Anda di halaman 1dari 24

Domande a risposta multipla

Prof. Giuseppe Pagano Docente di Matematica e Fisica presso il Liceo Danilo Dolci di Palermo
Indirizzo e-mail : contatti@didatticaonline.net Sito web : http://www.didatticaonline.net
Liceo Scientifico 5 anno
MATERIA: MATEMATICA
I. CALCOLO DIFFERENZIALE
Derivata di una funzione. def:
( )
( ) ( )
f x
f x x f x
x
' lim
+

0
(se il limite esiste ed finito)
1. LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE f(x) IN UN PUNTO x
O
RISULTA UGUALE AL
a) coefficiente angolare della retta secante alla cura di equazione y = f(x) nel suo punto di ascissa x
o
.
b) coefficiente angolare della retta tangente alla cura di equazione y = f(x) nel suo punto di ascissa x
o
.
c) coefficiente angolare della retta parallela alla retta tangente alla cura di equazione y = f(x) nel suo
punto di ascissa x
o
.
d) coefficiente angolare della retta parallela alla retta secante alla curva di equazione y = f(x) nel suo
punto di ascissa x
o
.
Segue una tabella riassuntiva delle propriet fondamentali della derivata prima di una funzione.
Funzione Derivata prima
( ) ( )
y af x bg x +
( ) ( )
y af x bg x ' ' ' +
( ) ( )
y f x g x ( ) ( ) ( ) ( ) y f x g x f x g x ' ' ' +
( )
( )
y
f x
g x

( ) ( ) ( ) ( )
( )
y
f x g x f x g x
g x
'
' '

+
2
( )
[ ] y f x
n
( )
[ ]
( ) y n f x f x
n
' '
1
( )
[ ] y f g x ( )
[ ]
( ) y f g x g x ' ' '
( )
( )
y f x e la sua
funzione inversa x g y

:
( )
( )
g y
f x
'
'

1
2. LA DERIVATA DI UNA COSTANTE K
a) x.
b) 0.
c) k.
d) 3.
1
3. LA DERIVATA DI x
n

a) 1
b) 2
c) x
n
d) nx
n-1
4. LA DERIVATA DI COS(X) + SEN(X)
a) sen (x) + cos (x)
b) tg(x) +cotg(x)
c) -sen (x) + cos (x)
d) 2x
5. LA DERIVATA DI x ln x
a) logx + 1
b) x
2
+ 1
c) 2logx + 1
d) 0
6. LA DERIVATA DI
y tgx

a)
sen x
x
2
2
cos
b)
1
2
tg x
c)
( ) cot g x
d)
1
2
cos x
7. LA DERIVATA DELLA FUNZIONE
y
x
n

1
:
a)
log
1
x
|
.

`
,

b)

+
n
x
n 1
c)
nx
n
d)
1
2
x
n
8. LA DERIVATA DELLA FUNZIONE
( )
y x x + 3 4 5
2
6

a)
( ) 6 4
4
x
b)
( ) ( ) 6 3 4 5 6 4
2
5
x x x +
c)
1
2x
d)
3 4 x
9. LA DERIVATA DELLA FUNZIONE
y sen
x
log
1

a)
1
2
x tgx
b)
1
1
1 1
2
sex
x
x x |
.

`
,

|
.

`
,

|
.

`
,
cos
c)
log
1
x
d)

1
2
x tgx
10. LA DERIVATA DELLA FUNZIONE
y a
x


a)
a a
x
log
b)
loga
a
x
c)
loga
a
x
d)
logx
dove a una costante.
11. LA DERIVATA DELLA FUNZIONE
y e
x


y e
x
'
.
a) Vero
b) Falso
c) Falso se e
x
> 0
d) Falso se e
x
> 0

12. LA FUNZIONE
y arctgx
DEFINITA IN TUTTO IL CAMPO REALE LINVERSA DELLA
FUNZIONE
x tgy
DEFINITA NELLINTERVALLO APERTO
+
]
]
]


2 2
,
. USANDO LE
REGOLE DI DERIVAZIONE DIRE SE LA SUA DERIVATA
1
1
2
+ x
.
a) Vero
b) Falso
c) Vero tranne...
d) Falso tranne...
13. LA FUNZIONE
y x arccos
DEFINITA IN TUTTO IL CAMPO REALE LINVERSA DELLA
FUNZIONE
x y cos
DEFINITA NELLINTERVALLO CHIUSO
+

]
]
]

