Anda di halaman 1dari 8

y(7HA3J1*QSSKKM( +:!"!#!z!

Spedizione in abbonamento postale Roma, conto corrente postale n. 649004 Copia € 1,00 Copia arretrata € 2,00

L’OSSERVATORE ROMANO GIORNALE QUOTIDIANO POLITICO RELIGIOSO


Unicuique suum Non praevalebunt
Anno CLVIII n. 1 (47.734) Città del Vaticano martedì-mercoledì 2-3 gennaio 2018
.

Nella giornata mondiale il Papa chiede di non spegnere la speranza dei migranti

Un anno di pace e accoglienza


«Per favore, non spegniamo la spe- gran parte dei casi è lungo e perico- ria santissima Madre di Dio.
ranza nel loro cuore; non soffochia- loso; sono disposti ad affrontare fati- All’omelia, tutta incentrata sulla fi-
mo le loro aspettative di pace!»: è che e sofferenze». gura della Vergine di Nazaret, il
l’accorato appello in favore dei mi- Perciò, ha auspicato Francesco, «è Pontefice si è soffermato in partico-
granti lanciato da Papa Francesco importante che da parte di tutti, lare sul suo silenzio. Attualizzando
nella Giornata mondiale della pace. istituzioni civili, realtà educative, as- la riflessione, ha quindi sottolineato
All’Angelus del 1° gennaio, rivol- sistenziali ed ecclesiali, ci sia l’impe- che anche gli uomini di oggi, come
gendosi dalla finestra del palazzo gno per assicurare ai rifugiati, ai la Madonna, hanno bisogno di «ri-
Apostolico ai quarantamila fedeli migranti, a tutti un avvenire di tagliare ogni giorno un momento di
presenti in piazza San Pietro, il Pon- pace». silenzio con Dio» per «custodire la
tefice ha ricordato il motto della cin- Da qui l’invocazione al Signore nostra libertà dalle banalità corrosive
quantunesima giornata dedicata a affinché «conceda di operare in que- del consumo e dagli stordimenti del-
“migranti e rifugiati: uomini e donne sto nuovo anno con generosità» per la pubblicità, dal dilagare di parole
in cerca di pace”. «Desidero, — ha «un mondo più solidale e accoglien- vuote e dalle onde travolgenti delle
detto — ancora una volta, farmi voce te» e la conseguente esortazione ai chiacchiere e del clamore». Ecco
di questi nostri fratelli e sorelle che cristiani affinché preghino per tale perché, ha proseguito, «la devozione
invocano per il loro futuro un oriz- intenzione nell’anno appena iniziato. a Maria non è galateo spirituale» ma
zonte di pace. Per questa pace, che è Prima della preghiera mariana il «un’esigenza della vita cristiana.
diritto di tutti, molti sono disposti a Papa ha celebrato nella basilica vati- Guardando alla Madre siamo inco-
rischiare la vita in un viaggio che in cana la messa nella solennità di Ma- raggiati a lasciare tante zavorre inu-
tili e a ritrovare ciò che conta».
E in proposito Francesco ha fatto
notare come «il dono della Madre, il
dono di ogni madre e di ogni don-
na» sia molto «prezioso per la Chie-

Attacchi contro i cristiani sa, che è madre e donna»: infatti


«mentre l’uomo spesso astrae, affer-
ma e impone idee, la donna, la ma-

in Nigeria e in Egitto dre, sa custodire, collegare nel cuore,


vivificare». Dunque, è stata la con-
clusione, «perché la fede non si ri-
duca solo a idea o a dottrina, abbia-
ABJUA, 2. Cristiani africani sotto at- arrivato a bordo di un tok-tok, tri- mo bisogno, tutti, di un cuore di
tacco. In Nigeria, uomini armati madre».
ciclo a motore, sparando con un
hanno aperto il fuoco durante la Come di consueto, le celebrazioni
fucile in direzione del negozio, pri-
messa di fine anno nella città di in onore di Maria avevano avuto ini-
ma di fuggire. Non si è chiarito fi- zio la sera precedente sempre in ba-
Omoku, nel River State, nel sud nora se l’attacco fosse avvenuto
della Nigeria, uccidendo almeno 17 silica, con la celebrazione dei primi
perché le vittime erano copti o per- vespri della solennità e il tradiziona-
fedeli. Lo ha riferito il capo di un ché il negozio vendeva alcool. La
gruppo della comunità locale, Osi le Te Deum di ringraziamento di fi-
comunità copta era stata colpita ne d’anno presieduti dal Pontefice.
Olisa, aggiungendo che gli assali- due giorni prima da due attentati a
tori hanno continuato a sparare an- In mattinata, all’Angelus domenicale
una chiesa e a un negozio nella pe- nella festa della santa famiglia, il Pa-
che all’esterno del luogo di culto
riferia del Cairo. La vendita di al- pa aveva ricordato le vittime di at-
prima di scappare. Secondo il «Ni-
cool è severamente controllata in tacchi terroristici contro cristiani
geria Independent», attacchi con-
tro i cristiani che ritornavano dai Egitto, solo alcuni negozi specializ- copti al Cairo.
servizi religiosi ci sono stati anche zati e pochi bar sono autorizzati a
distribuirlo. PAGINE 7 E 8 Miabo Enyadike, «Migrazione»
a Kirigani e a Oboh. Dodici perso-
ne sono rimaste ferite.
Il Rivers è una delle aree più
povere della Nigeria, nonostante i
redditi ricavati dalla produzione di
petrolio. Diversi potenti gruppi cri-
minali sono attivi nella regione, af-
frontandosi spesso per mantenere il
controllo del territorio.
Vittime durante le proteste in Iran
Sempre nella notte di fine anno, Il presidente Rohani chiede il ritorno alla legalità
in Egitto alcuni uomini armati
hanno aperto il fuoco contro un
negozio di liquori nei pressi del TEHERAN, 2. Venti persone sono vince. Numerosi edifici pubblici so- duecento persone sono state arresta- Evidenziando il carattere circo- ressi nazionali, della sicurezza e del-
Cairo, uccidendo due persone, dei morte finora nelle proteste che da no stati attaccati e danneggiati. Nel- te sabato 30 dicembre, 150 domenica scritto delle proteste e criticandone la stabilità della regione».
cristiani copti. Le vittime conosce- alcuni giorni stanno scuotendo le ultime ore — secondo i media lo- 31 e 100 nella giornata di ieri, primo l’immediata politicizzazione, il presi- Il presidente Rohani ha sottoli-
vano bene il proprietario del nego- l’Iran. A confermare il bilancio è cali — un bambino di undici anni e gennaio. Il governo continua a pre- dente iraniano, Hassan Rohani, ha neato la necessità di riportare la
zio, rimasto lui illeso. Il sospetto è stata oggi la televisione di stato, che un ventenne sono stati uccisi a Kho- cisare che le forze di polizia e i lanciato un appello «all’unità tra protesta nei limiti della legalità.
parla anche di centinaia di arresti, meinishahr, mentre un membro dei guardiani della rivoluzione «non governo, parlamento, giustizia ed «Non voglio parlare delle ragioni
mentre il governo chiede il ritorno guardiani della rivoluzione è morto stanno utilizzando armi da fuoco esercito». Ora — ha detto ieri il pre- dei disordini — ha proseguito Roha-
alla legalità per «tutelare gli interes- a Najafabad, ucciso da colpi esplosi contro i manifestanti». Notizie in sidente in un intervento — «dobbia- ni — ma qualunque protesta deve es-
si nazionali» contro «un piccolo da un fucile da caccia. Le due città senso contrario erano state diffuse mo concentrarci sull’importanza del sere fatta nel rispetto della legge e
gruppo che grida slogan illegali, in- si trovano nella provincia centrale di da alcuni organi di stampa. sistema, della rivoluzione, degli inte- senza provocare nessuno». Il popo-
A Kinshasa sulta la religione e i valori della ri- Isfahan, circa 350 chilometri a sud lo iraniano «è libero di manifestare»
voluzione islamica». di Teheran. ma le proteste «debbono essere au-
Manifestazione pacifica Scoppiate giovedì scorso nella cit- Circa 450 manifestanti sono stati torizzate e legali» e non debbono
repressa nel sangue tà di Mashhad per protestare contro arrestati, come riferisce il vicegover- sfociare nella violenza. «Una cosa è
il carovita e la disoccupazione, le natore per la sicurezza di Teheran, la critica — ha messo in rilievo anco-
manifestazioni si sono diffuse a Ali Ashgar Nasserbakht, citato ra il presidente — un’altra la violen-
PAGINA 2
macchia d’olio in molte città e pro- dall’agenzia Irna. Nel dettaglio, za e la distruzione della proprietà
pubblica». La situazione dell’econo-
mia iraniana, ha detto Rohani, «è
migliore rispetto al livello medio
mondiale; la crescita economica del
Discorso di inizio anno a due facce per il leader nordcoreano Kim Jong-un paese si è attestata al sei per cento
nella prima metà dell’anno iraniano,
ma ciò non significa che tutti i pro-
Minacce e aperture blemi siano stati risolti. Per far ciò
ci vuole tempo». Rohani ha poi ri-
cordato che il governo ha creato
700.000 posti di lavoro, ma, ha ag-
PYONGYANG, 2. Discorso di inizio anno a due facce per to con favore le parole del leader del regime comunista giunto, «accettiamo le critiche con-
Kim Jong-un. Tra minacce e aperture, il leader nordco- di Pyongyang. Stamane Seoul ha proposto di tenere tro l’attuale alto tasso di disoccupa-
reano si è rivolto al paese, affermando che Pyongyang colloqui ad alti livelli con la Corea del Nord il 9 gen- zione».
«ha completato la propria forza nucleare, e il pulsante naio «in qualsiasi luogo e in qualsiasi forma», ha preci-
per scatenare un’apocalisse è sulla mia scrivania». sato il ministero dell’unificazione. Il presidente sudco-
Il 2017 della Corea del Nord è stato contraddistinto reano, Moon Jae-in, ha comunicato che il governo
dal sesto test nucleare e dal lancio di tre missili balistici prenderà misure rapide per favorire la partecipazione
intercontinentali, in grado di c0lpire gli Stati Uniti. della delegazione nordcoreana ai Giochi invernali di
Kim ha comunque ribadito che l’arsenale nucleare Pyeongchang, località che si trova ad appena ottanta In difesa
nordcoreano ha un ruolo di deterrenza. «Queste armi chilometri dalla zona demilitarizzata che segna il confi- di Lucrezia Borgia
verranno usate solo se la nostra sicurezza verrà minac- ne tra le due Coree.
ciata», Kim ha quindi “invitato” Washington a «non Due pattinatori nordcoreani si sono qualificati per
GIOVANNI CERRO A PAGINA 5
iniziare mai una guerra contro di me o contro il mio Pyeongchang, ma il Comitato olimpico nordcoreano ha
paese». Come spesso già accaduto nei suoi discorsi di fatto passare la scadenza del 30 ottobre senza confer-
inizio anno, Kim ha anche fatto un augurio per il mi- mare la loro partecipazione. I due atleti potrebbero an-
glioramento dei rapporti con la Corea del Sud. «Le cora competere se il Comitato olimpico internazionale Oggi il numero di gennaio
Olimpiadi invernali (che si terranno presto nel Sud dal li invitasse.
9 al 25 febbraio) saranno una buona opportunità per Da Pechino, la Cina ha accolto positivamente i pro- «donne
mostrare lo stato della nazione coreana e desideriamo positi di colloqui tra le due Coree, definendo «positivi»
sinceramente che l’evento si svolga con risultati positi- i messaggi espressi da Kim e Moon Jae-in. «Questa è chiesa mondo»
vi», ha affermato Kim. Prematuro parlare di svolta di- una buona notizia», ha detto il ministero degli esteri ci-
plomatica, anche se le autorità sudcoreane hanno accol- nese, che sostiene «il miglioramento delle relazioni». Manifestanti nei pressi dell’università di Teheran (Twitter/@kasra_nouri, via Reuters) IN ALLEGATO
pagina 2 L’OSSERVATORE ROMANO martedì-mercoledì 2-3 gennaio 2018

Il Quirinale sede della presidenza


della Repubblica italiana

Repressa nel sangue la marcia pacifica


per chiedere le presidenziali
Anche sacerdoti tra gli otto morti nella capitale della Repubblica Democratica del Congo

