Anda di halaman 1dari 22

Periodico Quadrimestrale

dell’Associazione Cori della Toscana Anno XXXI - n° 78


via del Pantano, 40 - 52100 Arezzo Gennaio - Aprile 2013
2) (3

Anno XXXI - nr. 78


Maggio 2013 Alle amiche e
periodico quadrimestrale
agli amici lettori
di Diapason
dell’Associazione Cori Toscana
Registrato al n. 4/1983
del Tribunale di Grosseto
Nel nr. 76 di questo nostro periodico

sommario
avevo preannunciato l’intenzione di
lasciarne la gestione a qualcuno più
Direttore Responsabile:
giovane e disponibile di me: la ricer-
Giancarlo Pagni
Redazione:
ca del Presidente Catacchini è stata
Cristiano Benedetti piuttosto lunga e Diapason da allora è
Carlo Bresci uscito una sola volta.
Fernando Catacchini Questo numero rompe un lungo silen-
Enrico Moggi zio e la nostra trentennale testata ha
Cristina Redi trovato finalmente due giovani disponibili a portare avanti
questa nostra pubblicazione.
Si tratta di un ricambio generazionale importante e mi au-
Hanno collaborato: guro che i lettori sappiano apprezzare la disponibilità di
Elio Antichi Miguel Angel Bonini e Salvatore Esposito che mi succeder-
Carlo Bresci anno: ma la loro professionalità non avrà il successo che ci
Francesco Capasso auguriamo senza un’importante collaborazione di tutti noi
Don Romano Faldi
che doverosamente dovremo prestare.
Eugenio Fallarino
Angiolo Fossati
Il periodico Diapason non è per dotti o sapienti ma vuole 2 alle amiche e agli amici lettori di Diapason
Marco Fusari costruire una palestra aperta a tutti: aperta agli interventi
4 la festa del trentennale
Gianna Ghiori personali, alle esperienze di tutti, direttori o coristi ch’essi sia-
no, alle puntualizzazioni colte dal di dentro del nostro mondo 8 i Madrigalisti senesi partecipano a “Stirya Canora”
10 coro “la Grolla” di Livorno ...in un concerto...
Arcangela Greco
Ugo Menconi amatoriale.
Enrico Moggi Mi sia permesso di augurare ai giovani Bonini ed Esposito, 14 il coro del sole...il coro dei bambini
Benedetta Nofri
Giancarlo Pagni
al Presidente Catacchini, al periodico Diapason, e a tutti voi, 16 25° anniversario Corale don Renzo Mazzoni
Claudia Pennucci
cari lettori, un rinnovato successo.
18 alla scoperta del maestro Bonaventura Somma
Benedetta Scognamillo Giancarlo Pagni
20 cori in concerto in piazza San Martino
Rosa Vernieri
22 voci del Serchio
24 orchestra giovanile di Arezzo Coro Voceincanto
26 Alle Kan Singel. Tutti possono cantare
28 canto corale e incanto turistico
Redazione:
arezzo firenze 32 la Corale Giacomo Puccini festeggia 120 anni
Via Vittorio Emanuele II, 18
58054 Scansano GR 36 prima edizione “le Mani in Suono”
Tel. (0039.0564.507908) grosseto livorno 38 itinerari vocali nel Chianti
Handy: (0039.338.8566884)
www.coritoscana.it
42 vincitori toscani in un bel concorso toscano!
E.mail: diapason@coritoscana.it
lucca massa carrara
info@coritoscana.it
c.c. postale:14546501 pisa pistoia
Composizione EDP in proprio
Stampa: Edizione elettronica prato siena
distribuita gratuitamente
agli associati forniti
di indirizzo e.mail
4) (5

la festa
re come l’effettuazione di segnare a questo ensemble I.I.S.S. Calamandrei di Sesto
una pratica corale costante un premio speciale. La stes- F.no – dir. Edoardo Materassi;

del trentennale
di Arcangela Greco
sia in grado di produrre ef-
fetti sorprendenti nel co-
sa Giuria ha poi assegnato i
premi previsti, come segue:
Premio Speciale per il Coro
del Liceo Dini come sopra già
involgimento di un sempre Scuola primaria: riferito.
più alto numero di bambini e Premio Speciale per la mi- Infine è stato assegnato il
ragazzi. A questo proposito gliore esecuzione di canto “Premio Speciale del 30°” al
è stata molto interessante popolare al Coro della scuola Coro ”I grilli cantanti” di Pis-

E
e divertente l’esibizione del C.Colombo D.D. 3° Circolo di toia ritenuto l’ensemble “più
stata una bellis- stata scelta come sede Fi- molto atteso dalle scuole coro del Liceo U. Dini di Pisa Empoli – dir. Dei Rossella; meritevole” tra tutti quelli
sima festa quella renze, città sempre molto toscane: per questa occasi- diretto dal M. prof. Giovanni Premio Speciale per la mi- partecipanti.
organizzata l’8 ricca di proposte musicali e one veramente speciale le Del Vecchio, vero e proprio gliore esercuzione di Canto
dicembre 2012 l’Auditorium del Palazzo dei numerose compagini pro- esperimento di partecipazi- Natalizio al Coro della scu- C’è stato anche il momento
dall’Associazione Cori della Congressi che forse per la venienti da scuole di ogni one corale collettiva: nella ola Ten. M.Magini dell’I.C. di delle parole e della riflessi-
Toscana per il trentesimo prima volta si è aperto all’in- ordine e grado del territorio scuola professori, ausiliari, Monte San Savino – dir. Ben- one teorica sull’esperien-
anniversario della sua fon- contro con la musica corale hanno inserito nei loro pro- genitori cantano durante edetta Nofri; za dei cori della scuola e di
dazione: per sottolineare senza che questa fungesse grammi un canto natalizio l’anno assieme ai propri rag- Premio Speciale per “qual- quelli giovanili in generale:
l’importanza di questa ricor- solo da cornice o intermez- e/o un canto popolare tos- azzi e, sia durante le prove ità musicali”al Coro “I grilli l’incontro sulle problema-
renza, il presidente Fernan- zo a seriosissimi Congressi cano, così come previsto dal che ai concerti com’è avve- cantanti” della scuola Civini- tiche connesse alle scelte
do Catacchini ha voluto cel- quasi sempre a carattere Bando. nuto anche a Firenze, dan- ni-Arrighi di Pistoia – dir. Lu- repertoriali presenziato
ebrare tanti anni di operosa scientifico. Anche se questa edizione si no dimostrazione di come cia Innocenti Caramelli. dal Prof. Mario Piatti – di-
attività e ricordare tutte le per la musica corale fra età Scuola Sec. di 1° grado datta - e dal M. Lorenzo
persone che hanno reso pos- e ruoli non esistano fron- Premio Speciale per il brano Donati -musicista, compos-
sibile la crescita dell’Associ- tiere. E’ proprio per questa “più coinvolgente” al Coro itore e direttore di coro - .
azione, ma soprattutto ha motivazione che la Giuria, “Piccole Note” dell’I.C. di Dal dibattito che ha fatto
voluto che si cantasse mol- composta dai maestri Luca Monte San Savino – dir. Ben- seguito all’intervento dei
to e si cantasse tutti. Una Stornello di Livorno, Maria edetta Nofri; molti insegnanti e diretto-
festa pensata proprio come Ida Tosto di Firenze e Mau- Scuola Sec.di 2° grado ri intervenuti, sono emerse
tale: allegra, variegata e nu- rizio Morgantini di Massa Premio Speciale per “vitalità le consuete difficoltà di chi
mericamente partecipata; M.ma (GR), ha ritenuto di as- e comunicativa” al Coro dell’ opera nel mondo della scu- >>>
una sintesi in tanta musica e
molte parole di tutte le at-
tività che ACT porta avanti
con la tenacia di chi crede
che la musica corale sia un
fenomeno di espressione
artistica e coesione sociale
ancora sottovalutato dalle
istituzioni. La giornata è iniziata con la è svolta all’inizio dell’an-
Col supporto creativo ed Rassegna-Concorso Regio- no scolastico e non in pri-
operativo della Direzione nale dei cori scolastici,even- mavera quando vengono
Artistica e della Giunta Es- to biennale giunto quest’an- tirate le fila di tutte le at-
ecutiva, si è dato vita ad una no alla sua XIV° edizione; tività, il momento è stato
“kermesse” importante: è l’appuntamento è sempre significativo per dimostra-
6) (7

