Anda di halaman 1dari 494

Allegato a Quattroruote n.

759
Novembre 2018

Registrazione
del Tribunale di Milano
n. 3770 06/06/1955
Stampa:
Rotolito S.p.A.
Stabilimento di Cernusco
sul Naviglio (MI)

Editoriale Domus S.p.A.


Via Gianni Mazzocchi, 1/3
20089 - Rozzano (MI)
NOVEMBRE 2018 NUMERO 759

QUATTRORUOTE.IT
AUDI Q3

IN PROVA
ASTON MARTIN DB11
JEEP CHEROKEE
LEXUS LS
FORD KA+ ACTIVE vs OPEL KARL ROCKS
OCCHIO ALL'AFFARE GLI SCONTI SULLE KM 0
ARRIVANO AL 24%. I MODELLI PIÙ CONVENIENTI
CANNABIS LIGHT
TEST SUGLI EFFETTI FIAT 500X
ALLA GUIDA
GOMME 4 STAGIONI
SONO DAVVERO EFFICACI
PER TUTTO L'ANNO?
D. USC. 26-10-2018

AUTO SOSTITUTIVE
LE NEGANO SPESSO
RENAULT SCÉNIC MA NE AVETE DIRITTO
PRIMA PAGINA

QUATTRORUOTE.IT
SE LA POLITICA
DECIDE IL FUTURO

E
sattamente un anno fa, dalle colonne di vent'anni ci troveremo a dover risolvere problemi che
questo giornale, Carlos Tavares – uno dei avrebbero dovuto essere afrontati ora? Come cittadi-
manager più intelligenti del settore – pro- no europeo non vedo nessuno in grado di dare risposte
poneva una considerazione per nulla scon- ai miei dubbi». Su questo il portoghese ha ragione: i
tata: «La libera mobilità è influenzata da politici, pur privi di contezza della materia, stanno ob-
una serie di decisioni che ne limita i confini. Allo stato bligando un'intera industria a reinventarsi, senza però
dell'arte, il mercato non ofre più al consumatore una avere una cabina di regia volta a creare le condizioni
totale indipendenza nella scelta». Le parole del porto- (una politica energetica comunitaria degna di questo
ghese ritornano d'attualità dopo la decisione del Parla- nome, infrastrutture di ricarica capillari, tutto quello, in-
mento europeo di ridurre le emissioni di anidride car- somma, che dipende dall'iniziativa pubblica) ainché
bonica del 35% entro il tale rivoluzione possa
2030 (per i veicoli com- I NUOVI LIMITI SULLE EMISSIONI davvero accadere per il
CARLOS
TAVARES
merciali sarà il 30%), ri- DI BRUXELLES RISCHIANO bene comune.
Il ceo del gruppo PSA spetto alla media di 95 DI METTERE IN GINOCCHIO L'AUTO Sia ben chiaro: non ha
(che dall'anno scorso grammi/chilometro da tutti i torti chi dice che
include anche la Opel, raggiungere per il 2021; e d'imporre alle case automo- l'automobile per troppo tempo abbia vissuto di rendita
per una quota bilistiche non soltanto un sistema di crediti ambientali e che il dieselgate, oltre a riportare al centro dell'agenda
di mercato europea
del 16%) da tempo (sull'esempio di quanto già accade negli Usa: la Tesla, politica i temi ambientali, abbia velocizzato un progres-
va stigmatizzando sulla loro vendita a costruttori meno green, ci ha creato so altrimenti stagnante. Ed è evidente che l'automotive,
la mancanza un lucroso business parallelo), ma anche quote minime a forza di mettersi in situazioni eticamente discutibili, ha
di una cabina di regia di veicoli elettrici da vendere, pena pesanti sanzioni. perso credibilità nel dibattito sociale, finendo per dover
continentale che crei le
condizioni per i processi Ora, i nuovi target – peraltro oggetto di furiose po- subire decisioni spesso venate di pregiudizio o impre-
di crescita tecnologica lemiche fra i 24 Paesi – andranno ulteriormente nego- parazione (o entrambi). Però è altrettanto indubbio che
ziati, perché il 30% stabilito dagli Stati è una so- una simile sterzata può mettere a rischio la sostenibili-
glia inferiore al 40% votato a suo tempo dai tà di un settore trainante dell'economia continentale. Il
parlamentari. Però non è chi non veda come passaggio quasi immediato all'elettrico, al netto dell'az-
ingiungere d'imperio traguardi così ambiziosi zardo che ancora rappresenta per il consumatore, signi-
butti alle ortiche il principio stesso di neutra- ficherà per l'intero comparto enormi investimenti tecni-
lità tecnologica. Risultati del genere, infatti, si ci e industriali non compensati da un aumento propor-
possono raggiungere soltanto puntando la zionale degli utili. Il rischio, in questo scenario, è che i
prua in modo deciso e forse irreversi- costruttori scelgano di difendere i propri margini ta-
bile verso l'elettrico. Per assecon- gliando i costi fissi.
dare una scelta squisitamente Diess di Volkswagen lo ha già detto: per Wolfsburg,
politica si obbliga l'intero settore raggiungere gli obiettivi Ue significherà la perdita di
(fatta salva qualche nicchia di 100 mila posti di lavoro (analoghi timori sono stati
mercato) ad abbracciare una espressi dalla VDA, l'associazione di categoria tede-
tecnologia le cui incognite so- sca). Oggi l'auto rappresenta l'11% dell'occupazione
no ancora innumerevoli. E industriale europea. Davvero vogliamo sacrificare im-
qui riecheggiano le parole di pieghi sull'altare delle batterie? Senza contare, aggiun-
Tavares. Il quale, parlando giamo noi, che il passaggio all'elettrico comporterà
della corsa verso la mobilità inevitabilmente una pericolosissima dipendenza dalla
a emissioni zero, si chiede- Cina, che oggi sta investendo nei Paesi ricchi di quelle
va: «Qual è la finalità ulti- terre rare necessarie all'assemblaggio degli accumu-
ma di questa transizione? latori. Insomma, forse prima di stabilire target un po' a
Chi si fa carico della visio- casaccio sarebbe stato opportuno considerarne le
ne globale? Non è che fra conseguenze...
Gian Luca Pellegrini

quattroruote.it quattroruote quattroruote quattroruotetv Twitter@pellegrini4R

NOVEMBRE 2018 1
ANNO 63° • NUMERO 759 • NOVEMBRE 2018

SOMMARIO
NON DATELE PER SCONTATE
SEMPRE PIÙ KM 0 NELLE CONCESSIONARIE.
MA CONVENGONO DAVVERO? LA PAROLA
A EMILIO DELEIDI E MARIO ROSSI

FAREMO PACE! CON IL MERCATO


GIAN LUCA PELLEGRINI HA 64
INTERVISTATO MICHAEL LOHSCHELLER,
IL CEO DELLA OPEL. CHE GUARDA
AL FUTURO CON UN CERTO OTTIMISMO

NON COSÌ
LEGGERA 24
OGGI LA CANNABIS
LIGHT SI PUÒ
ASSUMERE SOTTO
FORME DISPARATE.
MA CHE COSA ACCADE
A CHI POI SI METTE
AL VOLANTE?
EMILIO DELEIDI
HA INDAGATO...

8
LASTRICATE
DI SOLDI
GLI UTILI
ESPLODONO,
GLI INVESTIMENTI
SCENDONO: ECCO
L'EQUAZIONE,
SPIEGATA DA MARIO
ROSSI, CHE
PRIMO PIANO 30 CONSENTE
8 Classifiche/1 ALLE SOCIETÀ
La canapa e i suoi efetti Paese che vai, regina che trovi AUTOSTRADALI
Non così leggera 32
Classifiche/2
70 DI MOLTIPLICARE
I PROFITTI
STORIE D'AUTO Il Cavallino mette la freccia
17 34 48 ATTUALITÀ
Ponti stradali Tecnologia in chiaro In edicola 63
A qualcuno piace da record E lo specchio non c'è più A dicembre per voi Carburanti
18 36 50 Niente più solo colori
Scenari Evergreen Web & social
Tra i due litiganti il terzo gode Bestia si nasce, belle si diventa
64
Doppio passaporto per la Moke Meglio nuova o già targata?
20 38 AUTODIFESA Non datele per scontate
Car economy Tendenze Un pieno al futuro 70
Se cinguettare costa caro 53
40 Macchine vecchie Autostrade
22 Uicio brevetti nel mirino Lastricate di soldi
Parla Michael Lohscheller Mangiatori di smog Ora il governo tenda la mano
Faremo Pace! con il mercato e di gas serra
54
24 42 Posta prioritaria
Corrispondenti esteri Analisi/1 Patente, la visita
Elettrica d'assalto Suzuki style, soldi a Levante non è una farsa
26 44 56
Ritratti Analisi/2 Sportello
Mezzo secolo tra i piloti Ogni posto perso, due trovati Scout Speed, usi e abusi
28 46 58
Belpaese Le nostre iniziative Lamentele
Parcheggio da premio Una corona per quindici rivali Tutti i problemi del metano

NOVEMBRE 2018 3
ANNO 63° • NUMERO 759 • NOVEMBRE 2018

SOMMARIO
JEEP CHEROKEE BUSINESS
OLTRE AD AVER CAMBIATO LOOK,
LA SPORT UTILITY AMERICANA 199
OFFRE DI PIÙ QUANTO AD ADAS, Q-Index
INFOTAINMENT E CONFORT. Prezzi ai massimi dal luglio 2014
COME CI ILLUSTRA 200
LORENZO FACCHINETTI
Vetture sostitutive
Mi faccia la cortesia
RENAULT SCÉNIC 204
ROBERTO BONI HA PROVATO
LA MONOVOLUME FRANCESE
110 Concessionarie
SPINTA DAL NUOVO 1.300 Il dealer che vince
TURBOBENZINA: PRESTAZIONI 206
ALL'ALTEZZA, CONSUMI Brutte sorprese in oicina
PIÙ ALTI DEL TURBODIESEL
Se il preventivo s'ingrossa
208
120 Maldarizzi Group
Quando il Sud va a gonfie vele
209
Mercato
Settembre in rosso
210
Credito
Consegne giù, prestiti all'insù
212
Oferte B-Suv a confronto
214
I numeri di settembre
ANTEPRIMA Frenata delle vendite,
164 diesel sotto il 50%
Ford
Mustang revisited SPECIALE VEICOLI
COMMERCIALI
168
Arriva la Scala 218
La Skoda che non t'aspetti Anticipazioni
Novità di oggi e di domani
AUTONOTIZIE 220
172 Ford Transit Custom
136 PSA 226
Sochaux, anno zero Alimentazioni
PROVE SU STRADA IMPRESSIONI 178 Tra presente e futuro
76 DI GUIDA BMW X5 230
Audi Q3 154 Nuove ambizioni Prova su strada
Audi e-tron 182 Opel Combo Cargo
88
Fiat 500X 158 BMW Serie 3 236
Cupra Ateca Vuole restare la regina Guida all'acquisto
100 Modelli, dotazioni e valore
Ford Ka+ 160 186
vs Opel Karl Rolls-Royce Cullinan Volkswagen T-Cross
Tiguan tascabile
110 MERCATO
Jeep Cherokee 190
Mercedes-Benz Classe B 241
120 Trattamento anti-rughe I listini del nuovo
Renault Scénic
194 323
126 Hyundai Le quotazioni dell'usato
Aston Martin DB11 N come "No Suv"
136 LEXUS LS 196 344
Lexus LS TECNOLOGIA IBRIDA ALLO STATO Le prove su strada
DELL'ARTE ABBINATA AL LUSSO Flash novembre 2008-ottobre 2018
144 ALLA GIAPPONESE: UN BINOMIO
Pneumatici quattro stagioni FUORI DEL COMUNE RACCONTATO 348
Meglio d'inverno DA MARCO PERUCCA ORFEI Ultima pagina

4 NOVEMBRE 2018
PRIMO PIANO LA CANAPA E I SUOI EFFETTI

NON COSÌ

8 NOVEMBRE 2018
LEGGERA
La chiamano cannabis light ed è in vendita, sotto forme disparate
(dal trinciato al cioccolato, alla birra), in un numero crescente di negozi,
grazie a una legislazione piena di lacune. Ma siamo sicuri che sia
così innocua, soprattutto se si guida? Per capirlo, abbiamo svolto test
in pista. E sentito esperti. Risultato: meglio essere prudenti...
di Emilio Deleidi (ha collaborato Elisa Latella) • foto di Alberto Dedè

S
e la cosa non si prestasse a fin principi attivi (ovvero, per il confeziona-
troppo facili ironie, si potrebbe mento di prodotti da fumare); ha inoltre
dire che spuntano come fun- fissato nell'intervallo tra lo 0,2 e lo 0,6% il
ghi. Sono i negozi che, in mol- limite di Thc ammesso nelle coltivazioni
tissime città, oggi propongono (pari a 2-6 mg in un grammo d'infiore-
prodotti a base della cosiddetta cannabis scenza); ha infine previsto anche la possi-
light. Ovvero, la cannabis sativa a basso te- bilità di ottenere dalla canapa coltivata ali-
nore di Thc (Tetraidrocannabinolo, vedere menti e cosmetici, purché nel rispetto del-
il riquadro a pag. 11), un principio che può le normative dei relativi settori.
provocare efetti psicoattivi, come rilassa- I legislatori hanno poi demandato al
mento, euforia, alterazioni della percezio- ministero della Salute il compito di adot-
ne, disorientamento. tare un provvedimento per individuare i li-
Una legge del 2016 ha promosso la velli massimi di Thc nei prodotti che entra-
coltivazione della cannabis a beneficio del- no direttamente in contatto con l'organi-
le attività agricole, senza però consentire smo umano, in particolare negli alimenti.
la vendita delle infiorescenze per la som- Il problema, però, è che questa norma-
ministrazione mediante combustione dei tiva non è ancora stata emanata. Una

NOVEMBRE 2018 9
PRIMO PIANO LA CANAPA E I SUOI EFFETTI

mancanza che determina la persistenza psicofisica per uso di sostanze stupefacen- rano con soggetti volontari, sotto la vigilan-
di una zona grigia, nella quale agiscono i ti», un'alterazione che è indiscutibile a segui- za di un medico. Acquistati in incognito al-
commercianti di prodotti a base di cannabis to dell'assunzione di cannabis, ma che non cuni prodotti alimentari a base di cannabis
light, proposti alla clientela come legali e li- è ancora accertato se e in quale misura si in un negozio del centro di Milano, li abbia-
beramente utilizzabili. Salvo, poi, aggiunge- verifichi anche quando si tratta della cosid- mo aidati alla redazione de Il Cucchiaio
re spesso sulle etichette che si tratta d'in- detta versione light. Che, per inciso, in gene- d'Argento, brand della nostra casa editrice e
fiorescenze «per uso tecnico, ricerca e svi- re non contiene soltanto Thc, sia pure in mi- punto di riferimento nel panorama gastro-
luppo, collezionismo». sura ridotta, ma anche Cbd, ovvero canna- nomico italiano e internazionale. I nostri col-
Ipocrisie e commerci sul filo della legalità bidiolo: una sostanza non considerata dalla leghi hanno studiato alcune ricette, speri-
a parte, il dilagare del fenomeno è sotto gli legge psicoattiva, e pertanto non normata, mentando l'utilizzo di questo ingrediente
occhi di tutti. Ed è per questo che Quattro- ma i cui efetti possono essere sedativi e ip- inusuale: ne sono usciti dolci deliziosi.
ruote ha deciso di occuparsene, concentran- notici, quindi pericolosi per la guida. Ai tester sono stati prelevati, prima (per
dosi sulla possibile influenza dell'assunzione escludere l'eventuale consumo precedente
dei prodotti sul comportamento al volante. ESAMI DI LABORATORIO delle sostanze) e dopo l'assunzione degli ali-
Il Codice della strada (all'articolo 187), in- Con queste premesse, abbiamo voluto menti, campioni di saliva e di urine, inviati per
fatti, vieta la guida «in stato di alterazione efettuare dei test sulla nostra pista di Vai- le analisi al Laboratorio di tossicologia foren-

COMPRARLA SOTTO CONTROLLO


È FIN TROPPO FACILE DEL MEDICO

P A
rocurarci la materia Tutti prodotti che ci è stato ncora prima sono stati ripetuti circa
prima per i nostri test assicurato contenessero di afrontare le prove un paio d'ore dopo l'assunzione
è stato semplicissimo: principi attivi nei limiti di legge. "a digiuno di cannabis dei cibi e lo svolgimento
sul web abbondano gli indirizzi Tuttavia, alla nostra richiesta light", i tester si sono sottoposti della seconda sessione di prove
di negozi che pubblicizzano di «qualcosa di più forte a un controllo da parte di guida. Tutti e tre i soggetti
la vendita di prodotti a base da poter fumare», ci è stata della dottoressa Alida Faillace, hanno mostrato, alla seconda
di cannabis. La nostra scelta consigliata e venduta anche specialista in medicina misurazione, un calo della
è caduta su un esercizio del una confezione d'infiorescenza, del lavoro. La visita ha previsto pressione massima di circa
centro di Milano, facente parte denominata White Pablo, un'anamnesi generale e 20 mmHg, sul quale possono
di una catena di franchising. «ad alto contenuto di Cbd e la misurazione della pressione però aver influito anche il pasto
Vi abbiamo acquistato biscotti con Thc allo 0,6%», insieme con arteriosa; sono stati poi e la permanenza sulla pista,
di cereali con pezzi di canapa le cartine con filtro necessarie prelevati campioni anonimi in una giornata soleggiata
e cioccolato, del trinciato per confezionare le sigarette. di saliva e urine, consegnati e piuttosto calda; uno
a base di cannabis sativa, Qualcosa che viene definito al Laboratorio di tossicologia dei tester ha denotato anche
della birra chiara con estratto da chi lo propone come forense dell'Università di Pavia un aumento del battito
di fiori di canapa, del Cannabis «assolutamente legale», per la rilevazione dell'eventuale cardiaco, lievemente rallentato
Energizer in lattina e del ma che tale non è, non essendo presenza di sostanze negli altri due. I campioni
cioccolato dark in tavoletta, consentita l'assunzione psicoattive. Prelievi che, con analizzati non hanno rivelato
con semi di canapa sgusciati. del prodotto per combustione. la misurazione della pressione, presenza di Thc, Cbd e Cbn.

10 NOVEMBRE 2018
se dell'Università di Pavia, che ha collabora-
to al progetto, al fine di determinare la pre-
senza di alcaloidi con efetti psicoattivi.
Le prove in pista sono state efettuate Ecco alcuni termini utilizzati in queste THC Delta9-
prima del pasto, per poi essere ripetute do- pagine, che meritano un chiarimento. tetraidrocannabinol, principale
componente attivo delle infiorescenze
po un intervallo di tempo ritenuto suicien- CANAPA SATIVA Pianta erbacea
femminili della cannabis:
te dagli esperti per determinare un even- originaria dell'Asia meridionale, che fiorisce
ha efetti antidolorifici ed euforizzanti,
tuale picco di disabilità al volante, causato da giugno a settembre, il cui fusto fornisce
ma può produrre anche vertigini
dalle sostanze psicoattive (da uno a due ore, fibra tessile. Dai suoi semi si estrae olio,
e disorientamento spazio-temporale.
secondo le modalità di assunzione). mentre dalle infiorescenze è possibile
Nella scelta dei test da far afrontare ai derivare sostanze psicotrope. CBD Cannabidiolo: presente nella
soggetti abbiamo privilegiato quelli che cannabis, a diferenza del Thc non è
CANNABIS LIGHT Termine utilizzato
avrebbero potuto evidenziare maggiori pe- considerato dalla legge una sostanza
per indicare la canapa la cui coltivazione
ricoli, connessi agli efetti propri della can- psicoattiva; ha efetti rilassanti e ansiolitici
è consentita senza necessità
ed è utilizzato per curare alcune patologie.
nabis, che abbiamo sintetizzato nel riquadro di autorizzazione dalla legge 2 dicembre
di pag. 12: aumento dei tempi di reazione, 2016 n. 242, purché il contenuto CBN Cannabinolo: si produce per
complessivo di Thc risulti compreso ossidazione quando il Thc entra in contatto
nell'intervallo tra lo 0,2 e lo 0,6% con l'ossigeno o una fonte di calore;
DOLCETTI (media tra campioni di piante). La legge
permette di ottenerne alimenti e cosmetici.
non ha efetti psicotropi, ma può averne
di sedativi, antidolorifici e antinfiammatori.
E BEVANDE

C
hi poteva immaginare La cucina ha sfornato tartellette di cioccolato fondente al 70%, impiegato 12 cucchiai
l'impiego della cannabis al cacao e cannabis, ripiene con un 10% di sementi di canapa del prodotto in due litri d'acqua,
light in pasticceria di crema al burro e al cioccolato sgusciate. Per quanto riguarda aggiungendo a bollore due
meglio dei nostri colleghi fondente, realizzate impiegando le bevande, abbiamo utilizzato cucchiai di latte intero caldo,
di Cucchiaio.it? Pur non avendo biscotti al cacao e alla cannabis una birra chiara aromatizzata come suggerito dal rivenditore.
esperienza nell'uso light; altre tartellette al cacao con estratto di fiori di canapa Per differenziare gli eventuali
di un ingrediente così estremo, e cannabis, ripiene però e contenuto di alcol del 4,5% esiti dell'assunzione dei prodotti,
si sono messi all'opera e hanno di una ganache al cioccolato (in bottiglia di vetro) e un energy uno dei tester (denominato
preparato alcuni dolci (foto fondente, ottenute con l'utilizzo drink a base di cafeina, taurina A nella tabella della pagina
sotto) da utilizzare anche degli stessi biscotti sbriciolati; e un non meglio precisato successiva) ha solo mangiato
per rendere più e infine dei cupcake all'infuso «estratto di cannabis» i dolci, bevendo esclusivamente
gradevole di cannabis con glassa (senza Thc). Inoltre, la redazione acqua naturale; un altro
il test. alla crema di formaggio. de Il Cucchiaio d'Argento ha sia mangiato sia bevuto
Per queste ultime si è utilizzato ha preparato un decotto a base i preparati contenenti cannabis
un infuso preparato d'infiorescenze femminili (B); un altro ancora (C)
con sei grammi di trinciato di cannabis trinciate, ha solo assunto le tre bevande.
di cannabis light macerato acquistate in un altro negozio Le quantità sono state
nel latte caldo. A questi alimenti dell'hinterland milanese: determinate dalla sensazione
abbiamo aggiunto una tavoletta per ottenerne una caraffa, hanno di sazietà dei tre soggetti.

NOVEMBRE 2018 11
PRIMO PIANO LA CANAPA E I SUOI EFFETTI

LE CONSEGUENZE SULL'ORGANISMO L'OPINIONE DEL RICERCATORE

TE
QUANTI RISCHI AL VOLANT NE SAPPIAMO
In assenza di una letteratura scientifica e l'accelerazione, nonn più TROPPO POCO
adeguata, come spiegato dal dottor Luigi correlate con le efettive
Cervo nel riquadro a sinistra, si possono condizioni della stradda.
solo formulare ipotesi sulle conseguenze DISTORSIONE sp pazio-temporale,
dell'assunzione della cannabis light, basate diicoltà di coordinazione
zione tra le azioni
su quanto è ormai noto a proposito della e della percezione delle situazioni di rischio.
canapa illegale e di quella terapeutica, la cui
produzione in Italia è consentita al solo Questi efetti si manifestano, con
Stabilimento chimico farmaceutico militare diferenze dovute alla soggettività
di Firenze. Ecco gli efetti finora accertati. metabolica, circa un'ora dopo aver fumato
o due ore dopo aver ingerito la cannabis
RIDUZIONE dell'attenzione, e possono essere amplificati dall'uso
della capacità di giudizio, della memoria dell'alcol. Quanto all'uso alimentare della
a breve termine, della percezione degli sostanza, i ricercatori segnalano i pericoli
stimoli luminosi periferici e della visione derivanti dall'assenza di una normativa
laterale, del controllo dei movimenti oculari. chiara, che permetta di sapere da quale
AUMENTO dei tempi di reazione, piante provenga il principio attivo
degli errori in azioni come la frenata e se siano rispettati i limiti di legge.

distorsione nella stima della velocità, peg- commerciale aggressivo – sono ancora po- «Noi oggi ci esprimiamo per un no
giore percezione degli stimoli luminosi, er- co note dal punto di vista scientifico. Man- alla cannabis light, nella misura in cui
rori nelle fasi di frenata e accelerazione. cano studi approfonditi sulle possibili con- manca ancora una serie di studi scientifici
I risultati, non esaustivi, data la limitatez- seguenze derivanti da un'assunzione mas- che ne dimostrino la presunta assenza
za del campione, ma per certi aspetti signi- siccia o prolungata di cibi e bevande conte- di nocività, soprattutto in relazione
a problemi concernenti la guida di veicoli,
ficativi, sono sintetizzati nelle tabelle e nelle nenti quantitativi pur modesti di Thc.
la percezione del pericolo e il controllo
considerazioni conclusive della pagina a
dei propri riflessi». Non ha dubbi il dottor
fianco. Qui, però, vogliamo sottolineare un PERICOLI NASCOSTI Luigi Cervo (nella foto), responsabile
altro aspetto importante, evidenziato nel ri- Del resto, anche il Consiglio superiore di del Laboratorio di psicofarmacologia
quadro a destra anche dagli esperti dell'Isti- sanità ha già espresso il proprio parere con- sperimentale dell'Istituto di ricerche
tuto di ricerche farmacologiche Mario Negri trario alla libera vendita di questi prodotti in farmacologiche Mario Negri di Milano,
di Milano: uno dei problemi principali è che un documento rilasciato il 10 aprile, ritenen- attivo dal 1963. «Quello che manca»,
queste sostanze – un po' disinvoltamente do di non poterne escludere la pericolosità. prosegue Cervo, «sono ricerche cliniche
definite light e oggetto di uno sfruttamento Questo perché i principi attivi assunti con le che ne accertino gli effetti soprattutto
infiorescenze di cannabis sativa «possono dopo un'esposizione cronica; del resto,
La dottoressa Alida Faillace penetrare e accumularsi in alcuni tessuti, tra all'interno della pianta della canapa è
ha anche raccolto i campioni cui cervello e grasso, ben oltre le concentra- presente almeno un centinaio di elementi
da far analizzare al Laboratorio zioni plasmatiche misurabili»; inoltre, il con- chimici che potrebbero avere un'azione
di tossicologia forense farmacologica. Nella canapa light, come
dell'Università di Pavia
sumo «avviene al di fuori di ogni possibilità
in quella normale, esistono sostanze
di monitoraggio e controllo della quantità ef-
che penetrano nel sistema nervoso
fettivamente assunta e quindi degli efetti
centrale e ne alterano le funzioni.
psicotropi che questa possa produrre, sia a In particolare rallentano i riflessi, riducono
breve sia a lungo termine» e non sono stati la percezione del pericolo e determinano
valutati i rischi connessi a condizioni specifi- un calo notevole dell'attenzione». Dunque,
che, come la presenza di patologie e l'intera- la diffusione di negozi che vendono
zione con farmaci e alcolici. liberamente prodotti legali (e no, come
Insomma, nel dubbio, è sempre meglio abbiamo dimostrato) genera un certo
astenersi dall'assumere qualsiasi prodotto, allarme sociale: «Il fatto che si parli molto
anche lecito, a base di cannabis light. Specie di una cannabis light che si presume non
se si ha l'intenzione o la necessità di metter- abbia molti effetti può diffondere l'idea
si al volante. Il Codice della strada, lo ricor- di avere a che fare con qualcosa di buono
diamo ancora, vieta la guida «in stato di al- tout court, ma non è così. La canapa può
terazione psicofisica per uso di sostanze avere efficacia terapeutica su soggetti
stupefacenti». E la cannabis rientra nelle ta- malati (per esempio, di sclerosi multipla),
ma anche portare le persone sane
belle delle sostanze stupefacenti e psicotro-
a una dipendenza non dissimile da quella
pe redatte dal ministero della Salute. Senza
di altre sostanze».
distinzioni tra leggera e no.

12 NOVEMBRE 2018
LE PROVE
IN PISTA PRIMA E DOPO IL PASTO

A
l Centro prove
di Quattroruote I DATI DEGLI STRUMENTI
è toccato il compito TESTER A TESTER B TESTER C
di definire una serie di test Riflessi statico Prima Dopo Prima Dopo Prima Dopo
mirati a verificare l'influenza
dei prodotti a base di cannabis Tempo di reaz. (millisec) 355 347 277 278 292 391
sul comportamento alla guida. Omissioni 0 1 0 0 1 0
Tutte le prove sono state Falsi allarmi 1 8 3 3 2 9
afrontate sul nostro impianto
di Vairano con un'auto Slalom cronometrato
mai guidata in precedenza Tempo (secondi) 19,8 20,2 19,9 19,3 22,4 23,7
da nessuno dei driver e sono Birilli abbattuti 0 0 0 0 0 0
state ripetute prima e dopo
l'assunzione dei cibi e delle Tempi di reazione in movimento
bevande, lasciando trascorrere Tempo di reaz. (millisec) 526 542 495 462 584 542
un intervallo tra i test Media oraria (km/h) 21,6 16,9 21,2 23,4 13,0 14,4
considerato suiciente
dal medico per permettere Velocità percepita/misurata (km/h)
di valutare gli eventuali Velocità richiesta 50 50 50 50 50 50
efetti delle sostanze Percepita la 1a volta 44 50 33 39 34 72
psicotrope (in particolare
del Thc) sugli organismi. Percepita la 2a volta 45 49 36 38 37 42
La prima prova consisteva
nel rilevamento dei tempi
di reazione nell'azionamento
CONCLUSIONI

N
del pedale del freno a 30 on bisogna farsi trarre comportamentali o danni (passati da 1 a 8 per il tester A
stimoli visivi con l'auto ferma; in inganno dagli esiti cognitivi, com'è provato che e da 2 a 9 per il tester C), ovvero
la seconda, in uno slalom tutto sommato non avviene con la cannabis ad alto gli azionamenti del pedale del
cronometrato tra birilli; catastrofici di queste prove. contenuto di Thc. Inoltre, freno in assenza di stimolo visivo,
la terza, ancora nella Per vari motivi. Innanzitutto, gli gli eventuali miglioramenti nella prova statica dei riflessi.
determinazione dei tempi esami di laboratori non hanno dei driver nei test vanno visti, Un possibile segno di minore
di reazione a stimoli visivi, rilevato tracce di Thc, Cbd come sempre in questo genere concentrazione, al quale si
ma con il veicolo in movimento; e Cbn nei campioni biologici di prove, anche alla luce aggiunge un aumento del tempo
© Riproduzione riservata

l'ultima, nell'indicazione dei tre test, ma questo della maggiore conoscenza del di reazione a veicolo fermo
da parte del guidatore non significa che quantitativi percorso, dei compiti e dell'auto del tester C, che ha anche messo
della velocità percepita, con maggiori di prodotti contenenti da parte dei soggetti. Quello che, in luce una percezione distorta
il tachimetro completamente cannabis light o una loro però, si nota è che due di loro della velocità stimata rispetto
oscurato. Nelle tabelle a fianco assunzione prolungata non hanno incrementato in maniera a quella efettiva. La prudenza,
abbiamo riportato i risultati. possano causare alterazioni significativa i falsi allarmi quindi, è d'obbligo.

NOVEMBRE 2018 13
DRIVE 4 FUN
NUOVA SUZUKI VITARA, È ORA DI DIVERTIRSI.

Seguici su suzuki.it
•6,67(0,',*8,'$6(0,˿$872120$ 7XDGD
17.900 €
• TECNOLOGIA SUZUKI 4X4 ALLGRIP *

• NUOVI MOTORI TURBO BOOSTERJET


• NUOVO DESIGN E INTERNI RINNOVATI con tutto di serie

Consumo ciclo combinato gamma Vitara secondo standard NEDC: da 5,3 a 6,3 l/100km. Emissioni
&2˄ VHFRQGR VWDQGDUG 1('& GD  D  JNP 3UH]]R SURPR FKLDYL LQ PDQR ULIHULWR D 1XRYD
9LWDUD  %RRVWHUMHW :' &RRO ,37 3)8 H YHUQLFH PHW HVFOXVL  LQ FDVR GL SHUPXWD R URWWDPD]LRQH
SUHVVR L FRQFHVVLRQDUL FKH DGHULVFRQR DOOʧLQL]LDWLYD H SHU LPPDWULFROD]LRQL HQWUR LO 
TENDENZE • CRONACHE • MONDO QUATTRORUOTE

STORIE D'AUTO
A QUALCUNO
PIACE DA RECORD
Ai numerosi primati ottenuti grazie ai suoi viadotti,
la Cina aggiunge quello dell'Hong Kong-Zhuhai-Macao
bridge, il più lungo ponte stradale sull'acqua del mondo

uesta volta non ci saranno marino più lungo del pianeta.

Q contestazioni. Nel 2011, la Cina


battagliò per ottenere per il suo
Jiaozhou Bay bridge il titolo di ponte
Anche in questo caso, però, soltanto
considerandolo nel suo insieme.
Lo spettacolare viadotto principale
sull'acqua più lungo del mondo, (nella foto), infatti, non supera i 30
che contendeva al Lake Pontchartrain chilometri e 6,7 sono quelli attribuiti
Causeway, in Louisiana. La massima autorità al tunnel che collega le due isole
in materia, il Guinness world record, risolse artificiali previste dal progetto.
la questione con una decisione salomonica:
la strada rialzata americana può ancora PREDOMINIO ASSOLUTO
vantare, con i suoi 38 chilometri, il primato L'Hong Kong-Zhuhai-Macao Bridge
come viadotto singolo, mentre i 42,5 (per gli amici, Hzmb), progettato per
dell'opera asiatica, costituita da ponti resistere a terremoti, tifoni e all'impatto
e tunnel, hanno conquistato quello come di una nave da 300 mila tonnellate,
struttura complessa. Ma i 55 chilometri va ad aggiungersi alla lunga lista
del collegamento, in fase d'inaugurazione, d'infrastrutture stradali cinesi da primato,
tra le regioni amministrative speciali anche per altezza: il Beipanjiang, inaugurato
di Hong Kong/Macao e la Cina continentale nel 2016, sospeso a 565 metri da terra,
eguagliano senza tema di smentita il record superò il connazionale Sidu river bridge,
della sopraelevata di Bang Na, in Thailandia, che staziona appena sopra i 500.
e si assicurano il primato di ponte stradale Manuela Piscini

400
MILA TONNELLATE

55
La quantità di acciaio
utilizzato per realizzare
la struttura sarebbe
bastata a costruire
20
MILIARDI
CHILOMETRI 60 volte la Torre Eifel. Il costo finale
A conquistare il record è I lavori sono iniziati (quasi 20 miliardi
© Riproduzione riservata

la lunghezza complessiva a fine 2009 per essere di euro), raddoppiato


della struttura. Il ponte completati, in ritardo rispetto a quello
principale a tre campate di un anno, nel novembre preventivato,
strallate misura "solo" 2017. L'inaugurazione, è stato sostenuto
29,6 chilometri. più volte rimandata, per il 44,5%
Un tunnel di 6,7 collega è prevista entro dal governo
due isole artificiali la fine di ottobre centrale cinese

NOVEMBRE 2018 17
STORIE D'AUTO SCENARI

Nemici giurati dopo


il ritiro unilaterale degli Stati
Uniti dall'accordo con l'Iran
sul nucleare, i presidenti
dei due Paesi, Hassan Rohani
(a sinistra) e Donald Trump,
non si sono mai incontrati

TRA I DUE LITIGANTI


IL TERZO GODE
Sotto la minaccia delle sanzioni imposte da Trump all'Iran,
i produttori europei abbandonano in massa il Paese guidato
da Hassan Rohani. E i cinesi sono pronti ad approfittarne

D
ue milioni di vetture non riguardano soltanto l'Iran, E non voleva fermarsi lì. tedesche hanno congelato
l'anno nel 2020, ma pure chi con Teheran Anzi, in joint venture con i due i piani commerciali: la Daimler
forse tre nel 2025: commercia. Risultato: in pochi maggiori costruttori locali, ha fermato una nascente
le premesse per la nascita in Iran mesi, sul libero mercato, Iran Khodro e Saipa, aveva collaborazione sui veicoli pesanti,
di un grande mercato auto il rial ha perso due terzi pianificato investimenti la Volkswagen il ritorno
c'erano tutte, dopo l'accordo del suo valore contro il dollaro per 700 milioni di euro, nel Paese con Passat e Tiguan.
sul nucleare (Vienna, 2015) e l'inflazione è andata alle stelle. con la nascita di due nuove Tutto fermo? Quasi, perché
e la conseguente fine fabbriche, per costruire 350 mila le sanzioni Usa non hanno
delle sanzioni Onu verso INDIETRO TUTTA vetture l'anno. Ha fermato tutto intimorito i cinesi. Anche perché
l'ex Persia. Del resto, la ripresa Parallelamente, più o meno anche la Renault (per la quale basta un parziale assemblaggio
era stata immediata, tanto che controvoglia, i costruttori europei l'Iran rappresenta l'ottavo locale (in pratica, vetture
nel 2017 le vendite erano hanno dovuto fare marcia mercato al mondo, con le 162 importate a pezzi e rimesse
andate alla grande, fino indietro: troppo forte il rischio mila unità vendute nel 2017), assieme in terra persiana)
a sfiorare il record del 2011: 1,6 di vedersi sbarrare le porte che aveva in programma l'avvio per evitare le tasse che gravano
milioni di unità. E pure i primi sul versante americano, della produzione in loco sui veicoli d'importazione. Sicché
© Riproduzione riservata

sei mesi del '18 hanno chiuso sia per chi c'è già sia per chi di Duster e Symbol: altre 350 una citycar made in China
in positivo, con 768 mila unità. ha in programma di ritornarvi mila macchine. Messi assieme, viene a costare meno di 4 mila
Peccato che il cambio di rotta a breve, come la Peugeot. gli investimenti francesi dollari. Del resto, la storia
dell'amministrazione Trump Che in Iran ci sta fin dagli anni avrebbero portato la produzione insegna che, in tempi di sanzioni,
abbia buttato all'aria tutto. 60 e nel 2017 vi ha venduto iraniana oltre i due milioni ognuno si arrangia come può.
Le nuove sanzioni ben 440 mila macchine. di unità l'anno. Pure le Case Massimo Nascimbene

18 NOVEMBRE 2018
New
Empowered
by design

Il Nuovo Honda HR-V è pronto a emozionarti con la forza di un design più elegante e sofisticato.
Gli interni, ancora più avvolgenti e confortevoli, ti sorprenderanno per la loro qualità superiore
e la versatilità dei Magic Seats, pratici ed intuitivi. Il motore 1.5 VTEC garantisce alte prestazioni
e massima efficienza grazie agli avanzati sistemi di assistenza alla guida ADAS.

L’immagine mostrata si riferisce alla versione 1.5 i-VTEC Executive. Dati su consumi ed emissioni gamma HR-V: WLTC consumi da 6,6 a 6,8 l/100Km (ciclo combinato),
emissioni CO2 da 148 a 155 gr/Km (ciclo combinato). NEDC consumi da 5,3 a 5,8 l/100Km (ciclo combinato), emissioni CO2 da 121 a 132 gr/Km (ciclo combinato).
STORIE D'AUTO CAR ECONOMY

SE CINGUETTARE
COSTA CARO

C'
è chi si è rovinato mentre fumava cannabis
al gioco. Chi è andato in visibile stato di alterazione.
in bancarotta per colpa Subito dopo l'accordo con la Sec,
dell'alcol. E chi è entrato in crisi ha preso in giro l'authority
correndo dietro a qualche storpiandone l'acronimo
sottana. La storia è piena in Shortseller enrichment
di imprenditori ricchi commission (commissione
e sconsiderati. Mancava solo per l'arricchimento dei venditori
chi con un "cinguettio" riuscisse allo scoperto). E non è finita.
a gettare dalla finestra almeno Prima ancora, a metà luglio,
40 milioni di dollari. Ora è aveva dato del pedofilo
arrivato: è l'usignolo di Pretoria, a un sub soccorritore dei ragazzi
al secolo Elon Musk. Il genialoide rimasti intrappolati
businessman sudafricano, ma in una caverna in Thailandia.
naturalizzato statunitense, ha Ha annunciato, sempre
una vera ossessione per Twitter. cinguettando, di voler aprire
Spesso insana. Come nel caso una fabbrica di caramelle
del 7 agosto, con un post in cui e di voler aggiungere
Elon Musk, classe '71,
ha annunciato il ritiro della Tesla al merchandising della Tesla è il fondatore di Tesla,
dalla Borsa a 420 dollari dei sexy short. Una delle sue SpaceX, SolarCity,
per azione, afermando società, The Boring company, The Boring Company
di disporre già dei capitali ha prodotto e venduto e anche l'ispiratore
necessari. Risultato: multa un lanciafiamme che è andato di Hyperloop. Maniaco
di Twitter, non ama
di 40 milioni di dollari dalla Sec, esaurito. Che anche Musk sia invece Instagram che,
la Consob Usa, e inibizione esaurito iniziano a pensarlo a suo giudizio, fornisce
per tre anni dala carica in molti: un altro riccastro una rappresentazione
di presidente (al momento planetario, Richard Branson, falsata della vita
in cui scrivo il più accreditato il signor Virgin, gli ha quotidiana. Qui sotto,
a prenderne il posto è James pubblicamente consigliato, il grafico delle azioni
Tesla con il picco
Murdoch, figlio di Rupert, il re come anche alcuni degli azionisti massimo del 2018
dell'etere). Se poi guardiamo Tesla, di riposarsi e imparare
all'andamento del titolo, quel a delegare. Cosa diicile
LA CASA DI FREMONT IN BORSA NEL 2018
giorno le azioni Tesla hanno in questa fase, vista l'emorragia 390
toccato il massimo a 387,46 di manager in fuga dalla Casa 7 agosto
dollari, con una capitalizzazione di Fremont. Lui però va avanti $
370
record di 64,75 miliardi. Poi però imperterrito. E ha twittato:
il bluf è venuto allo scoperto «Ora voglio creare un mecha»,
350
e il valore della Casa è sceso cioè un robot a guida umana stile
in picchiata ai 44,23 miliardi Jeeg Robot, Goldrake o Mazinga.
330
di dollari del 15 ottobre L'ultima trovata di Musk (chissà
Valore delle azioni in dollari

(bruciandone 20,5 miliardi quante altre ce ne saranno


o, se preferite, il 31,7%, quasi mentre Quattroruote è 310
un terzo del valore). Un tonfo in edicola) è la produzione
© Riproduzione riservata

su cui hanno influito molti di tequila a marchio Teslaquila. 290


fattori, comprese le diicoltà Gli "elonisti" si augurano faccia
(poi normalizzate) di consegna bum bum come le vendite Tesla 270
della Model 3, ma che è anche a settembre: +550%.
2018
frutto della twittermania. Fabio De Rossi 250
Musk è comparso in un podcast Twitter@derossi4R gen feb mar apr mag giu lug ago set ott

20 NOVEMBRE 2018
SICURI DA NUOVI,
SICURI DA USURATI(1),
IN OGNI CONDIZIONE
INVERNALE

à
NOVIT

#/.$):)/.) INVERNALI OCCASIONALI CONDIZIONI INVERNALI FREQUENTI

e d a
(a) (b) (c) (d)

e d a- b
(a) (b) (c) (d)
B-C B da 68 a 69 dB C* B 69 dB

(1) Nuovo e Usurato. (Usurato significa usurato meccanicamente “raspatura”alla profondità dell’indicatore di usura battistrada
previsto dal regolamento europeo UN/ECE R30r03f), sulla misura 205/55 R16 91H MICHELIN CrossClimate+, è al di sopra della
soglia posta dal Regolamento Europeo R117 in aderenza su bagnato sia nella categoria “pneumatico da neve” sia nella
categoria “pneumatico normale”. *Da nuovo e da usurato, sulla misura 205/55 R16, MICHELIN Alpin 6 é al di sopra della soglia
di aderenza sul bagnato richiesto dal Regolamento Europeo R117. Certificato 3PMSF da nuovo, ha una eccellente trazione
su neve da usurato. Test di accelerazione su neve e test di trazione condotti da TÜV SUD a dicembre 2017. Sul “pneumatico
usurato” la profondità di scultura, ottenuta da una macchina (raspatrice), corrisponde agli indicatori di usura del battistrada,
secondo la normativa europea per l’indicatore di usura ECE R30r03f. NB: rispettare la legislazione locale per i pneumatici
invernali.
(a) Efficienza in consumo di carburante (da A a G). (b) Aderenza su bagnato (da A a G). (c) Categoria del rumore di rotolamento
esterno (da 1 a 3). (d) Valore misurato dal rumore di rotolamento esterno in decibel (onde) **Per la maggioranza delle misure.

Informazioni corrette alla data di pubblicazione. Michelin 855 200 507 RCS CLERMONT FERRAND
STORIE D'AUTO PARLA MICHAEL LOHSCHELLER

FAREMO PACE!
CON IL MERCATO
Il piano strategico presentato un anno fa comincia a dare risultati.
E con la nuova Corsa, anche in versione elettrica, in arrivo entro
il 2019, il ceo della Opel può guardare al futuro con cauto ottimismo
di Gian Luca Pellegrini

A
marzo, quando l'ho incon- portanti del lancio. Per quanto riguarda in- È vero che avete ridotto i margini
trato l'ultima volta, Michael vece le piattaforme, con il piano Pace! scen- dei dealer?
Lohscheller guidava la Opel, deranno da nove a due. E saranno multi- Abbiamo adottato una formula diversa
acquisita dalla PSA nel energy platforms, ovvero pronte anche per che premia i risultati. Se i concessionari sono
marzo 2017, da qualche le versioni a batteria. Ridurremo pure il nu- bravi, guadagneranno di più. La performan-
mese. E sembrava piuttosto preoccupato mero di motori. Anche il Vivaro sarà realiz- ce vale per tutti i settori della Opel.
della situazione che gli si prospettava. zato su base PSA.
Avete ridotto il top management
Oggi è più tranquillo? Il diesel rimane al centro del dibattito del 25% e annunciato un piano di tagli
Senza dubbio sì. Quando, nel novembre sul futuro dei motori... della forza lavoro. Ma il potentissimo
2017, lanciammo il piano Pace!, il mercato Diicile fare previsioni. Di sicuro, bisogna sindacato IG Metall ha negoziato un
era dubbioso: tante volte la Opel ha annun- raggiungere gli obiettivi sempre più strin- aumento dei salari del 4,3%. Riducete
ciato un rilancio che poi non è arrivato. Oggi, genti sulla CO2. Continueremo a ofrire tutte i costi prepensionando personale,
dopo un anno, possiamo dire che Pace! sta le varianti in modo flessibile. Nel 2017, il per pagare di più quello che rimane…
funzionando. I risultati finanziari dei primi sei diesel è sceso molto in alcuni mercati, ma Abbiamo firmato anche un altro accordo
mesi sono buoni, stiamo capendo in fretta ora si sta stabilizzando. La gente capisce che bilaterale che prevede la fuoriuscita di
che cosa funziona e che cosa no. Magari non il Tco, il costo totale della proprietà, è più fa- 3.700 dipendenti e nessun incremento de-
è tutto ancora perfetto, ma stiamo seguen- vorevole. gli stipendi nel 2019 e nel 2020. In cambio,
do la strada che abbiamo disegnato. garantiamo investimenti sui siti produttivi.
Nel piano, annunciate un risparmio
E sul fronte delle vendite? medio di 700 euro a macchina Un altro tema fondamentale
In settembre abbiamo superato il 7% di grazie alle sinergie con PSA. Vi state è la razionalizzazione industriale.
quota in Europa, grazie alla disponibilità di avvicinando a questo obiettivo? Aveva promesso di tenere tutte
auto omologate Wltp: 127 motori Euro 6d- Il target è fissato entro il 2020. Se andia- le fabbriche aperte: sarà così?
Temp che non temono limitazioni al traico. mo avanti così, siamo sulla strada giusta. Ogni promessa è debito. Abbiamo fatto
Chi non aveva la gamma pronta si è precipi- grandi investimenti in Germania, Gran Bre-
tato a immatricolare entro agosto, salvo poi, Anche per quanto riguarda i risultati tagna, Spagna, Ungheria, Austria e Polonia.
il mese dopo, vedere crollare le consegne. finanziari della Opel?
Noi in agosto ci siamo comportati come al Le performance sono migliorate grazie al La Opel sarà la testa di ponte della PSA
solito e in settembre abbiamo colto l'occa- lavoro sulla redditività per singolo pezzo e nel mondo elettrico.
sione della latitanza della concorrenza. Sia- ai tagli sui costi variabili e fissi. Il piano prevede quattro EV nel 2020,
mo saliti in tutti i mercati. In ogni caso, dob- mentre entro il 2024 ogni modello avrà una
biamo rinnovare l'intera flotta. In vent'anni di perdite, nessuno variante elettrificata. Siamo in un gruppo
dei sei piani di recupero ha funzionato. forte che vuole avere una leadership in que-
Come procedono le sinergie con PSA? Perché Pace! dovrebbe? sto segmento, ma non per questo la Opel
Abbiamo preso decisioni drastiche sul Perché abbiamo affrontato tutti gli diverrà un brand esclusivamente elettrico.
piano prodotto e sulle piattaforme da con- aspetti del business: costruzione, distribu-
dividere. Confermo che la nuova Corsa, an- zione, vendita. Non dimentichiamoci che, Dunque avrete già delineato quale sarà
che elettrica, arriverà nel '19. È un modello quando eravamo nell'orbita GM, il paragone la crescita del segmento…
importante per la Opel, dal punto di vista sia con le attività negli States e in Cina era ine- Prima di tutto bisogna capire quale sia il
della reputazione sia dei numeri. Motori ine- vitabilmente penalizzante per noi. Ora, ab- reale bilancio energetico complessivo,
diti e l'elettrificazione saranno gli elementi biamo anche più libertà d'azione. quando l'elettricità non è prodotta da fonti

22 NOVEMBRE 2018
IL MARATONETA
DEI CONTI
Tedesco, cinquant'anni
il 12 novembre, Michael
Lohscheller è ceo
della Opel dal giugno '17.
Sulla poltrona che
per un quinquennio
è stata di Karl-Thomas
Neumann si è seduto
all'indomani
dell'acquisizione
della Casa di Rüsselsheim
da parte della PSA.
Alla carica è arrivato
da direttore finanziario,
posizione che occupava
dal 2012. In precedenza,
ha lavorato negli Stati
Uniti per il gruppo
rinnovabili. L'autonomia è un problema sem- Volkswagen. Appassionato
maratoneta, Lohscheller
pre minore, poi ci sono il prezzo e la rete di è sposato
ricarica. L'industria afronterà le prime due e ha due figli.
istanze. La terza dev'essere risolta da qual-
cun altro. Infine, c'è il non banale dettaglio
che chi produce queste macchine deve an-
che guadagnare.

Si può davvero guadagnare sulle EV?


Mettiamola così: dobbiamo per forza
produrre utili su ogni modello prodotto.

Ma i margini sono inevitabilmente


più bassi.
Certo. I costi di sviluppo sono alti. Ma il
business dev'essere profittevole, altrimenti
non è business.

Chi deve farsi carico dei costi


delle infrastrutture?
I governi e le società energetiche. Di cer-
to l'industria non può farsi carico di tutto.

Gli incentivi sono necessari?


Sono sicuramente utili per far conoscere
i vantaggi della tecnologia. Ma può essere
un modello sostenibile a lungo?

A quali mercati extraeuropei guardate?


Africa, Medio Oriente, Sud America. Dob-
biamo discutere se c'è spazio in Cina. Penso
che torneremo in Russia, dopo averla lascia-
ta anni fa. Ora è più facile, il brand è cono-
sciuto. Opel goes global.

Quando sarà definitivamente tagliato


il cordone ombelicale con la GM?
© Riproduzione riservata

Alcuni accordi sono ancora in essere, e lo


saranno almeno fino al 2020-21. Quando
nel 2024 avremo soltanto piattaforme con-
divise con il gruppo PSA, il nostro rapporto
con la GM sarà del tutto concluso.

NOVEMBRE 2018 23
STORIE D'AUTO CORRISPONDENTI ESTERI

ELETTRICA
PARTNER
Quattroruote
Russia è una
delle 14 riviste

D'ASSALTO
del nostro network,
che si estende
in altrettanti Paesi
in tre continenti

Dal mitra che non s'inceppa alla berlina che non inquina.
La Kalashnikov vuole fare concorrenza alla Tesla.
In realtà, confermano i colleghi russi, è solo propaganda

N
ell'immaginario dell'ennesimo avversario in catalogo anche droni, barche l'unico scopo di mettere sotto
collettivo, Kalashnikov della Tesla ha suscitato, e persino capi d'abbigliamento i riflettori il potenziale
è "il" fucile automatico. comprensibilmente, l'attenzione per cacciatori. Nonché, aziendale in materia di batterie
Il produttore dell'AK-47, che dei media di tutto il mondo. in passato, motociclette e auto. e motori elettrici. Potenziale,
ha legato il suo nome a tante Svanito il clamore del momento, E proprio sulla base della vecchia perché nessuno ha avuto modo,
rivoluzioni, ha recentemente però, l'evento assume sempre IZH 21252 Combi degli anni 70 e probabilmente mai lo avrà,
dichiarato di essere pronto più i contorni di un'azione è nata la concept CV1, che, di verificare l'esattezza
a combattere anche in campo di abile propaganda. Come in efetti, nulla fa per nascondere delle sbandierate caratteristiche
automobilistico. A fine agosto, ci conferma David Akopyan, le ascendenze sovietiche. tecniche: accumulatore
all'International military collega della redazione All'epoca, del resto, riscosse da 90 kWh, potenza di 299
and technical forum di Mosca, di Quattroruote Russia, che un gran successo, grazie cavalli e autonomia di oltre
in pratica un Salone per l'esercito ha potuto meglio sondare alle sue doti di robustezza 350 chilometri. Bocche sigillate,
russo, accanto ai suoi leggendari le intenzioni dall'azienda, e alle capacità fuoristradistiche. invece, quanto ai tempi
mitra, ha esposto la CV1, vettura che peraltro non è alla sua prima Dove non eccelle, ora come di ricarica. E nessuna risposta
dall'aspetto nostalgico ma diversificazione. Dal 2013, allora, è in aerodinamica, qualità nemmeno sulla tempistica
dall'anima moderna. L'ingresso infatti, il marchio fa parte non secondaria in un veicolo del lancio commerciale. Forse
nella guerra elettrica di un consorzio statale che ha elettrico. Un'ulteriore conferma per la Kalashnikov il passo
dell'idea che, nonostante da fare dalle rivoluzioni rosse
le altisonanti dichiarazioni a quella verde è ancora lungo.
dei manager russi, l'incursione in collaborazione con
nel territorio di Elon Musk abbia Quattroruote Russia

La Kalashnikov CV1
è un prototipo elettrico
realizzato partendo
dalla IZH 21252 Combi
(nota anche come
Moskvitch 1500),
prodotta in Urss
dal '73 al '97

© Riproduzione riservata

24 NOVEMBRE 2018
STORIE D'AUTO RITRATTI

MEZZO SECOLO
TRA I PILOTI
A Monza, lo scorso settembre, Ercole Colombo
ha festeggiato il suo 700° Gran Premio da fotografo
del Circus. Una carriera inaugurata nel 1970

A
utodidatta, noto anche Ricordo quel 27 ottobre Com'erano i piloti di allora? Mi chiese cosa ne pensassi
per la sua straordinaria come se fosse ieri: per un Diversi da quelli di oggi, che e poi me lo diede. Da quel
collezione di caschi, il fotografo quel riconoscimento invece di avere sempre il sorriso giorno ne ho collezionati più
monzese Ercole Colombo è uno era come un Oscar, anche perché stampato in faccia, di ridere di 140: l'ultimo me l'ha regalato
dei più apprezzati fotografi della veniva consegnato da Enzo e scherzare, di solito girano Fernando Alonso lo scorso
Formula 1 degli ultimi 50 anni. Ferrari in persona. Quel giorno con musi lunghi e cappellino settembre, a Monza, per i miei
è iniziato il nostro rapporto sugli occhi. All'epoca eravamo 700 GP di F.1. E ricordo la volta
Come ha conquistato il primo di stima reciproca: ho perso tutti amici. Spesso, tra una gara in cui Mario Andretti mi promise
pass per il Circus? il conto delle volte in cui ci siamo e l'altra, si andava in vacanza il suo: non ci sentimmo per mesi,
Negli anni 60 lavoravo confrontati su una gara o su assieme. I rapporti erano così ma l'anno dopo, a Long Beach, si
in un'azienda. Per andare uno scatto (accanto al titolo, uno stretti che Alessandro Nannini, presentò con il suo casco per me.
alle gare mi mettevo in ferie. Poi dei preferiti del Commendatore quando fu vittima di quel
sono riuscito a vendere qualche con l'amato Gilles Villeneuve). terribile incidente con l'elicottero, Il segreto per lo scatto giusto?
foto e, piano piano, mi sono fatto Però, non posso dimenticare mi chiamò per dirmi: «Vieni La regola è una sola: per fare
spazio. Anche come giornalista. quando si lamentò di un mio a casa mia a farmi due foto, una buona foto, devi essere
Il mio primo Gran Premio pezzo sulla F. 2: per lui criticavo così le mandi fuori tu e gli altri nel posto giusto un momento
da fotografo in Formula 1 risale troppo la scuderia che correva la smettono di farmi agguati». prima che tutto accada.
al 1970, naturalmente a Monza. con i motori Ferrari. Gli dissi Ci vogliono occhio ed esperienza
che avrei smesso davanti Il primo a regalarle il suo casco per intuire che qualcosa di
Nel 1979 vinse il premio a propulsori vincenti. Due gare fu Elio De Angelis… importante potrebbe succedere
Dino Ferrari. Che rapporto dopo, Lamberto Leoni vinse Eravamo ai test di Rio e lui ne e quindi farsi trovare preparati.
aveva con il Drake? grazie alla nuova unità. stava provando uno nuovo. Francesca Galbiati

DI PADRE
IN FIGLIO
Classe 1944, Ercole
Colombo (qui in una
foto del 1991)
è nato a Monza.
Da bambino, seguiva
in autodromo
il padre Francesco,
appassionato di auto
e fotografia. Lo svago
in breve tempo
© Riproduzione riservata

si è trasformato
in passione.
Talmente forte
che, pur di vedere
le monoposto
da vicino, ha fatto
persino il barelliere

26 NOVEMBRE 2018
STORIE D'AUTO BELPAESE

PARCHEGGIO
DA PREMIO
Il Quick Parking Morelli di Napoli, ricavato all'interno di una cava,
è stato proclamato da migliaia di automobilisti l'autosilo più
bello del mondo. Con il doppio dei voti di quello arrivato secondo

D
a luogo di culto d'investimento, ofre 230 stalli vi si riunivano gli adoratori
greco-romano a rotazione (per un totale del dio Mitra. Nel '600 divenne
a cisterna, da rifugio di circa 2 mila vetture al giorno) un acquedotto. Nel 1853,
antiaereo a deposito giudiziario, e 250 box privati. Sempre aperto alla rete di cunicoli e cisterne
da discarica abbandonata e sorvegliato da 120 telecamere, si aggiunse il Tunnel borbonico,
per quarant'anni a parcheggio prevede anche numerosi servizi oggi una delle attrazioni
più bello del mondo. Davvero complementari: tra gli altri, turistiche della città, che serviva
una strepitosa trasformazione colonnine per la ricarica delle ai regnanti come via di fuga
quella che ha permesso auto elettriche, car washing, dal Palazzo verso il mare in caso
al parcheggio Morelli di Napoli deposito caschi per le moto di sommosse popolari. Quindi,
di essere incoronato World's ricoverate, nursery, bancomat. durante la Seconda guerra
coolest car park. Il contest, che Ma il Morelli non è soltanto mondiale, fu utilizzato come
coinvolge migliaia di utilizzatori un parcheggio che copre 20 mila rifugio antiaereo, per poi
in tutto il pianeta, chiamati metri quadrati e si sviluppa trasformarsi in deposito
a votare in base a una short list su sette piani (quattro fuori terra giudiziario di auto e moto.
di nove siti, è organizzato e tre sotto), serviti da ascensori
dalla Looking4, azienda inglese a vista con pareti di cristallo. FASCINO SENZA TEMPO
specializzata nella comparazione Al centro della struttura, Forte di tanta storia,
dei prezzi degli autosilo. Il Morelli, l'Agorà Morelli è uno spazio il Morelli, che nel 2011 ha già
uno dei cinquanta impianti multifunzionale di 500 metri ottenuto il premio Parcheggio
gestiti in Italia dal gruppo Quick quadrati che può ospitare europeo per l'innovazione,
No Problem Parking, ricavato mostre, workshop, convegni, è diventato il più cool dell'anno,
in un'enorme cava di tufo, ha eventi musicali e persino feste con il 39,6% delle preferenze,
risolto i problemi di parcheggio private. Il progetto è opera precedendo, rispettivamente,
di uno dei quartieri più vivaci degli architetti Fabrizio Gallichi l'AZ Saint-Lucas di Gand, Ascensori di cristallo in una cava
© Riproduzione riservata

di Napoli, Chiaia, ricco di negozi e Felipe Lozano. in Belgio, caratterizzato di tufo: il parcheggio Morelli di Napoli
e meta della movida notturna. dalle balaustre di metallo bianco ha saputo conquistare i votanti
Riaperto nel 2011 dopo CONCENTRATO DI STORIA traforato (19,6% dei voti), del World's coolest car park (nella
foto grande e in quella piccola in alto).
una complessa ristrutturazione L'imponente cava dove e il Victoria Gate di Leeds, in Gran Secondo si è classificato il belga AZ
che ha richiesto 18 mesi è stato ricavato il parcheggio Bretagna, tutto rivestito Saint-Lucas (al centro), terzo
di lavori e 30 milioni di euro Morelli è nota fin dall'antichità: di alluminio (11,4). S.C. l'inglese Victoria Gate (qui sopra)

28 NOVEMBRE 2018
STORIE D'AUTO CLASSIFICHE/1

PAESE CHE VAI


REGINA CHE TROVI
Fatto 100 l'immatricolato delle best seller nei maggiori mercati europei,
abbiamo calcolato il posizionamento delle inseguitrici. Per scoprire che alcune
regnano in splendida solitudine, mentre altre devono guardarsi le spalle

N
on c'è storia: imperatrice di spodestarla. A livello Tale sovranità è parimenti a ovest, dal Portogallo,
nient'afatto contrastata continentale, non ha proprio garantita anche a livello locale, per concludere il grand tour
del mercato europeo di che preoccuparsi. Anche nei diversi regni che in Grecia, in ordine di apparizione
è la Golf, casata Volkswagen, nei primi otto mesi di quest'anno compongono l'impero geografica). Mercati, però,
settima della stirpe. Come quelle il distacco dalla diretta automobilistico continentale? talmente diversi per dimensioni
che l'hanno preceduta, riesce inseguitrice, la Renault Clio, Per toglierci ogni dubbio, che i numeri assoluti faticano
a tenere a debita distanza è suiciente a garantirle abbiamo analizzato le vendite a rappresentare. Allora, abbiamo
le damigelle d'onore, principesse corona e scettro ancora a lungo nei 20 maggiori mercati portato a 100 le consegne
che avrebbero una gran voglia (vedere il grafico in alto a destra). (nella mappa qui sotto, partendo di ogni primatista nazionale

LE BEST SELLER NAZIONE PER NAZIONE


(rapporto % tra le immatricolazioni dei tre modelli più venduti - leader di mercato=100)
Renault Seat Renault Ford Hyundai Volkswagen Volkswagen Volkswagen Fiat Skoda
Clio Leon Clio Fiesta Tucson Go
Golf Polo Golf Panda Octavia
100%
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

2
Seeat Nissann Renault
Ib za Q h ai
Qashqa 3 Cl
3
Peug
ugeot 2
20
208 V lk w
2 Renault
Re Golf
o
80% Nissan
s Volkswagen
w
Clio 2
Qashqai
s Go
olflf
2
2 Volksw
swagen
wagen
up
p!
3
3 3
3
Volksw
swagen
Go
Golf Hyundai
Peugeot
g Tucson Volkswagen
w
60%
3008 Volkswagen
w Fiat
a
Peugeot
g Tiguan
u
Passa
Passat
s t 50 X
208
0

3
2 2
2 Vol sw e o
olo
3
Renaault
Captur
Captur Nissan
s
3 Qashqai
h
40% 3 Renau
n ullt Clio

Francia Gran Bretagna Irlanda Belgio Olanda Germania Italia Svizzera

30 NOVEMBRE 2018
LE TOP TEN CONTINENTALI
(immatricolazioni gennaio-agosto 2018)

Volkswagen Renault Volkswagen Ford Volkswagen Nissan Peugeot Skoda Renault Ford
Golf Clio Polo Fiesta Ti uan Qashqai 208 Octavia Captur Focus

e calcolato il distacco delle altre accontentare della parte nemmeno le regine in Ungheria la Spagna: Seat Leon appena
due best seller. Per capirci: inferiore della mappa e Romania, seppur con cifre oltre le 26 mila consegne, Ibiza
nel Paese natale, da gennaio (che, considerato l'afollamento, molto inferiori (come volevasi e Nissan Qashqai poco sopra
a aestà Golf dà i ma).
h ris . ,
c se ne, un r ardo c ia a su trono uasi ntratti er d n iare re se z u i i re e e denti,
n mmeno ass e e damig 78 i a ntratti, 50 iranti a a c n , 14 i e C i i Franc Ford
d nore no o a a ac o n .
a raggiungere. circa a e . on va a

Mo o di roduzione naziona e

eu eo i v To ot
sh c via c avi aris
100

80%

Fonte: elaborazioni Quattroruote su dati Jato © Riproduzione riservata


3

60%

40%

ri nim r Norve i v zi in n i Rep. Ceca P ni n heria R m ni r i

NOVEMBRE 2018 31
STORIE D'AUTO CLASSIFICHE/2

NON SOLO WEB

IL CAVALLINO CHI CRESCE


PIÙ FORTE

METTE LA FRECCIA Con un incremento di valore


del 18%, la Ferrari è l'unica
casa automobilstica presente
nella particolare classifica
Balzo della Ferrari nella classifica dei 100 marchi top al mondo dei marchi che sono cresciuti
compilata da Interbrand: il suo valore è salito del 18%. di più dal 2017 al 2018.
Ben 15 player dell'automotive in graduatoria, guidati dalla Toyota Il top growing brand
è Amazon (+56%), che ha

S
sfondato quota 100 miliardi
ale la Ferrari, la scelta vincente di privilegiare, a 5,7 miliardi di dollari): di dollari, seguito da un altro
la Volkswagen sorpassa nelle campagne di marketing, il Cavallino ha sfruttato il trend colosso del web, Netflix
il suo marchio premium l'importanza del marchio globale: di crescita dei marchi del lusso, (+45%). Poi ci sono Gucci,
Audi, entra la Subaru ed esce «La Casa ritiene fondamentale che hanno portato a casa Salesforce, Louis Vuitton,
la Tesla. Questi i dati più che l'auto che il cliente sta un incremento di valutazione Paypal, Mastercard e Adobe.
significativi del report 2018 comprando sia una Nissan prima del 42%. Complici le dichiarazioni Maranello è nona e precede
di Interbrand, che determina ancora che un'Altima o una di Elon Musk e i problemi l'americana Caterpillar.
il ranking dei 100 Best global Rogue», scrivono gli analisti, di produzione, infine, la Tesla
brands. Quindici quelli citando modelli venduti è uscita dalla top 100; al suo
dell'automotive, secondo solo negli Usa. Ma l'exploit più posto, la Subaru. F.B.
alla tecnologia, ben quattro significativo è quello della
tra i primi 20: la Toyota Ferrari. Entrata in classifica 13° 8° 7° 1°
si conferma al settimo posto lo scorso anno all'88esimo 20°
(53 miliardi di dollari di valore posto, nel 2018 ha
53,4
contro i 50 dello scorso anno); guadagnato ben otto
°
la Mercedes sale dal nono posizioni, ma 6 °35 48,6
3
all'ottavo (48,6 miliardi); la BMW soprattutto il 18%
°4 0°
è sempre 13esima (41 miliardi) in termini 1
2°4
e la Honda ventesima, a quota di valore 4 ,0
23,6 miliardi. La classifica (da 4,9
è ovviamente dominata
dagli over the top che portano
°
52

sul podio Apple, Google


e Amazon, nell'ordine. I posti
dal 35esimo al 42esimo sono
pressoché monopolizzati
da marchi auto con Ford, 23 7
Hyundai, Nissan,
Volkswagen e Audi. -1%
Proprio al costruttore
giapponese,
71°

in costante 3 5 14,0
13,
13 1
crescita di valore
dopo il boom 12,
22
del 2016,
78°

Interbrand 1 7
10,7
80°

dedica
un passaggio
+18%
del report in cui
sottolinea I 100 MARCHI
6,9 PIÙ QUOTATI
Il grafico evidenzia il posizionamento
90°

6,22 dei marchi automotive nella top 100


© Riproduzione riservata

55,8
8 di Interbrand, il valore di ognuno
e la relativa variazione rispetto al 2017.
52
5,2 Posizione di classifica
Valore del marchio (milioni di dollari)
4,2
100°

Variazione % 2016 su 2015


%

32 NOVEMBRE
STORIE D'AUTO TECNOLOGIA IN CHIARO

E LO SPECCHIO
NON C'È PIÙ
I retrovisori iniziano a essere sostituiti da schermi
che mostrano le immagini riprese dalle telecamere.
Costano di più, ma ofrono diversi vantaggi

QUANDO DOVE PERCHÉ


Il primo retrovisore Soltanto di recente, Rispetto al classico
interno digitale è stato il supplemento 2 retrovisore centrale,
montato nel 2016 alla serie di modifiche 04 gli specchietti digitali QUANTO IN CHE MODO
sulla Cadillac CT6, del Regolamento Ece R46, ofrono una visione Le prime a ofrire I retrovisori elettronici
mentre l'Audi e la Lexus entrato in vigore più ampia e non limitata (a richiesta) i retrovisori utilizzano telecamere
si contendono il primato nel giugno 2016, da eventuali passeggeri basati su telecamere montate sulla parte
per quelli esterni. ha adeguato la normativa posteriori oppure, e display sono vetture posteriore della vettura
Il 12 settembre, d'omologazione nelle station e nelle Suv, di lusso, visto che il costo (per il visore centrale)
la Casa giapponese ha comunitaria, introducendo dal carico. L'ingombro di tali dispositivi è e su supporti che
annunciato che li ofrirà la possibilità d'installare contenuto maggiore dei sistemi sostituiscono gli specchi
a richiesta sulla ES, sulle vetture le telecamere delle telecamere tradizionali. Di quanto, laterali, posizionate
inizialmente soltanto o Cms (Camera-monitor esterne, inoltre, lo sapremo a breve. in modo da essere
per il mercato interno, system) in luogo comporta vantaggi per riparate dall'acqua
precedendo di qualche dei retrovisori la resistenza o dalla neve. Nel caso
giorno l'Audi per convenzionali. Per questo aerodinamica di quella posteriore,
la e-tron. Anche motivo, attualmente, e i fruscii, più soggetta a sporcarsi,
sulla Suv a batterie la Cadillac, l'Audi e la Lexus e pure per può essere presente
i retrovisori digitali sono gli unici produttori la visibilità un sistema automatico
saranno optional. ad averli adottati. laterale. di pulizia. Le immagini
riprese sono
riprodotte su piccoli
schermi all'interno.
Sulla Lexus ES, il campo
d'azione delle camere
può essere allargato
automaticamente
in particolari condizioni,
come per esempio
in retromarcia
o quando s'inseriscono
gli indicatori di direzione
per cambiare corsia
o per svoltare, oppure
manualmente, quando
il guidatore lo ritiene
necessario. Inoltre,
la sensibilità del sensore
delle videocamere
consente di migliorare
la visuale in condizioni
ambientali diicili
© Riproduzione riservata

(buio, pioggia e così via).