KINSHASA, 2. Sono almeno otto le sfondata da un colpo infertole al cerdote intervenuto a fianco della cordo firmato lo scorso anno a San
persone morte — e sembra che tra momento dell’intervento delle forze popolazione. Silvestro, volto a favorire l’uscita di
esse ci siano alcuni sacerdoti di cui dell’ordine, decise a disperdere l’as- Sono circa 150 le parrocchie cat- scena del presidente Joseph Kabila,
però non è ancora nota l’identità — sembramento cui stava partecipando. toliche che hanno promosso inizia- il cui mandato è scaduto alla fine
in seguito agli scontri nella capitale E al volto è stato ferito anche un sa- tive per chiedere il rispetto dell’ac- del 2016. Padre Vincent Tshomba,
della Repubblica Democratica del uno dei decani della Chiesa cattoli- Il tradizionale discorso di fine anno del capo dello stato
Congo, dove in tanti domenica sono ca di Kinshasa, è stato chiamato a
scesi in piazza per chiedere che si
svolgano le elezioni presidenziali,
previste inizialmente nel 2016, poi ri-
comparire il 27 dicembre dalla giu-
stizia per il cosiddetto «sciopero
delle campane». Padre Tshomba
Mattarella e l’Italia
mandate più volte dal presidente Jo-
seph Kabila, fino all’ultimo rinvio al
2019. Sono state arrestate almeno
aveva chiesto a tutti i sacerdoti di
Kinshasa di suonare le campane per
15 minuti ogni settimana per chie-
delle tante incognite
140 persone. dere l’applicazione dell’Accordo di
Esponenti dell’opposizione e l’or- San Silvestro. qua, gli incendi devastanti. Si ma-
ganizzazione Comité Laïc de Coor- La Conferenza episcopale congo- di LUCA M. POSSATI
nifesta, a questo riguardo, una sen-
dination avevano promosso quella lese (Cenco) ha ribadito — in una Il futuro dell’Italia e delle nuove sibilità crescente, che ha ricevuto
che doveva essere una «marcia paci- nota — l’esigenza di applicare le in- generazioni, la necessità di trovare impulso anche dal magistero di Pa-
fica» a un anno dalla firma, sotto tese e ha chiesto la tenuta di elezioni soluzioni concrete e adeguate per il pa Francesco, al quale rivolgo gli
l’egida dei vescovi, di un accordo credibili e trasparenti in un tempo presente, il rispetto della Costitu- auguri più fervidi».
che prevedeva di tenere le elezioni ragionevole. In queste ore si molti- zione «nostra casa comune» e, so- Sul piano più strettamente poli-
presidenziali entro la fine del 2017. Il plicano le intimidazioni anche ai prattutto, un invito a votare: sono tico, Mattarella ha voluto dare al-
governatore di Kinshasa aveva vieta- giornalisti: alcuni di loro sono stati stati questi i temi del discorso di fi- cune indicazioni essenziali. La pri-
to la marcia per motivi di ordine raggiunti e minacciati pesantemente ne anno del presidente della Re- ma è il lavoro, che «deve esserci in
pubblico. Tuttavia, l’ordinanza non Forze dell’ordine congolesi rincorrono manifestanti (Ap) a Kinshasa. pubblica italiana, Sergio Mattarel- ogni famiglia». A tal proposito,
è stata rispettata. Secondo fonti di la. Un discorso che è apparso mol- «va garantita la tutela dei diritti e
stampa, la polizia avrebbe fatto irru- to influenzato dalla situazione d’in- la sicurezza, per tutti coloro che la-
zione in alcune chiese durante la certezza politica in cui versa il pae- vorano». La seconda, rivolta ai
messa domenicale, sparando cande- se, dopo la fine della XVII legislatu- partiti già in campagna elettorale, è
lotti lacrimogeni. ra e la decisione di andare alle ur- «il dovere di programmi concreti e
Kabila, al potere dal 2001, è suc- Per la prima volta nella storia dell’Unione ne il prossimo 4 marzo. realistici», che sappiano intercettare
ceduto al padre Laurent Desiré, po- Non a caso Mattarella ha sottoli- i veri bisogni del paese.
chi giorni dopo il suo assassinio. È
stato riconfermato già due volte e le
presidenziali si sarebbero dovute te-
Sofia assume la presidenza Ue neato la comune «responsabilità»
di scrivere la «pagina bianca che si
apre con le elezioni». Responsabili-
Tuttavia, il presidente avrà un
compito non facile nel dover gesti-
re una fase tanto incerta. Come è
nere nel 2016 ma sono state sempre tà duplice, stando alle parole del stato scritto di recente, per la poli-
rimandate. L’opposizione chiede che capo dello stato. Da una parte, ci tica italiana quella che si apre è la
SOFIA, 2. La Bulgaria ha assunto vremmo dimenticare che i Balcani la loro proposta di riforma dell’eu-
si svolga il voto al più presto possi- sono infatti le nuove generazioni, “stagione delle incognite”. L’insta-
dal 1° gennaio la presidenza di tur- occidentali hanno bisogno di una rozona.
bile. Nei giorni scorsi il governo soprattutto quelle che per la prima bilità è infatti il rischio maggiore
no dell’Unione europea (Ue) «in prospettiva europea chiara e di una La Bulgaria è il paese più povero
aveva vietato ogni manifestazione volta andranno a votare. Per esse, che l’Italia dovrà fronteggiare nei
un momento chiave», ha scritto su connessione tra loro e con i paesi dell’Unione europea, con un pil
pubblica. nonostante alcuni sondaggi preve- prossimi mesi. Nessuno degli schie-
Facebook il primo ministro conser- membri». che pesa appena per lo 0,3 per cen-
Nel corso di tutto il 2017 non so- dano una scarsa affluenza alle urne ramenti che si presenteranno alle
vatore ed europeista Boiko Borisov. Sotto la presidenza bulgara ver- to di quello dell’Ue, meno del Lus-
no mancati momenti di forte tensio- da parte dei più giovani, Mattarella urne sembra, a oggi, in grado di
La Bulgaria rileva il testimone ranno tra l’altro avviati i negoziati semburgo e al pari della Croazia e ha auspicato «un’ampia partecipa-
ne e di scontri. Più volte le Nazioni dall’Estonia e lo passerà all’Austria per arrivare a un accordo commer- della Slovenia. Secondo un sondag- governare da solo, con una mag-
zione al voto e che nessuno rinunzi
Unite hanno denunciato la morte di a luglio. L’atto ufficiale di assun- ciale tra l’Unione europea e il Re- gio recente diffuso da Gallup, il 62 gioranza solida. Maggioranza di
al diritto di concorrere a decidere
decine di oppositori in circostanze zione della presidenza del semestre gno Unito, mentre il 23 marzo per cento dei bulgari ha fiducia in cui invece il paese ha molto biso-
le sorti del nostro paese. Ho fidu-
non chiare. Tra i feriti più gravi c’è è previsto per l’11 e 12 gennaio a Francia e Germania presenteranno Bruxelles. gno, soprattutto in un momento
cia nella partecipazione dei giovani
una donna di 60 anni con la fronte Sofia, con una riunione di tutti i come questo, segnato dal disagio
nati nel 1999 che voteranno per la
commissari europei. Membro sociale. Lo ha confermato l’ultimo
prima volta». Richiamo che si è
dell’Ue dal 2007, la Bulgaria arriva fatto ancora più forte con il riferi- rapporto del Censis, secondo cui
per la prima volta nella sua storia mento alla prima guerra mondiale: «la ripresa finora non è ancora riu-
alla presidenza del Consiglio della «Nell’anno che si apre ricorderemo scita a invertire in modo tangibile e
stessa Unione, scegliendo come pa- il centenario della vittoria nella inequivocabile la rotta» dopo la
Nel Mali role d’ordine la stabilità, la sicurez-
za e la solidarietà.
grande guerra e la fine delle imma- grande crisi del 2008, e di questo
soffre soprattutto il ceto medio.
ni sofferenze provocate da quel
amnistia nazionale Il governo guidato da Borisov,
leader del partito dei Cittadini per
conflitto» ha detto il presidente. Il disagio rischia ora di alimenta-
re il populismo o l’astensionismo:
«In questi mesi di un secolo fa i
per lo sviluppo europeo della Bulgaria, diciottenni di allora (i ragazzi del secondo il Censis, l’84 per cento
degli italiani non ha fiducia nei
promette di agire da “honest bro- 1899) vennero mandati in guerra,
la riconciliazione ker”, mediatore onesto, per «trovare nelle trincee. Molti vi morirono». partiti politici, il 78 nel governo, il
soluzioni comuni in risposta ai bi- Di qui il monito a considerare le 76 nel parlamento, il 70 nelle istitu-
sogni dell’Europa e dei suoi cittadi- conquiste del presente, in particola- zioni locali, regioni e comuni.
BAMAKO, 2. Il governo del Mali pro- ni», puntando a creare un’Europa re il valore dell’Unione europea, Problemi seri, complessi ma «su-
porrà una legge di «intesa naziona- «forte, digitale e unita» attraverso il garante di integrazione, crescita e perabili» ha detto Mattarella get-
le» volta a evitare che «tutti gli im- «consenso, la competitività e la pace. «Abbiamo di fronte, oggi, tando uno sguardo al futuro. «Ho
plicati nella rivolta armata» siano coesione». difficoltà che vanno sempre tenute incontrato tante persone, orgoglio-
perseguiti, a condizione che non ab- La Bulgaria avrà tra le sue priori- ben presenti. Ma non dobbiamo se di compiere il proprio dovere e
biamo «le mani macchiate di san- tà la riforma delle politiche migra- smarrire la consapevolezza di quel di aiutare chi ha bisogno». E pro-
gue»: così ha dichiarato il presidente torie, a partire dal regolamento di che abbiamo conquistato: la pace, prio per questo i problemi possono
Ibrahim Boubacar Keita nel suo Dublino sull’asilo, e l’integrazione la libertà, la democrazia, i diritti». essere affrontati «con successo, fa-
messaggio di fine anno. dei Balcani occidentali nell’Unione. La nostra è «un’era che pone an- cendo, ciascuno, interamente, la
Per «garantire la riconciliazione Per il 17 maggio è già in calendario che interrogativi sul rapporto tra parte propria. Tutti, specialmente
nazionale» questa carta «propone a Sofia un vertice dei leader Ue con l’uomo, lo sviluppo e la natura»; chi riveste un ruolo istituzionale e
delle misure speciali per porre fine quelli della regione. «Quando si basti pensare «alle conseguenze dei deve avvertire, in modo particolare,
ai procedimenti in corso o l’amnistia parla di Europa unita — si legge sul mutamenti climatici, come la sicci- la responsabilità nei confronti della
per i fautori della rivolta armata del sito della presidenza — non do- La moneta d’oro ufficiale coniata in occasione della presidenza bulgara dell’Ue (Afp) tà, la limitata disponibilità di ac- Repubblica».
2012», spiega il presidente. Il pro-
getto di legge prevede dunque
«l’esonero dai procedimenti dei ri-
belli che non hanno le mani mac-
chiate di sangue». Saranno anche
previste «misure di pacificazione do- In Islanda la parità di stipendio Belgio più piccolo Morto il giudice
po l’accelerazione di procedimenti in
corso e delle riparazioni a favore tra uomo e donna diventa legge a vantaggio Ferdinando Imposimato
delle vittime riconosciute», così co-
me un «programma di inserzione dei
combattenti che hanno deposto le
dell’Olanda
REYKJAVIK, 2. L’Islanda è diventa- fari sociali — i diritti umani sono ROMA, 2. È morto questa mattina come possibile candidato alla presi-
armi e si dichiarano pubblicamente ta dal primo gennaio il primo pae- diritti uguali per tutti». Dobbiamo al Policlinico Gemelli di Roma denza della Repubblica.
ostili alla violenza», afferma il capo se al mondo a rendere obbligato- fare «in modo che gli uomini e le BRUXELLES, 2. Con l’inizio del Ferdinando Imposimato. Era stato Imposimato è stato giudice
dello stato. Ma questo non costitui- ria per legge la parità di stipendio donne godano di pari opportunità 2018 il Belgio diventa più piccolo a ricoverato d’urgenza il 31 dicembre istruttore dei più importanti casi di
sce «né un incentivo all’impunità, né tra uomo e donna. Da ora in poi sul luogo di lavoro. È nostra re- vantaggio dell’Olanda, che ingran- nel reparto di rianimazione. Magi- terrorismo, tra cui il rapimento del
un segno di debolezza, e ancor me- aziende e uffici pubblici con più sponsabilità adottare ogni misura disce invece il suo territorio. È en- strato, politico e avvocato italiano, presidente della Democrazia cri-
no un rifiuto di rendere giustizia alle di 25 impiegati dovranno dimo- per raggiungere questo obiettivo», trato infatti oggi in vigore l’accor- è stato presidente onorario aggiun- stiana Aldo Moro, l’attentato a
vittime». strare con una serie di documenti ha concluso il ministro islandese. do che ridefinisce i confini fra i to della corte di Cassazione. Giovanni Paolo II, l’omicidio del
Il presidente Keita dice essersi che le dipendenti sono pagate L’Islanda non è nuova a misure due paesi, originariamente concor- Nato a Maddaloni, in provincia vicepresidente del Csm Vittorio Ba-
ispirato dalla «Carta per la pace, quanto i loro colleghi, altrimenti che promuovano l’uguaglianza tra dati nel 1843. L’intesa trasferisce di Caserta, aveva 81 anni. Imposi- chelet, nonché dei giudici Riccardo
l’unità e la riconciliazione naziona- saranno puniti con un’ammenda. uomo e donna, tanto che negli ul- due penisole dal Belgio all’Olanda mato fu eletto senatore per il parti- Palma e Girolamo Tartaglione. At-
le» che gli è stata rimessa a giugno, «È il momento giusto per fare timi nove anni è stata al primo per un totale di 16,3 ettari, mentre to comunista nel 1987. Nel 1992 fu tualmente Imposimato si occupava
due anni dopo la firma dell’accordo qualcosa di radicale — ha dichiara- posto della lista dei paesi più Bruxelles ottiene in cambio una eletto alla camera e poi, nel 1994, della difesa dei diritti umani, ed
di pace con gli ex ribelli del nord to Thorsteinn Viglundsson, il mi- avanti nella parità di genere stilata penisola ben più piccola pari a nuovamente al senato. Nel gennaio era molto impegnato nel volonta-
del paese in maggioranza tuareg. nistro dell’uguaglianza e degli af- dal World Economic Forum. 3,09 ettari. del 2015 il suo nome era circolato riato.

L’OSSERVATORE ROMANO GIOVANNI MARIA VIAN Servizio vaticano: vaticano@ossrom.va Segreteria di redazione Tariffe di abbonamento Concessionaria di pubblicità Aziende promotrici della diffusione
direttore responsabile telefono 06 698 83461, 06 698 84442 Vaticano e Italia: semestrale € 99; annuale € 198
Servizio internazionale: internazionale@ossrom.va fax 06 698 83675 Europa: € 410; $ 605 Il Sole 24 Ore S.p.A.
GIORNALE QUOTIDIANO POLITICO RELIGIOSO Giuseppe Fiorentino segreteria@ossrom.va Africa, Asia, America Latina: € 450; $ 665 System Comunicazione Pubblicitaria
Servizio culturale: cultura@ossrom.va America Nord, Oceania: € 500; $ 740
Unicuique suum Non praevalebunt vicedirettore Intesa San Paolo
Sede legale
Piero Di Domenicantonio Servizio religioso: religione@ossrom.va Tipografia Vaticana Abbonamenti e diffusione (dalle 8 alle 15.30): Via Monte Rosa 91, 20149 Milano
Città del Vaticano Editrice L’Osservatore Romano telefono 06 698 99480, 06 698 99483 Ospedale Pediatrico Bambino Gesù
caporedattore telefono 02 30221/3003
fax 06 69885164, 06 698 82818, fax 02 30223214 Società Cattolica di Assicurazione
ornet@ossrom.va Gaetano Vallini Servizio fotografico: telefono 06 698 84797, fax 06 698 84998 don Sergio Pellini S.D.B. info@ossrom.va diffusione@ossrom.va
www.osservatoreromano.va segretario di redazione photo@ossrom.va www.photo.va direttore generale Necrologie: telefono 06 698 83461, fax 06 698 83675 segreteriadirezionesystem@ilsole24ore.com Credito Valtellinese
martedì-mercoledì 2-3 gennaio 2018 L’OSSERVATORE ROMANO pagina 3

