi di dispersione del calore dei freni a

Attenzione alle decelerazioni, la macchina si

mo la corda e scatta la serratura: una vera

ridosso delle ruote anteriori e, non per ulti-

impunta, risulta essere molto ruvida e reatti-

sportiva, nuda e cruda.

mo il vetro posteriore in plexiglass che la

va, per cui stiamo allocchio. Guardiamo lo

fanno somigliare ad una vera opera di alta

spartano cruscotto in velluto, come ad assi-

A spasso con la F40

rosso,

ed

Mauro Modena

PAGINA

Pitlane

Questa Formula Uno piace ancora?

La Virtual Safety Car


un sistema che
impone dei limiti
di velocit ai piloti,
senza bisogno che
questi si accodino
dietro ad una
vettura fisica

Classe 1933, Lodovico


Scarfiotti vantava una
parentela importante:
era il cugino di Gianni
Agnelli.

Giorgio Mileti, nostro


lettore simpatizzante,
un archivio di notizie
sulla F1 a dir poco
strabiliante!

Formula 1: una volta bastava pronunciarne il nome e subito venivano alla


mente i duelli Lauda-Hunt, Villeneuve-Arnoux, Senna-Prost; una volta si
diceva che le corse erano pericolose
ed il sesso era sicuro. Oggi la Formula 1 diventata la fedele riproduzione di un videogioco, le auto ed i
circuiti sono diventati estremamente
pi sicuri, per fortuna, ma dobbiamo
anche registrare uneccessiva crescita di leggi, leggine e commi che hanno portato questo sport a ridursi ad
un lavoro di burocrati, avvocati,
tribunali, appelli e contrappelli. La
stagione che oramai volge al termine,
oltre ad aver visto esplodere il personaggio Max Verstappen ha anche
visto il susseguirsi di cambi di regolamenti in merito alla disciplina da
tenere in pista in caso di duello rav-

vicinato. Non solo non si comprende


il gioco dei colori dellarcobaleno
degli pneumatici, non si comprende
neppure il perch in alcuni momenti
della gara una monoposto sembri
volare per poi pochi giri dopo non
andare pi; anche luso e abuso del
DRS ha portato ad effettuare sorpassi che non hanno pi senso se non
vivacizzare la gara nel momento dei
pit-stop. storia recente la sanzione
inflitta a Vettel a causa della sua resistenza allattacco di Ricciardo; il
pubblico non lha compresa in quanto Vettel stava battagliando per la
sua posizione dopo che Verstappen
lo aveva ostacolato. E la Safety Car
vogliamo parlarne? Oramai se piove,
in nome di una forse fantomatica
sicurezza, lo start non avviene pi
col semaforo in griglia ma con inter-

minabili giri dietro la Safety Car, a


totale discapito dello spettacolo. Se
ci sono incidenti o uscite di pista la
direzione gara interviene, spesso
arbitrariamente, senza alcuna coerenza, districandosi tra VSC(Virtual
Safety Car), Red Flag o Yellow Flag.
Insomma, cari appassionati di motori,
il nostro amato e vituperato sport
risulta oramai malato dallinterno. A
questo punto attendiamo fiduciosi il
debutto delle monoposto 2017 con i
tanto decantati pneumatici larghi
ed alettoni con superfici alari pi
grandi e speriamo che lequazione
Maggior Velocit in pista = Maggior
Spettacolo non venga disattesa.
Speriamo che la Formula Noia, ops,
la Formula 1, non debba ancora una
volta trovarsi alla ricerca della sua
vera identit persa tra le pagine di un
regolamento che sembra essere
come la coperta di Linus, troppo
corto per accontentare tutti.
Gianluca Zebri