Infine, l'immagine
sugli schermi viene
calibrata per non
abbagliare il conducente.
Roberto Boni

34 NOVEMBRE 2018
NEXEN TIRE MILANO BRANCH
VIALE MILANOFIORI, STRADA 6 PALAZZO N1, 20089 ROZZANO (MI)
E-MAIL nexentireitalia@nexentire.com http://it.nexentire.com
STORIE D'AUTO EVERGREEN

DOPPIO PASSAPORTO
PER LA MOKE
Finora prodotta soltanto a livello locale,
la spiaggina di Issigonis si sta attrezzando
per un ritorno alla grande. Anzi, due

V
oleva essere un mezzo British Motor Company (BMC)
militare, tentò nel '66, ebbe una seconda vita
una carriera come veicolo in Australia. Nell'80 approdò
da lavoro, non riuscì in Portogallo, nel '93 la Rover
ad avere successo nemmeno la cedette all'italiana Cagiva,
come vetturetta privata. Almeno che ne decretò la fine l'anno
in patria, dove trovò sbocco seguente. Vent'anni dopo,
soltanto un decimo della scaduto il brevetto, la cugina
produzione complessiva, valutata povera della Mini è pronta a più
in circa 40 mila esemplari. o meno fugaci apparizioni, molte non una, ma ben due aziende, Più concreta, la francese Burby
La Moke (mulo in inglese), delle quali a batteria, qua e là sulle rive opposte della Manica, ha provveduto un paio di anni
pur progettata da quel geniaccio in giro per il mondo. Perché sembrano convinte che i tempi fa a registrare il marchio
del design di Alec Issigonis, gli storici flop commerciali siano maturi per un ritorno (Moke ed E-Moke) ed è già
espresse il suo potenziale non sono mai riusciti a sopire alla grande. Sicuramente sul mercato con un paio
soltanto nei Paesi caldi, l'entusiasmo degli estimatori. con un orizzonte europeo, di versioni elettriche, forte
nelle vesti di spiaggina. Nata Si è trattato, finora, di avventure auspicabilmente persino globale. dell'esperienza con i cart da golf.
nel 1964, abbandonata dalla a respiro locale. Adesso, però, Francese una, inglese l'altra, In catalogo anche una versione
entrambe vantano qualche termica, allo studio una 4x4.
diritto di primogenitura Che vinca la migliore. M.P.
sulla rediviva. I britannici
della Moke International hanno
dalla loro l'anzianità di servizio 2 ORGOGLIO
BRITANNICO
In fase di omologazione
(dicono di essere nel business
i modelli standard
fin dal '64), legami con l'antenata della Moke International,
grazie a un manager che che sta lavorando
avrebbe lavorato con la BMC con la slovena Elaphe
e all'accesso ai disegni originali. anche su un'elettrica.
Sul mercato dal 2019

1 FRANCESE
CON LA SPINA
Due o quattro
posti e una 4x4
da omologare:
la famiglia Burby
punta sull'elettrico
© Riproduzione riservata

(batterie al piombo
o al litio), con
autonomie fino
a 150 km. In listino
anche uno 0.6 litri
a benzina. Prezzi
da 12 a 15 mila euro

36 NOVEMBRE 2018
B Y
SUV H Y U N D A I

Come vorresti,
oggi,
il tuo SUV?
INFORMAZIONE PUBBLICITARIA

Scopri di più su hyundai.it


SUV
B Y H Y U N D A I
Hyundai Kona

Il SUV
compatto
come lo volevi.
La nuova Kona è modellata sui tuoi desideri:
2WD e 4WD, tecnologia innovativa, connettività
totale con il Multimedia System compatibile con
Apple CarPlay™ e Android Auto™ e Sistemi di
Guida Assistita Hyundai SmartSense.

Oggi lo Stile
e il Design
di domani.
S come SUV, S come stile. Quando incontri un SUV
Hyundai ti rendi immediatamente conto di ciò che
significa design: linee pulite, eleganti, personali, belle.
Oggi
la Connettività
di domani.
Apple CarPlay™, Android Auto™. Nomi ormai familiari che
significano una sola cosa: quando sali su un SUV Hyundai il
tuo mondo è sempre con te.
Rimani connesso e non perdi niente.

Apple CarPlay™ è un marchio registrato di Apple Inc.


Android Auto™ è un marchio registrato di Google Inc.

Oggi la Mobilità
di domani.
Kona Electric.
Oggi Hyundai si pone all’avanguardia della
tecnologia e del rispetto dell’ambiente con il
primo SUV Compatto a Zero Emissioni.
Performance. Stile. Efficienza. E quasi 500 km
di autonomia con una batteria garantita 8 anni o
fino a 200.000 km.
SUV
B Y H Y U N D A I

Hyundai Tucson

La tua vita
si merita
un premio.
Il SUV di chi si merita un premio. Vita
complicata, bambini, lavoro, sport,
famiglia, amici? Tucson è qui per questo.
Tanta tecnologia con i Sistemi di Guida
Assistita Hyundai SmartSense più tutto
quello che occorre per goderti la guida di
una grande auto.

Oggi i Motori
di domani.
I nostri SUV sono tutti equipaggiati con motori Diesel e Benzina Euro 6.2
di nuovissima generazione perché anche qui abbiamo una nostra
visione: chi guida un SUV Hyundai deve avere a disposizione il massimo
delle prestazioni nel rispetto dell’ambiente.
Oggi i Sistemi di
Guida Assistita

Sui nostri SUV, tutti dotati dei Sistemi di Guida Assistita Hyundai SmartSense,
si capisce benissimo cosa intendiamo quando parliamo di Protezione Totale.
Tutta la tecnologia è al servizio della vostra sicurezza.
Occhi aperti lo stesso, però.

Oggi la Garanzia
di domani.
Quando sali su una Hyundai sai di essere a bordo della Qualità Assoluta. Noi
ne siamo così certi che ogni nostra auto è garantita 5 anni con km illimitati.
Perché ogni parte, ogni dettaglio, dei nostri SUV è fatto con attenzione assoluta.

*
Condizioni e limiti della garanzia Hyundai su www.hyundai.it/servizipostvendita/5anni.aspx. Tale Garanzia proposta
non si estende a tutte le componenti delle autovetture. La Garanzia Hyundai di 5 Anni a Chilometri Illimitati si applica
esclusivamente ai veicoli Hyundai venduti al cliente finale da un Rivenditore Autorizzato Hyundai, come specificato
dalle condizioni contrattuali contenute nel libretto di garanzia.
SUV
B Y H Y U N D A I

Hyundai Santa Fe

Niente da
aggiungere.
Il massimo, tutto di serie. Tanto per chi vuole
tanto: tutto quello che ci si può aspettare da
auto di questo livello con in più il Krell Premium
Sound System, il Cruise Control Adattivo con
Stop&Go e il sistema di trazione integrale
Hyundai HTRAC.

Come sarà il futuro? Come ci muoveremo? Pochi conoscono o la


risposta, noi intanto abbiamo una certezza. Si chiama Hyundai
Nexo. Rifornimento in 5 minuti e oltre 650 km di autonomia con un
pieno. Il primo SUV a Idrogeno disponibile per il grande pubblico.
Un sogno? No, una realtà.
Ah, dallo scarico esce acqua distillata…
SUV
B Y H Y U N D A I

Proprio come li volevi.

Kona, Tucson e Santa Fe, i nuovi SUV Hyundai.


Carattere, stile e tecnologia viaggiano insieme.

Ti invitiamo a provare i SUV by Hyundai


sul circuito di Quattroruote a Vairano.
Il 10 e l’11 novembre un test drive esclusivo con
i piloti professionisti di Quattroruote.
Prenota subito la tua Experience Hyundai su hyundai.it

Gamma nuova Santa Fe: consumi l/100km (ciclo medio combinato) da 6,8 a 7,4. Emissioni CO2 g/km da 179 a 193. Gamma nuova Tucson: consumi
l/100km (ciclo medio combinato) da 5,5 a 8,9. Emissioni CO2 g/km da 145 a 203. Gamma nuova Kona: consumi l/100km (ciclo medio combinato) da
4,9 a 8,5. Emissioni CO2 g/km da 129 a 194. *Condizioni e limiti della garanzia Hyundai su www.hyundai.it/servizipostvendita/5anni.aspx. Tale Garanzia
proposta non si estende a tutte le componenti delle autovetture. La Garanzia Hyundai di 5 Anni a Chilometri Illimitati si applica esclusivamente ai veicoli
Hyundai venduti al cliente finale da un Rivenditore Autorizzato Hyundai, come specificato dalle condizioni contrattuali contenute nel libretto di garanzia.
STORIE D'AUTO TENDENZE

UN PIENO
AL FUTURO
La mobilità sostenibile impone un rinnovamento anche
delle stazioni di servizio. Sempre più ecorispettose
e interconnesse. E con moltissime colonnine di ricarica

Qui sopra, uno scorcio


della zona commerciale
del multimodal mobility
hub progettato dal Mit
Design Lab di Boston.
Nelle altre immagini,
l'Innovation park
in costruzione
a Zusmarshausen,
in Germania

I
l futuro delle stazioni (multinazionale specializzata di rifornimento in veri e propri ha vinto il German design award
di servizio potrebbe essere in equipaggiamenti per veicoli), poli multifunzionali, attivi 24 ore 2018 proprio grazie al suo
molto simile al loro passato. capofila del progetto che su 24. Assieme al pieno, si farà progetto di stazione
Un ritorno agli anni in cui dovrebbe essere completato la spesa, di giorno e di notte. ecosostenibile, autoalimentata
nel tempo del pieno erano per la fine del 2019. E non solo al market integrato: da pannelli fotovoltaici
compresi cafè, sigaretta attraverso le postazioni a banda e dotata di galleria commerciale.
e un paio di battute MULTIFUNZIONALITÀ larga, si potrà accedere con La zona a verde sul tetto
con gli avventori del baretto. Nell'impianto, riservato rapidità anche a servizi bancari è destinata al relax dei clienti
Euro e self-service hanno ridotto ai veicoli elettrici, al posto e di vendita online, con ritiro e alla raccolta dell'acqua piovana
la funzione sociale del benzinaio delle pompe dei combustibili in loco. Il gruppo ungherese Mol, per il lavaggio delle auto.
tradizionale, ma la tecnologia tradizionali ci saranno per esempio, sta prefigurando Un progetto di multimodal
e le alimentazioni alternative quindi oltre 250 colonnine una stazione dove la spesa mobility hub similare è stato
ribalteranno di nuovo gli scenari. per la ricarica, standard o rapida. efettuata al market locale sarà messo a punto dal Mit design
Le stazioni di domani E molte zone adibite al riposo, già sistemata nell'auto prenotata lab di Boston (Usa), fondato
© Riproduzione riservata

somiglieranno sempre più al divertimento, allo shopping con l'app del car sharing. e diretto dall'italiano Federico
all'Innovation park, mega area (nulla a che vedere, però, Un nuovo ecosistema del pieno, Casalegno. Se le promesse
di servizio (meglio, di servizi) con i percorsi obbligati però, richiede contesti saranno mantenute, il pieno
in costruzione a Zusmarshausen, dei nostri autogrill), persino architettonici adeguati tornerà a essere un'occasione
cittadina bavarese dove ha al lavoro. La connettività, infatti, e avveniristici. Lo studio per ricaricare anche noi stessi.
la sede principale la Sortimo sta trasformando le aree di architettura polacco MJZ Paolo Sormani

38 NOVEMBRE 2018
STORIE D'AUTO UFFICIO BREVETTI

1 2 3

La Smog free tower


dell'olandese Daan
Roosegaarde (1)
è un'aspira-inquinanti
alta 7 metri. Ne misura
100 quella costruita
a Xian, nella provincia
cinese dello Shaanxi
(2). Più complesso
il sistema anti-C02
della canadese
Carbon Engineering
(3 e foto grande)

MANGIATORI DI SMOG
E DI GAS SERRA
Catturare l'anidride carbonica per combattere il riscaldamento
globale: un'azienda canadese sostiene di saperlo già fare.
E c'è anche chi assicura di poter togliere di mezzo le polveri sottili

D
a un lato i cambiamenti la difusione sono i costi in grado di catturarne di kWh, svettano da qualche
climatici determinati proibitivi. La canadese Carbon un milione di tonnellate l'anno. anno al centro di parchi
dai gas serra, anidride Engineering, invece, è riuscita e giardini e, secondo l'Università
carbonica in testa. Dall'altro ad abbatterli da 600 a 100 SCACCO CON LA TORRE di Eindhoven, ripuliscono 30 mila
l'inquinamento, dove a pesare dollari per tonnellata di CO2 Sul fronte dello smog sono metri cubi di aria all'ora. La più
sono soprattutto le polveri estratta. A far quadrare i conti è, invece ormai in molti a sostenere recente è spuntata a Rotterdam,
sottili. Sul primo fronte, l'allarme dal 2015, il processo Direct air di essere in grado di ripulire ma se ne possono vedere anche
rilanciato dagli scienziati riuniti capture, sul quale ha investito 30 l'aria da PM10 e NOx. Se non è in Polonia e in Cina. Dove, si sa,
nella 48a sessione plenaria milioni di dollari e che protegge stata ancora dimostrata amano giganteggiare. Quindi,
dell'Ipcc, gruppo intergovernativo con otto brevetti. L'aria è spinta l'eicacia delle mega-aissioni la "air purifier" di Xian (provincia
sul cambiamento climatico da enormi ventilatori (foto che dovrebbero far sparire nordorientale dello Shaanxi)
voluto nel 1988 dall'Onu, grande) verso l'impianto dove i fumi delle auto e dell'asfalto di metri ne misura almeno 100.
sottolinea la necessità di mettere una serie di trasformazioni che vuole renderli innocui, più Inaugurata a gennaio,
a punto tecnologie in grado chimiche consente di passare tangibili sembrano i risultati riuscirebbe a far sentire i suoi
di aspirare la CO2 dall'atmosfera. da 400 a 100 particelle ottenuti, per esempio, dalla benefici efetti nel raggio di 10
© Riproduzione riservata

Finora si è tentato di fare per milione di gas serra. Che può Smog free tower dello studio chilometri. Per spolverare 400
qualcosa attraverso dei filtri, essere in seguito trasformato olandese Daan Roosegaarde: mila metri cubi d'aria ogni 60
applicati per esempio addirittura in carburante la prima del genere, secondo minuti, utilizza una serra grande
sulle ciminiere degli impianti ecosostenibile. L'obiettivo i suoi inventori. Sette metri quanto mezzo campo da calcio,
petroliferi. Al di là della scarsa della Carbon Engineering di alluminio e ionizzatori, riscaldata da pannelli solari,
eicacia, a impedirne è costruire un divora-CO2 alimentati da una manciata e molteplici strati di filtri. M.P.

40 NOVEMBRE 2018
INFORMAZIONE PUBBLICITARIA

Motori ecologici e più tecnologia per Nissan Qashqai


Sul best seller giapponese debuttano un benzina quattro cilindri da 1.3 litri Euro 6d-Temp
e il cambio automatico a doppia frizione. In plancia un avanzato sistema di infotainment

Nel prossimo anno iscale, Nissan


prevede di produrre ino a un
milione di motori 1.3 benzina, che
saranno installati su oltre il 50% di
tutti i Qashqai venduti

uovi motori e tecnologie più so- Oltre a ridurre i consumi del 10%, come

N isticate per Nissan Qashqai.


Il crossover giapponese è stato
aggiornato nella gamma propul-
sori con l’inedita unità benzina
quattro cilindri 1.3 litri da 140 o 160 CV che
risponde alle normative Euro 6d-Temp. La
anche le emissioni di NOx del 25% e del
particolato del 50%, il motore offre una
maggiore coppia disponibile già ai bassi
regimi. Questo è stato reso possibile
dall’accurata progettazione del propulsore:
il sistema di iniezione reso più efficiente ri-
versione “low power” eroga una coppia di spetto a quello dei motori ino ad ora nella
240 Nm a 1.600 giri/min. ed è abbinata al gamma così come il disegno della camera
cambio manuale a sei marce. Mentre quel- di combustione, l’ottimizzazione del turbo-
la da 160 CV è accoppiata sia al cambio compressore e l’adozione di un iltro anti-
manuale a sei rapporti (con una coppia di particolato. Con questi accorgimenti i costi
Passaggi di marce rapidi e senza perdita di potenza
260 Nm a 2.000 giri/min.) sia alla nuova di esercizio sono stati ridotti, con intervalli con il nuovo cambio doppia frizione a sette rapporti.
trasmissione automatica a doppia frizione di manutenzione a 30.000 km contro i È abbinabile soltanto alla declinazione più potente
a sette velocità (in questo caso con un pic- 20.000 precedenti. Ma le novità introdotte del nuovo turbo benzina
co di 270 Nm a 2.000 giri/min.). su Qashqai non iniscono qui. Infatti, de-
butta anche Nissan Connect, un avanza-
to sistema di infotainment che migliora il
rapporto tra guidatore e veicolo. Include
un’integrazione più semplice degli smar-
tphone (Android o Apple), dati sul traffico
in tempo reale e una diminuzione dei ta-
sti isici grazie al display multi-touch da 7
pollici. Inoltre, sono inclusi anche le mappe
3D, la funzione Find my car, il programma
di pianiicazione del viaggio con invio della
destinazione direttamente dallo smartpho-
La funzione pianiicazione del viaggio prima di salire ne all’auto e, per una maggiore sicurezza Con il nuovo 1.3 litri il listino della Qashqai parte da
a bordo permette di identiicare il percorso in antici- alla guida, la gestione delle chiamate attra- 22.030 euro per la versione 140 CV e da 23.760
po e di inviarlo al sistema alla partenza del veicolo verso il riconoscimento vocale. euro quella da 160 CV
STORIE D'AUTO ANALISI/1

SUZUKI STYLE 11,8%


SOLDI A LEVANTE
PROFITTEVOLE
Secondo Ernst & Young,
nel secondo trimestre del 2018
la Suzuki è al top per redditività,
superando anche la BMW
Conti record, boom di vendite e una redditività superiore (che resta leader se si considera
(per un trimestre) anche ai colossi premium. Senza fanfare l'intero semestre)
e gli altri colossi tedeschi
o trionfalismi, la Casa di Hamamatsu continua a crescere del settore premium

A
lla terza lettera, una zeta fatturato di 28,9 miliardi di euro vettura elettrica, il costruttore altre), i fronzoli non sono
pronunciata come se (+18,5%), sulla base del massimo giapponese resta al riparo ammessi. Si bada da sempre
fosse una seconda esse. storico di consegne, e utile dalla guerra dei dazi Usa-Cina al sodo, che poi vuol dire
E poi quel modo, quasi sussurrato, operativo della gestione e sofre meno di altri l'ondivaga eicienza. Con uno sguardo
di dire: Suzuki. La cultura ordinaria a 2,9 miliardi (+33,5%). rincorsa europea a vetture agli orizzonti di lungo
del kenkyo, cioè la modestia, La divisione auto (la Casa come sempre più pulite, dato che periodo, senza miopie.
l'apparente distacco che nasce noto produce anche moto da tempo ofre auto Anche noi di Quattroruote,
però dalla consapevolezza e motori marini) ha chiuso con con la tecnologia mild hybrid. però, ci abbiamo visto
del proprio valore, è talmente un giro d'afari di 26,4 miliardi La commercializzazione giusto, quando a febbraio
parte integrante della Casa (+18,7%). Il board ha quindi della nuova Jimny, almeno visto abbiamo consegnato
di Hamamatsu da essere fissato per l'esercizio 2018-19 il grande interesse che la micro il premio Gianni
trasferita anche nei claim investimenti pari a 1,2 miliardi fuoristrada ha suscitato in Italia, Mazzocchi a una famiglia
pubblicitari. Eppure ci sarebbe di euro, il 4,3% del fatturato, potrebbe poi dare un ancor e al grande vecchio
tanto da parlare e far parlare stimando un'ulteriore crescita maggiore boost alle vendite. dell'automotive
di sé. Tutt'altro che sottovoce. dei ricavi e profitti in leggero Insomma, ce ne sarebbe mondiale. Che,
calo proprio per l'impegno abbastanza per esprimersi guarda caso,
BENE ANCHE IN ITALIA in ricerca e sviluppo. In Italia poi, con toni trionfalistici. si chiama
Prendiamo un recente nonostante il settembre nero, Ma ad Hamamatsu, dove pure Osamu Suzuki.
rapporto di Ernst & Young, la Suzuki ha raggiunto fabbrica e quartier generale Fabio De Rossi
che analizza i bilanci dei primi per la prima volta una quota non hanno nulla di pomposo
16 costruttori al mondo e stila superiore al 2%, salendo al 2,11. (niente piazzali monstre
la classifica della redditività: Con una forte presenza in Asia o ingressi hollywoodiani, solo
nel secondo trimestre del 2018 e soprattutto in India, dove un quasi anonimo fabbricato
la Suzuki, undicesimo produttore con Maruti-Suzuki copre quasi al lato di una strada come tante
globale per volumi lo scorso il 50% del mercato (sei modelli
anno, ha scavalcato la BMW. ai primi sei posti della classifica)
Come? Raggiungendo e sta sperimentando la prima
un margine (Roi, Return
on investment) dell'11,8%
contro l'11,4 del colosso
bavarese. La cosa fa ancora
più impressione perché la Casa
giapponese realizza vetture
e Suv compatte, orientate
al mass market e non al super
profittevole segmento premium
(tra le BMW e le Suzuki più care
"ballano" quasi 150 mila euro).
E non è finita qui. Nello scorso
esercizio fiscale, che è sfalsato
rispetto ai nostri, visto che va
da aprile a marzo dell'anno
successivo, la Suzuki ha
© Riproduzione riservata

archiviato risultati record:

42 NOVEMBRE 2018
STORIE D'AUTO ANALISI/2

OGNI POSTO PERSO


DUE TROVATI
75 milioni
i posti di lavoro sostituiti
da robot o algoritmi

Robot e algoritmi stanno sostituendo braccia e cervelli umani. Ma il saldo


133 milioni
per l'occupazione potrebbe essere positivo
o. i posti di lavoro creati
Lo sostiene il World economic forum da aautomazione
e dig
gitalizzazione

A
utomazione EQUILIBRI CHE CAMBIA
ANO Uomo Robot
e digitalizzazione (ore lavorate nel corso dell’anno)
avanzano. Se
il rapporto tra ore lavorate 2018 54%
da uomini e robot è oggi deegli addetti
71% 29% richiederà
di sette a tre, nel 2022
potrebbe passare a un meno un riad
ddestramento
confortante (per noi) 6 a 4.
La previsione emerge da 58% 42%
uno studio del World economic
forum, organizzazione senza
fini di lucro, che ha interrogato LE TECNOLOGIE IN SPO
OLVERO Totale
sul tema aziende di vari settori (aziende che si dichiarano prontee ad adottarle entro il 2022) Automotive
operanti in 20 economie 20% 40% 60%
6 % 80%
mature o emergenti, Analisi big dataa
elaborando sulla base Marketing via web e app
delle risposte i diversi scenari. Internet of things
Senza cadere in facili Machine learning
pessimismi. Se è verosimile Cloud computing
che nei prossimi cinque anni
Commercio digitale
75 milioni di addetti saranno
Realtà aumentata e virtuale
sostituiti da macchine (materiali
o immateriali), nello stesso Crittografia
periodo proprio quelle Nuovi materiali
macchine dovrebbero rendere Blockchain
necessari 133 milioni di nuovi Stampa 3D
occupati. Un saldo positivo che Trasporto automatizzato
però richiede la riqualificazione Robot stazionari
di oltre la metà della forza
Elaborazione quantistica
lavoro e il ripensamento
Robot non umanoidi
di molti aspetti del processo
produttivo. Un cambiamento Robot umanoidi
di paradigma che coinvolge Robot aerei e sottomarini
% 40% 60% 80%
anche l'industria dell'auto.
La quale, per esempio, CONSEGUENZE SULLA FORZA LAVORO NEL 2022 Totale
si dichiara molto più propensa (aziende che prevedono cambiamenti entro il 2022) Settore automotive
della media all'adozione
di sistemi di trasporto 82%
autonomatizzato (74% contro
40) e della realtà aumentata 59%
o virtuale (71 vs 58). Inoltre, 50% 52% 50%
48% 48% 48%
l'82% dei manager automotive 42%
38%
ritiene che robot e algoritmi 28%
© Riproduzione riservata

porteranno a una modifica 20%


della catena del valore ovvero
della struttura organizzativa,
ma soltanto il 48 crede Modifiche Riduzione addetti Aumento dei Delocalizzazione Aumento Aumento
che l'occupazione calerà alla catena a causa subfornitori degli addetti degli addetti grazie
del valore dell’automazione specializzati all'automazione
a causa dell'automazione. M.P.

44 NOVEMBRE 2018
STORIE D'AUTO LE NOSTRE INIZIATIVE

UNA CORONA
PER
Ritorna il più democratico
d dei referendum per designare la regina
dell'anno tra le
e debuttanti. Votate su quattroruote.it: avete quasi
due mesi di te empo per esprimervi. E la lotta si preannuncia serrata

SCEGLIETE TRA QUESTE


Ecco la rosa delle concorrenti
al titolo: si vota online
dal 27 ottobre al 21 dicembre

VOLVO AUDI
XC40 Q3

VOLKSWAGEN
T-CROSS BMW
SERIE 3

SUZUKI lle urne, lettori. Virtuali, come si confà ai tempi


JIMNY nostri, ma pur sempre urne. Perché è tempo
di eleggere la regina delle novità sfornate DS
dalle Case nel corso dell'anno ormai agli sgoccioli. Che non sono DS 3 CROSSBACK
state né poche, né insignificanti, come si vede dalla rosa che
qui vi proponiamo e che è stata selezionata dalla nostra redazione
con i criteri di sempre. Ovvero, modelli arrivati sul mercato nel 2018,
dicembre compreso; e che non appartengano a tipologie particolari come
SKODA le supercar che, sollecitando le nostre fantasie, avrebbero vita fin troppo
KAROQ facile nel primeggiare. La scelta è comunque ampia, visto che si spazia
dai classici degli inossidabili marchi premium tedeschi (la triade Audi, BMW FORD
e Mercedes non si è risparmiata, quanto a novità importanti) a new entry FOCUS
del segmento a ruote alte, firmate da DS, Hyundai, Jaguar, Seat, Skoda,
Volkswagen (il cui gruppo, come si vede, è presente in forze) e Volvo.
E, ancora, troviamo le ultime generazioni di best seller come la Ford
Focus e le immortali Jeep Wrangler e Suzuki Jimny, aggiornate
senza tradirne lo spirito delle origini. Infine, proposte
© Riproduzione riservata
SEAT
interessanti come la Kia Ceed e la Peugeot 508, vetture
TARRACO
entrambe ricche di carattere. A questo punto, qualche HYUNDAI
indicazione pratica: si vota su quattroruote.it, KONA
dal 27 ottobre al 21 dicembre,
con pochi e veloci clic.

PEUGE
EOT
508
8
JAGUAR
E-PACE

MERCEDES
CLASSE A
JEEP
KIA WRANGLER
CEED

46 NOVEMBRE 2018
«L’IDEALE PER
IL MIO BUSINESS»

La SOLUZIONE IDEALE. TruckParts.


Tempi stretti, costi, concorrenza: gestire un autocarro non è proprio una passeggiata.

Il nuovo marchio TruckParts vi offre i ricambi essenziali per i vostri veicoli Actros, Axor
e Atego Mercedes-Benz, una soluzione accessibile e ritagliata sulle vostre esigenze.

Con la qualità e la sicurezza verificate di Mercedes-Benz.

www.mytruckparts.com
STORIE D'AUTO IN EDICOLA

A DICEMBRE
PER VOI
Voglia di Stelvio? Cominciate con il modellino.
In macchina per lavoro? Ecco l'allegato giusto.
Inclinazioni storiche? C'è Ruoteclassiche

QUADRIFOGLIO IN ROSSO
SOGNI IN SCALA 1:43
In attesa di perfezionare il contratto di acquisto di una Stelvio
vera, cominciate con la versione in formato ridotto.
Per portarvi a casa l'allestimento top della Suv Alfa Romeo,
la Quadrifoglio da 510 cavalli, vi basterà andare in edicola
e chiedere Quattroruote di dicembre. Un sovrapprezzo
di appena 4,90 euro e il modellino in scala 1:43 firmato
BBurago è vostro. Verniciata in uno splendido rosso
battezzato Red Metal e contenuta in un cofanetto personalizzato,
alla Stelvio in taglia small manca soltanto
il rombo del V6 turbo.

AUTO AZIENDALI 2018 IN SPLIT

DEDICATO FILO DIRETTO


ALLE FLOTTE CON IL PASSATO
Torna, come allegato gratuito Con il fascicolo di dicembre,
di Quattroruote di dicembre, in edicola a fine novembre,
Auto aziendali, un fascicolo si rinnova anche
di 96 pagine interamente l'appuntamento con
pensato per chi usa la propria Ruoteclassiche. Basterà
vettura soprattutto per lavoro. aggiungere 1,90 euro
Tanti i temi caldi sul tappeto: al prezzo di copertina
la guerra al diesel condizionerà di Quattroruote per avere
le scelte per le flotte? Dieci l'ultimo numero del mensile
anni dopo l'inizio della grande dedicato alle auto che sono
© Riproduzione riservata

crisi, si continuano a scegliere entrate nella storia. Come


modelli più piccoli? Quali sempre, il sommario è ricco
saranno le novità del 2019 di suggestioni. Una per tutte:
più interessanti per il mondo sotto la lente, la prima Dino
business? Per le risposte, mai prodotta, la 206, nel Test
appuntamento in edicola. a test con la Porsche 911.
STORIE D'AUTO WEB & SOCIAL

BESTIA SI NASCE
BELLE SI DIVENTA twitter@quattroruote
L'account da seguire
per essere aggiornati
Dalla Cadillac One di Trump ai modelli incompresi al momento in tempo reale sugli
eventi dell'universo
del lancio, ma poi rivalutati. Passando per l'Audi Q3 e il V6 Alfa Romeo automotive
rivisto da Ferraris: queste le news più cliccate sul nostro network

quattroruote.it quattroruotetv
Le ultime news Il meglio dei video
dal mondo auto della Quattroruote
e le nostre prove, Tv, da vedere
con foto e video e commentare
QUATTRORUOTE.IT YOUTUBE

APPREZZATE LA SUV VA
CON RITARDO IN MONTAGNA
Il tempo, si sa, aiuta
a considerare tutto sotto
una luce diversa, spesso
migliore. Questo assunto
è valido anche per il mondo Quattroruote quattroruote
dell'auto, la cui storia è ricca Grande community Dettagli, still life,
per la nostra pagina, stories: le auto
di modelli che, al momento
che raccoglie sono anche sul social
del lancio, non furono news, video e foto dedicato alle immagini
apprezzati e poi, negli anni,
sono stati, almeno in parte, FACEBOOK INSTAGRAM
rivalutati. Qualche esempio? THE BEAST MOTORE
La Fiat Multipla (in basso) e & THE DONALD DA SHOW
la Volvo 145 del '67, all'epoca
considerata troppo severa, Vetri spessi 15 cm, possibilità L'Alfa Romeo Giulia QV Con la seconda generazione,
che diede poi il via al fenomeno di resistere ad attacchi elaborata da Romeo Ferraris l'Audi Q3 è cambiata parecchio.
delle station wagon. Ancora, esplosivi e chimici, motore è stata una delle top car più Nello stile, innanzitutto:
la Dino 208 GT4, disegnata e ruote rinforzati per sfuggire ammirate allo Street Show il frontale richiama quello
da Bertone (qui sotto), a eventuali attentati. Sono solo Quattroruote, il grande evento delle Suv grandi di Ingolstadt,
la Fiat 850 e la Renault 4. alcune delle doti della nuova andato in scena a Milano mentre nel posteriore la linea
A conferma di quanto Cadillac One, detta anche il 16 settembre. Il dettaglio è più slanciata. Ma la Q3 è tutta
questi modelli incuriosiscano, The Beast, la limo presidenziale del motore, in particolare, nuova anche dentro, con
c'è la quantità di clic messi che con Donald Trump, a metà ha fatto impazzire un passo cresciuto di ben 8 cm,
a segno dalla gallery che settembre, ha fatto la prima gli appassionati su Instagram: che regala spazio in più,
li raccoglie sul nostro sito. uscita. E il pieno di like. forse per la dose extra e la plancia dominata dallo
di potenza aggiunta schermo touch da 10 pollici.
dal preparatore milanese, Tante novità hanno attirato
che ha portato da 510 a 598 l'attenzione degli utenti
i cavalli del poderoso 2.9 V6 di YouTube, dove il video
biturbo della Quadrifoglio. che racconta il primo contatto
con questo modello è stato
uno dei più visti del mese.
La versione guidata
dal nostro Carlo Bellati
sulle strade di montagna
© Riproduzione riservata

dell'Alto Adige è la 2.0 TDI


da 150 cavalli con cambio
manuale: la prima ad arrivare
sul mercato, alla quale
presto si aiancherà quella
con il 2.0 da 190 cavalli.

50 NOVEMBRE 2018
Il Futuro è straordinario.
Ready?

Vodafone Automotive Phonocar, da più di 45 anni di prodotti non connessi


e Phonocar siglano un azienda leader nel settore di Vodafone Automotive,
accordo per la del Car Entertainment, ha azienda leader nel mercato
fatto dell’innovazione il suo degli antifurti e sensori di
distribuzione dei prodotti punto di forza, e garantirà parcheggio con prodotti
Vodafone Automotive una presenza diretta e dotati dei più alti standard
su tutto il territorio capillare sul mercato italiano qualitativi del settore, tutti
nazionale. distribuendo l’intera gamma rigorosamente Made in Italy.

localizzatore satellitare sensori di parcheggio allarmi elettronici

S.p.a.
Reggio Emilia (Italy) · e-mail: info@phonocar.it
www.phonocar.com
NORMATIVA • LETTERE • QUESITI

AUTODIFESA

ORA IL GOVERNO
TENDA UNA MANO
r

L'
attacco è massiccio e senza non catalizzate, quelle vendute fino al 31
precedenti: quattro regioni del dicembre 1992, e le diesel Euro 1, 2 e 3,
Nord Italia – Lombardia, Piemonte, immatricolate fino al 31 dicembre 2005.
Veneto ed Emilia-Romagna – hanno messo Come dire che le più giovani, pardon,
nel mirino le macchine più vecchie, le meno anziane, hanno 13 anni.
quelle che, pur facendo poche migliaia Ma se i loro proprietari saranno costretti
di chilometri all'anno, e quindi contribuendo a lasciarle nel box, a venderle o rottamarle,
in misura minima alla cattiva qualità beh, la politica dovrebbe quantomeno fare
dell'aria, sono indispensabili alla mobilità un gesto nei loro confronti. Non parliamo
di un gran numero di famiglie. Ma tant'è, d'incentivi, quelli costano e sono
l'automobile è, per chi amministra le città, politicamente scorretti. Quattroruote
brutta, sporca e cattiva. Oltre che propone, invece, una piccola agevolazione
un bancomat da 12 miliardi di euro all'anno fiscale per chi deciderà di comprare una
tra imposte, tasse, multe e parcheggi, Euro 6 usata rottamando la propria Euro 0,
come abbiamo rivelato su Quattroruote 1, 2, 3: l'esenzione dall'Ipt e l'esenzione
di ottobre. Paradossi italiani: Ma, si sa, bollo per un numero di anni inversamente
La politica spesso nel Belpaese la politica è l'arte proporzionale alla classe di emissioni
© Riproduzione riservata

ha il dovere del surreale, come le convergenze parallele dell'auto rottamata: quattro per un'Euro
di agevolare di democristiana memoria dimostrano. zero, tre per un'Euro 1, due per un'Euro 2,
l'acquisto uno per un'Euro 3. Come dite? Ci vorrebbe
di macchine
di seconda mano ESENZIONE BOLLO E IPT ben altro? È vero, ma, con i tempi che
di ultima Nel mirino adesso ci sono, a seconda corrono, basterebbe questo. Il minimo.
generazione delle zone e dei giorni, tutte le vetture Mario Rossi

NOVEMBRE 2018 53
AUTODIFESA POSTA PRIORITARIA

PATENTE, LA VISITA
NON È UNA FARSA
Un medico di Verona replica alla lettera sul rinnovo-burla,
pubblicata su Quattroruote di ottobre, difendendo i colleghi
e spiegando cosa c'è dietro la conferma di validità del documento

S
ono un lettore specialisti), di fare alcune da una anamnesi che, come previsto, avviamo la persona
di Quattroruote dall'età precisazioni. Il rinnovo della buona prassi professionale all'organo medico-legale
di 14 anni e, casi della vita, patente è impropriamente vuole, viene sottoposta collegiale delle commissioni
è proprio il caso di dirlo, sono definito visita medica, ma non alla firma del cliente dopo mediche locali presenti in ogni
diventato medico e mi occupo lo è né può esserlo perché che è stata esposta e fatta provincia. Tanto volevo
nello specifico da più di 20 anni trattasi di una mera verifica sottoscrivere contestualmente rappresentare a difesa di molti
di rinnovo/conseguimento di requisiti psico-fisici. Infatti, all'accertamento medesimo. professionisti (medici militari,
patenti. Non solo, ho una lunga è assente la parte relativa Lunghi anni di esperienza della polizia di Stato, delle Asl
esperienza in materia di corsi Adr a un esteso esame obiettivo, sul campo ci consentono eccetera) che operano in molte
(trasporto di merci pericolose, a una diagnosi, prognosi di ridurre il nostro grave rischio aree d'Italia onorando quanto
ndr) e carta di qualificazione del ed eventuale terapia. La nostra professionale coinvolgendo prevede scienza e coscienza,
conducente per quanto attiene attività è invece focalizzata il cliente con apposite domande ma anche per poter spiegare
la parte di mia competenza. sull'intercezione di condizioni che o richiesta di ulteriori meglio ai lettori il lavoro
Ho letto con rammarico la lettera potenzialmente ostino alla guida certificazioni (del medico che sta dietro questa attività
pubblicata sul numero di ottobre in sicurezza, focalizzando di famiglia o specialistiche), tese professionale che in altri Paesi
del signore di Milano circa l'attenzione in particolare a minimizzarne la diidenza ci invidiano.
le modalità di rinnovo del suo su controllo di vista e udito, e/o la reticenza (quanto grave Lettera firmata
documento di guida. Corre sulla presenza o meno di diabete, è questo problema!) per il rischio Verona
obbligo, vista l'attenzione malattie cardiovascolari di vedersi ridotto di validità,
che giustamente dedicate e neurologiche degenerative quando non rinnovato, il titolo
periodicamente all'idoneità o sindrome da apnee notturne di guida. In caso di dubbio, e ove
alla guida (con pareri di medici (Osas), per citare le condizioni
più frequenti e importanti.
Il tutto è preceduto

© Riproduzione riservata

54 NOVEMBRE 2018
AUTODIFESA SPORTELLO mario.rossi@quattroruote.it

NIENTE REVISIONE

SCOUT SPEED SE ILVEICOLO


NON CIRCOLA
USI E ABUSI
Questo apparecchio di rilevazione della velocità è una formidabile
opportunità per contestare subito le violazioni. Peccato
che quasi tutti gli agenti ne facciano un utilizzo di comodo

H
o ricevuto una multa Lo Scout Speed è previsione, tuttavia, è stata
dalla polizia di un apparecchio per giustamente censurata
Francofonte (SR) per il rilevamento della velocità da qualche giudice di pace,
aver superato di 2 km/h il limite istantanea, progettato secondo il quale prevale sempre
di velocità: 58,10 euro, di cui per essere installato l'articolo 142 del Codice
17,10 di spese! La cosa ridicola a bordo delle auto delle forze della strada, secondo il quale
è che nel verbale si scrive di polizia e in grado di operare «le postazioni di controllo…
che il veicolo, che ha rilevato in movimento e da fermo, devono essere preventivamente
l'infrazione con uno Scout sia di giorno sia di notte. segnalate e ben visibili,
Speed, viaggiava in senso È stato approvato con decreto ricorrendo all'impiego di cartelli o Posseggo una Mazda MX-5
opposto al mio (vorrei capire dirigenziale n. 1323 del dispositivi luminosi». In ogni caso, in condizioni pari al nuovo.
con che garanzie di precisione) ministero delle Infrastrutture l'utilizzo di questo strumento, Da due anni non la guido più ed
e che era segnalata la presenza dell'8/3/2012. Ciò detto, al di là che, va detto, deve come tutti gli è ricoverata nel box. Ho fermato
di autovelox... delle giuste considerazioni altri essere sottoposto l'assicurazione e, non usando
Lettera firmata sulle spese di accertamento annualmente a taratura, non la vettura, non ho eseguito la
Palermo e notifica del lettore di Palermo, esenta gli agenti dal rispettare il revisione biennale. Ho visto che
Da qualche settimana nella lo strumento sfugge principio generale della dal 2018 la normativa in materia
zona dove abito la polizia locale alla norma sulla visibilità e sulla contestazione immediata delle è cambiata, ma mi restano
si è dotata di Scout Speed. presegnalazione (sulle auto violazioni previsto dall'articolo dei dubbi. È ancora possibile
Il problema è che sulle auto che di servizio), norma che, si legge 200 del Codice della strada. Anzi, proseguire in questo modo,
nella cosiddetta direttiva proprio l'uso in modalità ovvero non efettuare
dispongono di tale diabolico
Minniti del 21 luglio 2017, dinamica dovrebbe "costringere" la revisione fino a quando
aggeggio non è presente
«non si applica per l'utilizzo gli agenti ad adottare questa non deciderò di riutilizzare l'auto,
alcun avviso (alcune sono
dei dispositivi di rilevamento soluzione, tranne nelle situazioni ovviamente prenotando per
addirittura "civili"). Ma è
della velocità mobili (installati in cui sia oggettivamente tempo in un centro autorizzato?
possibile che non esista una
a bordo di veicoli) per la misura impossibile. Solo così è possibile Massimo Butti
legge che obblighi l'esposizione
della velocità in modalità controllare le efettive condizioni Como
di un segno di riconoscimento
(come accade per gli dinamica, vale a dire del veicolo e del conducente e i Sì. La nuova norma sulle
autovelox)? in movimento, in coerenza anche suoi documenti, solo così si fa revisioni è intervenuta soltanto
Lettera firmata con quanto previsto dall'art. 3 vera sicurezza stradale. Troppo sulle procedure, non sul Codice
Tornata (CR) del DM 15 agosto 2007». Tale comodo stare seduti in macchina della strada. Che all'articolo 80
stabilisce il requisito della revisione
per la circolazione. Pertanto, se
non circola (e ricordiamo che con
circolazione il Codice, all'articolo 3,
intende sia la marcia sia la sosta
su una strada pubblica o aperta
al pubblico), il veicolo può
tranquillamente essere custodito
in un'area privata con la revisione
scaduta. Per rimetterlo in
circolazione è suiciente prenotare
© Riproduzione riservata

il controllo tecnico in un qualsiasi


centro autorizzato. La norma
consente gli spostamenti soltanto
per recarsi a efettuare la revisione
nel giorno fissato per la visita.

56 NOVEMBRE 2018
Mitsubishi ASX.
Everyday explorer.
Active Smart Crossover

CONSUMI CICLO COMBINATO DA 6, 3 A 6,8 L /10 0 KM, EMISSIONI CO2 DA 14 4 A 155 G/KM. A SX INFORM 1.6 2WD BENZINA .
A nnuncio pubblicit ario con f inalit à promozionale. Esempio rappresent ati vo di f inanziamento con formula “ Eco Shock ”: prez zo di lis tino € 20.450, prez zo promo con f inanziamento €14.450 (of fer t a valida f ino al
31/12 / 2018 con rot t amazione di veicolo usato e con f inanziamento “ Eco Shock ” e con il contributo delle Concessionarie aderenti). Prez zo €14.450, anticipo €0; impor to tot ale del credito €15. 338 , da res tituire in 72 rate
mensili ognuna di € 259,92 impor to tot ale dov uto dal consumatore €18.976, 4 6. TA N 5,9 9 % (t asso f isso) – TA EG 7, 5 6% (t asso f isso). Spese comprese nel cos to tot ale del credito: interessi € 3.026, 24 , is trut toria € 350,
incasso rat a € 3 cad. a mez zo SDD, produzione e inv io let tera conferma contrat to 1€; comunicazione periodica annuale €1 cad.; impos t a sos tituti va: € 39, 22. Eventuali contrat ti relati v i a uno o più ser v izi accessori (es.
poliz za assicurati va) sono facolt ati v i e perciò non inclusi nel TA EG . O f fer t a valida f ino al 31/12 / 2018. Condizioni contrat tuali ed economiche nelle “ Informazioni europee di base sul credito ai consumatori ” presso i
concessionari e sul sito w w w. santanderconsumer.it . S al vo approvazione di S ant ander Consumer Bank . Credit Protec tion Insurance (Poliz za Credit Life per dipendenti del set tore pri vato - contrat to di assicurazione
v it a inabilit à tot ale permanente, perdit a d ’ impiego; in alternati va, Poliz za Credit Life per qualsiasi tipologia di lavoratore - contrat to di assicurazione v it a, inabilit à tot ale temporanea e permanente) – durat a della
coper tura pari a quella del f inanziamento, premio €888 ,0 0 compagnie assicurati ve: Cnp S ant ander Insurance Life Dac e Cnp S ant ander Insurance Europe Dac (facolt ati va e perciò non inclusa nel TA EG). Prima della
sot toscrizione leg gere il fascicolo informati vo, disponibile sul sito internet w w w. santanderconsumer.it e consult abile presso le f iliali S ant ander Consumer Bank e i concessionari.
AUTODIFESA LAMENTELE

TUTTI I PROBLEMI
DEL METANO
Su una Citroën C3 di un lettore l'alimentazione a gas naturale fa i capricci,
causando continui ricoveri in oicina per malfunzionamenti e stop.
Con conseguente sostituzione di sei iniettori e di tre pompe della benzina

MAZDA3 SEAT LEON

NUOVA SPAGNOLA
E GRAFFIATA TESTA CALDA
Nel luglio scorso, subito
dopo aver ritirato la mia
nuovissima Mazda3
in concessionaria, ho
imboccato l'autostrada per
tornare a casa. Durante una
sosta, però, mi sono accorto
che il paraurti posteriore
presentava due scalfitture
ritoccate con la vernice.
Il giorno dopo, essendo Ho acquistato due Seat

S
ono proprietario di una trovano un iniettore rotto, la cui tornato dal venditore per in vita mia, una Ibiza 1.6 TDI
CItroёn C3 Bi Energy M sostituzione comporta un fermo mostrare il danno, ho appreso e una Leon 2.0 TDI FR:
del 2009. Nulla da dire vettura di undici giorni. Un anno che era necessario sostituire su entrambe, incredibile, si è
sulla vettura in generale, ma, se dopo, resto di nuovo fermo per il pezzo e che, per ridurre manifestato lo stesso difetto,
devo esprimermi sui guai che ho strada. Ricoverata la C3 dal mio il mio disagio, mi avrebbero ovvero la bruciatura della
avuto a causa dell'alimentazione meccanico di fiducia con il carro chiamato quando il ricambio guarnizione della testata. Sulla
a metano, il mio giudizio attrezzi, scopro che, ahimè, fosse stato disponibile. prima è accaduto a 120 mila
non può essere positivo. Subito è necessario cambiare di nuovo Con mia grande sorpresa, chilometri, sulla seconda a 75
dopo il ritiro dell'auto, l'impianto la pompa del carburante, in seguito mi hanno mila. Il meccanico sostiene
mostra le prime incertezze che si rompe ancora qualche ritelefonato dicendomi che l'avaria della Leon è stata
di funzionamento, per risolvere giorno più tardi costringendomi che non avrebbero cambiato innescata dalla rottura di un
le quali mi sostituiscono i quattro a un'ulteriore sostituzione alcunché e che avrei dovuto radiatorino dell'Egr avvenuta
iniettori. Ad appena 5.542 Un anno dopo, nuovo stop: altro corrispondere il 50% della prima che si accendesse la spia
chilometri, per eliminare ricovero in oicina per cambiare, riparazione, ovvero 150 euro. sul cruscotto. Ovviamente,
fastidiosi sobbalzi, mi cambiano guarda un po', un altro iniettore. Ovviamente, ho protestato per una vettura del 2014 non
la centralina. A 49.754 Resto senza auto per oltre con il servizio clienti Mazda, c'è garanzia, così avrei dovuto
chilometri, l'auto non va più dieci giorni. Morale: in 125 mila visto che il danno non era accollarmi una riparazione da
in moto: in oicina dicono chilometri e nove anni di vita, certo stato causato da me. 2.200 euro, due mesi del mio
che la colpa è della pompa a la mia C3 a metano mi è costata Alla fine questa spiacevole stipendio. In efetti, prima della
immersione della benzina, che si la bellezza di 1.800 euro vicenda si è risolta: rottura, avevo sentito un forte
è bloccata perché vado sempre d'interventi straordinari, oltre alla non ho sborsato un euro odore provenire dal vano
a gas. Peccato che, al contrario, a manutenzione ordinaria e a tutti per la riparazione dell'auto motore, ma a prima vista
ogni pieno di metano ho sempre gli interventi fatti in garanzia. e mi è stata pure oferta non c'era nulla di anomalo
l'abitudine di fare un po' di strada Ho cambiato sei iniettori una vettura sostitutiva. e nessuna spia accesa, quindi
a benzina, per tenerla in attività... e tre pompe della benzina non ho approfondito. Per
e, onestamente, non penso che Francesco Paone
A 82.000 chilometri torno Borgomanero (NO) fortuna la storia è a lieto fine:
in un'oicina della rete uiciale tutto ciò rientri in una normale dopo ulteriori approfondimenti,
casistica. L'impressione è che
© Riproduzione riservata

per le consuete irregolarità la Seat ha deciso di farsi carico


di alimentazione. Dopo due la trasformazione a metano fatta dell'intera riparazione senza
giorni di diagnosi, tra una battuta dalla Citroёn su questo modello alcun costo per me.
e l'altra sulla vetustà del mio non sia riuscita proprio bene.
Massimo Viarengo
mezzo e sulla necessità
Luca Colli Asti
di comprare un'auto nuova, Segrate (Milano)

58 NOVEMBRE 2018
Auto Usate? Mai più brutte sorprese.
n l
Nella compravendita di auto usate è la fiducia a fare la differenza. Da oggi grazie al Certificato
di Conformità Usato DEKRA e con quasi un secolo di esperienza in fatto di automobili non
avrai più brutte sorprese. Rassicuriamo l’acquirente sulla bontà del veicolo, evidenziando eventuali
difettosità pregresse o sospetti di frode, e diamo al venditore più valore alla sua vettura sul mercato
fisico e digitale.
Nei Centri DEKRA di tutta Italia potrai effettuare con i nostri consulenti tecnici un controllo accurato,
affidabile e imparziale della tua auto ed ottenere il Certificato di Conformità Usato.
Scopri come su www.dekra.it/usato-sicuro
COMMENTI • RETROSCENA • INCHIESTE

ATTUALITÀ
NIENTE PIÙ
SOLO COLORI

N
essuna novità sconvolgente,
ma la necessità di uniformare
le indicazioni in tema
di carburanti in tutti i 28 Paesi dell'UE,
oltre che in Islanda, Liechtenstein,
Macedonia, Norvegia, Serbia, Svizzera
e Turchia (per il Regno Unito – Brexit
incombente – si vedrà). È questo
il senso del sistema di etichettatura,
che qui riportiamo, introdotto
sulle pompe dei distributori e sui tappi
o sportelli dei serbatoi dei veicoli
(nuovi) dal 12 ottobre.
Alla "collezione" mancano i simboli
per i mezzi elettrici e ibridi plug-in,
ancora in fase di elaborazione.
La distinzione più evidente, a scanso
di errori, è tra le benzine e i gasoli:
a cambiare sono la forma (tonda
o quadrata) e i colori delle etichette.

BENZINA GASOLIO

E E5 E10 E85 B7 B10 XTL


ITALIA EUROPA
Benzina Benzina Benzina Benzina Gasolio Gasolio Gasolio sintetico
senza contenuto contenente fino contenente fino contenente fino contenente fino contenente fino (non derivato
di etanolo al 5% di etanolo al 10% di etanolo all'85% di etanolo al 7% di biodiesel al 10% di biodiesel da greggio)

GAS
© Riproduzione riservata

H2 CNG LPG LNG


Idrogeno Gas naturale Gas di petrolio Gas naturale
compresso liquefatto liquefatto
(metano) (Gpl) (metano liquido)
N EM RE 2018
NOVEMBRE 2 18 63
ATTUALITÀ MEGLIO NUOVA O GIÀ TARGATA?