Parata militare
a New Delhi

Mille giorni di guerra


Appello di Oms, Unicef e Pam per porre fine ai combattimenti nello Yemen

SANA’A, 2. Il sanguinoso conflitto tacchi e bombardamenti», hanno Oltre il 75 per cento della popola-
nello Yemen ha superato la dram- precisato ieri in una dichiarazione zione in Yemen ha bisogno di assi-
matica soglia dei mille giorni. congiunta le principali agenzie uma- stenza umanitaria, compresi 11,3 mi-
L’Onu ha affermato che se non si nitarie delle Nazioni Unite: l’O rga- lioni di bambini che non possono
otterrà un maggiore accesso umani- nizzazione mondiale della sanità sopravvivere senza di essa, e 16 mi-
tario e una diminuzione della vio- (Oms), il Fondo dell’Onu per l’in- lioni di persone non hanno accesso
lenza, il costo delle vite sarà incal- fanzia (Unicef) e il Programma ali- ad acqua potabile e strutture igieni-
colabile. «Con l’intensificarsi degli mentare mondiale (Pam). co-sanitarie adeguate.
scontri nei giorni scorsi, altri bambi- Nella nota, i tre organismi hanno La situazione peggiora di giorno
ni e famiglie sono stati uccisi in at- rivolto un nuovo appello alle parti in giorno. Le agenzie delle Nazioni
in conflitto affinché consentano im- Unite hanno dichiarato di non avere I due paesi si scambiano la lista delle reciproche installazioni nucleari
mediatamente il pieno accesso uma- tuttora pieno accesso ad alcune del-
nitario e fermino i combattimenti.
«Da oltre 1000 giorni, a causa di
brutali violenze, le famiglie sono co-
le comunità tra le più duramente
colpite dalla guerra. «Quel che sap-
piamo — hanno aggiunto — è che
Distensione tra India e Pakistan
Per il segretario strette a lasciare le proprie case. Più nello Yemen la crisi è diventata ra- NEW DELHI, 2. I governi di India e Pakistan si sono tensione permanente, a causa soprattutto della grave si-
di mille giorni di bambini reclutati pidamente una catastrofe». Le sta- scambiati ieri — simultaneamente, attraverso canali di- tuazione del Kashmir. E le tensioni nella regione
dell’Onu per combattere, mille giorni di ma- zioni per il pompaggio dell’acqua plomatici a New Delhi e Islamabad — le liste delle in- himalayana preoccupano la comunità internazionale,
lattie, cibo insufficiente e senza ac- che servono oltre tre milioni di stallazioni e delle strutture nucleari incluse nell’accordo trattandosi, appunto, di Nazioni in possesso di armi
si apre un anno qua potabile, con sofferenze umane persone stanno rapidamente rima- bilaterale sulla proibizione degli attacchi contro di esse, atomiche. Lo scambio di informazioni sul nucleare è
inimmaginabili» hanno detto Oms, nendo senza il carburante di cui entrato in vigore nel 1991. Lo riferiscono fonti del avvenuto nonostante un attacco armato contro una
da allarme rosso Unicef e Pam, confermando che il hanno bisogno per restare in ministero degli esteri indiano. Un segnale di distensione caserma in Kashmir delle forze indiane, che ha provoca-
conflitto ha provocato, e sta provo- funzione, mentre il prezzo dell’ac- tra due paesi le cui relazioni sono segnate da cronici to la morte di cinque soldati. L’operazione è stata ri-
cando, la peggiore crisi umanitaria qua importata è aumentato di sei rialzi di tensione. Praticamente fin dalla partizione av- vendicata da Jaish-e-Mohammed, movimento filo-pa-
NEW YORK, 2. Sono forti le pa- nel mondo. volte. venuta nel 1947, India e Pakistan vivono in un clima di khistano.
role del segretario generale
dell’Onu a inizio anno. António
Guterres ha detto chiaramente di
non poter esprimere semplice-
mente un appello, ma di dover
lanciare un «allarme rosso» per
l’attuale situazione mondiale. Capodanno Uccisi sessanta jihadisti in Afghanistan
Lo stato sociale
Guterres ha citato «conflitti
sempre più profondi, la preoccu- blindato Operazione contro l’Is tra le priorità
pazione per le armi nucleari mai
così forte dai tempi della guerra in Turchia di Shinzo Abe
fredda, l’impatto del cambiamen-
to climatico aggravatosi a un rit- KABUL, 2. Vasta operazione contro ne, hanno colpito le posizioni vi, il bilancio dell’attacco suicida di
mo allarmante, la crescita delle ANKARA, 2. Dodici mesi dopo la gli jihadisti del sedicente stato isla- dell’Is nel distretto di Haska Mina. ieri durante un funerale. L’attenta- TOKYO, 2. Nel tradizionale discor-
disuguaglianze». strage di Capodanno nella discoteca mico (Is) in Afghanistan. Una ses- Nell’operazione — nel corso della tore, hanno indicato testimoni ocu- so di inizio anno, il primo mini-
La crisi siriana, il dossier nu- Reina — dove 39 giovani furono uc- santina di militanti del gruppo ter- quale, secondo il portavoce, i mili- lari, si è fatto esplodere durante le stro nipponico, Shinzo Abe, ha
cleare nordcoreano, le recenti cisi dalla furia omicida di un affilia- roristico sono stati uccisi, e altri 18 tanti si sono asserragliati anche nel- esequie del governatore del distretto detto che «il governo andrà avanti
tensioni tra India e Pakistan e in to dell’Is catturato solo 16 giorni feriti, dalle forze di sicurezza nella le case della popolazione locale — è di Haska Mina, deceduto per cause con il piano di riforme annunciato
Vicino oriente sono solo alcuni dopo — in Turchia quest’anno è sta- provincia orientale di Nangarhar. rimasto ucciso un civile. naturali. Nessuna rivendicazione, al nell’ultima campagna elettorale,
dei nodi più complessi sul tavolo to imponente lo schieramento delle Lo ha riferito un portavoce del go- Sempre nella provincia di Nanga- momento, per l’attacco. I talebani guardando al 2020 e oltre».
delle Nazioni Unite. Ma non so- forze dell’ordine. Più di 80.000 mi- verno provinciale, secondo cui i mi- rhar, è intanto salito a diciotto mor- hanno fatto sapere di essere del tut- Le priorità dell’esecutivo, ha
lo: il nazionalismo e la xenofobia litari sono stati messi in campo dal- litari afghani, sostenuti dall’aviazio- ti e una ventina di feriti, alcuni gra- to estranei all’episodio di violenza. spiegato Abe nel messaggio alla
«sono in aumento», ha prosegui- nazione, saranno l’implementazio-
le autorità della Turchia per garanti-
to Guterres, ribadendo però la ne di misure che aiutino ad arre-
re «pace e sicurezza». Il capo della stare il declino delle nascite e l’in-
sua convinzione che il mondo direzione generale della sicurezza
possa essere più sicuro. «L’unità vecchiamento della popolazione;
turca, Selami Altinok, ha parlato di entrambe dinamiche considerate
è il percorso, il nostro futuro di-
«grande contributo» alla «pace e al- dal premier una «crisi che riguar-
pende da quello».
Non mancano prospettive di la sicurezza» della Turchia. da l’intero paese».
speranza nelle parole di Guterres: Nella città sul Bosforo ci sono Grazie alla crescita dell’econo-
«Possiamo risolvere i conflitti, stati controlli serratissimi e divieto mia, negli ultimi cinque anni,
superare l’odio e difendere i valo- di assemblaggi nella centralissima sempre secondo il premier, il
ri condivisi — ha spiegato — ma piazza Taksim, nel quartiere di Giappone sarà in grado di rag-
possiamo farlo solo insieme». Besiktas e nell’area centrale di Sisli. giungere gli obiettivi più facilmen-
Il capo del palazzo di Vetro ha Solo a Istanbul, in questi giorni di te, compresa la riforma della sicu-
poi ricordato che all’inizio del festa sono stati schierati 37.000 poli- rezza sociale per tutti i cittadini e
suo mandato, un anno fa, aveva ziotti e 4000 uomini della gendar- una maggiore partecipazione delle
«lanciato un appello perché il meria. Nella capitale Ankara, è ri- donne alla forza lavoro.
2017 fosse un anno di pace, ma masta chiusa piazza Kizilay, tradi- Fonti governative hanno poi
purtroppo è successo il contra- zionale punto d’incontro nel pieno annunciato che il ministero della
rio». centro. Tutti gli ingressi alla piazza difesa nipponico sta valutando
La via da seguire per rimedia- l’acquisizione di dozzine di nuovi
saranno chiusi, mentre il passaggio
re, secondo il politico portoghe- aerei da caccia F-35 per rimpiazza-
di persone e veicoli attraverso strade re gli F-15 utilizzati attualmente
se, c’è ma a patto che i leader
situate nello stesso quartiere saranno dalle forze di autodifesa. Oltre al-
mondiali sappiano soddisfare al-
cune richieste precise che Guter- sottoposti a stretti controlli di sicu- le questioni legate alla sicurezza
res riassume così: «Restringere i rezza. Numerosi sono stati gli arresti (sulle nuove minacce dalla Corea
vari divari sociali; creare ponti tra di sospetti facinorosi. del Nord), il governo giustifica la
le diversità; ricostruire la fiducia In ogni caso, un centinaio di per- decisione con la volontà di ridurre
dei popoli guidandoli a muoversi sone si sono radunate fuori dalla di- le pressioni da parte di Washing-
insieme in vista di obiettivi co- scoteca Reina per ricordare le vitti- ton sulla questione del disavanzo
muni». me di un anno fa. Militare afghano in un’area di Kabul colpita da un attacco talebano (Reuters) commerciale statunitense.

Nuova legge sulla marijuana Una giovane incinta Nove detenuti muoiono
in California uccisa dalla polizia a Caracas in un carcere brasiliano
SACRAMENTO, 2. L’arrivo del nuovo In Massachusetts la legalizzazione CARACAS, 2. Momenti di forte ten- autorizzato della sua arma da fuoco, BRASILIA, 2. Una rissa tra detenuti rezza che prevede, tra le altre cose,
anno in California ha portato con sé partirà da luglio. sione ieri a Caracas, durante la di- ha iniziato a sparare». in un carcere nello stato brasiliano la modernizzazione delle strutture
l’entrata in vigore della nuova, di- In particolare, in California la stribuzione dei generi alimentari: Uno dei consiglieri municipali ha del Goiás, ha causato la morte di di detenzione.
scutibile normativa sull’uso di ma- marijuana è diventata legale per chi una donna incinta, giovanissima, ha riferito che i prosciutti messi in ven- almeno nove detenuti e il ferimen- Il 2017 si aprì con due epsiodi
rijuana: la legge, denominata Pro- ha compiuto 21 anni e ciascun indi- perso la vita raggiunta da un colpo dita non erano sufficienti e la gente to di altri 14. gravissimi: la strage del 6 gennaio
position 64 e approvata via referen- viduo può coltivare fino a sei piante di pistola alla testa sparato da un ha iniziato a protestare. Per questo, Secondo media brasiliani, che ci- con almeno 33 detenuti uccisi nel
dum nel novembre del 2016, per- e possedere fino a una oncia (28,35 agente della guardia nazionale. È ha aggiunto, l’agente è diventato tano funzionari locali, la rissa è corso di disordini scoppiati nel
mette il cosiddetto uso ricreativo grammi) di canapa. Tuttavia, acqui- accaduto la notte scorsa, nella mu- molto nervoso e ha aperto il fuoco. scoppiata quando i prigionieri di maggior carcere di Roraima — stato
della cannabis. La marijuana è una starla per motivi ricreativi non sarà nicipalità di Libertador, mentre in Ha colpito a morte la donna e ha un blocco del carcere hanno invaso del Brasile settentrionale — precisa-
sostanza psicoattiva che si ottiene facile, almeno per il momento. Lo tanti facevano la fila per acquistare ferito un ragazzo di 20 anni. altre tre zone dove sono detenuti mente nel penitenziario agricolo a
stato, infatti, ha concesso solo una del prosciutto a prezzi calmierati in Se si guarda alla situazione eco- membri di gruppi malavitosi rivali. Boa Vista. La maggioranza delle
facendo essiccare le infiorescenze
novantina di licenze a negozi per occasione del Natale. nomica del paese, balza agli occhi Sembra che circa 106 detenuti sia- vittime è stata decapitata, ha avuto
della Cannabis sativa.
iniziare la vendita dal primo dell’an- Alexandra, come gli altri, era in l’inflazione: il 2017 si è chiuso con il no evasi durante la rissa, di cui 29 il cuore strappato dal petto o il
La California, che già aveva lega-
no. Secondo Business Insider, il attesa da ore per approfittare dei 2735 per cento. È il primo paese al sono stati poi catturati dagli agen- corpo smembrato. Pochi giorni pri-
lizzato l’utilizzo medico, si unisce mercato della marijuana in Califor- «benefici sociali autorizzati dal go- mondo che registra su base annua ti. Altri 127 sarebbero rientrati vo- ma c’era stata la rivolta provocata
così agli stati e alla capitale degli nia dovrebbe crescere fino a 3,7 mi- verno», ma a un certo punto «la si- una salita dei prezzi a quattro cifre. lontariamente in carcere. dalla gang Primeiro Comando da
Stati Uniti che già hanno legalizza- liardi di dollari quest’anno e a oltre tuazione è diventata violenta», si Oltre ai prezzi, l’inflazione così alta Il sistema carcerario brasiliano Capital per vendicarsi della strage
to l’uso ricreativo: Alaska, Colorado, cinque miliardi nel 2019. legge in un rapporto della polizia è sintomo della svalutazione della sta attraversando da due anni una di suoi esponenti avvenuta nei
Nevada, Oregon e nello stato di Resta vivo il dibattito sui suoi ef- citato dal «Latin American Herald moneta e della perdita di potere grave crisi a causa del sovraffolla- giorni ancora precedenti nel carcere
Washington. Inoltre, nel Maine è fetti. È un farmaco utile in diverse Tribune». Secondo la stessa fonte, d’acquisto delle famiglie. Solo nella mento delle carceri, delle pessime Anísio Jobim di Manaus. Anche in
consentito il possesso per uso perso- malattie, ma è anche una sostanza un gruppo di agenti della guardia settimana che va dal 15 al 22 dicem- condizioni di vita dietro le sbarre e questo caso, le sessanta vittime
nale, ma non è stata autorizzata che può indurre dipendenza, e alla nazionale ha iniziato a chiedere alle bre, la Banca centrale venezuelana delle continue lotte tra bande riva- vennero per la maggior parte deca-
l’apertura di appositi negozi per la lunga provocare gravissimi danni al persone in fila di tornarsene a casa, ha aumentato la base monetaria del li. Il governo ha annunciato un pitate, bruciate vive o picchiate con
vendita legale come negli altri stati. fisico e alla mente. e uno di loro, «facendo un uso non 24,15 per cento. piano nazionale di pubblica sicu- spranghe e bastoni.
pagina 4 L’OSSERVATORE ROMANO martedì-mercoledì 2-3 gennaio 2018

Koji Kinutani
«Sorgere del sole a New York» (2008)