Pitlane

Ferrari che non gli garantiva spazi,

Lodovico Scarfiotti una targa e un flash

con una 910 trov la morte in una

pass alla Porsche nel 68 e proprio


gara in salita in Germania: un inciden-

Poco tempo fa, di ritorno a Milano

ristorante mi complimento con il

te non chiarito del tutto, dove il gua-

da Ascoli, mi fermo a Porto Recanati

proprietario per la scelta del Comune

sto

a mangiare un boccone. Parcheggio

e gliene chiedo il motivo: lui una

stato la causa primaria. Enzo Ferrari

sul lungomare e, scendendo dalla

persona sulla settantina, molto infor-

disse che per Lul, cos lo chiamava-

macchina, leggo la targa che indica il

mato su Lodovico che qui aveva forti

no, aveva gi preparato un contratto

nome della strada: Viale Lodovico

legami familiari e professionali; insom-

per il 1969; non so se verit o leg-

Scarfiotti. Che bello!, penso; il Co-

ma un personaggio importante della

genda, certo Lodovico non fece in

mune di Porto Recanati ha dedicato

cittadina marchigiana, pur essendo

tempo a firmarlo. Era soprattutto un

una strada, la pi importante, ad un

nato a Torino. E mi racconta pratica-

gentlemen driver e tutti, oltrech per

pilota di F1. Subito un flash: una foto

mente la vita sportiva del pilota. Cor-

le doti di pilota universale, lo ricorda-

in cui Scarfiotti taglia il traguardo del

se pochi GP di F1, vincendone uno a

no per i suoi tratti umani. Mi accorgo

GP dItalia a Monza a braccio alzato,

Monza, ma era una pilota da ruote

di aver mangiato quasi nulla, ma di

con il compagno Mike Parkes secon-

coperte. Lui si considerava un grande

aver ascoltato affascinato il racconto

do un po distanziato. Entrambi sulla

della categoria, imbattibile nelle gior-

di Beppe, il proprietario del ristoran-

Ferrari 312 del 1966. Una foto che

nate di grazia. Re delle corse in salita,

te. Vado verso la macchina per ripar-

puntualmente ogni anno ci ricorda

allora molto famose e popolari, vinse

tire e salendo leggo ancora la targa:

che da quel 1966 nessun pilota italia-

due Campionati Europei della monta-

Viale Lodovico Scarfiotti e ancora il

no su Ferrari ha vinto a Monza. Ogni

gna con la Ferrari e soprattutto la 24

flash di quella foto gioiosa di Lodovi-

anno qualche giornale la pubblica alla

Ore di Le Mans del 1963 in coppia

co che taglia il traguardo di Monza

vigilia del GP, un ricordo e una attesa

con Lorenzo Bandini e la 12 Ore di

con il braccio alzato.

andata sempre delusa. Entrando nel

Sebring, sempre su Ferrari. Lasciata la

CUORE

RAMPANTE

meccanico

potrebbe

esserne

Giorgio Mileti

NUMERO

37

NOVEMBRE/DICEMBRE

Ferrari Universe

Pagani Automobili e le due perle del Museo

PAGINA

Horacio Pagani nato il 10


novembre 1955 a Casilda,
Argentina

Tutto nato cos: abbiamo raccolto linvito

momento solamente cinque. Nello store-

di un gruppo di Tesserati e ci siamo con-

shoowroom

dalle

cessi una variazione sul tema! Sempre di

abbiamo potuto

LaFerrari e FXX

motori si parla, ma questa volta, seppur in

ammirare

K.

terra modenese,

decina di auto,

abbiamo toccato con

70 anniversario della Casa, accompagnata

una

sorelle
Altra

degna

di

perla
nota

mano una realt microscopica

una

che grazie alla tenacia del suo

fiammante Ferra-

fondatore ora conosciuta fra

ri 340 MM del

tutti gli appassionati. Stiamo

1953 appena resuscitata dal reparto Ferrari

parlando della Pagani Automo-

Classiche.

bili di San Cesario Sul Panaro.

lennesima gita fra allegria, convivialit e

Horacio Pagani, argentino con

passione anche questa volta possiamo af-

dopo

aver

celeste

trascorso

la passione della fibra di carbonio, stato

Zonda e Huayra alcune con carrozzeria

fermare di essere super soddisfatti ed or-

un pioniere di questo materiale e dopo una

ricoperta solo di trasparente per mettere

gogliosi del nostro gruppo!

lunghissima gavetta riuscito a realizzare il

in risalto il carbonio di cui sono composte.

suo sogno: produrre automobili esclusive

Dopo lottimo pranzo presso un agrituri-

in piccola serie, solamente una ventina

smo locale abbiamo deciso di far continua-

allanno per tutto il pianeta.

Le liste

re le emozioni nella nostra capitale: Mara-

dattesa sono, come facile intuire, di circa

nello. Dopo lo shopping, la doverosa visita

3 anni; infatti, per realizzare un esemplare

al museo dove fra le rarissime vetture

nella piccola officina Pagani, occorrono

esposte ci ha ammaliato LaFerrari Aperta,

circa 6/7 mesi ed i clienti italiani sono al

primo esemplare a fregiarsi del logo del

Flavio Paina

Ferrari Universe

70 anni di Passione
Sono passati quasi 10 anni da quando, non

Ferrari le regalassero o quasi. Ovunque ti

abbiamo potuto assaggiare con le 5 Ferrari

ancora iniziata lavventura con la Scuderia,

giravi ne vedevi almeno 3 o 4, posteggiate

Tailor Made presentate al Salone di Parigi.