NON DATELE
PER SCONTATE
Decine di migliaia di chilometri zero hanno di recente invaso i piazzali
delle concessionarie. Ma sono davvero convenienti? Sì, ma non più
che in passato. E si tratta di auto con la vecchia omologazione Euro 6b
di Emilio Deleidi e Mario Rossi
(hanno collaborato Silvio Campione e Marco Marcotulli)

N
el solo mese di agosto, le alla rottamazione di un'auto usata (benefici
concessionarie hanno imma- che oggi vengono spesso proposti anche a
tricolato 14.333 vetture, ben chi acquista vetture già targate).
il 47,3% in più rispetto allo Oggetto dell'indagine, in particolare, so-
stesso mese del 2017. Agli no stati alcuni dei modelli che figurano ai
esemplari abitualmente targati dagli opera- primi posti della classifica delle autoimma-
tori per raggiungere gli obiettivi fissati con tricolazioni di agosto, i cui vertici erano pre-
le Case , infatti, si sono aggiunti quelli regi- sidiati dalla Renault Clio e dalla Fiat Tipo.
strati forzatamente perché omologati se-
condo la direttiva ambientale Euro 6b, quin- COME UN ANNO FA
di considerati, salvo qualche eccezione, fuo- I risultati, che abbiamo sintetizzato nelle
rilegge a partire dal 1° settembre (come ab- pagine seguenti, sono stati per certi aspet-
biamo spiegato su Quattroruote di settem- ti sorprendenti. Il risparmio medio di tutte
bre, a pag. 66). Risultato: nel giro di poche le vetture a chilometri zero considerate ri-
settimane, una marea di auto a chilometri spetto ai corrispettivi esemplari nuovi, in
zero si è riversata sui piazzali delle conces- pronta consegna oppure da ordinare, è sta-
sionarie di tutta Italia. to infatti pari all'11,5%. Un valore significa-
Ma questa dinamica, venuta meno non tivo, che in termini monetari si traduce in un
appena superata la fatidica scadenza nor- minore esborso medio superiore ai 2.500
mativa (come dimostra anche il crollo del euro, ma inferiore a quanto ci si sarebbe po-
25,3% del mercato registrato in settembre), tuti aspettare in una situazione anomala
porta qualche beneficio ai clienti delle con- come quella che si è venuta a creare per la
cessionarie? In altre parole, a fronte della scadenza normativa di questo autunno. Il
grande disponibilità di prodotto, i venditori dato, infatti, è sostanzialmente allineato a
sono disposti a ribassare i prezzi, pur di quanto avevamo rilevato (quasi l'11%) in
smaltire lo stock di vetture in giacenza che, un'inchiesta analoga, pubblicata sul fasci-
non dimentichiamo, costituiscono un costo colo di ottobre 2017 (a pag. 208), limitata
significativo per i dealer? tuttavia a modelli di marchi premium.
Per verificarlo, abbiamo condotto un'in- A giudicare dalla nostra indagine, quindi,
dagine sul campo, visitando in incognito de- quantomeno nella fase attuale i dealer
cine di punti vendita di grandi e medie città
italiane (da Milano a Roma e Napoli, da Ve- DALL'ALFA ALLA OPEL
rona e Bologna a Caserta), rilevando i prez- LA GIULIA GIÀ
zi delle chilometri zero in oferta (compren- IMMATRICOLATA COSTA
sivi del costo del passaggio di proprietà) e OLTRE 9 MILA EURO
confrontandoli con quelli scontati di vetture IN MENO RISPETTO
nuove, identiche per versione, allestimento A UN ESEMPLARE
e dotazione di accessori, escludendo però NUOVO SCONTATO.
dalla comparazione eventuali bonus ulte- TRA LE KM 0 MENO
riori, legati a finanziamenti e alla permuta o SPINTE C'È LA CORSA

64 NOVEMBRE 2018
NOVEMBRE 2018 65
ATTUALITÀ MEGLIO NUOVA O GIÀ TARGATA?

ALFA ROMEO ALFA ROMEO CITROËN


GIULIA GIULIETTA C3
Valori in euro

Con la Giulia, vista la fascia di mercato Il problema delle C3 a gasolio è


alla quale appartiene, stiamo parlando che, se le si vuole ordinare Euro 6d-Temp,
di cifre importanti: anche il risparmio secondo alcuni venditori bisogna aspettare
garantito dalle km 0 è davvero consistente, dicembre. Quindi, se si ha bisogno dell'auto
al punto da superare di slancio i 9.000 in tempi brevi, la scelta della km 0 Euro 6b
euro. Se, poi, il confronto viene fatto è inevitabile; il risparmio, però, è buono.
con il prezzo di listino, la diferenza diventa
stratosferica. La disponibilità di esemplari LA PIÙ CONVENIENTE
è buona, ma bisogna prestare attenzione Ormai sulla breccia da tempo, la Giulietta Concessionaria Autopiù Bologna
alla data d'immatricolazione: sul web è una delle vetture più difuse Versione BlueHDi 75 CV Shine
ne sono inserzionati molti targati a km 0: la disponibilità, quindi, non è Classe Euro 6b
nel 2017 o, addirittura, negli ultimi mesi un problema. Un risparmio del 15,7% Immatricolazione luglio 2018
del 2016. In questi casi, il prezzo scende è significativo, ma anche sugli esemplari Prezzo di listino 19.450
parecchio, ma la convenienza è da valutare. nuovi vengono praticati buoni sconti. Prezzo nuova scontato 18.146

LA PIÙ CONVENIENTE LA PIÙ CONVENIENTE Prezzo km 0 15.400


Concessionaria Motor Village Roma Concessionaria L'Automobile Verona Diferenza nuova scontata/km 0 -2.746
Versione
Classe Euro
2.2. TD 136 CV Business
n.d.
Versione
Classe Euro
1.6 JTDm 120 CV Super
6b
Risparmio 15,1%
Immatricolazione agosto 2018 Immatricolazione giugno 2018 Due esemplari disponibili, entrambi
con motore Euro 6b, tassa automobilistica
Prezzo di listino 44.100 Prezzo di listino 27.750 pagata fino ad aprile 2019 e copertura
Prezzo nuova scontato 38.500 Prezzo nuova scontato 23.250 furto e incendio fino a luglio 2019.
Prezzo km 0 29.300 Prezzo km 0 19.590 LA MENO CONVENIENTE
Diferenza nuova scontata/km 0 - 9.200 Diferenza nuova scontata/km 0 -3.660 Concessionaria ContautoDue Teverola (CE)
Risparmio 23,9% Risparmio 15,7% Versione BlueHDI 75 CV Feel
Classe Euro 6b
La più conveniente del panel, con quasi Risparmio molto interessante per
il 24% in meno rispetto alla corrispondente la media del Biscione, ma la vettura non è Immatricolazione giugno 2018
auto nuova, che però sarebbe Euro 6d- visionabile e il venditore è molto sbrigativo. Prezzo di listino 18.596
Temp. Bollo pagato fino ad aprile 2019. Bollo pagato fino ad aprile 2019. Prezzo nuova scontato 14.846

LA MENO CONVENIENTE LA MENO CONVENIENTE Prezzo km 0 13.000


Concessionaria Girelli Sona (VR) Concessionaria Motor Village Roma Diferenza nuova scontata/km 0 -1.846
Versione
Classe Euro
2.2. TD 136 CV AT8 Business
6b
Versione
Classe Euro
1.6 JTDm 120 CV Super
6b
Risparmio 12,4%
Immatricolazione agosto 2018 Se anche acquistassimo una C3 nuova
Immatricolazione aprile 2018 in stock, si tratterebbe di una Euro 6b;
Prezzo di listino 45.310 Prezzo di listino 27.950 il suo prezzo scenderebbe di 1.600 euro
Prezzo nuova scontato 40.294 Prezzo nuova scontato 22.944 in caso di rottamazione e finanziamento.

Prezzo km 0 33.500 Prezzo km 0 19.500


Diferenza nuova scontata/km 0 -6.794 Diferenza nuova scontata/km 0 -3.444

Risparmio 16,9% Risparmio 15,0%


Sconto molto alto per la berlina del Biscione Poche le km 0 qui disponibili e il dealer
con motore Euro 6b e cambio automatico. sponsorizza l'acquisto di una macchina
Tassa automobilistica pagata fino al 31 nuova Euro 6d-Temp. La diferenza
dicembre 2018. di prezzo è comunque interessante.

ATTENTI ALL'EURO
LA CONVENIENZA
DELLE KM 0 NON
SI DISCUTE, MA BISOGNA
TENERE CONTO DELLA
CLASSE DI EMISSIONI:
NE ABBIAMO TROVATA
UNA SOLA GIÀ
EURO 6D-TEMP
non sono sembrati disposti a svendere nei mesi precedenti e vendute rapidamente Il vantaggio più consistente, in termini di
più di tanto le vetture già immatricolate di senza incontrare particolari problemi. risparmio rispetto al nuovo, è risultato quel-
cui dispongono, praticando riduzioni di lo dell'Alfa Giulia, con una punta del 23,9%
prezzo particolarmente consistenti. GROSSI AFFARI CON IL BISCIONE registrata al Motor Village di Roma; stiamo
Del resto, molti ci hanno confidato che gli Come sempre accade in queste situazio- parlando di una cifra che supera i 9.000 eu-
esemplari che ci stavano proponendo erano ni, però, ci sono diferenze anche sensibili tra ro, ma se il confronto venisse fatto con il
gli ultimi rimasti di uno stock di qualche de- i vari modelli, che abbiamo evidenziato nel- prezzo di listino dell'auto, accessori compre-
cina di vetture, in gran parte immatricolate le schede di queste pagine. si, lo scarto arriverebbe addirittura a

DACIA FIAT JEEP


DUSTER TIPO COMPASS
Valori in euro

La Tipo 1.3 Multijet si può trovare anche


nuova in stock con omologazione Euro 6b:
il risparmio ottenibile con la km 0, in questo
caso, è abbastanza modesto. Tutt'altro
discorso se il confronto viene fatto con un
esemplare nuovo Euro 6d-Temp, più caro.

LA PIÙ CONVENIENTE
Concessionaria Angelo Fiori Roma
Di Duster ultima versione Euro 6b Per la Compass, che è una Suv di successo,
Versione 1.3 MJT 5 p. Easy
a km 0 se ne trovano poche e la loro la scelta della km 0 non è dettata tanto
convenienza varia molto secondo Classe Euro 6b
dalla convenienza, quanto dalla
la concessionaria: quasi nulla a Napoli, Immatricolazione marzo 2018 disponibilità: l'attesa degli esemplari nuovi
maggiore in provincia di Pavia. Nessuno Prezzo di listino 22.406 può essere lunghissima (sei mesi). Quindi,
sconto su quelle nuove rispetto al listino. Prezzo nuova scontato 16.800 quelle targate vendono vendute in fretta...

LA PIÙ CONVENIENTE
Prezzo km 0 15.000 LA PIÙ CONVENIENTE
Diferenza nuova scontata/km 0 -1.800 Concessionaria Reginauto Pozzuoli (NA)
Concessionaria Superauto Vigevano (PV)
Versione 1.5 dCi 110 CV 4x4 Prestige Risparmio 10,7% Versione 2.0 MJT 170 CV Limit. 4WD AT8
Classe Euro 6b Prezzo interessante, anche perché quello Classe Euro 6b
Immatricolazione luglio 2018 dell'auto nuova è riferito a un esemplare Immatricolazione agosto 2018
Prezzo di listino 19.100 in pronta consegna. Ma la vettura, Prezzo di listino 43.027
al momento della visita, ha sei mesi. Prezzo nuova scontato 35.192
Prezzo nuova scontato 19.100

Prezzo km 0 17.372 LA MENO CONVENIENTE Prezzo km 0 32.300


Diferenza nuova scontata/km 0 -1.728 Concessionaria DeniCar Milano Diferenza nuova scontata/km 0 -2.892

Risparmio 9,0%
Versione
Classe Euro
1.3 MJT 5 p. Easy
6b Risparmio 8,2%
Ultimi due esemplari disponibili, entrambi Immatricolazione gennaio 2018 Tutte le Compass 140 CV a km 0 sono
di colore arancione. Il prezzo è interessante, Prezzo di listino 20.770
andate rapidamente esaurite, a un prezzo
considerando anche che la tassa di 30.000 euro; è rimasta solo una da 170
Prezzo nuova scontato 16.500 CV. Per la nuova, consegna da definire.
automobilistica è pagata fino a giugno '19.

LA MENO CONVENIENTE
Prezzo km 0 15.500 LA MENO CONVENIENTE
Diferenza nuova scontata/km 0 -1.000 Concessionaria Mocauto Milano
Concessionaria Auto Scala Pozzuoli (NA)
Versione 1.5 110 CV 4x2 Comfort Risparmio 6,1% Versione 2.0 MJT 140 CV Long. 4WD AT9
Classe Euro 6b La Tipo a km 0 non risulta particolarmente Classe Euro 6b
Immatricolazione agosto 2018 conveniente, avendo già nove mesi Immatricolazione luglio 2018
Prezzo di listino 18.300 di vita. Però una Euro 6d-Temp Prezzo di listino 36.337
(in stock) costerebbe 18.360 euro. Prezzo nuova scontato 31.000
Prezzo nuova scontato 18.300

Prezzo km 0 17.750 Prezzo km 0 31.200


Diferenza nuova scontata/km 0 -550 Diferenza +200
Risparmio 3,0% Risparmio -0,6%
Il vantaggio della km 0 è esiguo, tenendo Unico caso in cui la km 0 costa (poco)
conto che quella da ordinare (con consegna di più della vettura nuova, che gode di una
in ottobre) avrebbe anche il nuovo motore forte promozione (5.337 euro di sconto),
da 115 CV Euro 6d-Temp. ma arriverà solamente a marzo 2019.

NOVEMBRE 2018 67
ATTUALITÀ MEGLIO NUOVA O GIÀ TARGATA?

14.800 euro. Un vero afare, anche se re- anche con la Volvo V40 (punte del 20,3%), ferenza a vantaggio delle chilometri zero,
lativo alla versione meno potente (la 2.2 la Renault Clio (18,8%), un'altra Alfa come la ma nella decisione dell'acquirente possono
turbodiesel da 136 CV). Per fare un confron- Giulietta (-15,7%), della quale c'è ampia di- entrare in gioco anche altri elementi.
to, basti pensare che, nella nostra inchiesta sponibilità di chilometri zero, la Citroën C3
di un anno fa, il risparmio (ma per la Giulia (-15,1%) e la Renault Captur (-12,6%). In al- LUNGHE ATTESE
da 150 CV) era risultato in media del 13,3%, tri casi, il risparmio scende: non che sia di- A incidere sulla scelta, infatti, sono altri
quindi sensibilmente inferiore. sprezzabile, perché comunque in gioco ci due fattori importanti: la classe di omologa-
Benefici importanti si possono ottenere sono quasi sempre di migliaia di euro di dif- zione delle emissioni e i tempi di consegna

OPEL PEUGEOT RENAULT


CORSA 208 CAPTUR
Valori in euro

La 208 a gasolio condivide con


la "cugina" Citroën C3 il problema
dell'impossibilità momentanea di ordinare
esemplari nuovi: quella della km 0,
se si ha fretta, diventa quindi una scelta
di fatto obbligata.

LA PIÙ CONVENIENTE
Concessionaria Campani Group Bologna
Della compatta tedesca abbiamo Situazione analoga a quella della Clio,
reperito ancora qualche esemplare Versione BlueHDi 75 CV Active 5 p. anche se la disponibilità di km 0 non è
a km 0 disponibile nell'hinterland Classe Euro 6b paragonabile: la Captur, comunque, piace
milanese, dove il risparmio è risultato Immatricolazione luglio 2018 e gli esemplari targati sono stati smaltiti
buono: nessuna scelta possibile, Prezzo di listino 18.000 con facilità. Previste riduzioni di prezzo
però, di versione o colore. Prezzo nuova scontato 14.800 con finanziamento anche per le km 0.

LA PIÙ CONVENIENTE
Prezzo km 0 13.300 LA PIÙ CONVENIENTE
Diferenza nuova scontata/km 0 -1.500
Concessionaria Lambrocar Sesto S. G. (MI) Concessionaria RRG Milano
Versione 1.2 70 CV 5 p. Black Edition Risparmio 10,1% Versione 1.5 dCi 90 CV Intens Energy
Classe Euro 6b Il confronto con la corrispondente auto Classe Euro 6b
Immatricolazione luglio 2018 nuova è teorico, in quanto la vettura non Immatricolazione aprile 2018
Prezzo di listino 17.500 è più ordinabile. In caso di finanziamento, Prezzo di listino 24.050
14.100
il prezzo scenderebbe di 500 euro.
Prezzo nuova scontato Prezzo nuova scontato 21.500
Prezzo km 0 12.600 LA MENO CONVENIENTE Prezzo km 0 18.790
Diferenza nuova scontata/km 0 -1.500 Concessionaria SCA Napoli Diferenza nuova scontata/km 0 -2.710
Risparmio 10,6% Versione
Classe Euro
BlueHDi 75 CV Active 5 p.
6b Risparmio 12,6%
La Black Edition è ben accessoriata (clima Immatricolazione agosto 2018 Di un lotto cospicuo di Captur a km 0,
elettronico, sistema Intellilink) e ofre un Prezzo di listino 18.100 ne scegliamo una blu petrolio con tetto
risparmio interessante; tanto più che il suo panna; con un finanziamento di almeno
prezzo di listino sarebbe di 17.500 euro. Prezzo nuova scontato 13.500 6.000 euro, il prezzo scende a 17.000.

LA MENO CONVENIENTE
Prezzo km 0 12.300 LA MENO CONVENIENTE
Diferenza nuova scontata/km 0 -1.200
Concessionaria Farina Maddaloni (CE) Concessionaria Farina Maddaloni (CE)
Versione 1.2 70 CV 5 p. Advance Risparmio 8,9% Versione 1.5 dCi 90 CV Intens Energy
Classe Euro 6b Di 208 a gasolio a km 0 ne è rimasta Classe Euro 6b
Immatricolazione luglio 2018 una sola, da poco immatricolata; per una Immatricolazione agosto 2018
Prezzo di listino 15.180 vettura nuova, firmando entro fine mese, Prezzo di listino 23.200
12.000
il prezzo scenderebbe a 13.000 euro.
Prezzo nuova scontato Prezzo nuova scontato 20.600
Prezzo km 0 11.400 Prezzo km 0 18.090
Diferenza nuova scontata/km 0 -600 Diferenza nuova scontata/km 0 -2.510
Risparmio 5,0% Risparmio 12,2%
Qui la Corsa a km 0 non risulta molto Il gap a favore della km 0 è allineato
conveniente; va però detto che quella con quello rilevato a Milano; in caso
nuova disponibile, pur dotata di Intellilink, di finanziamento, il prezzo della vettura
sarebbe comunque omologata Euro 6b. nuova scende a 19.000 euro.

68 NOVEMBRE 2018
delle auto nuove. Tutte le chilometri zero negativa, tale da scoraggiarne l'acquisto. 200 euro) di quella nuova, oferta con una
proposte, fatta eccezione per una solo Volvo Inoltre, le vetture nuove spesso si fanno promozione consistente (oltre 5.000 euro di
V40 D2 disponibile a Milano, sono risultate desiderare: in alcuni casi (Citroën C3 e Peu- sconto sul listino) e omologata Euro 6d-
infatti omologate Euro 6b: e questa, per chi geot 208) risultano addirittura non ordina- Temp, ma con consegna dopo ben sei mesi.
abita in una grande città soggetta a possi- bili, almeno fino a dicembre, in altri si parla A quel punto, più che il prezzo, a convin-
bili limitazioni della circolazione (soprattutto comunque di parecchi mesi di attesa. E a Mi- cere l'acquirente possono essere la fretta e
delle diesel) dettate da presunte ragioni lano, una Jeep Compass a chilometri zero è la voglia di mettersi al volante dell'agognata
ambientali, può essere una caratteristica risultata persino più cara (anche se di soli macchina nuova.

RENAULT VOLKSWAGEN VOLVO


CLIO TIGUAN V40
Valori in euro

Agosto ha visto la Clio ai vertici della La V40 è una vettura di buon successo,
classifica delle vendite: un fatto dovuto alla apprezzata anche come auto aziendale:
necessità di targare tutti gli esemplari Euro per questo, molti esemplari a km 0
6b. Le km 0, quindi, abbondano: nel caso sono stati venduti in fretta. Nella scelta,
di Roma, la convenienza percentuale è meglio naturalmente privilegiare quelli
è risultata una delle più elevate. già omologati Euro 6d-Temp.

LA PIÙ CONVENIENTE LA PIÙ CONVENIENTE


Concessionaria Novauto Roma Concessionaria Svezia Car Milano
Con la Suv di Wolfsburg i venditori non
Versione 1.5 dCi 90 CV Energy Duel Versione D2
sono particolarmente generosi, né prodighi
Classe Euro 6b Classe Euro 6d-Temp
d'informazioni: alle nostre richieste
Immatricolazione maggio 2018 Immatricolazione luglio 2018
di chiarimenti, si sono limitati a generiche
Prezzo di listino 20.450 risposte sull'Euro 6, senza precisare se si Prezzo di listino 26.350
Prezzo nuova scontato 17.000 tratta dell'omologazione ormai superata. Prezzo nuova scontato 23.700

Prezzo km 0 13.800 LA PIÙ CONVENIENTE


Prezzo km 0 18.880
Diferenza nuova scontata/km 0 -3.200 Diferenza nuova scontata/km 0 -4.820
Concessionaria Autocommerciale Bologna
Risparmio 18,8% Versione 1.6 TDI Business Risparmio 20,3%
Soltanto due esemplari a km 0 disponibili Classe Euro n.d. Un ribasso importante per l'unica vettura
di uno stock targato in maggio. Per la Immatricolazione gennaio 2018 che abbiamo trovato a km 0 già Euro
consegna di una corrispondente auto Prezzo di listino 34.280 6d-Temp; della ventina targata in luglio,
nuova da ordinare, occorrerebbe un mese. ne erano rimaste solo un paio.
Prezzo nuova scontato 29.500
LA MENO CONVENIENTE Prezzo km 0 27.000 LA MENO CONVENIENTE
Concessionaria Renord Sesto S. G. (MI) Diferenza nuova scontata/km 0 -2.500 Concessionaria SMV Auto Casagiove (CE)
Versione 1.5 dCi 90 CV Intens Energy
Classe Euro 6b Risparmio 8,5% Versione
Classe Euro
D2 Business
6b
Immatricolazione agosto 2018 semplare disponibile con motore Immatricolazione agosto 2018
Prezzo di listino 21.340 1.6. Secondo il dealer, l'auto «è in regola Prezzo di listino 26.450
con le norme sulle emissioni» e non
Prezzo nuova scontato 18.700 è più ordinabile. Prendere o lasciare... Prezzo nuova scontato 23.300
Prezzo km 0 16.010 LA MENO CONVENIENTE
Prezzo km 0 20.900
Diferenza nuova scontata/km 0 -2.690 Diferenza nuova scontata/km 0 -2.400
Concessionaria Autocentri Balduina Roma
Risparmio 14,4% Versione 1.6 TDI Style Risparmio 10,3%
Fresca d'immatricolazione, di colore rosso Classe Euro n.d. Sono disponibili diverse V40, alcune
scuro, la Clio a km 0 potrebbe costarci, Immatricolazione agosto 2018 a km 0, altre che... possono diventarlo.
con un finanziamento (di almeno 6.000 Prezzo di listino 31.320 Se proprio la si vuole ordinare, il tempo
euro in 36 mesi), soltanto 14.110 euro. di consegna previsto è di 30 giorni.
Prezzo nuova scontato 26.300

Prezzo km 0 24.300
Diferenza nuova scontata/km 0 -2.000
© Riproduzione riservata

Risparmio 8,2%
La km 0 comprende un'estensione
di garanzia di 2 anni/80.000 km. Il prezzo
dell'auto nuova è buono perché riferito
a un esemplare in pronta consegna.

NOVEMBRE 2018 69
ATTUALITÀ AUTOSTRADE

LASTRICATE
DI SOLDI
i

di Mario Rossi

7.196
MILIONI
Fatturato 5.901 1.582 959 862
del settore MILIONI MILIONI MILIONI MILIONI
Rispetto al 2016, Ricavi netti Risultato netto Investimenti Canoni pagati
l'insieme da pedaggio aggregato realizzati nel 2017 dalle società
delle società Il sistema autostradale L'incremento In calo del 10% sul Di questi, 732,8
di gestione italiano ha chiuso è stato di ben 2016. Da notare che milioni sono finiti
delle autostrade il 2017 con un il 42% sul 2016. nel triennio 2010-12 all'Anas, 110,5
ha registrato incremento degli Fino al 2010 la spesa annua era milioni al ministero
un aumento dei ricavi incassi ai caselli i profitti complessivi stata costantemente dell'Economia, 19,1
pari a 300 milioni, del 3,3% nei confronti sono stati inferiori sopra i 2 milioni al ministero
il 4,35% in più dell'anno precedente al miliardo di euro miliardi di euro delle Infrastrutture

70 NOVEMBRE 2018
M
ettere nel mirino le auto- numeri contenuti nella Relazione 2017 ap- sono riassunti in queste pagine. A tutto ciò
strade dopo il crollo del pena pubblicata dalla Direzione generale meritano di essere aggiunti solo alcuni ele-
Ponte Morandi di Genova per la vigilanza sulle concessionarie del mi- menti: nella decade 2018-28 sono in pro-
è un po’ come sparare nistero delle Infrastrutture. Un documento gramma investimenti per 9 miliardi di euro,
sulla Croce Rossa. Se, pe- di ben 644 pagine che analizza un compar- al netto del passante di Genova che, se si
rò, si guardano i numeri, è diicile restare to che vale quasi 7,2 miliardi di euro di ri- farà, ne costerà 4,7. Nel 2017, gli interven-
calmi e indiferenti, per dirla con Franco cavi. Soldi che dalle tasche di automobilisti ti in corso erano 82, di cui 30 avviati nel
Battiato. Il fatto è che le società che gesti- e autotrasportatori finiscono nelle casse di corso dell’anno, per un importo di quasi 3,8
scono le arterie del nostro Paese incassano 22 società che gestiscono 5.887 chilometri miliardi. Ma, rispetto ai piani finanziari, che
un sacco di soldi, sempre di più, e ne inve- di rete su quasi 7.200 complessivi, oltre prevedevano nella decade 2008-17 inve-
stono pochi, sempre di meno. E, oltretutto, mille dei quali costituiti da ponti e viadotti stimenti per 25,4 miliardi, l’attuazione è
soltanto una minima parte di questi finisce più lunghi di cento metri (e 876 km di gal- ferma, in media, al 65%, per una spesa di
al proprietario, cioè allo Stato. lerie oltre i 100 metri). appena 16,5. Insomma, di strada da fare ce
Lo dimostrano, in maniera impietosa, i I principali numeri dell'enorme business n’è ancora tanta. Troppa.

A MACCHIA
DI LEOPARDO
Il grafico illustra l'incremento
tarifario nel periodo 2008-17,
di cui hanno goduto le diverse
società concessionarie. In nero
le autostrade senza pedaggio,
i raccordi autostradali e le tratte
che a inizio decade non erano
ancora state aperte al traico
(Brebemi, Teem-Tangenziale
est esterna di Milano
e Pedemontana lombarda)

DIECI ANNI DI AUMENTI DEI PEDAGGI


Raccordo autostradale Valle d’Aosta 104,40%
Satap Novara Est-Milano 9 8 %
Satap Torino-Novara Est 9 2 % Salt tronco ligure-toscano 2 09%
Satap Torino-Piacenza 8 26% Autostrade per l’Italia %
Strada dei parchi 28% Centropadane 2 %
Sav autostrada 0 % Autostrada dei fiori tronco A10 %
Sav raccordo Gran San Bernardo 0% Cav - Venezia-Padova %
Autovie venete 0 % Cav - Passante di Mestre %
Ativa % Sitaf Bruere 9%
Autostrada Brescia-Padova % Autostrada del Brennero %
Salt 3 0 % Asti-Cuneo 0%
Milano-Serravalle3 % Autostrada dei fiori 8 %
© Riproduzione riservata

Sitaf Avigliana 9 9% Autostrade meridionali 0 %


Tangenziale di Napoli 9 % Consorzio autostrade siciliane
Sat 28 69% Traforo Monte Bianco
Sitaf Salbetrand 2 % Traforo Gran san Bernardo n.d.

NOVEMBRE 2018 71
La meccanica del concorso prevede che possano partecipare all’estrazione dei premi consistenti in un’autovettura Toyota C-HR 1.8 Hybrid Style, i maggiorenni residenti in Italia o nella Repubblica di San Marino, che avranno sottoscritto regalato o rinnovato un abbonamento annuale o biennale (carta con digitale incluso) a una delle seguenti
riviste: QUATTRORUOTE, RUOTECLASSICHE, DUERUOTE, TUTTOTRASPORTI, AUTOPRO, TOPGEAR, e avranno effettuato il relativo pagamento entro il 04 settembre 2019. Il concorso è valido dal 18 settembre 2018 al 01 agosto 2019. L’estrazione dei premi avverrà entro il 16 settembre 2019 alla presenza di un funzionario della Camera di
Commercio. Il vincitore sarà avvisato con lettera raccomandata. Totale montepremi, IVA compresa EURO 34.910. Il regolamento completo del concorso è disponibile presso Editoriale Domus s.p.a. e sul sito http://www.shoped.it/regolamento-motori

A SOLI
1 ANNO

Puoi recedere entro 14 giorni dalla ricezione del primo numero. Per maggiori informazioni visita store.edidomus.it/cga.
AL

€ 39,90
*
inclusa

€ ,
12 NUMERI

anzichè

Tutti i prezzi sono IVA inclusa. Lo sconto è computato sul prezzo di copertina al lordo di offerte promozionali edicola. La presente offerta, in conformità con l’art.45 e ss. del codice del consumo, è formulata da Editoriale Domus Spa.
*+ € 3,90 di spese di spedizione
+ edizione digitale
PREZZO!
+ € 5,90 di spese di spedizione
1 ANNO 1 ANNO 1 ANNO 1 ANNO 1 ANNO PER BEN
2 ANNI

***
Quattroruote Quattroruote Quattroruote Quattroruote Quattroruote

+ 3,90 di spese di spedizione **+ versione digitale inclusa


12 NUMERI** 12 NUMERI** 12 NUMERI** 12 NUMERI** 12 NUMERI**
+
Tuttotrasporti
+
Autopro
+
Ruoteclassiche
+
Dueruote TopGear
+ Quattroruote
24 NUMERI**
11 NUMERI** 6 NUMERI** 12 NUMERI** 12 NUMERI** 12 NUMERI**
a solo €68,80* a solo €46,40* a solo €84,70* a solo €61,80* a solo €68,80* a solo €74,90***
INVECE DI ± 113,90 INVECE DI ± 78,00 INVECE DI ± 126,00 INVECE DI ± 102,00 INVECE DI ± 106,80 INVECE DI ± 120,00

SCONTO SCONTO SCONTO SCONTO SCONTO SCONTO

40% 41 % 33% 39% 36% 38%

*
IN PIÙ PARTECIPI UN FANTASTICO
AL SUPER CONCORSO TOYOTA C-HR
CHE METTE IN PALIO HYBRID!

TOYOTA C-HR.
COUPÉ. SUV. IBRIDO.
• Tecnologia Full Hybrid
• 50% elettrico in città
• Senza prese di ricarica
• 100% omologato WLTP

L’immagine presentata s’intende puramente indicativa


e non costituisce vincolo per colori, modelli, etc.

SCEGLI LA
MODALITÀ DI ABBONATI SUBITO!
ABBONAMENTO
CHE PREFERISCI:
è semplice
www.shoped.it
oppure spedisci la cartolina Lunedì - venerdì
e veloce! allegata, è già affrancata
ore 8.45 - 20.00
sabato ore 8.45 - 13.00

La percentuale percorsa in modalità elettrica è ricavata dai risultati degli studi sul comportamento energetico di veicoli Toyota HYBRID effettuati a cura del CARe – Centro di ricerca sull’Auto e la sua evoluzione (Università degli Studi “Guglielmo
Marconi”, Roma) e di ENEA - Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile (Centro Ricerche Casaccia, Roma), e da quelli ottenuti con il “Test Drive della Verità” in base ai dati del sistema diagnostico
del veicolo (i risultati dei test, effettuati in collaborazione con Driveco, sono consultabili sul sito toyota.it nella sezione “Test Drive della Verità”). Maggiori dettagli su toyota.it. La percentuale non tiene conto di eventuali stock presenti presso i
concessionari, di produzione antecedente, e non omologati secondo i nuovi standard WLTP. Per maggiori info e dettagli sul nuovo sistema WLTP (Worldwide Harmonized Light-Duty Vehicles Test Procedure) visita il sito toyota.it. Valori massimi
NEDC correlati riferiti alla gamma C-HR Hybrid: consumo combinato 26,3 km/l, emissioni Co2 86 g/km (NEDC - New European Driving Cycle - correlati ai sensi del Regolamento UE 2017/1151).
PREGI • DIFETTI • PRESTAZIONI

PROVE SU

LA DB11 È UN PICCOLO MONDO


A PARTE DI SENSAZIONI.
ANCHE QUANDO PASSEGGIA

74 NOVEMBRE 2018
Prestazioni rilevate sulla pista ASC di Vairano (PV) dal Centro prove di Quattroruote

STRADA

AUDI FIAT FORD KA+ JEEP


Q3 500X vs OPEL KARL CHEROKEE
A Ingolstadt, da qualche tempo, Più o meno, la storia è la stessa In realtà, non si tratta di due La prima diferenza la noti
hanno finalmente deciso della Renegade, da poco provata. versioni qualsiasi: la prima quando la guardi negli occhi,
di non fare le auto tutte uguali Un leggero maquillage esterno è una Active, la seconda una perché i fanali non sono più
e la seconda generazione della che, sottopelle, nasconde Rocks. Come dire, le varianti Suv sottili come prima. E pure quelli
Q3 conferma in pieno il trend. novità di sostanza. In termini style delle due piccole. D'altra dietro, per coerenza, si sono
E pure dentro tiene a battesimo di dotazioni e, soprattutto, parte, la voglia di sport utility adeguati. Per il resto, finiture
qualcosa d'inedito: un di motori: arriva il mille turbo dilaga e non c'è da stupirsi migliorate e maggior confort.
infotainment che è la versione a tre cilindri da 120 cavalli se arriva a lambire persino Oltre al fatto che la Cherokee
semplificata di quello top nato e il quattro cilindri di 1.3 litri le auto da città. Via nel traico, si è messa al passo con i tempi,
sull'ammiraglia A8. Nel cofano, da 150. Qual è il migliore? allora, per metterle alla prova sotto il profilo dell'assistenza
il due litri turbodiesel da 150 CV. Nel complesso, il secondo. nel loro ambiente naturale. alla guida e dell'infotainment.

Pagina 76 Pagina 88 Pagina 100 Pagina 110


Family feeling sì, fotocopia no Per tenersi al passo con i tempi Cittadine in salsa Suv Che occhi (più) grandi che hai...

RENAULT ASTON MARTIN LEXUS PNEUMATICI


SCÉNIC DB11 LS QUATTRO STAGIONI
Il diesel non è più di moda? Con lei, la Casa inglese riparte Originale nello stile, particolare Se l'appuntamento primaverile
E, allora, ecco una seria proposta da zero, o quasi. Un nuovo partner negli interni, peculiare e autunnale con il gommista
a benzina: un turbo di 1.3 litri tecnico (il gruppo Daimler), nell'impostazione meccanica. vi pesa, le gomme all season
capace, con i suoi 160 cavalli, la volontà di regalare una guida E non soltanto perché rappresentano il modo migliore
di regalare una notevole realmente coinvolgente è ibrida, formula che si appresta per dribblarlo. Queste coperture,
piacevolezza alla monovolume e un inedito corso stilistico. a difondersi, se non addirittura infatti, rappresentano il perfetto
francese. Il tutto, senza pesare Di grande fascino e altrettanta a diventare generalizzata. compromesso per afrontare
troppo sul fronte dei consumi. eleganza. E, non meno importante, Tra le ammiraglie vere e proprie, un po' tutte le situazioni.
Insomma, un motore di tutto con il pregio di riuscire la LS rimane una scelta Già, ma quanto perfetto?
rispetto, peraltro condiviso a omaggiare i decenni precedenti controcorrente, ma non priva Per scoprirlo, ne abbiamo messe
con la Mercedes-Benz Classe A. senza esserne ostaggio. di un fascino particolare. a confronto sette.

A
OV
PR CIALE
Pagina 120 Pagina 126 Pagina 136 SP
E Pagina 144
Si vive anche senza gasolio La grande bellezza Diversa. Sotto tutti i profili Bene, benone o benino?

NOVEMBRE 2018 75
PROVA SU STRADA NUMERO 3.567

AUDI Q3
Avete presente la serie precedente? Dimenticatela.
La seconda generazione della Suv di Ingolstadt svolta
in termini di stile, ofre maggior spazio ed è più comoda.
Nulla di nuovo, invece, quanto a motore e prestazioni
di Lorenzo Facchinetti • foto di Massimiliano Serra

35 TDI QUATTRO S LINE EDITION


PREZZO (indicativo) MOTORE POTENZA MAX CONSUMI EMISSIONI CO2
L4 turbodiesel Omologato Rilevato Omologato Rilevato
€ 44.000 1.968 cm3 110 kW (150 CV) n.d. 15,4 km/l n.d. 173 g/km
76 NOVEMBRE 2018
Il servizio fotografico è stato realizzato a Milano
PROVA SU STRADA AUDI Q3

L'
impressione è che il tempo, a so e due in larghezza, con l'altezza che inve- via sulle più recenti Audi, con l'unica dife-
Ingolstadt, scorra in maniera ce scende di 5 millimetri: un niente, che pe- renza che la Q3 non è totalmente digitale,
diversa rispetto al resto del rò sottolinea la volontà di creare uno stile ma conserva ancora qualche comando fisi-
mondo. Se guardi la nuova Q3 dinamico e slanciato. Questi centimetri era- co. Sono digitali gli strumenti, nella forma
e per un attimo pensi alla pri- no necessari anche per prendere le distanze più semplice da 10,3 pollici fino al Virtual
mogenita del 2011, c'è qualcosa che non dalla neo arrivata Q2, che finora è andata cockpit da 12,3 a richiesta, come pure il di-
torna. E quei sette anni sembrano molti di quasi a sovrapporsi alla precedente Q3. Po- splay a centro plancia, che è touch, ma sen-
più. Ancor prima di mettersi al volante della sizionamenti di mercato a parte, sono misu- za feedback aptico, presente invece sulle
seconda generazione, infatti, basta girarle re che risultano più che mai gradite agli sorelle maggiori. Manca, inoltre, il secondo
attorno per comprendere l'entità del balzo. ospiti e alle valigie, che ora godono di mag-
Vecchia e nuova non paiono nemmeno pa- gior spazio, peraltro sfruttabile in maniera
renti alla lontana, perché in efetti sono figlie più versatile, grazie al divano scorrevole
di due corsi stilistici completamente diversi: avanti e indietro di quindici centimetri e agli
dal rigore delle superfici pulite e dei tratti schienali reclinabili in sette diverse posizio-
misurati della prima Q3 all'attuale muscolo- ni e frazionati nella proporzione 40/20/40.
sità delle fiancate, alla forte presenza della La distorsione del tempo è più netta che
calandra single frame ottagonale e, non ul- mai quando hai in mano il volante e guardi
time, alle dimensioni accresciute. Quasi die- la plancia. Si tratta della declinazione in pic-
ci centimetri in più di lunghezza, otto di pas- colo del concetto introdotto sulla A8 e via

PRIMA SERIE

SETTE ANNI DI CARRIERA

sia nelle misure


(vedere il testo
in alto) sia nello stile.
Sotto quest'ultimo
aspetto, la vista laterale
La Q3, per molti, ha rappresentato del nuovo modello appare decisamente
la porta d'ingresso in casa Audi. Nel 2011, più slanciata. E se prima la fiancata
la formula della sport utility compatta era liscia e dominata da un'unica linea,
era già di gran moda e il fatto che fosse propria del design Audi di quel periodo,
premium – e con quattro anelli – ora si notano passaruota muscolosi
una buona motivazione per sceglierla. e prominenti. All'interno, le diferenze sono
Anche a dispetto del fatto che non fosse ancora più marcate: il piccolo schermo
una delle Audi con più appeal del momento, dell'infotainment a scomparsa e i comandi
sia dentro sia fuori. Ristilizzata nel 2014, del climatizzatore seminascosti
in sette anni di carriera la Q3 ha dalla leva del cambio, per esempio,
convinto 62.524 italiani ad acquistarla. sono soltanto un ricordo. Memorizzate
Adesso cede il testimone alla seconda la plancia qui sopra, poi voltate pagina
generazione, profondamente diversa per giudicare voi stessi.

78 NOVEMBRE 2018
DOTAZIONI E ACCESSORI
Prezzi in euro
Prezzo di listino (indicativo) 44.000
Prezzo vettura provata (indicativo) 60.000
Airbag anteriori, laterali e a tendina di serie
Antifurto con allarme a richiesta
Assetto sportivo di serie
Assistenza mantenimento traiettoria a richiesta
Autoradio digitale (DAB) a richiesta
Avviso abbandono corsia di serie
Al lancio, la Q3 può essere dotata Avviso angoli bui di serie
del pacchetto Edition One, Cerchi di lega da 19 pollici di serie
che include la nuova tinta grigio
Chronos (oppure arancio Pulse), Climatizzatore automatico bizona di serie
tutte le finiture esterne nero lucido Fari a Led di serie
(compresi calandra e loghi, Frenata automatica di emergenza di serie
altrimenti cromati), i fari Matrix Impianto audio Bang&Olufsen a richiesta
Led, gli interni di pelle e le ruote
da 20 pollici. L'esemplare in prova, Impianto multimediale Mmi Plus di serie
immatricolato in Germania, Interfaccia smartphone a richiesta
monta invece quelle da 19" Pacchetto Edition One a richiesta 1
Parcheggio automatico a richiesta
Portellone elettrico a richiesta
Regolatore di velocità attivo di serie
Ricarica wireless per smartphone a richiesta
Sedili elettrici e riscaldabili a richiesta
Sensori di parcheggio posteriori di serie
Sospensioni a controllo elettronico a richiesta
Sterzo a rapporto variabile a richiesta
Strumentazione digitale da 10"3 di serie
Strumentazione digitale da 12"3 a richiesta
Telecamere 360° a richiesta
In rosso: presente sulla vettura provata.
Note: 1) include cerchi da 20", proiettori Matrix Led,
vernice speciale Chronos gray, elementi di finitura esterna
nero lucido, interni di pelle e scamosciato, volante
multifunzione Plus, pacchetto luci.

NOVEMBRE 2018 79
PROVA SU STRADA AUDI Q3

Tutte le Q3 hanno gli strumenti


digitali con quadro da 10,3".
A richiesta c'è il pannello da 12,3".
In ogni caso, mediante il tasto View
è possibile ingrandire e rimpicciolire
gli strumenti per enfatizzare o meno
la navigazione e gli altri menu.
Più a destra, il vano per la ricarica
wireless dello smartphone
e due comode prese Usb,
di cui una di tipo C

80 NOVEMBRE 2018
schermo sul tunnel: sulle Audi più grandi C'è di buono, comunque, che i comandi vo-
funge principalmente da climatizzatore, pe- cali sono evoluti: così s'interagisce con un
rò, credetemi, si sopravvive lo stesso anche interlocutore più intelligente rispetto a pri-
con il classico sistema con tasti fisici, sempre ma, con il risultato che si evitano parecchie
molto funzionale da gestire. Il mix tra nuovo ditate sullo schermo e distrazioni inutili.
e già noto, insomma, è convincente e fa sì In termini di qualità percepita, il balzo è
che chi scende dalla vecchia Q3 e sale sulla meno netto, perché il livello è quello solito,
nuova non si trovi su un pianeta diverso, ossia molto elevato. Alla bontà dei materia-
bensì sul medesimo profondamente e pia- li e alla cura del dettaglio propri del marchio,
cevolmente evoluto. Occorre solo fare ami- la Q3 aggiunge alcuni tocchi che contribui-
cizia con l'infotainment touch, che per sua scono a elevare la sensazione di pregio. Mi
natura richiede un minimo di aiatamento. riferisco, per esempio, all'inserto di pelle

INFOTAINMENT

PARLARLE È UN PIACERE
Di serie su tutta la gamma, versione meglio visibile, in quanto davanti agli occhi e singola sillaba: puoi parlargli come se fosse
base esclusa, l'impianto Mmi Plus con posto più in alto. Ma il vero aiuto per sfuggire una persona. E anche la navigazione
navigazione della Q3 si converte al touch alle distrazioni di uno schermo touch arriva si è fatta più intelligente: adesso sfrutta
come già le più recenti Audi di categoria dai comandi vocali, che possono evitare servizi online per avere indicazioni sul
superiore. Lo schermo centrale da 10,1 parecchie operazioni manuali, grazie al fatto traico in tempo reale e ha una strategia
pollici è ben visibile dal guidatore e protetto che ora, finalmente, il sistema è molto più di auto apprendimento in base ai percorsi
dalla luce esterna, essendo incassato nella brillante: riconosce infatti frasi di uso comune efettuati, in modo da suggerire sempre
plancia. Gran parte delle sue informazioni e risulta realmente abile nel comprendere il migliore. In tema di smartphone, il sistema
può inoltre essere replicata sul Virtual le tue indicazioni e i tuoi desideri. supporta Apple CarPlay e Android Auto;
cockpit da 12,3 pollici (a richiesta), ancor Qui, insomma, non serve scandire ogni a richiesta, c'è il sistema di ricarica wireless.

CARATTERISTICHE GENERALI TELEFONO - VIVAVOCE RADIO E AUDIO


Dimensioni reali schermo (pollici) 10,0 Collegamento Bluetooth sì Radio DAB sì 2
Touch screen sì Controlli sul volante sì Lettore Cd no
Prese Usb 41 Ripetizione indicazioni sì Streaming musica da smartphone sì
Ricarica wireless smartphone sì Ricerca contatti ★★★★ Controlli sul volante sì
Posizione e visibilità schermo ★★★★ Composizione vocale ★★★★★ Ricerca frequenza manuale ★★★★☆
Definizione schermo ★★★★★ Composizione touchpad no Memorizzazione stazioni ★★★★★
Accessibilità comandi ★★★★☆ Qualità audio e microfono ★★★★★ Qualità suono ★★★★☆

NAVIGAZIONE CONNETTIVITÀ
Mappe 3D/Google sì/sì Collegamento a internet sì
Supporto mappe mem. interna Hotspot wi-fi sì 2
Informazioni traffico sì App incorporate/smartphone sì/sì
Ripetizione indicazioni display Android Auto/Apple CarPlay sì/sì
Immissione indirizzo ★★★★★ MirrorLink no
Immissione vocale ★★★★★
Immissione touchpad no INDICE DI SICUREZZA ★★★★☆
Controllo volume ★★★★★
Precisione e chiarezza ★★★★★ Note: 1) una è di tipo C; 2) a richiesta.

NOVEMBRE 2018 81
PROVA SU STRADA AUDI Q3

SCOMPARSA LA RIGIDITÀ
DELLA SERIE PRECEDENTE: ORA
SI VIAGGIA PIÙ COMODI

82 NOVEMBRE 2018
ABITABILITÀ E VISIBILITÀ
La selleria di pelle con
inserti di scamosciato Le misure esterne accresciute si
fa parte del pacchetto riflettono, in parte, nell'abitacolo.
Edition One. Se la larghezza resta invariata, la nuova
Impeccabile il posto Q3 segna miglioramenti in altezza,
guida: le geometrie
sono corrette soprattutto davanti, per via della seduta,
e le ampie escursioni che può essere più bassa di prima, in base
ofrono ampio margine alla regolazione del sedile di 4 cm.
di personalizzazione Dietro aumenta lo spazio per le gambe
della seduta. In basso, (mediamente di 8 cm), per merito
la zona posteriore
regala spazio per del divano scorrevole. Bene la visibilità,
le gambe. Il divano specie davanti, grazie ai montanti sottili.
scorre avanti e indietro
misure in centimetri, angoli in gradi
di 15 centimetri

scamosciata a centro plancia oppure all'il- VANO DI CARICO


luminazione difusa ancora più capillare (a
partire dal logo "quattro" retroilluminato), In netta crescita. Se la precedente Q3
con trenta colorazioni a scelta. È più di efet- disponeva di 343 litri di volume, ora ce ne
to che di sostanza, ma non stona. sono ben 150 in più, grazie soprattutto
alle possibilità d'arredamento. I 493 litri
totali sono misurati infatti con il piano
VIVA L'AGILITÀ
di carico nella posizione più bassa
Appare più riuscita di prima anche la po- e con il divano posteriore avanzato.
sizione di guida. Ci si trova abbastanza so- Con quest'ultimo arretrato per far spazio
praelevati, è pur sempre una sport utility, ma alle gambe, il volume è comunque
la seduta non risulta mai troppo rialzata: si superiore a prima: 392 litri. Impeccabile,
può guidare con le gambe semidistese e le poi, la finitura: rivestimenti di pregio,
braccia piegate, impugnando un volante battivaligia di acciaio, serratura protetta.
quasi verticale; per intenderci, e per restare
Capacità complessiva (litri) 392–493
in casa, come su una A3. Mossi i primi passi,
di cui sotto il pavimento (litri) –
ci sono cose che cambiano e altre no. Moto-
Altezza soglia di carico (cm) 76
re e trasmissione, per esempio, sono quelli
arcinoti e non era lecito attendersi diferen- Totale angoli bui 113° (31%)
ze in materia. Il 2.0 TDI 150 CV è adeguato Visibilità posteriore
(ostacolo alto 70 cm) maggiore di 10 m
alla stazza della Q3, però siamo al limite,
specie se le proprie velleità pendono verso Visibilità montante anteriore sinistro
il dinamismo. Il suo range di utilizzo ottima- 44-52 Uomo ★★★★
le è fra i 1.700 e i 3.500 giri circa: pertanto, 88-140 Bambino ★☆
in caso di cambio manuale, come sul nostro Bicicletta ★★★★
90-101 157-188
esemplare, occorre lavorare per far sì che la misure in centimetri Giudizio complessivo ★★★☆
lancetta del contagiri si trovi sempre all'in-
terno di questa fetta, in modo da non tro-
varsi a corto di spunto. L'aspetto che cambia
riguarda invece il confort e l'agilità. Le so-
spensioni assorbono meglio rispetto alla
precedente generazione, che era piuttosto
rigida, contenendo molto bene, al contempo,
i movimenti del corpo vettura. In questo aiu-
tano senza dubbio gli ammortizzatori a ge-
stione elettronica (optional), ma la sensazio-
ne di maggior bontà d'insieme è presente
anche senza andare a selezionare modalità
confortevoli o sportive. Sempre in tema di
accessori consigliabili, lo sterzo a rapporto
variabile è un altro componente che assicu-
ra una guida più piacevole, rendendo la Q3
diretta e rapida nei movimenti, che ci si tro-
vi per le vie del centro o fra le curve di un
passo di montagna.

NOVEMBRE 2018 83
PROVA SU STRADA AUDI Q3

QUALITÀ

DIFFICILE TROVARE PUNTI DEBOLI


Il nome Audi è da tempo diventato sinonimo giochi molto contenuti e uniformi. Pure parti PIACE
di qualità costruttiva e la Q3 lo conferma: funzionali come le guarnizioni delle porte sono 1. I comandi in genere,
è veramente diicile trovare difetti rilevanti, tutto impeccabili e l'abitacolo, come di consueto, e quelli del climatizzatore
in particolare, sono ben fatti
è realizzato in modo ineccepibile. A partire dalla è molto appagante: può contare su materiali di e piacevoli da azionare.
verniciatura ben distesa in ogni parte, anche qualità e comandi ben fatti. Così, solo aguzzando
quelle meno in vista (con l'eccezione del vano la vista si scovano dettagli non al top, a partire 2. Tutti i portaoggetti sono
rivestiti, incluse le tasche
motore, privo dello strato di finitura trasparente), dai numerosi punti di saldatura in vista nella parte nelle porte anteriori, dotate
e dall'assemblaggio dei pannelli e delle bassa delle porte e dai carter sui fianchi dei sedili di un tappetino di gomma
modanature della carrozzeria, che presentano che non coprono i binari di scorrimento. R.B. rimovibile.

ESTERNO INTERNO NON PIACE


Verniciatura brillante e ben distesa, accostamenti Sia l'abitacolo sia il vano bagagli sono rivestiti con materiali 3. Sulla parte bassa delle
inappuntabili dei pannelli e delle modanature della di qualità assemblati con cura e non mancano i dettagli porte anteriori si notano
carrozzeria, guarnizioni porte complete: tutto è ben fatto. che contribuiscono a innalzare il livello della vettura. vari punti di saldatura
non del tutto uniformi.
Superfici carrozzeria ★★★★☆ Materiali e accoppiamenti ★★★★★
Giochi e profili ★★★★★ Sedili ★★★★☆ 4. I carter di plastica sui lati
esterni dei sedili davanti
Insonorizzazioni e guarnizioni ★★★★☆ Funzionalità ★★★★☆ lasciano scoperti i binari
Scocca ★★★★☆ Finitura bagagliaio ★★★★★ di scorrimento.

1 2 3 4

84 NOVEMBRE 2018
TECNICA
SCHEDA
LA BASE Dati dichiarati dalla Casa
relativi alla vettura in prova
SI EVOLVE Motore
• Anteriore trasversale, diesel
• 4 cilindri in linea
• Alesaggio 81,0 mm
• Corsa 95,5 mm
• Cilindrata 1.968 cm3
• Potenza max 110 kW
(150 CV) a 3.500 giri/min
• Coppia max 340 Nm
da 1.750 a 3.000 giri/min
• Blocco cilindri di ghisa,
testa di lega leggera
• 2 alberi di equilibratura
• 2 assi a camme in testa,
4 valvole per cilindro
(cinghia dentata)
• Iniezione diretta
La trazione integrale common rail, turbo
si basa su una frizione (a geometria variabile)
La scocca ha le parti vicina al diferenziale e intercooler
più sollecitate di acciaio posteriore, che viene • Catalizzatore Scr
ad altissima resistenza; chiusa, trasmettendo per gli NOx
il cofano motore il moto al retrotreno, Trasmissione
e la traversa anteriore se una ruota anteriore • Trazione integrale
sono di alluminio perde aderenza a inserimento automatico
• Cambio manuale a 6 marce
Le dimensioni del corpo Le sospensioni Pneumatici
vettura sono cresciute seguono il consueto • Hankook
rispetto alla serie schema MacPherson Ventus S1 evo 2 Suv
precedente: il passo all'avantreno e multilink 235/50R19 99V
è stato incrementato a tre leve e mezzo • Kit di riparazione
di 7,7 cm, la lunghezza al retrotreno. Corpo vettura
di quasi dieci (9,7) A richiesta, e presenti • Scocca di acciaio con parti
e la larghezza sulla vettura in prova, di alluminio, 2 volumi,
è aumentata di 1,8 sono disponibili 5 porte, 5 posti
centimetri. L'altezza, gli ammortizzatori • Avantreno MacPherson,
invece, è calata con smorzamento molla elicoidale,
di 5 millimetri a controllo elettronico barra stabilizzatrice
• Retrotreno multilink
a tre leve e mezzo,
molla elicoidale,
La nuova Q3, come tutti che consente barra stabilizzatrice
• Ammortizzatori idraulici
i modelli con motore trasversale di migliorare a controllo elettronico
del gruppo Volkswagen, è basata il rendimento • Freni a disco, anteriori
sulla piattaforma modulare Mqb. volumetrico autoventilanti, Abs ed Esp
Si ritrovano quindi caratteristiche e la turbolenza • Sterzo a cremagliera,
servocomando elettrico
tecniche già note, con i necessari nelle camere • Serbatoio 60 litri
aggiornamenti, come per esempio di combustione,
Dimensioni e massa
il sistema di trattamento dei gas in modo da limitare le • Passo 268 cm
di scarico, che ora prevede emissioni. Ciò però comporta • Carreggiata anteriore
il catalizzatore Scr, per l'unico che, contrariamente al solito, e posteriore 158 cm
diesel in gamma, oppure il filtro ciascuno dei due assi a camme • Lunghezza 448 cm
Larghezza 186 cm
antiparticolato per i motori azioni una valvola di aspirazione Il propulsore d'accesso della Q3 Altezza 162 cm
a benzina. Il propulsore a gasolio e una di scarico di ogni cilindro. è invece l'1.5 TFSi turbo a iniezione • Massa 1.700 kg,
è il noto due litri EA 288, che Particolare attenzione è stata diretta di benzina, caratterizzato a pieno carico 2.220 kg,
dalla possibilità di escludere rimorchiabile 2.000 kg
ha debuttato nel 2015 sostituendo dedicata al rafreddamento, che è
• Bagagliaio da 530
il precedente EA 189 coinvolto costituito da tre circuiti indipendenti, il secondo e il terzo cilindro ai carichi a 1.525 dm3
nel dieselgate. Il motore è stato è dotato di una pompa disattivabile e regimi intermedi chiudendo
Prodotta a
progettato per soddisfare le varie e provvede anche a sottrarre il le rispettive valvole e disattivando • Györ (Ungheria)
norme antinquinamento adottando calore dall'intercooler e dal radiatore l'iniezione e l'accensione. In tal modo,
diverse versioni del complesso del ricircolo dei gas di scarico. per erogare la medesima potenza,
di depuratori posto subito a valle Quest'ultimo è sdoppiato, ad alta si deve premere di più l'acceleratore:
del turbo. Un'altra peculiarità e a bassa pressione (preleva i fumi così il motore lavora in condizioni
di questo diesel è l'inusuale a valle del Dpf), per ridurre all'origine di maggior rendimento, riducendo
disposizione incrociata delle valvole, la produzione degli ossidi di azoto. il consumo e le emissioni di CO2. R.B.

NOVEMBRE 2018 85
PROVA SU STRADA AUDI Q3 35 TDI QUATTRO S LINE EDITION

PRESTAZIONI CONSUMI CONFORT


VELOCITÀ km/h PERCORRENZE IN VI km/litro ACUSTICO
Massima 200,0 90 km/h 19,6 Indice di articolazione (A.I.)
100 km/h 17,8 100 anteriore
posteriore
REGIMI giri/min 130 km/h 13,0
90
3.800 2.450 140 km/h 11,7

ottimo
3 4 5 3 4 5 80
2 6 2 6
PERCORRENZE MEDIE E AUTONOMIA
1 7 1 7 70
Percorso km/litro km
a velocità max in VI a 130 km/h in VI Città 15,7 1.003

discreto
60
Statale 17,1 1.092
Scarto tachimetro a 130 km/h (%) 1,3
Autostrada 13,7 874 50
Media rilevata 15,4 983
ACCELERAZIONE secondi

scarso
Media omologata – – 40
0-60 km/h 3,7
km/h
0-100 km/h 9,1 Scarto trip computer (%) 1,1 70 80 90 100 110 120 130 140 150 160
0-110 km/h 11,0 km/h condizione dB(A)
0-120 km/h 13,4
50 su asfalto 59,4
0-130 km/h 15,8 PROVE DINAMICHE 50 su asfalto drenante 65,0
0-140 km/h 18,7 50 su pavé 73,2
0-150 km/h 22,4 TENUTA DI STRADA g
Max in accelerazione 79,7
400 metri da fermo 16,5 Accelerazione laterale 0,92
ottimo discreto scarso
Velocità d'uscita (km/h) 132,7 ★★★
1 chilometro da fermo 30,8 START&STOP (vibrazioni sedile guida) m/s2
STABILITÀ km/h
Velocità d'uscita (km/h) 165,8
Doppio cambio di corsia 87 Avviamento 0,11
sul bagnato ★★☆ Arresto 0,03
RIPRESA IN VI (a min/max carico) secondi
Minimo
Cambio di corsia 160 0,04
70-90 km/h 8,3/8,8 in rettilineo ottimo discreto scarso
70-100 km/h 11,4/12,4
★★★
0,2 0,4 0,6
Cambio di corsia 103
70-120 km/h 18,3/20,1 in curva
70-130 km/h 22,1/24,5
★★★★ SOSPENSIONI
70-140 km/h 26,2/29,2 Dalla somma dei nostri test dinamici si evince m/s2
che sull'Audi Q3 i controlli elettronici sono 4,0 anteriore
30-60 km/h in III 5,3 stati tarati in modo conservativo. Specie posteriore

scarso
in condizioni di bassa aderenza, come il cambio 3,5
FRENATA metri g di corsia sul bagnato, l'Esp infatti interviene
con largo anticipo e in maniera piuttosto 3,0
100 km/h invadente: crea sottosterzo e fa perdere
a minimo carico 39,4 1,00 2,5
direzionalità alla vettura. Sull'asciutto questa
160 km/h tendenza è meno avvertibile e, anzi,

discreto
2,0
a minimo carico 98,6 1,02 nel cambio di corsia a 160 km/h emerge
una leggera tendenza al sovrasterzo che aiuta
100 km/h su asfalto a chiudere la manovra, ma anche in questo
1,5
asciutto + pavé 53,7 0,73 caso gli aggiustamenti dell'elettronica 1,0
100 km/h su asfalto sono evidenti. Nei riallineamenti, l'auto è
bagnato + ghiaccio 118,0 0,33 comunque molto composta. Durante queste ottimo
0,5
manovre evasive, si apprezzano le qualità
dello sterzo, che appare pronto, preciso e molto caditoie passo
RESISTENZA FRENI sensibile; con un pizzico di progressione pavé gradino stradali rotaie lastroni carraio
10 frenate da 100 km/h a pieno carico metri in più sarebbe perfetto. 50 km/h 30 km/h

1 40,2
2 39,6
AGILITÀ DI MANOVRA DATI VETTURA
3 40,2
4 39,9 MASSA
Diametro di sterzata
5 40,2 tra muri (metri) 11,6
11 6 In condizioni di prova (kg) 1.803
6 40,3 Ripartizione massa
7 40,3 Giri del volante 2,0
8 40,1 57% 43%
9 40,8 Sforzo volante
in manovra (kg) 1,8 AERODINAMICA
10 41,4
Sforzo frizione Cx stradale 0,353
ottimo discreto scarso
30 40 50 60 statico/dinamico (kg) 6,1/11,6 Superficie frontale (m2) 2,552

86 NOVEMBRE 2018
Editoriale Domuss
Sistema di qualità certificatoo
ISO 9001- 2015 5
PAGELLA
POSTO GUIDA ★★★★★ CONFORT ★★★★
Ergonomicamente ineccepibile. Ofre un'ampiezza tale di regolazioni per Scordatevi la rigidità della prima Q3, ora si viaggia più comodi.
sedile e volante che chiunque può crearsi un assetto guida tailor made: L'assorbimento è notevolmente migliorato, ma non a discapito dell'agilità.
alto per dominare la strada oppure basso quasi quanto una sportiva. Non eccelle, invece, la silenziosità: qualche fruscio è ben percepibile.
COMANDI E STRUMENTI ★★★★★ MOTORE ★★★☆
La disposizione dei comandi principali è perfetta, tutto è sempre Con 150 CV e 340 Nm, il due litri turbodiesel la muove con dignità. Non è

★ Insuiciente ★★ Suiciente ★★★ Discreto ★★★★ Buono ★★★★★ Ottimo ☆ Vale ½ stella ★★★★★ Con lode
al posto giusto. Il Virtual cockpit è la soluzione definitiva per avere lecito attendersi prestazioni straordinarie, però non tira nemmeno il fiato.
sott'occhio molte informazioni senza togliere lo sguardo dalla strada. L'importante, con il cambio manuale, è tenerlo nell'arco d'utilizzo ideale.
INFOTAINMENT ★★★★☆ ACCELERAZIONE ★★★★
Il sistema è notevole: ha menu ben comprensibili, è connesso, Circa nove secondi sullo scatto breve, meglio di quanto promesso,
reattivo e accetta tutti gli smartphone. Grazie a comandi vocali avanzati, rappresentano un valore adeguato per smarcarsi senz'ansia.
è possibile limitare l'uso del touch e dunque, di riflesso, le distrazioni. Pattinamenti inesistenti grazie alla presenza della trazione integrale.
CLIMATIZZAZIONE ★★★★☆ RIPRESA ★★★
L'interfaccia dell'impianto è nota: risale alla A3, ma è ancora notevolmente In sesta marcia, con il motore sotto i 1.700 giri circa, la risposta
attuale e pratica da gestire. Una volta scelta la temperatura desiderata, è piuttosto fiacca. Quando occorre dare una svolta al proprio passo,
puoi dimenticarti di reimpostarla per il resto dell'anno. è necessario attaccarsi alla trasmissione per ritrovare un po' di spunto.
VISIBILITÀ ★★★★ CAMBIO ★★★★
I montanti anteriori sottili e gli specchi appoggiati sulla portiera Sebbene ormai sia quasi una rarità, il manuale della Q3 appaga: leva alta,
contribuiscono ad ampliare la visuale davanti. In realtà si vede bene anche per essere ben a portata di mano, e innesti molto leggeri e precisi. La
dietro, supportati in manovra dall'ottima telecamera a 360°. rapportatura è un buon compromesso fra spunto e contenimento dei giri.
FINITURA ★★★★★ STERZO ★★★★
Al solito, quello che appaga davvero non sono tanto i materiali di elevata Leggero quanto basta per ofrire una generalizzata sensazione di agilità,
qualità e gli assemblaggi senza imprecisioni, bensì la cura verso dettagli favorita anche dal rapporto di demoltiplicazione variabile, diventa pronto,
su cui lo sguardo, solitamente, non cade. Minime le imperfezioni. preciso e consistente quando è necessario usarlo con decisione.
ACCESSORI ★★★★ FRENI ★★★★

Legenda (vale per tutte le tabelle della prova)


Nulla da recriminare sulla dotazione di base, che già negli allestimenti L'impianto garantisce spazi d'arresto contenuti e il pedale sfodera buone
d'attacco è completa del necessario. Il margine di personalizzazione modulabilità e consistenza. Stabile nei test sui fondi ad aderenza
è molto ampio, soprattutto sul fronte infotainment e assistenza alla guida. diferenziata. Il comando si allunga un poco nell'ultima frenata ripetuta.
DOTAZIONI DI SICUREZZA ★★★★☆ COMPORTAMENTO DINAMICO ★★★☆
Tutte le Q3 ofrono di serie il sistema di frenata automatica, Mette in mostra sicurezza e stabilità, abbinate a un adeguato dinamismo
il monitoraggio degli angoli bui e l'avviso di abbandono della corsia. generale. Sul bagnato, però, l'azione dell'Esp è fin troppo conservativa
Da segnalare, di serie sulla Edition One, i Matrix Led, di notte un vero plus. e spesso limita la direzionalità in alcune fasi delle manovre d'emergenza.
ASSISTENZA ALLA GUIDA ★★★★☆ CONSUMO ★★★★
Si parte con il regolatore di velocità, di serie su tutta la gamma, Il dato di omologazione non è ancora disponibile. Noi abbiamo registrato
per arrivare a una guida assistita di livello 2 a richiesta. una media di 15,4 km/litro. Un buon valore, specie se sommato ai 64 litri
C'è anche il parcheggio automatico, che peraltro funziona bene. del serbatoio: l'autonomia si attesta attorno ai mille chilometri.
ABITABILITÀ ★★★★ PREGI DIFETTI
In netta crescita rispetto alla generazione uscente, con quei 7,7 centimetri Qualità. È un riferimento per la Taratura Esp. Nelle manovre di
in più di passo che rendono assai vivibile la zona posteriore. categoria e non solo: i materiali di emergenza sul bagnato, l'elettronica
Particolarmente utile il divano frazionato e scorrevole. pregio fanno il paio con una notevole interviene in modo invadente,
BAGAGLIAIO ★★★★☆ cura per i più piccoli dettagli. togliendo direzionalità alla vettura.
Infotainment. Virtual cockpit Motore. I suoi numeri sono al limite
Anche in questo caso cresce e di parecchio: 392 litri efettivi contro i 343 e comandi vocali avanzati per muovere la Q3 con dignità.
della precedente. Come sopra, il divano mobile contribuisce ad aumentare riducono le distrazioni al volante. Deve fare i conti con 18 quintali.
capacità e versatilità. Impeccabili le finiture e l'attrezzatura del vano.