A colloquio con il pittore Koji Kinutani

La vista si è ristretta
contesto dove nulla si muove. Il mu- magine è estremamente forte. Io mi ra italiana, e non solo, tutta un’arte
ro protegge dagli eventi esterni della dico che non c’è certezza se il para- che senza questa immagine non sa-
natura e rende non solo tutto più diso esista o meno, io questo non rebbe mai esistita. Ecco, noi giappo-
rassicurante, ma stabile, e la stabilità posso dirlo, so però una cosa, ovvero nesi abbiamo un po’ dimenticato le
è importante per la concentrazione. che la sola convinzione che questo cose che sono al di là di noi stessi,
Ad esempio oggi tutti fanno uso di luogo, forse fittizio, esista davvero si quello che si può definire l’impercet-
smartphone, i ragazzi sono sempre in traduce in una forza straordinaria, tibile, e ci siamo, ahimé, concentrati
movimento, per questo mancano di un potere che conferisce una tale troppo sul concreto, sul materiale.
concentrazione, se vuoi stiamo in energia che oggi possiamo ammirar- Questo è un peccato perché ci siamo
qualche modo regredendo allo stato ne i risultati in tanta splendida pittu- privati di un canale alternativo di in-
da Tokyo Ha creato opere uniche prenden- damento globale e le emissioni di di natura. Ma non solo i cellulari, or- terpretazione del mondo.
CRISTIAN MARTINI GRIMALDI do spunto da una ricca varietà di CO2 sempre in aumento. mai le persone si spostano da un luo- Una deriva della cultura
tecniche. Il suo stile si può definire go a un altro o in shinkansen (treno materialista è che oggi tutti
«La prima volta che vidi Giotto nel- come una sintesi di surrealismo ed Qual è la principale differenza che vede ad alta velocità) o in aereo dove fuori vogliono specializzarsi. La
la cappella degli Scrovegni a Padova espressionismo astratto. Sono stati i tra la cultura pittorica italiana e quel- tutto si muove a una velocità pazze- vista si è ristretta. La visuale
rimasi impressionato dai colori. Era- suoi anni di studio a Venezia ad la giapponese? sca e quindi non vedi niente, non as- assottigliata. Forse per la
no gli anni settanta e fino a quel averlo influenzato maggiormente. Tutto si riduce a una questione di sapori niente. Il profumo delle cose scienza ci sono dei risvolti
momento i grandi affreschi della pit- Ci troviamo all’interno della sua contesto. Non possono esistere pittu- le senti solo da fermo. positivi in tutto ciò ma per
tura italiana li avevo potuti osservare imponente abitazione/atelier in un re d’affresco in Giappone semplice- l’arte è certamente bene il
solo in fotografia». incantevole e isolato quartiere a po- mente perché manca la materia pri- Lei nasce a Nara, che è forse un mix contrario, ovvero ampliare la
Koji Kinutani è nato nel 1943 a co più di 10 chilometri dal centro di ma: non ci sono muri. Guardati in- perfetto tra queste due culture. visuale il più possibile. E se
Nara. Nel 1974, Kinutani è diventato Tokyo. torno! (mi indica la vetrata del salot- è un bene per l’arte è un be-
Nara fu capitale nell’VIII secolo,
il più giovane vincitore del Premio to) Qui non ci sono pareti, semplice- un periodo storico e culturale ben ne per la vita.
Yasui, uno dei premi più ambiti dai Perché la tecnica d’affresco l’affascina mente quella giapponese è una cultu- specifico ribattezzato appunto il pe-
giovani pittori giapponesi. Da allora così tanto? ra di “pilastri” non di muri, ergo non Si è conclusa da poco la sua
riodo Nara. Ancora oggi a Nara da
le sue opere hanno vinto altri premi può esistere una tecnica d’affresco. una parte puoi osservare i cervi allo grande mostra a Kyoto, e fra
La tecnica in sé è affascinante.
importanti come il Nihon Geijutsu Certo anche in Giappone ci sono de- stato selvaggio semplicemente pas- un po’ ce ne sarà un’altra a
Una parete è ricoperta di intonaco
Taishō (Gran Premio delle Belle Arti gli elementi che somigliano a delle seggiando per strada e dall’altra Pechino, ma in Italia, che
mescolato con calce e sabbia, poi
giapponesi), il Premio Art Mainichi mura, ma fanno parte più che altro tanta influenza ha avuto nel
pigmenti di minerali finemente pol- puoi visitare i grandi antichi templi
di strutture particolari come ad esem- dare forma al suo stile, non
e un premio dell’Accademia di arte verizzati vengono sciolti in acqua e con gigantesche statue che sono lì
pio i templi. A Nara, la mia città na- ha mai esposto le sue opere,
giapponese. È suo il manifesto uffi- applicati all’intonaco. L’intonaco as- da più di mille anni. Anche Nara
tale, ce ne sono diversi esempi. Ma la come mai?
ciale delle Olimpiadi Invernali di sorbe l’anidride carbonica dall’aria e come l’Italia non cambia mai. La
differenza è fondamentale, perché il
Nagano del 1998. si indurisce, e così la vernice si indu- mia vecchia casa natale ha la bellez- Non so come mai, ma
giapponese nella mente e nel cuore è
Kinutani ha studiato presso l’Uni- risce. La cosa importante qui non è za di 400 anni. nutro il desiderio di poterlo
aperto ai legami con la natura, lì do-
versità Nazionale di Belle Arti di To- tanto il dipinto in sé, ma il fatto che ve tutto si muove e quindi anche la fare un giorno. Ho avuto la
kyo e successivamente presso l’Acca- la pietra cattura e assorbe il biossido Tra le sue opere in affresco ci sono an- fortuna di vivere sia a Vene-
prospettiva cambia. Noi siamo cultu-
demia di Belle Arti di Venezia dove di carbonio. Considerando il mo- che copie della Natività e dell’Annun- zia che a Roma e sono stati
ralmente vicini alla prospettiva degli
ha imparato a padroneggiare le tec- mento storico che stiamo vivendo gli ciazione di Giotto. Ma anche copie di per me i periodi più profi-
animali. Gli animali sono fuori e
niche di affresco classico e contem- affreschi ci danno importanti sugge- opere di Piero della Francesca.
dunque si muovono all’interno degli cui, lì ho dipinto moltissi-
poraneo seguendo gli insegnamenti rimenti per il futuro dell’umanità, elementi dove tutto è instabile. La La cosa che più mi affascina è mo, si vede che è l’ambiente
del professore Bruno Saetti. mentre affrontiamo la crisi del riscal- pittura italiana nasce invece in un l’immagine del Paradiso. Questa im- «Celebration - Flying Dragon» (2013) italiano a ispirarmi (sorride).

José Tolentino Mendonça e l’interpretazione della Scrittura

di ANTONELLA LUMINI
Lettura infinita Tolentino dunque mette in luce il ful-
cro del suo discorso soffermandosi sul
ermeneutica rabbinica si Cantico dei cantici, sostenendo come, nel

L’ caratterizza per una visio- contesto biblico, «l’amore naturale sia


ne dinamica della Scrittu- lità di interpretazioni. Quarantanove è il cosa che si fonda anche sull’ignoto», de fioritura delle arti, della filosofia, profondamente spirituale». L’amore in-
ra, aperta a inesauribili risultato della moltiplicazione di sette nasconde e rivela contemporaneamente. della teologia e di ogni altra realtà inve- troduce coloro che si amano in «un ter-
possibilità di interpreta- per sette, e sette è il simbolo dell’infini- Rivelare significa infatti togliere il velo, stendo in primo luogo le azioni di tutti ritorio di reciprocità e di parità», avvol-
zione. Se infinita e sempre attuale è la to». Tolentino ripercorre la complessa ma anche velare di nuovo. Tramite un i giorni. Il sublime, che produce espan- ge in una «nuova e più elevata condi-
potenzialità della parola creatrice, infini- stratificazione prodottasi nei secoli in- giuoco infinito di rispecchiamenti filtra- sione e dilata, è «percepito in un reali- zione», rende gli innamorati «nomadi,
te le prospettive capaci di far riverberare torno al testo biblico, rivisitandone i va- no barlumi luminosi, si aprono varchi smo di vita comune, inseparabile cercatori, mendicanti». L’amore denuda,
i frammenti di un mistero che costante- ri approcci della tradizione ebraica, del- inaccessibili che lentamente, svelando dall’ordinario e dal quotidiano». È dun- porta verso una condizione di fragilità,
mente si rivela, si svela. Nella tradizione la tradizione cristiana a partire dai pa- l’umanità a se stessa, svelano il mistero que all’interno di questo crescente rap- come appunto l’amata del Cantico che si
ebraica la Torah non è solo l’insieme dei dri, penetrandone i diversi risvolti erme- divino, perché «il visibile è solo il mar- porto fra nascondere e rivelare, che la
libri del Pentateuco, bensì l’architettura neutici e relativi spostamenti interpreta- gine discreto che ci suggerisce l’invisibi- Parola creatrice matura le condizioni,
sottile che governa il piano della mani- tivi, con una tale leggerezza che trascina le, l’ignoto, l’indicibile». dilata la capienza. L’imprevedibile ne è
festazione. Come afferma il noto rabbi- senza per nulla appesantire il lettore, fa- Attraversando il tempo e lo spazio il il presupposto: più fa arretrare, provo- Attraversando il tempo e lo spazio
no Adin Steinsaltz: «Dio esaminò la cendo prevalere in ogni pagina l’ispira- testo biblico non cessa di esercitare la cando smarrimento, più spinge, muove il testo biblico non cessa di esercitare
Torah e fece il mondo in conformità ad zione letteraria e poetica. Nonostante sua potenzialità creatrice, fa comprende- verso il meraviglioso, spalancando sol-
essa. Con ciò si vuole indicare che la l’evidente retroterra culturale e i siste- re che la creazione è in atto in quanto chi nelle durezze, canali interiori che si la sua potenzialità creatrice
Torah costituisce il modello originale, o matici supporti a documentazione del la Parola divina sempre crea. L’approc- aprono per accogliere e far scorrere, co- Fa comprendere che la creazione è in atto
lo schema interno del mondo». Studiare suo discorso, lo stesso non si pone cio alla Scrittura produce una tale riso- me alvei di sotterranei fiumi, una forza
la Torah, è partecipare dell’azione crea- nell’ottica del criterio scientifico, al con- nanza che investe tutte le sfere, assu- che travalica, a dimostrazione che le in quanto la Parola divina sempre crea
trice che mai si esaurisce perché la paro- trario cerca di condurre dentro quel mendo infinite possibilità di linguaggi: azioni divine non riguardano solo il
la divina è irradiante e sempre fonte di «sogno» infinito e sempre attuale che la «vibrazione polifonica, work in progress tempo dell’origine, ma «attraversano e
nuove ispirazioni e azioni. Proprio su Bibbia continua a suscitare risuonando e rivelazione». Incarnandosi, trasfor- riscattano il tempo ordinario, profano, definisce «malata d’amore» (Cantico 5,
questa linea si posiziona l’ultimo libro nell’intimo di chi l’avvicina. Citando mando l’umanità, armonizza la lingua presente». Parlare di provvidenza nel 8). È la relazione amorosa la chiave che
di José Tolentino Mendonça La lettura Gregorio Magno, ne assume la famosa della terra con quella del cielo. «La Nuovo Testamento, significa «parlare dunque muove la dinamica infinita ri-
infinita. La Bibbia e la sua interpretazione affermazione: «Divina eloquia cum legen- Bibbia non è un deposito di concetti dell’escatologia», dell’azione di salvezza svegliando potentemente la nostalgia
(Cinisello Balsamo, San Paolo, 2017, pa- te crescunt», ribadendo che «il processo (…) esplora intensità», produce una mossa dallo Spirito santo che, proprio delle origini in cui l’innocenza assicura
gine 190, euro 20) che esordisce affer- di rivelazione non è ancora terminato, messa a fuoco di significati che vanno a grazie all’imprevedibile, conduce l’uma- unità e pienezza. L’amore umano pro-
mando come i commentatori ebrei fos- continua con ogni lettore». La Parola disseminarsi in tutti i livelli del vivere, nità verso la pienezza. Per questo l’au- voca il percorso che riconduce al «terri-
sero convinti che «per ogni passo della «deve annunciare senza riferire. Deve ri- del pensare, del creare, costituendo quel tore si chiede: «eliminando l’imprevedi- torio materno (…) allo spazio della pri-
Torah esistessero quarantanove possibi- ferire senza descrivere. La Parola è qual- terreno fertile che ha permesso la gran- bilità dal discorso teologico, esso non ma gestazione», riverbera la verità della
diventa immediatamente ideologico e mancanza che rende poveri, bisognosi
vano?». di ritrovare connessione con la matrice
La modalità dell’azione divina appare da cui proveniamo, insieme dà la forza
particolarmente evidente nel vangelo di
impetuosa per rimetterci in giuoco, per
Giovanni in cui «l’indeterminatezza è
continuare a cercare. La Bibbia viene
onnipresente e instaura tra il testo e il
guardata allora come «poderosa antolo-
lettore una sorta di spazio bianco». Lo
gia dell’amore umano» che riconcilia al
Spirito Santo, che è inviato, si effonde,
corpo, alla sessualità, facendo capire co-
discende, colma, che è «presso di voi»,
che è «in voi» (Giovanni 14, 17), diviene me proprio «nell’esperienza erotica si dà
interiorizzazione di una presenza viva l’apparizione dell’Altro». Solo l’espe-
che produce un «dinamismo fusionale», rienza d’amore produce quel turbamen-
favorendo quel processo di profonda co- to che favorisce il consumarsi della di-
munione fra coloro che si predispongo- stanza. Incoraggia a rispondere a
no a riceverlo e la divina umanità di quell’anelito interiore con il quale
Gesù. Allo stesso tempo però, proprio l’amore divino tenacemente cerca di far-
l’imprevedibilità ad esso connaturata, si sentire chiedendo disponibilità e ab-
tutela l’«esperienza di differenziazione». bandono, fiducia, affidamento, al fine di
Lo Spirito Santo promuove l’unità del poter essere accolto per riportare a sé e
molteplice, non annulla le differenze, le donare pienezza. L’unione sponsale fra
valorizza, rivelando il fulcro del mistero Dio e l’umanità allude quindi alla con-
trinitario: la relazione d’amore. La mo- sapevole risposta d’amore che nel Nuo-
dalità con cui lo Spirito Santo opera è vo Testamento diviene partecipazione
discreta, non forza, interagisce, non «in- alla comunione che unisce il Figlio al
terrompe la ricerca, i dilemmi e le sco- Padre attraverso lo Spirito Santo che è
perte della nostra coscienza, ma dialoga amore, costante processo d’incarnazione
con essi, illuminandoli e ampliandoli in- attraverso cui l’amore umano si compe-
Marc Chagall, «Il Cantico dei Cantici III» cessantemente». netra all’amore divino.
martedì-mercoledì 2-3 gennaio 2018 L’OSSERVATORE ROMANO pagina 5

