Anda di halaman 1dari 19

ISBN 978-88-6332-149-4

Francesca Ronchetti

RACCONTAMI LIMPRESSIONISMO

La vita dei pittori narrata ai bambini

Edizioni Miele

Miele Educational

A Eleonora, a Leonardo, a Martina A tutte le bambine e i bambini Perch possano conoscere larte E farne bagaglio emozionale Perch larte nasce da emozioni E coltiva emozioni

Per me, un dipinto deve essere una cosa amabile, allegra e bella, s, bella. Ci sono gi abbastanza cose noiose nella vita senza che ci si metta a fabbricarne altre. So bene che difficile far ammettere che un dipinto possa appartenere alla grandissima pittura pur rimanendo allegro. La gente che ride non viene mai presa sul serio Pierre Auguste Renoir

RINGRAZIAMENTI
Ringrazio tutti quei bambini che mi hanno accompagnato alla consapevolezza di quanto larte sia importante. Fondamentalmente apprezzata per quella che . Essenza di vita. Ringrazio Cesare per aver condiviso il mio desiderio di scrivere sullarte, grazie a lui ho seguito il mio cuore. Ringrazio i miei genitori per avermi appoggiato, mia sorella per avermi pazientemente ascoltato durante i miei dubbi; i suoi consigli sono per me fonte inesauribile. Ringrazio Eleonora, che nonostante let (9 anni) stata una valida critica, ma soprattutto consigliera essendo ancora bambina. Ringrazio Sara, Claudia e Paola per i loro consigli, il sostegno, ma soprattutto per il loro affetto. Ringrazio tutti coloro che considerano larte non solo di pochi eletti, ma di tutti, in primis i bambini.

PREMESSA
Larte fondamento della nostra civilt e i bambini, anche quelli pi piccoli, dovrebbero avere la possibilit di conoscerla. Oltretutto, iniziando da bambini, si ha la possibilit di guardare le opere con gli occhi non inquinati dai pregiudizi. I bambini possono cogliere quelle sfumature che a noi adulti sfuggono, ormai troppo presi da altre cose. Pertanto questa raccolta di storie si pone lobiettivo di educare allarte i bambini, mediante un percorso di scoperta della vita di alcuni pittori del filone impressionista, citando alcune loro opere d'arte, per trarne emozioni, sensazioni, arricchimenti e soprattutto il piacere di sfogliare un libro in cui si narra, con un po di fantasia, la vita di Claude Monet attraverso gli occhi di un topolino oppure la vita di Alfred Sisley attraverso le parole di una vecchia quercia. Le storie vogliono essere il pi veritiere possibili, ma per renderle pi fruibili ai piccoli lettori sono stati introdotti elementi fantasiosi come Marco, il bambino che incontr Pierre Auguste Renoir nella foresta di Fontainebleau oppure la Stellina a cui Manet si confider prima di trovare la strada da percorrere per diventare impressionista a tutti gli effetti. A volte si considerano i bambini troppo piccoli per comprendere diverse cose tra cui anche luniverso artistico. Beh, io non credo che sia cos, infatti larte, fruibile da tutti, se la si propone nel modo pi adatto agli interlocutori che abbiamo di fronte. Larte oltre ad essere apprezzata per il bello che porta con s, fondamentale e diversi studi lo testimoniano, per lo sviluppo della creativit e di abilit espressive personali che vanno oltre alla parola come mezzo di comunicazione. Del resto larte vuole comunicarci qualcosa: il dramma di un artista, il malessere di una societ, la felicit per un dato evento, lamore per qualcuno o qualcosa,
11

la difficolt di seguire le proprie passioni o ambizioni. Oltretutto e soprattutto larte emoziona e indirettamente educa alle emozioni. I bambini, con il tempo impareranno che di fronte ad un quadro ci si pu e ci si deve emozionare. Si renderanno conto che quel quadro vuole dirci qualcosa, raccontarci qualcosa e questa narrazione potremmo ascoltarla solo se educati a fermarci un attimo per ascoltarci dentro e lasciar emergere i sentimenti, in una societ proiettata solo al fare. Larte darsi tempo, essa pertanto ci da la possibilit di sognare ad occhi aperti, come faceva del resto Edoard Manet con la sua stellina. In una societ in cui larte spesso in se-condo posto rispetto alle partite di calcio o ai talkshow, non potendo cambiare gli adulti, come del resto gi affermava Bruno Munari, viene scelto di lavorare con i bambini in modo che possano crescere sensibili e dinamici di fronte al mondo artistico, daltronde i bambini di oggi sono gli adulti di domani.