ola ma sono anche scaturiti dal M. Del Vecchio e realiz- invece puntato sul popolare oltre che richiamare e fa- Bon noto compositore ed La festa in musica è prose-
molti suggerimenti utili su zato su 11 scuole delle prov- e gli spirituals; dal coro Città vorire l’aggregazione giova- etnomusicologo, il M. Ro- guita con l’esibizione degli
come catturare l’interesse ince di Pisa, Lucca e Pistoia: di Pistoia del M. Gianfranco nile. mano Pezzati musicista e ultimi tre cori: il Vox Cordis di
dei giovani verso la pratica “ Muoversi in Coro” è un’at- Tolve al coro Orophonia di Dopo un gradito momento compositore, il M. Roberto Arezzo diretto dal M. Loren-
corale. A corollario di ques- tività annuale, giunta alla Badia Prataglia (AR) diret- conviviale, al quale hanno Gabbiani direttore di fama zo Donati con l’esibizione
to momento, in uno fra i terza edizione, formativa to dal M. Patrizio Paoli che preso parte circa 400 coris- internazionale, il M. Elio spazializzata, certamente
molti spazi dell’Auditorium e di tutoraggio in favore di hanno dimostrato come ti, la manifestazione si è Lippi già direttore del coro nuova per un auditorium, di
conclusa con la cerimonia della scuola di Musica di Fie- musica di autore contempo-
finale: il Presidente Fer- sole, Mons. Domenico Bar- raneo, la Quarta Eccedente
nando Catacchini ha in- tolucci direttore perpetuo di Vaiano (PO) del M. Fabio
vitato il presidente della del coro della Cappella Sisti- Cavaciocchi che si è esibita
FE.N.I.A.R.CO. Sante For- na non personalmente pre- anche con un inconsueto
nasier a portare il saluto sente ma rappresentato dal Bella Ciao nella formazione
della Federazione nazio- Dott. Biciocchi, segretario da camera, i gruppi diretti
nale ai della Fondazione Bartolucci dal M. Edoardo Materassi,
numerosi presenti e di poi e M° Luciani, a lungo cantore Mulieris Voces di Firenzuo-
ha rivolto un ringrazia- e magister puerorum  della la, Sesto in Canto di Sesto
mento e consegnato un Cappella . F.no e Animae Voces di Ba-
riconoscimento ad alcuni Infine c’è stato il commosso gno a Ripoli che oltre ad es-
eguire in modo impeccabile
è stata presentata una ricca quegli insegnanti della scu- con studio tenace si possa- brani arrangiati dallo stesso
produzione editoriale della ola primaria che effettuano no percorrere con la stessa direttore si sono poi esibiti
casa editrice ETS specializ- attività corali. convinzione i sentieri della a cori riuniti con il tradizio-
zata nella pubblicazione di Il programma del pomerig- polifonia antica e di quel- nale africano Ukuthula.
volumi su metodologie di- gio e della serata è stato la contemporanea. Infine Al termine della manifes-
dattiche.. invece intero appannaggio l’esecuzione di un brano di tazione c’è stata l’esecuzi-
Nel pomeriggio si è svolto dei cori di adulti (o quasi): J. Rutter ha visto affiancati one da parte di tutti i cori e
l’evento che più degli altri ha 10 sono stati i gruppi che sul palco i giovanissimi del dei singoli coristi presenti di
visto protagonisti i giovanis- hanno rappresentato pres- coro Vivilevoci di Firenze e alcuni brani d’insieme; e poi
simi: il “Gianburrasca”, rac- soché tutte le province tos- i giovani del coro del pro- la faticosa “maratona musi-
conto corale delle avventure cane. Ed è qui che c’è stata getto Vocalmente diretti cale” si è conclusa con i salu-
di Giannino Stoppani, tratto l’ubriacatura finale in musi- per l’occasione dai maestri ti del Presidente Catacchini
dall’omonimo sceneggia- ca: dal giovanissimo diret- Antonio Bernini e Bened- toscani (di nascita e di adoz- ricordo del M. Fosco Cor- e del Direttore Artistico M.
to. Le note musiche di Nino tore dell’Euphonios di Prato etta Nofri. Quest’ultimo ione) che si sono distinti per ti direttore che fra i primi Donati che hanno ringrazia-
Rota sono state rielaborate M. Elia Orlando che si è ci- progetto, realizzato nella la loro “amicizia” verso ACT in Italia è riuscito a dare to i presenti per aver parte-
per l’occasione dal m. Del mentato con gli altrettanto provincia di Arezzo, ha di- e che con il loro lavoro han- dignità alla musica corale cipato a questa grande fes-
Vecchio per renderle più suoi giovani cantori nei clas- mostrato come l’unione tra no contribuito a far crescere amatoriale. Sono stati poi ta con un sentito spirito di
facilmente eseguibili e sulle sici di O. Vecchi e Dowland cori giovanili diversi, la col- la musica corale amatoriale consegnati attestati di rico- appartenenza e, stimolati
stesse è stata adattata una ai meno giovani del coro S. laborazione dei loro diret- nella nostra regione. E così noscimento a tutti i Presi- dagli apprezzamenti gener-
riduzione del testo effettu- Maria a Coverciano di Firen- tori e la scelta di un reperto- sul palco sono sfilati un po’ denti di quelle associazioni ali , hanno auspicato di non
ata dal drammaturgo prof. ze diretto dal M. Lucia Porri rio di musica pop elaborata emozionati e forse anche corali che furono presenti dover attendere altri dieci
Franco Farina. Il programma e agli uomini del Coro Luni- per coro possano dar vita ad commossi, lo storico segre- 30 anni fa alla costituzione anni (40°) per
è stato oggetto di studio in giana di Fivizzano del M. un’entusiasmante esperien- tario di ACT e caro amico di ACT e che ancora oggi realizzare un’analoga mani-
un progetto ACT coordinato Primo Ceccarelli che hanno za di condivisione e scambio Giancarlo Pagni, il M. Paolo sono in attività. festazione.
8) (9

i madrigalisti senesi
oni protagoniste si sono esibite in un concer- cori, questa volta in un repertorio esclusiva-
to di musiche profane presso la Minoriten- mente sacro. Splendida la Mariahilfer Kirche

partecipano a saal. Questa prestigiosa sala è adiacente


alla Chiesa di Mariahilfer (Nostra Signora del
che ci ha accolti, mistica la luce che filtrava
dalle sue vetrate, il tutto con una colonna
“stirya canora”
di Benedetta Scognamillo
Buon Soccorso). Nel secondo cortile del chio-
stro si trova, al piano superiore, l’antico refet-
sonora suggestiva, potente, un vero inno al
Creato che ciascuna formazione ha proposto
torio dei Frati Minori, in stile rinascimentale: nel proprio stile e secondo la propria prepa-
oggi il refettorio è utilizzato principalmente razione.

I
come sala da concerto. Ancora una volta i Sono stati tre giorni davvero intensi, non
ndimenticabile e, per Il tour de force ha avuto popolare del proprio paese cori dell’Est si sono distinti per la propria in- privi comunque di momenti di convivialità e
certi versi irripetibile, inizio il venerdì sera con un di provenienza. Noi Madri- credibile esecuzione, che quasi rasentava la divertimento, di canti allegri e danze improv-
l’esperienza umana concerto organizzato nella galisti Senesi ci siamo fatti perfezione. Splendido il concerto del coro visate, tra persone di paesi diversi, ma acco-
e canora vissuta dal corte del suggestivo Castel- avanti con “La Biritullera”, Vass Lajos Kamarakórus di Budapest, diretto munate da un’unica passione: l’amore per la
Gruppo Polifonico Madri- lo della cittadina di Murau; canto popolare toscano, da Csaba Samos, carico di energia il maestro, musica corale. Per tutti noi la rassegna Stirya
galisti Senesi diretto dal M° la nostra prima esibizione tanto semplice, quanto co- molti impegnativo il programma. Noi Madri- Canora è stata un’esperienza umana e didat-
Elisabetta Miraldi, nell’am- ci ha visti ospiti d’onore del- involgente nell’armonia e galisti Senesi potevamo sfigurare? Certo che tica di grande impatto, per quanto riguarda
bito della rassegna corale la serata alla quale hanno nel divertentissimo testo. E no! Il nostro repertorio rinascimentale italia- la ragion d’essere di un coro. Sono, queste,
austriaca “Stirya Canora” partcipato anche un duo di proprio il nostro brano ha no e il pathos interpretativo che da sempre occasioni che, al di là dello scambio culturale
(Graz, Austria, 3-7 Maggio chitarre e un giovanissimo raccolto consensi da tutti i è il nostro marchio di fabbrica hanno infatti che viene a crearsi tra formazioni tanto di-
2012), un incontro/scambio complesso vocale di musica cori, in un’ovazione che ha conferito una nota di “italianità” che certo verse per humus e tradizione, sinceramente
di formazioni corali prove- folkloristica, assolutamente esaltato la nostra indole non ha guastato e ha caricato di energia l’im- cementano l’unità e l’identità di un coro.
nienti da vari paesi europei delizioso, che con grazia ha “esibizionista” e gratificato perturbabile pubblico austriaco! Ben vengano, quindi, trasferte ed esperien-
(Italia, Polonia, Repubblica allietato la scaletta del con- il nostro direttore Elisabet- Infine, l’ultima giornata è stata all’insegna di ze irripetibili come lo è stata “Stirya Canora”
Ceca, Slovenia e Ungheria). certo. A fine serata in un cli- ta Miraldi. Eravamo infatti una lunghissima esibizione pomeridiana, che per i Madrigalisti Senesi!
Forti dell’entusiasmo coin- ma di allegria ed amicizia è il primo coro ad eseguire la ha nuovamente visto protagonisti i cinque
volgente di Zuzana Ronck, stata offerta dal padrone di dimostrazione ed Elisabetta
direttore del Coro Musica- casa ad artisti e pubblico la ha dato il meglio di sé nella
conGRAZia, infaticabile or- celebre birra prodotta Mu- direzione, riuscendo a co-
ganizzatrice dell’evento, rau. municare all’intero audito-
noi Madrigalisti Senesi sia- La eccellente organizzazi- rio la sua espressività, la sua
mo partiti dalla nostra Siena one della giornata e la tipica capacità interpretativa e la
alla volta dell’Austria. precisione austriaca hanno grande empatia che carat-
Avendo ormai partecipato poi caratterizzato quello terizza il suo rapporto con i
ad innumerevoli rassegne, che, a mio avviso, si è rivela- coristi. Interessante è stato
sapevamo che cosa as- to essere l’evento più coin- poi seguire i cori successivi,
pettarci a Graz, ma mai volgente dell’intera rasseg- ognuno con il proprio caval-
avremmo immaginato il co- na “Stirya Canora”: ovvero lo di battaglia e altrettanto
involgimento emotivo che la giornata di studio presso proficuo si è dimostrato lo
un connubio di cori tanto la Facoltà di Musicologia studio collettivo dei brani
variegati per esperienza e dell’Università di Graz. Ogni attraverso la metodologia
peculiarità artistica avrebbe coro invitato alla rassegna di ciascun direttore: sicura-
avuto nella nostra identità ha infatti proposto, come mente una stimolante com-
di gruppo col trascorrere oggetto di studio per tut- parazione di stili e carisma!
dei giorni. ti i partecipanti, un brano Nella serata poi, le formazi-
10) (11

coro “la grolla”


di quel teatro epico-popo- bravo a scagliare i toni con ti i turbamenti, tutto l’anno
lare, che animato dall’alto veemenza e precisione ver- di prove coperte di sacrifici

di livorno si muove a volte anche in


maniera goffa.
so il pubblico come a voler
carpire ancora di più la loro
a volte ammorbidite dagli
scherzi da toscanacci con le
...in un
di Enrico Moggi
concerto... Lui ama questo coro. Lui è
uno di noi.
attenzione con lo scopo di
coinvolgerlo in una sorta di
sue piccole volgarità provin-
ciali, gli avvenimenti più o
Ci propone con delicatezza vibrante pastosità omoge- meno importanti, le famiglie,
i piani. Le note soffuse dei nea da compattarsi con noi. gli amici così tutti diversi,

