Anda di halaman 1dari 24

Panorama

della stampa
italiana
Anno XIII - N. 1

Andrea Bocelli

Musica
E Bocelli si dà al pop
www.elimagazines.com
Sommario
3 L’It@lia
nel web 4 Notizie brevi
• Pallavolo: uno sport
di successo
Ogni mese, tre siti
utili per migliorare • Le acque della storia
la conoscenza
della realtà e della
lingua italiana.

5 DGioova
ssier
ni 8 Dossier
Giovani
da FAMIGLIA CRISTIANA da FAMIGLIA CRISTIANA
Generazione Erasmus Adolescenti dipendenti
Il Progetto Erasmus Tv, computer e telefonino:
permette agli studenti oggi molti ragazzi non
universitari europei di riescono più a farne a
studiare all’estero. meno. Una forma di
Tra questi ci sono più di dipendenza psicologica e
100 mila studenti italiani. tecnologica da non
sottovalutare.

10 Musica
Da FAMIGLIA CRISTIANA 12 Capolavo ri
da SPECCHIO
E Bocelli si dà al pop Una reggia che
Dopo 10 anni di carriera sembrava un
e 50 milioni di dischi condominio
venduti, Bocelli ha Palazzo Pitti, il palazzo
voluto provare una più famoso di Firenze, ha
strada nuova, quella del riaperto le sue porte. Una
pop. Uno straordinario reggia che è diventata
successo! modello per i palazzi reali
di San Pietroburgo
e Madrid.

15 Fumettida D
LA REPUBBLICA
18 Vivere in Italia
Luoghi ed emozioni
DELLE DONNE Il libro Italia. Luoghi ed
emozioni raccontanti dai
Un fumetto nel cuore
grandi giorn a l i s t i
La creatività italiana americani raccoglie
sta avendo successo le esperienze dei
internazionale in un g i o rnalisti del New York
settore “nuovo” per
Times che vivono
l’Italia, quello dei libri
e dei cartoni animati e lavorano in Italia.
per ragazzi. Leggiamo alcune
testimonianze.

20 Tradizioni
da IL CORRIERE
DELLA SERA
22 Iper
taliano
giocare 24 Sapore italiano
Il Parmigiano-
Tanti giochi divertenti Reggiano
Uva, castagne, per mettere Da 8 secoli questo
funghi: feste e simpaticamente alla f o rmaggio si prepara allo
sapori d’autunno prova il tuo italiano. stesso modo: con latte,
Oggi in tutta Italia si fuoco e pazienza.
svolgono sagre molto
appetitose, che servono
per conoscere le tante
specialità di cui è ricco
l’autunno italiano.

2 ■ O g g i t a l i a 1.2005-06
Editoriale
L’I t@lia
Ciao a tutti! Io sono
Paola, l’editor di
Oggitalia, una rivista che
seleziona il meglio della
stampa per offrirvi un
panorama, speriamo ricco
e interessante,
dell’attualità italiana. Per
questo primo numero, abbiamo scelto un
Dossier sui giovani italiani: le loro speranze, il
nelwebClicca la musica!
Vuoi conoscere la musica
loro lavoro, ma anche le loro piccole debolezze. italiana, tutti i cantanti del
Oltre a questo, potremo conoscere il lato privato momento o le novità del
del grande cantante Andrea Bocelli o entrare mercato? Allora vai al sito
nelle meravigliose stanze di Palazzo Pitti a www.radioitalia.it
Firenze. E per chi ama la buona cucina italiana,
un interessante articolo sulle sagre d’autunno. È la radio che trasmette solo
Se avete richieste, domande, curiosità o altro, musica italiana, che ti informa
scrivetemi all’indirizzio: sui concerti, ti fa leggere
info@elimagazines.com
interviste e ti racconta tutto dei
Paola Accattoli più famosi cantanti italiani.

Più Italia che mai! Le pagine gialle


È lo slogan dell’ente nazionale per Cerchi un albergo, un ristorante,
il turismo. Lo trovi all’indirizzo un negozio speciale in Italia?
www.enit.it e ti offre ogni genere Allora, cercalo su
di informazione su arte, natura, www.paginegialle.it
storia, cucina italiana e tempo
libero. Questo sito offre l’elenco
completo di tutte le aziende,
Che aspetti a venire in Italia? Qui negozi, ristoranti e alberghi
si trova “oltre la metà del d’Italia. Inoltre, ti da utili
patrimonio storico-artistico del informazioni sul mondo del
mondo”. Parola dell’ente del lavoro, della scuola, della salute,
turismo. della casa e dei diritti del
cittadino.

“Oggitalia” 1
Agosto - Settembre - Ottobre 2005

Direttore responsabile
Lamberto Pigini
Capo redattore Paola Accattoli
Redazione Grazia Ancillani,
Gigliola Capodaglio
Responsabile editoriale
Daniele Garbuglia

Per la vostra corrispondenza:


“Oggitalia”
ELI P.O. box 6 - 62019
Recanati (MC) Italia
www.elimagazines.com
In copertina:
A n d rea Bocelli

3
Notizie
brevi

Pallavolo:
uno sport
di successo
La pallavolo è, dopo il calcio, lo sport più
praticato in Italia. Ed è più amato dalle
ragazze che dai ragazzi, tanto che ci sono
più di 100 mila tesserate*. In pratica, l’Italia
è uno dei Paesi con più tesserati al mondo.
Non esiste scuola, oratorio* o giardinetto*
che non abbia una rete da pallavolo. Il
successo di questo sport è legato al successo
delle Nazionali maschili e femminili di
pallavolo. Ma è dovuto, soprattutto, al fatto
di essere uno sport di squadra, facile da
praticare, divertente e alla* portata di tutti.

Le acque
della storia
Sono le acque del fiume Tevere, lungo le quali i grandi
eventi della storia si sono dati appuntamento per secoli.
Ma il Tevere non è solo un fiume ricco di storia, è anche
un prezioso tesoro naturale, con moltissime specie
animali e vegetali da difendere o, semplicemente,
da conoscere meglio. Un ecosistema unico che
l’associazione M a revivo vuol far conoscere a tutti.
Così nei punti strategici* di Roma verranno sistemati 24
grandi pannelli* multilingue per far conoscere a tutti
Roma - Il Tevere i tesori del Tevere. Sui pannelli ci saranno informazioni
di interesse storico, notizie e fotografie sulla flora,
la fauna e le tante curiosità “nascoste” tra le acque
del fiume. Una mappa-depliant completerà
l’informazione: sarà possibile trovarla nelle edicole*
e negli uffici per il turismo di Roma.

G l o s s a ri o
alla portata di tutti: (modo di dire) che tutti possono fare
edicole: piccoli chioschi dove si vendono i giornali
giardinetto: piccolo giardino pubblico
oratorio: locali vicino ad una chiesa dove i ragazzi si incontrano
pannelli: grandi cartelli informativi
strategici: (qui) più importanti e frequentati
4 ■ O g g i t a l i a 1.2005-06 tesserate: ragazze iscritte ufficialmente a società di pallavolo
Dossier
Giovani

Generazione
[TRATTO DA
di Roberto Zichittella
Erasmus Studiare in un’università straniera per qualche mese,
dividere un appartamento con studenti di altri Paesi
Il Progetto Erasmus permette agli europei, imparare le lingue. È il modo più bello di
studenti universitari di studiare all’estero costruire l’Europa. Dal 1987, anno in cui fu lanciato*
il progetto Erasmus dedicato agli studenti universitari
per un certo periodo di tempo. europei, hanno già vissuto questa esperienza oltre
Creato nel 1987, ha permesso a più di un milione di giovani, tra loro oltre 123.000 italiani.
L’obiettivo della Commissione europea è quello
un milione di giovani europei di studiare di coinvolgere tre milioni di studenti entro il 2011.
in università di altri Paesi. Di questi, Il successo dell’Erasmus (che ha* ispirato anche un film,
L’appartamento spagnolo) è uno dei fenomeni più visibili
più di 100 mila sono italiani. Conosciamo dell’integrazione europea. Il presidente della Repubblica
insieme le esperienze di alcuni di loro. Ciampi ne è entusiasta e vorrebbe vederlo esteso* anche