2 2
,
. USANDO LE
REGOLE DI DERIVAZIONE DIRE SE LA SUA DERIVATA

1
1
2
x
.
a) Vero
3
b) Falso
c) Vero tranne...
d) Falso tranne...
14. LA DERIVATA PRIMA DELLA FUNZIONE
f x
x
x
( )
+
3
1
:
a)
( )
( )
f x
x
x
'

+
2
3
7
1
b)
f x
x x
x
' ( )
( )
( )

+
+
3 1
1
2
2
.
c)
f x
x x
x
' ( )
( )
( )

+
+
2
2
2 3
1
.
d)
( )
+
f x
x
x 1
15. INDICA TRA QUELLE ELENCATE QUAL LA DERIVATA DELLA SEGUENTE
FUNZIONE:
y x x x + 3 2 7 3
3 2
, DOPO AVERLA CALCOLATA.
a) y= 6x
2
+4x -7.
b) y= 9x
3
- 4x -7.
c) y= 9x
2
- 4x +7.
d)
( ) y x 3 2
2
16. INDICA TRA QUELLE ELENCATE QUAL LA DERIVATA DELLA SEGUENTE
FUNZIONE:
y
x
x x

+
+
3 8
2 7
2
, DOPO AVERLA CALCOLATA.
a)
( )
y
x x
x x
'

+
3 16
2 7
2
2
2
.
b)
( )
y
x x
x x
'
+
+
3 16 37
2 7
2
2
2
.
c)
y
x x
x x
'
+
+
3 16 37
2 7
2
2
.
d)
( )

+
+
y
x
x x
3
2 7
2
2
17. INDICA TRA QUELLE ELENCATE QUAL LA DERIVATA DELLA SEGUENTE
FUNZIONE: Y = (3X
2
-5X) (X
3
-2X
2
+5X-1), DOPO AVERLA CALCOLATA.
a) y = (6x - 5)(3x
2
- 4x + 5).
b) y = 18 x
3
- 9x
2
+ 10x + 25.
c) y = 27x
3
- 5x
2
+ 25
d) y = 15x
4
- 44x
3
+ 75x
2
- 56x + 5.
18. INDICA TRA QUELLE ELENCATE QUAL LA DERIVATA DELLA SEGUENTE
FUNZIONE:
y x x +
2
5 6
, DOPO AVERLA CALCOLATA.
a)
y
x
x x
'

+
2 5
5 6
2
.
b)
y
x
x x
'
+
+
2 5
2 5 6
2
.
c)
y
x
x x
'
+
+
1
5 6
2
d)
y
x
x x
'

+
2 6
5 6
2
.
19. INDICA TRA QUELLE ELENCATE QUAL LA DERIVATA DELLA SEGUENTE
FUNZIONE:
y
x
x
e

log
1
1
2
2
, DOPO AVERLA CALCOLATA .
a)
y
x
x
'

4
1
4
.
b)
y
x
x
'
+
4
1
4
.
c)
y
x
x
'
( )

4
1
4
.
d)

y
x
3
1
2
20. INDICA TRA QUELLE ELENCATE QUAL LA DERIVATA DELLA SEGUENTE
FUNZIONE:
y x x x + +
4 3
3 2 1
DOPO AVERLA CALCOLATA.
a)
y
x x x
x x x
'
+ +
+ +

4 3
4 3
3 2 1
3 2 1
.
b)
y
x x
x x x
'
+
+ +
4 9 2
2 3 2 1
3 2
4 3
.
c)
y x x x ' + +
1
2
3 2 1
4 3
.
d)
( ) ( )


+
y
x x
x x
3 2
3 1
1 1
II. RELAZIONI TRA FUNZIONI E DERIVATE
Tangente e normale ad un curva piana in un punto x
o
.
...............................................................................
5
def. :
la retta tangente alla curva piana f(x) nel punto
di ascissa x
o
ha equazione

( ) ( ) y y f x x x
o o o
'
dove
( ) f x
o
'
la derivata prima di f (x) in x
o
.
...............................................................................
def. :
la retta normale alla curva f(x) nel punto di ascissa
x
o
ha equazione

( )
( ) y y
f x
x x
o
o
o

1
'
dove
( ) f x
o
'
la derivata prima di f (x) in x
o
.
................................................................................
21. CALCOLARE IL COEFFICIENTE ANGOLARE DELLA RETTA TANGENTE