E
piani, dolci, teneri, soffici Note violente che sembra- tutta questa vita che ci corre
poi tra applausi e approccio di passo di tango tutto il suo corpo come un come la rugiada di un mat- no trasportate, roteate, accanto e ci coinvolge ed in
consensi entra- argentino, adagia lo stru- unico movimento comples- tino; a volte appena sussur- scagliate, riprese e rilanci- cui ci trasciniamo spesso con
no i coristi; tut- mento all’orecchio per la so composto da una serie rate dal coro che compon- ate da quel vento di libeccio fatica e fatta di grida, lac-
ti in fila, vestiti nota, sussurra l’accordo al infinita di singoli movimenti gono l’atmosfera in un clima tanto odiato ed amato da rime, risate, preoccupazioni,
con pantaloni blu camicia coro, ripone lo strumento. autonomi. A volte sembra di assoluta beatitudine ed noi livornesi. lotte, rotture, speranze de-
bianca ed un gilet scozzese Ecco l’attacco che da il via di vedere un ballerino del inebriante delizia. Ogni volta è un miracolo! luse e possibilità inaspettate;
con colori simili al “tartan al coro. Teatro della Scala o ancor E poi ci annuncia con vee- “I coristi. Tutta questa gen- tutto questo scompare di col-
del clan dei Wallace”. Ed il coro va….va! meglio una marionetta si- menza i forti. Si i forti; il coro te, tutte le preoccupazioni, po quando i coristi si metto-
Il Maestro Giovanni Sbolci, Come uno stormo di fen- ciliana; un “pupo” attore è bravo sulle tonalità forti; è tutti gli odi ed i desideri, tut- no a cantare. >>>
presentato dall’annunciato- icotteri che alzandosi dallo
re ed entrato dopo l’ultimo stagno con armonia si mette
corista, saluta il pubblico in moto all’unisono, così il
con un inchino; si pone di- coro con voce sicura si alza
nanzi al coro spalle al pub- in volo, si issa con forza e
blico, chiama il coro a chiud- vigore, con virilità ed ener-
ersi a “ferro di cavallo”. gia musicale, ma con grande
Tutto è pronto per l’inizio soavità e dolcezza davvero
del concerto. formidabili.
Un silenzio di tomba è sce- …..Lui dirige, accompag-
so nella sala; anche l’ultimo na, trasporta il coro con un
bisbiglio che era serpeg- movimento ritmico, quasi
giato pochi attimi prima dinoccolato e noi coristi lo
svanisce in una atmosfera seguiamo; seguiamo il suo
quasi surreale. andare modulato da destra
L’adrenalina sale tra i coristi a sinistra e da sinistra a de-
tanto che a qualcuno viene stra, il suo capillare modo di
a mancare la salivazione. indirizzarci nel ritmo e nella
L’emozione è forte di quelle sonorità dei brani; il suo cur-
che non svaniscono in un varsi su se stesso per orient-
batter di ciglia. arci nei piani o alzandosi sul-
Il Maestro chiama l’atten- le punte per catapultarci sui
zione dei coristi, solleva forti. Le sue braccia sembra-
il diapason per la nota, lo no stantuffi di una vapori-
batte sul tacco esterno del- era; è davvero incantevole
la scarpa destra come in un guardare il muoversi di
12) (9
Cantori di San Giovanni
mente condiviso. Io non
sono più me stesso, sono
parte di un tutto sublime
al quale appartengono
anche gli altri, e in questi
momenti mi chiedo sem-
pre perché questa non
possa essere la regola

Ognissanti, Musica e Cultura


quotidiana, invece di un
momento eccezionale del
coro.
La regola di vita di ogni giorno 2013
contemplata nell’amore, nell’amici-
zia, nella gioia di cantare.
Il corso della nostra vita è sommerso dal canto, Quando il coro si interrompe tutti i presenti
d’improvviso c’è una sensazione di fratellanza, con i volti illuminati, applaudono i coristi rag-
di profonda solidarietà, di amicizia persino gianti”. 6  aprile   Conferenza:  La  musica  sacra  tra  XVI  e  XVII  secolo  
Ore  16:00   Dom  Giuseppe  Case5a  OSB  Abate  generale  della  Congregazione  Vallombrosana  
d’amore. Sono tutte queste qualità che ci han- Il Maestro è fiero del suo coro. E lo tiene in
Prof.  Sergio  Givone  Assessore  alla  Cultura  e  Contemporaneità  del  Comune  di  Firenze    
no aiutato in tutti questi anni ad andare avan- pugno: sarebbe in grado di improvvisare un
ti, che ci hanno tenuti uniti a percorrere questa brano, un accordo, un ritmo completamente
strada meravigliosa di profonda affetto stilla- sconosciuto, ed il coro lo segue, capace di in- 20  aprile   Concerto:  “Ensemble  Capriccio  Armonico”  
Ore  21:00   Dire5ore  Gianni  Mini,  Organista  Lorenzo  Pampaloni  
to ed adattato con parsimonia da ogni singolo terpretare, di assorbire, di assimilare in una
Musiche  di:  Pergolesi,  Anonimo  XV  sec,  De  Berchem,  Rachmaninov,  Caldara    
corista verso tutta la comunità del coro.” frazione di secondo tutti i messaggi dettati
Le disarmonie quotidiane si stemperano in
una comunione perfetta quando il coro si es-
dalle sue mani e dalla mimica di tutto il suo
corpo.
4  maggio   Concerto:  “La  Corte  di  Orfeo”  
Ore  21:00   Dire5ore:  Valerio  Del  Piccolo  
ibisce. Lui è veramente un grande. Musiche  di:  Anonimi,  Brumel,  Pierluigi  da  Palestrina,  Stravinskij,  Kedrov  
Anche i visi dei coristi sono trasfigurati: l’im- E tutto è veramente così bello!
pegno è mescolato all’amore per il coro e In fondo, mi chiedo se il vero movimento del 25  maggio   Concerto:  “Cantori  di  San  Giovanni”  
per il canto. Vedo degli esseri umani votati mondo non sia proprio il canto: Ore  21:00   Dire5ore  Umberto  Cerini,  Organista  Riccardo  Torricelli  
al bel canto, al bel canto di gioia. Noi del coro “…..perché noi livornesi, piccola comunità di W.A.  Mozart:  Krönungsmesse  (Messa  dell’Incoronazione)  K  317    
quando cantiamo siamo felici. questo mondo, che la musica la nutrono den-
“Ogni volta è la stessa storia; a volte mi emozi- tro e che la espongono come la pittura, nei
ono ed un nodo alla gola mi prende momenti e nei modi più impensati – un coro
di gran forza e faccio fatica per controllarmi di montagna a Livorno - siamo ritenuti per
quando il coro si esibisce su alcuni brani di definizione urloni, ponciaioli, ribottai; gente
forte sensibilità; e quando il brano si presenta che torto un lo vòle mai. Esuberanti, aggres-
con una maggiore rappresentatività, guardo sivi, - solo a parole per non dar conto alla loro Associazione culturale «Coro del Duomo di Firenze»
per terra perché l’emozione è troppa tutta in storia senza blasoni -, i livornesi sono in re- www.corodelduomo.it – info@corodelduomo.it - Facebook: Cantori di San Giovanni
una volta. Vedo e comprendo la stessa emozi- altà fieri della loro indole ribelle e libertaria.
one tra gli altri coristi; gli occhi lucidi denotano E questo carattere amano gridare ai quattro In  collaborazione  con  i   Con  il  patrocinio  del  
l’impegno che tutti danno per questo coro; è la venti, tenaci e generosi, sempre!” Fraa  Francescani  dell’Immacolata   Comune  di  Firenze  
loro vita, la loro passione, la loro familiarità”. Ma questa è un’altra storia; ve la racconterò
“è troppo bello, solidale, troppo meravigliosa- un’altra volta. INGRESSO  LIBERO   Avviso  sacro  
Con  il  supporto  di:  
ELETTROSERVICE  1  
Vendita  materiale  ele5rico  –  Sacche`  aspirapolvere  di  tu5e  le  marche  –  Riparazioni  piccoli  ele5rodomesaci  
Via  Baccio  da  Montelupo  28/A-­‐B-­‐C,  50142  Firenze  –  Tel.  0557323651  
14) (9