O g g i t a l i a 1.2005-06 ■ 5
Dossier Il progetto Erasmus
Giovani
Per essere ammessi, bisogna ave re
agli studenti delle scuole superiori. buoni voti, una motivazione valida e
Famiglia Cristiana racconta le storie co n o s ce re bene la lingua del Pa e s e
di alcuni giovani che stanno vivendo in cui si andrà. Inoltre, se una
o hanno già vissuto questa unive rsità ha molte richieste, la
straordinaria esperienza. selezione sarà molto seve ra. Del
resto, non è detto che una fa m o s a
Maria Labaña, 20 anni, di Murcia. unive rsità in una grande città sia
Carmen Sanchez, 27 anni, di Madrid. n e ce ss a r i a m e n te migliore di una
Diego Garcia, 21 anni, di Madrid. p i ccola, in una piccola città. Al
Dividono un appartamento nel quartiere co n t rario, spesso proprio chi sce g l i e
romano di Testaccio. Sono arrivati in un ateneo minore è seguito meglio
Italia a fine settembre. Maria: «A Murcia dai docenti e trae molto profitto
studio alla facoltà di Belle Arti, a Roma dall’esperienza all’ e stero. La dura ta
frequenterò l’Accademia di Belle Arti. dell’Erasmus varia da tre a dodici
Credo che Roma sia il luogo ideale per mesi. Gli studenti, prima di partire,
studiare arte». Carmen: «In Spagna devono organizzare il proprio
studio Storia, qui seguirò corsi di Storia soggiorno all’ e stero e trova re un
contemporanea all’Università di Roma* alloggio. Purtroppo il denaro della
Tre. Ho scelto questa esperienza per b o rsa di studio è poco. Molte
imparare a muovermi nel mondo, unive rsità, però, aiutano gli studenti
ed emanciparmi* dalla famiglia. Dopo con un re d d i to basso a sostenere le
l’Italia mi piacerebbe studiare o lavorare spese.
in Olanda e in Irlanda». Diego:
«Io seguirò i corsi di Archeologia a
Roma Tre. Ho già fatto anche uno senza avvertirci*». Maria: «Le mie Il momento più bello di queste settimane
scavo* sul Palatino* e sono certo che lezioni non sono ancora cominciate». è stata la festa che gli altri studenti mi
questa esperienza mi sarà utile. Però hanno fatto per il compleanno.
ci sono problemi. Ad esempio, non Marta Maggiano, 21 anni, romana. È al Mi aspettavo un festeggiamento solitario,
ci vengono riconosciuti alcuni crediti* terzo anno di Scienze politiche alla Luiss lontano dai familiari e dagli amici, invece
dell’università spagnola, così qui di Roma. Da settembre partecipa a un è stata una festa bellissima. La cosa più
dobbiamo studiare il doppio per programma Erasmus all’Università di brutta? Che durerà solo sei mesi».
problemi burocratici. Inoltre, gli affitti Nimega, in Olanda. «Resto qui sei mesi
sono troppo cari, io pago 500 euro per seguire dei corsi alle facoltà di Legge Ugo Lucci, 23 anni, di Albano (Roma),
al mese per la stanza». Anche le ragazze ed Economia. Abito in un alloggio* studia Ingegneria edile all’Università
manifestano qualche lamentela*. per studenti che divido con spagnoli romana di Tor Vergata. Da pochi giorni
Carmen: «Gli orari delle lezioni sono e inglesi. Vado ai corsi in bicicletta e si trova a Tolosa. «Ho scelto l’Erasmus
caotici, spesso cambiano aule e orari la cosa mi diverte, freddo e vento a parte. spinto* dai racconti degli amici.

Bologna - Alma Mater Università di Genova

6 ■ O g g i t a l i a 1.2005-06
Ci facevano scrivere molto. Il bilancio è
più che positivo. Di fatto non sono più
tornata a casa, ho cominciato a girare* per
l’Europa, ho imparato a vivere in posti
diversi. Credo che l’Erasmus sia stata una
delle cose più importanti della mia vita».
(…)

Sergio Strozzi, 31 anni, torinese, è capo


della sezione economico-commerciale
dell’Ambasciata italiana a Budapest.
«La passione per gli affari internazionali
e la diplomazia è nata proprio con
l’Erasmus. Al terzo anno di università
decisi che, nella mia preparazione, non
A Tolosa posso arricchire la mia fondi comunitari da parte della regione poteva mancare un’esperienza giuridica
formazione di ingegnere studiando di Murcia. Dopo l’Erasmus, mi sono in un altro Paese della Comunità europea.
architettura. Alloggio in una città laureato a Napoli e ho fatto un master Scelsi il Regno Unito e vinsi la borsa
universitaria piena di studenti. a Barcellona in Cooperazione di studio per la Kingston University
Per la prima volta, vivo indipendente internazionale allo sviluppo. Queste di Londra nel 1996. L’Erasmus è stata
dalla famiglia. Le persone nuove, esperienze mi hanno dato grande un’esperienza di vita unica, che consiglio
l’ambiente diverso e il metodo di studio flessibilità* e versatilità sul lavoro. a chiunque abbia una certa propensione*
differente mi* apriranno gli orizzonti. A mio parere l’Erasmus dovrebbe all’avventura, curiosità per altre culture
Ho anche buone speranze per il mio diventare obbligatorio per tutti gli europee, voglia di studiare e di impegnarsi
futuro professionale: dei ragazzi studenti, sarebbe un’esperienza in un vero e proprio investimento*
che l’anno scorso erano venuti fondamentale per favorire l’integrazione culturale e linguistico. Aggiungo che il
qui per l’Erasmus, ora lavorano fra i popoli dell’Europa». programma Erasmus mi ha fatto
in uno studio di architettura».
enormemente apprezzare le bellezze e la
Marta Foresti, 33 anni, milanese. ricchezza culturale e umana del nostro
Maurizio Curt a relli, 34 anni, Lavora all’unità di ricerca e valutazione Paese. È curioso a dirsi, ma solo stando
napoletano. È ricercatore nel campo delle politiche di sviluppo al ministero all’estero per un certo tempo si
di interventi e politiche di sviluppo dell’Economia. Nel tempo libero comprende il valore dell’Italia e le tante
urbano per il Comune di Roma. «Sono collabora con la sede londinese* di doti* di noi italiani, tutte doti che quando
partito nel 1993 quando ero al terzo anno Amnesty International. «Sono stata ad siamo entro i nostri confini nazionali
di Economia e Commercio. Ho studiato Amsterdam tra il 1993 e il 1994. Allora spesso tendiamo a snobbare* a favore
sette mesi alla facoltà di Scienze studiavo Filosofia a Milano. In Olanda dell’estero». ■
economiche e imprenditoriali di Murcia, ho seguito un programma di studi
in Spagna. È stato un momento europei. Mi* sono trovata benissimo
fondamentale: mi sono emancipato dalla e mi sono divertita un* sacco. Il metodo G l o s s a ri o
famiglia, ho imparato a vedere il mondo di studio era un po’ diverso rispetto
accumulo: il mettere insieme
con* occhi diversi. Ho pure cambiato la all’Italia: meno accumulo* alloggio: un posto dove dormire
tesi*, che ho dedicato all’utilizzo dei di conoscenza, ma più creatività. avvertirci: dircelo prima, in tempo
con occhi diversi: (modo di dire) in modo diverso,
nuovo
crediti: (qui) esami già fatti, già superati
doti: (qui) buone capacità
emanciparmi: diventare adulta e indipendente
esteso: (qui) allargato, possibile anche per…
flessibilità e versatilità: (qui) sapersi adattare,
girare per: viaggiare
ha ispirato: ha dato l’idea per fare
investimento: (qui) qualcosa che darà risultati solo in
futuro
lamentela: malcontento, disapprovazione
lanciato: (qui) creato, fatto partire
londinese: di Londra
mi sono trovata benissimo: (modo di dire) sono stata
proprio bene, è andato tutto bene
mi… orizzonti: (metafora) mi faranno crescere,
conoscere cose nuove
Palatino: uno dei sette colli di Roma, ricco di reperti
archeologici
propensione: (qui) attitudine, desiderio di
Roma Tre: la terza università statale di Roma
scavo: (qui) scavare in un luogo archeologico
snobbare: non considerare importanti
spinto: (qui) convinto da
tesi: (qui) esame finale che si fa prima della laurea
un sacco: (modo di dire) moltissimo

Universita Cattolica di Milano

O g g i t a l i a 1.2005-06 ■ 7
Dossier

Adolescenti
Giovani
[TRATTO DA
Via cellulare (che ormai tutti “Una sorta di condizionamento
di Luciana Saibene posseggono) il 70 per cento dice di dell’autostima, di soggezione* al
inviare almeno una decina* di messaggi giudizio e all’ammirazione dei coetanei
al giorno. Soprattutto agli amici. che si rivela nella scala* di priorità
Tv, computer e E di riceverne altrettanti, anche emersa dalle risposte degli intervistati:
a scuola, durante le lezioni. (…) la prima cosa importante è essere
telefonino*: oggi molti rispettati dal gruppo, seguita da essere
ragazzi non riescono più I dati sono quelli di una indagine* belli, coraggiosi, vestiti alla moda,
a farne a meno. Una sul mondo degli adolescenti condotta bravi nello sport e un po’ spericolati”.
dalla Società Italiana di Pediatria Un’altra indagine, condotta con
forma di dipendenza su un campione* di 1.200 studenti il metodo della cronopsicologia,
psicologica e tecnologica delle scuole medie inferiori. cioè invitando gli intervistati a descrivere
E quelle elencate sono le nuove la giornata precedente al contatto,
da non sottovalutare, ma dipendenze emerse* dall’indagine. Che effettuata su un campione di circa mille
che crea anche nuove si tratti di dipendenze che rischiano di bambini dai 7 ai 13 anni del Centro-Sud
forme di comunicazione. inchiodare* i giovani a comportamenti Italia dall’équipe della professoressa
scarsamente* evolutivi, lo dicono i dati, Anna Oliverio Ferraris del Dipartimento
Il 60 per cento degli adolescenti italiani sostiene Giuseppe Maggese, presidente di Psicologia dell’Università La
guarda la televisione da una a tre ore al dei Pediatri italiani; così come dai dati Sapienza di Roma, oltre a confermare
giorno e circa la metà anche più di tre emerge che “sono quasi tutte questi dati, rivela che è già nell’infanzia
ore. L’87 per cento la guarda durante i dipendenze innescate* da un processo che alcune di queste dipendenze si*
pasti e il 58 per cento ha un televisore di imitazione all’interno del gruppo”, istaurano. Tre ore e venti minuti di
nella propria camera. Quanto a Internet, aggiunge il professor Giorgio Rondini, media davanti al televisore
alle c h a t e ai videogiochi, il 40 per cento direttore del Dipartimento di Pediatria ogni giorno.
dei ragazzi ammette di dell’Università di Pavia, dove E, curiosamente,
trascorrere davanti l’indagine è stata presentata. un aumento
al computer più di
un’ora ogni
giorno, spesso
dopocena,
andando a
coricarsi*
quasi sempre
dopo le
undici.