NEL PUNTO
P(2,0) ALLA PARABOLA:
y x x
2
, ED INDICARE LA RISPOSTA ESATTA.
a) m = -5.
b) m = 6.
c) m = -3.
d) m = 3.
22. CALCOLARE IL COEFFICIENTE ANGOLARE DELLA RETTA TANGENTE NEL PUNTO
P(2,1) ALLA PARABOLA:
( ) f x x x + +
1
2
2 1
2
ED INDICARE LA RISPOSTA ESATTA.
a)
m y x 4 2 3 ,
b)
m y x 4 4 7 ,
c)
m y x 3 7 ,
d)
m y x
1
2
1
2
3 ,
23. CALCOLARE IL COEFFICIENTE ANGOLARE DELLA RETTA TANGENTE NEL PUNTO
P(1,5) ALLA FUNZIONE:
( ) ( ) f x x + log
2
1
ED INDICARE LA RISPOSTA ESATTA.
a)
m y x + 1 4 ,
b)
m y x +
1
2
4 ,
c)
m y x + 1 4 ,
d)
m y x + 1 4 ,
24. CALCOLARE IL COEFFICIENTE ANGOLARE DELLA RETTA NORMALE ALLA CURVA:
y x
3
NEL PUNTO P(1/3,-1), ED INDICARE LA RISPOSTA ESATTA.
a)
m y x 1
3
4
2 ,
b)
m y x 1
2
3
,
c)
m y x + 11 2 3 ,
d)
m y x 2 2 2 ,
25. CALCOLARE IL COEFFICIENTE ANGOLARE DELLA RETTA TANGENTE ALLA CURVA:
y
x

1
1
2
NEL PUNTO (-1,-1), ED INDICARE LA RISPOSTA ESATTA.
a)
m y , 1
b)
m y x 2 4
2
3
,
c)
m y x ,
d)
m y x + 3 3
2
3
,
26. STABILISCI QUALE DELLE SEGUENTI RETTE PARALLELA ALLA TANGENTE ALLA
CURVA DI EQUAZIONE :
y
x
x

2 1
2
2
NEL PUNTO x
O
= 3, GIUSTIFICANDO LA RISPOSTA.
a)
y x +
4
7
19
7
.
b)
y x +
7
4
17
4
.
c)
y x 3 4
.
d)
y x + 11
2
3
27. STABILISCI QUALE DELLE SEGUENTI RETTE PARALLELA ALLA TANGENTE DELLA
CURVA DI EQUAZIONE :
y x x +
2
3 5
NEL PUNTO x
O
= 1, GIUSTIFICANDO LA
RISPOSTA.
a) y = x + 4.
b) y = - x - 3
c) x + y - 4 = 0.
d)
y x +
1
2
6
28. STABILISCI QUALE DELLE SEGUENTI RETTE OTTOGONALE ALLA TANGENTE
DELLA CURVA DI EQUAZIONE :
y x
1
2
4
NEL PUNTO x
O
= -1/2, GIUSTIFICANDO LA
RISPOSTA.
a)
y x + 4 3
b)
y x +
7
3
5
c)
y x 2
d)
4 6 0 x y +
7
29. INDICARE QUAL IL CORRETTO SISTEMA DA IMPOSTARE VOLENDO DETERMINARE
QUALE TRA LE PARABOLE
y ax bx c + +
2
, PASSA PER I PUNTI A (0,0), B(1,1) ED
TANGENTE ALLA RETTA DI COEFFICIENTE ANGOLARE M = IN x
O
= 0.
a)
c
a b
b

'

0
3
1
b)
c
a b
b

'

0
1
1
2
c)
c
a b
a

'

1
1
2 1
d)
c
a b
a

'

1
2 0
2 1
30. INDICARE QUAL IL CORRETTO SISTEMA DA IMPOSTARE VOLENDO DETERMINARE
QUALE TRA LE PARABOLE
y ax bx c + +
2
, PASSA PER I PUNTI A (0,0), B (-1,2) ED
TANGENTE ALLA RETTA DI COEFFICIENTE ANGOLARE M = 1/3 IN x
O
= 0.
a)
c
a b
b

'

5
2 1
1
3
b)
c
a b
a

'

1
2 1
2 1
c)
c
a
a

'

4
1
2 1
d)
c
a b
b

'