II
Patrocinio del

Il Coro
del Sole...
di Elio Antichi

I
l Coro del Sole, coro presentato a Lucca (teatro scogliera portato in scena
di bambini nato all’in- del Giglio) , a   Pisa (chiesa lo scorso anno.  Una bella e
terno de Il Baluardo, Valdese), a Verciano Capan- intensa attività per questi
gruppo vocale luc- nori (chiesa Monumentale piccoli che vanno da 5 anni
chese, ha portato in scena S. Stefano) e a S. Lorenzo a a 11 anni. L’attività musicale
Il Mago di Oz su testi e mu- Vaccoli (salone parrocchi- è completamente gratuita e
siche del m. Silvano Pieruc- ale) il gruppo ha iniziato a le prove si svolgono il mer-

2013
cini opera molto complessa studiare il nuovo lavoro del coledì dalle ore 18,30 alle
che dura 75 minuti, messa m. Pieruccini , Pinocchio che 19,30 presso la sede sociale
in scena tutta a memoria dai andrà così ad aggiungersi al a Massa Pisana.
ragazzi. Dopo Il Mago di Oz già presentato Ponyo sulla Info 348 2334867

Pieve di San Leonardo

0587 735530
MERCOLEDÌ
27 marzo Glenbrook North
ORE 21:30 High School Choir (Northbrook, Illinois - U.S.A.)
Direttori Chad Davidson - Andrew Wallace

DOMENICA
12 maggio Black Hills
ORE 17:00 University Choir (South Dakota - U.S.A.)
Direttore Jonathan Nero

Corale San Leonardo (Cerreto Guidi)


Direttore M° Simone Valeri

...il coro Per informazioni: coralesanleonardo.cerretoguidi@gmail.com


Segreteria: 0571 55103

dei bambini. BANCA


DI CREDITO COOPERATIVO
DI CAMBIANO
16) (17

anniversario
tenori Lorenzo Bencini, Mattia Nebbiai, Ales- to con entusiasmo tutte le esibizioni e ha
sandro Pegoraro e Tommaso Tomboloni, del ringraziato la Corale per aver organizzato un

della fondazione
corale don renzo mazzoni
baritono Gabriele Spina accompagnati al pi-
anoforte dalla meravigliosa Beatrice Bartoli
evento così appagante.
Che dire…. siamo felicissimi e dobbiamo
e dal bravissimo Gianpiero Bernini che si è es- ringraziare tutte le persone che hanno con-
di san francesco di pelago (fi) ibito anche in un brano all’organo storico, poi tribuito alla buona riuscita della festa: un
di Rosa Vernieri
il sensibilissimo Vittorio Goglia che ci ha in- grazie di cuore al nostro Parroco Monsignore
cantato con il suono del suo flauto e che dire Enzo Bevilacqua che ci supporta con affetto

S
della nostra bellissima Ilaria Innocenti che ci e stima… grazie ai componenti della Corale
iamo nati nel 1987 e quest’anno ri- ziata sabato 20 ottobre con l’animazione ha deliziato con la sua musica e il suo canto. che hanno pensato all’organizzazione dello
corre il nostro 25° anno di attività. della Santa Messa nella bellissima Chiesa di Noi del Coro abbiamo fatto da cornice a spettacolo e a quelli che hanno tanto lav-
E’ una grande emozione festeggi- San Francesco a Pontassieve ed è culminata questi artisti che nel corso di questi anni han- orato per la buona riuscita della meraviglio-
are questo bellissimo traguardo… domenica 21 con il bellissimo concerto sem- no collaborato con tanto amore alla buona sa cena, grazie al nostro Presidente Alberto
chi avrebbe immaginato che da un gruppo
di persone impacciate, assolutamente prive
di conoscenze nel campo canoro e musicale
sarebbe nato un Coro che è riuscito con im-
pegno, tenacia e amore ad ottenere risultati
più che dignitosi…grazie alle persone che ci

Valleri per le belle parole spese per la Corale,


grazie al bellissimo e giovanissimo Frances-
co Cosi che ha presentato il Concerto, grazie
alla meravigliosa Gemma Cianchi e al seris-
simo Giulio Cosi i nostri “valletti”, un grazie
hanno seguito con affetto e con profession- pre nella nostra Chiesa, alle ore 16,00, e la riuscita dei nostri eventi e, infatti, proprio affettuoso a quelle persone che lavorano in
alità. Siamo un bel gruppo…l’allegria, l’armo- buonissima cena, alle ore 20,00. per ringraziarli abbiamo voluto che fossero i silenzio dietro le quinte e, infine, grazie al
nia, l’affetto sono sentimenti che nel nostro Il concerto è stato un successo: abbiamo as- protagonisti del concerto. nostro Direttore Gabriele Spina per la pro-
Coro si toccano con mano. coltato le bellissime voci dei soprani Ilaria E’ stato un pomeriggio magico, il pubblico, fessionalità, la pazienza e l’affetto che nutre
La festa per i nostri 25 anni di attività è ini- Tarchiani, Anna Ugolini e Chiara Vannini, dei numerosissimo e attentissimo, ha applaudi- per la nostra Corale…….
18) (19

alla scoperta
santa, che, a partire dalle ore 17, ha ospitato la presentazione del libro
suddetto. Alla presenza della Banda cittadina, del Sindaco di Chiancia-

del maestro no Terme e dei numerosi cittadini accorsi, il Maestro Luca Morganti-
ni ha spiegato, con lo stile leggero ed accattivante che contraddis-
bonaventura
di Eugenio Fallarino
somma tingue anche il suo libro, i tratti salienti della vita del musicista.
Ora i cittadini di Chianciano sanno che Bonaventura Somma,
nato il 30 luglio 1893 a Chianciano Terme da famiglia umile
presto trasferitasi nella capitale, ebbe la responsabilità e

C
l’onore di dirigere il Coro dell’Accademia di Santa Cecilia di
i sono delle vite tre cittadino di Chianciano contributo economico della Roma dal 1926 al 1960. Al contatto con musicisti di fama
che rischiano di Terme. Banca CRAS. mondiale quali Don Lorenzo Perosi, Bernardimo Molinari,
ridursi a meri A rimediare tale ossimori- La presentazione di tale vol- Leonard Bernstein, Fernando Previtali e tanti altri ancora,
nomi. La fatica ca mancanza ha pensato ume, avvenuta domenica 14 la vita di Bonaventura Somma fu interamente dedicata alla
di ricostruire l’uomo dietro un gruppo di cittadini della Ottobre, è stata occasione musica: neanche il brevissimo matrimonio con una can-
al nome (non i suoi idiosin- bella località termale to- di una vera e propria giorna- tante lirica, Laura Cirino, seppe distrarlo da una vita ded-
cratici vizi o virtù, ma il suo scana, che ha collaborato ta celebrativa che Chiancia- ita alla direzione, all’insegnamento e alla composizione
valore, le sue qualità sociali) nella ricerca archivistica no Terme ha dedicato al suo musicale. La sua fama crebbe notevolmente nei suoi
si configura come impegno che ha permesso la scrittu- più noto (ormai a tutti gli ef- ultimi anni di vita: da settembre a dicembre del 1955,
morale, etico nei suoi ris- ra del volume “Bonaventu- fetti) concittadino. la tourneè con il coro dell’Accademia di Santa Cecilia
volti comunitari. ra Somma, il chiancianese Nel primo pomeriggio, la negli Stati Uniti e in Canada gli fece guadagnare l’as-
Il nome di Bonaventura che ha incantato due conti- Banda Comunale ha accom- sai lusinghiero soprannome di “Toscanini del coro”; nel
Somma è tutto sommato nenti”, scritto dal Maestro pagnato i cittadini in Borgo 1960, pochi mesi prima della sua morte, ebbe l’onore
piuttosto noto ai cittadini Luca Morgantini, Diret- Vetuli 4, scoscesa viuzza di partecipare alla direzione artistica delle Olimpia-
di Chianciano Terme (Sie- tore dell’Istituto Musicale nel cuore del centro storico di romane.
na): suo è il busto che tor- “Bonaventura Somma” di paesano, dove la Dottores- Dopo aver incesso in alcuni di quegli episodi del-
reggia l’entrata della Chiesa Chianciano Terme e Diret- sa Gabriella Ferranti, Sinda- la vita del Maestro che, come direbbe Plutarco,
Collegiata, sua è la statua tore musicale del Gruppo co di Chianciano Terme, ha danno “un’idea del carattere molto meglio che
commemorativa al centro Corale Chiancianese, pub- presieduto alla posa della non battaglie con migliaia di morti”, Luca Mor-
dei Giardini Pubblici, a lui blicato grazie al generoso targa commemorativa pres- gantini ha guidato il pubblico nell’ascolto di
è intitolato l’Istituto Musi- so la casa natale del musi- alcune composizioni di Somma presenti nel
cale comunale. Ma – fino a cista. La Prima Cittadina ha CD allegato al volume ed eseguite dal Grup-
pochi giorni fa – se si fosse sfruttato tale gremita occa- po Corale Chiancianese. Fra i brani propo-
chiesto in giro chi fosse sione per annunciare pub- sti, particolare successo ha riscosso l’“Ave
tale illustre chiancianese, la blicamente che, con voto Maria”, composizione molto nota (in Olan-
gente avrebbe risposto con unanime dell’amministrazi- da ha annunciato il termine delle trasmissioni
uno stentato «un musicista» one comunale, è stata presa radiofoniche fino alla fine degli anni 60) che ben es-
o con un più manzoniano la decisione di intitolare a prime la sincera religiosità che sempre ha contraddistinto
«Somma! Chi era costui?». Bonaventura Somma i Giar- Bonaventura Somma.
La sorte paradossale di dini Pubblici cittadini che La giornata celebrativa si è conclusa nella serata con il concerto
Bonaventura Somma, a già da tempo ospitano il suo della Small Big Band, diretta dal Maestro Mirco Rubegni, che ha
poco più di cinquant’anni busto. dimostrato come l’interesse musicale a Chianciano non si sia esauri-
dalla sua scomparsa, sem- Tale annuncio è stato ripe- to con il Maestro Bonaventura Somma, ma che sia ancora passione
brava infatti quella di es- tuto anche nella Sala Fellini vibrante nelle nuove generazioni, che ribadiscono costantemente la
sere a tutti l’ignoto più illus- all’interno del Parco Acqua- propria vitale necessità di espressione sonora.
20) (7

