Anda di halaman 1dari 5

Vogliamo realmente la Democrazia?

Democrazia è una parola “composta” da due parole


che traggono origine dalla lingua greca: δῆμος
(démos) Popolo e κράτος (cràtos) Potere, quindi:
“Potere del popolo”, ed etimologicamente significa
“Governo del popolo”.

Il nuovo Genio dell’attuale opposizione


http://www.newnotizie.it/2010/11/10/strumenti-%E2%80%B9-notizie-%E2%80%94-wordpress-13/

Questa è l'ultima trovata dell'opposizione che oltre alle


critiche e i pettegolezzi di pianerottolo non ha mai saputo che
evidenziare, piuttosto di spiegare come intenderebbe
governare un paese ormai allo scatafascio quasi certo,
avendo già dato prova delle sue capacità in scorse legislature
in cui ha "governato".

Non credo che a costoro importi più di tanto spiegare e


dimostrare... perché il loro compito, come hanno già
dimostrato in passato, non è quello di proporre soluzioni per
governare, ma quello di contendersi il potere come hanno
fatto da almeno 40 anni in Italia un po’ tutti gli schieramenti... tanto sanno che ci sono i fessi che
votano ancora, che, buoni buoni, aspettano sempre qualcuno che realizzi le promesse promesse
(la ripetizione non è una svista).

Faccio poco l’opinionista in genere perché le opinioni quando esistono Leggi e Regole non servono
a un bel nulla. Le opinioni servono, semmai, prima di stabilire e perfezionare Leggi e Regole, e non
quando queste sono state già stabilite e, quindi, esistono, perché a chiunque faccia tanto di
lamentarsi e piangere, chi è preposto a giudicare dice sistematicamente: "Lei ha perfettamente
ragione ma le leggi/regole sono leggi/regole e vanno rispettate" e ti hanno bello che sistemato.

1 di 5
Preferisco essere quindi più tecnico piuttosto che opinionistico, anche perché delle opinioni di
gente che a centinaia di migliaia scendono in piazza da almeno 40 anni non gliene frega un bel
niente a coloro che stabiliscono appunto Leggi e Regole.

Premesso questo passiamo alla parte tecnica sulla questione proposta dal “leader” dell'attuale
opposizione:
Egli vuole raccogliere le firme dei cittadini e/o coinvolgere i cittadini portandoli in piazza (e
sperperare quindi ancora del denaro pubblico) per sfiduciare Berlusconi, buttando nel cesso
quanto recita la Costituzione riguardo al metodo indicato per nominare un Presidente del
Consiglio (fosse anche il peggior individuo del mondo) ed un Governo (artt. 921 e 942 Cost.).

Siccome in genere molta gente è ignorante e vuole rimanere ignorante (nonostante si creda colta
ed intelligente ma soprattutto rispettosa della Costituzione e della legalità - così almeno fanno
credere molti di loro) occorre far presente che se il "Capo del Governo" è scelto dal Parlamento ed
i "Ministri" sono scelti dal Capo del Governo e il Parlamento è composto di due Camere elette a
suffragio universale (non cito più "diretto" perché non è più così) dai cittadini (artt. 563 e 584 Cost.)
e la durata della loro carica è di 5 anni (art. 60 Cost.5), Bersani, il PD e la gente che è così esaltata e
smaniosa di andare a manifestare ed a firmare (ancora non si sa bene cosa) dovrebbero spiegare, i
primi, e domandarsi, gli ultimi, come pensano di sfiduciare un capo del Governo ed un intero
Governo con una manifestazione ed una raccolta firme (non si sa su cosa - dato che la Petizione
popolare - art. 50 Cost. - è priva di una legge attuativa che ne riconosca un valore effettivo e
prevede che i cittadini possono chiedere soltanto interventi legislativi ed esporre comuni necessità)
e sulla basa di cosa poi ? (dei festini a Villa Arcore o in altri luoghi ?).
E quante firme dovrebbero raccogliere, ammesso che fosse contemplata tale forma?
Se l'attuale maggioranza è stata eletta con 18.000.000 di voti alle scorse elezioni politiche ci
vorrebbero quanto meno 18.000.001 firme per riuscire nell'intento no? O c'è pure la pretesa di
annullare 18.000.000 di voti con una manciata di milioni di firme? E' questa la tanto decantata
democrazia che vorrebbero costoro?