Incisione raffigurante
Lucrezia che presenta il figlio Ercole
a san Maurelio (1512)

Nell’ultimo libro di Lucetta Scaraffia

La fine
della madre
di SILVIA VEGETTI FINZI
ultimo libro di Lucetta Scaraffia, La fine della

L’ madre (Neri Pozza, pagine 156, euro 12,50) co-


glie un problema epocale, rivelato dal calo al-
larmante della natalità, troppo spesso attri-
buito a una crisi contingente. Si tratta invece
di una mutazione che comporta, scrive l’autrice, «trasforma-
zioni antropologiche di vasta portata che stanno cambiando
In difesa di Lucrezia Borgia
radicalmente il nostro modo di essere e le nostre società per-
ché toccano punti nevralgici e profondi della condizione Modelli e storie di donne in età moderna secondo Gabriella Zarri
umana, a cominciare dalla generazione».
Una sfida che Scaraffia, docente di Storia contemporanea
presso l’Università La Sapienza di Roma e autorevole voce
femminile de «L’Osservatore Romano», affronta con argo- intervenute nel corso del tempo ca alla corte estense, Zarri mostra spirituale. Quel che è certo è che
di GIOVANNI CERRO
mentazioni radicali e complesse, coinvolgenti anche per chi nei rapporti tra le autorappresenta- come Lucrezia costituisca un Caterina conosceva bene le lingue
non le condivide. Ci inducono infatti a riconoscere che el 1977 in un articolo zioni, i modelli letterari e la storio- esempio mirabile della contiguità classiche e l’ebraico, era in grado

N
qualsiasi scelta sulla procreazione modifica l’ordine delle ge- intitolato Did Women grafia. spaziale e ideale esistente nella di leggere direttamente la Sacra
nerazioni, l’identità personale e le relazioni fondamentali, Have a Renaissance la Un’attenzione particolare è riser- prima età moderna tra palazzo, Scrittura, aveva frequenti contatti
come quelle espresse dalla lingua e dal diritto. Negli atti storica statunitense vata a Lucrezia Borgia, a cui Zarri corte e monastero, dal momento con i monasteri femminili di Fi-
pubblici di molti Paesi i sostantivi padre e madre sono stati Joan Kelly vedeva già nel 2006 aveva dedicato una ri- che proprio il monastero si presen- renze e non faceva mancare il suo
sostituiti dall’espressione genitore di, che, «privilegiando il ri- nel Rinascimento l’origine della levante monografia (La religione di ta come un luogo destinato alle appoggio ai francescani. Siamo
conoscimento sociale e giuridico a scapito degli aspetti natu- moderna configurazione del rap- Lucrezia Borgia), in cui esaminava donne di condizione aristocratica ben lontani quindi dall’immagine
rali della generazione, porto tra i sessi, basata sulla subor- la corrispondenza intrattenuta con e si impone come un centro di dell’eretica veicolata in passato
tende a equiparare la ma- dinazione della donna all’uomo. Si il suo confessore e confidente, il cultura che può garantire protezio- dalla storiografia. Ecco perciò,
ternità alla paternità», trattava, secondo Kelly, di una sog- frate domenicano Tommaso Caia- ne ed educazione alle giovani sembra suggerirci Zarri attraverso
svalutando un’identità gezione che rifletteva l’affermarsi ni, seguace di Savonarola. Nel pri- patrizie. Attraverso il caso del Li- gli esempi di Lucrezia e Caterina,
femminile depotenziata
della componente mater-
Corriere della Sera di un nuovo ordine sociale, con
l’ascesa della borghesia e il declino
mo dei saggi contenuti nella rac-
colta, Il Rinascimento di Lucrezia
bro de vita contemplativa, il trattato che soltanto un ritorno rigoroso
composto per la nobildonna alle fonti e alla loro contestualiz-
na. Svalutazione che di- della nobiltà, sempre più ripiegata Borgia, Zarri prende le mosse dalla dall’agostiniano Antonio Meli da zazione può aiutarci a seguire lo
viene cancellazione nella Si articola in tre capitoli (Due sulle nozioni di legittimità e di pu- lettura di un’opera apparentemente Crema tra il 1512 e il 1513, Zarri svolgersi dei molteplici percorsi
maternità surrogata, dove padri, Donne in vendita, Il rispetto rezza del sangue. Per le donne si minore, Le Renaissance. Scènes hi-
ricostruisce i tratti principali della che condussero alla formazione
il noleggio dell’utero e del corpo materno) l’ultimo libro di apriva perciò un regime di doppia storiques, composta nel 1877 da Go-
profonda religiosità di Lucrezia, dell’identità religiosa femminile in
l’impianto di gameti dipendenza: in campo familiare ri- bineau, l’autore del ben più in-
Lucetta Scaraffia, storica e segue il suo percorso insieme un momento cruciale della nostra
estranei alla gestante di- spetto al marito e nella vita sociale fluente Saggio sulla disuguaglianza
consulente editoriale personale e comunitario di ascesi storia nazionale ed europea.
vidono l’unità materna in e politica rispetto al potere eserci- delle razze umane. Attingendo ai
dell’Osservatore Romano, di cui mistica e descrive il suo
tre parti: la donatrice di tato dal principe. motivi dell’antropologia fisica del
dirige il mensile «donne chiesa impegno per la discipli-
materiale genetico, la ma- Da allora le ricerche sul tema suo tempo, Gobineau esalta la su-
mondo». Del libro, intitolato La na dei costumi e per far
dre portante, la commit- hanno consentito una revisione cri- periorità “biologica” di Lucrezia
fine della madre, riprendiamo la fronte alle necessità ma-
tente. Non si tratta evi- tica della posizione di Kelly, mo- sia per la sua appartenenza alla fa-
recensione della psicanalista Silvia teriali e spirituali di chie-
dentemente di un inter- strando come, nonostante il peg- miglia dei Borgia sia per il suo es-
Vegetti Finzi uscita sul «Corriere se e monasteri.
vento riparativo, ma so- gioramento delle condizioni di vita sere spagnola. La descrive come
della Sera» del 29 dicembre 2017. Un’altra donna di
stitutivo, in contrasto con delle donne e nonostante l’opera una donna raffinata ed erudita, ca-
condizione aristocratica
il principio giuridico che di censura e repressione a cui furo- pace di intrattenersi in conversa- su cui Zarri si diffonde
considera il corpo umano no soggette, alcune di esse riusci- zione con Ludovico Ariosto, che le ampiamente è Caterina
inviolabile e inalienabile. rono a conseguire in ambito reli- fa dono di un canto dell’Orlando Cibo, duchessa di Ca-
Termini come «consen- gioso posizioni di rilievo e ricono- furioso, e come un’accorta consi- merino. Il tentativo della
so», «dono» e «rimborso scimenti, ad accedere al processo gliera politica, che discute con studiosa consiste nell’op-
spese» non giustificano di alfabetizzazione e talvolta ad ac- Pietro Bembo delle vicende italia- porsi alla tesi prevalente
un commercio dissimme- quisire gli strumenti letterari e re- ne, dopo il ritorno dei Medici a anche tra gli storici a
trico e iniquo, espressio- torici per dar vita a forme anche Firenze. Di fronte a Bembo che partire dall’O ttocento,
ne di un diritto senza complesse di scrittura. All’avanza- lamenta le divisioni della penisola, secondo la quale Cateri-
precedenti: il diritto a un mento di questi studi hanno dato Lucrezia fa mostra di un estremo na sarebbe una figura
figlio. Nessun riguardo un contributo determinante le ri- realismo: «Non è utile né ai Vene- del dissenso religioso, vi-
invece per il diritto del cerche della storica Gabriella Zarri, ziani, né ai Fiorentini, né ai Napo- cina ora alle posizioni di
figlio che, prima di na- che nel suo ultimo libro si concen- letani, né a noi, che l’Italia sia mai Bernardino Ochino, ora
scere, può fruire soltanto tra proprio sul Rinascimento come riunita sotto una sola mano, poi- alla spiritualità del Bene-
dei diritti che vorremo punto di snodo centrale per la co- ché questa mano non potrebbe es- ficio di Cristo, il libretto
concedergli. struzione dell’identità religiosa sere la nostra». Eppure il ritratto composto dal benedetti-
In una ricostruzione femminile attraverso l’indagine su positivo restituito da Gobineau, no mantovano don Be-
storica, che sollecita la alcuni casi paradigmatici, come che tra l’altro segue di pochi anni nedetto Fontanini e cor-
discussione, l’autrice at- quelli di Camilla Battista da Vara- quello tratteggiato da Ferdinand retto dall’umanista Mar-
tribuisce la crisi della no, Chiara Bugni, Lucia da Narni Gregorovius, non riesce a scalfire cantonio Flaminio, ora
maternità al convergere e suor Pudenziana Zagnoni (Figure lo stereotipo della Lucrezia avvele- alle idee del circolo di
di due rivoluzioni, ses- di donne in età moderna. Modelli e natrice e sanguinaria alimentato Juan de Valdés. Al con-
suale e femminista. En- storie, Roma, Edizioni di Storia e dalla retorica antiborgiana e dalla trario, Zarri sottolinea
trambe esprimono una Letteratura, 2017, pagine 274, euro cultura romantica. Bisognerà at- l’inconsistenza delle pe-
morale individualista che, 38). Il volume, che raccoglie saggi tendere i primi seri scavi docu- raltro scarne e caute ac-
promuovendo la diffusio- pubblicati tra il 2003 e il 2012, mentari e archivistici dell’inizio cuse di eterodossia a lei
ne di contraccettivi sicu- privilegia l’analisi della lettera- del Novecento per iniziare a met- mosse, puntando l’ac-
ri, benché molto pe- tura agiografica e della trattati- tere in discussione questo vero e cento sulle numerose te-
santi per l’orga- stica di comportamento, al fi- proprio mito storiografico, che stimonianze letterarie
nismo femmi- ne di individuare stereotipi tuttora resiste nell’opinione popo- che la presentano come
nile, consen- culturali di lunga durata ed lare. Nel secondo degli articoli in un modello di virtù e
esaminare le trasformazioni questione, intitolato Bibbia e misti- come una perfetta guida Frontespizio dell’opera «Orlando Furioso» di Ludovico Ariosto
te anche al-
le donne di
esercitare
una sessua-
lità ludica,
finalizzata Il disegno in copertina
al piacere,
simile a Il sigillo Legion d’onore
quella maschile, ma riduttiva della ricchezza femmini-
le. Nell’interruzione volontaria della gravidanza, che la e il governatore di Gerusalemme a Jean-Robert Armogathe
legge affida all’autodeterminazione della donna, Sca-
raffia coglie una ulteriore conseguenza negativa: il mi-
sconoscimento della complementarità dei sessi nella A cento metri dalla zona circostante la mo- che il reperto, di creta, dalle dimensioni di Sono 366 le persone insignite della Légion d’honneur, la
generazione. Ma se la maternità non si afferma come schea di Al Aqsa, a Ge- una piccola moneta, sembra essere apparte- più alta onorificenza francese che risale a Napoleone, nella
reciprocità, dono gratuito, responsabilità condivisa, rusalemme, è stato nuto al «governatore» di Gerusalemme, la “promozione” di capodanno, una delle occasioni in cui il
apertura al mondo, alla natura e al trascendente, rinvenuto, nel cor- più alta carica amministrativa dell’epoca. capo dello stato l’assegna a personalità meritevoli,
l’umanità sarà meno umana. La libertà raggiunta con so di scavi che A suggerire l’attribuzione è la scritta in soprattutto in Francia ma anche all’estero. Oltre il triplo,
il controllo della fecondità si rivela illusoria quando al durano da cin- ebraico impressa sul sigillo: Leshar-Ir, che dunque, rispetto a quella dello scorso 14 luglio, quando il
suo contrario, il desiderio di un figlio, si oppongono que anni, un significa “del governatore della città”. Non presidente Emmanuel Macron aveva scelto soltanto 101
mille ostacoli. Non ultimo la mancanza di una cultura prezioso sigil- è comunque ricordato il nome del perso- persone, ma comunque meno della metà rispetto alle 731
della maternità analoga a quella realizzata per secoli lo databile in- naggio. Sul reperto sono effigiati due uo- della “promozione” di François Hollande un anno fa. Tra le
dall’arte sacra. torno all’anno mini, posti uno di fronte all’altro: tra le lo- personalità che riceveranno la Legion d’onore come ufficiale
Con una scrittura appassionata e appassionante l’au- 700 prima ro mani tese sembra distinguersi il profilo vi è Jean-Robert Armogathe, prete della diocesi di Parigi,
trice intende scuoterci da una rassegnata accettazione dell’era cri- della luna. direttore di studi per la storia delle idee religiose e
dell’esistente. «È come se le donne», scrive, «avessero stiana. Nel da- Il sigillo sarà ora esposto nell’ufficio del scientifiche nell’Europa moderna all’École pratique des
avuto paura dell’obiettivo alto che si erano proposte: re notizia del- sindaco di Gerusalemme, Nir Barkat, che hautes études. Nato a Marsiglia nel 1947 e formatosi
quello di entrare con la loro differenza nel mondo ma- la significativa si è detto felice di questa scoperta, definita all’École normale supérieure (di cui è stato poi cappellano
schile, per cambiarlo alla radice. Forse l’utopia più alta scoperta, l’1 di grande rilevanza storica da Shlomit We- dal 1981 al 2017), Armogathe è uno dei fondatori
e più radicale tra quelle germinate, e fallite, nel Nove- gennaio, il di- ksler-Bdolah, una delle responsabili degli dell’edizione francofona della rivista cattolica internazionale
cento». partimento scavi, perché l’espressione «governatore di «Communio». Autore di numerosi studi specialistici, nel
Un fallimento che l’impegno di questo saggio de- israeliano per le Gerusalemme» era attestata finora soltanto 2010 ha diretto una Histoire générale du christianisme in due
nuncia e smentisce. Antichità ha detto nei testi biblici. tomi per le Presses Universitaires de France.
pagina 6 L’OSSERVATORE ROMANO martedì-mercoledì 2-3 gennaio 2018

Tre buoni propositi


Il cardinale Omella per il nuovo anno

BARCELLONA, 2. È caratterizzata da nario della fondazione dell’ordine L’arcivescovo di Barcellona ha


tre obiettivi ecclesiali la lettera do- della Misericordia, avvenuta poi ricordato il terzo buon proposi-
menicale che il cardinale arcivescovo nell’agosto del 1218, nella cattedrale to: «Lavorare per la pace e l’armo-
di Barcellona, Juan José Omella di Barcellona. «Il vescovo di allora, nia nel nostro paese, nelle nostre fa-
Omella, ha preparato alla vigilia del Berenguer de Palou, aveva una miglie, nelle nostre vite e in tutto il
nuovo anno. Il porporato ha invita- grande responsabilità: offrì la croce mondo. La pace è ciò che tutti noi
A Madrid il prossimo incontro europeo della comunità di Taizé to tutti i fedeli a «cominciarlo con della cattedrale affinché fosse inseri- desideriamo, è il canto che gli ange-
alcuni buoni propositi», ricordando ta nello stemma e