© Riproduzione riservata

NOVEMBRE 2018 87
PROVA SU STRADA NUMERO 3.568

FIAT 500X
Ai ritocchi estetici, piuttosto limitati, preferisce
la tecnologia: dei fari full Led, dell'assistenza alla guida
e soprattutto dei nuovi turbobenzina Firefly.
Potenti e versatili, anche se il mille è un po' assetato
di Davide Comunello • foto di Lorenzo Marcinnò

1.0 T3 URBAN
PREZZO (listino) MOTORE POTENZA MAX CONSUMI EMISSIONI CO2
L3 turbobenzina Omologato Rilevato Omologato Rilevato
€ 20.000 999 cm3 88 kW (120 CV) 16,7 km/l 12,5 km/l 139 g/km 191 g/km
88 NOVEMBRE 2018
Il servizio fotografico è stato realizzato a Masone (GE)

1.3 T4 DCT CROSS


PREZZO (listino) MOTORE POTENZA MAX CONSUMI EMISSIONI CO2
L4 turbobenzina Omologato Rilevato Omologato Rilevato
€ 26.500 1.332 cm3 110 kW (150 CV) 15,4 km/l 13,6 km/l 146 g/km 175 g/km
NOVEMBRE 2018 89
PROVA SU STRADA FIAT 500X

TENUTA DELL'USATO

X
come crossover. O come l'o- guarda la propulsione. La Suv con il mille, valore in euro calcolata sul prezzo di listino
ra, quella delle nuove moto- abbinato al cambio manuale a sei marce, è 15.000 13.300
rizzazioni Firefly: in inglese, una Urban, allestimento d'ingresso che si
12.000
lucciola. Il restyling della 500 pregia di una buona dose di optional sull'e- 11.700
in variante Suv porta al de- semplare in prova, compresi gli inediti 9.000 9.900
butto, perlomeno nell'ambito del marchio proiettori full Led (una "prima" alla Fiat), e di 8.300
6.000 7.000
Fiat, due ambiziosi turbobenzina: raccolgo- alcune funzioni di assistenza alla guida of-
no l'eredità dei precedenti MultiAir (usciti ferte invece di serie (vedere il riquadro a 3.000
definitivamente di scena) e si candidano a pagina 92): strumenti eicaci, come il lane
2019 2020 2021 2022 2023
protagonisti di una pagina inedita, tutta da keeping per il mantenimento della corsia.
Si considera una percorrenza di 43.000 km
scrivere ma ormai certa, quella dell'elettrifi- Manca, invece, la frenata automatica di nei primi tre anni e 65.000 km in cinque anni.
cazione. Una strada fortemente voluta da emergenza, che sarebbe molto utile nelle si-
Sergio Marchionne e ora nelle mani del nuo- tuazioni di grande congestione, ma sulle Ur- Al momento sono disponibili solo i dati
vo ceo, Mike Manley. I protagonisti di questa ban non è disponibile, nemmeno a richiesta: dell'1.0 (qui sopra). Il restyling, comunque,
prova, già testati sulla Jeep Renegade (ve- un punto debole che non si riscontra sugli è stato apprezzato e le versioni a benzina
dere Quattroruote di settembre), sono il tre allestimenti più ricchi. Non a caso il top di hanno buone aspettative di rivendita.
cilindri mille da 120 CV e il quattro cilindri gamma più attrezzato, la Cross, non si fa
1.3 da 150 CV: motori potenti per la cuba- mancare davvero nulla ed è qui rappresen- LA VERSIONE DI QUATTRORUOTE
tura di riferimento, studiati per una Suv che tato dal milletré associato al cambio auto-
L'1.3 è disponibile solo nelle versioni
non teme l'agone cittadino. E che vuole ga- matico doppia frizione a sei marce: un duo
City Cross e Cross: la prima parte
rantire, oltre alle prestazioni, anche consumi molto equilibrato, che si è dimostrato parti-
da 24.500 euro e ofre un buon rapporto
più contenuti rispetto al passato. Un obiet- colarmente adatto al carattere della vettura. tra prezzo e dotazione (i cerchi di lega
tivo centrato, almeno nel caso del milletré. sono da 16"). Aggiungendo la vernice
L'aggiornamento della 500X, che con la QUESTIONE DI CILINDRI metallizzata e i pacchetti Full lights,
Renegade continua a condividere la piatta- Guidare la 500X, con qualsiasi motoriz- Safety, City, Comfort, Tech, Visibility &
forma e la meccanica, presenta diverse no- zazione, è sempre stata un'attività assai pia- Clima, si gratificano l'occhio e la guida con
vità estetiche a livello del frontale, del po- cevole: elegante e moderna all'interno (e ora tecnologia, comodità e sicurezza attiva.
steriore e degli interni, ma il cuore resta la dotata di una strumentazione ancora più
tecnologia e non soltanto per quel che ri- leggibile), la crossover made in Melfi si Prezzo allestimento € 28.300
continua a pag. 95

GLI ALLESTIMENTI CITY CROSS


E CROSS HANNO PROTEZIONI
AGGIUNTIVE PER I PARAURTI

90 NOVEMBRE 2018
DOTAZIONI E ACCESSORI SOLUZIONI DI ACQUISTO

FINANZIAMENTI CON SCONTO


Prezzi in euro
1.0 1.3
Prezzo di listino 20.000 26.500
Prezzo della vettura provata 25.270 32.210 CLIENTI PRIVATI
Assistenza mantenimento corsia di serie di serie L'allestimento Urban con il mille tre cilindri è oferto a 17.750 euro
Barre sul tetto color ghiaccio – 200 con 2.250 euro di sconto. Per l'1.3 Cross, in promozione a 24.050
Battitacco con logo cromato 200 200 euro, il risparmio sale a 2.450. Rispetto alla City Cross, la Cross costa 2.000
Cerchi di lega da 18 pollici 600 a richiesta 1 euro in più, ma comprende maggiori dotazioni per un valore pari a 2.950
Cornice finestrini cromata 200 a richiesta 1 euro. Infine, con il finanziamento a tasso agevolato del 6,45% fino a 96
Fari abbaglianti automatici – 50 mesi, viene riconosciuto un extra sconto di 1.500 euro.
(valori Iva inclusa)
Fari fendinebbia – di serie
Impianto hi-fi (Beats) 600 600
Impianto multimediale 400 2 di serie
Luci diurne a Led di serie di serie Noleggio a lungo termine Noleggio a lungo termine
Pacchetto Active safety – 600 3 1.0 1.3 1.0 1.3
Pacchetto City 500 4 – Anticipo € 3.050 € 4.270 Anticipo € 3.660 € 4.270
Pacchetto Comfort 300 5 300 36 rate mensili da € 244 € 317 Rata mensile 48 x € 287 36 x € 311
Pacchetto Electric comfort – 750 6 Condizioni: sono compresi l'assicurazione completa Condizioni: sono inclusi assicurazione completa
(Rca, incendio e furto, kasko), la manutenzione (Rca, incendio/furto, kasko), manutenzione ordinaria
Pacchetto Full lights 600 7 600 7 ordinaria e straordinaria, il soccorso stradale, e straordinaria, soccorso stradale, assistenza h24,
Pacchetto Premium – 750 8 l'assistenza 24 ore su 24 e la tassa di proprietà, tassa di proprietà, gestione multe/sinistri, servizio
più il ritiro dell'usato e la consegna a domicilio. d'infomobilità I-Care. Il limite è di 100.000 km
Pacchetto Tech 600 9 600 9 Non sono previsti limiti di chilometraggio. in 4 anni per l'1.0 e di 90.000 km in 3 anni per l'1.3.
Pacchetto Visibility & Clima 500 10 –
Pacchetto Winter 250 11 250 11 CLIENTI BUSINESS
Paraurti con skid plate color ghiaccio – 100 La Fiat riconosce bonus specifici che variano da 3.700 a 4.300
Riconoscimento segnali stradali di serie di serie euro a titolari di partita Iva, professionisti, agenti di commercio e
Sedile passeggero regolabile in altezza 150 di serie promotori finanziari. Gli sconti riservati alle società e alle associazioni vanno
Servizi Mopar connect 310 310 da 4.200 a 4.800 euro. Le autoscuole, i tassisti e le attività di noleggio
Vernice metallizzata 700 700 con conducente beneficiano del 17% di risparmio, più un extra incentivo
Vetri posteriori scuri 210 di serie del 2% per la supervalutazione o la rottamazione. M.S.
(valori Iva esclusa)
In rosso: presente sulla vettura provata.
Note: 1) inclusi nel pacchetto Premium; 2) Uconnect HD Live 7" con radio
DAB e navigatore; 3) include il cruise control adattivo, il controllo angoli
bui e la frenata automatica; 4) include la retrocamera e i sensori
di parcheggio; 5) include l'appoggiabraccio anteriore, il terzo Noleggio a lungo termine Noleggio a lungo termine
appoggiatesta posteriore, i sovratappeti anteriori e posteriori,
la regolazione lombare elettrica, una porta Usb per la seconda fila 1.0 1.3 1.0 1.3
e il piano di carico regolabile in altezza; 6) come il pacchetto Comfort, Anticipo € 2.500 € 3.500 Anticipo € 3.000 € 3.500
con in più le regolazioni elettriche per i sedili anteriori; 7) include i fari full
Led e le luci ambiente nell'abitacolo; 8) include i cerchi di lega da 18", 36 rate mensili da € 220 € 290 Rata mensile 48 x € 225 36 x € 230
le cornici finestrini cromate, i pannelli porte specifici, lo specchietto interno Condizioni: sono compresi l'assicurazione completa Condizioni: sono inclusi assicurazione completa
elettrocromatico, il sensore pioggia e quelli di parcheggio anteriori; (Rca, incendio e furto, kasko), la manutenzione (Rca, incendio/furto, kasko), manutenzione ordinaria
9) include gli specchi ripiegabili elettricamente, l'accesso senza chiave ordinaria e straordinaria, il soccorso stradale, e straordinaria, soccorso stradale, assistenza h24,
e l'allarme; 10) include il climatizzatore automatico, i sensori luci/pioggia l'assistenza 24 ore su 24 e la tassa di proprietà, tassa di proprietà, gestione multe/sinistri, servizio
e lo specchietto interno elettrocromatico; 11) include la funzione più il ritiro dell'usato e la consegna a domicilio. d'infomobilità I-Care. Il limite è di 80.000 km
riscaldamento per i sedili anteriori e il parabrezza. Il limite è di 60.000 km in 3 anni. in 4 anni per l'1.0 e di 60.000 km in 3 anni per l'1.3.

NOVEMBRE 2018 91
PROVA SU STRADA FIAT 500X

ASSISTENZA ALLA GUIDA

COSÌ SI ADATTA OLTRE AL TURBO


AI LIMITI ADESSO C'È MOLTO DI PIÙ
L'aggiornamento della 500X pone I nuovi motori Firefly di terza generazione, turbobenzina quando
grande attenzione e cura ai sistemi Turbo benzina a tre l'originale comando si chiedono alte prestazioni)
di assistenza alla guida. Di serie, su tutti e quattro cilindri elettroidraulico delle valvole senza dover ricorrere
gli allestimenti, sono presenti il lane rappresentano la novità di aspirazione ideato all'arricchimento della
keeping per il mantenimento della corsia, tecnica più importante della dalla Fiat, che consente miscela per rafreddare
la lettura della segnaletica stradale 500X. Sono stati progettati di gestire in maniera molto le camere di combustione,
e lo Speed advisor, una funzionalità che mantenendo le misure flessibile la fasatura cosa che comporterebbe
consente di adattare automaticamente fondamentali (interasse fra della distribuzione e l'alzata un sensibile peggioramento
la velocità di marcia ai limiti rilevati i cilindri, alesaggio e corsa) delle valvole stesse. del consumo e delle
dalla vettura: per adeguarsi, è suiciente degli omonimi propulsori Con quest'ultimo parametro emissioni. Con il MultiAir,
premere un apposito pulsante sulla razza aspirati lanciati in Brasile si può regolare la coppia invece, si ritarda la chiusura
destra del volante. L'Urban è dotato due anni fa, in modo erogata facendo a meno delle valvole di aspirazione
di limitatore e regolatore di velocità: da poterli produrre della farfalla del gas e ciò e, quindi, si riduce
per gli allestimenti superiori, è disponibile sulle stesse linee, ma hanno migliora il rendimento il rapporto di compressione
il pacchetto opzionale Active safety, caratteristiche tecniche ai bassi e medi carichi. efettivo, mantenendo alto
comprensivo di cruise control adattivo peculiari, a partire Inoltre, è possibile calibrare quello geometrico (pari a
(quest'ultimo non disponibile dalla sovralimentazione. a piacere il ricircolo interno 10,5:1), per un rendimento
sull'1.3 Multijet e sull'1.6 E-Torque) E non solo: la distribuzione dei gas di scarico ottimale ai carichi minori. Tra
e monitoraggio degli angoli bui, molto è più sofisticata, perché, e scongiurare il rischio le ulteriori particolarità
utile in città. Il pacchetto include anche oltre a essere multivalvole, di detonazione (sempre dei nuovi propulsori,
la frenata automatica di emergenza. dispone del sistema MultiAir presente nei motori va segnalata la costruzione

92 NOVEMBRE 2018
1.0
1.0 Dati dichiarati dalla Casa
relativi alla vettura in prova
Il nuovo propulsore
a tre cilindri è molto Motore
compatto e leggero • Anteriore trasv., benzina
(solo 93 kg), grazie • 3 cilindri in linea
al basamento • Alesaggio 70,0 mm
di lega leggera • Corsa 86,5 mm
e all'integrazione • Cilindrata 999 cm3
dei componenti, • Potenza max 88 kW
come l'intercooler (120 CV) a 5.750 giri/min
rafreddato ad acqua • Coppia max 190 Nm
inserito nel collettore a 1.750 giri/min
di aspirazione. Nella • Blocco cilindri e testa
vista parzialmente di lega leggera
sezionata si nota • 1 asse a camme in testa,
il comando a catena alzata e fasatura variabile
della distribuzione delle valvole di aspirazione
a comando elettroidraulico,
4 valvole per cilindro
interamente di lega leggera Completano il quadro (catena)
• Iniezione diretta, turbo
con una struttura aggiuntiva delle tecnologie adottate e intercooler
sotto il basamento al fine l'iniezione diretta di benzina • Filtro antiparticolato
d'incrementarne la rigidezza. e il comando a catena Trasmissione
E poi, la sovralimentazione della distribuzione, privo 1.3 • Trazione anteriore
Il Firefly Turbo • Cambio manuale a 6 marce
con turbo dotato di valvola di manutenzione per l'intero più grande condivide molte
wastegate a comando elettrico ciclo di vita del propulsore. parti – dai pistoni alle bielle, Pneumatici
abbinato all'intercooler I Firefly a tre e a quattro dalle valvole agli iniettori – • Michelin Pilot Sport 3
integrato nel collettore cilindri vengono prodotti con il fratello minore, 225/45R18 91V
visto che alesaggio, corsa • Kit di riparazione
di aspirazione e rafreddato nello stabilimento polacco
ad acqua, in modo di Bielsko-Biala, per essere e forma della camera Corpo vettura
di combustione sono identici. • Scocca di acciaio, 2 volumi,
da aumentare l'eicienza poi inviati a Melfi, dove Sopra il turbo, si può vedere 5 porte, 5 posti
e migliorare la risposta sono assemblate sia la 500X l'attuatore elettrico • Avantreno e retrotreno
ai comandi dell'acceleratore. sia la Jeep Renegade. R.B. della valvola wastegate MacPherson,
molla elicoidale,
barra stabilizzatrice
• Ammortizzatori idraulici
• Freni a disco, anteriori
autoventilanti, Abs ed Esp
• Sterzo a cremagliera,
servocomando elettrico
• Serbatoio 48 litri
Dimensioni e massa
• Passo 257 cm
• Carreggiate 154 cm
• Lungh. 426 cm - Largh.
180 cm - Alt. 160 cm
• Massa 1.395 kg,
a pieno carico 1.840 kg,
rimorchiabile 1.000 kg
• Bagagliaio da 350
a 1.000 dm3
Prodotta a
• Melfi (PZ)

1.3
Stesse caratteristiche
della 1.0, tranne:

Motore
• 4 cilindri in linea
• Cilindrata 1.332 cm3
• Potenza max 110 kW
(150 CV) a 5.250 giri/min
• Coppia max 270 Nm
a 1.850 giri/min
RASSICURANTE, AGILE, PIACEVOLE Trasmissione
ALLA GUIDA: L'INTIMA NATURA • Cambio automatico
DELLA TORINESE NON È CAMBIATA a doppia frizione a 6 marce

NOVEMBRE 2018 93
PROVA SU STRADA FIAT 500X

La plancia è rivestita
di superfici morbide
e ripropone l'ormai
classico inserto rigido
a efetto carbonio.
1. Il restyling introduce
un nuovo volante,
più ergonomico.
2. Le manopole
del climatizzatore
automatico bizona,
disponibile a richiesta
sull'allestimento Urban.
3. Le due porte Usb
per il collegamento
degli smartphone

BEN INTEGRATO
Il sistema infotainment
Uconnect HD Live
con il touch screen
da 7" è dotato di radio
DAB, navigatore e del
supporto per Android
Auto e CarPlay: con
quest'ultimo, le icone
del menu di scelta
rapida Fiat restano
in vista, migliorando
l'accessibilità

94 NOVEMBRE 2018
A sinistra, il quadro strumenti
con le grafiche aggiornate; al centro,
tra i due strumenti, c'è lo schermo
multifunzione da 3,5". Qui sotto,
i tasti del cruise control: premendo
il pulsante Res dopo aver impostato
il limitatore, si attiva lo Speed advisor

segue da pag. 90
avvantaggia della seduta rialzata per of- VANO DI CARICO ABITABILITÀ E VISIBILITÀ
frire al conducente una posizione dominan-
te, con una buona vista sulla strada (meno La capacità non è esattamente Agio per quattro. Nella visibilità, i test
verso gli angoli del parabrezza, per via dei un riferimento per la categoria, ma resta con le sagome rilevano l'invadenza, ai lati
montanti). Insomma, è un'auto rassicurante, comunque in linea con quella oferta del parabrezza, dei massicci montanti.
che frena bene e si presenta come un og- da diverse concorrenti. Cosa ancora più In manovra ci si aida alla retrocamera.
getto solido e al tempo stesso rainato. importante, lo spazio è più che suiciente
misure in centimetri, angoli in gradi
Le sue vocazioni, peraltro, sono multiple: per ospitare le valigie di una famiglia
in città si apprezzano l'agilità e la disinvoltu- di quattro persone oppure un passeggino
di grandi dimensioni. Il vano, ben
ra nel traico, ma pure i viaggi più lunghi ri-
realizzato e rivestito di materiali morbidi,
sultano confortevoli, a maggior ragione con
è illuminato da una piccola luce collocata
il contributo delle tecnologie ora disponibi- sul lato sinistro. Quando si abbattono gli
li. Partendo da qui, il Firefly mille sposta il schienali (frazionabili secondo lo schema
punto di equilibrio verso i compiti quotidia- 60/40) non si creano scalini. Il fondo
ni. L'entry level può vantare un brio non co- è regolabile in altezza (optional compreso
mune per un tre cilindri, che si rivela silen- nei pacchetti Comfort ed Electric
zioso, regolare e gradevole nel funziona- comfort): sotto il piano, ci sono il kit
mento, rispondendo con solerzia agli input, di riparazione e dei piccoli vani per riporre
mentre il manuale vanta una leva robusta, oggetti. Un po' alta la soglia di carico.
ben manovrabile e dagli innesti precisi: Capacità complessiva (litri) 334
cambiare marcia non stanca, anzi è un pia- di cui sotto il pavimento (litri) –
cere. Più articolato il ragionamento sul con- Altezza soglia di carico (cm) 77
fronto con la precedente famiglia di turbo-
benzina: come già accaduto sulla Renegade, Totale angoli bui 106° (29%)
anche qui il mille è chiamato a gestire una 00
Visibilità posteriore
vettura di un certo peso, non proprio con (ostacolo alto 70 cm) maggiore di 10 m
una taglia da citycar. Il risultato sono presta- Visibilità montante anteriore sinistro
zioni e percorrenze sostanzialmente in linea Uomo ★★☆
con quelle del MultiAir 1.4 da 140 cavalli: il Bambino ★☆
nuovo arrivato è leggermente meno pre- Bicicletta ★★☆
stante in accelerazione (lo scatto 0-100 Giudizio complessivo ★★☆
km/h richiede un secondo e mezzo in più),

NOVEMBRE 2018 95
PROVA SU STRADA FIAT 500X

I proiettori full Led e i cerchi da


18" sono disponibili a richiesta
su entrambe le 500X in prova.
Le luci diurne a Led, invece,
sono di serie. La Cross, dal look
più avventuroso, ha le barre
al tetto e i paraurti specifici

ma è più sveglio nella ripresa, oltre che con la complicità del cambio automatico,
brillante in termini di velocità massima. generalmente fluido nel cambiare le marce,
Per quanto riguarda i consumi, le medie al netto di qualche ruvidità e di saltuarie in-
sono pressoché equivalenti: l'1.4 si attesta- decisioni che farebbero sentire il bisogno di
va su 12,7 km/l (12,4 in città, 14,3 in stata- un aggiornamento. A conti fatti, il Firefly
le e 11,7 in autostrada), mentre il mille è a apre una nuova stagione per i MultiAir e si
quota 12,5, indice di una generosità insin- propone come il turbobenzina più adatto al-
dacabile (specie se si considera la cilindrata le qualità della 500X. Facendone, se non
in relazione alla stazza), ma non di una par- una velocista, un'auto brillante e disinvolta:
ticolare parsimonia. Diverso il comporta- un bagaglio ideale per districarsi bene nelle
mento del fratello maggiore: non solo l'1.3 situazioni di guida di tutti i giorni, ma anche
è più parco, ma fa pesare tutti i suoi 150 CV per afrontare gli spostamenti sui tratti ex-
e riesce a spuntare prestazioni interessanti traurbani e i percorsi più lunghi.
LE CONCORRENTI

CITROËN C3 AIRCROSS HYUNDAI KONA KIA STONIC

Motore L3 turbobenz. 1.199 cm3 - 96 kW/131 CV Motore L3 turbobenz. 998 cm3 - 88 kW/120 CV Motore L3 turbobenz. 998 cm3 - 88 kW/120 CV
Dimensioni lungh. 416, largh. 177, alt. 161 cm Dimensioni lungh. 417, largh. 180 alt. 157 cm Dimensioni lungh. 414, largh. 176, alt. 152 cm
Prezzo da € 21.900 Prezzo da € 18.800 Prezzo da € 17.750

Tra le rivali della 500X qui presentate, Mette sul piatto un design accattivante, Stesso motore della Kona. La lunghezza,
esponenti di un segmento assai variegato, oltre che un notevole quantitativo per pochi centimetri, la qualifica come la Suv
la francese è la più potente: le linee originali, di accessori e di tecnologia (a partire più corta del gruppo, rendendola appetibile
gli interni spaziosi e versatili (scorrevoli dai sistemi di assistenza alla guida). Ben per chi deve fare i conti con i ristretti
e ripiegabili i sedili) e il confort di marcia rifinita, si distingue nelle prove di frenata, spazi cittadini. Scatta e frena bene, ma,
sono i suoi punti di forza. grazie a un impianto eiciente e resistente. soprattutto, consuma poco. Meno delle rivali.

Velocità massima 191,7 km/h Velocità massima 188,0 km/h Velocità massima 187,0 km/h
0-100 km/h 10,3 secondi 0-100 km/h 11,0 secondi 0-100 km/h 9,5 secondi
Frenata da 100 km/h 45,2 m Frenata da 100 km/h 39,6 m Frenata da 100 km/h 39,9 m
Consumo medio 14 km/l Consumo medio 14,6 km/l Consumo medio 15 km/l
Rumorosità a 130 km/h 70,0 dB(A) Rumorosità a 130 km/h 69,6 dB(A) Rumorosità a 130 km/h 70,1 dB(A)

96 NOVEMBRE 2018
I FARI POSTERIORI ORA HANNO
LA PARTE CENTRALE VERNICIATA,
COME SULLA PIÙ PICCOLA 500

OPEL CROSSLAND X TOYOTA C-HR VOLKSWAGEN T-ROC

Motore L3 turbobenz. 1.199 cm3 - 81 kW/110 CV Motore L4 turbobenz. 1.197 cm3 - 85 kW/116 CV Motore L3 turbobenz. 999 cm3 - 85 kW/116 CV
Dimensioni lungh. 421, largh. 177 alt. 161 cm Dimensioni lungh. 436, largh. 180, alt. 157 cm Dimensioni lungh. 423, largh. 182, alt. 157 cm
Prezzo da € 20.400 Prezzo da € 25.150 Prezzo da € 23.100

Un altro valido esempio di versatilità a livello Plastica dimostrazione della gran varietà di Ricercata nello stile, ben fatta, tecnologica
d'interni, molto adatto alle famiglie: anche oferta: con le sue linee dirompenti, la C-HR (a cominciare dal quadro strumenti digitale
in questo caso, il divanetto può scorrere è la Suv più lunga del gruppo e si avvicina, e configurabile), la T-Roc si distingue per
in avanti (di ben 15 centimetri) a favore del anche per ragioni di listino, al segmento la notevole abitabilità. È anche parsimoniosa:
bagagliaio: quest'ultimo, nella configurazione superiore. I dati riportati si riferiscono il consumo medio è sostanzialmente
più spaziosa, sfiora i 500 litri. alla versione con il Cvt e la trazione integrale. identico a quello della Stonic.

Velocità massima 175,2 km/h Velocità massima 181,0 km/h Velocità massima 183,9 km/h
0-100 km/h 11,3 secondi 0-100 km/h 11,6 secondi 0-100 km/h 10,3 secondi
Frenata da 100 km/h 42,1 m Frenata da 100 km/h 38,7 m Frenata da 100 km/h 42,2 m
Consumo medio 13,7 km/l Consumo medio 12,5 km/l Consumo medio 14,9 km/l
Rumorosità a 130 km/h 68,7 dB(A) Rumorosità a 130 km/h 69,4 dB(A) Rumorosità a 130 km/h 67,7 dB(A)

NOVEMBRE 2018 97
PROVA SU STRADA FIAT 500X 1.0 T3 URBAN e 1.3 T4 DCT CROSS

PRESTAZIONI CONSUMI CONFORT


VELOCITÀ km/h PERCORRENZE IN VI (1.3 IN D) km/litro ACUSTICO
1.0 1.3 1.0 1.3 Indice di articolazione (A.I.)
Massima 190,3 203,2 90 km/h 16,4 19,2 100 1.0
1.3
100 km/h 15,3 17,4
90
REGIMI

ottimo
giri/min 130 km/h 11,7 12,8
5.750 5.650 3.350 2.950 140 km/h 10,6 11,6 80

PERCORRENZE MEDIE E AUTONOMIA 70


Percorso
Città 11,5 12,5

discreto
km/litro 60
a velocità max in V a 130 km/h in VI
autonomia 553 602
Scarto tachimetro a 130 km/h (%) 1,5 1,6 Statale km/litro 14,1 15,2 50
autonomia 676 728

scarso
40
ACCELERAZIONE secondi Autostrada km/litro 12,2 13,5
km/h
0-60 km/h 5,3 4,6 autonomia. 587 646 70 80 90 100 110 120 130 140 150 160
0-100 km/h 11,6 9,4 Media rilevata km/litro 12,5 13,6
km/h condizione dB(A)
0-110 km/h 13,5 11,0 autonomia 598 651
50 su asfalto 60,5 60,6
0-120 km/h 15,7 13,1 Media km/litro 16,7 15,4
omologata 50 su asfalto drenante 68,4 69,1
0-130 km/h 19,4 15,3 autonomia 802 739
50 su pavé 76,5 77,0
0-140 km/h 23,1 17,7
Max in accelerazione 75,1 77,2
0-150 km/h 27,2 20,9
400 metri da fermo 18,0 17,0 PROVE DINAMICHE ottimo discreto scarso

Velocità d'uscita (km/h) 125,9 137,3


TENUTA DI STRADA g START&STOP (vibrazioni sedile guida) m/s2
1 chilometro da fermo 33,0 30,8 Avviamento 0,25 0,09
1.0 1.3
Velocità d'uscita (km/h) 158,7 171,4 Arresto
Accelerazione laterale 0,98 0,97 0,07 0,04
★★★★ ★★★☆ Minimo 0,03 0,02
RIPRESA IN VI (1.3 IN D) secondi
ottimo discreto scarso
70-90 km/h 7,4 3,8 0,2 0,4 0,6
STABILITÀ km/h
70-100 km/h 11,1 5,1
Doppio cambio 82 80 SOSPENSIONI
70-120 km/h 19,1 8,6 di corsia sul bagnato ★★★★ ★★★★ m/s2
70-130 km/h 23,6 10,7 Cambio di corsia 150 170 4,0 1.0
70-140 km/h 28,9 12,9 in rettilineo ★★★★ ★★★★ 1.3
30-60 km/h in III 5,6 – Cambio di corsia 105 102

scarso
3,5
in curva ★★★★ ★★★★
3,0
FRENATA Due vetture assai agili e facili da controllare
metri 41,2 41,4 anche nelle situazioni di emergenza.
100 km/h 2,5
a minimo carico g 0,95 0,95 In entrambi i casi, l'elettronica si è distinta
per la solerzia e l'eicacia degli interventi, senza

discreto
2,0
130 km/h metri 67,1 65,8 per questo risultare invasiva. In curva
a minimo carico g 0,99 1,02 e nei cambi di direzione, le 500X sono state 1,5
metri 45,0 45,3 sempre piuttosto rapide e hanno messo
100 km/h su asfalto
asciutto + pavé in mostra un'interessante dose di agilità. 1,0
g 0,87 0,87
ottimo
In alcuni frangenti, la Cross con il milletré
100 km/h su asfalto metri 107,6 110,4 ha evidenziato un rollio più accentuato 0,5
bagnato + ghiaccio g 0,37 0,36 e un sottosterzo leggermente più marcato,
ma parliamo di scostamenti minimi caditoie passo
pavé gradino stradali rotaie lastroni carraio
RESISTENZA FRENI e comunque percepibili con diicoltà
nella guida di tutti i giorni. 50 km/h 30 km/h
10 frenate da 100 km/h a pieno carico metri
1 41,8 40,9
2 40,7 41,4 AGILITÀ DI MANOVRA DATI VETTURA
3 40,7 42,1 1.0 1.3 MASSA
4 41,1 40,6 1.0 1.3
Diametro di sterzata
5 41,5 41,7 tra muri (metri) 11,9 11,6 In condizioni di prova (kg) 1.440 1.514
6 41,4 41,7 Ripartizione massa
7 40,8 42,2 Giri del volante 2,6 2,7
61% 39%
8 41,8 41,3 62% 38%
Sforzo volante
9 40,5 41,2 in manovra (kg) 1,4 1,7 AERODINAMICA
10 40,9 42,2 Sforzo frizione Cx stradale 0,351 0,346
ottimo discreto scarso statico/dinamico (kg) 5,2/8,4 – Superficie frontale (m2) 2,366 2,366
30 40 50 60

98 NOVEMBRE 2018
Editoriale Domuss
Sistema di qualità certificatoo
ISO 9001- 2015 5
PAGELLA
POSTO GUIDA ★★★☆ CONFORT ★★★★
Si viaggia a 60 centimetri da terra, su un sedile confortevole. ★★★★ In generale, la Urban con l'1.0 è leggermente più silenziosa, ★★★★
La posizione ideale è facile da trovare: l'1.0 ha le regolazioni anche se lo Start&Stop si fa sentire di più a livello di

★ 1.0 ★ 1.3 ★ Insuiciente ★★ Suiciente ★★★ Discreto ★★★★ Buono ★★★★★ Ottimo ☆ Vale ½ stella ★★★★★ Con lode
manuali e il tasto per il supporto lombare, l'1.3 è "elettrica". vibrazioni. Sospensioni molto eicaci su ogni tipo di ostacolo.
COMANDI E STRUMENTI ★★★★☆ MOTORE ★★★★
Ogni cosa è a portata di mano e disposta con razionalità. ★★★★☆ Il mille è un entry level vivace e generoso: la bontà ★★★★☆
Tasti al volante ben fatti e piacevoli al tatto. Le nuove della tecnologia non si discute, ma la sete si sente. L'1.3 è più
grafiche migliorano la leggibilità del quadro strumenti. in sintonia con il modello: va forte e consuma anche meno.
INFOTAINMENT ★★★★ ACCELERAZIONE ★★★☆
Il sistema Uconnect con display da 7" è collaudato e semplice ★★★★☆ Con l'1.0, la 500X chiude lo scatto da 0 a 100 km/h in 11,6 ★★★★
da usare. Presenti la radio DAB e il supporto per CarPlay secondi. L'1.3, di contro, scende tranquillamente sotto il muro
e Android Auto. L'1.3 ha l'hi-fi premium firmato Beats Audio. dei 10 secondi, distinguendosi per la buona progressione.
CLIMATIZZAZIONE ★★★★ RIPRESA ★★★
Due automatici bizona eicaci, anche se privi di bocchette ★★★★ I numeri premiano l'1.3, la quale riprende velocità con piglio ★★★★☆
posteriori. La Cross in prova è dotata del pacchetto opzionale notevole per meriti propri e per la presenza dell'automatico.
Winter con la funzione di riscaldamento per i sedili anteriori. Con il manuale e il tre cilindri, la Suv si attesta su tempi discreti.
VISIBILITÀ ★★★ CAMBIO ★★★★
La vista sulla strada è buona grazie alla posizione rialzata ★★★ Il manuale a sei marce è un valido compagno di viaggio, ★★★☆
e all'ampia vetratura, ma la situazione si complica ai lati è ben manovrabile e ha innesti precisi. Il Dct (con palette al
per il montante poco discreto. In manovra, utili le retrocamere. volante) non ha pecche evidenti, ma potrebbe essere ainato.
FINITURA ★★★★ STERZO ★★★★
La 500X è un'auto costruita con cura, sia a livello ★★★★ Comando riuscito e azzeccato per la tipologia di auto: ★★★★
di carrozzeria sia d'interni. La plancia, in particolare, è ben prontezza, precisione e progressione sono garantite.
assemblata e si presenta con materiali ricercati e piacevoli. Leggermente meno brillante il reparto del feedback.
ACCESSORI ★★★★ FRENI ★★★☆

Legenda (vale per tutte le tabelle della prova)


L'allestimento Urban in prova è un entry level, ma ofre ★★★★☆ Le due 500X frenano piuttosto bene, facendo registrare ★★★☆
di serie un'interessante dotazione tecnologica ed è integrato spazi più che discreti sia sull'asciutto sia sui fondi a ridotta
da numerosi optional. La Cross ha pressoché tutto. aderenza. Nei test ripetuti, non ci sono indizi di afaticamento.
DOTAZIONI DI SICUREZZA ★★★ COMPORTAMENTO DINAMICO ★★★★
L'1.0 ha i proiettori full Led, i sensori luci/pioggia e la lettura ★★★★ Le diferenze tra le due motorizzazioni sono davvero minime: ★★★★
della segnaletica, ma non la frenata automatica. L'1.3 in entrambi i casi, parliamo di vetture sicure, facili da gestire.
ne è dotata e aggiunge i fendinebbia con funzione cornering. E caratterizzate da un'agilità non scontata per il segmento.
ASSISTENZA ALLA GUIDA ★★★☆ CONSUMO ★★★☆
Per entrambe: mantenimento corsia, Speed advisor, sensori ★★★★ Le medie non stupiscono, ma rientrano nella norma ★★★★
di parcheggio e cruise control, adattivo sulla 1.3. Quest'ultima della categoria. Il mille si spende tanto, ma deve gestire
ha anche gli abbaglianti automatici e il controllo angoli bui. una mole impegnativa per la cubatura. Un po' più parco l'1.3.
ABITABILITÀ ★★★☆ PREGI DIFETTI
Lo spazio è più che suiciente per viaggiare in quattro ★★★☆ 1.0 La tecnologia non manca, 1.0 Non c'è la frenata automatica
con notevole agio. In cinque, il divano posteriore richiede la quantità e la qualità delle dotazioni di emergenza e la questione non
un po' di spirito di sacrificio. Nessun problema per le gambe. neppure: è una versione d'ingresso si può risolvere con gli optional. Nei
solida, assai piacevole da guidare. contesti cittadini, tornerebbe utile.
BAGAGLIAIO ★★★☆ 1.3 Allestimento top di gamma ricco 1.0-1.3 I montanti anteriori sono
Le misure non sono da primato, ma bastano per le esigenze ★★★☆ e appagante, con una motorizzazione piuttosto massicci e creano
di una famiglia di quattro componenti. Le superfici sono in equilibrio tra prestazioni e consumi. fastidiose zone d'ombra.
rivestite di materiali morbidi e il piano è regolabile in altezza.

© Riproduzione riservata

NOVEMBRE 2018 99
PROVA SU STRADA NUMERO 3.569

GIUNGLA
D'ASFALTO OPEL KARL vs FORD KA+
Due citycar in abiti da Suv si sfidano nelle insidie quotidiane
del traico e dei parcheggi. Agilità e spazio non mancano,
i buoni infotainment nemmeno. Nella media i consumi
di Davide Comunello • foto di Lorenzo Marcinnò

ROCKS 1.0
PREZZO (listino) MOTORE POTENZA MAX CONSUMI EMISSIONI CO2
L3 benzina Omologato (Wltp) Rilevato Omologato Rilevato
€ 13.270 999 cm3 54 kW (73 CV) 16,1 km/l 15,2 km/l 141 g/km 156 g/km
100 NOVEMBRE 2018
S
elvaggia, impervia, spietata: ci spettivamente negli allestimenti Active e cimenta con parcheggi in cui la carrozzeria
sono giorni, soprattutto nelle Rocks, aggiungono alla formula un look da fa il pelo ai gradini e ai marciapiedi.
ore di punta, in cui la città arri- crossover che risponde alle mode del mo-
va a mostrare un lato autenti- mento. E non solo: oltre alle barre al tetto e AFFRONTANO BENE IL CAOS
camente feroce, fatto d'ingor- alle protezioni aggiuntive per le carrozzerie, Più alta, lunga e larga della rivale, la Ka+
ghi, parcheggi impossibili e clacson impaz- le protagoniste di questo confronto metto- punta molte delle sue carte sulla notevole
ziti. Situazioni in cui genitori e pendolari fa- no sul piatto un assetto un po' rialzato (23 abitabilità interna (vedere il riquadro a pag.
rebbero carte false per essere alla guida di millimetri nel caso della Ka+, 18 in quello 103) e aggiunge un'interessante novità: il
un'auto volante, o di qualcosa di simile, per della Karl) che le pone al riparo dai piccoli tre cilindri Ti-VCT di 1.2 litri da 86 CV, intro-
librarsi sopra i palazzi e catapultarsi davan- ostacoli e dai fondi sconnessi, presenze fis- dotto in occasione del recente facelift della
ti alla scuola dei figli, o al lavoro. In attesa se proprio in città. gamma. Disponibile anche nella versione da
di un futuro che, con ogni probabilità, non Nessuna aspirazione da fuoristrada, ov- 70 CV, il propulsore sostituisce il quattro
vedremo mai, le citycar provano a mediare viamente: semmai, qui la veste più aggres- cilindri Duratec di medesima potenza (e
tra le necessità quotidiane e le congiunture siva da sport utility serve a raforzare le na- coppia inferiore), migliorandone legger-
astrali che regolano il traico, aidandosi turali inclinazioni metropolitane, soprattut- mente i consumi a fronte di prestazioni so-
alle misure compatte, all'agilità (in marcia to quando i pneumatici (in entrambi i casi, stanzialmente equivalenti. Il passo in avan-
come in manovra) e ai listini abbordabili. In con cerchi di lega da 15”) passano sopra il ti si nota soprattutto in città e in statale, a
questo caso, la Ford Ka+ e la Opel Karl, ri- pavé e i sampietrini. Oppure, quando ci si conferma delle ambizioni del modello.
continua a pag. 104

Il servizio fotografico è stato realizzato a Milano

1.2 TI-VCT S&S ACTIVE


PREZZO (listino) MOTORE POTENZA MAX CONSUMI EMISSIONI CO2
L3 benzina Omologato (Wltp) Rilevato Omologato Rilevato
€ 13.200 1.198 cm3 63 kW (86 CV) 17,5 km/l 15,3 km/l 129 g/km 155 g/km
NOVEMBRE 2018 101
PROVA SU STRADA FORD KA+ vs OPEL KARL

KA+
Razionale e ordinata, la plancia
della Ford è gradevole nella sua
semplicità.
1. Il pulsante di sblocco del 2
portellone si trova a destra della
manopola per regolare le luci.
2. Nel quadro strumenti,
ben leggibile, il tachimetro
include il piccolo display
del computer di bordo.
3. La Ka+ ha due porte Usb:
entrambe possono essere usate
per la ricarica e l'integrazione 1
del telefono con l'infotainment
3

1
KARL
Anche gli interni della Opel
sono pratici e ben fatti: il touch
screen è completamente
integrato nella plancia.
1. Le levette al volante sono
piacevoli al tatto: la destra serve
per cambiare la sorgente audio,
la sinistra per regolare il cruise
control e il limitatore di velocità. 3
2. Il display al centro del quadro
strumenti visualizza anche i dati
del sistema di monitoraggio
della pressione dei pneumatici.
3. I comandi del climatizzatore
manuale, l'unico disponibile

102 NOVEMBRE 2018


INFOTAINMENT ABITABILITÀ E VISIBILITÀ

SIMBIOSI SMART LO SPAZIO FA RIMA CON PLUS


misure in centimetri, angoli in gradi
Quattro posti comodi, veri,
anche per passeggeri
di una certa statura. All'interno,
sia la Ka+ sia la Karl ofrono
un agio superiore alla media
della categoria. La Ford, però,
va oltre e fa dell'abitabilità
uno dei principali punti di forza:
sfrutta al massimo i centimetri,
KA+ nonostante le misure compatte
(a proposito, l'Active è più
lunga delle altre Ka+ per via
delle protezioni aggiuntive
da crossover, ma il passo
è lo stesso), e ofre a chi si
accomoda sul divano un bel po'
di spazio, soprattutto per
le gambe. Nel reparto visibilità
KARL è la Karl ad avere la meglio: MISURE INTERNE ED ESTERNE
i montanti sono poco invadenti Ka+ Karl Ka+ Karl
Touch screen di dimensioni adeguate, radio DAB, e la percezione di pedoni 1 93-102 90-103 9 129 118
Bluetooth e integrazione con CarPlay e Android Auto: e ciclisti risulta ottimale
2 89 92 10 126 120
nell'ambito delle citycar, sia la Ka+ sia la Karl ofrono in una gran varietà di condizioni.
3 50 50 11 130 123
infotainment per nulla scontati, di buona qualità Sulla tedesca si vedono bene
generale. La Ford, in particolare, si avvantaggia 4 45 46 12 155 149
anche gli ostacoli posteriori,
del Sync 3, sistema che si distingue per la flessibilità il che semplifica la vita 5 30-35 30-35 13 249 239
e la praticità d'uso, mentre la Karl dispone a richiesta in parcheggio. La visibilità 6 12-42 6-36 14 400 368
dei servizi di connettività e assistenza personale anteriore della Ford, di contro, 7 201 197 15 178 171
di OnStar. Sul fronte dei comandi vocali, la Ford è penalizzata nei test 8 33-47 30-49 16 192 188
sfrutta sia la soluzione proprietaria sia gli assistenti da un angolo cieco non
di Apple e Google, mentre la Karl si aida per intero trascurabile e da specchietti poco VISIBILITÀ
ai secondi (per accedere a Siri, è suiciente discreti. E dietro non va molto Ka+ Karl Ka+ Karl
un iPhone associato al Bluetooth). La simbiosi meglio, per via del lunotto A 22 20 F 9 1
con gli smartphone è comunque indispensabile piuttosto inclinato. Considerazioni B 9 11 G 17 12
per la navigazione, che infatti è delegata, in entrambi da tenere presenti, perché C 11 9 H 14 14
i casi, alle valide app fornite da Cupertino nessuna delle due vetture può D 9 10 I 31 34
e da Mountain View. Google Maps e Waze in primis. essere dotata di retrocamera. E 11 12
Ka+ Karl Ka+ Karl
Dimensioni reali schermo (pollici) 6,5 6,9 Totale angoli bui 102° (28%) 92° (26%)
Touch screen sì sì Visibilità posteriore
(ostacolo alto 70 cm) oltre 10 m 5,4 m
Prese Usb 2 1
Ricarica wireless smartphone no no Visibilità montante anteriore sinistro
Android Auto/Apple CarPlay sì/sì sì/sì Uomo ★★☆ ★★★★
MirrorLink no no Bambino ★☆ ★☆
Posizione e visibilità schermo ★★★★ ★★★★ Bicicletta ★★★ ★★★★
Definizione schermo ★★★★ ★★★★ KA+ Giudizio complessivo ★★☆ ★★★★
Accessibilità comandi ★★★★☆ ★★★★
Telefono-vivavoce ★★★★ ★★★★
Navigatore – –
Radio ★★★★★ ★★★★★
Impianto audio ★★★☆ ★★★
Collegamento a internet tethering tethering
App incorporate no no
App smartphone sì no
Indice di sicurezza ★★★★ ★★★☆ KA+ KARL

NOVEMBRE 2018 103


PROVA SU STRADA FORD KA+ vs OPEL KARL

VANO DI CARICO
segue da pag. 101
Ka+ Il vano si sviluppa soprattutto Karl Davvero pochi litri per la tedesca,
Detto questo, la media di 15,3 km/l col-
in altezza e non è particolarmente capiente, rigorosamente tarata sull'uso quotidiano.
loca la Ka+ Active su livelli più che discreti
soprattutto se lo si confronta con Il bagagliaio è particolarmente stretto, poco
per il segmento, in tema di consumi, ma pur la concorrenza (il ripostiglio sotto il piano sfruttabile in altezza e la conferma, oltre
sempre lontano dalla concorrenza più parca di carico, tra l'altro, è occupato dal ruotino che nelle misurazioni del Centro prove,
(la Citroën C1, per fare un esempio, sfiora i di scorta). Tuttavia, lo spazio basta e avanza sta nell'empirico test del passeggino:
18 km/l). E lo stesso si può dire della Karl, per afrontare le necessità di tutti i giorni: per stipare lo stesso oggetto caricato
che con il suo tre cilindri mille da 75 cavalli con un po' d'impegno, si riescono a stipare sulla Ka+, bisogna rimuovere la cappelliera
si attesta su una media più o meno identica. anche i grandi passeggini. La spesa e destreggiarsi non poco per sfruttare tutti
Le due vetture, comunque, hanno tanto altro non è un problema: se serve, si possono i centimetri a disposizione. Anche la Opel
da dire: il comportamento disinvolto nel abbattere gli schienali, frazionati 60/40 dispone di un vano rivestito di superfici
traico è indiscutibile e cambiare marcia un e rivestiti di materiale morbido. morbide e di schienali frazionabili 60/40.
piacere, grazie agli innesti precisi.
Pure le sospensioni lavorano bene, con- Capacità complessiva (litri) 247 Capacità complessiva (litri) 189
tribuendo a delineare un confort non comu- di cui sotto il pavimento (litri) – di cui sotto il pavimento (litri) –
ne per la categoria, specie nel caso della Altezza soglia di carico (cm) 70 Altezza soglia di carico (cm) 72
Ka+. Oltre a essere meno rumorosa, la Ford
è anche un po' più fluida e riesce a trasmet-
tere una gradevole sensazione di solidità e
compattezza. La Karl, di contro, vanta una
migliore vista sulla strada, qualità che incre- 59 53
99-108 96-105
menta la confidenza nelle vie più afollate.
Inoltre, nei test di parcheggio e di altre ca- 117-151 46 113
60
ratteristiche rilevanti nella giungla d'asfalto misure in centimetri misure in centimetri
(si vedano, per questo, le pagine 106 e 107),
la tedesca fa valere le sue misure, agevolan-
do le manovre.
Alla fine, le note stonate sono poche, ma
una accomuna le due rivali: non sono previ-
ste frenate automatiche di emergenza. Un
peccato, perché in città sono utili. E non più
rare, nemmeno sulle citycar.

104 NOVEMBRE 2018


ENTRAMBE LE VETTURE IN PROVA
OFFRONO DI SERIE I FENDINEBBIA
E I CERCHI DI LEGA DA 15"

DOTAZIONI E ACCESSORI SOLUZIONI DI ACQUISTO

ROTTAMARE CONVIENE
Prezzi in euro
Ka+ Karl
Prezzo di listino 13.200 13.270
Prezzo della vettura provata 16.100 14.730 CLIENTI PRIVATI
Airbag anteriori, laterali e a tendina di serie di serie Ka+ L'Ovale blu promuove Karl Per il ritiro di un usato
Antifurto 200 – la Ka+ 1.2 Active a 12.450 da rottamare con dieci anni
Autoradio digitale (DAB) a richiesta 1 200 euro: nel prezzo sono anche di anzianità, la Opel ofre 800 euro,
Barre longitudinali sul tetto di serie di serie inclusi il sistema audio Sync 3, che si cumulano ai 2.020 previsti
Cerchi di lega da 15 pollici di serie di serie il climatizzatore automatico per sconto o supervalutazione.
Climatizzatore automatico a richiesta 1 – e i vetri oscurati, proposti a 850 Al momento, c'è un extra sconto
Fari fendinebbia ant. e post. di serie di serie euro rispetto ai 1.000 di valore. di 500 euro: la Karl in prova
Impianto multimediale 650 2 150 Questa oferta prevede il ritiro è quindi proposta a 9.950 euro per
o la rottamazione di un veicolo un usato da demolire o a 10.750
Luci diurne a Led – 100
immatricolato entro fine la fine del con sconto o supervalutazione.
Navigatore satellitare – 650 3
2009, mentre non ci sono vincoli Con il finanziamento Scelta Opel
Opzione fumatori 50 –
di anzianità per l'usato della Casa. al tasso agevolato del 3,99%
Pacchetto City 350 4 – in 24 o 36 mesi, l'anticipo varia
Con il finanziamento IdeaFord
Pacchetto OnStar – 500 5 al tasso agevolato del 4,95% in 25 da 2.500 a 3.500 euro, mentre
Pacchetto Technology 400 6 – o 37 mesi non è richiesto alcun le rate partono da 99 euro
Pacchetto Winter 350 7 150 8 anticipo e il pagamento della prima per 36 mesi, più un valore futuro
Ruotino di scorta 150 150 rata è posticipato a gennaio 2019. garantito del 32%. M.S.
Sensori di parcheggio posteriori a richiesta 9 240 (valori Iva inclusa)
Vernice perlescente/brilliant 900 320
Vetri posteriori scuri 200 150
In rosso: presente sulla vettura provata. Noleggio a lungo termine Noleggio a lungo termine *
Note: 1) dotazione compresa nell'impianto multimediale opzionale;
2) comprende il climatizzatore automatico monozona e la radio digitale Ka+ Karl Ka+ Karl
DAB; 3) compreso nel sistema Navi R4.0 IntelliLink; 4) inclusi i sensori Anticipo € 3.050 € 3.050 Anticipo € 3.525 € 4.270
di parcheggio posteriori, i retrovisori riscaldati e ripiegabili elettricamente
e gli alzacristalli elettrici posteriori; 5) comprende la chiamata automatica 36 rate mensili da € 317 € 207 36 rate mensili da € 95 € 237
di emergenza, il soccorso stradale, l'assistenza in caso di furto, l'hotspot Condizioni: Sono comprese l'assicurazione Condizioni: la Opel include l'assicurazione completa
wi-fi con internet e le app da remoto; 6) comprende l'apertura porte completa (Rca, incendio e furto, kasko), la (Rca, incendio e furto, kasko), il soccorso stradale,
e l'avviamento senza chiave, i sensori luci/pioggia e lo specchietto interno manutenzione ordinaria e straordinaria, il soccorso la manutenzione ord. e straord., l'assistenza h24,
elettrocromatico; 7) con parabrezza termico e sedili riscaldabili stradale, l'assistenza 24 ore su 24 e la tassa di il ritiro usato: il limite è di 45.000 km in tre anni.
con bracciolo; 8) include il cruise control e le funzioni di riscaldamento proprietà, più il ritiro dell'usato e la consegna a *Per la Ka+, la Casa ofre la soluzione IdeaFord
per i sedili anteriori e per il volante; 9) compresi nel pacchetto City. domicilio. Non sono previsti limiti di chilometraggio. con guida protetta e assicurazione sul credito 4Life.

NOVEMBRE 2018 105


PROVA SU STRADA FORD KA+ vs OPEL KARL

PARCHEGGI A PROVA DI CITTÀ

AUSILI TECNOLOGICI

NO RETROCAMERE, SOLO SENSORI


Per definizione, non esistono citycar dispone di un numero maggiore di sensori
In città parcheggiare che prima o poi non debbano misurarsi (quattro, contro i tre della tedesca)
con (relativa) facilità con il variopinto caos dei parcheggi e, inoltre, integra gli avvisi sonori
è fondamentale. metropolitani: un groviglio di strisce gialle con il controllo visivo: la schermata che
Una manovra e blu in cui ogni centimetro può fare riproduce la vettura appare sul display
agevolata dai sensori la diferenza tra un posto conquistato dell'infotainment non appena s'inserisce
posteriori: entrambe
le citycar li ofrono e una sequela di manovre a vuoto. la retromarcia. Per quanto riguarda
come optional, da soli La tecnologia risolve molti problemi, il funzionamento dei dispositivi, le due rivali
o inclusi in un pacchetto ma bisogna dire che su questo fronte Ka+ iniziano a rilevare la presenza di ostacoli
e Karl non vanno molto per il sottile: pressoché nello stesso istante (in entrambi
entrambe rinunciano alla retrocamera i casi, gli avvisi scattano a una distanza
KA+ KARL
(in toto, visto che il dispositivo non figura di 1,7 metri dall'oggetto), ma la Ka+
Motore Motore nemmeno tra gli optional) e propongono consente di gestire in sicurezza un po'
• 3 cilindri in linea • 3 cilindri in linea
• Cilindrata 1.194 cm3 • Cilindrata 999 cm3 come unico ausilio i sensori di parcheggio di spazio supplementare. Rispetto alla Karl,
• Potenza max 63 kW • Potenza max 55 kW posteriori. L'approccio minimal (in fondo il caratteristico suono fisso che anticipa il
(85 CV) a 5.500 giri/min (75 CV) a 6.500 giri/min naturale per vetture che, oltre a essere contatto imminente si attiva infatti più tardi,
• Coppia max 115 Nm • Coppia max 95 Nm piccole, ambiscono all'economia) è dunque a una distanza di 32 centimetri dall'oggetto
a 4.250 giri/min a 4.400 giri/min
comune, ma le diferenze non mancano (contro i 46 della tedesca): in questo
Trasmissione Trasmissione e contribuiscono, seppur di poco, a far modo, il conducente può arretrare ancora,
• Trazione anteriore • Trazione anteriore
• Cambio manuale a 5 marce • Cambio manuale a 5 marce prevalere la Ford. La citycar dell'Ovale blu prima di aidarsi a vista e intuito.
Pneumatici Pneumatici
• Goodyear • Continental
Assurance Triplemax ContiEcoContact 5
185/60R15 84H 185/55R15 82H
• Scorta di dimensioni ridotte • Ruotino
Dimensioni e massa Dimensioni e massa
• Passo 249 cm • Passo 239 cm
• Lunghezza 396 cm • Lunghezza 368 cm
Larghezza 174 cm Larghezza 160 cm
Altezza 155 cm Altezza 149 cm
• Massa 1.150 kg • Massa 940 kg
KA+ KARL
Dati dichiarati dalla Casa relativi alla vettura in prova

106 NOVEMBRE 2018


MANOVRA IN PARALLELO ACCESSIBILITÀ

TEDESCA UN PO' MEGLIO QUASI UN EX AEQUO


Quando si ha a che fare con in parallelo, ovvero lungo Ovviamente, in città spazio a disposizione, infatti,
il parcheggio vero e proprio, il marciapiede, la tedesca non si efettuano soltanto può cambiare secondo
il (piccolo) vantaggio si accontenta di cinque metri, parcheggi in parallelo. l'ingombro del bracciolo
tecnologico della Ka+ non si mentre la Ka+ richiede Anzi, spesso e volentieri capita o del pannello porta). Anche qui
traduce per forza in un miglior appena 10 centimetri in più. di doversi misurare anche i risultati non sono poi così
risultato. Non solo perché In città, peraltro, conta anche con strisce perpendicolari diformi: se la Ka+ mette
la Ford deve fare i conti il diametro di sterzata. E qui, al marciapiede o a spina a disposizione poco più di 34
con i diversi centimetri in più con i suoi 10,4 metri, la Ford di pesce. Frangenti, questi, centimetri, la Karl si avvicina
(sia in termini di lunghezza sia è in vantaggio di 30 centimetri in cui l'accessibilità di una parecchio, sfiorando i 32.
di larghezza), ma anche perché sulla rivale, pur non riuscendo citycar diventa un fattore Entrambe, tuttavia, restano
la Karl ofre un campo a eguagliare la Panda importante. Se poi l'automobile lontane dai numeri di alcune
visivo più pulito e sgombro (alla quale bastano 10,2 metri). viene lasciata in un silo o in concorrenti: considerando
da interferenze, sia davanti La Opel si rifà sul fronte un box molto stretto, lo spazio le prove di accessibilità più
sia dietro: il classico panettone del confort in fase di manovra, per salire a bordo o scendere recenti, emerge la notevole
di riferimento, alto 70 cm, una situazione in cui si rivela dalla vettura assume i contorni generosità della Skoda Citigo,
risulta infatti visibile fino a 5,4 gentile e accomodante: di una questione cruciale. che lascia al guidatore ben
metri di distanza, contro i 10 non soltanto per la presenza Per comprendere meglio 48 centimetri. Anche la Citroën
della concorrente. In manovra, del tasto City (in grado le diferenze tra la Ka+ e la Karl, C1, seppur penalizzata
la buona visibilità della Karl di ridurre lo sforzo al volante abbiamo efettuato un test dalla conformazione
aumenta la confidenza, da 1,5 a 1,2 chilogrammi, posteggiandole a 50 centimetri della maniglia interna (un po'
ma va detto che i freddi numeri contro gli 1,8 della Ka+), l'una dall'altra, misurando sporgente rispetto al pannello
dei test non rilevano un gran ma pure per la leggerezza il varco in cui il conducente porta), ofre 38 centimetri.
divario: per parcheggiare della frizione. si deve infilare (l'efettivo Più della Ka+ e della Karl.