cori in
concerto in piazza
san martino
di Carlo Bresci

C
ori in Concerto in sta nella presenza di più Wagner, Mascagni e Puccini,
Piazza S. Martino cori (oltre 500 cantori), pro- nonché in prima esecuzione
Sta diventando venienti da varie città della assoluta un “Inno alle Mura”
un evento ricor- Toscana che, nella cornice composto appositamente
rente quello che la Polifon- suggestiva della facciata dal M° Cosmi in occasione
ica “Città di Viareggio” nella della cattedrale di S. Mar- dei festeggiamenti delle
persona del suo Direttore tino, sotto la direzione del mura di Lucca per i 500 anni
Artistico M° Gianfranco Cos- M° G. Cosmi stesso esegui- dalla loro fondazione.
mi propone alla città di Luc- ranno insieme cori da ope-
ca l’ 8 Settembre prossimo re liriche di Verdi,
nella sua terza edizione.
La singolarità dell’evento
22) (23

voci
gate, alle e-mail, ai discorsi prossimo, saranno ospiti te sappia che l’obiettivo è
utili e a quelli necessari, rip- della “II Rassegna Corale di quello di crescere ancora di

del ensi ai pezzi difficili, a quel-


li che calano e a quelli che
primavera Voci del Serchio”
la Corale Sancta Maria in Vi-
più.
Non solo cori, ma anche
serchio
di Ugo Menconi
restano in tono, alla camicia
stirata, alla spilla storta…
minatu di Patrignone (AP) e
la Corale “Il Gigante” di Villa
bande e fanfare sono state
compagne in alcuni eventi,
ripensi agli amici del Coro Minozzo (RE). tra cui la “Filarmonica Cat-
“Voci del Serchio” ” Queste Durante questi tre anni il alani” di Poggio, Filicaia, Sil-

I
le parole di Pietropaolo, Coro si è trovato a cantare licano (LU), la “Filarmonica
l Coro “Voci del Ser- repertorio canti classici del vo in teatro di Bepi De Marzi, uno dei coristi, dopo quella con cori dall’esperienza ven- Verdi” di Sillicagnana (LU) e
chio”, di Castelnuovo repertorio di montagna e le corse per i corridoi, le bat- magica serata, che ha rega- tennale e più, ma ha sempre la “Filarmonica Mascagni” di
di Garfagnana (LU) di“ispirazione popolare”, tute, le facce compiaciute, i lato a tutti forti emozioni. cercato di dimostrare che Corfino (LU); queste ultime
nasce nel settembre cerca di sperimentare sem- sorrisi, prendete tutto ques- Quest’anno, il 20 aprile non è da meno, nonostan- due dirette dal maestro
2010, dalla passione di un pre generi nuovi e che sap- to e unitelo al battito cardi- Cristiana Guidi, che è anche
gruppo di amici per il canto piano divertire oltre che aco accelerato, al fiato che ti tra le file del Coro “Voci del
di montagna e d’ispirazione emozionare il pubblico che manca, alle luci che ti acceca- Serchio”come corista.
popolare. Dopo un’estate si trova di fronte; esempio no, ai canti dei Crodaioli, alla Nell’agosto 2012 il Coro ha
fatta di cene, accompag- di questa volontà sono bra- gioia che ti prende quando realizzato a un’altra mani-
nate da qualche canto, è ni come “Mas Que Nada” di senti che la voce non ti tra- festazione,prettamente es-
nata l’idea di creare un vero Jorge Ben Jor e “Miguel Son disce e che anche tu stai fa- tiva intitolata “Cori sotto le
e proprio coro, un coro di- Mi!”, il ritornello della famo- cendo la tua parte, alla gente stelle”, durante la tradizio-
viso in Tenori e Bassi, Con- sa pubblicità. che ti applaude, ai canti fino nale “Settimana del Com-
tralti e Soprani. Il coro è a Nonostante la sua recente a tarda notte…ognuna di mercio” di Castelnuovo di
voci dispari e altra peculiar- età, questo gruppo, giunto queste è stata al tempo stes- Garfagnana (LU).
ità è la presenza dei bambi- quasi a quaranta elemen- so un’emozione unica e una Speriamo che il Coro, così
ni, che si ritrovano a cantare ti, è riuscito già a togliersi piccola nota di uno spartito come gli eventi cui ha dato
con persone di molta espe- parecchie soddisfazioni. bellissimo! A suonarlo c’era- vita, possa essere solo
rienza e dalle quali posso si- Nell’aprile 2012 ha creato vamo anche noi, c’eravamo all’inizio del lungo cammi-
curamente imparare tanto. la sua “I Rassegna Corale di soprattutto noi! e allora rip- no che lo aspetterà, senza
E’ diretto da Ugo Menconi Primavera”. Questo evento, ensi al percorso che ti ha mai perdere lo spirito di
sin dalla prima prova, dato che si tiene al Teatro Alfieri portato fin qui: ripensi alle famiglia e la voglia di stare
che è stato uno dei più fer- di Castelnuovo di Garfag- telefonate, alle corse per non insieme cantando, caratter-
vidi sostenitori di questo nana, ha ospitato alla sua arrivare tardi alle prove, alle istiche che hanno dato inizio
progetto corale. prima edizione i “Crodaioli” note canticchiate a lavoro, alla sua creazione.
Il Coro oltre ad avere in di Bepi de Marzi. “ … l’arri- ripensi alle risate, alle liti-
24)

orchestra giovanile
di arezzo
coro
di Gianna Ghiori
voceincanto

S
ta arrivando la Primavera e quale competenza e alla passione con cui li guida
maniera migliore di salutarla il Direttore stabile dell’Orchestra, il Maestro
se non con un grande concerto Roberto Pasquini.
dell’Orchestra Giovanile di Arezzo Si unisce all’Orchestra un’altra bellissima re-
e del Coro Voceincanto diretti dal Maestro altà aretina: il Coro Giovanile “Voceincanto”,
Roberto Pasquini con un bellissimo pro- composto da 50 ragazzi di età compresa tra
gramma: la Mèsse Breve di Léo Delibes ed il 8 e 18 anni, un Coro che svolge un’intensa
Concerto kv 271 “Jeunehomme” di W.A. Mo- attività concertistica e un importante opera
zart con la prestigiosa presenza del Maestro didattica e sociale grazie all’impareggiabile
Alessio Tiezzi al pianoforte. impegno e dedizione del suo maestro, il di-
L’Orchestra Giovanile di Arezzo è composta rettore Gianna Ghiori.
da 45 ragazzi della provincia di Arezzo che si Il concerto si svolgerà Domenica 7 Aprile alle
sono ormai imposti all’attenzione del nostro ore 18:00 presso la Chiesa di San Domenico
territorio per la professionalità e l’alto livello ad Arezzo.
tecnico e interpretativo raggiunto grazie alla L’ingresso è libero e gratuito.

Chiesa di San Domenico - Arezzo


Domenica 7 Aprile 2013 – ore 18:00

Orchestra Giovanile di Arezzo Coro Voceincanto


Maestro del Coro Gianna Ghiori
Direttore Roberto Pasquini
Pianoforte Alessio Tiezzi
 

W.A. Mozart - Concerto kv 271 “Jeunehomme”


Léo Delibes - Mèsse Breve
26) (27

alle kan singel


prezzata esibizione come solista baritono è Degna chiusura di serata nel salone ristoran-
stata fornita dallo stesso Maestro, e anche in te, dove pietanze e dolci abilmente prepa-

tutti possono duetto, accompagnati al piano dalla


nostra sempre brillante Sabrina Gabellieri,
rati dalle impagabili coriste del Goitre, uni-
tamente ai vini bianchi e rossi di Maremma,
cantare
di Francesco Capasso
con un musicista norvegese, cantante barito-
no, in vacanza con loro.
hanno incontrato l’incondizionato plauso dei
commensali norvegesi, che d’altronde aveva-
Applausi scroscianti, di un fragore più lati- no fatto discreta richiesta di degustazione
no che nordico, al ‘Gje me handa di’ (Dammi della cucina locale.