0
4 2 1
1
3
Applicazione delle derivate alla risoluzione di problemi di fisica
31. DETERMINARE LANDAMENTO NEL TEMPO DELLA VELOCIT E
DELLACCELERAZIONE NEL MOTO RETTILINEO RAPPRESENTATO DALLA
SEGUENTE EQUAZIONE:
s t t + 3 5
2 3
.
a)
v t t a t + + 6 15 6 30
2
,
b)
v t t a t + + 8 8
2
,
c)
v t a t + 1
2
,
d)
v t t a t + +
2
7 1 ,
32. DETERMINARE LA VELOCIT E LACCELERAZIONE NEL MOTO RETTILINEO
RAPPRESENTATO DALLA SEGUENTE EQUAZIONE E AL TEMPO A FIANCO INDICATO:
s t t t +
1
6
3 2
3 2
,
a)
v a 8 2
b)
v a 14 8
c)
v a 5 8
d)
v a 9 2
Teorema di Rolle
33. LA FUNZIONE :
( ) f x x x x +
3 2
3
NELLINTERVALLO CHIUSO
[ ] 1 3 ;
a) verifica il teorema di Rolle
b) non verifica il teorema di Rolle
c) lo verifica solo nellintervallo chiuso
[ ] 1 2 ;
d) lo verifica solo nellintervallo chiuso
[ ] 11 ;
34. LA FUNZIONE :
( ) f x 3
NELLINTERVALLO CHIUSO
[ ] 3 6 ;
a) verifica il teoreme di Rolle
b) non verifica il terorema di Rolle
c) lo verifica solo per x = 5
d) lo verifica solo nellintervallo chiuso
[ ] 2 5 ;
Teorema di Lagrange o del valor medio.
35. CALCOLARE IL RAPPORTO INCREMENTALE DELLA FUNZIONE
( ) f x x + 2 1
2

RELATIVO ALLINTERVALLO
[ ] 1 3 ;
SAPENDO CHE IL PUNTO MEDIO
c 2
.
a) 6
b) 9
c) 2
d) 8
9
Teorema di Cauchy.
36. LE FUNZIONI
( ) f x x +
2
4
E
( ) g x x x +
3
, NELLINTERVALLO CHIUSO
[ ] 2 4 ,

a) soddisfano al teorema di Cauchy
b) non soddisfano al teorema di Cauchy
c) potrebbero soddisfarlo se.........
d) soddisfano al teorema di Cauchy solo in
[ ] 2 3 ;
Teoremi di de LHopital.
37. QUALE , O QUALI SONO, LE FORME INDETERMINATE DEI LIMITI DI FUNZIONI
RISOLUBILI CON IL TEOREMA DI DE LHOPITAL.
a)
0
0
b)

c)
0

d)
0
38. QUALE FORMA INDETERMINATA DELLE SEGUENTI RICONDUCIBILE AD UNA DI
QUELLE RISOLUBILI CON IL TEOREMA DI DE LHOPITAL.
a)
0

b)

c)
0

d)
0
39. QUAL IL VALORE DEL SEGUENTE LIMITE:
lim
x
senx
x
0
2
?
a) 1
b) 0
c) -1
d)
40. QUAL IL VALORE DEL SEGUENTE LIMITE:
lim
x
x x
x x
e e
e e

+
?
a) 1
b) 1/2
c) 0
d) 4

III. STUDIO DEL GRAFICO DI UNA FUNZIONE
41. UNA FUNZIONE CRESCENTE IN UN INTERVALLO
[ ] a b ;
SE
a) la sua derivata in tale intervallo sempre negativa.
b) la sua derivata in tale intervallo sempre positiva.
c) la sua derivata in tale intervallo nulla.
d) la sua derivata in tale intervallo a volte positiva a volte negativa.
42. UNA FUNZIONE DECRESCENTE NELLINTERVALLO
[ ] a b ;
SE
a) la sua derivata in tale intervallo sempre negativa.
b) la sua derivata in tale intervallo sempre positiva.
c) la sua derivata in tale intervallo nulla.
d) la sua derivata in tale intervallo a volte positiva a volte negative.
43. UNA FUNZIONE F(X) , DEFINITA IN UN INTERVALLO
[ ] I a b ;
, HA UN MASSIMO
RELATIVO IN
[ ] x a b
0
;
SE
a)
( )
( ) x I f x f x
0
b)
( )
( ) x I f x f x
0
c)
( )
( ) x I f x f x
0
d)
( )
( )
( )
( )

