Anda di halaman 1dari 52

SISTEMA NERVOSO

SIMPATICO
principale neurotrasmettitore
noradrenalina del Sistema Nervoso Simpatico

principale ormone secreto dalla


adrenalina midollare del surrene, nei
mammiferi

attività fisica
tensione psicologica
emorragie
farmaci simpaticomimetici
ipertensione
shock cardiovascolare
aritmie
asma, emicrania

analoghi strutturali dell’adrenalina e della


noradrenalina

biodisponibilità orale
prolungata durata d’azione
specificità per i diversi sottotipi recettoriali
β-FENILETILAMINA

NH2

•anello aromatico
•catena laterale etilaminica
sostituzioni sul
gruppo Aminico

•natura selettività verso i recettori


•dimensioni
α β

Adrenalina Noradrenalina Isoproterenolo


Sostituzioni a livello
dell’anello aromatico 4

3 NH2

gruppi OH massima attività


sostituzione di gruppi polari -lipofili

rapida Inattivazione

inattive in seguito a COMT


somministrazione orale
MAO
Agonisti Adrenergici
differenti meccanismo d’azione

• Adrenalina
•AGONISTI DIRETTI • Noradrenalina
• Isoprotenerolo
• Fenilefrina

• Anfetamina
•AGONISTI INDIRETTI • Tiramina

•AGONISTI AD AZIONE • Efedrina


MISTA • Metaraminolo
ADRENALINA

potente stimolatore dei


recettori
α -β
•piloerezione
•sudorazione
•midriasi

•cuore
•muscolatura dei vasi
•muscoli lisci
ADRENALINA

1 2
tirosina DOPA

noradrenalina 3 adrenalina

A basse dosi: effetti β sul Sistema Vascolare

A alte dosi: effetti sugli α


Sistema Cardiovascolare

inotropo +
cronotropo +
β1
Gittata cardiaca +
costrizione delle arteriole nella
cute e nelle mucose e nei visceri α
dilatazione dei vasi che irrorano la
muscolatura scheletrica β2
Uno dei più importanti farmaci
vasocostrittori
Muscolatura liscia

a livello rilassamento
gastrointestinale (α -β )

a livello della •in funzione della fase del


muscolatura liscia ciclo sessuale
uterina
•stadio gestazionale

muscolo
detrusore della rilassamento
vescica ( β)
Sistema
Respiratorio

Broncocostrizione
allergica
o indotta da
forte
istamina
broncodilatazione
β2
Dispnea
attacco
Asmatico acuto
glicogenolisi
effetto β2
Iperglicemizzante

liberazione di
Glucagone
β2

liberazione di
Insulina
α
lipolisi

azione β1

Adenil ciclasi

AMP ciclico

glicerolo
trialglicerolo
lipasi
ormonedipendente +
acidi grassi
biotrasformazione

fegato COMT
intestino MAO

urine metanefrina
a. vanilmandelico

vie di somministrazione
•sottocutanea
iniezione •endovenosa
inalazione
uso topico •occhio
Usi terapeutici
broncospasmo Asma acuta
Shock anafilattico
glaucoma riduce la Pressione Oculare

Shock anafilattico in risposta ad Allergeni

in Anestesiologia in associazione ad


Anestetici locali
Effetti collaterali
Edema polmonare
Emorragia cerebrale
Aritmie cardiache
NORADRENALINA

priva di CH3 nell’amino


gruppo

potente agonista
dei recettori
α
presenta una
debole azione sui
β2
Effetti Cardiovascolari

resistenze
periferiche
α1
Vasocostrizione
pressione sistolica
diastolica

riflesso della
Riflesso dei Barocettori stimolazione
vagale
Effetto del
Tachicardia
pretrattamento con
atropina

Trattamento acuto
Usi terapeutici dello shock

Terapia contro l’asma


ISOPROTERENOLO

CH3
catecolamina sintetica
CH3
ad azione diretta

Maggiore affinità verso i


recettori β-adrenergici
frequenza cardiaca
forza di contrazione

GITTATA CARDIACA
Sistema
Cardiovascolare
diltazione delle
arteriole della
muscolatura
scheletrica

β2
resistenze periferiche
profonda e rapida
Broncodilatazione
Effetti a livello
Polmonare
β2