Gioia
che «abbiamo di fronte dodici mesi nell’abito dei religiosi
per riempirlo di buone opere. Que- della nuova istituzione.
st’anno la nostra comunità diocesa- Grazie all’opera di san
na ha alcuni compiti da svolgere, Pietro Nolasco — ha poi

che dà coraggio compiti che possono diventare


obiettivi per l’anno appena inizia-
to». Il primo — ha sottolineato
Omella — è la pubblicazione e l’ap-
aggiunto — nacque un
ordine religioso dedica-
to alla redenzione dei
prigionieri, una grave
plicazione del nuovo piano pastora- urgenza sociale di quel
TAIZÉ, 2. Lviv, Kemerovo, Hong bre a Basilea, dove ieri si è con- «Ascoltiamo il grido della Terra. le: «Al momento della chiusura tempo. Questa comme-
Kong, Graz, Madrid: sono alcu- cluso il quarantesimo raduno Di fronte alle catastrofi ecologi- dell’Anno della misericordia, in morazione ci fa riflette-
ne delle città in cui si svolgeran- europeo. «L’anno prossimo — che di cui sono vittime in parti- Santa Maria del Mar, il 19 novem- re sui bisogni sociali e
no gli incontri internazionali ha detto — andremo a sud, in colare le regioni più povere, i bre 2016, ho proposto a tutta la dio- sulle risposte che dob-
programmati dalla comunità di cesi di iniziare un lavoro con pro- biamo dare come Chie-
una città che non ha mai ospita- paesi occidentali hanno una re-
Taizé nel 2018. Ad annunciarli è spettive future: la preparazione per- sa nel presente. Questa
to l’incontro europeo. A sud, sponsabilità storica. Diverse ini-
stato il priore, fratel Alois, du- sonale e comunitaria, in vista di una commemorazione è an-
nella penisola iberica, siamo già ziative sono intraprese a tutti i
rante le ultime due meditazioni conversione pastorale e missionaria, che una sfida e un im-
stati calorosamente accolti a livelli. Esse rimangono insuffi- pegno. Pertanto, ci im-
serali tenute il 30 e il 31 dicem- di un piano pastorale diocesano che
Barcellona, più volte, e a Lisbo- cienti. A nome di tutti noi, oso pegniamo a servire il
ci aiuterà a rendere realtà la pratica
na e Valencia. Dal 28 dicembre rivolgere questo appello ai re- nostro popolo e a con-
della misericordia». Al riguardo,
2018 al 1° gennaio 2019 siamo sponsabili della politica e tribuire alla sua coesio-
l’arcivescovo di Barcellona ha reso
stati invitati a riunirci nella città dell’economia: i mezzi finanziari ne sociale, seguendo una linea che è li hanno portato ai pastori a Be-
noto di aver ricevuto molte risposte
di Madrid». per i necessari cambiamenti esi- stata una costante nell’azione pasto- tlemme ed è il nome del Messia,
da gruppi e individui: «Tutte sono
Sono principalmente due, ha stono. Vengano quindi orientati
«Merci» spiegato ai giovani fratel Alois, allo sradicamento della povertà
state studiate e strutturate per di-
ventare linee guida per la stesura
rale diocesana che crediamo conti-
nuerà a dare buoni frutti in futuro»,
Principe della pace. E questa — ha
concluso — è la richiesta che, all’ini-
le sfide che minacciano la pace e e a prendersi cura dell’ambien-
dai vescovi francesi che la famiglia umana deve af- te», ha esortato il priore, sottoli-
del nuovo piano, che deve ispirare
l’azione pastorale nella nostra dioce-
ha osservato il cardinale nella sua
carta dominical.
zio del nuovo anno, facciamo per la
Giornata mondiale della pace».
frontare oggi: «La prima è quel- neando che «queste due sfide si durante il prossimo triennio».
la che ci viene lanciata da queste che minacciano la pace sono im- Si tratta, dunque, di un lavoro
PARIGI, 2. «La vostra parrocchia, la vo- moltitudini di uomini, donne, mense, ma non ci lasceremo sco- comune, fatto insieme: «È iniziato
stra diocesi contano su di voi»: è lo slo- bambini, che ovunque sulla ter- raggiare». Il coraggio verrà dal- in concomitanza con la quaresima;
gan dell’iniziativa «Denier», la campa- ra sono costretti a lasciare il loro la «sorgente di una gioia che adesso abbiamo pronto il nuovo
gna nazionale di raccolta fondi per le luogo di origine. I motivi che li non finisce mai. Lasciamo che piano che sarà presentato a Pasqua.
opere diocesane lanciata dalla Conferen- spingono ad andarsene sono va- essa scaturisca nei nostri cuori. Quando la liturgia ci inviterà a cele-
za episcopale francese. «Non si tratta di ri: possono essere la guerra e Darà a ciascuna e a ciascuno il brare la risurrezione di Cristo, pre-
una donazione qualunque, “D enier”— l’insicurezza, la povertà estrema coraggio di impegnarsi laddove senteremo e lavoreremo il testo, af-
spiegano i vescovi — non fa appello alla e la mancanza di futuro, o an- è possibile per dare il proprio finché ci aiuti a essere più fedeli al
generosità, ma piuttosto a un sentimento che lo sconvolgimento del cli- contributo, anche modesto, alla Signore e al Vangelo. Questo è,
di appartenenza, di fedeltà verso la Chie- ma. Nella loro angoscia, queste ricerca di soluzioni». quindi, il primo dei nostri propositi
sa». «Merci» è il motto dell’iniziativa persone hanno bisogno di soli- Il primo importante incontro per il nuovo anno».
che campeggia da alcuni giorni sui due- darietà e, ne siamo testimoni a internazionale del 2018 si terrà a Il cardinale ha spiegato che le ri-
mila manifesti con l’affermazione dei Taizé, possono diventare nostri a Lviv, in Ucraina, dal 28 aprile sposte ricevute hanno mostrato una
presuli: «Avete 105 ragioni per donare al- amici. È come se Cristo ci invi- al 1° maggio. Seguiranno il pel- grande sintonia con gli orientamenti
la Chiesa cattolica», centocinque come il tasse ad andare oltre le nostre legrinaggio a Kemerovo, in Rus- di Papa Francesco per tutta la Chie-
numero delle diocesi. Mentre sono quat- paure e i nostri pregiudizi, è co- sia, dal 16 al 19 maggio, per par- sa: «Sono lieto di sottolineare tale
tromilacinquecento gli spot trasmessi me se ci dicesse: “Io sono il pa- tecipare alle celebrazioni orto- fatto, perché manifesta la sensibilità
dalle radio cristiane. La campagna della store di tutta l’umanità. Sono dosse dell’Ascensione, il settimo e la vitalità dei cristiani di questa
Conferenza episcopale francese si rivol- morto anche per loro, che siano raduno asiatico (dall’8 al 12 ago- terra nella sequela di Gesù Cristo ai
ge, in particolare, a una fascia di popola- cristiani o non lo siano. Quindi sto a Hong Kong), un altro in- nostri tempi. Rendiamo grazie a
zione giovane con l’obiettivo di sostituire puoi diventare loro amico”». contro a Graz, dal 25 al 28 otto- Dio per questa armonia».
i donatori più anziani, sempre meno nu- La seconda sfida viene dalla bre, e infine, come detto, Ma- Un secondo proposito per il 2018
merosi a causa del calo demografico. Terra, sempre più vulnerabile: drid, per chiudere l’anno. è la celebrazione dell’ottavo cente-

La piaga del gioco d’azzardo


«Il miraggio del “paese di cuccagna” realtà rimboccandosi le maniche per
trascina tutti a fondo». Non usa
mezzi termini monsignor Felice Ac-
Nel paese di cuccagna far fronte ai propri problemi, preferi-
sce continuare a giocare con la pro-
crocca, arcivescovo di Benevento, per pria vita e quella degli altri, nell’illu-
denunciare il pericoloso espandersi sione di raggiungere il “paese di cuc-
del gioco d’azzardo, uno dei feno- ché — nonostante i fatti dimostrino in Italia per quanto riguarda il gioco cagna” e risolvere in un colpo solo,
meni divenuti in pochi anni sempre la pericolosità del fenomeno — poco d’azzardo e le scommesse, nonché la senza fatica, con una vincita fortuna-
più allarmante soprattutto per i suoi o nulla si è fatto, finora, per arginar- prima in Campania per la spesa in ta, tutti i propri problemi». Al con-
enormi costi sociali. Il presule lo fa lo, da parte del potere legislativo, la- slot machine». E aggiunge: «Se poi trario, avverte monsignor Accrocca,
prendendo a prestito il titolo di un sciando a chi tocca raccogliere i coc- teniamo conto che, in media, ogni «così facendo finisce per trascinare
fortunato romanzo di Matilde Serao ci, vale a dire alle istituzioni più vici- cittadino del Sannio (contando quin- nel baratro non solo se stessa, ma
— Il paese della cuccagna, appunto — ne al territorio, di adoperarsi ciascu- di anche i neonati) spende, dati alla anche i propri familiari, i quali si
per la lettera pastorale diffusa in oc- no come può per fronteggiare il peri- mano, più di 1100 euro ogni anno trovano loro malgrado costretti a su-
casione delle festività natalizie e in- colo. Questo vuoto è sicuramente il nel gioco d’azzardo legale, possiamo birne le amare conseguenze».
dirizzata alla Chiesa e alla società primo dato che emerge, e fa paura, facilmente comprendere quanto la Per l’arcivescovo, «la pubblicità a
beneventana. Un documento che ha perché estremamente pericoloso». spesa finisca per incidere su quelle favore del gioco in denaro diviene
il pregio di entrare nel vivo di una La denuncia di Accrocca è ben famiglie in cui uno o più membri ri- perciò la prima vera forma di incita-
questione, spesso sottaciuta, che inci- circostanziata: «Se teniamo conto sultano affetti da una dipendenza zione colpevole alla dipendenza pa-
de nella vita di migliaia e migliaia di che nella provincia di Benevento il patologica nei confronti del gioco. tologica, una propaganda alle cui
famiglie che finiscono nel baratro volume annuo di gioco che si regi- Una dipendenza che è vera e propria storture gli amministratori potrebbe-
della miseria per inseguire il mirag- stra è pari a circa 336 milioni di eu- patologia, da prendere molto, ma ro porre rimedio appellandosi a su-
gio della fortuna, nel tentativo di ro, dobbiamo prendere atto che tale molto sul serio». periori esigenze di salute pubblica».
sfuggire proprio alle conseguenze Di qui l’interrogativo: «In attesa che
sindrome è parecchio diffusa». Infat- Per il presule, «la persona ormai
negative della crisi economica. Una il Parlamento vari una legge ad hoc,
ti, ricorda l’arcivescovo snocciolando assoggettata alla schiavitù del gioco
spirale perversa, osserva monsignor non si potrebbe vietare una tale pub-
una serie impressionante di dati, la somiglia tanto a Peter Pan: rifiutan-
Accrocca, indagata magistralmente blicità negli stalli pubblici (fiancate
già sul finire dell’Ottocento proprio provincia di Benevento «è la settima do di crescere, cioè di affrontare la degli autobus comprese)?». Al tem-
dalla Serao, «osservatrice geniale del po stesso, aggiunge, «la diffusione
vissuto partenopeo, dominato e gua- capillare di sale gioco, di slot machi-
stato dal gioco del lotto che, come ne e dei distributori di “gratta e vin-
un’immensa piovra dai mille tentaco- ci”, mette ancor più in risalto il gesto
li, aveva finito per avvolgere nelle virtuoso di quanti, pur potendo ar-
sue spire tutte le classi sociali e ri- ricchirsi sulla patologia altrui, scel-
durre in miseria anche persone più gono di non farlo. Queste persone
che benestanti». meritano perciò il sostegno tanto de-
Passano i tempi, non cambia la so- gli amministratori quanto dei cittadi-
stanza. Infatti, «la gran passione del ni». Accrocca invita quanti sono af-
guadagno grosso, immediato, dovuto fetti da «questa schiavitù» a «lasciar-
alla fortuna, alla fine — troppo tardi, si aiutare, perché è pericoloso illu-
però — rivela il suo inganno. Ieri co- dersi di potercela fare da soli: si fini-
me oggi». Il presule sollecita oggi rebbe, inevitabilmente, per aggravare
con vigore una seria riflessione sui la propria situazione, magari invi-
rischi legati ai giochi d’azzardo, alle schiandosi in prestiti usurari, il che
scommesse e all’utilizzo delle slot vorrebbe dire imboccare davvero una
machine: «Ieri come oggi ci si trova strada senza speranza». (fabrizio con-
di fronte a un vuoto legislativo, per- tessa)
martedì-mercoledì 2-3 gennaio 2018 L’OSSERVATORE ROMANO pagina 7

Vasiliy Myazin
«La luce»

Presieduti dal Papa i primi vespri della solennità di Maria santissima Madre di Dio e il Te Deum di fine anno