12

CARA STELLINA FINALMENTE INIZIO A DIPINGERE


Edoard Manet aveva sempre desiderato dipingere e finalmente aveva convinto il pap di questa sua scelta, ma era stato veramente difficile. Come tanti pap, anche quello di Manet pensava di poter decidere cosa avrebbe fatto da grande il suo piccolo Edoard. Appoggiato al davanzale della finestra della sua cameretta, Edoard guardava le stelle e parlava con quella che lui riteneva la sua Stella. Era grande, luminosa e, se guardava bene, sembrava perfino sorridergli. Stellina, amica mia. Finalmente il pap ha capito. Da grande diventer un pittore, ma non vuole che io scelga la scuola per pittori che pi mi piace, vuole sceglierla lui! Mi ha fatto decidere tra la lcole des Beaux-Arts e lo studio del pittore Thomas Couture. Beh, cara Stellina, io ho scelto di andare a studiare nello studio di Thomas. Limportante per me poter studiare pittura e la Stellina gli fece un enorme sorriso. Tutti i giorni Edoard andava da Thomas, imparava tante cose, ma Edoard non era felice, lui voleva dipingere usando tecniche nuove, mentre Thomas gli insegnava solo le tecniche del passato perch diceva di essere amante del classicismo e dei tempi antichi. Erano passati gi diversi anni, Edoard era cresciuto, ma la sua Stella non laveva dimenticata. Cara Stellina, io mi stufo a studiare i quadri del passato. Lo so che sono belli, anzi bellissimi, ma io ho voglia di cambiare, di trovare modi nuovi per stendere la pittura sulla tela, ma come posso fare? Quella notte Edoard sogn la sua Stella che per mano lo accompagnava a scoprire nuovi paesi per poter vedere nuovi pittori e i loro modi di dipingere. Cos andarono in Germania, in Spagna, in Italia, nei Paesi Bassi. Ed era cos elettrizzante volare a cavalcioni di una
13

CAPITOLO 1

delle cinque punte della sua Stellina. E divertente fare lo slalom tra le altre stelle che illuminavano la notte. Che meraviglia questo viaggio grazie Stellina, dai proviamo a passare di l, dove ci sono quei boschi, ma il mattino era ormai alle porte e la Stella doveva ritornare in cielo ad aspettare una nuova notte. Al suo risveglio Edoard decise di partire per quei paesi visitati in sogno, anzi volle visitare molti pi paesi. Cos, dopo aver lasciato lo studio del suo maestro Thomas, and in Italia a vedere Firenze, Roma e Venezia, poi and in Olanda, in Spagna, in Austria e in Germania e quando torn aveva imparato tanti modi nuovi di dipingere. Di tutti i paesi incontrati la Spagna fu quella che Edoard prefer e infatti, in molti suo quadri che dipinse, appena ritornato a Parigi, si possono osservare i suoi ricordi spagnoli come Victorine

Manet - Sulla spiaggia, 1873, cm 56 x 35,5, Parigi, Muse dOrsay.