il sottoscritto, Francesco e Giusy in un

o in movimento. Cera persino Monteze-

Fanno parte di un programma denominato

rovente pomeriggio di giugno restavamo

molo con la sua 360 realizzata ad hoc per

70 Icone di stile in cui 70 livree riprese

esterrefatti in quel di Maranello: era la

lui dallAvvocato. Ricordo le parole di una

dalle Ferrari pi rappresentative di tutti i

tappa conclusiva degli eventi del 60 anni-

bionda ragazza, residente a Fiorano, la

tempi saranno applicate una sola volta per

versario della Casa, lambiente era fantasti-

quale mi disse che pur essendo abituata,

ognun modello dellattuale gamma. Saranno

co e surreale. Oltre 2 mila Ferrari di ogni

cos tante Ferrari messe insieme con le

inoltre dotate di targhetta personalizzata e

epoca provenienti da ogni nazione avevano

aveva mai viste in vita sua. Ora siamo al

dellelegante logo del 70 anniversario che

letteralmente invaso il piccolo centro mo-

cospetto del 70 anniversario e siamo in

ha esordito su LaFerrari Aperta. Non ci

denese. Ferrari, Ferrari ovunque:, il rumo-

grado di dirvi che i programmi saranno ben

resta altro che aspettare e festeggiare!

re di fondo era caratterizzato dal sound dei

pi ampi di quelli gi grandiosi di dieci anni

propulsori e sembrava che in quel luogo le

fa. Il primo step di questo anniversario lo

Flavio Paina

PAGINA

Racing Food

Solo acqua? Si!


L'attenzione dei piloti professionisti

sono atleti come quelli delle altre

Ma come bevono durante la gara?

nei confronti dell'idratazione im-

discipline sportive e per restare al

I centauri mettono nella loro

portantissima perch un mancato

top devono curare la propria ali-

gobbina mezzo litro dacqua, col-

apporto di sali minerali vuol dire

mentazione ed il proprio benessere

legato con una cannuccia al casco, i

mancanza di riflessi e lucidit. Sodio,

psicofisico, reintegrando i liquidi

piloti di F1 hanno la scorta idrica

Giulia Moscatelli,
una ventata

magnesio, calcio, potassio natural-

durante e dopo la gara. L'apporto

dietro la nuca allinterno dellHans, il

mente contenuti in alcune acque

idrico di un pilota, oltre a dipendere

collare che evita che la testa sbat-

di Croazia meneghina
ma sempre ferrarista
nella nostra rivista!

minerali danno ai piloti delle due e

dalla durata della gara e dal mezzo,

ta contro il volante in caso di inci-

delle quattro ruote una marcia in

dipende, come per ogni comune

dente. I piloti di F1 rispetto a quelli

pi. Questi minerali sono essenziali

mortale, dalle abitudini e dalla tem-

delle due ruote, hanno una frequen-

per svolgere molte funzioni nel

peratura esterna. Il dottor Massimo

za cardiaca leggermente inferiore,

nostro organismo, il magnesio, ad

Corbascio, responsabile della Clini-

ma rimangono in pista un'ora e

esempio, riequilibra il sistema ner-

ca Mobile del Superbike spiega: Il

mezza circa. Il calore all'interno

voso e distende i nervi. Nonostante

giorno della gara, consigliamo ai

dell'abitacolo di una monoposto

gli sponsor, infatti, le bevande ener-

piloti una lenta idratazione, circa

certamente superiore rispetto a

getiche non sono assunte se non

200-400 ml ogni 30-40 minuti.

quello avvertito dal motociclista e,

saltuariamente perch il carico di

Dopo la gara bisogna reintegrare i

infatti, nella giornata della gara, be-

zuccheri

la

sali persi col sudore con un'acqua

vono dai 3 ai 4 litri d'acqua!

performance. Sappiamo che i piloti

ricca di sodio, potassio, magnesio.