C
la mano amico), cantato per l’occasione dal Un grazie di cuore al Maestro norvegese, e
on questa armo- o due settimane di vacanze un gruppo corale di zona, coro Goitre in lingua norvegese. Ed applau- grazie a tutte le organizzazioni musicali e
niosa filosofia esercitandosi (due ore al cosicchè il coro Goitre di Fol- ditissime esibizioni dei coristi norvegesi in canore che consentono di sperimentare mo-
di vita, il profes- mattino e una alla sera) lonica ha avuto occasione di canti italiani, interpretati con inappuntabile menti come questi di autentica vita serena,
sore norvegese nell’arte del canto corale. unirsi a loro in due serate di pronuncia. in armonia con tutto e con tutti.
Karl Høgset, noto musicis- A fine settimana viene pre- gradevolissima esperienza
ta in patria, cantante lirico sentata un’allegra esibi- comunitaria, artistica e .....
e maestro di canto corale, zione dei canti appresi, alla gastronomica.
invita i suoi connazionali a presenza di altri turisti che L’ultimo venerdì d’agosto e
trascorrere le ferie ......can- si trovano in loco, ma non il venerdì successivo, pres-
tando. importa il numero degli so il signorile e moderno
E dove se non in Italia, il spettatori, perché anzitut- Hotel Terme Leopoldo II di
Paese del bel canto ? to si canta per divertire se Marina di Grosseto, norve-
In collaborazione con l’ital- stessi. gesi e maremmani, assente
ianissima Rosanna Padoin, Quest’anno il Maestro e ogni barriera linguistica o
operatrice turistica e inter- Rosanna hanno scelto l’az- caratteriale, si sono esibiti
prete linguistica (oltre che zurro mare di Maremma, cantando in gruppi separa-
valida cantante soprano), che assieme alla verde na- ti e anche assieme, in una
organizza ogni anno un sog- tura generosa di alimenti e comunanza di simpatia e
giorno in qualche località di vini, bene predispone alle cordialità che solo la musi-
nostrana, dove invita turis- melodie canore. ca ed il canto sono capaci di
ti norvegesi a passare una Ed hanno pensato d’invitare suscitare e catalizzare. Ap-
28) (29

CANTO CORALE E
Maremma Toscana. ge scaturiti da risorgive, che l’attraversano e
Spresiano è un Comune al centro della zona la circondano.

INCANTO
di Francesco Capasso
TURISTICO dove l’Italia ha riscosso la sua ultima gloriosa
vittoria risorgimentale, tra le rive del Piave
Alla fine delle rappresentazioni, come tutti i
salmi che finiscono in gloria, così le rassegne
e le pendici del Montello. Il donativo offer- corali finiscono in allegre tavole imbandite,
to al nostro Coro dallo Scarpòn attraverso
le mani del Sindaco, una raffigurazione del
Cristo coronato di spine, è opera di un artis-

C
ta locale che nelle sue composizioni utilizza
hissà se Roberto Goitre, musicista Scarpòn del Piave’, per partecipare alla loro reperti bellici ancor oggi affioranti sul greto
insigne e maestro emerito di can- 56-a (addirettura) Rassegna di Canti Popo- del fiume e nel territorio : le spine del Cristo
to corale, avesse mai considerato lari.  vengono dai reticolati della Grande Guerra.
l’aspetto turistico tra i vantaggi, Il Coro dello Scarpòn era già stato invitato La mattina successiva alla Rassegna, una bel-
oltre a quelli educativi ed artistici, che il can- nell’aprile precedente alla nostra 6-a Rasseg- la passeggiata entro la cinta muraria di Trev-
tare in coro comporta. na di Corincanto. E’ bello sottolineare in iso, favorita da un mite clima soleggiato e
quell’occasione l’interesse dimostrato dagli guidata da Giovanni Frare, presidente dello
amici dello Scarpòn nel visitare il nostro pa-
trimonio turistico di zona, visita culminata
con una loro armoniosa esibizione entro la dove mai si esauriscono le ev-
Cattedrale di Massa Marittima, alla presenza idenze dell’arte gastronomica
plaudente di un gruppo di ammirati turisti italiana. E così se viene da con-
tedeschi. siderare che nel nord dell’Ita-
La partecipazione del Goitre a Spresiano lia non ci si può avvalere della
ha goduto di un’organizzazione perfetta, ricca coltura dell’olivo, tutta-
di un’assistenza speciale, di una gentilezza via nel trevigiano si è svilup-
fuori dal comune. pata la ricca coltura del radic-

Ma un tale aspetto è davvero importante,


e da esso il Coro Goitre di Follonica ha già Scarpòn e anfitrione impeccabile, ha fatto
tratto esperienze del tutto gratificanti. scoprire il valore anche turistico di questa
Passeggiare per Volterra o Perugia, e così città, nota soprattutto per il suo successo
rivisitare la storia che va dagli Etruschi economico industriale e sportivo.
all’Impero Romano, dal Medioevo al Rina- La rinascimentale Piazza dei Signori ; la got-
scimento. ica chiesa di S.Francesco; la romanica Log-
Frequentare località dell’Amiata o dell’Ap- gia dei Cavalieri influenzata da forme bizan-
pennino, e così rivedere paesaggi che han- tine ; la Cattedrale neoclassica ristrutturata
no ispirato pittori e poeti. su una precedente chiesa romanica del 6°
Partecipare alla suggestiva atmosfera natali- La serata della Rassegna ha riscosso un cal- secolo, ove ancor prima sorgeva un tempio chio. Che poi olio extravergine centroitalico
zia di Praga o alle magiche luci delle notti es- oroso apprezzamento da parte del pubblico della ‘ Tarvisium ‘ romana ; e poi i palazzi ed e radicchio trevigiano possono stare benissi-
tive di Budapest, e così conoscere la cultura che riempiva al completo il salone ricavato i ponti sul fiume Sile e sulla sua confluenza mo assieme.
di altre Nazioni e l’amicizia di altri popoli. da una ex chiesa dei Giuseppini. Partecipava con il Dossòn.   Una sorprendente evidenza Come d’altronde stanno bene assieme le va-
Lo scorso mese di ottobre il Goitre di Follon- oltre al Goitre e allo Scarpòn anche la Corale di storia di cultura e d’arte sviluppatesi nei rie genti d’Italia (e del mondo) quando siano
ica è stato splendidamente ospitato a Spre- ‘I Cantori del Friùli’, a completare l’accoglien- secoli in questa città, che sorge sulle acque pacificamente accomunate dalla passione
siano, nella Marca Trevigiana, dal Coro ‘El za del Nordest al nostro Coro venuto dalla limpide e tranquille dei suoi vari fiumi e rog- per il bel canto e per il buon gusto.
24) (25
Con il Patrocinio
dell’Unione Comunale del Chianti Fiorentino

Domenica 7 Aprile 2013 Ore 17


Chiesa S.Maria Marcialla

SETTIMA EDIZIONE
partecipano
Coro D.O.C. Gospel - Marcialla
Coro The Gospel’s Friends - Pontremoli (MS)

Organizzazione a cura del D.O.C. Gospel di Marcialla con la collaborazione


dell’Associazione Scuola di Musica di Tavarnelle val di Pesa– Barberino Val d’Elsa
32) (33

La Corale
solo maschile e il repertorio strettamente senta Don Pasticcio e Acqua Cheta e nel ‘33 e
religioso utilizzato per solennizzare le cele- ‘36 ottenendo due secondi premi a concorsi

Giacomo Puccini brazioni liturgiche; ma a fianco del repertorio


ufficiale iniziava a prendere piede un altro.
corali provinciali.
Negli anni della guerra, il repertorio è es-
festeggia
di Marco Fusari
120 anni Quando i coristi si ritrovavano nelle sere del
sabato e della domenica, i canti cambiava-
clusivamente religioso e le apparizioni sono
solo in occasione di festività.
no sicuramente genere: a canti di tradizione Passata la guerra e rimarginate le ferite, sono
popolare, si affiancavano, ed erano il piatto i giovani che sorretti dalla voglia di vivere e

L
forte, gli “stornelli” intonati da un solista e il dalla speranza di un futuro migliore, si ritro-
a Corale “Giacomo Puccini” di Camigliano (Lucca)  festeggia nel 2013 i 120 anni dalla coro ne cantava il ritornello. vano, la sera, nel prato sotto i cipressi dello
sua nascita con il ricco programma sottoriportato: Intorno al ‘20 e fino al ‘28, la direzione della stradone, a cantare insieme e a rispolverare
  Corale fu assunta dal pievano di Collodi, Don tutti i vecchi canti lanciati dalla Corale.
Programma 2013 Felice e proseguita poi dal fratello. Nel ‘47 riapre i battenti, sospinta da un
  Con il maestro Oreste Giusfredi, alla guida grande entusiasmo, con una riedizione
Lucca, 12 Aprile,  ‘festa del volontariato’ Concerto coro’’Le Pizzorne’’ della Corale dal ‘28 fino al ‘72, si ha una svol- dell’Acqua Cheta culminando nel ‘51 con la
Capannori, 24 Aprile,  ‘Concerto festa della Liberazione’ ta. Ha la capacità di raccogliere il fermento partecipazione alla trasmissione radiofonica
6/7 Aprile, Rassegna in Trentino ospiti del coro Cima Verde di Vigo Cavedine culturale che stava emergendo, ovvero l’in- della Rai “il microfono è vostro”.
Prato, 18 Maggio, Rassegna ospiti della corale Domenico Zipoli teresse per l’Opera e in particolare per l’Op- In questo periodo il repertorio si arricchisce
Camigliano, 5 Giugno, ‘Voci dal Mondo’ Georgia Southerm Chorale U.S.A. eretta. Sotto la sua abile guida, attua una di brani scritti da autori del paese e musi-
S.Colombano, 16 Giugno, ‘Voci dal Mondo’  First Methodist Chancel Choir U.S.A. notevole evoluzione, ampliando il repertorio cati appositamente per il Coro, da maestri
Camigliano,  22 Giugno, XXXV Rassegna Corale Camiglianese (Prima serata) con l’acquisizione di canti di ispirazione popo- lucchesi, dai quali trasparisce lo sfondo del
6/7 Luglio, Rassegna a Verona ospiti del coro ‘Piccole Dolomiti’ lare imparati talvolta a orecchio o in qualche paesaggio e della gente camiglianese. A co-
21/22 Settembre, Rassegna Corale in Trentino ospiti del coro ‘Plose’ di Bressanone prova ufficiosa a casa del maestro, nel canto adiuvare il maestro Giusfredi, è Duilio San-
5 Ottobre, XXXV Rassegna Corale Camiglianese ( Seconda serata) del fuoco, con due olive in salamoia e un fi- tini, un uomo molto amato e stimato, dalle
asco di vino. La Corale raccogliendo i frutti di molteplici sfaccettature culturali dovute ai
un grande miglioramento, acquista notorietà suoi innumerevoli interessi che spaziano dal
STORIA DEL CORO tore del Coro, sia stato un certo Sebastiano
anche fuori dal territorio lucchese. Musiche campo musicale alla letteratura italiana, lati-
Ricercare le radici della Corale estrapolando- Martinelli detto “Dorin”, un suonatore di fis-
da operetta, concerti, rassegne corali, erano na e greca.
la dalla realtà che in quel tempo si viveva, sig- armonica a orecchio,appassionato del canto,
le tre forme di attività con cui si esprimeva. Negli anni più recenti si succedono alla guida
nificherebbe commettere un’ingiustizia. che si trova alla direzione dello stesso fino
I frutti arrivarono nel ‘30 e nel ‘34 dove pre- il M° Battistoni coadiuvato da Mariano Gius- >>>
Siamo nel 1893 in un paese a metà tra la col- agli anni venti. L’organico era naturalmente
lina e la pianura dove la concentrazione de-
mografica era maggiore verso nord, attorno
alla chiesa parrocchiale e alla villa Torrigiani.
Lì in un antico borgo detto” Parigi” la vita so-
ciale si svolgeva attorno alle sue botteghe
(osteria, barbiere, sarto, etc.) che costituiva-
no i più importanti centri di aggregazione e
scambio culturale.
Un altro ruolo importante è stato giocato dal
focolare intorno al quale i contadini si riuni-
vano, la sera, “a veglia” magari in compagnia
di un fiasco di vino (picciolo), In questo con-
testo di vita contadina, sembra che il fonda-
34) (25