Il cuore aperto
della gente di Roma
«Quando venne la pienezza del Riconoscenza per i tanti «artigiani del bene comune» che amano la città nezza del tempo: attraverso il suo
tempo, Dio mandò il suo Figlio» di Roma «non a parole ma con i fatti» è stata espressa da Papa Francesco cuore umile e pieno di fede, attra-
(Gal 4, 4). Questa celebrazione ve- durante la celebrazione dei primi vespri della solennità di Maria santissima verso la sua carne tutta impregnata
spertina respira l’atmosfera della Madre di Dio, del canto del Te Deum e dell’adorazione e della benedizione di Spirito Santo.
pienezza del tempo. Non perché sia- eucaristica, presieduti nella basilica vaticana domenica pomeriggio, 31 dicembre. Da lei la Chiesa ha ereditato e
mo all’ultima sera dell’anno solare, continuamente eredita questa per-
tutt’altro, ma perché la fede ci fa cezione interiore della pienezza,
contemplare e sentire che Gesù «Nato da donna» (v. 4). La pri- «donna» da cui Egli è «nato». La
che alimenta un senso di gratitudi-
Cristo, Verbo fatto carne, ha dato ma a sperimentare questo senso Madre del Figlio incarnato, Theoto- ne, come unica risposta umana de-
pienezza al tempo del mondo e al- della pienezza donata dalla presen- kos, Madre di Dio. Attraverso di gna del dono immenso di Dio.
la storia umana. za di Gesù è stata proprio la lei, per così dire, è sgorgata la pie- Una gratitudine struggente, che,
partendo dalla contemplazione di
quel Bambino avvolto in fasce e
deposto in una mangiatoia, si
estende a tutto e a tutti, al mondo
intero. È un “grazie” che riflette la
Grazia; non viene da noi, ma da
Davanti al presepe Lui; non viene dall’io, ma da Dio,
e coinvolge l’io e il noi.
In questa atmosfera creata dallo
Gratitudine di Papa Francesco per tutte Spirito Santo, noi eleviamo a Dio
quelle persone che ogni giorno il rendimento di grazie per l’anno che
contribuiscono con piccoli ma preziosi volge al termine, riconoscendo che
gesti concreti al bene di Roma. L’ha tutto il bene è dono suo.
espressa nella basilica di San Pietro Anche questo tempo dell’anno
durante il canto del «Te Deum» alla fine 2017, che Dio ci aveva donato inte-
dell’anno civile, presieduto domenica gro e sano, noi umani l’abbiamo in
pomeriggio, 31 dicembre. Alla recita dei tanti modi sciupato e ferito con
primi vespri della solennità di Maria madre opere di morte, con menzogne e
di Dio, dopo il Padre Nostro, è stato ingiustizie. Le guerre sono il segno
esposto il Santissimo Sacramento che, come Vescovo di Roma, sento blici e segnalano le cose che non
flagrante di questo orgoglio recidi- nell’animo pensando alla gente vanno, stanno attenti alle persone
nell’ostensorio collocato sull’altare della vo e assurdo. Ma lo sono anche
Confessione. Il Papa ha sostato per alcuni che vive con cuore aperto in que- anziane o in difficoltà, e così via.
tutte le piccole e grandi offese alla Questi a mille altri comportamenti
minuti in adorazione e dopo il «Te Deum» sta città.
vita, alla verità, alla fraternità, che esprimono concretamente l’amore
ha impartito la benedizione eucaristica. Provo un senso di simpatia e di
causano molteplici forme di degra- per la città. Senza discorsi, senza
Alla liturgia hanno partecipato trentuno gratitudine per tutte quelle perso-
do umano, sociale e ambientale. pubblicità, ma con uno stile di
cardinali, tra i quali Sodano, decano del ne che ogni giorno contribuiscono
Di tutto vogliamo e dobbiamo as- educazione civica praticata nel quoti-
Collegio cardinalizio. Con loro erano
sumerci, davanti a Dio, ai fratelli e con piccoli ma preziosi gesti concreti diano. E così cooperano silenziosa-
l’arcivescovo Becciu, sostituto della
al creato, la nostra responsabilità. al bene di Roma: cercano di com- mente al bene comune.
Segreteria di Stato, e numerosi presuli e
prelati della Curia romana. Tra i presenti Ma questa sera prevale la grazia piere al meglio il loro dovere, si
Ugualmente sento in me una
anche l’arcivescovo Gänswein, prefetto di Gesù e il suo riflesso in Maria. muovono nel traffico con criterio e
grande stima per i genitori, gli in-
della Casa Pontificia, monsignor Sapienza, E prevale perciò la gratitudine, prudenza, rispettano i luoghi pub-
segnanti e tutti gli educatori che,
reggente della Prefettura, e presbiteri, con questo medesimo stile, cercano
religiosi e religiose, e laici, oltre ai di formare i bambini e i ragazzi al
rappresentanti dell’amministrazione civile senso civico, a un’etica della re-
di Roma, guidati dal sindaco Virginia sponsabilità, educandoli a sentirsi
Raggi. Nella circostanza è stato usato per Nella domenica della Santa Famiglia la vicinanza del Pontefice ai copti ortodossi vittime di attentati in Egitto parte, a prendersi cura, a interessarsi
la prima volta in basilica l’organo digitale della realtà che li circonda.
già attivo per le celebrazioni papali in
piazza San Pietro. Donato dalla ditta
statunitense Allen Organ Company, si
affianca a quello a canne, nei pressi
Dio converta i violenti Queste persone, anche se non
fanno notizia, sono la maggior
parte della gente che vive a Roma.
dell’altare della Cattedra, che rimane E tra di loro non poche si trovano
insostituibile per tutti gli eventi che si Il ricordo degli attentati che hanno dere le false immagini che ci fac- «quando ebbero adempiuto ogni Giuseppe hanno la gioia di vedere in condizioni di strettezze econo-
svolgono in quell’area poiché — come ha colpito i copti ortodossi in Egitto ciamo di Dio e anche di noi stes- cosa secondo la legge del Signore, tutto questo nel loro figlio; e que- miche; eppure non si piangono ad-
spiegato il direttore della cappella musicale e delle famiglie ferite e in difficoltà si; per “contraddire” le sicurezze dosso, né covano risentimenti e
fecero ritorno in Galilea, alla loro sta è la missione alla quale è
Pontificia “Sistina”, monsignor Palombella ha caratterizzato l’Angelus recitato rancori, ma si sforzano di fare ogni
mondane su cui pretendiamo di città di Nazaret. Il bambino cre- orientata la famiglia: creare le
— «lì è realmente fruibile in tutta la sua dal Papa il 31 dicembre con i fedeli giorno la loro parte per migliorare
appoggiarci; per farci “risorgere” sceva — dice il Vangelo — e si for- condizioni favorevoli per la cresci-
ampiezza». convenuti in piazza San Pietro. un po’ le cose.
a un cammino umano e cristiano tificava, pieno di sapienza, e la ta armonica e piena dei figli, af-
A conclusione il Pontefice si è recato a Prima della preghiera mariana vero, fondato sui valori del Van- grazia di Dio era su di lui» (vv. finché possano vivere una vita Oggi, nel rendimento di grazie
piedi davanti al presepe allestito in piazza Francesco ha commentato il vangelo gelo. Non c’è situazione familiare 39-40). Una grande gioia della fa- buona, degna di Dio e costruttiva a Dio, vi invito ad esprimere an-
San Pietro. Accolto dal cardinale Bertello, domenicale della festa della Santa che sia preclusa a questo cammi- per il mondo. che la riconoscenza per tutti questi
miglia è la crescita dei figli, tutti
presidente del Governatorato dello Stato Famiglia di Nazaret. no nuovo di rinascita e di risurre- artigiani del bene comune, che ama-
lo sappiamo. Essi sono destinati a È questo l’augurio che rivolgo a
della Città del Vaticano, dal vescovo Ecco le sue parole. no la loro città non a parole ma
zione. E ogni volta che le fami- svilupparsi e fortificarsi, ad acqui- tutte le famiglie oggi, accompa-
segretario generale Vérgez Alzaga e dal con i fatti.
glie, anche quelle ferite e segnate sire sapienza e accogliere la grazia gnandolo con l’invocazione a Ma-
direttore dei Servizi tecnici don García de Cari fratelli e sorelle, buongiorno! da fragilità, fallimenti e difficoltà, di Dio, proprio come è accaduto ria, Regina della Famiglia.
la Serrana Villalobos, il Papa ha sostato
alcuni minuti in preghiera mentre la banda In questa prima domenica dopo il tornano alla fonte dell’esperienza a Gesù. Egli è veramente uno di
musicale del Corpo della Guardia svizzera Natale, celebriamo la Santa Fami- cristiana, si aprono strade nuove e noi: il Figlio di Dio si fa bambi- Al termine dell’Angelus il Pontefice
pontificia eseguiva melodie natalizie. glia di Nazaret, e il Vangelo ci in- possibilità impensate. no, accetta di crescere, di fortifi- ha espresso solidarietà ai cristiani
vita a riflettere sull’esperienza vis- L’odierno racconto evangelico carsi, è pieno di sapienza e la gra- del Cairo, quindi ha salutato i vari †
suta da Maria, Giuseppe e Gesù, riferisce che Maria e Giuseppe, zia di Dio è sopra di Lui. Maria e gruppi presenti.
mentre crescono insieme come fa- Il Santo Padre Francesco
miglia nell’amore reciproco e nella Cari fratelli e sorelle, monsignor Fabián Pedacchio Leaniz, i
fiducia in Dio. Di questa fiducia è signori Sandro Mariotti e Pier Giorgio
esprimo la mia vicinanza ai fratelli Zanetti, i Superiori della Prefettura della
Lutti nell’episcopato espressione il rito compiuto da
Maria e Giuseppe con l’offerta Copti Ortodossi d’Egitto, colpiti Casa Pontificia, i membri dell’Anticame-
due giorni fa da due attentati a ra Pontificia e i Sediari sono affettuosa-
del figlio Gesù a Dio. Il Vangelo
mente vicini a Monsignor Yoannis Lahzi
dice: «Portarono il bambino a una chiesa e a un negozio nella Gaid per la morte del padre
Monsignor Vicente Rodrigo Cisneros Du-
Gerusalemme per presentarlo al periferia del Cairo. Il Signore ac-
rán, arcivescovo emerito di Cuenca, in
Signore» (Lc 2, 22), come richie- colga le anime dei defunti, sosten-
Ecuador, è morto a Quito nella serata di
deva la legge mosaica. I genitori ga i feriti, i familiari e l’intera co-
IBRAHIM
venerdì 29 dicembre. Nato il 23 febbraio avvenuta il 31 dicembre, e assicurano il
di Gesù vanno al tempio per atte- munità, e converta i cuori dei vio-
1934 a Pelileo, nella diocesi di Ambato, era ricordo nella preghiera di suffragio per
stare che il figlio appartiene a Dio lenti.
divenuto sacerdote a Quito il 17 luglio 1957. il caro defunto.
e che loro sono i custodi della sua Oggi rivolgo un saluto speciale
Eletto vescovo titolare di Tigisi di Maurita-
vita e non i proprietari. E questo alle famiglie qui presenti, e anche
nia il 1° dicembre 1967 e nominato ausiliare
ci fa riflettere. Tutti i genitori so-
di Guayaquil, aveva ricevuto l’ordinazione
no custodi della vita dei figli, non
a quelle che partecipano da casa.
La Santa Famiglia vi benedica e

episcopale il 7 gennaio 1968. Il 4 luglio
proprietari, e devono aiutarli a La Segreteria di Stato comunica che è
1969 era stato trasferito alla Chiesa residen- vi guidi nel vostro cammino.
crescere, a maturare. deceduto il
ziale di Ambato e il 15 febbraio 2000 era Saluto tutti voi, romani e pelle-
stato promosso arcivescovo di Cuenca. Il Questo gesto sottolinea che sol-
grini; in particolare, i gruppi par- Signor
20 aprile 2009 aveva rinunciato al governo tanto Dio è il Signore della storia
rocchiali, le associazioni e i giova-
pastorale dell’arcidiocesi. Le esequie sono individuale e familiare; tutto ci IBRAHIM LAHZI GAID
ni. Non dimentichiamoci in que-
state celebrate domenica 31 dicembre nella viene da Lui. Ogni famiglia è
chiamata a riconoscere tale prima- sta giornata di ringraziare Dio per padre di Monsignor Yoannis Lahzi
cattedrale di Ambato. l’anno trascorso e per ogni bene Gaid, Officiale della Segreteria di Stato.
to, custodendo ed educando i fi- I superiori e i Colleghi partecipano al
gli ad aprirsi a Dio che è la sor- ricevuto. E ci farà bene, a ognuno
Il vescovo Francis Joseph Walmsley, or- di noi, prendere un po’ di tempo dolore di Monsignor Lahzi Gaid e dei
dinario militare emerito per la Gran Breta- gente stessa della vita. Passa da suoi Familiari, assicurando la vicinanza
qui il segreto della giovinezza in- per pensare quante cose buone ho nell’amicizia e nella preghiera per il caro
gna, è morto martedì 26 dicembre. Nato il
teriore, testimoniato paradossal- ricevuto dal Signore quest’anno, e defunto, che affidano al Signore risorto.
9 novembre 1926 a Woolwich, nell’arcidio-
mente nel Vangelo da una coppia ringraziare. E se ci sono state del-
cesi di Southwark, era divenuto sacerdote il
di anziani, Simeone e Anna. Il le prove, delle difficoltà, ringra-
30 maggio 1953. Eletto alla Chiesa titolare
di Tamalluma l’8 gennaio 1979 e nominato vecchio Simeone, in particolare, ziare anche perché ci ha aiutato a †
ordinario militare per la Gran Bretagna, ispirato dallo Spirito Santo dice a superare quei momenti. Oggi è
Giovanni Maria Vian è vicino a monsi-
aveva ricevuto l’ordinazione episcopale il proposito del bambino Gesù: una giornata di ringraziamento.
gnor Yoannis Lahzi Gaid nel dolore per
successivo 22 febbraio. Quindi il 7 marzo «Egli è qui per la caduta e la ri- A tutti auguro una buona do- la morte del padre
1998 aveva rinunciato alla Chiesa titolare surrezione di molti in Israele e co- menica e una serena fine d’anno.
Tamalluma, in base alle norme della costi- me segno di contraddizione [...] Vi ringrazio ancora dei vostri au- IBRAHIM
tuzione apostolica Spirituali militum curae. affinché siano svelati i pensieri di guri e delle vostre preghiere: e
molti cuori» (vv. 34-35). ed è unito nella preghiera ai familiari.
E il 24 maggio 2002 aveva rinunciato continuate per favore a pregare
all’incarico pastorale. Le esequie saranno Queste parole profetiche rivela- per me. Buon pranzo e arrive- Città del Vaticano, 2 gennaio 2018
celebrate martedì 23 gennaio. no che Gesù è venuto per far ca- I funerali al Cairo delle vittime dell’attacco del 29 dicembre contro i cristiani copti (Ap) derci!
pagina 8 L’OSSERVATORE ROMANO martedì-mercoledì 2-3 gennaio 2018

Prendiamoci cura
dei germogli di pace
che stanno spuntando
e trasformiamo le nostre città
in cantieri di pace
(@Pontifex_it)

