Anda di halaman 1dari 42

Traumi cardiaci

Dr. L.Losi
U.O. Cardiologia- UTIC
Osp. Maggiore Lodi
Il torace viene danneggiato nel 30%
dei traumi gravi .
Nel 30% dei traumi toracici sono
presenti lesioni cardiache e aortiche.
Le lesioni cardiache di origine
traumatica sono una delle principali
cause di morte, soprattutto per
persone di età inferiore ai 40 anni.
Classificazione delle lesioni
traumatiche cardiache:

 Traumi penetranti ( Penetrating cardiac


trauma)
 Traumi non penetranti - traumi chiusi
( Non penetrating cardiac trauma o Blunt
cardiac trauma)
 Traumi iatrogeni
 Altre cause : elettriche, emboliche,
metaboliche, ustioni …
Le basi del trattamento nei traumi cardiaci
non penetranti e penetranti sono simili,
ma la diagnosi di trauma non penetrante è
più difficile.

Alcuni traumi penetranti e molti traumi


non penetranti sono ben tollerati e non
vengono riconosciuti precocemente
perché spesso sono mascherati da
manifestazioni concomitanti e più evidenti
a carico dell’encefalo, addome ed
Traumi penetranti :

Le lesioni cardiache da traumi penetranti


sono da ferite d’ armi da fuoco, armi da
taglio, oggetti acuminati, monconi di
frattura dello sterno e delle coste.

Manovre cardiologiche di tipo invasivo


( esami angiografici ed elettrofisiologici,
elettrostimolazione) sia per traumatismo
diretto da cateteri, sia per frattura degli
stessi con migrazione di frammenti.
Traumi penetranti :

La parete toracica offre limitata resistenza


all’aggressione da armi da taglio, oggetti
penetranti e proiettili.

Le lesioni interessano, oltre alla parete


toracica, possono interessare la trachea,
parenchima polmonare, esofago, cuore e
grossi vasi.
Traumi penetranti
Pericardio • Lacerazione o
perforazione
• Emopericardio con
o senza
tamponamento
( 60-100 ml)
• Pericardite
sierofibrinosa o
suppurativa
• Pneumopericardio
• Pericardite
Traumi penetranti
Miocardio • Lacerazione o
perforazione
• Ritenzione di corpo
 47% vent. dx estraneo
 34% vent. Sx • Difetti strutturali :
(fatali) • Aneurisma
 14% atrio dx • Pervietà settali
 5% atrio sx • Fistola cardio-
aortica
Traumi penetranti
Apparati valvolari • Lesione di un
lembo o di una
cuspide
• Lacerazione di un
muscolo papillare o
di una corda
tendinea
Traumi penetranti
Vasi • Lacerazione e/o
trombosi di
un’arteria
coronaria con o
senza infarto
miocardico
• Fistola artero-
venosa
• Aneurisma vero o
falso
• Embolie
Traumi penetranti

Fondamentali sono una precoce e corretta


diagnosi e trp. chirurgica adeguata ( se
necessario).

La toracentesi e la pericardiocentesi sono


procedure “ponte” verso trp. chirurgica.
Traumi penetranti
quadri clinici

 Shock ipovolemico da emorragia


massiva con lacerazione del
pericardio e drenaggio in pleura.

 Emopericardio e tamponamento
cardiaco se non presente drenaggio
in pleura : tamponamento acuto!
Traumi penetranti
diagnosi
 Ferite al torace
 Shock
 Tamponamento cardiaco ( triade di Beck
: turgore giug. , ipotensione, t.c.
ipofonetici)
 Bradicardia spiccata
 Blocchi di conduzione
 Soffi cardiaci
Traumi penetranti
Se le condizioni cliniche lo permettono:
 ECG ed Rx torace
Se le condizioni cliniche sono critiche:
 Trp dello shock
 Drenaggio pericardico/toracico
 Intervento ( toracotomia antero-lat. Sx V
spazio) per chiusura della breccia,
emostasi, evacuazione sangue
intrapericardico
Traumi non penetranti :

Le lesioni cardiache sono dovute a diversi


meccanismi :