1
Il Governo della Repubblica è composto del Presidente del Consiglio e dei ministri, che costituiscono insieme il Consiglio
dei ministri. Il Presidente della Repubblica nomina il Presidente del Consiglio dei ministri e, su proposta di questo, i ministri.
2
Il Governo deve avere la fiducia delle due Camere. Ciascuna Camera accorda o revoca la fiducia mediante mozione
motivata e votata per appello nominale. La mozione di sfiducia deve essere firmata da almeno un decimo dei componenti
della Camera (L’opposizione non ha un decimo dei componenti di una camera? Ne ha ben più di un decimo!)
3
La Camera dei deputati è eletta a suffragio universale e diretto.
4
I senatori sono eletti a suffragio universale e diretto dagli elettori che hanno superato il venticinquesimo anno di età.
5
La Camera dei deputati e il Senato della Repubblica sono eletti per cinque anni.

2 di 5
• Soltanto un Referendum di tipo revocativo (o revocatorio) potrebbe consentire al
popolo di togliere un incomodo prima della scadenza prevista, ma tale referendum non è
contemplato nella nostra Costituzione e gran parte del popolino che sbraita ogni volta che
governa una certa corrente politica, mentre se ne sta buona con i pantaloni abbassati
quando governa la corrente politica di segno opposto nonostante le porcate fatte anche da
essa (che non si contano nemmeno più ormai), un Referendum del genere
NON VUOLE NEMMENO CHE SIA INTRODOTTO !

A costoro, che hanno scelto la vita dei sudditi in un paese dove la sovranità dovrebbe appartenere
al popolo (art. 1 comma 2 Cost.6) ma che invece non conta più nulla nemmeno alle elezioni
(poiché non può nemmeno più esercitare il diritto previsto dagli artt. 56 e 58 Cost.), piace
sventolare bandiere e cacciare quattro urla in piazza per sostenere delle mere lotte di potere fra
giganti … e ne vanno pure fieri... e vorrebbero che tutti facessero come loro... cioè buttare via del
tempo, risorse ed energie inutilmente, come hanno sempre fatto da decenni, ormai, per
detronizzare dei dittatori e metterne altri al loro posto. Pensano di diventare sovrani togliendone
alcuni e mettendone altri (che come ripeto non sono loro a scegliere e mettere perché non è il
popolo che decide chi farà le leggi e chi le applicherà).
Bersani e company vogliono far cadere questo governo? Vogliono far cadere questa maggioranza
parlamentare? Vogliono andare a nuove elezioni e intascare prima del tempo i rimborsi elettorali
previsti e fare un'ennesima figuraccia con l'Europa (v. patto di stabilità) derivante da un ennesimo
crollo di governo? Che facciano tutto loro no? Perché è loro compito farlo senza disturbare i
cittadini che non hanno alcun potere in merito.... O i cittadini servono solamente per sostenere le
loro propagande plebiscitarie e lotte di potere? O servono solo quando lo vogliono e lo decidono
loro? O la voce del popolo ha valore soltanto quando loro vogliono darglielo?

Il Presidente della Repubblica può sciogliere le Camere no? (art. 887 Cost.)
L’opposizione può presentare una mozione motivata per revocare la fiducia al Governo (art. 94
Cost2.) L'opposizione può dichiarare, con le dimissioni, la crisi politica e si va alle elezioni no? Se ne
ha i motivi può tentare anche questa carta no?
Continuano a rompere tutte le volte che non sono al potere ma quando l'hanno avuto mica hanno
posto rimedio ad esempio alla legge elettorale che ha agevolato ancora una volta l'attuale
maggioranza a salire al potere (certo che no! Faceva comodo anche a loro questa legge e ne hanno
beneficiato anche loro infatti).

6
La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione. (forme = DR e DD)
7
Il Presidente della Repubblica può, sentiti i loro Presidenti, sciogliere le Camere o anche una sola di esse.