8 ■ O g g i t a l i a 1.2005-06
dipendenti Nuove forme di linguaggio
Anche il telefonino, di cui però sono
spesso i genitori a dotare i figli,
per rimanere in contatto in ogni momento
(creando una sorta di cordone ombelicale
che non favorirà la loro
autonomizzazione), può diventare
un oggetto transazionale. Qualcosa che dà
sicurezza e di cui non si può fare
a meno. “Con gli sms”, sostiene Anna
Oliverio, “si sono inventate nuove forme
di linguaggio, stringato*, sintetico, ma
anche ripetitivo, omologante*. E di nuovo
nulla di male la sintesi, e il risparmio di
tempo e denaro che i messaggini
consentono: ma diverso è se quel
linguaggio diventa l’unico modo di
durante la domenica o i giorni festivi. capire che è lui la cosa più importante,
comunicare. Quasi una difesa dalla
Perché invece di uscire di più, di stare la mamma guarda la tv, il bimbo
relazione: già perché è assai più
in famiglia a fare insieme altre cose, si ne deduce che quello è il centro
impegnativo comunicare al cospetto
comincia fin dal mattino a mettersi del mondo. E rimarrà ipnotizzato
di un interlocutore* in* carne e ossa.
davanti al video. Che in alcune dai colori, dalle immagini, dai suoni.
Tenendo conto dei gesti, delle reazioni,
famiglie rimane acceso 8-9 ore di* fila. Da una serie di stimoli che non riesce
dei toni di voce, dell’umore.
“Ed è proprio questo il problema” dice però a decodificare. E la tv diventerà
Più impegnativo ma anche più stimolante
la Oliverio Ferraris, autrice del saggio per il piccolo una sorta di oggetto*
e più ricco, una vera
TV per un figlio, pubblicato in questi transazionale, un sostituto della
palestra di relazione”.
giorni da Laterza, “l’abuso* di mamma quando questa non ci sarà,
esposizione. Perché, in sé, tv, Internet, come l’orsacchiotto o la copertina. Sono queste – conclude la psicologa –
chat e videogiochi non hanno nulla di Qualcosa verso cui svilupperà persino dipendenze tanto diffuse perché ognuno
diabolico. Ma quando la tv rimane un attaccamento affettivo. di noi vive in solitudine. Una solitudine
accesa tutto il giorno e i bambini hanno Una dipendenza, insomma. Ma pure popolata da tanti impegni e da tanti
libero accesso al telecomando, quando nei primi tre anni di vita un eccesso incontri, che la dipendenza in qualche
ci sono mamme che allattano davanti di tv è un rischio: perché provoca un modo rassicura: perché ti chiude in un
alla tv, è lì che nasce la dipendenza. ritardo nel linguaggio. Perché la bozzolo* in cui vivere una vita virtuale,
Se, invece di comunicare con lo televisione non interroga, non stimola, protetta. Da cui uscire mette davvero
sguardo le espressioni del viso, di non sollecita. Dice tutto lei. paura. ■
interagire con il proprio bambino Atrofizzando* le capacità di interagire
durante l’allattamento, facendo con il mondo circostante”. G l o s s a ri o
abuso di esposizione: (scientifico) sottoporsi
Secondo i ragazzi italiani, per vivere troppo ad una certa cosa
atrofizzando: rendendo morte, inefficaci, inutili
bene con il proprio gruppo di amici è: bozzolo: l’involucro da cui uscirà la farfalla
campione: (qui) gruppo sce l to di persone
coricarsi: (qui) dormire
POCO MOLTO decina: circa dieci
IMPORTANTE IMPORTANTE di fila: di seguito
emerse: (qui) venute fuori, scoperte
Avere un bel telefonino 49 % 13,1 % in carne e ossa: (modo di dire) vero, vivo
inchiodare: (qui) fermare, blo ccare
Vestire alla moda 22,5 % 36,9 % indagine: (qui) rice rca scientifica
innescate: c reate, fatte nascere
Essere bravi a scuola 39,5 % 20,3 % interlocutore: chi parla con noi
Essere belli 21,6 % 42,3 % oggetto transazionale: (scientifico) qualcosa
che assume un valore simbolico e affe t t i vo
Essere magri 39,6 % 22,1 % omologante: che rende tutti uguali
scala di priorità: quello che è importa n te
Essere rispettati dal gruppo 7,7 % 64,5 % scarsamente evolutivi: che non permettono di
diventare davvero adulti
Avere il/la ragazzo/a 36,8 % 25,6 % si istaurano: (qui) dive n tano fisse
soggezione: (qui) il sottoporsi, dipendere
Essere coraggiosi 16,7 % 41,1 %
stringato: m o l to sintetico, molto breve
Essere bravi nello sport 22,8 % 34,6 % telefonino: telefono cellulare

Avere molti soldi in tasca 60,3 % 13 % O g g i t a l i a 1.2005-06 ■ 9


Musica

[TRATTO DA
E Bocelli si dà
di Gigi Vesigna interamente fabbricato fra le quattro
mura di casa e credo se ne avverta il
Si intitola semplicemente calore”, dice Andrea. “Non pretendo
certo che se ne percepisca* interamente
Andrea ed è il 15° album l’atmosfera, ma è evidente che,
del tenore Andrea Bocelli. all’interno del luogo dove abitualmente
vive, uno si sente più libero e sceglie il
Dopo 10 anni di carriera e momento migliore per esprimersi, non
50 milioni di dischi ha vincoli, non ha pungoli* e si sente
venduti, Bocelli ha voluto carico di tutta quell’energia positiva di
cui solo la propria casa è dotata, e tutto
provare una strada nuova, questo gioca* a favore del progetto in
quella del pop. E gli è modo più che tangibile*. Il resto va
ascoltato e io mi auguro con tutto il
a n d a ta benissimo! Uno cuore che possa essere una buona
straordinario successo compagnia, sincera e fedele...”.
per un album pieno di Cinquanta milioni di dischi venduti nel
mondo, di cui ben 18 milioni del solo
passione, ma anche Romanza del 1997, hanno fatto di
“casalingo”, creato e Andrea Bocelli una star internazionale
che contende, e spesso supera, la fama di
registrato tra le mura “Big Luciano”, che è la definizione data
della sua casa. dagli americani a Pavarotti.
“Bravo papà, finalmente hai pensato
anche a noi...”. La frase pronunciata Collaboratori
praticamente all’unisono* da Amos, e fuoriclasse*
nove anni, e Matteo, sette, i due figli di Cinquanta milioni di dischi
Bocelli, hanno fatto a papà Andrea un praticamente con la stessa squadra.
grande piacere. “Ho capito che, per una “Squadra che vince non si cambia”, è il
volta, cambiando* strada avevo avuto pensiero di Bocelli, nonché un’antica
un’intuizione giusta», spiega. “Basta regola calcistica*. Così, anche per
romanze, basta opere liriche”, hanno questa avventura pop, che arriva dopo la
ribadito* i due ragazzi, “almeno facendo doppia esperienza operistica di Tosca e
un’eccezione ci hai regalato una musica Trovatore, Andrea ha schierato* in
più vicina a noi! Quindi adesso puoi campo i fedelissimi collaboratori, ed
tornare a essere il Bocelli di sempre...”. ecco la formazione ufficiale del gruppo
che ha realizzato i 12 brani, più uno
Il nuovo album – il 15° da quando, sorprendente come “bonus*” aggiuntivo
esattamente dieci anni fa, scoperto da a chi comprerà il disco: Mauro
Caterina Caselli, il cantante toscano ha Malavasi, Celso Valli, Beppe
inciso Il mare calmo della sera – “è stato Vessicchio, Corrado Rustici e gli
stranieri Jack e Steve Powers. In più ci
sono i fuoriclasse che, con il loro
contributo determinante, hanno fatto
nascere questo “Bocelli pop”,
piacevolissimo all’ascolto e
pirotecnico* per l’alternarsi di stili
diversi. Per Andrea hanno scritto
canzoni Mango (L’attesa), Enrique
Iglesias (Un nuovo giorno), Amedeo
Minghi (Per noi), Giuliano Sangiorgi,
il cantante dei Nagramaro, un giovane
gruppo rock italiano che è stato
accostato* nello stile ai Coldplay e ai
Radiohead (Le parole che non ti ho
10 ■ O g g i t a l i a 1.2005-06
al pop
detto), Mario Reyes, della famiglia dei La canzone Quante volte ti ho cercato
Gipsy King, che duetta con Andrea, Lucio Dalla l’aveva scritta per sé e
Lucio Dalla (Quante volte ti ho cercato). inclusa in un suo disco. Quando Bocelli
l’ha sentita ha talmente insistito per
Il duetto con poterla inserire nel suo nuovo album
una dodicenne che Lucio non ha saputo dire di no.
Prima di raccontare brevemente gli
“incontri” tra Bocelli e tutti questi artisti, “Un tributo*
riveliamo il segreto del “bonus”: si tratta ai miei genitori”
di Go where love goes, che Andrea canta “Questo pezzo”, spiega Bocelli, “si
in coppia con Holly Stell, un’incredibile avvale di un’orchestrazione sognante
voce femminile che nasconde l’età di e voluttuosa* che fa* da sfondo agli echi
chi la possiede, una bambina di un’epoca molto diversa da quella della
californiana di 12 anni, che proprio con musica pop, quando innocenti sogni
questo pezzo fa da colonna sonora al romantici venivano diffusi con uno stile
film The Lazarus child, con Andy e una raffinatezza unici”.
Garcia, Angela Bassett e Frances Memorabile il duetto con il chitarrista
Ò Connor. Un pezzo davvero singolare e Maori Reyss, il più giovane della
gradevolissimo, anche se si dimentica famiglia che ha creato i Gipsy King;
che quella voce femminile ha soltanto ha suonato con maestri come Manitas
12 anni. C’è, poi, un’altra canzone, de Plata e Paco de Lucia ed è
Semplicemente (canto per te), considerato, dice Andrea, “il più grande
che ripropone Maurizio* Costanzo cantante e chitarrista della nuova
nelle* vesti di autore di canzoni. generazione di artisti della Camargue”.
Dice “mister talk show”: “La canzone è Ancora due parole su Holly Stell: da
un modo semplice di vedere le cose. grande vuol fare la cantante d’opera
Si potrebbe dire: canto come riesco, ma e per questo continua a studiare con
canto per te. I sogni dei bambini grande impegno. Ha cantato alla Casa
poggiano spesso sulle ali della speranza, Bianca in un concerto in mondovisione.
in attesa che il destino li faccia avverare. Ultima curiosità sul titolo dell’album:
Ognuno di noi, lo sappiamo, perché A n d re a? “Perché questo è il
si porta dentro il bambino che è stato: nome che mi hanno dato i miei genitori,
tutti siamo stati dei grandi sognatori. ed è un bel nome. Andrea è quindi un
Perciò i sogni di un bambino, anche tributo dedicato proprio a loro”. ■
del bambino che è dentro di noi,
rappresentano la continuità della vita
e del futuro”. Costanzo, che aveva già
G l o s s a ri o
“regalato” a Mina Se telefonando, ha accostato: (qui) para g o n a to
scritto Semplicemente insieme a Nick all’unisono: insieme, co n temporaneamente
auspicio: augurio, presentimento
the Nightfly, mitico disc-jockey della bonus: (latino) un va n taggio, una cosa
radio. Quanto alle canzoni degli altri in più
calcistica: del gioco del ca lcio
illustri* autori che hanno sentito il cambiando strada: (modo di dire) provando a fare
desiderio di scrivere per Bocelli, c’è qualcosa di diverso
fa da sfondo: (qui) fa venire in mente
quella di Amedeo Minghi, Per noi. fuoriclasse: persone straordinariamente brave
Secondo l’autore, che è particolarmente gioca: (qui) va
sensibile alla descrizione dei sentimenti illustri: famosi e importanti
Maurizio Costanzo: famoso giornalista
attraverso la musica, ma anche per e presentatore tv
Bocelli, è una delicata composizione nelle vesti di: (modo di dire) come
percepisca: s e n ta, capisca
d’amore dalle atmosfere poetiche, pirotecnico: come un fuoco d’artificio
che portano al “suono del tramonto”. pungoli: (qui) costrizioni, obblighi
L’attesa, scritta da Mango, è una ballata ribadito: confermato, ripetuto
schierato in campo: (modo di dire) messo al
pop che Andrea canta con la stessa lavoro
passione e lo stesso sentimento rivelato tangibile: che è possibile tocca re, concre to
tributo: omaggio
per la prima volta in Romanza. E questo voluttuosa: piacevole e sensuale
è davvero un ottimo auspicio*.
O g g i t a l i a 1.2005-06 ■ 11
Capolavori / Palazzo Pitti

Una reggia che sembrava *

un condominio
[
TRATTO DA
Sotto le arcate, ecco subito un grande
bassorilievo romano che raffigura un
militare a cavallo. È una lastra rimasta
*

dai Medici. C’è un giardino – Boboli –


che è il prototipo di tutti i giardini.
Essere a Boboli è come essere dentro
per oltre trecento anni negli Uffizi, da i sonetti di Shakespeare o la musica di
dove nel 1919 – per lasciare spazio Mozart” dice Antonio Paolucci,
di Liliana Madeo all’esposizione di quadri – era stata Soprintendente per il Polo* Museale
esiliata nel Cortile dell’Aiace di Pitti. Fiorentino.
Palazzo Pitti, il palazzo più Ora l’hanno riportata nel Palazzo, a Si è fatto un gran lavoro per permettere
fianco di due opere dell’antichità classica al Palazzo di raccontare la sua storia.
famoso di Firenze, ha provenienti dal fitto* esercito di statue Dalle cantine sono venute fuori opere
riaperto le sue porte. Una che scortano i viottoli* di Boboli. che il cambiamento del gusto – nel
tempo – aveva relegato* al buio.
reggia che è diventata Si sale lo Scalone, si entra negli
modello per i palazzi reali Appartamenti Reali da un lato e nelle
di San Pietroburgo e Madrid, Gallerie che si susseguono dall’altro e si
scopre che Palazzo Pitti mette in mostra
Parigi e Vienna. Entriamo se stesso svelando il fasto* sbalorditivo*
insieme per conoscere del suo passato principesco. Svela la sua
natura di Reggia. Che ha ospitato nei
i suoi capolavori artistici. secoli tre dinastie di regnanti*: i Medici,
i Lorena granduchi di Toscana e infine
i Savoia nel breve periodo in cui Firenze
Il primo Vestibolo* che si attraversa, è stata capitale d’Italia. Che ha regalato
una volta varcato* il portone d’accesso all’Europa l’idea stessa della dimora
al Palazzo, è maestoso. Corrono regale, diventando il modello cui si sono
tutt’intorno nicchie* e piedistalli che ispirati San Pietroburgo e Madrid, Parigi
l’architetto Bartolomeo Ammanniti volle e Vienna. “Entrare in Pitti è come entrare
per permettere a sculture monumentali in uno spazio magico. Ci sono i
di protendersi verso i giardini che si* Raffaello e i Tiziano più belli del mondo, Eleonora di Toledo - Suo marito Cosimo I
profilano sul fondo. Tutto l’apparato ci sono le opere d’arte e gli arredi amati de’ Medici comprò Palazzo Pitti
ornamentale adesso è cambiato. da Lorenzo il Magnifico e collezionati per accontentarla

La Madonna
La Sala delle Nicchie
del Granduca - Raffaello

12 ■ O g g i t a l i a 1.2005-06
I magnifici soffitti La Velata - Raffaello
Sono state restaurate statue che, e all’agorafobia dei fiorentini, o alla Che avverte: “Chi entrerà nel recesso più
abbandonate all’aria aperta nel giardino, debolezza politica degli ultimi Medici, o segreto della Grotta e vedrà la splendida
non erano più leggibili*. Acquistano* alla parsimonia* dei principi illuministi Venere Nuda del Giambologna levarsi dal
volti distinti i proprietari-collezionisti. cui si ispira la dinastia lorenese”, bagno mentre la assediano* tutt’intorno i
Spiccano* i personaggi, le relazioni tra secondo Detlef Heikamp, ideatore della satiri*, capirà che cos’è
loro, i rapporti fra la Reggia e la città. mostra Palazzo Pitti, La Reggia Rivelata. il vero erotismo”.
Sono tornate nelle collocazioni originarie Si può di nuovo – dopo un lungo lavoro
le statue scelte da Cosimo de’ Medici, di restauro – entrare nella spettacolare
che nel 1550 aveva comprato il Palazzo Grotta Grande del Giardino di Boboli: il
per accontentare la moglie, Eleonora trionfo del Manierismo*. “Un
di Toledo. incontro emozionante”
annota Paolucci.
Fra disegni, modellini, quadri, si può
ricostruire il gran susseguirsi* dei
progetti via* via varati* e cancellati,
per creare una grande piazza davanti
al Palazzo: un sogno durato secoli e
“regolarmente naufragato* di
fronte al conservatorismo

Palazzo
Pitti

O g g i t a l i a 1.2005-06 ■
13
L’Arringatore
Capolavori / Palazzo Pitti

in cui di solito trascorreva i mesi più


caldi dell’estate.
È stato messo ordine nella Sala delle
Nicchie, concepita da Ammannati
come il luogo principe* dove
raccogliere la scultura antica
collezionata dal primo granduca
di Toscana, la sala dove nel 1574 fu
composta la sua salma*, dove nel 1589
la granduchessa Cristina di Lorena
ricevette l’omaggio del Senato
fiorentino e del Consiglio.