 Onda d’urto da esplosione


 Forze dirette contro torace
 Forze indirette ( con aumento pressione
intravascolare)
 Forze bidirezionali
 Forze decelerative
 Forze concussive
Traumi non penetranti
Pericardio • Pericardite
traumatica
• Pericardite
costrittiva
• Emopericardio con
tamponamento
cardiaco
• Lacerazione con
eventuale
erniazione del
cuore e torsione
Traumi non penetranti
Miocardio • Contusione ( BESV,
BEV, TV, FV)
• Lacerazione
( 0.5%)
• Rottura ( 0.5-1%)
• Aneurisma o
pseudoaneurisma
Traumi non penetranti

Apparati valvolari • Rottura dei lembi


valvolari
• Contusione e
rottura dei muscoli
papillari
• Distacco di corde
tendinee
Traumi non penetranti

• Rottura dell’Aorta.
Vasi
• Aneurisma o
pseudo-aneurisma
aortico.
• Trombosi
coronarica con IMA
, lacerazione ,
rottura , aneurismi
.
• Fistola coronarica
artero-venosa o
Lesioni pericardiche e
lussazione del cuore

 Lacerazione foglietti pleuro-pericardici


 Rottura parete diaframmatico-pericardica

Diagnosi: Rx torace ed Ecocardiogramma

Terapia: toracotomia antero-laterale,


riposizionamento corretto del cuore e
chiusura breccia pericardica.
Emopericardio e tamponamento
cardiaco
Più frequenti nei traumi penetranti.
Nei traumi chiusi: rottura di cuore, lesioni
coronariche,sanguinamento pericardico.

Diagnosi: triade Beck. RX torace. ECG.


Ecocardiogr.

Terapia: pericardiocentesi seguita da


toracotomia antero-laterale o sternotomia
mediana con eventuale circolazione
Contusione cardiaca
Ogni lesione non accompagnata da rottura
di cuore e/o lesione strutture
intracardiache .Emorragie sub-epicardiche
e sub-endocardiche,lacerazioni
epicardiche.

Diagnosi: dolore. Insufficienza cardiaca;


aritmie. Rx torace. ECG. PVC.
Enzimi cardiospecifici. Ecocardiogramma.
Scintigrafia mioc. Coronarografia.
Rottura di cuore
 V. sinistro 28%
 V. destro 28%
 A. sinistro 19%
 A. destro 27%

Diagnosi : autoptica. Tamponamento


cardiaco acuto!

Terapia: rottura atri e V. destro: toracotomia


destra o sinistra o con sternotomia e ,
senza circolazione extracorporea,sutura
diretta della breccia.
Difetti settali traumatici
Atriali: rari; più frequente la rottura della
sottile parete atriale destra.
Ventricoloari: asintomatici o instabilità
emodinamica.

Diagnosi: soffio parasternale .


Ecocardiogramma.

Terapia: correzione chirurgica( sternotomia


mediana, circolazione extracorporea,
ventricolotomia o atriotomia e sutura con
Aneurisma cardiaco
postraumatico

Traumi penetranti: falsi aneurismi!


Traumi chiusi : aneurismi veri del ventricolo
sinistro!

Diagnosi: Rx torace. Ecocardiogramma.


Ventricolografia.

Terapia: riparazione chirurgica


( aneurismectomia)
Lesioni delle valvole cardiache

Valvola aortica più frequentemente colpita,


seguita da tricuspide e mitrale. Raramente
la valvola polmonare è interessata.
Fisiopatologia: insufficienza valvolare!

Diagnosi: reperti auscultatori e


sintomatologia. Ecocardiogramma.

Terapia: intervento correttivo in circolazione


extracorporea.é preferita la sostituzione
rispetto alla riparazione.
Lesioni coronariche
Molto rare!
Le alterazioni ischemiche sono spesso
dovute all’estendersi dell’area di
contusione e del relativo ematoma-edema.

Diagnosi: ECG. Ecocardiogramma.


Coronarografia!

Terapia: Pericardiocentesi e intervento


chirurgico di rivascolarizzazione
miocardica.
Pericardite post traumatica
 Sierosa
 Non sierosa
 Costrittiva

Diagnosi: triade di beck, ecocardiogramma.


Febbre; dolore retrosternale, indici
infiammatori.

Terapia:sintomatica ,
pericardiocentesi,finestra pleuro-
pericardica per toracotomia anteriore
minima destra ( sierosa). Steroidi ( non
Aortic rupture
Line in jugular
vein
Misplaced nasogastric
tube
Cardiac
tamponade
.