<
>

'

x I
f x f x
f x f x
o
o
dove I un intorno completo di x
0
.
44. UNA FUNZIONE F(X) , DEFINITA IN UN INTERVALLO
[ ] a b ;
, HA UN MINIMO
RELATIVO IN
[ ] x a b
0
;
SE
a)
( )
( ) x I f x f x
0
b)
( )
( ) x I f x f x
0
c)
( )
( ) x I f x f x
0
d)
( )
( )
( )
( )

<
>

'

x I
f x f x
f x f x
o
o
dove I un intorno completo di x
0.
45. CONDIZIONE NECESSARIA MA NON SUFFICIENTE AFFINCH UNA FUNZIONE
( ) f x

ABBIA UN MASSIMO O UN MINIMO RELATIVO NEL PUNTO x
0
CHE
a)
( ) f x
0
0
b)
( ) f x
0
0
c)
( ) f x
0
0
d)
( ) f x
o
0
46. SE LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE IN UN PUNTO x
0
NULLA (PUNTO DI MASSIMO O
MINIMO PER LA FUNZIONE), LA TANGENTE AL GRAFICO DELLA FUNZIONE IN TALE
PUNTO
a) parallela allasse y
b) la bisetrice del primo e terzo quadrante
c) la bisetrice del secondo e quarto quadrante
d) parallela allasse x
47. CONDIZIONE NECESSARIA E SUFFICIENTE AFFINCH UNA FUNZIONE
( ) f x
, FINITA E
11
CONTINUA NELLINTERVALLO
[ ] a b ;
, INSIEME ALLE SUE DERIVATE PRIMA,
SECONDA,..., ABBIA UN MASSIMO (MINIMO) RELATIVO IN x
0
CHE
a)
( ) ( ) ( ) ( ) < > f x f x f x
0 0 0
0 0 0
b)
( ) ( ) ( ) ( ) > < f x f x f x
0 0 0
0 0 0
c)
( ) ( ) ( ) ( ) > f x f x f x
0 0 0
0 0 0
d)
( ) ( ) ( ) ( ) f x f x f x
0 0 0
0 0 0
48. CONDIZIONE NECESSARIA E SUFFICIENTE AFFINCH UNA FUNZIONE
( ) f x
, FINITA E
CONTINUA NELLINTERVALLO
[ ] a b ;
, INSIEME ALLE SUE DERIVATE PRIMA,
SECONDA,..., ABBIA UN FLESSO ORIZZONTALE IN x
0
CHE
a)
( ) ( ) ( ) f x f x f x
0 0 0
0 0 0
b)
( ) ( ) < f x f x
0 0
0 0
c)
( ) ( ) < f x f x
0 0
0 0
d)
( ) ( ) < < f x f x
0 0
0 0
49. UNA FUNZIONE
( ) f x
CONCAVA VERSO LALTO ( IL BASSO ) IN UN PUNTO x
0
SE
a)
( ) f x
0
0
b)
( ) > f x
0
0
c)
( ) ( ) ( ) ( ) > < f x f x f x
0 0 0
0 0 0
d)
( ) f x
o
0
50. SIA Y = F(X) SE
( ) lim
x
f x c
+

(O ANCHE
( ) lim '
x
f x c

) , ALLORA LA RETTA Y = C
RAPPRESENTA PER LA F(X)
a) un asintoto qualunque
b) un asintoto verticale
c) un asintoto obliquo
d) un asintoto orizzontale
51. SIA Y = F(X) SE
lim ( )
x c
f x


, DOVE C , ALLORA LA RETTA Y = C , PARALLELA
ALLASSE Y RAPPRESENTA PER LA F(X)
a) un asintoto qualunque
b) un asintoto verticale
c) un asintoto obliquo
d) un asintoto orizzontale
52. SIA Y = F(X) SE
( )
lim
x
f x
x
m

, CON M 0 E FINITO, ALLORA LA RETTA DI


COEFFICIENTE ANGOLARE M RAPPRESENTA PER LA F(X)
a) un asintoto qualunque
b) un asintoto verticale
c) un asintoto obliquo
d) un asintoto orizzontale
53. TROVARE SE ESISTONO I PUNTI DI MASSIMO RELATIVO E DI MINIMO RELATIVO
DELLA FUNZIONE
y x x +
3 2
7
IN TUTTO IL SUO CAMPO DI ESISTENZA
a) non esistono punti di minimo, ne di massimo.
b) x = 0 punto di massimo , x = -14/3 punto di
minimo.
c) x = - 14/3 punto di massimo , x = 0 punto di
minimo.
d) esiste solo un punto di flesso.
Si risolve seguendo le indicazioni del quiz n47.
54. LA FUNZIONE
( ) f x
x
x x


+
2 1
3
2
2
PRESENTA
a) un asintoto verticale
b) per asintoto orizzontale la retta y = 2
c) un asintoto obliquo y = mx + c
d) nessun tipo di asintoto
Si risolve seguendo le indicazioni dei quiz n 50 , 51 , 52.
55. LA FUNZIONE
( ) f x
x x
x x

+
+
3 1
3
2
PRESENTA
a) un asintoto verticale
b) un asintoto orizzontale
c) un asintoto obliquo
d) nessun tipo di asintoto
Si risolve seguendo le indicazioni dei quiz n52.

Studio grafico della funzione


( ) f x x x +
4 2
9
56. SPECIFICARE IL DOMINO D DELLA FUNZIONE
a) D
1
= x
b) D
2
= x[-2,4]
c) D
3
= x, x 0
d) D
4
= x(- , + )
57. VALUTARE LA FUNZIONE AGLI ESTREMI DEL DOMINIO
a) se D = D
1

( ) lim
x
f x
t

b) se D = D
2

( ) ( ) lim , lim
x x
f x f x


2 4
4 232
13
c) se D = D
1

( ) ( ) lim , lim
x x
f x f x
t

0
0
d) se D = D
1

( ) lim
x
f x
t

58. CALCOLARE GLI ZERI DI
( ) f x
E ...
a)
( ) f x 0
per x = 0 , x = t 9
b)
( ) f x 0
mai
c)
( ) f x 0
per x = 0 , x = t 3
d)
( ) f x 0
per x = 7
59. SPECIFICARE GLI INTERVALLI IN CUI
( ) f x
POSITIVA E GLI INTERVALLI IN CUI
( ) f x
NEGATIVA.
a)

0 +3 -3
x
2
0 >
x
2
9 0 <
_ _
+ +
b)

0 +3 -3
x
2
0 >
x
2
9 0 <
_ _ _ _

c)

0 +3 -3
x
2
0 >
x
2
9 0 <
+ + + +
d)

0 +3 -3
x
2
0 >
x
2
9 0 <
_
+ +
_

60. GLI INTERVALLI IN CUI
( ) f x
CRESCENTE E QUELLI IN CUI DECRESCENTE.
a)

0

3
2
2 +
3
2
2
x >0
4 18 0
2
x <
b)

0

3
2
2 +
3
2
2
x >0
4 18 0
2
x <
c)

0

3
2
2 +
3
2
2
x >0
4 18 0
2
x <


d)

0

3
2
2 +
3
2
2
x >0
4 18 0
2
x <
61. DA RISULTATO CORRETTO DEL QUIZ 60 DEDURRE MASSIMI E MINIMI DELLA
FUNZIONE IN ESAME.
a)
x 0
punto di massimo

x +
3
2
2
minimo

x
3
2
2
minimo
15
b)
x 0
punto di minimo

x +
3
2
2
minimo

x
3
2
2
minimo
c)
x 0
punto di massimo

x +
3
2
2
massimo

x
3
2
2
massimo
d)
x 0
punto di flesso

x +
3
2
2
minimo

x
3
2
2
massimo
62. CALCOLARE EVENTUALI ASINTOTI DELLA FUNZIONE.
a) La funzione ha un asintoto verticale.
b) La funzione ha un asintoto orizzontale.
c) La funzione non ha asintoti.
d) La funzione non ha asintoti obliqui.
63. STUDIARE LA SIMMETRIA DELLA FUNZIONE RISPETTO AGLI ASSI E RISPETTO
ALLORIGINE.
a) La funzione non simmetrica rispetto allorigine.
b) La funzione non simmetrica rispetto allasse x
c) La funzione non simmetrica rispetto allasse y
d) La funzione non simmetrica rispetto alla bisettrice del secondoe del terzo quadrante.
IV. CALCOLO INTEGRALE
Integrale indefinito
( ) f x dx

.
64. UNA FUNZIONE F(x) SI DICE PRIMITIVA DI f(x) NELLINTERVALLO [A ; B] SE
a) se in tutti i punti dellintervallo considerato ha derivata uguale ad f(x).
b) se in tutti i punti dellintervallo considerato ha derivata diversa ad f(x).
c) se in tutti i punti dellintervallo , tranne che in uno ha derivata diversa ad f(x).
d) se in un solo punto dellintervallo ha derivata uguale ad f(x).
Propriet dellintegrale indefinito.
65. SIANO F
1
(X) ED F
2
(X) DUE FUNZIONI CONTINUE IN UN INTERVALLO I, ALLORA
VALGONO LE SEGUENTI PROPRIET
( ) ( )
[ ]
( ) ( )
( ) ( )
f x f x dx f x dx f x dx
c f x dx c f x dx
1 2 1 2
+ +



DOVE
C UNA COSTANTE.
a) Vero.
b) Falso.
c) E vera solo la prima.
d) E vera solo la seconda.
Metodi di integrazione.
Metodo di sostituzione
66. SPECIFICARE IN QUALI CONDIZIONI VALIDA LA SEGUENTE
( )
( )
[ ]
( ) f x dx f g y g y dy


a) la variabile x non deve essere per nulla legata alla nuova variabile di integrazione y.
b) la variabile x deve essere legata alla var. y da una relazione x = g(y).
c) in aggiunta alla b deve valere che la g(y) sia invertibile in modo da poter esprimere la y in
funzione della x.
d) in aggiunta alle b,c deve essere anche la g(y) derivabile.
67. COME POSSO RISOLVERE INTEGRALI DEL TIPO
( )
[ ]
( ) f x f x dx
n


?
a) in generale non si pu.
b) il valore dellintegrale sempre 1.
c) applicando il metodo della sostituzione ponendo
y = f(x) , implica luguaglianza
( )
[ ]
( ) f x f x dx y dy
n
n


cos risulta notevolmente semplificato.
d) il valore dellintegrale sempre 0.
Integrazione per parti.
Siano f(x) e g(x) due funzioni derivabili nello stesso intervallo per esse vale la seguente :

( ) ( ) ( ) ( ) ( ) ( ) f x g x dx f x g x g x f x dx



68. APPLICANDO IL METODO DI INTEGRAZIONE PER PARTI INDICARE UNA SOLUZIONE
DEL SEGUENTE INTEGRALE
x e dx
x

.
a) 0
b) e
x
(x-1)
c) xe
x
-e
x

d) 3
Integrale definito
( ) f x dx
a
b

.
69. LINTEGRALE DEFINITO DI UNA FUNZIONE CONTINUA f(x) FRA a E b, ESPRIME
GEOMETRICAMENTE
a) larea del rettangolo inscritto tra lintervallo e il grafico della funzione.
b) larea del trapezoide corrispondente al tratto di curva , grafico della funzione, che ha per estremi i
punti di ascisse a e b.
c) larea del rettangolo che contiene il grafico della funzione.
d) larea di un triangolo qualunque racchiuso dal grafico della funzione e dallasse.
17
70. QUALI TRA QUESTE PROPRIET SONO VALIDE PER LINTEGRALE DEFINITO
a)
( ) ( ) f x dx f x dx
a
b
b
a


b)
( ) ( ) ( ) f x dx f x dx f x dx
a
c
c
b
a
b

+
c)
( ) ( )
[ ]
( ) ( ) f x g x dx f x dx g x dx
a
b
a
b
a
b
+ +

d) non esistono propriet per lintegrale definito.
Teorema fondamentale del calcolo integrale
Il valore dellintegrale definito della funzione f(x)
relativo allintegrale [a ; b] uguale alla differenza dei valori assunti G(b)-G(a) agli estremi
dellintervallo di una qualunque primitiva G(x) della f(x).