TNT Energy Drink


uno dei Brand del
gruppo Petropolis, il

comprometterebbe

Giulia Moscatelli

Racing Food

secondo pi importante attore sul mercato


brasiliano ed il pi

La costanza della concentrazione

grande produttore
nazionale di sole bibite.
Sponsor di Scuderia

Vi capitato di non vederci pi dalla

a dei computer per la loro capacit di

tico. Infatti, respirando mettiamo in

fame? Il nostro organismo ha bisogno

rimanere concentrati per molto tem-

moto nel flusso sanguigno l'ossigeno il

di carburante per svolgere ogni gior-

po senza commettere la minima sba-

quale raggiunge il cervello ed i musco-

Ferrari dal 2012

no le sue innumerevoli funzioni. Pen-

vatura alla guida anche se il livello di

li, rilassandoli; se un pilota non fosse

sate che semplicemente respirando in

stress che raggiungono sia prima che

in grado di controllare un respiro

modo lento e profondo per soli 15

durante la gara alto. Come fanno a

affannoso non durerebbe che trenta

minuti al giorno si consumano circa

gestirlo? Grazie ad un'adeguata ali-

secondi perch il suo battito cardia-

900 calorie! Il respiro la funzione

mentazione. Per placare l'eccitazione

co, gi elevato, aumenterebbe ancora

pi importante della nostra vita, ma

che porta ad un eccessivo consumo

di pi. Tutti infatti sappiamo che dob-

lo diamo per scontato fino a quando

di energie, vengono evitati cibi e be-

biamo fermarci (o lo facciamo incon-

Ecco cosa succede al

percepiamo che qualcosa nel nostro

vande che contengono teina e caffeina

sciamente) e respirare quando ci

cervello di un soggetto
iperventilante. Pi i
colori si avvicinano al

organismo non va. Per ritrovare la

sia nei giorni precedenti alla gara sia

troviamo in una condizione di stress,

concentrazione e sbarazzarci dell'an-

nel giorno stesso. Ci non basta

altrimenti l'intensa contrazione del

sia, spesso inconsapevolmente faccia-

indispensabile riuscire a mantenere

corpo porterebbe via le preziose

mo un profondo respiro. Lo stesso

sempre un respiro lento. Perch?

energie di cui necessitiamo per af-

fanno, prima di entrare in un cubo

Perch una corretta respirazione si

frontare una situazione difficile.

cos ristretto capace di portare in

traduce in numerosi effetti positivi

un'altra dimensione, i piloti professio-

con un aumento dello stato di benes-

nisti, che spesso vengono paragonati

sere biologico, psicologico ed energe-

nero e sono scuri, meno ossigeno a disposizione delle cellule

CUORE

RAMPANTE

Giulia Moscatelli

NUMERO

37

NOVEMBRE/DICEMBRE

PAGINA

Photo Finish

Alfieri la Maserati a batteria!


Molto

probabilmente

"Ho sempre pensato che il modello economico di Tesla


potrebbe essere replicato da Fiat Chrysler con il giusto
marchio e le vetture giuste e credo che utilizzare uno dei
nostri modelli potenziali in questo settore sia interessante
Sergio Marchionne

arriver

to i costruttori, di abbas-

solo nel 2020, ma in molti ne

sare le emissioni medie

stanno gi parlando da tempo. A

della propria gamma a

farsi scappare qualche cosa su

partire dal 2021, quando

una Maserati elettrica stato

entreranno in vigore le

Peter Denton, General Manager

nuove normative europee

di Maserati North Europe; la

anti

produzione di una Alfieri elettrica

intanto dobbiamo atten-

gi prevista e probabilmente

dere che da qui ad un

arriver dopo lAlfieri V6 benzina

paio di anni, anche con

BiTurbo da 410 CV per la trazio-

luscita delle nuove Mase-

ne posteriore e 450/520 CV per

rati GranTurismo e Gran-

inquinamento.

Ma

la trazione integrale, che debutter pre-

mo che si baser sullo stile della concept

Cabrio, pi agili di quelle oggi su strada, si

sumibilmente nel 2019, dopo i continui

vista nel 2014 al Salone di Ginevra, nata

raggiunga la quota di vendita di 75000

slittamenti della produzione di serie.

per festeggiare i 100 anni dalla sua fonda-

veicoli lanno.

Questa modenese doc dovr essere la

zione e di cui tanti di noi si sono innamo-

rivale della Porsche 911 e della Jaguar F-

rati, dato il suo design accattivante. Il

Type modelli che a loro volta potrebbero

modello a batterie nasce dallesigenza,

nascere in versione a batteria. Sappia-

con cui si sono dovuti trovare a confron-

Giusy Costantino

Scuderia Ferrari Club San Martino di Bareggio

Scuderia Ferrari Club San Martino di Bareggio

Via Novara, 4 - 20010 Bareggio (MI)

ringrazia i principali sostenitori

C.F. 90002260157
website: www.sfcbareggio.it
e-mail: sanmartinodibareggio@scuderiaferrari.club
presidente@scuderiaferrariclubbareggio.it
stampa@scuderiaferrariclubbareggio.it
Presidente: Francesco Di Martino
Segretari: Ettore Giubileo / Luigino Tumiatti
Capo Redattore: Giusy Costantino
Addetti Stampa: Mauro Modena
Giulia Moscatelli
Flavio Paina
Gianluca Zebri
Scuderia Ferrari Club San Martino di Bareggio is an
official member of:
Scuderia Ferrari Club s.c.a.r.l.
at Gestione Sportiva Scuderia Ferrari
Viale Enzo Ferrari, 27
41053 Maranello (MO) - Italy
www.scuderiaferrari.club

Seguici anche su: