Anda di halaman 1dari 25

Il seguente è una email che ho mandato recentemente al mio vescovo, ausiliario vescovo di Perugia,

Italia.

In una gremita cattedrale di San Lorenzo, diacono e martire, in Perugia, domenica pomeriggio 10
agosto 2014, mons. Paolo Giulietti è stato consacrato vescovo titolare di Termine Imerese ed
ausiliare di Perugia-Città della Pieve.
http://www.umbria24.it/perugia-mons-paolo-giulietti-consacrato-vescovo-in-una-cattedrale-
gremita/307907.html

Cinque anni dopo Mons. Paolo Giulietti era nominato arcivescovo di Lucca da papa Francesco.
http://www.perugiatoday.it/attualita/monsignor-giulietti-arcivescovo.lucca

-------

Una Lettera al Mio Vescovo

Caro Don Paolo,

Durante il Ritiro del clero, il 13 febbraio, mi hai invitato di venire a suonare la mia fisarmonica a
Ponte San Giovanni il 5 marzo, come abbiamo suonato insieme nei anni passato nel gruppo
musicale di 5 sacerdoti della nostra diocesi di Perugia, “Cloro al Clero”; mi ricordo bene quando
siamo andati a suonare per gli incarcerati al carcere Capanne di Perugia il 24 gennaio 2011. Dopo
ho riflettuto, ho capito che, nella situazione presente, Dio non sarebbe contento se vengo.

Quando mi ha chiamato nel tuo ufficio il 13 ottobre 2015; mi hai detto che non vado d’accordo con
il parroco di Magione, neanche con i neocatecumeni, ed adesso a Lisciano Niccone, e perciò tutti i
miei impegni erano tolti da me nella diocesi di Perugia. Come si dice in baseball Americano:
“Three strikes and you’re out!” (“TRE MANCATE E SEI FUORI”), senza prima parlare e
dialogare con l’accusato come fanno i veri cristiani e tutti i santi veri. Almeno si fa finta nei
tribunali civili in Europa ed in America che l’accusato è innocente finché c’è la prova della
colpevolezza stabilita dal tribunale, nonostante che vince chi ha più soldi. Ma mi pare in tanti
tribunali ecclesiastici dove i responsabili non sono tanto maturi ma piuttosto insicuri, l’accusato è
colpevole finché l’accusato riesce a stabilire la sua innocenza (senza poter far riferimento ai
documenti della Chiesa!); si fa finta di giustizia secondo il Vangelo ma invece in tanti diocesi oggi
regna la dittatura di relativismo (I NUOVI SINEDRI MODERNI DELLA DITTATURA DEL
RELATIVISMO). Chi rimane fedele al Catechismo della Chiesa Cattolica degli adulti (ed. 1992) e
colpevole di non andare d’accordo con la maggioranza dei esseri umani, o con la nuova teologia, la
chiesa moderna, il culto dell’uomo oggi! Tu non mi sembravi troppo contento quando ti ho detto
che tutte le mie omelie sono registrate e tante sono pubblicate su Youtube dove si può ascoltare le
omelie che alcuni non erano contenti. Voi due vescovi avete ascoltato tutte le altre persone che
hanno parlato dietro le spalle di Don Jo! CHE BEL ESEMPIO E MODELLO DI VIRTÙ PIÙ
ALTO NELLA DIOCESI DI PERUGIA che i due vescovi mi hanno dato! Devo cercare di trattare
tutte le persone con cui vengo in contatto nello stesso modo che i due vescovi di Perugia mi hanno
trattato?!? Alla fine del nostro incontro del 13 ottobre 2015, mi hai detto che potevo sottomettermi
ad un processo di riformazione o che sarà un processo per investigarmi al livello teologico
PERCHÉ MI HAI DETTO AL LIVELLO MORALE SONO “IMPECCABILE”. È chiara che tu
sapevi bene che circa sei mesi prima che mi avete mandato via da questa parrocchia che c’era una
donna della parrocchia, Assunta F., che ha cercato in tutti i modi di sedurmi, ma non è riuscito.
“Perché il nostro avversario resti confuso, non avendo nulla di male da dire sul conto nostro” (Tito
2,8). Prima di andare via dalla parrocchia, ho detto a Assunta F. che se un sacerdote prega bene ogni
giorno, non è difficile di superare le tentazioni; il problema è che tanti preti e vescovi oggi non
pregano, almeno di cercare sinceramente di vivere il Padre Nostro: “Sia fatta la TUA volontà”, non
la MIA volontà sia fatta! STA DIVENTANDO COSÌ NORMALE OGGI PER I PRETI ED I
VESCOVI DI NON VIVERE LA CASTITÀ che non mi meraviglieresti se tu hai pensato che Don
Jo non avrebbe resistito queste tentazioni!

NELLA MIA OMELIA DEL 1° NOVEMBRE 2013 AL CIMITERO della parrocchia di


Lisciano Niccone (PG) ho dato i cicchetti abbastanza forte quando ho visto che a quella Messa al
cimitero della parrocchia, c’erano più di cento persone, ma alla Messa domenicale, c’erano meno di
20. Ho detto a loro: “Per la mamma o la nonna qui a cimitero, più di 100 persone; per Gesù Che vi
ha dato la mamma e la nonna e tutto il resto, meno di 20 persone alla Messa domenicale; mi pare
che è diventata una religione dei morti invece dei vivi. Senza la gratitudine, non c’è la salvezza!”
Siccome Gesù ama ognuno di noi immensamente non possiamo immaginare quanto Gesù soffre in
ogni momento presente sulla croce a causa della nostra indifferenza! Santo Padre Pio ed i santi ci
dicono che Gesù soffre immensamente per i nostri peccati fino alla fine del tempo! Quante persone
sono chiuse nel loro piccolo mondo e nel loro punto di vista e perciò non cercano di consolare Gesù
come fanno tutti i santi che sono veramente innamorati con Gesù crocifisso?
La domenica dopo questa omelia al cimitero, due parrocchiani mi hanno dato i cicchetti abbastanza
forte. Come una risposta a questo, ho messo fuori della chiesa il seguente:
“Attirare la Gente, a Chi?” (http://cibo-spir.blogspot.it/2014/01/attirare-la-gente-chi.html).

Se hai il coraggio, caro fratello, di cercare la verità scomoda (che è Gesù crocifisso) e non soltanto
di “accontentare la gente” (non soltanto Gesù risorto), ascolta questa omelia del 1 novembre 2013:
“Omelia Don Jo 131101 Tutti Santi Lisciano”
https://youtu.be/OhcOkeUhmsA

Scrivo a te come ho scritto a Don Stefano Orsini il 29 settembre 2018 (allegato):


“Caro Don Stefano, verrò alle tue celebrazioni QUANDO TU AVRAI IL CORAGGIO DI FARE
IL RISCHIO DI DIALOGARE CON ME IN QUANTO RIGUARDA LE MIE OBIEZIONI E
RISERVAZIONI SECONDO LA VERITÀ BEN RIASSUNTA NEL CCC. Verrò alle tue
celebrazioni quando possiamo camminare insieme verso la Verità che non cambia e che ci porta
verso Gesù e paradiso, non verso la “verità” secondo la mia testa neanche secondo la tua testa o
secondo il mondo o i nostri amici, che sarebbe il culto dell’uomo invece il culto di Dio. In questo
modo ci sarà veramente “Gesù in mezzo” e NON SOLTANTO PAROLE VUOTE, senza la
“Verità in mezzo”, la Verità Che è Gesù (Gv 14,6), non la “verità” del mondo! “Perché dove sono
due o tre riuniti nel mio nome (nella Verità!!!), io sono in mezzo a loro” (Mt 18,20). Tu dice che
sei cattolico?!? Allora guardiamo insieme la Rivelazione Divina spiegata bene nei documenti della
Chiesa e ben riassunto nel Catechismo della Chiesa Cattolica degli adulti (CCC, ed. 1992)!!!”
Oggi “l’amore” (falso) e “la misericordia” (falsa) vuol dire che bisogna dire ciò che le persone
vogliono sentire invece di ciò il nostro Dio dell’Amore desidera di comunicare a noi. Come un
sacerdote, SENTO SEMPRE PIÙ OGGI LE GRANDI PRESSIONI, dai preti e dai laici, di non
parlare delle verità difficili nel Vangelo o nel Catechismo della Chiesa Cattolica degli adulti (CCC;
ed. 1992; http://www.vatican.va/archive/ccc_it/ccc-it_index_it.html). Crediamo che Dio ci ha dato i
Dieci Comandamenti per il nostro vero bene o per il nostro male?!? Ci fidiamo a Dio o ci fidiamo a
noi stessi?!? La Verità viene da Dio o dall’uomo o dalla Chiesa?!? La Chiesa è l’ancella della
Verità o l’Autore della Verità?!? Dove crediamo di passare l’eternità – con Dio o separati da Dio?!?
“La pena principale dell’inferno consiste nella separazione eterna da Dio” (CCC 1035). Ma Gesù è
la Verità (Gv 14,6), e dopo più di 18 anni di passare più di un’ora ogni giorno in ginocchio davanti
al nostro Signore Eucaristico in chiesa, sono innamorato non soltanto con Cristo risorto ma
soprattutto con Cristo crocifisso, la Verità scomoda, che ci farà veramente liberi (Gv 8,32) adesso e
per tutta l’eternità!!! Gesù è la Vittima, l’Agnello di Dio, che si offre sull’altare durante la Santa
Messa, che chiede i sacerdoti di essere vittime con Lui; di questa realtà sacra si parla ben poco oggi
nella Chiesa. Perciò non rimarrò in silenzio davanti agli uomini (Lc 16,15; 6,26; Gv 5,44; 12,39-43;
Mt 6,1-6; 16-18) nel parlare di Lui che amo più di tutti e di tutto, anche se il mio cardinale mi toglie
la parrocchia, e dopo, in questo periodo della “grande tribolazione” (Mt 24,21; Apoc 7,14), anche la
mia vita!!!

Ai nostri ritiri mensili del clero, si parla continuamente di comunità, carità e misericordia, che sono
cose molto importante e fondamentale, ma se le giuste priorità non sono mantenute, queste belle
cose perdono non soltanto il loro significativo ma anche il loro valore non soltanto davanti a Dio ma
anche, almeno dopo, davanti agli uomini, perché si rende conto dopo che è una comunità falsa,
carità falsa e misericordia falsa!

Nonostante che non ti sente il bisogno dell’aiuto della Madre di Dio, ti offro un messaggio dalla
Madonna data a Don Stefano Gobbi, 11 febbraio 1977 (http://madonna-sacerdoti.blogspot.it/):
“Vi voglio puri di cuore per essere veramente capaci di amare. Il vostro amore deve essere
soprannaturale e divino. Ogni attaccamento disordinato a voi stessi o alle creature ne offusca la
interiore purezza.
Dovete amare mio Figlio Gesù e le anime per amore di Lui. Si può amare il prossimo e non
amare Dio? Oggi c’è questa tendenza così falsa e così diffusa anche tra tanti miei figli: cercare
di amare il prossimo, facendo a meno di Dio.
Potete sempre fare il bene, aiutare il vostro prossimo. Ma perché il vostro sia amore
soprannaturale e perfetto deve partire da Dio.
Amate la Trinità Santissima col cuore di mio Figlio Gesù e fra voi amatevi vicendevolmente come
Lui vi ha amato. Così il vostro amore sarà sempre più puro e sarete capaci di volere il vero bene
dei vostri fratelli.
Solo chi è casto di cuore può aprirsi a una grande capacità di amore e vivere la virtù della carità.
Ancora oggi sono i puri di cuore che possono vedere Dio e, nella sua Luce, comprendere e amare
gli uomini.
Vi voglio puri di corpo.”
Al nostro incontro mensile della diocesi della formazione permanente del clero (marzo 2017, sul
Amoris Laetitia), nei gruppetti, ho chiesto come mai sentiamo soltanto la metà della verità, soltanto
la misericordia, e non l'altra parte della verità. Papa Giovanni Paolo II e Papa Benedetto XVI hanno
detto e scritto tante volte: “SOLO CIÒ CHE È VERO PUÒ ULTIMAMENTE ESSERE
ANCHE PASTORALE”! Ad un certo punto un prete di più di 70 anni ha cercato di convincermi
della misericordia citando il brano nel vangelo dell'adultera. Dopo ha smesso a parlare l’ho chiesto,
come mai non ci hai detto niente delle parole di Gesù alla fine di quel brano, cioè, “Vai, e non
peccare più”? L’ho detto, e davanti agli altri preti presenti nel gruppetto, che UNA MEZZA
VERITÀ È PEGGIO DELLA BUGIA, perché si crede di aver ricevuto “la verità, la verità
intera e nient’altro che la verità” (come si dice nei tribunali civili). In un modo simile i santi ci
dicono che i peccati d’omissione sono peggio dei peccati di commissione! Ho detto che l’anno
scorso all'Angelus della Domenica V di Quaresima, con il Vangelo dell'adultera (Gv 8,1-11), Papa
Francesco non ha neanche menzionato il tema tradizionale (cfr "Messale dell'Assemblea Cristiana;
Centro Catechistico Salesiano; Editori: ELLE DI CI) che è stato dato a questo brano del Vangelo:
"VAI, E NON PECCARE PIÙ"! ("Angelus Domini 2016/03/13";
https://www.youtube.com/watch?v=mPNMk1N5ypc;
https://w2.vatican.va/content/francesco/en/angelus/2016/documents/papa-
francesco_angelus_20160313.html). Un altro sacerdote anziano nel nostro gruppetto, durante questo
dibatto, piuttosto vivace, si è svegliato, e ci ha fatto ricordare ciò che abbiamo studiato nella
teologia pastorale che i papi recenti, nel mondo di oggi, ci ammoniscono di essere di guardia non
tanto sulla mancanza di applicare la “LEGGE DELLA GRADUALITÀ” ma del grande pericolo
della “GRADUALITÀ DELLA LEGGE”, che deve essere rifiutata in quanto riduce il valore della
legge ad un mero ideale (cfr. Esortazione Familiaris consortio, n. 34, 9; Humanae Vitae, no. 28)
(“La Vera Pasqua!” (Pastori buoni o Pastori mercenari?); http://cibo-spir.blogspot.it/2017/05/la-
vera-pasqua.html).
Parlando della santità di Papa Giovanni Paolo II, Benedetto XVI, il 7 marzo 2014: “Il coraggio
della verità è ai miei occhi un criterio di primo ordine della santità.”
(http://www.tempi.it/benedetto-xvi-racconta-giovanni-paolo-ii-aveva-il-coraggio-della-verita-
sapevo-che-era-santo#.Vu16LRxVK1E).

Si presente continuamente le mezze verità che sono peggio delle bugie. Si rovescia le priorità
dell’amore di Dio e del prossimo: “Amerai il Signore Dio tuo con tutto il cuore, con tutto la tua
anima e con tutta la tua mente. Questo è il più grande e il PRIMO dei comandamenti. E il
SECONDO è simile al primo: Amerai il prossimo tuo come te stesso” (Mt 22,37-38)!
Sant’Agostino ha descritto bene questi due punti di visto reciprocamente esclusivi nel suo libro
famoso, “La Città di Dio”! Non è difficile di trovare questa spiegazione nei documenti della Chiesa
e nei scritti dei santi nei ultimi 2000 anni se una persona vuole aprire gli occhi alla Rivelazione
Divine integra ed intera.

Papa Giovanni Paolo II (il 13 ottobre 1999):


“2. Il precetto del Deuteronomio ritorna inalterato nell’insegnamento di Gesù, che lo definisce “IL
PIÙ GRANDE E IL PRIMO DEI COMANDAMENTI”, unendo ad esso strettamente quello
dell’amore del prossimo (cfr Mt 22, 34-40). Riproponendo il precetto negli stessi termini
dell’Antico Testamento, Gesù mostra che su questo punto la Rivelazione ha già raggiunto un suo
apice.” (https://w2.vatican.va/content/john-paul-ii/it/audiences/1999/documents/hf_jp-
ii_aud_13101999.html).

Papa Benedetto XVI (il 26 ottobre 2008):


“La Parola del Signore, risuonata poc’anzi nel Vangelo, ci ha ricordato che nell’amore si riassume
tutta la Legge divina. L’Evangelista Matteo racconta che i farisei, dopo che Gesù ebbe risposto ai
sadducei chiudendo loro la bocca, si riunirono per metterlo alla prova (cfr 22,34-35). Uno di questi,
un dottore della legge, gli chiese: "Maestro, nella Legge, qual è il grande comandamento?" (v. 36).
La domanda lascia trasparire la preoccupazione, presente nell’antica tradizione giudaica, di trovare
un principio unificatore delle varie formulazioni della volontà di Dio. Era domanda non facile,
considerato che nella Legge di Mosè sono contemplati ben 613 precetti e divieti. Come discernere,
tra tutti questi, il più grande? Ma Gesù non ha nessuna esitazione, e risponde prontamente: "Amerai
il Signore tuo Dio con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua mente. QUESTO È
IL GRANDE E PRIMO COMANDAMENTO" (vv. 37-38).”
(http://w2.vatican.va/content/benedict-xvi/it/homilies/2008/documents/hf_ben-
xvi_hom_20081026_conclusione-sinodo.html).

“Il Problema del Primo Comandamento del Papa” (“The Pope’s First Commandment Problem”,
https://culbreath.wordpress.com/2014/10/28/the-popes-first-commandment-problem/).

“L’amore di Dio è il primo come comandamento, ma l’amore del prossimo è primo come attuazione
pratica. Colui che ti dà il comando dell’amore in questi due precetti, non ti insegna prima l’amore
del prossimo, poi quello di Dio, ma viceversa” (Dai “Trattati su Giovanni” di sant’Agostino; 3
gennaio, Ufficio delle Letture).

'l'Anticristo conquisterà molte persone dicendo: 'Voi potete fare tutto ciò che vi piace... è
sufficiente che vi amiate...' - Santa Ildegarda di Bingen (1098-1179; Dottoressa della Chiesa)
(http://profezie3m.altervista.org/ptm_profx_santaildegarda.htm)

Mi sembrava che c’era ancora una scintilla di questa verità nella tua coscienza quando mi hai scritto
il 9 ottobre 2014 “secondo uno mille volte ad “accontentare la gente”.” (“La Strada Larga e
Nascosta alla Perdizione”, http://cibo-spir.blogspot.it/2015/05/strada-perdizione.html). “Infatti, è
forse il favore degli uomini che intendo guadagnarmi, o non piuttosto quello di Dio? Oppure cerco
di piacere agli uomini? Se ancora io piacessi agli uomini, non sarei più servitore di Cristo!” (Gal
1,10). Perfino gli scribi e i sommi sacerdoti dovevano ammettere che Gesù non aveva riguardo per
il RISPETTO UMANO: “Maestro, sappiamo che parli e insegni con rettitudine e NON GUARDI
IN FACCIA A NESSUNO, ma insegni secondo verità la via di Dio” (Lc 20,21; Mc 12,13; Mt
22,16).

Stiamo vivendo in un mondo più pieno che mai delle falsità – belle bugie mortali dal “padre della
menzogna” (Gv 8,44), presentate come fossero la verità, inganni nascosti distruttivi - come il
diavolo, l’inferno ed il peccato non esistono più!!! La grande maggioranza dei pastori oggi “sono
tutti CANI MUTI, incapaci di abbaiare” (Is 56, 10) per avvertire le pecore del furbissimo lupo,
Satana! Questi poveri pastori, che cercano di accontentare gli uomini invece Dio (Gv 5,44; Mt 6,1-
6. 16-18; Gal 1,10), offrono compassione malconsigliata e le mezze verità (che sono peggio delle
bugie!), in particolare di parlare soltanto della misericordia senza “VAI E NON PECCARE PIÙ”
(Gv 8,11; 5,14)! I papi degli ultimi 90 anni fino a 6 anni fa ci hanno detto che il peccato più grave
oggi è che abbiamo perso il senso del peccato! “Proibito di Parlare del Peccato”; (http://cibo-
spir.blogspot.it/2016/09/proibito-di-parlare-del-peccato.html)!
“O ti prendi gioco della ricchezza della sua bontà, della sua tolleranza e della sua pazienza, senza
riconoscere che la bontà di Dio ti spinge alla conversione?” (Rm 2,4; Gal 6,7-8).

“Adulterio e omosessualità. Le due parole sparite”


(http://magister.blogautore.espresso.repubblica.it/2019/03/08/adulterio-e-omosessualita-le-due-
parole-sparite/?refresh_ce).

Tantissimi preti e vescovi oggi non parlano delle parti del Vangelo e del Catechismo della
Chiesa Cattolica degli adulti che i loro amici e parrocchiani non vogliono sentire!!! Per la
grande maggioranza dei sacerdoti e dei vescovi oggi, la prima priorità è rispetto umano, non la
Verità scomoda Che è Cristo crocifisso. Alcuni presentano la verità ma soltanto occasionalmente e
in tal modo che nessuno è offeso o nessuno si rende conto che non stanno vivendo il Vangelo
secondo gli insegnamenti della Chiesa, e in questo modo questi sacerdoti e vescovi credono che non
possono essere accusati di non essere ortodossi mentre allo stesso tempo non perdono i loro
seguaci e il loro guadagno economico. Questi pastori non proteggono le pecore dal lupo! “Satana
si maschera da angelo di luce” (2Cor 11,14). “Dai loro frutti li riconoscerete” (Mt 7,15-20). Gesù
non ha detto “dai loro foglie li riconoscerete”, che sarebbe le belle parole! Ma Dio ci ha dato i Dieci
Comandamenti per il nostro bene o per il nostro male?!? Ci fidiamo a Dio o ci fidiamo a noi stessi o
al mondo?!? Queste mezze verità sono amore falso, misericordia falsa, compassione malconsigliata
e ecumenismo falso che non portano verso la Verità che ci fa veramente liberi adesso e per sempre
(Gv 8,32), ma verso la verità secondo il mondo, che ci offre la nostro comodità e il nostro piacere
oggi senza responsabilità personale e le conseguenze nel vivere nel nostro egoismo. Ma domani e
per l’eternità c’è la schiavitù più terribile! La grande maggioranza dei preti e dei vescovi oggi
seguono gli uomini, non Dio. La grande maggioranza dei preti e dei vescovi oggi sono “CANI
MUTI INCAPACI DI ABBAIARE” (Is 56,10); non proteggono le pecore dal lupo vestito di
agnello, vestito come pastori! Ecco ciò che scrive San Gregorio Magno, papa, di questi
numerosissimi preti e vescovi oggi:

“Il pastore sia accorto nel tacere e tempestivo nel parlare, per non dire ciò ch’è doveroso tacere e
non passare sotto silenzio ciò che deve essere svelato. Un discorso imprudente trascina nell’errore,
così un silenzio inopportuno lascia in una condizione falsa coloro che potevano evitarla. Spesso i
pastori malaccorti, per paura di perdere il favore degli uomini, non osano dire liberamente ciò ch’è
giusto e, al dire di Cristo ch’è la verità, non attendono più alla custodia del gregge con amore di
pastori, ma come mercenari. Fuggono all’arrivo del lupo, nascondendosi nel silenzio. Il Signore li
rimprovera per mezzo del Profeta, dicendo: “SONO TUTTI CANI MUTI, INCAPACI DI
ABBAIARE” (Is 56,10) … Cos’è infatti per un pastore la paura di dire la verità, se non un voltar le
spalle al nemico con il suo silenzio? Se invece si batte per la difesa del gregge, costruisce contro i
nemici un baluardo per la casa d’Israele. Per questo al popolo che ricadeva nuovamente
nell’infedeltà fu detto: “I tuoi profeti hanno avuto per te visioni di cose vane e insulse, non hanno
svelato le tue iniquità, per cambiare la tua sorte” (Lam 2,14)…” (San Gregorio Magno, papa;
Ufficio delle letture; domenica 27, TO).

Ecco ciò che dice Sant’Agostino:


“MA CHE RAZZA DI PASTORI sono invece quelli che, TEMENDO DI OFFENDERE GLI
UDITORI, non solo non li preparano alle tentazioni future, ma anzi promettono loro la felicità di
questo mondo, felicità che Dio non promise neppure al mondo stesso!...” (Dal “Discorso sui
pastori” di Sant’Agostino, Ufficio delle Letture, 24 TO, venerdì).
“Dice il Signore: «Non avete reso la forza alle pecore deboli, non avete curato le inferme» (Ez
34,4). Parla ai cattivi pastori, ai falsi pastori, ai pastori che cercano i loro interessi, non quelli di
Gesù Cristo, che sono molto solleciti dei proventi del loro ufficio, ma che non hanno affatto cura
del gregge, e non rinfrancano chi è malato” (Dal “Discorso sui pastori” di Sant’Agostino, Ufficio
delle Letture, 25 TO, domenica).

Ecco ciò che dice:


PAPA GIOVANNI PAOLO II (fra altre occasioni) HA PARLATO CON FERMEZZA AI
VESCOVI NEGLI STATI UNITI (LA, California, 16-09-1987) CONTRO UN TIPO DI
CATTOLICESIMO COME UN BUFFET CON AMPIA VARIETA’ DI SCELTE: “Talvolta è
stato detto che un gran numero di cattolici, oggi, non aderisce agli insegnamenti della Chiesa su un
gran numero di questioni, soprattutto riguardanti la morale sessuale e coniugale, il divorzio e le
nuove nozze. Di alcuni è stato detto che non accettano la chiara posizione della Chiesa riguardo
all’aborto. Si è notato inoltre che vi è una tendenza, da parte di alcuni cattolici, ad essere selettivi
nella loro adesione agli insegnamenti morali della Chiesa. Alcuni sostengono che il dissenso dal
magistero è del tutto compatibile con l’essere “buoni cattolici” e non costituisce un ostacolo alla
ricezione dei sacramenti. QUESTO È UN GRAVE ERRORE che rappresenta una sfida all’ufficio
magisteriale dei vescovi degli Stati Uniti, e dei vescovi di altri Paesi. Desidero incoraggiarvi
nell’amore di Cristo ad affrontare coraggiosamente nel vostro ministero pastorale questa situazione,
affidandovi alla forza della verità divina per guadagnare il consenso, e alla grazia dello Spirito
Santo che è donata sia a coloro che proclamano il messaggio sia a coloro ai quali esso è
indirizzato.”
(http://www.vatican.va/holy_father/john_paul_ii/speeches/1987/september/documents/hf_jp-
ii_spe_19870916_vescovi-stati-uniti_it.html).

E’ interessante che Papa Giovanni Paolo II non ha detto ai vescovi che dovete obbedire me
come il Papa o “il mio magistero”, ma “il dissenso dal magistero” della Chiesa Cattolica!
Lumen Gentium 25 insegna chiaramente che i documenti di un concilio ecumenico SONO
INFALLIBILI (CCC 891). Il Catechismo della Chiesa Cattolica (CCC 888-892) ci dice che le
dottrine della Chiesa sono essenziali per arrivare alla santità. “Quando la Chiesa, mediante il suo
Magistero supremo, propone qualche cosa “da credere come rivelato da Dio” e come insegnamento
di Cristo, “a tali definizioni si deve aderire con l’ossequio della fede”. Tale infallibilità abbraccia
l’intero deposito della rivelazione divina” (CCC 891). Ma agli insegnamenti ordinari “i fedeli
devono “aderire col religioso ossequio dello spirito” che, pur distinguendosi dall’ossequio della
fede, tuttavia ne è il prolungamento” (892). Perciò i documenti di un concilio ecumenico esprimono
nel linguaggio umano le verità assolute che non si può cambiare, NEANCHE UN PAPA FUTURO
PER MOTIVI APPARENTEMENTE BUONI PER FAR SENTIRE PIÙ A LORO AGGIO I NON
CATTOLICI o i cattolici non praticanti; questo sarebbe ecumenismo falso, misericordia falsa,
amore falso, che offre una soluzione superficiale e facile senza la croce di Gesù, ma dopo c’è la
schiavitù e la distruzione!

Nonostante che oggi si sente ben poco dai pastori gli avvertimenti per proteggere le pecore, i
santi ci avvertono spesso del grande pericolo delle dottrine diverse (1Tim 1,3-5), le dottrine
diaboliche (1Tim 4,1-5), le dottrine varie e peregrine (Eb 13,9), apostoli falsi (2Cor 11,13), fratelli
falsi (2Cor 11,26), le false e sospette dottrine e le bugie belle del demonio (Sant’Ignazio di
Antiochia; Ufficio delle Letture, 16 TO, lunedì e martedì).
Quanto bene San Paolo ha descritto la grande maggioranza dei cattolici oggi!!! “Fratelli, mi
meraviglio che così in fretta da colui che vi ha chiamati con la grazia di Cristo PASSIATE AD UN
ALTRO VANGELO. Vi sono alcuni che vi turbano e vogliono sovvertire il vangelo di Cristo.
Orbene, se anche noi stessi o un angelo dal cielo vi predicasse un vangelo diverso da quello che vi
abbiamo predicato, sia anatema! L’abbiamo già detto e ora lo ripeto: se qualcuno vi predica un
vangelo diverso da quello che avete ricevuto, sia anatema! INFATTI, È FORSE IL FAVORE
DEGLI UOMINI CHE INTENDO GUADAGNARMI, O NON PIUTTOSTO QUELLO DI DIO?
Oppure cerco di piacere agli uomini? Se ancora io piacessi agli uomini, non sarei più servitore di
Cristo! Vi dichiaro dunque, fratelli, che il vangelo da me annunziato non è modellato sull’uomo;
infatti io non l’ho ricevuto né l’ho imparato da uomini, ma per rivelazione di Gesù Cristo” (Gal 1,6-
12).

“IMPARIAMO DALLA STORIA che non impariamo dalla storia” – Georg Hegel. “Quelli che
non si ricordano del passato sono condannati a ripeterlo” – George Stantayana. È così perché la
maggioranza delle persone non vogliono pagare il prezzo di cambiare le loro vite secondo la Verità
di Dio rivelata, e perciò abbracciano lentamente la filosofia di vita più facile, “Occhio non vede,
cuore non duole”, che è sempre accompagnata da più cecità spirituale! Pochissime persone oggi si
rendono conto, o non vogliono rendersi conto, la grande devastazione causata nel cambiare o
ignorare perfino un “iota” (Mt 5,17-18; 24. 35) delle leggi di Dio che ci sono state date per il nostro
vero bene!!! “Tutta intera la storia umana è infatti pervasa da una LOTTA TREMENDA contro le
potenze delle tenebre” (CCC 409).

“Essere immerso nella storia è di cessare di essere protestante” – Cardinale Beato John Henry
Newman. Perché “Papa Francesco” non presenta ai cattolici e a tutto il mondo TUTTA LA
STORIA INTERA di Martin Lutero, compreso tante fatti e frutti molto negativi della
riformazione protestante (o piuttosto la ribellione protestante)?!? Che esempio fondamentale delle
mezze verità distruttive!?! Perché in Amoris Laetitia è messo in enfasi di permettere gli adulti a
cercare ciò che vogliono, adulti che si sono innamorati con qualcun altro che non è la sua moglie o
il suo marito E POI QUASI SILENZIO TOTALE DEL GRANDE DANNO AI FIGLI DEI
GENITORI SEPARATI, come potessero, gli adulti, ignorare la grande responsabilità di essere
sposati con un'altra persona con il quale hanno avuto i figli?!? Questo è lo stesso filosofia di fondo
come quello del mondo, cioè, il piacere senza la responsabilità e l’unico peccato è se ti beccano
qualunque sia gli effetti molto negativi e le conseguenze per altre persone più tardi! Il messaggio
principale di ‘Humanae Vitae’ (1968) era proprio questo, se si separa l’atto ci amore di piacere dalla
vita, dalla responsabilità, ci saranno le conseguenze gravi adesso e dopo per le persone coinvolte e
per tutta la società, perché la famiglia è la cellula fondamentale della società! Dopo il pontificato di
Papa Benedetto XVI si sottolinea piuttosto la “libertà” senza responsabilità, nel nome di amore e
misericordia, fino al punto che non dobbiamo più vivere ciò che diciamo nel “Atto di Dolore”:
“Prometto con il Tuo santo aiuto di non offenderTi mai più e DI FUGGIRE LE OCCASIONI
PROSSIME DI PECCATO”?!? I frutti reali di Amoris Laetitia sono esattamente ciò che Satana
vuole: confusione in quanto riguarda la volontà di Dio; fino ad Amoris Laetitia i cattolici hanno
capito dalle parole di Gesù e dagli insegnamenti della Chiesa che è un peccato grave di fare sesso
fuori di matrimonio! Perché non sentiamo del grande danno causato dai atti omosessuali agli
individui e alla società dai responsabili più alti nella Chiesa oggi, ma piuttosto la promozione
attuale e ingannevole di omosessualità nel nome di “amore” e di “misericordia”?!? Gli
insegnamenti preziosi della Chiesa si trovano facilmente nel CCC: “Appoggiandosi sulla Sacra
Scrittura, che presenta le relazioni omosessuali come gravi depravazioni, la Tradizione ha sempre
dichiarato che “GLI ATTI DI OMOSESSUALITÀ SONO INTRINSECAMENTE
DISORDINATI”. … Le persone omosessuali sono chiamate alla castità …” (CCC 2357-2359;
http://www.vatican.va/archive/catechism_it/p3s2c2a6_it.htm). Come ho scritto sopra: Papa
Giovanni Paolo II e Papa Benedetto XVI hanno detto e scritto tante volte: “SOLO CIÒ CHE È
VERO PUÒ ULTIMAMENTE ESSERE ANCHE PASTORALE”! Questo vuol dire che se
vogliamo veramente bene alle persone che hanno le tendenze omosessuali profondamente radicate,
e se vogliamo offrirle la soluzione reale e duratura, dobbiamo aiutarli di seguire la Verità (di Dio,
non la “verità” falsa del mondo) che ci fa veramente liberi (Gv 8,32). Altrimenti queste persone
soffriranno molto di più dopo.

Quando il nostro Signore ha detto, “Quello dunque che Dio ha congiunto, l’uomo non lo separi”
(Mt 19,6), i discepoli dissero a Gesù: “Se questa è la condizione dell’uomo rispetto alla donna, non
conviene sposarsi” (Mt 19,10). I discepoli hanno capito ciò che Gesù diceva. QUESTO È
DIFFICILE! Sapete quanti divorzi si faceva negli Stati Uniti in 1960? Cinque percento! Gli essere
umani erano diversi allora? Che cosa ha fatto 95% dei matrimoni rimangono insieme fino alla
morte? Adesso si guarda questo e si dice come si può aspettare oggi di rimanere insieme fino alla
morte!?! Nonostante che tanti che sono rimasti insieme anni fa avrebbero divorziati se vivessero
oggi, quelli che sono rimasti insieme anni fa, quando lo sposo (o la sposa) è morto, hanno pianto
come bambini. Perciò la Chiesa dice si, ci rendiamo cono che cose terribili succedono. Ma
sfortunatamente quando si apre la porta al divorzio, TUTTI VOGLIONO CORRERE PER
QUELLA PORTA!

Ho scritto a Don Stefano Orsini il 29 settembre 2018 (allegato):


“In tanti seminari dopo il Concilio Vaticano II, hanno smesso di insegnare la “Logica” e la
“Metafisica” che aiutano tanto i nuovi sacerdoti di poter pensare logicamente per poter, come San
Tommaso d’Aquino insegnava, distinguere fra le sottigliezze distruttive del errore e la verità.
Ringrazio Dio che ho studiato la filosofia e la teologia all’Angelicum a Roma, con i dominicani,
dove anche Papa Giovanni Paolo II ha studiato, perché hanno messo la filosofia e la teologia della
Chiesa, con San Tommaso, come la base prima di guardare gli altri filosofi moderni che hanno
offerto buone cose e anche cattive cose dal punto di vista degli insegnamenti veri della Chiesa.
Anche in tanti seminari dopo il Concilio Vaticano II, hanno smesso di insegnare Tommismo come
base filosofica; hanno cominciato ad offrire i filosofi moderni accanto a quello di San Tommaso
come fosse tutti uguali, ed i giovani seminaristi poteva scegliere, nel nome della libertà, ciò che si
piace senza la guida e la sapienza nei documenti della Chiesa nei secoli. Questa è la stessa
strategia di promuovere la bugia che tutte le religioni sono uguali che porta le persone a credere che
tutte “le verità”, tutte le opinioni sono uguali, e che non esiste la Verità di Dio perché credono che
Dio non esiste e non c’è niente dopo la morte! “Maledetto l’uomo che chiama bene male e male
bene” (Is 5,20)! Mi sono meravigliato che un prete da Nigeria, che sta studiando per il dottorato a
Roma e che aiuta alla parrocchia di Olmo, indicava chiaramente che ogni persona interpreta la
verità senza far riferimento con la Rivelazione Divina riassunto nei documenti della Chiesa e il
CCC. Ma nonostante questa base di soggettivismo o relativismo, non sapeva che cos’è
soggettivismo o relativismo ma ha insinuato che io ho una malattia che si chiama
“oggettivismo” al nostro incontro mensile con il Cardinale in maggio 2018, a pranzo! A quel
momento non avevo mai sentito di questa parola “oggettivismo”, ma quando l’ho cercato
sull’Internet ho scoperto che è una nuova parola per criticare quelli che ancora credono che la
Verità oggettiva esiste!?! La Verità oggettiva è Dio (Gv 14,6) e perciò questo prete mi ha criticato
perché credo ancora in Dio!!! Siamo arrivati perfino a questo punto nei seminari e nelle università
cattoliche!!!”
(…)
“Alle tue celebrazioni, pranzi ed incontri, Gesù Cristo non è invitato perché si sente grande
pressione di non parlare di come possiamo vivere il Padre Nostro, “Sia fatta la TUA volontà”, non
“Sia fata la MIA volontà”! Ai tuoi incontri va bene di parlare della verità secondo il mondo, ciò che
le persone vogliono, ma non secondo Dio rivelata nella Rivelazione Divina, perché le persone non
vogliono soffrire nel cambiare le loro vite secondo Dio. Gesù è la Verità (Gv 14,6). Non ci andrò ad
un incontro parrocchiale se Gesù non è benvenuto e onorato con l’onore giusto! Per 18 anni ho
passato più di un ora ogni giorno davanti al Santissimo Sacramento nel tabernacolo. Non andrò ai
incontri dove Lui, con il quale sono innamorato, mio Signore Eucaristico, non è ben voluto e
onorato con il rispetto giusto!”

Il sacerdote che è il responsabile della “Voce” mi ha chiesto circa due anni fa delle cose “non
negoziabili”. Mi meraviglia che lui non ha capito queste cose come il responsabile della “Voce”. In
quel momento gli ho risposto per offrire un esempio: “L’aborto non è negoziabile”!

Perché "Papa Francesco" è in silenzio su questa distruzione nascosta ma potente di anime


immortali, mentre lui è molto vocale e autorevole per l'ambiente, o la promozione di
immigrazione INCONTROLLATA come se queste cose sono "non negoziabili", pur non
avvertendo le anime di tutto il mondo circa i veri "non negoziabili", che fatalmente avvelenano le
anime immortali? Perché "Papa Francesco" non parla dei mali intrinseci, "i non negoziabili", invece
di invitare tutte le religioni ad unirsi in un'unica Religione Mondiale, mettendo da parte le verità
scomode per poter stare tutti insieme?!? Ma la verità scomoda è Cristo crocifisso!

“Il Papa Falso Rimarrà In Silenzio” (http://cibo-spir.blogspot.it/2015/09/il-papa-falso-rimarra-in-


silenzio.html).

“Anche Bergoglio ha i suoi principi non negoziabili” (di Sandro Magister; ROMA, 23 agosto
2016; http://chiesa.espresso.repubblica.it/articolo/1351361

"Non ho mai compreso l'espressione valori non negoziabili", ha detto nella sua ultima intervista.
E in un libro, il suo più stretto collaboratore spiega perché papa Francesco evita accuratamente lo
scontro frontale con la cultura dominante (di Sandro Magister; ROMA, 10 marzo 2014;
http://chiesa.espresso.repubblica.it/articolo/1350737).

Papa Benedetto ci ha spiegato anche L’IMPORTANZA A DISTINGUERE fra le questioni


negoziabili e le questioni non negoziabili, in particolare in riguardo nelle considerazioni di quale
candidato politico è più probabile di promuovere la cultura della vita invece la cultura della morte.
Si può dire che Papa Benedetto sta usando una terminologia più moderna e comprensibile; nel
passato le questioni non negoziabili erano chiamati atti intrinsecamente mali. Un grande numero di
persone oggi nella Chiesa, totalmente sommerse e circondate dall’atmosfera di relativismo, non
vogliono qualsiasi restrizione (“la libertà … (senza) il suo costitutivo legame con la verità”) che
sono descritte negli insegnamenti della Chiesa sugli atti intrinsecamente mali, le questioni non
negoziabili.

Quando non andavo più con Don Stefano Orsini ad un bar a Magione dove hanno messo un cartello
con una donna tutta nuda fuori del bar in pubblico (2013), Don Stefano Orsini ha detto che non
farebbe mai così di non andare al bar. (http://parolafavita.blogspot.it/2013/04/giacomo-59.html). Per
Don Stefano Orsini, come anche per te, la prima priorità è di accontentare le persone che non
vogliono sentire un prete che dice che FA TANTO MALE DI GUARDARE LA PORNOGRAFIA
(CCC 2354).

COSÌ DICO ANCHE A TE, DON PAOLO, “verrò alle tue celebrazioni quando tu avrai il coraggio
di fare il rischio di dialogare con me in quanto riguarda le mie obiezioni e riservazioni secondo la
Verità ben riassunta nel CCC”! Se non cerchi insieme la verità da Dio (non dall’uomo, ma nel
CCC) e di aiutare gli altri di fare lo stesso e di vivere la verità, LE TUE CELEBRAZIONI SONO
VUOTE SENZA DIO, il Dio in cui sono innamorato e pronto di dare la mia vita per Lui come Lui
ha dato la sua vita per me! Dopo anni di scivolare nel cercare soltanto ciò che da gusto alle persone,
non credo che sei capace di capire queste parole, come se Don Jo è totalmente matto o da un altro
mondo o un’altra pianetta!!! I veri santi di Dio sarebbero scioccati a questa mancanza di
preoccupazione nel cercare di scoprire e di vivere la santa volontà di Dio, come è totalmente
normale oggi quasi dappertutto nella Chiesa senza nessun rimorso o altri pensieri; TUTTI SONO
CONTENTI E ADDORMENTATI SPIRITUALMENTE NEL CULTO DELL’UOMO! Se tu
cominci a passare un ora ogni giorno in ginocchio davanti al nostro Signore eucaristico in chiesa e
di avere l’umiltà di pregare il Santo Rosario ogni giorno con la confessione frequente, pian piano
capirai ciò che sto cercando di dirti. Sarebbe anche interessante se tu puoi spiegare, in questo
processo di Don Jo, al livello teologico, ciò che ho fatto, detto o scritto in errore al livello teologico,
dopo ascolti alcuni dei miei omelie che ho dato a Lisciano Niccone!!!
(https://www.youtube.com/playlist?list=PLD8heN1LE_ZwZhGo_83OpBE5-T_XpJ_l6;
https://www.youtube.com/playlist?list=PLD8heN1LE_Zys5mxiB3BleJhBhr5vsafo;
https://www.youtube.com/playlist?list=PLD8heN1LE_Zx-k4pjR31a9TFsL5Zmf1kM).
Si può trovare tutti i miei articoli ai miei tre Websiti indici:
http://giuseppedwight.blogspot.com
https://josephdwight.wordpress.com/2015/09/21/giuseppe-dwight-indice/
https://www.scribd.com/doc/282241370/Giuseppe-Dwight-Indice

CHE PENSIAMO DI UN MEDICO CHE NON SI INTERRESSA O NON SI CURA DELLE


MALATTIE e manda a casa le pazienti con le malattie gravi dicendo di non preoccupare perché IL
MEDICO NON VUOLE TURBARE O METTERE IN AGITAZIONE le pazienti? Sarebbe un
ciarlatano, un incompetente, colpevole della negligenza professionale grave; sarebbe citato per
imperizia! Ma se i sacerdoti non parlano dell’unica cosa che può uccidere l’anima, il peccato
mortale, perché le persone (pazienti spirituali) non vogliono sentire queste cose, che pensiamo di
quei preti? Se il medico fa in questo modo, la persona perde la sua vita; ma se il medico delle
anime, il sacerdote, fa così, la persona può perde la sua anima immortale che dura per tutta
l’eternità!

Quanti sacerdoti e vescovi oggi, per il bene della loro gregge, hanno il coraggio di imitare i santi ed
i profeti e di dire come San Giovanni Battista, “il più grande nato da donna” (Mt 11:11), ha detto
al re Erode: “”Non ti è lecito tenere la moglie di tuo fratello” (Mk 6,18)? Giovanni Battista ha detto
che Gesù “deve crescere e io invece diminuire (Gv 3,30); tantissimi preti oggi vogliono crescere
davanti alle persone e perciò non sono trasparente per portare le persone a Cristo, la Verità (Gv
14,6), ma piuttosto a se stessi! Tantissimi responsabili religiosi e genitori cercano di accontentare le
persone senza distinguere e costatare se è un peccato o no, se veramente fa bene per le persone o no.
Questo è amore falso e distruttivo; questo è compassione malconsigliato! Pochissimi responsabili
oggi hanno il fegato del primo Papa, Pietro, il giorno della nascita della Chiesa, Pentecoste, di
dire: “Voi avete crocifisso Gesù” (Atti 4,10), “l’autore della vita” (Atti 3,15), con i vostri peccati
gravi, mortali!

Quante volte durante la Messa diciamo: “Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo”? Se non
c’è più il peccato, non abbiamo bisogno di un Salvatore che è venuto soprattutto per liberarci dal
peccato. Se il prete non parla mai del peccato e delle conseguenze del peccato mortale, le persone
non vengono più a confessare i loro peccati perché il loro medico spirituale non li ha aiutato a
rendersi conto che hanno questa malattia mortale. Gli esorcisti ci dicono che il Sacramento della
Riconciliazione è più potente di mandare via il diavolo che un esorcismo, perché la Confessione è
un Sacramento, esorcismo è un sacramentale!

“O figlio dell'uomo, io ti ho costituito sentinella per gli Israeliti; ascolterai una parola dalla mia
bocca e tu li avvertirai da parte mia. Se io dico all'empio: Empio tu morirai, e tu non parli per
distoglier l'empio dalla sua condotta, egli, l'empio, morirà per la sua iniquità; ma della sua morte
chiederò conto a te. Ma se tu avrai ammonito l'empio della sua condotta perché si converta ed egli
non si converte, egli morirà per la sua iniquità. TU INVECE SARAI SALVO.” (Ezechiele 33,7-9).

Non credo, Don Paolo, che ti rendi conto, o che tu vuoi renderti conto, che noi siamo la
generazione (Mt 24,34) della “grande tribolazione” (Mt 24,21) di cui Gesù parlava, quando perfino
“se possibile, anche gli eletti” (Mt 24,24) saranno indotti in errore. Non credo Don Paolo che ti
rendi conto, o che tu vuoi renderti conto, che è la nostra generazione della grande apostasia di cui
San Paolo ha scritto in 2 Tess ch 2. Non credo Don Paolo che ti rendi conto, o che tu vuoi renderti
conto, che il Corpo di Cristo, la Chiesa, passerà la passione e crocifissione. come ha fatto Gesù
2000 anni fa, in questo periodo (CCC 675-677; http://cibo-spir.blogspot.it/2017/09/solo-un-resto-
rimarra-fedele.html)! Non credo Don Paolo che ti rendi conto, o che tu vuoi renderti conto, quanto
lontano le persone nella Chiesa sono dalla Verità e da vivere la Verità, e perciò lontano da Dio!!!
Pochissime persone si rendono conto, o vogliono rendersi conto, quanto Gesù soffre per la nostra
indifferenza e mancanza di rispondere al suo immenso amore per ognuno di noi! Sembra che
l’unica cosa che conta per te e per i tuoi amici è di stare bene in questa vita corta, e che non è
necessario di dialogare con le persone sincere che non sono d’accordo con te, o di cercare di
scoprire e di fare la volontà di Dio che si trova nella Rivelazione Divina spiegato bene nella
Dottrina della Chiesa e ben riassunta nel CCC!

L'Arcivescovo Viganò ha citato come "profondamente profetiche" alcune osservazioni fatte dal
Beato Giovanni Paolo II (allora cardinale Wojtyla) durante il Congresso Eucaristico il 13 agosto
1976 per la celebrazione del Bicentenario della firma della nostra Dichiarazione di Indipendenza:
“Noi siamo di fronte oggi al più grande combattimento che l’umanità abbia mai visto. Non credo
che la grande parte della società americana, o la grande parte della comunità cristiana l’abbia
compreso totalmente. Siamo oggi di fronte alla LOTTA FINALE fra la Chiesa e l’anti Chiesa, fra
il Vangelo e l’anti Vangelo. Questo scontro sta nel progetto della provvidenza divina. È, dunque,
nel progetto di Dio, e dev’essere una prova che la Chiesa deve scontrarsi, e affrontarsi
coraggiosamente …” (Anche Cardinale Ivan Dias ha citato questo a Lourdes, Francia, il 13
dicembre, 2007).

Come si riferisce Cristo a quelli che non vogliono aprire gli occhi AI SEGNI DEI TEMPI, a quelli
che hanno abbracciato la filosofia di vita “Occhio non vede, cuore non duole”? “IPOCRITI!
Sapete giudicare l’aspetto della terra e del cielo, come mai questo tempo non sapete giudicarlo?”
(Lc 12,56; Mt 16,3; 24,32-33.51)! “Fate attenzione e non laciatevi ingannare. ... Sorgeranno
molti falsi profeti ed inganneranno molti” (Mt 24,11). “Chi legge comprenda” (Mt 24,15).
“Verranno tra voi falsi maestri …” (2Pt 2,1-3). “Nessuno degli empi intenderà queste cose, ma i
saggi le comprenderanno” (Dan 12,9-12).

Non credo Don Paolo che ti rendi conto, o che tu vuoi renderti conto, che IL PRIMO
BERSAGLIO DI SATANA È DI DISTRUGGERE LA CHIESA CATTOLICA!
Il Piano Massonico Per La Distruzione Della Chiesa Cattolica (http://cibo-
spir.blogspot.it/2013/11/piano-massonico.html).
Dopo ho tradotto questo documento da italiano a inglese e l’ho pubblicato sul Internet, sono
continuamente attaccato dai hacker per chiudermi il computer. La mia difesa è stata di avviare il
mio computer in “Prova Ubuntu” modalità con una chiavetta chiusa, che si può facilmente riavviare
il computer per azzerare tutta la memoria in pochi minuti, quando riescono a bloccarmi dopo più di
un ora sul Internet. Due anni fa sono entrato nel mio computer mentre ero sul Internet e hanno
istallato Ubuntu sul mio disco fisso e poi hanno cominciato a cancellare alcuni file!!! Recentemente
quando pubblico o perfino lascio un commento con un riferimento ad uno dei miei articoli nel mio
dominio “spir-food.blogspot.com”, Facebook mi da il messaggio “This link goes against our
Community Standards”, “Questo link va contro i standard della comunità”; per me questo vuol dire
che va contro i “Standard della Comunità” della Massoneria, del Nuovo Ordine Mondiale (NOM)!!!
In Italiano, va bene ancora, ma non in inglese.

TANTI CREDONO CHE LA MASSONERIA È SEMPLICEMENTE UNA CONFRATERNITA


CARITATEVOLE DA TANTI SECOLI. Comunque, la Chiesa Cattolica ha condannato
costantemente la massoneria più che qualsiasi altro errore nella sua storia perché promuove
indifferentismo, naturalismo, comunismo, e altre filosofie pericolose. La Massoneria sta lavorando
a creare nascostamente la loro dittatura in maniera subdola e nascosta, il Nuovo Ordine Mondiale.
La Massoneria ha assassinato diversi presidenti degli Stati Uniti che hanno cominciato di coniare i
soldi dal governo, come Abraham Lincoln, John F. Kennedy ed altri. Quelli che diventano Massoni
del 33 grado giurano: “Ordo Ab Chao”, che significa: Ordine si ottiene creando il Caos. "La
massoneria è una setta satanica vera e propria. Gli studi esoterici, fino al 18° grado comprendono
spiritismo e magia, dal 24° grado si diventa "Milizia di Satana", dal 28° al 33° "corpo mistico di
Satana, questa è la realtà della Massoneria” - testimonianza di Cesare Ghinelli, ex massone.
“Satana é il solo dio del nostro pianeta – H. P. Blavatsky (massone).
Il loro scopo più importante e fondamentale, il primo bersaglio della Massoneria, diretta da suo
capo Lucifero, Satana, è di distruggere il Corpo di Cristo con Cristo come capo, la Chiesa
Cattolica. Lo Spirito Santo è l’Anima della Chiesa e la Chiesa è l’anima del mondo. Ciò che
sostiene e da’ vita al Corpo di Cristo è il Cibo divino, l’Eucaristia. L’Eucaristia è la “fonte e
culmine di tutta la vita cristiana” (Vat. II: LG 11; CCC 1324). Ecco perché devono eliminare
l’Eucaristia, almeno nelle chiese pubbliche. … “Dal 24° grado si diventa "Milizia di Satana"; fino
al 24° grado tanti membri della Massoneria non si rendono conto per chi stanno lavorando!!!
(“L’Eucaristia nelle Catacombe”; http://cibo-spir.blogspot.it/2017/10/leucaristia-nelle-
catacombe.html).

Otto papi hanno condannato la Massoneria da 1738


(https://www.ewtn.com/library/NEWAGE/PACONDEM.TXT).
Più recentemente: Congregazione per la Dottrina della Fede: Dichiarazione sulla Massoneria:
“Rimane pertanto immutato il giudizio negativo della Chiesa nei riguardi delle associazioni
massoniche, poiché i loro principi sono stati sempre considerati inconciliabili con la dottrina della
Chiesa e perciò l’iscrizione a esse rimane proibita. I fedeli che appartengono alle associazioni
massoniche sono in stato di peccato grave e non possono accedere alla Santa Comunione.” (26
novembre 1983;
http://www.vatican.va/roman_curia/congregations/cfaith/documents/rc_con_cfaith_doc_19831126_
declaration-masonic_it.html).

Perché l’immigrazione è cominciata improvvisamente al livello delle proporzioni bibliche?


Chi o quali gruppi hanno causato questo e sta finanziando le cause di questa immigrazione al livello
delle proporzioni bibliche negli Stati Uniti e nell’Europa? Per quali motivi? Perché tanti
responsabili molto importanti nei governi e nella Chiesa cattolica stanno promuovendo
"l'immigrazione INCONTROLLATA" invece di “immigrazione CONTROLLATA” secondo le
leggi di ogni paese? L’immigrazione controllata fa bene al paese e anche agli immigrati.
L’immigrazione incontrollata fa tanto male ai paesi e anche agli immigrati!
Visitate:
“Obiettivi futuri della Massoneria” (http://cibo-spir.blogspot.com/2018/06/obiettivi-futuri-
massoneria.html).

Il Rotary Club e il Lions Club sono le anticamere della Massoneria; alcuni li chiamano la
Massoneria bianca.
Il Presidente della Conferenza Episcopale Umbra, S. Em. Cardinale Gualtiero Bassetti, che Papa
Francesco lo ha fatto cardinale nonostante che la diocesi di Perugia non era mai una diocesi di un
cardinale, lo era consegnato il XXII “Premio Rotary Umbria” il 14 maggio 2015 nel cattedrale di
Perugia (http://www.skipintro.it/rotaryperugiaest/consegna-dai-parte-dei-rotary-club-umbri-del-
xxii-premio-rotary-umbria-al-presidente-della-conferenza-episcopale-umbra-s-em-cardinale-
gualtiero-bassetti/)! Alcuni amici miei che abitano a Perugia mi hanno detto che quel giorno a
Perugia (14 maggio 2015) il Cattedrale era pieno dei massoni!

Forse troverete interessante, usando Google, a trovare chierici molto importanti nella Chiesa
Cattolica che fanno parte del Rotary Club. Un altro membro del Rotary Club in Buenos Aires da
1999 era Cardinale BERGOGLIO. “Il Rotary è di ispirazione massonica in quanto porta avanti
ideali massonici ed ha legami con la Massoneria. Questa è la ragione per cui il Rotary è stato
soprannominato – assieme ad altri club come per esempio il Lions Club International – ‘Massoneria
bianca’.” (http://umanitasvegliati.blogspot.it/2014_04_01_archive.html; vedete anche:
http://giacintobutindaro.org/tag/cardinali-massoni/). I Rotary Club e i Lions Club sono i semenzai
per i membri futuri della Massoneria.

“L’amore Straordinario Della Massoneria Per Il Pontefice. Uno Studio Documenta Una Storica
“Prima Volta” di Marco Tosatti (4 aprile 2017; http://www.marcotosatti.com/2017/04/09/lamore-
straordinario-della-massoneria-per-il-pontefice-uno-studio-documenta-una-storica-prima-volta/)

“Papa Francesco, i massoni lo applaudono: siamo con te” (10 Gennaio 2019;
https://www.liberoquotidiano.it/news/esteri/13417969/papa-francesco-vaticano-massoni-
applaudono-siamo-con-te.html).
"L'ELEZIONE DI FRANCESCO ERA PREPARATA DA ANNI”
“Una biografia sul cardinale belga Godfried Danneels svela le riunioni di un gruppo di porporati per
eliminare Raztinger e far eleggere Bergoglio. Dev’essere notato che Papa Giovanni Paolo II ha
pubblicato Universi Domini Gregis Febraio 1996, lo stesso anno che il gruppo San Gallo era
formato. E’ valido il voto di un cardinale, che è scomunicato automaticamente, ad un conclave?
(“Le Dimissioni Forzate di Papa Benedetto XVI”; http://cibo-spir.blogspot.it/2017/01/dimissioni-
forzate-papa-benedetto-xvi.html).

Intervista con Vescovo Schneider- i Cattolici NON sono chiamati all’obbedienza cieca al Papa
(17 febbraio 2017 (LifeSiteNews)
Citando San Tommaso d’Aquino citando da San Agostino, il Vescovo Schneider ha ricordato che
“quando San Paolo ha fatto una correzione al primo papa Pietro e ha fatto questo pubblicamente
non privatamente.”
“San Agostino ha detto che Pietro era così umile e così sapiente che ha accettato questa
correzione,” ha detto Schneider. “Non ha detto, ‘Tu sei Paolo, tu sei contro di me. Tu se eretico. Tu
sei scismatico.’ No, ha accettato questo con gratitudine e perciò così deve essere il Papa in questi
giorni.”
“San Paolo era pubblico e anche oggi, come ha scritto questo nella sua lettera, e la sua lettera è
ispirata dallo Spirito Santo per tutte le generazione fino alla fine del mondo, leggeranno la
correzione al primo Papa come la parole di Dio.” Come Paolo ha fatto la correzione al primo
Papa pubblica, ha detto il Vescovo Schneider, così anche se Paolo fosse vivo oggi “userebbe
l’internet” come questo sarebbe simile a usare le sue lettere mandate a tutte le chiese. “Quindi, non
c’è nessuno difficoltà o problema a me che i quattro Cardinali hanno pubblicato il loro appello
pubblico al Papa.” (“I Dubia”) (“Presto Giuramento di Obbedienza Cieca a Bergoglio”
(Probabilmente presto dopo la morte di Papa Benedetto; http://cibo-spir.blogspot.it/2018/02/presto-
giuramento-di-obbedienza-cieca.html)

Non soltanto che “Papa Francesco” non dialoga con nessuno che non è d’accordo con lui ma i
cardinali, i vescovi ed i preti che aprono gli occhi in questi tempi di grande confusione, IN UN
MODO FURBO E NASCOSTO, SONO MESSI AL SILENZIO! Hitler ha bruciato tanti libri
che potessero aiutare le persone di aprire gli occhi alla verità e all’inganno del Terzo Reich. Hitler
ha ammazzato tanti professori, quelli che erano capaci di capire l’inganno e poi capaci di
comunicare bene questo inganno agli altri.
“Il Papa Impone “I Domiciliari” Al Vescovo Athanasius Schneider. Niente Di Scritto, Così Non
È Possibile Il Ricorso ….” (anche Card. Burke):
Il vescovo ausiliare di Astana, e precedentemente vescovo di Karaganda, Athanasius Schneider, ha
ricevuto un’ingiunzione verbale dal Vaticano che gli chiede di ridurre la frequenza dei suoi viaggi
all’estero.
Ma – altro elemento singolare in questa vicenda – è che mons. Schneider ha avuto lettura della
disposizione, impartita direttamente dal Segretario di Stato, il card. Pietro Parolin, solo
verbalmente. Il nunzio non gli ha dato niente di scritto, nessun documento in base al quale il
vescovo potesse prendere una qualche iniziativa legale, eventualmente presso la Congregazione per
i Vescovi, o presso il Tribunale della Segnatura Apostolica, che, fino all’avvento di papa Bergoglio,
era l’istanza presso cui laici preti e vescovi potevano appellarsi verso decisioni dell’autorità che
ritenessero ingiuste.
D’altronde non c’è da stupirsi di questi atti segno evidente di un disagio sempre più marcato nei
confronti delle voci libere in un regime in cui si parla di dialogo, ma dove le critiche sono temute. E
dove però si preferiscono mezzi silenziosi e nascosti per limitare la libertà di espressione. Come il
“consiglio” dato ai vescovi americani – sempre a voce, sempre da un nunzio – a non invitare nella
diocesi persone come il card. Burke, e, se non è possibile evitare la sua presenza, non recarsi
all’evento….
(https://www.marcotosatti.com/2018/11/06/il-papa-impone-i-domiciliari-al-vescovo-athanasius-
schneider-niente-di-scritto-cosi-non-e-possibile-il-ricorso/).