fredi, figlio d’arte, e nel ‘75 odo. Il secondo,a distanza di curamente di ottima levatu-
prende la direzione Padre pochi anni, ma non poteva ra musicale; il gemellaggio
Natale Cocci con l’aiuto in essere altrimenti,nel 1993 promosso dall’Amministra-
seguito del M° Luigi della dal titolo “Sotto i cipressi zione Comunale con una cit-
Maggiora. di Camigliano” che, presen- tà francese e una tedesca e
Il M° Cocci, accentuò il car- tato nell’anno del centenar- la nostra partecipazione ad
attere “popolare” del reper- io, rappresenta il frutto dei una Rassegna che si è svol-
torio, riscoprendo e valoriz- nostri sforzi ma in particolar ta al Teatro Regio di Parma
zando musiche del folklore modo, la volontà di non per- che ricordiamo con grande
locale e mantenendo vivo dere un patrimonio vocale piacere ed emozione.
anche il canto religioso. Dal altrimenti affidato al solo Tutti questi scambi hanno
1989 prende le redini della ricordo. arricchito il nostro coro non
Corale il M° Luigi Della Mag- Un grande entusiasmo ci ha solo dal punto di vista uma-
giora offrendo il proprio condotto fino al centenario no ma anche culturale in
contributo nel continuare per il quale i festeggiamen- quanto oltre ad entrare in
la tradizione arricchendo ti hanno occupato l’intero contatto con realtà diverse
il repertorio sia con canti anno, coinvolgendo realtà dalla nostra, abbiamo in-
religiosi che con altri che vicine ma anche e soprattut- serito nel repertorio canti
provengono e dalla riscop- to lontane. che sono il frutto di queste
erta dei pezzi del passato, La Rassegna Corale Camigli- esperienze e che ogni volta
e da una ricerca di brani che anese che si svolge in due che li cantiamo, contribuis-
appartengono alla nostra serate, una in luglio e l’altra cono a rinverdirle, (foto del
terra; non mancano certo in ottobre, si trasforma pia- centenario) Il clima ottimis-
composizioni scritte o elab- no piano in un convegno di tico del centenario ha por-
orate da lui stesso apposita- più ampio respiro,ospitando tato anche un altro frutto.
mente per il nostro coro, tra gruppi corali fuori della nos- Dal 1997 è attiva all’interno
cui spicca il Notturno Cami- tra regione e nazione. Sono della Corale, una sezione
glianese considerato quasi occasioni queste di scambio maschile “ Le Pizzorne” nata
la nostra colonna sonora. In culturale e di confronto per grazie alla passione dei nos- con il patrocinio di

questo clima di ripresa delle crescere, per guardare sem- tri coristi verso i canti della
tradizioni abbiamo raggiun- pre avanti, con ambizione e montagna.Il nome è evoc-
to due traguardi importanti voglia di migliorarsi. Questo ativo della realtà che com-
l’incisione di due dischi. Il pri- slancio oltre i nostri confini, prende;infatti le Pizzorne
La foto di Fabrizio De André è di Renzo Chiesa, che ringraziamo per la diponibilità – grafica studioriccucci

mo quasi alla fine degli anni ci ha portato ad incontrare è l’altopiano che sovrasta e
‘80 e precisamente nel 1988 gruppi di notevole livello abbraccia la piana di Lucca
dal titolo “Su pei vigneti un tra cui amiamo ricordare il da cui provengono i cantori
cantico” che raccoglie una Golden Gate di S: Francisco, che appartenendo a realtà Teatro del Giglio da La buona novella e Il cantico dei drogati
parte del repertorio frutto altri cori americani che ulti- corali diverse dalla nostra, venerdì 19 aprile 2013, ore 21.15 Faber&classic Ensemble di Silvano Pieruccini
della collaborazione tra i mamente stiamo ospitando hanno in comune la stessa Ensemble Bacchelli di Livorno
due direttori di questo peri- e altri gruppi italiani tutti si- passione e voglia di cantare. Coro Santa Felicita di Lucca
Posto unico euro 10

Acquisti e prenotazioni:
Biglietteria del Teatro del Giglio, Piazza del Giglio 13/15 Lucca
direttore Silvano Pieruccini
tel. 0583.465320 - e.mail: biglietteria@teatrodelgiglio.it consulente vocale Nicoletta Fiori

in collaborazione con

per il progetto
Bangladesh - scuola e protezione per i bambini di strada
36) (37

prima edizione
cipanti sia per la presenza Grande soddisfazione da ione di una serie di brani
di pubblico”, commenta il parte dell’organizzazione è classici e contemporanei di

“le mani in suono” direttore artistico Lorenzo


Donati, “non ci aspettava-
stata espressa alla fine del-
la manifestazione dal Presi-
musica corale, dal Sicut Cer-
vus di G. P. da Palestrina al
di Claudia Pennucci mo che ad assistere alle dente dell’Associazione Vox Nonsense n. 1 di G. Petrassi
prove sarebbero arrivati di- Cordis Gianna Baroni che ha passando per il Zum Abend-
rettori di coro da tutta Ital- riportato i commenti posi- segen di Mendelssohn e la
ia, c’era molta curiosità per tivi ricevuti da parte dei con- Petite Voix di F. Poulenc.