Nella messa per la solennità di Maria santissima, Papa


Francesco ha chiesto a tutti i presenti nella basilica vaticana
di acclamare per tre volte la Santa Madre di Dio. Proprio come
avvenne al concilio di Efeso nell’anno 431. Il gesto
ha caratterizzato la celebrazione presieduta dal Pontefice
la mattina del primo giorno del 2018, cinquantunesima Giornata
mondiale della pace. Tema di quest’anno: «Migranti e rifugiati:
uomini e donne in cerca di pace». Le intenzioni di preghiera
dei fedeli sono state: in indonesiano per il Papa, in swahili
per i legislatori, in cinese per i genitori, in norvegese per
le vocazioni al sacerdozio e alla vita consacrata, in ucraino per
i poveri e i sofferenti. Come tradizione, alla processione offertoriale
hanno partecipato alcuni «sternsinger», ovvero i cantori
della stella, bambini vestiti come i re magi che nell’area
linguistica tedesca raccolgono offerte soprattutto per i coetanei più
Contro il dilagare di parole vuote e le onde travolgenti delle chiacchiere e del clamore
poveri. Hanno concelebrato ventuno cardinali e quindici presuli.
Al momento della consacrazione, si sono uniti al Papa intorno
all’altare i cardinali Pietro Parolin, segretario di Stato, e Peter
Kodwo Appiah Turkson, prefetto del dicastero per il Servizio dello
sviluppo umano integrale; e gli arcivescovi Angelo Becciu e Paul
Richard Gallagher, rispettivamente sostituto della Segreteria di
C’è bisogno di silenzio
Stato e segretario per i Rapporti con gli Stati. Con il corpo
diplomatico accreditato presso la Santa Sede era l’assessore, tempi antichi aveva parlato» (Eb 1, bisogno di rimanere in silenzio stra anima; è custodire la nostra li-
monsignor Paolo Borgia. Erano inoltre presenti l’arcivescovo 1), ora, nella «pienezza del tempo» guardando il presepe. Perché da- bertà dalle banalità corrosive del
Oksana Andrushchenko Georg Gänswein, prefetto della Casa Pontificia, e monsignor (Gal 4, 4), è muto. Il Dio davanti vanti al presepe ci riscopriamo consumo e dagli stordimenti della
«Madre di Dio» Leonardo Sapienza, reggente della Prefettura. Pubblichiamo a cui si tace è un bimbo che non amati, assaporiamo il senso genui- pubblicità, dal dilagare di parole
di seguito l’omelia pronunciata da Francesco dopo parla. La sua maestà è senza paro- no della vita. E guardando in si- vuote e dalle onde travolgenti del-
la proclamazione del Vangelo. le, il suo mistero di amore si svela lenzio, lasciamo che Gesù parli al le chiacchiere e del clamore.
L’anno si apre nel nome della Ma-
nella piccolezza. Questa piccolezza nostro cuore: che la sua piccolezza Maria custodiva, prosegue il
dre di Dio. Madre di Dio è il titolo
più importante della Madonna. silenziosa è il linguaggio della sua smonti la nostra superbia, che la Vangelo, tutte queste cose, meditan-
Ma una domanda potrebbe sorge- è più solo; mai più orfano, è per racconto del Natale. Anche in que- regalità. La Madre si associa al Fi- sua povertà disturbi le nostre fa- dole. Quali erano queste cose? Era-
re: perché diciamo Madre di Dio e sempre figlio. L’anno si apre con sto la Madre è unita al Figlio: Ge- glio e custodisce nel silenzio. stosità, che la sua tenerezza smuo- no gioie e dolori: da una parte la
non Madre di Gesù? Alcuni, in questa novità. E noi la proclamia- sù è infante, cioè “senza parola”. E il silenzio ci dice che anche va il nostro cuore insensibile. Rita- nascita di Gesù, l’amore di Giu-
passato, chiesero di limitarsi a que- mo così, dicendo: Madre di Dio! Lui, il Verbo, la Parola di Dio che noi, se vogliamo custodirci, abbia- gliare ogni giorno un momento di seppe, la visita dei pastori, quella
sto, ma la Chiesa ha affermato: È la gioia di sapere che la nostra «molte volte e in diversi modi nei mo bisogno di silenzio. Abbiamo silenzio con Dio è custodire la no- notte di luce. Ma dall’altra: un fu-
Maria è Madre di Dio. Dobbiamo solitudine è vinta. È la bellezza di turo incerto, la mancanza di una
essere grati perché in queste parole saperci figli amati, di sapere che casa, «perché per loro non c’era
è racchiusa una verità splendida su questa nostra infanzia non ci potrà posto nell’alloggio» (Lc 2, 7); la
Dio e su di noi. E cioè che, da mai essere tolta. È specchiarci nel desolazione del rifiuto; la delusio-
quando il Signore si è incarnato in Dio fragile e bambino in braccio ne di aver dovuto far nascere Gesù
Maria, da allora e per sempre, alla Madre e vedere che l’umanità in una stalla. Speranze e angosce,
porta la nostra umanità attaccata è cara e sacra al Signore. Perciò, luce e tenebra: tutte queste cose po-
addosso. Non c’è più Dio senza servire la vita umana è servire Dio polavano il cuore di Maria. E lei,
uomo: la carne che Gesù ha preso e ogni vita, da quella nel grembo che cosa ha fatto? Le ha meditate,
dalla Madre è sua anche ora e lo della madre a quella anziana, sof- cioè le ha passate in rassegna con
sarà per sempre. Dire Madre di ferente e malata, a quella scomoda Dio nel suo cuore. Niente ha tenu-
Dio ci ricorda questo: Dio è vicino e persino ripugnante, va accolta, to per sé, niente ha rinchiuso nella
all’umanità come un bimbo alla amata e aiutata. solitudine o affogato nell’amarez-
madre che lo porta in grembo. Lasciamoci ora guidare dal Van- za, tutto ha portato a Dio. Così ha
La parola madre (mater), riman- gelo di oggi. Della Madre di Dio custodito. Affidando si custodisce:
da anche alla parola materia. Nella si dice una sola frase: «Custodiva non lasciando la vita in preda alla
sua Madre, il Dio del cielo, il Dio tutte queste cose, meditandole nel paura, allo sconforto o alla super-
infinito si è fatto piccolo, si è fatto suo cuore» (Lc 2, 19). Custodiva. stizione, non chiudendosi o cer-
materia, per essere non solo con Semplicemente custodiva. Maria cando di dimenticare, ma facendo
noi, ma anche come noi. Ecco il mi- non parla: il Vangelo non riporta di tutto un dialogo con Dio. E
racolo, ecco la novità: l’uomo non neanche una sua parola in tutto il Dio che ci ha a cuore, viene ad
abitare le nostre vite.
Ecco i segreti della Madre di
Dio: custodire nel silenzio e porta-
re a Dio. Ciò avveniva, conclude il
Vangelo, nel suo cuore. Il cuore in-
Non soffocare le aspettative dei migranti vita a guardare al centro della per-
sona, degli affetti, della vita. An-
che noi, cristiani in cammino,
all’inizio dell’anno sentiamo il bi-
All’Angelus della giornata mondiale della pace il Pontefice chiede generosità nell’accoglienza sogno di ripartire dal centro, di la-
sciare alle spalle i fardelli del pas-
sato e di ricominciare da ciò che
«Per favore, non spegniamo Il Vangelo di oggi (cfr. Lc 2, Cana il primo “segno” miraco- realtà educative, assistenziali ed Presidente della Repubblica conta. Ecco oggi davanti a noi il
la speranza nel cuore» 16-21) ci riconduce alla stalla di loso, che contribuisce a suscita- ecclesiali, ci sia l’impegno per Italiana per gli auguri che mi punto di partenza: la Madre di
dei migranti; «non soffochiamo Betlemme. I pastori arrivano in re la fede dei discepoli. Con la assicurare ai rifugiati, ai migran- ha rivolto ieri sera nel suo Dio. Perché Maria è come Dio ci
le loro aspettative di pace!»: fretta e trovano Maria, Giusep- stessa fede, Maria è presente ai ti, a tutti un avvenire di pace. Messaggio di fine anno e che vuole, come vuole la sua Chiesa:
è l’accorato appello alle istituzioni pe e il Bambino; e riferiscono piedi della croce e riceve come Ci conceda il Signore di opera- ricambio di cuore, auspicando Madre tenera, umile, povera di co-
civili, alle realtà educative, l’annuncio dato loro dagli ange- figlio l’apostolo Giovanni; e in- re in questo nuovo anno con per il popolo italiano un anno se e ricca di amore, libera dal pec-
assistenziali ed ecclesiali lanciato li, cioè che quel Neonato è il fine, dopo la Risurrezione, di- generosità, con generosità, per di serenità e di pace, illuminato cato, unita a Gesù, che custodisce
dal Papa all’Angelus di lunedì Salvatore. Tutti si stupiscono, venta madre orante della Chiesa realizzare un mondo più solida- dalla costante benedizione di Dio nel cuore e il prossimo nella
1° gennaio. Dopo la messa mentre «Maria, da parte sua, su cui scende con potenza lo le e accogliente. Vi invito a pre- D io. vita. Per ripartire, guardiamo alla
nella basilica vaticana il Pontefice custodiva tutte queste cose, me- Spirito Santo nel giorno di Pen- gare per questo, mentre insieme
con voi affido a Maria, Madre Esprimo il mio apprezzamen- Madre. Nel suo cuore batte il cuo-
si è affacciato dalla finestra ditandole nel suo cuore» (v. 19). tecoste.
di Dio e Madre nostra, il 2018 to per le molteplici iniziative di re della Chiesa. Per andare avanti,
del Palazzo Apostolico per la La Vergine ci fa capire come va Come madre, Maria svolge
appena iniziato. I vecchi mona- preghiera e di azione per la pa- ci dice la festa di oggi, occorre tor-
preghiera mariana di mezzogiorno accolto l’evento del Natale: non una funzione molto speciale: si
ci russi, mistici, dicevano che in ce, organizzate in ogni parte del nare indietro: ricominciare dal pre-
con i quarantamila fedeli superficialmente ma nel cuore. pone tra suo Figlio Gesù e gli
radunatisi in piazza San Pietro. tempo di turbolenze spirituali mondo in occasione dell’odier- sepe, dalla Madre che tiene in
Ci indica il vero modo di rice- uomini nella realtà delle loro braccio Dio.
privazioni, nella realtà delle loro era necessario raccogliersi sotto na Giornata Mondiale della Pa-
vere il dono di Dio: conservarlo
Cari fratelli e sorelle, indigenze e sofferenze. Maria il manto della Santa Madre di ce. Penso, in particolare, alla La devozione a Maria non è ga-
nel cuore e meditarlo. È un in-
buongiorno! intercede, come a Cana, consa- Dio. Pensando a tante turbolen- Marcia nazionale che si è svolta lateo spirituale, è un’esigenza della
vito rivolto a ciascuno di noi a
pevole che in quanto madre ze di oggi, e soprattutto ai mi- ieri sera a Sotto il Monte, pro- vita cristiana. Guardando alla Ma-
Sulla prima pagina del calenda- pregare contemplando e gustan-
può, anzi, deve far presente al granti e ai rifugiati, preghiamo mossa da CEI, Caritas Italiana, dre siamo incoraggiati a lasciare
rio del nuovo anno che il Si- do questo dono che è Gesù
Figlio i bisogni degli uomini, come loro ci hanno insegnato a Pax Christi e Azione Cattolica. tante zavorre inutili e a ritrovare
gnore ci dona, la Chiesa pone, stesso. pregare: «Sotto la tua protezio-
specialmente i più deboli e di- E saluto i partecipanti alla ma- ciò che conta. Il dono della Ma-
sagiati. E proprio a queste per- ne cerchiamo rifugio, Santa nifestazione “Pace in tutte le dre, il dono di ogni madre e di
sone è dedicato il tema della Madre di Dio: non disprezzare terre”, promossa a Roma e in ogni donna è tanto prezioso per la
Giornata Mondiale della Pace le suppliche di noi che siamo molti Paesi dalla Comunità di Chiesa, che è madre e donna. E
che oggi celebriamo: “Migranti nella prova, ma liberaci da ogni Sant’Egidio. Cari amici, vi inco- mentre l’uomo spesso astrae, affer-
e rifugiati: uomini e donne in pericolo, o Vergine gloriosa e raggio a portare avanti con ma e impone idee, la donna, la
cerca di pace”, così è il motto benedetta». gioia il vostro impegno di soli- madre, sa custodire, collegare nel
di questa Giornata. Desidero, darietà, specialmente nelle peri- cuore, vivificare. Perché la fede
ancora una volta, farmi voce di Al termine dell’Angelus ferie delle città, per favorire la non si riduca solo a idea o a dot-
questi nostri fratelli e sorelle il Papa ha ringraziato il capo convivenza pacifica. trina, abbiamo bisogno, tutti, di
che invocano per il loro futuro dello stato italiano Sergio un cuore di madre, che sappia cu-
Mattarella per gli auguri Rivolgo il mio saluto a voi,
un orizzonte di pace. Per questa stodire la tenerezza di Dio e ascol-
rivoltigli, e ha salutato i vari cari pellegrini qui presenti, in
pace, che è diritto di tutti, molti tare i palpiti dell’uomo. La Madre,
gruppi presenti, tra i quali i particolare a quelli di New
di loro sono disposti a rischiare firma d’autore di Dio sull’umanità,
la vita in un viaggio che in gran partecipanti a manifestazioni che York, alla banda musicale pro- custodisca quest’anno e porti la
parte dei casi è lungo e perico- si svolgono tra la fine e l’inizio veniente dalla California e al pace di suo Figlio nei cuori, nei
loso; sono disposti ad affrontare dell’anno, promosse da Pax gruppo della “Pro Loco” di nostri cuori, e nel mondo. E come
fatiche e sofferenze (cfr. Messag- Christi e dalla comunità Massalengo. figli, semplicemente, vi invito a sa-
come una stupenda miniatura, È mediante Maria che il Fi-
la solennità liturgica di Maria glio di Dio assume la corporei- gio per la Giornata Mondiale del- di Sant’Egidio. A tutti rinnovo l’augurio di lutarla oggi con il saluto dei cri-
Santissima Madre di Dio. In tà. Ma la maternità di Maria la Pace 2018, 1). un anno di pace nella grazia del stiani di Efeso, davanti ai loro ve-
questo primo giorno dell’anno non si riduce a questo: grazie Cari fratelli e sorelle, Signore e con la protezione ma- scovi: “Santa Madre di Dio!”. Di-
Per favore, non spegniamo la
solare, fissiamo lo sguardo su di alla sua fede, Lei è anche la pri- speranza nel loro cuore; non sulla soglia del 2018, rivolgo a terna di Maria, la Santa Madre ciamo, tre volte, dal cuore, tutti in-
lei, per riprendere, sotto la sua ma discepola di Gesù e questo soffochiamo le loro aspettative tutti il mio cordiale augurio di di Dio. Buon anno, buon pran- sieme, guardandola [rivolto alla
materna protezione, il cammino “dilata” la sua maternità. Sarà di pace! È importante che da ogni bene per il nuovo anno, a zo, e non dimenticatevi di pre- statua esposta accanto all’altare]:
lungo i sentieri del tempo. la fede di Maria a provocare a parte di tutti, istituzioni civili, tutti voi! Desidero ringraziare il gare per me. Arrivederci! “Santa Madre di Dio!”.