( ) ( )
[ ]
( ) ( ) f x dx G x G b G a
a
b
a
b


71. DIRE QUAL LA SOLUZIONE DELLINTEGRALE
( ) x x dx
2
0
1
2 +

a)
1
2
b)
5
c)
4
3
d)
3
72. DIRE QUAL LA SOLUZIONE DELLINTEGRALE
x dx

1
1
.
a)
3
b)
1
c)
01 .
d)
0
73. DIRE QUAL LA SOLUZIONE DELLINTEGRALE
e dx
x
0
1

.
a)
e 1
b)
e +1
c)
1 e
d)
e
74. DIRE QUAL LA SOLUZIONE DELLINTEGRALE
cosxdx
0

.
a)
senx
0

b)
0
c) 1
d)
75. DIRE QUAL LA SOLUZIONE DELLINTEGRALE
x dx
3
1
1

a)
3
4

b)
1
2
c)
( ) 2 x
d)
x x
2

Griglia delle risposte esatte


Test n Risposta esatta
1 b c
2 b
3 d
4 c
5 a
6 d
7 b
8 b
9 b d
19
10 a b c
11 a
12 a
13 a
14 c
15 c
16 b
17 d
18 b
19 a
20 b
21 d
22 b
23 d
24 b
25 a
26 a
27 b c
28 a d
29 b
30 d
31 a
32 b
33 a
34 a
35 d
36 a
37 a b
38 b d
39 b
40 a
41 b
42 a
43 a
44 a
45 c
46 d
47 a
48 a
49 c
50 d
51 b
52 c
53 c
54 b
55 c
56 a d
57 a d
58 c
59 d
60 a
61 a
62 c d
63 a c d
64 a
65 a
66 b c d
67 c
68 b c
69 b
70 a b c
21
71 c
72 d
73 a
74 a b
75 b
Quesito 25
Retta parallela allasse y.
Quesito 26
Il coefficiente angolare uguale a quello della retta tangente.
Quesito 27
Il coefficiente angolare uguale a quello della retta tangente.
Quesito 28
coefficiente angolare
( )
m
y x

1
0
)
Quesito 29
Infatti
( )
( )
( )


+
+

'

f c
f a b
f x ax b b
x
0 0
1 1
2
1
2
1
2
0
( )
Quesito 30
Infatti
( )
( )
( )

'

f c
f
f x a a
0 0
1 2
2
1
3
1
6
( )
Quesito 31
Infatti
v
ds
dt
a
d s
d t
dv
dt
,
2
2
Quesito 33
Infatti la funzione in
[ ] 1 3 ,
continua e derivabile, inoltre f(1) = f(3), quindi esister almeno un punto c
interno a
[ ] 1 3 ,
in cui f (c) = 0 (teorema di Rolle).
Quesito 34
Infatti la funzione in
[ ] 1 3 ,
continua e derivabile, inoltre f(1) = f(3), quindi esister almeno un punto c
interno a
[ ] 1 3 ,
in cui f (c) = 0 (teorema di Rolle).
Quesito 35
Infatti il rapporto incrementale relativo allintervallo
[ ] 1 3 ,

( ) ( ) f f
f c
3 1
3 1
2 8

' ( ) .
Quesito 36
Essendo le funzioni f(x) e g(x) continue nellintervallo chiuso
[ ] 2 4 ,
e derivabili in ogni ppunto interno a
questo intervallo ed inoltre essendo g (x) 0 x[2,4] un punto c [2,4] :
( ) ( )
( ) ( )
( ) f f
g g
f c
g c
4 1
4 1



( )
.
Quesito 39
Risolvi con De LHopital
Quesito 40
Risolvi con De LHopital
Quesito 59
Infatti : f(x) > 0 -x
4
+9x
2
> 0 da cui ottengo due disequazioni

>
<

'

x
x
2
2
0
9 0
, basta
risolverle e fare un grafico dove , segnata la retta reale e gli zeri della funzione , per
ogni disequazione segno dei tratti continui dove verificata e dei tratti discontinui
dove non lo .
Quesito 60
Come procedere: calcolaare la derivata prima di f(x) e i suoi zeri f (x) = -4x
3
+18x
f (x) =0 per x = 0 e per
x t
3
2
2
imponendo f (x) >0 trovo gli intervalli in cui
f(x) crescente o decrescente.
( ) x x + > 4 18 0
2

x
x
>
<

'

0
4 18 0
2
quale ci dice
che la f (x) > 0 se x > 0 e
< < +
3
2
2
3
2
2 x
.Ancora una volta faccio un
grafico con la stessa tecnica di prima (n.59), solo che ora sto studiando la derivata
prima della mia funzione.
Quesito 63
grafico della funzione f (x) = -x
4
+9x
2
23
- 4 0 4
x
f ( x )
0
Quesito 66
Le tre risposte devono essere valide insieme.
Quesito 67
Con la sostituzione y = f(x) dy = f (x)dx e lintegrale diventa
( )
[ ]

+

+

+
+
y dy
y
n
f x
n
n
n
n
1
1
1 1
.
Quesito 68
xe dx xe e dx e x
x x x x


( ) 1
Quesito 71
x x
3 2
0
1
2
2
2
1
3
1
4
3
+
|
.

`
,
+
Quesito 72
( ) + +



x dx xdx
x x
1
0 2
0
1
1
0
2
0
1
2 2
0
Quesito 73
e e
x
0
1
1