S
il taglio fortemente inno- correnti, della giuria e del A fare da coro-strumento
i è concluso ad Arezzo il concorso per direttori di coro realizzato dall’Insieme Vocale Vox vativo della competizione”. pubblico. per permettere lo svolgi-
Cordis con il contributo dell’Associazione Cori della Toscana e la collaborazione della Altissimo il livello tecnico Infine i cantori dell’ensem- mento delle prove era ap-
Fondazione Guido d’Arezzo e del Convitto nazionale “V. Emanuele II”. dei finalisti: “i primi tre clas- ble Vox Cordis, che si sono punto l’ensemble aretino
Il maestro Davide Benetti di Aosta vince la prima edizione de “le Mani in Suono”. sificati hanno ottenuto voti prestati come coro-stru- Vox Cordis, ormai avvezzo a
Organista e direttore di coro, Benetti ha ottenuto dalla giuria la votazione di 90,3/100, che gli ha molto alti rispetto alla me- mento arrivando a cantare questo genere di esperien-
consentito di superare gli altri undici finalisti, selezionati fra i più promettenti direttori di coro da dia degli altri concorsi, ma per 48 volte nell’arco delle ze, sperimentate più volte
tutta Italia. A lui il premio di mille euro e la possibilità di dirigere il coro Vox Cordis in concerto nella tutti i sei maestri che hanno due giornate, hanno com- nell’ambito della collabora-
prossima stagione musicale 2013-2014. Secondo classificato il maestro Luca Scaccabarozzi da Mi- avuto accesso alla finalis- piuto un vero tour de force zione con la scuola per Di-
lano, al terzo posto il torinese Giuseppe Montesano. Premio speciale della giuria a Mattia Culmone sima si sono piazzati in un che è valso loro il plauso rettori di Coro della Fonda-
come direttore di coro più giovane. range compreso fra i 70 e i –e due minuti di applausi– zione Guido d’Arezzo. E, per
90 centesimi. Questo tes- dei finalisti del concorso e la prima volta in un concor-
È Davide Benetti da Aosta 2013-2014. coro più giovane (under 32) timonia che le nuove leve del presidente della giuria so del genere, anche il coro
il vincitore del primo concor- Il secondo premio (500 ammesso alla finale. hanno una preparazione Walter Marzilli. “Un grup- ha avuto diritto a dire la sua
so nazionale per direttori di euro, la metà dei quali in La giuria del concorso, pre- di eccellenza. Interessante po straordinario e maturo sulle capacità di chi lo diri-
coro “Le Mani in Suono”, che buoni acquisto di materiale sieduta da Walter Marzilli, poi che ben cinque di loro per la qualità delle voci e geva, esprimendo il proprio
si è svolto il 16 e 17 marzo ad musicale) è andato al mila- era composta da Marco Ber- provenissero dalle scuole dell’esecuzione, oltre che voto in giuria attraverso due
Arezzo su iniziativa dell’In- nese Luca Scaccabarozzi, rini, Maria Dal Bianco, Fabio private italiane in cui si in- per la tenuta e l’attenzi- rappresentanti.
sieme Vocale Vox Cordis con pianista e cantante, oltre Lombardo, Daniele Proni e, segna direzione di coro in one”, ha sottolineato il mae- Tutto il concorso si è svol-
il contributo dell’Associazi- che direttore di coro, che per la prima volta in un con- maniera professionale: tre stro Marzilli. to davanti ad un pubblico
one Cori della Toscana e la si è piazzato ad un soffio corso del genere, dai mem- dalla Scuola per direttori di I finalisti del concorso erano selezionato ed attento pres-
collaborazione della Fon- da Benetti con 89,6 voti su bri dell’ensemble che si è coro della Fondazione Gui- stati selezionati fra decine so il Convitto Nazionale “V.
dazione Guido d’Arezzo e 100. Terzo classificato con prestato come coro–labora- do d’Arezzo, uno da quella di candidati in base ai loro ti- Emanuele II”, dal pomerig-
del Convitto “V. Emanuele 85,1 voti su 100 il torinese torio per le varie prove, il Vox di Torino e un altro da quel- toli, all’esperienza e a criteri gio di sabato 16 marzo fino
II”. Organista e direttore di Giuseppe Montesano, pian- Cordis. “Chiudiamo la prima la di Milano. Segno che una ferrei di eccellenza. Si sono a domenica 17 alle ore 20
coro, Benetti ha ottenuto ista e direttore di orchestra edizione del concorso con formazione rigorosa con- sfidati nel corso della com- momento in cui c’è stata la
dalla giuria la votazione di oltre che di coro. A lui andrà un bilancio straordinario sente di raggiungere risul- petizione esibendosi nella proclamazione dei vincitori
90,3/100, che gli ha consen- un premio del valore di 250 sia per la qualità dei parte- tati elevatissimi”. concertazione ed esecuz- e l’assegnazione dei premi.
tito di superare gli altri un- euro da spendere in attività
dici finalisti, selezionati fra i formative presso la Scuola
più promettenti direttori di per Direttori di Coro della
tutta Italia, aggiudicandosi Fondazione Guido d’Arezzo.
il premio di mille euro e la Un premio speciale è anda-
possibilità di dirigere il coro to poi a Mattia Culmone
Vox Cordis in concerto nella di Trento, compositore e
prossima stagione musicale pianista, quale direttore di
38) GRUPPO CORALE “SANTA FELICITA”
Associazione Culturale Musicale - Lucca

Fondazione
Cassa di Risparmio

itinerari
di Lucca
CITTA’ di LUCCA

vocali 10° CONCERTO PER LA “SANTA CROCE”


nel chianti
di Angiolo Fossati
Omaggio a

L’
associazione Coordinamento delle corali del Chianti Fiorentino e Senese in collab-
orazione con i Comuni di Barberino Val d’Elsa, Castellina in Chianti, Castelnuovo Giacomo puccini
Berardenga, Gaiole in Chianti, Greve in Chianti, Radda in Chianti, San Casciano in
Val di Pesa, Tavarnelle Val di Pesa e con il Patrocinio dell’Associazione Cori della
Toscana organizza la XIII°  Rassegna Internazionale di canto corale:  Concerto per soli, coro, organo e pianoforte
 ITINERARI VOCALI NEL CHIANTI
Dedicato a Giacomo Puccini Senior (1712-1781)
XIII° RASSEGNA INTERNAZIONALE DI CANTO CORALE Celebrazione del II centenario della nascita di Giuseppe Verdi
2 - 30 GIUGNO 2013
•Domenica 2 giugno ore 18.00 – Museo Arte Sacra di San Francesco di Greve in Chianti
Coro Polifonico del Chianti di Strada in Chianti •Dir. Elena Superti
Coro Polifonico Amici della Migliarina di Viareggio •Dir. Rossano Galli
•Sabato 15 giugno ore 21.00 – Villa Chigi di Castelnuovo Berardenga 4 MAGGIO 2013 - ORE 21.15
Coro Polifonico del Chianti di Strada in Chianti •Dir. Elena Superti CHIESA DI SAN PIETRO SOMALDI- LUCCA
Coro Collage di Stoccolma (Svezia) •Dir. Malin Stromdahl
Wienerwald Viergesang di Vienna (Austria) Evento realizzato in collaborazione con la Provincia di Lucca
•Domenica 16 giugno ore 17.30 – Piazza del Comune di Castellina in Chianti
Schola Cantorum di Castellina in Chianti •Dir. Paolo Gragnoli G. PUCCINI SENIOR:
Coro Collage di Stoccolma (Svezia) •Dir. Malin Strömdahl.
Wienerwald Viergesang di Vienna (Austria) MOTTETTO DI SAN BENEDETTO
Singkreis der Karntner di Graz (Austria) TE DEUM (prima ripresa moderna)
•Dir. Gunther Brand
•Domenica 16 giugno, ore 21.00 – Chiesa San Bartolomeo Barberino Val d’Elsa e musiche di:
Coro della Cappella Musicale di San Bartolomeo - Barberino V.E •Dir. Gian Piero Cencetti F. Corteccia, M. Bargagna, E. Barsanti,
Wando High School Choir - Charleston, South Carolina (USA) •Dir. Eric Wilkinson S. Pieruccini, G. Puccini junior, G. Verdi
•Sabato 22 giugno ore 21.15 – Teatrino del Borghetto di Tavarnelle Val di Pesa
Corale Santa Lucia al Borghetto di Tavarnelle Val di Pesa CORO “SANTA FELICITA”-Lucca
•Dir. Marco Francioli CORO POLIFONICO “BRUNO PIZZI”-Pisa
Coro Vico Alto di Siena •Dir. Pia Palmieri ELENA FIORETTI - soprano
•Domenica 23 giugno ore 18.00 – Località Rietine Gaiole in Chianti ALIDA BERTI -soprano
Assabet Valley Mastersingers Touring Choir – Massachusetts (USA) •Dir. Robert Eaton ILARIA BRUNINI - pianista
Coro San Leopoldo di Concordia Sagittaria (VE) ENRICO BARSANTI - organista
•Dir. Claudia Toneguzzo
ELEONORA MATTEI - maestro collaboratore
•Sabato 29 giugno ore 21.15 – Chiesa della Misericordia di San Casciano in Val di Pesa
Coro Quodlibet di San Casciano in Val di Pesa •Dir. Gianni Franceschi Direttore: SILVANO PIERUCCINI
Coro Tempus Floridum di Fiesole
•Domenica 30 giugno ore 17.30 – Castello di Volpaia Radda in Chianti
Corale S. Niccolò di Radda in Chianti •Dir. Michele Manganelli INGRESSO LIBERO
Coro La Grolla di Livorno •Dir. Giovanni Sbolci

ASSOCIAZIONE
LUCCHESI NEL MONDO AGENZIA GENERALE DI BARGA
42)

vincitori toscani
in un bel
concorso
di Benedetta Nofri
toscano!

D
omenica 28 provinciale di Livorno, dal con accompagnamento di
aprile 2013: il 2006 il Patrocinio della Re- pianoforte (a cura del Mae-
coro di voci bi- gione Toscana e il contribu- stro Elisa Pasquini). Il coro,
anche Picco- to della Fondazione “Cassa già premiato lo scorso anno
le Note e il coro giovanile di Risparmio” di Livorno. Il al Concorso
Shining Notes di Monte San concorso è diventato negli nazionale di Musica “San
Savino (AR) diretti dal Mae- anni un riconosciuto e atte- Vigilio in…canto” a Roma
stro Benedetta Nofri si sono so appuntamento primav- (punteggio 93/100), pro-
affermati tra i protagonisti erile per giovani musicisti tagonista della Seconda
del 14° Concorso nazionale desiderosi di confrontarsi edizione della Rassegna
di esecuzione musicale “Riv- tra loro e avere opportunità di voci Bianche organizza-
iera Etrusca” di Piombino per farsi conoscere, per stu- ta dalla Fondazione Guido
(LI). Nato nel 2000, per vo- denti stranieri residenti nel d’Arezzo, è stato fondato
lontà delle amministrazioni nostro paese o frequentanti nel 2008 dalla sua attuale
comunali del comprensorio istituti pubblici e privati ital- direttrice ed è composto
della Val di Cornia, il Con- iani e per docenti di fama in- da una quarantina di rag-
corso si svolge interamente ternazionale. azzi, tra i cinque e i tredici
nella città di Piombino. Il Coro di voci bianche Pic- anni. Il coro giovanile Shin-
La manifestazione gode del cole Note ha ottenuto un ing Notes, ensemble di una
patrocinio e contributo del primo posto con un punteg- decina di elementi, al suo
primo concorso, con una
selezione di repertorio a 4
e 5 voci dal Rinascimento al
‘900, ha ottenuto un secon-
do posto con un punteggio
di 93/100.
La giuria, presieduta dal
Maestro Rinaldo Bartaletti,
ha espresso parole di parti-
colare apprezzamento per
il progetto corale attivo a
Monte San Savino, pensato
Comune di Piombino, dal gio di 95/100, proponendo come un percorso “vertica-
2005 ha il riconoscimen- una selezione di brani a due le” di introduzione ed edu-
to dell’amministrazione voci di compositori italiani cazione alla coralità.