“Ecco tutti i miei “dubia” di prete e religioso” (Padre Gabrielle Rossi, FAM):
Cari amici lettori, la lettera che trovate qui sotto mi è stata inviata da un sacerdote e religioso,
appartenente a una grande congregazione presente in diversi Paesi. È una testimonianza
significativa, che porta alla luce una realtà molto più diffusa di quanto si potrebbe immaginare. …
Chi scrive esprime in modo semplice e chiaro i motivi per cui ha incominciato ad avvertire
perplessità nei confronti di questo pontificato e perché ritiene che oggi la Chiesa si trovi in una
situazione di fronte alla quale occorre una decisa presa di coscienza.
“Sono un sacerdote religioso di sessantadue anni di età e trentasei di ministero, appartenente ai Figli
dell’Amore Misericordioso. Dal dicembre scorso sono stato sospeso a divinis dal mio superiore
generale: non posso più dire Messa in pubblico, né predicare, né confessare. Posso solo celebrare in
privato. (E posso anche scrivere ad Aldo Maria Valli… almeno per ora.)” …
Padre Gabriele Rossi, FAM
Fermo, 16 gennaio 2019
(https://cibo-spir.blogspot.com/2019/02/p-gabriele-rossi-fam-sospeso-divinis.html)

Nella sua omelia alla Messa prima del conclave che l’ha presto eletto Papa Benedetto XVI, l’allora
Cardinale Ratzinger ha detto: “Avere una fede chiara, secondo il Credo della Chiesa, VIENE
SPESSO ETICHETTATO COME FONDAMENTALISMO. Mentre il relativismo, cioè il lasciarsi
portare “qua e là da qualsiasi vento di dottrina”, appare come l’unico atteggiamento all’altezza dei
tempi odierni. SI VA COSTITUENDO UNA DITTATURA DEL RELATIVISMO che non
riconosce nulla come definitivo e che lascia come ultima misura solo il proprio io e le sue voglie.”
(http://www.vatican.va/gpII/documents/homily-pro-eligendo-pontifice_20050418_it.html) (Vedi
anche: Centesimus Annus 44: Cfr. Veritatis Splendor 99, e CCC 2244).

TU CREDI DON PAOLO CHE IL DIAVOLO NON ESISTE, come tanti vescovi oggi, o che il
diavolo si è convertito e adesso ama Dio e vuole servire Dio?!? Diversi esorcisti più importante ci
hanno detto che il successo più importante di Satana è di convincere tantissimi che il diavolo non
esiste, così i pastori non devono più proteggere la gregge dal lupo che non esiste, e perciò i pastori
non devono più studiare per scoprire la strategia sottili e nascosto del lupo intelligentissimo che
credono non esiste! Era ben organizzato di interpretare male il Concilio Vaticano Secondo, nello
“spirito del concilio”! “Satana si maschera da angelo di luce” (2Cor 11,14). “Confida nel Signore
con tutto il cuore e non appoggiarti sulla tua intelligenza” (Prov 3,5).

Negli Esercizi Spirituali Internazionali, a Collevalenza – Santuario dell’Amore Misericordioso (di


Madre Speranza), 22-28 giugno 2008, Padre Michael Gaughran ha offerto a più di 200 sacerdoti e
più di 10 vescovi del Movimento Sacerdotale Mariano queste parole in una meditazione, con il
titolo della meditazione, “La Chiesa, Il Movimento ed i Tempi Attuali”
(http://parolafavita.blogspot.it/2014/11/cibo-spirituale-1411.html):
“[E’ una attacco alla verità di Dio.]
E’ cresciuto gradualmente. Basti pensare ad un cambiamento subdolo che è accaduto intorno
all’epoca del Concilio Vaticano Secondo. Con l’arrivo dei “periti” si è sviluppata la moda dei
teologi, a prescindere dal fatto che meritassero o meno questo nome; il fatto che avessero pubblicato
un libro, in genere era sufficiente. Esso continua e, con ciò, IL CENTRO CHE GUIDA LA
CHIESA, nella mente di molti, si è spostato da dove il Signore lo aveva posto, vale a dire nella
gerarchia, il Santo Padre ed i vescovi uniti a lui, ed è divenuto le varie opinioni di ogni sorta di
scrittori. [Gli studenti hanno raccolto i libri.] Così, ciò non ha avuto conseguenze solo sui
sacerdoti, ma anche sui seminaristi di molte università. Questa è la prima parte dell’attacco:
l’attacco alla Verità di Dio, fondamento della Chiesa...”

Una comunista fervida, Bella Dodd, ha aiutato di far entrare nei seminari cattolici più di mille
uomini per distruggere la Chiesa dal di dentro; quattro di questi erano già cardinale 12 anni prima
del Concilio Vaticano Secondo. Dopo, sotto la guida di Arcivescovo Fulton Sheen, è diventata
cattolica in 1952. Questo è soltanto un esempio fra tantissimi.
“I peccati degli uomini di Chiesa e quella sovversione che arriva da lontano”
(https://www.aldomariavalli.it/2018/09/18/i-peccati-degli-uomini-di-chiesa-e-quella-sovversione-
che-arriva-da-lontano/).

Nonostante che mi hai scritto (http://cibo-spir.blogspot.it/2015/05/strada-perdizione.html):


“3) Citi la bibbia e il CCC, ma citi anche profezie e rivelazioni private. Queste cose non riguardano
la fede e non possono essere imposte a nessuno! Non fare confusione, ne nella predicazione, ne
nella tua testa.”

Ti offro questo:
L’Arcangelo San Michele a Garabandal, mandato dalla Madonna (Spagna, 1965), ha detto:
“Cardinali, Vescovi e sacerdoti camminano in molti sulla via della perdizione e trascinano con loro
moltissime anime”! Tre anni dopo, quando Papa Paolo VI ha pubblicato l’enciclico profetico,
“HUMANAE VITAE” (1968), c’era una reazione negativa incredibile non soltanto dalla parte dei
laici che volevano godere i piaceri dei rapporti sessuali senza qualsiasi responsabilità o apertura alla
vita usando anticoncezione artificiale, ma anche dalla parte di un gran numero dei preti e dei
vescovi, perfino qualche conferenza episcopale (i.e., il “Winnipeg Statement” dei vescovi
canadesi)! PRIMA DI 1930 TUTTE LE DOMINAZIONE PRINCIPALI PROTESTANTI
ERANO D’ACCORDO CON LA CHIESA CATTOLICA che l’uso dell’anticoncezione
artificiale era un male grave e un peccato serio. Quando la Chiesa Anglicana ha cambiato la sua
posizione in 1930 (Lambeth Conference) le altre chiese protestanti hanno seguito velocemente
mentre Papa Pio XI ha riaffermato l’insegnamento costante della Chiesa su questo grave male nel
suo enciclico Casti Cannubii (1930). Crediamo veramente che arriveremo a paradiso senza imitare
Cristo crocifisso per superare il nostro egoismo e per imparare ad amare veramente, senza essere
generosi alla vita (“siate fecondi e moltiplicatevi”; Gen 1,28; 9,1.7; 26,24; 38,8-10; Sal 8,6-9;
127,3-5; Sir 17,2-4; Ex 1,7; Wis 9,2; 10,2; etc.)? STIAMO SUBENDO ADESSO IL CASTIGO (Mt
24) della Divina Misericordia, come l’ultima chance di conversione (Diario di Santa Faustina, no.
1588), per il nostro rifiuto e grande ribellione contro la legge santa e salvifica di Dio con “un
personaggio non canonicamente eletto, elevato al soglio pontificio, (che) si adopererà a propinare
sagacemente a molti il veleno mortale del suo errore!” (La “Profezia” di San Francesco (Assisi);
(http://cibo-spir.blogspot.it/2013/11/profezia-san-francesco.html).

Siccome ti piace così tanto la rivelazione privata, ecco un messaggio dalla Madonna data a Don
Stefano Gobbi, il 29 ottobre 1977 (http://madonna-sacerdoti.blogspot.it/):
“Vi capita di sentire dei vostri fratelli culturalmente preparati, talvolta anche esperti e maestri di
scienze teologiche, che rifiutano quanto vi dico, perché filtrano con la loro mente, ormai ripiena
della loro ricchezza culturale, ogni mia parola. Così trovano difficoltà insormontabili proprio in
quelle frasi che tanto chiare appaiono ai semplici e ai piccoli.
La mia parola può essere compresa e accolta solo da chi ha la mente umile e disposta, da chi ha il
cuore semplice, da chi ha occhi limpidi e puri. Quando la Mamma parla ai suoi bambini, essi
l’ascoltano, perché l’amano, fanno quanto dice e così crescono nella conoscenza e nella vita.
Non possono essere suoi figli quelli che LA CRITICANO ANCORA PRIMA DI
ASCOLTARLA, (Orsini e tanti) quelli che rifiutano quanto dice prima di metterlo in pratica.
Costoro, anche se aumentano nella scienza, non possono crescere nella sapienza e nella vita.
Vi dico questo perché non vi turbiate se sentirete che anche dottori e maestri trovano difficoltà nelle
mie parole, mentre tutto appare così chiaro e semplice a chi Io chiamo a essere piccolo.”

DIO NON MANDA NESSUNO ALL’INFERNO; LE PERSONE NON VOGLIONO STARE CON
DIO – comando io, non Dio! Se una persona abitualmente crede di essere apposto secondo la
propria testa e non vuole cercare la guida e la verità dal suo Creatore, e non ha gratitudine per Lui
Che ci ha dato tutto, questa persone non vuole stare con il suo Creatore adesso e dopo la morte per
l’eternità. Dio che è amore e perciò rispetta la nostra scelta. Come San Agostino ha scritto – Dio
non ha chiesto il nostro permesso di crearci, ma chiede il nostro permesso di salvarci. Siamo
totalmente liberi di fidarci a Dio per scoprire la verità e vivere la verità o a noi stessi e di inventare
la verità come la vogliamo noi. Ecco perché dopo la morte ci sono due posti per l’eternità, dove c’è
Dio e dove non c’è Dio. Libertà! Trovo tanta ribellione oggi fra i cattolici che spesso dicono:
libertà! In nome di questo falso modo di intender il valore della libertà, si giustifica ogni
aberrazione morale. Nessuno è costretto di stare con Dio per l’eternità. Qualche volta dico: “Non ho
scritto io i Dieci Comandamenti; perché volete ammazzare me?” Certo la grande maggioranze dei
preti non parlano mai delle leggi di Dio e neanche del peccato e dei Novissimi, così non c’è questa
reazione alle leggi di Dio perché questi pastori sono “cani muti” (Is 56,10) che non proteggono le
pecore dal lupo molto furbo.

PROBABILMENTE NON SEGUI TANTO IL MIO PENSIERO PERCHÉ LA TUA


FORMAZIONE NON ERA CATTOLICA MA PIUTOSTO SOGGETTIVISMO perfino più che i
protestanti che erano fondati sul soggettivismo. “Sola scrittura”, e ogni persona interpreta la
scrittura al modo suo. I neocatecumeni seguono Kiko come la loro guida, non il CCC, ma dicono
che sono cattolici. Almeno i protestanti 400 anni fa hanno lasciato la Chiesa, ma oggi i protestanti,
profondamente nel relativismo, rimangono nella Chiesa per portare tutti nel relativismo e di buttare
via la verità oggettiva che si trova nella Rivelazione Divine spiegata bene nei documenti della
Chiesa con la guida dello Spirito Santo nella storia della Chiesa. Ecco il periodo della grande
apostasia prima che l’anticristo si manifesta (2Tess 2,3)!