NOVEMBRE 2018 107


PROVA SU STRADA FORD KA+ 1.2 TI-VCT S&S ACTIVE vs OPEL KARL ROCKS 1.0

PRESTAZIONI CONSUMI CONFORT


VELOCITÀ km/h PERCORRENZE IN V km/litro ACUSTICO
Ka+ Karl Ka+ Karl Indice di articolazione (A.I.)
Massima 171,5 165,9 90 km/h 20,2 20,8 100 Ka+
Karl
100 km/h 18,2 18,2
90
REGIMI

ottimo
giri/min 130 km/h 12,8 12,7
6.500 6.450 4.000 4.100 140 km/h 11,3 11,4 80

PERCORRENZE MEDIE E AUTONOMIA 70


Percorso
Città km/litro 14,9 14,5

discreto
a velocità max in IV a 130 km/h in V 60
autonomia 625 464
Scarto tachimetro a 130 km/h (%) 3,8 4,4 Statale km/litro 18,5 18,9 50
autonomia 775 605

scarso
40
ACCELERAZIONE secondi Autostrada km/litro 13,5 13,4
km/h
0-60 km/h 4,8 5,9 autonomia. 569 429 70 80 90 100 110 120 130 140 150 160
0-80 km/h 7,9 9,1 Media rilevata km/litro 15,3 15,2
km/h condizione dB(A)
0-90 km/h 10,2 11,5 autonomia 644 487
km/litro
50 su asfalto 59,4 61,6
0-100 km/h 12,7 14,4 Media 17,5 16,1
omologata (Wltp) autonomia
50 su asfalto drenante 67,4 67,7
0-110 km/h 15,4 17,7 735 515
50 su pavé 76,5 76,7
0-120 km/h 18,4 21,3
Max in accelerazione 76,6 79,6
0-130 km/h 23,1 27,0
400 metri da fermo 18,2 19,2 PROVE DINAMICHE ottimo discreto scarso

Velocità d'uscita (km/h) 119,5 114,3


TENUTA DI STRADA g START&STOP (vibrazioni sedile guida) m/s2
1 chilometro da fermo 34,3 35,9 Avviamento 0,46 –
Ka+ Karl
Velocità d'uscita (km/h) 147,1 139,4 Arresto
Accelerazione laterale 0,92 0,88 0,16 –
★★★ ★★☆ Minimo 0,02 –
RIPRESA IN V (a min/max carico) secondi
ottimo discreto scarso
70-80 km/h 5,4/6,5 6,2/7,9 0,2 0,4 0,6
STABILITÀ km/h
70-90 km/h 10,9/13,6 12,3/15,9
Doppio cambio 90 89 SOSPENSIONI
70-100 km/h 16,6/20,3 18,5/24,1 di corsia sul bagnato ★★★☆ ★★★★ m/s2
70-110 km/h 22,6/27,3 25,5/34,2 Cambio di corsia 140 120 4,0 Ka+
70-120 km/h 30,5/36,8 34,8/- in rettilineo ★★★★ ★★★★ Karl
30-60 km/h in III 7,1 8,4 Cambio di corsia 102 103

scarso
3,5
in curva ★★★★ ★★★★
3,0
FRENATA Le due citycar non sono particolarmente
metri 41,2 40,7 brillanti nei test di accelerazione laterale,
100 km/h 2,5
a minimo carico g 0,96 0,97 ma in tutte le altre prove dinamiche non
mostrano incertezze, nemmeno nelle situazioni

discreto
metri 69,2 68,6 2,0
130 km/h di emergenza, mostrandosi sempre rassicuranti
a minimo carico g 0,96 0,97 grazie a degli Esp ben tarati e non invasivi. 1,5
100 km/h su asfalto metri 47,6 46,7 L'assetto della Ka+ è un po' più morbido
asciutto + pavé g 0,83 0,84 e turistico, compensato da uno sterzo che 1,0
ottimo
metri
si distingue per la prontezza, la comunicatività,
100 km/h su asfalto 98,1 145,6 la precisione e, soprattutto, per la progressione. 0,5
bagnato + ghiaccio g 0,40 0,27 Piuttosto pronto, anche se un po' vago
al centro sui piccoli angoli, è pure il comando caditoie passo
pavé gradino stradali rotaie lastroni carraio
RESISTENZA FRENI della Karl,la quale può contare sulla notevole
stabilità del retrotreno. 50 km/h 30 km/h
10 frenate da 100 km/h a pieno carico metri
1 42,8 42,6
2 43,3 42,9 AGILITÀ DI MANOVRA DATI VETTURA
3 42,9 42,9
Ka+ Karl MASSA
4 42,6 42,8
Diametro di sterzata Ka+ Karl
5 43,5 43,4
tra muri (metri) 10,4 10,7 In condizioni di prova (kg) 1.218 1.050
6 43,5 43,0
Ripartizione massa
7 43,8 43,1
Giri del volante 2,6 2,7
59% 41%
8 43,2 43,0 62% 38%
9 Sforzo volante
43,4 43,0 in manovra (kg) 1,8 1,2 AERODINAMICA
10 43,0 43,3 Cx stradale 0,343 0,372
ottimo discreto scarso
Sforzo frizione
30 40 50 60 statico/dinamico (kg) 8,6/10,7 4,6/8,4 Superficie frontale (m2) 2,233 1,956

108 NOVEMBRE 2018


Editoriale Domuss
Sistema di qualità certificatoo
ISO 9001- 2015 5
PAGELLA
POSTO GUIDA ★★★★ CONFORT ★★★☆
Si viaggia piuttosto in alto, a 54 cm da terra sulla Ka+ e a 53 ★★★☆ L'abitacolo della Ford è insonorizzato adeguatamente e fa ★★★
sulla Karl. I sedili rivestiti di tessuto si registrano con le leve. filtrare meno rumore. Anche le sospensioni assorbono bene

★ Ka+ ★ Karl ★ Insuiciente ★★ Suiciente ★★★ Discreto ★★★★ Buono ★★★★★ Ottimo ☆ Vale ½ stella ★★★★★ Con lode
La Ford (rarità per la classe) ha la cintura regolabile in altezza. le asperità. Forti scossoni per chi si siede sul divano della Karl.
COMANDI E STRUMENTI ★★★★ MOTORE ★★★★
Entrambi i quadri sono semplici, chiari e ordinati. Comandi ★★★★ Riuscito il nuovo tre cilindri della Ka+: regolare e gradevole, ★★★☆
al volante funzionali e ben disposti. Sulla Opel si apprezzano ofre un buon equilibrio tra prestazioni e consumo. Meno
le levette per gestire il cruise control e le sorgenti audio. brioso, sia pur adeguato al compito, il mille della Karl.
INFOTAINMENT ★★★★ ACCELERAZIONE ★★★
Impianti di qualità e sostanza non comuni per la categoria: ★★★☆ Numeri non esaltanti, ma nello scatto da 0 a 100 km/h la Ka+ ★★☆
aidano la navigazione ad Android Auto e a CarPlay. Il Sync 3, non si fa trovare impreparata: il motore sale bene e spunta
un po' più veloce e completo, conferma tutte le sue qualità. un tempo inferiore alla media del segmento. Seduta la Karl.
CLIMATIZZAZIONE ★★★★ RIPRESA ★★☆
La Ka+ può contare su un valido automatico monozona ★★★☆ Progressioni regolari, anche se i punti di forza stanno altrove. ★★
(optional). La Karl in prova ha il manuale e il pacchetto Winter Detto questo, la Ford riprende velocità con maggiore
con la funzione riscaldamento per il volante e i sedili anteriori. prontezza, mentre la Opel è oggettivamente pigra.
VISIBILITÀ ★★★ CAMBIO ★★★☆
Nella Ford, gli specchietti e i montanti anteriori sono un po' ★★★★ Entrambi i cinque marce si distinguono per la buona ★★★★
invadenti. La tedesca, di contro, ofre una visuale sgombra manovrabilità e gli innesti precisi, più definiti nel caso
da interferenze, anche dietro. Retrocamere non disponibili. della Opel. La tedesca, inoltre, vanta una frizione leggera.
FINITURA ★★★★ STERZO ★★★★
Buona qualità generale, cura negli assemblaggi, nessuna ★★★★ Comandi adatti alla categoria. Quello della Ford, in particolare, ★★★
aspirazione a proporre incongrue sontuosità: le due citycar è preciso, progressivo e sensibile. La Karl non manca
sono semplicemente ben fatte e badano (a ragione) al sodo. di prontezza e ha il tasto City per ridurre lo sforzo al volante.
ACCESSORI ★★★☆ FRENI ★★★★

Legenda (vale per tutte le tabelle della prova)


Gli allestimenti Active e Rocks sono piuttosto completi, ★★★☆ La Ka+ frena complessivamente meglio, sia sull'asciutto ★★★
a partire dai cerchi di lega da 15" oferti di serie. Mancano sia con poco grip. Il fondo diferenziato è il punto debole
alcuni optional tecnologici ormai comuni nel segmento. della Opel. Nessun afaticamento nelle prove ripetute.
DOTAZIONI DI SICUREZZA ★★★ COMPORTAMENTO DINAMICO ★★★★
Per entrambe: sei airbag, elettronica di base, fendinebbia. ★★★ Due auto sicure e facili da guidare, contraddistinte da un ★★★☆
La Ka+ dispone anche di sensori luci e pioggia. Ma niente assetto morbido (soprattutto la Ka+). Validi e senza incertezze
frenata automatica di emergenza, neppure a richiesta. i due Esp, eicaci e generalmente puntuali negli interventi.
ASSISTENZA ALLA GUIDA ★★ CONSUMO ★★★☆
Limitatore e regolatore di velocità, sensori di parcheggio ★★ I numeri sono sostanzialmente equivalenti, non proprio da ★★★☆
posteriori: le due rivali si fermano qui. Assenti (anche dai urlo, ma comunque nella media. La Karl evidenzia percorrenze
listini) il controllo angoli bui e l'avviso di superamento corsia. inferiori per via del serbatoio più piccolo (32 litri contro 42).
ABITABILITÀ ★★★★★ PREGI DIFETTI
È il fiore all'occhiello della Ford, "plus" di nome e di fatto, ★★★☆ Ka+ Assai spaziosa ed equilibrata, Ka+ Ormai la frenata automatica
soprattutto in seconda fila. Pure sulla Karl si viaggia bene la Ford è una cittadina solida, dalla è sempre più difusa anche sulle
in quattro, ma lo spazio per le gambe è più sacrificato. buona guidabilità. Nuovo motore citycar: almeno a richiesta, dovrebbe
BAGAGLIAIO riuscito, più parco del predecessore. essere disponibile pure qui.
★★☆ Karl A bordo si vede bene, una dote Karl Manca l'anticollisione. Frenata
Non è la voce di riferimento per le citycar, ma in entrambi ★★ rassicurante in città. La Opel è anche lunga se il grip non è uniforme.
i casi siamo di fronte a una capacità inferiore a quella della più afabile e spigliata nei parcheggi. Sospensioni posteriori rigide.
concorrenza più generosa. Specialmente nel caso della Opel.

© Riproduzione riservata

NOVEMBRE 2018 109


PROVA SU STRADA NUMERO 3.570

JEEP
CHEROKEE
Andate oltre le apparenze: non è cambiato solo lo sguardo.
La crossover americana ora è infarcita di sistemi di assistenza
alla guida e infotainment, peraltro compresi nel prezzo.
Confort in progresso, qualche caduta di tono nelle finiture
di Lorenzo Facchinetti • foto di Leda Paleari

110 NOVEMBRE 2018


Il servizio fotografico è stato realizzato presso l'Oasi Zegna (Biella)

2.2 MJT II LIMITED


PREZZO (listino) MOTORE POTENZA MAX CONSUMI EMISSIONI CO2
L4 turbodiesel Omologato Rilevato Omologato Rilevato
€ 46.500 2.174 cm3 143 kW (194 CV) 16,4 km/l 13,2 km/l 161 g/km 200 g/km
NOVEMBRE 2018 111
PROVA SU STRADA JEEP CHEROKEE

ADDIO AI SOTTILI PROIETTORI


ANTERIORI: ADESSO CI SONO DUE
FULL LED DAL TAGLIO CLASSICO

L'
entità del rinnovamento non si me: in sintesi, sono spariti i sottili proiettori sta allineato a quello della versione uscente.
misura dall'aspetto esteriore, anteriori in favore di gruppi ottici più ampi Risultando, anzi, più conveniente nel caso di
ma da quello che c'è sotto. Ed e avvolgenti. Inoltre, dietro, ora il porta targa certe combinazioni di motori, trasmissioni e
è così che la Cherokee, giunta si arrampica dal paraurti al centro del por- allestimenti. Ecco, quindi, una lunga schiera
al fatidico restyling di metà vi- tellone. Dentro, invece, il disegno della plan- di assistenze alla guida: dalla frenata auto-
ta, alla stregua di uno smartphone introdu- cia resta sostanzialmente lo stesso. Ma an- matica d'emergenza al monitoraggio degli
ce un importante aggiornamento hardware che in questo caso alcuni mirati tocchi ren- angoli bui con sorveglianza del traico po-
e software, che pesa ben di più rispetto ai dono più gradevole l'insieme: parliamo del- steriore, dal mantenimento della corsia al
pur significativi interventi estetici. Sotto le finiture nero lucido per le cornici delle regolatore di velocità, che a partire dall'alle-
quest'ultimo aspetto, la Suv aveva già com- bocchette, del cockpit e della zona cambio. stimento Limited della prova è di serie in
piuto la sua svolta epocale nel 2013, con il versione attiva. Non poteva infine mancare,
passaggio dalla quarta alla quinta serie: una INIEZIONE DI ACCESSORI dopo che è finito a cascata su tutte le più
squadrata fuoristrada che trasudava cro- Il vero succo della Cherokee risiede quin- recenti Jeep, l'impianto multimediale Ucon-
mosomi Jeep da ogni poro, di punto in bian- di nella sostanziosa iniezione di sistemi tec- nect di quarta generazione con radio DAB e
co era diventata una tondeggiante crosso- nologici, che assumono ancor più valenza se connessioni Apple CarPlay e Android Auto,
ver. Oggi è ancora così, ma con qualche af- si considera che sono oferti di serie su tut- in versione base da 7 pollici sul modello
finamento che rende più armonioso l'insie- ta la gamma e che il prezzo della vettura re- d'attacco Longitude e in quella da 8,4 con

112 NOVEMBRE 2018


SOLUZIONI DI ACQUISTO DOTAZIONI E ACCESSORI

FINO A 6.800 EURO DI RISPARMIO Prezzo di listino


Prezzi in euro
46.500
Prezzo della vettura provata 48.550
CLIENTI PRIVATI
Airbag anteriori, laterali e a tendina di serie
L'allestimento d'ingresso Longitude ofre di serie cerchi da 17”, climatizzatore
Airbag ginocchia guidatore di serie
automatico bizona, sistema keyless, fari full Led, sensori di parcheggio. In più, una
Antifurto con allarme di serie
completa dotazione di sicurezza che prevede il regolatore di velocità, i sistemi anticollisione
Apertura porte senza chiave di serie
con frenata d'emergenza, il mantenimento della corsia e il monitoraggio degli angoli
bui. Il prezzo è di 43.000 euro, ma al lancio scende a 36.200, grazie a 6.800 euro Assistenza mantenimento corsia di serie
di ecoincentivo permuta o rottamazione. Senza usato, il risparmio si riduce a 3.300 euro. Autoradio digitale (DAB) di serie
Con il finanziamento a tasso 4,99% l'anticipo è del 43% e poi ci sono 36 rate da 200 euro. Avviso angoli bui di serie
(valori Iva inclusa) Avviso traffico trasversale posteriore di serie
Cerchi di lega da 18 pollici di serie
Climatizzatore automatico bizona di serie
Noleggio a lungo termine Noleggio a lungo termine Fari full Led di serie
Anticipo € 6.100 Anticipo € 5.490 Frenata automatica di emergenza di serie
36 rate mensili da € 689 36 rate mensili da € 659 Impianto hi-fi di serie
Condizioni: sono compresi l'assicurazione completa Condizioni: sono compresi l'assicurazione completa Impianto multimediale Uconnect 8,4" di serie
(Rca, incendio e furto, kasko), la manutenzione ordinaria (Rca, incendio e furto, kasko), la manutenzione ordinaria Interni di materiale pregiato di serie
e straordinaria, il soccorso stradale, l'assistenza 24 ore e straordinaria, il soccorso stradale, l'assistenza 24 ore
su 24 e la tassa di proprietà, più il ritiro dell'usato su 24, la tassa di proprietà, la gestione multe/sinistri Navigatore satellitare di serie
e la consegna a domicilio. Il chilometraggio è illimitato. e l'infomobilità I-Care. Il limite è di 90.000 km in tre anni. Pacchetto Cold weather 300 1
Pacchetto Luxury 750 2
CLIENTI BUSINESS Parcheggio automatico di serie

Listino completo a pag. 279 o su quattroruote.it/listino/jeep/cherokee


La Casa punta sulla versione Business con trazione integrale, che prevede di serie Portellone elettrico di serie
dotazioni specifiche come gli specchietti retrovisori elettrici multifunzione, i sedili Regolatore di velocità attivo di serie
anteriori regolabili elettricamente, i tergicristalli con sensore di pioggia, il portellone Sedile guida regolabile in altezza di serie
ad azionamento automatico e il sistema d'infotainment con navigatore e schermo da 8,4 Sedili anteriori regolabili elettr. di serie
pollici. Questo allestimento costa 1.000 euro in più rispetto al Longitude, nonostante Sedili anteriori riscaldabili di serie
il valore degli equipaggiamenti superi i 1.400 euro. Inoltre, sull'intera gamma Cherokee Sedili posteriori scorrevoli di serie
c'è un bonus impresa di 9.100 euro ai titolari di partita Iva, ditte individuali e studi
Sensore luci e pioggia di serie
professionali, di 10.100 euro per società, pubblica amministrazione e associazioni. M.S.
(valori Iva esclusa)
Sensori di parcheggio ant. e post. di serie
Sospensioni a controllo elettronico –
Specchi esterni ripiegabili elettr. di serie
Telecamera posteriore di serie
Noleggio a lungo termine Noleggio a lungo termine Tetto panoramico apribile elettr. 1.700
Anticipo € 6.100 Anticipo € 5.490 Vernice metallizzata 1.000
36 rate mensili da € 708 36 rate mensili da € 622 Volante regol. in altezza e profondità di serie
Condizioni: sono compresi l'assicurazione completa Condizioni: sono compresi l'assicurazione completa
(Rca, incendio e furto, kasko), la manutenzione ordinaria (Rca, incendio e furto, kasko), la manutenzione ordinaria In rosso: presente sulla vettura provata.
e straordinaria, il soccorso stradale, l'assistenza 24 ore e straordinaria, il soccorso stradale, l'assistenza 24 ore Note: 1) tappetini all season, sedili e volante riscaldabili,
su 24 e la tassa di proprietà, più il ritiro dell'usato su 24 e la tassa di proprietà, la gestione multe/sinistri parabrezza sbrinabile; 2) sedili di pelle climatizzati, specchi
e la consegna a domicilio. Il limite è di 60.000 km in tre anni. e l'infomobilità I-Care. Il limite è di 60.000 km in tre anni. esterni e sedili con memoria.

navigazione dalla Business in poi. Dietro è cambiato


Il feeling con la Cherokee, dunque, resta il disegno dei gruppi
ottici, ma l'elemento più
quello conosciuto, ma con la consapevolez- evidente è il porta targa
za di avere fra le mani un'auto più pratica e spostato al centro.
sicura sotto il profilo tecnologico. Perché og- Anche il frontale è stato
gi, questa è la realtà dei fatti, la qualità della interamente ridisegnato:
oltre ai nuovi proiettori,
vita a bordo si misura anche gestendo il si segnala un'inedita
proprio smartphone dallo schermo princi- struttura di alluminio
pale della vettura oppure avendo la garan- per il cofano motore
zia della presenza di un secondo occhio vi-
gile sulla strada, oltre al tuo, per evitare si-
tuazioni spiacevoli e supportarti nella guida.

ACCOGLIENTE QUELL'ABITACOLO
Per chi non conoscesse la Cherokee, ecco
cosa c'è da sapere. Sempre per rimanere in
tema di vita a bordo, lo spazio è soddisfa-

NOVEMBRE 2018 113


PROVA SU STRADA JEEP CHEROKEE

cente. La Suv americana vanta un abita- ne, dell'economico feltrino non fissato all'in- di sconnessione. A questa dote si aggiunge
colo arioso, con una buona sistemazione per terno del cassetto centrale e, più in genera- l'insonorizzazione dell'abitacolo, di ottimo li-
i passeggeri posteriori, e un baule capiente le, della gofratura delle plastiche rigide di vello specialmente alle andature autostra-
(450 litri) e versatile, perché il divano poste- tutta la parte inferiore dell'abitacolo, che ap- dali, mentre il propulsore ha una voce piut-
riore è scorrevole e frazionabile. paiono piuttosto sottotono. Dove l'occhio è tosto avvertibile, quantomeno in accelera-
Chi guida gode di una posizione domi- solito guardare, invece, l'ambiente è curato, zione e al minimo.
nante, con il sedile che resta sempre piutto- a partire dal buon rivestimento della parte Il turbodiesel 2.2, sostanzialmente lo
sto alto anche abbassandolo del tutto, e i superiore della plancia e dalla pregevole stesso di prima, ma adeguato alle norme
comandi principali sono disposti in maniera pelle dei sedili. anti-inquinamento (adesso ci sono due de-
razionale. Il primo impatto, come detto, è più puratori Scr e AdBlue: vedere il riquadro a
piacevole di prima perché le finiture nero lu- POCO RUMORE IN AUTOSTRADA pag. 116), soddisfa per la notevole disponi-
cido rendono elegante e meno appariscen- Uno dei pregi della Cherokee, su strada, bilità di coppia: 450 Newtonmetro, che ap-
te l'immagine d'insieme. La struttura rimane continua a essere il confort. Che in quest'ul- paiono più utili dei 194 cavalli, poiché sono
tuttavia quella conosciuta e, in termini di tima edizione appare migliorato soprattutto proprio loro a favorire quell'elasticità d'ero-
qualità, ci sono alcuni dettagli che stridono in termini di assorbimento delle sospensio- gazione che rende la guida più appagante.
un poco. Parliamo, per esempio, delle tasche ni. La taratura è morbida, ma non cedevole, Il Multijet, insomma, spinge forte e in questo
portabibite laterali senza fondi di protezio- e ha un'ottima capacità di digerire ogni tipo è ben supportato dal cambio automatico,

114 NOVEMBRE 2018


INFOTAINMENT
Il disegno della plancia non
cambia, ma ora la Cherokee La Cherokee, come tutte le Jeep più
presenta finiture diferenti, recenti, adotta il sistema Uconnect
con inserti nero laccato per di quarta generazione. Sull'allestimento
le cornici delle bocchette, d'attacco Longitude è di serie in versione
del cambio e dell'impianto
multimediale. con schermo da 7", mentre dalla Business
1. Con i comandi sulla razza in su è presente la variante da 8,4", che
destra si gestisce il aggiunge la navigazione e un audio più
regolatore di velocità attivo. potente con nove altoparlanti e subwoofer.
2. Il tasto per attivare Su tutte e due le varianti ci sono la radio
il parcheggio automatico.
DAB, Apple CarPlay e Android Auto.
3. Climatizzatore e
autoradio possono essere
comandati da qui, oppure CARATTERISTICHE GENERALI
attraverso il display touch.
4. La strumentazione Dimensioni reali schermo (pollici) 7,9
non muta rispetto a prima; Touch screen sì
pratico il display digitale Prese Usb 4 (2 solo ricarica)
da 7" gestibile con i tasti Ricarica wireless smartphone no
sulla razza sinistra.
5. La zona cambio è stata Posizione e visibilità schermo ★★★★
ridisegnata per ricavare Definizione schermo ★★★★
una nicchia porta Accessibilità comandi ★★★★
smartphone.
6. Da qui si scelgono
le funzioni più utilizzate TELEFONO - VIVAVOCE
da inserire nella barra Collegamento Bluetooth sì
inferiore di richiamo rapido. Controlli sul volante sì
7. La navigazione Ripetizione indicazioni display
è integrata, ma si possono
usare anche app come Ricerca contatti ★★★
Google Maps o Waze Composizione vocale ★★★★
attraverso Apple CarPlay Composizione touchpad –
o Android Auto Qualità audio e microfono ★★★★

RADIO E AUDIO
Radio DAB sì
Lettore Cd no
Streaming musica da smartphone sì
Controlli sul volante sì
Ricerca frequenza manuale ★★★★★
Memorizzazione stazioni ★★★★★
Qualità suono ★★★★

NAVIGAZIONE
Mappe 3D/Google sì/no
Supporto mappe Sd card
che con una tale generosità di rapporti (no- a pagina 116), ma per chi non ne avesse la Informazioni traffico sì
ve) riesce sempre a darti la marcia giusta al necessità la sola trazione anteriore è una Ripetizione indicazioni display
momento giusto. È apprezzabile, peraltro, la scelta che consente un buon risparmio. Su- Immissione indirizzo ★★★★
logica di funzionamento della trasmissione bito di 1.300 euro, questo è il delta fra 2x2 Immissione vocale ★★★★
in mezzo alle curve, che siano rotatorie cit- e 4x4 a parità d'allestimento, e sul lungo Immissione touchpad no
tadine o pieghe più veloci, perché mantiene termine anche al distributore, con consumi Controllo volume ★★★★★
sempre un rapporto basso e non hai mai più contenuti per via dei minori trascina- Precisione e chiarezza ★★★★☆
quella sgradevole sensazione di percorrerle menti meccanici. I benefici si traggono mag-
come fossi in folle. giormente con la vettura già lanciata, per CONNETTIVITÀ
esempio in autostrada, dove la Cherokee a Collegamento a internet sì
DUE RUOTE PER RISPARMIARE trazione integrale con lo stesso propulsore Hotspot wi-fi no
A proposito di trasmissione, la Cherokee (in versione 2015) percorreva 12,1 km/litro App incorporate/smartphone sì/no
del test ha due ruote motrici, scelta applica- e quella attuale ne copre 12,7. Nel ciclo ur- Android Auto/Apple CarPlay sì/sì
bile soltanto agli allestimenti Longitude e bano, invece, le percorrenze sono identiche MirrorLink no
Limited. Naturalmente, la trazione integrale (12,1 km/litro), mentre in media si guada-
è disponibile su tutta la gamma (in ben tre gna qualche centinaio di metri: 13,2 km/li- INDICE DI SICUREZZA ★★★★
varianti tecniche, peraltro: vedere il riquadro tro anziché 13.

NOVEMBRE 2018 115


PROVA SU STRADA JEEP CHEROKEE

ABITABILITÀ E VISIBILITÀ TECNICA


SCHEDA
L'abitacolo è sfruttato piuttosto bene
in relazione alle dimensioni esterne. Lo
Dati dichiarati dalla Casa
relativi alla vettura in prova
MULTIJET PIÙ PULITO
spazio in larghezza, sia davanti sia dietro, Motore
è più che adeguato, come pure l'altezza. • Anteriore trasversale, diesel
Accogliente anche la sistemazione • 4 cilindri in linea
• Alesaggio 83,8 mm
per le gambe nella zona posteriore. • Corsa 99,0 mm
La visuale anteriore sinistra è ostruita • Cilindrata 2.174 cm3
da montante e specchio retrovisore. • Potenza max 143 kW
(194 CV) a 3.500 giri/min
• Coppia max 450 Nm
a 2.000 giri/min
Blocco cilindri di ghisa,
testa di lega leggera
misure in centimetri, angoli in gradi • 2 alberi di equilibratura
• 2 assi a camme in testa,
4 valvole per cilindro
(cinghia dentata)
• Iniezione diretta
common rail, turbo
(a geometria variabile)
e intercooler
• Due catalizzatori Scr
per gli NOx
Trasmissione
• Trazione anteriore
• Cambio automatico
a 9 marce
Pneumatici
• Michelin Primacy 3
225/55R18 98V
• Kit di riparazione
Corpo vettura
Totale angoli bui 125° (35%) • Scocca di acciaio, 2 volumi,
Visibilità posteriore 5 porte, 5 posti
(ostacolo alto 70 cm) maggiore di 10 m • Avantreno MacPherson,
molla elicoidale,
Visibilità montante anteriore sinistro barra stabilizzatrice
• Retrotreno multilink
Uomo ★★☆ a tre leve e mezzo,
Bambino ★☆ molla elicoidale,
Bicicletta ★★ barra stabilizzatrice
• Ammortizzatori idraulici
Giudizio complessivo ★★ • Freni a disco, anteriori
autoventilanti, Abs ed Esp
• Sterzo a cremagliera,
servocomando elettrico
VANO DI CARICO
• Serbatoio 60 litri
Un baule che ben soddisfa le esigenze Dimensioni e massa
• Passo 271 cm
di una famiglia, con una buona • Carreggiata ant. 159 cm,
disponibilità di spazio (da 450 a oltre 500 post. 160 cm
litri di volume) e una certa praticità. • Lungh. 462 cm - Largh.
Quest'ultima è data dal divano posteriore 186 cm - Alt. 167 cm
• Massa n.d.,
scorrevole e dal portellone a chiusura a pieno carico 2.290 kg,
automatica che è proposto di serie. rimorchiabile 2.370 kg
• Bagagliaio da 448
Capacità complessiva (litri) 450-523 a 1.267 dm3
di cui sotto il pavimento (litri) 116
Prodotta a
Altezza soglia di carico (cm) 78 • Toledo, Ohio (Stati Uniti)

A destra, la Cherokee
Overland nell'of-road
100-130 45 di Vairano. Dispone
della trazione integrale
più evoluta, che
153-192 aggiunge le ridotte
85-100 e il sistema di aiuto
misure in centimetri in discesa selezionabile
su vari livelli

116 NOVEMBRE 2018


SE LA CAVA PIUTTOSTO BENE
FUORISTRADA

I
n attesa della Trailhawk, la versione più perdite di aderenza con le ruote staccate dal PAGELLA
orientata al fuoristrada, che sarà di- suolo, ha messo in mostra una notevole ra- PENDENZA LATERALE ★★★☆
sponibile nel 2019, abbiamo portato pidità d'azione ed eicacia nel ridistribuire Sulla rampa al 30%, la vettura resta salda
sulla nostra pista of-road di Vairano la coppia a quelle in presa. Lo stesso dicasi al suolo e ofre una sensazione di stabilità.
una Cherokee Overland con sistema di per la rampa in salita, sempre con fondo RAMPA IN SALITA ★★★
trazione 4x4 Active Drive II. Si tratta del si- sterrato e minata da buche e dossi. Ci siamo Supera quella in terra al 25%; il sistema è rapido
stema di trazione più completo: costa 1.000 avventurati solo su quella d'inclinazione in- a ridistribuire coppia nelle perdite di grip.
euro in più rispetto all'Active Drive I e ag- feriore (25%), per via dei pneumatici pretta- RAMPA IN DISCESA ★★★☆
giunge il riduttore e l'Hill descent control. mente stradali, che non avrebbero garantito Il sistema di aiuto, che lavora soltanto a ridotte
inserite, è capillare nell'intervento.
Con questo pacchetto tecnico, la Jeep si è il grip necessario per superare le rampe più
TWIST ★★★☆
rivelata adatta ad afrontare con serenità un impegnative, ma anche in questo caso è
Il sistema di trazione integrale se la cava
fuoristrada leggero. Certo, la Wrangler è stato apprezzabile il solerte e preciso inter- piuttosto bene nel ripartire la coppia.
un'altra cosa e la Cherokee non ha nel miri- vento del sistema per assicurare a ogni ruo- TRIAL ★★★★
no l'of-road puro. Ma, considerato che par- ta la giusta dose di coppia. Cosa che ha per- L'altezza da terra e le escursioni sono adeguate
liamo di una sport utility, le sue capacità ri- messo alla Cherokee di arrampicarsi senza per muoversi in agilità fra dossi e buche.
sultano sopra la media della classe. particolari problemi. In discesa, aiuta l'Hill TRINCEA –
Un'altezza da terra di 201 mm (51 mm descent control, regolabile da 1 a 9 km/h: Gli angoli di attacco e di dosso non le hanno
più della Cherokee a trazione anteriore) e un fruibile solo con le ridotte inserite, lavora be- permesso di afrontare questo test specialistico.
angolo di dosso di 22° hanno consentito al- ne nel tenere l'auto in linea. Infine, gli ango-
la vettura di muoversi con disinvoltura lungo li di attacco e dosso piuttosto contenuti (19
il nostro percorso Trial. Sterrato, dossi, buche e 20°) non hanno consentito di afrontare la
e situazioni di twist non hanno messo in im- nostra trincea, come nel caso della Wrangler
barazzo la Cherokee, che anzi, durante le provata sul numero di ottobre.

LA TRAZIONE ACTIVE DRIVE II


È LA PIÙ COMPLETA: AGGIUNGE
RIDOTTE E SISTEMA HDC

NOVEMBRE 2018 117


PROVA SU STRADA JEEP CHEROKEE 2.2 MJT II LIMITED

PRESTAZIONI CONSUMI CONFORT


VELOCITÀ km/h PERCORRENZE IN D km/litro ACUSTICO
Massima 210,2 90 km/h 17,9 Indice di articolazione (A.I.)
100 km/h 16,3 100 anteriore
posteriore
REGIMI giri/min 130 km/h 12,1
90
3.800 2.000 150 km/h 10,0

ottimo
3 4 5 3 4 5 80
2 6 2 6
PERCORRENZE MEDIE E AUTONOMIA
1 7 1 7 70
Percorso km/litro km
a velocità max in VIII a 130 km/h in IX Città 12,1 728

discreto
60
Statale 15,5 929
Scarto tachimetro a 130 km/h (%) 1,9
Autostrada 12,7 764 50
Media rilevata 13,2 794
ACCELERAZIONE secondi

scarso
Media omologata 16,4 984 40
0-60 km/h 4,0
km/h
0-100 km/h 9,3 Scarto trip computer (%) 5,6 70 80 90 100 110 120 130 140 150 160
0-110 km/h 11,0 km/h condizione dB(A)
0-120 km/h 12,9
50 su asfalto 59,2
0-130 km/h 15,3 PROVE DINAMICHE 50 su asfalto drenante 65,9
0-140 km/h 17,9 50 su pavé 75,2
0-150 km/h 20,9 TENUTA DI STRADA g
Max in accelerazione 74,7
400 metri da fermo 16,7 Accelerazione laterale 0,90
ottimo discreto scarso
Velocità d'uscita (km/h) 135,5 ★★★
1 chilometro da fermo 30,5 START&STOP (vibrazioni sedile guida) m/s2
STABILITÀ km/h
Velocità d'uscita (km/h) 172,2
Doppio cambio di corsia 86 Avviamento 0,21
sul bagnato ★★★★☆ Arresto 0,04
RIPRESA IN D (a min/max carico) secondi
Minimo
Cambio di corsia 160 0,07
70-90 km/h 3,7/3,9 in rettilineo ottimo discreto scarso
70-100 km/h 5,3/5,6
★★★★☆
0,2 0,4 0,6
Cambio di corsia 104
70-120 km/h 8,7/9,6 in curva
70-130 km/h 11,1/12,3
★★★★ SOSPENSIONI
70-140 km/h 13,6/15,1 Nonostante la taratura morbida dell'assetto m/s2
e un conseguente elevato rollio, la Cherokee 4,0 anteriore
30-60 km/h in III 3,8 è filata via liscia in tutte le nostre prove posteriore

scarso
di stabilità. Che sia un doppio cambio di corsia 3,5
FRENATA metri g sul bagnato, un cambio di traiettoria a 160
km/h o un rilascio improvviso dell'acceleratore 3,0
100 km/h in piena curva, la vettura è sempre composta,
a minimo carico 40,1 0,98 2,5
stabile e misurata. Non mette mai in diicoltà
160 km/h il guidatore, il quale deve semplicemente

discreto
2,0
a minimo carico 99,1 1,02 assecondare il movimenti del volante
a correzione di un leggero sottosterzo
100 km/h su asfalto o sovrasterzo, a seconda della situazione.
1,5
asciutto + pavé 45,2 0,87 I controlli elettronici, in tutto questo, appaiono 1,0
100 km/h su asfalto molto ben calibrati e non risultano mai troppo
bagnato + ghiaccio 115,2 0,34 invasivi. Lo sterzo, dal canto suo, fatta eccezione ottimo
0,5
per un feedback non eccezionale, vanta una
buona prontezza e progressione, oltre a una caditoie passo
RESISTENZA FRENI certa precisione. Tutte doti che contribuiscono pavé gradino stradali rotaie lastroni carraio
10 frenate da 100 km/h a pieno carico metri a migliorare il comportamento dinamico. 50 km/h 30 km/h

1 40,8
2 40,4
AGILITÀ DI MANOVRA DATI VETTURA
3 40,8
4 40,9 MASSA
Diametro di sterzata
5 40,9 tra muri (metri) 12,2
12 2 In condizioni di prova (kg) 1.962
6 40,8 Ripartizione massa
7 40,9 Giri del volante 2,5
8 41,0 60% 40%
9 41,5 Sforzo volante
in manovra (kg) 1,9 AERODINAMICA
10 41,2
Sforzo frizione Cx stradale 0,365
ottimo discreto scarso
30 40 50 60 statico/dinamico (kg) – Superficie frontale (m2) 2,643

118 NOVEMBRE 2018


Editoriale Domuss
Sistema di qualità certificatoo
ISO 9001- 2015 5
PAGELLA
POSTO GUIDA ★★★☆ CONFORT ★★★★
Le regolazioni sono generose, volante e sedile (elettrico) si possono Rispetto alla precedente migliora l'assorbimento delle sospensioni,
aggiustare sui due assi. La seduta resta però sempre piuttosto alta più eicace in tutte le situazioni e in assoluto buono. Piuttosto avvertibile,
rispetto al piantone dello sterzo, che è assai inclinato. invece, la rumorosità del motore al minimo e in accelerazione
COMANDI E STRUMENTI ★★★★ MOTORE ★★★★
Le funzioni sono numerose (16 tasti al volante), ma ben identificate Detto della sua rombosità, il 2.2 litri soddisfa per l'erogazione vigorosa,

★ Insuiciente ★★ Suiciente ★★★ Discreto ★★★★ Buono ★★★★★ Ottimo ☆ Vale ½ stella ★★★★★ Con lode
e raggiungibili. La grafica chiara degli strumenti, cui si aggiunge un ampio dovuta al notevole quantitativo di coppia a disposizione (450 Nm). Gli
display da 7", semplifica la lettura delle informazioni di bordo. manca l'allungo, ma quel che serve è concentrato ai regimi medio-bassi.
INFOTAINMENT ★★★★ ACCELERAZIONE ★★★★
Su questa Cherokee è presente (di serie) l'Uconnect da 8,4" di ultima Non si segnalano variazioni rispetto al precedente modello con lo stesso
generazione, facile da usare e ricco di funzioni: dalla navigazione alla radio propulsore, però con trazione 4x4. Poco più di nove secondi per coprire
digitale, fino alle connessioni con smartphone Apple e Android. lo 0-100 e una trentina abbondante per chiudere il chilometro.
CLIMATIZZAZIONE ★★★★☆ RIPRESA ★★★★☆
L'automatico bizona è gestibile sia con i tasti fisici sia attraverso il display Il turbodiesel dispone dei numeri necessari per assicurare sempre buone
touch dell'infotainment. La portata d'aria risulta adeguata all'abitacolo ripartenze lanciate. La coppia elevata aiuta e lo si evince bene
e le bocchette garantiscono flussi omogenei, anche nella zona posteriore. dalla diferenza contenuta fra le riprese a minimo e a massimo carico.
VISIBILITÀ ★★★ CAMBIO ★★★★
Si riesce a percepire bene dove inizia e dove finisce la vettura; in più, È migliorato nella logica di funzionamento e certe incertezze
c'è l'aiuto dei sensori e della telecamera. La visuale posteriore è ostruita delle prime edizioni del nove marce non ci sono più. Morbido nei passaggi
dagli appoggiatesta non incassati nel sedile. Specchio sinistro ingombrante. di marcia, anche se non proprio rapidissimo.
FINITURA ★★★☆ STERZO ★★★★
La selleria di pelle e il rivestimento della parte superiore della plancia Un buon comando, che vanta doti di precisione, prontezza e progressione.
appagano l'occhio. L'insieme, però, non è così premium come vorrebbe: Non brilla, tuttavia, per la qualità delle informazioni trasmesse al guidatore,
plastiche rigide per tutta la zona inferiore, assenza di fondelli nei vani. per via di un feedback piuttosto artificiale.
ACCESSORI ★★★★☆ FRENI ★★★★

Legenda (vale per tutte le tabelle della prova)


Già negli allestimenti base, la Cherokee è molto ben dotata. La Limited, A dispetto di una massa prossima alle due tonnellate, gli spazi d'arresto
medio-alta di gamma, ha un corredo di serie più che completo garantiti dall'impianto sono contenuti, persino dalle andature più elevate
che non fa desiderare nulla di più. Buono il rapporto prezzo/dotazione. e sui fondi ad aderenza diferenziata.
DOTAZIONI DI SICUREZZA ★★★★☆ COMPORTAMENTO DINAMICO ★★★★
Generosa anche in questo frangente, con la presenza di serie per tutti La Cherokee vanta un carattere rassicurante e prevedibile, come
gli allestimenti di frenata automatica, assistente al cambio di corsia dimostrato dai nostri test di stabilità. La massa e la taratura morbida
e avviso angoli bui con monitoraggio del traico posteriore. dell'assetto non contribuiscono, però, a conferire una sensazione di agilità.
ASSISTENZA ALLA GUIDA ★★★★☆ CONSUMO ★★★☆
Dalla versione Limited in poi sono compresi, senza sovrapprezzo, La trazione anteriore migliora le percorrenze soprattutto in autostrada,
il regolatore di velocità attivo e il sistema di parcheggio automatico dove i trascinamenti del 4x4 si fanno sentire: 12,7 km/litro anziché i 12,1
in parallelo e perpendicolare. della precedente con motore di pari potenza e trazione.
ABITABILITÀ PREGI
★★★★ DIFETTI
Spazio a suicienza per i gomiti e per la testa, sia davanti sia dietro. Dotazioni. Corredo di serie molto Posizione di guida. Sebbene il sedile
La zona posteriore ofre una buona sistemazione per le gambe, con l'unico ricco già a partire dagli allestimenti sia regolabile in altezza, la seduta
limite del passeggero centrale che deve lottare con il prominente tunnel. d'attacco, specie sul fronte resta sempre piuttosto elevata
BAGAGLIAIO ★★★★ dei sistemi di assistenza alla guida e il volante un po' troppo inclinato.
Ripresa. La notevole dose di coppia Finiture. Ci si potrebbe attendere
Passaruota e subwoofer rubano qualche centimetro in larghezza, assicura sempre ripartenze vigorose. una maggior cura in quei dettagli
ma nel complesso il vano è ampio e ben sfruttabile. Il divano frazionabile Il cambio tiene bene il passo. che su una premium hanno un peso.
e scorrevole aumenta la versatilità. Sottotono la tendina copribagagli.

© Riproduzione riservata

NOVEMBRE 2018 119


PROVA SU STRADA NUMERO 3.571

RENAULT
Il nuovo turbobenzina, sviluppato con la Mercedes,
ha un carattere che non fa rimpiangere i diesel.
Consuma un po' di più, ovviamente, ma in compenso
assicura prestazioni di buon livello. Anche in ripresa
di Roberto Boni • foto di Massimiliano Serra

O
rmai è assodato: per i mo- di 1.332 cm3 che ha debuttato pressoché in
tori diesel tira una brutta contemporanea sulla Mercedes Classe A e
aria, a dispetto degli sforzi sulla Renault Scénic.
per renderli puliti come i
benzina e del loro maggior ALLESTIMENTO AL TOP
rendimento, che significa minori consumi ed La compatta tedesca, completamente
emissioni di CO2. rinnovata, l'abbiamo provata nel fascicolo di
Sta di fatto che tutte le Case pensano al maggio; adesso vediamo come si comporta
piano B, che in parte si può declinare con il il nuovo propulsore sulla monovolume fran-
rilancio delle unità a benzina: negli ultimi cese. La novità non è stata accompagnata
tempi sono giunti da più parti gli annunci di da alcuna modifica al corpo vettura o alle
nuovi, eicienti propulsori a ciclo Otto, che dotazioni: quindi, dal punto di vista statico,
poi potranno essere anche elettrificati per la Scénic è identica a quella testata a dicem-
diminuire ulteriormente l'impatto ambien- bre 2016, a parte il fatto che la nostra Tce
tale. E, visti i costi ingenti che lo sviluppo di 160 CV Edc (ovvero la variante più potente
un motore comporta, capita che due co- dell'inedito turbobenzina, accoppiato al
struttori li condividano e lavorino assieme. cambio automatico a doppia frizione a set-
Com'è successo alla Daimler e alla Renault: te marce) è nell'allestimento top di gamma,
il frutto di questa unione è il quattro cilindri l'Initiale Paris.

TCE 160 CV EDC INITIALE PARIS


PREZZO (listino) MOTORE POTENZA MAX CONSUMI EMISSIONI CO2
L4 turbobenzina Omologato Rilevato Omologato Rilevato
€ 36.650 1.332 cm3 120 kW (163 CV) 18,2 km/l 13,2 km/l 122 g/km 181 g/km
120 NOVEMBRE 2018
NOVEMBRE 2018
121
Il servizio fotografico è stato realizzato a Varese
PROVA SU STRADA RENAULT SCÉNIC

La plancia è caratterizzata
dall'originale console verticale.
1. Strumentazione digitale, con quattro
stili di visualizzazione disponibili.
2. Monitor verticale touch
da 8,7 pollici del sistema R-Link 2.
3. Tasti per selezionare le modalità Multi
sense, il freno di parcheggio, il cruise
control e il limitatore di velocità

Ciò si traduce in un abitacolo per certi tura non è ridotta ai minimi termini e di ovvero i regimi bassi e quelli medi.
versi sontuoso, grazie ai sedili con funzione Newtonmetro ce n'è più che a suicienza (in Si capisce subito, infatti, che non convie-
massaggio rivestiti di nappa bicolore e alla abbinamento al cambio automatico, arriva- ne spremere il motore a fondo: l'allungo è
completa dotazione di accessori, ottime no a 270), anche perché, quando li si richia- soddisfacente, ma i decibel salgono parec-
premesse per viaggi comodi e sicuri. Certo, ma con l'acceleratore, sono pronti ad agire. chio. E, visto che il grosso della spinta arriva
la forma rastremata del tetto ha fatto per- Ma non solo: da parte sua, il doppia frizione prima, nella maggior parte dei casi non ser-
dere qualche centimetro in altezza rispetto è abbastanza veloce nel proporre il rappor- ve neppure esplorare la parte alta del con-
alla serie precedente. Lo spazio a bordo re- to giusto per assecondare la ripresa. tagiri: in tal caso i consumi inevitabilmente
sta comunque di tutto rispetto, così come crescono, mentre con un comportamento
quello nel bagagliaio. Non si può più conta- MEGLIO ESSERE FLUIDI più morigerato si mantengono a livelli ra-
re sulle poltroncine singole asportabili, ma Il risultato è un apprezzabile piacere di gionevoli. Rispetto al diesel, comunque, pa-
la presenza del divano posteriore scorrevo- guida quando ci si mantiene nell'ambito gare dazio è inevitabile. Per dare un'idea, la
le consente di privilegiare, secondo le situa- congeniale ad automobili come la Scénic, 1.6 dCi 130 CV con cambio manuale della
zioni, i passeggeri o le valigie. che non sono certo pensate per staccare il prova del dicembre 2016 percorre in media
Torniamo al protagonista di questa pro- tempo sul giro al Nürburgring, considerato 15,7 km/litro, mentre questa Tce 160 CV
va, il nuovo 1.3, che stupisce in positivo. Abi- che, se si alza il ritmo, si manifesta un evi- automatica si ferma a quota 13,2. E il diva-
tuati alle generose coppie dei diesel, si è dente sottosterzo, tenuto a bada dall'inter- rio si fa ancora più ampio se ci si confronta
sempre un po' timorosi in presenza dei pic- vento drastico del controllo della stabilità. con la versione 1.5 dCi dotata di ibrido mild
coli turbobenzina che tanto si sono difusi Molto meglio, quindi, viaggiare in scioltezza, a 48 volt, che si accontenta di un litro di ga-
negli ultimi anni, ma in questo caso la cuba- sfruttando la confort zone del propulsore, solio ogni 17,2 chilometri.

122 NOVEMBRE 2018


IDEATO CON LA STELLA
Il nuovo motore Tce 160 Nissan GT-R, che
è il frutto della collaborazione riduce le perdite
SCHEDA
tra la Renault e la Mercedes. per attrito. La forma Dati dichiarati dalla Casa
Basato su una cilindrata unitaria delle camere relativi alla vettura in prova
di 333 cm3, questo propulsore di combustione Motore
è dotato di tutte le moderne e l'iniezione diretta • 4 cilindri turbobenzina
tecnologie volte a coniugare elevate di benzina, con iniettori • Cilindrata 1.332 cm3
prestazioni e basse emissioni. verticali al centro, ottimizzano • Potenza max 120 kW
(163 CV) a 5.500 giri/min
Scontata, quindi, l'adozione il rendimento termodinamico, • Coppia max 270 Nm
del turbo, per ottenere coppie mentre il doppio variatore di fase da 1.750 a 3.700 giri/min
e potenze elevate rispetto consente di gestire in maniera Trasmissione
alla cilindrata, e del basamento flessibile il flusso dei gas del sistema di depurazione dei gas • Trazione anteriore
di lega leggera per contenere in modo da aumentare l'eicienza di scarico. Sugli esemplari • Cambio automatico
commercializzati da settembre, a doppia frizione a 7 marce
il peso. Il compressore è poi dotato o le prestazioni nelle diverse
di valvola waste gate a controllo condizioni di guida. Caratteristica quest'ultimo comprende pure Pneumatici
il filtro antiparticolato Gpf, per • Michelin Primacy 3
elettronico per una più precisa anche la forma della testata, 195/55R20 95H
gestione della pressione con valvole quasi verticali, limitare le emissioni di polveri sottili • Kit di riparazione
di sovralimentazione. Le canne che rende l'insieme molto compatto e rientrare nei limiti previsti
Dimensioni e massa
dei cilindri hanno un particolare e consente di accorciare i collettori dalle norme antinquinamento • Passo 273 cm
trattamento superficiale, di aspirazione e di scarico, Euro 6d-Temp. Le vetture così • Lunghezza 441 cm
denominato Bore spray coating con benefici per la risposta omologate si riconoscono per la Larghezza 187 cm
Altezza 165 cm
e già utilizzato sul motore della all'acceleratore e per la funzionalità dicitura Fap nella sigla del modello. • Massa 1.505 kg

La vettura in prova, immatricolata


lo scorso giugno, è omologata
secondo le norme Euro 6b.
A breve, questa versione
della Scénic sarà adeguata, come
già le altre, alle Euro 6d-Temp,
adottando il filtro antiparticolato
per i motori a benzina

NOVEMBRE 2018 123


PROVA SU STRADA RENAULT SCÉNIC TCE 160 CV EDC INITIALE PARIS

PRESTAZIONI CONFORT ABITABILITÀ E VISIBILITÀ


VELOCITÀ km/h ACUSTICO La forma più moderna e il tetto
Massima 198,6 Indice di articolazione (A.I.) rastremato (qui anche di tipo panoramico)
100 anteriore fanno sì che lo spazio in altezza a
posteriore disposizione dei passeggeri posteriori sia
REGIMI giri/min
90 inferiore a quello della serie precedente.
4.900 2.600

ottimo
3 4 5 3 4 5 80 misure in centimetri, angoli in gradi
2 6 2 6
1 7 1 7 70

a velocità max in VI a 130 km/h in VII

discreto
60

Scarto tachimetro a 130 km/h (%) 3,2 50

scarso
ACCELERAZIONE secondi 40
0-60 km/h 4,4 km/h
0-100 km/h 9,5 70 80 90 100 110 120 130 140 150 160
0-120 km/h 13,3 km/h condizione dB(A)
0-130 km/h 15,7 50 su asfalto 59,4
0-150 km/h 22,0 50 su asfalto drenante 67,0
400 metri da fermo 17,0 50 su pavé 76,4
Velocità d'uscita (km/h) 134,6 Max in accelerazione 80,4
1 chilometro da fermo 31,0 ottimo discreto scarso

Velocità d'uscita (km/h) 169,6


START&STOP (vibrazioni sedile guida) m/s2
RIPRESA IN D secondi Avviamento 0,38
70-90 km/h 4,0 Arresto 0,09 Totale angoli bui 109° (30%)
70-120 km/h 9,4 Minimo 0,03 Visibilità posteriore
70-130 km/h 11,7 ottimo discreto scarso (ostacolo alto 70 cm) 8,4 m
0,2 0,4 0,6
30-60 km/h in III 4,4
Visibilità montante anteriore sinistro
SOSPENSIONI Uomo ★★★☆
FRENATA metri g m/s2 Bambino ★★★
100 km/h 4,0 anteriore
posteriore Bicicletta ★★★★☆
a minimo carico 40,2 0,98
Giudizio complessivo ★★★★
scarso

3,5
160 km/h
a minimo carico 100,2 1,00 3,0
100 km/h su asfalto
2,5
VANO DI CARICO
asciutto + pavé 55,2 0,71
Non ci sono più i sedili rimovibili,
discreto

100 km/h su asfalto 2,0


bagnato + ghiaccio 118,7 0,33 ma la presenza del divano scorrevole
1,5 e del piano di carico regolabile su due
posizioni fa sì che il bagagliaio sia
1,0
molto versatile e di capienza adeguata
CONSUMI
ottimo

0,5 alle esigenze di una famiglia.


PERCORRENZE IN D km/litro
90 km/h caditoie passo Capacità complessiva (litri) 436-566
17,3 pavé gradino stradali rotaie lastroni carraio
100 km/h 16,0 50 km/h 30 km/h di cui sotto il pavimento (litri) –
130 km/h 11,6 Altezza soglia di carico (cm) 70
150 km/h 9,0
DATI VETTURA
PERCORRENZE MEDIE E AUTONOMIA MASSA
Percorso km/litro km In condizioni di prova (kg) 1.643
Città 12,3 640 Ripartizione massa 46-57
110-114
Statale 15,6 810
Autostrada 12,2 636 61% 39%
Media rilevata 13,2 684
Media omologata 18,2 945 AERODINAMICA 82-98 154-185
Cx stradale 0,348
Scarto trip computer (%) 9,3 Superficie frontale (m2) 2,548 misure in centimetri

124 NOVEMBRE 2018


Editoriale Domuss
Sistema di qualità certificatoo
ISO 9001- 2015 5
PAGELLA
Qui sotto, dall'alto: i fari a Led,
un optional da 600 euro; POSTO GUIDA ★★★☆ CONFORT ★★★☆
i fanali posteriori; un dettaglio La seduta è sopraelevata e chi guida è portato Macchina comoda, soprattutto davanti. Però
delle ruote da 20 pollici a tenere una postura dritta, anche per via del da 70 km/h si avvertono i fruscii provocati
con gomme da soli 195 millimetri, volante inclinato. Regolazioni elettriche comode. dagli specchi e, sopra i 110, quelli dei montanti.
per coniugare la scorrevolezza
con il comportamento stradale COMANDI E STRUMENTI ★★★★ MOTORE ★★★★
Lo stile e le informazioni visualizzate dalla Il nuovo propulsore sviluppato con la Mercedes

★ Insuiciente ★★ Suiciente ★★★ Discreto ★★★★ Buono ★★★★★ Ottimo ☆ Vale ½ stella ★★★★★ Con lode
strumentazione digitale si possono variare. risponde prontamente ai comandi del gas con
Alcuni comandi sono fisici, molti sono touch. un'erogazione corposa. Un po' rumoroso in alto.
INFOTAINMENT ★★★★ ACCELERAZIONE ★★★★
L'R-Link 2 prevede l'inusuale schermo verticale La spinta è adeguata per il tipo di auto
e comprende le interfacce CarPlay e Android e la progressione uniforme: grazie al cambio
Auto. Impianto audio Bose di buon livello. automatico, è un risultato alla portata di tutti.
CLIMATIZZAZIONE ★★★★☆ RIPRESA ★★★★
Pregevoli le bocchette di ventilazione per I 270 Nm si fanno vivi alla svelta quando viene
i posti dietro sui montanti. Molte le possibilità richiesta la loro azione. E il cambio si adegua
di regolazione; il ricircolo automatico è incluso. rapidamente inserendo subito la marcia giusta.
VISIBILITÀ ★★★★ CAMBIO ★★★★
I montanti sdoppiati facilitano la visuale sui Il sette marce a doppia frizione ha innesti
pedoni e sui ciclisti che attraversano la strada. morbidi e tempestivi: un risultato ottenuto
Dietro è bene aidarsi a sensori e retrocamera. anche grazie al buon accordo con il propulsore.
FINITURA ★★★★ STERZO ★★★★
Questo allestimento top è appagante: i sedili Non è ailato come un rasoio, ma resta molto
sono molto curati e anche la plancia è ben più preciso di quello che ci si aspetterebbe.
costruita. Qualche dettaglio migliorabile. E si può variare la taratura su due livelli.
ACCESSORI ★★★★☆ FRENI ★★★☆

Legenda (vale per tutte le tabelle della prova)


Head-up display, sedili massaggianti, Gli spazi d'arresto sono ridotti sull'asciutto,
parcheggio automatico: la Scénic più costosa mentre un po' d'incertezza dell'elettronica
della gamma ofre quasi tutto di serie. li allunga sui fondi ad aderenza diferenziata.
DOTAZIONI DI SICUREZZA ★★★★ COMPORTAMENTO DINAMICO ★★★☆
Frenata di emergenza, riconoscimento La Scénic è sempre sicura, anche se
dei segnali stradali e rilevamento il sottosterzo è marcato e il controllo di stabilità
della stanchezza del guidatore sono di serie. ha un'azione un po' troppo conservativa.
ASSISTENZA ALLA GUIDA ★★★☆ CONSUMO ★★★★
Il cruise control non è adattivo, ma sono Il turbobenzina si accontenta di poco,
presenti il monitoraggio degli angoli bui ma non può competere con il 1.600 diesel:
e l'assistenza al mantenimento della corsia. in media percorre 2,5 km in meno al litro.
ABITABILITÀ ★★★☆ PREGI DIFETTI
Spazio abbondante per conducente Motore. Il nuovo Freni. Lunghi spazi
e passeggero, sedili posteriori scorrevoli. benzina è corposo d'arresto sui fondi
Ma la versatilità di un tempo non c'è più. e pronto nella risposta. a diversa aderenza.
BAGAGLIAIO ★★★★☆ Accessori. Questa Abitabilità. Chi siede
Soddisfa ampiamente le esigenze di una versione al top dietro ha meno spazio
famiglia: la cubatura minima è pari a 436 litri, della gamma ha una a disposizione rispetto
per arrivare a 566 con il divano spinto in avanti. dotazione completa. al modello precedente.