Si è ricreato il nesso* antico tra


statuaria* classica, rinascimentale
e barocca e decorazioni parietali*,
quel concerto di dipinti e sculture, di
colori e immagini che calavano da volte*
aff rescate da artisti come Pietro da
Cortona su fontane o gruppi marmorei Sala di Bona
esibiti al centro delle sale:
lo scenario della magnificenza del
Principe, che spinse Galileo Galilei G l o s s a ri o
acquistano… distinti: (qui) riusciamo a sapere
chi sono
assediano: (qui) stanno intorno a lei
condominio: grande palazzo moderno co n
appartamenti
esuberanze barocche: ecce ssi dello stile
Baro cco del XVII secolo
fasto: lusso, splendore, ricchezza
fitto esercito: (modo di dire) grande numero
inquieto peregrinare: (qui) continui
s p o stamenti
le sovrasta: (qui) le supera, è molto più
importa n te
leggibili: (qui) identifica b i l i
Manierismo: corrente artistica del XVI secolo
che anticipa il Barocco
naufragato: (qui) fallito, senza risultati
nesso: legame, rapporto
nicchie: spazi ricavati nei muri
Oltrarno: territori al di là del fiume Arno
Il giardino di Boboli parietali: per le pareti, i muri
parsimonia: spendere poco denaro
Si scopre l’inquieto* peregrinare delle a descrivere la collezione del granduca polo museale fiorentino: insieme dei musei
statue, l’esilio o la condanna che le come “una galleria regia, ornata di cento di Firenze
colpirono, o la nuova fortuna di cui statue antiche dei più celebri scultori, principe: (qui) più importa n te
hanno goduto. Una bellissima opera di di pittori illustri”. Si fanno scoperte reggia: palazzo dove abita il re
che – attraverso le vestigia* di antiche regnanti: re, famiglie al potere
Raffaello Curradi, Fama, finita nei
relegato: confinato, fatto finire
sotterranei del Palazzo al tempo del strutture – permettono di leggere salma: cadavere
Neoclassicismo che non poteva sopportare i legami tra la Reggia e l’intero satiri: antiche divinità dei boschi
le esuberanze* barocche, ha ripreso il suo tessuto* urbano di Firenze: con sbalorditivo: incredibile, che stupisce
posto nello Scalone. Sono tornate nella la ricostruzione del tracciato si profilano: (qui) si vedono in lontananza
planimetrico delle fortificazioni di cui spiccano: si fanno nota re e riconoscere
Sala Bianca le statue commissionate da
statuaria: c reare statue artistiche
Cosimo I ai suoi scultori di corte, tutte Firenze si era dotata, emerge susseguirsi: succedersi
recuperate da Boboli (dove sono state l’importanza di Boboli, che è stato non tessuto urbano: la città
sostituite da copie). E le* sovrasta il soltanto un luogo di delizie transito: passaggio
celeberrimo Arringatore, rientrato dopo e di transito*, ma spazio vitale per varati: (qui) approvati
le manovre dell’armata medicea e la varcato: o l t repass a to
più di quattro secoli a Pitti esattamente là
vestibolo: salone d’ingresso
dove Cosimo negli ultimi anni della difesa militare di Oltrarno*. (…) vestigia: resti, quello che rimane
sua vita l’aveva collocato, nei locali Ma questa è un’altra storia. ■ via via: uno dopo l’altro
viottoli: sentieri, picco le strade
14 ■ O g g i t a l i a 1.2005-06 volte affrescate: (qui) soffitti deco rati da pitture
Fumetti
Un fumetto
nel cuore
Da qualche anno
la creatività italiana
Stilisticamente, i due prodotti, nati
entrambi nel 2000 da una serie di
circostanze fortuite e da qualche
sta avendo successo buon consiglio di m a r k e t i n g, non
internazionale in un potrebbero essere più diversi. Scorre
come un fumetto classico, aggiornato
settore “nuovo” per con influenze filtrate dai manga
l’ I talia, quello dei libri e giapponesi, il giornalino “pre-teen”
dei ca r toni animati per diretto da Valentina De Poli nella
redazione adiacente* a quella storica,
ragazzi. Così sono nati il distante concettualmente anni luce,
topo-scrittore Geronimo di Topolino. Mentre la saga
autoironica (antidoto a paure e
Stilton, le st reghe W i t c h timidezza) di Stilton nasce da
dell’Accademia Disney un’esperienza di affabulazione*
italiana e le W i n x, le sei Gli insegnanti che hanno* le antenne, della talent scout Elisabetta Dami
se ne sono accorti per primi: sta e finisce sulla carta con una specie
fatine che, da Reca n a t i , crescendo una generazione “Stilton”. di scrittura onomatopeica, vagamente
stanno conquistando Non si tratta di gourmet con la mania futurista*, dove le parole si
del celebre formaggio inglese, ma di accendono di colori e segni grafici
il mondo. avidi lettori (e ascoltatori, fin dalla per mimare emozioni e sentimenti,

[TRATTO DA tenera infanzia) delle storie


umoristiche e avventurose di
per circondare letteralmente la
sagoma dei disegni. Di più.
Geronimo, il topo-scrittore
serenamente miope* che trasforma in
successi editoriali tutto ciò che capita
di Paolo Crespi nella sua antieroica e un po’
fantozziana* esistenza. Per la gioia
della sua audience planetaria e per
quello della casa editrice Piemme,
dove i libri del topo nascono.

L’altro caso eclatante* di aff e z i o n e


generalizzata, per chi abbia un
minimo di dimestichezza* con
l’universo agrodolce delle pre-
adolescenti, è il fenomeno delle
W.I.T. C . H. acronimo* di Will, Irma,
Taranee, Cornelia e Hay Lin: le
cinque ragazzine protagoniste del
primo, contagioso fumetto Disney
espressamente dedicato all’altra*
metà del cielo. Dove gli stereotipi di
Minnie e Paperina evidentemente
non bastano più e la componente
intima, confidenziale, è altrettanto
importante, almeno, dei poteri occulti
adombrati* dalla testata italiana che
si legge, debitamente tradotta anche a
Manila.
O g g i t a l i a 1.2005-06 ■ 15
Fumetti

anni forma tutti i


nuovi artisti e
sceneggiatori,
sperimentando anche i
format originali e, come
in questo caso, trasgressivi. Del resto
differiscono i due rispettivi, pur con
qualche sovrapposizione: più “verde”
e unisex quello che si* pasce delle
storie a lieto fine pubblicato a
Topazia, con punte che arrivano
però ai 12-13 anni; distribuito
nell’arco 9-13 (ma con una
maggior concentrazione nel
Mentre Geronimo, intellettualmente passaggio critico degli 11-12) quello
zen e (se dipendesse da lui) anche un prettamente femminile, salvo
po’ pantofolaio*, rifugge dalla incursioni di fratelli e compagni di
magia, deprecandola come classe di mentalità aperta, quello di
un’illusione, in quintetto di Witch, Witch. Diamo i numeri
multietnico e sgamato*, fa un uso In comune, i due fenomeni hanno Nel 2004 le Witch hanno venduto
mirato dei superpoteri, vissuti però l ’imprimatur* di un successo 12 milioni di copie del loro
come una forza interiore da gestire a internazionale che travalica giornalino in Europa e 16 milioni
fin di bene e per trarsi* d’impaccio latitudini, culture, ideologie, nel resto del mondo.
nella quotidianità. contribuendo al buon nome della Il giornalino è pubblicato in
creatività italiana nel mondo. 28 lingue in 65 Paesi diversi.
Sono diversi i “dietro le quinte”: la Nel loro specifico vanno dritto al Sono stati venduti 7 milioni di
redazione di Geronimo vive in cuore. Come testimoniano le migliaia copie dei libri di Geronimo Stilton
simbiosi con il suo personaggio- di lettere ed e-mail che chiedono solo in Italia. All’estero sono stati
autore-simbolo (di cui detiene il ascolto ai rispettivi beniamini. ■ ceduti i diritti in 180 Paesi, con
c o p y r i g h t, a tutela dell’integrità del traduzioni in 35 lingue.
progetto) e utilizza spesso per le
riunioni l’appartamento giallo
formaggio di Stilton, nel basement
della casa editrice, arredato come un
cartone animato. Mentre alle spalle
delle Witch c’è il grande vivaio* di
Accademia Disney, la scuola interna
della filiale italiana che da dodici