Ho detto ad un mio amico, Flavio, con il quale ho passato 10 anni insieme nella sua comunità
neocatecumenale, che dopo ho lasciato la comunità quando ho scoperto la verità, che se io, Don Jo,
rifiuto di parlare con le persone che non sono d’accordo con me, o con il mio gruppo o il capo del
gruppo, allora Don Jo vuole la verità e la realtà come Don Jo la vuole. Se continuo così, alla morte,
Don Jo non vorrà passare l’eternità con la Verità eterna in paradiso, Dio, e Don Jo si butterà
volentieri nel altro posto eterno dove non c’è Dio. Poi ho chiesto Flavio: “PERCHÉ I
NEOCATECUMENI RIFIUTANO DI PARLARE CON DON JO?” Flavio ha risposto: “Ah, non lo
so!”, nonostante che dopo ho lasciato il Cammino Neocatecumenale, anche Flavio rifiuta a parlare
con me, in particolare il perché ho lasciato il Cammino Neocatecumenale (“La Messa
Neocatecumenale”: http://cibo-spir.blogspot.it/2015/02/la-messa-neocatecumenale.html; “Cammino
Neocatecumenale – un Cavallo di Troia nella Chiesa”: http://cibo-
spir.blogspot.com/2018/07/cammino-neocatecumenale-un-cavallo-di.html). La fonte della verità,
ciò che è giusto o non giusto per i neocatecumenal, è Kiko e la sua catechesi, non il Catechismo
della Chiesa Cattolica degli adulti. Ormai, i neocatecumeni, come anche per la grande maggioranza
dei cattolici, preti e vescovi, sono più protestanti che i protestanti, nel soggettivismo di seguire le
loro teste o il loro gruppo o il capo del loro gruppo, invece di seguire la Rivelazione Divina ben
spiegata nei documenti della Chiesa per 2000 anni.

Quando ho parlato con alcuni neocatecumeni in quanto riguarda di non seguire i Libri Liturgici per
la celebrazione della Santa Messa, e che frequentemente fanno l’eccezione la regola nonostante che
la loro situazione non corrisponde alla situazione dove c’è una eccezione provvista, nessuno di loro
hanno dato nessuna indicazione che volevano scoprire ciò che Dio voleva in queste situazioni o ciò
che la Santa Madre Chiesa ci istruisce in quanto riguarda la preghiera più grande sulla faccia della
terra, il Santo Sacrificio della Messa! Volevano soltanto interpretare tutto come volevano e
decidevano. Non vogliono leggere qualsiasi articolo o documento che indica che non stanno
celebrando la Santa Messa come devono fare secondo gli insegnamenti della Chiesa Cattolica. La
loro prima priorità è di piacere agli uomini, a Dio. Non si rendono conto più che la Santa Messa è
un dono da Dio, non la proprietà dell’uomo che possono fare come vogliono con la Santa Messa, il
Sacrificio di Calvario! Hanno messo uomo al centro della Messa invece di Dio! Il Primo
Comandamento: “Adora il Signore Dio tuo e a lui solo rendi culto” (Mt 4,10; Es 20,2-5; Dt 5,6-9;
CCC 2083-2141)!!! Perciò quando muoiono e sono davanti a Dio, non vorranno stare con Dio
perché hanno deciso loro come le cose devono essere e non hanno cercato di scoprire come Dio
vuole le cose o come la Chiesa di Dio, la Chiesa Cattolica, hanno istruito i cattolici a celebrare la
Santa Messa. Loro si fidano a se stessi; non si fidano a Dio né alla Sua Chiesa. Non sono cattolici,
sono protestanti! Per i cattolici, la Verità viene da Dio per via della Rivelazione Divina che è
spiegata nei documenti della Chiesa con la guida dello Spirito Santo. La Verità non viene dalle
opinioni soggettive o dai caprici di ogni persona o da ogni così detto “comunità cristiana” o dal
capo carismatico di un gruppo. Ci sono più di 30.000 gruppi protestanti indipendenti negli Stati
Uniti, ognuno crede nello stesso Dio, lo stesso Gesù Cristo con la stessa Bibbia ma interpretano
tanti brani nella Bibbia in modi contradditori. Dove l’umiltà di cercare la Verità da Dio e nel modo
che Dio offre la Verità a noi? “Comando IO, non Dio!” Lucifero, che è diventato Satana, ha
proclamato: “Non servirò!” San Michele Arcangelo ha proclamato: “Chi è come Dio?” In paradiso
c’è posto per uno Dio solo, non due! Nel altro posto eterno tutti vogliono comandare, ma il più forte
comanda, Satana! “La disobbedienza è la radice di ogni male” – San Giovanni Bosco.

Può sembrare molto difficile, soprattutto oggi, di andare contro la molto diffusa corrente di ateismo
e la ribellione contro Dio e contro le Sue Leggi sante. Quando i discepoli “rimasero stupefatti”, e
perfino “ancora più sbigottiti” con le parole, senza compromessi, di Gesù, all’inizio del loro camino
con Gesù, Gesù non ha offerto i compromessi distruttive, falsi e vuoti, come tanti responsabili nella
Chiesa oggi offrono ai numerosi uomini, fifoni e fasulli, che vediamo sulla TV oggi. Invece Gesù
ha detto: “Questo è impossibile presso gli uomini, ma non presso Dio! Perché tutto è possibile
presso Dio” (Mc 10,23-27). Se i cattolici perseverano nel rimanere vicini ai Santi Sacramenti e
pregano il SANTO ROSARIO ogni giorno, con tutto il loro cuore con umiltà vera e amore genuino
per Dio, “TUTTO È POSSIBILE PRESSO DIO”!!! Siamo veramente nel periodo della grande
battaglia fra la “donna vestita di sole” e il “enorme drago rosso” (Apoc 12,1-3; http://cibo-
spir.blogspot.it/2016/12/segni-dio-vs-satana.html)!

L’ultima parte dell’omelia del Santo Padre BENEDETTO XVI; Spianata del Santuario di Fátima;
13 maggio 2010:
“SI ILLUDEREBBE CHI PENSASSE CHE LA MISSIONE PROFETICA DI FATIMA SIA
CONCLUSA. … Con la famiglia umana pronta a sacrificare i suoi legami più santi sull’altare di
gretti egoismi di nazione, razza, ideologia, gruppo, individuo, è venuta dal Cielo la nostra Madre
benedetta offrendosi per trapiantare nel cuore di quanti le si affidano l’Amore di Dio che arde nel
suo. In quel tempo erano soltanto tre, il cui esempio di vita si è diffuso e moltiplicato in gruppi
innumerevoli per l’intera superficie della terra, in particolare al passaggio della Vergine Pellegrina,
i quali si sono dedicati alla causa della solidarietà fraterna. POSSANO QUESTI SETTE ANNI
CHE CI SEPARANO DAL CENTENARIO DELLE APPARIZIONI AFFRETTARE IL
PREANNUNCIATO TRIONFO DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA A GLORIA DELLA
SANTISSIMA TRINITÀ.”
(http://www.vatican.va/holy_father/benedict_xvi/homilies/2010/documents/hf_ben-
xvi_hom_20100513_fatima_it.html).

In questo periodo della “grande tribolazione” (Mt 24,21), “la Chiesa non entrerà nella gloria del
Regno che attraverso quest’ultima pasqua, nella quale seguirà il suo Signore nella sua morte e
risurrezione” (CCC 677). Ma “ALLA FINE IO MIO CUORE IMMACOLATO
TRIONFERÀ!” - La Madonna di Fatima, Portogallo, 1917. Sarà adempiuto il Protovangelo (Gen
3,15) - San Luigi de Montfort!

Ecco un messaggio dalla Madonna data a Don Stefano Gobbi, il 10 marzo 1977 (http://madonna-
sacerdoti.blogspot.it/):
«La confusione aumenta anche nella Chiesa e si estende ormai in ogni parte del mondo. I primi ad
esserne colpiti sono i Sacerdoti. Di giorno in giorno aumentano quelli che si lasciano sedurre
dall’errore che conduce all’infedeltà.
In nome del progresso alcuni Sacerdoti sono diventati solo ministri del mondo e vivono secondo il
mondo.
Alla preghiera hanno sostituito un’azione disordinata; alla mortificazione la ricerca continua
delle comodità e dei piaceri; alla santità il progressivo cedimento al peccato, specie impuro,
che viene sempre più commesso e giustificato.
Sono diventati cadaveri ambulanti, sepolcri imbiancati che ancora si chiamano Sacerdoti, ma che
mio Figlio Gesù non riconosce più come tali.
E questi sono a volte proprio i più stimati, quelli che riescono a farsi strada, quelli che vengono
messi in posti di responsabilità.
Quelli che ancora restano fedeli sono in genere i più perseguitati, i più trascurati e talvolta vengono
consapevolmente emarginati.
Così la tenebra si diffonde e il fumo di Satana cerca di ricoprire ogni cosa: l’apostasia ogni giorno
aumenta. Quanto grande è il dolore di voi, figli prediletti, di voi Sacerdoti consacrati al mio Cuore
Immacolato!
Il vostro dolore dovrà aumentare quanto più si diffonderà la grande apostasia.
Questo è il vostro martirio del cuore al quale tutti vi preparo. Sul mio Cuore di Mamma ciascuno
offra al Padre la sua interiore immolazione.
Accettate fino in fondo questa ora di tenebra. Vivete il martirio della Chiesa tutta, pervasa dalla
notte. Restate fedeli e fiduciosi, ora che la infedeltà viene sempre più diffusa ed esaltata.
Dite “sì” al Padre e alla vostra Mamma celeste, che dolcemente vi prepara a vivere senza
paura questi terribili momenti che ormai vi attendono».

La Madonna ci avverte della devastazione di attivismo: “Alla preghiera hanno sostituito


un’azione disordinata”. I Pastori che non seguono la Verità, sono interessati prima di tutto nella
quantità di seguaci, "per andare alle periferie", invece di prima trovare un grande unione con Dio
sul monte Tabor (Mosè ), nel deserto (Sant'Antonio Abate), a Subiaco (San Benedetto), a Laverna
(San Francesco d'Assisi), o in Arabia per tre anni (San Paolo; Gal 1,16-18); non sono interessati alla
vera qualità spirituale di coloro che sono disposti a sacrificare e soffrire tutto per seguire la Verità,
Che è Gesù (Gv 14, 6), Che è la vera fonte delle conversioni ed i veri frutti spirituali! Questi
numerosi falsi pastori e falsi cristiani oggi, che sfruttano la religione per i propri motivi, sono
contenti con la mediocrità e cercano di condurre altri con loro lungo il percorso della mediocrità, e
in ultima analisi, la perdita della Verità, la fede e la salvezza!

La Chiesa ha sempre stimato i contemplativi di clausura come la vocazione più alta, i diamanti della
Chiesa, quelli che sono sulla linea di battaglia frontale contro le forze delle tenebre (Vedete: “F)” a:
“Ciò che piace e ciò che non piace al Demonio”; http://cibo-spir.blogspot.it/2014/01/cio-che-piace-
e-cio-che-non-piace-al.html).

Ma oggi la grande maggioranza dei cattolici, perfino ai livelli più alti nella Chiesa, considerano
questa vocazione contemplativa come uno sprecare di tempo e di energia perché non vedono i
risultati MATERIALI, come se non esistessero la realtà invisibile di Dio e degli angeli e dei
diavoli e di dopo la morte o di male o bene (Is 5,20)! Potete leggere alcuni articoli di come oggi il
Vaticano sta distruggendo queste congregazioni contemplative in un modo scaltro e nascosto:
“Claustrofobia, Di Valli - La Guerra Vaticana Ai Monasteri Di Clausura – Perché” (Marco Tostati,
27-01-2019; http://www.marcotosatti.com/2019/01/27/claustrofobia-di-valli-la-guerra-vaticana-ai-
monasteri-di-clausura-perche/);
“Gaudete Et Exsultate - Ma Non Se Siete Contemplativi O Di Clausura” (Marco Tostati, 09-04-
2018; http://www.marcotosatti.com/2018/04/09/gaudete-et-exsultate-ma-non-se-siete-
contemplativi-o-di-clausura/);
“Monache di clausura. Dal “quaerere Deum” all’aggiornamento. Senza rispetto per le
contemplative” (Aldo Maria Valli, novembre 2018;
http://chiesaepostconcilio.blogspot.com/2018/11/monache-di-clausura-dal-quaerere-deum.html);
“Monache di clausura - Dal 'quaerere Deum' all’aggiornamento - Senza rispetto per le
contemplative” (Aldo Maria Valli, 29-11-2018; https://www.aldomariavalli.it/2018/11/29/monache-
di-clausura-dal-quaerere-deum-allaggiornamento-senza-rispetto-per-le-contemplative/);
“Monasteri di clausura - Uno sterminio silenzioso” (Aldo Maria Valli, 25-01-2019;
https://www.aldomariavalli.it/2019/01/25/monasteri-di-clausura-uno-sterminio-silenzioso/);
“Ora tocca alla “rifondazione” della vita religiosa. …”
(http://chiesaepostconcilio.blogspot.com/2014/11/ora-tocca-alla-rifondazione-della-vita.html);
“Vultum Dei quaerere, cercare il volto di Dio: è ancora lecito?”
(http://chiesaepostconcilio.blogspot.com/2018/10/vultum-dei-quaerere-cercare-il-volto-di.html);
“Parola d’ordine: resistere - Don Elia” (http://chiesaepostconcilio.blogspot.com/2018/11/parola-
dordine-resistere-don-elia.html);
“La distruzione dei Monasteri femminili” (http://chiesaepostconcilio.blogspot.com/2018/10/la-
distruzione-dei-monasteri-femminili.html);

“Si insegna l’errore e lo si diffonde sotto formule ambigue di nuove interpretazioni culturali
della verità; si accoglie lo spirito del mondo, che si espande col suo malefico influsso e porta tante
anime a scegliere, a giustificare ed a vivere nel peccato” (La Madonna a Don Stefano Gobbi, 26.
agosto 1983).