© Riproduzione riservata

NOVEMBRE 2018 125


PROVA SU STRADA NUMERO 3.572

ASTON MARTIN
DB11
Per innamorarsene bastano pochi secondi.
Perché, come tutti gli oggetti di Gaydon, è splendida
da vedere. E anche da guidare, con la sua
anima determinata, ma mai estrema. Da vera gran turismo
di Alessio Viola • foto di Wolfango

V8 COUPÉ
PREZZO (listino) MOTORE POTENZA MAX CONSUMI EMISSIONI CO2
V8 biturbobenzina Omologato Omologato
€ 189.139 3.982 cm3 375 kW (510 CV) 10,1 km/l 230 g/km
126 NOVEMBRE 2018
NOVEMBRE 2018
127
Il servizio fotografico è stato realizzato a Milano
PROVA SU STRADA ASTON MARTIN DB11

I
n attesa del giorno in cui salverà il DB11 va bene come mai sono andate le sue li guardi o li tocchi. Pur con qualche piccolo
mondo, la bellezza di sicuro ha già sal- antenate: la partnership tecnica con i tede- rimpianto: la modernità tecnologica non l'ha
vato l’Aston Martin. Mi riferisco agli schi della Daimler ha portato frutti di note- risparmiata e quella strumentazione che
anni bui, ai decenni in cui una mecca- vole spessore, a cominciare dal V8 di quat- sembrava uscita da un atelier di alta orolo-
nica di livello, ma non sempre da vera tro litri, parente stretto di quello che anima geria è stata sostituita dall'ormai onnipre-
e propria supercar, era dissimulata dalle for- le Mercedes-AMG. sente pannello digitale da 12 pollici. Niente
me immortali create da Ian Callum e da da eccepire sotto il profilo della funzionalità
quell’Henrik Fisker che un giorno decise di CEDE AL DIGITALE (anche se non è particolarmente prodiga
smettere i panni del designer per farsi im- La capacità di un'Aston di regalare pia- d'informazioni), ma cuore e ragione, si sa,
prenditore e sfidare Elon Musk e la Tesla. Ma cere, però, non passa soltanto per la pura spesso faticano ad andare di pari passo.
quella è un’altra storia. abilità con la quale si rapporta all'asfalto. Del La ventata di novità riguarda pure l'im-
Torniamo all'Aston, in particolare a suo talento fascinatorio fa parte anche tut- pianto multimediale. È stato infatti abban-
quest'Aston, e diciamolo serenamente: di lei to quello che ti circonda mentre sei a bordo donato quello by Volvo dei modelli prece-
ci si può innamorare. E stavolta non soltan- e, semplicemente, passeggi da una curva denti (eredità dei tempi Ford) e, adesso, sot-
to perché è bella o perché ha consacrato in all'altra. Com'è tradizione, infatti, gli interni to una grafica rivista, si cela il Comand di
maniera definitiva un nuovo linguaggio sti- sono straordinari: un tripudio di stile, pella- origine Mercedes. Un progresso, non c'è
listico per la Casa britannica. Il fatto è che la mi, dettagli capaci di regalare gioia quando dubbio, ma si sarebbe potuto fare di più:

TECNICA

Scocca di alluminio Cambio automatico ZF


con parti stampate, a 8 marce montato
fuse ed estruse al retrotreno.
incollate e rivettate Diferenziale attivo
CUORE MADE IN GERMANY
La DB11, assieme alla (49:51). La vettura è nata coppa dell'olio e, naturalmente, autobloccante dotato
Vantage, è il modello più con un V12 biturbo hanno ricalibrato la centralina del trasferimento attivo
recente della Casa ed è stato di 5.2 litri (nella foto), di gestione del motore. di coppia fra le ruote
sviluppato ex novo, a partire ma successivamente è stato Tra le altre peculiarità tecniche e l'AeroBlade, una sorta di
dalla scocca interamente montato anche il V8 quattro della DB11 ci sono l'albero spoiler virtuale che sfrutta l'aria
di lega leggera, con parti litri Mercedes/AMG M177, di trasmissione di fibra raccolta nei montanti posteriori
stampate, fuse ed estruse anch'esso sovralimentato di carbonio, il diferenziale e la fa uscire nella coda. R.B..
incollate e rivettate fra loro. da due turbocompressori.
Il risultato è una struttura rigida Questo propulsore, interamente
e leggera, che, grazie al passo di lega leggera, è caratterizzato
allungato, può contare su un dalla disposizione dei turbo
motore in posizione arretrata. all'interno della V dei cilindri,
Ciò, unitamente allo schema per ottimizzare la risposta
transaxle, che prevede il cambio all'acceleratore e l'eicacia
automatico ZF a otto marce del sistema antinquinamento.
piazzato al retrotreno, I tecnici dell'Aston Martin
ha consentito di ottenere hanno ridisegnato i collettori
una ripartizione dei pesi ideale di aspirazione e di scarico e la

128 NOVEMBRE 2018


SCHEDA
Dati dichiarati dalla Casa
relativi alla vettura in prova
Motore
• Anteriore longitudinale,
benzina
• 8 cilindri a V (90°)
• Alesaggio 83,0 mm
• Corsa 92,0 mm
• Cilindrata 3.982 cm3
• Potenza max 375 kW
(510 CV) a 6.000 giri/min
• Coppia max 675 Nm
da 2.000 a 5.000 giri/min
• Blocco cilindri e teste
di lega leggera
• 2 assi a camme in testa
per bancata, doppio
variatore di fase, 4 valvole
per cilindro (catena)
• Iniezione diretta, 2 turbo
e intercooler
Trasmissione
• Trazione posteriore
• Cambio automatico
a 8 marce
• Differenziale autobloccante
con trasferimento
di coppia attivo
Pneumatici
• Bridgestone Potenza S007
Ant. 255/40ZR20 101Y
Post. 295/35ZR20 105Y
• Kit di riparazione
Corpo vettura
• Scocca di alluminio
con parti di magnesio,
2 porte, 2+2 posti
• Avantreno a doppi
quadrilateri,
molla elicoidale,
barra stabilizzatrice
• Retrotreno multilink
a quattro leve e mezzo,
molla elicoidale,
barra stabilizzatrice
• Ammortizzatori idraulici
a controllo elettronico
• Freni a disco autoventilanti,
Abs ed Esp
• Sterzo a cremagliera,
servocomando elettrico
• Serbatoio 78 litri
Dimensioni e massa
• Passo 281 cm
• Carreggiata ant. 167 cm,
post. 165 cm
• Lungh. 475 cm - Largh.
195 cm - Alt. 129 cm
• Massa 1.835 kg
• Bagagliaio 270 dm3
Prodotta a
• Gaydon (Gran Bretagna)

129
PROVA SU STRADA ASTON MARTIN DB11

nonostante la presenza di un touchpad pulsante di simil cristallo per l'avviamento: una Ferrari, giusto per citare un esempio a
aptico per inserire nomi e indirizzi, alla fine è premendolo che si scoprono le altre novi- caso. Qui si punta sulle spalle larghe, su due
il sistema non brilla né per modernità né per tà, a partire dal biturbo di quattro litri. La turbine che regalano una prontezza entu-
facilità d'uso. Senza contare che lo schermo somma delle prestigiose tradizioni AMG e siasmante e un crescendo spettacolare. Gli
è da appena 8 pollici: un po' pochi, conside- Aston Martin, in termini acustici, porta le at- otto cilindri a tratti sembrano indemoniati,
rata la caratura dell'auto. tese a mille: il V8, in realtà, suona semplice- flirtano con i numeri del contagiri, passando
Occorre anche abituarsi ai tergicristallo mente bene. Ha note baritonali, toni a tratti dall'uno all'altro con una velocità pazzesca,
sul devioluci di sinistra, un vezzo Mercedes, stentorei, ma non è così sensazionale come e trovano nello ZF a otto marce una sponda
a conferma delle nuove liaison germaniche. appunto ci si aspetterebbe, vista la passione perfetta per i loro giochi. Sarà pure un cam-
Per il resto, i quattro tasti per gestire il cam- con la quale entrambi i marchi hanno sem- bio automatico tradizionale, di quelli con il
bio automatico sono sempre al loro posto, pre curato questi aspetti. Il suo modo di convertitore di coppia, ma è la dimostrazione
al centro della plancia, assieme al grande prendere i giri non ricalca i tratti selvaggi di (non la prima, per la verità) che i doppia

4
1

5
6

130 NOVEMBRE 2018


ABITABILITÀ E VISIBILITÀ

Due posti, gli anteriori, adeguati


allo spirito e alle dimensioni della DB11,
anche in termini di accessibilità:
si sale e si scende senza grandi
contorsioni. Dietro, un paio di poltroncine
separate dal grande tunnel centrale,
capaci di accogliere al massimo un paio
di adolescenti.
misure in centimetri, angoli in gradi

OPULENZA BRITISH
Il Chancellor red regala il tocco e di informazioni proposte con al centro quello Totale angoli bui 96° (27%)
finale a un abitacolo di rara nelle due zone più esterne per la messa in moto Visibilità posteriore
eleganza e signorilità. della strumentazione. (che al momento giusto (ostacolo alto 70 cm) maggiore di 10 m
1. Il tasto per disaccoppiare 3. Con il tasto più in alto, s'illumina di rosso).
l'assetto: in pratica, per si passa dalla modalità di base 5. I comandi per regolare Visibilità montante anteriore sinistro
ammorbidire la risposta delle (denominata GT) a Sport il sedile, con un tocco Uomo ★★★★
sospensioni quando si scelgono o Sport+. Dietro le razze, di originalità, sono posizionati ★☆
Bambino
le modalità di guida più sportive. i paddle dello ZF a otto marce. ai lati del tunnel.
2. Il layout della strumentazione 4. Una firma della Casa: i tasti 6. Il piccolo bilanciere a lato Bicicletta ★★☆
varia a sua volta, in termini di per selezionare le posizioni del touchpad, con il quale si può Giudizio complessivo ★★★
grafica dello strumento centrale del cambio automatico, aprire il portaoggetti centrale

NOVEMBRE 2018 131


PROVA SU STRADA ASTON MARTIN DB11

VAIRANORING Il video del giro completo su quattroruote.it

A MANCARE È IL GRIP
Un motore dal tiro deciso eicace di quel che sarebbe lecito 121,0 km/h
e un cambio che lo asseconda bene attendersi. Sia sul lento sia sul veloce, 68,9 km/h
0,68 g laterale
0,97 g laterale
sono un ottimo punto di partenza, l'aavantreno tende a perdere aderenza 0,16 g longitudinale
ma non bastano a mettere la DB11 e ad allargare fastidiosamente
perfettamente a suo agio in pista. laa traiettoria. E soltanto insistendo
L'assetto morbido, i trasferimenti co on il gas si riesce a ottenere, 117,3 km/h
di carico vistosi e, soprattutto, lo scarso inn uscita di curva, quel po' di sovrasterzo 0,96 g laterale
grip dei pneumatici la rendono meno che serve a mitigare la situazione.
139,6 km/h
162,5 km/h 1,02 g laterale
1,07 g laterale 96,9 km/h
TEMPO SUL GIRO 0,92 g laterale
Esp disinserito 1'17"683 0,98 g longitudinale
Esp inserito (modalità Track) 1'18"465
189,7 km/h
INTERTEMPI
Da A a B 21"12
Da B a C 25"92 175,9 km/h
Da C a A 30"65
73,6 km/h CONDIZIONI METEO °C

LE CONCORRENTI Temperatura aria 25


Temperatura asfalto 44
Porsche 911 Carrera S 1'15"189 181,8 km/h
Mercedes-AMG GT S 1'16"457 0,83 g laterale ■ Acceleratore a fondo
■ Acceleratore parzializzato
Jaguar F-Type V8 SVR 1'16"490 ■ Frenata

132 NOVEMBRE 2018


frizione diventano una necessità soltanto questo non è che il punto di partenza per aumento del carico sulla corona e capacità
quando si parla di sportività vera. La quale stringere tra le mani il volante di un'auto che di restituire sensazioni rivaleggia, per mo-
appartiene anche alla DB11, per certi versi, invoglia ad alzare il ritmo. Quando t'ingaggi dernità, con un carburatore doppio corpo. Lo
ma stemperata in una meno estrema mis- (e soprattutto la ingaggi), lei è leggera, qua- sterzo della DB11 ha tutto quel che serve:
sion da gran turismo. si aerea nell'infilare le ruote esattamente prontezza e precisione da vendere, oltre a
dove chiedi. Operazione resa ancor più gra- una progressività che lo rende tanto grade-
NOTEVOLE BILANCIAMENTO devole dalle qualità dello sterzo, anche se vole quanto eicace.
La perfetta ripartizione delle masse (alla qualcuno, sulle prime, dovrà entrare in sin- Nel complesso, la dinamica è ciò che più
quale contribuisce anche il cambio in posi- tonia con la leggerezza del comando. Peral- di tutto la distingue dalla sua antenata DB9
zione transaxle, ovvero al retrotreno) la ren- tro, una caratteristica vieppiù condivisa tra i e il merito è da ripartire in parti uguali tra il
de agile e disponibile ai cambi di direzione costruttori (di supercar e no): l'idea che ci sia tempo che non passa invano (14 anni sono
come mai s'era visto su un'Aston Martin, e un rapporto ferreamente proporzionale tra un'eternità) e le partnership tecniche di
cui sopra, che hanno introdotto quest'auto
alla magia nera del torque vectoring. Ele-
mento che si fa più presente a mano a mano
che si sale di gradazione (da GT a Sport e poi
a Sport+), dando un bel contributo a rende-
re manovriera e di soddisfazione una gran
turismo che, di base, non nasce con il chiodo
fisso delle performance. E, in efetti, quando
non la utilizzi con il coltello tra i denti, viene
fuori l'altra DB11: confortevole, equilibrata,
capace di sottoporsi alla quotidianità, fino a
diventare la più desiderabile cruiser che ab-
biate mai guidato.
VANO DI CARICO
ELEGANZA E DINAMISMO Il bagagliaio è coerente con
SI FONDONO IN MODO GRANDIOSO. l'impostazione e l'immagine della DB11,
DANDO VITA A UN INSIEME UNICO che è tutto tranne che un auto da carico:
i 200 litri presenti nella zona posteriore
bastano per un weekend. O, più
prosaicamente, per fare la spesa, sempre
che abbiate il coraggio di abbandonare
un'Aston Martin nel parcheggio
di un supermercato. Nessuna possibilità
di ampliare lo spazio: gli schienali dietro
sono di tipo fisso. Al limite, qualcosa
si può appoggiare sui sedili posteriori.

108-156
44

59
misure in centimetri

Capacità complessiva (litri) 203


di cui sotto il pavimento (litri) –
Altezza soglia di carico (cm) 62

La DB11 monta esclusivamente


cerchi da 20 pollici. Maggiore
scelta, invece, sul fronte estetico:
sono disponibili cinque diversi stili.
All'Aston non hanno previsto
neppure a richiesta la possibilità
di montare i freni carboceramici

NOVEMBRE 2018 133


PROVA SU STRADA ASTON MARTIN DB11 V8 COUPÉ

PRESTAZIONI PROVE DINAMICHE CONFORT


VELOCITÀ km/h TENUTA DI STRADA g ACUSTICO
Massima 302,0 Accelerazione laterale 1,03 Indice di articolazione (A.I.)
★★★★☆ 100 anteriore
posteriore
REGIMI giri/min
STABILITÀ km/h 90
6.200 1.800

ottimo
Doppio cambio di corsia 87
3 4 5 3 4 5 sul bagnato 80
2 6 2 6 ★★★★☆
1 7 1 7 Cambio di corsia 200 70
in rettilineo ★★★★★
a velocità max in VI a 130 km/h in VIII

discreto
Cambio di corsia 106 60
Scarto tachimetro a 130 km/h (%) 2,3 in curva ★★★★★
50
Un telaio molto sano, ben bilanciato tra le
ACCELERAZIONE secondi

scarso
ragioni della bella guida e quelle della sicurezza. 40
0-60 km/h 2,2 La DB11 sfila infatti tra i birilli con notevole
km/h
0-100 km/h 4,0 padronanza della situazione anche quando,
in pista, si disattivano del tutto i controlli 70 80 90 100 110 120 130 140 150 160
0-120 km/h 5,2 elettronici. Quando invece questi ultimi sono km/h condizione dB(A)
0-130 km/h 5,9 vigili, nella vita di tutti i giorni, la loro azione 50 su asfalto 62,3
0-160 km/h 8,3 è sempre molto puntuale e ben calibrata.
Discorso che vale anche in modalità Track: 50 su asfalto drenante 69,4
0-180 km/h 10,2
a quel punto, gli interventi smettono di essere, 50 su pavé 77,9
0-200 km/h 12,6 per così dire, preventivi e diventano invece Max in accelerazione 88,8
400 metri da fermo 12,0 contenitivi, lasciando al corpo vettura ottimo discreto scarso
Velocità d'uscita (km/h) 194,9 una libertà di movimento che soddisfa senza
1 chilometro da fermo 21,6 richiedere straordinarie capacità di guida.
START&STOP (vibrazioni sedile guida) m/s2
Velocità d'uscita (km/h) 248,3 Avviamento 0,11
CAMBI MARCIA Arresto 0,05
RIPRESA IN D (a min/max carico) secondi a 6.800 giri/min km/h Minimo 0,02
70-90 km/h 2,0/2,0 Prima/seconda 70 ottimo discreto scarso
70-100 km/h 2,5/2,5 Seconda/terza 106 0,2 0,4 0,6
70-120 km/h 3,7/3,8 Terza/quarta 157
70-130 km/h 4,4/4,5 SOSPENSIONI
Quarta/quinta 200
m/s2
70-140 km/h 5,1/5,2 Quinta/sesta 257 4,0 anteriore
30-60 km/h in III 3,4 Sesta/settima (a 6.200 giri/min) 302 posteriore

scarso
Settima/ottava 302 3,5
FRENATA metri g
3,0
100 km/h
a minimo carico 39,7 0,99 2,5
200 km/h

discreto
2,0
a minimo carico 149,7 1,05
100 km/h su asfalto 1,5
asciutto + pavé 49,0 0,80
1,0
100 km/h su asfalto
bagnato + ghiaccio 113,9 0,35 ottimo
0,5

caditoie passo
RESISTENZA FRENI pavé gradino stradali rotaie lastroni carraio
10 frenate da 100 km/h a pieno carico metri 50 km/h 30 km/h

1 39,5
2 38,7
AGILITÀ DI MANOVRA DATI VETTURA
3 38,6
4 38,0 MASSA
Diametro di sterzata
5 39,4 tra muri (metri) 12,2
12 2 In condizioni di prova (kg) 1.915
6 38,4 Ripartizione massa
7 38,2 Giri del volante 2,3
8 40,1 49% 51%
9 39,0 Sforzo volante
in manovra (kg) 1,6 AERODINAMICA
10 38,6
Sforzo frizione Cx stradale –
ottimo discreto scarso
30 40 50 60 statico/dinamico (kg) – Superficie frontale (m2) 2,114

134 NOVEMBRE 2018


Editoriale Domuss
Sistema di qualità certificatoo
ISO 9001- 2015 5
PAGELLA
POSTO GUIDA ★★★★★ CONFORT ★★★★
I comandi principali sono allineati con sapienza e portano nel campo Nella modalità di base (GT), sfodera un'apprezzabilissima capacità
delle sensazioni da gran turismo di vaglia. Sedili molto ben conformati, di sottomettersi alla quotidianità. Per riassumere: assetto mai eccessivo e
anche se non particolarmente capaci di trattenere in curva. motore che, all'occorrenza, sa stare al suo posto dal punto di vista acustico.
COMANDI E STRUMENTI ★★★★ MOTORE ★★★★★
Insieme più bello da vedere che perfetto dal punto di vista dell'ergonomia. Un V8 di enorme vigore, fin dai regimi più bassi. Risponde sempre

★ Insuiciente ★★ Suiciente ★★★ Discreto ★★★★ Buono ★★★★★ Ottimo ☆ Vale ½ stella ★★★★★ Con lode
I tasti per selezionare le marce, sulla console, sono una tradizione che con immediatezza, grazie alle turbine. Che in alto lo rendono imperioso
richiede un minimo di abitudine. Strumentazione completa, ma non ricca. e pieno di forza fino all'intervento del limitatore, a quota 7.000.
INFOTAINMENT ★★★☆ ACCELERAZIONE ★★★★★
Il sistema di origine Mercedes sconta un'impostazione ormai datata dal I cinquecento e passa cavalli fluiscono in maniera selvaggiamente fruibile
punto di vista delle logiche di comando e dei menu. Non particolarmente alle ruote posteriori e il risultato è una capacità di prendere velocità
comodo né eicace il manopolone sul tunnel, dotato di touchpad. notevolissima per una gran turismo.
CLIMATIZZAZIONE ★★★★★ RIPRESA ★★★★★
Il classico impianto che verrebbe da definire "set and forget". Le qualità del motore, al di là della pura quantità di cavalli e Newtonmetro,
Un modo come un altro per dire che il bizona a controllo elettronico si uniscono a quelle del cambio, rendendo straordinariamente facile
della DB11 fa il suo dovere con solerzia e puntualità. riguadagnare l'andatura perduta. Qualunque essa sia.
VISIBILITÀ ★★★☆ CAMBIO ★★★★★
Buona percezione degli ingombri, che permette di mettere le ruote L'ennesima dimostrazione delle qualità dello ZF a otto marce. E del fatto
anteriori esattamente dove si desidera: cosa davvero fondamentale che soltanto la sportività estrema pretende un doppia frizione. Qui
su una gran turismo ad alte prestazioni. l'automatico con convertitore di coppia non sofre del minimo complesso.
FINITURA ★★★★★ STERZO ★★★★★
Non è solo d'ingegneristica compiutezza realizzativa. Su quest'Aston, Un comando al quale non manca davvero nulla, capace d'interpretare
ci si trova calati in un ambiente di rarissima eleganza, dove il lusso con precisione e prontezza lo spirito della vettura. Qualità che si sposano
non scade mai nell'opulenza fine a se stessa. alla perfezione con una piacevolissima progressività.
ACCESSORI ★★★★☆ FRENI ★★★★

Legenda (vale per tutte le tabelle della prova)


Il quadro tipico da supercar, dove le dotazioni a richiesta sono soltanto Mordente di livello, soprattutto alle alte velocità, anche se ci sono sportive
una parte di ciò che si può aggiungere a quanto è previsto di base. vere capaci di fare ancora meglio. Va un po' lunga quando l'aderenza
Oltre, si scivola nell'esclusivissimo mondo della personalizzazione. non è uniforme. Avrebbe meritato un attacco più deciso del pedale.
DOTAZIONI DI SICUREZZA ★★☆ COMPORTAMENTO DINAMICO ★★★★★
I classici ormai imprescindibili ci sono tutti. Di questi tempi, però, Una vera gran turismo: piacevole e gradevole nella vita di tutti i giorni,
è diicile accettare l'assenza della frenata automatica d'emergenza, eicace e di grande soddisfazione quando invece le si chiede di onorare
ormai difusa anche sulle utilitarie. la sua seconda natura e la storia che ha alle spalle.
ASSISTENZA ALLA GUIDA ★★ CONSUMO ★★☆
La sua natura si accorda perfettamente anche a un uso quotidiano. Elevato. E non potrebbe essere diversamente. Assodato che l'ambito
E, a quel punto, si sente la mancanza di dotazioni come il monitoraggio è questo, se si sta leggeri con il piede si mettono insieme medie intorno
degli angoli bui (a richiesta, ma non presenti sull'esemplare in prova). ai 7/8 chilometri con un litro.
ABITABILITÀ ★★★ PREGI DIFETTI
Fosse per la disponibilità di spazio davanti, meriterebbe pure di più, Prestazioni. La DB11 mette in fila Dotazioni di sicurezza. In questo
ma la DB11 ha il vezzo di avere quattro posti. E la zona posteriore, numeri di notevole livello: è una campo, le modernità tecnologiche
obiettivamente, è praticabile soltanto da bambini e adolescenti. gran turismo che, a tratti, somiglia non possono mai mancare, neppure
BAGAGLIAIO ★★★ a una sportiva vera e propria. su modelli così particolari.
Poco più di 200 litri. In assoluto non c'è da gridare al miracolo, Atmosfera. Le performance Infotainment. Pur aggiornato,
ma siamo allineati verso l'alto a ciò che ofrono le concorrenti. si sposano senza problemi l'impianto di origine Mercedes fatica
Gli schienali dietro abbattibili tipo Porsche 911 avrebbero aiutato. con un ambiente di eleganza unica. a tenere il passo della concorrenza.

© Riproduzione riservata

NOVEMBRE 2018 135


136 NOVEMBRE 2018
PROVA SU STRADA NUMERO 3.573

LEXUS LS
La tecnologia ibrida più evoluta, abbinata al lusso
interpretato secondo le più preziose tradizioni artigiane
giapponesi. Insomma, in quest'ammiraglia
moderno e antico si fondono in modo quasi magico
di Marco Perucca Orfei • foto di Massimiliano Serra

Il servizio fotografico è stato realizzato a Novara

HYBRID LUXURY
PREZZO (listino) MOTORE POTENZA TOTALE CONSUMI EMISSIONI CO2
V6 benzina + elettrico Omologato Rilevato Omologato Rilevato
€ 140.000 3.456 cm3 264 kW (359 CV) 14,1 km/l 12,7 km/l 161 g/km 188 g/km
NOVEMBRE 2018 137
PROVA SU STRADA LEXUS LS

P
er apprezzare questa automo- assomiglia di più a una preziosa scultura senti nell'abitacolo e si regola di conseguen-
bile bisogna uscire dai soliti moderna. E lo stesso si può dire per molti za. Ovviamente, non mancano le luci di cor-
schemi. Mettere da parte la altri particolari come i gruppi ottici o i cerchi tesia, che si accendono non appena ci si av-
mentalità tipicamente europea da 20 pollici, dove la ricerca stilistica, in de- vicina alla vettura. In Giappone questa ca-
con cui siamo soliti osservare il finitiva, va ben oltre la funzionalità. pacità di riconoscere le esigenze di un ospi-
mondo e calarsi – o, meglio, provare a im- te, ancor prima che siano evidenti, ha un no-
medesimarsi – in quella per certi versi più FILOSOFIA NIPPONICA me ben preciso: omotenashi.
complessa che caratterizza la tradizione Dentro, se possibile, il colpo d'occhio è La posizione di guida è quasi sportiva. Si
giapponese. La Lexus è il marchio premium ancora più straordinario. Un design ricerca- sta seduti in basso, perfettamente fasciati e
del gruppo Toyota e la LS il suo modello di to e l'utilizzo di materiali speciali, dal ma- sostenuti da un sedile regolabile in ogni sua
punta. Nelle intenzioni dei progettisti, la gnesio con cui sono realizzate le alette cen- parte. La strumentazione, formata da un
quinta generazione doveva essere speciale trali della plancia (ricordano le corde di unico pannello Tft da 8 pollici, è raccolta da-
e bisogna ammettere che basta dare un'oc- un'arpa giapponese) al vetro Kiriko che ri- vanti al guidatore: è riconfigurabile e forni-
chiata alle foto di queste pagine per capire copre in parte i fianchi delle porte all'altezza sce una gran quantità d'informazioni sul si-
che ci troviamo di fronte a una vettura fuo- delle maniglie, creano un ambiente a dir po- stema ibrido, i consumi e quant'altro. Vi è
ri del comune. Questo non vuol dire che co particolare. Lontano dai gusti europei, ma anche un grande head-up display su
debba piacere a tutti, visto che la bellezza indiscutibilmente afascinante. cui confluiscono pure i dati del Gps e della
ha i suoi canoni e la LS non li segue in modo Nonostante la linea rastremata del padi- guida assistita, mentre sul tunnel, dietro al
tradizionale. È indubbio, però, che ci trovia- glione, entrare non è mai un problema per- joystick del cambio automatico, si trova il
mo davanti a un'auto che può essere consi- ché la LS dà, a modo suo, il benvenuto a chi touchpad per gestire l'impianto multimedia-
derata tutto fuorché banale. sale a bordo, alzandosi automaticamente di le. Una soluzione cara alla Casa giapponese,
La cura che i tecnici giapponesi hanno tre centimetri. Allo stesso tempo, i sostegni ma che, per quanto perfezionata (il touch
posto nei dettagli è davvero impressionan- laterali dei sedili si abbassano, mentre gli restituisce un feedback tattile quando il cur-
te. Si fa fatica a classificare la grande calan- agganci delle cinture di sicurezza si alzano, sore sul display raggiunge una zona sensi-
dra anteriore come una semplice presa d'a- il tutto per facilitare l'accesso. Poi il climatiz- bile), continua a non soddisfare del tutto. Ri-
ria per il rafreddamento della meccanica: zatore registra quante persone sono pre- chiede, infatti, un po' troppa attenzione e

1 2 3

L'abitacolo della LS è
rifinito con grande
cura e un'attenzione
quasi maniacale
per ogni più piccolo
dettaglio.
1. La strumentazione,
riconfigurabile, ofre
una gran quantità
d'informazioni.
2. Con questa
manopola
si selezionano
i diversi setup (da
Eco fino a Sport+).
3. Il touchpad con cui
si gestisce il sistema
multimediale
non è certo molto
pratico da usare:
bisogna prenderci
la mano. Accanto,
i tasti per variare
l'altezza da terra
dell'auto e attivare
la modalità
solo elettrica

138 N V M R 2018
NOVEMBRE 201
FINITURA
LA PASSIONE
PER I DETTAGLI
La LS nasce ad Aichi,
in uno degli stabilimenti più
moderni e automatizzati
al mondo. Qui la precisione
delle macchine utensili
si sposa al meglio
con l'inimitabile manualità
degli artigiani (takumi)
che assemblano, controllano
e verificano ogni più piccolo
dettaglio. Straordinari
anche i materiali utilizzati
per gli interni: soltanto l'1%
dei pellami supera l'esame
e viene poi utilizzato
per la selleria. Per non parlare
del vetro Kiriko che circonda
le maniglie. Un optional
che vale, da solo, 13.700 euro.

NOVEMBRE 2018 139


PROVA SU STRADA LEXUS LS

TECNICA

DIECI MARCE, TRA VERE E NO


La nuova LS rappresenta di funzionamento si ottiene
la vetrina tecnologica del gruppo ritardando la chiusura delle valvole
Toyota. Basata sull'inedita di aspirazione, per realizzare
piattaforma Global architecture- così una fase di compressione comportamento del sistema SCHEDA
luxury (Ga-l), condivisa con più breve di quella di espansione. ibrido Toyota-Lexus. L'autotelaio Dati dichiarati dalla Casa
relativi alla vettura in prova
la coupé LC, vanta una ripartizione Al pari di quanto già fatto sulla LC, comprende sospensioni
dei pesi vicina all'ideale e una al motopropulsore è abbinato anteriori a doppi quadrilateri Motore
• 6 cilindri a V (60°)
posizione ribassata del baricentro, un cambio automatico a quattro con articolazione a centri virtuali • Cilindrata 3.456 cm3
grazie anche alla disposizione rapporti. Combinandoli con i tre (consentono di posizionare • Potenza max 220 kW
mirata dei componenti più pesanti, che si ottengono tramite a piacere l'asse di sterzatura delle (299 CV) a 6.600 giri/min
come la batteria al litio del sistema la gestione elettronica del gruppo • Coppia max 350 Nm
ruote, minimizzando le reazioni a 5.100 giri/min
ibrido. Quest'ultimo è fondato ibrido, si riproduce l'efetto sul volante), mentre il retrotreno • Due motogeneratori elettrici
sulla classica trasmissione E-Cvt, di una trasmissione a dieci marce. multilink è dotato di sterzatura • Potenza max sistema
con due motori/generatori elettrici Ciò accade solo quando si sfrutta a automatica per migliorare 264 kW (359 CV)
che lavorano in abbinamento fondo il propulsore o si interviene • Batteria agli ioni di litio
la maneggevolezza a velocità
al V6 di 3.5 litri a iniezione diretta manualmente; ai regimi e ai carichi inferiori a 80 km/h e la stabilità Trasmissione
e ciclo Atkinson. Tale modalità inferiori, rimane il consueto • Trazione integrale
a quelle superiori. R.B.
permanente
• Cambio E-Cvt e cambio
automatico a 4 marce
La batteria agli ioni
Un cambio automatico di litio è spostata Pneumatici
Il doppio variatore di • Bridgestone Turanza
fase della distribuzione a quattro rapporti in avanti, per migliorare
è abbinato alla 245/45RF20 99Y
consente di far la ripartizione dei pesi.
trasmissione ibrida: • Runflat
funzionare il V6 Le sospensioni hanno
di 3.5 litri secondo combinandoli, si molle pneumatiche Dimensioni e massa
il ciclo Atkinson, ottengono dieci marce • Passo 313 cm
• Lunghezza 524 cm
per l'alta eicienza,
Larghezza 190 cm
o il normale Otto, per Altezza 146 cm
le massime prestazioni • Massa 2.455 kg

una certa pratica. Chi siede dietro può versi con la giusta rapidità in ogni situazio- dente che non si tratta di un'auto pensata
contare su un confort impeccabile, a partire ne. Il V6 aspirato ha una bella verve e una per esercizi di questo genere. E lo confer-
da un sedile regolabile in ogni modo (quello grinta non comune, mentre i due motori mano pure i freni, non particolarmente po-
destro si può inclinare fino a 48 gradi tra- elettrici forniscono un po' di coppia in più, tenti. Del resto, la giap ha altre ambizioni e
sformandosi in una vera e propria poltrona), indispensabile per riprendere con vigore le onora con un modo tutto suo, morbido e
riscaldato e ventilato. Aggiungete, per com- dalle velocità più basse. E i tre propulsori vellutato, d'incedere sulla strada. Merito del
pletare il quadro, il sistema d'infotainment e colloquiano perfettamente tra loro, ben sistema ibrido, che sfrutta al meglio l'eroga-
l'impianto audio Mark Levinson. coadiuvati in questo dal cambio automatico, zione dei motori elettrici e gestisce altret-
che riesce a mettere a disposizione dieci tanto bene la transizione con il benzina. Il
GRANDE VIAGGIATRICE marce, fra elettriche e meccaniche. silenzio a bordo è esemplare, il confort, in-
La LS, però, è anche un'automobile pia- A questo punto potete provare a buttar- teso nel senso più ampio del termine, eccel-
cevole da guidare. La power unit ibrida for- vi da una curva all'altra: la LS risponde in lente. Tempo e chilometri, su questa berlina,
nisce tutta la potenza necessaria per muo- maniera sana, anche se diventa subito evi- assumono una dimensione diversa.

140 NOVEMBRE 2018


Sulla strada non passa
certo inosservata e non
solo per le dimensioni
da limousine: ogni
dettaglio della carrozzeria
è stato oggetto
di lunghi studi. Il calcolo
degli elementi
che compongono
la griglia anteriore
a clessidra, per esempio,
ha richiesto quasi tre
mesi e mezzo di tempo

NOVEMBRE 2018 141


PROVA SU STRADA LEXUS LS HYBRID LUXURY

PRESTAZIONI CONFORT ABITABILITÀ E VISIBILITÀ


VELOCITÀ km/h ACUSTICO Il passo di ben 313 cm garantisce
Massima (autolimitata) 251,2 Indice di articolazione (A.I.) uno spazio longitudinale da vera
100 anteriore limousine. Dietro si possono allungare
posteriore le gambe senza problemi e anche
REGIMI giri/min
90 in larghezza i centimetri certo
5.500 2.200

ottimo
non mancano. La poltrona posteriore
3 4 5 3 4 5 80
destra Ottoman, di serie sulla Luxury,
2 6 2 6
1 7 1 7 è veramente uno spettacolo.
70
misure in centimetri, angoli in gradi
a velocità max in VIII a 130 km/h in X

discreto
60
Scarto tachimetro a 130 km/h (%) 1,7
50

ACCELERAZIONE secondi

scarso
40
0-60 km/h 2,8 km/h
0-100 km/h 6,2 70 80 90 100 110 120 130 140 150 160
0-120 km/h 8,5 km/h condizione dB(A)
0-130 km/h 9,9 50 su asfalto 53,0
0-160 km/h 15,0 50 su asfalto drenante 61,6
400 metri da fermo 14,4 50 su pavé 72,2
Velocità d'uscita (km/h) 157,4 Max in accelerazione 74,5
ottimo discreto scarso
1 chilometro da fermo 26,3
Velocità d'uscita (km/h) 203,4 SOSPENSIONI
m/s2
4,0 anteriore
RIPRESA IN D (a min/max carico) secondi posteriore

scarso
70-90 km/h 3,5/3,8 3,5
70-120 km/h 7,1/7,8 3,0
70-130 km/h 8,5/9,1 Totale angoli bui 113° (32%)
30-60 km/h in III 3,3 2,5 Visibilità posteriore
(ostacolo alto 70 cm) maggiore di 10 m
discreto

2,0
FRENATA metri g Visibilità montante anteriore sinistro
100 km/h 1,5
Uomo ★★★
a minimo carico 44,2 0,89
1,0 Bambino ★☆
200 km/h
ottimo

Bicicletta ★★★☆
a minimo carico 166,9 0,94 0,5
Giudizio complessivo ★★★
100 km/h su asfalto caditoie passo
asciutto + pavé 47,3 0,83 pavé gradino stradali rotaie lastroni carraio
50 km/h 30 km/h
VANO DI CARICO
100 km/h su asfalto
bagnato + ghiaccio 119,8 0,33 Il silenzio regna davvero sovrano Viste le dimensioni, ci saremmo
nell'abitacolo della LS. A 130 km/h, aspettati qualcosa di più. In realtà,
l'Indice di Articolazione (A.I.) è ancora nel bagagliaio della LS, ci stanno giusto
CONSUMI le valigie di quattro persone. Mancano
ampiamente nella zona migliore
PERCORRENZE IN D km/litro del grafico. Le sospensioni, specie quelle anche i ganci e gli accessori per fissare
90 km/h 17,5 posteriori, assorbono invece con qualche il carico. In compenso, il vano è rifinito
100 km/h 16,5 diicoltà le sconnessioni più evidenti. con moquette di ottima qualità.
130 km/h 13,2
150 km/h Capacità complessiva (litri) 436
11,1
DATI VETTURA di cui sotto il pavimento (litri) –
Altezza soglia di carico (cm) 69
PERCORRENZE MEDIE E AUTONOMIA MASSA
Percorso km/litro km In condizioni di prova (kg) 2.496
Città 11,3 923 Ripartizione massa
Statale 13,6 1.115
Autostrada 13,7 1.125 52% 48% 104-163
Media rilevata 12,7 1.038
AERODINAMICA 46
Media omologata 14,1 1.154
85
Cx stradale 0,329
Scarto trip computer (%) 1,3 Superficie frontale (m2) 2,363 misure in centimetri

142 NOVEMBRE 2018


Editoriale Domuss
Sistema di qualità certificatoo
ISO 9001- 2015 5
PAGELLA
POSTO GUIDA ★★★★★ CONFORT ★★★★★
Sedile comodissimo, riscaldabile, ventilato e dotato d'innumerevoli Sulla LS si viaggia alla grande, coccolati all'inverosimile in un ambiente
regolazioni (compresa una serie completa di massaggi). Impostazione ricercato ed elegante. Le sospensioni, nel complesso, lavorano bene.
sportiva, con il piano di seduta basso e il volante piccolo e verticale. I pneumatici runflat, però, gradiscono poco le sconnessioni cittadine.
COMANDI E STRUMENTI ★★★ MOTORE ★★★★
Non è facile orientarsi tra i tanti comandi che afollano il posto guida Il V6 aspirato ha una bella grinta e un sapore quasi sportivo. Poi, quando

★ Insuiciente ★★ Suiciente ★★★ Discreto ★★★★ Buono ★★★★★ Ottimo ☆ Vale ½ stella ★★★★★ Con lode
della LS. Quelli sul volante sono davvero numerosi e non così semplici c'è bisogno di più spinta, arrivano i due elettrici a dargli una mano
da usare. E pure la strumentazione riconfigurabile richiede apprendistato. con una bella iniezione di coppia. E i tre motori lavorano bene assieme.
INFOTAINMENT ★★★★ ACCELERAZIONE ★★★★
Un sistema completo e di grande impatto visivo, grazie allo schermo Nonostante la massa fuori catalogo (quasi 2.500 kg in condizioni di prova),
da 12,3 pollici. Entrare in sintonia con il touchpad, però, non è facile: lo spunto è notevole (0-100 in 6,2 secondi) e la progressione brillante
occorrono tempo e pazienza. Spettacolare l'impianto audio Mark Levinson. fino alle velocità più elevate. Dal chilometro esce a più di 200 all'ora.
CLIMATIZZAZIONE ★★★★★ RIPRESA ★★★★
Il sistema a quattro zone è estremamente sofisticato. Monitora la presenza Basta afondare l'acceleratore per sentire il cambio scalare rapidamente
di ogni singolo passeggero in modo da garantire sempre la giusta le marce (anche sei in una volta) e vedere la LS riguadagnare in fretta
temperatura. Tiene conto anche dell'irraggiamento solare sui finestrini. velocità, spinta anche dalla coppia dei motori elettrici.
VISIBILITÀ ★★★☆ CAMBIO ★★★★
Nonostante la posizione di guida bassa e sportiva, davanti si vede In totale, combinando quelle meccaniche con le elettriche, si hanno
abbastanza bene, anche se non è immediato capire dove finisce il lungo a disposizione ben dieci marce. Nell'uso normale, il passaggio
cofano. Preziosi, in manovra, gli ausili al parcheggio. da una all'altra è pressoché inavvertibile, però non pretendete sportività.
FINITURA ★★★★★ STERZO ★★★☆
Diicile trovare qualcosa fuori posto in questa grande berlina, quanto Abbastanza pronto, reagisce con una buona progressione e una discreta
a materiali e assemblaggi. L'ambiente a bordo è davvero molto ricercato, precisione ai comandi. Leggero, per nulla afaticante, restituisce un quadro
la cura per i dettagli addirittura straordinaria. Perfetta anche fuori. piuttosto evanescente di quello che sta succedendo alle ruote.
ACCESSORI ★★★★★ FRENI ★★☆

Legenda (vale per tutte le tabelle della prova)


La dotazione di serie della versione Luxury è completissima (impianto hi-fi, Non temono la fatica, ma il mordente non è eccezionale. Sull'asciutto,
sedili ventilati/riscaldabili con massaggio, poltrona posteriore destra gli spazi d'arresto sono discreti, ma si allungano parecchio quando le ruote
Ottoman, infotainment eccetera). A richiesta gli inserti di vetro Kiriko. di un lato si trovano su un fondo con aderenza sensibilmente diversa.
DOTAZIONI DI SICUREZZA ★★★★★ COMPORTAMENTO DINAMICO ★★★☆
Il sistema di frenata automatica d'emergenza è tra i più avanzati tra quelli Il rollio, piuttosto pronunciato, non pregiudica la sicurezza di marcia.
in commercio. Inoltre il traico laterale è tenuto sotto controllo. E il volante, Nel complesso, la vettura reagisce correttamente ai comandi, anche
nelle emergenze, suggerisce al guidatore la traiettoria per evitare collisioni. se con una notevole inerzia. L'Esp interviene in modo un po' brusco.
ASSISTENZA ALLA GUIDA ★★★★★ CONSUMO ★★★★☆
La LS ofre di serie la guida assistita di livello 2. Il sistema agisce I tre motori (termico ed elettrici) e il cambio a dieci marce rappresentano
sull'acceleratore, sui freni e sullo sterzo e, se si aziona l'indicatore una power unit altamente eiciente. A dispetto della mole, la LS consuma
di direzione, facilita anche la manovra di sorpasso. sempre poco. Anche in città, dove percorre mediamente 11,3 km/litro.
ABITABILITÀ ★★★★★ PREGI DIFETTI
Bene davanti e meravigliosamente dietro, grazie ai sedili singoli, con quello Vita a bordo. C'è modo e modo Freni. Gli spazi d'arresto sono
destro che può estendersi e inclinarsi fino a trasformarsi in una vera e di viaggiare. E la LS ve ne ofre uno piuttosto lunghi in tutte le condizioni
propria poltrona relax. Per facilitare l'accesso, l'auto si alza automaticamente.
tutto suo: lusso, ricercatezza e, dietro, (asciutto e fondi diferenziati).
BAGAGLIAIO ★★★☆ una poltrona da prima classe. La sensazione è di scarso mordente.
Tecnologia ibrida. Unità a benzina ad Massa. I chili sono tanti e si sentono
La capacità reale (436 litri) è poco più che discreta per un'auto di queste alte prestazioni, motori elettrici, cambio tutti, quando si alza il ritmo.
dimensioni e la forma del vano non è neppure tanto regolare. a dieci marce. Il futuro abita qui. La LS non è fatta per le curve.
Inappuntabile la finitura. Il cofano, ovviamente, si apre e si chiude da solo.

© Riproduzione riservata

NOVEMBRE 2018 143


PROVA SPECIALE PNEUMATICI QUATTRO STAGIONI

MEGLIO
D'INVERNO
Oggi tutti i grandi costruttori ofrono gomme valide per ogni
periodo dell'anno. Rispetto a quelle specializzate, però,
il gap prestazionale risulta in genere più elevato d'estate.
Come conferma questo test, dedicato a sette all season
di Roberto Boni • foto di Massimiliano Serra

144 NOVEMBRE 2018


NOVEMBRE 2018 145
PROVA SPECIALE PNEUMATICI QUATTRO STAGIONI

O
rmai tutte le grandi Case di piccole o medie e le utilizzano poco, perlopiù abbiamo selezionato sette coperture all
pneumatici – dalla Conti- in città. In tali condizioni, il costo di un treno season (quattro delle Case più importanti e
nental alla Michelin, dalla di pneumatici winter e del cambio stagiona- tre di produttori minori, in due casi più eco-
Pirelli alla Hankook – hanno le non viene compensato dalla minor usura nomiche), di misura 205/55R16: la più dif-
seguito l'esempio della Go- delle gomme normali. In più il decadimento fusa e quella che fa da confine tra le vetture
odyear, inserendo nella loro gamma una di prestazioni che l'impiego delle coperture compatte e quelle più grandi e pesanti, su
gomma quattro stagioni. L'ultima a cedere tuttofare comporta può essere giudicato cui è sempre raccomandabile ricorrere alle
è stata la Bridgestone, che ha di recente accettabile. Tra l'altro, la necessità di ridurre gomme specializzate per le diverse stagioni.
presentato la sua Weather Control. Purtrop- i costi ha spinto persino i gestori delle flotte Prima di commentare i risultati dei test,
po fuori tempo massimo per poter parteci- aziendali a considerare con favore l'alterna- è bene ricordare quali sono le diferenze e
pare a questa prova comparativa: ecco per- tiva delle quattro stagioni, contribuendo a le peculiarità dei pneumatici estivi e di quel-
ché non la troverete in queste pagine. rinforzarne la domanda. li invernali, per comprendere meglio i motivi
Ma come mai tutti questi costruttori, un di certi comportamenti nelle prove.
tempo compatti nel difendere la politica del PIÙ ADATTI ALLE COMPATTE Le coperture estive attuali, oltre che es-
doppio treno estivo/invernale, hanno cam- L'arrivo di nuovi modelli sul mercato e sere molto più scorrevoli rispetto a quelle di
biato idea? Semplice: per soddisfare le ri- l'aggiornamento di altri già presenti rendo- un tempo, si sono evolute per sopportare
chieste di una parte non trascurabile di au- no però necessario un punto della situazio- sollecitazioni severe anche in caso di clima
tomobilisti, quelli che possiedono vetture ne, con una prova comparativa. Per la quale torrido e per garantire spazi di frenata più

SULLA NEVE TUTTI GLI ALL SEASON


HANNO GARANTITO
PRESTAZIONI DI BUON LIVELLO

I PARTECIPANTI AL TEST

SFIDA TRA GRANDI E OUTSIDER


I pneumatici quattro stagioni in esame CONTINENTAL FALKEN GOODYEAR
rappresentano l'oferta dei produttori ALLSEASON EURO ALL VECTOR
più importanti (manca solo il Wheather CONTACT SEASON AS200 4SEASONS GEN-2
Anche la Casa tedesca La Falken fa parte della La versione più recente
Control della Bridegestone, presentato
ha da poco presentato Sumitomo, importante di un modello
quando il nostro test era già in corso), una gomma tuttofare azienda giapponese molto apprezzato
cui s'aggiungono tre modelli di diversa
provenienza e qualità: se il Nokian
è il rappresentante del costruttore
finlandese cui si deve l'invenzione
delle gomme da neve e dietro la
Falken si cela la Sumitomo, grande
gruppo giapponese, il marchio
Mastersteel è invece utilizzato
da un distributore olandese per
pneumatici prodotti in Thailandia

146 NOVEMBRE 2018


ridotti. Il battistrada, di conseguenza, ha
perso quasi del tutto gli intagli dei tasselli e
la mescola è progettata per resistere alle al-
te temperature. Ciò, di contro, ha comporta-
to un forte decadimento delle prestazioni
sulla neve e con il freddo intenso, perché in
tali condizioni la gomma s'irrigidisce e perde
aderenza. I pneumatici invernali, al contrario,
sono dotati di mescole speciali, che non s'in-
duriscono con il freddo. Inoltre, le numerose
lamelle presenti sui battistrada moltiplicano
i punti di presa sulla neve. Il risultato è un
grip che si mantiene alto anche nelle condi-
zioni più sfavorevoli, ma lo scotto da pagare
è un comportamento di guida meno preciso,
per via della maggior cedevolezza dei tas-
selli, più spessi e intagliati, e una minor ade-
renza sul bagnato quando fa caldo, in

IL BAGNATO È LA CONDIZIONE
IN CUI LE GOMME TUTTOFARE
SONO PIÙ IN DIFFICOLTÀ

MASTERSTEEL MICHELIN NOKIAN PIRELLI


ALL WEATHER CROSSCLIMATE+ WEATHERPROOF CINTURATO
È un pneumatico Una gomma diversa Un pneumatico adatto ALLSEASON+
prodotto in Asia dalle altre: la Casa a tutto l'anno dello Il quattro stagioni
per conto di un grande la definisce estiva con specialista finlandese della Casa milanese, qui
distributore olandese certificazione invernale delle gomme invernali in versione aggiornata

NOVEMBRE 2018 147


PROVA SPECIALE PNEUMATICI QUATTRO STAGIONI

NEVE
caso, al freddo si comporta decisamente
meglio dei battistrada estivi. MOLTO VICINI
La Michelin, invece, con il suo CrossCli-
mate, ha tenuto un approccio del tutto di-
AI WINTER
verso: ragionando sul fatto che alle latitudi- Le prove sulla neve evidenziano le
ni continentali i giorni di neve sono pochi, a scelte dei diversi costruttori. La maggior
diferenza di quelli di sole e di pioggia, ha parte privilegia le prestazioni invernali,
spostato l'equilibrio delle prestazioni più sul che sono vicine a quelle del pneumatico
versante della tenuta sull'asciutto e sul ba- specializzato, mentre la Michelin ha scelto
gnato, anche con temperature elevate, ce- un'impostazione più equilibrata, tenendo
dendo qualcosa quanto a grip sulla neve. conto della natura di queste gomme, che
Non a caso il costruttore francese definisce devono afrontare condizioni ambientali
molto diverse. Da notare che in tutti i test
il CrossClimate «un pneumatico estivo con
sulla neve le coperture estive risultano
la certificazione invernale» (sottolineata dal-
decisamente staccate, dimostrando
la presenza del fiocco di neve 3Pmsf, che si ancora una volta la loro inadeguatezza.
ottiene soltanto con il superamento di spe-
quanto la mescola non lavora al meglio. cifici winter test).
I pneumatici quattro stagioni sono una SPUNTO da 0 a 30 km/h, in metri

specie di via di mezzo, un compromesso tra LA PAROLA AL TEST Invernale di riferimento 17,2
istanze diverse. Proprio per questo, non rap- Che siano invernali depotenziati o estivi Continental 17,3
presentano di certo la soluzione ottimale, in grado di cavarsela sulla neve, i pneuma- Goodyear 17,5
che, è bene ribadirlo, dal punto di vista delle tici tuttofare comportano comunque delle Pirelli 17,6
prestazioni e della sicurezza resta quella del rinunce rispetto a quelli specializzati per la Michelin 18,1
doppio treno estivo e invernale. stagione estiva o per quella fredda. Di che Nokian 18,1
Come poi tale compromesso venga de- entità? Lo scopriamo con il nostro test, che Mastersteel 18,2
clinato, dipende dalle scelte delle singole si è svolto in pista sia sull'asciutto sia sulla Falken 18,9
Case. La maggior parte opta per realizzare bassa aderenza (bagnato e neve), efettuan- Estivo di riferimento 38,8
gomme più adatte all'inverno che all'estate: do le prove più significative (frenata e tenu-
una sorta di coperture invernali depotenzia- ta laterale) in condizioni di temperatura ele- FRENATA da 50 km/h, in metri

te. Lo si nota dal battistrada, che ricorda vata. Abbiamo poi utilizzato un set di pneu- Invernale di riferimento 24,7
quello dei pneumatici winter, con qualche matici estivi e uno di invernali, entrambi di Continental 25,4
lamella in meno nei tasselli, specie quelli ottima qualità, in funzione di riferimento, per Pirelli 25,6
delle spalle, per far sì che resistano meglio poter apprezzare il divario di prestazioni tra Nokian 25,6
alle sollecitazioni in curva sull'asciutto. La le gomme tuttofare e quelle specializzate. Goodyear 25,9
mescola, poi, è in grado di restare elastica e I risultati sono chiari: sulla neve le coper- Mastersteel 26,4
aderente fino a qualche grado sotto lo zero, ture quattro stagioni si rivelano molto vici- Falken 26,7
ma non fino alle temperature più rigide co- ne alle winter vere e proprie, se si esclude la Michelin 26,8
me quella dei pneumatici invernali. E, in ogni Michelin, che sconta la sua impostazione, Estivo di riferimento 44,9

COMPORTAMENTO Tempo sul giro


Invernale di riferimento 49" 8
Continental 50" 1
Mastersteel 50" 3
Goodyear 50" 3
Nokian 50" 5
Pirelli 51" 0
Michelin 51" 3
Falken 51" 5
Estivo di riferimento 1'05" 8

LE COPERTURE ALL SEASON


SONO UN COMPROMESSO,
NON LA SOLUZIONE OTTIMALE

148 NOVEMBRE 2018


BAGNATO ASCIUTTO
,
PRUDENZA NESSUNA RINUNCIA
SE PIOVE QUANTO A CONFORT E RUMORE
I test sul bagnato si sono svolti in due Anche i test di frenata sull'asciutto l'invernale tale valore arrivi a 7,2 metri. Tale
fasi. La guida in circuito è stata efettuata e di tenuta laterale si sono svolti incremento è dovuto al comportamento
con condizioni climatiche rigide, mentre nelle condizioni più diicili per le gomme della mescola e al battistrada più spesso
le prove di frenata sono state fatte all season e per l'invernale di riferimento, e molto lamellato dei pneumatici tuttofare
con temperature elevate, dove diventano ovvero ad alta temperatura. La classifica e invernali, che mal sopportano le forti
più evidenti le criticità delle mescole di queste due prove rispecchia quindi sollecitazioni e le alte temperature.
delle quattro stagioni, che in genere danno la diversa attitudine dei pneumatici Tali caratteristiche, però, sono favorevoli
il meglio con il freddo e sulla neve. in esame, con il Michelin più vicino al confort, che non a caso vede l'estivo
Si conferma come le coperture tuttofare al benchmark estivo e via via gli altri. in fondo alla classifica, mentre l'accurato
e l'invernale siano a disagio sul bagnato Da notare come le quattro stagioni studio del disegno della scolpitura fa sì che
al caldo, ma le Michelin, grazie alla loro comportino un aumento degli spazi di la rumorosità di rotolamento sia pressoché
impostazione, limitano il divario in frenata. frenata compreso fra 3,6 e 6,3 metri e con uguale a quella delle gomme normali.

FRENATA* da 100 km/h, in metri FRENATA* da 100 km/h, in metri CONFORT Accelerazione verticale in g
Estivo di riferimento 39,7 Estivo di riferimento 37,6 Pirelli 2,31
Michelin 44,9 Michelin 41,2 Invernale di riferimento 2,31

* I test sono stati fatti con una metodologia diversa da quella delle prove su strada
Continental 46,4 Continental 42,2 Continental 2,37
Goodyear 47,9 Pirelli 42,5 Nokian 2,43
Pirelli 49,4 Goodyear 42,7 Falken 2,48
Nokian 50,3 Nokian 43,1 Mastersteel 2,50
Falken 51,2 Mastersteel 43,6 Michelin 2,53
Invernale di riferimento 52,1 Falken 43,9 Goodyear 2,66
Mastersteel 53,2 Invernale di riferimento 44,8 Estivo di riferimento 2,89

COMPORTAMENTO Tempo sul giro TENUTA LATERALE Accelerazione in g RUMOROSITÀ A 60 km/h, ant., in dB(A)
Invernale di riferimento 1'47'' 1 Estivo di riferimento 0,90 Goodyear 58,8
Estivo di riferimento 1'48'' 5 Michelin 0,88 Pirelli 59,7
Goodyear 1'48'' 6 Continental 0,87 Estivo di riferimento 59,9
Continental 1'49'' 8 Falken 0,85 Falken 60,0
Michelin 1'50'' 6 Goodyear 0,85 Continental 60,1
Pirelli 1'50'' 7 Pirelli 0,84 Invernale di riferimento 60,2
Falken 1'50'' 9 Nokian 0,82 Michelin 60,3
Nokian 1'51'' 2 Invernale di riferimento 0,81 Mastersteel 60,4
Mastersteel 1'58'' 0 Mastersteel 0,79 Nokian 61,4

NOVEMBRE 2018 149


PROVA SPECIALE PNEUMATICI QUATTRO STAGIONI

LE REGOLE DA OSSERVARE SCHEDA TECNICA


NIENTE DEROGHE AL CODICE CONTINENTAL
AllSeasonContact
E OCCHIO ALLO SPESSORE
L'adozione delle gomme all season
deve rispettare il Codice della strada, che,
quando sono in vigore le ordinanze sulla
circolazione invernale (dal 15 novembre
al 15 aprile, più un mese di tolleranza
prima e dopo), prescrive l'uso di pneumatici
con marcatura M+S. Tale dicitura, però,
non garantisce il superamento di specifici
test sulla neve, cosa assicurata invece dal
simbolo del fiocco di neve nel profilo di una MISURA 205/55R16 94V XL
montagna con tre cime (nella foto sopra a M+S
destra). La legge concede pure una deroga
ETICHETTA B/B/72 dB
al codice di velocità delle coperture M+S, EUROPEA
che può essere inferiore a quello indicato consumo/frenata
sulla carta di circolazione. Ciò, però, è valido sul bagnato/rumore
solo nel periodo di vigenza delle ordinanze: PAESE Slovacchia
perciò le gomme quattro stagioni, che si DI PRODUZIONE
tengono tutto l'anno, non possono sfruttare MATERIALE poliestere
tale possibilità. Lo spessore del battistrada, CARCASSA
inoltre, per il Codice dev'essere di almeno PESO MEDIO 8,1
1,6 mm, ma le prestazioni sulla neve calano kg
se si scende sotto i 4 mm. Sulle Nokian
PROFONDITÀ 7,9
si può determinare a occhio l'altezza della MEDIA
scolpitura tramite numeri che spariscono BATTISTRADA
con il progredire dell'usura (foto al centro); mm
su tutte le altre si può usare una moneta PREZZI (in euro, 85-105
da due euro: se la parte grigia è nascosta Iva inclusa)
(qui accanto), lo spessore è suiciente. min-max (cadauno)

garantendo comunque una motricità e si piazza il Pirelli Cinturato Allseason+, che PAGELLA
una frenata decisamente migliori rispetto ai fa registrate tempi sul giro un po' più lenti,
pneumatici estivi, che si confermano del tut- ma si rivela sempre sicuro e facile da guida- NEVE
SPUNTO ★★★★★
to inadatti ad afrontare le nevicate. La si- re, grazie all'elevata stabilità del retrotreno
FRENATA ★★★★★
tuazione si ribalta nei test di frenata e di te- e alla progressività delle reazioni ai coman-
GUIDA ★★★★☆
nuta laterale a temperature elevate: qui la di impartiti da chi è al volante.
copertura invernale è a disagio e lo stesso BAGNATO
FRENATA ★★★☆
vale per le all season, con le inevitabili dife- RISPARMI PERICOLOSI
GUIDA ★★★
renze tra un modello e l'altro. Le Michelin, I nostri test, infine, confermano ancora
ASCIUTTO
invece, limitano il calo rispetto alle estive, una volta l'importanza di scegliere pneuma-
FRENATA ★★★☆
grazie alla peculiare impostazione tecnica. tici di buona qualità, visto il ruolo fonda-
TENUTA ★★★☆
Nel caso delle prove di guida sulla neve mentale che ricoprono per la sicurezza. Ve-
RUMOROSITÀ ★★★☆
e sul bagnato, poi, va precisato che il tempo diamo, allora, come si sono comportate le
CONFORT ★★★★☆
sul giro non dice tutto. Il comportamento due, del nostro campione, che costano me-
della vettura, infatti, può variare parecchio no: se le Falken Euro All Season AS200 (da PREGI Buone prestazioni
in tutte le condizioni
tra un pneumatico e l'altro; e una copertura poco sostituite con un modello nuovo) of- ambientali e di fondo,
più performante, per essere sfruttata com- frono prestazioni accettabili, le Mastersteel in particolare
pletamente, può richiedere maggiori capa- All Weather si sono rivelate del tutto inade- sulla neve, dove
cità di guida. Il caso del Continental AllSea- guate sul bagnato, con un'aderenza molto è molto vicino al
riferimento invernale.
sonContact è paradigmatico: sia sulla neve bassa e un comportamento che passa in
sia sul bagnato è risultato molto veloce, a modo repentino dal sottosterzo al sovra- DIFETTI Nella guida
sul bagnato manifesta
prezzo, però, di un comportamento molto sterzo. E, visto che il divario di prezzo con un comportamento
nervoso, con ampie scodate che possono prodotti più aidabili è piuttosto contenuto, molto sbilanciato e
essere sfruttate da un pilota esperto, ma non vale certo la pena di compromettere la diicile da governare,
che mettono in diicoltà chi non è un pro- sicurezza propria e altrui per risparmiare con scarsa aderenza
del retrotreno.
fessionista della guida. All'estremo opposto qualche decina di euro.

150 NOVEMBRE 2018


FALKEN GOODYEAR MASTERSTEEL MICHELIN NOKIAN PIRELLI
Euro All Season AS200 Vector 4Seasons Gen-2 All Weather CrossClimate+ WeatherProof Cinturato Allseason+

205/55R16 94V XL 205/55R16 94V XL 205/55R16 91V 205/55R16 94V XL 205/55R16 94V XL 205/55R16 91V
M+S M+S M+S M+S M+S M+S
F/C/69 dB C/B/68 dB C/C/72 dB C/B/69 dB C/B/69 dB C/B/69 dB

Thailandia Slovenia Thailandia Italia Russia Russia

n.d. poliestere poliestere n.d. poliestere poliestere

10,7 8,7 9,3 8,8 7,9 9,2

7,6 8,3 8,0 6,6 8,6 8,2

70-85 80-110 60-75 95-125 80-100 70-100

★★★★ ★★★★★ ★★★★ ★★★★ ★★★★ ★★★★★


★★★★ ★★★★★ ★★★★ ★★★☆ ★★★★★ ★★★★★
★★★★ ★★★★☆ ★★★★ ★★★ ★★★★ ★★★★

★★☆ ★★★ ★☆ ★★★★ ★★☆ ★★☆


★★★ ★★★★★ ★ ★★★☆ ★★★ ★★★★

★★★ ★★★☆ ★★★ ★★★★ ★★★ ★★★☆


★★★ ★★★ ★☆ ★★★☆ ★★☆ ★★★
★★★★ ★★★★★ ★★★☆ ★★★☆ ★★☆ ★★★★
★★★★☆ ★★★☆ ★★★★ ★★★★☆ ★★★★☆ ★★★★★
Risulta sempre facile Nella guida sul bagnato L'aderenza sulla neve L'impostazione più Le prestazioni assolute Sia sulla neve
da guidare sulla neve, risulta il migliore, è buona e ciò fa sì vicina all'estivo non sono risultate sia sul bagnato
per il comportamento con un ottimo che nella guida che all'invernale fa sì molto elevate, è molto sicuro
omogeneo bilanciamento e un grip sia abbastanza veloce, che in condizioni ma il bilanciamento nella guida, con
e garantisce buona elevato. Prestazioni di nonostante di temperatura elevata è buono e rende il retrotreno sempre
aderenza sull'asciutto tutto rispetto pure sulla il comportamento le prestazioni siano la guida facile in tutte incollato al suolo.
in curva. neve e sull'asciutto. molto sottosterzante. migliori dei concorrenti. le condizioni del fondo. Ottimo confort.
In generale, Sullo sconnesso Sul bagnato il grip Sulla neve garantisce È il più rumoroso Le prestazioni
© Riproduzione riservata

le prestazioni non è risultato il meno è inadeguato e ciò un'aderenza soltanto tra i pneumatici provati assolute non sono
sono al livello dei confortevole si traduce in spazi discreta, soprattutto e l'aderenza in curva elevatissime,
migliori. E sul bagnato tra i pneumatici provati, di frenata molto lunghi in frenata. Sul bagnato, sull'asciutto ad alta soprattutto in frenata,
passa rapidamente avvicinandosi ai valori e in un comportamento questa copertura temperatura è bassa, a favore però
dal sottosterzo fatti registrare particolarmente va facilmente vicina a quella dell'omogeneità
al sovrasterzo. dal riferimento estivo. sbilanciato e pericoloso. in aquaplaning . dell'invernale. di comportamento.