Geronimo Stilton a New York

16 ■ O g g i t a l i a 1.2005-06
Sono sei bellissime e simpatiche
fate protagoniste della serie
italiana di cartoni animati più di Raifiction: “Il successo editoriale personaggi modi
popolare al mondo. Prodotta da e commerciale di un cartone animato differenti di camminare e
Raifiction e dalla Rainbow, interamente made in Italy è il risultato di muoversi, e questo per
racconta le avventure di sei giovani che premia il talento dei suoi creatori delineare al meglio le
fate che lottano contro streghe e lo sforzo della Rai nel promuovere e personalità e far emergere
malefiche. Un fenomeno televisivo sostenere il comparto italiano dei veri caratteri”.
enorme, con uno straordinario dell’animazione”. Del resto Il look delle fatine ha una
successo in tutto il mondo. la Rainbow, guidata dal parte molto importante nel loro
giovane Iginio Straffi, successo, roba da far invidia a dive
Le storie delle Winx sono ambientate a è una delle case di e star del pop e, probabilmente, dalle
Magix, un mondo fantastico che si animazione più avventure televisive delle Winx
trova in un’altra dimensione, famose d’Europa e una nascerà un vero film di animazione.
e dove ci sono tre scuole di delle pochissime, in Italia Dice Gusberti a questo proposito:
magia: il College di Alfea in grado di produrre le sue “Certo non è da escludere la possibilità
dove le Winx e le loro creazioni per intero: di creare sinergie* per realizzare
compagne imparano tutto su dall’idea alla colonna lungometraggi con i prodotti di
pozioni* e formule sonora. Lo studio italiano maggiore successo”. E intanto la Rai
magiche, quello di Rainbow, fondato a ha riservato 15 milioni di euro per
Fonterossa dove si Recanati nei primi anni finanziare il mondo dei cartoni
impara a difendersi dalle Novanta da Straffi, in animati: televisivo e non.
creature malvagie a colpi poco più di dieci anni ha Questa sì che è una magia!
di spada e la scuola di saputo conquistare i
Torrenuvola, dove tutto mercati orientali e
occidentali, con la serie
G l o s s a ri o
questo viene perfezionato.
Le protagoniste sono Bloom Tommy & Oscar ed oggi con quello acronimo: parola formata con le lettere iniziali di
che è nata sulla Terra e, delle Winx, vincendo tutti i più altre parole
all’inizio, non sa di avere prestigiosi premi mondiali nell’ambito adiacente: vicina, acca n to
adombrati: (qui) portati avanti
poteri magici, Flora, la fata dell’animazione. affabulazione: invenzione, prodotto della fantasia
dei Fiori, Musa, la fata altra metà del cielo: (modo di dire) donne, ragazze
della Musica, Stella, la fata del Oggi il sito www.winxclub.com ha più creativi: p e rsone che per lavoro creano, usano la
di un milione di visitatori al mese, fantasia
Sole e della Luna, Tecna, la fata della
dimestichezza: conoscenza, abitudine
tecnologia e Aisha, la fata dei Fluidi. senza contare l’enorme operazione eclatante: di grandissime proporzioni
di merc h a n d i s i n g, con un fatturato* fantozziana: dal nome del personaggio
La prima serie delle avventure delle di 200 milioni di euro di cui 40 solo in cinematografico Fantozzi, cioè piena di incidenti buffi
Italia, dove su tre bambole comprate e ridicoli
Winx, firmata* da Iginio Straffi, fatturato: le ve n d i te fa t te da una ditta in un certo
dello studio di animazione dalle bambine, una è periodo di tempo
Rainbow di Recanati è stata un personaggio delle firmata: (qui) creata
vista in 130 Paesi, Winx. Insomma, un futurista: dell’avanguardia artist i ca italiana del
Futurismo (primi del Novecento) che univa tutte le
dall’Europa all’Australia, vero “sortilegio*”
forme d’arte per creare qualcosa che rompesse
dal Sud-Est Asiatico alla che va dalle completa m e n te con la tradizione
Nuova Zelanda. Ma per suonerie per hanno le antenne: (modo di dire) si accorgono dei
i creativi* della Rainbow cellulare con la cambiamenti sociali
imprimatur: (latino) permesso ufficiale, garanzia
la soddisfazione più grande è voce della miope: che non vede bene gli oggetti lontani
aver avuto successo negli protagonista pantofolaio: casalingo, che ama stare in casa
Stati Uniti dove le fatine preferita, ai vestiti, pozioni: bevande magiche, filtri magici
sono tra i personaggi più alle figurine, ai gelati sgamato: (neologismo) che conosce bene la realtà e
non si fa illusioni
amati del network Fox, fino ai tovagliolini di si pasce: si nutre
battendo le loro più “terribili” carta. Dice Iginio Straffi sinergie: collaborazioni
concorrenti, le Witch della della Rainbow: sortilegio: magia, incantesimo
“Abbiamo fatto lunghi trarsi d’impaccio: (modo di dire) uscire dai guai,
Disney. Dice Max
risolvere i problemi
Gusberti, vice direttore studi per dare ai nostri vivaio: (qui) gruppo di giovani di talento
O g g i t a l i a 1.2005-06 ■ 17
Vivere in Italia
Milano - i Navigli

Luoghi
Il libro Italia. Luoghi ed
emozioni raccontanti dai
grandi giornalisti
americani – con
ed emozioni
introduzione di Umberto
Eco – raccoglie le
esperienze dei giornalisti
del New York Times che
vivono e lavorano in Italia.
Leggiamo alcune
testimonianze.

Milano
Quando venni a Milano una trentina
di anni fa non conoscevo la lingua e,
peggio ancora, non* avevo il becco
di un quattrino. Se riuscii a non morire
di fame in quei primi sei mesi, fu
esclusivamente grazie alla generosità
di molti milanesi che, oltre a invitarmi
a casa loro la sera per offrirmi un piatto Genova - la Lanterna
nutriente di pastasciutta e un buon
bicchiere di vino rosso, mi offrivano Genova un giorno Elisabetta – è come un
anche piccole somme di denaro da I miei conoscenti genovesi sono la vecchio nobile che se ne va in giro
restituire “quando ti* sarai sistemato”. famiglia e gli amici di Elisabetta con il cappotto smunto*: dall’orlo*
È fondamentalmente per questo che, Beraldo, disegnatrice di costumi gli penzolano* dei fili, ma sotto stai
al contrario degli invasori barbarici del per il cinema. La sua professione casca* sicuro che ha indosso una camicia
passato, decisi che non avrei distrutto a puntino, è una metafora della città di damasco*”. Questo senso di
la città. irresistibile, stratificata e che si svela aristocrazia decadente, di cose belle e
Alastair McEwen – traduttore f r e e a poco a poco in cui la sua famiglia vive di segreti nascosti pervade* tutta
lance. da generazioni. “Genova – mi disse Genova, un tempo prospero* porto della
18 ■ O g g i t a l i a 1.2005-06
Napoli - Fontana dell’Immacolatella Napoli - il Golfo

costa ligure, nell’Italia nord-occidentale ma trovo che valga la pena di affrontarli. un amico al tavolo all’aperto
e, per secoli, potente repubblica* La sera, se vado a cena vicino al di un ristorante. Furono avvicinati
marinara indipendente e cosmopolita. Pantheon, mi piace passeggiare per un da un uomo con la chitarra che si*
La sua inafferrabilità è antica e nota, attimo con gli amici sotto il grande piazzò vicino al loro tavolo e sollevò
come del resto il suo misto di bellezza e solido portico. È armonia pura: un cartello dove c’era scritto “Non
e sobrietà-anonimato. la mole è praticamente sospesa in aria. suono per non disturbare”.
Michael Frank – scrive saggi e articoli Muriel Spark – scrittrice Divertito e sollevato De Crescenzo
per noti giornali stranieri gli diede qualche soldo e l’uomo fece*
Napoli un inchino e se ne andò. Arrivò
Roma I musicisti di strada possono diventare il cameriere che disse: “Poveretto,
Per me Roma è il luogo ideale in cui un rischio in qualunque centro turistico, deve mantenere quattro figli e non può
lavorare è un piacere. Il romano comune ma non a Napoli, dove è assai meno neppure suonare la chitarra”.
è quasi sempre un “personaggio”, probabile subire l’assalto di casse* a I napoletani sono fatti così.
il che vuol dire che un romano comune tutto volume e rauchi* esperimenti di William Murray – giornalista e
non esiste e che la vita in mezzo a loro, rock. I napoletani hanno modi più sottili scrittore, esperto di musica
se a volte è esasperante*, non è mai per estorcere* alla gente qualche
noiosa. La straordinaria burocrazia monetina. Luciano De Crescenzo, noto
cronista della vita napoletana, ricorda
G l o s s a ri o
bizantina* della vita italiana e i piccoli
guai quotidiani ci sono sempre, di una volta in cui stava pranzando con bizantina: (qui) molto complicata, assurda
casca a puntino: (modo di dire) è proprio
adatta
casse: (qui) altoparlanti, casse acustiche
damasco: un tipo di stoffa ricamata e
preziosa
esasperante: che fa arrabbiare moltissimo
estorcere: (qui) farsi dare
fece un inchino: si piegò per salutare
non… quattrino: (modo di dire) non avevo
soldi, ero molto povero
orlo: parte in basso del cappotto
penzolano: cadono giù
pervade: riempie
prospero: ricco
rauchi: (qui) sgradevoli e non musicali
repubblica marinara: una delle antiche
repubbliche italiane che aveva fondato il
proprio potere sul commercio via mare
si piazzò: si fermò con decisione
smunto: (qui) povero, vecchio e stretto
ti sarai sistemato: (modo di dire) avrai
Roma - sopra, Campo de’ Fiori; sotto, il Pantheon trovato un lavoro

O g g i t a l i a 1.2005-06 ■ 19
Tradizioni

Uva, castagne, funghi :


feste e sapori
d’autunno
Funghi, uva, ca stagne, tartufi.
La stagione autunnale della
campagna fin dai tempi
antichi ha basato su questi
elementi il suo lavoro e le
sue feste. Oggi in tutta
Italia si svolgono sagre*
molto appetitose, che servono
per conoscere le ta n te specialità
di cui è ricco l’autunno italiano.