14

Meurent in costume di Espada, Balletto Spagnolo oppure Lola di Valenza. Edoard quindi iniziava a ricercare un modo nuovo per comporre le se Opere e questa cosa lo fece diventare unimpressionista, anche se lui, inizialmente non voleva. Cara Stellina, oggi ho incontrato Claude Monet, un pittore impressionista, sai quelli che vogliono allontanarsi dalla pittura classica? Beh, mi ha detto che anchio, con il mio modo di dipingere, faccio parte del loro gruppo. Ma io non credo, loro dipingono allesterno e non in studio come faccio io. Non posso essere, n diventare un impressionista. Io poi mi chiedo, come faranno a dipingere allesterno? Io ho bisogno di tranquillit, di poter studiare il disegno che voglio ritrarre su tela. Ho bisogno di uno studio silenzioso in cui poter riflettere. Non potrei mai dipingere seduto in una foresta oppure su una spiaggia. E poi che fatica dover portare con s cavalletto, tavolozza con i colori, pennelli e tele. Stellina lo ascolt per tutto il tempo e poi gli fece locchiolino. Chiss cosa voleva dire pens Edoard Dovr ascoltare i consigli di Claude? Mah, non ne sono sicuro. Ma lindomani Edoard incontr di nuovo Claude, che lo convinse a provare a dipingere fuori dallo studio, allaperto. Cos Edoard alla sera confid alla sua Stellina: Sai, amica mia che ho provato a dipingere allapertobeh a me sembrava di perder tempo, tanto, pensavo, devo rifare il quadro appena rientro in studio non riuscivo a concentrarmi o almeno cos mi sembrava. Ma che sorpresa quando ho guardato le tele che avevo dipinto, appena rientrato nel mio studio! Erano cos allegre, colorate. Davano una bellissima sensazione di armonia. Ho deciso! Li terr cos ed Edoard inizi cos a dipingere allesterno come i pittori impressionisti. Da questo suo nuovo modo di essere un pittore nacquero opere meravigliose come Sulla Spiaggia oppure Argenteuil o La casa blu a Zaandam. Manet era diventato a tutti gli effetti un pittore
15

impressionista, anzi, molti lo chiamavano il maestro degli impressionisti perch dava tanti consigli su come dipingere. Cara Stellina, finalmente ho trovato il modo di dipingere che fa per me, mi sento realizzato con il pennello in mano, allaperto, con il vento che ti scompiglia i capelli o con il cinguettio degli uccellini nelle orecchie. Non credevo, ma aveva ragione Claude Monet, i quadri che ne escono sono pi veri, allegri e rendono felici chi li guarda ma quella sera la Stella, invece che sorridere e fare locchiolino comera suo solito fare, rispose: Caro Edoard, finalmente hai capito qual la tua strada, ero certa che ci saresti riuscito. Io vedo il futuro e so che diventerai molto famoso, i tuoi quadri saranno mostrati in tutto il mondo e anche quando non ci sarai pi, nessuno si dimenticher di te ed il tuo nome lo conosceranno tutti. Ora per, devo lasciarti, non hai pi bisogno di me devo andare in un altro cielo dove ci sono persone che hanno bisogno di consigli, di essere ascoltati perch stanno cercando la loro strada tu caro Edoard lhai trovata... ma molti ancora no cos la Stella vol via lontano verso cieli sconosciuti. Lindomani Manet, ricordandosi la sua cara amica dipinse Chiaro di Luna sul porto di Boulugne. Se provate a guardare in alto, eccola luminosissima insieme ad altre stelle. Chiss chi star ascoltando ora

Manet - Chiaro di luna sul porto di Boulogne, 1869, cm 82 x 101, Parigi. Muse dOrsay.

16

INDICE

Prefazione .............................................................................................11 Capitolo 1 Cara Stellina finalmente inizio a dipingere (vita di Edoard Manet) ........................................................................13 Capitolo 2 Un topo in barca con Monet (vita di Claude Monet) ........................................................................17 Capitolo 3 A passeggio nella foresta di Fontainebleau (vita di Pierre Auguste Renoir) ..........................................................23 Capitolo 4 Zia Maria e la storia di Pissarro (vita di Camille Pissarro) ....................................................................29 Capitolo 5 Cezanne voleva diventare un pittore (vita di Paul Cezanne) ..........................................................................35 Capitolo 6 Vivaldo e Alfred Sisley (vita di Alfred Sisley) ...........................................................................39 Capitolo 7 Le ballerine di Degas (vita di Edvard Degas) ........................................................................45 Bibliografia ...........................................................................................51

Propriet Letteraria Riservata I diritti di riproduzione, traduzione e adattamento sono riservati in tutti i paesi Stampato in Italia - Printed in Italy nel 2012

Copyright by Edizioni Miele Contrada Prosano 73034 Gagliano del Capo (Le) www.edizionimiele.it info@edizionimiele.it