NOVEMBRE 2018 151


CERCATE UN FLEET MANAGER?
NOI NE ABBIAMO FORMATI QUATTORDICI. BRAVISSIMI!

Un grazie speciale
a chi, con noi, ha creduto
in questo meraviglioso
progetto

14 neo-diplomati al Master Flotte Automotive di Accademia ED e Quattroruote sono pronti a portare


le migliori competenze, l’entusiasmo e la determinazione per guidare le aziende nel nuovo scenario
della mobilità. Servono nuove professionalità che conoscano gli aspetti gestionali, le tecnologie,
il mercato e i nuovi trend… Sei pronto a partecipare alla prossima edizione?
Le iscrizioni per il 2019 sono già aperte! Info su accademiaed.com

I nostri Partner
SU STRADA • IN PISTA • FUORISTRADA

IMPRESSIONI
DI GUIDA

AUDI E-TRON
In anteprima, sulle sabbie della Namibia. Per vedere quanto
è eicace la trazione integrale della crossover elettrica
Pagina 154

CUPRA ATECA ROLLS-ROYCE CULLINAN


L'anima più caliente delle Seat da oggi diventa un marchio Anche la Casa che rappresenta il lusso per antonomasia cede
vero e proprio. Si parte con una sport utility: ecco come va. alla moda più imperante: ci siamo messi al volante della sua prima Suv
Pagina 158 Pagina 160

NOVEMBRE 2018 153


IMPRESSIONI DI GUIDA

AUDI E-TRON
Dopo essere stati passeggeri della prima full electric con i quattro
anelli sulle curve della Pikes Peak, ci siamo finalmente messi
al volante. In uno scenario da urlo: le sabbie desertiche della Namibia
di Alessio Viola

i è mostrata senza veli a San tatto particolare, non foss'altro che per il quest’ultimo, che a Ingolstadt travalica i
Francisco, immobile su una pe- contesto: la Namibia e i suoi deserti. Come confini della pura tecnica per lambire quel-
dana come impone la liturgia dire, il cuore dell'Africa. Niente dune o at- li del marketing e, nel caso specifico, della
degli unveiling. Siamo stati traversate in mezzo al nulla, però: per met- storia. La e-tron, per la natura stessa del
passeggeri di un esemplare an- tere alla prova i 95 kWh della batteria e ca- suo packaging elettrico, tiene infatti a bat-
cora camufato sulle curve della Pikes Peak, pire se sia capace di tenere fede ai 400 chi- tesimo uno schema quattro mai visto prima.
percorse in discesa anziché in salita per lometri promessi, ci saranno tempo e occa- Niente alberi di trasmissione, niente dif-
scoprire segreti ed eicacia del suo sistema sioni. Stavolta, agli ingegneri tedeschi pre- ferenziali centrali: più semplicemente, due
di rigenerazione. Oggi, finalmente, posso me concentrarsi sulla dinamica di guida e, motori elettrici capaci di un picco di 300 ki-
raccontarvi come la e-tron, la prima full in particolare, mostrare le qualità del siste- lowatt, alias 408 cavalli. È l'unico dato ui-
electric Audi, va davvero. Una presa di con- ma di trazione integrale. Un elemento, ciale, al momento, ai quali si aggiungono i

154 NOVEMBRE 2018


Gli esemplari della e-tron
che abbiamo guidato in Africa
erano ancora di preserie
e ciò spiega il camouflage
della carrozzeria. Sembra che più
di un potenziale cliente abbia
chiesto di acquistare la vettura
con questa particolarissima livrea

dettagli, informali e uiciosi, che emergono 400 cavalli tra avantreno e retrotreno. ne è parte integrante. Con risvolti positivi in
quando parli con gli ingegneri. Senza boost, La prevalenza di quest'ultimo, vale la pe- termini di possibilità, qualità e ampiezza
i kilowatt sono 270 (367 CV), peraltro non na sottolinearlo, non ė che un punto di par- d'intervento.
ripartiti in maniera paritaria sui due assi: tenza per regalare carattere alla e-tron. Di
125 (170 CV) finiscono all’anteriore e 145 tutto il resto s'incarica l’elettronica, che ge- FAI DI LEI QUEL CHE VUOI
(197 CV) al posteriore. E anche i 30 kW del stisce il suo ruolo da una posizione legger- Tutte cose molto ben evidenti sul trac-
boost sono asimmetrici: pare che regalino mente diversa rispetto al solito. Le peculia- ciato allestito nella salina di Bitterwasser,
10 kW al motore davanti e 20 a quello die- rità dello schema di base di quest’Audi, in- dove la bassa aderenza la fa da padrona e
tro. Già di base, quindi, l’impostazione non fatti, fanno sì che non sia una sovrastruttu- dire qualcosa di definitivo su argomenti co-
ricalca la salomonica simmetria con cui la ra che si aggiunge a un parterre fatto di me tenuta di strada, stabilità o qualità del-
Jaguar I-Pace, per esempio, spalma i suoi meccanica convenzionale, ma qualcosa che lo sterzo sarebbe impossibile. È invece il

NOVEMBRE 2018 155


IMPRESSIONI DI GUIDA AUDI E-TRON

TECNICA

NASCE UN NUOVO QUATTRO


Sensore angolo sterzo

Centralina sistemi di sicurezza

Unità integrata per i freni

Elettronica motore anteriore

Sensore velocità veicolo

Come si vede nei disegni


sotto, la coppia viene
distribuita in maniera diversa
secondo le situazioni.
In caso di sovrasterzo,
Elettronica motore posteriore per esempio, l'asse anteriore
ne riceve una maggiore
quantità, per rendere
più semplice il controllo
della vettura. In caso
Centralina gestione assetto di sottosterzo, invece,
la gestione della coppia
Unità di controllo della guida privilegia le ruote esterne,
Sensore altezza corpo vettura
con leggere pinzate
su quelle interne

Anche la trazione quattro, di pura capacità di spunto,


vessillo tecnologico di Ingolstadt perché permette, entro certi limiti,
da quasi trent'anni, si adegua di gestire anche l'assetto
al nuovo mondo elettrico. in perfetto accordo con il classico
Lo schema della e-tron prevede controllo elettronico
due motori, uno per ciascun asse. della stabilità. Secondo
La coppia, in linea di principio, le situazioni e i settaggi,
è distribuita principalmente la distribuzione della coppia
al retrotreno: l'unità anteriore alle ruote privilegia
viene chiamata in causa soltanto la sicurezza o l'agilità, elementi
quando le richieste del pilota entrambi importanti. Il primo
non possono più essere non ha bisogno di presentazioni,
adeguatamente supportate. il secondo è quel che serve
La velocità d'intervento è uno per rendere piacevole un'auto
dei principali vantaggi di questo da oltre due tonnellate in ordine
nuovo schema quattro: non ci di marcia. Sulla e-tron, infatti,
sono frizioni da chiudere o giunti soltanto il pacco batterie pesa
da comandare, ma solo elettricità circa 700 chili e, per minimizzare
da fornire ai propulsori. In questo gli efetti negativi di una massa
modo, il trasferimento di coppia così ingente, è posizionato
richiede appena 30 millisecondi. sotto il pavimento: una soluzione
Un elemento che aiuta molto, che, sulle elettriche, è ormai
e non esclusivamente in termini consolidata.

156 NOVEMBRE 2018


CON L'ELETTRONICA DISATTIVATA,
LA PRONTEZZA DEI MOTORI
ELETTRICI È LÌ CHE TI ASPETTA
Sulla e-tron, due telecamere
sostituiscono i classici retrovisori
esterni (foto tutto a sinistra):
le loro immagini sono visibili appena
più in basso rispetto al solito. Gli
schermi si trovano infatti sulle porte,
accanto alla maniglia di apertura.
Non mancano le telecamere
a 360 gradi, che consentono
di manovrare in piena sicurezza

luogo ideale per notare le diversità e le trasformano in una mano santa per rialli- certo sperare di cancellare abitudini che
sfumature nel modo di porsi di quest'Audi neare la macchina senza diicoltà. verrebbe da definire ataviche.
ogni volta che si modificano i settaggi del La precarietà dell'aderenza (sì, ancora
Drive select. La e-tron passa dalla mansue- SPINTA SILENZIOSA lei) di sicuro non aiuta i due motori a sciori-
ta aidabilità di un San Bernardo (in moda- Abbandonato il circuito improvvisato in nare tutta la loro veemenza, che c’è, è tan-
lità Auto) all’eicacia di quando scegli Dyna- mezzo al nulla dell'Africa, abbiamo prose- ta e immediata. Le maggiori dimensioni
mic e mandi in permesso l'elettronica. A quel guito su strade sterrate. Non un metro di rendono la e-tron magari un po' meno
punto, diventa reattiva ma prevedibile, di- asfalto, cosa che rende complesso farsi un'i- sporty di una I-Pace, ma per un giudizio de-
vertente ma non impegnativa. Un modo ele- dea compiuta della caratura della e-tron, ma finitivo servirebbe l’asfalto. Fatto sta che
gante e scientifico per dire che metti a se- quanto basta per mettere insieme alcune prende velocità alla grande: non siamo an-
gno traversi fantastici senza troppa fatica, impressioni. Per esempio, sulla primizia tec- dati oltre i 130 orari, per la verità, quanto
con la potenza che fluisce alle ruote in ma- nologica degli specchi retrovisori realizzati basta peraltro per notare l'accuratezza
niera perfetta e ricalibrata istante per istan- con telecamere: la luce africana, per così di- dell'isolamento acustico. Sempre a propo-
te: dietro viene mandato l'occorrente per al- re totale, in certi momenti crea qualche ri- sito di confort, merita una menzione la pin-
© Riproduzione riservata

largare la traiettoria nella fase iniziale, men- flesso di troppo sugli schermi incastonati darica serenità con la quale la vettura pas-
tre l'anteriore segue poco dopo. Quando sei nelle portiere, però per il resto è questione sa su buche che somigliano a voragini. E la
in controsterzo, infatti, davanti arrivano i ca- più che altro di abitudine. A volte, infatti, ti capacità di filtrare quei microndulati che,
valli che servono per tenere giù il piede sen- ritrovi a osservare la telecamera esterna an- nelle traversate vere, sono capaci di smon-
za rischiare di girarti. I quali, poco dopo, si ziché il display, ma in pochi minuti non si può tare le fuoristrada più attrezzate.

NOVEMBRE 2018 157


IMPRESSIONI DI GUIDA

CUPRA ATECA
Non chiamatela Seat, perché quello che un tempo era
soltanto un allestimento sportivo oggi è un marchio che vive
di vita propria: debutta su una Suv 4x4 da 300 cavalli

La Cupra Ateca
prevede enormi
prese d'aria a nido d'ape
e, dietro, quattro terminali
di scarico e il difusore; completano
l'opera le ruote da 19". Dentro,
spiccano i sedili sportivi con
appoggiatesta integrati e le finiture
nero lucido, oltre al volante sportivo

158 NOVEMBRE 2018


T
recento cavalli, trazione sacrifici in tema di spazio e praticità; dalle cugine a due volumi ribassate: 2.0 TSI
integrale, 247 all'ora e 5,2 oppure viceversa, secondo il lato al netto della diversa posizione DSG 4DRIVE
Dati dichiarati dalla Casa
secondi sullo 0-100. Il tutto da cui volete vedere la faccenda. di guida (più alta, ovviamente,
vestito da sport utility. A pensarci sull'Ateca), bisognerebbe chiamare Motore
bene, un mix del genere concentrato POTENZA RIALZATA in causa il cronometro per scovare • L4 turbobenzina
• Cilindrata 1.984 cm3
in 4,38 metri e proposto a circa Senza dubbio la Cupra Ateca va le diferenze davvero determinanti. • Potenza max 221 kW
44 mila euro non esisteva. Ed è per forte: il 2.0 litri turbobenzina Ma anche in mezzo ai cordoli, (300 CV) da 5.300 giri/min
questo che è stata presa proprio da 300 CV e 400 Nm è un motore e lo abbiamo constatato sulla pista a 6.500 giri/min
un'Ateca – dotata di un powertrain di provata qualità, che ha dalla sua di Castelloli, in Spagna, il dinamismo • Coppia max 400 Nm
da 2.000 a 5.200 giri/min
di tutto rispetto – per creare il primo un'erogazione fluida e regolare, continua a viaggiare su livelli
modello a marchio Cupra. Che da ora non particolarmente movimentata, piuttosto alti. La pista è sempre Trasmissione
• Trazione integrale
non è più una variazione sportiva ma certo vigorosa. La lancetta un giudice molto severo e i limiti • Cambio automatico
di una Seat, ma un brand a sé stante. del tachimetro sale sempre emergono ben più in fretta che a 7 marce
Questo, almeno, è il messaggio che a velocità considerevoli, tanto che sulla strada. E difatti l'Ateca, Prestazioni
gli spagnoli dovranno far passare ci si dimentica di essere a bordo con la sua massa spostata più in alto, • Velocità max 247 km/h
agli automobilisti. E che risulterà più di una sport utility. E quasi te ne paga un po' di rollio in più rispetto • 0-100 km/h 5,2 s
semplice da veicolare quando, dimentichi anche in mezzo alle curve, a una hot hatch. Ma nulla di così • Consumo medio n.d.
nel 2019, arriverà il primo modello perché di fatto è un po' come fastidioso – anche perché quel rollio Dimensioni e massa
© Riproduzione riservata

Cupra al 100%. Nel frattempo avere per le mani un'Audi S3 è tenuto bene a bada dalle • Passo 263 cm
• Lunghezza 438 cm
c'è l'Ateca, una vettura trasversale, o una Volkswagen Golf R con sospensioni a controllo elettronico –
Larghezza 184 cm
sebbene di nicchia, capace il baricentro più alto. Su una strada da andare a intaccare un piacere Altezza 151 cm
di soddisfare diverse necessità. guidata, la Suv sportiva spagnola di guida che, nel recinto delle Suv • Massa 1.632 kg
Se vogliamo riassumerle subito: sfoggia un'agilità e una compostezza e non solo, è di tutto rispetto. Prezzo
prestazioni di spessore senza che non la rendono così dissimile Lorenzo Facchinetti • € 44.000 (indicativo)

NOVEMBRE 2018 159


IMPRESSIONI DI GUIDA

ROLLS-ROYCE CULLINAN
Il più british e lussuoso dei marchi era uno dei pochi non ancora lambiti
dall'ossessivo dilagare delle sport utility. Signori, da oggi non è più così

N
CULLINAN ell'abitacolo perfettamente Affondiamo il piede sull'acceleratore: nel deserto con la sua flotta di Silver
Dati dichiarati dalla Casa insonorizzato – oltre 100 kg centro! Uno schizzo colpisce lo Spirit Ghost. La marcia procede. L'unico
Motore di materiale fonoassorbente of Ecstasy, altri si fermano sulla rumore che giunge dall'esterno
• V12 turbobenzina e pneumatici Continental riempiti grande griglia cromata a Partenone, è quello di un sasso che picchia
• Cilindrata 6.750 cm3
di una speciale schiuma – si sente caratteristica delle vetture contro il sottoscocca protetto
• Potenza max 420 kW
(571 CV) a 5.000 giri/min la riproduzione della voce di Goodwood. Quelli atterrati anteriormente da una lastra
• Coppia max 850 Nm di Bono Vox come se fosse in auto sul parabrezza vengono spostati di alluminio. Nulla sembra disturbare
a 1.600 giri/min con noi. La strada è un sentiero delicatamente dai tergicristallo l'esecuzione di The Voice.
Trasmissione che dalla base degli impianti sciistici automatici. La strada si stringe, Un tornante stretto ci impegna
• Trazione integrale dello Snow King a Jackson Hole diventa più ripida e insidiosa: siamo in più manovre, obbligandoci
• Cambio automatico (Wyoming) ci porterà alla vetta, costretti ad attivare la modalità ad accarezzare il morbido volante
a 8 marce
a quota 2.500 metri. Siamo a bordo Off-road. Un solo bottone di pelle a più riprese. La telecamera
Prestazioni di una Rolls-Royce Cullinan, la prima e l'abitacolo si solleva, le sospensioni anteriore orientabile manualmente
• Velocità max 250 km/h
• 0-100 km/h 5,2 s luxury Suv della Casa di Goodwood. pneumatiche mantengono proietta sullo schermo al centro
• Consumo medio 6,7 km/l Le misure sono mastodontiche: un assetto perfetto e una mappatura della plancia ciò che il lungo cofano
Dimensioni e massa 5,34 metri di lunghezza, quasi specifica agisce sulla trasmissione cela all'occhio del guidatore.
• Passo 330 cm 3,30 metri il passo, oltre 1,80 ZF automatica a otto marce C'è anche una vista ripresa a volo
• Lunghezza 534 cm l'altezza. Dimensioni pensate per e sulla gestione del poderoso di falco. Una mamma sarebbe a suo
Larghezza 200 cm rendere estremamente spazioso V12 twin-turbo di 6,75 litri agio al volante di questo diamante
Altezza 184 cm
• Massa 2.660 kg
l'abitacolo, soprattutto nella zona da 571 cavalli di potenza e 850 raro e un papà non lo cederebbe
posteriore configurabile a tre posti Newtonmetro di coppia massima. all'autista. Finalmente in vetta.
Prezzo
• € 300.000 (stimato)
oppure con due poltrone Una modalità che certamente Un click per aprire il bagagliaio
singole divise da un frigobar. non possedeva Lawrence d'Arabia (isolato dall'abitacolo con un vetro),
Una pozzanghera. La puntiamo. quando combatteva contro i Turchi un altro click per far comparire

160 NOVEMBRE 2018


La Cullinan conferma
la monumentalità tipica,
da sempre, di tutte le Rolls.
Discorso, quello delle tradizioni, che
vale anche per gli interni: come si
vede nelle foto sotto, l'esclusività
sia dello stile sia dei materiali
ripercorre quell'unicità che
distingue la Casa inglese da
qualunque altro marchio

due comodi sgabelli foderati


di pelle e trasformare la Cullinan
in una panchina di lusso. L'optional
ideale per una battuta di pesca,
per esempio. I maestosi interni
realizzati in puro stile Rolls-Royce
sono un vero spettacolo: pelli
di prima qualità e intarsi di materiali
pregiati che ricordano le lavorazioni
dei bauli da viaggio di tempi lontani.
La strumentazione è digitale,
ma la tradizione in qualche modo è
salva: la sua grafica prevede
indicazioni analogiche dal sottile
fascino rétro. I -8 °C in vetta
ci hanno ricordato di attivare
la funzione di climatizzazione
e massaggio dei sedili. La giornata
© Riproduzione riservata

volge al termine. È ora di restituire


le chiavi, a malincuore. Dopo
la Cullinan, le Suv non saranno più
le stesse. I prezzi partono da 300
mila euro circa.
Cesare Gasparri Zezza

NOVEMBRE 2018 161


LO STILE NON PASSA MAI DI MODA

IN EDICOLA DAL 6 NOVEMBRE

dall’esperienza di
ANTEPRIMA • AUTONOTIZIE • FLASH

OGGI E DOMANI
■Aston Martin ■ Audi ■ BMW ■ Jeep ■ Kia ■ Lamborghini ■ Renault
DBS Q3 Z4 Renegade Ceed/Ceed Aventador SVJ Kadjar
NOVEMBRE Superleggera Wagon

■ Audi ■ Bentley ■ BMW ■ Ferrari ■ Ford ■ Lexus ■ Porsche ■ Rolls-Royce ■ Seat


A1 Continental GTC X3 M/X4 M 488 Pi
Pista Edge RC Panamera GTS Cullinan Tarraco
DICEMBRE

2019
■ Audi ■ BMW ■ Jeep ■ Kia ■ Porsche ■ Tesla ■ Volkswagen ■ Volvo
e-tron Serie 7 Renegade ProCeed 911 Model 3 T-Cross S60
GENNAIO plug-in

■ Audi ■ BMW ■ DS ■ Infiniti ■ Lexus ■Mazda ■ Mercedes ■ Skoda ■ Subaru ■Toyota


Q5 plug-in Serie 8 Cabrio DS 3 Crossbackk QX50 UX Mazda3 Classe B Kodiaq RS Forester Corolla
FEBBRAIO

■ Audi ■ BMW ■ Corvette ■ Kia ■ Mercedes ■ Peugeot ■ Range Rover ■ Toyota ■ Volvo
A6 allroad Serie 3 C8 e-Niro GLE 508 SW Velar SVR RAV4 V60 Cross
MARZO Country

■ Audi ■ Bentley ■ BMW ■ Mercedes ■ Opel ■ Range Rover ■ Renault ■ Skoda


RS Q5 Flying Spur X7 GLA Corsa Evoque Clio Superb
APRILE

■ Audi ■ BMW ■ Mercedes- ■ Porsche ■ Skoda ■ Toyota ■ Volkswagen ■ Volvo


RS Q3 Serie 8 AMG Cayenne Coupé Kodiaq GT Supra Arteon V40
MAGGIO Gran Coupé One Shooting Brake

■ Aston Martin ■ BMW ■ Ferrari ■ Jaguar ■ Mercedes ■ Skoda ■ Toyota


Varekai Serie 3 488 Pista XJ CLA Rapid Corolla Touring
GIUGNO Touring Spider Spaceback Sports

■ Audi ■ BMW ■ Land Rover ■ Mercedes ■ Polestar ■ Volkswagen


Q4 Serie 1 Discovery EQC 1 Golf
LUGLIO

■ Audi ■ BMW ■ Ferrari ■ Lexus ■ Lynk & Co ■ Mercedes


e-tron X6 Monza LC F 01 GLE Coupé
AGOSTO Sportback

■ BMW ■ DS ■ Hyundai ■ Mercedes ■ Nissan ■ Peugeot ■ Porsche ■ Skoda


X1 DS 7 Crossback A-Suv GLS Juke 208 Taycan Citigo elettrica
SETTEMBRE
© Riproduzione riservata

plug-in

■ BMW ■ Kia ■ Land Rover ■ Mercedes ■ Opel ■ Peugeot ■Seat ■ Skoda


X5 M/X6 M C-Suv Defender GLB D-Suv 508 plug-in Leon B-Suv
OTTOBRE
Nel tabellone, i principali arrivi sul mercato nei prossimi 12 mesi.
NOVEMBRE 2018 163
ANTEPRIMA FORD

MUSTANG
REVISITED
i

di Fabio Sciarra • disegni di Marcelo Poblete

S
ei settembre del 2018. Nelle dium (una piattaforma di giornalismo e ciale) ha fatto il giro del mondo: la Ford sta
villette di legno e mattoni di blogging partecipativo fondata da Evan sviluppando un nuovo modello, a zero
Corktown, il quartiere più antico Williams, ex ad e presidente di Twitter), ti emissioni, con un look terribilmente simile
di Detroit, sono le prime ore del legge tutto il mondo. Ma tu, in realtà, hai già a quello della sua macchina più iconica. So-
mattino. Un signore di nome scelto di parlare a quegli hipster della Sili- lo che, al netto delle ainità nelle linee, i vo-
Darren Palmer apre Medium e si mette a con Valley in fissa per le Tesla, l'avocado e i lumi non potrebbero essere più diversi:
scrivere. Fa il suo bel post, lo rilegge, ag- discorsoni sulla blockchain. Terzo, il conte- questo oggetto, destinato a diventare la
giunge la sua brava fotina e schiaccia pu- nuto della trama: il file jpeg che Darren ha bandiera strategica e filosofica della Ford
blish. Sembra l'inizio di una giornata come caricato quel giorno è lo sketch di un'auto del futuro, sarà una crossover coupé. Una
tante di un influencer come tanti. E invece che ha l'inconfondibile coda della Mustang. specie di Tesla Model X o BMW X6, per ca-
no. Perché in questo copione, di banale, non Ma è alta, dannazione. Molto alta. Come una pirci. Ma molto più sbilanciata in direzione
c'è proprio niente. Primo, il protagonista: Suv. Elettrica, aggiunge la didascalia. della sportività e delle prestazioni. Si tratta
Palmer è il direttore dello sviluppo prodot- di un esperimento dall'importanza cruciale
to del Team Edison, la task force più impor- MOVE FAST, COME TOGETHER per la Casa di Dearborn, alle prese con una
tante oggi attiva alla Ford. Secondo, il pal- Dalla pubblicazione di quella prova di delle fasi più delicate della sua storia (ve-
coscenico (virtuale): certo, se scrivi su Me- esistenza in vita, la notizia (che era già ui- dere il riquadro a pag. 167): non poteva

164 NOVEMBRE 2018


Potentissima, fedele al design della
coupé e coinvolgente nella guida:
sono le caratteristiche che la Ford
lascia intendere sul conto
della Mustang crossover, la sua
prima elettrica di nuova generazione.
In arrivo nel 2020, non adotterà
la denominazione Mach 1, che è
stata di numerose varianti ad alte
prestazioni delle Mustang classiche

NOVEMBRE 2018 165


ANTEPRIMA FORD

Secondo indiscrezioni, la Ford


potrebbe usare la Mustang crossover
per sperimentare soluzioni innovative
come la ricarica domestica wireless
e gli aggiornamenti software over-
the-air per il nuovo infotainment

prendere forma seguendo uno sviluppo


convenzionale. Per giocare con formule
nuove e strani alambicchi, la dirigenza ha
creato un nuovo reparto ad hoc, conferen-
dogli carta bianca per operare secondo pro-
tocolli meno rigidi rispetto ad altri rami
dell'azienda. Team Edison, appunto. Un ma-
nipolo di specialisti tipo quello che ha crea-
to la Ford GT del 2016 o gli "skunk works"
che hanno forgiato le Alfa Romeo Giulia e
Stelvio in men che non si dica, in un anonimo INIZIALMENTE DESTINATA A FLAT
capannone fuori Modena. Ecco, ai colleghi ROCK, IN MICHIGAN, POTREBBE
americani è toccato in sorte qualcosa di me- ESSERE PRODOTTA IN MESSICO
glio: la loro base operativa è un bell'open
space tutto vetro e mattoni a Corktown, ti i costi, del "think diferent" e dello "stay posto resistenza, perché eravamo già molto
frutto di un esemplare recupero di una fab- hungry"? Anche molto di concreto, pare. avanti nello sviluppo. Ma alla fine ha preval-
brica abbandonata. Il motto che risuona tra Perché quando l'ad della Ford, Jim Hackett, so l'approccio più audace e ora abbiamo uno
quelle mura? "Move fast, come together". In ha giudicato «troppo banale» la prima pro- schermo enorme: dopo la Mustang crosso-
pratica: comportatevi come una startup. posta di design, il Team lo ha trasformato in ver verrà adottato da tutte le Ford di pros-
sei settimane. «Non soltanto», aggiunge sima generazione». Non sarà questa l'unica
PRIMA DI TUTTE, SU TUTTO Palmer, «ci ha fatto cambiare anche l'info- esclusiva dell'auto: la prèmiere più impor-
Ma che cosa c'è al di là dell'ormai trita e tainment: l'abbiamo riprogettato in tre me- tante consisterà nel powertrain. La Mustang
spesso vuota retorica dell'innovazione a tut- si, dopo un viaggio in Cina. Alcuni hanno op- crossover sarà la prima di una valanga di

166 NOVEMBRE 2018


TRA LICENZIAMENTI E DOWNGRADING

HACKETT ALLE FORCHE CAUDINE


La Ford continua a reiterare che si tratta
soltanto di speculazioni giornalistiche,
ma le voci si fanno sempre più insistenti:
il colosso di Dearborn, che conta circa 70
mila dipendenti a livello globale, potrebbe
intraprendere una campagna di riduzione
della forza lavoro di entità ancora non
stabilita, nell'ambito di un programma
di taglio dei costi da 11 miliardi di dollari.
I dettagli del piano di razionalizzazione
aziendale, in ogni caso, potrebbero arrivare
già nei prossimi mesi, in vista di
un'attuazione nell'arco del 2019. Il grosso
dello sforbiciamento, sempre secondo L'ultimo segnale è arrivato a fine agosto,
ricostruzioni solo parzialmente confermate, con il declassamento del rating sul debito
dovrebbe riguardare le aree di vendite da parte di Moody's. Che ha portato il suo
e marketing, con una parte che toccherà giudizio a Baa3, vale a dire un gradino
anche le attività d'ingegnerizzazione sopra il livello junk, spazzatura. E l'outlook
e sviluppo prodotto. I mercati, per il futuro, secondo l'agenzia, è negativo:
del resto, chiedono a gran voce «Il successo del piano di rilancio è a rischio
provvedimenti strutturali per le numerose sfide da affrontare
all'ad Jim Hackett. in contemporanea», concludeva il report.

modelli elettrici (16) ed elettrificati (40), pro- dovrebbero far rimpiangere una Mustang attestarsi tra 4,7 e 4,8 metri), l'abitabilità non
messi entro il 2022, grazie a un investimen- vera, con l'otto cilindri. Anche grazie a uno sarà il suo forte, complice la forma del padi-
to di 11 miliardi di dollari. schema di trazione integrale (altro inedito glione. Tanto che la dirigenza potrebbe valu-
Attesa nel 2020, quest'autentica summa per il modello) elettrica, i quasi 500 CV del tare di offrirla soltanto a quattro posti. Il no-
© Riproduzione riservata

delle capacità della Ford sarà costruita su suo sistema propulsivo potrebbero spinger- me? Sicuramente non sarà Mach 1, dopo
una piattaforma inedita, che poi farà da base la da 0 a 100 in circa 4 secondi, a dispetto di un'autentica rivolta dei fan di fronte all'ipo-
ai futuri modelli a zero emissioni della Casa, una massa che supererà le due tonnellate. tesi. Sarebbe stato come se la Ferrari avesse
e promette un'autonomia di 300 miglia (cir- Capitolo interni: nonostante gli ingombri non deciso di chiamare la futura crossover Spe-
ca 500 km), a dispetto di prestazioni che non proprio da utilitaria (la lunghezza dovrebbe ciale o Scuderia: un oltraggio.

NOVEMBRE 2018 167


ANTEPRIMA ARRIVA LA SCALA

LA SKODA
CHE NON T'ASPETTI
di Andrea Stassano • disegni di Marcelo Poblete

N
on hanno perso tempo, alla vato ad anticiparne l'aspetto definitivo (a Rapid, nata per i mercati emergenti e por-
Skoda. Non abbiamo ancora destra, in blu). Insomma, a Mladá Boleslav, tata poi in Europa. Non si sa ancora tutto: è
fatto l'occhio alla concept Vi- sede del marchio ceco, erano già bell'e noto, però, che la versione di serie non si
sion RS (sopra, in bianco), pronti: il prototipo è arrivato come vetrina, discosterà più di tanto dalla concept, anche
anticipazione di una futura ad auto fatta e finita. Tanto è vero che c'è se verrà ripulita dagli elementi racing.
due volumi di segmento C, ed ecco che il già il nome: Scala, il che significa nuovo cor-
modello di serie si materializzerà già entro so pure rispetto alla recente denominazio- PIATTAFORMA ELASTICA
fine anno (per il lancio, invece, si parla della ne della Casa. Il modello si posizionerà tra Poco dopo la Scala arriverà anche una
prima parte del 2019). E noi abbiamo pro- la Fabia e l'Octavia, sostituendo in parte la crossover compatta – ne parliamo a pagina

168 NOVEMBRE 2018


171, ma ancora non se ne conosce il nome –
sviluppata sulla medesima piattaforma: la
Mqb A0, quella dei modelli di segmento B del
Le due fasi della nascita
gruppo, come Audi A1, Seat Ibiza e Volkswa- del prossimo modello compatto
gen Polo. Un'operazione interessante: si della Casa ceca: sullo sfondo
sfrutta una base di tutto rispetto, seppur me- la concept Vision RS, da poco
presentata a Parigi, e in primo piano
no costosa della Mqb, per realizzare due auto la nostra ricostruzione della
destinate, almeno secondo i programmi, a fa- versione definitiva della berlina
re numeri importanti. In realtà, la Skoda che sportiva Scala, in arrivo nel 2019

NOVEMBRE 2018 169


ANTEPRIMA ARRIVA LA SCALA
Suv/Mpv/3 volumi
segmento C
27%
TENGONO DURO
LE "C" VALGONO IL 40%
Nel grafico dei generi che
Nel 2017, in Europa occidentale,
compongono il segmento C
le vendite di Suv, monovolume
(berline a due e tre volumi,
e berline di segmento C sono
monovolume, Suv), le vendite
ammontate a 5.714.400 unità,
nel 2017 e le stime – di fonte
pari a circa il 40% della domanda
Ihs-Markit – fino al 2021.
totale di auto. All’interno
Le Suv sono in ascesa,
della categoria, le sole berline
ma monovolume e berline,
a due volumi, pari a 1.840.566
seppur in calo, terrebbero 2 volumi macchine, rappresentano
le posizioni relative. segmennto C
il 12,8% dell’intero mercato.
R
Resto 60 2%
ddell mercato 60,2% 12 8
12,8%
non ti aspetti è la cinque porte. Un'auto
tutta spigoli, tipo Golf e Leon, un po' fuori dal-
le formule proposte dal costruttore boemo.
Per capire il perché, dobbiamo tornare all'e-

2017 2.114.524

2019 2.654.448
2017 2.822.224

2019 2.601.505

2018 2.531.833
2020 2.582.922

2020 2.626.348
2021 2.519.308
2018 2.642.729

2021 2.671.565
2019 643.451
2018 690.543

2021 519.302
2020 576.968
2017 777.652

state scorsa, quando nel quartier generale ce-


co abbiamo potuto ammirare la prima con-
cept della berlina e la maquette della crosso-
ver. La due volumi mostrava già i tratti salien-
ti dell'evoluzione di oggi, in particolare nella
taglia e nell'andamento della coda. Annun-
ciando, così, l'inizio di un inedito filone stilistico,
che coinvolge anche gli interni. La vera do-
2/3 VOLUMI MONOVOLUME SUV

1 TUTTO PER ISCRITTO


Come già sul primo prototipo,
la coda della berlina rappresenta
una delle parti più interessanti
dal punto di vista stilistico.
Ne è un esempio il lunotto
ampio e inclinato che includerà,
per la prima volta su un
modello europeo, la scritta
Skoda al posto del logo

170 NOVEMBRE 2018


Al Salone di Parigi,
manda, semmai, è: perché realizzare una in ottobre, è stata svelata
due volumi che se la dovrà vedere pure con la concept Vision RS, dal
le cugine del gruppo? Qualche risposta può forte accento corsaiolo
arrivare osservando nella pagina accanto la e dal powertrain
ibrido plug-in benzina
composizione del mercato europeo e l'inci- da 245 CV. Un indizio
denza del segmento C: le sole hatchback ne della possibile presenza
rappresentano una quota, prevista in calo di questa motorizzazione,
fino al 2019, ma consistente. Forse, però, la forse proprio nella
variante RS, nella futura
vera ragione delle scelte della Casa ceca gamma del modello
starebbe proprio nella duplice oferta dei
nuovi modelli C: la berlina, infatti, strizzerà quella della Seat Leon – confermerebbe l'in- nera lucida. Cinque i posti, piuttosto comodi
l'occhio a un pubblico maschile, come fatto dole sportiva, ben sottolineata dall'estetica: grazie al passo lungo, e bagagliaio adegua-
a suo tempo dalla Mercedes Classe A; la il frontale, per esempio, è largo e sottile, con to (sulla concept era di 430 litri). L'ambiente
crossover, invece, è trasversale e sempre ri- ampia calandra a listelli verticali e gruppi ot- sarà minimalista, sportivo, dominato da linee
chiesta. Una certezza. tici ailati; il cofano, poi, è solcato da linee orizzontali e, al centro, da un monitor-tablet
marcate. Carattere che non manca neppure quasi sospeso, che diventerà un punto fer-
BASSA E SPAZIOSA alle fiancate se, come pare, verranno confer- mo nel futuro. E dovrebbe essere della par-
Le misure della Scala non si discosteran- mate la nervatura all'altezza delle maniglie tita pure la strumentazione digitale. Prevista
no da quelle della Vision RS: dunque, lun- delle porte e la profonda scalfatura inferio- un'ampia scelta di motori: benzina, diesel,
ghezza sui 4,35 metri e larghezza di un me- re. La coda sarà originale, anche grazie metano e, in seguito, ibrido plug-in, forse
tro e 81 (l'attuale Rapid si ferma a 1 e 71). all'ampio lunotto inclinato che, nella porzio- proprio in formato RS. L'elettrico, invece, non
L'altezza di un metro e 43 circa – analoga a ne aderente alle luci, presenterà una fascia farà parte del film.

2 NERVI SCOPERTI
Le forme della due volumi
LA CROSSOVER

di produzione ricalcheranno
in gran parte quelle già COMPLETERÀ
mostrate dalla Vision RS.
Vedremo, quindi, nervature LE COMPATTE
evidenti e passaruota marcati,
oltre a volumi pieni e scavati
Sulla stessa base tecnica della Scala,
nascerà anche una crossover, anticipata
dalla concept Vision X. Classe "quattro
metri e 30", la vettura dovrebbe essere
presentata al Salone di Ginevra 2019
e lanciata in autunno. Il posizionamento
sarà vicino alla Karoq, la Suv multiruolo
della Casa, ma rappresenterà qualcosa
di diverso, per chi non vuole rinunciare
comunque alle ruote alte. Lo schema
tecnico, infatti, sarà semplificato,
con due sole ruote motrici. Il che
comporterà, di conseguenza, un listino
più abbordabile rispetto alla Karoq
(che, al contrario, ofre pure la trazione
integrale). Taglia e abitabilità, invece,
dovrebbero avvicinarsi. Insomma,
la crossover completerebbe l'offerta
delle compatte Skoda alte, con una
© Riproduzione riservata

impostazione, però, meno specialistica.

È IL NUOVO CORSO STILISTICO


DEL MARCHIO. CHE, MAN MANO,
SARÀ ESTESO A TUTTA LA GAMMA

NOVEMBRE 2018 171


AUTONOTIZIE PSA

SOCHAUX
ANNO ZERO
Fra dieci mesi, il gruppo franco-tedesco lancerà la prima di otto
plug-in previste entro il 2021. Nella sua fabbrica-simbolo
si lavora già a pieno ritmo. E l'elettrico puro? È in rampa di lancio
di Fabio Sciarra • foto di Alberto Dedè

N
ella mia infanzia c'è stato un dell'azienda, che seguirà il roll-out dei nuovi E che si prepara a fornirle la sua tecnologia
momento determinante per modelli ibridi plug-in ed elettrici, è stato per la mobilità elettrica. Finalmente matura
la scelta di quello che avrei inaugurato soltanto lo scorso aprile. per raggiungere i consumatori.
fatto in futuro. Ricordo anco- Da meno di un paio d'anni, la motrice di
ra distintamente quando, nel quel TGV 001 è tornata al suo posto, su un EV E PHEV SÌ, MA DI MASSA
1978, l'Alstom presentò il primo prototipo leggero rilievo lungo il tratto di A36 fra Bel- «Dal 2019», spiega Guignard, «tutti i nuo-
del TGV: è lì che mi sono innamorato della fort, sede della Alstom, e Sochaux. Mentre vi modelli che lanceremo adotteranno alme-
velocità, dell'ingegneria e dell'elettricità». La sto per uscire dall'autostrada, osservo quel no una versione elettrica (EV) o ibrida plug-
butta subito sul personale, Alexandre Gui- monumento arancione alla tecnologia. E ri- in (Phev). Inizieremo con la DS 7 Crossback,
gnard, quando ci accoglie all'ingresso della fletto sul paradosso di questa terra di car- dal prossimo settembre, e per il 2021 con-
fabbrica di Sochaux. Forse lo fa per giustifi- bone e di acciaio, che visse gli scontri più tiamo di avere otto plug-in e sette EV. A pia-
care la sua nomina, freschissima, a capo del- sanguinosi con il vicino di oltre Reno e che no ultimato, nel 2025, tutti i modelli di tutti i
la divisione Low emission vehicles del grup- oggi ospita un matrimonio incrociato tra le nostri marchi disporranno di una delle due
po PSA. Ma è un entusiasmo che sembra due potenze del continente: da un lato la varianti». Una spinta che arriva sulla scorta
genuino: del resto, lui è il primo a ricoprire Siemens, che ingloba la francese Alstom, di stime ottimistiche: secondo uno studio
questo ruolo dirigenziale, perché il ramo dall'altro la PSA, che ingloba la tedesca Opel. commissionato dal gruppo PSA, fra sette

172 NOVEMBRE 2018


In posa come una squadra prima
della partita, le prime cinque plug-in
del gruppo PSA: da sinistra, Peugeot
508, Peugeot 3008, DS 7 Crossback,
Citroën C5 Aircross e Opel Grandland X.
Le auto fotografate nel capannone
della linea pilota di Sochaux sono
tra i primi muletti allestiti per i collaudi

NOVEMBRE 2018 173


AUTONOTIZIE PSA

Otto plug-in
IBRIDO PLUG-IN

nell'arco di due anni


o poco più, due
diverse soluzioni
tecniche, una
a trazione anteriore
e l'altra integrale.
La prima delle
ricaricabili PSA sarà
la DS 7 Crossback
E-Tense, progettata
per conservare
intatte le
caratteristiche di
abitabilità posteriore
e bagagliaio anche
in questa versione
da 300 CV e 450
Nm. Per installare
le batterie è stata
ridotta la capacità
del serbatoio (43
litri, contro i 55 della
versione a benzina).
Inoltre, la riserva
d'energia degli
accumulatori
permetterà anche
alcuni lussi, come la
possibilità di attivare
il climatizzatore
da remoto,
tramite un'app.

174 NOVEMBRE 2018


PIATTAFORME EMP2 E CMP
Attesa all'inizio del 2020, la C5
Aircross (che a gennaio arriverà
in Italia nelle versioni termiche)
COME TI DIVIDO
sarà la prima ibrida plug-in
della Citroën: monterà
LE FABBRICHE
soltanto la variante Quando il gruppo PSA ha progettato
da 225 CV del
powertrain elettrificato.
l'ibrido plug-in, ha tenuto in grande
Nel 2023, l'80% considerazione le implicazioni industriali,
della gamma avrà una per incidere il meno possibile su strutture
declinazione Phev o EV e processi produttivi e non intaccare la
suddivisione esistente tra le fabbriche che
producono modelli su base Cmp e quelle
allestite per l'Emp2. Così, se l'elettrico
puro seguirà la Opel Corsa a Saragozza e
la DS 3 Crossback a Poissy, l'ibrido plug-in
sarà di casa a Sochaux (Peugeot 3008
e Opel Grandland X), Rennes (Citroën C5
anni il volume commerciale generato da PSA punterà su una gamma di soluzioni Aircross), Mulhouse (DS 7 Crossback
Phev ed EV decuplicherà rispetto alle cifre estremamente variegata. e Peugeot 508) ed Eisenach (Opel
del 2017 (1,07 milioni di auto), superando i Grandland X). Una razionalizzazione che è
dieci milioni di unità a livello globale. «E se DOPPIO SISTEMA entrata fin nei reparti: le operazioni
in Nord America e in Cina prevediamo che il Dopo la DS 7 Crossback, che farà da apri- di verniciatura e assemblaggio tra modelli
bacino d'utenza crescerà di otto volte, pas- pista sul fronte plug-in, a fine 2019 sarà la plug-in e tradizionali saranno identiche.
sando rispettivamente da 200 mila a 1,7 mi- volta dei modelli Peugeot: la 3008 HYbrid4, La sola diferenza risiederà nel "coupling"
lioni di unità nel primo caso e da 590 mila a che condividerà lo schema a quattro ruote dell'asse posteriore, che sulle plug-in
è l'unica parte diversa dalle altre vetture
4,7 milioni nel secondo, è dall'Europa che ar- motrici da 300 CV con la parente più nobile,
Emp2 (ed è proprio su quel distretto
riverà l'impulso più forte», spiega Guignard: e la 508 HYbrid, che nelle varianti berlina e
del veicolo che si sta concentrando
complice la possibile introduzione di limiti di wagon porterà al debutto una soluzione più il training delle squadre a Sochaux).
CO2 che dal 2030 potrebbero essere infe- semplice (forse in arrivo, nel 2020, anche La standardizzazione, al contrario,
riori del 35% rispetto a quelli già fissati nel sulla stessa 3008): in luogo dello schema è stata completa per l'anteriore:
2021, le automobili elettrificate potrebbero delle Suv, con l'1.6 PureTech da 200 CV e i il motore elettrico da 110 CV (sotto)
così davvero prendere lo slancio definitivo. due motori elettrici da 110 ciascuno, mon- è spesso soltanto tre centimetri.
E, per approfittarne fino in fondo, il gruppo tati uno per asse, la 508 sfrutterà un solo Così la trasmissione si monta ugualmente.

LA GAMMA DELLE PLUG-IN


PEUGEOT SFRUTTERÀ DUE DIVERSI
POWERTRAIN, DA 225 O 300 CV

NOVEMBRE 2018 175


AUTONOTIZIE PSA

Entro il 2021,
ELETTRICO

i modelli PSA a zero


emissioni saranno
sette. E, come per le
Phev, la precedenza
sarà data al marchio
di prestigio DS.
Attesa a dicembre
2019, la DS 3
Crossback E-Tense
arriverà da noi
in contemporanea
con la Mini elettrica,
che sarà una sua
diretta concorrente.
La piccola crossover,
secondo i dati
dichiarati, avrà
un'autonomia di 320
km sul ciclo Wltp:
il suo motore, da
136 CV e 260 Nm,
la spingerà da 0
a 100 km/h in 8,7
secondi. L'unità
sarà alimentata
da batterie agli ioni
di litio con 50 kWh
di capacità, che
potranno essere
ricaricate dell'80%
in 30 minuti da una
colonnina rapida.

motore elettrico all'anteriore, in blocco lo schema più semplice, quello da 225 CV e C3 Aircross che sono costruite sulla pre-
con una versione da 180 CV del turboben- con la sola trazione anteriore. cedente piattaforma Pf1 (non predisposta
zina, per una potenza di picco di 225 CV. Di- per i powertrain elettrificati), si potrebbe
versi anche il pacco batterie (90 kW e 13 NON SOLO PICCOLE concludere che al Double chevron non spet-
kWh nel primo caso, 80 kW e 12 kWh nel Anche sul fronte delle zero emissioni, per ti un motore a zero emissioni, su questa ge-
secondo) e la gestione elettronica delle mo- una questione di rango, il debutto della tec- nerazione di modelli. In realtà le cose non
dalità di guida, che sulle sport utility preve- nologia sarà aidato al marchio DS. Nello andranno così, perché l'auto che andrà a oc-
de la 4x4 accanto alle tre di base (Zev, specifico, al primo appuntamento sui mer- cupare lo spazio della C4 Cactus non nasce-
Hybrid e Sport). cati si presenterà la DS 3 Crossback: appena rà sul pianale Emp2 della pari grado Peu-
Numerosi, però, saranno i punti di con- mostrata al Salone di Parigi, la variante elet- geot 308 (progettato per l'ibrido plug-in),
tatto tra i due sistemi: entrambi saranno ab- trica E-Tense entrerà in listino a dicembre ma sulla più economica architettura Cmp
binati a un cambio automatico a otto marce 2019. Nel biennio successivo, la tecnologia delle piccole: quella pensata proprio per l'e-
con convertitore di coppia e dotati dello prenderà rapidamente piede: già nel 2020 lettrico puro. Questa decisione, che arriva in
stesso sistema di recupero dell'energia. An- dovrebbe essere il turno delle versioni a concomitanza con quella, identica, della
che le prestazioni fondamentali in modalità batteria delle prossime Peugeot 208 e Skoda di produrre la propria segmento C
elettrica saranno identiche: ricarica in un'o- 2008, così come della nuova Opel Corsa, sulla più economica piattaforma Mqb A0
ra e 45 minuti da una presa rapida, 50 km che con le piccole PSA condividerà la piat- (vedere l'articolo a pag. 168), consentirà di
d'autonomia, 135 km/h di velocità massima taforma Cmp. Nel 2021, inoltre, le zero portare le zero emissioni PSA nella catego-
e consumi nell'ordine dei 50 km/litro, per emissioni potrebbero trovare spazio anche ria della Golf, laddove inizialmente sembra-
emissioni di CO2 sotto i 50 g/km, nel nuovo su una crossover compatta della Casa tede- va che il loro raggio d'azione fosse circo-
e più severo ciclo d'omologazione Wltp. sca: il modello che succederà all'attuale scritto a modelli di taglia più piccola. «Non
Poi arriveranno anche i modelli ricarica- Mokka X, seguendo gli spunti stilistici della escludiamo di utilizzare l'elettrico più in alto
bili di Opel (fine 2019) e Citroën (gennaio recentissima GTX Concept. in gamma, sul lungo termine», aveva detto
2020): se la Grandland X, come la 3008, po- Ma le scelte più interessanti, da un pun- Mark Adams, il capo del design Opel, l'ultima
trebbe essere oferta in entrambe le varian- to di vista strategico, potrebbero essere volta che l'avevo incontrato. Forse quel
ti, alla C5 Aircross spetterà esclusivamente quelle riservate alla Citroën: con le attuali C3 cammino è già iniziato.

176 NOVEMBRE 2018


PEUGEOT E-LEGEND CONCEPT

AUTONOMA, MAI NOIOSA


Che forma avrà la mobilità del futuro?
Moriremo tutti di noia tra un pisolino
e una serie di Netflix mentre un guscio
senza comandi e senz'anima ci porterà
– foss'anche velocissimo – da A a B? Non
secondo la Peugeot, che con una smaccata
operazione di pancia ha presentato
al Salone di Parigi la E-Legend Concept.
Un'auto che, come suggerisce la sigla,
conferma ulteriormente la dedizione
del gruppo francese alla causa dell'elettrico,
ma che propone un diverso "take" sul tema
della guida autonoma. Giocando sul
contrasto tra la tecnologia e le forme rétro,
che costituiscono una trasposizione della
504 Coupé del 1969. Immaginata con un
powertrain a trazione integrale da 462 CV
e 800 Nm, la E-Legend è in grado,
teoricamente, di spingersi da 0 a 100 km/h
in meno di quattro secondi. Quattro le
modalità di guida: due autonome
(Soft per il relax e Sharp, più
dinamica e pienamente connessa)
e due attive (Legend, con
strumenti dalle grafiche rétro, e
Boost, per il top delle prestazioni).
La E-Legend Concept, lunga 4,65
metri, larga 1,93 e alta 1,37, è piena
di rimandi al passato: davanti
l'insieme rettangolare costituito
da griglia e fanaleria richiama quello
della 504 Coupé. Al posteriore c'è
persino la stessa griglia alla base del
montante C. Dentro, invece, il remake
è hi-tech: volante poligonale e nuovo
Responsive i-Cockpit al debutto

© Riproduzione riservata

NOVEMBRE 2018 177


AUTONOTIZIE BMW X5

NUOVE
AMBIZIONI
178 NOVEMBRE 2018
A
lla fine degli anni 90, le Suv
premium non esistevano.
L'unico esempio lontana-
mente assimilabile a quel
concetto all'apparenza con-
traddittorio era la Range Rover. Ma quella
era – ed è tuttora – un'auto sui generis, im-
possibile da catalogare all'interno di defini-
ti confini. Tra il '97 e il '99, il mondo dell'auto
venne rivoluzionato dall'arrivo di due mo-
delli che vanno considerati i capostipiti di un
segmento oggi irrinunciabile. Il primo, in or-
dine di tempo, fu la Mercedes Classe M, il
secondo la BMW X5. Entrambi prodotti ne-
gli Stati Uniti, per porsi al riparo da eventua-
li misure protezionistiche e perché le Case
pensavano, non a torto, che il principale
mercato avrebbe dovuto essere l'americano,
al netto di un simile approccio strategico
erano agli antipodi quanto a filosofia pro-
gettuale: se la Mercedes puntava tutto sul
confort, la BMW aggiungeva all'equazione
multifunzionale un nonsoché di sportivo,
avendo unito le storiche istanze casalinghe
con quelle of-road acquisite annettendo –
guarda un po' – proprio la Land Rover (era il
1994, e di quel periodo di proconsolato ba-
varese in terra d'Albione si è persa memo-
ria). Il resto, come si dice, è storia. La X5 è
stata la progenitrice di un mondo X che è
dilagato in tutti i segmenti presidiati dal co-
struttore bavarese e che ormai rappresenta
lo zoccolo duro dell'oferta BMW (lo stesso
ruolo si può peraltro assegnare alla Classe
M di Stoccarda). Non solo. In tre generazioni,
ne sono state vendute oltre 2 milioni, una
cifra stratosferica se si pensa al prezzo non
proprio da hard discount e che testimonia
un gradimento ininterrotto.
Arrivata alla quarta serie, la X5 deve af-
frontare una concorrenza fattasi numerosa
e capace. Quindi migliora in tutto, ribadendo
le abituali qualità (spazio, dinamica di mar-
cia, confort, finiture) e, aggiungendo alla lista
di queste ultime, inedite capacità fuoristra-
distiche e un grande impegno sull'elettroni-
ca di bordo, termine che compendia i sistemi
d'ausilio alla guida e i servizi di connettività.
Più grande di prima (36 mm in lunghezza e
ben 42 mm nel passo), anche per dare spa-
zio alla terza fila di sedili, si appoggia sulla
piattaforma modulare Clar, lanciata dalla Se-
rie 7 e che ora arriva contemporaneamente
sulla Serie 3 (vedere a pag. 182). Trattando-
si di una quasi ammiraglia (tra non molto
arriverà la sorella maggiore X7: vedere a
pag. 185), i tecnici di Monaco non hanno ri-
sparmiato le soluzioni tecnologicamente

NOVEMBRE 2018 179


AUTONOTIZIE BMW X5

segnanti. Dunque, presenti sterzo a tara- rà l'ibrida xDrive 45e da 394 cavalli. abbracciare uno stile di vita non tanto più
tura variabile, diferenziale posteriore a con- Come abbiamo potuto verificare in una tranquillo, ché sarebbe sorprendente visto il
trollo elettronico, barre antirollio attive, re- veloce presa di contatto con la 30d nelle Dna del brand, quanto votato alla poliedri-
trotreno sterzante, automatico a otto marce verdi terre della Georgia (ad Atlanta lancia- cità d'utilizzo, anche su terreni apparente-
e così via. Di fatto, le uniche componenti rono la prima serie: evidentemente hanno mente lontani dalla vocazione sport utility.
meccaniche ereditate dalla serie preceden- ritenuto la replica di buon auspicio), il com-
te sono la trazione integrale e i motori sei portamento stradale riprende le caratteri- QUATTRO SETTAGGI
cilindri. Per ora tre: il classico turbodiesel tre stiche delle X5: ovvero una guida intuitiva e Come si diceva, infatti, grande impegno
litri, disponibile nei tagli da 265 (destinato a precisa abbinata a un livello di confort acu- è stato profuso per conferire alla grande te-
essere il preferito da noi per evidenti motivi) stico davvero notevole (lieve rombosità del desca un'adattabilità alla marcia of-road fi-
e 400 CV, e un benzina 40i di analoga cu- turbodiesel soltanto in basso). nora superflua. Dunque, adesso la X5 è, oltre
batura che – per quanto eccellente – pare Evidente, comunque, l'intenzione di af- a tutto quello che è sempre stata, una 4x4
avviato a un ruolo marginale. Più in là ci sa- francarsi dalla sportività tipica degl'inizi per vera, con un pacchetto of-road optional

Le caratteristiche stradali della X5


riprendono le ben note (e ormai
storiche) qualità del modello.
Le gommature disponibili vanno
dai 18 ai 22 pollici, secondo la
configurazione, l'equipaggiamento
e il motore (a destra, il turbodiesel
sei cilindri). La Casa dichiara una
capacità di carico di 650 litri, con
sedile posteriore sdoppiabile e il
classico portellone spezzato in due

180 NOVEMBRE 2018


30D
Dati dichiarati dalla Casa
Motore
• L6 turbodiesel
• Cilindrata 2.993 cm3
• Potenza max 195 kW
(265 CV) a 4.000 giri/min
• Coppia max 620 Nm
a 2.000 giri/min
Trasmissione
• Trazione integrale
• Cambio automatico
a 8 marce
Prestazioni
• Velocità max 230 km/h
• 0-100 km/h 6,5 s
• Consumo medio 16,6 km/l
Dimensioni e massa
• Passo 298 cm
• Lunghezza 492 cm
Larghezza 200 cm
Altezza 175 cm
• Massa 2.185 kg
Prezzo
• € 72.900

SU ASFALTO CONFERMA LE DOTI


DI UN MODELLO DIVENUTO
RIFERIMENTO DELLA CATEGORIA
Grazie al non trascurabile aumento
delle dimensioni esterne, c'è maggiore
spazio per gli occupanti.
1. Nuova l'impostazione della
strumentazione, ora ospitata
in un display completamente digitale
da 12,3 pollici.
2. Debutta il Live cockpit professional,
con grafica inedita e funzionalità
migliorate. Anche qui, la misura dello
schermo è di 12,3 pollici. Come sempre,
si controlla il tutto attraverso il pomello
iDrive. Presenti i controlli gestuali.
3. Il sistema multimediale prevede
un hard disk da 20 giga, due porte Usb
e connettività Bluetooth e wi-fi

1
2

3
Al netto del pomello del cambio
di cristallo, che è un optional, la BMW
ha riprogettato il cluster centrale,
aggiungendo i (tanti) comandi utili
ad assecondare le inaudite doti
fuoristradistiche (come, per esempio,
quelli per regolare l'altezza
da terra, nel caso l'auto sia dotata
di sospensioni pneumatiche).
Rivista anche la plancetta
della climatizzazione

NOVEMBRE 2018
Di serie ci sono le sospensioni
a controllo elettronico (tranne che per
la M50d); disponibili come optional
quelle pneumatiche. In modalità
Sport o a velocità superiori a 138
km/h, l'assetto si abbassa di 20 mm;
per caricare, può scendere di 40 mm;
in of-road si può alzare di 40 mm.
Le sospensioni anteriori sono
a quadrilatero articolato; dietro c'è
un multilink a cinque bracci.

CON IL PACCHETTO OFF-ROAD


ORA PUÒ ANDARE
DAVVERO DAPPERTUTTO
che ne innerva le inusitate ambizioni ex- rà la rivoluzione elettronica all'interno. La con fondo arancione che ha fatto la storia
tra asfalto, dalle sospensioni pneumatiche plancia e i suoi componenti, comprese la lo- della BMW. Il cockpit è ora completamente
(che consentono di regolare a piacere l'al- gica di controllo e la grafica dell'iDrive, sono digitale e configurabile a piacimento. Ovvia-
tezza da terra) ai quattro settaggi secondo stati completamente riprogettati, per ga- mente, la dotazione di sistemi elettronici di
il terreno da afrontare, oltre all'hill descent rantire servizi di connettività e funzionalità ausilio alla guida è allo stato dell'arte: i tec-
control. Anche qui, un percorso fuoristrada varie in linea con le ambizioni moderniste nici bavaresi ammettono che non siamo an-
decisamente intenso ha evidenziato capa- del modello (fanno il loro debutto gli aggior- cora al livello 3 della scala d'automazione,
cità a livello delle 4x4 più specializzate sulla namenti over the air, sull'esempio Tesla). ma la tecnologia c'è tutta. I prezzi, infine: si
materia, Land Rover su tutte. Detto che mol- Cambia anche la strumentazione (e sarà parte dai 72 mila euro e spiccioli della 30d
to probabilmente il cliente tipo della BMW un colpo al cuore per i biemmevuisti di an- in versione Business (dagli equipaggiamen-
eviterà di sperimentare davvero tali poten- tica data), che abbandona la classicissima ti di serie decisamente completi) per arriva-
zialità, è altrettanto probabile che apprezze- impostazione a doppio strumento circolare re ai 97.500 della M50d.

A richiesta, è disponibile
un pacchetto of-road che prevede,
oltre a una mappatura speciale
della centralina, le sospensioni
pneumatiche, un diferenziale
posteriore dedicato, protezioni
al sottoscocca e quattro diverse
modalità di marcia selezionabili
attraverso il comando sulla plancia.
© Riproduzione riservata

Disponibili l'inclinometro
e un sistema di telecamere a 360°

NOVEMBRE 2018 181


AUTONOTIZIE BMW

VUOLE RESTARE
LA REGINA
di Andrea Stassano • foto di Alberto Dedè

E
ra attesa. Da tutti. Però l'ultima pare alla tedesca, peraltro con buone armi, risiede nel rigonfiamento che attraversa la
generazione della Serie 3, la lo scettro europeo del segmento. Ora la Se- porta e il parafango posteriore. La coda sa-
settima dall'esordio del modello rie 3 compie un ulteriore passo avanti, per gomata, infine, è il frutto di uno studio aero-
nel 1975, ha dovuto paziente- mantenere il trono. Senza tradire se stessa. dinamico: forse, però, le luci orizzontali ne
mente mettersi in fila, aspettan- Il design è stato aggiornato, cosa evi- rappresentano la parte meno originale.
do il suo turno. Perché, negli ultimi mesi, la dente nel frontale (anzi, nei frontali, perché
BMW ha sfornato modelli come caramelle: cambiano secondo la versione: Luxury o l'M UN SALTO ALL'INTERNO
X4, X5, Z4, Serie 8 e X7 (della quale parliamo Sport di queste pagine) e in coda. E la taglia Spazzata via l'impostazione attuale, or-
nel riquadro di pag. 185). Ma ora il lancio è lievitata, anche in conseguenza dell'ado- mai un po' datata rispetto alla concorrenza,
commerciale del modello è stato fissato: 9 zione della piattaforma Clar, riservata alle l'abitacolo si presenta moderno e hi-tech,
marzo 2019. E se il pubblico ha potuto am- BMW grandi. Ma se la tre volumi si è allun- grazie anche ai comandi disposti in isole or-
mirarlo per la prima volta al Salone di Parigi, gata, allargata e vanta un passo maggiorato dinate. L'efetto scenico è massimo nel caso
noi c'eravamo già portati avanti, con un in- (rispettivamente, di 8,5, 1,6 e 4,1 cm), non del Live cockpit professional, di serie sulle
timo rendez-vous a pochi giorni dal bagno ha rinnegato le sue proporzioni. Il cofano versioni top: quadro digitale da 12,3" e mo-
di folla collettivo. Così possiamo raccontarvi lungo resta una certezza, assieme all'abita- nitor touch da 10,25" (altrimenti ci sono gli
per filo e per segno com'è cambiata la ber- colo arretrato e al padiglione sfuggente: il strumenti analogici con display e lo schermo
lina media sportiva strategica per la BMW e primo, anzi, risulta meglio raccordato al vo- da 8,8"). Il nuovo sistema operativo 7.0 sarà
di riferimento per la categoria. E non ce ne litivo doppio rene e ai gruppi ottici, che sono integrato dall'Intelligent personal assistant,
voglia l'Alfa Giulia, che in questi due anni e full Led di serie o, in opzione, adattivi e La- aggiornabile e in grado di rispondere a do-
poco più ha cercato in tutti i modi di strap- serlight. Un altro punto saliente dello stile mande e fornire informazioni sull'auto.