[TRATTO DA
di Iolanda Barera

Castagne
In Alto Adige, nel Meraner Land c’è
una splendida festa in onore della
castagna che dura una settimana
intera. Le iniziative sono diverse:
vanno dai mercati contadini alle
castagnate* all’aperto, fino ad
arrivare alle escursioni guidate a
castelli e masi*. Gli amanti della
buona tavola possono anche gustare
i piatti a base di castagna: dolci, salati
e, persino piccanti che vengono
proposti da trattorie e ristoranti del
luogo. A qualche centinaio di
chilometri di distanza, nel Mugello,
il marrone* di Marradi tiene* banco
per l’intero mese d’ottobre.
I golosi trovano* pane per i loro
denti: tortellini fritti, torte, budini,
marmellate, ogni tipo di bontà.
Ma l’esperienza da non perdere
è il viaggio in treno a vapore
da Firenze, Roma e Bologna a
Marradi: il percorso è davvero molto
suggestivo. Chi, invece, decide per
una puntatina* alla Festa delle
20 ■ O g g i t a l i a 1.2005-06
castagne e del miele di castagno a Formaggi
Valle di Sofunbergo (Udine), assaggi Oltre 50 caseifici campani, pugliesi e
il mosto* di Ribolla. È molto dolce e molisani aprono le porte a bambini e
si abbina bene con le castagne. Un adulti per la nuova edizione delle “Vie
solo accorgimento: non esagerare del latte”. È l’occasione giusta per
perché è leggermente lassativo. conoscere (previo* appuntamento) e,
magari, accarezzare bovini e ovini
Funghi come la vacca Podolica oppure la
Gli appuntamenti capra Cilentana o, ancora, la bufala
con i profumati e Mediterranea italiana, per visitare i
irresistibili porcini*, locali di stagionatura*, imparare le
freschi, secchi, tecniche del taglio e, naturalmente,
trifolati*, ripieni, degustare. Quasi contemporaneamente,
il Comune di Castegnato (Brescia)
ospita Franciacorta in Bianco:
si trovano prodotti caseari da tutta
Italia, anche alcune rarità, come
il pecorino foggiano fatto con il latte
della pecora Gentile, una razza
autoctona in via d’estinzione.
E, insieme ai formaggi, il vino della
Franciacorta, l’olio del Sebino,
le marmellate e i salumi bresciani.
A Morbegno (Sondrio), si svolge,
invece, la Mostra del Bitto*,
un appuntamento che chi ama
il formaggio non può mancare.
Ma non solo. Insieme al Bitto D.O.P
e ai formaggi tipici della Valtellina,
si possono vedere, annusare,
comperare e degustare vini, G l o s s a ri o
accompagnati da polenta e non, sono bresaola*, pizzoccheri*, miele e mele
decine nei paesini di montagna. Più della zona, toccando con mano la bitto: formaggio locale molto pregiato
rari quelli con il tartufo. Imperdibile bresaola: carne di manzo tipica della
storia e la cultura della Valtellina e
Valtellina
la fiera di Alba, che ritorna nel centro della Valchiavenna. ■ castagnate: mangiate di castagne
storico. Il fulcro di tutto è, marnosi: con rocce calcaree
ovviamente, il prezioso Tubo marrone: un tipo di castagna
magnatum raccolto dai trifolao* negli masi: case di alta montagna dove si alleva
il bestiame
angoli più segreti delle Langhe e del mazzafegati: un tipo di salsiccia locale
Roero, tanto buono quanto caro: lo mosto: bevanda fatta con l’uva
scorso autunno, ha raggiunto i 2.600 pizzoccheri: tagliatelle larghe e spesse,
euro al chilo. Ma molto interessante tipiche delle Valtellina
porcini: un tipo di funghi molto buono e
sono anche il tradizionale Palio degli prezioso
asini e sfilata in costume dei Borghi previo appuntamento: su appuntamento
cittadini che lo precede. puntatina: (modo di dire) breve visita
Nelle Marche, Sant’Angelo in Vado sagre: feste popolari dedicate ad un
prodotto di stagione
onora il tartufo bianco dei terreni stagionatura: procedimento per far
marnosi* e argillosi di questa parte di “maturare” i formaggi
Appennino in simbiosi con querce, tiene banco: (modo di dire) è il
noccioli, pioppi, salici e tigli. Un protagonista assoluto
trifola: (qui) piatti a base di funghi
consiglio: non fermatevi alla trifola*, trifolao: (dialetto) persona che cerca i
ma assaggiare i vini e le specialità del funghi
luogo a cominciare da lonze, trifolati: cotti con olio, aglio e prezzemolo
mazzafegati*, caciotte e selvaggina. trovano… denti: (modo di dire) trovano
qualcosa in cui provare la loro abilità

O g g i t a l i a 1.2005-06 ■ 21
Italiano Hai letto Oggitalia?
per giocare Allora, metti alla prova la tua memoria.

Per modo di dire...


In questo numero di Oggitalia hai trovato molti modi di dire.
Ricordi il loro significato?
1. Sì, sono io in carne e ossa! 7. Eccolo nelle vesti di regista.
■ a. Sono ingrassato. ■ a. Ama travestirsi.
■ b. Sono proprio io! ■ b. Non ama lavorare come regista.
■ c. Sono proprio bello! ■ c. Questa volta lavora come regista.

2. Vedo tutto con occhi diversi. 8. Schierare in campo.


■ a. Mi piace fantasticare! ■ a. Amare la campagna.
■ b. Ho comprato gli occhiali nuovi. ■ b. Essere aggressivi.
■ c. Ora vedo la realtà modo diverso, ■ c. Mettere al lavoro, far lavorare.
nuovo.
9. Ho fatto una puntatina.
3. Per altra metà del cielo. ■ a. Ho fatto una cosa molto carina!
■ a. Per gli uomini, i ragazzi. ■ b. Ho fatto una breve visita.
■ b. Per chi si sente libero. ■ c. Ho fatto una visita medica.
■ c. Per le donne, le ragazze.
10. Tiene banco!
4. Hai le antenne per queste cose. ■ a. Gli piace andare a scuola!
■ a. Ti arrabbi facilmente! ■ b. È il protagonista assoluto!
■ b. Ti accorgi subito dei cambiamenti. ■ c. È un esperto!
■ c. Sei molto timido.
11. Hai trovato pane per i tuoi denti!
5. Riesci sempre a trarti d’impaccio. ■ a. Hai trovato qualcosa di buono da
■ a. Riesci sempre ad uscire dai guai, mangiare!
e risolvere i problemi ■ b. Hai trovato qualcosa in cui provare
■ b. Sei sempre impacciato. la tua abilità.
■ c. Riesci sempre a metterti nei guai. ■ c. Devi metterti a dieta.

6. È ora di cambiare strada. 12. Casca a puntino!


■ a. È ora di fare qualcosa di diverso. ■ a. È proprio adatto!
■ b. Ci siamo persi! ■ b. È proprio distratto!
■ c. Dobbiamo traslocare. ■ c. È molto atletico!

Codice segreto
Ad ogni numero corrisponde una lettera.
Completa lo schema e leggi un modo di dire che
significa “capire che qualcuno ha fatto un errore”.
1 2 3 4 5 3 7 3
P R E N D E R E
8 9 10 11 12 9 4 13 14
A
4 15 10 16 17 10 18 4 10
A A A

Soluzioni
Le riviste ELI per imparare le lingue divertendosi!

LE RIVISTE
LINGUISTICHE

English

Français

Per INFORMAZIONI e
ABBONAMENTI rivolgiti
alla casa editrice che Deutsch
distribuisce le riviste ELI
nel tuo Paese.

È VIETATA LA
RIPRODUZIONE NON
AUTORIZZATA, CON
QUALSIASI MEZZO,
ANCHE FOTOCOPIA,
ANCHE AD USO
Español
DIDATTICO O INTERNO.

FOTOGRAFIE: PER
QUANTO RIGUARDA I
DIRITTI DI
RIPRODUZIONE,
L’EDITORE SI DICHIARA
PIENAMENTE Italiano
DISPONIBILE A
REGOLARE EVENTUALI
SPETTANZE PER QUELLE
IMMAGINI DI CUI NON SIA
STATO POSSIBILE
REPERIRE LE FONTI.

I SITI WEB A CUI SI FA


RIFERIMENTO IN QUESTA
Lingua latína
PUBBLICAZIONE SONO DI
PUBBLICO DOMINIO ED IL
LORO INDIRIZZO
È FORNITO DALLA ELI
A SOLO SCOPO
INFORMATIVO. LA ELI
NON È RESPONSABILE HECCRBQ ZPSR
DEL LORO CONTENUTO.