•Broncodilatatore
Usi terapeutici
• Stimolante cardiaco

•Parenterale
Somministrazione
•Inalatoria
DOPAMINA

α β
fenilalanina tirosina DOPA

adrenalina noradrenalina dopamina


Sistema Cardiovascolare
cronotropo +
β1 inotropo +

ad alte dosi α vascolari

vasocostrizione
Azioni renali e viscerali
dilata le arteriole renali e splancniche

flusso ematico renale

clinicamente utile nel


trattamento dello shock
Usi terapeutici

shock pressione sanguigna


azione β2
insufficienza cardiaca
congestizia

Effetti collaterali

Nausea
ad alte dosi Ipertensione
Aritmia
DOBUTAMINA

HO CH CH2 NH  stimola recettori α e β


adrenergici

H  esistente nelle 2 forme


OH enantiomeriche

AGONISTA
(-) RECETTORI α1
CAUSA NOTEVOLI
RISPOSTE PRESSORIE

ANTAGONISTA BLOCCA GLI EFFETTI


(+ ) RECETTORI α DELLA ( - ) DOBUTAMINA
1

AGONISTI COMPLETI
( - ) e ( + ) isomeri RECETTORI β
Sistema Cardiovascolare
EFFETTO INOTROPO > EFFETTO CRONOTROPO
resistenza
periferica α1
invariata

SOMMINISTRAZIONE

infusione endovenosa

effetto rapido
USI TERAPEUTICI

- trattamento a breve termine


dello scompenso cardiaco
- insufficienza cardiaca congestizia
- infarto miocardico acuto

VOLUME SISTOLICO
GITTATA CARDIACA

± FREQUENZA CARDIACA

x
FABBISOGNO DI OSSIGENO

non va somministrata in pazienti con


Effetti fibrillazione atriale
indesiderati ed affetti da ipertensione
sviluppo tolleranza per uso prolungato
METOXAMINA
H3CO - si lega preferenzialmente ai
recettori α1 e non attiva i
CH CH NH2 recettori β-adrenergici
(attività bloccanti a dosi elevate)
OH CH3
OCH3 - non stimola il SNC

azione α1 nelle arteriole: pressione sanguigna


resistenze
periferiche

frequenza
bradicardia sinusale cardiaca
Usi terapeutici
utilizzata per controllare
gli attacchi di tachicardia
parossistica
sopraventricolare, nel
trattamento degli stati
ipotensivi e per
contrastare l’ipotensione

Effetti collaterali:
- cefalea ipertensiva
- vomito
FENILEFRINA

- si lega preferenzialmente ai
CH CH2 NH recettori α2

- attiva i recettori β solo a


OH CH3 concentrazioni elevate
OH - non è un substrato per le COMT

è un potente vasocostrittore la pressione sanguigna

l’uso topico nelle membrane della mucosa nasale


induce midriasi e
produce vasocostrizione prolungata
Usi terapeutici
è utilizzata per elevare la
pressione sanguigna e per
arrestare episodi di
tachicardia
sopraventricolare

cefalea ipertensiva
alte dosi
irregolarità cardiache
CLONIDINA

Cl
H anni ‘70 - capace di
indurre vasocostrizione
N NH e provocare
ipotensione, sedazione
Cl e bradicardia

pressione arteriosa
EFFETTI
FARMACOLOGICI
frequenza cardiaca
infusione endovenosa α2
pressione arteriosa
somministrazione orale

x
pressione sanguigna
risposta ipotensiva

impulsi centrali nel SN α2


simpatico
Somministrazione: orale
effetto massimo dopo 1-3 ore

applicazione
transdermica
Usi terapeutici: • trattamento ipertensione
(clonidina cloroidrato) assorbimento di Na cloruro e fluidi

secrezione di bicarbonato
• trattamento sospensione utilizzo di
oppiacei, alcool e tabacco

Effetti collaterali: • secchezza delle fauci


• sedazione
• disfunzioni sessuali
• tachicardia
• reazioni da sospensione
METAPROTERENOLO

HO non è un catecolo

CH CH2 NH

OH CH(CH3)2
OH resistente alle COMT

Somministrazione: • orale
• inalazione
escrezione coniugati con Acido glucuronico
- azione β2 Effetti farmacologici:
- scarsi effetti sul cuore

dilatazione bronchioli

Usi terapeutici: • ostruzione delle vie aeree

• broncospasmo acuto
TERBUTALINA
HO

substrato resistente
CH CH2 NH alle COMT

OH C(CH3)3
OH • orale
Somministrazione: • inalazione

• sottocutanea

Usi terapeutici: • ostruzione delle vie aeree e broncospasmo


• nel travaglio di parto prematuro
• trattamento d’emergenza
dello stato asmatico
SALBUTAMOLO ( O ALBUTEROLO )