182 NOVEMBRE 2018


Stephan Horn, product manager
della Serie 3, ci mostra quanto
è cambiato l'abitacolo: forse
era proprio questa l'area che
richiedeva i maggiori interventi.
L'esemplare, in allestimento
M Sport, mostra un fascione
specifico con ampie prese d'aria

NOVEMBRE 2018 183


AUTONOTIZIE BMW

SI ALLUNGA SENZA PERDERE


LE PROPORZIONI.
E LE FIANCATE SONO PIÙ MODELLATE

L'interno muta aspetto. Da destra,


in senso orario: i comandi sul tunnel
sono stati ridisegnati (a partire
dal piccolo selettore del cambio
automatico) e incorniciati; invece
che con l'interruttore, il quadro luci
si attiva tramite tasti; i sedili sono
avvolgenti e la posizione di guida è, al
solito, semidistesa; d'efetto il quadro
digitale da 12,3" con lo schermo
da 10,25" (touch, ma gestibile pure
tramite la rotella dell'iDrive)

184 NOVEMBRE 2018


DEBUTTO A MARZO PER LA X7

L'AMMIRAGLIA
ANTI-RANGE
L’anno, per la BMW, si chiude con il
botto. Abbiamo infatti visto in anteprima
pure la X7, un gigante lungo cinque metri
e quindici centimetri, con tre metri e dieci
di passo. La super Suv ospiterà come in
first class sette persone in configurazione
standard (che in opzione diventa a sei
posti). Il lancio è previsto per il marzo
2019 e l'obiettivo è quello di conquistare,
in particolare, i mercati nordamericano
e cinese, vincendo la concorrenza
di Mercedes GLS e Range Rover. Oltre ai
materiali di pregio, la X7 si distingue per
i comandi elettrici con cui si gestiscono
tutti i sedili, nonché per il climatizzatore
a cinque zone. Realizzata sul pianale Clar
modificato, ha sospensioni ad aria
di serie e assetto regolabile, ottimo anche
per l'of-road. La trazione è 4x4, il cambio
automatico a otto marce. I motori per
l'Europa sono tutti 3.0 sei cilindri in linea:
Stephan Horn (sulla destra) ci sia il benzina 40i sia i diesel 30d e M50d,
spiega che la linea del tetto con potenze da 265 e 400 CV. La vettura
è stata adattata alla lunghezza, ma disporrà di una guida autonoma di livello 2
l'altezza del corpo vettura (1,442 m) nel Vecchio Continente e, grazie a norme
è cresciuta di un solo millimetro più evolute, di livello 3 negli Usa e in Cina.
L'abitabilità è buona e lo spazio sopra la lo smorzamento variabile in funzione della
testa non manca, mentre quello per le gam- corsa delle molle. Due i cambi: un manuale
be di chi sta dietro dovrebbe rimanere qua- a sei marce e l'automatico Steptronic a otto
si invariato, così come la capacità del baga- rapporti per le versioni più potenti.
gliaio (480 litri). I centimetri in surplus sono Motori al lancio: benzina 2.0 quattro ci-
stati infatti utilizzati soprattutto davanti, per lindri da 184 e 258 CV; diesel 2.0 litri da
le strutture anti-crash. Tra i sistemi di assi- 150 e 190 CV (anche xDrive), oltre al sei in
stenza alla guida, è prevista di serie anche linea 3.0 da 265. E, dall'estate 2019, sarà
la frenata automatica in città (con rileva- disponibile anche l'ibrido plug-in.
mento pedoni e ciclisti), mentre il Driving as-
sistant professional aiuta il driver su strade
strette e in presenza di lavori; attiva pure un
input per evitare collisioni laterali. Il Parking
assistant, invece, comprende l'inedita fun-
zione Reversing, che conduce l'auto in retro-
marcia fino a 50 metri lungo la stessa linea
appena percorsa in direzione opposta.

TRE TIPI DI SOSPENSIONE


Nonostante l'aumento di taglia, la tede-
sca pesa fino a 55 chili meno della prece-
dente, con l'ottimale distribuzione dei pesi
50-50. La priorità, infatti, è stata data anco-
© Riproduzione riservata

ra una volta alle doti dinamiche, precisione


e agilità in primis, senza penalizzare il con-
fort. A questo scopo, sono tre i tipi di so-
spensioni oferti: le standard, le opzionali M
Sport e l'Adaptive M con ammortizzatori a
controllo elettronico. Già le prime prevedono

NOVEMBRE 2018 185


AUTONOTIZIE T-CROSS

È LUI CHE DEVE


VENDERLA
Felix Kaschuetzke
è responsabile
del dipartimento
sales and marketing
della linea Small
della Volkswagen,
cioè le vetture
di fascia B, costruite
sulla piattaforma
Mqb A0, come la Polo
e come la T-Cross,
sul mercato in aprile

Con il gesto delle mani, il capo


del marketing delle Volkswagen
di fascia Small sottolinea la taglia
compatta della neonata T-Cross.
Per ora il quinto, e più piccolo,
modello della gamma a ruote alte:
al di sotto, in ordine crescente,
di T-Roc, Tiguan, Tiguan Allspace
e Touareg. Gli attuali confini
di Suv e crossover del marchio,
però, sono destinati ad ampliarsi

186 NOVEMBRE 2018


TIGUAN
TASCABILE
Il più piccolo modello a ruote alte nella gamma Volkswagen ha l'aria
da vera Suv, con echi della sorella medio-grande, ma taglia poco sopra
i quattro metri e trazione anteriore. Le sue armi? Versatilità e dotazioni
di Roberto Lo Vecchio • foto di Alberto Dedè

È
pronta ad arrivare, sotto le inse- aiutandoci a inquadrarla. «Punto di arrivo, da, nessuna decisione in tal senso è stata
gne Volkswagen, l'ultima (nel dopo la T-Roc, nella linea Suv di casa? Non presa, ma andrei cauto ad attribuire alla T-
senso di più recente, non di de- saprei. Noi investighiamo tutte le pieghe del Cross la parola definitiva nell'ampliamento
finitiva) Suv a vocazione prima- mercato. A oggi non abbiamo alcun prodot- della gamma».
riamente urbana. La più piccola to nell'ultra-small (cioè, un gradino sotto Allora diciamo che la versione a ruote al-
della gamma. Finora. Perché non è detto che questa T-Cross, ndr). Auto come la Suzuki te derivata dalla Polo mette il punto al 25
ci si fermi qui. Parola di Felix Kaschuetzke, Ignis sono la prova concreta, però, che il for- ottobre 2018, data del lancio, in attesa
marketing and sales gamma Small, che ci ha mato a ruote alte può funzionare anche in dell'arrivo nelle concessionarie ad aprile del
accompagnati alla scoperta della T-Cross, quel settore. Non dico che sia la nostra stra- prossimo anno. Con quattro metri e 11

NOVEMBRE 2018 187


AUTONOTIZIE T-CROSS

Bella la presenza su strada della


T-Cross, che, nonostante la mancanza
di una versione integrale, mostra
un aspetto più Suv di quello
della T-Roc. Distinguendosi,
così, sia da quest'ultima sia
dalla Polo, con cui divide il pianale
(e che richiama soltanto
nella doppia nervatura laterale).
Al debutto il nome per esteso
nel centro del portellone

centimetri, costituisce il punto più in bas- linee di prodotto potrebbe aggirarsi sui mil- zione peraltro tipica del target di riferimento.
so sulla scala dimensionale toccato dall'of- le euro. Una maggiore spesa che va giusti- A Wolfsburg nella T-Cross credono molto,
ferta Volkswagen di Suv e crossover. ficata anche sul piano razionale, al di là del- tanto da ritenere che possa erodere parte
le preferenze di pancia per una carrozzeria delle vendite non soltanto della Polo, ma del-
CHE COSA OFFRE DI PIÙ più à la page. Lasciamolo fare al responsa- la stessa Golf, perlomeno fino all'arrivo, nel
Piccola lo è, ma è pure in grado di ofrire, bile di vendite e marketing. «In dimensioni corso del 2019 dell'ottava generazione del-
tramite soluzioni come il divano posteriore di poco maggiori – cinque centimetri in lun- la compatta. «Nella sola Europa ci aspettia-
scorrevole, una flessibilità che la rende ghezza, 11 in altezza –, quindi in una taglia mo 150 mila unità l'anno», sottolinea Ka-
adatta anche a giovani famiglie. È questo – che rende la ricerca del parcheggio in città schuetzke. Ma la piattaforma si ripaga su vo-
nuclei familiari da poco formati, magari con relativamente facile», dice Kaschuetzke, «la lumi maggiori: la T-Cross avrà sorelle quasi
un bimbo piccolo, e non i single – il target T-Cross ofre praticità e versatilità in abbon- gemelle (otto centimetri più lunghe e un po'
primario della T-Cross, precisa Kaschuetzke. danza: il bagagliaio è 34 litri più capiente di diverse nel muso e nella coda) in Cina e in
Un'auto meno modaiola della T-Roc, più quello della Polo, per 385 totali (come una Sud America, mentre la versione europea,
concreta, mirata alla sostanza, a un prezzo Golf, ndr), ma i sedili posteriori scorrevoli, di prodotta a Pamplona (Spagna), finirà pure in
d'attacco che, in Germania, sarà inferiore a 14 centimetri, permettono di ampliarlo fino Sudafrica e Australia.
18 mila euro (da noi, probabilmente, appena a 455 (più di una T-Roc, ndr). Inoltre, a par- I motori sono mutuati dalla Polo: dal tre
sopra, per via di allestimenti più ricchi già da tire dall'allestimento intermedio, lo schiena- cilindri 1.0 TFSI da 95 e 115 CV al quattro
quello base). Dunque, considerato che la Po- le del passeggero anteriore è ribaltabile, per cilindri diesel 1.6 da 95, abbinati a cambi
lo, con la quale condivide il pianale Mqb A0, trasportare oggetti lunghi». Intendiamoci, manuali o Dsg. Da fine 2019 si aggiungerà
nella versione d'ingresso paragonabile – va- quando il divano è portato tutto avanti non il TDI 1.6 da 150 CV, unicamente con Dsg.
le a dire con motore 1.0 TFSI da 95 CV – co- c'è più spazio per le gambe, al massimo vi si Tre gli allestimenti, piuttosto ricchi: di serie
sta 17.350 euro, il diferenziale tra le due può collocare un seggiolino da bebè. Situa- su tutti, tra l'altro, front e lane assist.

188 NOVEMBRE 2018


Sopra, da sinistra, dettagli del design
della T-Cross: cerchi di lega di foggia
rainata, luci posteriori a Led
moderne nel linguaggio grafico
e volumetrico, luci diurne
anteriori, anch'esse a Led, che si
prolungano visivamente nel
listello cromato della calandra.
A destra, Kaschuetzke mostra
i sedili posteriori scorrevoli

IN FONDO È UNA POLO RIALZATA,


MA PARE TUTT'ALTRA MACCHINA

A sinistra, il sistema opzionale con


schermo touch da 8,8" (di serie è da
6,5") e strumentazione digitale Active
© Riproduzione riservata

info display (anch'essa a richiesta),


che permette di visualizzare pure
la navigazione a tutto schermo
oppure al centro, tra gli strumenti.
Qui sopra, dettaglio delle posizioni
del cambio automatico, illuminate
sul pomello del selettore

NOVEMBRE 2018 189


AUTONOTIZIE MERCEDES

TRATTAMENTO
ANTI-RUGHE
Superfici levigate e profilo ailato rendono più giovanile la terza
generazione della Classe B. Una vocazione decisamente ribadita dal potente
diesel, abbinato a un inedito cambio doppia frizione a otto marce
di Roberto Lo Vecchio

L
a domanda è: ma la Classe B è che gli anziani devono sottostare all'impe- prole nel fiore dei loro anni. E se alla fine la
un'auto da vecchi? Perché non rativo di sembrare perennemente giovani e useranno i nonni lo stesso, beh, quantome-
c'è dubbio che il passato non pure i prodotti utilizzati dalla terza età non no ci porteranno in giro i nipotini. In fondo,
giochi esattamente a suo favore, possono ritrovarsi appiccicata addosso l'e- quel che conta è lo spirito.
con un'età media degli acqui- tichetta di "vecchio". Sarà per questo che i
renti superiore a quella di altri modelli della primi trailer commerciali della rinnovata ESORDIO IN TANDEM
Stella nella medesima fascia di prezzo. E se Classe B – sì, la Mercedes ha deciso di rifare Dunque, la cura ringiovanente della Clas-
è vero che in sé non ci sarebbe nulla di ma- la sua monovolume, e non era scontato – la se B di terza generazione prende il via da
le nel proporsi come macchina "elderly- ritraggono con a bordo, sui sedili posteriori, una vocazione più dinamica della preceden-
friendly", con facilità d'accesso, abitacolo lu- due bambini: come dire, il target naturale te, che a livello estetico si articola nella linea
minoso e ottima visibilità, è altrettanto vero non sono gli "empty nester", i genitori rima- ribassata del tetto, negli sbalzi corti, nelle
che, in un'era ossessivamente narcisista, an- sti ormai senza figli, ma le famigliole con spalle muscolose, ma non "palestrate", e nei

190 NOVEMBRE 2018


LA GAMMA

AL LANCIO NEPPURE UN CAMBIO MANUALE


Due motorizzazioni a benzina e tre Versione Alimentazione Cilindrata Potenza (CV) Coppia (Nm) Cambio (marce)
diesel costituiscono il ventaglio
di oferta della Classe B al lancio, fissato B 180 benzina 1.3 136 200 7G-Dct (7)
per il febbraio 2019. In realtà i diesel
sono due, il 1.500 da 116 CV, che già B 200 benzina 1.3 163 250 7G-Dct (7)
equipaggia la Classe A, e un nuovo 2 litri
proposto in due livelli di potenza, 150 B 180 d gasolio 1.5 116 260 7G-Dct (7)
e 190 CV, e abbinato a una trasmissione
altrettanto inedita: un doppia frizione B 200 d gasolio 2.0 150 320 8G-Dct (8)
a otto marce. A proposito, al debutto
l'intera gamma è dotata esclusivamente B 220 d gasolio 2.0 190 400 8G-Dct (8)
di cambi automatici: un segno dei tempi.

Profilo a cuneo, muso verticale,


grandi vetrate e lamiere lisce
caratterizzano la nuova Classe B
(immagini a sinistra e sotto),
che abbandona le marcate
nervature sulla fiancata
distintive del modello uscente

cerchi più grandi (partono sempre da 16


pollici, ma adesso arrivano a 19"). Sottopel-
le, poi, è sottolineata dall'adozione del nuo-
vo potente 2 litri diesel, in configurazione da
150 e da 190 CV, entrambi accoppiati a un
inedito cambio doppia frizione a otto rap-
porti, che va ad aiancare il sette marce of-
ferto in abbinamento alle motorizzazioni a
benzina e all'1.5 diesel da 116 CV (vedere
la tabella in alto). Il nuovo due litri, invece,
con basamento di alluminio, è lo stesso del-
la Classe E, modificato per l'installazione

NOVEMBRE 2018 191


AUTONOTIZIE MERCEDES

La coda, arrotondata
e sormontata da sottili luci a Led,
è tra le parti meglio riuscite
della nuova Classe B. Nella pagina
a fianco, gli interni: in buona
parte condivisi con la Classe A,
ofrono però una seduta più alta

trasversale. L'ampliamento del sistema di


post-trattamento dei gas di scarico con ca-
talizzatore Scr permette di certificarlo già
secondo la normativa Euro 6d, che entrerà
in vigore nel 2020.
Come sulla Classe A, con cui condivide la
piattaforma, la B impiega al retrotreno il
semplice ed economico schema a ponte tor-
cente sulle configurazioni meno potenti e un
più sofisticato sistema a quattro bracci sul-
le motorizzazioni top e in abbinamento agli
assetti opzionali, come il Dynamic select, che
aggiusta continuamente la rigidità degli
ammortizzatori di ogni singola ruota in fun-
zione dell'aderenza e dello stile di guida.

SEDUTA PANORAMICA LA NUOVA SERIE FISSA IL CX


A livello di architettura, rimane l'imposta- A 0,24, RITOCCANDO IL PROPRIO
zione da monovolume, con tanto spazio per PRECEDENTE RECORD DI 0,25
teste e spalle degli occupanti. La linea di cin-
tura più bassa che sul modello uscente fa- inoltre, siede nove centimetri più in alto ri- novità a rilascio ritardato: saranno disponi-
vorisce un rapporto lamiere-vetrate meno spetto alla Classe A. Ciò, unito alla sezione bili soltanto da metà del prossimo anno.
sfavorevole alle seconde rispetto a quanto ottimizzata dei montanti, regala un'ottima
avviene nella gran parte delle auto in circo- visuale a 360°. Per la prima volta, poi, arri- IL POSTEGGIO LO TROVA LEI
lazione. Una caratteristica che in qualche vano i sedili con funzione massaggio (do- Ormai lo abbiamo descritto in più occa-
modo richiama la leggerezza e la luminosità vessero mai prenderla a prestito i nonni, po- sioni, ma il quadro della nuova Classe B non
dei padiglioni delle macchine degli anni 60. tranno così alleviare gli eventuali dolori ar- sarebbe completo senza spendere due pa-
L'abitabilità non è una mera impressione, ma tritici). E c'è pure un'altra caratteristica vota- role sul sistema d'infotainment Mbux, la
è confermata dai numeri: il passo è cresciu- ta alla versatilità: i sedili posteriori scorrevo- cui manifestazione visiva più spettacolare è
to e tocca ora la ragguardevole soglia dei li di 14 centimetri, che portano la capacità data dalla videata unica sospesa sulla plan-
due metri e 73 centimetri. Il conducente, del bagagliaio da 455 a 705 litri. Ma è una cia (in realtà, si tratta di due schermi aian-

192 NOVEMBRE 2018


AMG A 35 4MATIC

EMOZIONI
DI BASE
L'inedita Mercedes-AMG A 35 4Matic
rappresenta il ticket d'ingresso nel mondo
emozionale di Afalterbach: sviluppata
assieme a quella che sarà la futura nuova
A 45 4Matic, ne ripropone lo spirito
un gradino più sotto. A equipaggiarla
è un quattro cilindri 2.0 sovralimentato
(il twin-scroll combina la reattività ai bassi
regimi con l'incremento di potenza agli
alti) che eroga 306 CV e 400 Nm di coppia,
scaricandoli a terra tramite il cambio
a doppia frizione Speedshift Dct 7G e la
trazione integrale Performance 4matic.
Molteplici le possibilità di settaggio
di sospensioni e parametri di guida.
cati, uno per la strumentazione, l'altro per possono condividere informazioni sulla di-
navigazione e multimedia; entrambi, nelle sponibilità di posti in un parcheggio o in una
versioni più ricche, da 10,25 pollici) e la determinata via con altre automobili di
cui modalità operativa più versatile è il con- Stoccarda che siano appena transitate da lì.
trollo vocale "Hey Mercedes". Basato su un Quasi scontata, infine, l'abbondanza di Adas,
© Riproduzione riservata

software di riconoscimento della voce natu- tra cui l'assistente attivo alla regolazione
rale, permette d'impartire comandi senza della distanza Distronic, che aiuta il guida-
dover impiegare formule fisse e predeter- tore riducendo automaticamente la velocità
minate. L'Mbux ha anche aperto la strada in prossimità d'incroci e rotatorie.
all'utilizzo di una serie di applicazioni sotto La Classe B è ordinabile da dicembre e
l'etichetta di "Mercedes me": per esempio, si sarà negli autosaloni a febbraio.

NOVEMBRE 2018 193


AUTONOTIZIE HYUNDAI

N COME "NO SUV"


i

di Davide Comunello

I
l tempo delle carrozzerie tradizionali namica a tutto tondo. Anche la cascading 19" con pinze rosse, il diferenziale elettro-
non è finito, anzi. Continueranno ad grille ha ricevuto il trattamento N, mentre i nico a slittamento limitato e il doppio sca-
avere un pubblico, nonostante l'inva- cerchi di lega da 18" si accompagnano alle rico con valvola di bypass. «Nel segmento
sione delle Suv. Di più: rinasceranno. modanature inferiori di colore scuro. Il con- C», osserva Bürkle, «il design è ormai
Ne è convinto Thomas Bürkle, re- cetto viene riproposto pure all'interno, a li- ostentato, quasi cartoon. Con la Fastback,
sponsabile del centro stile europeo della vello del nuovo volante, delle impunture dei abbiamo voluto creare qualcosa di diverso,
Hyundai, incontrato all'anteprima della i30 sedili e dell'infotainment con settaggi spe- di sofisticato, capace d'emozionare. La ver-
Fastback N: un oggetto speciale, anzi cifici. I muscoli veri e propri, però, arrivano sione N è, a sua volta, una vettura speciale:
un'autentica rarità, visto che si tratta della dal 2.0 T-GDi a benzina da 250 cavalli e è elegante e ha ambizioni prestazionali, ma
variante sportiva dell'unica coupé a cinque 353 Nm di coppia (378 con la funzione resta un'auto pratica, adatta a una piccola
porte di segmento C. Almeno fino all'arrivo overboost), abbinato al cambio manuale a famiglia. Il bagagliaio (450 litri dichiarati,
sul mercato della cugina Kia ProCeed, un sei marce e alla trazione anteriore: è lo ndr) può tranquillamente ospitare un pas-
po' coupé e un po' shooting brake. stesso powertrain della i30 N, qui accredi- seggino». E le Suv? «Continueranno a cre-
La i30 Fastback N, sorella dell'i30 N tato di una velocità massima di 250 km/h scere, certo, ma c'è chi vuole altro. Le
hatchback, si "legge" a partire dal posterio- e di un'accelerazione da 0 a 100 in 6,4 se- hatchback non spariranno: sono adatte al-
re: è proprio lì, infatti, che si concentra la condi, che scendono a 6,1 con il pacchetto le esigenze quotidiane, senza contare che
sua unicità, nel lunotto inclinato e nello Performance. Oltre a portare i cavalli a quo- costituiscono la miglior soluzione sul fronte
spoiler, diventato ora un'appendice aerodi- ta 275, l'optional introduce pure i cerchi da di consumi ed emissioni».

Per Thomas Bürkle


(qui a lato), le Hyundai
del futuro s'ispireranno
alla concept Fil Rouge,
svelata a Ginevra 2018:
«Quindi vedremo in
produzione i proiettori
integrati nella calandra,
il profilo basso e
sportivo, i cerchi grandi
e gli interni dall'aria
hi-tech». Più a destra,
la i30 Fastback N

STRATEGIE

EV, OBIETTIVO LONG RANGE


«Finora con la Ioniq e con un'auto ad alte prestazioni e ampia
la Kona abbiamo realizzato vetture autonomia, con un target di circa
elettriche su piattaforme nate 700 km dichiarati. L'aumento delle
anche o soprattutto per altri percorrenze sarà reso possibile dai
impieghi, ma non sarà sempre progressi nella ricerca sulle batterie
così». A dirlo è Ki-San Lee, direttore allo stato solido, al litio-zolfo
dell'R&D della Hyundai, che e al metallo-aria, tutte con densità
annuncia un pianale dedicato superiori a quelle al litio-ioni. La
per veicoli a batteria dal 2020. Casa coreana, intanto, continuerà
Altamente flessibile, servirà per a sviluppare anche l'ibrido plug-in,
l'intera gamma a zero emissioni: da estendere a tutti i segmenti, e le
su di esso nel 2021 nascerà anche fuel cell, destinate ai veicoli grandi.

194 NOVEMBRE 2018


SPORTIVA, MA MOLTO PRATICA,
È DAVVERO ADATTA
ALLE ESIGENZE DI UNA FAMIGLIA
Thomas Bürkle - direttore stile Hyundai Europe

KIA PROCEED

LA COMPATTA SI FA SHOOTING BRAKE


E chi l'ha detto che la compatta variante della gamma Ceed, dopo
debba essere sempre uguale? La hatchback e station. E abbinerà
Kia no di certo, visto che propone un design originale alla versatilità
la ProCeed (foto), filante shooting d'uso (il bagagliaio è da 594 litri).
brake cui fece da vetrina la concept Costruita sulla stessa piattaforma
vista al Salone di Francoforte del K2 delle sorelle, la ProCeed è lunga
© Riproduzione riservata

2017. In realtà, nella seconda serie 4,61 metri e alta appena 1,42.
c'era già stata una pro_cee'd, Motori: 1.0 T-GDI da 120 CV,
ma a tre porte. Ora, invece, il nuovo 1.4 T-GDI da 140, 1.6 T-GDI
modello, che sarà lanciato nella da 204 e diesel 1.6 CRDi da 136.
sola Europa nella prima parte Cambi manuali a sei marce
del 2019, rappresenterà la terza e doppia frizione a sette.

NOVEMBRE 2018 195


AUTONOTIZIE FLASH

RINCORSA AL DRAGONE
Negli ultimi anni la Cina ha conquistato il dominio assoluto
nella produzione di batterie per auto alla spina. E l'Europa? È il fanalino
di coda e sta cercando faticosamente di recuperare il terreno perduto

C
ina primo mercato al mondo
per richiesta di auto elettriche. Tanto
da avere assorbito, nel 2017, circa
la metà delle vendite globali. Non stupisce,
quindi, che tutte le Case facciano a gara 0 20 40 60 80 100 120 140 160 180 200 220
per lanciare nuovi modelli EV nel Paese
del Dragone. Il colosso asiatico, però,
è pure al top nel ruolo di produttore
di batterie agli ioni di litio, che fornisce poi
anche ad altri mercati. Una posizione
di predominio ben evidenziata nel grafico
a lato di fonte Bloomberg, che esprime
la classifica della produzione planetaria,
pianificata e attuale, espressa in GWh.
RUSSIA
Proprio quel "pianificata" spiega il secondo
posto degli Usa davanti a Corea del Sud
e Giappone; e determinante, per l'efettivo EUROPA
sorpasso, sarà poi l'inizio dell'attività
della Gigafactory 1 della Tesla, ancora
in costruzione. Ma ciò che colpisce di più GIAPPONE
è il ruolo marginale dell'Europa, partita in
ritardo e ora in fase di rincorsa. E a Bruxelles COREA
stanno pensando di permettere aiuti di stato DEL SUD
per la ricerca, oltre a ofrire ingenti risorse
per la produzione di batterie in siti
STATI UNITI
continentali. Perché il futuro sarà elettrico.
E come Carlos Ghosn, ceo Renault-Nissan-
Mitsubishi, ha detto al Salone di Parigi, CINA
l'industria «non può continuare a prosperare»
a meno che non crei capacità proprie. Principale produzione pianificata e attuale di batterie agli ioni di litio (in GWh)

RENAULT K-ZE

PARTIRÀ DA PECHINO LA SUV ELETTRICA


Nel prologo della vetrina di Parigi,
la Renault ha svelato un'anticipazione
del suo piano di mobilità eco: la concept
K-ZE, una Suv di segmento A, full electric,
destinata nel 2019 in primis al mercato
cinese. Non è escluso che in futuro possa
arrivare altrove, grazie anche al design
giovane e urban. La base tecnica sarebbe
in comune con la Kwid a trazione
anteriore. Non molti i dettagli resi noti,
se non l'autonomia di 250 km (ciclo Nedc)
e la possibilità di ricarica alla presa di
casa o pubblica. È stato pure annunciato
l'arrivo nel 2020 di una versione ibrida
della nuova Clio e di una plug-in
della Mégane e della prossima Captur.

196 NOVEMBRE 2018


Cambia aspetto la versione RS
della Kodiaq, con elementi dedicati:
fascioni, dettagli in nero lucido,
cerchi da 20" con freni da 17"
e, all'interno (sotto), sedili rivestiti di
Alcantara e il Virtual cockpit sportivo

RS A RUOTE ALTE
La Skoda Kodiaq in abito sportivo apre a prestazioni
di livello superiore grazie al motore 2.0 TDI da 240 CV,
alla trazione integrale e all'assetto regolabile di serie

P
rima Suv della Skoda con la sigla RS, da 240 CV e 500 Nm. A mettere a terra
la Kodiaq punta così a ritagliarsi tutto questo bendidio ci pensano
una nicchia in alto. E lo fa con la trazione integrale (con bloccaggio
una versione ad hoc, per quanto riguarda elettronico del diferenziale), coadiuvata dal
la parte estetica e tecnica. Niente a che cambio Dsg a sette marce. E non mancano,
vedere con la Kodiaq GT, nella foto a destra, di serie, la regolazione adattiva dell'assetto
la variante coupé riservata in esclusiva Dcc (con sei programmi di guida) e lo sterzo
al mercato cinese. La Kodiaq RS, invece, progressivo. All'esterno, paraurti specifici,
La Kodiaq GT, variante sportiva
è un mix tra le doti di spaziosità note calandra, specchi, profili dei vetri e barre della Suv ceca, è destinata alla Cina.
del modello, il look grintoso e le prestazioni sono in nero lucido. E, per la prima volta, Avrà il 2.0 TSI da 186 CV a trazione
assicurate dal possente 2.0 TDI biturbo una Skoda monta di serie cerchi da 20". anteriore e il 2.0 da 220 CV 4x4

PANAMERA GTS AUDI SQ2

CHE SPRINT DAL V8 LA CARICA DEI 300 CV


Si allarga la famiglia della abbinato al telaio di serie Eccola la versione top di Eccellenti le prestazioni: 0-100
Panamera con la versione GTS, con sospensioni pneumatiche gamma dell'Audi Q2: è la SQ2, in 4,8 secondi e 250 orari di
disponibile per la berlina a tre camere. In linea con le che si distingue per l'estetica, velocità. Il modello, che dispone
(nella foto) e la Sport Turismo. aspettative le prestazioni: 4,1 gli interni ad hoc e il 2.0 TFSI della trazione integrale quattro,
Nel cofano si trova il V8 4.0 secondi per lo 0-100, mentre da 300 CV, abbinato al cambio vanta sospensioni sportive
biturbo da 460 CV e 620 Nm, la berlina tocca i 292 km/h. S tronic a doppia frizione. ribassate di 20 millimetri.

NOVEMBRE 2018 197


07 08 09
MONZARALLYSHOW.IT DICEMBRE
OFFICIAL SPONSOR INSTITUTIONAL PARTNER CONTENT PARTNER MEDIA PARTNER
NUMERI • GUIDA ALL'ACQUISTO • MONDO DEALER

BUSINESS

COSÌ SU BASE
ANNUA
+0,89%
Per le tarife Rc auto
Nel grafico
Q-INDEX INFLAZIONE il dato è lo stesso
registrato ad agosto l'andamento
del Q-Index e dei

PREZZI AI MASSIMI
+10,62% cinque sotto-indici
Doppia cifra per a partire dal mese
i carburanti, che però di gennaio 2014
rallentano la corsa (elaborazione

DAL LUGLIO 2014


Analisi di mercato
+0,77% Quattroruote
Identica variazione su dati Istat
sul mese precedente e Quattroruote
per i listini delle auto Professional).

N 113,2
otizie non proprio positive tornando così su livelli che nella anche se inferiore ai 10,83
per le tasche degli serie storica non si riscontravano di agosto. Tra gli altri sotto indici,
automobilisti. In settembre dal luglio del 2014. A pesare, come da segnalare il rimbalzo mensile Il Q-Index è
l'inflazione di settore ha registrato detto, sono state le tensioni sui delle tarife Rc auto: +0,10 punti composto da cinque
un'impennata, complice il trend prezzi dei carburanti che, in termini dopo una flessione di pari entità sotto-indici: auto
nuove, carburanti,
dei prezzi dei carburanti. Il Q-Index, congiunturali, sono saliti di 0,93 registrata nei due mesi precedenti pedaggi e
l'indice di Quattroruote elaborato punti percentuali, dopo due mesi e il dato invariato di giugno. parcheggi, Rc auto,
con la consulenza metodologica consecutivi con il segno meno. Pressoché stabili i valori evidenziati riparazione
dell'Istat, è salito a 113,2, mezzo La variazione tendenziale è stata per auto nuove e manutenzione. e manutenzione.
punto in più di agosto (112,7), a doppia cifra, cioè 10,62 punti, Fabio De Rossi L’indice (base
2015=100) è stato
135 riparametrato
sul Q-Index
130 (2010=100)
Pedaggi e sul nuovo
125 paniere 2018.

120
Carburanti
115
Q-Index
110 Riparazione
© Riproduzione riservata

105
Auto nuove
100
Rc auto
95
O D N D G F M AM G L A O N D
2014 2015 2016 2017 Settembre 2018

NOVEMBRE 2018 199


BUSINESS VETTURE SOSTITUTIVE

MI FACCIA
LA CORTESIA
I

di Cosimo Murianni

200 NOVEMBRE 2018


AUDI BMW-MINI FCA JAGUAR
Ore minime Ore minime ABARTH LAND ROVER
di intervento di intervento ALFA ROMEO Ore minime
Non dichiarate. Auto Non dichiarate. L'auto FIAT di intervento
di cortesia fino di cortesia viene JEEP L'auto sostitutiva
a un massimo di 5 assegnata per 3 LANCIA viene concessa per
giorni consecutivi giorni più weekend
Ore minime un massimo di 5
e chilometri illimitati concomitante tramite giorni (più eventuale
in caso di ricovero il servizio Mobile care di intervento
Vettura concessa weekend) per vettura
in oicina con il carro in caso d'impossibilità ricoverata con carro
attrezzi dopo aver di proseguire per riparazioni che
superano le 4 ore. attrezzi o per guasto.
chiamato il servizio la marcia. In quest'ultimo caso
mobilità Audi. Durata: 5 anni Per Alfa Romeo Giulia
e Stelvio e i modelli non esiste un limite
dall'immatricolazione. di ore di manodopera.
Proprietà veicolo Jeep non ci sono
Sia del Service Proprietà veicolo limiti. Durata: 36 mesi
partner sia Possono essere dall'immatricolazione.
di proprietà di società del dealer oppure, Proprietà veicolo
Del dealer e, in caso Proprietà veicolo
di noleggio in alcuni casi, Ciascun dealer
convenzionate di un noleggiatore. d'indisponibilità,
reperite preso dispone di courtesy
coinvolte a seconda car da assegnare
Casi eccezionali gli autonoleggi.
delle necessità. ai clienti nei casi
di assegnazione
Casi eccezionali BMW-Mini valuta Casi eccezionali non gestiti tramite
di assegnazione sempre i casi di assegnazione il noleggiatore
A discrezione di prolungamento dei In caso di mancanza Aci Global. Alcune
del dealer della rete tempi di lavorazione di ricambi oppure vetture sono gestite
Audi, che può (indisponibilità d'intervento tecnico direttamente da JLR
decidere ricambio, intervento di diicile soluzione, per casi particolari.
di assegnarla complesso eccetera) può essere concessa
l'auto sostitutiva Casi eccezionali
gratuitamente per la concessione di assegnazione
o a pagamento. dell'auto di cortesia extra regole.
Jaguar Land Rover
fuori dai parametri valuta anche
stabiliti. necessità particolari.

V
i si guasta la macchina ed è a volte, possono sorgere equivoci e incom-
necessario lasciarla qualche prensioni sull'argomento.
giorno in oicina o dal carroz-
ziere? Ecco pronta un'auto so- QUESTIONE DI ORE
stitutiva per il periodo neces- Il parametro numero uno da tenere sem-
sario alle riparazioni. Un servizio che tutti i pre in considerazione, quello che permette
costruttori forniscono e che rappresenta un al cliente di ritirare le chiavi dell'auto di cor-
bel passo in avanti rispetto al passato, tesia, riguarda i tempi di lavorazione. In so-
quando si era obbligati ad arrangiarsi per stanza, il servizio viene erogato solo se le
conto proprio usando la seconda vettura di ore efettive d'intervento, così come stabili-
famiglia oppure chiedendo aiuto a un amico. te dai tempari, superano un minimo stabili-
Ci siamo così abituati a questa comodità che to. Attenzione: sono le ore reali impiegate
la consideriamo, sbagliando, un diritto asso- dal meccanico, non il fermo vettura com-
Spesso le auto sostitutive recano
sulle fiancate anche il nome e il logo luto, dimenticando che l'utilizzo dell'auto- plessivo. Per questa ragione, qualche auto-
del dealer, di dimensioni più o meno mobile di cortesia è vincolato da precise re- mobilista potrebbe vedersi negare il diritto
grandi. Ma molti automobilisti gole contrattuali, che cambiano a seconda semplicemente perché la manodopera pre-
non gradiscono andare in giro
con le scritte sulle porte
della Casa e che è bene conoscere per non vista per il ripristino è inferiore, seppur di
(foto per gentile concessione rischiare d'incorrere in equivoci. Cerchiamo poco, alla soglia limite anche se l'auto, di fat-
di Penske Automotive Italy). di fare un po' di chiarezza e di capire perché, to, sta ferma in oicina per diversi giorni.

NOVEMBRE 2018 201


BUSINESS VETTURE SOSTITUTIVE

MAZDA MERCEDES NISSAN OPEL PSA RENAULT


Ore minime SMART Ore minime Ore minime CITROËN DACIA
di intervento Ore minime di intervento di intervento DS Ore minime
Sei ore per incidente di intervento Quattro ore per La vettura di cortesia PEUGEOT di intervento
e incendio (fino Due ore per visita veicolo giunto sul è prevista in caso Ore minime Tre ore d'intervento
a un massimo in oicina prenotata. carro attrezzi. Negli di traino per guasto di intervento minimo (un'ora per
di 7 giorni); Disponibile anche altri casi e nell'ambito se il lavoro Due ore fino a un l'alto di gamma) fino
6 ore per guasto in caso di panne del programma di ripristino supera massimo di 4 giorni, a un massimo di 3
o danno da tentato o incidente. Durata: Promessa Nissan, le due ore prorogabili in caso giorni (oltre eventuale
furto (massimo 30 anni dalla l'auto di cortesia è di manodopera come di mancanza weekend) per guasto
3 giorni); mancanza targatura, a patto che concessa per non più da tempario Opel di ricambio o diagnosi immobilizzante.
di ricambio, fino l'ultimo intervento di 20 giorni e comunque fino diicoltosa.
a un massimo (esclusi gli interventi a un massimo Proprietà veicolo
sia stato efettuato
di 1 giorno; per furto, di carrozzeria di 4 giorni. Proprietà veicolo Del dealer
presso la rete
fino a un massimo da incidente). Del riparatore o del noleggiatore
della Casa. Proprietà veicolo
di 30 giorni. o del dealer. In alcuni in convenzione
Proprietà veicolo Proprietà veicolo La mobilità viene casi possono essere con il fornitore
Proprietà veicolo Dei dealer (che Della Nissan Italia, erogata da Aci Global noleggiate. dell'assistenza
Del dealer (almeno vengono incentivati) tramite i dealer, per una questione stradale.
una) e a noleggio e, in caso di necessità, oppure di società di capillarità Casi eccezionali
tramite Europ di noleggio. sul territorio. di assegnazione Casi eccezionali
a noleggio.
Assistance. Oltre la garanzia di assegnazione
Casi eccezionali Casi eccezionali Casi eccezionali contrattuale, Auto concessa anche
Casi eccezionali di assegnazione di assegnazione di assegnazione la vettura di cortesia per: ritardo consegna
di assegnazione Valutati di volta Nessuno: vettura Non dichiarati. viene concessa in casi del nuovo; ritardo
L'opportunità viene in volta in concerto sempre concessa particolari, da valutare ricambi Renault;
valutata in qualsiasi dalla Casa con anche in caso di volta in volta. iniziativa servizio
caso in concerto con il dealer, che ha di tagliandi clienti; beneficio
il dealer/riparatore comunque ampia e a prescindere del prodotto
della rete Mazda. autonomia. dalla garanzia. Muoversi sempre.

NONOSTANTE LA BUONA VOLONTÀ


DELLE CASE, NON SEMPRE
LA VETTURA AUSPICATA È DISPONIBILE
Quali sono queste soglie? Si va da un mi- agevolata, grazie a convenzioni. Nella pratica, parare. Può succedere, però, che durante i
nimo di un'ora per alcuni modelli Renault al- tuttavia, ciò avviene molto di rado perché sia picchi d'ingressi in oicina o per problemi
le due ore per Mercedes-Smart, Opel e Seat, i dealer sia i costruttori ofrono una certa ela- nella pianificazione del lavoro la piccola flot-
fino alle sei per la Mazda e, in altri casi, all'in- sticità e sono sempre disponibili a valutare ta di cortesia sia stata tutta assegnata e, per
tera giornata lavorativa. Con alcune eccezio- proroghe in casi di forza maggiore, come per garantire comunque la mobilità al cliente, si
ni: per l'Alfa Romeo Giulia e la Stelvio, così esempio la mancata disponibilità di un ricam- chieda aiuto ai noleggiatori. Quando si veri-
come per i modelli Jeep, la mobilità è sem- bio (vedere il riquadro nella pagina accanto) fica questa situazione, possono insorgere
pre garantita a prescindere dall'intervento; oppure un intervento di diicile risoluzione. due ordini di problemi. Il primo riguarda il
la Jaguar Land Rover e la Subaru non pre- Interessante è anche il dato che riguarda ritiro della vettura, talvolta molto distante
vedono una soglia minima se l'auto è stata la durata del diritto: mentre la maggior par- dal dealer: alcuni lettori di Quattroruote
ricoverata con il carro attrezzi. te delle Case lo lega all'esistenza di una hanno raccontato di essere stati spediti ad-
qualsivoglia garanzia, la Mercedes lo ofre dirittura verso le agenzie di noleggio ubica-
ANCHE 30 GIORNI DI SERVIZIO per 30 anni dall'immatricolazione (a patto di te presso gli aeroporti, con evidenti disagi e
Il secondo parametro da considerare ri- aver fatto l'ultimo tagliando presso la sua perdite di tempo; senza contare che, quando
guarda il tempo massimo d'uso, cioè per rete) e la BMW per cinque. Ma che cosa suc- ciò succede in vacanza, si corre addirittura il
quanto tempo si può utilizzare l'automobile cede se l'automobilista provoca un danno? rischio di rimanere a piedi. La seconda que-
di cortesia in attesa di riavere la propria: si va Se è verso terzi, valgono le regole della Rc stione riguarda il modello dell'auto: alcuni
da un minimo di tre giorni per Seat, Skoda e auto; se si danneggia solo la vettura in uso, contratti, di solito di modelli premium, pre-
Toyota (un weekend in più per BMW-Mini, di solito risarcisce una kasko. In entrambi i vedono che l'auto di cortesia sia analoga a
Renault-Dacia) ai 20 della Nissan (esclusi i casi, però, occhio alle penali da pagare. quella del cliente, altri almeno della stessa
lavori di carrozzeria), fino al record della categoria. Solo in teoria, però: nella pratica
Mazda, che la fornisce fino a 30 giorni in caso IL DISAGIO HA MOLTE FACCE capita che l'utente di una berlina attenda la
di furto. Che cosa succede se il fermo macchi- Detto questo, resta da capire per quale riparazione al volante di una Suv oppure che
na si protrae oltre il tempo limite di utilizzo? motivo, talvolta, l'auto sostitutiva assegnata al proprietario di una multispazio, comprata
In teoria, il cliente dovrebbe consegnare il vei- non sia quella auspicata. Queste vetture di per esigenze familiari, sia assegnata una
colo ricevuto in uso e prenderne un altro a servizio sono, di solito, di proprietà dei dea- compatta due volumi, con i relativi disagi. E
noleggio a sue spese, comunque a tarifa ler presso i quali è ricoverato il mezzo da ri- a volte non ci sono alternative.

202 NOVEMBRE 2018


SEAT SKODA SUBARU SUZUKI TOYOTA VOLKSWAGEN
Ore minime Ore minime Ore minime Ore minime Ore minime Ore minime
di intervento di intervento di intervento di intervento di intervento di intervento
Due ore di riparazione Una giornata Una giornata Non dichiarate. L'auto di cortesia Non dichiarate.
fino a un massimo lavorativa: in caso lavorativa. Se Nell'ambito viene concessa Il diritto all'auto
di 3 giorni (5 giorni di panne, attraverso la vettura viene della polizza di se non è possibile di cortesia si
per Alhambra e Exeo) il Servizio mobilità ricoverata assistenza stradale riparare il veicolo acquisisce in seguito
usufruendo e dopo che la vettura con il carro attrezzi, e in base alle ore in una giornata al ricovero con il carro
del Servizio mobilità. è stata ricoverata la concessione di manodopera lavorativa e fino a un attrezzi presso la rete
presso il service è automatica. necessarie, la vettura massimo di 3 giorni. uiciale attraverso
Proprietà veicolo
Škoda più vicino, di cortesia viene Disponibile il servizio di mobilità.
Se il dealer ne Proprietà veicolo
il cliente ha diritto concessa fino per: guasto, incidente,
possiede, può fornirle, Del noleggiatore Proprietà veicolo
a una vettura a un massimo mancanza
altrimenti vengono tramite l'assitenza Possono essere
sostitutiva fino di 5 giorni. carburante, batteria
prese a noleggio. di Aci Global. del dealer oppure
a un massimo scarica, foratura,
In ogni modo Proprietà veicolo noleggiate di volta
di 3 giorni lavorativi Casi eccezionali perdita chiavi.
la concessione Possono essere in volta, a seconda
consecutivi. di assegnazione
va preautorizzata. sia del dealer Proprietà veicolo delle esigenze.
La Subaru è
Proprietà veicolo sia a noleggio. Il servizio viene
Casi eccezionali disponibile a valutare Casi eccezionali
Sia del dealer erogato
di assegnazione casi eccezionali. Casi eccezionali di assegnazione
sia di noleggiatori. da noleggiatori
Da valutare caso di assegnazione L'opportunità viene
per il tramite
per caso, Casi eccezionali Possibilità concessa concessa
di Europ Assistance.
ma in genere di assegnazione in caso di mancanza a discrezione
disponibile Da valutare caso di ricambi, Casi eccezionali del dealer.
per ricambio per caso. Se c'è per lavorazioni di assegnazione
in ritardo o per disponibilità, il dealer oltre i 5 giorni Viene sempre
problemi che la può concedere o fuori garanzia. valutata la possibilità
riguardano la in caso di ritardo in concerto
sicurezza di marcia. dei ricambi. con il dealer.

CONTRATTEMPI IN OFFICINA

IL LUNGO VIAGGIO DEI RICAMBI


Può succedere che un pezzo di ricambio con maggior frequenza, le cosiddette il fabbisogno delle fabbriche). Peccato
necessario a efettuare una riparazione a movimentazione veloce: fanali, lamierati, che a volte un aumento improvviso
non sia disponibile e per questa ragione radiatori, freni eccetera. Ma tra le migliaia della domanda prosciughi le scorte nei
l'auto debba essere trattenuta in oicina di pezzi che compongono l'auto, ce ne sono depositi e costringa l'utente ad aspettare
per un tempo maggiore rispetto al previsto. anche alcuni che, di solito, non si cambiano addirittura che il pezzo venga prodotto
I motivi? Può dipendere dal fatto che, quasi mai, come per esempio il piantone e spedito, magari dall'altra parte del mondo.
quando l'auto è appena giunta sul mercato, dello sterzo, i sedili, il volante, il serbatoio: Un'eventualità tutt'altro che rara, ma che
l'assortimento dei ricambi nei depositi questi sono i pezzi a movimentazione lenta. per fortuna viene spesso compensata
nazionali non è ancora completo. Capita Siccome c'è bassa richiesta, è inutile dalle Case fornendo vetture di cortesia
così che, in seguito a un incidente, ci si trovi tenerne molti nei magazzini (e produrli oltre al di fuori degli obblighi contrattuali.
costretti ad aspettare settimane
un paraurti o un parafango per la semplice
ragione che il fornitore, impegnato
nel rifornire le linee di assemblaggio,
non ne ha ancora prodotti un numero
suiciente da destinare anche al ricambio.
E i tempi possono dilatarsi di molto se
le fabbriche sono al di fuori dell'Europa,
soprattutto nelle aree asiatiche. Oppure
accade che la vettura rimanga comunque
bloccata anche se è sul mercato da qualche
anno perché, magari, si rompe un pezzo
tra quelli considerati a movimentazione
© Riproduzione riservata

lenta. Che cosa vuol dire? Con l'avvento


della moderna logistica e nell'ottica
di ridurre i costi, i costruttori tendono
a stoccare le parti che, statisticamente,
si romperanno o saranno sostituite

NOVEMBRE 2018 203


BUSINESS CONCESSIONARIE

IL DEALER 1
MARCATA
DIVERSIFICAZIONE
DEL PORTAFOGLIO

CHE VINCE
Non più solo vendita
di auto nuove, ma anche
assistenza, oferta
di servizi finanziari, apertura
di un canale flotte, servizi
di mobilità e, ovviamente,
La crisi del 2008-2014 ha cancellato le aziende più deboli e dato business delle vetture usate.
il via a un processo di concentrazione. Un modello di business che,
secondo Bain & Company, inizia a intaccare anche il potere delle Case
di Mario Rossi

C
he impatto hanno avuto due si periodi: il quadriennio 2004-2007, defi- zioni, ma con caratteristiche profondamen-
crisi consecutive del settore nito «della crescita incontrollata», caratte- te diverse da quelle di dieci anni prima.
sulla distribuzione automobili- rizzato da un aumento rilevante delle immo-
stica? Chi ha vinto e chi ha per- bilizzazioni e da un «indebitamento ai mas- CINQUE TENDENZE
so nei dieci anni che hanno simi di sempre»; il quinquennio 2008-2012, Quali? «In particolare», spiega a Quattro-
cambiato il mercato? Quali sono le lezioni ovvero «il crollo di un'illusione», in cui il mar- ruote Gianluca Di Loreto, partner di Bain &
che possono trarne gli addetti ai lavori? A gine operativo lordo medio delle concessio- Company e autore della ricerca, «negli ultimi
tutte queste domande risponde lo studio narie si è dimezzato e l'utile prima delle im- due anni cinque tendenze si sono manife-
"Profittabilità delle reti distributive in Italia", poste è passato, in media, in territorio nega- state con chiarezza: l'esplosione delle chilo-
realizzato da Bain & Company, che Quattro- tivo; il biennio 2013-2014, che Bain defini- metri zero (passate dal 9% del mercato del
ruote ha potuto consultare in anteprima. sce «syntax error», in cui l'impatto della se- 2007 al 17% del 2017), il crollo delle auto
La ricerca individua, attraverso i bilanci di conda crisi è stato fatale per molti (dalle 3 immatricolate ai giovani sotto i 29 anni (dal
3 mila concessionarie italiane (con un focus mila aziende del 2007 si è passati a meno 12 all'8% nello stesso periodo), il noleggio
specifico su 800 dealer attivi ininterrotta- di 1.500); infine, il triennio 2015-2017, ai privati, la formazione online delle scelte
mente dal 2004 al 2016 e con un fatturato quello del «reset del sistema», in cui il mer- d'acquisto e il downgrading, cioè la perdita
superiore a 2 milioni di euro), quattro diver- cato è sì tornato a 2 milioni d'immatricola- di volumi dei segmenti superiori e inferiori,

204 NOVEMBRE 2018


CHE COSA DICONO I CONTI

2 3 4 OK SOLO I BIG
ATTENTA PIANO CERTIFICAZIONE
GESTIONE INDUSTRIALE DEL BILANCIO Il primo grafico illustra il crollo dei
FINANZIARIA CREDIBILE D'ESERCIZIO margini nel 2008 (prima crisi) e nel 2012
Il crescente fabbisogno di Basta piani industriali fatti Il credit crunch e le regole
capitale circolante richiede in casa per ottemperare alle di Basilea hanno indotto (seconda crisi). Solo nel 2016 il margine
una gestione attenta ed richieste delle Case: servono le banche a erogare credito lordo e l'utile prima delle imposte sono
evoluta dei flussi finanziari. business plan pluriennali, con molta attenzione tornati ai livelli pre-crisi. Il grafico in basso,
Diicile prescindere basati su analisi del mercato alle Pmi. È necessaria invece, illustra il ritorno sugli asset (Roa)
dall'inserimento in organico locale, e la capacità di una gestione oculata nel decennio 2007-2016 disaggregato
di un chief financial oicer. guardare oltre i propri confini. e trasparente del bilancio.
per concessionarie piccole, medie e grandi.
Soltanto queste ultime sono riuscite
a generare Roa superiori a quelli
del 2007, mentre le piccole hanno subito
una pesante contrazione.

DIECI ANNI DI PROFITTI (E DI PERDITE) 2,5

2,0

Percentuale sul fatturato netto


1,5

1,0

0,5

2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015 2016 0
Margine operativo lordo
Utile prima delle imposte -0,5

I PICCOLI NON CE LA FANNO 100


2007=100
80

Ritorno sull'investimento
60

40

20

2007 2008 2009 2010 2011 012 2013 14 2015 2016 0


Piccole concessionarie
Medie concessionarie -20
Grandi gruppi

con la concentrazione della prima auto del mentre le altre sono calate dal 4,9 al 4,1%. le esperienze d'acquisto inizia online (nel
nucleo familiare sul segmento medio». Tut- I dealer non possono più permettersi di ri- Regno Unito il 60%) e sono necessari, in
ti questi trend, gli fa eco Vittorio Melli, coau- manere ancorati a modelli di business anti- media, tre o quattro touchpoint, sia online
tore dello studio, «hanno cambiato il volto chi, in cui per garantirsi un futuro sereno ba- sia offline, per perfezionare l'operazione. «In
del mercato, ormai appannaggio dei pochi stava coltivare la propria zona. Stanno già questo alternarsi continuo di momenti di
che hanno saputo resistere alle turbolenze». proliferando grossi gruppi che, per raggiun- contatto», avverte la ricerca, «la concessio-
Ma qual è la concessionaria di successo, gere economie di scala e pesare di più nella naria deve evolvere il proprio ruolo anche
oggi? Secondo lo studio, un'azienda di di- trattativa con le Case, continuano ad acqui- attraverso formati innovativi» come city
mensioni grandi, con un fatturato sopra i 50 stare concessionarie. Un processo in cui i store nei punti strategici delle città, stru-
milioni di euro, che rappresenta più di una costruttori rischiano di perdere il controllo menti digitali avanzati per la realtà aumen-
Casa e che lavora con i marchi premium. «In dell'ultimo miglio della distribuzione». tata, muri interattivi e presenza di "product
© Riproduzione riservata

un mercato che vale il 20% in meno del genius", specialisti in grado di far vivere ai
2007», spiega Di Loreto, «le concessionarie IL FUTURO È MULTICANALE clienti un'esperienza d'acquisto diferen-
grandi e multimandato hanno aumentato il E il futuro? Secondo un'altro studio della ziante. «Un formato distributivo avanzato»,
ritorno sugli asset (Roa, ossia il rapporto tra stessa Bain & Company, intitolato "The fu- conclude lo studio, «che rappresenta le fon-
utile e totale degli attivi, ndr), dal 5 al 5,2%, ture of car sales is omnichannel", il 50% del- damenta del brand retail».

NOVEMBRE 2018 205


BUSINESS BRUTTE SORPRESE IN OFFICINA

SE IL PREVENTIVO
S'INGROSSA
v
o
di Cosimo Murianni

Diicoltà di smontaggio
di alcuni componenti
oppure mancata
conformità dei ricambi:
l'abilità del riparatore
ci può mettere una pezza,
ma talvolta il preventivo
dei tagliandi aumenta

F
ino a che punto è giusto che un censione della sua Golf 1.4 TGI abbia spinto revole per un problema di certo non impu-
meccanico chieda al proprio l'oicina a chiedere, in prima istanza, la bel- tabile a qualche sua negligenza. Un caso li-
cliente più soldi di quelli preven- lezza di 3.500 euro per risolvere l'inconve- mite? No, può succedere molto più spesso
tivati perché nel corso di un ta- niente. E, sebbene la cifra sia poi stata ridot- di quanto si pensi.
gliando sono insorti problemi ta a 900 euro in seguito a un non meglio
inaspettati? La domanda ha fatto il giro del- precisato intervento del costruttore (la vet- L'INTOPPO È DIETRO L'ANGOLO
la redazione di Quattroruote quando un let- tura aveva sempre eseguito tutti i tagliandi Qualche anno fa, per esempio, diversi
tore ci ha raccontato come, durante un ta- presso la rete uiciale), resta il fatto che il meccanici si accorsero che, al momento di
gliando presso la rete uiciale Volkswagen, proprietario dell'automobile avrebbe co- sostituire le candelette di preriscaldamento
l'impossibilità di smontare le candele di ac- munque dovuto sborsare una cifra conside- sui primi motori 1.3 Multijet (montati su

206 NOVEMBRE 2018


IL PARERE DELL'AVVOCATO
Su diverse Volkswagen Golf
1.4 TGI, lo smontaggio delle
candele poteva risultare
L'IMPORTANTE
quasi impossibile. Proprio
come svitare le candelette
È AVVERTIRE
di alcune vecchie
Fiat Panda 1.3 MJT

E di esempi di questo tipo ce ne sono nu- Secondo l'avvocato Andrea Valerio,


merosi: basta una vite arrugginita oppure esperto di tematiche legate al mondo
un pezzo che non vuole andare al suo posto dell'automobile, in alcuni casi
per far dilatare tempi di lavorazione che, sul- è lecito chiedere più soldi di fronte
la carta, farebbero invidia a un team di For- a un imprevisto, ma a patto d'informare
mula 1. Chi deve, dunque, sostenere la spe- prima il cliente. «Quando, durante
sa per gli imprevisti? un intervento», precisa l'avvocato,
«l'autoriparatore si accorge della presenza
di difetti o altri problemi del veicolo
VIVA LA CORRENTEZZA
non segnalati dal cliente oppure da questi
Come spiegato nel riquadro accanto, in
totalmente ignorati, soprattutto
genere l'onere ricade sull'automobilista an- se riguardano la sicurezza del mezzo,
che quando l'inconveniente non è a lui im- ha l'obbligo d'informare il proprietario,
putabile. Scaduta la garanzia legale di con- illustrandogli i rischi connessi, nonché
formità (e in assenza di estensioni di coper- le operazioni necessarie a riportare
tura), anche i difetti di origine sono a suo in sicurezza ed eicienza il veicolo. Su
carico: dura lex, sed lex, dicono i giuristi. Di- questa linea, qualora il meccanico scopra
verso è il discorso se, invece, l'imprevisto è la necessità di riparazioni complementari
derivato da una negligenza del meccanico. (impreviste) in aggiunta a quelle già
In questa eventualità, è il professionista a preventivate e commissionate, può
doversi accollare ogni spesa e, se il proprie- efettuarle senza ulteriore avviso,
tario ha il sospetto che il problema sia stato sulla base dell'incarico originario, ma solo
appunto causato dall'operatore, può far pe- se la spesa prevista per le operazioni
riziare il mezzo per far valere i propri diritti aggiuntive non supera il limite del 10%
arrivando, nei casi più estremi, a chiedere un dell'importo totale prima concordato.
Diversamente, il riparatore è tenuto,
accertamento tecnico preventivo al tribuna-
in ossequio all'obbligo d'informazione
le prima di avviare un contenzioso.
previsto espressamente dall'articolo 48
Sin qui la teoria. Nella pratica, però, ogni
del Codice del consumo, a sottoporre
caso fa storia a sé. Tornando al problema all'automobilista un nuovo preventivo
delle candele della Golf, è discutibile la for- a integrazione di quello in precedenza
mula adottata per arrivare a quantificare la stilato e accettato, in modo da essere
spesa di 900 euro perché l'oicina, a nostro espressamente autorizzato a eseguire
avviso, ha esagerato nella stima iniziale di i lavori non previsti. A questo punto
svariati modelli del gruppo FCA), alcune di 3.500: questa cifra parte infatti dal presup- l'automobilista ha due scelte: può
esse potevano essere incastrate e forzarle posto di dover comunque sostituire la testa- decidere di accettare il nuovo preventivo
portava inevitabilmente alla loro rottura. In ta (1.500 euro per il solo pezzo di ricambio) e far eseguire i lavori oppure riprendersi
un primo tempo, per non scontentare i senza nemmeno provare a salvare quella la vettura e cercare, qualora possibile,
clienti ed entro certi limiti di spesa, i ripara- originale. Con una richiesta quasi dimezzata, un prezzo migliore. In ogni caso,
© Riproduzione riservata

tori si accollarrono l'onere dei costi supple- probabilmente, il costruttore avrebbe potu- all'autoriparatore va corrisposto
mentari, ma la cosa non durò molto: quindi, to accollarsi per intero la riparazione in re- il compenso per tutti i lavori svolti fino
cominciarono a informare gli automobilisti gime di correntezza commerciale, come ri- alla scoperta dell'imprevisto, che sia
del fatto che il conto avrebbe potuto au- teniamo giusto che debba essere fatto in una semplice diagnosi o un tagliando
eseguito solo parzialmente».
mentare in modo consistente. casi come questo.

NOVEMBRE 2018 207


BUSINESS MALDARIZZI GROUP

QUANDO IL SUD
VA A GONFIE VELE
H 260 MLN
a sempre creduto
nell'auto, Francesco FATTURATO
Maldarizzi. Fin da Il giro d'afari del Maldarizzi
quando, poco più che ventenne, automotive group come da ultimo
rinunciò a un facile percorso bilancio consolidato nel 2017
nell'azienda di famiglia
per mettersi in proprio 12.000
VEICOLI VENDUTI
in un settore del tutto diverso.
Quello dell'automotive, appunto. Le auto
immatricolate
Oggi l'imprenditore barese
nel 2017
– nominato, l'anno scorso, da Maldarizzi,
cavaliere del lavoro – è alla guida con un trend
di un gruppo che può contare su in crescita
otto sedi tra Puglia e Basilicata, nel primo semestre
250 dipendenti e circa del 2018
12 mila veicoli venduti all'anno,
per un giro d'afari di 260 milioni
di euro nel 2017. L'ultima
sua "conquista" è la storica
sede barese della BMW:
un trampolino per migliorare
i risultati ottenuti in un mercato
diicile come quello del Sud.
Anche nel Mezzogiorno, Parecchio: basti considerare PERCORSO
Com'è maturata questa dunque, le concessionarie la composizione del nostro parco AUTONOMO
hanno bisogno di crescere Francesco Maldarizzi,
nuova acquisizione? circolante, nel quale una buona 63 anni, laureato
Il progetto è nato circa due per competere? fetta è ancora costituita in economia
anni fa, quando siamo diventati Gli anni di crisi tra il 2008 da vetture obsolete e inquinanti, e commercio,
concessionari BMW e Mini, prima e il 2013 sono stati pesanti per molte a fine vita, che reclamano ha fondato la sua
con una filiale a Foggia, poi tutti, pure per noi. D'altra parte, una sostituzione. Non