Anda di halaman 1dari 7

Notturno di Lili Boulanger.

Federico Sanna V LM
Lili Boulanger (Parigi 1893-Mzi-Sur-Seine 1918) stata una
compositrice francese e sorella della direttrice d'orchestra e
pedagogista Nadia Boulanger. Lili boulanger nasce in una famiglia
di musicisti ed per questo che gia dall'et di sei anni viene
avviata allo studio del pianoforte sotto la guida di Gabriel Four e
anche se di salute molto fragile verr istruita nella propria casa.
In seguito riesce ad entrare nella classe di composizione del
conservatorio di Parigi. Lili la prima donna a vincere il concorso
di composizione di Roma. Morir molto presto a 24 anni di
tubercolosi intestinale. Si dice che le malattie abbiano creato in lei
la sua creativit di Compositore infatti i sui brani contengono degli
elementi armonici che riportano alle difficolt della sua vita.

Analisi del Notturno :


Il notturno che andremo ad analizzare tratto da una piccola
raccolta di di due brani (NOCTURNE e CORTEGE) composta
sicuramente intorno agli ultimi anni di vita della compositrice e
quindi tra il 1908 ed il 1912. La forma di Notturno una forma che
sta ad intendere un brano che con le sue funzioni armoniche
ricorda molto l'ultima fase di una giornata e quindi la notte (i
notturni possono avere strutture compositive diverse per ogni
autore). Questo notturno composto per flauto o violino
accompagnato da pianoforte ed scritto in tonalit di Fa
maggiore anche se vedremo che si muove di pi su altre tonalit
attraverso modulazioni e progressioni. Ascoltando il brano
possiamo affermare la sua appartenenza alla corrente musicale
impressionista; alla quale stata avvicinata dal suo primo maestro
Gabriel four, che sicuramente ha molto influto sulla scrittura
delle sue composizioni. Il notturno come appena detto si apre in
tonalit di Fa maggiore con due battute che prendono ruolo di
Introduzione con dei do croma (dominante) che fungeranno da
ostinato quasi per tutto il brano tranne che per qualche
eccezione.

*esempio della dominante sempre ripetuta.

La prima esposizione del Tema principale si apre con il sol,


dominante di do minore da battuta 3 a battuta 6, mentre il
pianoforte continua con l'ostinato e con dei bicordi che scendono
per semitono sino a battuta 9.
*prima esposizione del tema.

*bicordi
del basso che procedono per semitono.

il tema viene rieseguito una seconda volta una terza sopra.

*tensione.

Ed ecco che dopo ci arriviamo ad una lunga serie di progressioni


caratterizzate da volatine e note di passaggio della melodia che ci
porter ad un secondo tema.
*Da notare le volatine del flauto e lo schema ritmico del basso sempre in
progressione.

*La lunga progressione viene caratterizzata


dai crescendi e dai ritardi indicati.

Da questo punto in poi (inizio del secondo tema) troveremo


ancora una volta i DO pedale che erano presenti all'inizio del
brano.
*Questo secondo
tema si presenta tutto in fortissimo e sembrerebbe presentato in
dominante rispetto alla tonica della tonalit anche se abbiamo delle
alterazioni al basso che suggeriscono altro fino a lasciare da solo il
pianoforte che avr un terzo micro tema.

*Possiamo notare che il


temino del pianoforte ha in realt il principale compito di portare alla
conclusione del Notturno arrivando ad un ultimo tema che porter alla fine
del brano, questa volta in tonica.

Mi piacerebbe evidenziare il fatto che la piccola parte della


melodia del flautista o del violinista sopra indicata sembra
chiaramente un omaggio a Debussy dato che riprende l'assolo
flautistico tratto dal poema sinfonico ''Prlude l'aprs-midi d'un
faune'' e questo probabilmente a causa di una conoscenza tra i
due compositori francesi.
Dopo ci possiamo dire che il brano andr a concludersi cos come
iniziato in fa maggiore attraverso delle altre modulazioni molto
evidenti nella parte del pianoforte.

N.B. interessante notare come in quasi tutto il brano sia molto


prevalente la presenza di sincopi anche se nascoste, infatti
possiamo dire che tutta la prima parte del brano e basata su
quello. (ci lo si nota dal fatto che togliendo le note di passaggio lo
schema ritmico semiminima-minima-semiminima).