I DISTRIBUTORI ELI Fax (943) 643 863 - E-mail: NEDERLAND - MERLIJN EDUCATIEVE MEDIA, SLOVENIJA - SAMO.UK d.o.o.
AUSTRALIA & NEW ZEALAND - HEINEMANN editorial@stanleyformacion.com Postbus 860, 3800 AW Amersfoort, Metelkov dvor 6, 1290 Grosuplje,
EDUCATION Website: www.stanleyformacion.com Tel. (033) 463 7261, Fax (033) 463 7587, Tel. (01) 542 1124 Fax (01) 542 1125
20 Thackray Road, FINLAND - SUOMALAINEN KIRJAKAUPPA OY E-mail: mic@euronet.nl E-mail: samouk@siol.com - Website: www.samouk.si
Port Melbourne VIC 3207 P.O. Box 2, 01641 Vantaa, Tel. (9) 852 7880, Fax (9) 852 NORGE - KORINOR Skoleavdelingen, SOUTH AFRICA - INTERNATIONAL JOURNALS CC,
Toll-free phone: 1-800-810-372 7990, E-mail: lehdet@suomalainenkk.fi Caspar Storms v 12 - Bygg A P.O. Box 46171, Orange Grove 2119 Johannesburg,
Tel. (03) 9245 7188, Fax (03) 9245 7265 Website: www.suomalainen.com Postboks 13 Oppsal, 0619 Oslo, Tel. (022) 657 124, Tel. (011) 485 5650, Fax (011) 485 4765,
E-mail: customerservice@harcourteducation.com.au FRANCE - PIERRE BORDAS ET FILS Fax (022) 657 825 E-mail: ijournals@netactive.co.za
BELGIË - MERLIJN EDUCATIEVE MEDIA D i ffusion: EDITIONS DU COLLEGE, 26110 Vinsobres E-mail: skoleavdelingen@korinor.no SVERIGE- BETA PEDAGOG AB,
Postbus 860, 3800 AW Amersfoort, Nederland Tel./Fax (04) 75 27 01 11 Website: www.korinor.no Box 58, 430 17 Skällinge, Tel. (0340) 35505,
Tel. (033) 463 72 61, Fax (033) 463 75 87 E-mail: contact@editions-du-college.fr ÖSTERREICH - ÖBV-KLETT-COTTA Verlags GmbH Fax (0340) 35481
E-mail: mic@euronet.nl F.Y.R.O.M. - T.P. ALBATROS Hohenstaufengasse 5, 1010 Wien E-mail: beta-pedagog@beta-pedagog.se
BULGARIA - OKSINIA EDUCATIONAL CENTRE Bul. III Makedonska Brigada 23/11, Tel. (01) 533 8366, Fax (01) 535 9843 Website: www.beta-pedagog.com N.B.
jk. Dianabad, bl. 37, Sofia 1000 Skopje, Tel./Fax (022) 463 849 / 469 781 E-mail: eli@klett.at TA I WAN - CENTRAL BOOK PUBLISHING CO.
Tel/Fax 00359 (0)2 9622316 E-mail: kasovskib@yahoo.com Website: www.klett.at 2nd Fl., No. 141, Section 1, Chung-King South Road, Taipei
E-mail: oksinia@abv.bg HONG KONG - TRANSGLOBAL PUBLISHERS POLSKA - Agencja Subskrypcyjna GEA, Plac Orlat Tel. (02) 2331 5726, (02) 2371 9893, Fax (02) 2331 1316
Website: www.oksinia-bg.com SERVICE Ltd. Lwowskich 5, E-mail: central2@ms24.hinet.net
CANADA - THE RESOURCE CENTRE 27E Shield Industrial Centre, 84-92 Chai Wan Kok St., Skr poczt 1238, 50-986 Wroclaw 44, TÜRKIYE - IBER DIS TICARET LTD STI
P.O.Box 190, Waterloo, Ontario N2J 3Z9, Tsuen Wan N.T., Hong Kong, Tel./Fax: (071) 359 3772 Bagdat Cad. No. 193/8
Toll-free phone: 1-800-923-0330 Tel. (02) 413 5322, Fax (02) 413 7049, E-mail: gea@gea.pl - Website: www.gea.pl Ari Apt. Kat: 2, Kadiköy, Istanbul,
Tel. (519) 885 0826, Fax (519) 747 5629 E-mail: info@transglobalpsl.com PORTUGAL - EDITORA REPLICAÇAO Lda, Tel. (0216) 368 4250, Fax (0216) 368 5568,
E-mail: resourcecentre@sympatico.ca ÍSLAND and GRØNLAND - FORLAGET ÅLØKKE A/S Rua Pedro de Sintra, 26-A, E-mail: iber@eli-iber.com - Website: www.eli-iber.com
CESKÁ REPUBLIKA - DIDAKTIS spol. s.r.o. Postboks 43, Porskaervej 15, Nim, 8700 Horsen, Danmark, 1400-277 LISBOA, Tel. 0213 021 583 UK - EUROPEAN SCHOOLBOOKS LTD
Kastanova 141 b, 617 00 Brno, Tel. + 45 (75) 671 119, Fax + 45 (75) 671 074, Fax: 0213 021 584 Ashville Trading Estate, The Runnings
Tel. +042 543250078 - 543250076, Fax +420 E-mail: alokke@get2net.dk - Website: www.alokke.dk E-mail: replic@mail.telepac.pt Cheltenham GL51 9PQ,
543250732 - E-mail: didaktis@didaktis.cz ITALIA - ELI srl, C.P. 6, 62019 Recanati, Tel. (071) ROMANIA - PRIOR BOOKS DISTRIBUTORS SRL Tel. (01242) 245 252, Fax (01242) 224 137
Webside: www.didaktis.cz 750701, Fax (071) 977851, Str. Raspantiilor 32, ap 2 - sector 2 - 020548 Bucuresti E-mail: jar@esb.co.uk - Website: www.esb.co.uk
DANMARK and FAER ØER - FORLAGET ÅLØKKE A/S E-mail: info@elionline.com Tel. (021) 210.89.08 - (021) 210.89.28, UKRAINE- U.C.I.E. - 16, Lipska St. - Kiev 01021
Postboks 43, Porskaervej 15, Nim, 8700 Horsen Website: www.elionline.com Fax (021) 212.35.61 Tel./Fax: (044) 2534144 - 2538073,
Tel. (75) 671 119, Fax (75) 671 074 Direttore responsabile: Lamberto Pigini. E-mail: office@prior.ro - Website: www.prior.ro E-mail: ucie_education@hotmail.com
E-mail: alokke@get2net.dk - Website: www.alokke.dk Autorizzazione Trib. di Macerata N. 234 del 4 luglio 1984. REPUBLIKA HRVATSKA - V.B.Z.d.o.o., Goranska 12, URUGUAY - EQ OPCIONES EN EDUCACION
DEUTSCHLAND - ZAMBON VERLAG und VERTRIEB Realizzazione: Tecnostampa, Loreto. 10010 Zagreb, Tel. (01) 6235 626, Fax (01) 6235 418 Soriano 1162, 11100 Montevideo
Leipziger Strasse 24, 60487 Frankfurt/Main Abbonamento annuo (6 numeri da ottobre a maggio) _ E-mail: andreja.crnicki@vbz.hr - Website: www.vbz.hr Tel. (02) 900 9934, Fax (02) 487 3965,
Tel. (069) 779223, Fax (069) 773 054 16.90 (singolo) 12.90 (da 2 abbonamenti in poi) da SCHWEIZ/SUISSE - INGOLD, Ernst Ingold+Co. AG E-mail: opciones@adinet.com.uy
E-mail: zambon@online.de versare sul c/c n. 11023629 intestato a: European Hintergasse 16, Postfach, 3360 Herzogenbuchsee, USA (known office of publication) - MIDWEST EUROPEAN
EIRE - EUROPEAN SCHOOLBOOKS LTD Language Institute, 62019 Recanati. © ELI Italy 2005 Tel. 062.956.44.44, Fax 062.956.44.54, PUBLICATIONS INC. 8124 N Ridgeway, Skokie, IL 60076
Ashville Trading Estate, The Runnings, MAGYAR KÖZTÁRSASÁG - LIBROTRADE KFT., E-mail: info@ingoldag.ch - Website: www.ingoldag.ch Tel. (847)676 1596 X 109, Fax (847) 676 1195,
Cheltenham GL51 9PQ, UK, Pf 126 H-1656 Budapest SERBIA & MONTENEGRO - PLANETA A.S. E-mail: e.mitas@distribooks.com - Website: www.mep-eli.com
Tel. +44 (01242) 245 252, Fax +44 (01242) 224 137 Tel. (01) 254-0-254, Fax (01) 256-8-727, Resavska 30 B, 11 000 Beograd, SCG, OGGITALIA, USPS 004159, Year 2005/2006 Issue 1) is
E-mail: rhc@esb.co.uk - Website: www.esb.co.uk E-mail: periodicals@librotrade.hu - Website: Tel./Fax +381 11 3243 984, published 6 x a year October, November, December, Febru a ry,
ELLÁS & CYPRUS - GM PUBLICATIONS www.librotrade.hu 381 11 3238 392, 381 64 1752 318, March, May for a subscription price of $ 22,50 per year by
Kleomidous 2, 10443 Athens, MALTA - SIERRA BOOK DISTRIBUTORS E-mail: planeta@eunet.yu ELI, 62019 Recanati, Italy. Periodicals postage paid at Skokie,
Tel. (0210) 5150201, Fax (0210) 5143383, Brianza, Mediterranean Street SLOVAKIA - DIDAKTIS Ltd. IL. Postmaster: send address changes to: OGGITALIA, MEP,
E-mail: gmflbook@otenet.gr The Village, St. Julian SGN 07 Hyrosova 4, 811 04 Bratislava 8124 N Ridgeway, Skokie, IL 60076
ESPAÑA - EDITORIAL STANLEY, Calle Mendelu, 15 Tel. (021) 378576, Fax (021) 374822 - E-mail: Tel. (02) 5465 2531, Fax (02) 5465 3181
sierrabooks@onvol.net E-mail: didaktis@didaktis.sk - Website: www.didaktis.sk © ELI Italy 2005
20280 Hondarribia, Tel.(943) 640 412 - 641 053
S apore Oggitalia
ita l i a n o

Il Parmigiano-
Da 8 secoli
questo
formaggio si
prepara allo
stesso modo:
con latte, fuoco
Re g g i a n o
e pazienza.

Il Parmigiano-
Reggiano ha la stessa
forma e la stessa
preparazione di 8
secoli fa. Secondo
molte testimonianze
storiche, già nel 1200
il Parmigiano aveva
la stessa straordinaria
qualità di oggi. Il che
significa che la sua
origine è molto più
antica. Quello che
rende unico questo
formaggio sono le
caratteristiche fisiche
del luogo dove si
produce, la zona
Curiosità
intorno al fiume Po.
Il Parmigiano non si taglia, ma si “apre” con uno speciale coltello “a mandorla”, altrimenti
Qui le caratteristiche si rovina il sapore.
del terreno,
Ogni giorno si producono 4 milioni di forme di Parmigiano.
dell’acqua e dell’aria
permettono di Da 100 litri di latte si pro d u cono 6 chili di formaggio.

produrre un latte Una forma di parmigiano pesa tra i 25 e i 40 chili.


veramente di qualità.
Ogni anno in Europa si mangiano 16 mila tonnellate di Parmigiano.