HO CH CH2 NH proprietà
farmacologiche simili
alla Terbutalina
OH C(CH3)3
CH2OH

inalazione o orale broncospasmo


( inalazione )

effetto broncodilatatore
raggiunto in 15 minuti e
permanenti per 3 o 4 ore
AGONISTI ADRENERGICI AD
AZIONE INDIRETTA

CAUSANO LA
LIBERAZIONE DI NA
• AMFETAMINA DALLE TERMINAZIONI
PRE-SINAPTICHE, NON
• TIRAMINA INFLUENZANDO
DIRETTAMENTE I
RECETTORI POST-
SINAPTICI
AMFETAMINA

AMINA SIMPATICO-
CH2 CH NH2 MIMETICA CHE
CH3 STIMOLA IL SNC

stimola il centro respiratorio bulbare


SNC
abbassa il grado di depressione centrale
Effetti psichici: • DOSE
• STATO MENTALE

• PERSONALITA’ DELL’INDIVIDUO

Effetti farmacologici
(dose di 10-30 mg )
› insonnia › miglioramento dell’umore con
aumentata intraprendenza
› iperattività mentale › maggiore capacità di
concentrazione
› diminuzione del senso › aumento dell’attività motoria
di fatica e verbale
› sicurezza dei propri mezzi › esaltazione ed euforia
FATICA E SONNO :

LA MOLE DI LAVORO ESEGUITO


AUMENTA MA PU0’ AUMENTARE IL
NUMERO DEGLI ERRORI

conclusione:

L’AMFETAMINA RIDUCE LA FREQUENZA DEI


CALI D’ATTENZIONE
IN UNA PRESTAZIONE PER PROLUNGATA
ASTINENZA DAL SONNO
ANALGESIA : SCARSO EFFETTO
ANALGESICO DELL’AMFETAMINA

ANALGESIA DELLA MORFINA O SIMILI

la perdita di peso e’
dovuta alla ridotta
APPETITO richiesta di cibo e solo in
minima parte ad un
aumento del metabolismo

CENTRO RESPIRATORIO FREQUENZA E LA PROFONDITA’


DELLA RESPIRAZIONE

- MECCANISMI D’AZIONE SUL SNC -

AMFETAMINA
amine biogene
AZIONI PERIFERICHE DELL’AMFETAMINA :

pressione arteriosa

frequenza cardiaca (dosi elevate di amfetamina


determinano aritmia cardiaca)

EFFETTO CONTRATTILE sfintere della


vescica urinaria
enuresi e
incontinenza
Effetti tossici acuti
loquacità stati di panico
irritabilità
confusione
riflessi iperattivi
tremori aggressività
tensione
tendenze omicide
agitazione
vertigini aumento della libido
effetti a livello cardiovascolare:
cefalee
dolore anginoso
ipertensione o ipotensione
sensazioni di freddo
pallore o arrossamento
aritmie cardiache
effetti a livello gastrointestinale:

anoressia secchezza delle fauci


vomito gusto metallico
nausea diarrea

Effetti tossici cronici:

perdita di peso pronunciata

allucinazioni e deliri
TOLLERANZA E DIPENDENZA

Usi terapeutici: - trattamento dell’obesità


- narcolessia
- disfunzioni deficit dell’attenzione
TIRAMINA

HO CH2 CH2 NH2

› formaggi stagionati
› vino Chianti
› metabolismo della tirosina

TIRAMINA
noradrenalina
AGONISTI ADRENERGICI AD
AZIONE MISTA

DETERMINANO OLTRE LA
LIBERAZIONE DI NA DALLE
• EFEDRINA
TERMINAZIONI PRE-
SINAPTICHE,
• METARAMINOLO L’ATTIVAZIONE DEI
RECETTORI ADRENERGICI A
LIVELLO DELLA MEMBRANA
POST-SINAPTICA
EFEDRINA
- alcaloide vegatale

CH CH NH - stimola i recettori α e β

OH CH3 CH3
azioni simili all’A

pressione sanguigna

meno potente dell’A e


broncodilatazione dell’isoproterenolo ed profilassi asma e
prevenire attacchi
azione più lenta
Altri effetti Efedrina:
› stimola contrattilità › diminuisce la sensazione
› migliora la funzione motoria di fatica
nella miastenia grave
› impedisce il sonno
› lieve stimolazione del SNC › migliora le prestazioni
› aumenta lo stato di allerta atletiche

Effetti collaterali:

- ipotensione
- aritmia cardiaca (via parenterale)
- insonnia
- tachifilassi ( dosaggi ripetuti )
METARAMINOLO

CH CH2 NH2

OH CH3
OH

› stimola attività cardiaca


› lieve vasocostrizione
Usi terapeutici: • trattamento dello shock

• ipotensione acuta