3 di 5
Potevano fare sta benedetta legge sul conflitto di interessi per togliere il controllo dei mezzi di
informazione al cavaliere no? Ma non l'hanno fatta (forse va a loro vantaggio anche che non ci sia
tale legge - cosa dobbiamo pensare?).
Perché adottare sempre i soliti subdoli mezzi per dare al popolo l'illusione di poter contare
qualcosa quando invece gli si vuol dare soltanto qualche ora di sfogo in piazza stando in
compagnia di altri sognatori?

Ma ci stanno proprio trattando peggio dei somari oltre che vacche da mungere, grazie anche ai
somari che continuano ad andargli appresso. Forse a qualcuno di questi "somari" andrà anche in
tasca qualcosa, perché anche i galoppini e i lustrascarpe avranno un piccolo compenso per il lavoro
svolto, ma alla restante massa sventola-bandiere cosa va’ in tasca?
Non mi stancherò mai di dirlo e ripeterlo: Leggete la Costituzione italiana perché è la base della
conoscenza che vi permetterà di comprendere quante Leggi, Regole e Prassi senza alcun senso e
senza rispetto della legalità esistono da decenni in questo paese... per volere di tutti!

Organizzatevi e:
Andate in piazza per sostenere invece una Petizione con la quale si faccia una legge che
attui lo strumento della Petizione popolare! (che ancora non esiste!).

Andate in piazza per sostenere una Petizione con la quale si chiede la modifica della legge
352/70 per togliere i paletti imposti al popolo allo strumento referendario abrogativo di legge e
per far sì che i disegni di legge di iniziativa popolare abbiano la precedenza su quelli di iniziativa
parlamentare (ce ne sono a migliaia di disegni di legge inutili e messi apposta li per giustificare i
loro tardivi e mancati interventi ed interessamenti per migliorare la situazione del paese).

Andate in Piazza per sostenere una Petizione con la quale si pretende l'applicazione
ONESTA di una legge esistente da 20 anni che darebbe al popolo il potere di partecipare e
decidere a livello locale su quelli che sono i problemi e le necessità del vostro Comune, Provincia
e Regione di residenza!

ANDATE IN PIAZZA PER ESIGERE IL RISPETTO ED IL RICONOSCIMENTO DEI DIRITTI CHE UN


POPOLO SOVRANO DOVREBBE VEDERSI RICONOSCIUTI ED APPLICATI ! LA DEMOCRAZIA
DIRETTA PREVISTA DALLA COSTITUZIONE !

INVECE DI CONTINUARE A PERDERVI IN FUTILITA' CHE SI RIPETONO ORMAI DA DIVERSE


LEGISLATURE… PERCHE' GIA’ ORA NON C'E' PIU' CARNE SUL FUOCO ORMAI.

31 gennaio 2011
Bruno Aprile – Locate Varesino (CO) – tel. 3472954867 – CCDD Comitato Cittadino Democrazia Diretta –
http://comitatocittadinodemocraziadiretta.blogspot.com - http://brunoaprile.ucoz.com

4 di 5
CITAZIONI:

• "Un Governo popolare, quando il popolo non sia informato, o non disponga dei mezzi per acquisire
informazioni, può essere solo il preludio ad una farsa o ad una tragedia, e forse ad entrambe."
(James Madison, quarto presidente degli USA.)

• "La Democrazia è il Governo del Popolo, dal Popolo, per il Popolo"


(Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli USA)

• "Regimi democratici possono essere definiti quelli nei quali, di tanto in tanto, si da’ al Popolo l'illusione di
essere Sovrano"
(Benito Mussolini – uno di tanti Dittatori – d’Italia)

• "Non sono i Popoli a dover avere paura dei propri Governi, ma i Governi che devono avere paura dei propri
Popoli"
(Thomas Jefferson - terzo presidente degli USA)

• "Qual' è il miglior Governo?... Quello che ci insegna a governarci da soli"


(Johann Wolfang Von Goethe - considerato uno dei più grandi letterati tedeschi)

• "La Democrazia non è uno sport da spettatori: se tutti stanno a guardare e nessuno partecipa, non funziona
più!"
(Michael Moore - produttore cinematografico USA che ha affrontato con spirito critico i problemi e le
contraddizioni del sistema politico, economico e sociale degli Stati Uniti)

5 di 5