Gesù ha detto a Santa Faustina (della Divina Misericordia): “PREPARERAI IL MONDO ALLA
MIA ULTIMA VENUTA” (Diario di Santa Faustina, 429). Gesù ha detto anche a Santa Faustina:
“Guai a loro, se non riconosceranno il tempo della Mia venuta”! (Diario, 1160).

E’ interessante che Papa Benedetto XVI ha invitato CARDINALE BIFFI DI OFFRIRE


L’ANNUALE RITIRO AL PAPA (2007) … “L’ANTICRISTO SI PRESENTA COME
PACIFISTA, ECOLOGISTA ED ECUMENISTA …”

Il Servo di Dio, l’ARCIVESCOVO FULTON SHEEN, ha detto: “Il profeta falso avrà una religione
senza la croce, … Il Corpo Mistico di Cristo sulla terra avrà il suo Giuda Iscariota e sarà il Profeta
Falso. SATANA LO ARRUOLERÀ FRA I VESCOVI CATTOLICI.”

Forse troverai un’altra rivelazione privata interessante soprattutto considerando il fatto che la
concentrazione percentualmente della Massoneria a Perugia è il più alto in tutta Italia. Nei anni
passati tanti persone da Perugia sono andate a trovare Padre Pio mentre era ancora vivo. Ad alcuni
di queste li ha detto che dopo questo periodo della “grande tribolazione” (Mt 24,21) NON
RIMARRÀ PIETRA SU PIETRA A PERUGIA.

Santo Padre Pio ha detto: “Il mondo può più facilmente sopravvivere alla sparizione della luce
del sole, che alla sparizione del SACRIFICIO della MESSA.” Questo santo ha detto anche che
“l’arma per questi tempi, è il ROSARIO”!

Ho scritto a Don Stefano Orsini (allegato):


“Se tu non vuoi stare con la Verità assoluta in paradiso, è la scelta tua. Ma non portare le anime
affidate a te a Magione con te per tutta l’eternità!!! Questo è qualcosa più terribile che non posso
immaginare! Questo sarebbe il tradimento supreme per le anime affidate a te, come fanno i codardi.
“Sarebbe meglio per lui che gli fosse appesa al collo una macina girata da asino, e fosse gettato
negli abissi del mare” (Mt 18,6; M, 9,42; Lc 17,2). “Io sono il buon pastore. Il buon pastore offre la
vita per le pecore. Il MERCENARIO invece, che non è pastore e al quale le pecore non
appartengono, vede venire il lupo, abbandona le pecore e fugge e il lupo le rapisce e le disperde;
egli è un mercenario e non gli importa delle pecore” (Gv 10,11-13). Gesù ha detto a Padre Pio che
lui (Gesù) soffre molto per i preti cattivi e che lui (Gesù) soffrirà fino alla fine del mondo!!!”
Nella tua grande intelligenza e sapienza umana naturalmente non ti importa le rivelazioni private né
le parole dei santi e perfino neanche le parole della Madre di Dio. Naturalmente, secondo te, Papa
Giovanni Paolo II non era tanto intelligente, come te, e perciò si è fidato alla sua Mamma celeste ed
è andato a Fatima ben tre volte!
"In verità vi dico: se non vi convertirete e non DIVENTERETE COME I BAMBINI, non entrerete
nel regno dei cieli.” (Mt 18,3). Soltanto una volta in tutti i quattro vangeli Gesù ha detto “Imparate
da me”: “Imparate da me, che sono mite e umile di cuore” (Mt 11,29-30).
“In quel tempo Gesù disse: Ti benedico, o Padre, Signore del cielo e della terra, perché HAI
TENUTO NASCOSTE QUESTE COSE AI SAPIENTI E AGLI INTELLIGENTI e le hai rivelate
ai piccoli” (Mt 11,25; Lc 10,21).

“Non disprezzate le profezie” (1Ts 5,20; 1Cor 14,31).


“In verità, il Signore non fa cosa alcuna senza aver rivelato il suo consiglio ai suoi servitori, i
profeti” (Amos 3,7).

Parlando della grande responsabilità dei preti e dei vescovi, i santi Giovanni Crisostomo, Giovanni
Eudes e Atanasio hanno detto che la via (o il pavimento dell’inferno) all’inferno è fatta con le ossa
dei preti e dei religiosi, e i teschi dei vescovi sono i lampadari per illuminare la via! Ma non
preoccupare fratello perché tanti credono oggi che la verità è stabilita dalla maggioranza degli
uomini, non da Dio!
Dico alle persone: “Se Don Jo non crede che l’inferno esiste, allora l’inferno sparisce? Allora Don
Jo è un grande cretino superba nella sua relativismo, perché Don Jo non è Dio!!!”
L’esorcista Padre Gabrielle Amorth ha detto a Papa Giovanni Paolo II quindici anni fa che la
maggioranza dei vescovi non credono che il diavolo e l’inferno esistono. Papa Giovanni Paolo II ha
risposto, secco, “CHI NON CREDE NEL DEMONIO NON CREDE NEL VANGELO”!

Se vuoi leggere che cosa è successo ad un prete in Francia 300 anni fa che ha cominciato a
trascurare le sue preghiere, leggi: “Un Prete Dannato Mette In Guardia Contro L’inferno”
(http://cibo-spir.blogspot.it/2013/12/prete-dannato.html).

Caro fratello, quando tu muori, spiega a Dio come Lui deve fare, come Lui deve comunicare la
verità, metti apposto Dio secondo la tua testa. Ricordati, in paradiso c’è posto per solo un Dio non
due! Tanti auguri per tutta l’eternità!

Don Jo (Joseph) Dwight

P.s.

C'è meno preghiera che mai, più peccato che mai, ancora peggio, l'indifferenza come il peccato
non esistesse più, e perciò abbiamo dato tanto potere al “padre della menzogna”, Satana (Gv 8,44).
In particolare Satana ha più potere di “mascherarsi come un angelo di luce” (2Cor 11,14), per
offrire le sue belle bugie mortali come fossero “la verità che ci fa liberi” (Gv 8,32)!
Perciò è molto importante in questi tempi di grande confusione, quando perfino i vescovi cattolici
non sono più d’accordo in quanto riguarda le cose fondamentali della fede e della morale, di non
soltanto pregare molto e di studiare il Catechismo della Chiesa Cattolica degli adulti, ma di tenere i
nostri occhi aperti per non accogliere nelle mezze verità comode (che sono peggio delle
bugie!), in particolare di parlare soltanto della misericordia senza “VAI E NON PECCARE
PIÙ” (Gv 8,11; 5,14)!
PER GLI AGGIORNAMENTI sugli inganni fondamentali, nascosti e mascherati del antico
serpente, visitate uno dei miei siti indici per vedere gli ultimi articoli più importanti:
(e anche I DOCUMENTI DELLA APPROVAZIONE ECCLESIASTICA della
TESTIMONIANZA di GLORIA POLO).
http://giuseppedwight.blogspot.com
https://josephdwight.wordpress.com/2015/09/21/giuseppe-dwight-indice/
https://www.scribd.com/doc/282241370/Giuseppe-Dwight-Indice

Quelli che controllano il mondo ed il Internet oggi stanno diventando sempre più rigorosi
soprattutto in quanto riguarda gli articoli che possano aiutare le persone a rendersi conto dove
stanno portandoci segretamente. Perciò se non riuscite ad accendere ad alcuni dei miei siti web, in
particolare i tre siti indici, potete provare con Google per trovare i miei siti indici, con parole chiave
come: giuseppedwight, giuseppe-dwight-indice, josephdwight, joseph-dwight-index.

Ho pubblicato il seguente sulle mie pagine di FACEBOOK ed in tanti gruppi sul Facebook:
Recentemente ho scritto “Una Lettera al Mio Vescovo” di Perugia, Italia. Forse troverete questa
lettera interessante perché riassume tante cose che succedono oggi nella Chiesa Cattolica, con tanti
riferimenti in italiano e anche in inglese.
Recentemente quando pubblico o perfino faccio un commento con un riferimento a qualsiasi
articolo nel mio Dominio Web, “spir – food . blogspot . com”, Facebook mi da il messaggio: “This
link goes against our C0mmunity Standards”, “Questo link (specificamente: “spir – food . blogspot .
com”) va contro i standard della comunità”, cioè, i “Standard della C0munità” della Mass0neria, del
Nuovo 0rdine Mondiale (N0M), che alla fine sarà molto peggio del Terzo Reich di Hitler al livello
mondiale!!! In Italiano, va bene ancora, ma Facebook non mi lascia fare qualsiasi riferimento che
viene da questo dominio in inglese. Se ad un certo punto, non mi sentite più per email o sul
Facebook o le mie pubblicazioni sul Facebook spariscono, forse avrete un idea ciò che sta
succedendo. Per alcuni anni, dopo ho tradotto dall’italiano ad inglese l’articolo, “Il Piano
Massonico Per La Distruzione della Chiesa Cattolica” (“The Masonic Plan For The Destruction Of
The Catholic Church” - November 10, 2013), sono continuamente attaccato dai hacker; fino ad
adesso sono riuscito a continuare a pubblicare sul Web avviando il mio computer in “Prova
Ubuntu” modalità da una scheda di memoria chiusa.
Quelli che controllano il mondo e l’Internet oggi stanno diventando sempre più rigorosi soprattutto
in quanto riguarda gli articoli che possano aiutare le persone a rendersi conto dove stanno
portandoci segretamente. Perciò se volete leggere l’articolo intero, si può provare con Google per
trovare uno dei miei tre siti indici, con parole chiave come: giuseppedwight, giuseppe-dwight-
indice, josephdwight, joseph-dwight-index. A questi siti indici si può trovare l’articolo o si può
usare Google per trovare questo articolo direttamente con il titolo esatto: “Una Lettera al Mio
Vescovo”. La maggioranze dei miei articoli più importanti sono pubblicati a tre diversi Siti Web,
con Google (blogspot), Microsoft (wordpress) e Scribd.
POTETE COPIARE O STAMPARE O PUBBLICARE qualsiasi articolo mio su i vostri siti
Web, o mandarli per email. Il mio unico scopo è di aiutare a salvare le anime per la GIOIA e
GLORIA eterna di Lui Che mi ha dato tutto quello che ho, mio Signore e mio Dio! Sia lodato Gesù
Cristo! Sia sempre lodato! Amen!
La Verità (“V” maiuscolo), di Dio, vi farà liberi (Gv 8,32; Ger 6,16)! La verità (“v” minuscolo), del
mondo, del demonio e di noi stessi, vi darà oggi il piacere, o ciò che volete, ma dopo sarete portati
verso la schiavitù e la distruzione qui sulla terra e per tutta l’eternità, separati dal vostro Creatore
eterno!

-------

Foto scattato in una gremita cattedrale di San Lorenzo, diacono e martire, in Perugia, domenica
pomeriggio 10 agosto 2014, quando mons. Paolo Giulietti è stato consacrato vescovo titolare di
Termine Imerese ed ausiliare di Perugia-Città della Pieve.
http://www.umbria24.it/perugia-mons-paolo-giulietti-consacrato-vescovo-in-una-cattedrale-
gremita/307907.html